Federazione Lavoratori

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Federazione Lavoratori"

Transcript

1 Federazione Lavoratori POSTE CISL MILANO Periodico del Sindacato Lavoratori Poste CISL, via Tadino Milano. Direttore Cono Fusca, Coord. Redazione Paolo Zebra, Direttore Resp.le Antonio Casablanca, Aut. Trib. Milano n. 219 del 10 Aprile 2001 Stampato dalla tipografia La Terra Promessa - Novara Spedizione in A.P. Art. 2 comma 20/c legge 662/96 - Milano Maggioritari! Il voto di novembre è stato inequivocabile, ora andiamo avanti ancora più forti di Cono Fusca I lavoratori si sono pronunciati in modo chiaro e inequivocabile. La CISL ha vinto le elezioni delle RSU/RLS del 11 e 12 novembre. E le ha vinte in modo eclatante, oltre le migliori attese, ottenendo circa il 54 per cento dei voti e dei seggi. Non era mai accaduto in una elezione libera e di così vaste proporzioni che un Sindacato raggiungesse la maggioranza assoluta. Un risultato raggiunto nonostante tutto e tutti che acquista un valore ancor più significativo perché scaturisce da una altissima partecipazione al voto. Oltre 110 mila colleghi hanno votato, confermando la percentuale delle scorse elezioni e dimostrando di voler scegliere i propri rappresentanti senza deleghe in bianco a nessuno. Un successo della CISL, nonostante anomali apparentamenti, diffuso in tutte le Regioni, dal Trentino alla Sicilia, segno di una storica continuità gradita ai lavoratori. Un risultato che premia il lavoro costante, paziente e appassionato che tutti i Dirigenti e i rappresentanti del SLP svolgono quotidianamente nei posti di lavoro al servizio dei colleghi. Questo successo ci carica di maggiori e più gravose responsabilità in un momento delicato per la vita aziendale, per le incerte prospettive di Poste Italiane e per la crisi economica che si riverserà pesantemente nelle famiglie italiane. Ai tantissimi colleghi, che con il voto hanno irrobustito la fiducia nella SOMMARIO Elenco degli eletti Slp-Cisl di Milano 2 Telelavoro, conciliare lavoro-famiglia 3 Aumento delle rapine agli Uffici Postali 4 Commerciale, lo specialista Retail 5 PosteShop- Microsoft 7 Mistral Air, gli aerei delle Poste 9 Recapito, ci risiamo I ritorni al mittente di Tnt 11 Cronache di Narnia a Peschiera 11 La Democrazia Cristiana in due libri 14 1

2 CISL, assicuro che non li deluderemo. Ai Dirigenti e ai militanti del SLP-CISL di ogni parte d Italia la gratitudine e la riconoscenza dell Organizzazione per la passione con cui hanno condotto la campagna elettorale che ha regalato alla CISL una vittoria storica nel momento di maggior conflitto tra i sindacati confederali. La nostra è stata una vittoria per qualcosa e non contro qualcuno. Riprendiamo il nostro cammino con la responsabilità di sempre. Un abbraccio affettuoso a tutti. (Cono Fusca, Segretario Territoriale Slp-Cisl Milano) Elezioni Rsu/Rls Poste Italiane Milano 11/12 Novembre 2008 Elenco eletti Slp-Cisl Ufficio Metropolitano Recapito Anselmi Paolo Fiorita Umberto Nucera Vittorio (anche Rls) Pangallo Vincenzo (anche Rls) Prinzivalli Riccardo Puddu Roberto (anche Rls) Rizzo Antonino Roscigno Vincenzo Savaia Vincenzo Filiale 2 Milano Nord Aquilina Michele D'Amico Stefano Palombella Giampiero Squicciarini Donatangelo (anche Rls) Filiale 3 Milano Sud Almanza Giuseppe Cannella Paolo Castellana Claudio (anche Rls) Genchi Donato Puccio Sebastiano Vasi Giovanni (anche Rls) Virga Mario Filiale 5 Milano Est Cammarota Mario (anche Rls) Di Lorenzo Dolores Fontanarosa Giuseppe Filiale 1 Milano Città Coppola Roberto Cutaia Vincenzo (anche Rls) Donnemma Mario Angelo Ferrigno Francesco Fusca Cono Galbiati Cristina Manzella Oreste Musumeci Salvatore Pellegrino Piero (anche Rls) Roscigno Raffaele Spitaleri Santo Passalacqua Giuseppina (Quadri) CRP Borromeo Andelora Ciro Brambilla Giovanni Faranna Prospero Fusca Giuseppe Gioffré Pietro Liotta Rosa Valeri Antonio Zucco Eugenio CRP Roserio Candido Luigi Caruso Giovanni Terrasi Vincenzo Vendra Filippo Grazie a tutti gli iscritti e i simpatizzanti per il grande impegno dimostrato! 2

3 Considerazioni il merito al progetto sperimentale avviato di recente anche da Poste Italiane Telelavoro, per una maggiore conciliazione tra la vita lavorativa e la famiglia Il telelavoro è una modalità di lavoro grazie a cui, impiegando infrastrutture telematiche ed informatiche, è possibile valicare i tradizionali confini fisici e logistici dell ufficio. Il termine telelavoro indica un particolare tipo di rapporto di lavoro che si connota per il fatto che l attività del prestatore viene normalmente svolta in luogo diverso dai locali aziendali, prevalentemente a casa. La disciplina di questa tipologia di lavoro è dettata principalmente dall accordo interconfederale del 9 giugno 2004 che mira a fornire una disciplina generale dell istituto, lasciando ai contratti collettivi di settore l introduzione di norme più dettagliate. Infatti l articolo 30 del CCNL 11 luglio 2007, rimarcato anche nel Protocollo d Intesa del 31 luglio 2007, prevede che, in via sperimentale,possa essere introdotto il telelavoro. In sintesi il progetto verrà avviato nell ambito del Chief Information Office presso le articolazione organizzative di ICT Operations di Poste Italiane. Il progetto prevede la partecipazione di complessive n. 21 unità a livello nazionale; in particolare 3 unità che opereranno presso il CIO/ICT Operations della sede centrale di Roma, Viale Europa 175 di cui 1 unità presso la struttura organizzativa Gestione Operativa, la seconda unità presso la struttura organizzativa System & Data Center Management ed infine una unità presso la struttura organizzativa Service Support e Monitoraggio Operativo. 18 unità saranno applicate presso i Poli Tecnologici Territoriali ( due per ciascun Polo, escluso quello di sede centrale). Il progetto ha durata di 6 mesi. La sperimentazione sarà avviata entro il mese di novembre In coerenza con quanto indicato nell accordo sarà data priorità, a chi ne ha fatto richiesta, al personale con esigenze di conciliazione legate alla genitorialità, in particolare ai genitori che abbiano figli fino a 12 anni ( 15 anni in caso di figli in affidamento o in adozione) ovvero figli disabili, di qualsiasi età, a carico. L abitazione del dipendente deve essere collocata in area coperta da servizio ADSL. La linea dovrà essere disponibile dal medesimo lavoratore, su richiesta dello stesso, al momento della stipula dell accordo individuale, per l esecuzione della prestazione lavorativa nella forma del telelavoro domiciliare, una volta che l Azienda avrà valutato positivamente l idoneità dell ambiente messo a disposizione dal dipendente per ospitare la postazione di telelavoro.naturalmente uno dei requisiti richiesti è la presenza di dispositivi automatici atti ad interrompere l alimentazione elettrica in caso di sovracorrenti, corto circuiti e contatti diretti e indiretti (salvavita). Resta confermata l assegnazione del dipendente presso la sede di lavoro della struttura di appartenenza. La prestazione di lavoro viene svolta nel rispetto delle previsioni legali e contrattuali in materia di orario di lavoro e nel rispetto dell articolazione oraria applicata nella struttura organizzativa di appartenenza. La rilevazione delle presenze, l osservanza dell orario di lavoro, i giustificativi per assenza per permesso di servizio dei telelavoratori verrà accertata attraverso un apposito applicativo Web denominato Lettore Web, accessibile attraverso un icona presente sul personal computer in dotazione. Sono previsti almeno 4 rientri mensili presso la sede di lavoro, da concordarsi con il Responsabile della Struttura di appartenenza, per motivi connessi allo svolgimento della prestazione, alla pianificazione del lavoro e ad ulteriori necessità di integrazione e comunicazione diretta e, in generale, per eventuali regolarizzazioni della propria posizione amministrativa. L Azienda provvede alla compensazione dei costi derivanti dal funzionamento della postazione di lavoro attraverso il riconoscimento al telelavoratore di una somma forfetaria mensile, al netto di ogni eventuale imposta e contributo, pari a 48,00 euro che le Parti si riservono di aggiornare alla luce delle modifiche delle tariffe utilizzate ai fini della determinazione di tale importo. E previsto, inoltre, a titolo di rimborso di una quota parte del canone relativa alla linea ADSL messa a disposizione dal lavoratore, il riconoscimento della somma forfetaria mensile pari a 10,00 euro, al netto di ogni eventuale imposta e contributo. Dette somme hanno natura risarcitoria a tutti gli effetti e non saranno utili ai fini degli istituti contrattuali e di legge, compreso l eventuale trattamento di fine rapporto. Il rapporto di lavoro subordinato può essere convertito dalla modalità di telelavoro alla modalità di lavoro in sede, prima della scadenza prevista, su richiesta del lavoratore o di Poste Italiane mediante lettera raccomandata da inviare da parte 3

4 del lavoratore alla struttura DI Human Resources and Organization di rispettiva competenza e per conoscenza al Responsabile della struttura di assegnazione e, da parte dell Azienda, al domicilio del lavoratore, previo preavviso di due mesi. In tal caso, il rapporto di lavoro continua e il lavoratore conserva tutti i diritti che ne derivano. L Azienda fornirà preventiva comunicazione alle Organizzazioni Sindacali delle eventuali revoche con indicazione delle relative motivazioni. Le Parti si incontreranno entro trenta giorni prima della scadenza della sperimentazione per verificare l andamento e le principali evidenze della sperimentazione stessa. Concludendo il telelavoro è una forma di organizzazione del lavoro che ha come finalità quella di ridurre notevolmente la necessità di recarsi in ufficio quotidianamente e consente una conciliazione della vita lavorativa con quella familiare, consentendo di avere più tempo per poter stare con i propri familiari soprattutto quando questi ultimi hanno bisogno di un assistenza continua. Cristina Galbiati (Coordinamento delle Donne) Cronache da Far West, che fanno riflettere sulla sicurezza nella Sportelleria e sui suoi rischi effettivi Escalation di rapine agli Uffici Postali, le ultime due di Milano e Bollate (con impiegato ferito) Dichiariamo tutta la nostra solidarietà verso tutti i colleghi che in forme diverse si sono sfortunatamente trovati a gestire situazioni di grande tensione a causa del furto avvenuto durante la notte del 1 dicembre (che ha comportato enormi disagi anche al personale) nella Succursale 67, e, soprattutto, verso le donne e gli uomini che hanno subito la rapina a mano armata col passamontagna che ha causato un ferito nell'hinterland. Quindici persone, tra dipendenti e clienti, sono state improvvisamente catapultate nella morsa del terrore quando all'improvviso intorno alle 9 del mattino del 2 dicembre sono entrati due banditi, incappucciati e armati di pistole e mitragliette, nell'ufficio postale di via Karl Marx di Bollate. La rapina a mano armata, come quelle che praticavano negli anni Settanta le varie Bande Vallanzasca, è sfociata fatalmente nella tragedia. Un cassiere dell'ufficio cercando coraggiosamente di contrastare i due banditi è rimasto ferito alla gamba da un colpo di pistola, prima di scappare in auto e ingaggiare tra gincane una furiosa sparatoria con i carabinieri di una gazzella in un inseguimento durato fino alle porte di Novate alla maniera di un poliziesco all'italiana con proiettili volanti e pericolo per i passanti fino al loro arresto. Soltanto la notte prima, si era verificato invece il furto dal caveau della Succursale 67 (via Pindaro 29) di circa 260 mila euro, causando notevoli disagi al personale del polo immobiliare, non solo quindi della Succursale, che per tutta la mattina del giorno seguente è rimasto isolato dalle linee informatiche e telefoniche. I banditi hanno devastato l'ufficio con una trivella che gli ha aperto un varco nella stanza blindata, dopo avere affogato i monitor della videosorveglianza. Non sempre si tratta di un furto semi goliardico come quello dell'estate scorsa con il bandito con la tuta rossa da Uomo Ragno, questi ultimi due fatti di cronaca che ci vedono direttamente coinvolti in prima persona, qui nell'area di Milano, come nel resto del paese (ricordiamo che le rapine agli uffici postali, da Pula a Manfredonia si sono intensificati drammaticamente negli ultimi tempi), sono il segnale di come le succursali sono un bersaglio più che appetibile per la microcriminalità organizzata delle serre urbane. L'Azienda non può trascurare, quindi, tutti quegli aspetti inerenti la sicurezza e la tutela fisica e psicologica dei lavoratori degli uffici di Poste Italiane, che il caso di ribadirlo dopo il caso del collega ferito di Bollate, rischiano davvero la vita. Oramai, forse più ancora che nel passato il volume di denaro dei prodotti bancari che viene trattato negli sportelli è cospicuo e richiede una più robusta rete di sicurezza. Ricordiamo infatti che la tutela della salute dei lavoratori è un bene protetto dalla Costituzione: art.32 (...la Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività...); art.41 (l'iniziativa economica privata è libera. Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana...). Il rischio rapina dev'essere quindi sempre tenuto in alto nella valutazione dei valutazione dei rischi. LABI ha istituito un apposito gruppo di lavoro sull'argomento rapine, costituito da rappresentanti di safety e security dei principali gruppi bancari. Considerato che le minime misure di sicurezza già previste sono del tutto insufficienti, rivendichiamo interventi immediati e urgenti al fine di introdurre nei nuovi uffici postali dei sistemi e delle tecnologie più efficienti che possano scoraggiare i delinquenti, simili a quelli che da tanto tempo utilizzati da banche e istituti privati (che non ci risultano facile bersaglio di atti criminosi come gli uffici postali) è questo il commento immediato del nostro Segretario Cono Fusca. Che aggiunge: massima solidarietà a quei colleghi che sono esposti a questi sciagurati episodi. Come sempre però consigliamo di non opporre resistenze quando a repentaglio 4

5 risulta essere anche la propria incolumità. La nostra Segreteria Territoriale Slp-Cisl sarà sempre a disposizione per l'assistenza sindacale e per una adeguata tutela diritti dei lavoratori danneggiati. (P.Z.) Poste italiane continua a perseverare nella sua politica dei profitti a discapito dei dipendenti I Reietti del Commerciale : la non-valorizzazione dello specialista di sala Retail e Finanziamenti Nonostante l attuale fase di grave recessione, la dirigenza di Poste Italiane continua a perseguire una logica di profitti imponendo continui incrementi di budget, avulsi dalla realtà contingente senza la giusta rivalutazione delle risorse umane, non considerate come elemento strategico per lo sviluppo dell azienda. Per questo motivo il 7 novembre si è svolta un assemblea presso la sede del SLP-CISL di Milano per gli specialisti di sala in cui si sono evidenziate gravi problematiche e criticità inerenti a tale figura professionale: Pressioni quotidiane dai livelli superiori con atteggiamenti che rasentano la persecuzione con continui ricatti e minacce poco velate. Ciò porta gravi conseguenze a livello psicologico che si manifestano in una sorta di stress da performance. In pratica vi è una continua prevaricazione della dignità del singolo lavoratore; Retribuzione decisamente inferiore rispetto alle competenze e alle responsabilità che la Dirigenza pretende; Mancanza di una formazione adeguata sull operatività, sui prodotti finanziari e soprattutto sulle regole del mercato, poiché gli stessi formatori molto spesso sono aggiornati in modo superficiale e di conseguenza non sono messi nella condizione di poter svolgere appieno il proprio compito nonché dare risposte soddisfacenti; Riunioni effettuate dal Commerciale solo per esercitare pressioni sempre più forti senza proporre alcuna valida strategia; Scarso supporto operativo e professionale da parte delle Filiali che non garantiscono - un effettivo sostegno, per tutta la durata dell apertura dell Ufficio Postale (specie il sabato), necessario per la risoluzione di problemi particolari; Spalmatura dei budget agli Uffici Postali realizzata strumentalmente o senza attenzione per le realtà economiche circostanti e per lo storico dei ricavi annuali; Deficit di comunicazione interno, tra gli Uffici Postali e le Filiali corrispondenti; Liste e profili dei clienti non aggiornate; Frequenti sforamenti dell orario d obbligo necessari per dare un adeguata assistenza ai clienti ma nonostante tutto non riconosciuti come straordinari ; Mancanza di materiali di supporto quali modulistica e brochure; troppo spesso si è costretti a ricorrere a sbiadite fotocopie; Frequenti conflitti all interno dell azienda stessa fra la mentalità legale dell Operation, maggiormente sensibile ai rischi di sanzioni dell Ente, e quella commerciale più preoccupata ad evitare vincoli e restrizioni inerenti le esigenze operative. In questo modo gli SSC sono stretti tra le aggressive politiche commerciali dell azienda e il rispetto rigoroso delle norme esterne ed interne; Disparità di trattamento economico, a parità di livello e mansione, tra gli SSC veterani e in neoassunti; Antagonismo esasperato tra i livelli e i settori del commerciale (Retail, Commerciali Business, Sviluppatori). Di fronte a tale condizione di grave disagio che si ripercuote sulle attività lavorative, SLP-CISL ha proposto l avvio di una specifica vertenza che sintetizza una serie di proposte fondamentali per garantire, a tutti gli specialisti, normali e dignitose condizioni di lavoro che consentano di poter offrire un servizio qualitativamente soddisfacente ai cittadini. Per questo occorrono improcrastinabili interventi da parte del Sindacato in materia di tutela professionale, adeguamento normativo e contrattuale, rivendicazioni specifiche connesse a tale attività ed idonei e trasparenti percorsi premianti e di carriera. Il tutto sintetizzabile nei seguenti punti: Retribuzione più consona al ruolo e al 5

6 carico delle responsabilità rivestite dal SSC, che fino ad oggi sono state sottopagate e sottostimate; Compensazione oraria giornaliera fino a 30 minuti automatica senza estenuanti e burocratiche richieste in caso di sforamento dell orario di lavoro certificato con timbratura (in alternativa allo straordinario); Pagamento degli straordinari, necessari per soddisfare le esigenze della clientela; Adeguata formazione degli SSC sui meccanismi e sull evoluzione del mercato, sulle tecniche di vendita e sulle normative che regolano la delicata materia nel settore finanziario e del risparmio sulle responsabilità inerenti la comunicazione Formazione durante l orario di lavoro poiché gli SSC non hanno una flessibilità dell orario di lavoro; Mezzi e strumenti moderni: sale consulenze più ampie e riservate, personal computer connessi ad Internet in maniera rapida ed affidabile; Modulistica originale sempre a disposizione (brochure comprese onde evitare le troppo frequenti e poco dignitose fotocopie); Supporto professionale da parte delle filiali che va garantita durante tutta apertura degli uffici, anche al sabato, tale da contribuire alla risoluzione dei problemi con risposte certe ed in tempo reale, supportando l attività del SSC e non limitandosi solo a monitorarne strettamente la resa ; Il budget d ufficio va elaborato partendo dall IPC e dall analisi dei Responsabili degli Uffici e degli SSC, che conoscono il mercato locale e le reali possibilità di penetrazione e crescita della collocazione di prodotti commerciali e finanziari; Concordare un sistema incentivante trasparente nei criteri, certo nei tempi, chiaro negli obbiettivi e proporzionalmente premiante il lavoro di squadra; Polizza riguardante la responsabilità amministrativa a totale carico dell Azienda per ottenere tutele legali e assicurative circa le conseguenze derivanti dalle disposizione di cui alle circolari ISVAP e CONSOB; Alla luce di quanto sopra espresso è stata deliberata un ulteriore assemblea autorizzata specificatamente inerente alle problematiche del commerciale, rivolta a tutti gli SSC di Milano e provincia. Resta inteso che le sopra evidenziate problematiche possono essere portate al confronto con l Azienda attraverso un ampia partecipazione e mobilitazione degli SSC. Cristina Galbiati (Segretaria Territoriale Responsabile della Sportelleria) Sottoscritto il protocollo col Ministero della Pubblica Amministrazione: nasce il progetto Reti Amiche I vertici di Poste Italiane hanno recentemente messo in essere assieme al Ministero per la Pubblica Amministrazione e l Innovazione un documento d'intesa sul progetto Reti Amiche, predisposto dal Ministero e finalizzato alla fornitura di Servizi avanzati ai cittadini, nel segno della massima semplificazione, velocità ed efficienza. Il Protocollo d intesa che l Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi ha siglato questa sera con il ministro Renato Brunetta definisce infatti i tempi e le modalità di un rapporto di stretta collaborazione volto alla fornitura presso gli Uffici postali - di alcuni servizi fin qui forniti solo negli uffici delle Pubbliche Amministrazioni. In questo modo viene sensibilmente estesa la rete degli sportelli utilizzabili dai cittadini (in particolare di quelli che risiedono in zone marginale) e si creano le premesse per un aumento dell efficienza dell intero sistema, semplificando le procedure e i tempi burocratici. Nell immediato, Poste Italiane assicurerà l operatività dei servizi di rilascio e rinnovo di passaporti e permessi di soggiorno, riscossione dei contributi previdenziali, riscossione dei bollettini infortuni domestici e servizi Inps Card, attraverso l attività dei 5470 uffici postali dotati di Sportello amico. Poste Italiane garantisce inoltre la propria disponibilità a studiare e progettare con le amministrazioni competenti le modalità e i termini per fornire negli uffici postali nuovi servizi ai cittadini come la gestione dei concorsi pubblici, i visti per il passaporto, il rilascio di certificati anagrafici, le dichiarazioni di smarrimento, gli estratti conto Inps, la consegna di referti medici attraverso il servizio Poste Check up e Poste Check il recapito del fascicolo del paziente, la riscossione dei ticket sanitari. Infine, il servizio di richiesta o rinnovo delle tessere regionali di circolazione a condizioni agevolate. Il cittadino deve essere trattato come un cliente: paga e ha diritto a ricevere servizi pubblici di qualità e in tempi veloci a spiegato Renato Brunetta. Con le Reti Amiche si moltiplicheranno i punti di contatto tra cittadini e Pubblica amministrazione, agevolandone i rapporti con canali sempre più agili. 6

7 "PosteShop"non decolla: generalista nell'epoca del temporany shopping, si deve ripensare e differenziare come ha fatto con Microsoft... Nonostante una varietà di prodotti appetibili, che vanno dai libri ai film in dvd, dall' oggettistica da regalo alla cancelleria a prezzi convenienti, la regia del comparto aziendale che si occupa dei negozi negli Uffici postali guadagnerebbe senz'altro di più in termini di immagine e di significati e introiti commerciali se rivolgesse più attenzione alla differenziazione pensata dei suoi prodotti. Ormai oggi, in cui nell'ambito del commercio i Temporany Shop sono il trend dominante, la differenza ripaga e premia con il diffondersi di un interesse specifico di larga presa. Stringere il campo e focalizzare una tipologia di prodotti, rappresentra un modus di offerta appunto "temporanea", postali e utilizzatrice dei servizi bancari BancoPosta (che non è più quella storica, delineata dalle fasce dei più anziani fino a qualche anno fa, ma sempre più al contrario rivolta a una fluidità diversa di clienti). Ed è qui la giusta strategia dinamica, pop e all'insegna del nomadismo commerciale da rivolgere anche ad altre merci, in uno scenario dove traslando Gilles Deleuze e Félix Guattari lo scontro di effetti segnici e simbolici avviene nel contrasto tra deterritorializzazioni e territorializzazioni nuove, in un gioco di differenze continuo e spiazzante di mercato. E difatti, oggi, chi perde nella competizione è chi si ferma su commercio stanziale, in una fissità di prodotto da magazzino. Archi di tempo brevi, invece, e concentrati su un business di lancio portano a dei risultati. E' stato il caso delle ultime tecnologie concordate avvalendosi del Gruppo Windows Client di Microsoft, un'iniziativa capace di includere quegli elementi - da Windows Live Messenger a Windows Vista, da Office 2007 a Windows Live One Care fino all hardware Microsoft - che oggi si rivelano essere utili strumenti della veloce vita quotidiana. Un'offerta di co-marketing con prodotti Microsoft come Office 2007 Home and Student, la Webcam Microsoft LifeCam VX-3000, il Wireless Optical Mouse 3000 e l antivirus Windows Live OneCare, e che ha voluto osare, lanciando anche, attraverso il marchio Olidata, 3 diversi PC per 3 differenti tipologie di utenti: un PC con sistema operativo Windows Vista Business per l utenza professionale; un PC con Windows Vista Home Premium, Office 2007 Home and Student, Windows Live OneCare (versione trial) e Windows Live Messenger per gli studenti delle scuole medie e medie superiori dotato di quegli applicativi che permettono di comunicare e studiare meglio; il Jump PC: il primo notebook pensato per i giovanissimi. La possibilità di acquistare la tecnologia Microsoft e i PC Olidata estesa anche ai conto correntisti Bancoposta con spedizione gratuita finanziamenti fino a 36 mesi. Se seguirà questa linea, allora PosteShop andrà a rappresentare un soft commerce interessante per il futuro del Gruppo. (P.Z. con marchi garantiti capaci assieme alla capillarità tipica di Poste con il valore aggiunto di tutti i suoi canali di trasmissione di moltiplicare l'attrattiva attorna a un segmento merceologico. E' stato così con la novità assoluta rappresentata di recente dalla liaison di Poste con un must della tecnologia informatica, ovvero Microsoft Italia. Iniziativa per mettere a disposione del grande pubblico una selezione di prodotti Microsoft e Pc Olidata, presso uno dei 100 uffici scelti come possibili funzioni-pilota e naturalmente su ordinazione secondo un catalogo ragionato diffuso in tutta Italia. Un'offerta, che partita il 10 luglioha realizzato la sua campagna fino al 30 settembre. Pensata soprattutto per le nuove "generazioni di Facebook", per gli studenti e per i liberi professionisti e piccoli imprenditori, che sempre di più utilizzano le nuove tecnologie informatiche per studiare o per lavorare al meglio. Una partnership quella tra Poste e Microsoft pensata quindi esattamente per la grande utenza frequentatrice degli uffici 7

8 Dopo la visita del premier al quadrilatero hi-tech un' intelligenza centralizzata, cioè il primo e unico sistema integrato di reti in tutta Europa in grado di del Polo tecnologico all'eur di Roma, dove si monitorare l'efficienza e la qualità dei flussi postali controlla la qualità e dei servizi e la sicurezza L'elogio di Silvio Berlusconi e la rivoluzione virtuosa dell'infrastruttura-moloch di Poste Italiane Videoconferenza in collegamento con tutti gli Uffici postali con omaggi plateali... Siamo veramente lusingati per le parole del Presidente Berlusconi perché colgono l'essenza della 'rivoluzione virtuosa' compiuta da Poste Italiane e suonano come un riconoscimento dell'impegno profuso da ciascuno di noi per portarla su un binario di efficienza e redditività. E' stato questo il commento a caldo dell' Ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi, in riferimento alle parole di elogio e soddisfazione che il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, parlando di ' miracolo', ha rivolto all'azienda in occasione della sua visita del 3 dicembre al Polo tecnologico della sede centrale della Capitale, ovvero la sezione più d'avanguardia dell'azienda. Impressionato dalla grande innovazione e modernizzazione tecnologica che è riuscito a intraprendere questo settore strategico, l'illustre visitatore ha parlato delle Poste come di un' esperienza che deve diventare modello per l'ammodernamento di tutto il Paese e della sua Pubblica Amministrazione. Ripercorrendo i passaggi della storia dell'azienda il Premier si è soffermato su come a un certo punto le Poste si erano degradate e venivano considerate un pachiderma burocratico e dove le assunzioni venivano fatte per chiamata politica, per poi diventare invece nel giro di boa di pochi anni un'invidiabile azienda di eccellenza, fino a rappresentare oggi un'azienda pubblica che cresce e si sviluppa e chiude il bilancio in attivo. Non possono essere stati fieri l'amministratore delegato Massimo Sarmi e il presidente Giovanni Ialongo i quali hanno accolto la visita del Cavaliere, illustrandogli il funzionamento e le finalità di quella che stata definita sull'intero territorio nazionale, riuscendo perciò ad intervenire in tempo reale su ogni segmento dei processi della logistica. Cosa dire a commento? L'indubbio fascino esercitato da un'infrastruttura che molto sta investendo sulla sua immagine, oramai quasi svecchiata del tutto fa sicuramente il suo effetto; non passa semestre senza che i vertici aziendali riescano ad uscire con molta accattivante pubblicità con un asso nuovo da gettare nel mare magnum del mercato. Eppure chi come noi lavora al suo interno conosce benissimo le aspre contraddizioni che sia stanno accumulando nel suo tessuto primario tra capitale e lavoro, le idiosincrasie che subito si vengono a creare tra sempre prodotti nuovi e in parallelo una non sempre facile capacità di gestirli. Parliamo della corrispondenza delle lettere, innanzitutto (e naturalmente delle incognite date dalla liberalizzazione totale del suo mercato e coinvolgono il servizio universale ). Ma, anche dei servizi collegati al BancoPosta, della telefonia di PosteMobile, ecc. di tutti quei lavori diversi che i colleghi della sportelleria si trovano da un giorno all'altro a dover inserire come corollario aggiunto, senza una vera e propria rigorosa formazione e senza quegli incentivi che alimentano di fatto l'entusiasmo e la voglia di essere attivamente partecipi agli scopi di un'azienda che diventa sempre più cognitivizzata. Insomma, parliamo delle difficoltà che quotidianamente si presentano nel nostro lavoro, della contraddizione psicologica che si prova quando da una parte siamo lieti di far parte di una azienda che come dice Berlusconi chiude i bilanci in positivo, in un contesto socio-economico di crisi finanziaria congiunturale, dall'altra ne vediamo spesso soltanto il volto problematico, le pressioni, l'impossibilità di dare un apporto pieno e riconosciuto (perché a fronte delle tante innovazioni esistono pur sempre le vecchie logiche di potere nell'organigramma aziendale che rendono spesso le azioni fallaci). Non saremo mai critici degli aspetti ridondanti e dei fasti esteriori della dirigenza, ma neanche teneri nel sostenere la nostra difesa di lavoratori professionalizzati di fronte una rivoluzione virtuosa che volentieri ci vorrebbe attori passivi di un processo di trasformazione in cui siamo coinvolti invece molto direttamente visto che siamo noi a concretizzare giornalmente e con qualità le grandi strategie pensate altrove. (P.Z.) 8

9 continuare a investire sulle rotte dei cieli. Ognuno ovviamente ha una propria visione delle cose, e così la compagnia venne lasciata al suo limbo e alla sua indefinitezza. O meglio, utilizzata soltanto parzialmente, per il suo potenziale invidiabile (tanto che più di una volta si sono affacciati volenterosi compratori (una società che ha in appalto l'opera di spegnimento, banche consociate e vari imprenditori dell'eldorado del Nord dalle casse piene). Come vengono utilizzata la fantomatica flotta aerea del Gruppo Poste Italiane? Aerei delle Poste: Cargo per la la corrispondenza, ma anche viaggi per il Vaticano Si chiama Mistral Air ed è la compagnia aerea fondata nel 1981 dall'attore Bud Spencer, e di cui ora Poste Italiane è l'azionista unico. Il suo slogan è: Vola in altre dimensioni ; ma lettere e pacchi vanno con Alitalia e la francese Air One... Ogni tanto si vedono nelle banchine di volo; sono le formidabili metalliche aquile postali col marchio Mistral Air, gli aereoplani acquisiti dal nostro Gruppo qualche anno fa e che erano la base della società fondata da Carlo Pedersoli alias il barbuto piedone Bud Spencer. La sede legale della compagnia che qualcuno ha definito la più singolare del mondo ora è in viale Asia 90 a Roma, e ovviamente conta anche altre filiali, a Milano Malpensa, Palermo e Catania. Attiva per Poste Italiane dal 2002, quando fu acquistata dalla olandese Tnt per decisione dell'allora amministratore Corrado Passera per 10 milioni di euro, la Mistral (un presidente e un amministratore delegato, un consiglio, un centinaio di dipendenti) non ha mai funzionato come forse allora si aveva intenzione. L'acquisizione nel progetto aereo prevedeva infatti che sarebbe diventato l'anello di una nuova rete postale basata su decine di centri di smistamento della corrispondenza e collegati a un sistema di aereoporti piccoli e medi serviti appunto dai jet. Poi, però, successe che Passera lasciò il timone delle Poste e il successore delegato all'amministrazione Massimo Sarmi non ne volle sapere di L'utilizzo anomalo che viene fatto ora dalla Mistral Air è da 7 o 8 anni a questa parte senz'altro un po' controproducente. Ma nonostante tutto pare che Poste non abbia mai voluto vendere. L'invidiabile flotta postale è composta da cinque bei velivoli: due Bae all cargo per il trasporto merci e di un servizio di Charter passeggeri operato con una flotta di 3 Boeing QC. Al traffico logistico della corrispondenza Poste dedica alquanto ben poco, appena un volo giornaliero da Roma-Fiumicino per Cagliari e Alghero. E non è certo granché in termini di business, visto che i due scali in Sardegna sono tra i meno redditizi dei flussi di prodotto della corrispondenza. Ed è paradigmatico, infatti, che al momento di stipulare le gare d'appalto per il traffico aereo, quello importante, Poste lascia appositamente fuori la Mistral..., e il risultato è che il Gruppo si serve e paga, per soddisfare le sue necessità aeree correnti, ben 60 voli alla settimana dell'alitalia e una settantina invece di AirOne. A che servono allora questi velivoli belli e grandi di sua proprietà? Gli si è trovato un senso facendo in modo che i tre 737 della Boeing e i due Bae 146 della British Aereospace (che pare volino ancora con la livrea arancio della Tnt da cui furono acquisiti) potessero trovare un indirizzo trasversale. Uno, vola la notte da Roma a Palermo per la Sda, società postale in concorrenza con la Tnt, il secondo trasporta passeggeri con base a Malpensa, ma non viene utilizzato come Cargo per 9

10 la corrispondenza, il terzo è dedicato alla posta, ma come dicevamo non per le rotte strategiche (da Roma per il Nord). Ma, il cuore della sua attività risiede in un collaudatissimo piano di traversate diurne per conto dell'orp (acronimo di dell'opera Romana Pellegrinaggi, attività istituzionale del vicariato e organo della Santa Sede, alle dirette dipendenze dirette del Papa), coprendo tratte nazionali e internazionali e collegando gli aereoporti di Roma, Verona, Bari, Brindisi, Lamezia Terme, Catania, Ancona, verso le principali mete di pellegrinaggio come Lourdes, Fatima, Santiago de Campostela, il Sinai e Czestochowa, per Myar con voli verso l'est Europa operati con i maggiori Tour Operator. Sono i Viaggi dello Spirito e della Fede. Un movimento di passeggeri interessante calcolato per circa ogni anno, grazie a un'accordo quinquennale stipulato con il Vaticano nell'estate del Con la sua base operativa all'aereoporto di Ciampino, assieme alla scuola di volo e alla sede legale, mentre il suo Hub è naturalmente Roma-Fiumicino, ovvero la Capitale dove tutto succede e deve succedere perché lo decide la politica. (P.Z.) Col Recapito ci risiamo, c'è chi gli vorrebbe porre un berretto a sonagli: Ma, i cislini non ci stanno! Sembrerebbe, visto il risorgere dei problemi che come ben sappiamo avvolgono il Recapito, e che sono lontani ancora dall'aver trovato un risolvimento, di essere tornati alla incresciosa situazione che aveva caratterizzato novembre dell'anno scorso. Il nucleo di problemi che riguardano i lavoratori e i cittadini che usufruiscono dei servizi che offre Poste Italiane con la corrispondenza, rimane sempre più o meno lo stesso. L'incapacità gestionale e più ancora la poca volontà che viene dimostrata dalla Dirigenza si è rivelata ancora una volta puntuale nel non voler rispettare nei termini l accordo del 13 settembre 2006, ed i susseguenti incontri tra le Parti a livello Nazionale e Regionale. Sembrerebbe a dirla tutta che ancora oggi non ci sia un autentico impegno a mettere mano in maniera decisiva in tutta quella vasta area che riguarda i portalettere e il lavoro che svolgono. Si è provveduto a ristrutturare, è vero. Noi ci siamo adoperati nel far sì che gli effetti di ricaduta fossero il più possibile sopportabili. Ma é chiaro, che il giocattolo fa acqua da più parti! Si è passati, infatti, dall impegno dell'accordo di far rientrare in Azienda tutte le raccomandate, già esternalizzate, al cosiddetto Memorandum, fortemente voluto dalla Cgil e dallo scorso governo, in cui si obbligava la Società di Poste Italiane a indire gare d appalto per la vendita delle raccomandate. Non di Slp-Cisl ci siamo invece sempre mostrati contrari alla strategia dell esternalizzazione dei prodotti di punta di Poste Italiane. Abbiamo lottato, anche duramente, rischiando un ruolo non nostro, storicamente, quello della piazza, rispetto a quello del tavolo, riuscendo ad ottenere da parte dell'azienda una maggiore attenzione alla voce dei lavoratori e una promessa, sebbene teorica, volta a migliorare i servizi e la loro qualità, non a peggiorarli frapponendo ai portalettere sempre più ostacoli operativi e disamore per le loro stesse mansioni. Ed ora accade invece che quel tentativo di dialogo fruttuoso che pareva delinearsi, rimettendo in discussione quei avventuristi processi di precarizzazione e di esternalizzazione, più teorici che positivi nel loro attuarsi, sembra sciogliersi come neve fresca sotto una pioggia battente. L'incontro col Nazionale del 9 dicembre, per esempio, è stato come ha comunicato il Segretario Generale Mario Petitto di una inconcludenza totale. Perché a fronte dei tanti problemi esistenti, l'azienda si è presentata con poche slides... affermando che la implementazione del progetto portato avanti fin qui procede fin troppo bene. Una risibile posizione da parte aziendale prosegue Petitto, che non tiene conto per nulla dei recenti effetti negativi anche sul territorio di Milano e Lombardia, a cui abbiamo evidenziato con forza alcune fra le più importanti questioni che assillano il settore: 1) La mancanza di governo nei PDD; 2) La carenza di personale; 3) La distorta applicazione della flessibilità operativa; 4) Le ferie: diritto negato; 5) L'inammissibile comportamento delle agenzie private che da una parte annunciano licenziamenti chiedono nuovi prodotti a Poste e dall'altra danno in subappalto servizi per farci concorrenza sleale violando le norme del diritto del lavoro; 6) Le metodologie di appalto e le nuove esternalizzazioni; 7) Il calo della corrispondenza e il mancato decollo di nuovi servizi a valore aggiunto; 8) Le irricevibili richieste che vengono avanzate in alcuni territori di ulteriore calo delle zone a fronte del calo della corrispondenza; 9) Tutte le questioni inerenti la sicurezza. Dall'altra parte anche le altre OO.SS. hanno espresso forti critiche alla impostazione alla riunione, così da concludere che serve al più presto un nuovo calendario di iniziative per l'inizio del nuovo anno atte a chiarificare e cercare di risolvere nelle modalità più razionali quello che si sta rivelando il male oscuro di Poste Italiane. Umberto Fiorita (Segretario Sindacale) 10

11 Si tratta di un fenomeno che ancora non rappresenta un motivo di ingolfamento, ma è la spia del disordine che ancora regna in chi la fa facile sulla forza della concorrenza Se i ritorni al mittente della concorrente TNT Post si accumulano nel polmone di Peschiera Borromeo (mischiati a quelli di Poste Italiane)... Con la sua Formula Certa, la Tnt Post ha creduto di imporre un surplus rispetto ai servizi postali che per fortuna dominano ancora incontrastati. Ha creduto di avere l'asso in grado di scardinare una serie di preconcetti decotti di cui la nostra Azienda subisce pesantemente le conseguenze in termini a volte di credibilità, a volte, peggio, di perdita consistente di prodotto di corrispondenza da gestire. Delle contro-credenziali che agiscono sulla contorta mentalità corrente che va a favore dei nuovisti, cioè gli attori delle aziende concorrenti così idolatrati dagli ultra liberisti. Eppure, se è vero che il portalettere arancione guidato dalla tecnologia satellitare di una grande compagnia come la olandese Tnt è in grado di consegnare a domicilio lettere col logo Formula certa in un servizio di recapito che offre una certificazione sicura su luogo, data e ora di avvenuta consegna, probabilmente qualcosa non funziona su tutta quella parte che riguarda le criticità di ritorni, disguidi e quant'altro che nonostante l'ausilio satellitare fa cilecca. Brevettato e autorizzato dal Ministero, il criterio della genialità olandese che si rivolge per lo più alle grandi, piccole e medie imprese ha evidentemente dei buchi nei propri circuiti, dove l'occhio del cielo non riesce a seguire il codice a barre specifico che identifica ogni busta o plico formato C5. Le due soluzioni proposte, la Premarcata che prevede che il cliente fornisca a Tnt post il database di indirizzi e le buste con il codice a barre, e l'altra che vuole sia da marcare, prevedendo cioè in alternativa che il codice a barre sia applicato dalla stessa Tnt. Il famoso codice a barre, analogo a quello della nostra Posta Registrata, viene poi letto dallo scanner del palmare del postino in bicicletta e blusa arancio al momento della consegna, in modo tale che venga rilevato tramite il collegamento al sistema satellitare Gps, fornendo in modalità automatizzata, tutti i dati della missiva singola e poter essere immediatamente riscontrabili dal mittente collegandosi in Internet. E' in questi termini che si dà la certezza della formula dei tempi supposti veloci (entro il terzo giorno lavorativo seguente l'accettazione per lo stesso comune ed entro il quinto giorno per le le altre destinazioni). Questo quando va tutto bene,...quando invece si scatenano le variabilità che i portalettere gialli e blu di Poste conoscono molto bene per le complicazioni che comportano, la perdita di tempo e i costi per tutta la rete logistica. Ecco che si riversano allora nella buca d'impostazione delle nostre cassette rosse e per altri tortuosi e ancora poco chiari canali che andrebbero analizzati (tenendo conto dell'ibridismo dei flussi) fiumi di lettere Tnt che inevitabilmente si riversano al Cmp di Peschiera per essere accumulate in volumi sempre più consistenti che potranno forse essere riscattate con multe economiche. Si tratta di lettere di tutte le tipi, da quelle degli Istituti Bancari che non si avvalgono più di noi o lo fanno a intermittenza, dalla Banca Popolare di Bergamo all'ubi di Brescia, dalla Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia all'intesa Sanpaolo e ai Finanziamenti Compass del Gruppo Mediobanca, da quella Popolare del Commercio e Industria alla Cassa Lombarda di via Manzoni, dalla Cassa Edile di mutualità ed assistenza al Banco di San Giorgio, dalla BNL alla Popolare di Milano o all'unicredit Banca di Cordusio, Ing Conto Arancio ecc Ma c'è, e robusto, anche il filone dei ritorni -Enel (spedito con la Speed Post della Tnt), poi quello delle fatture commerciali della Aem e della ex Aem A2a delle bollette dell'energia elettrica/gas. Poi ci sono scampoli di corrispondenza per aziende tra le più varie: Sky, Vodafon, Fastweb, Infostrada, H3G, Atm, Telepass, Wolkswagen, il Time di Amsterdam, le sedi commerciali delle Torre Bianche di Vimercate (come Datalogic), dell'oxford Istitut. Inoltre Onlus varie e organizzazioni di volontariato (Centro Mangiagalli, Centro San Fedele, A piccoli passi ecc). Non mancano, inoltre, i Musei privati e le Fondazioni (Poldi Pezzoli, Minguzzi) e Gallerie d'arte (Ponte Rosso di Brera) con le loro multicolorate 11

12 comunicazioni di eventi e vernissage di artisti, magari come cartoline di grande formato. Infine, le Raccomandate Tnt, e i sospirati avvisi per il ritiro presso l'accettazione di via S.Andrea 10. Insomma non manca nulla neppure i recentissimi Auguri di Natale, se non, forse, le cassette e i postini di competenza (diversi cioè da quelli che dopo avere sparato il codice a barre lanciano, all'americana, le lettere fuori dai portoni e dai cancelli), in modo da accorgersi che oltre ai ricavi, nella corrispondenza esistono anche i costi e un servizio fatto bene va al di là dell'ideologia del tom-tom. (P.Z.) Bachofen e il Siacs, il matriarcato di sole donne nelle filiere meccanizzate del CMP di Borromeo Ha del pazzesco, ma è un dato di fatto che da un anno e mezzo circa la fisionomia del centro, soprattutto per quanto riguarda i lavori più gravosi come quello delle strutture meccanizzate e delle manuali che si occupano del voluminoso, ha un volto sempre più femminile... Ma, contrariamente a quanto sosteneva Ida Magli nel suo famoso Matriarcato e potere delle donne (Feltrinelli, 1982), alla mole eccessiva a cui sono chiamate le donne, non corrisponde un altrettanto potere simbolico. Se la studiosa, rifacendosi agli studi del tedesco J.J.Bachofen sulla 'ginecocrazia' riscontrata nella morfologia dei simboli e dei miti dei primordi della Storia, argomentava il fatto che un maggiore peso nell'economia viva equivaleva a una voce più forte nel contesto delle relazioni, al CMP di Peschiera Borromeo ciò è completamente in controtendenza. Le donne, considerate nei fatti le più premurose, resistenti, affidabili, disponibili e docili alla dinamicità e mobilità interna di applicazioni, rimangono del tutto prive della propria specifica rappresentanza sindacale (non è un caso che anche nell'esito delle ultime votazioni per Rsu/Rls, la loro differenza sia quasi totalmente assente), e pochissimo presenti nei ruoli chiave dell'organigramma aziendale nei settori operativi (gli uffici naturalmente sono un'altra cosa). E allora, escluse alcune rare zone a predominanza maschile (le ribalte) il palcoscenico del centro si presenta subito a colpo d'occhio popolato dal sesso femminile. Dagli ingressi della filiera meccanizzata, Icm e Cfc, con donna al carico dei mazzetti di lettere (con alle spalle interi metrocubi di bancali) agli impilatori con le prime uscite dei ricircoli da sistemare velocemente nelle cassette e da impignare nei carrelli (anche qui una donna). Passando poi alle Finali per il consolidamento delle uscite dedicate per località: chiaramente con una donna al carico e un'altra donna agli impilatori a cui spetta chiudere le cassette e caricarle sul sistema integrato della rulliera dell'endling. Si arriverebbe poi all'ultimo baluardo della filiera (le Sitma) dove ci si aspetterebbe quindi di trovare un'altra operatrice, un'altra donna...e, invece, sorpresa: E' un uomo! Infatti, l'applicazione prevede un'operatività soprattutto da 'sentinella' al consolidamento dei sacchetti con le lettere, un ruolo soprattutto di sguardo, e di passeggio (solitamente si deve controllare una coppia di sitma); non c'è bisogno di un lavoro energico, dell'impegno costante che esige invece l'andamento della macchina negli altri punti chiave della sua striscia. Quindi può starci benissimo un uomo, e guarda un po': è quasi sempre un sindacalista all'amatriciana, di quelli che pullulano nel centro e fanno molta chiacchiera, dall'altra parte si trovano su un'applicazione che glielo consente... Gli uomini, quindi, svolgono sempre ruoli di competenza, è ovvio. Se non hanno difficoltà fisiche croniche che li preservano dal sollevare una cassetta di 7 chili (quindi in uno stabilimento di movimentazione, il campo di operatività si restringe ai casellari della manuale e alla videocodifica, cioé luoghi seduti, posti neanche a dirlo di privilegio per noti pseudo sindacalisti, sic!), svolgono l'attività di conduttori o capoturni, quindi mansione di gestione, o fanno la disposizione, portando molto liberamente bancali e roll quà e là, a cavallo di quelle bighe elettriche che sono i transpallet fatti girare all'impazzata lungo i corridoi e le curve del centro. Ma, qualcuno con una bella faccia di bronzo una volta disse: Percepiamo lo stesso stipendio! Sì, è vero; c'è chi però se lo guadagna davvero e chi un po' meno. Ora, dopo il regno di Tamerlano e quello di Ponzio Pilato, speriamo che una sensibilità periclea provveda ad equilibrare le cose. (P.Z.) Smistare le lettere e i pacchi, con il berretto e la sciarpa al collo, neanche fossimo a Helsinski Inverno polare al C.S.I. continuano le pressioni per i provvedimenti anti-freddo da parte dei nostri Rls 12

13 Dopo avere raccolto le giuste rimostranze da parte degli operatori che per le loro operatività si trovano a lavorare in tutta quella zona che guarda in linea d'aria la ribalta del Centro Smistamenti Internazionali, il nostro Rsu/Rls Eugenio Zucco ha verificato e constatato come la dirigenza del Centro non abbia fatto ancora nulla per escogitare delle misure che vadano a risolvere un problema serio, quello del vento e del freddo che si levano dall'esterno ogni volta che si aprono i teloni della banchina per il ricevimento e le partenze dei tir e dei furgonati. E' da mesi che va avanti questa difficile situazione, già messa in evidenza d'altra parte l'anno passato direttamente dalla Segreteria con energiche lettere ufficiali; ed è di ottobre 2008, in previsione dell'incombere della rigidezza del freddo tipico della stagione, un'altra serie di tentativi di dialogo con i responsabili dell'azienda su questo punto specifico. Come sia difficoltoso e fastidioso, nonché esposto alle eventualità dei malanni, lavorare in una condizione innaturale, soprattutto in un centro nuovo e per il resto sicuramente all'avanguardia come il CSI, lo si può capire da sé. Non è un vezzo dettato da una moda del posto muoversi con cuffiette di lana sul capo e sciarpa al collo, negli spazi operativi tra i tavoli di apertura sacchi e taglio, e poi le macchine di smistamento, le rastrelliere, i casellari della ripartizione, gli stessi tavoli con i computer, dove lavorano anche conduttori e capiturno. Serve un sistema adeguato alla struttura della ribalta coperta che permetta nell'apertura dei varchi di filtrare l'aria fredda dell'esterno in aria calda per gli ambienti chiusi, un po' come quelli collaudati nelle piscine invernali. In pratica, una Barriera Aria per contrastare le continue correnti di freddo. Altrimenti significa non avere alcun rispetto delle disposizioni della Legge 626/96 (e successive modificazioni ed integrazioni). Nell'ultimo documento sull'osservanza di queste, elaborata a metà ottobre dall'rls E. Zucco e dal Segretario Territoriale Slp-Cisl Cono Fusca, fatto giungere ai vertici aziendali, al POLO ALT Lombardia come alla dirigenza del CSI, sono state per l'ennesima volta enucleate le anomalie presenti nei locali della lavorazione della posta estera, a cui si aggiungono altre, è bene ricordarlo, che riguardano entrambi i centri gemellari e concomitanti (CSI e CMP). Cioè, le ristrutturazioni laddove necessitano (servizi igienici, travi del soffitto, impianti di riscaldamento/raffreddamento e altre modifiche di ordine strutturale); la penuria di contenitori/cassette, che incresciosamente arrivano spesso piene d'acqua, causando problemi per poterle utilizzare (c'è il rischio di infradicire le lettere) e pericoli per le prese di corrente, quando per farle asciugare vengono adagiate nel suolo (20 o 30 alla volta...); e altre questioni su cui il nostro Sindacato non intende assolutamente lasciare a sé la battaglia. Proprio perché noi siamo convinti, e forse anche più di altri, che è proprio dalla qualità dell'ambiente, delle condizioni di operatività dei lavoratori, degli strumenti e degli arredi che devono essere sempre funzionali, scaturisca una maggiore qualità nell'assicurare in ogni frame operativo dei nostri servizi di corrispondenza un standard elevato. E poi, diciamolo senza indugio, a nessuno piace lavorare al freddo, tra spifferi e starnuti, agghindati come i magliari del duemila, in capannoni moderni ma già antiquati. (P.Z.) Il chiacchierato ambiente delle tre settimane + una I padroni della notte leggende metropolitane sul turno più gettonato e ineffabile Quando scocca la mezzanotte, a Peschiera Borromeo si è pronti per la lavorazione del Cra, il prodotto prioritario che riguarda la città, la provincia e il bacino. Chiuso un ciclo, se ne apre un'altro e nel parcheggio del centro che non va mai a dormire, mentre vanno via le macchine del turno precedente giungono i fanali che squarciano il buio delle preziose auto dei lavoratori della notte, cioè quelli che la fanno sempre o che vorrebbero farla sempre, con la scusa che altri non la fanno mai. Il giorno e la notte sono quasi un'antitesi destinata a non incontrarsi mai in una sintesi. Lo scrittore siciliano Gesualdo Bufalino nel suo Le menzogne della notte raccontava come la dimensione lunare sia la più adatta al profilarsi di situazioni mentali tra il fosco del desiderio e l'azione onirica che nella luce diurna farebbero fatica a concretizzarsi. La notte è d'altra parte sinonimo dell'irrazionale, contro la ragionevolezza del giorno. Sarà per questo che negli anni le leggende metropolitane che ruotano con malizia su quel turno delle 3 settimane concesse, più qualche giorno della quarta, si sono moltiplicate di bocca in bocca, originate da occhi che non fanno a tempo a cerchiarsi perché ne fanno appena una quando gli spetta da orario. Si narra per esempio che sia il turno meno presidiato dai preposti della dirigenza, che sia il turno delle strizzate d'occhio, delle segrete intese, della resistenza ad oltranza di vizi ossificati nel tempo e che non vorrebbero che cambiasse mai una virgola delle 13

14 antiche abitudini. In pratica, Il turno talebano per eccellenza, quindi ne bianco, ne giallo, ne rosso, semplicemente nero, il non colore che li contiene tutti per azzerarli nell'imbuto di un vantaggio a-ideologico supremo, quello degli opportunismi. Si raccontano vicende sentimentali particolari di doppie e triple vite parallele, di parcheggi-motel dove non manca la luna e l'ombra romantica degli alberi, o di un tollerato e umano troppo umano old-commerce di sottobanco, sorta di supermarket comunitario da primordiale società dello scambio. Ma al di là di queste cose che sarebbero e sono cornice a latere, ciò che apparirebbe come cosa strana é che si racconta di una disparità di trattamento nelle applicazioni e nella coordinazione del lavoro (la cui mole è comunque ed è bene ricordarlo,assai impegnativa e urgente ) dei colleghi. Alcuni come al solito farebbero la bella vita, mentre altri si sobbarcherebbero anche la quota di lavoro dei primi, rassegnati ad accettare di buon grado l'iniquo contesto, pur di avvalersi del turno dove le 6 ore sono tutte di notturna (e c'è chi davvero fa un forte sacrificio perché non può farne a meno). In soldoni, ci sarebbe chi fa quello che vuole e nei modi che vuole, come sempre e con tutte le scusanti possibili, e chi farebbe per tre! Ma tutte queste cose saranno vere? Pensiamo, che probabilmente non ci sia alcun fondamento: invero, troppo paradossali per essere vere. (P.Z.) Modernariato della politica vintage sugli scaffali delle librerie, per ricordare come eravamo ieri Doroteismo e Scudo crociato della Democrazia Cristiana Come i quarant'anni della Balena Bianca (non) hanno salvato la Prima Repubblica C'è sempre stato qualcosa di grottesco nella politica del nostro Paese, patria delle maschere, oltre che di eroi, poeti santi e navigatori. Ed è così che la Democrazia Cristiana cioè il partito che ha governato l'italia ininterrottamente per mezzo secolo ( ) e che a buon diritto può legittimamente vantare il grande merito storico di averne garantito lo sviluppo che l'ha resa incomparabilmente più positiva e rispettata, in termini di crescita economica, avanzamento socioculturale e di diritti civili, sia stato nel tempo il più vilipeso e rimbrottato di tutti. Il partito del Palazzo, responsabile di aver dato allo Stato un volto da fascismo bianco, il più grande patrono delle corruttele, assieme al Craxismo degli anni Ottanta e prima della bufera di Tangentopoli, quando nel maggio 1992 (uno degli anni più funerei della Prima Repubblica) la procura di Milano inviava al senatore e tesoriere della DC Severino Citaristi il primo di una lunga e scatenata pioggia di avvisi di garanzia nell'ambito dell'inchiesta Mani Pulite, ovvero la quaresima di tutto un sistema politico incapace fisiologicamente di sopravvivere dopo il crollo del Muro di Berlino e della fine della Guerra Fredda. Capire i passaggi storici di questa lunga tradizione partitica di matrice cattolica, nelle luci e e perché no, anche nelle sue ombre, significa addentrarsi e conoscere la società italiana di tutta la seconda metà del Novecento. Perché, checché se ne dica, lo Scudo crociato è stato la forma-partito per antonomasia, una rappresentanza popolare inconfondibile nell'essersi caratterizzata nel suo centrismo, contro ogni estremizzazione di visione politica, di estrema Destra e di estrema Sinistra. Ha raccolto, mantenendosi sempre su posizioni laiche (nonostante certo riconoscibilissimo fruscio da scuro abito pretesco), le peculiarità di un popolo, anche dal lato della commedia dell'arte, e della sua controversa storia. Oggi, per uno di quei fenomeni bizzarri 14

15 che talvolta il destino riserva o semplicemente per un indomabile sentimento di nostalgia (ricordiamoci della famosa frase citata sempre da Giulio Andreotti, sono consapevole di essere di media statura, ma intorno non vedo giganti ) verso un passato in cui magari qualcosa di meglio dell'oggi c'era, escono una ridda di libri tutti incentrati sulla cosiddetta Balena Bianca e i suoi protagonisti. Ne abbiamo scelto un paio, Democristiani. Storia di una classe politica dagli anni Trenta alla Seconda Repubblica (Mondadori) di Antonio Ghirelli, un attento osservatore della politica nazionale e Storia della Dc (Kaos edizioni), del politologo di storiografie occulte Giorgio Galli. Il primo libro, è forse il più utile strumento per percorrere in maniera trasversale il mezzo secolo di gestione incontrastata del partito-paese, perché adottando un taglio, quello di scandire la narrazione per paragrafi che illustrano ognuno una figura eminentemente significativa di un periodo (dai fondatori, Toniolo, Murri, Sturzo, passando per l'esperienza del futuro Papa Paolo VI, il sommo statista Alcide De Gaspari, la svolta dell'intemperante Amintore Fanfani, poi il mefistofelico Giulio Andreotti, i Dorotei Rumor, Piccoli, Donat Cattin riformisti al rallentatore, Aldo Moro tragico profeta, Francesco Cossiga il picconatore, Ciriaco De Mita ecc. fino alla diaspora contemporanea dei sopravvissuti di terza generazione...) riesce illuminare con coni di luce interessanti vicende fondamentali, dalle conquiste sociali (i referendum sul divorzio e sull'aborto) ai difficili rapporti con la Chiesa (che difatti in seguito non sentirà più il bisogno di un partito centrista cattolico come è stata la Democrazia). Si va quindi dai cavalli di razza, i grandi statisti e ideologi che seppero infondere un'idealità fervida e motivata, dialogare con le opposizioni (dal PCI al PSI) e considerare tutto l'arco costituzionale del Parlamento, fino ai furbetti che non sono mai mancati e le gesta poco felici di Casta, compresi gli scandali. Il libro di Galli si scaglia invece nel suo circostanziato resoconto, come era fin troppo prevedibile, sulle consorterie di potere, la diffusa cultura dell'illegalità, gli accostamenti pericolosi alla fiamma del postfascismo tricolore di Almirante, le ambiguità scandalose (l'affare Lockheed, quello petrolifero, la questione della Cassa del Mezzoggiorno, ritardi di crescita fatti pagare alla società italiana con un prezzo molto elevato in termini di prestigio delle istituzioni di etica sociale e di corretto funzionamento dell'economia, infine delle sue connessioni pesanti col crimine organizzato (la corrente siciliana di Andreotti ecc.). Senza dimenticare le gravissime responsabilità connesse alla strategia della tensione di tutti gli anni Settanta. Famosa d'altra parte è la frase del mistico spagnolo Ignazio di Loyola ( Todo modo para buscar la voluntad divina ) che ispirò nel '74 l'apologo politico di Sciascia e il film Todo Modo (1976) di Elio Petri con il calco perturbante di un Moro-Volonté che raffigurava metaforicamente la deflagrazione organizzativa di un meccanismo complesso per le sue articolazioni di potere nelle maglie della corruttela economica e nel torbido della gestione politica delle istituzioni pubbliche. Ma c'è da anche da dire che se non si è avuto qualcosa di peggio (pensiamo alla eventualità di regimi autoritari, che sempre sono stati un pericolo incombente nell'epoca del regime dei colonnelli in Grecia e il dopo-allende in Cile) è proprio merito suo. La Democrazia Cristiana ha salvato l'italia, gestendone anche con molta difficoltà i vuoti e i disequilibri lungo la frastagliata orografia dello Stivale. I perversi suoi mimetismi, la duttilità accomodante quanto inerziale dei Dorotei e del moroteismo, il cosiddetto malgoverno delle infinite clientele, la perdita dell'idealità spirituale del pensiero cattolico, le lotte di corrente, i macchiavellismi e perfino il tipico linguaggio allusivo criptico e mediatorio sono stati in qualche maniera tutti necessari alla nostra Storia. Almeno, per poterci garantire... altri e più avanzati equilibri. (P.Z.) 15

16 Dopo un anno in cui non sono mancate le difficoltà, (ma anche l'impegno per fronteggiarle) e l'importante successo delle votazioni di novembre. L'ultimo saluto ad Angelo La Segreteria Slp-Cisl di Milano augura a tutti i lavoratori di Poste Italiane Buon Natale e un felice 2009!!! Rivolgiamo con grande tristezza le nostre sentite condoglianze alla famiglia del caro collega Angelo Morazzoni, 52 anni sposato e con quattro figli, portalettere presso il CPD di Milano-Baggio, scomparso tragicamente nella tarda mattinata di sabato 6 dicembre, mentre rientrava col motomezzo dallo svolgimento del suo lavoro. Interpretando il cordoglio ideale e morale di tutti i lavoratori di Poste Italiane, non solo quindi degli altri portalettere ma di tutti indistintamente, SlpCisl invita chiunque volesse porgere un ultimo saluto ad Angelo a partecipare alle concrete iniziative in sostegno della famiglia che saranno al più presto attivate. Arrivederci a gennaio dell'anno nuovo, con un impegno ancora più forte e determinato La Segreteria Territoriale di Milano: Cono Fusca, Piero Pellegrino, Prospero Faranna, Cristina Galbiati, Umberto Fiorita La CISL nelle Poste Oltre un terzo dei lavoratori delle Poste sono iscritti all'slp-cisl. Con la forza delle idee di oltre iscritti, grazie all'instancabile attività quotidiana della più numerosa, capillare e competente rete di attivisti presente in tutte le Unità Produttive, da oltre 60 anni la CISL guida l'attività sindacale nelle Poste. Difendiamo con professionalità e tenacia i diritti dei lavoratori; lavoriamo per costruire un futuro migliore per tutti. SLP-CISL fa formazione continua per i giovani e li aiuta nella loro crescita professionale. Entra anche tu nella nostra squadra e scoprirai che con il tuo impegno puoi effettivamente contribuire a cambiare le cose. Pensa al tuo presente e non perdere di vista il tuo futuro. Iscriviti alla CISL!! La sede di Milano è aperta dal lunedì al venerdì (ore ) in via Tadino 18 (zona Corso Buenos Aires) e puoi facilmente raggiungerla con la MM1, fermata Lima o P.ta Venezia. Tel fax

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro

Norme finalizzate alla promozione di forme flessibili e semplificate di telelavoro Lo smart working è una modalità di lavoro innovativa basata su un forte elemento di flessibilità, in modo particolare di orari e di sede. Il futuro dell organizzazione del lavoro passa necessariamente

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015

PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015 PIATTAFORMA PER IL RINNOVO DEL CCNL IMPRESE DI PULIZIA, SERVIZI INTEGRATI/MULTISERVIZI 2013 2015 A seguito delle riunioni con le strutture regionali, sono state approfondite le tematiche relative al rinnovo

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione Capitolo 4 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 4 Il lavoro Gli indicatori presentati in questo capitolo riguardano la condizione di occupazione.

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata

RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo se informatizzata a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 918 RENATO BRUNETTA PER IL FOGLIO Un Nazareno digitale. Perché l Italia riparte solo

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL.

VERBALE DI RIUNIONE. si sono incontrate in ordine al rinnovo della Contrattazione Integrativa Aziendale ai sensi dell'art 21 del vigente CCNL. VERBALE DI RIUNIONE II giorno 18 febbraio 2005 la Banca di Roma S.p.A. e la Rappresentanza Sindacale Aziendale UGL Credito dell'unità Produttiva Riscossione Tributi della Provincia di Frosinone si sono

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

ACCORDO INTERCONFEDERALE PER IL RECEPIMENTO DELL ACCORDO-QUADRO EUROPEO SUL TELELAVORO CONCLUSO IL 16 LUGLIO 2002 TRA UNICE/UEAPME, CEEP E CES

ACCORDO INTERCONFEDERALE PER IL RECEPIMENTO DELL ACCORDO-QUADRO EUROPEO SUL TELELAVORO CONCLUSO IL 16 LUGLIO 2002 TRA UNICE/UEAPME, CEEP E CES ACCORDO INTERCONFEDERALE PER IL RECEPIMENTO DELL ACCORDO-QUADRO EUROPEO SUL TELELAVORO CONCLUSO IL 16 LUGLIO 2002 TRA UNICE/UEAPME, CEEP E CES Addì, 9 giugno 2004 Tra CONFINDUSTRIA, CONFARTIGIANATO, CONFESERCENTI,

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla?

3- Dove e come posso richiederla ed attivarla? FAQ ITALO PIU 1- Cos è la Carta Italo Più? 2- Cosa puoi fare con Italo Più? 3- Dove e come posso acquistarla? 4- Quanto costa? 5- Come posso ricaricare la carta? 6- Dove posso controllare il saldo ed i

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

(Prof. Mauro Di Fresco)

(Prof. Mauro Di Fresco) Critica alla Circolare ASUR Marche L inganno nella fruizione dei permessi per l handicap grave: quante ore al giorno? (Prof. Mauro Di Fresco) Il permesso orario anziché giornaliero per l assistenza ai

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Comune di Castel San Pietro Terme Provincia di Bologna SERVIZIO RISORSE UMANE DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE GC. N. 159 IN DATA 4/11/2008 ART. 1 Oggetto Dipendenti

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Il lavoro subordinato

Il lavoro subordinato Il lavoro subordinato Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È? Il contratto di lavoro subordinato è un contratto con il quale un lavoratore si impegna a svolgere una determinata attività lavorativa alle dipendenze

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali

ART. 19 Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali 121 TITOLO III - DELL ATTIVITÀ SINDACALE ART. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori in ogni unità

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N.

REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. REGOLAMENTO SUL PART TIME PER IL PERSONALE DEL COMPARTO DEL S.S.N. ART.1 Finalità L Azienda U.L.S.S. 20, alla luce delle nuove disposizioni legislative e contrattuali, con il presente regolamento supera

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti

Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Ottimizzare gli sconti per incrementare i profitti Come gestire la scontistica per massimizzare la marginalità di Danilo Zatta www.simon-kucher.com 1 Il profitto aziendale è dato da tre leve: prezzo per

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

STRESS DA LAVORO CORRELATO

STRESS DA LAVORO CORRELATO STRESS DA LAVORO CORRELATO Il presente documento costituisce uno strumento utile per l adempimento dell obbligo di valutazione dei rischi da stress da lavoro correlato sancito dal Testo Unico in materia

Dettagli

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI

IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI IL PROGRAMMA NAZIONALE DI PREVENZIONE DEI RIFIUTI Con decreto direttoriale del 7 ottobre 2013, il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha adottato il Programma Nazionale di

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli