Progettazione e realizzazione di siti web per dispositivi mobili. Andrea Crevola

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progettazione e realizzazione di siti web per dispositivi mobili. Andrea Crevola andrea.crevola@3juice.com"

Transcript

1 Progettazione e realizzazione di siti web per dispositivi mobili Andrea Crevola

2 Sommario Introduzione alle tematiche del laboratorio Lo scenario tecnologico Il modello di fruizione Le Mobile Web Best Practices (MWBP)

3 Mobile web È comune pensare al web come a un medium fruito attraverso un personal computer. L innovazione digitale sta conducendo tuttavia a una sempre minor identificazione del contenuto con il contenitore. Il numero di dispositivi di accesso al web è sempre maggiore e differenziato: telefoni cellulari, PDA, sistemi di gioco portatile e non, TV media center). Questa varietà è destinata a crescere e a portare con sé ulteriori elementi di innovazione. Accanto a una conoscenza delle caratteristiche tecniche dello scenario attuale è importante acquisire un metodo e un approccio alla progettazione orientato agli utenti e alle loro esigenze.

4 Ubiquitous computing Il mobile web si inserisce in una prospettiva teorica più ampia denominata ubiquitous computing (Mark Weiser). Il personal computer dovrebbe mantenere un ruolo specializzato nelle operazioni di programmazione e di pubblicazione delle informazioni, ma la fruizione di contenuti e servizi può essere mediato da altri dispositivi. I dispositivi mobili si allineano a questo paradigma portando l informazione nella realtà, laddove gli utilizzatori ne hanno realmente bisogno. Il web ha, in questa prospettiva, un ruolo chiave: per definizione è un sistema aperto e multipiattaforma, vettore ideale di contenuti che non desiderano essere limitati a un unica piattaforma di consultazione. Per maggiori informazioni, si può partire da:

5 Mobile e Web 2.0 Gli ultimi anni sono stati contraddistinti dal concetto di web 2.0: un web più interattivo, più partecipativo e maturo. Le sue caratteristiche sono state descritte in un articolo dell editore Tim O Reilly: Il web diventa una piattaforma su cui gli utenti possono condividere e diffondere informazioni con sempre minore difficoltà e limitazioni. I dispositivi mobili sono una finestra di accesso a dati e servizi che un tempo erano relegati ad ambienti di fruizione ben precisi e confinati. Le attuali tecnologie web consentono di garantire esperienze di fruizione personalizzate in funzione del dispositivo di accesso, a dispetto delle attuali limitazioni hardware e software;

6 I dispositivi PDA Smartphones Tablet PC Sistemi di gioco (portatile)

7 I dispositivi: caratteristiche comuni Possibilità di essere a conoscenza della posizione geografica del dispositivo. Connettività di rete (wireless e/o a collegamento fisico). Limitate capacità di calcolo e di memoria (rispetto ad un PC desktop). Alimentazione a batteria con possibili criticità sui tempi di autonomia. Numerose varianti in termini di piattaforme, componenti hardware e sofware, interfacce-utente (anche all interno di una stessa classe di dispositivo).

8 Input e output Alcune risoluzioni frequenti: 160 x 160 (smartphone) 240 x x x x x x x x 1050 (tablet PC) Modalità di input Tastiere alfanumeriche Tastiere QWERTY Frecce direzionali Joystick Touch screen Stili ( pennini )

9 Software Sistemi operativi Windows Mobile Palm OS Symbian Linux Apple Mac OS X (IPhone) Browser Openwave Mobile Browser Nokia browser Opera Mobile Browser Pocket IE NetFront Browser Web browser 3.0 (Palm) Safari (IPhone)

10 Connettività GPRS (General Packet Radio Service): 57.6 Kbit/s in download e di 14.4 Kbit/s in upload. UMTS (Universal Mobile Telecommunications System): 384Kbit/s per la trasmissione di dati in download, paragonabile a una ADSL. IEEE (Wi-Fi): velocità fino a 54Mbit/s IEEE (Wi-Max); Attenzione: tariffe a tempo Vs tariffe a dati

11 Il modello di fruizione Uno scenario innovativo può far porre la concentrazione soprattutto sulla dimensione tecnica che, per molti motivi, tende ad accentrare su di sé l attenzione. La conoscenza del piano tecnico è fondamentale ma presuppone una consapevolezza relativa a come e perché gli utenti accedono al web con i dispositivi mobili.

12 Caratteristiche dell accesso all informazione Ravvicinato: la distanza dal display è pochi centimetri anziché di alcune decine o interi metri. Individuale, mentre di fronte a uno schermo di PC o a una TV possono sedere anche più persone, tutte coinvolte nell esperienza di fruizione. Seriale: solo pochi browser per device mobili permettono di aprire più di una finestra di navigazione alla volta; nel caso, l apertura di altri programmi, come l agenda, causano un radicale spostamento del focus. Outdoor: i dispositivi mobili consentono un uso non relegato tra le mura di casa o dell ufficio, quindi anche in contesti rumorosi e contraddistinti da un illuminazione naturale (quindi ridotta o eccessiva). Immersa e condizionata dal contesto: molto spesso il mobile web viene sfruttato per accedere ad informazioni utili per portare a termine azioni della propria vita quotidiana, come organizzare spostamenti, consultare elenchi e directory di risorse ecc.

13 Scopi / Motivazioni Il comportamento di ricerca più frequente è probabilmente la ricerca di oggetti conosciuti : l utente accede al mobile web per recuperare un informazione o di eseguire un azione che già riesce a definire con precisione e si aspetta di individuare rapidamente le modalità per portare a termine la sua esigenza. Solitamente, la ricerca di informazione è legata a necessità legate al contesto fisico in cui l utente e il suo dispositivo si trovano: per esempio, la ricerca di un orario ferroviario, di informazioni su un evento, del prezzo di un prodotto da acquistare. Per questo i molti siti per dispositivi mobili consistono soprattutto directory di link, mini-portali, siti di reference ecc: si privilegia la rapidità di conclusione del task rispetto alla navigazione esplorativa (e senza meta). Altro caso d uso frequente è la ricerca di un aggiornamento informativo rispetto ad azioni precedentemente avviate o argomenti di interesse: per esempio la ricerca di un risultato di un evento sportivo. Simili comportamenti sono anche funzione delle condizioni di fruizione, dalle limitazioni ergonomiche, dalle logiche di tariffazione.

14 Anatomia di un sito mobile Un sito web (sia tradizionale sia nato per il mobile web) è infatti composto da due dimensioni fondamentali: codice e design: Il primo livello, se sviluppato con le dovute attenzioni, può adattarsi senza difficoltà allo strumento di consultazione mobile: alle sue capacità di visualizzazione, alle dimensioni dello schermo così come alle modalità di inserimento di input. Il secondo, invece, riguarda la gestione dei contenuti, l organizzazione dell informazione e la strutturazione delle unità informative (pagine), dell usabilità del sistema e più in generale la dimensione comunicativa del sito.

15 Strategie di progettazione Due alternative: Sito derivato: un unica realizzazione del sito web e adattamento della versione per PC l utente consulta le medesime pagine (al medesimo indirizzo web) sia che vi acceda tramite un PC desktop sia che stia utilizzando un cellulare o un palmare. Pur non avendo la medesima impaginazione, l informazione e le funzionalità presenti saranno ugualmente disponibili; Sito dedicato: realizzazione della versione di un sito appositamente pensata per il mondo mobile, anche in assenza di una corrisponente versione per compter desktop il sito web ha un identità propria: partendo da un insieme di materiali già esistenti ma da riorganizzare e revisionare mediante un processo di analisi e progettazione vero e proprio, significa riflettere attentamente sulle esigenze degli utenti, sulle ragioni che li potrebbero spingere ad accedere all informazione mediante i loro telefoni cellulari e di quali contenuti essi sono alla ricerca

16 Siti mobili derivati: vantaggi Riduzione dei costi di progettazione e di realizzazione: necessario affrontare solo un attiività di ottimizzazione; Riduzione dei costi di mantenimento: un eventuale modifica ai contenuti o ad altri elementi saranno immediatamente disponibili anche per gli utenti di tutti i dispositivi; L idea di un web unico, indipendente dal dispositivo di fruizione, è del resto la posizione del W3C stesso; È decisamente più semplice mantenere un look & feel omogeneo indipendente dal dispositivo utilizzato.

17 Siti derivati: svantaggi Può essere complicato ottenere una versione mobile di buona qualità cercando di adattare un sito che è stato costruito con tecnologie obsolete o deprecate; Le tempistiche di adattamento potrebbero essere prolungate, con il rischio di dissipare i vantaggi economici precedentemente illustrati; Esiste il rischio di giungere a una visualizzazione che eccede i limiti orizzontali del display dell utente, rendendo necessario all utente un fastidioso scorrimento orizzontale per la lettura dei contenuti; Se il giudizio sul comportamento delle tecnologie web sulle piattaforme mobili è nonostante tutto positivo, altrettanto non si può affermare per quanto concerne l organizzazione dell informazione, sia a livello di pagina sia relativamente al sito nel suo complesso: si corre il rischio di fornire pagine troppo ricche di contenuti, che rallentano l accesso e che complicano l orientamento all interno del sito; Un analoga riflessione può valere anche per gli elementi di interattività come i moduli (form), che se su un piano tecnico possono continuare a funzionare, da un punto di vista più operativo possono rivelarsi molto più complessi da utilizzare, dal momento che rispetto ad un personal computer vengono a mancare mouse e tastiera; L utente che ha accesso da un dispositivo mobile potrebbe giungere in pagine che non sono ancora state ottimizzate o che presentano contenuti in formati non ben supportati da tutti i dispositivi (per esempio il PDF), con una conseguente fastidiosa interruzione dell esperienza d uso; L utente di riferimento non è sempre altrettanto facilmente derivabile.

18 Siti dedicati: vantaggi preceduto da un attenta fase di analisi e nasce a seguito di una progettazione centrata sugli utenti, esistono buone probabilità che si pubblichino contenuti e servizi di valore per i propri utenti; se si parte da un sito già esistente, la selezione dei contenuti più adatti alla fruizione mobile evita di sovraccaricare l interfaccia con informazione non pertinente, sovrabbondante e spesso indesiderata; parimenti, è possibile superare rapidamente le criticità presenti sul sito per PC ed evitare di riproporre anche sul canale mobile le medesime imperfezioni (per esempio un codice HTML non standard o l uso di formati proprietari); si può proporre un architettura dell informazione ottimizzata e contenuti pensati specificatamente per una consultazione nomade, così come si può costruire il sito attorno ad un interfaccia-utente che sia capace di semplificare l interazione a chi dispone di sistemi di puntamento e di immissione del testo meno efficienti di mouse e tastiera; si può ottenere un sito più semplice e leggero, rapido da scaricare e da consultare;

19 Siti dedicati: svantaggi trattandosi di un prodotto che possiede una sua autonomia, sono spesso necessari costi di progettazione e di sviluppo extra; se il sito viene pubblicato contemporaneamente su più canali (desktop e dispositivi mobili) si può incorrere difficoltà a mantenere aggiornate e consistenti le varie versioni: un problema significativo sia per i contenuti che in particolar modo per le funzionalità più interattive. la grande variabilità dei dispositivi finali rende difficile la produzione di un interfaccia-utente davvero universale, ossia capace di accontentare i requisiti di tutti i browser e le capacità dei vari devices; se ci si orienta anche verso la redazione di contenuti pensati appositamente per l utenza mobile, si deve essere pronti a vedere quasi raddoppiare il lavoro (e i costi) relativi al content management: dalla redazione dei testi al montaggio audio-video dei contenuti multimediali.

20 Adattamento I lati negativi di entrambi gli approcci possono ricevere un contributo cruciale dalle tecniche di adattamento. Contenuti e servizi sono modellati in funzione del dispositivo e del contesto di fruizione finale. Tanto più tale processo è trasparente e tanto meno l utente deve spendere energie per raggiungere contenuti e servizi adatti al suo dispositivo. A tal fine, è necessario che la piattaforma tecnologica diventi più intelligente : devono essere a disposizione delle metainformazioni utili a determinare quali dovranno essere le caratteristiche dell adattamento stesso

21 Negoziazione Il primo passo per ottenere un processo di adattamento efficace consiste nel riconoscimento da parte del server delle caratteristiche tecniche del dispositivo richiedente. La negoziazione può avvenire in quattro modalità: l utente richiede esplicitamente una versione ottimizzata per un dispositivo mobile; il browser del dispositivo rappresenta in versione ottimizzata i contenuti inviati in modo identico a tutti i dispositivi; Il server riconosce il client sulla base delle informazioni inviate nelle intestazioni HTTP che accompagnano la richiesta della pagina; Il server ottiene un profilo completo del dispositivo di accesso grazie a una descrizione formale basata sulle specifiche CC/PP (UAProf e WURFL)

22 Adattamento e tecnologie web Sul piano tecnologico è possibile risolvere il problema dell adattamento in quattro modi principali: rendering del browser (SSR di Opera); la selezione del CSS (media queries); l applicazione delle trasformazioni XSL; l impiego di un Content Management System.

23 Selezione del CSS

24 Mobile Web Best Practices Le Mobile Web Best Practices (MWBP) sono un insieme di raccomandazioni fornite dal W3C per la costruzione di siti web adatti al web mobile, non solo dal punto di vista tecnico ma anche sotto il profilo dell'esperienza d'uso. Prendono in considerazione aspetti quali la gestione della navigazione, la struttura della pagina, il trattamento del dialogo tra l'applicazione e l'utente nonché alcune dimensioni più strettamente tecniche legate alla trasmissione dell'informazione verso i dispositivi mobili. Se, da un lato, alcune caratteristiche tecniche di questo ambito potranno cambiare ed evolversi (ad esempio le dimensioni degli schermi di consultazione potrebbero aumentare o avere maggiori performance), dall'altro si assume che alcune problematiche, come per esempio l'input di dati, resteranno costanti nel tempo.

25 MBWP: struttura Introduzione alle problematiche del mobile web. One web. Contesto di distribuzione finale e adattamento. Best practices: 1. Comportamento generale; 2. Navigazione e link; 3. Layout di pagina e contenuti; 4. Elementi della pagina; 5. Input dell utente

26 MBWP: comportamento generale Consistenza tematica: assicurarsi che il contenuto accessibile da una URL offra un esperienza coerente qualora sia fruita da dispositivi differenti; Sfruttare le capacità del dispositivo: l autore della pagina dovrebbe cercare di offrire un esperienza d uso accresciuta su quei dispositivi dalle potenzialità maggiori (e non limitarsi al minimo comune denominatore): progressive enhancement. Risolvere le deficienze delle attuali implementazioni: l autore della pagina dovrebbe cercare di risolvere i problemi legati alle attuali implementazioni delle tecnologie web da parte dei browser per dispositivi mobili ( work around Vs Hack ). Test delle pagine: è essenziale condurre dei test di resa della pagine sia sui dispositivi effettivi sia mediante degli emulatori.

27 MBWP: navigazione e link (1) Usare URL di ingresso brevi. Fornire una barra di navigazione minimale all inizio della pagina, in modo che sia visibile immediatamente e senza la necessità di scorrere la pagina; se si vuole usare una navigazione secondaria, la si può mettere a fondo pagina (ma solo se necessaria). Bilanciamento ampiezza / profondità dell ipertesto: si valuti l opportunità di appiattire la struttura del sito al fine di diminuire il numero di link necessari per raggiungere una data pagina. Meccanismi di navigazione consistenti: un sistema di navigazione costante permette all utente di orientarsi meglio in un sistema informativo. Tasti di accesso rapido (access keys): associare un tasto di accesso rapido (con l attributo XHML accesskey= 1 ) alle opzioni di navigazione più frequenti può aumentare la velocità di interazione.

28 MBWP: navigazione e link (1) Chiarire la destinazione dei link: ogni collegamento dovrebbe aiutare l utente a capire quale sarà il contenuto e il formato della destinazione. Evitare le immagini-mappa: sono inutilizzabili per molti dispositivi che non possiedono sistemi di puntamento diretto (se si desidera usarle, fornire un equivalente testuale: per esempio una lista di link). Evitare le finestre pop-up ed evitare di aprire altre finestre senza aver avvisato l utente. Evitare pagine che si aggiornano in modo automatico (a meno che non abbiate avvisato l utente e non forniate un meccanismo per interrompere il caricamento). Evitare i reindirizzamenti automatici: possono disorientare l utente e rallentano la connessione con le risorse remote. Minimizzare il numero di risorse incorporate nella pagina (CSS, immagini ecc.): ogni risorsa, infatti, corrisponde a una diversa richiesta HTTP che può rendere più lento l accesso all informazione.

29 MBWP: navigazione e link (2) Chiarire la destinazione dei link: ogni collegamento dovrebbe aiutare l utente a capire quale sarà il contenuto e il formato della destinazione. Evitare le immagini-mappa: sono inutilizzabili per molti dispositivi che non possiedono sistemi di puntamento diretto (se si desidera usarle, fornire un equivalente testuale: per esempio una lista di link). Evitare le finestre pop-up ed evitare di aprire altre finestre senza aver avvisato l utente. Evitare pagine che si aggiornano in modo automatico (a meno che non abbiate avvisato l utente e non forniate un meccanismo per interrompere il caricamento). Evitare i reindirizzamenti automatici: possono disorientare l utente e rallentano la connessione con le risorse remote. Minimizzare il numero di risorse incorporate nella pagina (CSS, immagini ecc.): ogni risorsa, infatti, corrisponde a una diversa richiesta HTTP che può rendere più lento l accesso all informazione.

30 MBWP: Layout di pagina e contenuti (1) Contenuti: Assicurarsi che i contenuti siano adatti a un contesto mobile ; Usare un linguaggio chiaro e semplice; Limitarsi a ciò che l utente ha richiesto: è opportuno evitare l invio di risorse non cercate dall utente, il quale può addirittura vivere con fastidio tale presenza.

31 MBWP: Layout di pagina e contenuti (2) Dimensione delle pagine Dividere le pagine in porzioni più limitate e maneggevoli; Assicurarsi che la dimensione totale delle pagine sia appropriata alle capacità di memoria del dispositivo (il calcolo comprende anche immagini e CSS!). Scorrimento delle pagine: Limitare lo scorrimento in una sola direzione, a meno che lo scorrimento secondario non sia evitabile.

32 MBWP: Layout di pagina e contenuti (3) Stabilire una buona gerarchia dell informazione: assicurarsi che gli elementi centrali per il significato della pagina precedano quelli che non sono necessari. Uso degli elementi grafici: Non usare elementi grafici per ottenere effetti di spaziatura; Non utilizzare immagini che non possono essere visualizzate dal dispositivo (per formato o dimensione); Si evitino immagini ad alta risoluzione a meno che non siano centrali per veicolare il significato della pagina.

33 MBWP: Layout di pagina e contenuti (4) Colore: Assicurarsi che il colore non sia l unico metodo per veicolare un informazione (cfr. WCAG); Utilizzare un sufficiente contrasto tra gli elementi in primo piano e lo sfondo (cfr. WCAG); Immagini di background: se si usano immagini di sfondo assicurarsi che il contenuto resti leggibile sul dispositivo;

34 MBWP: elementi della pagina (1) Titoli: fornire titoli (<title>) di pagina brevi ma descrittivi. Frames: non usare i frames. Markup strutturale: usare le caratteristiche semantiche del markup per dare una struttura logica al documento. Tabelle: Non utilizzare tabelle a meno che non si sia certi che il device le supporti; Se le supporta, non usare tabelle annidate; Se le supporta, non usare tabelle di layout ma solo per dati di natura tabellare (es. dati statistici); Se le supporta, ove possibile, fornire una presentazione alternativa non basata su tabelle;

35 MBWP: elementi della pagina (2) Elementi non testuali: Fornire un equivalente testuale per ogni elemento non testuale (immagini, video, audio ecc); Non affidarsi a oggetti incorporati (es. applet Java o animazioni Flash) o a script; Dimensione delle immagini: Specificare le dimensioni delle immagini nel codice di marcatura, in modo tale che sia agevolato il rendering del browser; Effettuare il ridimensionamento delle immagini lato server, per massimizzare l efficienza della comunicazione tra client e server; Markup valido: creare pagine valide rispetto alle grammatiche formali (in alternativa la presentazione finale potrebbe essere difficile da controllare);

36 MBWP: elementi della pagina (3) Unità di misura: non usare i pixel né unità di misura assolute (es. pt o mm), ma fare affidamento a unità di misura relative (percentuali, ems, parole chiave) sia nel markup che nel CSS; Fogli di stile: Usare i fogli di stile per controllare il layout e la presentazione, a meno che il device non li supporti; Organizzare i contenuti in modo tale che possano essere letti anche in assenza di foglio di stile; Mantenere i fogli di stile di dimensioni ridotte; Minimizzare: scegliere soluzioni di markup leggere e poco intricate (pro efficienza)

37 MBWP: elementi della pagina (4) Content types: assicurarsi che il server invi le pagine al client in un formato che si conosce come supportato dal dispositivo; Laddove possibile, inviare i documenti in un formato preferito dall utente. Codifica dei contenuti: Assicurarsi che il contenuto sia codificato secondo un set di caratteri riconoscibile da parte del dispositivo; Indicare nella risposta HTTP la codifica del carattere da utilizzare (es. Content- Type: text/html; charset=utf-8); Messaggi di errore: fornire all utente messaggi di errore ad alto contenuto informativo nonché modalità per allontanarsi da una situazione di errore in direzione di informazione più utile.

38 MBWP: elementi della pagina (5) Cookie: non fare affidamento sui cookie per memorizzare informazioni in modo persistente (meglio utilizzare sempre tecnologie lato server). Sfruttare la memoria cache dei dispositivi mediante le opportune intestazioni HTTP di risposta; Font: non fare affidamento su tipologie di caratteri (font) che potrebbero non essere supportate dai dispositivi;

39 MBWP: Input degli utenti (1) Input: Minimizzare il più possibile il numero di passaggi in cui è richiesto l input dell utente (inserimento di testo, selezione di link ecc); Evitare il più possibile l inserimento di testo libero (preferire la selezione tra opzioni predefinite); Offrire valori pre-selezionati di default, se possibile; Specificare una modalità di default per l inserimento di testo, per il linguaggio e per il formato di input (es. per le date);

40 MBWP: Input degli utenti (2) Ordine di tabulazione: assicurarsi che esista un ordine logico tra link, elementi delle form e oggetti interattivi (per esempio sfruttando l attributo tabindex, se supportato); Etichette per i campi delle form: Ogni elemento di una form dovrebbe essere accompagnato da un etichetta opportunamente marcata con il tag <label>; Posizionare le etichette testuali in modo che sia evidente la relazione con il campo a cui fanno riferimento.

41 Riferimenti W3C, Mobile Web Best Practices 1.0, 2006 (http://www.w3.org/tr/mobile-bp/) Crevola A., Guida siti per dispositivi mobili, 2005 (http://mobile.html.it/guide/leggi/29/guida-siti-per-dispositivi-mobili/) Crevola A., Mobile Web Best Practices 1.0, 2006 (http://mobile.html.it/articoli/leggi/1647/mobile-web-best-practices-10/) Etemad E., Newth J.D., Pocket-Sized Design: Taking Your Website to the Small Screen, Morville P., Ambient Findability, O Reilly 2006 Altri link utili

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO

MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO MATRICE DELLE FUNZIONI DI DRAGON NATURALLYSPEAKING 12 CONFRONTO TRA EDIZIONI DEL PRODOTTO Precisione del riconoscimento Velocità di riconoscimento Configurazione del sistema Correzione Regolazione della

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

WEB Conference, mini howto

WEB Conference, mini howto Prerequisiti: WEB Conference, mini howto Per potersi collegare o creare una web conference è necessario: 1) Avere un pc con sistema operativo Windows XP o vista (windows 7 non e' ancora certificato ma

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva

maggiorii quando costituita Expo2015 Team In sicurezza Comunicazione Leadership Cittadinanza attiva Sommario 1. Come faccio ad accedere alla formazione?... 2 2. Come è organizzata e quando viene considerata conclusa la formazione?... 3 3. C'è un punteggio finale?... 5 4. Sono a metà della formazione

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

La Valutazione Euristica

La Valutazione Euristica 1/38 E un metodo ispettivo di tipo discount effettuato da esperti di usabilità. Consiste nel valutare se una serie di principi di buona progettazione sono stati applicati correttamente. Si basa sull uso

Dettagli

Francesco Fumelli. iphone. Cos è, come funziona. Simonelli electronic Book

Francesco Fumelli. iphone. Cos è, come funziona. Simonelli electronic Book Francesco Fumelli iphone The Line by Simonelli Editore Cos è, come funziona Simonelli electronic Book Simonelli electronic Book «iphone: Cos è, come funziona» di Francesco Fumelli ISBN 978-88-7647-327-2

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone

Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z. Progettata da Vodafone Guida rapida Vodafone Internet Key K4607-Z Progettata da Vodafone Benvenuti nel mondo della comunicazione in mobilità 1 Benvenuti 2 Impostazione della Vodafone Internet Key 4 Windows 7, Windows Vista,

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34

Guida all Uso. L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Guida all Uso L a t u a i m p r e s a, c h i av e i n m a n o. Guida_BusinessKey.indd 1 18-05-2007 10:53:34 Cos è la Business Key La Business Key è una chiavetta USB portatile, facile da usare, inseribile

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema

Software 2. Classificazione del software. Software di sistema Software 2 Insieme di istruzioni e programmi che consentono il funzionamento del computer Il software indica all hardware quali sono le operazioni da eseguire per svolgere determinati compiti Valore spesso

Dettagli

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D

C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D C O M E I N I Z I A R E A U S A R E U N T A B L E T A N D R O I D Se avete un tablet android, ma non avete la minima idea di come accenderlo, usarlo e avviarlo, seguite queste nostre indicazioni 1. ATTIVAZIONE

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

TECNOLOGIA LCD e CRT:

TECNOLOGIA LCD e CRT: TECNOLOGIA LCD e CRT: Domande più Frequenti FAQ_Screen Technology_ita.doc Page 1 / 6 MARPOSS, il logo Marposs ed i nomi dei prodotti Marposs indicati o rappresentati in questa pubblicazione sono marchi

Dettagli

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta

Meetecho s.r.l. Web Conferencing and Collaboration tools. Guida all installazione e all uso di Meetecho beta Web Conferencing and Collaboration tools Passo 1: registrazione presso il sito Accedere al sito www.meetecho.com e registrarsi tramite l apposito form presente nella sezione Reserved Area. In fase di registrazione

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory.

Background (sfondo): Finestra: Una finestra serve a mostrare il contenuto di un disco o di una cartella -, chiamata anche directory. @ PC (Personal computer): Questa sigla identificò il primo personal IBM del 1981 a cura di R.Mangini Archiviazione: Il sistema operativo si occupa di archiviare i file. Background (sfondo): Cursore: Nei

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere.

Nella sezione del sito come partecipare sono presenti tutte le istruzioni utili ad un nuovo utente di Obiettivo Infermiere. Istruzioni esemplificate per Iscrizione e fruizione Corsi ECM FAD La nuovissima piattaforma proprietaria FAD Ippocrates3 adottata a partire da gennaio 2013 da SANITANOVA S.r.l., è in grado di dimensionare

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server

FileMaker Server 13. Guida di FileMaker Server FileMaker Server 13 Guida di FileMaker Server 2010-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB

Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Introduzione a Puppy Linux: installazione su una chiavetta USB Alex Gotev 1 Contenuti Che cos'è Puppy Linux? Come posso averlo? Come si avvia? Che programmi include? Installazione su Chiavetta USB Domande

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP

NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP NAS 208 WebDAV Un'alternativa sicura per la condivisione di file su FTP Eseguire il collegamento al NAS tramite WebDAV A S U S T O R C O L L E G E OBIETTIVI DEL CORSO Al termine di questo corso si dovrebbe

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa)

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Massimiliano Viglian1 Solu1on Specialist Applica1on Division CBT Comunicazione integrata

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer,

Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Guida Introduttiva Testi della Guida introduttiva a cura di Martin Ley. Revisione e controllo qualità: Cristina Bachmann, Heiko Bischoff, Marion Bröer, Sabine Pfeifer, Heike Schilling. Data di rilascio:

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

Capitolo 2 Acquisizione di contenuti per Kindle...16. Fai acquisti nel Kindle Store, quando vuoi e dove vuoi...16

Capitolo 2 Acquisizione di contenuti per Kindle...16. Fai acquisti nel Kindle Store, quando vuoi e dove vuoi...16 Guida all uso di Kindle 2 Indice Indice Consigli e suggerimenti...5 Capitolo 1 Primi passi...9 Registrazione di Kindle Touch...9 Comandi di Kindle Touch...9 Azioni su schermo... 10 Tastiera su schermo...

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo

Firma Digitale Remota. Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Firma Digitale Remota Manuale di Attivazione, Installazione,Utilizzo Versione: 0.3 Aggiornata al: 02.07.2012 Sommario 1. Attivazione Firma Remota... 3 1.1 Attivazione Firma Remota con Token YUBICO... 5

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli