Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows * Server. White Paper tecnico COLLABORAZIONE PER GRUPPI DI LAVORO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows * Server. White Paper tecnico COLLABORAZIONE PER GRUPPI DI LAVORO"

Transcript

1 White Paper tecnico COLLABORAZIONE PER GRUPPI DI LAVORO Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows * Server Considerazioni su costi e vantaggi della migrazione da NetWare

2 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server Indice: Effettuare l upgrade o migrare? Considerazioni generali su Windows Server Migrare a Windows Server Elevati risparmi sui costi e alti livelli di efficienza operativa con Novell Open Enterprise Server Consolidamento e virtualizzazione dei server per ridurre i costi Semplificazione del passaggio a Novell Open Enterprise Server I numeri uno nel miglioramento dell efficienza infrastrutturale Referenze p. 1

3 Effettuare l upgrade o migrare? In sintesi, il passaggio da NetWare a Windows Server 2008 non solo comporterà una diminuzione delle funzioni disponibili, ma, poiché il divario quantitativo non è noto, tale scelta potrebbe portare con sé anche gravi rischi. _ I risultati effettivi variano da cliente a cliente in funzione delle circostanze specifiche di ciascuna infrastruttura. Alcuni clienti di Novell che valutano l opportunità di effettuare la migrazione dei loro ambienti NetWare a Linux* con Novell Open Enterprise Server 2 ritengono che sia opportuno prendere in considerazione tutti i prodotti che offre il mercato. Solitamente tale valutazione si riduce alle opzioni offerte da Microsoft*: Windows* 2003 o Windows Al fine di fornire alla clientela un adeguato supporto nella valutazione di tali possibilità, questo documento prende in esame gli aspetti chiave che devono essere soppesati per stabilire se effettuare l aggiornamento a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux o scegliere invece un server Windows. Gli elementi principali trattati nel presente studio includono le attività di pianificazione e distribuzione, le esigenze formative, i vantaggi e gli svantaggi in termini di efficienza operativa, i risparmi sui costi e sulle spese e i potenziali rischi. I risultati citati derivano da esperienze concrete di alcuni clienti, ricerche condotte da Novell Consulting e analisi effettuate con rivenditori che distribuiscono entrambe le piattaforme server. Si sottolinea che in tutto il presente documento l analisi è incentrata su Novell Open Enterprise Server 2. Considerazioni generali su Windows Server 2008 Sulla stampa si è ampiamente discusso del recente lancio di Windows Server 2008, ma in realtà si sa ben poco del nuovo prodotto di Microsoft. Sarà effettivamente migliore dal punto di vista di sicurezza, stabilità e prestazioni come si aspettano i clienti di Microsoft? Sarà davvero un passo avanti rispetto a Windows Server 2003 o si limiterà a mantenere lo status quo? Ma potrebbe anche ripetersi il caso di Windows Vista*, che per molti clienti rappresenta in realtà un passo indietro. Sarà almeno in grado di avvicinarsi agli elevati livelli di soddisfazione e alle aspettative dei clienti di Novell? Senza considerare poi i risparmi e gli elevati livelli di efficienza operativa che è ragionevole prevedere aggiornando NetWare con Novell Open Enterprise Server 2 su Linux. In effetti è troppo presto per trarre conclusioni documentate su Windows Server Sono infatti numerosi gli analisti che ritengono che le aziende avranno bisogno di circa un anno e mezzo dal lancio di Windows Server 2008 per effettuare i test pilota, verificare la compatibilità con le loro applicazioni, creare nuove librerie di immagini e formare il personale. Tali fasi pre-distribuzione sposteranno almeno al 2009 l effettiva distribuzione del nuovo server di Microsoft per la maggior parte delle organizzazioni. Si ritiene comunque che il processo di migrazione verrà effettivamente completato soltanto fra alcuni anni, soprattutto per le grandi aziende che utilizzano centinaia di server in diverse zone geografiche. Inoltre, mettendo a confronto Novell Open Enterprise Server 2 con ciò che attualmente si sa di Windows Server 2008, appare evidente che il primo è un prodotto più maturo e dotato di un set di funzioni integrate che non potrà nemmeno essere eguagliato da Windows Server Fra queste si citano a titolo esemplificativo: Tecnologia di storage dinamico Virtualizzazione e paravirtualizzazione Funzioni di self-service per gli utenti In sintesi, il passaggio da NetWare a Windows Server 2008 non solo comporterà una diminuzione delle funzioni disponibili, ma, poiché il divario quantitativo non è noto, tale scelta potrebbe portare con sé anche gravi rischi. Per quanto concerne i costi, i tempi e l impegno necessario per migrare p. 2

4 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server a Windows Server 2008, le organizzazioni possono aspettarsi risultati simili a quelli illustrati nelle sezioni seguenti riguardanti la migrazione a Windows Server Migrare a Windows Server 2003 La migrazione a Windows Server 2003 implica costi aggiuntivi e sforzi significativamente superiori rispetto all aggiornamento da NetWare a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux. La maggior parte di tali costi aggiuntivi si concretizza negli investimenti per l hardware richiesto dalla piattaforma server Windows. A questi vanno però sommati anche i costi per la formazione di amministratori e personale dell help desk. Inoltre, l impegno effettivo necessario per passare al server Windows è notevolmente superiore poiché la maggior parte dei processi di migrazione è manuale rispetto a quella automatica che è invece possibile utilizzare per il passaggio da NetWare a Novell Open Enterprise Server su Linux. Maggiori investimenti per l hardware dei server In base a quanto affermano alcuni solution provider che lavorano sia con piattaforme Novell che Microsoft, il numero massimo di utenti consigliato per un server di file e stampa Windows è di circa 750. Sono però numerose le aziende che gestiscono un numero di utenti decisamente inferiore per macchina. In particolare i nostri partner e consulenti ne registrano tipicamente 350. Diversa è la situazione per Novell Open Enterprise Server su Linux, che è in grado di supportare senza difficoltà 1000 utenti e ha una soglia massima di circa Ciò significa semplicemente che per quanto riguarda file e stampa si può prevedere un investimento superiore di almeno il 33% per l hardware in caso di passaggio a un ambiente server Windows. Tale maggiore investimento cresce ulteriormente se si considerano i requisiti hardware per l hosting dei servizi di rete basati su Microsoft. La migrazione a Windows Server 2003 implica costi aggiuntivi e sforzi significativamente superiori rispetto all aggiornamento da NetWare a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux. La maggior parte di tali costi aggiuntivi si concretizza negli investimenti per l hardware richiesto dalla piattaforma server Windows. Hardware dei server senza virtualizzazione Windows Server 2003 Utenti/Server 1000 utenti 5000 utenti utenti File e stampa, DHCP Active Directory, DNS Exchange di back-end Exchange di front-end SMS Numero totale di server TCO/server per 5 anni (software escluso) USD USD USD Costo totale server USD USD USD Novell Open Enterprise Server 2 File e stampa Caselle postali Novell GroupWise, PO MTA di Novell GroupWise, gateway SMTP Novell ZENworks Numero totale di server TCO/server per 5 anni (software escluso) USD USD USD Costo totale server USD USD USD Risparmio costi hardware con Novell Open USD USD USD Enterprise Server 2 Percentuale risparmio sui costi hardware 63% 58% 58% Figura 1 p. 3

5 I conflitti e l insufficienza delle risorse fanno sì che molti dei servizi di un ambiente Windows Server 2003 debbano essere eseguiti separatamente gli uni dagli altri. Per supportare i servizi di file e stampa, directory, posta elettronica, gestione di desktop e server e servizi periferici in un ambiente server Windows con gestione in cluster, sono necessari da cinque a otto server come configurazione di base: Active Directory* e DNS con ridondanza Minimo un server, due consigliati File e stampa e DHCP Minimo un server, due consigliati Exchange (back-end) Minimo un server, due consigliati Exchange (front-end) Un server consigliato SMS Un server consigliato Gli analoghi servizi di rete di un ambiente Novell Open Enterprise Server possono essere gestiti da una sola macchina, anzi l esecuzione di tutti i servizi di rete su un solo server rappresenta la configurazione tipica per le aziende che utilizzano Novell Open Enterprise Server con un massimo di 1000 utenti. Le organizzazioni più grandi di solito hanno un server separato per Novell GroupWise e uno per Novell ZENworks, il che porta il numero di macchine a soltanto tre unità rispetto a un minimo di otto server necessari per Windows Server Considerando un costo totale di gestione stimato di USD per server in un periodo di 5 anni, come dettagliato successivamente in questo documento, in un ambiente Windows Server 2003 con 1000 utenti e Hardware dei server con virtualizzazione Windows Server 2003 Utenti/Server 1000 utenti 5000 utenti utenti File e stampa, DHCP Active Directory, DNS Exchange di back-end Exchange di front-end SMS Numero totale di server TCO/server per 5 anni (software escluso) USD USD USD Costo totale server USD USD USD Novell Open Enterprise Server 2 File e stampa Caselle postali Novell GroupWise, PO MTA di Novell GroupWise, gateway SMTP Novell ZENworks Numero totale di server virtuali Rapporto di consolidamento server Numero totale di server fisici TCO/server per 5 anni (software escluso) USD USD USD Costo totale server USD USD USD Risparmio costi hardware con Novell Open USD USD USD Enterprise Server 2 Percentuale risparmio sui costi hardware 88% 87% 88% Figura 2 p. 4

6 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server considerando che un server supporta al massimo 750 utenti, è possibile stimare un costo di acquisto e manutenzione di USD. Facendo un confronto prudente, un ambiente Novell Open Enterprise Server eseguito su Linux con 1000 utenti costerebbe USD. Con Novell Open Enterprise Server si ottiene quindi un risparmio del 63% sui costi di acquisto e manutenzione dell hardware (vedere figura 1). In un ambiente con utenti i costi salgono fino a USD per il server Windows rispetto a USD per Novell Open Enterprise Server. Tali differenze di costi aumentano ulteriormente se si considera la virtualizzazione dei server: con Novell Open Enterprise Server in un ambiente con 1000 o utenti si ottiene un risparmio dell 88% sugli investimenti per l hardware (vedere figura 2; il tema della virtualizzazione viene approfondito di seguito). Duplicazione della SAN e raddoppio dello spazio di storage Se nell ambiente NetWare è presente una SAN, le spese per l hardware in caso di migrazione a Windows Server 2003 salgono ancora. Si potrebbe pensare di migrare una SAN a Windows, oppure di creare un array più piccolo sulla SAN, migrare una parte su Windows, quindi disattivarla su NetWare e ripetere il processo fino a completare la migrazione. Sfortunatamente, nella maggior parte dei casi questo non è possibile. Per la migrazione di una SAN a Windows Server 2003, è necessario migrare un numero di unità logica (LUN) completo. La maggior parte delle organizzazioni, però, imposta le proprie SAN come un solo LUN rendendo così necessario migrare l intera SAN in una singola operazione. Ciò significa che prima della migrazione devono essere disponibili una SAN di origine e una di destinazione perfettamente funzionanti. È pertanto probabile che sia necessario acquistare e installare una SAN completamente nuova che funga da destinazione e che consenta di effettuare la migrazione. Sulla base delle cifre fornite dallo Storage Performance Council, il costo di acquisto medio per gigabyte di una SAN è di 125 USD. Considerando una SAN da 10 terabyte, la spesa minima una tantum ammonta a USD (vedere figura 3). Questi costi di acquisto non includono però le spese per distribuzione e spazio. Costi di migrazione della SAN Costo di acquisto SAN per GB TB necessari 10 Costo una tantum di migrazione Figura USD USD Oltre ai costi di acquisto direttamente collegati alla migrazione di una SAN a Windows Server 2003, le organizzazioni devono considerare anche altre spese da imputare ai requisiti base di storage per Windows Server In base alle informazioni fornite da clienti e solution provider, lo spostamento dei dati da volumi NSS a volumi NTFS su un server Windows può addirittura far raddoppiare l hardware necessario per lo storage. Migrazione manuale contro procedure automatizzate Oltre al lievitare degli investimenti imposto dai requisiti hardware, non vanno sottovalutati nemmeno i tempi necessari per effettuare la migrazione al server Windows, decisamente superiori a quelli per l aggiornamento a Novell Open Enterprise Server 2. Il passaggio a Novell Open Enterprise Server 2 è un processo diretto e in gran parte automatizzato, che risulta perfettamente trasparente all utente. D altro canto, invece, la maggior parte dei processi di migrazione a Windows Server 2003 è manuale e spesso richiede interazioni con l utente finale. p. 5

7 Ad esempio, lo spostamento dei conti di Novell edirectory a Linux su Novell Open Enterprise Server 2 richiede una preparazione minima (vale a dire controlli di stato, aggiornamento degli alberi, ecc.), seguita da un processo di sincronizzazione automatizzato. Per spostare questi stessi conti utente su Active Directory è invece necessaria una considerevole pianificazione e progettazione iniziale della struttura del dominio Active Directory. Il processo di spostamento vero e proprio dei conti da edirectory ad Active Directory è principalmente manuale e richiede parecchio tempo. Affinché i computer Windows possano accedere alle risorse che risiedono su un server Windows, gli amministratori saranno obbligati a intervenire su ogni singolo desktop per effettuare il login e inserirli nell insieme di strutture di Active Directory. Inoltre gli utenti dovranno ripristinare manualmente le loro password e accettare le limitazioni delle nuove procedure di login, stampa e accesso ai file. Lo spostamento dei servizi di directory non è il solo campo in cui si registra un enorme disparità in termini di attività da effettuare per la migrazione verso i due diversi sistemi di destinazione. Lo spostamento da un volume NSS NetWare su una SAN verso Linux è una semplice procedura di smontaggio su NetWare e montaggio su Linux. Come precedentemente menzionato, la migrazione di una SAN a Windows Server 2003 richiede invece l acquisto e l installazione di un ulteriore SAN, ancora prima di iniziare l effettivo processo di migrazione. Inoltre, tale nuova SAN è probabile che renda necessario il raddoppio dello spazio su disco a causa dei requisiti di NTFS. Novell Storage Services offre un complesso file system di trustee che consente agli utenti di ereditare i diritti da gruppi, altri utenti e ruoli di edirectory. Quando i dati vengono spostati da NSS a NTFS di Windows, questo sistema di diritti ereditari va perduto e deve essere reimpostato manualmente entro i confini del modello che regola i diritti di NTFS. Alcune migrazioni manuali a Windows Server 2003 dovranno essere effettuate intervenendo su ogni singola workstation dell organizzazione, per rimuovere Novell Client e ricreare i profili delle stampanti. Queste attività richiedono inoltre l aggiornamento di tutte le immagini di desktop e computer portatili. Inoltre, il passaggio a un server Windows rende necessaria la ridistribuzione completa dell infrastruttura di recupero di emergenza e recupero di contingenza. Con Novell Open Enterprise Server 2, invece, i server NetWare e Linux possono coesistere in Novell Cluster Services, rendendo possibile un upgrade in sequenza senza interruzione dei servizi. In sintesi, la maggior parte dei servizi che deve migrare da NetWare a Windows Server 2003 richiede significative attività manuali. D altro canto, la migrazione dei medesimi servizi a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux implica pochissimi interventi manuali, grazie al fatto che la maggior parte delle operazioni è automatizzata (vedere figura 4). Inoltre, il maggiore impegno necessario per la migrazione a Windows Server 2003 non implica soltanto un investimento in termini di tempo e risorse, ma anche importanti rischi, a causa della sua natura prevalentemente manuale (vedere figura 5). I processi manuali sono maggiormente soggetti all errore umano, mentre l automatizzazione tende a ridurre gli errori ed evitare le ripercussioni che ne seguono. Maggiori investimenti per la formazione La migrazione a Windows Server 2003 o a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux porta con sé anche un investimento per la formazione degli amministratori di rete. Il grado di formazione richiesto varia naturalmente da organizzazione a organizzazione in base all esperienza accumulata dai singoli amministratori con i server Windows e Linux. Per le organizzazioni che scelgono Novell Open Enterprise Server 2 su Linux, gli addetti all help desk e gli amministratori p. 6

8 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server Attività di migrazione Migrazione a Novell Open Enterprise Migrazione a Componenti di NetWare Server 2 Windows 2003 File system e dati NSS NWFS (tradizionale) Assegnazioni di trustee Condivisioni Windows (CIFS) Dati DAS Dati NAS/SAN NCP DFS Archivio/Versioni Conti utente e profili Rischio della migrazione Migrazione a Novell Open Enterprise Migrazione a Componenti di NetWare Server 2 Windows 2003 File system e dati NSS NWFS (tradizionale) Assegnazioni di trustee Condivisioni Windows (CIFS) Dati DAS Dati NAS/SAN NCP DFS Archivio/Versioni Conti utente e profili Alcune migrazioni manuali a Windows Server 2003 dovranno essere effettuate intervenendo su ogni singola workstation dell organizzazione, per rimuovere il client Novell e ricreare i profili delle stampanti. Queste attività richiedono inoltre l aggiornamento di tutte le immagini di desktop e computer portatili. edirectory: conti utente edirectory: conti utente edirectory: password edirectory: password Workstation: profili di stampa Workstation: profili di stampa Workstation: profili utente Workstation: profili utente Workstation: client Workstation: client QuickFinder QuickFinder Servizi Servizi DHCP DHCP DNS DNS FTP FTP Novell iprint Novell iprint NTP/TimeSync NTP/TimeSync Cluster Services Cluster Services NetStorage NetStorage SLP SLP Novell imanager Novell imanager Remote Manager Remote Manager Novell GroupWise Novell GroupWise Legenda: Impegno minimo (ottimale) Figura 4 Impegno massimo (negativo) Legenda: Impegno minimo (ottimale) Figura 5 Impegno massimo (negativo) p. 7

9 non dovrebbero necessitare di ulteriore formazione dopo la distribuzione, poiché potranno utilizzare i medesimi strumenti di gestione (ad esempio DFS, DNS, Novell edirectory, Novell iprint) che già utilizzavano in precedenza. In effetti potranno continuare a gestire Open Enterprise Server 2 con gli strumenti che già hanno imparato ad apprezzare: Novell imanager e Novell Remote Manager. Novell ha persino messo a punto un breve elenco di traduzioni di comandi da NetWare a Linux per consentire agli amministratori di effettuare le operazioni che già conoscono con un nuovo comando. Per le organizzazioni che invece scelgono di migrare a Windows Server 2003 è molto probabile che la formazione sia necessaria, naturalmente a seconda della precedente esperienza con Windows degli addetti all help desk. Se l esperienza di questo personale è limitata al supporto dell ambiente Netware, per Windows Server 2003 sarà necessario prevedere una formazione completa. Per gli utenti finali degli ambienti Novell Open Enterprise Server 2 non sarà necessaria alcuna formazione, poiché grafica ed esperienza d uso, processi di autenticazione del sistema e accesso a file e applicazioni sono identici. Gli utenti finali che invece passano a Windows Server 2003 necessiteranno di istruzioni e supporto per l autenticazione alla rete e l accesso ai fili e alle applicazioni che utilizzano il server Windows. A seconda delle effettive esigenze formative dell organizzazione, l entità della formazione per Windows Server 2003 potrebbe essere notevole (vedere figura 6). Se per gli amministratori di Novell Open Enterprise Server 2 è necessario prevedere un programma di formazione, nel complesso le esigenze formative sono inferiori rispetto a quelle richieste da Windows Server Pianificazione e distribuzione più impegnative A causa della complessità e degli importanti fattori di rischio associati alla migrazione al server Windows, i tempi e l impegno da dedicare a pianificazione e distribuzione saranno nettamente superiori a quelli per l aggiornamento a Novell Open Enterprise Server 2. Clienti e partner affermano che il tempo da dedicare alla migrazione da NetWare a un server Windows è pari ad almeno il doppio di quello per la pianificazione di un upgrade a Open Enterprise Server, senza dimenticare che la distribuzione di un server Windows richiede un tempo otto volte superiore alla distribuzione di Open Enterprise Server. I costi di pianificazione e implementazione salgono ulteriormente se si considera il probabile aumento del personale IT dell organizzazione, necessario per poter disporre di staff con maggiore esperienza negli ambienti e nelle migrazioni ai server Windows. Il passaggio da NetWare a un server Windows può offrire le medesime funzionalità solo in alcuni campi e si dovrà fare fronte alla perdita di efficienza operativa e all aumento dell overhead amministrativo. Costo della formazione 1000 utenti 5000 utenti utenti Chiamate per utente al mese 1,36 1,36 1,36 Totale chiamate al mese Chiamate per addetto al mese Numero di addetti Costo per impiegato addetto (giornaliero) 262 USD 262 USD 262 USD Giorni di formazione per addetto Costo stipendi per formazione 5240 USD USD USD Costo per partecipante a formazione 450 USD 450 USD 450 USD Costo per erogazione formazione 9000 USD USD USD Costo totale formazione USD USD USD Figura 6 p. 8

10 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server Elevati risparmi sui costi e alti livelli di efficienza operativa con Novell Open Enterprise Server Nel valutare se migrare a Novell Open Enterprise Server 2 o a un server Windows le organizzazioni non devono prendere in considerazione soltanto i costi e l impegno di questo processo. Devono infatti esaminare anche vantaggi e svantaggi per l azienda e la funzionalità del sistema. Il passaggio da NetWare a un server Windows può offrire le medesime funzionalità solo in alcuni campi e si dovrà fare fronte alla perdita di efficienza operativa e all aumento dell overhead amministrativo. Invece, l aggiornamento a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux assicura numerosi vantaggi in termini di operatività e risparmi, in particolare nei campi seguenti: Storage Consolidamento dei server Self-service per gli utenti Storage: risparmi ed efficienza grazie a volumi shadow La capacità di storage richiesta è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni e continua a crescere. Una delle ragioni di questa esigenza può essere attribuita alle norme governative e di settore che richiedono la conservazione di alcuni dati per lunghi periodi di tempo. Esistono però altre cause, quali ad esempio le nuove abitudini lavorative degli utenti e svariate esigenze aziendali alimentate dalla digitalizzazione dell economia. Sono in aumento le aziende che gestiscono terabyte di dati non strutturati (ad esempio documenti, fogli di calcolo, foto, video, MP3, presentazioni, file di testo, ecc.) che occupano preziosi spazi di storage. Secondo gli analisti di settore lo storage rappresenta il 19% del totale della spesa IT per l hardware, considerando anche che questi costi comportano difficoltà di gestione degli aggiornamenti frequenti dell hardware, complessità di amministrazione dello storage, costi inutili associati a porzioni di storage non utilizzate e sistemi di storage isolati. Questi stessi analisti asseriscono che la risposta a queste problematiche è da ricercarsi nelle tecnologie di virtualizzazione dello storage, capaci di ridurre i costi per l hardware e offrire un approccio più efficace ai vari livelli di storage. Se, da un lato Windows Server 2003 e Windows Server 2008 non offrono una soluzione di virtualizzazione dello storage, tale funzionalità è parte integrante di Novell Open Enterprise Server 2, grazie alla tecnologia di storage dinamico. La virtualizzazione dello storage di Novell Open Enterprise Server 2 funziona in modo da creare due partizioni indipendenti (o livelli ) riservate ai dati non strutturati degli utenti. I dati creati o consultati di recente vengono memorizzati in una partizione primaria, solitamente residente su dischi ad alte prestazioni, come ad esempio i SAN. In base alle norme personalizzate definite dall organizzazione, i dati meno attivi vengono spostati in una partizione secondaria (definita anche volume shadow ) che tipicamente risiede su un dispositivo di storage meno costoso. In caso di accesso o modifica dei dati non attivi, essi vengono dinamicamente spostati nella partizione primaria in base alle norme impostate. Nonostante queste due partizioni siano indipendenti e risiedano su dispositivi di storage separati, la visualizzazione per l utente è sempre quella dell usuale volume singolo dal quale può accedere ai file. In base a una ricerca condotta su un campione di clienti di Novell, circa l 80% dei dati non strutturati di un organizzazione è inattivo, vale a dire che rimane inutilizzato per sei mesi o più. La tecnologia di storage dinamico di Novell consente di migrare automaticamente questo 80% di dati su dispositivi di storage meno costosi, mentre il restante 20% può rimanere su hardware con prestazioni superiori. Un altra possibilità di utilizzo consiste nella creazione di una nuova SAN lasciando i vecchi dati sul vecchio volume, ma rendendoli comunque accessibili agli utenti senza onerose migrazioni dei dati. p. 9

11 Quando la tecnologia di storage dinamico di Novell sposta i dati fra dispositivi di storage di alto livello e a basso costo, l operazione è del tutto trasparente per gli utenti. Indipendentemente dalla loro ubicazione, i dati appaiono memorizzati nella posizione originaria in cui gli utenti li hanno salvati e risultano accessibili nelle medesime modalità. Non è necessario effettuare la demigrazione dei dati imprescindibile invece per le soluzioni di storage gerarchiche (HSM). Inoltre non è necessaria alcuna formazione degli utenti sul software specifico del client che altre soluzioni di virtualizzazione dello storage invece richiedono. I vantaggi principali che le organizzazioni possono attendersi come diretta conseguenza della virtualizzazione di Novell Open Enterprise Server 2 sono due: Costi di storage nettamente inferiori Efficienza di backup notevolmente superiore Costi di storage inferiori Senza la virtualizzazione dello storage il costo della separazione dei dati inattivi da quelli attivi è proibitivo sia per gli utenti sia per gli amministratori. Finiscono così per memorizzare insieme sia i dati attivi che quelli inattivi. Ciò implica però che i dati inattivi consumino spazio prezioso su risorse di storage costose. La tecnologia di storage dinamico consente invece lo spostamento trasparente e dinamico dei dati nell ubicazione più adeguata ed economicamente conveniente. Offrendo la possibilità di ottimizzare dinamicamente la modalità di storage nei dati, questa tecnologia facilita la memorizzazione dei dati inattivi e meno importanti su dispositivi meno costosi, preservando lo spazio di risorse più costose e con prestazioni migliori per i dati attivi e più importanti. Sulla base di alcuni rapporti sui benchmark SAN dello Storage Performance Council, uniti ai dati dei prezzi medi di settore per i dispositivi DAS, è ragionevole prevedere una riduzione del 76% dei costi di storage in organizzazioni in cui il 20% dei dati non strutturati è attivo e il restante 80% inattivo. Ciò significa che, ad esempio, una società con 10 terabyte totali di dati può risparmiare USD in un periodo di cinque anni, sfruttando la tecnologia di virtualizzazione dello storage integrata in Novell Open Enterprise Server 2 (vedere figura 7). Migliore efficienza di backup A causa della grande quantità di dati che le organizzazioni conservano nei loro archivi di storage, spesso i processi di backup vanno oltre le finestre di backup disponibili. Un cliente di Novell con un volume da 8 terabyte ha segnalato che sono necessari tre giorni e mezzo solo per effettuare un backup Risparmi con la tecnologia di storage dinamico Percentuale di dati non strutturati: Attivi 20% Inattivi 80% Costo di storage primario per GB al mese 5,00 USD Costo di storage secondario per GB al mese 0,25 USD Costo medio per GB al mese 1,20 USD Percentuale di riduzione dei costi di storage 76% Risparmio in cinque anni per 10 TB USD Tempo di elaborazione del backup tipico per TB (in minuti) 120 Figura 7 p. 10

12 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server incrementale. La maggior parte del tempo di elaborazione è da imputare al programma di backup che effettua l analisi dei file per individuare quelli effettivamente modificati che devono essere inseriti nel processo. Alcuni clienti utilizzano soluzioni di backup che possono garantire prestazioni migliori, ma anche in tali casi spesso i processi di backup vengono completati durante il normale orario di lavoro. Separando i dati attivi e importanti da quelli inattivi, la virtualizzazione dello storage rende possibile una significativa riduzione dei tempi di backup. Nonostante la tecnologia di storage dinamico visualizzi i volumi primario e secondario sullo stesso livello, ai fini del backup gli amministratori possono gestire separatamente tali volumi fisici. Ad esempio, se la tecnologia di storage dinamico sposta l 80% dei dati su un volume secondario, gli amministratori possono programmare i backup del volume secondario affinché vengano effettuati con minore frequenza, visto che tali dati vengono modificati raramente. Il backup del 20% di dati attivi e residenti nel volume primario può invece essere effettuato con maggiore regolarità e in tempi nettamente inferiori. Analogamente, in caso di emergenza il recupero è molto più rapido, poiché è possibile ripristinare per primo quel 20% dei dati che risiede sul volume primario e viene utilizzato con maggiore frequenza. Migrazione dei file in tempo reale e senza soluzione di continuità Un ulteriore vantaggio della tecnologia di storage dinamico consiste nella possibilità di effettuare migrazioni dei file da NetWare 6.5 SP7 a Novell Open Enterprise Server 2 su Linux a richiesta e nell ubicazione desiderata. Questa soluzione include un impostazione che consente lo spostamento automatico dei file dallo storage secondario a quello primario in caso di accesso. Attivando questa impostazione, gli amministratori devono semplicemente configurare il volume Linux di destinazione come storage primario e il volume di origine NetWare come storage secondario. Tutte le volte che un utente accede a un file, questa soluzione sposta tale file sul volume Linux in modo automatico e trasparente. Ciò consente non soltanto la migrazione dei file senza tempi d inattività del sistema o limitazioni dell accesso, ma anche lo spostamento prioritario dei file a cui si accede con maggiore frequenza. In sintesi, la tecnologia di storage dinamico di Novell ottimizza le risorse di storage in base all effettivo utilizzo dei dati in modo da offrire una significativa efficienza operativa, oltre a risparmi di milioni di dollari sull acquisto dei dispositivi di storage e sui costi di gestione. Questa funzionalità, integrata in Open Enterprise Server 2, non è disponibile in altri sistemi operativi. Consolidamento e virtualizzazione dei server per ridurre i costi In una delle sezioni precedenti di questo documento è stato analizzato come il passaggio da NetWare a un server Windows può triplicare l hardware necessario per i server. Come illustrato, parte di tale aumento è da imputarsi all isolamento dei server per i servizi Windows. Un aspetto secondario dipende invece dall incapacità dei server Windows di supportare l elevato numero di utenti gestito da NetWare. Di conseguenza, Windows ha un consumo energetico superiore a quello di NetWare. Per contro, grazie all efficienza del kernel Linux, il consumo energetico di Novell Open Enterprise Server 2 è inferiore a quello dei server Windows e NetWare. L utilizzo efficiente dell energia di Novell Open Enterprise Server si traduce in un livello generale di utilizzo inferiore, che consente alle organizzazioni di risparmiare sugli investimenti avvalendosi di hardware meno costoso o sfruttando il livello di utilizzo mediante il consolidamento dei server. Negli ambienti server Windows, gli elevati livelli di utilizzo dei server limitano il potenziale di consolidamento. Un altro fattore che ostacola ulteriormente il consolidamento p. 11

13 In sintesi, la tecnologia di storage dinamico di Novell ottimizza le risorse di storage in base all effettivo utilizzo dei dati in modo da offrire una significativa efficienza operativa, oltre a risparmi di milioni di dollari sull acquisto dei dispositivi di storage e sui costi di gestione. Questa funzionalità, integrata in Open Enterprise Server 2, non è disponibile in altri sistemi operativi. dei server Windows è da ricercarsi nel fatto che la maggior parte dei servizi deve essere eseguita separatamente dagli altri. La virtualizzazione potrebbe colmare questa lacuna, ma Microsoft non offre tale funzionalità con Windows Server L introduzione della virtualizzazione dei server per Windows Server 2008 è stata promessa per i prossimi mesi dell anno, ma sarà necessario almeno un altro anno (se non di più) di test e service pack prima che le organizzazioni possano sentirsi sicure e distribuirla. La virtualizzazione dei server è invece possibile con Novell Open Enterprise Server 2 ed era già parte integrante di SUSE Linux Enterprise Server a partire dal luglio del La virtualizzazione dei server di Novell Open Enterprise Server offre alla clientela svariati vantaggi, fra i quali la possibilità di: Per un organizzazione con 100 server fisici, ciò implica un costo di USD in cinque anni. In base alle indagini condotte su alcuni clienti di Novell, il livello di utilizzo dei server in ambienti aziendali va dal 5 al 40%. A fronte del costante aumento della potenza di elaborazione dell hardware e dell efficienza offerta da Linux, ci si può ragionevolmente aspettare un ulteriore diminuzione dei livelli di utilizzo di Novell Open Enterprise Server rispetto al livello medio del 12,5%. Considerando questo fattore, la maggior parte delle organizzazioni avrà probabilmente la possibilità di sfruttare la virtualizzazione dei server di Novell Open Enterprise Server e distribuire cinque o più server virtuali su un solo server fisico. Per un organizzazione con 100 server fisici, tale livello di consolidamento può generare risparmi pari a USD in cinque anni (vedere figura 9). Per alcune organizzazioni è ragionevole aspettarsi anche livelli nettamente superiori di consolidamento, con maggiori risparmi. Per citare un caso specifico di un cliente di Novell e importante provider del settore delle comunicazioni, la nuova architettura messa a punto per sostituire un ambiente misto di oltre 100 server NetWare e Windows Server 2003 prevede un cluster a sei nodi di Novell Open Enterprise Server 2 su Linux. NetWare paravirtualizzato Ridurre i costi grazie al consolidamento dei server Eseguire NetWare paravirtualizzato Avvalersi del bilanciamento e dell isolamento dei carichi di lavoro Risparmio derivante dal consolidamento dei server Sommando il costo di acquisto una tantum di un server e la sua manutenzione continuativa e le spese per energia e spazio, un server tipo di fascia bassa ha un costo per le organizzazioni di circa USD nell arco di cinque anni (vedere figura 8). Oltre alle funzionalità complete di virtualizzazione integrate in Novell Open Enterprise Server 2, è inclusa anche una versione migliorata di NetWare 6.5 SP7 paravirtualizzato, che può essere riconosciuto quando viene eseguito come macchina virtuale. La paravirtualizzazione consente un interazione ancora più efficiente fra il livello delle macchine virtuali e il server fisico che le ospita. La versione paravirtualizzata di NetWare è comunque uguale al sistema che le organizzazioni conoscono e apprezzano da anni. Semplicemente viene eseguita in un nuovo ambiente che offre opportunità e funzionalità che prima non erano disponibili. p. 12

14 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server Costo di un server fisico Una sola volta Costo annuale Hardware 4000 USD 1000 USD Manodopera di amministrazione Costo orario di amministrazione 52 USD Ore di installazione server fisico 12 Costo di installazione Ore di amministrazione per server fisico/anno 30 Costo amministrazione server Alimentazione Consumo energetico (kw/ora) 0,30 HVAC, UPS, illuminazione (kw/ora) 0,30 Consumo totale per server 0,60 Costo per kw/ora 0,10 USD Ore all anno 8760 Costo energetico per server all anno Infrastrutture per i data center Piedi quadrati per server USD 1560 USD 526 USD Costo per piede quadrato/anno 310 USD Costo infrastruttura all anno 310 USD Totali 4624 USD 3396 USD Costo totale per 5 anni 4624 USD USD TCO/server per 5 anni (software escluso) USD Figura 8 L esecuzione di NetWare in un ambiente virtualizzato su Novell Open Enterprise Server permette alle organizzazioni di continuare a sfruttare le applicazioni specificatamente sviluppate per NetWare e le competenze su cui fanno affidamento. Il grande vantaggio è dato dal fatto che è comunque possibile continuare a utilizzare NetWare e al contempo godere dei vantaggi dell hardware più recente e potente reperibile sul mercato. In questo ambiente paravirtualizzato, NetWare non è più vincolato all elaborazione a 32 bit. Al contrario, può sfruttare le maggiori prestazioni e i risparmi sui consumi energetici tipici dei processori a 64 bit. Inoltre, essendo un ospite paravirtualizzato, NetWare utilizza driver virtuali, mentre l host Linux gestisce eventuali driver fisici necessari. Ciò significa che il sistema NetWare virtualizzato eredita automaticamente l ampio supporto per i driver delle più recenti tecnologie hardware utilizzate da SUSE Linux Enterprise Server. Consolidamento dei server (rapporto 4:1) Server fisici Server virtuali Utenti per server TCO/server per 5 anni USD USD Costi totali server USD USD Risparmio totale su 5 anni (virtuali rispetto a fisici) USD Figura 9 p. 13

15 Anche NetWare paravirtualizzato può svolgere una funzione importante nel facilitare la migrazione da NetWare a Linux. Poiché Novell Open Enterprise Server 2 rende possibile l hosting di Linux e NetWare come macchine virtuali su una sola macchina fisica, consente di effettuare una transizione graduale da NetWare a Linux. Durante questa fase le organizzazioni potranno continuare a sfruttare i servizi esistenti basati su NetWare e le competenze IT acquisite. Né Windows Server 2003 né Windows Server 2008 sono in grado di offrire la paravirtualizzazione di NetWare con i vantaggi che questa comporta. Bilanciamento e isolamento dei carichi di lavoro Senza la virtualizzazione, l isolamento dei carichi di lavoro implica inefficienze dell hardware, mentre in un ambiente virtuale il bilanciamento dei carichi di lavoro può ottimizzare il livello di utilizzo dei server. Grazie alle funzionalità di virtualizzazione di Novell Open Enterprise Server 2, i carichi di lavoro possono essere isolati su macchine virtuali senza occupare ampi spazi fisici nei data center. Con un solo servizio eseguito su una macchina virtuale, nel sistema operativo sottostante è necessario caricare soltanto i servizi e i componenti necessari per quel particolare servizio del gruppo di lavoro, facendo sì che la macchina virtuale consumi meno risorse e funzioni in modo più efficiente. L isolamento dei carichi di lavoro offre anche un ulteriore livello di protezione per i server dei gruppi di lavoro, poiché l interruzione di un servizio non ha effetti a catena sugli altri servizi del gruppo di lavoro eseguiti su server virtuali separati sulla medesima macchina fisica. Oltre all isolamento dei carichi di lavoro, la virtualizzazione consente una migliore gestione del server con la possibilità di spostare dinamicamente i server virtuali sui server fisici quando necessario per bilanciare i carichi di lavoro in funzione delle nuove esigenze organizzative e IT. Self-service per gli utenti Secondo quanto afferma l Help Desk Institute (Building the Business Case for Identity Management Investment v2 del Burton Group, 3 gennaio 2006), tutte le volte che un utente finale chiama l help desk, costa all organizzazione 25 USD. Se è necessario un intervento presso l utente, il costo sale a 100 USD (vedere figura 10). Oltre a questi costi tangibili, la produttività dell utente finale diminuisce sensibilmente tutte le volte che deve chiamare l help desk. Questo calo della produttività non è però limitato all utente che si trova in difficoltà. Spesso gli utenti ricorrono all aiuto di colleghi esperti per risolvere i loro problemi invece di aspettare la risposta dell help desk. Il supporto fornito dai colleghi genera un ulteriore calo della produttività e costi aggiuntivi, poiché gli utenti interrompono le attività loro assegnate. Inoltre, nel tentativo di risolvere i problemi, il senso di insoddisfazione filtra e raggiunge supervisori e responsabili, sprecando anche il loro prezioso tempo. Risparmi sull help desk grazie al self-service Numero medio di chiamate all help desk per utente al mese 1,36 Costo per chiamata all help desk 25 USD Costo per intervento presso l utente 100 USD Percentuale di chiamate che richiedono l intervento presso l utente 25% Costo medio per utente al mese 68 USD Risparmi annuali grazie al self-service 1000 utenti 5000 utenti utenti Riduzione del 2% delle chiamate USD USD USD Riduzione del 5% delle chiamate USD USD USD Riduzione del 10% delle chiamate USD USD USD Figura 10 p. 14

16 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server Quando gli utenti hanno la possibilità di risolvere autonomamente e senza difficoltà la maggior parte dei loro problemi, le chiamate all help desk e gli interventi diretti diminuiscono e la produttività totale di utenti, colleghi e personale direttivo aumenta. Le potenti funzionalità di self-service integrate in NetWare offrono agli utenti gli strumenti necessari per risolvere rapidamente e in tutta semplicità numerose problematiche che altrimenti richiederebbero l intervento dell help desk. Questi stessi servizi di self-service non solo sono stati ereditati da Novell Open Enterprise Server 2 su Linux, ma in molti casi sono stati ulteriormente potenziati per incrementare la produttività degli utenti. Sfortunatamente questo livello di self-service degli utenti non è disponibile nei prodotti server Windows. Gestione self-service dei file Gli utenti di NetWare sono da sempre abituati a utilizzare le funzionalità di gestione self-service dei file di Novell ifolder. ifolder è una soluzione di storage semplice e sicura, in grado aumentare la produttività degli utenti consentendo loro di effettuare il backup, accedere ai file e gestire i file personali da qualunque luogo e in ogni momento. Gli utenti non devono fare altro che salvare i file in locale nel modo consueto, quindi ifolder provvede automaticamente all aggiornamento su un server di rete e alla distribuzione agli altri computer utilizzati. In questo modo, indipendentemente da dove lavorano (in ufficio, a casa o in viaggio), gli utenti possono sempre accedere a tutti i file necessari. Non saranno più costretti a inviare i file a loro stessi tramite né a salvarli su un disco. I file vengono infatti aggiornati su tutte le macchine che utilizzano. Novell ifolder garantisce anche il backup dei dati dei desktop e la possibilità per l utente finale di ripristinarli. Questa funzionalità risponde alle difficoltà che molte aziende hanno nel backup regolare dei file dei desktop e dei computer portatili. Consente inoltre agli utenti di essere produttivi anche in caso di guasto del disco rigido o indisponibilità di un computer. Basterà che utilizzino una macchina diversa e potranno accedere immediatamente a tutti i loro file. ifolder viene fornito con Novell Open Enterprise Server 2, mentre Windows Server 2003 non è dotato di funzionalità simili. Altro strumento di self-service apprezzato dagli utenti di NetWare e disponibile in Open Enterprise Server 2 su Linux sono i servizi di archiviazione e gestione delle versioni. Questa funzione consente ai singoli utenti di ripristinare immediatamente versioni precedenti di file modificati, rinominati o eliminati con una procedura semplice ed economicamente conveniente. Tali servizi archiviano le versioni dei file in base a intervalli di tempo e le rendono disponibili per il ripristino in funzione della data di modifica dei file o dell utente che li ha modificati. Per il ripristino, appare un semplice elenco di versioni di file archiviate ed è possibile selezionare la versione desiderata. Per ripristinare i file andati perduti, gli utenti quindi possono evitare di chiamare l help desk dell organizzazione. L ambiente server di Windows, pur offrendo alcune funzionalità di gestione delle versioni, non è altrettanto facile da utilizzare e intuitivo come i servizi di Novell. Gestione self-service delle stampanti L installazione delle stampanti può essere una delle principali cause di chiamate all help desk e interventi diretti presso l utente. Novell iprint consente di ridurre il numero di queste chiamate semplificando l installazione dei driver delle stampanti sulle macchine degli utenti. Grazie all interfaccia basata su browser, gli utenti possono semplicemente scegliere da un elenco di stampanti disponibili o utilizzare l interfaccia basata sul mouse con la mappa aziendale e selezionare una stampante ubicata in un ufficio di propria scelta. Dopo aver selezionato la stampante, il driver viene installato automaticamente sulla macchina dell utente, che può immediatamente utilizzarla. Novell iprint viene fornito con Novell Open Enterprise Server 2, mentre i server Windows non sono dotati di funzionalità simili. Anche se Windows Vista viene fornito con una funzionalità dinamica di installazione delle stampanti che gli amministratori possono utilizzare per semplificare la procedura, p. 15

17 Nel 2007 Novell ha condotto un indagine con i clienti che sono passati a Novell Open Enterprise Server su Linux e la maggior parte di essi è concorde nell affermare che l aggiornamento è stato molto più semplice di quanto non si aspettassero. né Windows Vista né i server Windows consentono agli utenti di impostare autonomamente le proprie stampanti di rete. Per facilitare l installazione delle stampanti, spesso gli amministratori di Windows si affidano infatti a script sviluppati internamente. Secondo quanto affermano i solution provider che supportano ambienti server sia Novell che Microsoft, l installazione delle stampanti in un ambiente server Windows è un attività di routine che però richiede tempo e, spesso, interventi diretti presso l utente, oltre all assistenza telefonica fornita dall help desk. Per contro, gli strumenti di self-service per gli utenti di Novell Open Enterprise Server semplificano l accesso alle stampanti desiderate quando necessario. Semplificazione del passaggio a Novell Open Enterprise Server Dal punto di vista dell IT, nessuna migrazione può essere definita semplice. Purtuttavia, come è stato illustrato nel presente documento, l aggiornamento da NetWare a Novell Open Enterprise Server su Linux è intrinsecamente molto più facile della migrazione a un server Windows. Inoltre, al fine di offrire ai clienti la possibilità di sfruttare tutti i vantaggi che Novell Open Enterprise Server può offrire, Novell lavora incessantemente per rendere il passaggio a Linux il più semplice e indolore possibile. Infatti, nel 2007 Novell ha condotto un indagine con i clienti che sono passati a Novell Open Enterprise Server su Linux e la maggior parte di essi è concorde nell affermare che l aggiornamento è stato molto più semplice di quanto non si aspettassero. Novell si è dedicata principalmente allo sviluppo di utilità automatizzate e facili da utilizzare che rendono automatico il processo di migrazione. La maggior parte di tali utilità è disponibile in due versioni: procedure guidate con interfaccia grafica per semplificare il processo o interfaccia a riga di comando per offrire maggiore controllo e flessibilità. È anche possibile utilizzare una combinazione delle due versioni disponibili. Gli strumenti sono stati concepiti in modo da consentire la migrazione di un servizio alla volta, effettuando test e valutazioni prima di passare al servizio successivo. Questo approccio graduale e capillare assicura anche una maggiore flessibilità e controllo per effettuare il passaggio da NetWare a Linux nei tempi più adeguati per le specifiche esigenze di ciascuna organizzazione. Novell mette a disposizione dei propri clienti anche un sito Web per la migrazione (www.novell.com/oesmigration) che consente l accesso dinamico ai contenuti del forum di supporto per la migrazione a Novell Open Enterprise Server e alla comunità Cool Solutions, nonché a materiale informativo, documentazione, articoli, collegamenti al Web e risorse di terze parti. Un importante documento informativo disponibile su detto sito è la guida alle best practice di migrazione a Novell Open Enterprise Server 2, un documento di grande attualità redatto in base alle esperienze dei clienti di Novell che hanno effettuato l aggiornamento, arricchito con le opinioni dei consulenti e dei tecnici di Novell esperti nelle migrazioni a Novell Open Enterprise Server su Linux. Questo sito Web consente inoltre di accedere a una vasta comunità di utenti che desiderano condividere le loro best practice di migrazione. In sintesi, Novell è impegnata a semplificare la transizione da NetWare a Novell Open Enterprise Server su Linux e offre ai propri clienti un ampio ventaglio di risorse che li possono aiutare a completare questo processo. I numeri uno nel miglioramento dell efficienza infrastrutturale Rispetto ad altri prodotti server, Novell può vantare il ruolo di leader grazie alla virtualizzazione dello storage, che consente drastiche riduzioni di questi costi in costante ascesa. Anche la tecnologia di storage dinamico assicura una maggiore efficienza operativa che ottimizza le finestre di backup. Novell è il p. 16

18 Novell Open Enterprise Server 2 a confronto con Windows Server numero uno grazie alla virtualizzazione, che riduce sostanzialmente i costi dell hardware mediante il consolidamento dei server e permette di continuare a utilizzare le applicazioni di importanza critica sviluppate specificatamente per NetWare e di sfruttare i vantaggi del bilanciamento e dell isolamento dei carichi di lavoro. Il ruolo di leader di Novell si deve anche agli strumenti di self-service per gli utenti, che riducono i costi dell help desk e potenziano la produttività degli utenti. Per contro, il passaggio a un prodotto server Windows comporta per le organizzazioni consistenti aumenti dei costi IT sia immediati che prolungati nel tempo, notevoli diminuzioni dei livelli di efficienza, calo della produttività degli utenti ed esposizione a un ampio spettro di rischi. Per valutare le varie possibilità di migrazione dei server, le aziende devono quindi privilegiare la soluzione che assicura maggiori risparmi, livelli di efficienza superiori, maggiore produttività e rischi ridotti: Novell Open Enterprise Server 2 su Linux. Referenze Burton Group Dell.com Help Desk Institute IBM.com Salary.com Storage Performance Council Novacoast Novell Consulting Vedere anche: Enck, John; Gartner. NetWare Futures: Upgrade or Migrate?, 24 aprile p. 17

19 Contattate il rivenditore autorizzato Novell più vicino. In alternativa è possibile contattare Novell ai seguenti riferimenti: Tel.: Fax: Novell Italia P.zza Don Mapelli Sesto San Giovanni (MI) Novell, Inc. 404 Wyman Street Waltham, MA USA 462-IT / Novell, Inc. Tutti i diritti riservati. Novell, il logo Novell, il logo N, NetWare, GroupWise, ZENworks, Novell ifolder e SUSE sono marchi registrati; Novell Consulting è un marchio di servizio registrato; edirectory, Novell Client e Novell Cluster Services sono marchi di Novell negli Stati Uniti e in altri Paesi. *Linux è un marchio registrato di Linus Torvalds. Tutti gli altri marchi di fabbrica appartengono alle rispettive società.

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

GUIDA DELL UTENTE IN RETE

GUIDA DELL UTENTE IN RETE GUIDA DELL UTENTE IN RETE Memorizza registro di stampa in rete Versione 0 ITA Definizione delle note Nella presente Guida dell'utente viene utilizzata la seguente icona: Le note spiegano come intervenire

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale

Guida al backup. 1. Introduzione al backup. Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi. Backup su nastro media ideale 1. Introduzione al backup Guida al backup Backup dei dati una parte necessaria nella gestione dei rischi Con l aumentare dei rischi associati a virus, attacchi informatici e rotture hardware, implementare

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo

white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo white paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo White paper La Process Intelligence migliora le prestazioni operative del settore assicurativo Pagina 2 Sintesi

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Guida dell amministratore

Guida dell amministratore Guida dell amministratore Maggiori informazioni su come poter gestire e personalizzare GFI FaxMaker. Modificare le impostazioni in base ai propri requisiti e risolvere eventuali problemi riscontrati. Le

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email

Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server 7 Software per l archiviazione e la gestione conforme delle email MailStore Server Lo standard nell archiviazione delle email MailStore Server consente alle aziende di trarre tutti i vantaggi

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001

www.queen.it info@mbox.queen.it Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Listino Gennaio 2001 pag. 1 Gruppo Queen.it Listino Utente Finale Gennaio 2001 Profilo aziendale Chi è il Gruppo Queen.it Pag. 2 Listino connettività Listino Connettività RTC Pag. 3 Listino Connettività

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler

Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler Mettere in sicurezza l infrastruttura dei desktop virtuali con Citrix NetScaler 2 Le aziende attuali stanno adottando rapidamente la virtualizzazione desktop quale mezzo per ridurre i costi operativi,

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli