ROSSO ARANCIO GIALLO 3/5 5/6 7/9 8 9/ /13 13/15 14/15 16/18 19/21 22/23 CREMA ROSA LILLA VIOLA GERBERE MINI. in-agar x 27 Ex-aGar x 250

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROSSO ARANCIO GIALLO 3/5 5/6 7/9 8 9/11 10 12/13 13/15 14/15 16/18 19/21 22/23 CREMA ROSA LILLA VIOLA GERBERE MINI. in-agar x 27 Ex-aGar x 250"

Transcript

1 GERBERE FORMATI GERBERE 3 3/5 5/6 7/9 8 9/ /13 13/15 14/15 16/18 19/21 22/23 GERBERE STANDARD ROSSO ARANCIO GIALLO SALMONE BIANCO CREMA ROSA LILLA VIOLA BICOLORE GERBERE MINI NOTE COLTURALI in-agar x 27 Ex-aGar x 250 Jiffy ø 5,5 cm Grodan ø 7,5 x 7,5 cm Grodan ø 10 x 10 cm ø 2,2 cm x 240 guida al catalogo legenda LÉGENDE-LEGENDA-LEGEND forma-forme forma-form Jiffy ø 5,5 cm x 45 s semplice, simple, simple d doppio, double, doble sd semidoppio, semi-double, semi-doble produzione/m 2 -product./m 2 producc./m 2- product./m 2 diametro-diamétre diametro-diameter Jiffy ø 3 cm x 112 cuore nero-coeur noir corazòn negro-black center stelo-tige pedunculo-stem new novità, nouveauté, nueva, new Grodan ø 4,6 cm x 54

2 gerbere ROSSO rouge rojo red 3 KABU Natan Gerbere Collezione Caro cliente, è con grande piacere che Le presentiamo la nuova collezione di Gerbere da fiore reciso albani e ruggieri. da trent anni lavoriamo per selezionare varietà altamente produttive, resistenti e dai colori esplosivi ed anche quest anno grazie all attento lavoro d ibridazione e selezione abbiamo raggiunto risultati eccellenti. nelle pagine che seguono troverà illustrazioni ed indicazioni tecniche utili alla scelta varietale per la prossima stagione. sicuri di fornirvi un servizio di alta qualità vi ringraziamo per il vostro rinnovato interesse per il nostro prodotto. Albani e Ruggieri Dear Customer, it s with great pleasure that we present the new collection of Gerbera cut flower albani and ruggieri. for thirty years we have worked to select high-productive varieties, resistant and with explosive colors, also this year thanks to the careful work of hybridization and selection, we have achieved excellent results. in the following pages you will find illustrations and technical information useful for your variety selection for the next season. sure of providing you high quality service we thank you for your renewed interest in our product. Cher client, c est avec un grand plaisir que nous, vous, présentons la nouvelle collection albani e ruggieri de gerberas fleurs coupées. depuis trente ans nous travaillons pour sélectionner des variétés aux couleurs explosives, resistantes et productives. cette année aussi grâce à l intense travail d hybridation et sélection nous obtenons d excellents résultats. dans les pages suivantes vous trouverez les illustrations et les indications techniques utiles à votre choix variétal pour la prochaine saison. nous sommes sur de vous fournir un service de haute qualité et vous remercions pour le renouvellement de votre intérêt à nos produits. Gentil Cliente, Es con gran placer que les presentamos nuestra nueva colección de Gerberas de corte albani e ruggieri. por 30 años hemos trabajado en la selección de variedades altamente productivas, resistentes y con colores explosivos tambien este año gracias al cuidadoso trabajo de hibridación y selección, hemos logrado excelentes resultados. En las siguientes páginas encontrará ilustraciones e indicaciones técnicas útiles en la selección de variedades de la siguiente estación. seguros de proveerlos con un servicio de alta calidad le agradecemos por su renovado interés en nuestro producto.

3 4 gerbere ROSSO rouge rojo red Natasha SD Nek gerbere COLORE ROSSO ROuGE ROjO REd AMLET CIRO FUEGO KABU NATAN NATASHA NEK RENEé Amlet Ciro S Fuego

4 gerbere ARANCIO ORANGE NARANJA ORANGE 5 lana SD VilMA SD Reneé Soraya

5 6 gerbere ARANCIO ORANGE NARANJA ORANGE Lunapop Corinne Shana Elite gerbere COLORE ARANCIO ORANGE NARANjA ORANGE CORINNE ELITE HAvANA KyLLIAN lana LUNApOp SHANA SORAyA SUNRICH vilma Sunrich

6 gerbere GIALLO JAUNE AMARILLO YELLOW 7 Kyllian MAdAM SD Havana levi S

7 8 gerbere SALMONE SAUMON SALMON SALMON Fedra Jalisse gerbere COLORE SALMONE SAuMON SALMON SALMON FEdRA jalisse Martino Kimmy Solange gerbere COLORE GIALLO jaune AMARILLO yellow GESCOM KIMMy levi madam MARTINO pocho prince SOLANGE SOLEAdA

8 gerbere GIALLO jaune amarillo yellow 9 Prince Gescom gerbere BIANCO BLANC BLANCO WHITE Pocho Soleada AlBA D

9 10 gerbere CREMA CREME CREMA CREAM Vaniglia Colosseo SD gerbere COLORE CREMA CREME CREMA CREAM COLOSSEO vaniglia gerbere COLORE BIANCO BLANC BLANCO white AlBA AMbETA AxEL dameblanche NAvONA NUvOLA SUSAN TOp MOdEL Nuvola Navona SD

10 gerbere BIANCO BLANC BLANCO WHITE 11 Susan Axel Top Model Dameblanche SD Ambeta

11 12 gerbere ROSA rose rosa pink Domitille Ludmilla Ginevra Darwin gerbere COLORE ROSA ROSE ROSA pink darwin doris domitille GINEvRA LUdMILLA NObLESSE Noblesse

12 gerbere ROSA rose rosa pink 13 doris gerbere LILLA lilas lila lilac Momò Violante S Solidea SD

13 14 gerbere LILLA lilas lila lilac Arianna SD Krizia D gerbere COLORE LILLA LILAS LILA LILAC Caterine ARIANNA beverly BriE CATERINE KRIzIA MOMò SOLIdEA violante S Beverly Evita gerbere COLORE VIOLA VIOLEt VIOLEtA VIOLEt S ALISON EvITA GodivA

14 gerbere VIOLA VIOLET VIOLETA VIOLET 15 BRie SD godiva SD Alison

15 16 gerbere BICOLORE BICOLOR BICOLOR TWO TONE Fever Febe SD Mandie Black Jack Big Ben Patricia S

16 gerbere BICOLORE BICOLOR BICOLOR TWO TONE 17 logan SD ella S AMeRicA SD

17 18 gerbere BICOLORE BICOLOR BICOLOR TWO TONE Maxima Mission SD Mon Amour gerbere BICOLORE BICOLOR BICOLOR two tone AmEricA big ben black jack delya EllA FEbE FEvER logan MAxIMA MANdIE MISSION MON AMOUR patricia THEA Thea S Delya D

18 gerbere MINI 19 Dragon Ball SD Dog SD WonKA SD Big Jim SD Rocker Duck S Conan S Denver S Pongo S ReMì SD Dipsy SD Wendy SD Angie S

19 20 gerbere MINI Mei SD Nanà SD Pimpi S Peggy SD Gastone S Pollon SD Linus S Bambi SD Cleopatra S Flò SD Cinderella SD Mulan SD AlBAni e RUggieRi young plants, BReeding & production Satomi SD

20 gerbere MINI 21 Trilli SD Baloo SD ponyo S Nemo SD Georgie SD pixie SD Derk S Rimmel D eta BetA S Zorro SD Nausica S Memole S Mila S AlBAni e RUggieRi young plants, BReeding & production

21 22 caratteristiche tecniche & consigli colturali Rosso dog dragon BALL ROCkER duck WonKA ARAncio BIG jim CONAN denver dipsy pongo wendy giallo ANGIE GAStONE MEI NANà peggy pimpi ReMì salmone pollon crema LINuS BiAnco BALOO NEMO ponyo trilly RosA BAMBI CINdERELLA CLEOpAtRA flò MuLAN lilla derk SAtOMI zorro BicoloRe eta BetA GEORGIE MEMOLE MILA NAuSICA pixie RIMMEL tabella 1 - malattie e trattamenti malattia marciume basale tracheomicosi rhizoctonia botrytis sclerotinia oidio minatrice TRAPPoLE CRoMATRoToPICHE DI CoLoRE GIALLo aleurodidi TRAPPoLE CRoMATRoToPICHE DI CoLoRE GIALLo tripidi TRAPPoLE CRoMATRoToPICHE DI CoLoRE BLu ragno rosso noctue nematodi no3-10,5 mmol/l nh4+ 1,5 mmol/l H2Po4-1,5 mmol/l K+ 5,5 mmol/l ca mmol/l mg mmol/l so4 2-1,5 mmol/l fe 40 umol/l PrinciPio attivo e agenti naturali di difesa M-METALAXYL - FoSETHYL ALLuMINIuM - PRoPAMoCARB DIMEToMoRF - IPRoVALICARB - ETRIDIAZoLE PRoCHLoRAZ stimolante alghe calcio chelato o complessato amminoacidi acidi umici ToLCLoFLoS METHYL - IPRoDIoNE IPRoDIoNE - CYPRoDINIL+FLuDIoXoNIL - TRICHoDERMA HARZIANuM CHLoRoTALoNIL - CoNIoTHYRIuM MINITANS ZoLFo (BAGNABILE E SuBLIMATo) - KRESoXIM-METHYL - TETRACoNA-ZoLo PENCoNAZoLE - CYPRoCoNAZoLE - BuPIRIMATE - BITERTA - AMPELoMYCES QuISQuALIS CYRoMAZINE - AZADIRACHTIN ABAMECTIN DIGLYPHuS ISAEA - SPINoSAD IMIDACLoPRID - THIAMEToXAN - THIACLHoPRID - ACETAMIPRID - olio BIANCo ESTIVo - oli VEGETALI - FLoNICAMID - AZADIRACHTIN - PIRETRo NATuRALE - BEAuVERIA BASSIANA - MACRoLoPHuS CALIGINoSuS ENCARSIA FoRMoSA - VER- TICILLIuM LECANII - oli VEGETALI - SAPoNI DI PoTASSIo - ESTRATTI DI ALLIuM SATIVuM ACRINATHRIN - METIoCARB - LAMBDA CYHALoTHRIN - AZADIRACTIN LuFENuRoN - orius LAEVIGATuS - BAuVERIA BASSIANA - ABAMECTIN - SPINoSAD FENAZAQuIN - TEBuFENPYRAD - HEXYTHIAZoX - oli PARAFFINICI ESTIVI - oli VEGETALI - AZADIRACTHIN ETHoXAZoLE - BIFENAZATE - ESTRATTI DI ALLIuM SATIVuM - PHYToSEILuS PERSIMILIS INDoXACARB - DELTAMETRINA - LuFENuRoN - LAMPADE ATTRATTIVE PER CATTuRA - SPINoSAD FENAMIPHoS - ARTHRoBoTRYS SuPERBA - HIRSuTELLA RHoSSILIENSIS - AZADIRACHTIN - PAECILoMYCES LILACINuS tabella 2 - Parametri orientativi concimazione Per fuori-suolo Il PH della soluzione nutritiva va regolato con acido nitrico fino ad un valore di 5,5. I valori al gocciolatore e al drenaggio vanno monitorati regolarmente. tabella 3 - consigli sull'utilizzo di stimolanti specie trichoderma spp. glicocladium virens streptomyces griseoviridis beauveria brognatii e bassiana Pseudomonas Putida bacillus subtilis Mn 6 umol/l B 30 umol/l Zn 4 umol/l Cu 0,75 umol/l Mo 0,5 umol/l azione Maggiore assorbimento dei nutritivi e leggera stimolazione sulla fase produttiva Maggiore assorbimento e mobilizzazione di calcio nei periodi più critici Stimolo dell'accrescimento vegetativo nelle fasi iniziali Stimolo alla radicazione e incremento della fotosintesi netta tabella 4 - funghi e batteri antagonisti (alcuni) funzione Agenti patogeni di funghi vari Produce gliotossina tossica per molti funghi Batterio che reprime la crescita di funghi patogeni Funghi entomopatogeni Batterio rizosferico che stimola la crescita radicale Patogeno di funghi vari I prodotti sono riportati a puro titolo di suggerimento, qualsiasi uso di presidi fitosanitari non prescinde dalle indicazioni riportate in etichetta dallo stesso né dalle modalità di esecuzione del trattamento. Non escludere nessun mezzo preventivo di lotta è sicuramente la migliore delle terapie.

22 caratteristiche tecniche & consigli colturali 23 operazioni Pre-imPianto Prima della messa a dimora delle giovani piantine è bene sempre effettuare una analisi delle acque irrigue e del terreno per poter effettuare una idonea concimazione di fondo che tenga conto delle reali necessità della nuova coltivazione. La gerbera preferisce terreni sciolti che garantiscano un buon drenaggio delle acque di irrigazione: nel caso in cui si opera con suoli pesanti è buona norma alzare le prodi anche di cm. Il PH del terreno deve essere compreso tra 6.0 e 6.5 intervenendo con opportuni correttivi; valori alti vanno corretti con correttivi di fondo a base di zolfo ventilato o di zolfi in matrice organica. Anche le torbe acide sono degli ottimi ammendanti e correttivi: il loro uso è da preferire in terreni con scarsa ritenzione idrica, privi di struttura, bassa capacità di scambio cationico ed elevato indice di salinità. L indice di salinità si può correggere efficacemente procedendo ad una opportuna lisciviazione con acque idonee a tale uso (che presentino una conducibilità inferiore a 0.5 ms/cm); ovviamente l uso continuato di tale acqua e l adozione di un corretto piano di fertirrigazione permetterà di tenere sottocontrollo il livello salino del terreno. Il terreno di coltura deve essere efficacemente sterilizzato con vapore o cloropicrina + DD; nel caso si ricorra alla cloropicrina è bene effettuare un lavaggio del terreno prima della messa a dimora (non prima di 20 giorni dall avvenuta sterilizzazione). L alternativa è la coltura in fuori-suolo quando non si vuol ricorrere a nessuno dei mezzi detti prima. Prima dell impianto è consigliabile procedere all inoculo di funghi antagonisti per evitare problemi legati al vuoto biologico creatosi in post- sterilizzazione. I funghi più interessanti per tale uso si possono trovare in tabella 4. L inoculo di tali organismi sicuramente è interessante anche nelle colture fuori suolo laddove l uso di substrati organici non viene attuato. Prima della messa a dimora assicurarsi di avere l ombra necessaria! All arrivo delle giovani piante è bene procedere subito con la messa a dimora; in caso di attesa riporre i cartoni in locali non direttamente soleggiati disponendo gli stessi uno accanto all altro possibilmente aperti nel lato superiore in modo da garantire una buona areazione. In ogni caso evitare che le radici delle giovani piante vengano a contatto con terreni non sterilizzati. Piantagione Nella coltivazione su suolo evitare di piantare troppo in profondità, avendo cura di lasciare il vasetto di torba fuori del terreno per cm. Nella maggioranza dei casi si pianta su file binate distanti cm, su tavole rialzate larghe 40 cm; la distanza tra le piante sulla stessa fila è di cm (in questo modo si realizzano densità di circa 6 piante per metro quadro lordo). Nei primi giorni dopo il trapianto è necessario tenere alta l umidità relativa (u.r.) della serra utilizzando, se presente, il Fog-system in modo da avere valori di u.r. non inferiori al 60%; in assenza di tale sistema ricorrere a frequenti bagnature sovrachioma concentrando gli interventi (di breve durata) nelle ore mattutine. La corretta gestione delle aperture della serra permette di avere livelli di umidità relativa ottimali: parziale chiusura dei colmi e chiusura delle aperture laterali sono da applicare per avere buoni livelli di umidità. Tutte queste condizioni favoriscono attacchi di Rizoctonia ed è quindi necessario fare un trattamento dopo 2 3 giorni dalla piantagione usando un prodotto riportato in tabella 1 accoppiando favorevolmente uno stimolante della radicazione (vedi tabella 3). Fino a tutto il mese di luglio l ombreggiamento deve assicurare non più di lux evitando di superare i lux nelle prime 2 3 settimane dopo la piantagione (abbinato ad un deficit di umidità di 4 g/mc). Nelle zone molto calde il miglior ombreggiamento si ottiene usando schermature esterne alla serra. Il periodo di piantagione ideale dipende molto dalla zona di coltivazione, dal flusso produttivo che si vuole ottenere e dalle attrezzature che si hanno in dotazione: nella generalità dei casi in Italia è bene non piantare prima della prima settimana di marzo e dopo la seconda settimana di luglio. In caso di piantagioni precoci bisogna comunque garantire alla coltura la giusta temperatura per far crescere regolarmente le piantine (15 C). Controllare l uniformità di bagnatura delle piantine evitando ristagni e zone meno umide. Nelle prime settimane alla piantina deve essere garantita la massima regolarità di crescita limitando gli stress ambientali di qualsiasi natura. In caso di terreni che offrono condizioni di partenza poco soddisfacenti (PH e salinità elevati)oltre ad un ragionevole anticipo dell impianto si può usare la leonardite americana localizzandola nelle vicinanze delle piantine: questo permetterà alle stesse di radicare più velocemente. In talune circostanze è consigliabile bagnare abbondantemente il passaggio tra le prodi per avere un ambiente più ricco di umidità. fertirrigazione I parametri che influenzano la nutrizione delle piante sono molteplici e spesso correlati tra loro: l ottimizzazione dei fattori nutritivi non può prescindere da tutti quelli che sono i parametri genetici delle varietà oggetto di coltura e ambientali (qualità dell acqua, contenuto nutritivo del terreno, altezza della serra, periodo e zona di coltivazione, tipo di riscaldamento effettuato, materiale di copertura della serra e quanto altro influenza la vita stessa delle piante). Nelle colture su suolo non intervenire con fertirrigazione se non dopo due settimane dall avvenuto attecchimento e con concimi (almeno inizialmente) che non contengono ammonio. Per questi motivi nella prima settimana dopo la piantagione si possono usare concimi organici che tendono a ridurre la crisi post-trapianto (amminoacidi e arginati di calcio fogliari) facendo attenzione ad usare dosi molto basse. Successivamente, tenuto conto dei parametri riportati in precedenza, si può partire con la fertirrigazione usando un titolo 1:1:1 (N totale = 180mg/l) in un volume di 8 10 litri per mq. Modificare il rapporto successivamente in 1:0,7:2 (N= 140mg/l); nei periodi di bassa luminosità modificare il rapporto a 1:0,7:2,5 per poi recuperare in azoto nel periodo primaverile. Anche una eccezionale fertirrigazione non può eliminare difetti di riscaldamento nel periodo invernale né eliminare i danni da alte temperature nel periodo estivo! L uso dei concimi fogliari non può sostituire una corretta fertirrigazione, può solo correggerne i difetti. Nel periodo estivo tenere sotto controllo il livello di salinità nel terreno intervenendo secondo necessità. un parametro molto importante è il PH del terreno: l acidificazione della sola acqua irrigua può non essere sufficiente! Nella gestione di un impianto bisogna tener conto di tutti i parametri che possano essere da ostacolo alla coltura o peggio favorire l insorgenza di patologie: eccessi d acqua, eccessi di concimi, cattiva areazione sono delle condizioni che predispongono fortemente all attacco di parassiti fungini che spesso risultano essere convenientemente tenuti sotto controllo usando molta prevenzione. Per le coltivazioni fuori suolo i valori guida da tenere presenti nelle fasi iniziali sono riportati nella tabella 2. temperatura Durante il periodo invernale i valori ideali di temperatura sono di C basali e di C all altezza del capolino. Gli eccessi di temperatura sono da evitare quando le condizioni di luminosità sono deficitarie in quanto verrebbero peggiorate le caratteristiche qualitative del fiore(aumento di fiori ciechi e di steli leggeri). E consigliabile avere materiali di copertura che garantiscano la massima trasparenza durante il periodo invernale. Di contro basse temperature possono compromettere la vitalità dell apparato radicale e bloccare l assorbimento delle sostanze nutritive; lo stelo diverrà sensibilmente più corto, il capolino presenterà un disco più sviluppato mentre i colori della corolla risulteranno sbiaditi; le foglie più esterne acquisteranno una colorazione rossastra caratteristica. Durante la notte l uso di appropriati schermi interni permette di ridurre significativamente la cubatura unitaria delle serre e quindi il costo unitario del riscaldamento. L uso di un doppio impianto di riscaldamento (acqua calda basale ed aria calda aereo) permette una corretta distribuzione ed uniformità del calore in tutta la serra. difesa Nella tabella 2 sono riportate in modo sintetico le maggiori patologie delle gerbere con riferimento ai principali prodotti chimici e biologici di lotta. In generale non bisogna mai trascurare i mezzi preventivi di difesa né sottovalutare in alcun modo i mezzi agronomici e biologici. Nella lotta agli insetti evitare l adozione di calendari rigidi che non tengono in conto lo sviluppo di resistenze ai prodotti usati (in special modo per gli aleurodidi). Non trascurare le modalità di distribuzione dei prodotti né la qualità dell acqua usata per i trattamenti. conservazione del fiore reciso La durata del fiore reciso dipende oltre che dalle caratteristiche genetiche della varietà anche da altri fattori quali la fertirrigazione, la quantità di luce e la temperatura di crescita del fiore; altri fattori possono essere la turgidità dei tessuti al momento della raccolta ( dipende dall umidità relativa al momento della raccolta), dal tempo che intercorre dalla raccolta al momento in cui viene posto in acqua e non ultimo la qualità dell acqua usata per far bere il fiore (dev essere pulita ed avere conducibilità bassa) e dalla temperatura alla quale viene posto il fiore per farlo idratare. Le soluzioni commerciali non prescindono in alcun modo dalle cose dette prima, esse servono a rendere solo più efficiente il passaggio di acqua nello stelo mantenendo la soluzione a PH controllato e in condizioni igieniche migliori. Comunque i prodotti esistenti in commercio aiutano decisamente questa fase ma va scelto oculatamente il prodotto ideale per l obiettivo da raggiungere.

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto

Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Basilico, per ogni destinazione il sistema di coltivazione giusto Floating system per la produzione di mazzetti e il tappettino subirrigante per le piantine. Due innovazioni adottate dall azienda Ricci

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE

LE VARIETA VANNO PRENOT ATE AL PROPRIO FORNITORE Ernst Benary Samenzucht GmbH Postfach 11 27-34331 Hann. Münden - Germania Tel: +49 5541 70090, Fax: +49 5541 700920 info@benary.de - www.benary.de - www.benary.com L azienda Fondata a Erfurt nel 1843,

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio

PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE. Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio PRODUTTIVITÁ DELLE SRC NELL APPENNINO CALABRESE Sara Bergante Gianni Facciotto, Laura Rosso, Giuseppe Nervo, Enrico Allasia, Franco Fazio 1 Ambito della ricerca Nella primavera 2009 l Unità di Ricerca

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere

Endivie 2013-2014. Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Endivie 2013-2014 Qualità e innovazione Tante novità, da condividere Tutto il meglio dell endivia Negli ultimi anni Rijk Zwaan ha realizzato un importante programma di ricerca dedicato all endivia. Si

Dettagli

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO

APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO SEMINARIO TECNICO ALBICOCCHE DI QUALITA :tecniche agronomiche, innovazione varietale e strategie di mercato APPROCCI INNOVATIVI NELLA GESTIONE DEGLI IMPIANTI DI ALBICOCCO Sala Consiliare Comune di Scanzano

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa **

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** MELONE Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** * Tecnico CReSO ; Tecnici SATA / Cadir Lab. Elenco delle cultivar poste a confronto Varietà Ditta Tip. Agustino Rijk

Dettagli

Edizioni L Informatore Agrario

Edizioni L Informatore Agrario www.vitaincampagna.it Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue sucessive modificazioni. Ogni utilizzo di quest opera per usi diversi da

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato

Sistema per Acuti. Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato Sistema per Acuti Ci-Ca La via per una sicura anticoagulazione con citrato La terapia Ci-Ca Citrato Dialisato Ci-Ca Calcio Modulo Ci-Ca Il sistema Ci-Ca con gestione integrata del citrato e calcio: La

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici

Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici M. COLLINA Centro di Fitofarmacia Dipartimento di Scienze Agrarie Situazione e gestione della resistenza ai fungicidi antioidici Incontro tecnico Vite: Problemi fitosanitari e strategie di difesa 27 febbraio,

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

6. L acqua e la tecnica dell irrigazione

6. L acqua e la tecnica dell irrigazione Sansavini_p145-172_c06 24/03/2005 08:58 Pagina 145 6. L acqua e la tecnica dell irrigazione CristosXiloyannis, Rossano Massai, Bartolomeo Dichio 6.1. Il ruolo dell acqua nella pianta L acqua è il costituente

Dettagli

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale

Pannelli Solari Termici. Parete esterna verticale. Tipologia di. inserimento. I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale I pannelli solari termici sono inseriti sulla parete esterna verticale dell edificio. Pannelli Solari Termici Parete esterna verticale e parapetti Legenda

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Gli interventi di ripristino vegetazionale rappresentano la fase conclusiva dei lavori

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA

IASMA Notizie DIFESA DA TICCHIOLATURA, OIDIO E AFIDI IN PRE E POST FIORITURA TICCHIOLATURA FRUTTICOLTURA IASMA Notizie FRUTTICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige n. 4 IASMA Notizie - n. 14 - Anno VIII - Taxe

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA

SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA SCHEDA DI SICUREZZA ECO-TRAP DATA DI COMPILAZIONE: MAGGIO 2006 PAGINA: 1 DI 5 1 Nome commerciale IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA ECO-TRAP Utilizzazione della sostanza

Dettagli

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore

Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Agosto 2013 Salute intestinale in avicoltura Il mondo interiore Dr. Richard A. Bailey, Poultry Health Scientist Sommario Introduzione Flora Intestinale Mantenere in equilibrio la salute intestinale Conclusioni

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI

SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI SCALA DEI PESI ATOMICI RELATIVI E MEDI La massa dei singoli atomi ha un ordine di grandezza compreso tra 10-22 e 10-24 g. Per evitare di utilizzare numeri così piccoli, essa è espressa relativamente a

Dettagli

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014

COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO. RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 COLLEZIONE ARCHE DA BAGNO RADIATORE IN ACCIAIO VASCO ITALIA In vigore a partire dal 03/2014 Quando la climatizzazione si fa arte Mai come a casa propria ci si occupa del comfort con tanta passione, l estetica

Dettagli

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT Progetto CORINAT Indagine Agronomica Obiettivi: Creazione di un sistema cartografico (GIS) per l analisi territoriale Valutazione della influenza della misura 214 azione i sui componenti della produzione

Dettagli

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO

L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO L influenza del suolo sulla performance viticola: DALL APPARATO RADICALE ALLA QUALITÀ DEL VINO Fabrizio Battista, Federica Gaiotti, Davide Mosetti, Gilberto Bragato, Diego Tomasi CRA-VIT CENTRO DI RICERCA

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni

Turbine I-20 Ultra 2 N E I. l t. R r. Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni R r INFORMAZIONE PRODOTTO Turbine I-20 Ultra Gli irrigatori dei professionisti per gli spazi verdi residenziali di piccole e medie dimensioni E I - 2 0 N I B U l t U a T a PRESENTAZIONE DEL PRODOTTO L

Dettagli

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE

Scheda dei Dati di Sicurezza Secondo le Direttive 91/155/CEE 1. Identificazione della sostanza/preparato e della societá o ditta 1.1 Identificazione della sostanza o del preparato Denominazione: Mercurio II Solfato soluzione 200 g/lin acido solforico diluito 1.2

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie

Protocollo Ortaggi. n.3 Anno II 28.04.2003. IASMA Notizie ortoflorofrutticoltura 1 IASMA Notizie IASMA Notizie n.3 Anno II 28.04.2003 Notiziario del Centro per l assistenza tecnica dell Istituto Agrario di S. Michele all Adige IASMA Notizie N. 18 - Spedizione

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO

MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Le prospettive del vivaismo viticolo europeo MALATTIE E TECNICHE DI CONTENIMENTO Elisa Angelini CRA VIT Centro di Ricerca per la Viticoltura Conegliano (TV) 1. Giallumi (Flavescenza dorata e Legno nero):

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO

IASMA Notizie DIFESA ESTIVA DELL OLIVO IASMA Notizie OLIVICOLTURA Notiziario tecnico del Centro Trasferimento Tecnologico della Fondazione Edmund Mach - Istituto Agrario di S. Michele all Adige 24 giugno 2011 n. 2 IASMA Notizie n. 28 - Anno

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI NORMATIVI Produzione e vendita di compost: Legge n. 748/1984 sui fertilizzanti modificata dal D. L. 217 del 29.04.06 e successive modifiche Allegato IIA del Reg. CE 2092/91 (per chi pratica

Dettagli

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE

Book IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE IL FENOMENO DELLE MUFFE E ALGHE CAP Arreghini. Cultura della qualità. Un costante processo di evoluzione e di innovazione abbraccia da sempre tutte le attività di CAP Arreghini. L azienda gode infatti

Dettagli

POWERED BY SUN LEAF ROOF

POWERED BY SUN LEAF ROOF POWERED BY SUN LEAF ROOF DALLA COPERTURA COME PROTEZIONE... [...] essendo sorto dopo la scoperta del fuoco un principio di comunità fra uomini [...] cominciarono in tale assembramento alcuni a far tetti

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati.

Si raccomanda di porre la massima attenzione al tempo di carenza dei prodotti utilizzati. PROVINCIA DI RAVENNA - ASSESSORATO AGRICOLTURA BOLLETTINO TECNICO AGROMETEOROLOGICO E DI PRODUZIONE INTEGRATA a cura del COMITATO PROVINCIALE per il COORDINAMENTO dei SERVIZI BOLLETTINO TECNICO N. 22 del

Dettagli

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI

DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI LEZIONE 16 Sistemi di regolazione SISTEMI DI REGOLAZIONE A DUE COMPONENTI In che modo un batterio sente e risponde a specifici segnali provenienti dall ambiente? Per esempio, nel caso dell operone lac

Dettagli

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007 20.7.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 189/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

Dettagli

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni

Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Pizzaport il Thermoport di classe 2 per pizze e quant altro! [ Sistemi universali di trasporto vivande ] buone soluzioni Appena sfornate! Calde... pizze dal Pizzaport Per un ottimo isolamento: struttura

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Integrata e Biologica

Integrata e Biologica DIREZIONE GENERALE AGRICOLTURA, ECONOMIA ITTICA, ATTIVITÀ FAUNISTICO-VENATORIE PROVINCIA DI RIMINI Bollettino di Produzione Integrata e Biologica N 24 del 02/08/2012 PREVISIONI DEL TEMPO è previsto tempo

Dettagli

Funghi e micotossine

Funghi e micotossine Funghi e micotossine Roberto Causin, Dipartimento TeSAF, Sezione Patologia Vegetale, Università degli Studi di Padova 1.1 Aspetti generali Si conoscono decine di generi e specie fungine (muffe) in grado

Dettagli

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI

REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI REGIONE VENETO REGISTRO DEI TRATTAMENTI CON PRODOTTI FITOSANITARI (DPR 23 aprile 2001 n 290 art. 42) 24 NOTE GENERALI Il registro completo dei trattamenti, è composto da: - scheda A - Dati anagrafici azienda/ente

Dettagli

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un

La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un COME FUNZIONA UN ALBERO di Mario Carminati e Massimo Ranghetti La prima cosa che dovremmo ricordarci pensando ad un albero è che si tratta di un essere vivente, proprio come noi. È un fatto scontato, certo,

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

Corso di Impianti Tecnici per l'edilizia - E. Moretti. Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO 1 Impianti di Climatizzazione e Condizionamento CLASSIFICAZIONE DEGLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Premessa Gli impianti sono realizzati con lo scopo di mantenere all interno degli ambienti confinati condizioni

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

ECO PLA Form Futura Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Form Futura Semi trasparente 1250 Kg/m³ 180 C - 200 C -- 1 Kg ± 2%

ECO PLA Form Futura Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Form Futura Semi trasparente 1250 Kg/m³ 180 C - 200 C -- 1 Kg ± 2% Materiale Venduto da Trasparenza Densità (21.5 ) Temperatura di fusione Velocita' consigliata Bobina (peso netto) ECO PLA Opaco 1240 Kg/m³ 210 C 40 / 80 mm/s 0,75 Kg ± 2% Premium PLA Semi trasparente 1250

Dettagli

- Riproduzione riservata - 1

- Riproduzione riservata - 1 Principali malattie parassitarie del cane; Le malattie parassitarie che maggiormente interessano e colpiscono il cane sono molte ed alcune di queste possono colpire e provocare conseguenze anche per l

Dettagli

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina

frutto rosso Asia minore, frutto nero America del nord, mora giapponese Cina PICCOLI FRUTTI Piccoli frutti è di derivazione inglese small fruits, che sta a indicare non tanto la minore importanza di queste coltivazioni, quanto semplicemente la piccola pezzatura dei frutti stessi.

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante.

L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere ossidante. Ozono (O 3 ) Che cos è Danni causati Evoluzione Metodo di misura Che cos è L Ozono è un gas altamente reattivo, di odore pungente e ad elevate concentrazioni di colore blu, dotato di un elevato potere

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio?

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio? Controlla che I tuoi pulcini siano a proprio agio Perché è importante che i pulcini? Quando I pulcini nascono non sono in grado di controllare la loro temperatura corporea. La corretta temperatura di stoccaggio

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

technostuk 2-12 09/13 127

technostuk 2-12 09/13 127 technostuk 2-12 09/13 127 TECHNOSTUK 2-12 Sigillante cementizio per fughe da 2 a 12 mm. La protezione attiva di Microshield System aiuta a prevenire la crescita di batteri, funghi e muffe, che possono

Dettagli