COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMANDI PER VI. Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim"

Transcript

1 COMANDI PER VI Ci sono due modalità: COMANDI e INSERIMENTO. La modalità COMANDI [Esc] serve per eseguire i comandi all interno dell editor, mentre la modalità INSERIMENTO [Esc i] serve per scrivere. Per eseguire le operazioni all interno dell editor, posizionarsi in modalità COMANDI premendo il tasto Esc. Usare le frecce per muoversi all interno del testo. Esc i modalità inserimento cw cancella una parola e permette di riscrivere dw cancella una parola dd cancella/taglia la riga. Numerorighedd cancella/taglia un numero di righe dalla posizione del cursore in giù o inserisce una riga e mi permette di scrivere p incolla una riga :q! anche se il file è stato cambiato, esce perdendo le modifiche del file r mi permette di cambiare il carattere di una lettera u undo :w salva il file :wq salva il file ed esce dall editor x cancella un carattere yy /parola copia la riga nella cache, poi con p la vado ad incollare esempio /ciao cerca la parola ciao nel testo, poi con n vado avanti nella ricerca della parola ciao nel testo $ mi porta a fine riga :$ mi porta a fine documento :1 mi porta ad inizio documento :1,$d :1,$sparola1/sostituzione/g cancella tutto il documento parte dalla riga 1 e arriva a fine documento. Mi sostituisce la parola1 con sostituzione. Lo /g indica di non fermarsi alla prima ricorrenza che compare sulla medesima riga. ESEMPIO: Sostituire la stringa con un altra parola :1,$s/http:\/\/www.ciao.it/altraparola/g :!bash apre una bash :numeroriga esempio :7 vado alla riga 7 :numerorigad esempio :7d cancella la riga 7 del documento :set number per vedere i numeri delle righe :split nomefile apre un altro file in metà schermo vi. Per passare da una metà schermo all altra ctrl ww Se voglio impostare come editor predefinito VI, nella bash scrivo il seguente comando: export EDITOR= vim

2 COMANDI SULLE PARTIZIONI mount [device] [dove] mount t ntfs [device] [dove] ESEMPIO: mount t ntfs /dev/hda1 /mnt/win mount t vfat [device] [dove] ESEMPIO: mount t vfat /dev/sda1 /mnt/usb1 mount /dev/fd0 /mnt/floppy mount t nfs [device] [dove] mount t smbfs [device] [dove] df h du hs du h mount /dev/hda1 /mnt/hard_disk per partizioni in ntfs per montare win xp per partizioni in vfat (floppy, cd, chiavette usb) per partizioni nfs, condivisi da altre macchine per partizioni samba, cartella condivisa su server visualizza le partizioni montate visualizza lo spazio occupato da una cartella visualizza le cartelle e lo spazio occupato Il file contenente tutti i mount si trova in /etc/fstab. Per montare una partizione senza star a scrivere il comando ogni volta si procede come segue: MONTARE XP: /dev/hda1 /mnt/win ntfs ro,user,auto 0 0 (=readonly,tutti gli utenti montano la partizione, viene montata all avvio del sistema operativo) /dev/sda1 rw (readwrite: SCONSIGLIATO) Una volta aggiunta tale riga al file fstab, per poter montare winxp, si scrive il seguente comando: mount /mnt/win per smontarlo: umount /mnt/win MONTARE LA CHIAVETTA USB: /dev/sda1 /mnt/usb1 vfat rw,user,noauto 0 0 (=noauto indica che non viene montata al boot) Una volta aggiunta tale riga al file fstab, per poter montare la chiavetta usb o qualsiasi altro dispositivo usb formattato in vfat, si scrive il seguente comando: mount /mnt/usb1 per smontarlo: umount /mnt/usb1.

3 CRONTAB SCHEDUALA LE APPLICAZIONI A DETERMINATI ORARI crontab e crontab l crontab r edita il file crontab visualizza il file crontab cancella il file crontab Per avere il manuale completo scrivere nella bash: man 5 crontab SINTASSI DEL COMANDO [minuto] [ora] [giorno_del_mese] [mese] [giorno settimana] [percorso_completo_del_comando] 0;59;* 0;23;* 1;12;* 1;31;* (=ogni giorno) 0 o 7=domenica; 1=lunedì, 2=martedì, 3=mercoledì, 4=giovedì, 5=venerdì, 6=sabato, *=sempre Il carattere * indica sempre. Ad esempio se scrivo nel campo [minuto] *, indico ogni minuto. Il carattere indica un lasso di tempo o un lasso di giorni. Ad esempio se scrivo nel campo [minuto] 12-34, indico dal minuto 12 al minuto 34. Se nel campo [ora] scrivo */2 indico ogni 2 ore anziché ogni ora. Posso anche specificare le ore in cui eseguire un comando: 2,3,9 indica alle ore 2, alle 3 e alle 9. ESEMPIO: AVVIARE L ESECUZIONE DI UNO SCRIPT AD UN DETERMINATO ORARIO Nel file crontab scrivo la seguente riga: * * * /home/andrea/test.sh (alle 20:45 di tutti i giorni, di ogni mese, di ogni giorno della settimana, esegue lo script test.sh) Mi sposto in /home/andrea Con il programma VI edito il seguente file test.sh: #!/bin/bash /bin/ls l > /home/andrea/log indica che lo script sarà eseguito tramite bash l output di ls l lo memorizzerà nel file log che sarà creato dallo script test.sh in /home/andrea Si salva il file e si esce dal programma VI. Ora bisogna rende eseguibile lo script cambiandogli i permessi tramite chmod (es: chmod 744). Dopodiché per eseguire lo script si dovrà digitare:./test.sh Alle ore il mio script sarà eseguito e troverò l output di ls l nel file log.

4 CONFIGURAZIONE DELLA RETE IFCONFIG lspci ifconfig dhclient visualizza tutte le periferiche pci, controlli usb, ide mostra le interfacce di rete l indirizzo ip viene assegnato tramite DHCP Si può procedere in 2 modi: abilitare l interfaccia di rete senza salvare i parametri oppure abilitare l interfaccia di rete in modo permanente. In entrambi i casi, successivamente, si dovranno aggiungere i dns editando il file /etc/resolv.conf. ABILITARE L INTERFACCIA DI RETE Questi commandi servono per abilitare l interfaccia di rete e per aggiungere il gateway, ma la configurazione viene persa quando il pc viene spento. ifconfig eth0 [ip_address] netmask [subnet] ifconfig eth netmask route add default gw [gateway] route add default gw CONFIGURAZIONE L INTERFACCIA DI RETE IN MODO PERMANENTE Il file è contenuto in /etc/network/interfaces Se aggiungono i parametri in questo file, l interaccia di rete verrà abilitata con i relativi parametri in fase di boot. Il file è strutturato in tal modo: iface eth0 inet static iface eth0 inet static address [ip_address] address netmask [subnet] netmask network [maschera di rete] opzionale broadcast [broadcast] opzionale gateway [default_gateway] gateway auto eth0 auto eth0 AGGIUNGERE I DNS Il file è contenuto in /etc/resolv.conf nameserver [ip_dns] nameserver Nel caso in cui bisogna riavviare il servizio di networking o un qualsiasi altro servizio, bisognerà entrare nella cartella /etc/init.d/ Al suo interno sono presenti tutti i demoni dei servizi../networking start avvia il servizio di networking./networking restart riavvia il servizio (!! da usare nella maggior parte dei casi!!)./networking stop arresta il servizo ATTENZIONE: nel caso in cui sono in telnet su una macchina remota, non usare il comando./networking stop poiché mi ferma il servizio di networking e in tale maniera non riesco più a rientrare in telnet.

5 APT INSTALLARE E RIMUOVERE PACCHETTI Il file contenete i mirror per scaricare i programmi è contenuto in /etc/apt/sources.list SEQUENZA DEL COMANDO APT apt-get update scrive in un file di testo la lista dei pacchetti che sono installabili apt-get upgrade aggiorna i pacchetti che sono installati sulla macchina Oltre a questi comandi base, ci sono altri comandi che permettono ulteriori operazioni apt-setup apre la schermata di setup in cui inserire i mirror di apt apt-cache search parola es:browser cerca nel file di testo scaricato con apt-get update tutti i programmi contenenti la parola browser apt-get install nome_pacchetto installa un pacchetto specifico apt-get remove nome_pacchetto rimuove un pacchetto specifico apt-get dist-upgrade esegue l upgrade della distribuzione INSTALLARE E RIMUOVERE I PACCHETTI DEBIAN (.DEB) dpkg i nomefile.deb dpkg r nomefile.deb INSTALLARE IL KERNEL apt-get update apt-cache search kernel-image apt-get install kernel-image-x.y.z-686 (per installare il kernel dei processori intel) RIMUOVERE IL KERNEL apt-get remove kernel-image-x.y.z-686 Un altra soluzione può essere la seguente: /boot cancellare tutti i file relativo al vecchio kernel /boot/grub editare il file menu.lst eliminando le voci del vecchio kernel /lib/modules/ cancellare la cartella del vecchio kernel COMPILARE I SORGENTI Scompattare il file tar oppure tar.gz ed entrare nella cartella. Leggere attentamente il file readme oppure install che è presente nella cartella. Molte volte la sequenza è questa:./configure make successivamente si può procedere su due strade: make install che installa i file nel sistema e può essere difficoltoso andarli a ripescare oppure usare checkinstall da usare al posto di make install non fa altro che creare un pacchetto rpm (o altro, a seconda della distro) che poi viene installato. Così la rimozione del pacchetto è molto più semplice.

6 COMANDI VARI CREARE GLI UTENTI adduser nome crea il profilo utente comprensivo della cartella sotto /home. Inoltre nel file /etc/passwd è presente la riga con tutti i parametri dell utente. useradd nome crea l utente ma senza la cartella in /home. Modifica il file /etc/passwd. Struttura del file /etc/passwd Nomeutente:x:uid:gid:nome_completo,parametri_vari:home/cartellautente:/bin/bash GroupID dove si deve loggare UserID E presente una password di accesso indica la shell da usare ATTENZIONE: /bin/false = in questo caso l utente non ha la shell per accedere. CREARE I GRUPPI addgroup nome Struttura del file /etc/group Nomegruppo:x:gid:nome_utente,nome_utente GroupID (assegnato dal sistema) E presente una password di accesso ESEGUIRE UNA PULIZIA DEI FILE TEMPORANEI I file temporanei vengono cancellati dalle maggiori distribuzioni all'avvio e si trovano sotto /tmp I log vengono rotati. In teoria non li devi eliminare, vengono cancellati da soli. Si può provare con il programma KleanSweep che funziona di sicuro con kde, è grafico e basta stare un po' attenti a quello che si vuole pulire. E reperibile all indirizzo: (http://www.kde-apps.org/content/show.php?content=28631) ESEGUIRE PROGRAMMI O SERVIZI IN FASE DI BOOT Come posso fare partire servizi o programmi all'avvio del computer, per esempio xorg? Oppure dire di non fare piu partire ogni volta samba? I servizi che metti o hai in /etc/init.d puoi aggiungerli con update-rc.d man update-rc.d è abbastanza semplice e fa anche i vari esempi INIT E DEMONI Il file dei demoni è contenuto in /etc/inittab Gli init vanno da 0 (halt) fino al 6 (reboot). Gli inti da 1 a 5 sono quelli relativi all avvio. /etc/rc0.d fino al rc6.d sono tutti i link simbolici usati in fase di boot in base all init. Se da console digito init 0 arresto il pc.

7 IPTABLES Nel caso in cui ho 2 schede di rete e voglio farle comunicare tra loro # echo 1 > /proc/sys/net/ipv4/ip_forward Se il file contiene 0 vuol dire che le schede non fanno forward tra loro, altrimenti se contiene 1 le schede fanno forward tra loro. INSTALLARE I DRIVER DELLA SCHEDA AUDIO (ALSA) apt-get update apt-get upgrade apt-get install modconf (da editare tramite vi modules.conf) apt-get install alsa-source alsa-base alsa-tools alsa-utils Se tutto è proceduto senza problemi, con il commando alsaconf si procederà a rilevare la scheda audio e a settare i relative parametri. Nel caso in cui si hanno ancora problemi, è meglio installare un nuovo kernel tramite il comando dpkg i nomekernel.deb RICERCARE LA POSIZIONE DI UN COMANDO NEL FILE SYSTEM type comando oppure which comando SCOMPATTARE I FILE tar xvzf nomefile.tar.gz tar xvf nomefile.gz VISUALIZZARE I PROGRAMMI IN ESECUZIONE Per vedere un programma in esecuzione con tutti i programmi generati. Il processo padre è il primo. ps aux grep nome_programma Per terminare il processo con tutti i processi generati kill -9 numeropid. link in ordine di importanza firewall in linux (http://forum.html.it/forum/showthread.php?s=0e81a0be24f be6d30a17b2b94&threadid= )

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Installazione LINUX 10.0

Installazione LINUX 10.0 Installazione LINUX 10.0 1 Principali passi Prima di iniziare con l'installazione è necessario entrare nel menu di configurazione del PC (F2 durante lo start-up) e selezionare nel menu di set-up il boot

Dettagli

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com

Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk. by Gassi Vito info@gassielettronica.com Creare una pen drive bottabile con Zeroshell oppure installarlo su hard disk by Gassi Vito info@gassielettronica.com Questa breve guida pratica ci consentirà installare Zeroshell su pen drive o schede

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX

1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX 1.1.1 ATLAS Postazione Studente : CONFIGURAZIONE DI ATLAS CON CLIENT LINUX Configurazione di Atlas con client Linux DESCRIZIONE Di seguito sono descritte le operazioni da effettuare per configurare correttamente

Dettagli

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...)

Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Analisi di sistemi compromessi (ricerca di rootkit, backdoor,...) Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161

Dettagli

Test installazione XEN su black

Test installazione XEN su black Test installazione XEN su black andrea 10 giu 2010 v.1.2 Installare un sistema minimale con le seguenti partizioni /boot 256Mb ext2 (boot macchina host) / 10GB ext3 (/ macchina host) swap 2 GB (macchina

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

L'ambiente UNIX: primi passi

L'ambiente UNIX: primi passi L'ambiente UNIX: primi passi Sistemi UNIX multiutente necessità di autenticarsi al sistema procedura di login Login: immissione di credenziali username: nome identificante l'utente in maniera univoca password:

Dettagli

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4

Corso Base su Linux. Basato su Fedora 7 Lezione 4 Corso Base su Linux Basato su Fedora 7 Lezione 4 Configurare la rete Esistono diversi metodi per configurare il servizio di rete: editare i singoli file di configurazione del networking (per applicare

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed

Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed 1 Modulo 2 - Appendice 3 L'editor vi e cenni su sed Laboratorio di Sistemi Operativi I Anno Accademico 2008-2009 Copyright 2005-2007 Francesco Pedullà, Massimo Verola Copyright 2001-2005 Renzo Davoli,

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti

APRS su Linux con Xastir, installazione dai sorgenti APRS su Linux con Xastir Installazione dai sorgenti L installazione di Xastir Per installare Xastir non è richiesto essere un guru di Linux, anche se una conoscenza minima della piattaforma è necessaria.

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Hard Disk Upgrade Mini How-To

Hard Disk Upgrade Mini How-To Yves Bellefeuille yan@storm.ca Konrad Hinsen hinsen@cnrs-orleans.fr v2.11, 13 Aprile 2000 Come copiare un sistema Linux da un disco fisso ad un altro. Traduzione in italiano a cura di Nicola Girardi (girardi(at)keycomm.it)

Dettagli

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon)

sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) Sed & Awk Sed e Awk sed: editor non interattivo di file di testo (1974 nei Bell Labs come evoluzione di grep, Lee E. McMahon) awk: linguaggio per l'elaborazione di modelli orientato ai campi (1977, Bell

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Ubuntu Server Guide. Ubuntu Documentation Project

Ubuntu Server Guide. Ubuntu Documentation Project <ubuntu-doc@lists.ubuntu.com> Ubuntu Server Guide Ubuntu Documentation Project Ubuntu Server Guide di Ubuntu Documentation Project Copyright 2004, 2005, 2006 Canonical Ltd.

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

Per Iniziare con Parallels Desktop 10

Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Per Iniziare con Parallels Desktop 10 Copyright 1999-2014 Parallels IP Holdings GmbH e i suoi affiliati. Tutti i diritti riservati. Parallels IP Holdings GmbH Vordergasse 59 8200 Schaffhausen Svizzera

Dettagli

Guida pratica di base

Guida pratica di base Adolfo Catelli Guida pratica di base Windows XP Professional Dicembre 2008 Sommario Accedere a Windows XP 4 Avviare Windows XP 4 Uscire da Windows XP 5 L interfaccia utente di Windows XP 6 Il desktop di

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO

SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO SPOSTAMENTO SITEMANAGER DA SERVER DIREL A SERVER PROPRIETARIO La seguente guida mostra come trasferire un SiteManager presente nel Server Gateanager al Server Proprietario; assumiamo a titolo di esempio,

Dettagli

Zeroshell su HP Microserver

Zeroshell su HP Microserver Zeroshell su HP Microserver Introduzione Un Captive Portal su HP Microserver Approfondisco l argomento Zeroshell, mostrando la mia scelta finale per la fornitura di un captive portal in versione boxed,

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT

Introduzione. Esempio 1. Soluzione: SPOSTA_1.BAT Introduzione Un file batch è un file di testo di tipo ASCII che contiene una sequenza di comandi DOS. I file batch devono avere estensione.bat I comandi DOS all interno dei programmi batch sono eseguiti

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd

OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd Maurizio Anconelli OS X come piattaforma di analisi : Diskarbitrationd Con la crescente diffusione sui desktop di giovani e professionisti, il sistema operativo della mela morsicata inizia a rivestire

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 2 Sistema Operativo Windows Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 2: Sistema Operativo 2 Modulo 2 Il sistema operativo Windows

Dettagli

Università degli Studi di Parma

Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma Information and Communication Technology Base Esercitazione di laboratorio ultima revisione in data 30 aprile 2003 esercitazione 8 maggio 2003 Questa esercitazione ha lo

Dettagli

Remote Administrator v2.2

Remote Administrator v2.2 Remote Administrator v2.2 Radmin è il software più veloce per il controllo remoto. È ideale per l assistenza helpdesk e per la gestione dei network. Ultimo aggiornamento: 23 June 2005 Sito Web: www.radmin.com

Dettagli

Manuale sull'editor VI

Manuale sull'editor VI Manuale sull'editor VI A cura di Giuseppe Ciaburro http://www.ciaburro.it info@ciaburro.it Indice 1 Per iniziare 3 2 Comandi operativi 5 3 Comandi per il controllo dei file 13 4 Opzioni 21 5 Macro 24 6

Dettagli

Per iniziare con Parallels Desktop 9

Per iniziare con Parallels Desktop 9 Per iniziare con Parallels Desktop 9 Copyright 1999-2013 Parallels Holdings, Ltd. and its affiliates. All rights reserved. Parallels IP Holdings GmbH. Vordergasse 59 CH8200 Schaffhausen Switzerland Tel:

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

CORSO BASE LINUX Capitolo N.1 Versione 1.0

CORSO BASE LINUX Capitolo N.1 Versione 1.0 CORSO BASE LINUX Capitolo N.1 Versione 1.0 CORSO BASE LINUX Ing. Mauro Tedesco Informazioni generali Questo corso può essere seguito da chiunque, non è richiesta nessuna conoscenza. Esistono diverse distribuzioni

Dettagli

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200

IMPORTAZIONI. TeamPortal - Importazioni 20120200 IMPORTAZIONI - INDICE... 3 Anagrafiche... 4 Anagrafiche esterne... 5 Client abilitati... 6 2 Le funzioni trattate in questa sezione permettono di gestire la fase di importazione dei dati provenienti da

Dettagli

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO:

ASTA IN GRIGLIA PRO. COSA PERMETTE DI FARE (per ora) Asta In Griglia PRO: ASTA IN GRIGLIA PRO Asta in Griglia PRO è un software creato per aiutare il venditore Ebay nella fase di post-vendita, da quando l inserzione finisce con una vendita fino alla spedizione. Il programma

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

CRYPTSETUP RAPIDO. man cryptsetup

CRYPTSETUP RAPIDO. man cryptsetup CRYPTSETUP RAPIDO La presente guida non vuole essere completa, si tratta solo della somma degli appunti utilizzati per creare e gestire una zona cifrata ove salvare i documenti. La distribuzione di riferimento

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Lezione 15 File System

Lezione 15 File System Lezione 15 File System Sistemi Operativi (9 CFU), CdL Informatica, A. A. 2014/2015 Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche Università di Modena e Reggio Emilia http://weblab.ing.unimo.it/people/andreolini/didattica/sistemi-operativi

Dettagli

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd.

ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. ivms-4200 Client Software Manuale Utente Hangzhou Hikvision Digital Technology Co., Ltd. Manuale utente del Client software ivms-4200 Informazioni Le informazioni contenute in questo documento sono soggette

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2

MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 MANUALE RADIOCOMANDO SY250 IDRO STD3 2ways2 Pag. 1 / 10 SOMMARIO: 1 INTRODUZIONE... 3 2 PANNELLO DI CONTROLLO... 4 2.1 I TASTI... 4 2.2 IL DISPLAY... 4 3 I MENU... 5 3.1 MODIFICA TERMOSTATO AMBIENTE RADIO...

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009

GARR WS9. OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità. Roma 17 giugno 2009 GARR WS9 OpenSource per l erogazione di servizi in alta disponibilità Roma 17 giugno 2009 Mario Di Ture Università degli Studi di Cassino Centro di Ateneo per i Servizi Informatici Programma Cluster Linux

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione.

Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi. Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Guida al ripristino e alla risoluzione dei problemi Creare i dischi di ripristino subito dopo l'impostazione. Indice Trovare le informazioni necessarie... 3 Ripristino e backup... 4 Cos'è il ripristino

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Determinare la grandezza della sottorete

Determinare la grandezza della sottorete Determinare la grandezza della sottorete Ogni rete IP possiede due indirizzi non assegnabili direttamente agli host l indirizzo della rete a cui appartiene e l'indirizzo di broadcast. Quando si creano

Dettagli

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS

MANUALE D USO RTSDOREMIPOS MANUALE D USO RTSDOREMIPOS PROGRAMMA DI GESTIONE SCAMBIO IMPORTO E ALTRE FUNZIONI TRA APPLICATIVO GESTIONALE E POS INGENICO PER PAGAMENTO ELETTRONICO (prot. 17) Versione 1.0.0.0 INDICE INDICE... 2 LEGENDA...

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012

explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 explorer 2 Manuale dell Installatore e Technical Reference Ver. 2.2.6 del 14 Dicembre 2012 1 Indice 1. Descrizione del sistema e Requisiti hardware e software per l installazione... 4 1.1 Descrizione del

Dettagli

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE

PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE PROGRAMMA IMPORT C/59 ISTAT MANUALE UTENTE SETTEMBRE 2013 DATASIEL S.p.A Pag. 2/23 INDICE 1. INTRODUZIONE...3 1.1. Scopo...3 1.2. Servizio Assistenza Utenti...3 2. UTILIZZO DEL PROGRAMMA...4 2.1. Ricevere

Dettagli