Superare i test di ammissione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Superare i test di ammissione"

Transcript

1 Donald J. Sefcik, Gillian Bice e Frank Prerost Superare i test di ammissione Strategie e tecniche per pianificare lo studio, gestire l ansia e ottimizzare i risultati Erickson

2 Indice Nota per il lettore 7 Introduzione 9 Sezione 1 Prepararti all esame (sviluppare consapevolezza) Prima parte Conoscere il tuo avversario (l esame) Premessa 27 Capitolo primo I test a risposta multipla 29 Capitolo secondo Consapevolezza 43 Capitolo terzo Le griglie di riferimento con le caratteristiche della prova 51 Seconda parte Gestire le tue variabili Premessa 61 Capitolo quarto La tua volontà 63 Capitolo quinto Le tue risorse 83 Capitolo sesto Il tuo tempo 99

3 Terza parte Esercitare le tue abilità Premessa 129 Capitolo settimo Imparare a rendere 131 Capitolo ottavo Dalla tattica alla strategia 153 Capitolo nono Strumenti per migliorare la prestazione 165 Sezione 2 Sostenere l esame Quarta parte Mettere in atto la tua strategia (il giorno della prova) Premessa 197 Capitolo decimo Gestire il tempo a disposizione 199 Capitolo undicesimo Massimizzare il punteggio 213 Capitolo dodicesimo Ridurre al minimo l ansia da esame 227 Conclusioni 259 Appendice 263 Bibliografia 275

4 Introduzione Ottenere un punteggio elevato a un esame dipende da due fattori: una preparazione ottimale prima dell esame e una prestazione ottimale durante l esame. Forse questa affermazione è fin troppo ovvia, ma è davvero tutto qui. Tuttavia, l altra parte dell equazione è che c è spesso un ampio scarto che separa quello che sappiamo da quello che in realtà facciamo. Scopo di questo libro è aiutarti a costruire un ponte per colmare questo scarto e trasformare la tua conoscenza in azione. Al livello più basilare, questo libro riguarda due concetti: gli esami e le abilità nel sostenere gli esami (Lai e Waltman, 2008; Mahamed, Gregory e Austin, 2006; Milman, Bishop e Ebel, 1965; Morse, 1998; Samson, 1985; Scruggs e Mastropieri, 1992; Slakter, Koehler e Hampton, 1970). Avere consapevolezza rispetto all esame significa sapere tutto quello che puoi sulla prova che andrai ad affrontare e utilizzare queste informazioni in maniera efficace ed efficiente per prepararti bene prima del giorno dell esame. Avendo fatto accuratamente questo, il raggiungimento della padronanza di una serie di abilità nel sostenere l esame di permetterà di fornire una prestazione, il giorno dell esame, a livello esperto. Se ti prepari e dai una prestazione al livello della tua capacità, siamo convinti che te la caverai molto bene. Leggere questo libro non è sufficiente, non è un libro magico, ma imparando tutto quello che puoi su quanto è richiesto per fornire una buona prestazione ai test di ammissione e seguendo le nostre raccomandazioni puoi tradurre in realtà le tue chances di ottenere un punteggio elevato. Questa, a dire il vero, è la strada meno battuta. La maggior parte delle persone che affronta test di ammissione non si avvale di 9

5 questo livello di sviluppo personale, ma speriamo che tu raccoglierai la sfida e che ti unirai a noi nel viaggio. Perché dovresti comprare un libro su come studiare per un test di ammissione? 1. Vuoi aumentare il tuo punteggio al test. 2. Sei convinto che otterrai dei buoni risultati, ma che puoi comunque fare meglio. 3. Vuoi imparare come studiare meno e ottenere comunque un punteggio elevato. 4. Vuoi impegnarti a dedicare il tempo e le energie necessari a migliorare le tecniche di studio e le tue abilità nel sostenere esami. 5. Tutti i motivi indicati sopra. Se non hai scelto nessuna delle opzioni proposte, allora per favore rimetti questo libro sul ripiano da dove l hai preso: acquistarlo non ti servirebbe a nulla (a meno che tu non lo stia comprando per fare un regalo). Se hai scelto la risposta cinque (tutti motivi indicati sopra), allora vai pure alla cassa; se hai scelto una qualsiasi delle risposte dalla uno a quattro, vai avanti ancora un po a leggere; questo libro potrebbe fare al caso tuo. Cosa provi al pensiero di affrontare un esame importante e complesso? Il pensiero di andare a sostenere un esame importante è terrificante per molte persone e in alcune può indurre una paura paralizzante. La realtà è che per raggiungere i tuoi obiettivi professionali non soltanto dovrai sostenere questo esame ma, molto probabilmente, dovrai fornire buone prestazioni in una o più prove di «ammissione». Che tu debba sostenere l esame per l accesso alla Facoltà di Medicina o un test per poter frequentare una scuola di specializzazione, ad esempio, in diritto internazionale, o una qualsiasi prova attitudinale, la realtà è che nel tuo futuro incombono uno o più esami. 10

6 Forse un pensiero del genere non ti mette in uno stato di panico: mani che sudano, battito cardiaco accelerato, ecc., ma soltanto in uno stato di particolare attivazione. Forse non sai da dove cominciare o da cosa partire, o forse in passato hai avuto una brutta esperienza con un esame. Forse sai semplicemente di poter fare meglio e hai bisogno di un piccolo aiuto per arrivare dove vuoi arrivare. Quale che sia la ragione, siamo fiduciosi di poterti aiutare. Perché le persone hanno paura degli esami? Perché non li superano o non riescono a fare bene quanto potrebbero? Alla prima domanda è facile rispondere. Le persone hanno paura di questi esami perché generalmente hanno moltissime implicazioni. Buona parte di esse sono psicologiche. L ansia eccessiva per le prestazioni agli esami può derivare da scarsa autostima, basso senso di autoefficacia, paura dell insuccesso, paura del rifiuto da parte delle persone care, paura del successo, paura dell ignoto, disturbi d ansia e una miriade di altre ragioni. Tuttavia c è anche la questione molto reale delle conseguenze. Non superare un esame importante può mandare a soqquadro i tuoi progetti per la vita, rendendo difficile o quasi impossibile progredire verso o nella tua carriera, e costarti tempo e denaro nel tentativo di ripetere la prova. Perciò, ci sono ragioni del tutto legittime per essere ansiosi, ma l importante è non permettere che la situazione sfugga dal tuo controllo. Inoltre, non è necessariamente l ansia in sé la fonte del problema, ma piuttosto come tu la gestisci. È importante avere una prospettiva realistica riguardo all importanza dell esame e alle conseguenze dell insuccesso, oltre a un buon repertorio di meccanismi di fronteggiamento per gestire l ansia eccessiva. In questo libro dedicheremo uno spazio adeguato a discutere la questione dell ansia da esame e di come essa può influire sulla preparazione e sullo svolgimento dell esame stesso. Ti aiuteremo capire l importante ruolo delle emozioni rispetto alla prestazione e ti forniremo una guida e varie soluzioni per molti dei più comuni ostacoli al successo, come l ansia e la procrastinazione. 11

7 La risposta alla seconda domanda, perché le persone non superano gli esami o non forniscono buone prestazioni, è complicata, ma generalmente i motivi sono due: 1. una preparazione inadeguata 2. uno svolgimento inadeguato della prova. Dentro la voce «preparazione inadeguata» rientrano diversi tipi di problemi, tra i quali mancanza sostanziale di conoscenza dei contenuti, cattiva gestione del tempo, tempo insufficiente per prepararsi, cattiva pianificazione, strategie e tecniche inadeguate di studio e di apprendimento, esercitazioni inadeguate sul piano della tipologia o della quantità, fraintendimento delle richieste o del contenuto dell esame. Anche se una persona si è preparata adeguatamente, il fatto di non fornire una prestazione adeguata il giorno dell esame può condurre a un punteggio inaccettabilmente basso. La scarsa prestazione al test può derivare da una varietà di cause, tra cui abilità di lettura inadeguate, scarse abilità di ragionamento, distorsioni ed errori cognitivi, cattiva gestione del tempo durante l esame, ansia, mancanza di abilità per il sostenimento degli esami. Non è raro che le persone che si apprestano a sostenere un esame molto importante per la loro vita entrino in questo processo completamente inconsapevoli dello strabiliante numero di variabili che può influire sul loro punteggio o che si convincano che, per riuscire, basti comprare il manuale di preparazione più popolare e cercare di memorizzarne il contenuto. Potresti credere che sia vero perché hai parlato con qualcuno che ti ha detto di avere fatto così. Forse ciò che questa persona ti ha detto è in parte o anche per la maggior parte vero, ma quello che non sai è come sono entrate in gioco tutte le altre variabili. Forse questa persona pensa di avere semplicemente memorizzato i contenuti del manuale, ma in realtà aveva delle conoscenze di partenza maggiori, o forse aveva abilità di lettura o di ragionamento particolarmente buone. Forse questa persona è «brava a fare esami». Forse non ti ha detto di tutto il resto che ha fatto per prepararsi o forse è semplicemente più brillante di te. Il punto è che ognuno è diverso e tu hai bisogno di fare quello che va bene per te, non quello che ha funzionato per qualcun altro. È esattamente questo l aspetto 12

8 in cui questo libro eccelle e altri fanno fiasco. Questo libro non ti dice qual è la cosa migliore da fare; ti aiuta a scoprirlo da te insegnandoti come acquisire gli strumenti, le abilità e le strategie delle quali avrai bisogno per imparare di più e quindi dimostrare ciò che sai (e forse mostrare più di quello che sai) all esame. In che modo questo libro è diverso dagli altri testi e corsi di preparazione agli esami? Complessivamente, gli autori di questo volume hanno più di settant anni di esperienza di lavoro con esaminandi laureandi, dottorandi e professionisti che si preparano per un ampia varietà di esami che hanno aiutato a raggiungere punteggi più elevati. Alcune delle persone con le quali abbiamo lavorato, anche quelle che avevano alle spalle molteplici insuccessi a un test di ammissione nazionale, hanno migliorato la loro prestazione di oltre due deviazioni standard. Ciò equivale a passare da un punteggio insufficiente a un punteggio superiore al settantesimo percentile. Sono fin troppi i manuali e i corsi che si concentrano soltanto sui contenuti. Molti altri si basano su stratagemmi: sono orientati più a vendere un prodotto che afferma di aumentare il tuo punteggio al test e di renderti più facile studiare che non ad aiutarti a capire come apprendere e sviluppare le abilità generalizzabili di cui hai bisogno per ottenere un punteggio migliore, non soltanto a un esame specifico ma in tutti gli esami. Non intendiamo indorare la pillola. Ci vuole lavoro. Ci vuole tempo. Ci vuole organizzazione. Non è facile e non ci sono scorciatoie (ma ci sono metodi basati sulle evidenze e strategie che hanno dimostrato di migliorare l efficienza ed efficacia!). Da quali fattori dipende il fatto che alcune persone tendono a ottenere buoni risultati o cattivi risultati agli esami? Alcuni dei fattori che spiegano le differenze tra chi ottiene buoni e cattivi punteggi sono: 13

9 pianificazione dinamica/strategica a fronte di «improvvisazione»; frequenti autovalutazioni con i conseguenti opportuni aggiustamenti strategici; uso di strategie attive anziché passive di apprendimento; studiare per risolvere problemi anziché memorizzare (ovvero uso di tecniche di apprendimento profondo invece che superficiale); uso di tecniche di studio efficaci ed efficienti ed evitamento delle perdite di tempo; preparazione specifica per il tipo di esame da sostenere (ad esempio, un test di ammissione con domande a risposta multipla). Prepararsi per un esame complesso e importante per la tua vita richiede che tu gestisca attivamente e contemporaneamente una serie di variabili: tempo: dovrai organizzarti stabilendo delle priorità (ad esempio quando studi, per quanto tempo e come, tenendo conto dei tuoi altri impegni, bisogni e desideri); impegno: dovrai investire un livello adeguato di impegno nelle aree che maggiormente incideranno sul punteggio finale; atteggiamento: dovrai sviluppare un atteggiamento positivo verso l esame; motivazione: dovrai sviluppare tecniche efficaci per mantenere il tuo livello di motivazione il più alto possibile durante l intero processo. La maggior parte di noi sperimenta periodi durante i quali studiare sembra quasi impossibile perché le riserve emotive sono «esaurite». Il benessere emozionale e fisico non può essere sopravvalutato: è semplicemente essenziale per sostenere un funzionamento cognitivo ottimale; scelte: dovrai scegliere i tuoi obiettivi di studio (stabilire cosa studierai) e i tuoi comportamenti di studio (stabilire come studierai). Prima di scendere più in profondità, ritorniamo un attimo alla nostra prima domanda: perché comprare un libro su come studiare per sostenere un esame con domande a risposta multipla? Se hai scelto la risposta uno (perché vuoi aumentare il tuo punteggio all esame), allora riconosci che puoi essere più efficace. Benissimo, hai un obiettivo. Se hai scelto la risposta due (perché sei convinto 14

10 che, per quanto farai bene, puoi fare meglio), allora possiedi una qualità nota come autoefficacia. Ottimo: gli esaminandi che possiedono questo tratto possono imparare a studiare meglio e a ottenere punteggi ancora più elevati alle prove! Se hai scelto la risposta tre (vuoi imparare come studiare meno e ottenere comunque un punteggio elevato), allora sei interessato ad apprendere come essere più efficiente. Possiamo aiutarti! Se hai scelto la risposta quattro (sei deciso a dedicare il tempo e le energie necessari a migliorare le tue tecniche di studio e le tue abilità nel sostenimento degli esami), allora sei motivato e pronto a diventare un discente più autoregolato. Se hai scelto l opzione cinque (tutte le risposte indicate sopra), allora questo è il libro che fa al caso tuo. Seguendo i suggerimenti forniti in questo volume, potrai prepararti meglio all esame. Questo libro è l invito che ti rivolgiamo a modificare o migliorare le tue attuali tecniche di studio. Esso ti aiuterà a capire cosa vuoi, dovresti e devi fare, il che, in poche parole, corrisponde a diventare uno studente migliore. Questo libro è stato scritto per uno scopo: aumentare i punteggi agli esami di tutte le persone che affrontano un test di ammissione. Per raggiungere questo obiettivo, il libro è diviso in due sezioni e quattro parti. Sezione 1. Prepararti all esame (sviluppare consapevolezza): prima parte: Conoscere il tuo avversario (l esame) seconda parte: Gestire le tue variabili terza parte: Esercitare le tue abilità. Sezione 2. Sostenere l esame: quarta parte: Mettere in atto la tua strategia (il giorno della prova). Su cosa dovresti concentrare il tuo studio? Quanto tempo dovresti dedicare allo studio? Come dovresti iniziare a studiare? Quali sono le tecniche di studio migliori da utilizzare per aumentare il tuo punteggio agli esami? Come puoi migliorare la tua capacità di ricordare le informazioni? Come fai a sapere se il tuo piano sta funzionando? Puoi trovare le risposte a queste domande e a molte altre nei capitoli che seguono. 15

11 Per aiutarti a ottimizzare e migliorare le tue tecniche di studio e i tuoi punteggi all esame, in tutto il libro abbiamo incluso una serie di esercizi e di attività. Prima di leggere il capitolo 1 ti preghiamo di svolgere gli esercizi 1 e 2. Esercizi e attività Per acquisire competenza nell esecuzione di una qualsiasi abilità sono necessari due elementi chiave: la conoscenza e la pratica. Primo, devi sapere cosa hai bisogno di fare (cioè ti occorre conoscenza). Quando sai cosa occorre fare, devi esercitarti finché non riesci a farlo bene. Una volta che hai acquisito competenza, la sfida passa dall essere capace di farlo al farlo nei tempi appropriati. Sembra semplice, no? E allora perché è così difficile da fare? Speizer (2005) riferisce che l 80-90% dei programmi di formazione tradizionali produce modificazioni scarse o nulle nella prestazione complessiva. Rackham (1979) riportò che circa il 90% delle nuove abilità acquisite durante i programmi di formazione vengono perse dopo sole quattro settimane dal termine del programma. Vogliamo che tu faccia molto meglio. Vogliamo che tu migliori la tua prestazione e continui a migliorarla dopo avere acquisito la nuova abilità. Per aiutarti a raggiungere questo obiettivo abbiamo creato una serie di esercizi e di attività che presentiamo in questo libro. Definiamo gli esercizi e le attività come segue. Gli esercizi sono stimoli mentali pensati per coinvolgere la tua mente e farti riflettere su un concetto. Cosa sai o credi? A cosa dai valore? Come ti approcceresti a una situazione? Le attività sono opportunità di fare pratica. Sono collocate dopo un capitolo o una parte e pensate per consolidare un principio o concetto attraverso la riflessione e l azione. Hai colto i concetti chiave nel capitolo? In quali situazioni applicherai i concetti discussi per esercitarli? Come fai a interiorizzare quello che hai appreso? Quali saranno i passi successivi? 16

12 Gli esercizi e le attività che incontrerai in questo libro ti offrono un opportunità di iniziare a modificare il tuo pensiero, i tuoi comportamenti e le tue abilità. Puoi anche scegliere di non farli. Speriamo comunque che tu scelga di farli tutti, nell ordine in cui sono presentati. Siamo fiduciosi che così facendo trarrai grandi benefici. Esercizio 1: Elaborare il tuo programma di studio Vogliamo che all esame tu ottenga il massimo punteggio possibile. Per aiutarti a sviluppare un programma di studio, la prima cosa che devi fare è identificare il tuo attuale atteggiamento mentale verso il compito che hai di fronte (l esame). Quali pensieri hai riguardo all esame? Come programmi di studiare? Quali risorse utilizzerai? Questo esercizio ha lo scopo di rendere concreto il tuo attuale programma: è utile che tu lo scriva così da poterlo esaminare, espandere e migliorare man mano che procedi con la lettura dei capitoli del libro. Nella tabella 1 è proposto l esercizio 1. Molti esaminandi provano emozioni forti rispetto all esame che andranno ad affrontare. Vogliamo aiutarti a esplorare le tue emozioni. Vogliamo che il tuo piano sia realistico e basato su dati di realtà, non su opinioni o intuizioni benintenzionate. È utile che tu scriva i tuoi pensieri così che leggendo questo libro tu possa rivedere, modificare e migliorare il tuo programma. Domande Tabella 1 Esercizio 1 1. Perché intendo sostenere questo esame? 2. Quali tecniche di studio utilizzerò per prepararmi a questo esame? 17

13 3. Quali libri, software, ausili, ecc. utilizzerò per prepararmi? 4. Quanto tempo, complessivamente, studierò per questo esame? Quanto studierò ogni giorno? 5. Quando inizierò studiare per questo esame? 6. Cosa posso fare il giorno dell esame per migliorare il mio punteggio? 7. Man mano che l esame si avvicina, come farò a sapere che mi sto preparando? Rispondi alle sette domande. Nei capitoli seguenti, presenteremo cosa dice la letteratura e cosa ci ha insegnato l esperienza rispetto alla preparazione e al sostenimento degli esami. Forniremo suggerimenti e raccomandazioni da considerare mentre conosci meglio gli esami e come prepararsi ad essi. Le tue sette risposte creano la tua prima bozza di un programma di studio (V1 = versione 1). Ci auguriamo che, prima che tu arrivi alla fine di questo libro, le tue risposte cambieranno alcune volte. Arrivato al termine di questo volume, il tuo esercizio finale sarà la creazione del tuo piano di studio definitivo. Esercizio 2: Come mi preparo agli esami? I punteggi degli esami possono essere suddivisi in tre semplici categorie: molto bassi, nella media, molto alti. Sebbene non si tratti 18

14 di risultati definitivi, la ricerca nel campo della psicologia dell educazione e della cognizione ha identificato comportamenti e abilità che si riscontrano con maggiore frequenza nei soggetti che forniscono ottime prestazioni, quelli che ottengono i punteggi più elevati ai test. Quante di queste caratteristiche possiedi? Quali di questi comportamenti assumi con maggiore frequenza? La tabella 2 elenca alcuni comuni insiemi di comportamenti/ abilità di studio. Ciascuna affermazione va valutata in base alla seguente scala: quasi sempre, a volte, quasi mai. Per ciascuna, scegli il tuo comportamento tipico: non rispondere sulla base di quello che sai o di quello che generalmente vorresti fare. Rispondi a ciascuna domanda sulla base di quello che realmente fai. Sii brutalmente sincero. Solo tu vedrai le tue risposte. Tabella 2 Esercizio 2 (prima parte) Comportamenti/abilità di studio Quasi sempre A volte Quasi mai 1. Studio fino all ultimo momento possibile prima dell inizio dell esame. 2. Evidenzio i contenuti importanti del libro in modo da poterli trovare dopo. 3. Mentre studio spesso scrivo o rispondo a Studio parecchie ore solo poco prima dell esame. 5. Il mio scopo è di studiare il meno possibile senza abbassare il mio punteggio. 6. Quando studio spesso scrivo i miei schemi e tabelle. 7. Quando studio mi concentro sulle cose da fare per evitare l insuccesso. 8. Studio i contenuti finché non so ripeterli a memoria. 9. Inizio a studiare molto prima dell esame. 10. Studio tenendo accesa la musica in sottofondo. 11. Come principale ausilio nello studio utilizzo brevi appunti. 19

15 Comportamenti/abilità di studio Quasi sempre A volte Quasi mai 12. Quando studio, scrivo domande che potrebbero essermi poste all esame. 13. Per la maggior parte dei miei bisogni di studio utilizzo poche buone tecniche. 14. Spesso aggiungo note ai margini dei libri e agli appunti presi in classe. 15. La mia principale risorsa per lo studio è un manuale o una guida riepilogativa. La tabella 3 tratteggia le scelte che, secondo la letteratura e la nostra esperienza, sono «migliori» per ciascun item. I fondamenti alla base di ciascuna risposta sono discussi nei capitoli che seguono. Comportamenti/abilità di studio Tabella 3 Esercizio 2 (seconda parte) 1. Studio fino all ultimo momento possibile prima dell inizio dell esame. 2. Evidenzio i contenuti importanti del libro in modo da poterli trovare dopo. Quasi sempre A volte Quasi mai 3. Mentre studio spesso scrivo o rispondo a Studio parecchie ore solo poco prima dell esame. 5. Il mio scopo è di studiare il meno possibile senza abbassare il mio punteggio. 6. Quando studio spesso scrivo i miei schemi e tabelle. 7. Quando studio mi concentro sulle cose da fare per evitare l insuccesso. 8. Studio i contenuti finché non so ripeterli a memoria. 9. Inizio a studiare molto prima dell esame. 10. Studio tenendo accesa la musica in sottofondo. 20

16 Comportamenti/abilità di studio Quasi sempre A volte Quasi mai 11. Come principale ausilio nello studio utilizzo brevi appunti. 12. Quando studio, scrivo domande che potrebbero essermi poste all esame. 13. Per la maggior parte dei miei bisogni di studio utilizzo poche buone tecniche. 14. Spesso aggiungo note ai margini dei libri e agli appunti presi in classe. 15. La mia principale risorsa per lo studio è un manuale o una guida riepilogativa. 21

17 Capitolo primo I test a risposta multipla 1 Non esistono persone «negate per i test a risposta multipla» A nostro giudizio, chiunque abbia mai detto «Non sono bravo a sostenere test a risposta multipla» dovrebbe aver detto: «Non mi preparo bene per i test a risposta multipla». La nostra speranza è che, dopo avere letto questo libro, non avrai bisogno di dire né l una né l altra frase. Riteniamo che non esistano persone «negate» per questo genere di prove. La frase in sé dà l impressione che esista una misteriosa qualità innata (e la sua relativa mancanza) che rende qualcuno costituzionalmente incapace di sostenere un test di ammissione che preveda domande a risposta multipla. Nella nostra esperienza, abbiamo visto che spesso gli studenti la propongono come spiegazione per un basso punteggio e che lo fanno quasi come si trattasse di un dato di realtà, in modo fatalista, come se fosse così e basta, partita chiusa, non 1 La gran parte delle prove di ammissione a professioni, corsi di laurea o specializzazioni con accesso programmato consiste di quesiti a risposta multipla (che cioè richiedono di selezionare una o più risposte da una lista data): il presente volume, quindi, si concentra ampiamente sulla descrizione di questo format. Tuttavia, in Appendice il lettore troverà istruzioni e suggerimenti anche sulle domande a risposta aperta (che cioè lasciano al candidato libertà di risposta), qualora l esame preveda tale tipologia di prova. In ogni caso, si raccomanda all esaminando di verificare preventivamente, tramite la consultazione di fonti ufficiali, le modalità di strutturazione, svolgimento e valutazione della prova che andrà a sostenere. [NdR] 29

18 sono bravi nel sostenere questi test e non lo saranno mai, perché... perché... sono fatti così! Sicuramente gli esami a risposta multipla pongono difficoltà diverse rispetto ad altri tipi di prove che hai dovuto affrontare. Tuttavia, sostenerli con successo non richiede abilità fondamentali che tu non possa padroneggiare. È tutta questione di prepararsi bene e questo è qualcosa che puoi fare, con un po di guida. È probabile che in passato tu abbia già affrontato esami per qualche aspetto simili e che ne abbia parlato con altre persone. Perciò, la prima delle molte domande che ti poniamo è questa: cos è che rende questo tipo di esami diversi da tutti gli altri? Lo sai? Hai una qualche idea o ipotesi? Non andare avanti a leggere prima di avere riflettuto sulla tua risposta! Sai già cos è? Se sì, continua a leggere per vedere come la tua risposta si pone a confronto con la nostra. Se no, riflettici per qualche istante prima di andare avanti. COMMENTO CRITICO la riflessione attiva è un abilità preziosa da sviluppare. Dovresti abituarti a interrompere periodicamente la lettura e riflettere sui contenuti. Poniti delle domande e rispondi ad esse. In che modo quello che sto leggendo si collega a quello che già so? In che modo è importante? Questo è un metodo di apprendimento chiamato elaborazione ed è associato a un apprendimento più approfondito e a una migliore ritenzione in memoria nel lungo termine (per ulteriori informazioni, vedi il capitolo 7). La nostra risposta: un esame con quesiti a risposta multipla si distingue da altri tipi di prove per il suo scopo e le sue modalità. Il suo scopo ultimo è quello di valutare e mettere a confronto le attitudini e/o competenze di una popolazione eterogenea di individui (ad esempio, studenti provenienti da percorsi formativi diversi che hanno retroterra educativi differenti). Pertanto, esso deve essere: 1. rappresentativo di un certo dominio di conoscenza; 2. attendibile sul piano della forma e dei punteggi; 3. coerente in termini di condizioni di valutazione. 30

19 Capitolo terzo Le griglie di riferimento con le caratteristiche della prova Come vengono costruiti i test? Perché è importante per te saperlo? Gli abili artigiani che hanno costruito la tua casa o il tuo appartamento avevano un piano che guidava il loro lavoro: il progetto disegnato dall architetto. Il progetto contiene le specifiche tecniche e i dettagli di costruzione necessari per garantire che la struttura finale corrisponda alle aspettative del committente in termini di dimensioni, forma, estetica e integrità strutturale. Anche le persone che hanno costruito la prova che ti stai preparando a sostenere hanno lavorato sulla base di un progetto, che ha orientato il loro operato per garantire che il test creato fosse valido, affidabile ed equo. Tra le altre cose, questi piani assicurano che le domande rappresentino in maniera adeguata il dominio completo di conoscenza che l esame intende valutare. Per massimizzare l utilità dei punteggi (distinguere le prestazioni elevate da quelle scadenti), i test a risposta multipla tendono a coprire un ampio ambito di contenuti. Non sarebbe utile restringere il campo di gioco e sapere su cosa verterà l esame? Una griglia di riferimento con le caratteristiche della prova è uno schema attentamente ponderato che delinea i contenuti e le abilità che essa valuta (Coderre, Woloschuk e McLaughlin, 2009). Conoscere e saper interpretare queste griglie ti permetterà di utilizzarle a tuo pieno vantaggio, rendendo il tuo studio più focalizzato, efficiente ed efficace. La griglia di riferimento con le caratteristiche della prova è una risorsa preziosa per lo studio ma spesso trascurata, 51

20 perché molti studenti non ne hanno mai sentito parlare o non si prendono il tempo di cercarla o esaminarla. Come indica il nome, questa griglia fornisce le specifiche tecniche di un esame definendo il dominio di conoscenza o i contenuti che l esaminando deve padroneggiare, oltre alle proporzioni dell esame dedicate a ciascun argomento e abilità. In un esempio estremamente semplice di griglia di riferimento (si veda la tabella 3.1), le colonne indicano i contenuti (argomenti o concetti) e le righe indicano le abilità oggetto di valutazione. Nelle celle sono indicate le percentuali di domande poste all esame. Tabella 3.1 Esempio di griglia di riferimento con le caratteristiche di un esame per operatori sanitari Disturbi del cuore Disturbi dei polmoni Disturbi dello stomaco Disturbi dei reni Totale abilità Diagnosi 20% 12% 6% 4% 42% Interpretazione dati laboratorio 15% 10% 4% 2% 31% Terapia 12% 9% 4% 2% 27% Totale contenuti 47% 31% 14% 8% 100% La maggior parte delle istituzioni che sviluppano esami di ammissione pubblica le proprie griglie perché gli studenti possano consultarle. Di nuovo, dovresti trovare queste griglie sul sito o negli opuscoli dell ente che ha indetto l esame che andrai a sostenere. La segreteria degli studenti o il centro risorse del tuo istituto scolastico potrebbe fornirti queste informazioni o orientarti verso le fonti appropriate. Dato che le griglie vengono rivedute periodicamente, verifica di avere l ultima versione. Prenderti il tempo di trovare, esaminare e riflettere sulle informazioni date in queste griglie è molto importante per definire il tuo programma di studio iniziale. Le griglie con le caratteristiche delle prove possono aiutarti a: 52

21 identificare le aree chiave sulle quali concentrarti così da usare il tuo tempo con maggiore efficienza; evitare di perdere tempo sugli ambiti che non sono considerati nell esame o di investire troppo tempo nelle aree alle quali è riservato poco spazio; evitare l errore costoso di trascurare aree importanti da studiare; ridurre la probabilità che tu abbia sorprese il giorno dell esame. 53

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Chimica Suggerimenti per lo studio

Chimica Suggerimenti per lo studio Chimica Suggerimenti per lo studio Dr. Rebecca R. Conry Traduzione dall inglese di Albert Ruggi Metodo di studio consigliato per la buona riuscita degli studi in Chimica 1 Una delle cose che rende duro

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire

Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire 12 Notizie generali sul Resilience Process Questionnaire Il modello teorico di riferimento Oltre ai modelli descritti da Fergus e Zimmerman (2005) esiste un quarto approccio che, partendo dall approccio

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento!

GLI OGRIN. Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! GLI OGRIN Il sistema di Punti scambiabili nei servizi ANKAMA Eh, sì, lo sappiamo: gli Ogrin sono semplici, ma ci vuole un po di tempo per spiegare il loro funzionamento! Si tratta, in primo luogo, di un

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 Quando si hanno scale nominali o ordinali, non è possibile calcolare il t, poiché non abbiamo medie, ma solo frequenze. In questi casi, per verificare se un evento

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE. Docente: S. De Stasio PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO E DELL EDUCAZIONE SVILUPPO MORALE E SESSUALE Docente: S. De Stasio Diverse dimensioni delle norme morali L acquisizione di una norma morale è un processo che contiene diverse

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO

STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO STILI DI APPRENDIMENTO NEI DSA PROPOSTE OPERATIVE PER UN BUON METODO DI STUDIO E DI INSEGNAMENTO FONTE: MARIANI L. 2000. PORTFOLIO. STRUMENTI PER DOCUMENTARE E VALUTARE COSA SI IMPARA E COME SI IMPARA.ZANICHELLI,

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE Se sei una persona depressa le informazioni che verranno di seguito fornite ti aiuteranno a capire meglio la tua depressione e ad iniziare a fare qualcosa per affrontarla.

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri.

[moduli operativi di formazione] Ascolto attivo. Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. [moduli operativi di formazione] Ascolto attivo Tecniche e suggerimenti per migliorare la propria comunicazione con gli altri. ASCOLTO ATTIVO Ogni giorno, passiamo il 49% del nostro tempo ascoltando. Ascoltiamo

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

darioianes.itit 2005 Dario Ianes - www.darioianes.it

darioianes.itit 2005 Dario Ianes - www.darioianes.it Lavoro di rete e equipe educativa Nuove alleanze per il Piano Educativo Individualizzato e il Progetto di Vita Dario Ianes Centro Studi Erickson, Trento Università di Bolzano www.darioianes darioianes.itit

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti

Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo. Rapporto dal Questionari Studenti Rapporto dal Questionari Studenti SCUOLA xxxxxxxxx Anno Scolastico 2014/15 Le Aree Indagate Il questionario studenti ha lo scopo di indagare alcuni aspetti considerati rilevanti per assicurare il benessere

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CURSOS AVE CON TUTOR

CURSOS AVE CON TUTOR CURSOS AVE CON TUTOR DOMANDE PIÙ FREQUENTI (FAQ) A che ora ed in quali giorni sono fissate le lezioni? Dal momento in cui riceverai le password di accesso al corso sei libero di entrare quando (24/24)

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli

Uno per tutti, tutti per uno.

Uno per tutti, tutti per uno. Uno per tutti, tutti per uno. Bologna, 09/02/2015 Dainese Roberto Educare attraverso il Cooperative Learning: stile attributivo e competenze metacognitive Chiara Trubini Marina Pinelli Psicologia - Università

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2)

I n d i c e. 163 Appendice B Questionari su utilità e uso delle Strategie di Studio (QS1 e QS2) I n d i c e 9 Introduzione 11 CAP. 1 I test di intelligenza potenziale 17 CAP. 2 La misura dell intelligenza potenziale nella scuola dell infanzia 31 CAP. 3 La misura dell intelligenza potenziale nella

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

Compiti di prestazione e prove di competenza

Compiti di prestazione e prove di competenza SPF www.successoformativo.it Compiti di prestazione e prove di competenza Maurizio Gentile www.successoformativo.it www.iprase.tn.it www.erickson.it Definizione 2 I compiti di prestazione possono essere

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Sommario Introduzione 1 Assistenza. 2 Accedi ai servizi on line. 2 Accesso all area riservata. 3 Domanda

Dettagli

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento

Ri...valutando: azione e ricerca per il miglioramento Il team di ricerca Mario Ambel (Responsabile) Anna Curci Emiliano Grimaldi Annamaria Palmieri 1. Progetto finalizzato alla elaborazione e validazione di un modellostandard - adattabile con opportune attenzioni

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli:

Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: 2. IL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2.1. Gli attori del processo di valutazione Nel processo di valutazione dei dirigenti sono principalmente coinvolti i seguenti ruoli: Direttore dell Agenzia delle Entrate.

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management

di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management GESTIRE CON SUCCESSO UNA TRATTATIVA COMMERCIALE di Sara Baroni Marketing e Vendite >> Marketing e Management OTTENERE FIDUCIA: I SEI LIVELLI DI RESISTENZA Che cosa comprano i clienti? Un prodotto? Un servizio?

Dettagli

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione

FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE. Progetto di formazione FACILITARE APPRENDIMENTI SIGNIFICATIVI, MOTIVARE E COINVOLGERE GLI STUDENTI DELLA SCUOLA SUPERIORE Progetto di formazione Questo progetto si articola in due diversi interventi: - un corso/laboratorio per

Dettagli