Programma didattico. Seguite il tempo che fa e Fate parte della rete di osservatori EUR-OCEANS!

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma didattico. Seguite il tempo che fa e Fate parte della rete di osservatori EUR-OCEANS!"

Transcript

1 Programma didattico EUR-OCEANS: European Network of Excellence Seguite il tempo che fa e Fate parte della rete di osservatori EUR-OCEANS!

2 Partecipate alla rete di osservazione! 1) Per cominciare dovreter realizzare gli strumenti della stazione meteorologica. Nelle pagine che seguono troverete la guida alla costruzione di ciascuno strumento. Nota: I materiali sono stati scelti in modo da assicurare la realizzazione minima per ottenere strumenti funzionali. Per questo vi invitiamo a non lasciarli all esterno, ma di portarli fuori solo nel momento di ciascuna misurazione. Naturalmente potete, se lo desiderate, utilizzare dei materiali migliori o diversi, ma fate attenzione a rispettare le dimensioni indicate nella guida per poter ottenere dei dati comparabili con quelli delle altre scuole. 2) Per fare le vostre rilevazioni (una volta al giorno e, preferibilmente, sempre alla stessa ora), preparate il vostro registro dei dati o copiate il nostro modello (annesso). 3) Attenzione a non dimenticare di inserire sul nostro sito web i dati da voi registrati (per esempio una volta alla settimana), per potere realizzare dei grafici e compararli con i dati delle altre scuole europee! Connettetevi sul sito: Prima di cominciare, scriveteci per iscrivervi e ottenere login e password! EUR-OCEANS

3 Indice Come definire il o i climi?... 3 Strumenti da costruire... 4 Istruzioni di costruzione... 7 Anemometro... 7 Pluviometro... 9 Anemoscopio Barometro Rosa dei venti Registro dei dati EUR-OCEANS

4 IL CLIMA Uno dei compiti della meteorologia consiste nell osservare l evoluzione del tempo per poter fare delle previsioni. Ma a quale scopo? Unicamente per sapere se domani ci sarà molto vento per poter andare a fare windsurf? No, naturalmente. La meteorologia è molto più di questo. Essa si interessa allo studio dell atmosfera del nostro pianeta e dei meccanismi o delle forze responsabili dei cambiamenti del tempo meteorologico e del clima. Delle osservazioni, e in particolare delle misurazioni precise, sono essenziali nella nostra vita quotidiana, per esempio: per la navigazione aerea o marittima, per l agricoltura, o per l attivazione di procedure di allarme nel caso di segni premonitori di catastrofi naturali potenziali come uragani, inondazioni, ecc. Come definire il o i climi? Sono due concetti totalmente differenti. * Il tempo meteorologico: sono la temperatura, la presenza di sole, le precipitazioni, registrati in un dato momento, in un luogo definito. Sono, quindi, le condizioni meteorologiche istantanee; lo stato dell atmosfera in un momento preciso. Tuttavia, grazie all acquisizione di dati sul tempo meteorologico, fatte per molti anni, gli scienziati sono in grado di determinare delle tendenze su scale temporali ben più grandi (secoli), e mettere in evidenza dei cambiamenti del clima planetario. * Il clima: corrisponde alle condizioni medie di temperatura, piovosità, umidità, vento di una Regione, di un pianeta. Per ottenere una media del clima mensile, è necessaria una trentina d anni di misure quotidiane, rilevate da numerose stazioni meteorologiche. Le registrazioni precise dei dati degli ultimi decenni servono da base per sviluppare dei modelli numerici, che a loro volta rendono possibile la simulazione di differenti scenari sul tempo e sul clima futuri, quindi di formulare delle previsioni. In una determinata regione, i vegetali rappresentano un buon indicatore climatico. L energia solare non è distribuita ugualmente sulla superficie del globo. Il calore è maggiore all Equatore e diminuisce spostandosi verso i Poli; questo genera delle grandi aree climatiche distribuite in fasce parallele intorno alla Terra. Tuttavia, la distribuzione dei climi non è solamente dipendente dalla latitudine. Il deserto del Sinai (Israele meridionale), il Monte Everest e le foreste della Florida sono luoghi situati lungo il ventottesimo grado di latitudine Nord, ma con situazioni climatiche molto diverse. Anche l altitudine e la prossimità o meno dell Oceano intervengono sul clima. Si differenziano quindi diversi tipi di clima: * Tropicale e subtropicale * Polar (glaciale, tundra) * Secco - arido * Montano * Méditerraneo * Continentael (taiga) * Temperato EUR-OCEANS

5 Strumenti per la realizzazione della vostra stazione meteorologica Termometro Il termometro è uno strumento usato per misurare la temperatura. Avrete sicuramente visto diversi tipi di termometro. La maggior parte si presenta sotto forma di un tubo di vetro chiuso contenente un liquido come alcool o mercurio. Quando la temperatura intorno al tubo scalda il liquido, questo si espande e risale lungo il tubo. Una graduazione sul tubo permette di leggere la temperatura. Per misurare la temperatura esterna, può essere usato un termometro di vetro o un termometro digitale. L unità di misura è il grado centigrado ( C) ed è sufficiente fornire valori con una cifra decimale (per esempio: 18.5). Igrometro L igrometro è uno strumento che misura il tasso di umidità dell aria. Avete sicuramente sperimentato la differenza tra un aria secca o un umidità molto elevata (per esempio nel vostro bagno quando fate la doccia). L igrometro misura l umidità relativa, cioè il contenuto d acqua presente nell aria ad una determinata temperatura, in relazione alla quantità che essa può contenere a saturazione. Questo significa che, se l igrometro indica per esempio 70, l aria è saturata al 70%. Sarà sufficiente fornire valori a cifre intere, senza decimali. Dal momento che la costruzione di un Termometro e di un Igrometro molto precisi non è facile, vi chiediamo di usarne uno della vostra scuola, se non è disponibile, di portarne uno da casa. Anemoscopio Ascoltando le previsioni del tempo possiamo sentire per esempio, venti occidentali soffieranno su. La direzione del vento è spesso indicata da una freccia o da un punto su una bussola: ma cosa ci indicano? La direzione dalla quale i venti provengono o la direzione verso la quale soffiano? Come può essere determinata la direzione del vento? Per rispondere a questa domanda esiste un semplice strumento: l anemoscopio. L anemoscopio è costituito da una freccia che può ruotare su un asse e assumere la sua posizione in funzione del vento. Questa freccia è associata ad una rosa dei venti, orientata con una bussola in modo che il Nord della rosa dei venti sia effettivamente puntato verso il Polo Nord magnetico della Terra. In questo modo quando il vento soffia la freccia si muove e punta in una certa direzione, che può essere determinata grazie alla rosa dei venti. Quella che indica la freccia è la direzione da dove proviene il vento! Quindi, quando sentiamo venti occidentali alle previsioni del tempo, ci viene detto che ci sarà vento proveniente da Ovest. EUR-OCEANS

6 Anemometro Quando c è vento si possono misurare due fattori. Uno è la direzione del vento, che possiamo misurare con un anemoscopio. L altro fattore è la velocità del vento, che può essere misurata con un anemometro. L anemometro è una sorta di ruota del vento, che gira ad una certa velocità in funzione della forza del vento. Può essere conteggiato il numero di giri dell anemometro in un minuto e quindi determinata la velocità del vento in funzione dei giri al minuto, indicati con la sigla rpm (dall inglese revolutions or rotations per minute ). Questo è il valore che vi viene chiesto di registrare e inserire nel computer. Il nostro valore della velocità del vento è, naturalmente, una approssimazione, perché ci sono altre forze che agiscono sull anemometro, che qui trascureremo per semplicità! Successivamente alle istruzioni per costruire l anemometro : il valore che registrerete ondine (sull interfaccia del nostro sito web) sarà automaticamente convertito in un altra unità di misura, il metro al secondo o m/s. A titolo informativo, ecco il procedimento utilizzato per questa conversione: sapendo la circonferenza del bicchiere, la moltiplichiamo per i gpm (rpm) che voi indicate. Se la circonferenza è in metri, otteniamo un valore in metri al minuto, il che rende possibile il calcolo dei metri al secondo, m/s. Pluviometro Sebbene alcuni di noi non amino molto la pioggia, essa è comunque molto importante. La pioggia e la neve sono chiamate precipitazioni. Per registrare quanta pioggia cade, abbiamo bisogno di uno strumento appropriato. Per la nostra stazione meteorologica, useremo il pluviometro. È costituito semplicemente da una bottiglia posizionata all esterno, in modo da raccogliere la pioggia, ed è completato da una scala graduata (una riga millimetrata) che indica la quantità di pio- ggia caduta. La misura delle precipitazioni deve essere presa una volta al giorno, consentendo così di registrare la quantità di pioggia (o neve) che è caduta nelle 24 ore precedenti. Non dimenticate di svuotare la bottiglia dopo ogni misurazione! L unità di misura è il millimetro (mm) ed è sufficiente fornire valori senza cifre decimali (per esempio: 1mm) EUR-OCEANS

7 Barometro Probabilmente già sapete che la pressione atmosferica (cioè la pressione dell aria sopra di noi) ci dà informazioni su come si svilupperà il tempo. Alte o basse pressioni comportano, in parole semplici, rispettivamente del bel tempo o del brutto tempo. Voi costruirete un semplice barometro: lo strumento che vi consente di seguire le variazioni della pressione atmosferica. Potrete quindi misurare gli scarti in millimetri sulla scala graduata via via che l indicatore salirà o scenderà e collegare le indicazioni del barometro all evoluzione del tempo. L unità di misura è quindi in millimetri (mm) ed è sufficiente fornire valori interi, senza le cifre decimali. EUR-OCEANS

8 Guida di costruzione degli strumenti Anemometro Materiale: * 5 tazzine da caffè in cartone o in plastica (il cartone è più facile da forare) * 1 sacchetto di cannucce diritte (senza «grinzature» per poterle piegare) * 1 matita grigia dotata di una gomma ad una estremità * 1 piccolo chiodo * 1 piccola pinzatrice * 1 paio di forbici * 1 pennarello indelebile rosso Istruzioni: - Realizzate due fori (o due fenditure a forma di croce) opposti sui lati di 4 tazzine (tazzine laterali), della dimensione minima per far passare una cannuccia. - Sulla quinta tazzina (tazzina centrale), realizzate due fori opposti, come per le tazzine laterali, più altri due fori su un asse perpendicolare al precedente ma leggermente più in basso, in modo da potervi introdurre due cannucce a croce senza che queste si incontrino. - Realizzare un ultimo foro centrale sul fondo della tazzina centrale, sufficientemente grande per lasciar passare facilmente la matita. - Verificate la lunghezza delle cannucce in modo tale che la distanza tra i punti centrali delle due tazzine opposte sia di 20cm (potete tagliarle se sono troppo lunghe o infilarne una in un altra se sono troppo corte, ma in quest ultimo caso fate in modo che una entri nell altra per almeno 2cm e assicuratevi che il punto di inserzione rimanga nella parte centrale) - Introducete una cannuccia attraverso i fori di una tazzina laterale, rivoltate l estremità della cannuccia contro la tazzina e fissatela con la pinzatrice. - Fate quindi passare la cannuccia attraverso due fori opposti della tazzina centrale, poi fissate un altra tazzina laterale all altra estremità come avete fatto con la prima. Attenzione: la seconda tazzina laterale deve essere fissata con l apertura nel senso opposto rispetto alla prima. - Rifate la stessa operazione con le altre due tazzine laterali, facendo passare la cannuccia nei due fori rimanenti nella tazzina centrale. - Le 4 tazzine laterali devono essere tutte orientate o in senso orario o in senso anti orario. Dipingete o segnate una delle tazzine laterali con il pennarello rosso, in modo che sia facilmente riconoscibile rispetto alle altre. - Infine, fate entrare l estremità della matita provvista della gomma nel buco posto sul fondo della tazzina centrale, e fissate le due cannucce incrociate sulla gomma facendo penetrare il più possibile un chiodo nella gomma. Attenzione: verificate attentamente che l anemometro giri senza difficoltà! EUR-OCEANS

9 Anemometro 1 2 Fate passare la cannuccia attraverso la tazzina centrale e fissatene un altra all estremità opposta della cannuccia, come per la precedente. Nota: la seconda tazzina laterale deve essere orientata nel senso opposto alla prima. Realizzate due fori opposti sui lati della tazzina, fate passare la cannuccia, rivoltate l estremità e fissatela con una pinzatrice. 20cm 3 Fate le stesse operazioni con l altra cannuccia. Tutte le tazzine devono essere orientate in senso orario o in senso anti orario. 4 Inserite la matita nel foro sul fondo della tazzina centrale e fissate le cannucce alla gomma con l aiuto di un chiodo. Assicuratevi che l anemometro giri facilmente. 5 Segnate una delle tazzine laterali in modo da poter contare il numero di giri al minuto. EUR-OCEANS

10 Pluviometro Materiale: * 1 bottiglia d acqua minerale vuota da 1,5l (possibilmente con profilo regolare, senza strozzature) * 1 coltello o un cutter o delle forbici * 1 attacapanni metallico flessibile o del fil di ferro * 2 elastici * 1 righello (20cm) * 1 bastone, un asse o un manico di scopa * 1 pennarello indelebile a punta fine * Eventualmente un piccolo chiodo e un martello Istruzioni: - Con l aiuto di un coltello (e facendo attenzione a non ferirvi), tagliate la parte superiore svasata della bottiglia, che conserverete. - Il fondo delle bottiglie di plastica non è mai liscio e regolare; misurare l altezza dell acqua partendo direttamente dalla base falserà il risultato. Versate, quindi, un po d acqua nella bottiglia, per riempire completamente le irregolarità del fondo, fino all inizio della parte perfettamente rettilinea della parete della bottiglia. Utilizzando il pennarello indelebile, marcate questa altezza con una linea molto fine: vi servirà come punto di riferimento per le misurazioni successive. - Utilizzando gli elastici fissate saldamente il righello alla bottiglia facendo attenzione a: a) girare la parte graduata verso l esterno b) allineare lo 0 (zero) esattamente al livello della linea marcata con il pennarello c) sistemare il righello in modo che sia esattamente perpendicolare alla base - Utilizzate ora il fil di ferro o l attaccapanni (preventivamente modificato) per fissare la bottiglia al supporto (asse, manico di scopa, bastone). Assicuratela in modo che: a) la bottiglia non possa cadere a terra b) la bottiglia sia rimovibile dall alto c) l attaccapanni o il fil di ferro non scivolino sul supporto A seconda del supporto scelto, potrebbe essere necessario utilizzare un chiodo per fissare il fil di ferro. - Riposizionate la parte svasata, capovolta, sulla bottiglia, come imbuto. - Infine, posizionate il vostro supporto con il pluviometro all esterno, in una zona libera e non coperta, affondandolo nel terreno o fissandolo solidamente in posizione verticale. - Una volta che il pluviometro è installato e prima di cominciare il vostro periodo di rilevamento (24h), assicuratevi che il livello dell acqua al suo interno corrisponda esattamente alla linea di riferimento che avete tracciato (linea di riferimento = 0)! EUR-OCEANS

11 Pluviometro Linea di 2 1 Tagliate la parte svasata della bottiglia, versatevi all interno dell acqua in modo da riempire tutte le parti irregolari del fondo e segnate questo livello «zero» con un pennarello indelebile. Fissate il righello all estrno della bottiglia con gli elastici. Allineate lo 0 del righello con la linea di riferimento sulla bottiglia. 3 Con il fil di ferro formate una spirale e fissatela al supporto in modo che non scivoli e che la bottiglia possa essere inserita e sfilata facilmente 4 Posizionate la bottiglia, posate sulla parte superiore il pezzo svasato capovolto, come imbuto, e installate il vostro pluviometro all esterno EUR-OCEANS

12 Anemoscopio Materiale: * Strumenti geometrici * Forbici * Colla * 1 bussola * 3 perle di plastica forate o delle rondelle di metallo piatte * 1 pezzo di legno o manico di scopa * Una lastra di balsa (o sughero) o del cartone rigido * 1 piccolo chiodo e un martello (il diametro del chiodo deve essere leggermente inferiore a quello del foro nelle perle Istruzioni: a) Per l anemoscopio: - Prima di tutto un po di geometria. Disegnate sulla balsa o sul cartone le parti dell anemoscopio, così come indicati nello schema sottostante, e ritagliateli. - Incollate i tre pezzi e lasciate asciugare. Se avete dei dubbi sulla resistenza dell incollatura, potete rinforzare la struttura con del nastro adesivo - Individuate il punto di equilibrio dell anemoscopio e praticatevi con molta cura un foro, con delle forbici, la punta di un coltello o il chiodo e il martello. b) Per la Rosa dei Venti: Potete stampare il modello fornito qui di seguito e incollarlo su un cartone rigido oppure realizzarla voi stessi. - Se la volete costruire: su un pezzo di cartone disegnate due cerchi concentrici (uno dentro l altro), in modo che il diametro del cerchio interno sia leggermente più piccolo del pezzo di legno (o manico di scopa) che utilizzerete per fissare l anemoscopio. - Dividete il cerchio in 8 parti uguali. Come nel nostro modello, segnate i punti cardinali. - Ritagliate il cerchio interno e inserite la Rosa dei venti nel pezzo di legno (o manico di scopa). c) Montaggio finale : - Prendete il pezzo di legno con la Rosa dei Venti e fissate l anemoscopio con il chiodo sulla parte superiore. Potete infilare in successione il chiodo, una perla, l anemoscopio e due perle. - Verificate che l anemoscopio giri facilmente, senza interruzioni. - Quando registrate i dati, orientate la Rosa dei Venti con l aiuto della bussola e verificate la direzione verso la quale punta l anemoscopio! Se lo strumento è ben realizzato, l anemoscopio deve puntare nella direzione dalla quale proviene il vento! EUR-OCEANS

13 Anemoscopio 30cm 2cm 6cm 1cm 10cm 8cm 1 Disegnate i pezzi sulla balsa o sul cartone, secondo le misure indicate, e ritagliateli 5cm 2 Assemblate i pezzi tra loro, incollateli e lasciate asciugare 3 Cercate il punto di equilibrio, segnatelo e poi foratelo con attenzione. Disegnate una Rosa dei Venti in cartone, ritagliatela e fissatela al supporto. Inchiodate l anemoscopio alla sommità del supporto, sostenuto dalle perle. Al momento di rilevare la direzione del vento, orientate la Rosa dei Venti con l aiuto della bussola. N N N O E S S S EUR-OCEANS

14 Barometro Materiali: * 1 recipiente di vetro (barattolo per conserve alimentari) * 1 pallone * 1 cannuccia diritta (senza «grinzature» per poterla piegare) * 1 elastico * colla (senza solventi) * 1 righello * forbici * cartone * carta Istruzioni: - Tagliate la calotta del pallone con la valvola e posatela sull apertura del barattolo di vetro, facendo attenzione che sia ben distesa. Fissatela con un elastico. - Tagliate la cannuccia in modo che sia lunga 20cm e tagliate a punta una delle sue estremità (se la vostra cannuccia è troppo corta, potete unirne due come per l anemometro). - Tagliate una striscia di carta e realizzate una scala millimetrata con il righello (naturalmente potete utilizzare il righello stesso). - Incollate la carta su del cartone. - Fissate il lato non tagliate della cannuccia al centro del pallone con la colla. - Incollate la scala millimetrata (carta o righello) a un supporto, in modo che la punta della cannuccia sia perpendicolare alla scala graduata. Funzionamento: quando la pressione dell aria è alta, preme sulla superficie del pallone facendo salire la punta della cannuccia; quando la pressione è bassa, il pallone si gonfia e la punta della freccia si inclina verso il basso. Nota: il movimento del pallone verrà influenzato anche dalla temperatura! i valori delle vostre misurazioni saranno quindi approssimativi; per questo sarà necessario osservare le reazioni del barometro a seconda delle variazioni del tempo. EUR-OCEANS

15 Barometro 1 Tagliate la calotta del pallone con la valvola e stendetela sull apertura del recipiente, controllando che sia ben distesa. Fissatela con un elastico. 2 Tagliate a punta un estremità della cannuccia 3 Fissate la parte intatta della cannuccia al centro del pallone con la colla EUR-OCEANS

16 Rosa dei venti N NO NE O E SO SE S EUR-OCEANS

17 Registro dei dati Data Temperatura aria ( C) Velocità del vento (gpm) Direzione del vento Precipitazioni (mm) Pressione atmosferica (mm) Umidità relativa (%)

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Esperienze con l elettricità e il magnetismo

Esperienze con l elettricità e il magnetismo Esperienze con l elettricità e il magnetismo Laboratorio di scienze Le esperienze di questo laboratorio ti permettono di acquisire maggiore familiarità con l elettricità e il magnetismo e di sperimentare

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI

3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI 3. GLI AEROSTATI: CARATTERISTICHE FUNZIONALI I E STRUTTURALI L aerostato è un aeromobile che, per ottenere la portanza, ossia la forza necessaria per sollevarsi da terra e volare, utilizza gas più leggeri

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

MODENA E IL SUO CLIMA

MODENA E IL SUO CLIMA Comune di Modena - SERVIZIO STATISTICA: note divulgative Pagina 1 di 2 MODENA E IL SUO CLIMA Modena, pur non essendo estranea al fenomeno del riscaldamento generalizzato, continua ad essere caratterizzata

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso T-TOUCH II Istruzioni per l'uso Ringraziamenti Ci congratuliamo con Lei per aver scelto un orologio TISSOT, una delle marche svizzere più prestigiose al mondo. Il Suo orologio T-TOUCH beneficia di tutte

Dettagli

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!!

Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! SEZIONE PROGETTI AVAB Amici del Volo Aeromodellistico di Bovolone Schiumino tutt ala chiamatelo come volete, l importante è divertirsi!!! Di Federico Fracasso In questo articolo spiegherò a grandi passi

Dettagli

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni

Note generali. Norme di sicurezza. Procedura generale di pulizia. Bollettino Istruzioni 3M Italia, Gennaio 2011 Bollettino Istruzioni Applicazione pellicole su vetro Bollettino Istruzioni 3M Italia Spa Via Norberto Bobbio, 21 20096 Pioltello (MI) Fax: 02 93664033 E-mail 3mitalyamd@mmm.com

Dettagli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Nota bene: Questo documento rappresenta unicamente

Dettagli

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla.

3. Passate la superficie con carta vetrata per facilitare la presa della colla. Il lavoro di posa dei rivestimenti murali, è oggi, estremamente semplificato ed è una soluzione di ricambio interessante, in quanto applicare carta da parati non è più difficile che verniciare. Le spiegazioni

Dettagli

Inizia presentazione

Inizia presentazione Inizia presentazione Che si misura in ampère può essere generata In simboli A da pile dal movimento di spire conduttrici all interno di campi magnetici come per esempio nelle dinamo e negli alternatori

Dettagli

scienza come gioco lampadine bruciate

scienza come gioco lampadine bruciate IS science centre immaginario scientifico Laboratorio dell'immaginario Scientifico - Trieste tel. 040224424 - fax 040224439 - e-mail: lis@lis.trieste.it - www.immaginarioscientifico.it indice Accendiamo

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg.

F S V F? Soluzione. Durante la spinta, F S =ma (I legge di Newton) con m=40 Kg. Spingete per 4 secondi una slitta dove si trova seduta la vostra sorellina. Il peso di slitta+sorella è di 40 kg. La spinta che applicate F S è in modulo pari a 60 Newton. La slitta inizialmente è ferma,

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione

Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione Esercizi su elettrostatica, magnetismo, circuiti elettrici, interferenza e diffrazione 1. L elettrone ha una massa di 9.1 10-31 kg ed una carica elettrica di -1.6 10-19 C. Ricordando che la forza gravitazionale

Dettagli

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM

MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM MISURARE CON INTELLIGENZA BARRIERA OPTOELETTRONICA DI MISURAZIONE LGM Barriera optoelettronica di misurazione LGM Misurare con intelligenza - nuove dei materiali in tutti i mercati La nuova Serie LGM di

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI

LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI LICEO SCIENTIFICO G. LEOPARDI A.S. 2010-2011 FENOMENI MAGNETICI FONDAMENTALI Prof. Euro Sampaolesi IL CAMPO MAGNETICO TERRESTRE Le linee del magnete-terra escono dal Polo geomagnetico Nord ed entrano nel

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Appunti sull orientamento con carta e bussola

Appunti sull orientamento con carta e bussola Appunti sull orientamento con carta e bussola Indice Materiale necessario... 2 Orientiamo la carta topografica con l'aiuto della bussola... 2 Azimut... 2 La definizione di Azimut... 2 Come misurare l azimut...

Dettagli

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto

Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Abano Terme, 27 29 Aprile 2007 Il clima degli ultimi 50 anni in Veneto Adriano Barbi, Alessandro Chiaudani, Irene Delillo ARPAV Centro Meteorologico di Teolo Sabato 28 Aprile 2007 In collaborazione con

Dettagli

Come creare un satellite metereologico?

Come creare un satellite metereologico? NATIONAL OCEANIC AND ATMOSPHERIC ADMINISTRATION U.S. DEPARTMENT OF COMMERCE Come creare un satellite metereologico? Libretto adattato dal lavoro originale di Ed Koenig Sono un metereologo. Devo poter vedere

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO

UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Con il patrocinio di energia UN ANNO DI MONITORAGGIO CLIMATICO A PERUGIA IN 100 ANNI DI CONFRONTO Dopo un anno di monitoraggio climatico nella città di Perugia, effettuato grazie alla rete meteo installata

Dettagli

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj

63- Nel Sistema Internazionale SI, l unità di misura del calore latente di fusione è A) J / kg B) kcal / m 2 C) kcal / ( C) D) kcal * ( C) E) kj 61- Quand è che volumi uguali di gas perfetti diversi possono contenere lo stesso numero di molecole? A) Quando hanno uguale pressione e temperatura diversa B) Quando hanno uguale temperatura e pressione

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

Davvero basta solo un po di COLLA?

Davvero basta solo un po di COLLA? Davvero basta solo un po di COLLA? Come montare un tubolare di Richard Cunningham Forse uno degli aspetti tecnici meno evidenziati in merito alle soluzioni adottate dai più forti bikers di Coppa del Mondo

Dettagli

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente

La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente Unità G16 - La corrente elettrica continua La corrente elettrica La resistenza elettrica La seconda legge di Ohm Resistività e temperatura L effetto termico della corrente 1 Lezione 1 - La corrente elettrica

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo.

Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Utilizzando materiali poveri, naturali e di recupero è possibile costruire un grande numero di strumenti musicali a bassissimo costo. Con questa attività, il bambino, non solo si avvicina alla musica e

Dettagli

Esercitazione VIII - Lavoro ed energia II

Esercitazione VIII - Lavoro ed energia II Esercitazione VIII - Lavoro ed energia II Forze conservative Esercizio Una pallina di massa m = 00g viene lanciata tramite una molla di costante elastica = 0N/m come in figura. Ammesso che ogni attrito

Dettagli

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA

TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA TECNICHE DI BASE PER LA SEPARAZIONE DEI COMPONENTI DI UNA MISCELA CENTRIFUGAZIONE La centrifugazione è un processo che permette di separare una fase solida immiscibile da una fase liquida o due liquidi

Dettagli

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria

LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria LA CORRETTA SCELTA DI UN IMPIANTO PER LA TEMPRA AD INDUZIONE Come calcolare la potenza necessaria Quale frequenza di lavoro scegliere Geometria del pezzo da trattare e sue caratteristiche elettromagnetiche

Dettagli

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico

Vetro e risparmio energetico Controllo solare. Bollettino tecnico Vetro e risparmio energetico Controllo solare Bollettino tecnico Introduzione Oltre a consentire l ingresso di luce e a permettere la visione verso l esterno, le finestre lasciano entrare anche la radiazione

Dettagli

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.

ANALISI DEL PEGGIORAMENTO AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO. AVVENUTO SUL VENETO DAL 7 AL 10 SETTEMBRE 2010 A cura di Alessandro Buoso Una pubblicazione di SERENISSIMAMETEO.EU Tra le giornate di martedì 7 e venerdì 10 Settembre 2010, il Veneto è stato interessato

Dettagli

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici.

IL FERRO Fe. Che cos è la siderurgia? E l insieme dei procedimenti per trasformare i minerali di ferro in Prodotti Siderurgici. IL FERRO Fe 1 Il ferro è un metallo di colore bianco grigiastro lucente che fonde a 1530 C. E uno dei metalli più diffusi e abbondanti sulla terra e certamente il più importante ed usato: navi, automobili,

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

L'utensile é diventato bianco

L'utensile é diventato bianco L'utensile é diventato bianco In questi giorni mi sono allenato a fare delle vele sia di carta che di tessuto. Sono soddisfatissimo, mai avuto vele cosi belle, pero, pero' non riesco ad ottenere un bel

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA

PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA PENTOLE A PRESSIONE ISTRUZIONI D USO E GARANZIA LA COTTURA IN PENTOLA A PRESSIONE La pentola a pressione è uno strumento ancora tutto da scoprire, da conoscere e da valorizzare, sia dal punto di vista

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il

Circuiti in Corrente Continua (direct current=dc) RIASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica Il Potenziale Elettrico La legge di Ohm Il Circuiti in Corrente Continua direct currentdc ASSUNTO: La carica elettrica La corrente elettrica l Potenziale Elettrico La legge di Ohm l resistore codice dei colori esistenze in serie ed in parallelo

Dettagli

Seconda Legge DINAMICA: F = ma

Seconda Legge DINAMICA: F = ma Seconda Legge DINAMICA: F = ma (Le grandezze vettoriali sono indicate in grassetto e anche in arancione) Fisica con Elementi di Matematica 1 Unità di misura: Massa m si misura in kg, Accelerazione a si

Dettagli

GIRO DELLA MORTE PER UN CORPO CHE SCIVOLA

GIRO DELLA MORTE PER UN CORPO CHE SCIVOLA 8. LA CONSERVAZIONE DELL ENERGIA MECCANICA IL LAVORO E L ENERGIA 4 GIRO DELLA MORTE PER UN CORPO CHE SCIVOLA Il «giro della morte» è una delle parti più eccitanti di una corsa sulle montagne russe. Per

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA

SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA SCUOLA PRIMARIA DI MONTE VIDON COMBATTE CLASSE V INS. VIRGILI MARIA LETIZIA Regoli di Nepero Moltiplicazioni In tabella Moltiplicazione a gelosia Moltiplicazioni Con i numeri arabi Regoli di Genaille Moltiplicazione

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE

MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE MANUALE DELL UTENTE E ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE Trasduttore da interno scafo ad Inclinazione Regolabile Modello P79 Brevetto negli Stati Uniti N. 6.201.767. Brevetto europeo 1 118 074 Annotate le

Dettagli

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser

Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser Manuale d Istruzioni Termometro Infrarossi ad Alte Temperature con Puntatore Laser MODELLO 42545 Introduzione Congratulazioni per aver acquistato il Termometro IR Modello 42545. Il 42545 può effettuare

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI

FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE. a cura di G. SIMONELLI FONDAMENTI TEORICI DEL MOTORE IN CORRENTE CONTINUA AD ECCITAZIONE INDIPENDENTE a cura di G. SIMONELLI Nel motore a corrente continua si distinguono un sistema di eccitazione o sistema induttore che è fisicamente

Dettagli

Sistemi e attrezzature per la sicurezza

Sistemi e attrezzature per la sicurezza SISTEMI E ATTREZZATURE PER LA SICUREZZA Cavalletti di segnalazione...85 Segnalatore di sicurezza fisso...85 Over-The-Spill System...85 Coni di sicurezza e accessori...86 Barriere mobili...87 Segnalatore

Dettagli

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20

Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 www.pce-italia.it Istruzioni d uso Stazione Meteorologica PCE-FWS 20 1 Istruzioni d uso www.pce-italia.it Indice dei contenuti Titolo 1. Visione generale... 3 2. Contenuto della spedizione... 3 3. Informazione

Dettagli

Rapporti e Proporzioni

Rapporti e Proporzioni Rapporti e Proporzioni (a cura Prof.ssa R. Limiroli) Rapporto tra numeri Il rapporto diretto tra due numeri a e b, il secondo dei quali diverso da zero, si indica con Ricorda a e b sono i termini del rapporto

Dettagli

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1.

Vediamo ora altre applicazioni dei prismi retti descritti in O1. O2 - I PRISMI OTTICI S intende con prisma ottico un blocco di vetro ottico 8 limitato normalmente da superfici piane, di forma spesso prismatica. Un fascio di luce 9 può incidere su una o due delle sue

Dettagli

MISURA PERFETTA DEL TUO ANELLO

MISURA PERFETTA DEL TUO ANELLO TROVA LA MISURA PERFETTA DEL TUO ANELLO ANELLI misure PANDORA Diametro Ø Controlla le tue impostazioni di stampa per essere sicuro che la misura in scala corrisponda esattamente a 50 millimetri. 48 50

Dettagli

Argomento interdisciplinare

Argomento interdisciplinare 1 Argomento interdisciplinare Tecnologia-Matematica Libro consigliato: Disegno Laboratorio - IL MANUALE DI TECNOLOGIA _G.ARDUINO_LATTES studiare da pag.19.da 154 a 162 Unità aggiornata: 7/2012 2 Sono corpi

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0

A. 5 m / s 2. B. 3 m / s 2. C. 9 m / s 2. D. 2 m / s 2. E. 1 m / s 2. Soluzione: equazione oraria: s = s0 + v0 1 ) Un veicolo che viaggia inizialmente alla velocità di 1 Km / h frena con decelerazione costante sino a fermarsi nello spazio di m. La sua decelerazione è di circa: A. 5 m / s. B. 3 m / s. C. 9 m / s.

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO

E.P. VIT s.r.l. 004 02 048 025 ZB FINITURA LUNGHEZZA DIAMETRO MATERIALE TIPOLOGIA PRODOTTO LISTINO PREZZI E.P. VIT s.r.l. opera da oltre un decennio nel mercato della commercializzazione di VITERIA, BULLONERIA E SISTEMI DI FISSAGGIO MECCANICI. L azienda si pone quale obiettivo l offerta di prodotti

Dettagli

Come imballare le vostre spedizioni

Come imballare le vostre spedizioni Come imballare le vostre spedizioni Se avete bisogno di una guida generale per l imballaggio delle vostre spedizioni o di una guida per alcuni articoli speciali, di seguito troverete tutte le informazioni

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Meteo Varese Moti verticali dell aria

Meteo Varese Moti verticali dell aria Movimento verticale dell aria Le masse d aria si spostano prevalentemente lungo direzioni orizzontali a seguito delle variazioni della pressione atmosferica. I movimenti più importanti sono però quelli

Dettagli

Svolgimento della prova

Svolgimento della prova Svolgimento della prova D1. Il seguente grafico rappresenta la distribuzione dei lavoratori precari in Italia suddivisi per età nell anno 2012. a. Quanti sono in totale i precari? A. Circa due milioni

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

La movimentazione dei materiali (material handling)

La movimentazione dei materiali (material handling) La movimentazione dei materiali (material handling) Movimentazione e stoccaggio 1 Obiettivo generale La movimentazione e stoccaggio dei materiali (material handling MH) ha lo scopo di rendere disponibile,

Dettagli

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012

Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Prova scritta di Fisica Generale I Corso di studio in Astronomia 22 giugno 2012 Problema 1 Due carrelli A e B, di massa m A = 104 kg e m B = 128 kg, collegati da una molla di costante elastica k = 3100

Dettagli

Problema n. 1: CURVA NORD

Problema n. 1: CURVA NORD Problema n. 1: CURVA NORD Sei il responsabile della gestione del settore Curva Nord dell impianto sportivo della tua città e devi organizzare tutti i servizi relativi all ingresso e all uscita degli spettatori,

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

COSTRUISCI UN FORNO SOLARE

COSTRUISCI UN FORNO SOLARE COSTRUISCI UN FORNO SOLARE Obiettivi: Realizzare un semplice forno solare al fine di mostrare come il sole può essere una fonte di energia rinnovabile. Illustrare l'effetto serra Descrizione generale:

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Stazionamento di una montatura equatoriale

Stazionamento di una montatura equatoriale Stazionamento di una montatura equatoriale Autore: Focosi Stefano Strumentazione: Celestron SCT C8 su Vixen SP (Super Polaris) Sistema di puntamento: Vixen SkySensor 2000 Sito osservativo: Loc. Molin Nuovo,

Dettagli