Quesiti a Scelta Multipla

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quesiti a Scelta Multipla"

Transcript

1 Quesiti a Scelta Multipla I Quesiti a Scelta Multipla (QSM), conosciuti per la valutazione del merito e delle capacità in ambito civile e militare, a partire dal 1915 vennero utilizzati ufficialmente nelle prove di concorso universitario negli Stati Uniti. Proprio in questo paese, all'inizio degli anni Ottanta, numerosi istituti pubblici e privati iniziarono a organizzare corsi di addestramento alla soluzione di QSM, impiegati nelle più svariate occasioni di selezione. Ne scaturì un ampio dibattito, che vide contrapporsi due orientamenti. Il primo finalizzava l'addestramento unicamente all'acquisizione degli automatismi mentali indispensabili per ottenere una buona prestazione a questo tipo di test, senza escludere il suggerimento di «trucchi» che avrebbero potuto facilitare l'assolvimento dei compiti. Il secondo interpretava invece l'addestramento come un'occasione per il candidato di riflettere sulla propria conoscenza delle materie oggetto dei quesiti, nonché sulle proprie capacità di attenzione, concentrazione, ragionamento logico e così via. In questo caso, l'addestramento comprendeva anche la possibilità di ripassare talune nozioni chiave delle diverse materie e di migliorare attraverso opportuni esercizi le abilità che fossero risultate carenti. Negli anni successivi ha finito per imporsi il secondo orientamento, che è risultato senz'altro più efficace. A quest'ultimo si richiama per lo più l'applicazione dei QSM in Europa e a esso si riferiscono anche le norme CEE che hanno sancito la definitiva affermazione di questo strumento docimologico, non solo nelle università ma anche nel mondo del lavoro. I test utilizzati per l'ammissione alle facoltà universitarie si propongono dunque solitamente di misurare non tanto il livello delle conoscenze precedentemente acquisite, quanto le specifiche attitudini dei soggetti per un particolare indirizzo di studi. Tali test sono generalmente composti da una sezione verbale, che misura la comprensione linguistica e concettuale, e da una sezione matematica, che verifica la capacità di risolvere problemi che richiedano il ragionamento logico-matematico e una conoscenza di base dell'algebra e della geometria. Il test, dunque, sebbene prenda in esame quanto appreso nel corso dell'istruzione, soprattutto, secondaria, tenta di evitare di porre quesiti che dipendano dalla conoscenza di argomenti specifici, per mettere invece l'accento sulla capacità di utilizzare abilità acquisite per risolvere problemi nuovi. Una certa familiarità con i test è fondamentale: chi ha già avuto esperienze di test, e sa quindi cosa aspettarsi, è più sicuro di sé rispetto a chi non ne ha avute. Per esempio, si può essere avvantaggiati dalla familiarità con le schede di risposta e con il modo corretto di compilarle, dalla capacità di esaminare attentamente tutte le risposte di un test a scelta multipla anziché scegliere la prima soluzione che sembra corretta, dal sapere di non dovere perdere troppo tempo per le domande che non si riescono a risolvere, dal capire se e quando vale la pena di rischiare una risposta casuale (se non

2 vi sono penalizzazioni per le risposte errate, vale la pena di tentare comunque a caso; se la risposta errata comporta una penalizzazione è più opportuno cercare di ridurre le alternative eliminando le risposte che sembrano più improbabili). Modalità di svolgimento della prova di ammissione La prova consiste nel rispondere a un numero variabile di quesiti a seconda del tipo esame di ammissione, generalmente compresi tra i 60 e i 120 quesiti. La durata totale della prova varia anch'essa a seconda del tipo d'esame di ammissione; in genere il tempo assegnato è compreso tra un minimo di 60 minuti a un massimo di 120 minuti (100 minuti). Le prove richiedono attenzione: è quindi essenziale concentrarsi sul lavoro. Va tenuto presente che le difficoltà che saranno incontrate saranno condivise anche dagli altri candidati. Per ciascun quesito il testo propone generalmente fino a 5 risposte (contraddistinte dalle lettere a, b, c, d, e), una sola delle quali è esatta. Se necessario, possono essere utilizzati gli spazi disponibili nel fascicolo del testo per ogni tipo di minuta, sempre che la Commissione lo consenta. Bisogna cercare di rispondere a ogni quesito o problema, tenendo però presente che le risposte errate a volte comportano una penalizzazione. Questa penalizzazione è tale da neutralizzare, mediamente, l'effetto di risposte date a caso e quindi fortuitamente anche esatte. A ciascun quesito presentato nel testo corrisponde, nella scheda per le risposte, una riga che reca lo stesso numero d'ordine del quesito. Perciò la risposta al quesito n. 1 dovrà essere registrata sulla riga n. 1 della scheda per le risposte, la risposta n. 2 sulla riga n. 2, e così via, ponendo attenzione a usare esclusivamente la penna a sfera che è stata consegnata. La registrazione deve avvenire riempiendo completamente, ma senza sbavature, il cerchietto corrispondente alla risposta ritenuta esatta. Ogni altro segno che non sia il riempimento di un unico cerchietto comporta la mancata registrazione della risposta da parte del lettore automatico delle schede. È quasi sempre possibile effettuare correzioni/annullamenti, ma resta comunque consigliabile limitare al minimo le rettifiche, poiché espongono al rischio che la lettura ottica non vada a buon fine (vedi esempi). Si consiglia, pertanto, di compilare le soluzioni solo quando si è ben certi di non voler più modificare la risposta. Al segnale di fine prova, va interrotta l'esecuzione del compito, inserita la scheda con i dati anagrafici nella busta piccola; questa andrà sigillata e inserita insieme alla scheda per le risposte nella busta grande. è infine necessario sigillare anche quest'ultima.

3 Gestione del tempo Uno dei fattori rilevanti per la buona riuscita di un concorso di ammissione è il tempo, ossia la durata totale della prova. Per i test di Medicina si ha a disposizione 1 ora e 40 minuti di tempo totale. E' perciò fondamentale gestire al meglio il tempo, in modo da affrontare la prova al meglio. E' innanzitutto necessario evitare di dedicare eccessivi sforzi e tempo per risolvere un quesito particolarmente complesso. In caso di difficoltà di soluzione dì un problema, è bene non attardarsi e procedere oltre. Perciò, risulta conveniente rispondere a due esercizi semplici piuttosto che dedicarsi troppo tempo a uno complesso, dato che ogni quesito fa acquisire lo stesso punteggio. Calcolando che per ogni quesito si ha a disposizione un minuto e mezzo, conviene che il candidato gestisca razionalmente, e con il giusto criterio, il tempo totale per affrontare con successo la prova, evitando di dedicare ai singoli quesiti un tempo di gran lunga superiore a quello medio (non superare il tempo medio più del 20%). Il candidato si ricordi che l'obiettivo principale è quello di rispondere correttamente al maggior numero possibile di esercizi. In vista di ciò, è senz'altro conveniente fare prima il maggior numero di esercizi che il candidato ritiene di saper fare meglio, in modo da impiegare meno tempo, e poi, in seconda fase, di dedicarsi ai quesiti più complessi e che richiedono un tempo maggiore. La durata della prova per lo svolgimento del compito assegnato è di 100 minuti. Il tempo è uno dei principali fattori critici nello svolgimento delle prove di selezione e quindi è fondamentale impiegarlo razionalmente, anche perché quasi sempre lo si vive limitato e insufficiente. Per avere successo nella prova occorre progettare il tempo assegnato, in modo da rispondere alla totalità dei quesiti senza soffermarsi troppo su alcuni test a scapito di altri, o peggio ancora, farsi prendere dall affanno per non avere gestito correttamente la propria performance. La gestione del tempo è un abilità che si acquisisce e si affina allenandosi al rispetto dei tempi e al controllo dell ansia, che vanno perseguiti prima della prova di selezione. Poiché il grado di difficoltà delle domande non è uniforme e sono necessari tempi accessori per la compilazione del modulo delle risposte, per la scheda anagrafica e

4 per il controllo finale, il tempo reale a disposizione è molto più limitato e non equamente distribuito. Per gestire efficacemente il tempo bisogna suddividere la durata della prova in fasi: Primo Secondo Terzo Ascoltare con attenzione le indicazioni fornite dalla commissione e leggere attentamente le indicazioni fornite. Risolvere prima i quiz più facili e immediati utilizzando il minor tempo possibile. Evidenziare contemporaneamente, con segni di riconoscimento, i quesiti che necessitano di un maggior tempo di soluzione; sarà così possibile rintracciarli velocemente in un secondo momento. Calcolare rapidamente il tempo rimasto e il numero di test ancora in sospeso per valutare quanto si ha ancora a disposizione per i quesiti irrisolti. Rispondere ai quiz difficili e lunghi evitando comunque di perdere troppo tempo su un singolo item. Alla fine di questa ulteriore tornata si può decidere, per i quesiti rimasti, di tentare o meno una risposta, tenuto conto delle probabilità di riuscita di cui si è già discusso. Quarto Quest ultima fase serve per compilare la scheda delle risposte, gli altri moduli e se è rimasto tempo per una eventuale verifica finale del lavoro. Attenzione comunque alla correzione delle risposte nel momento finale poiché si è constatato che difficilmente producono un risultato migliore nelle prove.

5 I quesiti a cui non so rispondere: mi butto a caso? Spesso, durante la prova del concorso, il candidato si trova a dover scegliere se rispondere a caso oppure lasciare in bianco un tale quesito. La risposta più giusta per un quesito a cui non si sa rispondere è che risulta sempre conveniente rispondere casualmente ogni volta che il numero di alternative tra cui si è indecisi è pari o inferiore al reciproco del punteggio negativo attribuito alle risposte errate. Come ben si sa, la valutazione avviene mediante l'attribuzione di un punteggio positivo per le risposte corrette, un punteggio negativo per le risposte errate, un punteggio nullo per i quesiti omessi. Secondo il decreto ministeriale, ciascun quesito si compone di cinque alternative (appunto quesito a scelta multipla, SM) con il seguente punteggio: - risposta esatta: +1,5; - risposta errata: -0,4; - risposta omessa: 0 Indicazioni varie - Studiare tutti gli argomenti assimilandoli, non imparandoli a memoria, utilizzando sintesi, schemi, tabelle per ogni materia. Individuare i concetti chiave degli argomenti d'esame. Può sempre capitare qualcosa che sul libro non c'era e alla quale non sapete rispondere. Elaborare un proprio piano di studio. - Non farsi condizionare dai racconti di chi, negli anni scorsi, non è riuscito a superare lo stesso esame - Concentrarsi esclusivamente sul proprio test. - Essere lucidi al test; evitare l'imbarazzante fenomeno del blocco mentale, saper gestire le emozioni. - Durante la prova, cercare di respirare correttamente. - Non preoccuparsi della scarsità di tempo concesso. - Leggere lentamente e sempre la domanda nella sua interezza, cercando di capirne il significato, visto che basta confondere un non per sbagliare un intera risposta. Questo vale soprattutto per la comprensione del testo.

6 - Leggere moltissimo giornali e riviste - La cultura generale è quella che viene più trascurata e spesso è la causa di molti esclusi. - Bisogna ricordare di controllare se ci sono anniversari di nascita o morte di personaggi famosi e le date degli eventi storici. - Cercare di ricordare Premi Nobel dell anno precedente, vittorie sportive ed eventi sociali e politici. - Procedere con calma e metodo alla risoluzione di ogni quesito. - Evitare gli errori relativi alla non corretta interpretazione delle istruzioni iniziali. - Comprare o scaricare i test degli scorsi anni. - Annotare il punteggio per ogni test fatto. - Per ogni test annotare quali parti di programma hanno messo più in difficoltà e studiarle. - Verificare sempre la risposta, anche se sembra scontata o banale. - Imparare a verificare le informazioni apprese con altri metodi, ad esempio altri libri o internet. Questo servirà a non imparare a memoria le nozioni insegnando a ragionare su ogni cosa in modo elastico. In questo modo se vi trovate di fronte un quiz che richiama un certo argomento che non avete studiato perfettamente, saprete ugualmente affrontarlo con il ragionamento logico. Molti quiz, anche quelli che sembrano puramente nozionistici, si possono risolvere con semplici ragionamenti. Cercate sempre quindi delle similitudini nella vita quotidiana, nelle vostre esperienze personali, o in altri argomenti che avete studiato che possano portarvi alla soluzione. - Cercate di fare sempre i calcoli più semplici: moltiplicare equivale a fare 160 x 1000 = a cui poi togliere due volte 160 (2 160= 320), quindi ! Imparate quindi a non perdere tempo a svolgere le moltiplicazioni e divisioni come si faceva alle elementari! - Se il quesito contiene una negazione, espressa nelle varie forme di non è, falso, errato, arbitrario, non conforme ecc., bisogna fare attenzione a non capire il contrario. Qualora si appuri di avere difficoltà nella risoluzione di questi item, è bene adottare una strategia personale di rinforzo, come, per esempio, evidenziare la

7 negazione, contrassegnare l item con un simbolo, ripetere mentalmente durante la soluzione la negazione ecc. - La risposta esatta, spesso, è regalata dalla stessa domanda perché contiene la chiave dell alternativa corretta o include parole che si ripetono solo nella risposta esatta; sono presenti, in altri casi, parole guida come: sempre, mai, dovunque, spesso, a volte, di solito ecc. che possono orientare la risposta. - Le alternative di risposta sono definite, e cioè cinque, e questo è di grande aiuto poiché le possibilità non sono infinite. Man mano che si scartano le alternative palesemente inadeguate o s individuano i primi indizi, generalmente le difficoltà diminuiscono fino ad arrivare, per alcuni tipi di quiz, a completare la risposta automaticamente - Se le cinque opzioni risultano tutte plausibili o molto simili, prima di scegliere la risposta corretta, si suggerisce sempre di confrontare tutte le alternative; in genere la soluzione suona come la risposta più pertinente e completa, cioè la migliore tra quelle presenti. - La soluzione di un quiz può essere immediata, per così dire a colpo d occhio e questo riguarda la maggior parte dei test. Vi sono casi, invece, in cui per arrivare alla soluzione è necessario mettere in atto processi mentali intermedi quali: calcoli, elaborazioni, operazioni logiche, ecc. Anche gli esercizi di comprensione di testi comportano, in molti casi, una durata maggiore di soluzione, soprattutto se il brano non è breve e di immediata lettura, pertanto si consiglia di affrontare questa tipologia di quiz dopo aver risolto i quesiti più semplici.

TEST DI ACCESSO, FINALIZZATI ALLA VERIFICA DEI SAPERI MINIMI

TEST DI ACCESSO, FINALIZZATI ALLA VERIFICA DEI SAPERI MINIMI TEST DI ACCESSO, FINALIZZATI ALLA VERIFICA DEI SAPERI MINIMI Numerosi Atenei prevedono la somministrazione di test d'ingresso obbligatori, a cui spesso si dà il nome di TEST DI ACCESSO. Essi hanno l'obiettivo

Dettagli

Un test per la selezione?

Un test per la selezione? Un test per la selezione? Oggettivo Rapido Efficiente Efficace Ad un buon punteggio alla prova di ammissione consegue: Votazione più alta agli esami e alla tesi Numero di esami per anno maggiore Tempo

Dettagli

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE

A CHE COSA SERVE LA PROVA DI AMMISSIONE INDICE A che cosa serve la prova di ammissione pag. I Come è strutturata la prova III Come rispondere al questionario V Indicazioni sulle principali conoscenze richieste XII Testo della prova del 4 settembre

Dettagli

GUIDA A LOGICA. Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test

GUIDA A LOGICA. Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test GUIDA A LOGICA Indicazioni preliminari per lo svolgimento della prima batteria di test L esame di Stato è certamente uno dei traguardi più significativi nella vita di uno studente e il suo superamento

Dettagli

Corso di preparazione ai Test di ammissione alle facoltà di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia e Professioni Sanitarie a.a.

Corso di preparazione ai Test di ammissione alle facoltà di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia e Professioni Sanitarie a.a. Corso di preparazione ai Test di ammissione alle facoltà di Medicina, Odontoiatria, Veterinaria, Farmacia e Professioni Sanitarie a.a. 2015/2016 1. Facoltà dell area medico-scientifica a numero chiuso:

Dettagli

iscrizione partecipazion preparazione

iscrizione partecipazion preparazione Tutti i corsi di Laurea della Facoltà di Medicina e Chirurgia sono a numero chiuso, pertanto è necessario superare un test d ingresso. I bandi per le iscrizioni al nuovo anno accademico vengono pubblicati

Dettagli

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze.

Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Come si valuta per competenze? Competenza situata. Definizione dei profili di competenza. Situazioni problema per la valutazione di competenze. Criterio 1. Competenza situata Descrizione Per valutare per

Dettagli

Bando per l ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in

Bando per l ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - Ufficio Gestione Segreterie Studenti Bando per l ammissione ai Corsi di Laurea Magistrale a ciclo unico in FARMACIA (Classe LM-13) CHIMICA E TECNOLOGIA

Dettagli

Auletta di Chimica Generale del Dipartimento di Chimica Sezione di Chimica Generale, Viale Taramelli 12, Pavia.

Auletta di Chimica Generale del Dipartimento di Chimica Sezione di Chimica Generale, Viale Taramelli 12, Pavia. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Segreterie Studenti Via S. Agostino, 1 27100 Pavia (Facoltà Umanistiche) Tel. 0382/984284-5 Via Ferrata, 1 27100 Pavia (Facoltà Scientifiche) Tel. 0382/985954-8

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CESA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato CESA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 842 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato CESA Modifica all articolo 4 della legge 2 agosto 1999, n. 264, concernente la formazione

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA SCIENTIFICA E TECNOLOGICA Testo aggiornato al 21 novembre 2005 Decreto ministeriale 9 luglio 2004 Gazzetta Ufficiale 20 luglio 2004, n. 168 Definizione delle modalità e contenuti della prova di ammissione ai corsi di laurea specialistica

Dettagli

Bando per l ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di. Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Bando per l ammissione. ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di. Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SCADENZA 07/01/2014 Bando per l ammissione ai Corsi di Formazione per il conseguimento della Specializzazione per le attività di VISTA la legge 5 febbraio 1992, n. 104; Sostegno ANNO ACCADEMICO 2013/2014

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria

Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria Servizio Nazionale di Valutazione a.s. 2014/15 Guida alla lettura Prova di Matematica Classe seconda Scuola primaria I quesiti sono distribuiti negli ambiti secondo la tabella seguente Ambito Numero di

Dettagli

VALUTAZIONE DI FEDERSPECIALIZZANDI ALLA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUL CONCORSO DI ACCESSO ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE

VALUTAZIONE DI FEDERSPECIALIZZANDI ALLA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUL CONCORSO DI ACCESSO ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE VALUTAZIONE DI FEDERSPECIALIZZANDI ALLA PROPOSTA DI MODIFICA DEL REGOLAMENTO SUL CONCORSO DI ACCESSO ALLE SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE La Confederazione Nazionale delle Associazioni dei Medici Specializzandi

Dettagli

Orientamento Universitario

Orientamento Universitario 1 Orientamento Universitario Moduli di Orientamento Simulazioni e Test per l accesso alle Facoltà a numero chiuso Corsi di Preparazione ai Test di ammissione la chiave per il numero chiuso 2 Indice Orientamento

Dettagli

Come scrivere una relazione di laboratorio completa sintetica

Come scrivere una relazione di laboratorio completa sintetica Come scrivere una relazione di laboratorio Premesso che durante l esperienza di laboratorio è necessario annotare tutto ciò che è utile per poter redigere la relazione, questa deve contenere: gli strumenti

Dettagli

La Vita è una Reazione Chimica

La Vita è una Reazione Chimica La Vita è una Reazione Chimica Acqua Oro Zucchero Il numero atomico, il numero di massa e gli isotopi numero atomico (Z) = numero di protoni nel nucleo numero di massa (A) = numero di protoni + numero

Dettagli

SEZIONE DI POTENZIAMENTO DI INGLESE Scuola secondaria di primo grado

SEZIONE DI POTENZIAMENTO DI INGLESE Scuola secondaria di primo grado SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - SCUOLA MEDIA PARITARIA Via Vittorio Emanuele II, 80-10023 Chieri (TO) Tel: 0119472185 / Fax: 0119411267 Web: http://www.salesianichieri.it mail: scuolasanluigi@salesianichieri.it

Dettagli

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE

LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE LA MOLTIPLICAZIONE IN PRIMA ELEMENTARE E bene presentarla confrontando tra loro varie tecniche: addizione ripetuta; prodotto combinatorio (schieramenti). Rispetto a quest'ultima tecnica, grande utilità

Dettagli

Definizione modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale - anno accademico 2010/2011.

Definizione modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale - anno accademico 2010/2011. Decreto Ministeriale 11 giugno 2010 Definizione modalità e contenuti delle prove di ammissione ai corsi di laurea programmati a livello nazionale - anno accademico 2010/2011. VISTA la legge 14 luglio 2008,

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

Criteri di valutazione degli alunni

Criteri di valutazione degli alunni Funzioni della valutazione Criteri di valutazione degli alunni La valutazione degli alunni risponde alle seguenti funzioni fondamentali: verificare l acquisizione degli apprendimenti programmati; adeguare

Dettagli

Test di valutazione professionale Macquarie Opuscolo di esercitazione. Ragionamento verbale, numerico, astratto, Personalità.

Test di valutazione professionale Macquarie Opuscolo di esercitazione. Ragionamento verbale, numerico, astratto, Personalità. Test di valutazione professionale Macquarie Opuscolo di esercitazione Ragionamento verbale, numerico, astratto, Personalità. A cosa servono i test di valutazione psicometrica Le aziende sempre di più inseriscono

Dettagli

Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita,

Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita, Gent.mo Dirigente scolastico, Gent.mo Responsabile dell Orientamento in Uscita, UnidTest ha sviluppato Servizi e Strumenti di Orientamento pensati per studenti, scuole, università, enti pubblici e privati.

Dettagli

FORMAZIONE UMANA GLOBALE

FORMAZIONE UMANA GLOBALE FORMAZIONE UMANA GLOBALE Effetti di un ciclo di otto sessioni di Meditazione Vigile (Mindfulness) sulla qualità di vita, la riduzione del livello di stress e il miglioramento di alcune abilità cognitive

Dettagli

FAQ. 1.1 Domande inerenti le tipologie di Corsi di Studio

FAQ. 1.1 Domande inerenti le tipologie di Corsi di Studio Note introduttive 1 FAQ! In questo capitolo sono elencate le domande che più frequentemente formulano gli studenti, in merito alla tipologia e alle modalità di iscrizione ai Corsi di Studio (1) attivati

Dettagli

Avviso di ammissione, anno accademico 2014-2015. Corsi di Laurea con prove di accertamento obbligatorie Test primaverile TOLC - Test On Line CISIA

Avviso di ammissione, anno accademico 2014-2015. Corsi di Laurea con prove di accertamento obbligatorie Test primaverile TOLC - Test On Line CISIA Scuola di Ingegneria Avviso di ammissione, anno accademico 2014-2015 Corsi di Laurea con prove di accertamento obbligatorie Test primaverile TOLC - Test On Line CISIA Premessa Dallo scorso anno accademico,

Dettagli

Ufficio Stampa. Specializzazioni mediche, pubblicato in Gazzetta Ufficiale II decreto per il concorso nazionale

Ufficio Stampa. Specializzazioni mediche, pubblicato in Gazzetta Ufficiale II decreto per il concorso nazionale Comunicato Stampa del 24 luglio 2014 - Miur Page 1 of1 Cerca Home» Ministero» II Ministra» Comunicati Stampa» 2014» 240714bis MÌnÌSterO Istmzione Università Ricerca Ufficio Stampa Roma, 24 luglio 2014

Dettagli

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna

Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15. Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Analisi del Nuovo modello per la certificazione delle competenze. Anno scolastico 2014-15 Istituto comprensivo di Monte San Pietro - Bologna Scuola primaria e Scuola secondaria di primo grado Maria Cassani

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 382; VISTA la legge 19 novembre 1990, n. 341; VISTA la legge 24 dicembre 1993, n. 537 recante «Interventi correttivi di finanza pubblica»

Dettagli

Introduzione. Perché un altro libro sui quiz di logica?

Introduzione. Perché un altro libro sui quiz di logica? Introduzione Per gran parte dei concorsi pubblici, dall'accesso al'università alla selezione per posti lavorativi i quiz di logica solo parte importante dei quesiti selettivi. Non richiedono una preparazione

Dettagli

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010 FORMEZ - Centro di Formazione e Studi Banca dati Consiglio di Stato 0 Area logico-matematica N domande: 00 RAGIONAMENTO NUMERICO I quesiti sono composti da numeri posti in serie. Di ogni serie è stato

Dettagli

SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini. di Riccarda Viglino

SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini. di Riccarda Viglino SCENARI PER LA VALUTAZIONE AUTENTICA: costruire rubriche con i bambini di Riccarda Viglino L'insegnamento, secondo Bruner, dovrebbe avere l'obiettivo di condurre lo studente a scoprire ed imparare per

Dettagli

DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE

DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE DESTINAZIONE ALLE SCUOLE ITALIANE ALL ESTERO: il 18 OTTOBRE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO PER LE SELEZIONI LINGUISTICHE Sulla G.U. del 18 ottobre con la pubblicazione del decreto MAE/MIUR per l indizione

Dettagli

Test Medicina 2013: le domande e le simulazioni online per superare la prova d'ingresso

Test Medicina 2013: le domande e le simulazioni online per superare la prova d'ingresso 1 / 5 Il magazine di salute di BLOGO ALIMENTAZIONE MALATTIE RIMEDI NATURALI FITNESS PSICOLOGIA TEST MEDICINA 2013 VIDEO Homepage > Test Medicina 2013 Test Medicina 2013: le domande e le simulazioni online

Dettagli

Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo

Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo Incontri di presentazione sulle modalità di accesso ai corsi di studio di I ciclo La Scuola di Farmacia, Biotecnologie e Scienze motorie, nell'ambito delle scienze della vita, offre agli studenti competenze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Guida al Test On Line CISIA per la verifica delle conoscenze iniziali per l accesso ai Corsi di studio triennali di Ingegneria (TOLC-I) ANNO ACCADEMICO 2015/2016 (Decreto

Dettagli

Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado

Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado Descrittori di competenze per Francese e Inglese nella scuola secondaria di I grado Milano, 7 Marzo 2006 Lorena Parretti Testo base per le lingue straniere del Consiglio d Europa Quadro Comune Europeo

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

Acquistandoli entrambi risparmi il 25% (clicca qui)

Acquistandoli entrambi risparmi il 25% (clicca qui) Prenditi un istante per conoscere i nostri ebook: chiari, rigorosi, economici, studiati con cura per migliorare le tue abilità e superare ogni prova d'ammissione: Logica, guida completa per università

Dettagli

Modalità e contenuti prove di ammissione corsi di laurea ad accesso programmato a livello nazionale a.a. 2011/2012

Modalità e contenuti prove di ammissione corsi di laurea ad accesso programmato a livello nazionale a.a. 2011/2012 Decreto Ministeriale 15 giugno 2011 Modalità e contenuti prove di ammissione corsi di laurea ad accesso programmato a livello nazionale a.a. 2011/2012 VISTA la legge 14 luglio 2008, n. 121 "Conversione

Dettagli

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA DECRETO 15 luglio 2014 Modalita' e contenuti della prova di ammissione ai corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie, per l'anno

Dettagli

Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici

Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici Gli studenti che intendono iscriversi, per l A.A. 2014/2015, ai Corsi

Dettagli

Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici

Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici Avviso per l accesso ai Corsi di Laurea in Economia e Gestione Aziendale Economia e Finanza Economia e Gestione dei Servizi Turistici Gli studenti che intendono iscriversi, per l A.A. 2015/2016, ai Corsi

Dettagli

IL TEST DI INGRESSO AI CORSI DI STUDIO TRIENNALI DI PSICOLOGIA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E PSICOLOGIA

IL TEST DI INGRESSO AI CORSI DI STUDIO TRIENNALI DI PSICOLOGIA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E PSICOLOGIA IL TEST DI INGRESSO AI CORSI DI STUDIO TRIENNALI DI PSICOLOGIA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E PSICOLOGIA l accesso L ammissione alle lauree triennali prevede il superamento di una prova di accesso La prova

Dettagli

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che

Dopo la formazione i mentori saranno consapevoli che Modulo 2 Le tecniche del mentor/tutor 2.5. Perché e in che modo le competenze pedagogiche sono importanti per i mentori che lavorano nella formazione professionale (VET) Tempistica Tempo totale 2 ore:

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area didattica e studenti Servizio offerta formativa e segreterie studenti Settore offerta formativa A. A.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area didattica e studenti Servizio offerta formativa e segreterie studenti Settore offerta formativa A. A. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA Area didattica e studenti Servizio offerta formativa e segreterie studenti Settore offerta formativa A. A. 2015/2016 D.R. n. 5555 Bando di ammissione al corso di laurea

Dettagli

TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE

TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE TEST DELL'ABILITA' PRATICA DEL RAGIONAMENTO GLOBALE COPYRIGHT 2008 PROCTER & GAMBLE CINCINNATI, OH 45202 U.S.A. AVVERTENZA: Tutti i diritti riservati. Questo opuscolo non può essere riprodotto in alcun

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER IL CONSEGUIMENTO DELL ATTESTATO DI IDONEITÀ PROFESSIONALE PER IL TRASPORTO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE SU STRADA DI MERCI O DI VIAGGIATORI (D. Lgs. n. 395/2000 e successive

Dettagli

FACOLTÀ DI INGEGNERIA

FACOLTÀ DI INGEGNERIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Bando per l ammissione al Corso di Laurea Specialistica in INGEGNERIA EDILE/ARCHITETTURA Anno Accademico 2005/2006 INDICE PREMESSA... 3 1 SEZIONE... 4 AMMISSIONE DEGLI STUDENTI ITALIANI,

Dettagli

CENTRO RESIDENZIALE IL RETTORE

CENTRO RESIDENZIALE IL RETTORE Università della Calabria - Amministrazione Centrale D.R. n.301 del 26/02/2015 CENTRO RESIDENZIALE IL RETTORE VISTA VISTA VISTA VISTE VISTE VISTA il decreto del 01 aprile 2014 n. 608 con il quale è stato

Dettagli

Aritmetica: operazioni ed espressioni

Aritmetica: operazioni ed espressioni / A SCUOLA DI MATEMATICA Lezioni di matematica a cura di Eugenio Amitrano Argomento n. : operazioni ed espressioni Ricostruzione di un abaco dell epoca romana - Museo RGZ di Magonza (Germania) Libero da

Dettagli

Corsi di studio di Scienze MM. FF. NN. Finalità della prova è la verifica, a scopo orientativo, delle conoscenze e competenze di base necessarie per

Corsi di studio di Scienze MM. FF. NN. Finalità della prova è la verifica, a scopo orientativo, delle conoscenze e competenze di base necessarie per Corsi di studio di Scienze MM. FF. NN. Finalità della prova è la verifica, a scopo orientativo, delle conoscenze e competenze di base necessarie per la frequenza con profitto dei corsi di studio scientifici.

Dettagli

Test Medicina 2013: le domande, la simulazione online, il bonus maturità

Test Medicina 2013: le domande, la simulazione online, il bonus maturità 1 / 6 Il magazine di salute di BLOGO NEWS ALIMENTAZIONE MALATTIE RIMEDI NATURALI FITNESS PSICOLOGIA TEST MEDICINA 2013 VIDEO Homepage > Test Medicina 2013 Test Medicina 2013: le domande, la simulazione

Dettagli

Introduzione. è uguale a 0, spostamento di dati da una parte della memoria del calcolatore ad un altra.

Introduzione. è uguale a 0, spostamento di dati da una parte della memoria del calcolatore ad un altra. Appunti di Calcolatori Elettronici Modello di macchina multilivello Introduzione... 1 Linguaggi, livelli e macchine virtuali... 3 La struttura a livelli delle macchine odierne... 4 Evoluzione delle macchine

Dettagli

Decreto Ministeriale 3 luglio 2015 n. 463. Modalità di svolgimento dei test per i corsi di laurea a ciclo unico ad accesso programmato a.a.

Decreto Ministeriale 3 luglio 2015 n. 463. Modalità di svolgimento dei test per i corsi di laurea a ciclo unico ad accesso programmato a.a. Decreto Ministeriale 3 luglio 2015 n. 463 Modalità di svolgimento dei test per i corsi di laurea a ciclo unico ad accesso programmato a.a. 15/16 La prova di ammissione in MEDICINA consiste nella soluzione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI SCIENZE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI SCIENZE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI FACOLTÁ DI SCIENZE MODALITÁ DI ACCESSO AI CORSI DI LAUREA AD ACCESSO LIBERO IN: CHIMICA FISICA MATEMATICA - SCIENZE GEOLOGICHE A.A. 2015/2016 STRUTTURA DELLA PROVA DI

Dettagli

Un'indagine conoscitiva

Un'indagine conoscitiva Un'indagine conoscitiva Annalisa Santini* - Marcello Pedone** 1. Premessa Il confronto con gli altri paesi dell area Europea e mondiale ci ha portato a riconoscere il valore universale della cultura matematica

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione di lingua inglese. I medie

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione di lingua inglese. I medie I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione di lingua inglese a.s. 2015/2016 L insegnamento della lingua inglese avrà come obiettivo principale l acquisizione delle funzioni comunicative

Dettagli

Indice. Guida all utilizzo del sito

Indice. Guida all utilizzo del sito Autori Presentazione alla I edizione Presentazione alla II edizione Presentazione alla III edizione Guida all utilizzo del sito VII XI XIII XV XVII PARTE PRIMA Formazione e selezione delle professioni

Dettagli

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione

Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo. Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione S.I.S.S.I.S. - Indirizzo 2 Laboratorio di Didattica dell Analisi Prof. F. Spagnolo Il problema dell inversione: dal grafico all espressione analitica di una funzione Erasmo Modica erasmo@galois.it Giovanna

Dettagli

FRANCESE CLASSE PRIMA

FRANCESE CLASSE PRIMA CLASSE PRIMA L allievo/a comprende semplici espressioni e frasi di uso quotidiano e identifica il tema generale di un discorso in cui si parla di argomenti conosciuti, se il messaggio è pronunciato chiaramente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA

PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA PROGRAMMAZIONE COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA COMPETENZA 1 IMPARARE AD IMPARARE Abilità/ Capacità Organizzare il proprio lavoro autonomamente - Rispettare le consegne - Mettere in atto strategie appropriate

Dettagli

ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI

ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ONEDA OSSERVATORIO NAZIONALE SULL EDUCAZIONE DEGLI ADULTI Le competenze alfabetiche funzionali dei ragazzi che a 18 anni si trovano nel sistema

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI

PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI Approvato con determinazione dirigenziale n. 1162 del 27 giugno 2012 PROVINCIA DI BRINDISI UFFICIO TRASPORTI D.Lgs. 395/2000 REGOLAMENTO CE N. 1071/2009 - BANDO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

BANDO DI AMMISSIONE ai TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (T.F.A.) (istituti ai sensi del DM del 10 settembre 2010, n. 249)

BANDO DI AMMISSIONE ai TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (T.F.A.) (istituti ai sensi del DM del 10 settembre 2010, n. 249) RIPARTIZIONE POST LAUREA UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO BANDO DI AMMISSIONE ai TIROCINI FORMATIVI ATTIVI (T.F.A.) (istituti ai sensi del DM del 10 settembre 2010, n. 249) ANNO ACCADEMICO 2011/12

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L AMMISSIONE AL CORSO TRIENNALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE DELLA REGIONE CAMPANIA ANNI

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L AMMISSIONE AL CORSO TRIENNALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE DELLA REGIONE CAMPANIA ANNI BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L AMMISSIONE AL CORSO TRIENNALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE DELLA REGIONE CAMPANIA ANNI 2013-2016. Art. 1. (Contingente) 1. E indetto pubblico

Dettagli

Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI.

Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI. Agli Studenti Unione degli Universitari UDU Oggetto: risposta al comunicato stampa della campagna UDU denominata #CHIUSIFUORI. Gentili Studenti di UDU, come sapete, abbiamo iniziato già da qualche tempo

Dettagli

FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI

FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI Formazione FREQUENZA DEGLI STUDENTI DEL QUINTO E SESTO ANNO DELLA FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITÀ DI GENOVA PRESSO GLI STUDI DEI MMG: IMPRESSIONI E COMMENTI ANDREA STIMAMIGLIO, RICCARDO

Dettagli

Ascolta e comprende testi orali "diretti" o "trasmessi" dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

Ascolta e comprende testi orali diretti o trasmessi dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo. Classe seconda scuola primaria G.Giacosa Caluso Insegnanti: Actis Oreglia Luigina, Praolini Cristiana Tematiche trasversali ( didattica per competenze-competenze digitali) Progetto didattico secondo il

Dettagli

Discipline e competenze

Discipline e competenze Discipline e competenze Per assistenza è possibile contattare lo staff Pearson scrivendo al seguente indirizzo e-mail: helpdesk@pearson.it oppure chiamando il numero : 0332.802251 La didattica per competenze

Dettagli

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.

Judgment. Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement. Judgment Ogni giorno prendiamo migliaia di decisoni, dalle più banali alle più importanti. Ma quante di queste sono giuste? hoganjudgement.com 2014 Hogan Assessment Systems PERSONALITÀ E DECISIONI I problemi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA Decreto Rettorale Repertorio n.2252 2008 Protocollo n. 33730 IL RETTORE VISTA la Legge 264 del 2.8.1999, recante norme in materia di accessi ai corsi universitari, integrata con le modifiche di cui alla

Dettagli

Lauree Magistrali di Area Economica

Lauree Magistrali di Area Economica Esercizi commentati per la preparazione ai test di accesso alle Lauree Magistrali di Area Economica LM 16 Finanza; LM 56 Scienze dell economia; LM 76 Scienze economiche per l ambiente e la cultura; LM

Dettagli

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

CRITERI ESSENZIALI PER LE PROVE SCRITTE E PER IL COLLOQUIO ORALE PER L ESAME DI STATO CONCLUSIVO DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO IC CS V D. MILANI - DE MATERA Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado ad Indirizzo Musicale Via De Rada - 87100 Cosenza tel. 0984 71856 fax 0984-71856 - cod.mecc. CSIC8AL008

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - Bando per l ammissione al corso di laurea in CHIMICA (Classe L27) Art.1 (Disposizioni generali)

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - Bando per l ammissione al corso di laurea in CHIMICA (Classe L27) Art.1 (Disposizioni generali) UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI - AREA DIDATTICA - Bando per l ammissione al corso di laurea in CHIMICA (Classe L27) ANNO ACCADEMICO 2015/2016 (All.1 D.R. n. 1813/2015) Art.1 (Disposizioni generali)

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

Summer. School. Per ragazzi dai 6 ai 14 anni. School. Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe

Summer. School. Per ragazzi dai 6 ai 14 anni. School. Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe Summer Per ragazzi dai 6 ai 14 anni School 2014 School of Oxford Group è una divisione del Gruppo ISE International School of Europe School of PROGETTO OXFORD GROUP SUMMER SCHOOL - Scuole Statali Oxford

Dettagli

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in

Bando di ammissione. al corso di laurea magistrale a ciclo unico in. Giurisprudenza. e ai corsi di laurea in Bando di ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza e ai corsi di laurea in Interfacce e Tecnologie della comunicazione Scienze e Tecniche di Psicologia Cognitiva Servizio

Dettagli

LA MATEMATICA SERVE! Incontro con Anna Cerasoli*

LA MATEMATICA SERVE! Incontro con Anna Cerasoli* LA MATEMATICA SERVE! Incontro con Anna Cerasoli* * L incontro, presentato dalla Prof.ssa Ana MIllán Gasca, si è tenuto il 6 dicembre 2011 presso l Università Roma Tre. L incontro si colloca all'interno

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato n.1 (Prova di ammissione per i corsi di laurea e laurea magistrale cui agli articoli 2, 4, 5 e 6 ) 1. Il Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca si avvale del CINECA Consorzio

Dettagli

PROBLEM SOLVING QUANDO UN PROBLEMA E'... ... UN PROBLEMA!!! QUANTI ALUNNI CON DIFFICOLTA' NEI PROBLEMI? CHE TIPO DI DIFFICOLTA'?

PROBLEM SOLVING QUANDO UN PROBLEMA E'... ... UN PROBLEMA!!! QUANTI ALUNNI CON DIFFICOLTA' NEI PROBLEMI? CHE TIPO DI DIFFICOLTA'? QUANDO UN PROBLEMA E'...... UN PROBLEMA!!! QUANTI ALUNNI CON DIFFICOLTA' NEI PROBLEMI? CHE TIPO DI DIFFICOLTA'? UN MODELLO DELLE ABILITA' IMPLICATE COMPRENSIONE DEL TESTO RAPPRESENTAZIONE CATEGORIZZAZIONE

Dettagli

Università Politecnica delle Marche

Università Politecnica delle Marche Decreto Rettorale n. 168 del 2 marzo 2015 IL RETTORE VISTO il decreto ministeriale 3 novembre 1999, n.509, e successive modificazioni e integrazioni, concernente " Regolamento recante norme concernenti

Dettagli

Bando di ammissione. ai corsi di laurea in. Economia e Management. Amministrazione Aziendale e Diritto. Gestione Aziendale

Bando di ammissione. ai corsi di laurea in. Economia e Management. Amministrazione Aziendale e Diritto. Gestione Aziendale Bando di ammissione ai corsi di laurea in Economia e Management Amministrazione Aziendale e Diritto Gestione Aziendale ANNO ACCADEMICO 2015/2016 Allegato 3 Decreto Rettorale 86 d.d. 02.02.2015 1 Art. 1

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti

Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Progetto FEI Rete e Cittadinanza 2014-2015 Verifica e valutazione di apprendenti analfabeti Luana Cosenza, Università per Stranieri di Siena Marzo 2015 Piano di lavoro Principi della verifica e della valutazione

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

Vince il più piccolo. Contenuti

Vince il più piccolo. Contenuti Vince il più piccolo Livello scolare: 4 a classe Competenze interessate Contenuti Nuclei coinvolti Collegamenti esterni Comprendere il significato e l uso dello zero e della virgola. Comprendere il significato

Dettagli

LE PROVE INVALSI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO: DALLA PARTE DEGLI INSEGNANTI. Accademia dei Lincei 24 Ottobre 2013

LE PROVE INVALSI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO: DALLA PARTE DEGLI INSEGNANTI. Accademia dei Lincei 24 Ottobre 2013 LE PROVE INVALSI NELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO: DALLA PARTE DEGLI INSEGNANTI Accademia dei Lincei 24 Ottobre 2013 Possono essere usate per discutere di matematica? lavoro di raccolta di informazioni

Dettagli

GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE

GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE GRIGLIA PER L ATTRIBUZIONE DEL VOTO DELLA PROVA NAZIONALE Il D.P.R. n. 122 del 22/06/09 concernente la valutazione degli alunni, all art. 3 (Esame di stato conclusivo del primo ciclo dell istruzione),

Dettagli

UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO

UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO www.aiditalia.org UNA DIDATTICA PER I DSA, UNA DIDATTICA PER TUTTI GLI ALUNNI: SUGGERIMENTI PER L AMBITO MATEMATICO/SCIENTIFICO RELATORE: Chiara Barausse insegnante, psicopedagogista, formatore AID L APPRENDIMENTO

Dettagli

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI

la rilevazione degli apprendimenti INVALSI I quadri di riferimento: Matematica Il Quadro di Riferimento (QdR) per le prove di valutazione dell'invalsi di matematica presenta le idee chiave che guidano la progettazione delle prove, per quanto riguarda:

Dettagli

INCUBI DA TEST DI AMMISSIONE? AMMESSO CATALOGO 2015 TUTTI I LIBRI PER I TEST DI AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ HOEPLI TEST

INCUBI DA TEST DI AMMISSIONE? AMMESSO CATALOGO 2015 TUTTI I LIBRI PER I TEST DI AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ HOEPLI TEST INCUBI DA TEST DI AMMISSIONE? AMMESSO CATALOGO 2015 TUTTI I LIBRI PER I TEST DI AMMISSIONE ALL UNIVERSITÀ HOEPLI TEST HOEPLI TEST HOEPLI TEST: UNA GARANZIA Casa Editrice Libraria ULRICO HOEPLI S.P.A. Milano

Dettagli

Scheda informativa per gli studenti delle classi quinte: Esame di Stato

Scheda informativa per gli studenti delle classi quinte: Esame di Stato LICEO SCIENTIFICO STATALE G. PEANO MONTEROTONDO Scheda informativa per gli studenti delle classi quinte: Esame di Stato Gli studenti delle attuali quinte, come nei due anni precedenti, NON SARANNO AMMESSI

Dettagli

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione.

TECNICHE DI VENDITA. ESIGENZE GENERALI: diminuire lo sforzo impiegato nella vendita interpersonale e aumentare la propria capacità di persuasione. TECNICHE DI VENDITA Essere in grado di affrontare con successo le diverse tipologie di clienti realizzando proficue vendite dipende, soprattutto, da come viene affrontato il colloquio interpersonale con

Dettagli