area medicina e chirurgia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "area medicina e chirurgia"

Transcript

1 area medicina e chirurgia

2 Indice Pag. Glossario 2 Servizi di segreteria studenti e informazioni 6 LMCU Medicina e chirurgia 8 LMCU Odontoiatria e protesi dentaria 12 L Infermieristica 16 L Ostetricia 20 L Fisioterapia 24 L Logopedia 28 L Igiene dentale 32 L Tecnica della riabilitazione psichiatrica 36 L Tecniche di fisiopatologia cardiocircolatoria 40 e perfusione cardiovascolare L Tecniche di laboratorio biomedico 44 L Tecniche di radiologia medica, per immagini 48 e radioterapia L Tecniche della prevenzione nell ambiente 52 e nei luoghi di lavoro LM Scienze infermieristiche e ostetriche 56 LM Scienze riabilitative delle professioni sanitarie 58 Legenda: Corso di Laurea Corso di Laurea Magistrale Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico Le informazioni riportate in questa guida hanno valore indicativo e possono subire variazioni. Per informazioni più aggiornate sull offerta formativa si raccomanda di consultare il sito

3 Glossario Crediti formativi universitari (CFU) I crediti sono stati introdotti per uniformarsi al sistema universitario europeo al fine di facilitare agli studenti il trasferimento da un corso di laurea ad un altro, da un livello di studi ad un altro oppure da un università ad un altra, anche straniera. La valutazione dei crediti acquisiti spetta all università di accoglienza. Il credito formativo è l unità di misura dell impegno complessivo svolto dallo studente nelle attività di formazione per superare l esame: non valuta la qualità della preparazione ma la quantità del lavoro svolto dallo studente. Ad 1 CFU corrispondono 25 ore di impegno che comprendono lezioni di didattica frontale, seminari, attività di laboratorio, stage e tirocini, ore di studio individuale, ecc. La quantità media di impegno complessivo di apprendimento svolto in un anno da uno studente a tempo pieno è convenzionalmente fissata in 60 crediti (1500 ore). L acquisizione dei crediti è legata al superamento di una prova d esame o di altre forme di verifica stabilite da ciascun ateneo. Per ogni esame viene attribuito un certo numero di CFU, uguale per tutti gli studenti, e un voto (espresso in trentesimi) che varia a seconda del livello di preparazione. Classi di laurea Le classi sono definite con Decreto Ministeriale e raggruppano corsi di studio dello stesso livello (lauree/lauree magistrali) che condividono gli stessi obiettivi formativi e prevedono le stesse attività formative per raggiungerli. I corsi attivati nella stessa classe di laurea hanno identico valore legale. Le classi sono indicate con una sigla alfanumerica. Ad esempio, con la sigla LM-89 si indica la classe delle lauree magistrali (LM) in Storia dell Arte (89). Corsi ad accesso libero con verifica (V) Si tratta di corsi di laurea ad accesso libero che prevedono, dopo l immatricolazione, la verifica della preparazione iniziale dello studente per mezzo di una prova tesa a certificare i cosiddetti saperi minimi, ossia le conoscenze e le competenze che ogni studente dovrebbe possedere per frequentare un corso di laurea. La modalità e la data di svolgimento della prova variano a seconda del corso di laurea scelto. Il superamento della prova è requisito fondamentale per accedere al secondo anno. A tal proposito gli studenti possono usufruire dei corsi di recupero appositamente organizzati dagli Atenei. Corsi ad accesso programmato (P) Si tratta di corsi di laurea a numero chiuso con test d ingresso che prevedono un numero di posti limitato e a cui si accede solo superando il relativo test di ammissione. Tutte le informazioni 2

4 riguardanti le procedure, le date e i contenuti della prova di ammissione sono indicati dettagliatamente nel rispettivo Bando di ammissione. Bando di ammissione Si tratta di un documento ufficiale destinato agli studenti che contiene le seguenti indicazioni: disposizioni generali; numero posti disponibili per cittadini residenti o comunitari, e non comunitari; norme per l ammissione; caratteristiche della prova; presentazione della domanda di ammissione (scadenza, contributo di ammissione ); modalità di svolgimento della prova; procedure e termini per la definizione della graduatoria; norme per l immatricolazione. Laurea (D.M. 509/99 e D.M. 270/04) Il corso, che ha la durata di 3 anni, ha l obiettivo di assicurare allo studente un adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, anche nel caso in cui sia orientato all acquisizione di specifiche conoscenze professionali, finalizzate all inserimento nel mondo del lavoro e all esercizio delle correlate attività professionali. Per essere ammessi ad un corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. Per conseguire la laurea, lo studente deve aver acquisito 180 crediti, comprensivi di quelli relativi alla conoscenza obbligatoria, oltre che della lingua italiana, di una lingua dell Unione Europea. A coloro che conseguono la laurea compete la qualifica accademica di dottore. Laurea magistrale a ciclo unico (D.M. 509/99 e D.M. 270/04) Sono corsi di studio che prevedono percorsi unici della durata di 5 (Giurisprudenza) o 6 anni (Odontoiatria e protesi dentaria, Medicina e chirurgia). Per essere ammessi ad un corso di laurea specialistica/magistrale a ciclo unico occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio equipollente conseguito all estero. Requisiti di accesso ad un corso di Laurea/Laurea magistrale a ciclo unico Possesso di un diploma di scuola secondaria superiore (anche di durata quadriennale) o di altro titolo di studio conseguito all estero dopo almeno 12 anni di scolarità, riconosciuto idoneo. Per l iscrizione è richiesto il possesso o l acquisizione di un adeguata preparazione iniziale. Ciascun corso di laurea definisce le conoscenze e competenze richieste e individua adeguate forme di ve- 3

5 rifica della preparazione iniziale o di certificazione del possesso dei requisiti di accesso, anche a conclusione di attività formative propedeutiche. Nel caso in cui la verifica non sia positiva, vengono assegnati allo studente specifici obblighi formativi aggiuntivi da soddisfare nel primo anno di corso. Le procedure e le tempistiche delle relative verifiche del possesso dei requisiti minimi verranno stabilite negli appositi avvisi di immatricolazione. Laurea magistrale (D.M. 270/04) li corso di laurea magistrale, della durata di 2 anni, ha l obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Per essere ammessi ad un corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all estero, riconosciuto idoneo. L università stabilisce per ogni corso di laurea magistrale, specifici criteri di accesso. Per conseguire la laurea magistrale lo studente deve aver acquisito 120 crediti. A coloro che conseguono la laurea magistrale compete la qualifica accademica di dottore magistrale. Requisiti di accesso ad un corso di Laurea magistrale Possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale ovvero di titolo accademico conseguito presso Università estera, riconosciuto idoneo. Ciascun corso di laurea magistrale: individua i requisiti curriculari, consistenti, presso l Ateneo veronese, in un numero minimo di CFU (da 60 a 90) in determinati SSD (settori scientifico - disciplinari) qualificanti, imprescindibili per l iscrizione. Eventuali carenze curriculari devono essere colmate prima dell iscrizione alla laurea magistrale verifica l adeguatezza della preparazione personale con procedure definite nel regolamento didattico di ciascun corso di studio. Le procedure e le tempistiche delle relative verifiche della preparazione personale verranno stabilite negli appositi avvisi di iscrizione. Piano di studio Attraverso una procedura guidata online lo studente è tenuto a selezionare gli insegnamenti che intende sostenere, in conformità con il regolamento didattico del corso di studio a cui è iscritto. Manifesto degli Studi Il Manifesto degli Studi, pubblicato annualmente, è un documento ufficiale che sintetizza tutte le informazioni relative all offerta formativa, alle modalità d iscrizione e ai servizi offerti dall area Diritto allo studio. Il manifesto è consultabile sul sito web dell Ateneo. 4

6 Calendario didattico Calendario che riporta i periodi di lezione, le sessioni d esame e di laurea nonché i periodi di vacanza consultabile sul sito web dell Ateneo. Iscrizioni part-time Lo studente che non abbia la piena disponibilità del proprio tempo, per giustificate ragioni di lavoro, familiari, di salute o per altri motivi può concordare, all atto dell immatricolazione, un percorso formativo con un numero di crediti non superiore a quaranta e non inferiore a dodici per ogni anno. È sempre consentito, a fronte di un cambiamento della condizione dello studente, il transito dal regime part-time a full-time e viceversa, presentando apposita richiesta. Lo studente impegnato a tempo parziale, iscritto all Università degli Studi di Verona, ha tutti i diritti di uno studente impegnato a tempo pieno. Domanda Unica Benefici (DUB) Si tratta di una dichiarazione che lo studente redige e sottoscrive nel proprio interesse per richiedere benefici studenteschi. Tale documento si compila collegandosi al servizio online Esse3, utilizzando un unico modulo se si vuole effettuare contemporaneamente domanda di borsa di studio, riduzione dei contributi e collaborazioni 150 ore. Ciò comporta che in una sola domanda vanno indicati tutti i benefici che si vogliono richiedere. È necessario fare attenzione ai termini in caso di richiesta di benefici con data di scadenza diversa: essendo la DUB un documento unico, si dovranno rispettare i termini della scadenza più vicina e seguire accuratamente le istruzioni riportate sui bandi. Dipartimenti Strutture universitarie che promuovono e coordinano le attività didattiche e di ricerca scientifica all interno dell Ateneo. FAQ Frequently Asked Questions è un servizio presente sul sito web di Ateneo rivolto agli studenti iscritti e a tutti i futuri studenti che vogliono avere informazioni sugli studi universitari. All interno si possono trovare risposte alle domande più frequenti sul funzionamento dell Università, sull offerta formativa e sulle varie opportunità disponibili - 5

7 AREA di MEDICINA E CHIRURGIA SERVIZI DI SEGRETERIA STUDENTI E INFORMAZIONI Carriere Studenti Gestisce la carriera degli studenti dal momento dell immatricolazione sino al conseguimento della laurea. In particolare si occupa di: - immatricolazione; - iscrizione agli anni successivi al primo; - trasferimenti da e per altri Atenei; - passaggi di corso all interno dell Ateneo; - ricognizione di carriera dopo un periodo di interruzione; - procedure legate all esame di laurea Via Bengasi, Vr Didattica studenti Gestisce, organizza e coordina i servizi di supporto alle attività didattiche dei corsi di laurea e di laurea magistrale. In particolare si occupa di: - calendario delle lezioni; - calendario degli esami (di profitto e di laurea); - informazioni e supporto sulle pratiche di tirocinio; - informazioni e calendario delle discussioni di tesi; - informazioni riguardanti la didattica agli studenti Erasmus in arrivo e in partenza; - informazioni relative alla didattica e alle convalide esami degli studenti in trasferimento p.le Scuro, Vr 6

8 Guida ai corsi

9 MEDICINA E CHIRURGIA Classe: LM-41 - Tipo: corso di laurea magistrale a ciclo unico Durata: 6 anni - Tipo di accesso: numero chiuso con test d ingresso - Lingua: italiano - Sede didattica: Verona CARATTERISTICHE E FINALITÀ L obiettivo generale del corso è formare un medico con una visione multidisciplinare e integrata dei problemi più comuni della salute e della malattia, con un educazione rivolta alla comunità, al territorio, alla prevenzione delle malattie e alla promozione della salute. La formazione medica così orientata è in grado di fornire elementi metodologici per l autoapprendimento e per la formazione continua, elementi indispensabili alla professione medica. La formazione deve essere adeguata alle nuove esigenze di cura e di salute, mutabili nel tempo, centrata, quindi, non soltanto sulla malattia, ma soprattutto sull uomo ammalato, considerato nella sua globalità di soma e psiche e inserito nel contesto sociale. Il laureato sarà in grado di svolgere le principali attività tipiche di un medico non specialista, quali ad esempio la raccolta dell anamnesi, la diagnosi differenziale, l educazione ai corretti stili di vita, gli interventi di urgenza/ emergenza, la prescrizione dei farmaci non riservati agli specialisti. Sarà, inoltre, in grado di lavorare in modo interdisciplinare e interprofessionale, con un corretto approccio alla ricerca scientifica in campo medico, insieme all uso autonomo delle tecnologie informatiche indispensabili nella pratica clinica. Le diverse competenze saranno raggiunte attraverso la frequenza alle lezioni ex-cathedra, lo studio individuale e il superamento degli esami delle diverse discipline di base e cliniche. A supporto della didattica tradizionale, il corso prevede esercitazioni di laboratorio, didattica a piccoli gruppi, frequenza in case di cura e negli ambulatori di medicina generale, internati nei reparti specialistici e di medicina interna, tirocini professionalizzanti in ospedale (Chirurgia, Clinica medica, Ostetricia e ginecologia, Pediatria). AMBITI LAVORATIVI Il corso mira a formare una figura professionale di medico in grado di affrontare i diversi ambiti in cui si articola la medicina. Il laureato, previo esame di Stato, può svolgere la professione medica anche al di fuori dal Sistema Sanitario Nazionale (SSN), così come immettersi direttamente nel campo della ricerca biomedica. Egli potrà completare la sua formazione iscrivendosi a una Scuola di specialità sia per la medicina territoriale sia per quella ospedaliera. DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ È richiesto il possesso di un adeguata preparazione iniziale conseguita negli studi precedentemente svolti, che verte in particolare su conoscenze nei campi della Biologia e della Chimica. 8

10 Medicina e Chirurgia CFU Attività 1 ANNO 7 Anatomia umana I (BIO/16) 6 Biologia (BIO/13) 15 Chimica e chimica biologica (BIO/10) 10 Fisica-statistica medica (FIS/07, MED/01) 3 Inglese medico-scientifico (L-LIN/12) 9 Istologia e embriologia (BIO/17) 2 Corsi elettivi 1 anno 2 ANNO 11 Anatomia umana II (BIO/16) 15 Genetica e biologia molecolare (MED/03, BIO/11, BIO/13) 9 Immunologia (MED/04) 9 Microbiologia e microbiologia clinica (MED/07) 7 Scienze propedeutiche alla professione medica (M-PSI/08, SPS/07) 2 Corsi elettivi 2 anno 3 ANNO 5 Anatomia patologica generale (MED/08) 10 Fisiologia I e Biofisica (BIO/09) 12 Fisiologia II e Psicologia (M-PSI/01, BIO/09) 5 Medicina di laboratorio (BIO/12) 19 Patologia generale e Fisiopatologia clinica (MED/04, MED/09) 2 Corsi elettivi 3 anno 4 ANNO 6 Clinica orl, odontostomatologia e chirurgia maxillo-facciale, oftalmologia (MED/28, MED/31, MED/30) 9 Farmacologia (BIO/14) 10 Metodologia clinica (MED/09, MED/18) 22 Patologia sistematica I (MED/12, MED/15, MED/17, MED/08, MED/16, MED/35) 17 Patologia sistematica II (MED/23, MED/11, MED/21, MED/10, MED/08, MED/13, MED/14, MED/22) 1 Corsi elettivi 4 anno 9

11 Medicina e Chirurgia CFU Attività 5 ANNO 5 Anatomia patologica clinica (MED/08) 6 Chirurgia e oncologia (MED/18, MED/06) 12 Clinica chirurgica (MED/24, MED/18) 6 Diagnostica per immagini (MED/36) 3 Malattie dell apparato locomotore (MED/33) 11 Medicina interna (MED/09) 7 Neurologia (MED/26, MED/27, MED/34) 6 Psichiatria (MED/25) 9 Sanità pubblica (MED/43, MED/42, MED/44) 1 Corsi elettivi 5 anno 6 ANNO 26 Clinica medica, Geriatria e Terapia medica (MED/45, MED/09) 9 Emergenze medico-chirurgiche (MED/09, MED/41, MED/18) 9 Ostetricia e Ginecologia (MED/40) 12 Pediatria (MED/20, MED/39, MED/38 ) 15 Prova finale 10

12 11

13 ODONTOIATRIA E PROTESI DENTARIA Classe: LM-46 - Tipo: corso di laurea magistrale a ciclo unico Durata: 6 anni - Tipo di accesso: numero chiuso con test d ingresso - Lingua: italiano - Sede didattica: Verona CARATTERISTICHE E FINALITÀ Il corso offre una preparazione di base nel campo odontoiatrico, sia per gli aspetti teorici che per quelli pratici. Il laureato sarà in grado di svolgere attività inerenti la prevenzione, la diagnosi e la terapia medica e chirurgica delle malattie e anomalie congenite e acquisite dei denti, del cavo orale, delle ossa mascellari, delle articolazioni temporo-mandibolari e dei relativi tessuti, nonché la riabilitazione odontoiatrica e la prescrizione di tutti i medicamenti e i presidi necessari all esercizio della professione di odontoiatra. Tali competenze saranno raggiunte attraverso lo studio delle scienze di base, biologiche e comportamentali su cui si basano le moderne tecniche di mantenimento dello stato di salute orale e le terapie odontoiatriche, le conoscenze di informatica applicata, di statistica e lingua inglese, necessari strumenti di ricerca e di aggiornamento individuale postlaurea. A supporto della didattica tradizionale, il corso prevede la massima valorizzazione del tirocinio clinico per ottimizzare l apprendimento pratico del saper fare. AMBITI LAVORATIVI Il corso mira a formare figure professionali competenti attraverso la comprensione della metodologia clinica e l elasticità mentale necessarie per risolvere al meglio le situazioni, la capacità critica per interpretare correttamente il rapporto con il paziente, la capacità di analisi e di sintesi di problematiche complesse, sapendo attribuire la corretta scala di valori nelle varie situazioni che si prospettano, sulla base del ragionamento e della acquisizione di una metodologia scientifica. Possibili sbocchi lavorativi sono nell ambito odontoiatrico sia privato che pubblico, con approccio olistico e multidisciplinare alla persona e uno standard qualitativo al passo con i cambiamenti dei bisogni di salute e con l innovazione della ricerca. DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ È richiesta un adeguata preparazione iniziale (saperi minimi) nell ambito della biologia e della chimica. 12

14 Odontoiatria e protesi dentaria CFU Attività 1 ANNO 10 Anatomia (BIO/16) 8 Biologia applicata (BIO/13) 7 Chimica (BIO/10) 6 Fisica (FIS/07) 7 Inglese scientifico (L-LIN/12) 7 Istologia (BIO/17) 13 Scienze comportamentali e metodologia scientifica (MED/01, INF/01, M-PED/03, MED/02, M-PSI/01) 2 Attività a scelta dello studente 2 ANNO 7 Biochimica (BIO/10) 9 Fisiologia (BIO/09) 13 Microbiologia ed igiene (MED/07, MED/42, MED/04) 9 Patologia generale e immunologia (MED/04) 20 Principi di odontoiatria (MED/43, MED/28, MED/50, INF/01) 2 Attività a scelta dello studente 3 ANNO 6 Anatomia patologica (MED/08) 7 Diagnostica per immagini e radioterapia (MED/36) 7 Farmacologia (BIO/14) 15 Materiali dentali e tecnologie protesiche (MED/28) 9 Patologia speciale odontostomatologica (MED/28) 14 Scienze mediche I (MED/09, BIO/12, MED/30) 2 Attività a scelta dello studente 4 ANNO 5 Chirurgia orale (MED/28) 31 Discipline odontostomatologiche I (MED/28) 3 Gnatologia (MED/28) 4 Medicina legale (MED/43) 4 Neurologia e psichiatria (MED/26, MED/25) 13 Scienze mediche II (MED/41, MED/35, MED/18) 13

15 Odontoiatria e protesi dentaria CFU Attività 5 ANNO 12 Implantologia (MED/28) 7 Odontoiatria pediatrica (MED/28, MED/38) 12 Odontoiatria restaurativa (MED/28) 8 Ortodonzia (MED/28) 6 Parodontologia (MED/28) 10 Patologia e terapia maxillo-facciale (MED/31, MED/29, MED/28) 5 Protesi dentaria (MED/28) 6 ANNO 16 Discipline odontostomatologiche II 18 Discipline odontostomatologiche III 14 Terapia odontostomatologica integrata (MED/28) 2 Attività a scelta dello studente 10 Prova finale 14

16 15

17 INFERMIERISTICA Classe: L/SNT1 - Tipo: corso di laurea - Durata: 3 anni Tipo di accesso: numero chiuso con test d ingresso Lingua: italiano - Sedi didattiche: Verona - Legnago - Vicenza - Trento - Bolzano Verona: Legnago: Vicenza: Trento: Bolzano: CARATTERISTICHE E FINALITÀ Il corso offre una preparazione di base nel campo delle scienze di base e cliniche per la migliore comprensione dei più rilevanti elementi dei processi fisiologici e patologici ai quali è rivolto l intervento preventivo, assistenziale ed educativo dell infermiere. Il laureato sarà in grado di affrontare e analizzare i problemi con una visione unitaria, estesa anche alla dimensione psicologica e socio-culturale dei processi di salute-malattia e di cura; utilizzare metodologie di intervento proprie dell infermieristica ed essere in grado di applicarle in situazioni concrete; deve conoscere le dimensioni etiche, deontologiche e giuridiche della professione infermieristica; deve avere capacità relazionali da esprimere sia nella relazione di aiuto con gli assistiti che nell integrazione con le diverse figure professionali; essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell Unione Europea, oltre l italiano, nell ambito specifico di competenza e per lo scambio di informazioni generali. Tali competenze saranno raggiunte attraverso lo studio delle scienze di base (biologia, anatomia, fisiologia etc.), delle scienze mediche e cliniche (medicina interna, cardiologia, chirurgia, rianimazione ecc.) e delle scienze infermieristiche. La didattica frontale occupa circa la metà dei crediti formativi totali, mentre la restante quota è assegnata a tirocini professionalizzanti, a sessioni di tutorato su discussione di casi e problem-solving, a laboratori didattici per l apprendimento di abilità tecniche e relazionali, a seminari, allo studio guidato e alla produzione di report. AMBITI LAVORATIVI Il conseguimento della laurea abilita alla professione sanitaria di Infermiere. Il corso mira a formare figure professionali competenti nell ambito della prevenzione delle malattie, dell assistenza ospedaliera e territoriale e della presa in carico dei malati integrandosi con le altre figure professionali socio-sanitarie (ad esempio medici, assistenti sociali). I laureati in Infermieristica possono trovare occupazione in strutture sanitarie e socio-assistenziali pubbliche o private (ospedali, servizi di emergenza territoriale, strutture per post acuti, di lungodegenza, residenze sanitarie assistite, servizi sanitari territoriali e domiciliari). DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ Per essere ammessi è richiesta un adeguata preparazione di base nei campi della biologia e della chimica. 16

18 Infermieristica (Verona, Legnago, Vicenza, Trento, Bolzano) CFU Attività 1 ANNO 9 Fisiopatologia applicata all infermieristica (MED/45, MED/04, BIO/14, MED/09) 4 Fondamenti biomolecolari della vita (BIO/10, BIO/13) 7 Fondamenti morfologici e funzionali della vita (BIO/17, BIO/09, BIO/16) 5 Infermieristica generale e metodologia applicata (MED/45) 7 Promozione della salute e della sicurezza (MED/07, MED/45, MED/42, MED/44) 3 Inglese scientifico (L-LIN/12) 1 Laboratori professionali (1 anno) (MED/45) 16 Tirocinio professionalizzante (1 anno) (MED/45) 2 ANNO 6 Applicazione dei processi diagnostici e terapeutici (MED/45, BIO/14, MED/36, MED/49) 8 Infermieristica clinica della cronicità (MED/45, MED/09, MED/26, MED/34, MED/13) 6 Infermieristica clinica in area chirurgica (MED/45, MED/33, MED/41, MED/18) 8 Infermieristica clinica in area medica (MED/45, MED/06, MED/17, MED/10, MED/11, MED/09) 5 Relazione di aiuto nei processi assistenziali (MED/45, M-PSI/08) 1 Laboratori professionali (2 anno) (MED/45) 20 Tirocinio professionalizzante (2 anno) (MED/45) 17

19 Infermieristica (Verona, Legnago, Vicenza, Trento, Bolzano) CFU Attività 3 ANNO 4 Infermieristica clinica in area materno-infantile (MED/45, MED/47, MED/40, MED/38) 8 Infermieristica clinica nella criticità vitale (MED/45, MED/09, MED/41, MED/18) 4 Metodologia dell infermieristica basata sulle evidenze (MED/45, MED/01) 6 Metodologie di intervento nella comunità (MED/45, M-PSI/01, SPS/07, MED/25) 5 Organizzazione sanitaria e dei processi assistenziali (MED/45, MED/42, IUS/07, SPS/07) 4 Principi legali, bioetici e deontologici dell esercizio professionale (MED/45, MED/43, MED/02) 6 Attività a scelta dello studente (professioni sanitarie) 5 Attività seminariali (professioni sanitarie) 1 Laboratori professionali (3 anno) (MED/45) 24 Tirocinio professionalizzante (3 anno) (MED/45) 7 Prova finale 18

20 19

21 OSTETRICIA Classe: L/SNT1 - Tipo: corso di laurea - Durata: 3 anni Tipo di accesso: numero chiuso con test d ingresso Lingua: italiano - Sede didattica: Verona CARATTERISTICHE E FINALITÀ Il corso offre una preparazione di base sui bisogni di salute della donna e per la professione di ostetrica/o. Il laureato sarà in grado di assistere la donna in tutto il suo percorso evolutivo (nascita, infanzia, adolescenza, maturità, gravidanza, menopausa, terza età), nella sua individualità, nel rapporto di coppia/famiglia e nel contesto sociale in cui vive, sostenendone il benessere psico-fisico. Queste competenze saranno raggiunte mediante un percorso formativo di durata triennale, suddiviso in semestri. È prevista l acquisizione di 180 CFU totali dei quali 120 CFU per le attività teoriche e 60 CFU per quelle pratiche. A supporto della didattica tradizionale il corso prevede seminari, laboratori professionali e tirocinio pratico in sedi convenzionate. AMBITI LAVORATIVI Il conseguimento della laurea abilita alla professione sanitaria di ostetrica/o. Il corso mira a formare figure professionali competenti nell ambito della gestione delle cure ostetriche volte alla tutela/promozione della salute riproduttiva della donna e del neonato. Il titolo abilita il professionista alla libera circolazione nei Paesi dell Unione Europea. Il Corso di studio dà accesso agli studi di secondo ciclo (laurea magistrale) e master universitario di primo livello. Possibili sbocchi lavorativi riguardano strutture sanitarie, pubbliche o private, in regime di dipendenza o libero-professionale. Le sedi includono gli ospedali, le università, cliniche private, case di maternità. Inoltre l attività può essere svolta a domicilio, nei consultori familiari, negli ambulatori e sul territorio. La normativa in vigore consente lo svolgimento di attività libero professionale, in studi professionali individuali o associati, associazioni, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati. DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ È richiesta un adeguata preparazione nell ambito della biologia e della chimica. 20

22 Ostetricia CFU Attività 1 ANNO 7 Fondamenti morfologici e funzionali della vita (BIO/09, BIO/17, BIO/16) 7 Promozione della salute e della sicurezza (MED/07, MED/42, MED/36, MED/47) 6 Scienze biologiche e fisiche (MED/03, BIO/10, FIS/07, BIO/13) 5 Scienze ostetriche e ginecologiche (BIO/14, MED/40, MED/47) 5 Teoria midwifery e metodologia applicata (MED/45, MED/47) 3 Inglese scientifico (L-LIN/12) 1 Laboratori professionali (1 anno) (MED/47) 18 Tirocinio professionalizzante (1 anno) (MED/47) 2 ANNO 7 Assistenza al parto e al puerperio (MED/47, MED/40) 6 Assistenza chirurgica ostetrico-ginecologica (MED/41, MED/47, MED/40) 6 Assistenza neonatale, pediatrica e sostegno all allattamento (MED/20, MED/38, MED/47) 7 Fisiopatologia della riproduzione (MED/40, MED/47) 5 Fisiopatologia generale e trattamenti terapeutici (BIO/14, MED/05, MED/09, MED/40, MED/49) 8 Scienze medico chirurgiche e specialistiche (MED/47, MED/17, MED/18, MED/25, MED/13, MED/24) 1 Laboratori professionali (2 anno) (MED/47) 20 Tirocinio professionalizzante (2 anno) (MED/47) 21

23 Ostetricia CFU Attività 3 ANNO 6 Metodologia dell ostetricia basata sulle evidenze (MED/01, MED/47, INF/01) 4 Oncologia ostetrico-ginecologica (MED/15, MED/47, MED/40, MED/08) 4 Organizzazione dei servizi sanitari e legislazione (MED/42, IUS/07, MED/47) 5 Principi legali, bioetici e deontologici professionali (MED/43, MED/02, MED/47) 5 Relazione professionale e counseling ostetrico ginecologico (MED/47, M-PSI/08, M-PED/01) 6 Attività a scelta dello studente (professioni sanitarie) 5 Attività seminariali (professioni sanitarie) 1 Laboratori professionali (3 anno) (MED/47) 25 Tirocinio professionalizzante (3 anno) (MED/47) 7 Prova finale 22

24 23

25 FISIOTERAPIA Classe: L/SNT2 - Tipo: corso di laurea - Durata: 3 anni Tipo di accesso: numero chiuso con test d ingresso Lingua: italiano - Sedi didattiche: Verona - Vicenza - Rovereto Verona: Vicenza: Rovereto: CARATTERISTICHE E FINALITÀ Il corso offre una preparazione di base finalizzata a fornire conoscenze essenziali biologiche, biomediche, chinesiologiche-biomeccaniche, neurofisiologiche, cognitive, igienico-preventive di base, quali fondamenti della disciplina e metodologia professionale; competenze necessarie nella riabilitazione delle alterazioni funzionali motorie, cognitive, viscerali, conseguenti a patologie di varia natura dell adulto e del bambino; capacità di lavorare in team e in contesti organizzativi complessi e di documentare il proprio operato; competenze metodologiche di ricerca scientifica secondo un approccio evidence based, ed elementi di gestione e management nei contesti di lavoro. Il laureato sarà in grado di instaurare una relazione professionale con la persona assistita, con i familiari, i caregiver e il team multiprofessionale; di eseguire una valutazione funzionale; di individuare i problemi fisioterapici; di pianificare ed eseguire il trattamento. Queste competenze saranno raggiunte attraverso lo studio delle discipline di base, caratterizzanti e specialistiche, inoltre principi legali, bioetici e deontologici dell esercizio professionale, metodologie avanzate in fisioterapie e introduzione alla ricerca. Il corso prevede attività di laboratorio ed esercitazioni in contesto simulato con 1500 ore (60 CFU) di tirocinio, da svolgersi nel triennio, in sedi accreditate. AMBITI LAVORATIVI Il conseguimento della laurea abilita alla professione sanitaria di Fisioterapista. Il corso mira a formare professionisti competenti nell ambito sociosanitario. Le competenze che si vogliono sviluppare sottendono in generale una metodologia di approccio globale alla persona e alle problematiche di salute nelle diverse età della vita. Possibili sbocchi lavorativi sono presso servizi di fisioterapia e riabilitazione nell ambito del Servizio Sanitario Nazionale e Regionale, in strutture private accreditate e convenzionate, in residenze sanitarie assistenziali, hospice, in ambulatori medici e/o ambulatori polispecialistici, in pronto soccorso e nelle farmacie, associazioni e società sportive nelle varie tipologie, cooperative di servizi, organizzazioni non governative (ONG), servizi di prevenzione pubblici o privati, stabilimenti termali e centri benessere, borsista o assegnista presso centri di ricerca o in regime di libera professione. DALLA SCUOLA ALL UNIVERSITÀ È richiesta un adeguata preparazione iniziale (saperi minimi) nell ambito della biologia, fisica, chimica e matematica, i cui obblighi sono specificati nel Regolamento del corso. 24

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari

Lista dei Settori Concorsuali con i relativi settori scientifico disciplinari Lista dei Settri Cncrsuali cn i relativi settri scientific disciplinari 01/A1 - LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 MAT/04 01/A2 - GEOMETRIA E ALGEBRA MAT/02 MAT/03 01/A3 - ANALISI MATEMATICA,

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia

Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA Regolamento didattico del Corso di Laurea per Ortottista e Assistente di Oftalmologia ( livello) Presidente: prof. Adriano Magli

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria

Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria Regolamento Didattico del Corso di Laurea in Tecniche della Prevenzione nell Ambiente e nei Luoghi di Lavoro (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico della prevenzione nell ambiente e nei luoghi

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013

Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CATANIA Manifesto degli studi Anno Accademico 2012-2013 Immatricolazione e Iscrizione ai Corsi di studio di cui ai DD.MM. 03.11.1999 n.509 (G.U. 04.01.2000), 04.08.2000 (G.U.

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE

LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE LINEE-GUIDA DEL MINISTRO DELLA SANITÀ PER LE ATTIVITA DI RIABILITAZIONE Premessa Obiettivo delle presenti linee-guida è fornire indirizzi per la organizzazione della rete dei servizi di riabilitazione

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche D.R. n. 3048 Facoltà di Medicina e Odontoiatria Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Codice e Denominazione

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE Codice e Denominazione AREA 01 - SCIENZE MATEMATICHE E INFORMATICHE Codice e Denominazione 01/A - MATEMATICA 01/B - INFORMATICA 01/A1 LOGICA MATEMATICA E MATEMATICHE COMPLEMENTARI MAT/01 - LOGICA MATEMATICA MAT/04 - MATEMATICHE

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Il Progetto Orient@mente

Il Progetto Orient@mente Il Progetto Orient@mente Presentazione, 25 marzo 2015 Marina Marchisio Dipartimento di Matematica G. Peano Orient@mente Progetto di UNITO che ha come scopo la realizzazione di un orientamento in ingresso

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E

Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E Ripartizione Relazioni Studenti I L R E T T O R E VISTA la legge 9 maggio 1989. n. 168; VISTO il D.P.R. del 3 maggio 1957 n. 686, Norme di esecuzione del T.U. delle disposizioni sullo statuto degli impiegati

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli