Glossario ACCOUNT ACTIVE X ADSL AGP ANTIVIRUS APPLICAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Glossario ACCOUNT ACTIVE X ADSL AGP ANTIVIRUS APPLICAZIONE"

Transcript

1 Glossario ACCOUNT Informazioni che identificano l'utente e gli consentono di accedere alle risorse a cui è autorizzato. Un account è formato da un nome utente (username) e da una parola d'ordine necessaria per accedere al sistema (password). Esistono diversi tipi di account, che vanno dal semplice account per l'utilizzo di una macchina a quelli forniti dai provider per l'accesso a Internet e al servizio di posta elettronica. ACTIVE X Tecnologia Microsoft per inserire contenuti attivi nelle pagine Internet, sviluppata in contrapposizione a Java. Permette di inserire in una pagina HTML programmi che vengono scaricati dalla rete ed eseguiti sul computer dell'utente collegato. Sebbene più potente di Java, ha incontrato minore diffusione, dato che funziona solamente con i sistemi operativi Microsoft e non garantisce sufficienti livelli di sicurezza, dando la possibilità di eseguire applicazioni maligne ad insaputa dell'utente. ADSL Acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line. Tecnologia che permette la trasmissione di dati a velocità elevate su linee telefoniche tradizionali, utilizzabile per la connessione ad Internet. ADSL è una tecnologia asimmetrica, cioè fornisce velocità differenti in trasmissione (fino a 640 Kbps) e in ricezione (fino a 7 Mbps). I provider italiani offrono una velocità fino a 128 Kbps in trasmissione e 640 Kbps in ricezione, più di dieci volte superiore a quella ottenibile con un tradizionale modem. La linea ADSL è una linea dedicata, per cui la linea telefonica rimane libera anche durante la connessione. L'utente paga un canone di noleggio e non una tariffazione a tempo, potendo così rimanere anche perennemente connesso ad Internet. AGP Acronimo di Accelerated Graphics Port. L'AGP è un bus che collega direttamente scheda video, processore e memoria, che permette di accelerare lo scambio di dati fra tali componenti. L'AGP è stato creato da Intel nel 1997, e permette di utilizzare la memoria di sistema quando quella della scheda grafica si esaurisce. Tale possibilità viene però utilizzata solo nelle schede video economiche, a causa della maggiore lentezza di questa soluzione. Il vero vantaggio dell'agp sta nella maggiore banda passante (133 MB/sec nella versione 1x, oltre un gigabyte al secondo nella versone 4x) rispetto al bus PCI, e nel fatto che quest'ultimo viene liberato dal traffico dati della scheda video. Vedi PCI. ANTIVIRUS Programma atto a identificare e rimuovere eventuali virus presenti in un computer. Gli antivirus più recenti sono in grado di controllare anche gli allegati di posta elettronica ricevuti via rete e di controllare automaticamente ogni dischetto inserito nel computer. Un antivirus deve essere tenuto costantemente aggiornato, scaricando periodicamente dal sito Internet del produttore le definizioni dei virus scoperti nelle ultime settimane. APPLICAZIONE Rev. 1.0 ott 2008 Pag 1 di 25

2 Usato anche come sinonimo di "programma", indica in realtà solo i programmi di tipo applicativo, cioè quelli che vengono fatti partire dall'utente per eseguire un determinato lavoro (videoscrittura, disegno, contabilità, giochi...). Vedi anche Programma. ATA Nome della specifica che definisce l'interfaccia IDE. I due termini sono in realtà usati come sinonimi. ATA garantisce il supporto di Hard Disk fino a 504 MB, ma nel tempo sono state create numerose versioni potenziate. ATA-2 (o Fast ATA) supporta dischi fino a 1 GB, una velocità fino a 11 MB/s e aggiunge il trasferimento DMA (un canale di comunicazione diretto fra la periferica e la memoria centrale) e il Plug and Play. La sua implementazione è l'interfaccia EIDE. ATA-3 è un ulteriore miglioramento (fino a 8,4 GB e 22 MB/sec), che aggiunge anche le funzioni "Smart" per il controllo dello stato del disco. Le versioni attualmente più avanzate sono Ultra ATA (anche detta Ultra DMA), che arriva a 33 MB/s, e Ultra ATA/66 (o Ultra DMA/66), che arriva a 66 MB/s. Vedi anche IDE, EIDE. ATM Acronimo di Asyncronous Transfer Mode (Modalità di trasferimento asincrona). Protocollo di trasmissione che permette di trasferire dati fino a velocità dell'ordine del Gigabit per secondo. ATM è una tecnologia flessibile, in grado di gestire flussi di informazioni a velocità costante (come audio e video, che per non subire interruzioni necessitano di una banda minima garantita) o variable (dati di altro genere, che possono essere trasmessi con un protocollo di tipo best effort, a banda minima non garantita). E' utilizzata dallo standard B-ISDN (ISDN a banda larga) ed è alla base dei più moderni backbone delle reti di telecomunicazione. Vedi ISDN. AVI Formato per la memorizzazione di filmati sviluppato da Microsoft, acronimo di Audio Video Interface. Chiamato anche Video for Windows, consente di comprimere i fotogrammi utilizzando diversi metodi di compressione, anche forniti da terze parti. BANNER Striscione pubblicitario elettronico inserito in una pagina Web. Consiste in un'immagine, spesso animata, solitamente in formato GIF o JPEG. Il banner contiene un link al sito dell'inserzionista. BAUD Unità di misura che indica quante volte al secondo un segnale trasmesso su una linea analogica modifica una sua grandezza, come ad esempio la tensione o la fase. I baud vengono spesso confusi con i bit per secondo (bps). In realtà, il numero di baud che possono essere trasmessi su una linea telefonica è limitato a 2400, a causa della ridotta banda passante (3 khz). Le elevate velocità dei modem attuali si ottengono con sofisticate tecniche di codifica che riescono a trasmettere più bit per ogni baud. BIOS Il Bios è l'insieme d'istruzioni contenuto in un piccolo integrato posto sulla scheda madre, che il Pc interpreta ed aziona per verificare il corretto funzionamento e la configurazione dell'hardware di base. Il bios svolge alcune funzioni di basso livello, primarie ma fondamentali per una corretta attività della macchina: all'avvio del computer si occupa di Rev. 1.0 ott 2008 Pag 2 di 25

3 caricare, da uno dei dischi, il sistema operativo e svolge funzioni di configurazione e controllo delle varie componenti del PC. Poiché il Bios è di fatto un programma, normalmente memorizzato su una ROM riscrivibile di tipo Flash, è possibile aggiornarlo ("flashare il Bios") tramite appositi programmi reperibili sul sito Web del produttore della scheda madre. BIT Il computer memorizza ed elabora informazioni in forma binaria, ovvero con sequenze di 0 e 1 (a causa della maggior semplicità riscontrata nel costruire dispositivi bistabili, ossia con due distinti stati stabili). Il bit, acronimo di binary digit, è dunque l'unità minima di informazione, consistente appunto in una di queste due cifre. I bit vengono raggruppati in sequenze di varia lunghezza per codificare informazioni più complesse. Un byte è una sequenza di otto bit, ed è l'unità minima di memorizzazione (nel senso che convenzionalmente i bit vengono raggruppati in gruppi di 8). Con un byte, per esempio, è possibile codificare un carattere dell'alfabeto o un numero da 0 a 255. I multipli del byte sono il KB (kilobyte, corrispondente a 1024 byte, dove 1024 è 2 elevato alla decima), MB (megabyte, 1024 KB) e GB (gigabyte, corrispondente a 1024 MB). BORCHIA Termine usato per indicare un sistema di connessione utilizzato principalmente per apparecchiature telefoniche e per reti di computer. La borchia più comune è la normale presa del telefono. Altri tipi di borchia sono la borchia Ethernet, con connettore RJ45 o BNC, e la Borchia NT1, che viene installata da Telecom per permettere la connessione di apparecchiature ISDN. Vedi ISDN. BROWSER Programma utilizzato per la navigazione su Internet. I browser attuali permettono di sfogliare le pagine presenti sulla Rete (World Wide Web), di inviare e ricevere posta elettronica, di partecipare a gruppi di discussione (newsgroup) e di scaricare file dalla rete, salvandoli sul proprio computer. Con alcuni di essi è inoltre possibile creare semplici pagine in HTML e pubblicarle in Rete. I browser più diffusi sono Microsoft Internet Explorer, disponibile per sistemi Windows e Macintosh, e Netscape Navigator, disponibile anche per Unix/Linux. BROWSER CACHE Area sul disco rigido del computer nella quale il browser memorizza le pagine Web e le immagini alle quali accede. Quando l'utente si connette ad un sito visitato in precedenza, il browser controlla se nella sua cache sono già presenti gli elementi da scaricare e, in tal caso, li legge dal disco anziché scaricarli dalla rete. La cache del browser prende il nome dalla cache del processore, poiché svolge una funzione analoga, e permette un sensibile aumento di prestazioni. Un secondo livello di caching è offerto inoltre da un eventuale proxy server. Vedi Browser, Cache, Proxy server. BULK Termine che in inglese significa essenzialmente "ammasso", usato in campo commerciale per indicare prodotti sfusi, in contrapposizione a prodotti confezionati singolarmente. Il termine "bulk", in particolare, è usato comunemente per articoli consumabili quali i floppy disk, i CD o simili, per indicare prodotti sfusi e/o unbranded (ossia non di marca). BUS Rev. 1.0 ott 2008 Pag 3 di 25

4 Canale di comunicazione che permette lo scambio dei dati due o più componenti del computer, come memoria, processore, schede video, audio e di rete, periferiche esterne. E' costituito da un insieme di linee elettriche, che trasportano i dati, e da un controller, che ha il compito di temporizzare l'invio dei segnali elettrici. L'ampiezza di un bus indica il numero di bit che il canale di comunicazione può trasportare contemporaneamente. Un bus composto da una sola linea elettrica capace di trasportare un unico bit alla volta, è detto seriale, mentre un bus con più linee elettriche (che trasportano tanti bit quante sono le linee attive) è detto parallelo. La frequenza indica invece il numero di volte in un secondo in cui i dati possono essere inviati. Un bus a 8 bit e 10 MHz, per esempio, può trasportare 8 bit alla volta per 10 milioni di volte al secondo, per una banda passante di circa 10 MB/sec. CACHE Memoria di appoggio ad alta velocità posta fra il processore e la memoria centrale (RAM). La cache è caratterizzata da un tempo di accesso molto minore di quello della RAM, ed è in grado di fornire informazioni al processore più velocemente. Le sue dimensioni sono però molto inferiori (da 128 KB a 1 MB), a causa del maggior costo di fabbricazione. In essa vengono dunque memorizzate solo le porzioni della RAM alle quali il processore accede più frequentemente. La cache può essere montata sulla scheda madre o integrata direttamente all'interno del processore beneficiando, in quest'ultimo caso, di frequenze di lavoro più elevate. CD-ROM (supporto) Acronimo di Compact Disc Read Only Memory (Memoria a sola lettura su Compact Disc). Disco simile a un Compact Disc audio, sul quale possono essere memorizzati dati, suoni, immagini e filmati. Può contenere circa 640 MB di dati. Un normale CD-ROM può essere solamente letto, ma esistono anche supporti registrabili e riscrivibili (CD-R e CD-RW, vedi Masterizzatore). CD-ROM (drive) Periferica per la lettura di dischi CD-ROM, in grado di leggere CD-ROM contenenti dati e normali Compact Disc audio. La velocità di trasferimento dati che un drive CD-ROM può raggiungere si esprime in multipli di quella di un normale CD audio (150 Kb/sec). Tale velocità non è costante, ma varia in generale a seconda della porzione del disco a cui il drive accede in un determinato istante (a parità di velocità di rotazione, infatti, le tracce esterne girano con velocità lineare superiore a quelle interne). L'indicazione fornita dal costruttore corrisponde di solito alla massima velocità di trasferimento raggiungibile. CDA Circuito diretto analogico. Tecnologia che consente la connessione ad Internet di un computer o una LAN (rete locale) utilizzando una tradizionale linea telefonica commutata ed un modem. A differenza di una tradizionale connessione tramite un provider, il Circuito Diretto Analogico consente di stabilire una connessione permanente e di negoziare canoni di noleggio non basati su tariffazione a tempo, ma la velocità di trasferimento è analoga. Vedi CDN, ADSL. CIRCUITO INTEGRATO Circuito elettronico realizzato su uno strato di silicio, con tecnologie in grado di costruire componenti delle dimensioni dell'ordine del decimillesimo di millimetro. Su una piastrina di silicio di pochi centimetri quadrati possono così essere creati circuiti con milioni di Rev. 1.0 ott 2008 Pag 4 di 25

5 componenti. Tutti i processori, le memorie RAM e moltissimi altri componenti sono realizzati con questa tecnica. CLOCK Segnale periodico che ha il compito di sincronizzare le azioni dei vari componenti di un computer. Consiste in una serie di impulsi elettrici, la cui frequenza si misura in MHz. COMMUNITY Comunità di utenti Internet che condividono un interesse specifico e che frequentano un medesimo sito Internet per il Content (notizie, descrizione prodotti/servizi, formazioni) e le aree di interazione (forum, chat, sondaggi, opinioni sui prodotti e servizi) relativi a tale interesse. CONTENTS Insieme di informazioni e servizi presenti su un sito Web che contribuiscono a formare l'utente interessato ad approfondire la conoscenza di specifici argomenti. In particolare può contemplare la possibilità di effettuare ricerche avvalendosi di diversi parametri, l'aggiornamento costante delle informazioni nonché la possibilità' di reperire indicazioni su argomenti collegati. L'uso dell'ipertesto (Hyperlink) migliora la fruibilita' delle informazioni. Il content può essere costituito da notizie, approfondimenti, aggiornamenti, schede tecniche, formazione online etc. CONTROLLER Circuito elettronico che ha il compito di gestire una o più periferiche connesse ad una determinata porta, coordinandone le attività ed amministrando lo scambio di informazioni con l'unità centrale. CRITTOGRAFIA Tecnica mediante la quale è possibile trasformare un messaggio in una forma "in codice" non comprensibile, in modo che non possa essere interpretata da chi non possiede la corretta chiave di lettura. La crittografia è nata secoli prima dell'avvento dei computer, ed è stata sempre usata per cifrare i messaggi militari. Nella sua forma più semplice, le lettere del testo vengono trasformate con un determinato procedimento ed è sufficiente conoscere (o scoprire) tale algoritmo per decifrare il messaggio. Nelle forme moderne, invece, l'algoritmo è ben noto, ma per la decodifica è necessario conoscere una o più parole chiave. Vedi DES, PGP, RSA. DESKTOP Termine che indica un normale computer da scrivania ed anche l'area di lavoro sia di Windows che di Mac OS. Se applicato al case (il contenitore del computer), indica un contenitore largo e basso, tale che su di esso si possa appoggiare il monitor. Un case di tipo tower, invece, indica un contenitore che si sviluppa verticalmente. DIMM Acronimo di Dual In-Line Memory Module. Modulo di memoria RAM utilizzato per la memoria centrale del computer. Come per le SIMM, ogni modulo contiene diversi chip di memoria ed ha una capacità che può arrivare a 256 MB. Le DIMM però offrono una velocità maggiore, potendo usufruire di un bus a 64 bit e 100 MHz, contro i 32 bit e 66 Rev. 1.0 ott 2008 Pag 5 di 25

6 MHz delle SIMM. Vedi RAM, Cache, SIMM, DRAM, SDRAM, SRAM, DDR SDRAM, RDRAM, VRAM. DIRECT X Software creato da Microsoft che consente ai programmi Windows l'accesso diretto alle schede video e audio. I tre componenti principali delle DirectX sono: DirectDraw, per la grafica bidimensionale, Direct3D, per la grafica tridimensionale, e DirectSound, per l'accesso diretto alla scheda audio. Mediante tale software, i giochi sotto Windows possono accedere direttamente alle schede e sfruttarne tutte le caratteristiche di accelerazione. Inoltre, non è necessario scrivere una versione diversa del gioco ottimizzata per ogni scheda video, come accadeva con i programmi DOS. DISSIPATORE Struttura composta da alette metalliche che viene posta sopra il processore allo scopo di favorire lo smaltimento del calore. Su tale struttura viene inoltre montata una ventola che, aumentando la circolazione dell'aria, migliora l'efficienza del dissipatore. DNS Acronimo di Domain Name System. Sistema che assegna ad ogni indirizzo IP un nome mnemonico (del tipo più facile da ricordare e da digitare. Spesso la sigla è utilizzata per designare un Domain Name Server (Server dei nomi di dominio), cioè uno dei computer presenti su Internet che hanno il compito di effettuare questa conversione. DOMINIO Parte finale di un URL (vedi), che identifica il tipo di sito Internet presente ad un determinato indirizzo. I domini si dividono in domini generici e nazionali. I domini generici più diffusi sono com (organizzazioni commerciali), edu (istituzioni educative), net (fornitori di servizi di rete), org (organizzazioni senza scopo di lucro) e gov (governo degli Stati Uniti). I domini nazionali indicano invece la nazione in cui il computer (detto host) è situato. DRAM La DRAM (Dynamic Random Access Memory) è il tipo di RAM più comune, utilizzato per la memoria centrale del calcolatore. I chip di DRAM vengono montati su moduli DIMM in modo da ottenere moduli di memoria della capacità voluta. Vedi RAM, Cache, SIMM, DIMM, SDRAM, SRAM, DDR SDRAM, RDRAM, VRAM. DRIVER Componente software di un sistema operativo che si occupa della gestione di una determinata periferica. Ogni componente hardware è dotato del suo software di controllo (il suo driver), sviluppato dal produttore, che deve essere installato nel sistema insieme alla periferica. E' importante tenere i driver aggiornati, scaricando da Internet le nuove versioni rilasciate dal produttore, che possono aggiungere funzionalità o correggere alcuni problemi riscontrati nelle versioni precedenti. DUAL BAND Rev. 1.0 ott 2008 Pag 6 di 25

7 Termine che identifica i telefoni cellulari GSM capaci di operare sia nella banda a 900 MHz che in quella a 1800 MHz. Le antenne a 1800 MHz vengono installate soprattutto nelle città, dove la densità di popolazione è più alta e vi è necessità di disporre di un maggior numero di canali. Inoltre, le onde radio a tale frequenza penetrano più facilmente all'interno degli edifici di quelle a 900 MHz, sebbene si propaghino per una distanza minore. DUAL DSP Doppio microcomputer avanzato di ultima generazione per l'elaborazione digitale del segnale video non solo in fase di registrazione ma anche in fase di riproduzione. In questo modo si ottiene la massima riduzione delle interferenze e dei disturbi, un'eccezionale accuratezza della luminanza e dei colori e una superiore risoluzione dell'immagine, che si traducono in colori favolosi e in una definizione superba. Inoltre grazie al DSP in riproduzione è possibile per la prima volta applicare effetti artistici digitali anche in fase di riproduzione ( senza quindi compromettere la registrazione originale) o direttamente in fase di riversamento. DVD Il DVD (Digital Versatile Disc) è un supporto di memorizzazione che ha l'aspetto e le dimensioni di un CD-ROM, ma una capacità molto superiore. Un disco DVD può contenere un intero film con video di altissima qualità (formato MPEG2) e audio stereofonico in più lingue differenti. Se usato come supporto dati ha una capacità variabile da 4.7 a 17 GB, l'equivalente di circa 27 CD-ROM. La variabilità dipende dal fatto che un DVD è registrabile su entrambe le facce. Inoltre, su ogni faccia sono presenti due livelli (strati) registrabili separatamente, il primo dei quali semitrasparente. La capacità massima si raggiunge quando sono utilizzati tutti e quattro gli strati registrabili. Oltre che al numero di strati registrabili, la notevole capacità dei DVD è dovuta al tipo di laser utilizzato, la cui lunghezza d'onda è sensibilmente inferiore a quella dei laser utilizzati nei lettori CD, permettendo "solchi" più sottili. Per poter leggere questo tipo di supporto è necessario un lettore apposito, che può leggere anche i normali CD-ROM. Come per i CD-ROM, esistono anche DVD registrabili, DVD riscrivibili e masterizzatori DVD. E-COMMERCE Operazioni commerciali effettuate on-line. L'acquirente può essere un consumatore finale (c.d. Business to Consumer o B2C) ovvero un soggetto esercente attività commerciale o professionale (c.d. Business to Business o B2B). EIDE Acronimo di Enhanced IDE (IDE potenziata). Versione migliorata dell'interfaccia IDE per la connessione dei dischi rigidi, è l'implementazione delle specifiche ATA-2 e delle versioni potenziate. Il controller EIDE permette la connessione di quattro periferiche e la sua velocità di trasferimento raggiunge, nelle implementazioni più recenti, i 66 MByte al secondo. Vedi anche IDE, ATA. FAT e FAT32 Acronimo di File Allocation Table (Tabella di allocazione dei file). Zona del disco rigido contenente una tabella nella quale sono memorizzate le posizioni che ogni file occupa sul disco. Ogni disco è diviso in settori ed ogni file può essere scomposto in più parti e memorizzato in settori non contigui, dato che non sempre è possibile trovare una porzione di disco libera che possa contenere l'intero file. La FAT contiene le informazioni necessarie al sistema operativo per poter ricomporre un file al momento del caricamento Rev. 1.0 ott 2008 Pag 7 di 25

8 in memoria. Il sistema FAT è utilizzato sui PC basati su DOS, Windows 3.x e su Windows 95/98 nella versione VFAT, che supporta i nomi lunghi. Dalla versione OSR2 di Windows 95 in poi è in uso una versione migliorata (FAT32) che supporta dischi di dimensioni maggiori e garantisce una migliore allocazione dello spazio. Vedi File System, NTFS, Partizione. FILE Un file consiste di una serie di dati attinenti fra loro registrati su una memoria di massa, come un Hard Disk o un CD-ROM. Il termine è molto generale, e può identificare programmi eseguibili, documenti di testo, audio e immagini in vari formati e così via. Ogni file è caratterizzato da un nome e, sui sistemi operativi Microsoft, da un'estensione di tre lettere, separate dal nome con un punto, che identifica il tipo di file. Ad esempio, l'estensione.exe contrassegna i programmi eseguibili,.html le pagine Internet,.jpg un'immagine in formato JPEG. FILE SYSTEM Struttura logica presente su ogni memoria di massa (Hard Disk, CD-ROM eccetera), che tiene traccia dei file presenti sul disco e li organizza in "cartelle", chiamate directory. Esistono molti tipi di file system, a seconda del tipo di disco e del sistema operativo, come FAT e FAT32 per DOS/Windows 95/98, NTFS per Windows NT o ext2fs per Linux. Vedi FAT, NTFS, Partizione. FIREWIRE 1394 Firewire (liberamente, "cavo infuocato") è la versione della Apple dello standard IEEE 1394, un bus seriale ad alte prestazioni per la connessione di periferiche. Permette la connessione di 64 periferiche in cascata e, come USB, supporta il Plug and Play e la connessione a caldo. La sua velocità di trasferimento è di 400 Mbps (presto 800Mb/sec), cosa che lo rende adatto all'utilizzo con videocamere e videoregistratori digitali, lettori DVD e periferiche audio. Vedi anche seriale, parallela, USB. FTP Acronimo di File Transfer Protocol (protocollo per il trasferimento di file). Protocollo di comunicazione adatto per il trasferimento di file fra due computer connessi attraverso una rete TCP/IP. GB Acronimo di GigaByte, un GB corrisponde a 1024 MegaByte. Vedi Bit. GIF Formato di memorizzazione delle immagini, caratterizzato dalle dimensioni ridotte del file contenente l'immagine, che permette un considerevole risparmio di spazio su disco e di tempo di trasmissione su una rete. Il formato, basato fondamentalmente sull'algoritmo di compressione senza perdita Ziv-Lempel (molto efficace nel comprimere file dove alcune sequenze di bit si ripetono molto spesso), ha però un importante limite: le immagini GIF possono avere al massimo 256 colori. Altre caratteristiche importanti di questo formato sono il supporto per la trasparenza (possibilità di definire alcune parti dell'immagine che lasciano vedere lo sfondo) e la possibilità di creare "GIF animate", che mostrano in sequenza una serie di immagini. Queste caratteristiche lo rendono adatto per l'utilizzo su Rev. 1.0 ott 2008 Pag 8 di 25

9 Internet con immagini di tipo non fotografico (loghi, pulsanti, banner pubblicitari). Vedi anche JPEG. GSM GSM (Global System for Mobile Communications) è lo standard europeo per la telefonia cellulare, interamente basato su tecnologia digitale e adottato da più di 160 paesi. Originariamente progettato per l'uso su una banda di 900 MHz, è stato successivamente ampliato con una seconda banda di frequenze allocate a 1800 MHz. Essendo un sistema digitale, GSM permette, oltre alla trasmissione vocale, la trasmissione di fax e dati fino alla velocità di 9600 bps. Inoltre, i segnali digitali possono essere (e di fatto sono) criptati per migliorare la sicurezza del sistema. HARD DISK L'Hard Disk (chiamato anche disco fisso o disco rigido) è un'unità di memorizzazione di massa, le cui principali caratteristiche sono poter contenere una grande quantità di dati e poterli conservare anche a computer spento. E' costituito da uno o più dischi in metallo, ricoperti da uno strato di materiale magnetico, ognuno dei quali dotato di una testina di lettura/scrittura. I dischi ruotano a velocità elevata (anche nell'ordine di giri al minuto), e la testina rimane sospesa sulla superficie del disco, così da non rovinare il rivestimento magnetico. HARDWARE Termine con il quale si indicano tutte le componenti elettroniche e meccaniche di un elaboratore, come il processore, la memoria, le schede e le periferiche. Vedi anche Software. HOME PAGE Pagina d'apertura di un sito Web che viene caricata per prima quando si accede al sito. Dalla Home page è possibile accedere a tutte le pagine/file che compongono il sito, direttamente (mediante un link dalla Home Page alla pagina/file in questione) o indirettamente (mediante un link dalla Home Page che consente di attraversare il sito fino alla pagina in questione). HTML Acronimo di HyperText Markup Language, il linguaggio per computer con il quale vengono create le pagine Web. Consiste in una serie di istruzioni che consentono di realizzare pagine di testo al cui interno possono essere inserite immagini e link (collegamenti) ad altre pagine. Sviluppato al CERN (il Center for High Energy Physics) di Ginevra da Tim Berners Lee, ha contribuito alla diffusione di Internet ed alla nascita del World Wide Web, dando la possibilità di mettere facilmente in Rete le informazioni che si vogliono rendere disponibili e dando origine al concetto di "navigazione" tramite i collegamenti. HTTP Acronimo di HyperText Transfer Protocol (protocollo per il trasferimento di ipertesti). E' il protocollo utilizzato su Internet (o, meglio, sul World Wide Web) per l'accesso a pagine HTML. IDE Rev. 1.0 ott 2008 Pag 9 di 25

10 Acronimo di Integrated Device Electronics. Interfaccia per la connessione di dischi rigidi di dimensione fino a 504 MB, apparsa negli anni ottanta e sostituita da tempo con versioni più avanzate. E' l'implementazione della specifica ATA. Vedi anche EIDE, ATA. Internet Rete di computer, costituita dall'unione di reti locali, metropolitane e geografiche in ogni continente. Le origini di Internet risalgono alle ricerche dell'organismo militare statunitense DARPA (Defence Advanced Research Project Agency), che sviluppò il protocollo di connessione a pacchetti TCP/IP (Transmission Control Protocol - Internet Protocol) e lo utilizzò per creare una rete di computer in grado di operare senza interruzioni anche in seguito alla distruzione di parte di essa. La notevole affidabilità della Rete era dovuta al fatto che ogni pacchetto poteva raggiungere la sua destinazione finale seguendo un numero percorsi diversi, e che non vi era alcun percorso definito a priori. In seguito all'introduzione delle reti satellitari militari, la tecnologia alla base di Internet venne ceduta alle università: il risultato fu ArpaNet, nata negli Stati Uniti nel 1969, che collegava quattro istituzioni universitarie. Ad essa iniziarono ben presto a connettersi nuove reti, tanto che nel 1983 già si annoveravano oltre 200 nodi. A metà degli anni '80 si cominciò parlare di Internet come "la Rete delle reti". La grande popolarità di Internet è in gran parte dovuta a due delle sue principali applicazioni: la posta elettronica e il World Wide Web (comunemente indicato con la sigla WWW). Va detto, tuttavia, che la Rete è estremamente flessibile: nuove e difficilmente immaginabili applicazioni potrebbero nascere in un prossimo futuro. Al giorno d'oggi, Internet conta decine di migliaia di reti locali, milioni di server e centinaia di milioni di utenti in tutto il pianeta. E probabilmente siamo solo agli inizi IP Acronimo di Internet Protocol, è il protocollo fondamentale di comunicazione adottato per Internet. I messaggi inviati vengono scomposti in segmenti, chiamati datagram, e spediti sulla Rete. Il protocollo IP aggiunge ad ogni datagram le informazioni necessarie (fra cui l'indirizzo IP del computer di destinazione) affinché ogni host possa instradare il pacchetto verso la sua destinazione. Vedi anche Indirizzo IP. Indirizzo IP Numero a 32 bit, che identifica univocamente ogni macchina presente su una rete. Viene rappresentato sotto forma di quattro numeri da 8 bit (da 0 a 255), separati da un punto (per esempio ). Ogni computer (host) connesso ad una rete deve avere un indirizzo IP permanente (statico), mentre quando un utente si connette ad Internet tramite un provider gli viene assegnato generalmente un indirizzo IP temporaneo per la durata della connessione. In teoria, per collegarsi ad una macchina connessa ad Internet sarebbe sempre necessario conoscerne l'indirizzo IP. Per facilitare la memorizzazione degli indirizzi Internet agli esseri umani, tuttavia, è stato introdotto il servizio di directory dei DNS (Domain Name Server), che fungono da "guide telefoniche telematiche" convertendo indirizzi testuali (quale ad esempio il mitico "www.google.it") nei loro corrispettivi numerici (nel caso di ). Ipertesto Un ipertesto è un'opera composta da testo, immagini, animazioni e suoni. La lettura di un ipertesto non è progettata per essere sequenziale, ma per dare la possibilità di saltare da una parte all'altra dell'opera facendo clic con il mouse su alcune parole o elementi grafici detti collegamenti (hyperlink), che rimandano a una pagina differente. Le pagine Internet possono essere considerate una forma di ipertesto. Vedi HTML. Rev. 1.0 ott 2008 Pag 10 di 25

11 IrDA Acronimo di Infrared Data Association, un'associazione internazionale con il compito di definire gli standard da utilizzare per le comunicazioni nell'infrarosso. Per estensione, il termine indica la porta a infrarossi presente su molti portatili, palmari e periferiche, e che consente la trasmissione dei dati senza filo, usando appunto raggi infrarossi, una particolare forma di radioonde usata anche per i telecomandi degli apparecchi televisivi. ISA Bus a 8 o 16 bit e 8 MHz, introdotto per la prima volta da IBM sui PC/AT per il collegamento di schede di espansione. Presente su tutti i PC fino a poco tempo fa, sta rapidamente scomparendo a causa della sua arretratezza tecnologica. Vedi anche PCI, AGP. ISDN Acronimo di Integrated Services Digital Network (Rete digitale di servizi integrati). Tecnologia per la trasmissione digitale integrata di dati e voce su linee telefoniche. Con il termine ISDN si indica in realtà la versione a banda stretta (N-ISDN). Tale standard mette a disposizione una serie di linee digitali che permettono la trasmissione di dati a 64 Kbps. In Europa, una linea ISDN contiene 30 canali di questo tipo. ISDN è da qualche anno disponibile anche per gli utenti domestici, che possono usufruire di due canali a 64 Kbps indipendenti. Per la connessione ad Internet è possibile utilizzare entrambi i canali (arrivando così a 128 Kbps) o un solo canale, lasciando così libera la seconda linea telefonica. ISP Acronimo di Internet Service Provider (fornitore di servizi Internet). I provider sono il tramite per il collegamento ad Internet degli utenti domestici, che possono collegarsi all'isp (tramite un modem e una linea telefonica) e avere così accesso alla Rete. Forniscono inoltre una serie di servizi aggiuntivi, come il web hosting (che dà la possibilità all'utente di inserire su Internet le proprie pagine Web) e la gestione della posta elettronica. JAVA Linguaggio di programmazione orientato agli oggetti, creato dalla Sun Microsystems. I programmi Java possono girare su qualsiasi sistema operativo e possono essere incorporati nelle pagine Web (sotto forma di applet, piccole applicazioni con funzionalità limitate) ed eseguiti attraverso la rete. Queste caratteristiche hanno determinato l'affermazione di Java come linguaggio per la scrittura di programmi utilizzabili da chiunque, indipendentemente dal browser utilizzato per la navigazione su Internet, o eseguibili su qualunque macchina di una rete aziendale indipendentemente dal sistema operativo utilizzato. JAVASCRIPT Linguaggio di scripting (semplice linguaggio di programmazione) che permette ad un browser di eseguire semplici applicazioni. Creato da Netscape per il browser Navigator, e successivamente adottato anche dagli altri navigatori, è meno potente di un linguaggio di programmazione come Java, ma anche molto meno complesso. Le istruzioni JavaScript possono essere inserite direttamente nel codice HTML, rendendo semplice e veloce la creazione di pagine con contenuti attivi. Vedi Java, ActiveX. Rev. 1.0 ott 2008 Pag 11 di 25

12 JPEG Algoritmo di compressione delle immagini di tipo lossy (con perdita di qualità, più o meno sensibile a seconda del grado di compressione desiderato), che permette un considerevole risparmio di spazio su disco e di tempo di trasmissione su una rete. Supporta il true color (utilizzo di tutti i 16 milioni di colori visualizzabili su un monitor). Il principio base dell'algoritmo JPEG (acronimo di Joint Picture Expert Group, il gruppo di esperti che ne ha definito le specifiche) consiste nella riduzione delle informazioni associate alle brusche transizioni di colore. Il risultato è che più alto è il rapporto di compressione desiderato, più l'immagine risultante apparirà sfuocata. Queste caratteristiche lo rendono adatto per l'utilizzo su Internet con immagini di tipo fotografico, con le quali è possibile ottenere ottimi rapporti di compressione senza perdite sensibili di qualità. Vedi anche GIF. LAN Una LAN (Local Area Network) è una rete locale, che collega computer compresi in un'area limitata (al limite in edifici vicini fra loro, come per esempio quelli di un'università) allo scopo di permettere la comunicazione e la condivisione di risorse. A seconda delle dimensioni e del numero di computer collegati, una LAN può utilizzare connessioni via cavo (mediante cavi UTP, untwisted pair, analoghi al doppino telefonico, cavi coassiali o fibre ottiche) o connessioni radio (wireless LAN). Il protocollo di trasmissione a basso livello comunemente utilizzato è Ethernet (gode tutt'ora di una certa popolarità anche il protocollo Token Ring, sviluppato dalla IBM), mentre ad alto livello possono essere utilizzati un gran numero di protocolli, tra cui ad esempio TCP/IP, il protocollo di Internet (si veda anche Intranet). Laptop Termine inglese con il quale si indicano i computer portatili, che può essere tradotto liberamente con "computer da tenere sulle ginocchia" (più precisamente, "sulle cosce"). LCD Schermo piatto a cristalli liquidi (Liquid Crystal Display) utilizzato nei computer portatili e, più in generale, negli monitor ultrapiatti di nuova generazione. Può essere a matrice passiva (STN, SuperTwist Nematic display, e DSTN) o attiva (TFT, Thin Film Transistor). Il secondo tipo è più costoso, ma offre una maggiore qualità dell'immagine: in particolare, i monitor a matrice attiva offrono colori più vividi a tutte le angolazioni e assenza di effetto scia. L'utilizzo dei display LCD si sta diffondendo anche nei computer da scrivania, grazie agli indubbi vantaggi in termini di ingombro, nitidezza dell'immagine e bassa emissione di radiazioni, rispetto ai tradizionali monitor con tubo catodico. Gli svantaggi degli schermi LCD sono il loro costo relativamente alto e la limitata disponibilità, entrambi conseguenze dei costi degli impianti di produzione, della complessità del processo produttivo e della notevole difficoltà di ottenere grandi schermi LCD senza imperfezioni. Link In una pagina HTML, un link è un collegamento ad un'altra pagina. I link permettono la navigazione fra le pagine Internet con semplici clic del mouse. Nei browser, i link hanno l'aspetto di un testo sottolineato e di un colore differente, ma possono essere anche immagini o pulsanti. Ad ogni link è associato un URL, che identifica la pagina o il file a cui si accederà tramite il collegamento. Masterizzatore Rev. 1.0 ott 2008 Pag 12 di 25

13 Periferica in grado di registrare su supporto ottico (CD o DVD, anche se il termine è a tutt'oggi utilizzato prevalentemente per indicare masterizzatori di CD). Un masterizzatore è in grado di creare, a partire da un supporto vergine, CD-ROM contenenti dati o normali Compact Disc audio utilizzabili con i lettori di CD tradizionali. Mentre i normali supporti CD-ROM possono essere solo letti, con un masterizzatore si utilizzano le varianti CD-R (Recordable, registrabile) e CD-RW (Rewritable, riscrivibile). Un CD-R può essere inciso una sola volta, mentre un CD-RW può essere inciso e cancellato più volte. A causa del più basso coefficiente di riflessione rispetto ai tradizionali CD-ROM, i supporti CD-R possono dare qualche problema con lettori CD molto datati. Per quanto riguarda i supporti CD- RW, invece, la loro lettura da parte di normali lettori CD-ROM è a tutt'oggi difficoltosa, e anche qualora possibile richiede l'installazione di un software particolare. MB Acronimo di MegaByte, un MB corrisponde a 1024 KiloByte. Vedi Bit. MHz Abbreviazione di MegaHertz. Unità di misura della frequenza, corrispondente a un milione di Hertz (Hz). La frequenza in Hz misura il numero di volte al secondo in cui un determinato fenomeno si ripete. Un fenomeno con frequenza di 50 Hz, per esempio, si ripete 50 volte al secondo. Una frequenza di 500 MHz indica dunque "cinquecento milioni di volte al secondo". MIDI Acronimo di Musical Instrument Digital Interface (interfaccia digitale per strumenti musicali). Protocollo di comunicazione progettato originariamente per controllare una tastiera musicale o un generatore sonoro da un'altra tastiera, che è stato poi portato su computer per permettere il collegamento di tali strumenti alla scheda audio. Con questo protocollo il computer non registra suoni, ma informazioni sulle note che vengono suonate sulla tastiera, come il momento in cui ogni tasto è stato premuto e rilasciato o l'intensità della pressione. MODEM Dispositivo in grado di mettere in comunicazione due computer tramite una linea telefonica. Il modem converte (modula) i segnali digitali in uscita in impulsi sonori analogici, che vengono convogliati sulle tradizionali linee telefoniche. I segnali analogici in entrata sono riconvertiti invece in forma digitale (demodulati). Il termine "modem", infatti, è acronimo di "modulator-demodulator". La velocità di trasmissione di un modem è limitata dalla ridotta banda passante (3 KHz, quanto basta per la voce umana) delle linee telefoniche. Attualmente, lo standard più veloce è V.90, che consente la comunicazione a bps (bit per secondo). Per comunicare a velocità superiori è necessario evitare il processo di modulazione e utilizzare linee digitali, quali ad esempio ISDN (Integrated Service Digital Network) o ADSL (Asimmetric Digital Subscriber Line, sistema per ottenere maggiore velocità di trasmissione sul doppino telefonico aumentando la potenza del segnale trasmesso). Motore di ricerca Un programma che ricerca documenti in relazione a determinate parole chiave (inserite da chi opera la ricerca) e che offre come risultato la lista degli elementi associati a quelle stesse parole chiave. Sebbene in generale possano essere considerati come motori di ricerca una serie piuttosto vasta di programmi, solitamente con questo termine ci si riferisce a siti attraverso i quali è possibile operare ricerche su Internet. In pratica, tanto Rev. 1.0 ott 2008 Pag 13 di 25

14 per fare un esempio, un motore di ricerca dovrebbe essere in grado di indicare quali siti Internet parlano di elefanti e Zambia, ordinando i risultati per rilevanza. Solitamente un motore opera attraverso l'invio di uno spider ("ragnetto", altrimenti detto crawler), che analizza siti Internet alla ricerca del maggior numero di documenti. Un ulteriore programma, detto indexer, indicizza e classifica i documenti, in base a un algoritmo proprietario e alle parole in esso contenute. Vi sono anche altri tipi di motori di ricerca. Gli ftpsearch, per esempio, consentono di cercare sulla Rete tutti i siti ("archivi FTP", da File Transfer Protocol) che contengono un determinato file e permettono di scaricarlo. MOV Estensione con la quale sono contrassegnati i filmati QuickTime. MP3 Abbreviazione di MPEG Audio Layer 3, uno standard di compressione particolarmente efficiente che consente di ridurre le dimensioni di un file audio fino a dodici volte, con una perdita di qualità minima. L'algoritmo si basa su un modello psicoacustico, eliminando dal campione sonoro originale le frequenze che non sono percepibili dall'orecchio umano, perché coperte da suoni con frequenza simile ma intensità superiore (effetto di "mascheramento"). La notevole popolarità dello standard MP3 è dovuta al fatto che il formato consente di scambiarsi via Rete file musicali in qualità CD senza richiedere lunghi tempi di scaricamento (mentre scaricare via Internet file musicali non compressi richiederebbe tempi lunghissimi). Si stanno comunque diffondendo rapidamente anche altre applicazioni, quali ad esempio i lettori MP3 portatili. MPEG Standard di compressione audio/video, acronimo di Motion Picture Expert Group (il comitato di esperti che ne ha definite le specifiche). Permette di ottenere filmati con un ingombro, in termini di spazio su disco, relativamente modesto rispetto alla qualità (paragonabile, in prima approssimazione, a quella di un video VHS). Lo standard MPEG è stato concepito per permettere la visione di filmati a tutto schermo, e si è successivamente evoluto dando origine allo standard MPEG2 (usato, ad esempio, per i canali televisivi via satellite), caratterizzato da una qualità video ancora superiore. Sia MPEG che, soprattutto, MPEG2 richiedono una notevole mole di calcoli per la compressione e la decompressione. Il formato di compressione audio utilizzato da MPEG (MPEG Layer 3, o più semplicemente MP3), particolarmente efficace nel comprimere audio senza perdite di qualità eccessive, gode di particolare popolarità ed è spesso utilizzato come formato di compressione audio a sé stante (si veda la voce relativa). MTBF Acronimo di Mean time between failures (tempo medio fra i guasti). Misura dell'affidabilità di una periferica, che indica mediamente quante ore passano fra il verificarsi di due rotture in condizioni d'uso normali. Il valore indicato dal costruttore si basa su prove di laboratorio e analisi statistiche. NEWSGROUP I newsgroup (gruppi di discussione) sono "bacheche elettroniche" dove gli utenti possono leggere e scrivere messaggi, diretti a tutti i frequentatori del gruppo. I gruppi di discussione sono tematici e sono migliaia. Sono perciò divisi in una gerarchia, in base all'argomento trattato e alla lingua. Il nome di un newsgroup riflette questa gerarchia. Per esempio, nel nome "it.lavoro.informatica" il prefisso it indica che si tratta di un gruppo italiano; lavoro indica che si parla di lavoro. Con la parola informatica si indica, Rev. 1.0 ott 2008 Pag 14 di 25

15 fra tutti i sottogruppi di it.lavoro, un settore specifico. E' possibile accedere ad un gruppo di discussione mediante un collegamento ad Internet e un qualsiasi programma adatto, come Netscape Communicator o Microsoft Outlook. NNTP Protocollo di comunicazione utilizzato per la trasmissione di articoli nei newsgroup (gruppi di discussione), chiamato anche più semplicemente News o netnews. Vedi Newsgroup. NTFS Acronimo di NT File System, il file system utilizzato da Windows NT. Nonostante l'apparente somiglianza fra Windows 95/98 e Windows NT, esistono profonde differenze fra i due sistemi, e il file system è una di queste. NTFS è un sistema estremamente avanzato, che offre notevoli prestazioni e eccellenti livelli di robustezza e sicurezza. Supporta la compressione e la cifratura dei file in modo nativo e consente un'allocazione efficiente dello spazio su disco. Vedi File System, FAT, Partizione. OEM Acronimo di Original Equipment Manufacturer. Originariamente, il termine era utilizzato per indicare aziende che producevano prodotti commercializzati sotto il marchio di altre aziende. Di fatto, il termine indica ora anche assemblatori e produttori intermedi che realizzano un prodotto finito a partire da componenti di altre marche. La cosiddetta dicitura "versione OEM" che alcuni prodotti mostrano a listino, ad esempio, indica la versione di un prodotto destinata agli assemblatori, dotata di un confezionamento più spartano e spesso priva di prodotti aggiuntivi dati in bundle con la "versione retail" (per questo leggermente più costosa della corrispondente versione OEM). Un esempio tipico sono i componenti hardware: una scheda video in versione OEM viene venduta in un semplice sacchettino di plastica antistatico, mentre la corrispondente versione retail è dotata di un confezionamento rigido e, eventualmente, di giochi o programmi in bundle. PALMTOP Computer palmare, che può cioè stare nel palmo di una mano. Un palmtop è più evoluto di un'agenda elettronica, essendo in pratica un computer in miniatura, dotato di un vero e proprio sistema operativo con il quale è possibile caricare i programmi. I palmari offrono programmi di produttività personale (elaborazione testi, fogli elettronici, agenda), browser per Internet e moltissimo altro software. L'inserimento dei dati può avvenire tramite una piccola tastiera o uno schermo sensibile alla pressione sul quale è possibile scrivere con una specie di penna. Attualmente i sistemi operativi più diffusi sono Palm OS (installato su tutti i palmari della 3Com), Epoc32 (installato su tutti i palmari Psion) e WindowsCE della Microsoft, una versione estremamente ridotta di Windows. Parallela, interfaccia Porta di comunicazione per periferiche esterne, che raggiunge la velocità di 150 KB/sec, (2MB/s in modalità EPP) più di dieci volte quella di una porta seriale. Viene usata solitamente per stampanti, scanner e unità di backup (nastri, Zip). In futuro sarà probabilmente sostituita dalla porta USB. Vedi seriale, USB, Firewire. Partizione Rev. 1.0 ott 2008 Pag 15 di 25

16 Porzione di un Hard Disk che viene considerata dal sistema operativo come un disco a sé stante. Ogni disco rigido può essere diviso in più partizioni, ognuna delle quali verrà mostrata all'utente come se fosse un disco diverso, con una propria lettera di unità. Tali dischi si chiamano dischi logici, per indicare che sono in realtà parte di uno stesso disco fisico. L'operazione di partizionamento era una volta un percorso obbligato, in quanto DOS e Windows non potevano maneggiare dischi superiori a una certa dimensione senza dividerli in dischi logici più piccoli. Con i recenti miglioramenti al file system FAT, tale operazione costituisce solo una scelta di organizzazione dei dischi. Vedi File System, FAT, NTFS. Password Parola d'ordine che un sistema informatico richiede per l'accesso a servizi personali. Vedi Account. PCI Acronimo di Peripheral Component Interconnect. Bus a 32/64 bit, con frequenza di clock fino a 33 MHz, capace di una banda passante di circa 132 MB/sec. (Esistono anche implementazioni che permettono di lavorare a 66MHZ con una banda di 266MB/s) Il bus PCI è utilizzato in tutti i PC per mettere in comunicazione il processore e le schede di espansione che seguono questo standard. Al bus PCI possono essere connesse fino a otto periferiche, anche se non esiste nessuna scheda madre disponga di tale numero di connettori. Vedi anche ISA, AGP. PCMCIA Pronunciato "pi-si-em si-ai-ei", acronimo di Personal Computer Memory Card International Association. Associazione internazionale che ha definito l'omonimo standard per le schede di espansione dei computer portatili. Tali schede, dette PC Card, possono essere di tipo I, II o III, con spessore rispettivamente di 3.3, 5 e 10.5 millimetri e si inseriscono in appositi connettori presenti su uno dei lati del notebook. Sono usate prevalentemente per contenere modem e schede di rete. PDA Acronimo di Personal Digital Assistant (assistente digitale personale). Un PDA è in pratica un'agenda elettronica evoluta dotata, oltre che delle tradizionali funzioni di organizaer, di funzioni avanzate come il collegamento ad Internet. L'input dei dati avviene solitamente tramite una penna con la quale è possibile premere una tastiera disegnata sullo schermo o utilizzare il riconoscimento della scrittura. Vedi palmtop. Periferica Termine che indica un qualsiasi dispositivo esterno collegato ad un computer, come una stampante, uno scanner o un disco rimovibile. PGP Pretty Good Privacy, traducibile con "sicurezza abbastanza buona", è un programma scritto da Phil Zimmerman che permette di cifrare i messaggi di posta elettronica, aggiungendo anche funzionalità di autenticazione del mittente e firma digitale. Il programma, disponibile per DOS/Windows, Unix/Linux e Macintosh, è gratuito e liberamente scaricabile da Internet. Vedi Crittografia, DES, RSA. Rev. 1.0 ott 2008 Pag 16 di 25

17 Plugin Programma che aggiunge funzionalità ad un altro software. I plugin sono particolarmente utilizzati con i browser come Netscape e Internet Explorer, e permettono la fruizione di contenuti multimediali (suoni, animazioni, filmati) presenti sulle pagine Web. Si possono scaricare direttamente da Internet. Fra i più diffusi Shockwave della Macromedia, che permette di creare animazioni e pagine Web interattive, e Real Audio, che permette la trasmissione di audio e video in tempo reale. PnP Acronimo di Plug and Play (connetti e usa), una tecnologia che permette al Sistema Operativo di accorgersi automaticamente di quando viene aggiunto o sostituito un componente del sistema, come ad esempio una scheda video o una periferica. Un S.O. Plug and Play può identificare il tipo e il modello di periferica e provvedere alla sua configurazione, eventualmente con l'aiuto dell'utente. Sui PC basati su DOS/Windows, tale tecnologia è stata introdotta con l'avvento di Windows 95. POP3 Acronimo di Post Office Protocol-3, protocollo utilizzato per recuperare la posta da una casella postale remota. POP3 viene utilizzato quando un utente si collega ad Internet tramite un provider e richiede il trasferimento sulla propria macchina dei messaggi di posta elettronica in attesa sul server. Vedi Posta elettronica, SMTP, Return Address, Provider. PORTALE Sito Web, solitamente concepito per essere la prima pagina caricata dal browser, che offre una vasta gamma di servizi e contenuti: notizie, servizio di posta elettronica gratuita, motori di ricerca, forum di discussione, shopping on-line. POST Acronimo di Power On Self Test (auto-test all'accensione). Serie di controlli che vengono effettuati ogni volta che il computer viene acceso, come per esempio il controllo del corretto funzionamento della memoria RAM. POSTA ELETTRONICA Servizio che consente lo scambio di messaggi fra due host collegati ad Internet. Ai messaggi possono essere anche allegati dei documenti (immagini, documenti di Word. eccetera). Ogni utente possiede un indirizzo di posta, composto dal suo nome e dal nome del provider, separati dal simbolo (che si legge "at"). I messaggi di posta vengono inviati al computer del provider, e lì vengono conservati fino a che il destinatario non si collega e li trasferisce sulla propria macchina. Recentemente si sono diffusi i servizi web based che consentono l'invio di posta tramite un sito Internet. Tali servizi permettono di mantenere il proprio indirizzo di posta anche nel caso di un cambio di provider, ma richiedono di mantenere attiva la connessione anche mentre si leggono o scrivono i messaggi. Vedi SMTP, POP3, Return Address, Provider. Processore Comunemente indicato anche con l'acronimo CPU (per Central Processing Unit), il processore è di fatto il "cervello" del computer. Si tratta del circuito integrato che esegue Rev. 1.0 ott 2008 Pag 17 di 25

18 le istruzioni dei programmi e le elaborazioni sui dati. Le componenti principali di un processore sono: i registri (celle di memoria ad alta velocità situate all'interno del processore stesso), la ALU (Unità Logico-Aritmetica), che esegue operazioni di calcolo logiche e aritmetiche, e il coprocessore matematico, un'unità specializzata nei calcoli in virgola mobile. Il processore recupera dalla memoria centrale l'istruzione da eseguire e gli operandi (i dati da elaborare), ponendoli nei registri. Al termine dell'esecuzione dei calcoli, il risultato viene restituito nuovamente alla memoria centrale. La velocità con la quale queste operazioni vengono eseguite è determinata dalla frequenza di clock, espressa in MegaHertz (vedi MHz), e dall'architettura progettuale del processore stesso (che definisce la granularità delle operazioni eseguite in ciascun sito: è preferibile muoversi di un chilometro una volta al secondo piuttosto che muoversi di un centimetro mille volte al secondo). Alcuni computer dispongono di più processori, in modo da sfruttare un maggior parallelismo e quindi ottenere prestazioni superiori: per sfruttarne appieno le potenzialità, è in tal caso necessario far girare più programmi contemporaneamente, o programmi progettati appositamente per architetture parallele. Programma Un programma è una sequenza di istruzioni memorizzate su un disco o su una generica memoria di massa, che possono essere caricate nella RAM ed eseguite dal processore. Tali istruzioni predispongono il computer ad eseguire un certo tipo di lavoro e ad interagire con l'utente in un determinato modo. I programmi possono essere di vario tipo, fra cui citiamo i programmi di sistema, che compongono il sistema operativo, i driver di periferica, che gestiscono le periferiche installate, e i programmi applicativi (vedi Applicazione). Progressive Scan Sistema in grado di produrre immagini con una stabilità e una definizione dei dettagli impensabile su televisori convenzionali di dimensioni analoghe. L'immagine visibile secondo lo standard europeo è composta da 625 linee, ma i televisori convenzionali a 50 Hz e 100Hz mostrano, ciascuno con una diversa frequenza, una successione di semiquadri a linee alterne, o semiperiodi, che, data la velocità di scansione, vengono percepiti come quadri completi. Il sistema Progressive Scan invece studia la successione dei semiquadri ed elabora le linee alterne mancanti per mostrare una successione di informazioni complete. Il risultato è un'immagine decisamente piu definita, stabile, luminosa, colorata e ricca di dettagli rispetto a quella di un televisore convenzionale, soprattutto con immagini di tipo critico quali linee orizzontali e quadrettature. Le sottilissime linee che compongono l'immagine video poi, visibili nei televisori a grande schermo, vengono eliminate, cosi come scompare l'effetto 'frastagliato' talvolta visibile sui bordi delle linee diagonali, ad esempio nei caratteri di testo. In particolare, il sistema Progressive Scan diventa insostituibile per riprodurre al meglio l'alta qualità del segnale proveniente da sorgenti digitali (come ettori DVD o ricevitori satellite) per le quali è l'ideale abbinamento. Protocollo Un protocollo di comunicazione è un insieme di regole che due computer (in questo contesto normalmente chiamati host) devono seguire per poter comunicare e che descrivono il modo in cui si scambieranno le informazioni attraverso la rete. Esistono diversi protocolli, progettati ognuno per un tipo di comunicazione differente: ad esempio, FTP (File Transfer Protocol) per il trasferimento di file, SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) per la posta elettronica, HTTP (Hyper Text Transfer Protocol) per le pagine Web e molti altri. In aggiunta, esistono protocolli a vari livelli, nel senso che più protocolli possono coesistere ed essere utilizzati contemporaneamente nel corso di una comunicazione. Nel caso di una navigazione su Internet, ad esempio, vengono utilizzati contemporaneamente il protocollo HTTP (che specifica come comportarsi con le pagine Rev. 1.0 ott 2008 Pag 18 di 25

19 Web), il protocollo di Internet TCP/IP (che si preoccupa di suddividere l'informazione trasmessa in pacchetti, inviarli, assicurarsi che tutti siano arrivati a destinazione e ricomporre il messaggio) e un protocollo di rete a basso livello che specifichi come viaggiano fisicamente le informazioni (ad esempio impulsi di tensione su cavo piuttosto che impulsi luminosi su fibra ottica). L'utilizzo di più protocolli a vari livelli (fisico, di rete, di trasporto, ecc.) è del resto vagamente analogo a quanto accade nella vita reale. Se, ad esempio, vi capitasse di essere ricevuto dal Papa, comunichereste innanzitutto a voce, ossia modulando impulsi sonori con le vostre corde vocali; secondariamente, comunichereste in italiano; ad ultimo, seguireste probabilmente un cerimoniale particolare, mantenendo un certo stile ed evitando di indisporre il vostro insigne interlocutore. PS2 Porta per la connessione del mouse o della tastiera, utilizzata come alternativa alla porta seriale. Prende il nome dal fatto di essere stata utilizzata per la prima volta sull'ibm PS/2. QuickTime Tecnologia per la memorizzazione di filmati sviluppata da Apple. Rende possibile creare filmati di buona qualità fruibili sia con sistemi Macintosh che con sistemi Windows, grazie alla disponibilità del software di riproduzione per entrambe le piattaforme. Una variante di QuickTime, QuickTime VR (per Virtual Reality), permette la creazione di ambienti virtuali 3D in cui l'utente può navigare utilizzando il mouse e la tastiera del computer. RAM La RAM (Random Access Memory, memoria ad accesso casuale) è la memoria centrale del calcolatore e lavora a stretto contatto con il processore, che attinge da essa le istruzioni da eseguire e i dati da elaborare. A differenza delle cosiddette memorie di massa, come dischi e nastri, che mantengono le informazioni anche a computer spento, la RAM è una memoria di tipo volatile, cioè perde il suo contenuto quando non viene più alimentata. La quantità di memoria installata in un computer ne influenza notevolmente le prestazioni: se, infatti, la RAM non è sufficiente a contenere tutti i programmi in esecuzione, il sistema operativo utilizza il disco rigido per estenderla "virtualmente" (meccanismo della memoria virtuale, noto anche come swapping). Il meccanismo è utilissimo perché altrimenti il computer non sarebbe in grado di eseguire programmi con dati molto voluminosi (ad esempio, certi programmi di manipolazione grafica). Poiché però i dischi rigidi hanno tempi d'accesso nell'ordine dei millisecondi (contro i nanosecondi delle memorie RAM), l'utilizzo dell'hard disk come memoria virtuale provoca un notevole peggioramento delle prestazioni. Con i sistemi operativi attuali è consigliabile disporre di almeno 64 MB di RAM, in modo da limitare lo swapping a casi eccezionali. La regola pratica, comunque, è che quando il vostro hard disk entra in funzione troppo di frequente è tempo di espandere la RAM. Rdram Acronimo di Rambus Dynamic Random Access Memory. Tecnologia sviluppata recentemente dalla Rambus Corporation, che fornisce un sottosistema per la memoria RAM composto dalla memoria stessa, da un controller e dal bus per la comunicazione con il processore. L'integrazione di tali tecnologie in un ambiente omogeneo permette di raggiungere una banda passante di 1,6 GB/s. Vedi RAM, Cache, SIMM, DIMM, DRAM, SDRAM, SRAM, DDR, SDRAM, VRAM. Retail Rev. 1.0 ott 2008 Pag 19 di 25

20 La parola significa, letteralmente, "vendita al pubblico", o più precisamente "vendita al dettaglio". In campo commerciale, il termine viene usato per indicare la versione di un particolare prodotto destinata alla vendita al pubblico, e viene generalmente contrapposta alle cosiddette versioni OEM (per Original Equipment Manufacturer, si veda la voce relativa), che invece sono destinate a produttori o assemblatori. In pratica, le due versioni differiscono per il confezionamento del prodotto (più spartano nel caso della versione OEM) e per eventuali prodotti dati in bundle nella versione retail e non presenti nella versione OEM. Un esempio tipico sono i componenti hardware: una scheda video in versione OEM viene venduta in un semplice sacchettino di plastica antistatico, mentre la corrispondente versione retail è dotata di un confezionamento rigido e, eventualmente, di giochi o programmi in bundle. Rete Per "Rete" (indicato in maiuscolo) si veda anche Internet. Rete Con il termine "rete" (indicato in minuscolo) si indica un insieme composto da un certo numero di computer (host) collegati fra di loro per scambiarsi informazioni e condividere risorse (file, periferiche, applicazioni), e dall'hardware utilizzato per realizzare i collegamenti (ad esempio, instradatori o router, concentratori o hub, gateway, switch e firewall). Le reti si dividono in reti locali (LAN, acronimo di Local Area Network), situate all'interno di uno o più edifici adiacenti, metropolitane (MAN, Metropolitan Area Network), che possono coprire un'intera città, e geografiche (WAN, Wide Area Network), formate dall'unione di reti poste in città differenti. Return address Indirizzo di ritorno. Parametro utilizzato nella configurazione dei client di posta elettronica (programmi che permettono di leggere e inviare , come Eudora, Outlook o Netscape) quando si vuole che il destinatario risponda ad un indirizzo differente da quello del mittente. Scanner Dispositivo in grado acquisire un'immagine da una sorgente esterna e salvarla su computer. Uno scanner piano (flatbed scanner) è costituito da un pannello di vetro, simile a quello di una fotocopiatrice, su cui appoggiare l'originale da digitalizzare. Tale originale può essere poi salvato come immagine e modificato con un programma di fotoritocco. Nel caso si trattasse di pagina scritta, può essere convertita in un documento di testo con un programma OCR (Optical Character Recognition, riconoscimento ottico di caratteri). La capacità di uno scanner di leggere correttamente i dettagli di un'immagine è tanto più elevata quanto più è alta la sua sensibilità cromatica, espressa in bit, e la sua risoluzione ottica, espressa in dpi (dot per inch, punti per pollice). La risoluzione interpolata, ottenuta via software, non è invece un parametro attendibile. Va detto, in ogni caso, che la qualità di scansione è dovuta per lo più ad una serie di dettagli tecnici non direttamente collegati al numero di bit e ai dpi dello scanner. Scanner diversi differiscono anche per l'interfaccia utilizzata per collegarsi al computer, che influenza la velocità di trasferimento dati e quindi anche la velocità di scansione. Le soluzioni migliori, in termini di velocità, sono rispettivamente l'interfaccia SCSI (che però richiede una scheda apposita, detta controller SCSI) e quella USB (Universal Serial Bus, un'interfaccia presente e supportata solo in computer relativamente recenti). L'interfaccia parallela (quella utilizzata anche dalla stampante) è invece caratterizzata da velocità di trasferimento inferiori, e porta dunque a scansioni più lente. Rev. 1.0 ott 2008 Pag 20 di 25

APPUNTI CONCETTI DI BASE

APPUNTI CONCETTI DI BASE www.informarsi.net APPUNTI CONCETTI DI BASE Struttura di un elaboratore Un computer è paragonabile a una grande scatola in cui sono immessi dei dati, i quali, una volta immagazzinati, elaborati e processati,

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu

03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 03 L architettura del computer e la CPU (parte 2) Dott.ssa Ramona Congiu 1 Anatomia del computer Dott.ssa Ramona Congiu 2 L Unità centrale 3 Anatomia del computer 4 La scheda madre All interno del computer

Dettagli

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012 IIS Bonfantini Novara -Laboratorio di informatica 2012 Pagina 1 PERSONAL COMPUTER I personal computer sono quelli usati per lavoro d'ufficio o in ambito domestico da un solo utente per volta. Un ulteriore

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN MODULO 1 Testo 1.03 1. In una istruzione, un operando è: % Il dato su cui operare % L indirizzo di memoria di un dato su cui operare % Il tipo di operazione da eseguire % Il risultato di una istruzione

Dettagli

Informatica. Nozioni di hardware. Componenti essenziali della struttura interna di un PC. docente: Ilaria Venturini. Disco rigido.

Informatica. Nozioni di hardware. Componenti essenziali della struttura interna di un PC. docente: Ilaria Venturini. Disco rigido. Informatica II Nozioni di hardware docente: Ilaria Venturini Componenti essenziali della struttura interna di un PC Porte Disco rigido CPU scheda video memorie scheda audio bus 1 Struttura hardware dell

Dettagli

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte 1. Quale delle seguenti affermazioni è corretta? Nella trasmissione a commutazione di pacchetto: Sulla stessa linea

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo O mentre ci sono più risposte corrette per le domande con il simbolo

Dettagli

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale)

La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tipologie di memoria: Elettroniche Magnetiche Ottiche La qualità di una memoria dipende da vari parametri: Modo di accesso: tecnica utilizzata per accedere al dato (casuale, sequenziale) Tempo di accesso:

Dettagli

Le reti In informatica, la rete è un sistema di connessione tra più computer, che consente la condivisione di informazioni e servizi.

Le reti In informatica, la rete è un sistema di connessione tra più computer, che consente la condivisione di informazioni e servizi. Le reti In informatica, la rete è un sistema di connessione tra più computer, che consente la condivisione di informazioni e servizi. TIPI DI RETE telematica (per dimensione) LAN Local Area Network MAN

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte, mentre ci sono più risposte corrette per le domande con

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Internet Terminologia essenziale

Internet Terminologia essenziale Internet Terminologia essenziale Che cos è Internet? Internet = grande insieme di reti di computer collegate tra loro. Rete di calcolatori = insieme di computer collegati tra loro, tramite cavo UTP cavo

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

I dischi magnetici floppy disk

I dischi magnetici floppy disk I dischi magnetici floppy disk I floppy disk (dischetti flessibili) sono supporti rimovibili Ogni elaboratore è dotato di almeno una unità di lettura-scrittura detta drive, all'interno della quale l'utente

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale.

Le Reti Telematiche. Informatica. Tipi di comunicazione. Reti telematiche. Modulazione di frequenza. Analogico - digitale. Informatica Lezione 5a e World Wide Web Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate dedicati/condivisi

Dettagli

Concetti base del computer

Concetti base del computer Concetti base del computer Test VERO o FALSO (se FALSO giustifica la risposta) 1) La memoria centrale è costituita dal disco fisso VERO/FALSO 2) Allo spegnimento del PC la RAM perde il suo contenuto VERO/FALSO

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Il computer. Il computer: un insieme di elementi. L'hardware

Il computer. Il computer: un insieme di elementi. L'hardware Il computer Il computer: un insieme di elementi Il computer è una macchina elettronica destinata all'elaborazione dei dati secondo una sequenza di istruzioni. Il computer è formato da due insiemi di elementi:

Dettagli

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia

Hardware interno. Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra. Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware interno Docenti: Dott. Stefano Bordoni Dott. Francesco Guerra Facoltà di Economia, Università di Modena e Reggio Emilia Hardware A prima vista... Alimentazione PC e Monitor Lettore DVD Porte Ps/2

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web

Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano. Internet e il Web Appunti di Informatica Gestionale per cl. V A cura del prof. ing. Mario Catalano Internet e il Web 1 Internet Internet è un insieme di reti informatiche collegate tra loro in tutto il mondo. Tramite una

Dettagli

Modulo 1 Introduzione al Networking

Modulo 1 Introduzione al Networking Modulo 1 Introduzione al Networking 1.1 Connessione ad Internet 1.1.1 Requisiti per la connessione ad Internet Internet consiste di una moltitudine di reti sia grandi che piccole interconnesse tra loro.

Dettagli

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche,

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche, meccaniche, magnetiche, ottiche che ne consentono

Dettagli

Corso di: Abilità informatiche

Corso di: Abilità informatiche Corso di: Abilità informatiche Prof. Giovanni ARDUINI Lezione n.4 Anno Accademico 2008/2009 Abilità informatiche - Prof. G.Arduini 1 Le Reti di Computer Tecniche di commutazione La commutazione di circuito

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE

MEMORIE MAGNETO- OTTICHE MEMORIE SECONDARIE I dati e i programmi devono essere conservati su memorie non volatili, di adeguate dimensioni e di costo contenuto. Occorre utilizzare dispositivi di memoria di massa quali ad esempio

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard disk Supporti

Dettagli

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE

CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE CONCETTI DI NAVIGAZIONE IN RETE Internet (La rete delle reti) è l insieme dei canali (linee in rame, fibre ottiche, canali radio, reti satellitari, ecc.) attraverso cui passano le informazioni quando vengono

Dettagli

Esempio di Motherboard (Scheda Madre)

Esempio di Motherboard (Scheda Madre) 1:ISA slot 2:PCI slot 3:AGP slot 4:ATX power connector 5:Chipset 6:CPU socket 7:RAM slot 8:IDE connector 9:Floppy disk connector 10:Batteria 11:BIOS chip Esempio di Motherboard (Scheda Madre) La memoria

Dettagli

Elaboratore elettronico

Elaboratore elettronico Corso di Informatica L architettura di un Calcolatore Elaboratore elettronico Un calcolatore o computer è un dispositivo elettronico in grado di ricevere una sequenza di istruzioni (programma) ed eseguirla

Dettagli

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43

I dischi ottici. Fondamenti di Informatica -- Rossano Gaeta 43 I dischi ottici Le tecnologie dei dischi ottici sono completamente differenti e sono basate sull'uso di raggi laser Il raggio laser è un particolare tipo di raggio luminoso estremamente focalizzato che

Dettagli

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card)

Reti e Internet LAN (local-area network) WAN (wide-area network) NIC (Network Interface Card) Reti e Internet Il termine LAN (local-area network) definisce una tipologia di rete, o di parte di una rete, in cui i vari dispositivi che ne fanno parte sono tutti dislocati nell'ambito dello stesso edificio

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4)

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Prof. Valerio Vaglio Gallipoli Rielaborazione e integrazione: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio Rete di computer E un insieme

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL è una tecnica di trasmissione dati che permette l accesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Laboratorio di Informatica - CLEF 7 Ci sono due modi per non

Dettagli

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati

Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Architettura di un sistema di elaborazione dei dati Questo modelio è stato proposto nei tardi anni 40 dall Institute for Advanced Study di Princeton e prende il nome di modello Von Neumann. E` costituito

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Tipi di Personal Computer Mainframe Network Computer (Server) Personal Desktop/Portatili digital Assistant (PDA) 2/45 Confronto fra PC Classe Mainframe Server

Dettagli

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento

Obiettivi. Unità C2. Connessioni. Internet. Topologia. Tipi di collegamento Obiettivi Unità C2 Internet: la rete delle reti Conoscere le principali caratteristiche di Internet Conoscere le caratteristiche dei protocolli di comunicazione Saper analizzare la struttura di un URL

Dettagli

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer Computer Il computer, o elaboratore elettronico, è la macchina per la gestione automatica delle informazioni Componenti: Hardware (la parte fisica del computer) Software (la parte intangibile, insieme

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Che cos e una rete di calcolatori?

Che cos e una rete di calcolatori? Che cos e una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere lo scambio di dati Ogni calcolatore o dispositivo viene detto nodo ed è

Dettagli

Internet e Tecnologia Web

Internet e Tecnologia Web INTERNET E TECNOLOGIA WEB Corso WebGis per Master in Sistemi Informativi Territoriali AA 2005/2006 ISTI- CNR c.renso@isti.cnr.it Internet e Tecnologia Web...1 TCP/IP...2 Architettura Client-Server...6

Dettagli

Tecnologie Informatiche n 3 LE MEMORIE

Tecnologie Informatiche n 3 LE MEMORIE LE MEMORIE La memoria è la parte del computer destinata a conservare informazioni per un certo periodo di tempo. Le memorie si dividono in Memorie principali o centrali Sono anche dette memorie veloci

Dettagli

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio COMPUTER ESSENTIAL 1.1 Esperto Emilia Desiderio INFORMATICA Definizione: disciplinain continua evoluzione che cerca di riprodurre le capacità del cervello umano. lostudio sistemico di algoritmi che descrivono

Dettagli

Funzionalità di un calcolatore

Funzionalità di un calcolatore Funzionalità di un calcolatore Il calcolatore: modello concettuale 1. Elaborazione 2. Memorizzazione Interconnessione 3. Comunicazione (interfaccia) Architettura di un computer componenti per elaborare

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

Le infrastrutture Hardware: architettura

Le infrastrutture Hardware: architettura Le infrastrutture Hardware: architettura Corso di Informatica CdL: Chimica Claudia d'amato claudia.damato@di.uniba.it Il calcolatore: modello concettuale 1. Elaborazione 2. Memorizzazione Interconnessione

Dettagli

Modulo 1 Concetti teorici di base

Modulo 1 Concetti teorici di base Modulo 1 Concetti teorici di base 1 Quale delle seguenti frasi rappresenta il significato di ICT (Tecnologie per l informazione e la comunicazione)? La progettazione e l utilizzo dei computer Le scienze

Dettagli

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco

INFORMATICA. By CONVERTINI Francesco INFORMATICA By CONVERTINI Francesco Informatica = informazione automatica È una scienza preesistente all elaboratore e consiste nella ricerca di METODI per elaborare automaticamente le informazioni ed

Dettagli

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette:

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: condivisione di risorse (dati aziendali, stampanti, ) maggiore

Dettagli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli

Lezione 4. Le Reti ed i Protocolli Lezione 4 Le Reti ed i Protocolli Come nasce internet I computer, attraverso i software applicativi, consentono di eseguire moltissime attività. Nel corso degli anni è emersa la necessità di scambiare

Dettagli

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16

Le Memorie. Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Le Memorie Prof. Maurizio Naldi A.A. 2015/16 Memorie Memoria Principale (centrale) Si accede direttamente dalla CPU non permanente Memoria Secondaria (di massa) Si accede tramite il sottosistema di input/output

Dettagli

MDRSystem di Rosario Medaglia Modulo 1

MDRSystem di Rosario Medaglia Modulo 1 IL COMPUTER Esistono principalmente due tipi di computer di uso comune: IL PC, PERSONAL COMPUTER è un computer che viene posato su un tavolo e che per la sua considerevole mole ed accessori a seguito,

Dettagli

Architettura di un PC

Architettura di un PC Architettura di un PC Hardware Insieme di circuiti elettronici ed elettromeccanici che costituiscono un calcolatore Architettura Combinazione delle funzionalità operative delle singole unità hardware del

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Architettura del calcolatore (seconda parte) Sotto-sistema di memoria! Due necessità contrastanti: 1. Elevata velocità di accesso 2. Elevata capacità (dimensioni)!

Dettagli

ECDL MODULO 1 Le Memorie. Prof. Michele Barcellona

ECDL MODULO 1 Le Memorie. Prof. Michele Barcellona ECDL MODULO 1 Le Memorie Prof. Michele Barcellona Le memorie servono a memorizzare dati e programmi Memoria Memorie CPU Centrale di massa Periferiche I/O Bus Memoria Centrale E una memoria a semiconduttore

Dettagli

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro

Applicazioni delle reti. Dalla posta elettronica al telelavoro Applicazioni delle reti Dalla posta elettronica al telelavoro Servizi su Internet La presenza di una infrastruttura tecnologica che permette la comunicazione tra computer a distanze geografiche, ha fatto

Dettagli

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano IL COMPUTER LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano LA TRASMISSIONE IN BINARIO I computer hanno un loro modo di rappresentare i

Dettagli

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Nome:... Cognome... Telefono... 1. Il millennium bug è: % Un problema hardware di tutti i computer al cambio del millennio % Un problema del software di tutti i

Dettagli

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Corso Integrato di Scienze Fisiche, Informatiche e Statistiche

Dettagli

Architettura dei calcolatori

Architettura dei calcolatori Università degli Studi di Palermo Dipartimento di Ingegneria Informatica C.I. 3 Modulo Informatica 2 c.f.u. Anno Accademico 2009/2010 Docente: ing. Salvatore Sorce Architettura dei calcolatori II parte

Dettagli

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1

Corso Creare una rete locale Lezione n. 1 Introduzione al Networking Introduzione Al giorno d oggi il Networking non è più un sistema riservato solo alle aziende di enormi dimensioni, ma interessa anche i piccoli uffici, le scuole e le case. Infatti

Dettagli

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE

INFORMATICA DI BASE CLASSE PRIMA Prof. Eandi Danilo www.da80ea.altervista.org INFORMATICA DI BASE INFORMATICA DI BASE CHE COSA È UN COMPUTER Un computer è un elaboratore elettronico, cioè una macchina elettronica programmabile in grado di eseguire automaticamente operazioni logico-aritmetiche sui dati

Dettagli

INFORMATICA 1 ANNO. Prof. Stefano Rizza

INFORMATICA 1 ANNO. Prof. Stefano Rizza INFORMATICA 1 ANNO Prof. Stefano Rizza PROGRAMMA MINISTERIALE 1 1. Utilizzare strumenti tecnologici ed informatici per consultare archivi, gestire informazioni, analizzare dati (riferimento ECDL Start)

Dettagli

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione:

Modulo 1 Le memorie. Si possono raggruppare i sistemi di elaborazione nelle seguenti categorie in base alle possibilità di utilizzazione: Modulo 1 Le memorie Le Memorie 4 ETA Capitolo 1 Struttura di un elaboratore Un elaboratore elettronico è un sistema capace di elaborare dei dati in ingresso seguendo opportune istruzioni e li elabora fornendo

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

LABORATORIO di INFORMATICA

LABORATORIO di INFORMATICA Università degli Studi di Cagliari Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente ed il Territorio LABORATORIO di INFORMATICA A.A. 2010/2011 Prof. Giorgio Giacinto ARCHITETTURA DEI CALCOLATORI

Dettagli

Linguaggio e Architettura

Linguaggio e Architettura Parte 1 Linguaggio e Architettura IL LINGUAGGIO DELL INFORMATICA 1.1 1 Importante imparare il linguaggio dell informatica L uso Lusodella terminologia giusta è basilare per imparare una nuova disciplina

Dettagli

Concetti di base delle tecnologie ICT

Concetti di base delle tecnologie ICT Concetti di base delle tecnologie ICT Parte 2 Reti Informatiche Servono a collegare in modo remoto, i terminali ai sistemi di elaborazione e alle banche dati Per dialogare fra loro (terminali e sistemi)

Dettagli

L INFORMATICA riepilogo lezioni HARDWARE

L INFORMATICA riepilogo lezioni HARDWARE L INFORMATICA riepilogo lezioni L informatica è quella scienza che studia i modi di trasmettere ed elaborare le informazioni. Nasce e si sviluppa per garantire all uomo la gestione di grandi quantità di

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Dispositivi di ingresso/uscita (I/O)

Dispositivi di ingresso/uscita (I/O) Dispositivi di ingresso/uscita (I/O) Possono essere i piu svariati: mouse, tastiera, monitor, altoparlanti, stampanti, ecc. Tra essi rivestono un importanza particolare i dispositivi di memorizzazione

Dettagli

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE

Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU MEMORIE Lezione 3 ARCHITETTURA: JOHN VON NEUMANN (1946) INPUT OUTPUT MEMORIA CPU Bus MEMORIE RAM (Random Access Memory). Memoria Centrale, Memoria di Lavoro, Memoria principale. Consiste in una matrice di celle

Dettagli

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica La società dell informazione Sapersi orientare nell eccesso di informazione Avere criteri, strumenti, modelli di interpretazione consapevole dei mass-media audiovisivi Adeguare la propria pratica comunicativa

Dettagli

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone

Informatica 1. 6 Sistemi operativi e software. ing. Luigi Puzone Informatica 1 6 Sistemi operativi e software ing. Luigi Puzone Windows caratteristiche principali: Windows è un Sistema Operativo Con Interfaccia Grafica Multiutente Multitasking Multithreading Multiprocessing

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Introduzione a Internet e al World Wide Web

Introduzione a Internet e al World Wide Web Introduzione a Internet e al World Wide Web Una rete è costituita da due o più computer, o altri dispositivi, collegati tra loro per comunicare l uno con l altro. La più grande rete esistente al mondo,

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

Organizzazione della memoria

Organizzazione della memoria Memorizzazione dati La fase di codifica permette di esprimere qualsiasi informazione (numeri, testo, immagini, ecc) come stringhe di bit: Es: di immagine 00001001100110010010001100110010011001010010100010

Dettagli

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano

Le Memorie interne: RAM, ROM, cache. Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano Le Memorie interne: RAM, ROM, cache Appunti per la cl. IV sez. D a cura del prof. Ing. Mario Catalano 1 Le memorie Cosa vorremmo : una memoria veloce abbastanza grande da contenere tutti i dati e i programmi

Dettagli

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica

Programmazione. Dipartimento di Matematica. Ing. Cristiano Gregnanin. 25 febbraio 2015. Corso di laurea in Matematica Programmazione Dipartimento di Matematica Ing. Cristiano Gregnanin Corso di laurea in Matematica 25 febbraio 2015 1 / 42 INFORMATICA Varie definizioni: Scienza degli elaboratori elettronici (Computer Science)

Dettagli

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Reti di elaboratori. Reti di elaboratori. Reti di elaboratori INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Reti di elaboratori Rete di calcolatori: insieme di dispositivi interconnessi Modello distribuito INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Funzioni delle reti: comunicazione condivisione di

Dettagli

i nodi i concentratori le dorsali

i nodi i concentratori le dorsali RETI LOCALI Reti di computer collegati direttamente tra di loro in un ufficio, un azienda etc. sono dette LAN (Local Area Network). Gli utenti di una LAN possono condividere fra di loro le risorse quali

Dettagli