XLV CONGRESSO SOCIETÀ ITALIANA DI NEUROLOGIA. Cagliari, Ottobre 2014 Fiera Internazionale della Sardegna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "XLV CONGRESSO SOCIETÀ ITALIANA DI NEUROLOGIA. Cagliari, 11-14 Ottobre 2014 Fiera Internazionale della Sardegna"

Transcript

1 XV CG CÀ UG Cagliari, ttobre 2014 Fiera nternazionale della ardegna

2

3

4

5 XV CG CÀ UG Cagliari Fiera nternazionale della ardegna ttobre 2014

6 Con il patrocinio del Comune di Cagliari

7 otto l lto atronato della residenza della epubblica taliana Con il atrocinio di residenza del Consiglio dei Ministri Ministero della alute stituto uperiore di anità egione ardegna Comune di Cagliari Università degli tudi di Cagliari Facoltà di Medicina dell Università degli tudi di Cagliari

8 Giulio osati CG Maria Giovanna Marrosu C- CG Francesco Marrosu CM CFC ldo Quattrone Bruno Giometto Carlo Ferrarese Mario Zappia Gioacchino edeschi eandro rovinciali CM CFC C Virgilio gnetti ocrate Congia leonora Cocco Maurizio Melis ntonio Milia Maria ita iras Maura ugliatti Monica uligheddu Gianpietro echi aolo olla Giorgio amburini nna icca ebastiano raccis el sito link XV Congresso - Cagliari 2014, saranno disponibili tutte le informazioni aggiornate sul Congresso 6

9 CG V residente ldo Quattrone Vice residente Bruno Giometto egretario Carlo Ferrarese esoriere Mario Zappia residente letto eandro rovinciali ast resident Giancarlo Comi Consiglieri lio gostoni lacido Bramanti Fabrizio ntonio de Falco icola e tefano oberto leopra aolo Girlanda eonardo opiano Giovanni uigi Mancardi Maria Grazia Marciani Giuseppe Micieli Vincenzo ilani sabella aura imone Michele inazzi anilo oni robiviri Carlo Caltagirone Carlo errati Gioacchino edeschi egreteria mministrativa tudio Conventuriena Via del Cavallerizzo, iena el Fax mail: ito 7

10 F Z G 8

11 CM GGUG eroporto Cagliari-lmas Km 5 ' M:.. 130, nuovo asse mediano di scorrimento, Via oma lato mare, Viale Colombo, Viale iaz. Voli diretti giornalieri per Milano, oma, orino, alermo, Bologna, Firenze, lbia, isa, Verona, apoli, Venezia, Catania. Voli via oma giornalieri per Bari, Bologna, Brindisi, Catania, Firenze, isa, Genova, amezia erme, Milano, apoli, alermo, eggio Calabria, orino, rieste, Venezia, Verona. Voli via Firenze per msterdam, Barcellona, ondra. Volo diretto per Genova e Monaco di Baviera la domenica. GH orto di Cagliari Km 1 : collegamenti diretti giornalieri per Civitavecchia; il mercoledì per apoli; il venerdì per alermo; la domenica per rapani e unisi. Collegamenti da lbia: per Civitavecchia tutti i giorni; per Genova il martedì, giovedì e sabato. Collegamenti da ortotorres: tutti i giorni per Genova GM: ortotorres - Genova giornaliero MBY : lbia - ivorno tutti i giorni escluso il sabato : Via oma lato mare, Viale Colombo,Viale iaz tazione Centrale tazione Garibaldi Z F: utobus linea C: F, Q, Via oma lato mare, Viale Colombo, Viale iaz U eguire indicazioni stradali "F" archeggio esterno iazza C F Z G 9

12 C G U

13 G 10 piano terra G 22 primo piano BX 18 primo piano BHG GHM 11 piano terra 20 primo piano M 16 primo piano CH 2 piano terra UMMU 13 piano terra FM U 14 primo piano FB HH 3 piano terra G HHC 12 piano terra GUH 1 piano terra HCH MC YM 11B piano terra H primo piano B 5 piano terra UBCK 17 primo piano MM 7 piano terra FZ 6 piano terra FZ 9 piano terra M Farmaceutici 8 piano terra H 21 primo piano Y 4 piano terra Z ZMB nternet Corner primo piano Y HM Book display area primo piano MC Z Book display area primo piano CC Book display area primo piano G Book display area primo piano M Hospitality uite 6 primo piano BG C Hospitality uite 4 piano terra MCK Hospitality uite 2 piano terra V Hospitality uite 5 piano terra F GZYM Hospitality uite 3 piano terra V Hospitality uite 1 piano terra C 11

14

15 rogramma scientifico

16 UUM C CG C CG B 11 B C CG. M U. M Z. M C GGM UM CHU 4 uove frontiere in medicina del sonno: farmaci, ventilazione e terapia intensiva V G CC M ZHM a diagnosi di Malattia di lzheimer: dal processo patologico alla neurodegenerazione e alla demenza CBZ C dem C GGM UM CHU 5 a terapia del dolore neuropatico tra evidenze attuali e futuri sviluppi C GGM UM CHU 7 isfunzioni neurogene del pavimento pelvico C GGM UM CHU 1 Come diagnosticare e trattare il paziente con malattia muscolare C GGM UM CHU 3 e cefalee croniche: dalla clinica alla terapia M arkinson e il paziente: le basi del percorso terapeutico con lo sguardo al futuro CBZ C UCB C GGM UM CHU 6 eurologia di urgenza 1 G G C GGM UM CHU 1 euroimaging avanzato: applicazioni cliniche 2 G G C GGM UM CHU 8 Concetto di consapevolezza in neuropsicologia clinica e forense M l percorso terapeutico della persona con clerosi Multipla: le scelte iniziali che condizionano il futuro CBZ C V C CG CM UGUZ Consegna remi ettura Magistrale Finis ardiniae: le immagini della ardegna. Maninchedda (Cagliari) CCK BVU solo aolo Fresu U Z U Z U CFFÈ U Z

17 11 B C GGM UM CHU (1) ore UMGG VZ: CZ CCH Moderatori. F (iena) - G. CH (apoli) rima parte Brain M. F (Milano) pinal Cord M. CC (Milano) Malattie vascolari. (oma) clerosi Multipla e altre malattie della sostanza bianca. GG (iena) 1 - G G econda parte pilessia. B (Catanzaro) Malattie neurodegenerative F. G (Milano) Cefalea. (apoli) umori M. CU (Chieti) ausa pranzo 15

18 11 B -. M C GGM UM CHU (2) ore CM GC Z C M MUC Moderatori C. G (adova) - M. MGG (Milano) rima parte Come cambia la nosografia delle malattie muscolari C. G (adova) esame neurofisiologico: un orientamento per la diagnosi G. MU (Cagliari) M muscolare: applicazioni nella diagnosi e terapia G. C (oma) Gli algoritmi diagnostici. M (Milano) econda parte approccio diagnostico: update morfologico M. MGG (Milano) apporto degli esami biochimici e genetici nella diagnostica M. F (Brescia) e terapie: quali, quando e per quanto tempo. MG (orino) l ruolo della fisioterapia e degli ausili nell approccio multidisciplinare. M (Messina) ausa pranzo 16

19 11 B C GGM UM CHU (3) ore CF CCH: CC Moderatori M. GUGG (sti) - G. BU (Milano) Considerazioni cliniche sulla definizione di emicrania cronica secondo la nuova classificazione H G.C. MZ (arma) a cronicizzazione del dolore cefalico M. GUGG (sti) ercorsi terapeutici farmacologici e non. utile la disintossicazione?. GZZ (Milano) l ruolo della neurostimolazione nella terapia delle cefalee croniche farmacoresistenti G. BU (Milano) U -. M ausa pranzo 17

20 11 B - C C GGM UM CHU (4) ore UV F MC : FMC, VZ V Moderatori F. MU (Cagliari) - M. UGHU (Cagliari) e terapie intensive specialistiche: verso un modello unico? F. FFU (avia) disturbi respiratori durante il sonno nelle malattie neurodegenerative F. MU (Cagliari) ischi e benefici degli ipnotici nella riabilitazione neurologica M. UGHU (Cagliari) elirium: dai meccanismi fisiologici a modalità di intervento M. ZGH (avia) C G ausa pranzo 18

21 11 B C GGM UM CHU (5) ore UC VZ U FUU VU Moderatori V. UG (Ferrara) - M. V (oma) erapia farmacologica del dolore neuropatico. possibile una terapia fondata sul meccanismo fisiopatologico? G. CUCCU (oma) farmaci oppiacei nel trattamento del dolore neuropatico. MCH (Milano) e nuove prospettive nella terapia farmacologica del dolore neuropatico. U (oma) trategie terapeutiche nel dolore farmaco resistente M. CZ (Milano) - C C G ausa pranzo 19

22 11 B Z -. M C GGM UM CHU (6) ore UG UGZ Moderatori. G (Milano) - F.. FC (apoli) l paziente che giunge in coma: etiopatogenesi e semeiotica F.. FC (apoli) l paziente che giunge in coma: percorso diagnostico e approccio terapeutico. G (Milano) l paziente che giunge con para/tetraplegia: etiopatogenesi e semeiotica M. M (Cagliari) l paziente che giunge con para/tetraplegia: percorso diagnostico e approccio terapeutico G. MC (avia) ausa pranzo 20

23 11 B C GGM UM CHU (7) ore FUZ UG VM VC Moderatori. C (Bologna) - G. MC (avia) natomia funzionale del pavimento pelvico M. GH (oma) iagnostica neurofisiologica. F (avia) Clinica e trattamento delle disfunzioni genito-urinarie G. CC (ncona) Clinica e trattamento delle disfunzioni gastrointestinali M. F (avia) - C C G ausa pranzo 21

24 11 B 2 - G C GGM UM CHU (8) ore CC CVZZ UCG CC F Moderatori G. B (avia) -. CC (Bologna) l concetto di consapevolezza in neuropsicologia. G (apoli) Correlati neurofisiologici della consapevolezza. UU (Milano) Consapevolezza e demenza: aspetti comportamentali e di neuroimaging G. B (avia) l tema della consapevolezza in ambito forense. CC (Bologna) G ausa pranzo 22

25 11 B V G CC M ZHM ore G M ZHM: C GC UGZ MZ in collaborazione con dem e ip Moderatore M. MUCC (oma) resentazione del documento M. MUCC (oma) l punto di vista del neurologo. V (Brescia) l punto di vista dello psico-geriatra. BCH (Brescia) iscussione C. CG (oma). C (Milano). B (Firenze) - C C G ausa caffè 23

26 11 B U -. M ore K Z: B C UC C GU FUU in collaborazione con UCB Moderatore F. CCH (oma) gonisti dopaminergici non ergot a confronto: aspetti preclinici G. CH (Cagliari) approccio terapeutico oggi per una migliore qualità di vita del paziente F. CCH (oma) iscussione M ausa caffè 24

27 11 B M ore C UC C C MU: C Z CH CZ FUU in collaborazione con eva Moderatori G. CM (Milano) - M.G. MU (Cagliari) rientarsi nella scelta terapeutica in basi ai fattori prognostici V. M (Milano) ntraprendere la terapia immunomodulante: rapporto beneficio/rischio. CZ (oma) isvolti di una comunicazione efficace con il paziente con clerosi Multipla. (Milano) 2 - G G ausa caffè 25

28 11 B U U M - C CM UGUZ U CG. QU (Catanzaro) residente della ocietà di eurologia M.G. MU (Cagliari) residente del XV Congresso Cagliari 2014 UÀ CG M CÀ UG U MG Finis ardiniae: le immagini della ardegna. MCH (Cagliari) C G CCK BVU FU 26

29 27

30 UUM C CG e novità nella terapia dell ictus CMUCZ clerosi Multipla 1 C CG CMUCZ eurofisiologia clinica C CG MC 12 B. M U. M Z. M 1 G G 2 G G CMUCZ onno CMUCZ iabilitazione neurologica e neurotraumatologia CMUCZ euroimmagini CMUCZ Casi clinici CMUCZ emenza e invecchiamento CMUCZ Malattie neuromuscolari CMUCZ Cefalee M l dolore vertebrale: terapia percutanea mininvasiva CBZ C CÀ UG M a B adattativa nella Malattia di arkinson M l valore dell esperienza CBZ C V M l rimodellamento dinamico della struttura e della funzione dei circuiti neuronali: il ruolo della microglia CBZ C CH M l delirium: neurologo e geriatria a confronto CBZ C CZ CG - G M anti-coagulazione nel paziente post ia/ictus: il percorso decisionale dalle linee guida alla gestione pratica CBZ C FZ BM M l rischio terapeutico nella clerosi Multipla: evidenze, percezione e aspetti medico legali CBZ C MCK M trategie per la gestione dell ictus: modelli organizzativi in fase acuta e pratica clinica CBZ C BHG GHM U C CG CMUCZ euroimmunologia e neuroinfettivologia G C CG WKH isturbi del cammino nelle sindromi parkinsoniane WKH a mano bionica: dalle neuroscienze alle tecnologie più avanzate U CFFÈ U Z C U CFFÈ WKH Upgrade in tema di Malattia di Huntington e indrome di ourette WKH organizzazione della cura delle donne affette da patologia neurologica WKH e gravi cerebrolesioni. rattamenti estremi e cure palliative WKH alla diagnosi clinica alla diagnosi molecolare delle malattie neurodegenerative: ruolo dei marcatori liquorali WKH e infezioni opportunistiche del sistema nervoso centrale da immunodeficienza acquisita WKH roblematiche sullo shift tra trattamenti di seconda linea della clerosi Multipla WKH tanti volti della Malattia di arkinson Casi clinici 1 Casi clinici 2 Cefalee 1 onno Malattie cerebrovascolari 1 clerosi Multipla 1 euroimmunologia e neuroinfettivologia eurogenetica Malattie degenerative Malattie neuromuscolari 1 europsicologia clinica

31 12 B ore VÀ CU Moderatori. Z (Firenze) -. (oma) e nuove linee guida sulla trombolisi e.v. e sui trattamenti endoarteriosi. (oma) a sono - trombolisi: dai dati di letteratura alla proposta del trial U M. (a pezia) ove le troke Unit non possono arrivare: la telemedicina B. GM (reviso) nuovi anticoagulanti in prevenzione secondaria. Z (Firenze) Consegna ward Merck erono U U M - C C G ausa caffé 29

32 12 B U U M - C C G CMUCZ : C MU 1 ore Moderatori. CCC (Cagliari) - G. V (alermo) C F F MU C WH C F MYG CC CK. FF, G. UC,. GHZZ, G. CM, V. BC M, F.,. UG, C. ZZ, M. M, G. M,. MF, G. U, G. ZM,. MM, G. CG,. BGMCH, M. MU, G. CH, B., G. GU, C. V,. M, M. M,. MG, V., M. J, BHF F H MWB GY UY GU (Bari, anta Maria mbaro - CH, Gallarate - V, Milano, apoli, Catania, Chieti, oma, Firenze, alermo, Barletta, Matera, avia, Cagliari, cquaviva delle Fonti - B, Macerata, Foggia, Fidenza - ) H FFC F ZUMB FGM CC, UYCHGC M MU G MG MU C: -Y CMV UY M. F, G. CC,. Z, M. GH, M. C,. M, F. M,. F, G. CM, M. CC (Milano, an Giovanni otondo - FG) M MU F B HY WH CCY YM UGGV F MU C. H CB FU UFM V V. Z, C.,. ZCC, M. UGG, M. MQU,. C, F. CUZ, M. J (Bari) CM F CGV FMC BW MU C WH C- VU U- B. HKK, C. CC,. CC, B. G, M. G,. Ò, C. C, M. M,. GG, F.,. F, M. M (Firenze, iena) UK-1β CV H C 53 CU XCXC UG G MU C., V. U, C. M, G. MCCHU, F. BU,. CZ (oma) M F BY G MU C V. B, F. F,., C. ZZ (oma) G WH M BM CGV MM M: MUC B UY. BCC, M. CC,. G, F. BKHF,. HM,. F, C. ZG,. G, H. HU,. MC, M. M, F. FZK, G. CH, G. CM, M. F (Milano, msterdam -, ondon - UK, iena, Graz -, apoli) CGV MU C M.,. UCC, J. GFM,. YZ, G. MC,. CCG (Genova, Chicago - U, ondon - UK) ausa pranzo con poster 30

33 12 B CMUCZ : UFG CC ore Moderatori. MG (avia) -.M. CCH (Foggia) VBU-VK MYGC : VG BM FUC K.., F. GM, K. UU,. MC, G., V. G,. U, F. U (assari) GG H UCU UCU: C HW H WY M. V,. MZZ,. (oma) F G FB CMYGHY (FMG) H FF G F BUB M U MYH GV G. C, V. C,., M. MUÒ, G. CH (apoli) C C CU MU FFC G FH VU VK G. G,. MY, J. CH,. F, C. V, J. HW,. C (ovara, ondon - UK) FFC F HGH-V B FG C U XCBY F. C, M., G. FG, G. C, G. CH,.,. CB, F. (atina) C GU F -K CY UC BY V CV MU., M. U, M. BK,. MG, V. GV, M. M, G. G F,. CBÒ,. G,. QU (Messina, Minia -, Verona) BM FUC MU C (M): CC, MGC C MGG (M) UHYGC FW-U M.. CBB,. MG, G., F. GM, G. UZ,. U, M. C, F. U (assari) VVM F H FB Y Y ZHM : VC FM C CHC MGHY. F, F. V, G. MGG,. G,. HUY,. C, G. MG, G. CM,. C (Milano) - C C G ausa pranzo con poster 31

34 12 B - C C G CMUCZ : ore Moderatori. F MB (Milano) - G. GG (Udine) VGM F FCY M BHV M CGV MM V. BU,. U,.,.,. M, C. M,., G. MC (oma) G-CU MGC FF: MK F M BHV?., F. C,. CC, M. F,. BUCHZZ,. B, F. FMÀ,. G,. MB, G. MBUC, F. B (Genova) G YM B G. BB,. ZU, M.,. MC,. VU,. M, M. V, G. GG (Udine) F CC HYHM H MGM F F CCU (C). CÒ,. CBÒ,. MUCÀ,. V,.,.,.,. C,.,. BM (Messina) VU F C M-M HCK WH HC G YM. ZU, F. J, M. Z,.,. B, M. V, G. GG (Udine) GY XC MV YM: C GU V-YMGHC CGHC UY UG VU MMUGBU M. B, F. V,. V, M. QU,. VC,. GU (Bologna, imini, xford - UK) M UCU F G MVM CVY UG U K FFC F MGC M M. FG, M. UGHU,. CÒ,. GG, F. MU,. F (Cagliari, roina -, Forlì) H F MG-VG QU C M M MU FM V M: CC F M UBJC GU Y H YM. CC,., M. UGHU, M. FG,. CCU,. CGU, C. MU,. ', F. MU, M. M,. CCC (Cagliari, chönenbuch - CH) ausa pranzo con poster 32

35 12 B CMUCZ : BZ UGC UUMG ore Moderatori G. FCH (Verona) - F. (ozzilli - ) V C MGC MU CU WH CYCG F W MB M YFUC CHC K: MZ, CB-C, CV UY. CHFF, F. G,. HUY, M. FCH,. U,. C,. F, G. MGG,. G,. GG, M., M. CM,. ZG, G. CM,. C (Milano, Be er-heva - ) U UG W BC G G. CGH, M. U, F. C,. CCC, J. FU, G. FU,. FC, G. CU,., M. MU (Cagliari) MK YU K G: FFC F V HGH CC FC XC G. GZZ, F., M. G,. G,. B,. MU, G. MZZ,. CK,. C, G. G, M. MC,. ZU,. G (Ferrara, Cesena) CHG HMC G- FUC CCVY UC BY HM-B CGV HB GM WH MU C. GG, F.,., F. UC, C. ZZ,. (oma) H U UB F GUG CVY CHC H: FM UY WH 6-MH FW-U G. MC, G. B,. C,. F, M. GF,. M,. MG (overeto -, oma, Verona, Basel - CH) F VC F H C-G FFC MU C. MC, M. CBB,. ZB,. U,. G,., G. MUU, G. BU, M. UG, F. U (assari, zieri - ) B-CMU FC B B CY F K G MV M FUC F. CH, G. M, M.,., M. GH, M. M,. UCC,. F, F. CC,. M (oma) YCHGC W-BG F BC UHB FFC BY CHC K.. CBÒ, M. C,.,.,. B, G. MB,., M. U, F. BÈ,. UC,. BM (Messina) - C C G ausa pranzo con poster 33

36 12 B -. M CMUCZ : UMMG 1 ore Moderatori G. F (Brescia) -. (Milano) BF, CM GC YMHM CMB H FFC UCBY F B UCU GY. CU, M. K, F. G,. MUJZ,. VKVC,. F, V. BCC, G. CM,. CC VK, M. F (Milano, Belgrado - ) GU M CHG CGVY V M. CM,. BCC, F., G. MUZZ, G.,. BV,. VG, M. C, G. CH,. G (apoli, alerno) HGY M CG V UC WK FFCCY MU C M., V. H,. MUH,. YZ, F.,. M, M., C. WH-KGH,. M,. CH (Genova, ondon - UK, Cardiff - UK, Basel - CH, avia) G HMC MG CGV MM WH MU C: MUC UY. BCC, M. CC,. G, F. BKHF,. MUH,. F, C. ZG,. G, H. HU, K. B-ZZ, M. M, F. FZK, G. CH, G. CM, M. F (Milano, msterdam -, ondon - UK, iena, Graz -, apoli) UBGC MCHM UYG MJ MU C. M,. CC,. C,. FC, V. V,. CÒ,. V,. QU (Catanzaro) B FUC K WH FZG F G UG CV M, C BV M MGY K F. G,.,. M, M. VÈ,.,. GUCC,. G,. F, G. CM, M. F (Milano) Y B HY WH U BY MU C. F,. GG, M. M, M. BG, F.,. UC, M. BZZ, M. B,. M,. GU, M. M,. CC, M. M (iena, mpoli, Genova, Firenze) H FM F FMMY MY CB WH M. MGG,. CUMMG MC, M.. GÁ,. BVCH, J. WH, H.. KGH, M.,. WU,. C. V,. MC,. JCB,. WM,.. CH (Firenze, outhborough - U, Bethesda - U) ausa pranzo con poster 34

37 12 B CMUCZ : C CC 1 ore Moderatore. G (Ferrara) YHHY U V C MU UG G FM FC: XC H G FM U. CH, F. GU, C. B,. M,. V, F., V. VM,.,. VGH, G. M, M. F,. V (Brescia, Ferrara) HY F HCM FM CGV FC WH H- YM, Y M. BUCH,. VCCH, M. C,. GMMC,., C. BU, C. CG, M. BZZ (oma) W U HY H1- MUCU HY F., B. C,. CH,.,. VGH, V. VM, C. G,. V, M. F (Brescia, Milano) W UMMU CH C WH G5 B MBG F M: CC UHGC CHCZ. CG,. F,. B, M. G, M. ZCC, G. ZU,. MC, B. GM (adova, Verona, reviso) C YM: FM C M. C,. C,. MBU, M. M,.,., G. VU (orino) C F MCH MMB - C UG (M) U. M,. CV, C. MG,. BUZZ,.,. CMM,. C,. M, G. BC,. CHÒ (orino) V V F UKCHHY WH BM C VVM HGH B C WH 2 G MU.,. B,. B,. CH,. VÀ, G. CM, G. CM, C. CG, M. BZZ (oma, Milano) UUU CC FU F C F FX. U, G. B, M. M, G. BBG, G. U, M.,. GMB,. QU (Catanzaro) U -. M ausa pranzo con poster 35

38 12 B Z -. M CMUCZ : MZ VCCHM ore Moderatori M. MUCC (oma) -. B (Firenze) WH M MG C H -F CUUM F. G,. GUCC,. M, F. C, G. MG,. V,. MC, M. VÈ,. F, G. CM, M. F (Milano) FFU M CBU H MUM G F MY GV H. M. F, F. G,. CU,. GUCC, G. MG,. MC, M. C,.,. V,. F, G. CM, M. F (Milano, an Giovanni otondo - FG) H MMY F BUY UVV ZHM (BU C H MMY).,. F,. B,., F. MMM,. BB, V. M C, M. UC, C. V (oma) B HWY VVM CHCC F YC V F ZHM. MV, F. G, F. C, G. MG,. MC, M. FU,. F, G. CM, M. F (Milano) W F M VU CGV MM: 3-MH 1 Y F K VVW. CZZ, G. MMB, M. V, C. MC, M. Z,. ZZ,. V (Brescia) B 18F-FG HY- HYMBC M WH WY-B. CC, C. CM,. CC, G. MG,. (Milano) F M2 WH ZHM : GC VBY M X. GMB, C. FG, M.,. CFF, F. CC, G. G,. MGG,. GH,. GHZZ, C. M,. C (Milano) CCUG M BMK MY GV H. GHZZ, C. FG, C. V,. GH,. B, M.,. CFF,. C,. GMB (Milano) ausa pranzo con poster 36

39 12 B CMUCZ : M UMUC 1 ore Moderatori. B (Milano) - G. (apoli) UG WH B CCUMU (B): C F W C. CU,. BG, M. GUC, F. C,., M. GMB, F. B,. MUUMC (roina - ) G1 MU CU F U M Y X UHY G. CQU,.,. M,. B, C. M,. Y (Milano) VM F U CMHV CC VU FM B U F H HYC CHCZ F UBJC CYG 4Z4 UC G. CC,. UGG,. VC, F., M. GV, F. M,. KC, J.,. MGG,. V, M. C,. BUCC, M. 'MC, G. 'G, M. M,. B, M. F, G.,. MUZ,. M,. CC, C. C,., G. C, C. G,. G, M. MGG,. MG, G. M,. U (Modena, isa, apoli, orino, ondon - UK, Milano, adova, oma, Chieti, Bosisio arini - C, Cagliari, avia, Brescia, Messina, ido di Venezia - V, Verona, Worcester - U) FU-M XCUV WK CCVY WH MYC YHY Y 1 F. C, F. G,. C,. UGG, V. K V -JV, G. CM, V. KC, M. F (Milano, Belgrado - ) M V FB HGY CC. CH, G. U,. FG, B. GU,. MB,. V, F.,.,. C, M. F,. V (Brescia, Milano) UF GM B H UHY:?.., F. G, F. GH, C. BUCC, C. G,. B- Z (ozzano - M) B FM XM F VCU -V YMHCY GC CG F WH M ().,. MUUMC, F. MG, M. M,. MG,. C, C. C,. C (Messina) C BM WH M () F. MG,. MUUMC, F. G, M. G,. C (Messina) 1 - G G ausa pranzo con poster 37

40 12 B 2 - G G CMUCZ : CF 1 ore Moderatori G.G. B (Varese) -. (orino) MG CHMC H : M-Y F BV U. CC,.,., F.,. C ( quila) VC F B MHMC CHG UG H MG CYC G. C,. Z,.,. CV, C., C. Z, G. Z,., V., M., F. U, G. FM, F. BC, F. (oma, atina) V VM FCCY WH CHC MG M.. MZZ,. V, M. CUC, M. MB, G. B,. QU, F. B (Catanzaro) M FG HC C HY (H): U 60. CH, M. CU, G. FGÒ,. CC,. CC,. BCH MZ,. B,. 'MC (Milano) HCH HC C HY: H CFC FU?. MC, M. CU (Milano) V CY C WH CGV-BHV YM M. MB,. V, M. CUC, M.. MZZ, G. B, M. M,. CHUB, M. CCC,. QU, F. B (Catanzaro) MG F -CFC YMM F H YFUC? V.,. M,. V, G. FCC (Verona, rieste, Udine, oma) G FUC CCVY BM C WH MG. M, M. CC, B. CMB,. M,. F, G. CM, M. F (Milano) ausa pranzo con poster 38

41 12 B CMUCZ : UMMUG UFVG ore Moderatori. U (orino) -. B Z (Milano) Y-UMMUY MYH GV V. M,. C,., G.,. B,. BCC,. V (oma) H F GU MMUY MU C M.J. M, M. FC, M. GH,. M, G. CM, V. M (Milano) M F UMY C WH UXMB: MY U FM GY. VZZ, M. CBC, F.,. CZ,. UCC,., C., G. U,. FU,., M. FC, G. CM,. GHZZ (Gallarate - V, rbassano -, Catania, oma, Genova, adova, Bari, apoli, Foggia, rato, Milano) F UG F G K C F M WH FGM MU C. F,. M, F. V,. B, M.,. BCH,. GB, M., C. GV,. CZZ,. (Modena) CHC G FMMY C U (C): W C M. G, M.. FUC, G. CV, C. F,., M. FG (Monza) CC FU UCM F W VU UVV (W) GU, VC, ',. ZU,. B, M. V, G. GG,. ' (Udine, ortogruaro - V) MCY V MCVC WH MU C. FFC F CU MMU M F H. G, M. B, V. FCC, M. ZZ,. CCH,. FU, C. V (Foggia, Milano) CMB C H MY: CC M FU C. U,.,. MC,. FU,. CF, B. BC,. FCV, M. GU,. V, M. UZ,. M, C. (Bari) U - C C G ausa pranzo con poster 39

42 12 B U -. M rima parte M ore V Z in collaborazione con ovartis Moderatore M.C. M (oma) ntroduzione: il valore dell esperienza M.C. M (oma) importanza di agire sul danno locale e diffuso: oltre l esperienza. F (iena) Modificare il decorso della malattia: dall evidenza all esperienza G. CM (Milano) early switch nella clerosi Multipla: il valore dell esperienza C. ZZ (oma) a real world evidence: il significato clinico dell esperienza M. J (Bari) iscussione econda parte V l valore dell esperienza nell era social M.G. MU (Cagliari). B (Genova). B (Milano) esperienza dell innovazione: il futuro è già oggi M.C. M (oma) G. CM (Milano) M. J (Bari) ausa caffè 40

43 12 B M ore CGUZ Z /CU: C C GU G C in collaborazione con fizer e Bristol Myers quibb Moderatori M. M (Cagliari). C (orino) elatore M. (a pezia) 1 - G G ausa caffè 41

44 12 B - C C G M ore VB: CU MVV in collaborazione con la ocietà taliana di euroadiologia Clinica G. CUCCU (oma) a patologia discale G. B (apoli) Moderatori. C (apoli) - G. CH (apoli) a patologia faccettale e sacroiliaca M. GUCC ( quila) a patologia neoplastica vertebrale primitiva M. MU (apoli) l crollo vertebrale (cementoplastica robotizzata) C. U (Bari) ausa caffè 42

45 12 B M ore B V M K Moderatori. (orino) -. QU (Catanzaro) erché andare oltre? imiti della stimolazione cerebrale profonda convenzionale. M (Grenoble - F) a filosofia della stimolazione adattativa e i sistemi closed loop. MCG (Milano) ffetti clinici della B adattativa nella Malattia di arkinson. (Milano) B adattativa, ricerca clinica e ricerca industriale nelle neurotecnologie: evoluzione della ricerca sanitaria? M. CC (oma) -. M ausa caffè 43

46 12 B Z -. M M ore UM: UG G CF in collaborazione con l ssociazione taliana di sicogeriatria G Moderatori C. F (Monza) - M. BUCCH (oma) Basi neurobiologiche del delirium. MZZ (Monza) l delirium nelle patologie neurodegenerative. V (Brescia) Fenomenologia e diagnosi del delirium G. B (Monza) revenzione e terapia del delirium. M (Cremona) ausa caffè 44

47 12 B M ore CH UC C MU: VZ, CZ MC G in collaborazione con Merck erono Moderatori M.G. MU (Cagliari) - G. CM (Milano) Correre entro i limiti: valutazione del rapporto rischio / beneficio. CZ (oma) a percezione del rischio: confronto medico paziente V. M (Milano) Quando il limite viene superato: responsabilità professionale e aspetti medico legali M. GH (osta) 1 - G G ausa caffè 45

48 12 B 2 - G M ore G G CU: M GZZV F CU C CC in collaborazione con Boehringer ngelheim ctus acuto: stato dell arte. (oma) Moderatore. C ( quila) a prevenzione dell ictus ischemico, perché è importante proteggere il cervello V. C (erugia) G ausa caffè 46

49 12 B M ore MM MC UU FUZ CCU U: U MCG in collaborazione con pitech Moderatori F. MU (Cagliari) - C. CG (oma) elatore. M (apoli) U -. M ausa caffè 47

50 12 B U U M - C C G WKH ore UB CMM M K Moderatori G. BBUZZ (Genova) -. (orino) Fisiopatologia dei disturbi del cammino G. BBUZZ (Genova) Cognitività e marcia nelle sindromi parkinsoniane C. V (apoli) ffetti della B sui disturbi del cammino M. ZZ (orino) pprocci innovativi alla riabilitazione del cammino nel paziente parkinsoniano. (Genova) 48

51 12 B WKH ore M BC: UCZ CG Ù VZ Moderatori. BM (Messina) -.M. (oma) spetti generali di robotica M.C. CZZ (isa) lettronica e biomeccatronica della mano robotica. GUGM (oma) nalisi del segnale per controllo della mano robotica. MC (osanna - CH) eurofisiologia della mano robotica.m. (oma) - C C G 49

52 12 B - C C G WKH ore UG M M HUG M U Moderatori F. MU (Cagliari) - F. QU (ozzilli - ) uove prospettive terapeutiche nella Malattia di Huntington F. QU (ozzilli - ) azienti in supporto dei ricercatori: l esempio della ega taliana icerca Huntington H B. (oma) pprocci innovativi di imaging in malattie neurodegenerative U. B (oma) a fm nello studio della Malattia di ourette F. MU (Cagliari) 50

53 12 B WKH ore 'GZZZ CU FF G UGC Moderatori. (Milano) - M.. V (Udine) organizzazione dei servizi per la cura della donna con malattia neurologica. (Milano) l progetto Bollini osa e la neurologia. HM (Milano) a liason gonadi-cervello e l importanza dei periodi critici riproduttivi. (avia) a presa in carico della donna con epilessia tumorale M. MCH (oma) a gestione interdisciplinare della paziente in menopausa: collaborazione tra ginecologo, neurologo e cardiologo M.. V (Udine) - C C G 51

54 12 B -. M WKH ore GV CB. M M CU V Moderatori C.. F (Cazzaniga - BG) - C. (Genova) Cure palliative nell ictus cerebrale F.. FC (apoli) - C. (Genova) ecisioni di fine vita e cure palliative nei traumi cranioencefalici. VC (ncona) Cure palliative nelle fasi terminali della demenza C.. F (Cazzaniga - BG) eurologia palliativa o cure palliative in neurologia?. VC (ncona) 52

55 12 B WKH ore G CC G MC M UGV: U MC QU Moderatori. CB (erugia) -. V (Brescia) Malattia di Creutzfeld-Jacob: quali indicatori per una diagnosi precoce?. CH (Bologna) Basi molecolari comuni tra Malattia di lzheimer e Malattia di arkinson: implicazioni diagnostiche. (erugia) clerosi aterale miotrofica: biomarker genetici vs liquorali V. (Milano) e varianti cliniche della degenerazione fronto - temporale: ruolo dei biomarker nella diagnostica clinica B. B (Brescia) U -. M 53

56 12 B Z -. M WKH ore FZ UCH M V C MMUFCZ CQU Moderatore G. CM (Milano) in corso di infezioni da HV. F (Verona) nel paziente non immunocompresso da HV. F (Verona) M e clerosi Multipla: aspetti clinici e gestionali G. CM (Milano) M e meccanismi patogenici. CQU (Milano) 54

57 12 B WKH ore BMCH U HF M C C MU Moderatori. GHZZ (Gallarate - V) - M.G. MU (Cagliari) lgoritmo degli shift V. M (Milano) Management degli shift. CZ (oma) roblematiche sulla sicurezza. CCC (Cagliari) ossibili interazioni tra trattamenti di seconda inea. B (orino) 1 - G G 55

58 12 B 2 - G WKH ore V M K Moderatori. QU (Catanzaro) - M. Z (Catania) l volto tremorigeno G. B (Catanzaro) l volto acinetico rigido M. M (Catanzaro) l volto psichico. UC (Catania) l volto cognitivo M. MB (apoli) G 56

59 57

60 UUM C CG e cellule staminali come potenziale trattamento delle malattie neurodegenerative: aspetti di base ed etici C CG C CG UÌ 13 B. M U. M Z. M 1 G G 2 G G U C CG C CG U CFFÈ U CFFÈ CMUCZ clerosi Multipla MB C M a terapia aferetica nelle encefaliti autoimmuni CBZ C dm CMUCZ eurogenetica CMUCZ Malattie degenerative C l rischio di caduta. videnze attuali per un approccio multidisciplinare CBZ C MM C GGM M CÀ FM C MU a clerosi Multipla: aggiornamenti per infermieri CMUCZ euroimmagini U Z C U Z C M imetilfumarato per il trattamento della clerosi Multipla CBZ C BG C CMUCZ Casi clinici M Challenge accepted: selective induction CBZ C GZYM F CMY M Challenge accepted: early prevention on disability progression CBZ C GZYM F CMY M trumenti avanzati per la diagnosi precoce delle malattie neuromuscolari. Focus sulla Malattia di ompe CBZ C GZYM F CMY U CFFÈ CMUCZ isordini del movimento M europrotezione nello stroke ischemico: dalla ricerca di base nuove opportunità terapeutiche? CBZ C CÀ UCZ CMUCZ Malattie cerebrovascolari CMUCZ Cefalee U Z C M immagine della Beta miloide: un biomarker per la diagnosi del deterioramento cognitivo CBZ C M MGG M ivaroxaban per il neurologo CBZ C BY M uove evidenze cliniche nell uso dello spray oromucosale a base di cannabinoidi nella spasticità da clerosi Multipla CBZ C M M approccio terapeutico multidisciplinare con tossina botulinica di tipo CBZ C G M Conoscere e riconoscere la neuropatia motoria multifocale CBZ C BX CMUCZ Malattie del motoneurone WKH europatie vegetative WKH Complicanze muscolari dalle malattie internistiche WKH a clerosi aterale miotrofica () ha cambiato confini? WKH ovra- e sotto-utilizzo di strumenti diagnostici e terapeutici in neurologia WKH istonia e tremore WKH parkinsonismi atipici e secondari WKH erapia precoce o preclinica per le malattie neurologiche? WKH e malattie di lzheimer WKH isabilità grave nella clerosi Multipla. erapie disease-modifying, terapie sintomatiche, cure palliative WKH ributo ad ndrea Vesalio a 500 anni dalla nascita ( ) G Casi clinici 3 Cefalee 2 emenza e invecchiamento 1 isordini del movimento 1 Malattie cerebrovascolari 2 Malattie neuromuscolari 2 Malattie del motoneurone euroimmagini clerosi multipla 2 eurofisiologia clinica euroscienze di base

XLV CONGRESSO SOCIETÀ ITALIANA DI NEUROLOGIA. Cagliari, 11-14 Ottobre 2014 Fiera Internazionale della Sardegna

XLV CONGRESSO SOCIETÀ ITALIANA DI NEUROLOGIA. Cagliari, 11-14 Ottobre 2014 Fiera Internazionale della Sardegna XV CG CÀ UG Cagliari, 11-14 ttobre 2014 Fiera nternazionale della ardegna XV CG CÀ UG Cagliari Fiera nternazionale della ardegna 11-14 ttobre 2014 Con il patrocinio del Comune di Cagliari otto l lto

Dettagli

tana del pazzo e cocc è di meglio?

tana del pazzo e cocc è di meglio? d pzz B L V g v L f d M Cppè T d Luc M, g u... u G ccc è d mg? c c 72 TUTTOmb TUTTOmb 73 d pzz Ty cc. M cm qud u c p d p d k p I bk è M d, c v d u, dvv u u m v p d c I pcu f ch è p c u cpp d M + Hgh R

Dettagli

10.35-11.00 Discussione poster con caffé

10.35-11.00 Discussione poster con caffé UD 2004 D GG ore 8.30 10.30 UGZ UGH oderatori F.. D F (apoli). U (orino) 8.30 ctus cerebrale: modelli organizzativi nella fase acuta V. (Vicenza) 9.00 o stato di male: diagnosi e terapia. U (ologna) 9.30

Dettagli

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA)

Prova di coltivazione di varietà di pomodoro resistente a virosi in territorio di Termini Imerese (PA) Pg fzz R m v u p mp, vzzz puz mzzz h u Avà 2011 Pv vz và pm v Tm Im (PA) (: Gh p Rpb.O.P.A.T.. 57 m) PREEA 2001 z Opv EA m h vu ff v pbmh g h vu vz p mp; p, puz pm u p pm 80% puz vb. vgh ffu p Uvà g u

Dettagli

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014

al Braglia! Campagna Abbonamenti Stagione Sportiva 2013/2014 V l Bgl! g bb g v 213/214 2 g bb g v 213/214 BBNMN P BUNM UÀ 1.25 BUNM LL 1.5 BUNM P BUN B F BUN P 7 42 28 8 21 PXYZ BUN P v B PLNM 38 225 14 8 21 F N LL 23 145 125 8 21 G H L M N Q GN P N NN.GV. NN UN

Dettagli

Il fantasma di Canterville

Il fantasma di Canterville TR O I f d Cv TA TE A I Ad Gc T! FA N SCHEA IATTICA f d Cv (Th Cv Gh, 1887) è u cb cc uc gv d Oc Wd Pubbc v u v Th Cu d Scy Rvw, cc bb u ucc cu d 'g N zz u d c, v È u d d S d f Lgg gu b d' g d Wd, d dd

Dettagli

Codice dello studio: TRAPIANTO...E ADESSO SPORT. 3.1 Disegno dello studio 05 4. POPOLAZIONE DELLO STUDIO 13

Codice dello studio: TRAPIANTO...E ADESSO SPORT. 3.1 Disegno dello studio 05 4. POPOLAZIONE DELLO STUDIO 13 PROTOCOLLO DIRI CERCA TRAPI ANTO... EADESSO SPORT Ef f v àf z g Qu è u m m, f f g u m : U. O. T u S u v à v, Az USL M ; U. O. M S USL1 3M, V z ; U. O. C. M S, P v ; G u M C S u I k, B g ; U. O. N f g D

Dettagli

XXXVIII. Congresso Società Italiana di Neurologia

XXXVIII. Congresso Società Italiana di Neurologia XXXV Congresso ocietà taliana di eurologia Firenze Centro Congressi - Fortezza da asso 13-17 ottobre 2007 otto l lto Patronato della Presidenza della epubblica taliana Con il Patrocinio di Presidenza

Dettagli

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Gu Rg D G D C C Fm, I A. N AOOGRT/ 0272442 /Q.90.70 F, 24/10/2013 Ag Mgg ug 2013 Mgg g ug 2013 Ogg Mgg fmu ug 2013. A A D u Lug M EDE A D G DG D C C V G EDE A Rb A Cm m A L EDE A D G A UL T EDI C DGRT

Dettagli

XLI Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia Pediatrica Programma Preliminare

XLI Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia Pediatrica Programma Preliminare XLI Congresso Nazionale della Società Italiana di Neurologia Pediatrica Programma Preliminare 9.00-12.30 MERCOLEDI 25 novembre CORSI PRECONGRESSUALI CORSO NEUROLOGIA NEONATALE in COLLABORAZIONE CON SIN

Dettagli

LE CEFALEE SECONDARIE:

LE CEFALEE SECONDARIE: LE CEFALEE SECONDARIE: IATROGENE E CARDIOVASCOLARI SARNICO (BG), SABATO 22 SETTEMBRE 2012 Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee Associazione per una Scuola delle Cefalee Presidente

Dettagli

IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012

IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012 IV Giornata ANIRCEF in Lombardia Le Cefalee Secondarie: Iatrogene e Cardiovascolari Sarnico (BG), Sabato 22 Settembre 2012 Associazione Neurologica Italiana per la Ricerca sulle Cefalee Associazione per

Dettagli

""#" " $" " " "#" "#"

#  $   # # ! ""#" " $" " " "#" "#"! ! "!#$%&'#$%!"$#%($%% $ )! """#!$ % #""#!&!#"# $'! (!# ( ")(' $$*($(' ' #!!$# +""#!# # #&& #"# #( +, + (' # #,'(,#,,#,'(, %# -#+'&+'&& #('!! # #(' (# #&.$/ %("!$ ( "# (&($ 0 "&

Dettagli

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270)

PERCORSO DI FORMAZIONE DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MEDICINA E CHIRURGIA (D.M. 270) I primi 2 anni di studio sono finalizzati a fornire le conoscenze nelle discipline di base, biologiche, mediche, igienico preventive e i fondamenti della disciplina professionale, quali requisiti indispensabili

Dettagli

Disturbi respiratori nel sonno

Disturbi respiratori nel sonno III CORSO AVANZATO UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose aggiornate Con il patrocinio di Forlì, 13-14 Novembre 2014 UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose

Dettagli

Non-dopaminergic Parkinson s Disease

Non-dopaminergic Parkinson s Disease TORINO Centro Congressi Torino Incontra 10/11 maggio 2013 Corso Avanzato Bruno Bergamasco LIMPE 2013 Non-dopaminergic Parkinson s Disease PROGRAMMA Presidente del Corso Leonardo Lopiano Comitato Scientifico

Dettagli

Sonno - Percorsi Clinici, Farmacologici, Psicologici e Riabilitativi

Sonno - Percorsi Clinici, Farmacologici, Psicologici e Riabilitativi Il sonno non è solo dormire forse sognare, ma è quel terzo della nostra vita in cui la relazione reciproca con molte patologie neurologiche, cardiologiche e respiratorie è oggi così delineata da indurre

Dettagli

Disturbi respiratori nel sonno

Disturbi respiratori nel sonno III CORSO AVANZATO UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose aggiornate Con il patrocinio di Forlì, 13-14 Novembre 2014 UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 Responsabile Scientifico Titolo Evento Tipo Corso Trimestre di svolgimento Durata attività formativa in ore Numero partecipanti Obiettivo formativo 1 Giancarlo Proietti Necci

Dettagli

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Dettagli

Franco Patrone DIMI, Università di Genova

Franco Patrone DIMI, Università di Genova PRINCIPI DI ONCOLOGIA GERIATRICA Franco Patrone DIMI, Università di Genova Genova, 16 Ottobre 2010 I Tumori nell Anziano: Dimensioni del Problema Più del 50 % dei tumori si manifestano tra i 65 e i 95

Dettagli

XL Congresso Società Italiana di Neurologia

XL Congresso Società Italiana di Neurologia X Congresso ocietà taliana di eurologia PD 21-25 novembre 2009 PZZ D F PG DF X Congresso ocietà taliana di eurologia Padova Palazzo della Fiera 21-25 novembre 2009 otto l lto Patronato della Presidenza

Dettagli

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute

Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute Strutture Sanitarie convenzionate da UniSalute per il Fondo mètasalute ABRUZZO Case di cura / Ospedali / Day-Surgery CHIETI e provincia L'AQUILA e provincia PESCARA e provincia Centri diagnostici /Poliambulatori/Studi

Dettagli

S N O CIENZE EUROLOGICHE SPEDALIERE. 4-5 Aprile 2014 - Crotone

S N O CIENZE EUROLOGICHE SPEDALIERE. 4-5 Aprile 2014 - Crotone S CIEZE EURLGICHE 4-5 Aprile 2014 - Crotone 8:30 9:00 9:30 - Registrazione Partecipanti - Saluto Autorità ~ Presidente del Congresso D.Consoli - Presentazione e obiettivi del congresso ~ D.Bosco Coordinatore

Dettagli

Eventi. Saint-Ours. Pegaso. Donnas. Aosta. Canavese Valle d Aosta. 30-31 gennaio. artigianale S.C. PELLET A PARTIRE DA 4,35 al SACCO.

Eventi. Saint-Ours. Pegaso. Donnas. Aosta. Canavese Valle d Aosta. 30-31 gennaio. artigianale S.C. PELLET A PARTIRE DA 4,35 al SACCO. 2 u2 V EcVé SPURGHI - DISOTTURZIONI VIDEOISPEZIONI V Nz, 9/b - RND () T. 0125 968802 Fx 0125 96662 T. 0165 58223 www.cv. - f@cv. C. 339 191878 Ev V 2 u2 Cv V EcVé SPURGHI - DISOTTURZIONI VIDEOISPEZIONI

Dettagli

Responsabile - U.O.S. MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE P.O. NOTO

Responsabile - U.O.S. MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE P.O. NOTO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Troja Antonino Data di nascita 07/03/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASP DI SIRACUSA Responsabile - U.O.S. MEDICINA

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

Versione 23/01/2012 XII CONGRESSO NAZIONALE S.I.R.N. Milano, 3/5 Maggio 2012 Programma Preliminare

Versione 23/01/2012 XII CONGRESSO NAZIONALE S.I.R.N. Milano, 3/5 Maggio 2012 Programma Preliminare XII CONGRESSO NAZIONALE S.I.R.N. Milano, 3/5 Maggio 2012 Programma Preliminare 1 Timetable Le Sessioni sono classificate secondo 7 topics principali individuabili tramite il codice colore che segue: Colore

Dettagli

MILD COGNITIVE IMPAIRMENT

MILD COGNITIVE IMPAIRMENT MILD COGNITIVE IMPAIRMENT - Rapporto del Gruppo di Lavoro Internazionale sul - Winblad B et al. (2004). Mild Cognitive Impairment: beyond controversies, towards a consensus. Journal of Internal Medicine;

Dettagli

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE

ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE ALZHEIMER: PERCHE UNA DIAGNOSI PRECOCE Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un progressivo allungamento della durata media della vita, e quindi ad un invecchiamento della popolazione, che determina l

Dettagli

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA

ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA -2015 ESCRIZIONE DELLA PROPOSTA LABORATORI PER LE SCUOLE PROPOSTE DI LABORATORI ARTISTICI, ESPRESSIVI ED ESPERIENZIALI RIVOLTI AI BAMBINI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO, DELLA PRIMARIA E DELL INFANZIA

Dettagli

LA MALATTIA DI PARKINSON

LA MALATTIA DI PARKINSON CORSO FAD LA MALATTIA DI PARKINSON ID ECM: 114181 CREDITI 12 CREDITI ECM DESTINATARI Farmacisti Territoriali e Ospedalieri DURATA Data di inizio 15 gennaio 2015 Data di fine 31 dicembre 2015 COSTO ABBONAMENTO

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

Regione. Sardegna. Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag.

Regione. Sardegna. Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag. Regione Sardegna Oristano (OR) - Presidio Ospedaliero San Martino... Pag. 218 Olbia (OT) - Presidio Ospedaliero Giovanni Paolo II... Pag. 219 Cagliari (CA) - Azienda Ospedaliera G. Brotzu... Pag. 220 Carbonia

Dettagli

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA

RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 2014 AREA CLINICA RILEVAZIONE DEI BISOGNI FORMATIVI 204 schede n 47 i tecnicoprofessionali obietti v schede con indicato Dossier Formativo individuale n AREA CLINICA i di processo 8 7,% 34 (28,45 %) i di sistema protesi

Dettagli

9 maggio 2014. Sala Convegni Itel Telecomunicazioni, Ruvo di Puglia (BA)

9 maggio 2014. Sala Convegni Itel Telecomunicazioni, Ruvo di Puglia (BA) CARD+AINAT+SIN+AGENAS+ AMDO società italiana di neuroradiologia Persona ad alta complessita' di cure in neurologia (PAC). Audit clinico per la diagnostica avanzata e per l'organizzazione assistenziale

Dettagli

UN PROGRAMMA DI FOLLOW-UP PNEUMOLOGICO NELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI

UN PROGRAMMA DI FOLLOW-UP PNEUMOLOGICO NELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI UN PROGRAMMA DI FOLLOW-UP PNEUMOLOGICO NELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI Dispensa realizzata in occasione della prima sessione DEL CORSO DI FORMAZIONE 2011 per persone affette da patologie neuromuscolari e

Dettagli

Adriana Olivares Allegato 2: Elenco di Partecipazioni a Corsi e Congressi

Adriana Olivares Allegato 2: Elenco di Partecipazioni a Corsi e Congressi Pagina 1 di 5 Anni 1989-2000 1. AITELAB - Convegno di Studio per Tecnici di Laboratorio Biomedico: "Il ruolo del Laboratorio nella Prevenzione e nel Monitoraggio". Brescia, 17-19 Maggio 1989. 2. Corso

Dettagli

MA 28. DAI di NEUROSCIENZE UOC NEUROLOGIA B Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE. Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 13. pag.

MA 28. DAI di NEUROSCIENZE UOC NEUROLOGIA B Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE. Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 13. pag. pag. 7 DAI di NEUROSCIENZE UOC Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 13 AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA Ultimo aggiornamento

Dettagli

Disturbi respiratori nel sonno

Disturbi respiratori nel sonno CORSO AVANZATO UP TO DATE IN nel sonno Ospedale G.B. Morgagni - L. Pierantoni UP TO DATE IN nel sonno 27-28 Gennaio 2012 I disturbi respiratori nel sonno ( DRS ) ed in particolare la sua forma più diffusa,

Dettagli

VI Congresso Sindem. Associazione Autonoma per le Demenze aderente a Sin

VI Congresso Sindem. Associazione Autonoma per le Demenze aderente a Sin Giacomo Balla, La Lampada ad arco - particolare - 1909 VI Congresso Sindem Associazione Autonoma per le Demenze aderente a Sin Milano 17-19 Marzo 2011 Centro Congressi della Provincia di Milano - Via Corridoni,

Dettagli

PROGRAMMA PRELIMINARE

PROGRAMMA PRELIMINARE PROGRAMMA PRELIMINARE SESSIONE PLENARIA SALA A PROGRAMMA SCIENTIFICO 28 MAGGIO 2015 15:00 17:00 I SIMPOSIO ASPETTI MEDICO-LEGALI DEL DOLORE Moderatori: S. Coaccioli, A. Marsico 15.00 15.30 Introduzione

Dettagli

Convegno: CURARE LA MALATTIA DI PARKINSON: la collaborazione delle diverse figure professionali. Cremona 25 NOVEMBRE 2011

Convegno: CURARE LA MALATTIA DI PARKINSON: la collaborazione delle diverse figure professionali. Cremona 25 NOVEMBRE 2011 LA TARTARUGA ONLUS Convegno: CURARE LA MALATTIA DI PARKINSON: la collaborazione delle diverse figure professionali Cremona 25 NOVEMBRE 2011 Abstract degli interventi Diagnosticare la Malattia di Parkinson

Dettagli

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi

Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la popolazione e i pazienti con demenza Sintesi e le Aziende Ospedaliere, IRCCS, ASP(Aziende di Servizi alla Persona), Università elencate nel Documento Integrale Percorso Preventivo-Diagnostico-Terapeutico-Assistenziale Riabilitativo (PDTAR) per la

Dettagli

La Malattia di Alzheimer. Manuel Soldato

La Malattia di Alzheimer. Manuel Soldato La Malattia di Alzheimer Manuel Soldato Caratteristiche Più frequente forma di demenza Deterioramento ingravescente delle capacità cognitive Comparsa di disturbi comportamentali e dell affettività Progressiva

Dettagli

M O D E L L O P E R I L

M O D E L L O P E R I L M O D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome AIRAGHI BARBARA Data di nascita 12/08/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Medico fisiatra Numero telefonico

Dettagli

Disturbi respiratori nel sonno

Disturbi respiratori nel sonno IV CORSO AVANZATO UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose aggiornate Patrocinio richiesto Forlì, 14-15 Settembre 2015 UP TO DATE IN Disturbi respiratori nel sonno Cose nuove e cose

Dettagli

M08/2/ANITA/SP1/ITA/TZ0/XX/T+

M08/2/ANITA/SP1/ITA/TZ0/XX/T+ M08/2/NIT/SP1/IT/TZ0/XX/T+ 22082817 ITLIN B INITIO STNDRD LEVEL PPER 1 ITLIEN B INITIO NIVEU My é 1 ITLINO B INITIO NIVEL MEDIO PRUEB 1 My 19 My 2008 (g) L 19 2008 () L 19 y 2008 (ñ) 1 h 30 TEXT BOOKLET

Dettagli

Le demenze. Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno

Le demenze. Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno Le demenze Manuel Soldato Geriatra RSA S. F. Cabrini - Codogno LE DEMENZE DEFINIZIONE 1. La demenza definisce uno stato di progressivo decadimento delle funzioni cognitive prodotto da una patologia cerebrale

Dettagli

I SEMINARIO CLINICO MULTIMEDIALE DI FORMAZIONE SULLE CEFALEE

I SEMINARIO CLINICO MULTIMEDIALE DI FORMAZIONE SULLE CEFALEE ASC - Associazione per una Scuola delle Cefalee Provider ECM 619 I SEMINARIO CLINICO MULTIMEDIALE DI FORMAZIONE SULLE CEFALEE Corso Residenziale ECM in 2 Moduli 1 Modulo LE CEFALEE PRIMARIE 20-22 Febbraio

Dettagli

CASTEL VOLTURNO (Caserta) - La Polizia di Stato al passo coi tempi e dei social network con

CASTEL VOLTURNO (Caserta) - La Polizia di Stato al passo coi tempi e dei social network con C V L Pz d S v Tk: U v d S d v Mdì 7 Mz 205 0:5 CASTEL VOLTURNO (C) - L Pz d S m d wk UNA VITA DA SOCIAL è Cm m dv m d wk ybbm dm zz vz d vy. U d: 2 3 d d ybbm. E R d Pzz d Q Rm ù m m m dv zz d Pz d S

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica regionali altri pubblici e/o 1 Bari 2 0 2 1 *Puglia 3 Foggia 2 Cagliari 1 1 2 2 3 Firenze 3 1 4 4 Pisa Siena 4 Genova 2 1 3 3 2 Torino 5 L'Aquila 2 0 2 2 Chieti 6 Messina

Dettagli

Nella tabella sono riportati i vari tipi di struttura come descritti dalle relative delibere Regionali.

Nella tabella sono riportati i vari tipi di struttura come descritti dalle relative delibere Regionali. Elenco residi Nella tabella sono riportati i vari tipi di struttura come descritti dalle relative delibere Regionali. - legenda: = residio CA= Centro Assistenziale CC= Centro Correlato CIR= Centri Interregionali

Dettagli

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA

CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA CENTRI DI LIQUIDAZIONE TUA Area di Agrigento (Sicilia) AG CDL CATANIA Alessandria (Piemonte) AL CDL MILANO Ancona (Marche) AN CDL PADOVA Aosta (Valle d'aosta) AO CDL MILANO Arezzo (Toscana) AR CDL ROMA

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv.

PRESENTAZIONE. DIRETTORE DEL CORSO Zoran Olivari UOC Cardiologia - Ospedale Ca Foncello, Treviso tel. 0422 322767 e-mail: segcardiotv@ulss.tv. PRESENTAZIONE I percorsi diagnostico terapeutici nell ambito delle patologie cardiovascolari sono soggetti a continua evoluzione in funzione di nuove disponibilità tecnologiche e di nuove possibilità terapeutiche

Dettagli

Percorsi assistenziali del territorio; l esperienza dell area bolognese

Percorsi assistenziali del territorio; l esperienza dell area bolognese Percorsi assistenziali del territorio; l esperienza dell area bolognese Maria Cristina Pirazzini Servizio Assistenziale Tecnico e Riabilitativo Dipartimento Cure Primarie Le Reti Assistenziali e il Case

Dettagli

Dispositivi Medici Impiantabili Attivi per Malattie Neurologiche Il punto di vista del neurochirurgo

Dispositivi Medici Impiantabili Attivi per Malattie Neurologiche Il punto di vista del neurochirurgo II Conferenza Nazionale dei Dispositivi Medici Dispositivi Medici Impiantabili Attivi per Malattie Neurologiche Il punto di vista del neurochirurgo Giovanni Broggi Direttore Dip di Neurochirurgia Fond.

Dettagli

PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI

PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI MASTER DI PRIMO LIVELLO IN PRESA IN CARICO DI PERSONE CON GRAVE DISABILITA: ASPETTI CLINICO ASSISTENZIALI, EDUCATIVI E MANAGERIALI PRESUPPOSTI Dall'esperienza di presa in carico multidisciplinare del paziente

Dettagli

Allergologia e immunologia clinica

Allergologia e immunologia clinica Allergologia e immunologia clinica 1 Politecnica delle Marche 3 3 1 Modena Parma 2 Bari 2 1 Puglia 3 1 Foggia 3 Cagliari 1 2 Sardegna 3 4 Firenze 3 3 Pisa Siena 5 Genova 2 2 Torino 6 L'Aquila 2 2 Chieti

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTESANO MARIA Indirizzo VIA privata G.B.Prandina, 33 20128 Milano Telefono +39 333 6466438 Fax E-mail mariamontesano.ft@gmail.com

Dettagli

Regione. Trentino Alto Adige

Regione. Trentino Alto Adige Regione Trentino Alto Adige Bressanone () - Ospedale Aziendale di Bressanone... Pag. 261 Brunico () - Ospedale Aziendale di Brunico... Pag. 262 San Candido () - Ospedale di Base di San Candido... Pag.

Dettagli

Comune di Bologna PREMIAZIONE DELLE BEST PRATICE 2015

Comune di Bologna PREMIAZIONE DELLE BEST PRATICE 2015 CT UB C Comune di Bologna ng. Cleto Carlini Z BT TC 015 imini - ovembre 015 CT a qui a i circa 3 km V U F C T U K H H T C U F Z T C C F C T F B C B TV V T T F C H V V T T C V V C C T V Z T T 10 CV V 10

Dettagli

PIANO DI STUDI. Biologia applicata agli studi medici 6. Genetica medica 5. Storia della medicina 2

PIANO DI STUDI. Biologia applicata agli studi medici 6. Genetica medica 5. Storia della medicina 2 PIANO DI STUDI Laurea Magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia (DM 70/04) LM-4 DENOMINAZIONE Primo anno di corso Biologia, genetica e scienze umane Biologia applicata agli studi medici 6 Genetica

Dettagli

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013

LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 LINEE DI RICERCA SOSTENUTE DAL 5xMILLE 2013 I Ricercatori del Centro di Genomica e Bioinformatica Traslazionale stanno lavorando a linee di ricerca legate a 1. Sclerosi Multipla 2. Tumore della Prostata

Dettagli

in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH:

in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH: I t a l b i o f o r m a in collaborazione con Keyword E U R O P A organizza il corso di aggiornamento scientifico OSTEOTEACH: corso teorico-pratico sull osteoporosi postmenopausale Monza (MI) 26/05/2007

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON : Unità di Neurologia cognitiva -comportamentale. Dipartimento di Neuroscienze

REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON : Unità di Neurologia cognitiva -comportamentale. Dipartimento di Neuroscienze REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON : Unità di Neurologia cognitiva -comportamentale Dipartimento di Neuroscienze Azienda Ospedaliera S. Camillo Forlanini - Roma DIRETTORE: Prof. Raffaele Menarini COORDINATORE

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

La Neurostimolazione cerebrale profonda

La Neurostimolazione cerebrale profonda 27 Giugno 2009 AGGIORNAMENTO SULLE TERAPIE INTERVENTISTICHE PER LE DISTONIE: INCONTRO CON GLI ESPERTI La Neurostimolazione cerebrale profonda Dott.ssa S. Biguzzi U.O. di Neurologia, Ospedale dell Angelo,

Dettagli

1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12

1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12 2 VIVE CON PARKINSON SOMMARIO SOMMARIO Prefazione 1. sistema nervoso 10 1.1. Struttura del sistema nervoso 1.1.1. stimoli nel sistema nervoso 12 1.2. 14 1.3. flusso di nel sistema nervoso 17 specializzazione,

Dettagli

Pio Albergo Trivulzio Istituto C. Golgi (Abbiategrasso) Istituto Auxologico Italiano

Pio Albergo Trivulzio Istituto C. Golgi (Abbiategrasso) Istituto Auxologico Italiano AL MAGNIFICO RETTORE DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Allegato 3 COD. ID 3281 La sottoscritta chiede di essere ammessa a partecipare alla selezione pubblica per titoli ed esami, per il conferimento

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PARODI Sergio Data di nascita 23/12/1958. Dirigente ASL I fascia - neurologia. Numero telefonico dell ufficio

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. PARODI Sergio Data di nascita 23/12/1958. Dirigente ASL I fascia - neurologia. Numero telefonico dell ufficio INFORMAZIONI PERSONALI Nome PARODI Sergio Data di nascita 23/12/1958 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI SPEZZINO Dirigente ASL I fascia -

Dettagli

COSA VUOLE DIRE DEMENZA DEGENERATIVA PRIMARIA?

COSA VUOLE DIRE DEMENZA DEGENERATIVA PRIMARIA? CHE COSA È LA MALATTIA DI ALZHEIMER? La malattia di Alzheimer è una forma di demenza degenerativa primaria legata alla progressiva perdita di cellule nervose della corteccia cerebrale, dette neuroni. Essa

Dettagli

28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton

28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton XII FADOI Bologna 28 Gennaio 2011 Royal Hotel Carlton XII FADOI Mattino 8.30 Registrazione partecipanti 8.50 Saluto Carlo Nozzoli, Presidente nazionale FADOI 9.00 Saluto Annunziata Zuccone, Presidente

Dettagli

10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA

10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA 10 CONGRESSO NAZIONALE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DI MIOLOGIA Milano - Università degli Studi, 3-5 giugno 2010 PROGRAMMA PRELIMINARE giovedì 3 giugno 2010 14.00 Registrazione dei partecipanti 14.30 Apertura

Dettagli

Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE

Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE Studio di Fisioterapia Via S.Liberata 21, Caravaggio (Bg) Tel. 0363.350318 www.fisioepiu.com info@fisioepiu.com CURRICULUM VITAE Ft. Dr.ssa Carminati Sara Beatrice (D.U. Fisioterapista, Dr.ssa in Psicologia

Dettagli

MILANO. MP3 experiment flashmob per dire #ALTpigrizia

MILANO. MP3 experiment flashmob per dire #ALTpigrizia mi I Em T m P m m m à 7GI ORNII N 6CI TTÀ #AT U m m O m m m m m MI ANO MP 3 x m m q m H yh C VERONA V B k à m A T GENOVA C P M m T m BOOGNA I m m C m m BARI 1 0 0 m PAERMO P T m MIANO F F m P E P V M D

Dettagli

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate

L Italia sembra giovane. e nuova, con le case bruciate pp f I 25 p f v Rz Lbz I. I 25 p bz I pz v f. G h v Rz I. I I Rz è p h h b f. A q pp pp p h ppv v f. I v f, è v h pv pv f bà p. Iv p pp p h pp Rz v z bà. L I b v v, b, q p,, p p, p. N bb v,. pp f CITAZIONI

Dettagli

Commissione Nazionale Formazione Continua Home (../Home.aspx) Organi Istituzionali Professionisti Sanitari Provider Accreditamento Eventi

Commissione Nazionale Formazione Continua Home (../Home.aspx) Organi Istituzionali Professionisti Sanitari Provider Accreditamento Eventi 1 di 6 11/02/2015 09:06 (http://www.agenas.it) Commissione Nazionale Formazione Continua Home (../Home.aspx) Organi Istituzionali sti Sanitari Provider Accreditamento Eventi FAQ Ricerca Eventi E.C.M. la

Dettagli

recent exhibition: A Blow-by-Blow Account of Stonecarving in Oxford (2014) at Modern Art Oxford, Dublin City Gallery The Hugh Lane, and

recent exhibition: A Blow-by-Blow Account of Stonecarving in Oxford (2014) at Modern Art Oxford, Dublin City Gallery The Hugh Lane, and Av: C k S L I V I Pv B A 2015. Av: C v j vv v j v. S L xv - z q v vk. T L vk I x v v. T j I B Av: C /. P L v v I k j v. T x Av: C k x. T j L v v Av: C v. S x x v. Lv v x. M k k. 1 Av: C è v S L I V P B

Dettagli

Torino CORSO AVANZATO BRUNO BERGAMASCO LIMPE 2009. Fase avanzata della malattia di Parkinson: terapia dei sintomi motori e non motori

Torino CORSO AVANZATO BRUNO BERGAMASCO LIMPE 2009. Fase avanzata della malattia di Parkinson: terapia dei sintomi motori e non motori Università degli Studi di Torino Dipartimento di Neuroscienze CORSO AVANZATO BRUNO BERGAMASCO LIMPE 2009 Fase avanzata della malattia di Parkinson: terapia dei sintomi motori e non motori Presidente del

Dettagli

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI

GRUPPO di FACOLTA BARI. Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI BARI Politecnico di BARI BASILICATA BERGAMO BOLOGNA BRESCIA CAGLIARI Agraria 37 41 52 Economia 53 49 64 Farmacia 17 29 41 Giurisprudenza 49 32 82 Lettere e Filosofia 53 41 65 Lingue e Letterature straniere

Dettagli

Dall 11 al 24 novembre sarà possibile donare a sostegno della Ricerca tramite il numero 45596

Dall 11 al 24 novembre sarà possibile donare a sostegno della Ricerca tramite il numero 45596 Comunicato stampa Malattia di Parkinson: il 24 novembre anche a Roma si celebra la Giornata dell informazione Un importante progetto di ricerca per affrontarla e combatterla Dall 11 al 24 novembre sarà

Dettagli

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità

VOL. 6. Progetto S STEGNO. A chi rivolgersi. in caso di necessità Progetto S STEGNO VOL. 6 A chi rivolgersi in caso di necessità A chi rivolgersi in caso di necessità 118 ORE Il 118 è il numero telefonico attivo in Italia per la richiesta di soccorso sanitario. È un

Dettagli

IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PATOLOGIA ACUTA TRA TERRITORIO E OSPEDALE

IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PATOLOGIA ACUTA TRA TERRITORIO E OSPEDALE SITI LOMBARDIA: PERCORSO DI FORMAZIONE IL PERCORSO DELL ASSISTITO CON PATOLOGIA ACUTA TRA TERRITORIO E OSPEDALE MILANO, 9 ottobre2013 Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Dott.ssa Patrizia Monti

Dettagli

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base

1 Diagnostica vascolare Doppler, vasi del collo e arti inferiori. Appuntamento tramite CUP con richiesta del medico di base Questa guida vuol rendere più facile l accesso ai Servizi che vengono erogati nel Quartiere 3 di Firenze dall Azienda sanitaria a cui fanno capo in convenzione i medici di famiglia, i pediatri con i loro

Dettagli

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA

SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE IN NEUROLOGIA 1) Università degli Studi di Bari Scuola di Specializzazione in Scienze Neurologiche VIA: Piazza Giulio Cesare 9/11-70124 BARI DIRETTORE: Prof. Isabella Laura Simone

Dettagli

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo

cmg FIRE ATTITUDE ABRUZZO BASILICATA ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo ABRUZZO ANDRIANÒ FABRIZIO Provincia: Chieti, L Aquila, Pescara, Teramo Tel.: 338 7339896 mail: fabrizio.andriano@gmail.com BASILICATA DANIELE RAFFAELE & FIGLI sas Provincia: Potenza Tel.: 335 6226928 mail:

Dettagli

AGRIGENTO Ass. Amministrativo 584 561 23 2 ALESSANDRIA Ass. Amministrativo 332 307 25 2 ANCONA Ass. Amministrativo 451 380 71 5 AREZZO Ass. Amministrativo 337 270 67 5 ASCOLI PICENO Ass. Amministrativo

Dettagli

finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria

finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria Genova 17 novembre 2009 Seminario finanziamenti pubblici ministeriali e regionali in ambito di ricerca biomedica e sanitaria dott. Cristina Grandi dott. Michela Ferlenghi finanziamenti pubblici, ministeriali

Dettagli

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag.

UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA ROSSI. pag. pag. 7 AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA SCHEDA INFORMATIVA UNITA OPERATIVE CLINICHE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI VERONA UNITA OPERATIVA NEUROPSICHIATRIA INFANTILE PRESIDIO POLICLINICO GIAMBATTISTA

Dettagli

CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI. Rimini, 27-28 novembre 2015

CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI. Rimini, 27-28 novembre 2015 CORSI PER INFERMIERI E FISIOTERAPISTI Rimini, 27-28 novembre 2015 CORSO AVANZATO PER INFERMIERI PRESENTAZIONE Il Corso ha l obbiettivo di fornire agli infermieri professionali cui è dedicato: la trattazione

Dettagli

Corso La complessità in geriatria

Corso La complessità in geriatria Corso La complessità in geriatria Argomento La complessità dell assistenza domiciliare Materiale didattico Dott.ssa Fausta Podavitte Direttore del Dipartimento ASSI 11 marzo 2011 Dalle cure domiciliari

Dettagli

definisce le modalità della presa in carico da parte di una specifica struttura dell'area riabilitativa; www.ilfisiatra.it 1

definisce le modalità della presa in carico da parte di una specifica struttura dell'area riabilitativa; www.ilfisiatra.it 1 All'interno del progetto riabilitativo, il programma riabilitativo definisce le aree di intervento specifiche, gli obiettivi a breve termine, i tempi e le modalità di erogazione degli interventi, gli operatori

Dettagli

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.

DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE. MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf. DIMISSIONI PROTETTE E ASSISTENZA DOMICILIARE MARIA IMMACOLATA COZZOLINO GERIATRA DIRETTORE DISTRETTO RMF1 mariai.cozzolino@aslrmf.it Popolazione anziana Distretto RMF1 Dati 2000 65-74 75-84 >85 M 3397

Dettagli

Scuola di specializzazione in Psichiatria Psychiatry

Scuola di specializzazione in Psichiatria Psychiatry (denominazione in inglese) Area Classe Obiettivi formativi e descrizione (da indicare quelli presenti nel D.M. che possono essere ampliati) Scuola di specializzazione in Psichiatria Psychiatry Medica Neuroscienze

Dettagli

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI

FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI FONDAZIONE ENASARCO ORGANIZZAZIONE UFFICI PERIFERICI ABRUZZO - MOLISE UFFICIO ISPETTIVO DI PESCARA Pescara, Chieti, L'Aquila, Teramo, Campobasso, Isernia Via Latina n.7 -. 65121 Pescara Telefono 06 5793.3110

Dettagli

Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco

Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco Cosa cambia con i nuovi criteri diagnostici? Dr.ssa Laura Bracco DEMENZA Sindrome clinica caratterizzata dal deterioramento della memoria e delle altre funzioni cognitive rispetto al livello di sviluppo

Dettagli

Riepilogo del progetto

Riepilogo del progetto Riepilogo del progetto 1. Contesto e scopo della agenda strategica Le malattie neurodegenerative (MN) sono condizioni debilitanti e in gran parte incurabili, strettamente legate all'invecchiamento. Tra

Dettagli