SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014"

Transcript

1 ATTI DEPOSITABILI TELEMATICAMENTE CON VALORE LEGALE PRESSO I TRIBUNALI CIVILI ITALIANI SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014 Presso il Tribunali Civili del territorio nazionale - OBBLIGO ai termini della normativa oggi vigente (nota al 30/6/2014, rif. D.L. 90 del 24 giugno 2014, in attesa di conversione), vige il seguente obbligo di deposito in via telematica: A) Ricorso per decreto ingiuntivo B) Atti da depositare nei procedimenti indicati dall art. 16-bis, co. 1 D.L. n. 179/2012 (atti processuali e documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite) iscritti a ruolo dal 30 giugno 2014 in avanti. Pertanto l obbligo del deposito telematico riguarderà gli atti processuali e i documenti da depositare nei procedimenti di cui sopra da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite. Quindi l atto di citazione e la comparsa di costituzione e risposta (come ogni atto di prima costituzione in giudizio) si potranno ancora depositare anche in formato cartaceo per cui l obbligo di deposito telematico decorrerà in relazione agli atti indicati dall art. 16- bis, co. 4 D.L. n. 179/2012 (es., memorie 183 c.p.c. e tutti gli atti di parte successivi). Tuttavia a decorrere dal 31 dicembre 2014 entrerà in vigore l obbligo di deposito telematico dei suddetti atti anche per i procedimenti che risultavano già pendenti alla data del 30 giugno Allo stesso modo si procede per il deposito degli atti e dei documenti da parte dei soggetti nominati o delegati dall autorità giudiziaria. Le parti provvedono con modalità telematiche, ove ne sia in vigore l obbligo o avvalendosi della facoltà di farlo, a depositare gli atti e i documenti provenienti dai soggetti da esse nominati. L obbligo del deposito telematico rimane escluso per i dipendenti di cui si avvalgono le pubbliche amministrazioni per stare in giudizio personalmente. Dal 30 giugno 2015 scatterà l obbligo di deposito telematico nelle Corti d appello degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite. Presso il Tribunali Civili del territorio nazionale FACOLTA Per i procedimenti già pendenti alla data del 30 giugno 2014, dal 30 giugno 2014 vi è facoltà di deposito telematico relativamente agli atti indicati dall art. 16-bis, co. 1, 2, 3 del D.L. n. 179/2012 (si veda nelle pagine seguenti il NOTA BENE relativo a questo argomento) Presso il Tribunale di Rimini risultano ovviamente vigenti gli obblighi di cui sopra e, a mente dei Decreti di attivazione emanati, è consentito il deposito in via telematica della citazione, della comparsa di risposta, della comparsa di intervento, della comparsa conclusionale e delle memorie di replica, degli elaborati dei Ctu, della iscrizione a ruolo, delle memorie autorizzate dal Giudice, dei ricorsi in generale.

2 SITUAZIONE AL 30 GIUGNO 2014 ATTI DEPOSITABILI AVANTI AL TRIBUNALE DI RIMINI Per il nostro Ufficio, i decreti di riferimento sono i seguenti: Decreto DGSIA Procedimenti Monitori (nella loro interezza) Decreto DGSIA Cognizione ordinaria e Volontaria Giurisdizione (limitatamente a: provvedimenti ed atti di parte in corso di causa) Decreto DGSIA Atti e provvedimenti del Giudice: Atti e documenti di parte: Citazione, Comparsa di risposta, Comparsa di intervento, Comparsa conclusionale e memoria di replica, Elaborati CTU, Iscrizione a Ruolo, Memorie autorizzate dal Giudice, Ricorso, Scambio delle memorie ex art. 183 co. 5, c.p.c.; Procedimenti: Esecuzione immobiliare; Fallimenti; Prefallimenti e Lavoro.

3 Allo stato dunque, dovendosi dare preferenza logico-gerarchica alle singole tipologie di procedimenti ammessi al telematico e, gradatamente, alle singole tipologie di atti ammessi per ciascun tipo di procedimento, alla data odierna, è possibile sviluppare, per il Tribunale di Rimini, questo tipo di tabella: ATTI DA DEPOSITARE OBBLIGATORIAMENTE O DEPOSITABILI FACOLTATIVAMENTE PRESSO IL TRIBUNALE DI RIMINI TIPO PROCEDIMENTO Atti obbligatoriamente Atti facoltativamente Provvedimenti giudice COGNIZIONE ORDINARIA PROCEDIMENTI MONITORI telematici per cause introdotte dal Tutti gli atti delle parti già costituite (Memorie di parte, sia autorizzate che ex art. 183 VI co. c.p.c., Comparsa conclusionale e memoria di replica, Elaborati CTU, Istanze, qualunque altro atto di parte in corso di causa (istanze, memorie, ricorsi, ecc. ecc.) Ricorso, qualunque altro atto di parte in corso di causa (integrazione della prova, istanze, memorie, ecc. ecc.) Iscrizione a Ruolo telematici per tutte le cause (sia ante che post ) Citazione, comparsa di risposta, intervento, ricorsi (riassunzione, cautelari in corso di causa, etc.) e relative Iscrizioni a Ruolo VOLONTARIA GIURISDIZIONE Tutti gli atti delle parti già costituite (istanze, memorie, ricorsi in corso di causai, etc.) Ricorso, memoria di costituzione e relative Iscrizioni a ruolo ESECUZIONE IMMOBILIARE Tutti gli atti delle parti già Istanza di vendita, costituite (istanze, intervento, costituzione, memorie, ricorsi, ecc. ecc.) opposizioni e relative Iscrizioni a ruolo

4 ESECUZIONE MOBILIARE PREFALLIMENTI Allo stato non esiste alcun decreto autorizzativo, sicché non risulta possibile depositare alcunché nelle procedure anteriori al Tutti gli atti delle parti già costituite (istanze, memorie, ricorsi, ecc. ecc.) Ricorso, memoria di costituzione e Iscrizioni a ruolo FALLIMENTI GIA' DICHIARATI Solo atti del Curatore, del Commissario giudiziale, del Liquidatore, del commissario liquidatore e del commissario straordinario Opposizioni, memorie ed atti di parte rivolti al Giudice, quando previsti. E esclusa l insinuazione che va inviata direttamente a mezzo PEC all indirizzo della procedura. LAVORO Ricorso, qualunque altro atto di parte in corso di causa (istanze, memorie, ricorsi cautelari, per riassunzione, etc.) Memorie autorizzate,.) e relative Iscrizioni a Ruolo

5 ATTI DEPOSITABILI TELEMATICAMENTE CON VALORE LEGALE PRESSO I TRIBUNALI CIVILI ITALIANI Alla luce delle recenti novità legislative, si ritiene opportuno riassumere quali atti sia possibile depositare telematicamente con pieno valore legale presso i Tribunali Civili italiani. Dapprima è opportuno sintetizzare nella sottostante tabella quanto previsto dal recente D.L. 90 del 24 giugno 2014 (in attesa di conversione)

6 TABELLA RIEPILOGATIVA DEI CASI DI OBBLIGATORIETA DI DEPOSITO TELEMATICO AVANTI AI TRIBUNALI CIVILI ITALIANI: Decreto legge 90/2014 in Gazzetta Ufficiale 144 del 24 Giugno In vigore dal 25 giugno 2015 DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI PROCESSUALI MISURE PER L INFORMATIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE Procedimenti davanti al Tribunale Obbligatorio o facoltativo Tipo di atti Data Iniziati dal 30 giugno 2014 in poi obbligatorio Tutti gli atti delle parti già costituite: Memorie di parte, autorizzate e ex art. 183 VI co. cpc, Comparsa conclusionale e memoria di replica, Elaborati CTU e qualunque altro atto di parte in corso di causa (istanze, memorie, ricorsi, ecc. ecc.) Dal Iniziati prima del 30 Giugno 2014 Facoltativo fino al (salvo anticipazione con decreto apposito) IN BASE AI DECRETI DGSIA PER CIASCUN UFFICIO Dal

7 Per decreto ingiuntivo Tutti gli atti delle parti già costituite: Memorie di parte, autorizzate e ex art. 183 VI co. cpc, Comparsa Obbligatorio dal conclusionale e 2014 memoria di replica, Elaborati CTU e qualunque altro atto di parte in corso di causa (istanze, memorie, ricorsi, ecc. ecc.) Obbligatorio fin dal l intero procedimento monitorio Dal Dal Procedimenti Corte d appello Non previsto e dunque non consentito fino al , salvo apposito decreto autorizzativo di anticipazione nessun atto Dal salvo anticipazione prevista per i singoli uffici con decreto ATTI CHE, FACOLTATIVAMENTE, POSSONO ESSERE DEPOSITATI IN VIA TELEMATICA IN TUTTI I TRIBUNALI CIVILI ITALIANI Per i procedimenti iniziati, dunque, prima del esiste, fino al , la mera facoltatività di deposito telematico (dopo quella data, invece, diventerà anche per essi, obbligatorio depositare telematicamente). NOTA BENE Si invita a prestare la dovuta attenzione al fatto che il D.L. 90 del 24 giugno 2014 e il D.L. 179/2012 prevedono rispettivamente quanto segue: - art. 44 comma 1 - Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 16-bisdel decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, si applicano esclusivamente ai procedimenti iniziati innanzi al tribunale ordinario dal 30 giugno Per i procedimenti di cui al periodo precedente iniziati prima del 30 giugno 2014, le predette disposizioni si applicano a decorrere dal 31 dicembre 2014; fino a quest'ultima data, nei casi previsti dai commi 1, 2 e 3 dell'articolo16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, gli atti processuali ed i

8 documenti possono essere depositati con modalità telematiche e in tal caso il deposito si perfeziona esclusivamente con tali modalità - art. 16 bis - 1. Salvo quanto previsto dal comma 5, a decorrere dal 30 giugno 2014 nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al tribunale, il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalita' telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Allo stesso modo si procede per il deposito degli atti e dei documenti da parte dei soggetti nominati o delegati dall'autorita' giudiziaria. Le parti provvedono, con le modalita' di cui al presente comma. a depositare gli atti e i documenti provenienti dai soggetti da esse nominati. 2. Nei processi esecutivi di cui al libro III del codice di procedura civile la disposizione di cui al comma 1 si applica successivamente al deposito dell'atto con cui inizia l'esecuzione. 3. Nelle procedure concorsuali la disposizione di cui al comma 1 si applica esclusivamente al deposito degli atti e dei documenti da parte del curatore, del commissario giudiziale, del liquidatore, del commissario liquidatore e del commissario straordinario. 4. A decorrere dal 30 giugno 2014, per il procedimento davanti al tribunale di cui al libro IV, titolo I, capo I del codice di procedura civile, escluso il giudizio di opposizione, il deposito dei provvedimenti, degli atti di parte e dei documenti ha luogo esclusivamente con modalita' telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Il presidente del tribunale puo' autorizzare il deposito di cui al periodo precedente con modalita' non telematiche quando i sistemi informatici del dominio giustizia non sono funzionanti e sussiste una indifferibile urgenza. Resta ferma l'applicazione della disposizione di cui al comma 1 al giudizio di opposizione al decreto d'ingiunzione. Quindi il D.L. autorizza (in via facoltativa) il deposito di ogni tipo di atto ma non è dato capire in maniera chiara dal testo della legge se ciò può avvenire a prescindere dai singoli decreti autorizzativi del D.G.S.I.A. emessi nel corso degli anni per ogni singolo Ufficio giudiziario. Rilevando infatti che ad oggi (30 giugno 2014): - da un lato l esame di tali decreti autorizzativi evidenzia come talvolta per il singolo Tribunale non siano contemplate dal decreto stesso talune fattispecie di atti (es. atto di citazione ) - si ha notizia di Uffici giudiziari nei quali il personale di alcune Cancellerie non ha ancora ricevuto la necessaria formazione e/o gli strumenti tecnici per l utilizzo del Pct (es., la Cancelleria delle Esecuzioni Mobiliari del Tribunale di Rimini), si consiglia vivamente in questa fase iniziale del Processo Civile Telematico di contattare la specifica Cancelleria dell Ufficio giudiziario presso il quale si intende effettuare un deposito al fine di avere la certezza che lo specifico atto depositando potrà essere accettato.

9 NORMATIVA DI RIFERIMENTO DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179 Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese. (GU n.245 del Suppl. Ordinario n. 194 ) Note: Entrata in vigore del provvedimento: 20/10/2012. Decreto-Legge convertito con modificazioni dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 (in S.O. n. 208, relativo alla G.U. 18/12/2012, n. 294). Art. 16-bis (Obbligatorieta' del deposito telematico degli atti processuali). 1. Salvo quanto previsto dal comma 5, a decorrere dal 30 giugno 2014 nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi al tribunale, il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalita' telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Allo stesso modo si procede per il deposito degli atti e dei documenti da parte dei soggetti nominati o delegati dall'autorita' giudiziaria. Le parti provvedono, con le modalita' di cui al presente comma. a depositare gli atti e i documenti provenienti dai soggetti da esse nominati. 2. Nei processi esecutivi di cui al libro III del codice di procedura civile la disposizione di cui al comma 1 si applica successivamente al deposito dell'atto con cui inizia l'esecuzione. 3. Nelle procedure concorsuali la disposizione di cui al comma 1 si applica esclusivamente al deposito degli atti e dei documenti da parte del curatore, del commissario giudiziale, del liquidatore, del commissario liquidatore e del commissario straordinario. 4. A decorrere dal 30 giugno 2014, per il procedimento davanti al tribunale di cui al libro IV, titolo I, capo I del codice di procedura civile, escluso il giudizio di opposizione, il deposito dei provvedimenti, degli atti di parte e dei documenti ha luogo esclusivamente con modalita' telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Il presidente del tribunale puo' autorizzare il deposito di cui al periodo precedente con modalita' non telematiche quando i sistemi informatici del dominio giustizia non sono funzionanti e sussiste una indifferibile urgenza. Resta ferma l'applicazione della disposizione di cui al comma 1 al giudizio di opposizione al decreto d'ingiunzione. 5. Con uno o piu' decreti aventi natura non regolamentare, da adottarsi sentiti l'avvocatura generale dello Stato, il Consiglio nazionale forense ed i consigli dell'ordine degli avvocati interessati, il Ministro della giustizia, previa verifica, accerta la funzionalita' dei servizi di comunicazione, individuando i tribunali nei quali viene anticipato, anche limitatamente a specifiche categorie di procedimenti, il termine previsto dai commi da 1 a Negli uffici giudiziari diversi dai tribunali le disposizioni di cui ai commi 1 e 4 si applicano a decorrere dal quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana dei decreti, aventi natura non regolamentare, con i quali il Ministro della giustizia, previa verifica, accerta la funzionalita' dei servizi di comunicazione. I decreti previsti dal presente comma sono adottati sentiti l'avvocatura generale dello Stato, il Consiglio nazionale forense ed i consigli dell'ordine degli avvocati interessati. 7. Il deposito di cui ai commi da 1 a 4 si ha per avvenuto al momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del ministero della giustizia. 8. Fermo quanto disposto al comma 4, secondo periodo, il giudice puo' autorizzare il deposito degli atti processuali e dei documenti di cui ai commi che precedono con modalita' non telematiche quando i sistemi informatici del dominio giustizia non sono funzionanti. 9. Il giudice puo' ordinare il deposito di copia cartacea di singoli atti e documenti per ragioni specifiche.

10 DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014, n. 90 Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari. (14G00103) (GU n.144 del ) note: Entrata in vigore del provvedimento: 25/06/2014 Art. 44 (Obbligatorieta' del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, si applicano esclusivamente ai procedimenti iniziati innanzi al tribunale ordinario dal 30 giugno Per i procedimenti di cui al periodo precedente iniziati prima del 30 giugno 2014, le predette disposizioni si applicano a decorrere dal 31 dicembre 2014; fino a quest'ultima data, nei casi previsti dai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, gli atti processuali ed i documenti possono essere depositati con modalita' telematiche e in tal caso il deposito si perfeziona esclusivamente con tali modalita'. 2. All'articolo 16-bis del decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2012, n. 221, sono apportate le seguenti modificazioni: a) al comma 1 e' aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Per difensori non si intendono i dipendenti di cui si avvalgono le pubbliche amministrazioni per stare in giudizio personalmente.»; b) il comma 5 e' sostituito dal seguente: «5. Con uno o piu' decreti aventi natura non regolamentare, da adottarsi sentiti l'avvocatura generale dello Stato, il Consiglio nazionale forense ed i consigli dell'ordine degli avvocati interessati, il Ministro della giustizia, previa verifica, accertata la funzionalita' dei servizi di comunicazione, puo' individuare i tribunali nei quali viene anticipato, nei procedimenti civili iniziati prima del 30 giugno 2014 ed anche limitatamente a specifiche categorie di procedimenti, il termine fissato dalla legge per l'obbligatorieta' del deposito telematico.». c) dopo il comma 9-bis, introdotto dall'articolo 52, comma 1, lettera a), del presente decreto, e' aggiunto il seguente: «9-ter. A decorrere dal 30 giugno 2015 nei procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione, innanzi alla corte di appello, il deposito degli atti processuali e dei documenti da parte dei difensori delle parti precedentemente costituite ha luogo esclusivamente con modalita' telematiche, nel rispetto della normativa anche regolamentare concernente la sottoscrizione, la trasmissione e la ricezione dei documenti informatici. Allo stesso modo si procede per il deposito degli atti e dei documenti da parte dei soggetti nominati o delegati dall'autorita' giudiziaria. Le parti provvedono, con le modalita' di cui al presente comma, a depositare gli atti e i documenti provenienti dai soggetti da esse nominati. Con uno o piu' decreti aventi natura non regolamentare, da adottarsi sentiti l'avvocatura generale dello Stato, il Consiglio nazionale forense ed i consigli dell'ordine degli avvocati interessati, il Ministro della giustizia, previa verifica, accertata la funzionalita' dei servizi di comunicazione, puo' individuare le corti di appello nelle quali viene anticipato, nei procedimenti civili iniziati prima del 30 giugno 2015 ed anche limitatamente a specifiche categorie di procedimenti, il termine fissato dalla legge per l'obbligatorieta' del deposito telematico.».

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013).

Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013). LEGGE 24 dicembre 2012, n. 228 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2013). (GU n. 302 del 29-12-2012) Art. 1, comma 19 Al decreto-legge 18 ottobre

Dettagli

Decreto crescita 2.0: Giustizia digitale - Processo civile telematico Decreto Legge n 179, G.U

Decreto crescita 2.0: Giustizia digitale - Processo civile telematico Decreto Legge n 179, G.U Decreto crescita 2.0: Giustizia digitale - Processo civile telematico Decreto Legge 18.10.2012 n 179, G.U. 18.12.2012 DECRETO CRESCITA 2.0 (DL 179/2012 conv. con L 221/2012) Sezione VI GIUSTIZIA DIGITALE

Dettagli

(Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali)

(Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) Art. 44 (Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali) 1. Le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 16-bis del decretolegge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni,

Dettagli

[omissis] CAPO II DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L'EFFETTIVITA' DEL PROCESSO TELEMATICO

[omissis] CAPO II DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L'EFFETTIVITA' DEL PROCESSO TELEMATICO Testo del DL Orlando sul PCT n. 90/2014 convertito con Legge in attesa di pubblicazione in GU (con, in grassetto, le novità introdotte dalla legge di conversione e, in testo barrato, il testo originario

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI CASSINO E CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI CASSINO PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

TRIBUNALE ORDINARIO DI CASSINO E CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI CASSINO PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO TRIBUNALE ORDINARIO DI CASSINO E CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI CASSINO PROTOCOLLO SUL PROCESSO CIVILE TELEMATICO II Edizione aggiornata al d.l.90/2014 II Tribunale di Cassino e il Consiglio dell

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi Il PCT nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 Semplificazione e Trasparenza (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari) Roma, 25

Dettagli

Consiglio dell'ordine Degli Avvocati di Padova - Commissione Informatica -

Consiglio dell'ordine Degli Avvocati di Padova - Commissione Informatica - Consiglio dell'ordine Degli Avvocati di Padova - Commissione Informatica - IL D.L. 83 DEL 27/06/2015 DEPOSITI TELEMATICI DI ATTI INTRODUTTIVI E POTERI DI AUTENTICA ART. 19, 1. A ) 1) DEPOSITO ATTO INTRODUTTIVO

Dettagli

CAPO II - DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L'EFFETTIVITA' DEL PROCESSO TELEMATICO

CAPO II - DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L'EFFETTIVITA' DEL PROCESSO TELEMATICO LEGGE 11 agosto 2014, n. 114 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90 Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli

Dettagli

D.L. 24 GIUGNO 2014, N. 90. MISURE URGENTI PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E PER L'EFFICIENZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI.

D.L. 24 GIUGNO 2014, N. 90. MISURE URGENTI PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E PER L'EFFICIENZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI. D.L. 24 GIUGNO 2014, N. 90. MISURE URGENTI PER LA SEMPLIFICAZIONE E LA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA E PER L'EFFICIENZA DEGLI UFFICI GIUDIZIARI. Le norme di interesse notarile DECRETO-LEGGE 24 giugno 2014,

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi Il PCT negli schemi di decreto legge Semplificazione e Crescita (Misure urgenti per la semplificazione e per la crescita del Paese) e Giustizia (Misure per la riduzione dell arretrato civile e per favorire

Dettagli

*** NORMATTIVA - Stampa ***

*** NORMATTIVA - Stampa *** 1 di 12 01/09/2015 10:40 DECRETO-LEGGE 18 ottobre 2012, n. 179 Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese. (12G0201) Vigente al: 1-9-2015 Sezione VI Giustizia digitale Art. 16 Biglietti di cancelleria,

Dettagli

AUMENTO DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PER I RICORSI PRESENTATI DAVANTI AL GIUDICE DI PACE PER LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA E ALTRO

AUMENTO DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PER I RICORSI PRESENTATI DAVANTI AL GIUDICE DI PACE PER LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA E ALTRO AUMENTO DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PER I RICORSI PRESENTATI DAVANTI AL GIUDICE DI PACE PER LE VIOLAZIONI DEL CODICE DELLA STRADA E ALTRO Vi spieghiamo le novità dopo l entrata in vigore del DECRETO-LEGGE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Ufficio studi Il PCT nel decreto legge 24 giugno 2014, n. 90 Semplificazione e Trasparenza (Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari) Roma, 25

Dettagli

DEPOSITO TELEMATICO. A partire dal 30 giugno 2014 l invio telematico obbligatorio riguarderà tutti

DEPOSITO TELEMATICO. A partire dal 30 giugno 2014 l invio telematico obbligatorio riguarderà tutti DEPOSITO TELEMATICO A partire dal 30 giugno 2014 l invio telematico obbligatorio riguarderà tutti i procedimenti civili, contenziosi o di volontaria giurisdizione. Il deposito degli atti processuali e

Dettagli

LA NORMATIVA DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISERNIA, 26 NOVEMBRE 2014

LA NORMATIVA DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISERNIA, 26 NOVEMBRE 2014 LA NORMATIVA DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO ISERNIA, 26 NOVEMBRE 2014 Avv. Maurizio Reale COMPONENTE GRUPPO DI LAVORO DELLA F.I.I.F. FONDAZIONE ITALIANA PER L INNOVAZIONE FORENSE LA NORMATIVA DEL PROCESSO

Dettagli

Editrice PCT: DEPOSITO DI ALLEGATI ECCEDENTI IL LIMITE DI 30 MEGABYTE. Schema di Giulio SPINA LA QUESTIONE

Editrice PCT: DEPOSITO DI ALLEGATI ECCEDENTI IL LIMITE DI 30 MEGABYTE. Schema di Giulio SPINA LA QUESTIONE Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 18.2.2015 La Nuova Procedura Civile, 1, 2015 Editrice PCT: DEPOSITO DI ALLEGATI ECCEDENTI IL LIMITE DI 30 MEGABYTE

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO PROCESSO CIVILE TELEMATICO WIKIPEDIA - LA DEFINIZIONE - Processo civile telematico Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il PCT o processo civile telematico è parte integrante del piano di e-government

Dettagli

Le attestazioni di conformità nel processo

Le attestazioni di conformità nel processo Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 22.08.2015 (cioé alla L. 132/2015) Cosa devi fare? Attestazione occorrente Vedi il fac simile Notificare via Pec un documento scansionato

Dettagli

art. 50 Cancellazione della causa dal ruolo Testo: in vigore dal 25/06/2008

art. 50 Cancellazione della causa dal ruolo Testo: in vigore dal 25/06/2008 art. 50 Cancellazione della causa dal ruolo Testo: in vigore dal 25/06/2008 1. Il primo comma dell'articolo 181 del codice di procedura civile e' sostituito dal seguente: "Se nessuna delle parti compare

Dettagli

PROCESSO TELEMATICO. Lo stato dell arte della normativa e le regole generali

PROCESSO TELEMATICO. Lo stato dell arte della normativa e le regole generali PROCESSO TELEMATICO Lo stato dell arte della normativa e le regole generali TUTTO INIZIA DODICI ANNI FA. art. 4 del d.p.r. 123/2001 Tutti gli atti e i provvedimenti del processo possono essere compiuti

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 30.6.2015 La Nuova Procedura Civile, 2, 2015.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 30.6.2015 La Nuova Procedura Civile, 2, 2015. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 30.6.2015 La Nuova Procedura Civile, 2, 2015 Editrice RIFORMA DI CUI AL D.L. 83/2015: ENTRATA IN VIGORE DELLE

Dettagli

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO NELL AMBITO DELLE PROCEDURE CONCORSUALI Tivoli, 18 novembre 2014 PCT - SERVIZI PER I PROFESSIONISTI Il Processo Civile Telematico (PCT) è un sistema di gestione digitale del

Dettagli

II CORSO PRATICO: LE NOVITA' DEL DL 83/2015 E IL DEPOSITO DI ATTI ENDOPROCEDIMENTALI PCT ISTRUZIONI PER L'USO

II CORSO PRATICO: LE NOVITA' DEL DL 83/2015 E IL DEPOSITO DI ATTI ENDOPROCEDIMENTALI PCT ISTRUZIONI PER L'USO II CORSO PRATICO: LE NOVITA' DEL DL 83/2015 E IL DEPOSITO DI ATTI ENDOPROCEDIMENTALI PCT ISTRUZIONI PER L'USO ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VENEZIA in collaborazione con la Commissione informatica art. 16 bis

Dettagli

Attestazione occorrente. Attestazione ex art. 3 bis, co. 2, L. 53/1994

Attestazione occorrente. Attestazione ex art. 3 bis, co. 2, L. 53/1994 A v v. R o b e r t o D i P i e t r o Patrocinante in Cassazione via Gramsci n. 41-67051 AVEZZANO AQ Tel e fax 0863 414530 0863 22278 www.studiodipietro.it Email studiodipietro@gmail.com Le attestazioni

Dettagli

IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone

IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone IL DEPOSITO TELEMATICO DI ATTI E MEMORIE ENDOPROCESSUALI presso il Tribunale di Pordenone A cura della Commissione Informatica. Autore: Avv. Stefano Corsini Rev. 01/2015 PREMESSA Il presente documento

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 2002, n. 115 Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2002, n. 139 S.O. n. 126

Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 2002, n. 115 Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2002, n. 139 S.O. n. 126 Decreto del Presidente della Repubblica del 30 maggio 2002, n. 115 Gazzetta Ufficiale del 15 giugno 2002, n. 139 S.O. n. 126 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90 recante Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l efficienza degli uffici giudiziari (pubblicato in G.U. 24.06.2014, n. 144) Testo

Dettagli

LE ATTESTAZIONI DI CONFORMITÀ

LE ATTESTAZIONI DI CONFORMITÀ ASSOCIAZIONE SINDACALE AVVOCATI DI BOLOGNA E DELL EMILIA ROMAGNA ADERENTE ALLA A.N.F. ASSOCIAZIONE NAZIONALE FORENSE LE ATTESTAZIONI DI CONFORMITÀ evento formativo 11/25 febbraio 2016 Avv. Andrea Armillotta

Dettagli

I docc. del processo

I docc. del processo I docc. del processo (atti, provvedimenti, allegati) CARTACEI INFORMATICI originali copie originali duplicati copie 2 Attestazioni di conformità di copie Art. 16-undecies D.L. 179/12 (introdotto dalla

Dettagli

GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI

GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI GUIDA BREVE AL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE DEGLI ATTI GIUDIZIARI 1 Questa guida è disponibile gratuitamente all'indirizzo: http:// 2 GUIDA PER LA DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO UNIFICATO PER LE SPESE

Dettagli

Decreto del Ministro della giustizia n. 209 del 15 ottobre 2012 recante modifiche ed integrazioni al decreto del Ministro della Giustizia 21 febbraio

Decreto del Ministro della giustizia n. 209 del 15 ottobre 2012 recante modifiche ed integrazioni al decreto del Ministro della Giustizia 21 febbraio Decreto del Ministro della giustizia n. 209 del 15 ottobre 2012 recante modifiche ed integrazioni al decreto del Ministro della Giustizia 21 febbraio 2011 n. 44 recante Regolamento concernente le regole

Dettagli

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali

Documento. n. 31. Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Documento n. 31 Obbligatorietà del deposito telematico degli atti processuali Luglio 2014 OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI PROCESSUALI OBBLIGATORIETÀ DEL DEPOSITO TELEMATICO DEGLI ATTI

Dettagli

Decreto Ministero Giustizia n 209, G.U Notifiche telematiche, regole tecniche.

Decreto Ministero Giustizia n 209, G.U Notifiche telematiche, regole tecniche. Decreto Ministero Giustizia 15.10.2012 n 209, G.U. 05.12.2012 - Notifiche telematiche, regole tecniche. di concerto con IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA IL MINISTRO PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E LA SEMPLIFICAZIONE

Dettagli

Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni:

Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni: Art. 25. (Impiego della posta elettronica certificata nel processo civile) 1. Al codice di procedura civile sono apportate le seguenti modificazioni: a) all articolo 125, primo comma, le parole: «il proprio

Dettagli

Principali novità NOVITÀ OSSERVAZIONI Eliminata la raccolta della sottoscrizione nei verbali di udienza Gli intervenuti nel processo e i testimoni non

Principali novità NOVITÀ OSSERVAZIONI Eliminata la raccolta della sottoscrizione nei verbali di udienza Gli intervenuti nel processo e i testimoni non DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014 N. 90 Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari (GU n.144 del 24 giugno 2014) Entrata in vigore: 25 giugno

Dettagli

Le novità in tema di esecuzione

Le novità in tema di esecuzione CAMERA CIVILE DI MONZA aderente all Unione Nazionale Camere Civili Monza, 22 gennaio 2015 Le novità in tema di esecuzione Avv. Francesco Cirillo Avv. Giorgio Galbiati Avv. Filippo Gorreta Moderatore Avv.

Dettagli

LEGGE 20 NOVEMBRE 1982, N. 890 INDICE * Elenco delle abbreviazioni

LEGGE 20 NOVEMBRE 1982, N. 890 INDICE * Elenco delle abbreviazioni LEGGE 20 NOVEMBRE 1982, N. 890 INDICE * Prefazione Elenco delle abbreviazioni XIII XV COMUNICAZIONI E NOTIFICAZIONI TELEMATICHE L. 20 novembre 1982, n. 890 Notificazioni di atti a mezzo posta e di comunicazioni

Dettagli

LA NORMATIVA DEL PROCESSO TELEMATICO

LA NORMATIVA DEL PROCESSO TELEMATICO LA NORMATIVA DEL PROCESSO TELEMATICO Lentini, 24 ottobre 2014 Avv. Maurizio Reale LA NORMATIVA DEL PROCESSO TELEMATICO 1) Art. 15 L. 15 marzo 1997 n. 59 2) DPR 13 febbraio 2001 n. 123 3) Decreto Legislativo

Dettagli

Pagina 1 di 13 Processo civile e amministrativo: le modifiche introdotte dal D.L. n. 90/2014 Articolo 27.06.2014 (Giuseppe Buffone) Pubblichiamo una sintesi a cura di Giuseppe Buffone in merito alle modifiche

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PROCESSO CIVILE TELEMATICO PROCESSO CIVILE TELEMATICO BASE NORMATIVA E PROFILI PRATICI Avv. Fabio Valguarnera Palermo, 13 gennaio 2 15 Il documento informatico Tutto il processo telematico si fonda innanzi tutto sull'evoluzione

Dettagli

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA

Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA ORDINE DEGLI AVVOCATI DI VERONA Progetto di formazione sul Processo Telematico DECRETI INGIUNTIVI ESECUZIONI IMMOBILIARI ATTI ENDOPROCESSUALI Verona 29 aprile 2014 Il tempo scorre. Sostituire il testo

Dettagli

Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015

Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015 Le attestazioni di conformità nel processo telematico aggiornate al 27.06.2015 Cosa devi fare? Attestazione occorrente Vedi il fac simile Notificare via Pec un documento scansionato Attestazione ex art.

Dettagli

Quadro normativo e stato della giurisprudenza in tema di giustizia digitale

Quadro normativo e stato della giurisprudenza in tema di giustizia digitale Quadro normativo e stato della giurisprudenza in tema di giustizia digitale INCONTRO CON I REFERENTI DISTRETTUALI PER L INFORMATICA Roma 26 maggio 2015 Ileana Fedele Rinvio a relazione scritta incentrata

Dettagli

AZIONI DI SUPPORTO AL MIGLIORAMENTO E ALL INFORMATIZZAZIONE DEI PROCESSI E DEI SERVIZI DEL TRIBUNALE DI BRESCIA

AZIONI DI SUPPORTO AL MIGLIORAMENTO E ALL INFORMATIZZAZIONE DEI PROCESSI E DEI SERVIZI DEL TRIBUNALE DI BRESCIA CONVENZIONE FRA TRIBUNALE ORDINARIO DI BRESCIA CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA PER LA REALIZZAZIONE DI AZIONI DI SUPPORTO AL MIGLIORAMENTO E ALL INFORMATIZZAZIONE DEI PROCESSI E DEI SERVIZI

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI REGGIO CALABRIA I POTERI DI AUTENTICA DEGLI AVVOCATI

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI REGGIO CALABRIA I POTERI DI AUTENTICA DEGLI AVVOCATI CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI REGGIO CALABRIA I POTERI DI AUTENTICA DEGLI AVVOCATI NORMATIVA e formule per le diverse ATTESTAZIONI DI CONFORMITA COMMISSIONE INFORMATICA - ANNO 2016 - I POTERI

Dettagli

TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO 2013

TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO 2013 Processo Civile 1) Procedimenti ordinari per i quali il contributo è determinato sulla base del valore della contesa (art. 13 DPR 115/2002 aggiornato con le leggi di stabilità 2012 e 2013). Valore fino

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA TABELLA RIEPILOGATIVA DELLE NOVITÀ IN MATERIA DI CONTRIBUTO UNIFICATO NEL PROCESSO CIVILE, AMMINISTRATIVO E TRIBUTARIO (D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115, come modificati dal d.l. 98/2011, conv. con modifiche

Dettagli

ESECUZIONI E PCT. Guida operativa e indicazioni pratiche. (Avv. Nicola Fabiano)

ESECUZIONI E PCT. Guida operativa e indicazioni pratiche. (Avv. Nicola Fabiano) ESECUZIONI E PCT Guida operativa e indicazioni pratiche (Avv. ) Ai sensi dell'art. 16-bis, comma 2, del D.L. 179/2012 A decorrere dal 31 marzo 2015, il deposito nei procedimenti di espropriazione forzata

Dettagli

Art. 38. (Processo amministrativo digitale)

Art. 38. (Processo amministrativo digitale) Art. 38 (Processo amministrativo digitale) 1. Il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all'articolo 13 dell'allegato 2 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104, e' adottato entro

Dettagli

Principali novità NOVITÀ OSSERVAZIONI Eliminata la raccolta della sottoscrizione nei verbali di udienza Gli intervenuti nel processo e i testimoni non

Principali novità NOVITÀ OSSERVAZIONI Eliminata la raccolta della sottoscrizione nei verbali di udienza Gli intervenuti nel processo e i testimoni non LEGGE 11 AGOSTO 2014 N. 114, DI CONVERSIONE DEL DECRETO LEGGE 24 GIUGNO 2014 N. 90 Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l'efficienza degli uffici giudiziari (GU n.

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO E NOTIFICHE A MEZZO PEC

PROCESSO CIVILE TELEMATICO E NOTIFICHE A MEZZO PEC MOVIMENTO F O R E N S E P A D O V A PROCESSO CIVILE TELEMATICO E NOTIFICHE A MEZZO PEC - Dottrina, pratica e giurisprudenza - Padova, 13 dicembre 2016 Ore 14:30 18:30 Sala Conferenze dell'ordine degli

Dettagli

INDICE. Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO

INDICE. Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO INDICE Parte I PROCESSO CIVILE TELEMATICO, DOCUMENTO INFORMATICO E FASCICOLO INFORMATICO CAPITOLO 1 DOCUMENTO INFORMATICO ED INFORMATIZZAZIONE DEL PROCESSO A) Premessa......................................

Dettagli

PARTE II VOCI DI SPESA. Titolo I ((Contributo unificato nel processo civile, amministrativo e tributario)) ART. 9 (L) (Contributo unificato)

PARTE II VOCI DI SPESA. Titolo I ((Contributo unificato nel processo civile, amministrativo e tributario)) ART. 9 (L) (Contributo unificato) 1 di 7 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 30 maggio 2002, n. 115 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia. (Testo A). Vigente al: 4-1-2012 PARTE

Dettagli

Interessi e accessori su ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali

Interessi e accessori su ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali Interessi e accessori su ritardato pagamento di prestazioni previdenziali o assistenziali Autore: Gaetano Walter Caglioti In: Diritto processuale civile La legge n. 18 giugno 2009 n 69 1, entrata in vigore

Dettagli

LA LEGGE DI STABILITA L obiettivo dichiarato delle riforme che incidono - direttamente o indirettamente - sul processo è sempre quello di raggiungere

LA LEGGE DI STABILITA L obiettivo dichiarato delle riforme che incidono - direttamente o indirettamente - sul processo è sempre quello di raggiungere LA LEGGE DI STABILITA L obiettivo dichiarato delle riforme che incidono - direttamente o indirettamente - sul processo è sempre quello di raggiungere obiettivi di riduzione di spesa del Ministero della

Dettagli

CORSO DI BASE SUL PCT

CORSO DI BASE SUL PCT CORSO DI BASE SUL PCT ISCRIZIONI A RUOLO DELLE ESECUZIONI Como 1 marzo 2015 Avv. Vincenzo Spezziga Dal 31.3.2015 è entrato in vigore l obbligo di iscrivere a ruolo le procedure esecutive (mobiliari, immobiliari

Dettagli

Rag. Simone Gori componente commissione di studio sul fallimento dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pistoia

Rag. Simone Gori componente commissione di studio sul fallimento dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pistoia Rag. Simone Gori componente commissione di studio sul fallimento dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Pistoia PRINCIPALI MODIFICHE APPORTATE alla LEGGE FALLIMENTARE e al D.LGS

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.895 del 31/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.895 del 31/07/2014 Proposta

Dettagli

ALLEGATO 4 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 Norme di coordinamento e abrogazioni

ALLEGATO 4 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 Norme di coordinamento e abrogazioni ALLEGATO 4 al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104 Norme di coordinamento e abrogazioni Art. 1 Norme di coordinamento e abrogazione in materia di elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti

Dettagli

AVVISO DI VENDITA. Le ultime novità. A cura della Commissione interprofessionale Avvocati-Commercialisti «Esecuzioni Immobili»

AVVISO DI VENDITA. Le ultime novità. A cura della Commissione interprofessionale Avvocati-Commercialisti «Esecuzioni Immobili» AVVISO DI VENDITA Le ultime novità A cura della Commissione interprofessionale Avvocati-Commercialisti «Esecuzioni Immobili» INTRODUZIONE 1- Processo Civile Telematico 1- Processo Civile Telematico 2-

Dettagli

Pagina 2. Firmato Da: FASCILLA NICOLA Emesso Da: Postecom CA2 Serial#: be943

Pagina 2. Firmato Da: FASCILLA NICOLA Emesso Da: Postecom CA2 Serial#: be943 In particolare, l art. 51 comma 2 del Decreto Legge 112/2008, convertito con modificazioni, dalla Legge 6 agosto 2008 n. 133 prevedeva (attualmente lo prevede l art. 4, comma 2 del Decreto Legge 193/2009)

Dettagli

1. Disposizioni sul processo amministrativo.

1. Disposizioni sul processo amministrativo. 1 L. 21-7-2000 n. 205 Disposizioni in materia di giustizia amministrativa. Pubblicata nella Gazz. Uff. 26 luglio 2000, n. 173. Testo in vigore 1. 1. 2. 2. 3. 3. 1. Disposizioni sul processo amministrativo.

Dettagli

TRIBUNALE DI UDINE CONTRIBUTO UNIFICATO

TRIBUNALE DI UDINE CONTRIBUTO UNIFICATO TRIBUNALE DI UDINE CONTRIBUTO UNIFICATO PROCEDIMENTI CIVILI CONTENZIOSI E FAMIGLIA i processi di valore fino a 1.100 euro; per i procedimenti di cui all articolo 711 del codice di procedura civile, e per

Dettagli

1 Priorità: ALTA Facoltatività dei depositi telematici, anche nei procedimenti pendenti estensione a tutti gli atti del processo.

1 Priorità: ALTA Facoltatività dei depositi telematici, anche nei procedimenti pendenti estensione a tutti gli atti del processo. PROPOSTE INTEGRAZIONE/MODIFICA DL 179/2012 ARGOMENTO DL 179/2012 Proposta integrazione/modifica Art. 16 bis Art. 16 bis 1 Priorità: ALTA Facoltatività dei depositi telematici, anche nei procedimenti pendenti

Dettagli

PCT - LA COMPARSA DI RIASSUNZIONE: ATTO IN- TRODUTTIVO O ATTO ENDOPROCESSUALE AL FINE DELLE MODALITÀ DI DEPOSITO?

PCT - LA COMPARSA DI RIASSUNZIONE: ATTO IN- TRODUTTIVO O ATTO ENDOPROCESSUALE AL FINE DELLE MODALITÀ DI DEPOSITO? PCT - LA COMPARSA DI RIASSUNZIONE: ATTO IN- TRODUTTIVO O ATTO ENDOPROCESSUALE AL FINE DELLE MODALITÀ DI DEPOSITO? di FRANCESCO PEDRONI E RICCARDO BERTANI SOMMARIO: 1. L obbligatorietà del deposito con

Dettagli

Marco Prosperoni Vivaldo Francesco D Angelo 09/05/2015

Marco Prosperoni Vivaldo Francesco D Angelo 09/05/2015 aspetti pratici e criticità Marco Prosperoni Vivaldo Francesco D Angelo Viterbo - 9 Maggio 2015 Panoramica legislativa Marco Prosperoni Vivaldo Francesco D Angelo 09/05/2015 Viterbo - 9 Maggio 2015 4 Principali

Dettagli

Avv. Stefano Fulcheri e Avv. Rodolfo Rosso

Avv. Stefano Fulcheri e Avv. Rodolfo Rosso Avv. Stefano Fulcheri e Avv. Rodolfo Rosso Biella, 1 marzo 2013 Prove precostituite Funzione della prova = permettere la corretta ricostruzione e dimostrazione dei fatti affermati dalle parti nel processo

Dettagli

Tabella del contributo unificato

Tabella del contributo unificato Tabella del contributo unificato I procedimenti 1-Con valore determinato: dal 1/1/2005 Scaglione di valore inferiore ad 1.033,00 - dal 1-1-2005 1.100,00-30.00 di valore superiore ad 1.033,00 e fino ad

Dettagli

Scuola Superiore della Magistratura

Scuola Superiore della Magistratura Il giudice civile e l organizza zione del lav oro Scuola Superiore della Magistratura Struttura territoriale di formazione del Distretto di Roma Ufficio del Magistrato Referente Distrettuale per l Informatica

Dettagli

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DELLE FATTISPECIE DISCIPLINATE SIA DALLE REGOLE TECNICHE SUL PROCESSO TELEMATICO CHE DA QUELLE SUL DOCUMENTO INFORMATICO

TAVOLA DI CORRISPONDENZA DELLE FATTISPECIE DISCIPLINATE SIA DALLE REGOLE TECNICHE SUL PROCESSO TELEMATICO CHE DA QUELLE SUL DOCUMENTO INFORMATICO TAVOLA DI CORRISPONDENZA DELLE FATTISPECIE DISCIPLINATE SIA DALLE REGOLE TECNICHE SUL a cura di Roberto Arcella PROCESSO TELEMATICO CHE DA QUELLE SUL DOCUMENTO INFORMATICO Argomento Norma tecnica PCT (DM

Dettagli

DOTT. SALVATORE FILOCAMO LE ESECUZIONI CIVILI DOPO IL 31 MARZO 15

DOTT. SALVATORE FILOCAMO LE ESECUZIONI CIVILI DOPO IL 31 MARZO 15 DOTT. SALVATORE FILOCAMO LE ESECUZIONI CIVILI DOPO IL 31 MARZO 15 PIGNORAMENTO IMMOBILIARE l'articolo 557 e' sostituito dal seguente: «Art. 557 (Deposito dell'atto di pignoramento). - Eseguita l'ultima

Dettagli

«Contro il detto decreto e contro quello che rifiuti l autorizzazione non è ammesso ricorso né in via giudiziaria, né in via amministrativa» (**).

«Contro il detto decreto e contro quello che rifiuti l autorizzazione non è ammesso ricorso né in via giudiziaria, né in via amministrativa» (**). Sequestro giudiziario e sequestro conservativo 1. R.D. 28 ottobre 1940, n. 1443. Approvazione del Codice di procedura civile (Suppl. ord. alla Gazzetta Ufficiale n. 253 del 28 ottobre 1940). (Estratto)

Dettagli

Valore controversia A. f) 260.000,00 520.000,00 1214 607 g) Superiore a 520.000,00 e per mancata dichiarazione del valore della causa.

Valore controversia A. f) 260.000,00 520.000,00 1214 607 g) Superiore a 520.000,00 e per mancata dichiarazione del valore della causa. Ufficio Relazioni con il Pubblico - Uffici Giudiziari di Genova Nuova TABELLA CONTRIBUTO UNIFICATO Aggiornata al 27/08/2015 art. 37 Legge n. 111/2011 - in vigore dal 17/07/2011 - di conversione del D.L.

Dettagli

Ordine degli Avvocati di Venezia Corte d'appello di Venezia

Ordine degli Avvocati di Venezia Corte d'appello di Venezia Ordine degli Avvocati di Venezia Corte d'appello di Venezia Venezia, 22 Giugno 2011 Teatro La Fenice, Sale Apollinee LE REGOLE TECNICHE PER L'ADOZIONE DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE

Dettagli

PUBBLICI ELENCHI VALIDI AI FINI DELLA NOTIFICAZIONE E COMUNICAZIONE DEGLI ATTI IN MATERIA CIVILE, PENALE, AMMINISTRATIVA E STRAGIUDIZIALE

PUBBLICI ELENCHI VALIDI AI FINI DELLA NOTIFICAZIONE E COMUNICAZIONE DEGLI ATTI IN MATERIA CIVILE, PENALE, AMMINISTRATIVA E STRAGIUDIZIALE PUBBLICI ELENCHI VALIDI AI FINI DELLA NOTIFICAZIONE E COMUNICAZIONE DEGLI ATTI IN MATERIA CIVILE, PENALE, AMMINISTRATIVA E STRAGIUDIZIALE Con la presente si è ad evidenziare l insorgere di un problema

Dettagli

INDICE. Schemi GIURISDIZIONE E COMPETENZA. GLI ORGANI GIUDIZIARI E IL PUBBLICO MINISTERO Prefazione...

INDICE. Schemi GIURISDIZIONE E COMPETENZA. GLI ORGANI GIUDIZIARI E IL PUBBLICO MINISTERO Prefazione... INDICE Prefazione... p. XV Schemi I GIURISDIZIONE E COMPETENZA. GLI ORGANI GIUDIZIARI E IL PUBBLICO MINISTERO... 3 1 Giurisdizione (artt. 1 e 5 c.p.c.)... 7 2 Competenza: principi generali (artt. 5 e 6

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO e IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO e IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA DECRETO INTERMINISTERIALE 10 novembre 2011 Misure per l'attuazione dello sportello unico per le attività produttive di cui all'articolo 38, comma 3-bis del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito

Dettagli

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2016, n (GU n. 203 del ) convertito con modificazioni

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2016, n (GU n. 203 del ) convertito con modificazioni DECRETO-LEGGE 31 agosto 2016, n. 168 - (GU n. 203 del 31-8-2016) convertito con modificazioni in Legge TAVOLE DI RAFFRONTO DELLE MODIFICHE IN TEMA DI PROCEDURA CIVILE Codice di procedura civile Testo attuale

Dettagli

Tabelle Contributo Unificato 2014

Tabelle Contributo Unificato 2014 Tabelle Contributo Unificato 2014 Intestazione Attenzione all'esito delle IMPUGNAZIONI (novità 2013!): Quando l'impugnazione, anche incidentale, e' respinta integralmente o e' dichiarata inammissibile

Dettagli

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO 1. Premessa Il processo civile telematico nasce dall esigenza di modernizzare l organizzazione giudiziaria e le procedure processuali, utilizzando le ormai diffuse tecnologie

Dettagli

Modalita' operative di registrazione telematica degli atti giudiziari ed approvazione delle relative specifiche tecniche.

Modalita' operative di registrazione telematica degli atti giudiziari ed approvazione delle relative specifiche tecniche. AGENZIA DELLE ENTRATE DECRETO 10 maggio 2006 Modalita' operative di registrazione telematica degli atti giudiziari ed approvazione delle relative specifiche tecniche. IL DIRETTORE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

ART. 125 C.P.C., modificato dall art. 25, comma 1, lett. a) legge di stabilità, (applicabile dal 31 gennaio 2012).

ART. 125 C.P.C., modificato dall art. 25, comma 1, lett. a) legge di stabilità, (applicabile dal 31 gennaio 2012). MODIFICHE AL C.P.C. E ALLE DISPOSIZIONI ATTUATIVE DEL C.P.C. (Tabelle realizzate in collaborazione con l Avv. Maria Sichetti e con il Dott. Filippo Tosti) TESTO ORIGINARIO TESTO MODIFICATO ART. 125 C.P.C.,

Dettagli

Il processo civile telematico L impatto sulla disciplina del processo civile

Il processo civile telematico L impatto sulla disciplina del processo civile Il processo civile telematico L impatto sulla disciplina del processo civile Prof.ssa Maria Pia Gasperini Docente di Diritto processuale civile UNICAM Cos è il processo civile telematico Il processo civile

Dettagli

Circolare N. 90 del 21 Giugno 2017

Circolare N. 90 del 21 Giugno 2017 Circolare N. 90 del 21 Giugno 2017 Dal 01.07.2017 avvisi di accertamento tramite PEC Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che a partire dal prossimo 01.07.2017 gli avvisi di accertamento

Dettagli

PROCESSO CIVILE TELEMATICO: LE ESECUZIONI CIVILI

PROCESSO CIVILE TELEMATICO: LE ESECUZIONI CIVILI PROCESSO CIVILE TELEMATICO: LE ESECUZIONI CIVILI A Cura di: Avv. Antonio Tesoro Responsabile Nazionale A.I.G.A. Processo Telematico Membro Tavolo Ministeriale Permanente per lo Sviluppo del P.C.T. Presidente

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO Vigente al: 21-12-2013 DECRETO 3 dicembre 2013, n. 144 Regolamento recante modifica al decreto 1 agosto 2002, n. 199, concernente il «Regolamento recante modalità di accesso alla

Dettagli

Contributo unificato: la tabella aggiornata

Contributo unificato: la tabella aggiornata Contributo unificato: la tabella aggiornata CONTRIBUTO UNIFICATO Tabella aggiornata al 13 marzo 2015 Processo civile ordinario (1) Valore Primo GRADO Impugnazione Cassazione Processi di valore fino a.

Dettagli

LA COMUNICAZIONE TELEMATICA NELLE PROCEDURE CONCORSUALI E LE NUOVE MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI INSINUZIONE AL PASSIVO

LA COMUNICAZIONE TELEMATICA NELLE PROCEDURE CONCORSUALI E LE NUOVE MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI INSINUZIONE AL PASSIVO LA COMUNICAZIONE TELEMATICA NELLE PROCEDURE CONCORSUALI E LE NUOVE MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI INSINUZIONE AL PASSIVO Modifiche alle Legge Fallimentare (R.D. 16.03.1942 N.267), artt. 31-bis,

Dettagli

SOMMARIO. Capitolo 1 Introduzione

SOMMARIO. Capitolo 1 Introduzione SOMMARIO Capitolo 1 Introduzione 1. Premessa: la giustizia civile in Italia... 1 2. L atto di indirizzo politico istituzionale per l'anno 2015 del Guardasigilli Orlando... 6 3. Conclusioni... 10 Capitolo

Dettagli

Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA

Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA Struttura didattica territoriale della Corte di Appello di Napoli Le notificazioni telematiche nel processo civile PARTE SECONDA dott. Pietro Lupi Giudice del Tribunale di Napoli Avv. Roberto Arcella Componente

Dettagli

Decreto legislativo 1 settembre 2011, n. 150

Decreto legislativo 1 settembre 2011, n. 150 Decreto legislativo 1 settembre 2011, n. 150 Disposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ai sensi dell articolo

Dettagli

OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n Proroga dei termini di presentazione del modello EAS

OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n Proroga dei termini di presentazione del modello EAS CIRCOLARE N.6/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 24 febbraio 2011 Prot. OGGETTO: Articolo 1, comma 1, decreto-legge 29 dicembre 2010, n. 225. Proroga dei termini di presentazione del modello

Dettagli

Servizio di documentazione tributaria

Servizio di documentazione tributaria Agenzia del Territorio Provvedimento del 06/12/2006 Titolo del provvedimento: Estensione delle procedure telematiche per gli adempimenti in materia di registrazione, trascrizione, iscrizione, annotazione

Dettagli

13 APRILE 2016 LA NORMATIVA IL D.LG. 179/2012 LE SPECIFICHE TECNICHE MODELLI ERRORI E SANZIONI

13 APRILE 2016 LA NORMATIVA IL D.LG. 179/2012 LE SPECIFICHE TECNICHE MODELLI ERRORI E SANZIONI LE ATTESTAZIONI DI CONFORMITA 13 APRILE 2016 LA NORMATIVA IL D.LG. 179/2012 LE SPECIFICHE TECNICHE MODELLI ERRORI E SANZIONI LA NORMATIVA D.LG. 179/2012 - ARTICOLO N.16 DECIES POTERE DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

Il processo civile telematico Normativa e funzionamento

Il processo civile telematico Normativa e funzionamento Il processo civile telematico Normativa e funzionamento Prof.ssa Maria Pia Gasperini Scuola di Giurisprudenza UNICAM Corso di Diritto processuale civile I - a.a. 2016-2017 Cos è il processo civile telematico

Dettagli

Al comma 1, sostituire le parole le parti private con le parole nei quali siano interessate più parti private, queste

Al comma 1, sostituire le parole le parti private con le parole nei quali siano interessate più parti private, queste Al comma 1, sostituire le parole da le parti private fino a delle condizioni, con le seguenti: nei quali siano interessate più parti private, queste non possono stare in giudizio se non con il ministero

Dettagli

L uso della posta elettronica certificata (PEC): nuovo strumento telematico del fallimento

L uso della posta elettronica certificata (PEC): nuovo strumento telematico del fallimento Paolo Lessio (Avvocato in Milano) L uso della posta elettronica certificata (PEC): nuovo strumento telematico del fallimento 1 Perché la PEC La posta elettronica certificata consente l'invio di messaggi

Dettagli

INDICE SOMMARIO CODICE DI PROCEDURA CIVILE. LIBRO PRIMO Disposizioni generali

INDICE SOMMARIO CODICE DI PROCEDURA CIVILE. LIBRO PRIMO Disposizioni generali Presentazione e legenda... pag. 7 Costituzione della Repubblica italiana 1. Delib.ne Assemblea Costituente 22 dicembre 1947. Costituzione della Repubblica Italiana...» 21 CODICE DI PROCEDURA CIVILE R.D.

Dettagli

INDICE PARTE I BREVE SINTESI IN MATERIA DI NOTE DI ISCRIZIONE A RUOLO O DI ACCOMPAGNAMENTO E DI CONTRIBUTO UNIFICATO

INDICE PARTE I BREVE SINTESI IN MATERIA DI NOTE DI ISCRIZIONE A RUOLO O DI ACCOMPAGNAMENTO E DI CONTRIBUTO UNIFICATO INDICE Prefazione.... vii PARTE I BREVE SINTESI IN MATERIA DI NOTE DI ISCRIZIONE A RUOLO O DI ACCOMPAGNAMENTO E DI CONTRIBUTO UNIFICATO Il contributo unificato e le note di iscrizione a ruolo (art. 13

Dettagli

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO

MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DECRETO 26 luglio 2012 Individuazione delle modalita di inserimento negli atti catastali della sussistenza del requisito della ruralita. (12 08730) (GU n. 185 del

Dettagli