Smart Bari: a Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative city for our sons

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Smart Bari: a Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative city for our sons"

Transcript

1 Corso : SMART GRIDS per la gestione efficiente delle risorse energetiche Le Smart Cities ing. Pasquale Capezzuto Energy Manager Comune di Bari Smart Bari: a Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative city for our sons Bari 30 marzo

2 Le Citta difficile g Urbanizzazione formidabile centro di consumo energetico e fonte di emissioni il 2% del territorio mondiale responsabile del 75% dei consumi e del 80% delle emissioni. Gestire l uso delle risorse nella Citta ed assicurare assistenza e qualita della vita alle fasce di popolazioni di eta crescente. Le Citta Oggi, la Terra necessita di un anno e quattro mesi per rigenerare quello che noi utilizziamo nell arco di un anno Carbon footprint Problema e soluzione soluzione del problema in quanto sede ed abilitatore di un elevato potenziale di miglioramento dell efficienza energetica 2

3 European energy policy Goals : Sicurezza degli approvigionamenti Competitivita Sostenibilita Disponibilita di energia a prezzo conveniente dell'energia. I Sistemi energetici europei si stanno adattando troppo lentamente verso l obiettivo del miglioramento efficienza energetica del 20% al 2020 e l obiettivo a lungo termine della riduzione delle emissioni de 80-95% al Strategia europea European Energy Efficiency Plan

4 Strategia europea 2050 il Consiglio europeo ha convenuto con l'obiettivo di ridurre le emissioni di gas serra, dei Paesi industrializzati, del 8095% nel 2050 rispetto alle emissioni del 1990,... (DG CLIMA, 03/2010) Higher energy efficiency in new and existing buildings is key. Nearly zero energy buildings Products and appliances will have to fulfil highest energy efficiency standards. In transport, efficient vehicles and incentives for behavioural change are required. Consumers will gain with more controllable and predictable energy bills. With smart meters and smart technologies such as home automation, consumers will get more influence on their own consumption patterns. Significant efficiency can be achieved with action on energy use related resources such as recycling, lean manufacturing and prolonging product time life. Higher share of renewable energy. Renewable heating and cooling Recasting 2002/91/CE new Buildings Directive EPB2 Entrata in vigore il 9 luglio 2010 Nuova direttiva sul rendimento energetico nell edilizia che ha abrogato la precedente Direttiva 2002/91/CE a partire dal 1 febbraio Ad oggi non recepita, deve essere recepita entro il 9/7/2012 PAEE 2011 :Strategia per l'aumento di edifici Nearly Zero Emission new high-tech building standards: - net-zero energy - self-sufficient buildings - plus-energy buildings - 8 4

5 Nuova Direttiva sull efficienza energetica Bruxelles, /0172 (COD) Proposta di DIRETTIVA DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sull'efficienza energetica e che abroga le direttive 2004/8/CE e 2006/32/CE Gli Enti pubblici dal 1 gennaio 2014 devono rinnovare almeno il 3% annuo della superficie dei loro edifici che non rispettano i requisiti minimi di efficienza fissati dalla Direttiva 2010/31/EU (art. 4) Obiettivi di efficienza vincolanti Audit energetici Informazione e formazione Misurazione e fatturazione informativa Contatori individuali di calore o contabilizzazione Teleriscaldamento e telraffrescamento Cogenerazione Certificazione energetica incentivi 9 il ruolo delle città e regioni urbane come forze trainanti dello sviluppo europeo a livello nazionale e regionale (conclusioni del meeting dei ministri EU sul tema della Urban Policy del 2004). Sviluppo Urbano come trasformazione della Citta in una Citta low carbon Attrattivita della Citta e Competitivita tra le Citta 5

6 Reti di citta europee verso la Low Carbon economy Politica bottom- up nelle Citta Think global act local Bari Citta Sostenibile Documento Preliminare Programmatico P.U.T.T. Programma di rigenerazione urbana Nuovo Regolamento Edilizio Water front S,Girolamo 18 billions Mungivacca S.Paolo inclusione sociale, occupazione infrastrutture (hard e soft) 6

7 Programmi di sviluppo urbano Bari Premio 2011 QUALITA' DELLE INFRASTRUTTURE E DEGLI SPAZI PUBBLICI programmi di riqualificazione urbana per il recupero edilizio e funzionale di ambiti urbani - P.R.I.U. Ceglie contratti di quartiere programmi di riqualificazione urbana e di sviluppo sostenibile del territorio (P.R.U.S.S.T.) programmi Urban I e II su iniziativa del fondo europeo di sviluppo regionale (F.E.S.R.) programmi integrati di riqualificazione periferie (P.I.R.P.) japigia e S.Marcello programmi di social housing IACP Mobilita Sostenibile Piano urbano Traffico 4 Park&Ride intermodali per auto /mese 15 Bike Station per automatic bikes sharing con 180 bici Piste ciclabili Zone a traffico limitato ed a sosta regolamentata, rotatorie, fluidificazione traffico. 14 7

8 Politica energetica comunale Ufficio Energia Energy Manager Piano Energetico Ambientale Comunale P.E.A.C Riqualificazione energetica Impianti edifici scolastici ed impianti di p.i. Certificazioni energetiche immobili Contabilita consumi Allegato Energetico Ambientale Regolamento Edilizio Fonti rinnovabili Mobilita I.C.T. Controllo qualita energetica Politica energetica comunale Project financing riqualificazione energetica Impianti edifici scolastici Impianti elettrici Cebtrali termiche Telecontrolo telegestione e telemisura Sistemi fotovoltaici 8

9 Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile della Citta Il S.E.A.P. e : - un documento politico - uno strumento di comunicazione e partecipazione - uno strumento di attuazione della politica energetica comunale -Approvato dal Covenant Redatto da I bisogni dei cittadini - qualita della vita qualita dell aria efficienza dei servizi pubblici efficienza negli spostamenti costi energetici per le proprie abitazioni contenuti connettivita coesione sociale Attrattivita e competitivita della Citta capacita di governo dell Amministrazione 9

10 Inventario emissioni baseline 2002 La gestione del PIANO Program Managment Office Partendo dal P.E.A.C Comitato Guida PAES Presieduto da: Sindaco Delegato: Assessore ai Lavori Pubblici con Delega al PAES/Smart City Membri: Assessori Comunali e Direttore Generale del Comune Comitato tecnicoscientifico Program Management Office Guidato da : Direttore Dipartimento Edilizia Pubblica e Lavori Delegato: Energy Manager Monitoraggio e Reportistica Comunicazione e Stakeholder engagement 1 FTE 1,5 FTE Interventi di start up Il monitoraggio GdL Sustainable Mobility GdL RES and Distributed generation GdL Waste & Water GdL Sustainable Buildings GdL Sustainable Public Administration GdL ICT Partner Esterni S.E.A.P. (Sustainable Energy Action Plan) principali azioni : Education / behavioural change 78 Misure / Azioni Edifici sostenibili Nuove costruzioni efficienti e sostenibili, riqualificazione energetica del parco edilizio e rigenerazione urbana, edifici ad energia quasi zero. Mobilita sostenibile Sistemi di controllo del traffico, intermodalita, city logistic, parcheggi di scambio, mobilita dolce, mobilita elettrica, ciclabile e pedonale Energie rinnovabili Utilizzo di fonti energetiche rinnovabili, integrate negli edifici, generazione distribuita, ridurre la dipendenza da fonti non rinnovabili. Pubblica Amministrazione Riqualificazione energetica immobili comunali, installazione F.E.R., Sistema di monitoraggio consumi e gestione (MEMS) Rifiuti e risorse idriche Sistemi smaltimento innovativi, raccolta differenziata, impianti compostaggio, riciclo, riuso, risparmio idrico Smart grids/infrastrutture I.T.C./T.L.C. 10

11 Sustainable Energy Action Plan Kton ü 1,81 billions - 36% Investments 64% New jobs ü new jobs - 30% taglio delle emissioni CO2 40% 21 Citta = sistema ad elevata complessita Necessita di una visione integrata dei problemi Soluzioni integrate non solo puntuali ma di rete Programma di riduzione delle emissioni e di sviluppo della Citta 11

12 Trasformazione della Citta in una Citta del futuro Citta Intelligente verso una low carbon economy Trasformazione dei sistemi energetici. Target : riduzione sostanziale delle emissioni di gas serra in un modo innovativo ed integrato con alto potenziale di replicabilita Le città pioniere dovranno sperimentare e dimostrare se e come sia possibile superare gli attuali obiettivi che l'ue ha fissato per l'energia e il clima, vale a dire puntare, entro il 2020, ad una riduzione del 40% delle emissioni di gas serra attraverso una produzione, distribuzione e uso sostenibile dell'energia nella Citta. European Energy Efficiency Plan

13 Smart cities Le citta del futuro Smart cities 13

14 U.E. The EU Smart Cities and Communities Initiative 21 giugno Bruxelles 28 tm 14

15 From Intelligent to Smart Cities European Innovation Partnerships Smart cities 15

16 Digital City philosophy Rapporto 2020 Digital Cities Si potranno ridurre le emissioni globali del 15% entro il 2020 con uno smarter use dell ICT nelle reti elettriche, edifici, logistica, trasport, dematerializzazione ( 7.8 Gt CO2e ). SEAI Digital City non e Smart City e-government digital urban planning digital transport digital healthcare digital education digital grids and utilities digital constructions open public sector data 16

17 Citta che integrano nello sviluppo urbano obiettivi come: -la mitigazione del cambiamento climatico, - il risparmio energetico, - la mobilità sostenibile, - la produzione di energia da fonti rinnovabili - la messa a disposizione di servizi innovativi attraverso l ottimizzazione delle risorse, - il coinvolgimento dei cittadini verso un cambiamento culturale e comportamentale, - la spinta allo sviluppo verde delle nuove tecnologie mediante l utilizzo esteso delle ICT. Interventi hard ovvero strutturali, sul sul patrimonio pubblico o sulla mobilità urbana Iniziative soft, ovvero applicazioni e servizi basati sulle nuove tecnologie, tese alla virtualizzazione/dematerializzazione tecnologica di alcuni processi e servizi (City Smart Card, Green Data Center, gestione intelligente di climatizzazione, ecc.) Presupposto e la disponibilità di una rete in banda larga ad alta capacità trasmissiva. 17

18 Smart cities Le citta del futuro soluzione? smart city è un modello ideale di città dove le dotazioni materiali e immateriali cooperano, con l ausilio delle tecnologie innovative, obiettivi? 1. qualità della vita, 2. riduzione dell impronta ambientale, 3.modalità di governo trasparenti e partecipate, 4. attrattivita e competitivita. Le Smart Cities in Italia nel Mondo Brescia Bergamo Bolzano Amsterdam Toronto Londra Berlino New York Vienna Parigi Copenhagen Trieste Torino Venezia Genova Parma Barcellona Firenze Pisa Cafoeidian L Aquila Prato Hong Kong Masdar Bologna Bari Siena R. Calabria Roma Salerno European green city index Siemens Catania Palermo Fonte Elsag 18

19 Smart cities strategia nazionale Iniziative locali e Strategia nazionale PON Smart cites and Communities Ministro Profumo : "mettere a sistema" su scala nazionale le iniziative "Smart cities", in una prospettiva di sviluppo e di miglioramento della qualità della vita. I progetti "Smart Cities" possono coniugare ricerca tecnologica e innovazione sociale, con forti ricadute anche nel settore della formazione Le città e le aeree metropolitane che uniscono comuni di piccole, medie e grandi dimensioni, sono il luogo dove sperimentare progetti in cui la ricerca scientifica e tecnologica attiva forme di innovazione sociale, favorisce la coesione, sostiene nuovi comportamenti di cittadinanza attiva. Un modello concreto e unico non esiste ancora. Ma esistono 'pezzi' di città intelligente sperimentati in diversi contesti. Bisogna raccogliere queste esperienze e trasformarle in prototipi capaci di funzionare a livello nazionale. Dunque trasformare le sperimentazioni in un progetto-paese. Smart cities strategia nazionale Complesso di infrastrutture tecnologiche, materiali e immateriali che permettono il dialogo tra le istituzioni, i cittadini, i servizi e i bisogni. Concreta attenzione ai bisogni reali e futuri dei cittadini, connessa con le nuove tecnologie capaci di migliorare i servizi alle comunità. Opportunità di sviluppo e maggiore benessere è stata colta dall'unione europea, che intende investire sulle Smart cities come volano di sviluppo economico e miglioramento dei servizi al cittadino. La città intelligente che ho in mente è quella che sintetizza tutte le caratteristiche che possono descrivere il progetto Smart City: una città interconnessa e tecnologica, ma anche sostenibili e sicura. Una città che, attraverso l'innovazione, produca nuove opportunità di sviluppo economico e coesione sociale per tutti. 19

20 PAEE 201 Gli EE.LL. sono chiamati a scelte di programmazione strategica, nella gestione delle risorse disponibili e nell impiego dell energia e dei trasporti, in altri termini a fare diventare più intelligenti (smart cities) le città da loro amministrate. In via preliminare gli effetti principali tipici di una smart city sono: efficientamento energetico degli edifici; sistemi di trasporto a bassa emissione di CO2; sistemi di mobilità di superficie e/o sotterranea, realizzati con materiali leggeri e di rendimento energetico elevato; E-mobility (car sharing, info mobilità); realizzazione di Smart Grids per l integrazione delle fonti energetiche rinnovabili e dei veicoli elettrici; reti di teleriscaldamento e raffreddamento; illuminazione pubblica a LED, produzione e distribuzione di energia derivante da risorse energetiche locali (micro generazione, fotovoltaico, biomassa, solare termico, pompe di calore, sorgenti geotermiche, calore di scarto). Finanziamenti 20

21 Finanziamenti SCELTA SOLUZIONI TECNOLOGICHE nello spazio urbano Smartness Tecnologie I.C.T. Human oriented technologies A city can be defined as smart when investments in human and social capital and traditional (transport) and fuel sustainable economic development and a high quality of life, with a wise management of natural resources, through participatory governance Wikipedia

22 Smart City designer Energy Manager Scelta delle soluzioni tecnologiche in base al principio cost effective Soluzioni che contribuiscono piu velocemente e con maggiore intensita alla riduzione della CO2 Efficient Building, Distributed Generation and Storage e Transportation possono ridurre direttamente e significativamente le emissioni di CO2 ICT & TLC, Education & Communication e Waste & Water portano a riduzioni piu basse ed indirette di CO2 Mix Technologies investigated in the Business Cases Finanziamento Domain Energy in the City Efficient Building Initiatives Research programme New Buildings Construction of new high-efficiency buildings with annual consumption < 10kWh/m2 (CasaClima Class Oro) 1 Retrofitting: Heating & Cooling Deployment of small cogeneration plants, integrated with geothermal solutions, into condominium facilities 2 Efficient lighting Renovation of public lighting, deploying efficient LEDs 3 Meters and Active Demand Installation of next generation basic smart meters and advanced smart meters with IHD for active demand 4 Grids Deployment of efficient transformers, power factor correction, interventions on MV/LV networks, smart grids and innovative solutions in the city area 5 Photovoltaic Deployment of Photovoltaic fields 6 Small-Wind Deployment of Wind fields 7 Micro-Wind Installation of micro-wind turbines on private building roofs 8 Green Buses Substitution of city bus fleet with natural gas buses 9 Electric Car Sharing Development of a city car-sharing program, empowered by electric vehicles 10 Public & Private Infrastructure For Recharging E-cars Deployment of a public & private infrastructure of charging stations for electric vehicles 11 Green ports Electrification of the city port 12 Smart Grid Distributed Generation and Storage Transportation Description Development of an integrated set of modeling tools applied to all energy flows (electricity, heating & cooling, waste, water, transportation) to support innovative urban planning Source: Accenture and Enel Distribuzione 0 Citta abitanti 7,7 t /CO2 a 22

23 Investments required for the Smart City pilot inhabitants (Million ) Finanziamento Domain Cod. Technology Investment (M ) Energy in the city 0 Research programme 5 1 New Buildings 22 Efficient Buildings 2 Retrofitting: Heating&Cooling 47 3 Efficient lighting 6 Smart Grid 4 Meters and Active Demand 11 5 Grids 39 Distributed 6 Photovoltaic 10 Generation and 7 Small-Wind 28 Storage 8 Micro-Wind 9 9 Green Buses 6 Transportation 10 Electric Car Sharing 9 11 Pub. & Priv. Infr. for Recharging E-Cars 8 12 Green Ports 20 Overall investmentsrequired 220 Source: Accenture and Enel Distribuzione Sample technologies mix and comparison for the Smart City pilot Finanziamenti Technology Comparison New Buildings EFFECTIVENESS ( /kg CO2) Efficient lighting esharing Micro Wind Green Buses Photovoltaic Grids Public & private infrastructure for recharging Meters Green ports Small Wind Retrofitting: H&C TOTAL INVESTMENT (Not considering incentives) Source: Accenture and Enel Distribuzione 23

24 Contribution of each technology to emissions reduction (tco2/year) in the Smart City pilot Riflessioni [tco2 /year] 2,151 (2.9%) 2,347 (3.2%) 3,101 74,366 (4.2%) (100.0%) Other 4% 8,381 (11.3%) RES 17% 9,297 (12.5%) 8,719 (11.7%) Grid as Enabler 52% 9,609 (12.9%) 10,582 (14.2%) 19,711 (26.5%) Buildings 27% 468 (0.6%) New Retrof it.: Buildings H&C Meters Grids Pub.&Priv. Green Inf r. f or Ports Recharging Photovoltaic SmallWind MicroWind Others Total Source: Accenture and Enel Distribuzione Sample technologies mix and comparison for the massive deployment of technologies Riflessioni Technology Comparison EFFECTIVENESS ( /kg CO2) New Buildings esharing Efficient lighting Meters Public & private infrastructure for recharging Green Buses Grids Micro Wind Green ports Photovoltaic Small Wind Retrofitting: H&C TOTAL INVESTMENT (Not considering incentives) Source: Accenture and Enel Distribuzione The presence of specific incentives could reduce the amount of capital required for some investments 24

25 Contribution of each technology to the reduction of CO2 emissions for the massive deployment Riflessioni of technologies 13, ,367 (2.9%) (100.0%) [tco2/year] Other 3% 36,633 (7.6%) 48,888 (10.1%) RES 27% 46,150 (9.6%) 37,188 (7.7%) 38,364 (8.0%) Grid as Enabler 34% 10,582 (2.2%) 76,318 (15.8%) 167,757 (34.8%) Buildings 36% 6,556 (1.4%) New Retrof it.: Buildings H&C Meters Grids Pub.&Priv. Green Inf r. f or Ports Recharging Photovoltaic SmallWind MicroWind Others Total Source: Accenture and Enel Distribuzione 25

26 Modello mediterraneo di Smart City Bari Citta euromediterranea e transeuropea Consortium euromediterraneo : Barcellona, Istambul, Salonicco, BARI Tecnologie e tipologie di interventi coerenti con le condizioni climatiche, sociali ed economiche intendendo sperimentare uno specifico modello mediteraneo di Smart Cities. Modello mediterraneo di Smart City Luoghi all aperto Le piazze I giardini La gente la partecipazione, il coinvolgimento. Luoghi di aggregazione e di connessione! Contestualizzazione delle soluzioni Edifici sostenibili mediterranei 26

27 Bari Smart city PON Smart Cities and Communities and social innovation : modelli innovativi finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana e metropolitana tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione. Key words: Visione strategica Governance della P.A. Approccio sistemico integrato a scala urbana Design della Citta Tecnologie innovative Partecipazione e connessione dei cittadini Mix di soluzioni innovative Approccio olistico Smart City Capitale Umano Mercato Energy SMART CITY Waste Water Buildings & Land Use Transportation Gestione coordinata della Citta come sistema integrato basato su un numero finito di sottosistemi (sicurezza, acqua, salute, infrastrutture, economia, ), per assicurare sviluppo e crescita sostenibile. multy-level-governance 27

28 Smart City Smart solutions Energia Smart Mobilità Smart Economia Smart Smart City Popolazione Smart Ambiente Smart Stile di vita Smart Politiche Gestionali Smart 28

29 SMART Solutions per una Smart City Smart Governance (smart planning,participation) Smart People (social and human capital) Smart energy systems Smart buildings Smart mobility (transport and ICT) Smart lightning Smart monitoring Smart living Smart environment Bari Smart City Education Formazione Cultura Ricerca Cultura del riuso e riciclo Uso razionale delle risorse Acqua, Rfiuti Consapevolezza energetica LIVING MOBILITA Mobilita dolce infomobilita e-ticketing mobilita elettrica sistemi di gestione nuovi Park& Ride intermodalita interoperabilita biglietto unico. BARI SMART CITY e-governance, dematerializzazione P.A. e-health, e-school, infrastrutture di rete servizi applicativi e-tourism sensori ambientali Green Port Green Airport I.C.T. Smart grids SOSTENIBILITA Pianificazione urbanistica regolamento edilizio Smart buildings, costruzioni ad alta efficienza energetica e consumo quasi zero illuminazione pubblica fonti rinnovabili integrate rigenerazione urbana quartieri pilota riqualificazione edifici 29

30 Smart Governance Cambiamento struttura organizzativa Promozione comportamenti e competenze Promozione ed incentivazione finanziaria Coordinamento stakeholders e Players verso la Vision della Citta Ruolo esemplare Fornire tools e modelli tecnologici e finanziari Scouting e screening migliori soluzioni tecnologiche convenienti Gradualita degli interventi Piano di comunicazione Citta Rete elettrica Citta come luogo di relazioni strutturali materiali immateriali Rete ITC TLC edifici Mobilita Rete calore Reti infrastrutturali 30

31 Le reti immateriali P.A. utilizzando il Terzo settore cioe o.n.g. consente lo sviluppo di servizi per i cittadini e avvicina I cittadini alla consapevolezza energetica ed alle competenze informatiche. Human and Social Capital Road map of a Smart City Comportamento smarter dei cittadini Smart City Human and Social Capital Intelligent Cities Capitale umano Creativita Diffusione delle conoscenze Digital Cities 31

32 Smart people Partecipazione Smart participation Informazione Trasparenza Multicanalita Cittadini connessi Cittadino Citta processo partecipativo Citta come insieme di sensoristica urbana in cui il cittadino diventa il sensore principale in grado di fornire dati real time che consentono di offrire servizi on demand a tutti ma nel contempo controllore dei processi. Mercato Qualita dei servizi urbani 32

33 Cittadino Citta Cruscotti piattaforme di interazione, di controllo partecipazione ad i processi ed alle decisioni. e ascolto dei cittadini - bisogni dei cittadini Coinvolgere, diffondere partecipare Smart governance Control Room Motore di intelligenza = punto centrale nell Amministrazione locale, laddove si esprimono il governo e la pianificazione di un sistema urbano. DATI Infrastruttura di interazione urbana DECISIONI Informazioni SOLUZIONI SERVIZI 33

34 Piattaforma di monitoraggio Architettura per raccolta, analisi e distribuzione delle informazioni modello univoco ambientale di monitoraggio integrato energetico- integrando i dati delle reti presenti a livello urbano, delle caratteristiche del patrimonio immobiliare pubblico e privato, della mobilità pubblica e privata e della qualità dell aria e di supporto ai decisori pubblici per pianificare azioni, valutarne gli avanzamenti e riorientarne le attività. lettura dei dati e analizzare e correlare. Innovazione tecnologica Le tecnologie I.C.T. per l efficienza energetica ed i servizi al cittadino Infrastrutture di rete Infrastruttura di interazione urbana Piattaforme di monitoraggio e ascolto Dematerializzazione servizi Green ICT comunale FREE WIFI ZONE E-government 34

35 I.C.T. Connubio virtuoso con le applicazioni ICT e le reti a banda ultralarga (NGN), in coerenza con quanto previsto al punto 2.2 del Piano di Azione e Coesione. La banda ultralarga permette l erogazione di servizi ad alta qualità in tutti i settori prioritari di intervento (come nella sanità e nella didattica) e abilita le pubbliche amministrazione ad attuare, attraverso il cloud computing, gli obiettivi di semplificazione, dematerializzazione e interoperabilità. Anche le imprese possono trarre giovamento dalla disponibilità della banda ultralarga e di data center pubblici, anche in ottica di riduzione dei costi e risparmio energetico. Agenda digitale Agenda digitale Banda larga di base per tutti i cittadini entro il Banda larga ultraveloce entro il 2020: copertura con banda ultralarga pari ad almeno 30 Mbps per il 100% dei cittadini di cui almeno la metà dovrebbero sottoscrivere abbonamenti a servizi di connettività con capacità di banda oltre i 100 Mbps. Ad oggi (dati giugno 2011), il 6,3% per cento della popolazione italiana non è raggiunta dalla banda larga di base. 35

36 Agenda digitale La dimensione del digital divide varia significativamente sul territorio italiano: è più concentrata al nord Italia sia a causa delle condizioni geomorfologiche del territorio, sia perché gli investimenti pubblici sono stati più esigui rispetto al Mezzogiorno. Nel sud Italia è tuttavia minore la domanda di connettività: nel 2010 la percentuale di famiglie con accesso ad Internet in banda larga nel Mezzogiorno era del 36,9%, contro il 43,4% della media nazionale (fonte: indagine Cittadini e nuove tecnologie, Istat 2010). I.C.T. Smart Metering e sistemi di ottimizzazione Telegestione e energy management remoto Building automation Reporting e cruscotti Metering e Data processing (monitoring) Remote management (load balancing) Billing Smart Grid Security (fraud) Sistemi di gestione TPL ITS per utenti finali On board unit Sistemi traffic mgnt (Meter e sensor network Sistemi di booking, ticketing, e-payment Sistemi di videosorveglianza Sistemi di allarme Servizi di vigilanza Controllo accessi Azzano 36

37 I.C.T. Servizi al Cittadino Consapevolezza energetica Competenza informatica e tecnologica e-health e-tourism e- government e-ticketing infomobilita e-metering Servizi Smart per vivere meglio Innovazione dei sistemi energetici Sistema energetico della Citta PRODUZIONE : FONTI LOCALI FONTI DISTRIBUITE Reti di distribuzione : Energia elettrica Gas Teleriscaldamento Acqua Sistemi smart di riscaldamento/ raffrescamento (larga scala) per aree urbane DOMANDA DI ENERGIA UTILIZZATORI FINALI pagani 37

38 Metabolismo della Citta Modelli della Citta energia 5 RETI Materiali e risorse Acqua Citta come luogo di relazioni strutturali materiali immateriali Mobilita persone Rifiuti Informazioni I Comuni devono regolare il metabolismo della Citta Inquinamento Innovazione dei sistemi energetici Mix ottimale di soluzioni Interventi due scale di intervento puntali : Interventi a scala Efficientamento di blocco, distretto o quartiere Edifici privati e pubblici Smart Buildings : Alta tecnologia, gestione, comportamento utente Smart Districts : aspetti tecnologici, integrazione dell edificio nell ambiente urbano, ottimizzazione delle risorse comportamento dell utenza 38

39 Modelli della Citta - Scalarita Approccio spaziale Ricerca del modello vincente di efficientamento: singole abitazioni singoli edifici Blocchi di edifici Quartieri Citta BUILDING DISTRICT Source: IAAC CITY The EcoDistricts Summit 2010 Multiscalarita Riqualificare singoli edifici esistenti in edifici ad elevate prestazioni comporta costi eccessivi. E possibile ottimizzare molti edifici fornendo un alto valore aggiunto e significative economie di scala. Progetti di incubazione Progetti pilota Ecodistretti Citta Quartiere Edificio 39

40 Ecodistretti energetici üpoligenerazione e cogenerazione (CHP - produzione combinata di calore ed energia elettrica) VAUBAN FRIBURGO Cogenerazione a cippato di legno e teleriscaldamento üteleriscaldamento Quartiere bedzed : unità CHP (Combined Heat & Power) con scarti di potatura Modelli della Citta programma Concerto Ottimizzare un intero quartiere di migliaia di edifici in modo completamente integrato, estendendo il sistema di gestione dell energia a tutti gli edifici, permette ulteriori risparmi significativi District Energy Management Systems Västra Hamnen in Malmö, Sweden, Fonte Campanile 40

41 Esperienze innovative Distretti Energetici Power Parks approccio sistemico che basa la ricerca della massima efficienza energetica di un insediamento sulla capacità di incrociare consumi e generazione distribuita e diffusa dell energia. modello di sviluppo economico in cui l energia viene generata laddove viene consumata. valorizzare al massimo l uso dell energia prodotta (termica ed elettrica), consentendo l integrazione competitiva delle fonti rinnovabili e generando un interessante indotto ad alta tecnologia sul territorio. Qself sufficient neihborhooduartieri a sufficienzagetica Self sufficient Urban blocks FONTE ANNUNZIATO ENEA % consumo di energia consumo di energia elettrica 41

42 Approccio olistico Eco-distretto sostenibile Soluzioni integrate nel distretto Uso delle risorse Eco-distretto sostenibile La visione integrata del distretto energetico permette di agire: sulla minimizzazione dei consumi delle singole utenze sulla produzione locale ed economica dell energia sulla razionalizzazione logisticoenergetica dei trasporti sulle micro grids elettriche termiche ed informatiche sull uso razionale ed integrato delle risorse Automazione BACS 15-25% 42

43 Distretti Energetici Power Parks 43

44 Building Efficiency District Generation & Resource Recovery Public Realm Integration Neighborhood Resource Efficiency Essential Components 44

45 Ecodistretto - sostenibilita delle risorse Geoexchange Renewables Gas & Electric Biofuels Biomass District Cool / Heat System Compost & High Value Fertilizer Sewer Heat Recovery Water Treatment Plant Waste to Energy Disposal Biosolids Water & Waste Water System Reservoir Boulevards Parks Golf Courses Reuse Water Waste Water Treatment Plant Corix Oklahoma Ecodistretto - sostenibilita delle risorse 45

46 Ecodistretto Portland 46

47 DISTRICT SCALE WATER MANAGEMENT capture, treat and reuse grey and blackwater DISTRICT SCALE DISTRICT ENERGY micro-district energy loops 47

48 DISTRICT SCALE DISTRICT ENERGY produce energy from renewable sources DISTRICT SCALE TRANSPORTATION walkable and well connected 48

49 DISTRICT SCALE VITAL COMMUNITIES place making, community engagement DISTRICT SCALE COMPOSITE SYSTEMS 49

50 Nuova pianificazione dello sviluppo urbano Energy Management City Control System SISTEMA DI GENERAZIONE DIFFUSA DELL ENERGIA cittadino RETI NELLA CITTA I.T.C. Infrastructures Buildings Mobility Electric Grids 50

51 Modelli della Citta Edifici e Reti cittadini e Citta Reti elettriche Reti termiche Reti informatiche Reti di conoscenza Reti immateriali LE RETI RETI intelligenti Infrastruttura di interazione urbana Edificio RETI Reti intelligenti I.C.T. o Smart Grids come fattori abilitanti per l integrazione delle fonti rinnovabili in un sistema di generazione distribuita e dell'efficienza energetica in diversi usi finali (edilizia, mobilità, servizi energetici) e per la connessione dei cittadini. 51

52 Smart City New Analisi multiscale e multigrid Citta come insieme di reti interconnesse Multi grids Approccio relazionale Interconnessione tra le reti quartieri Edifici FONTE ANNUNZIATO ENEA Interconnessione reti - edifici Reti intelligenti FONTE IAAC 52

53 Smart City Capacita di analisi multiscale e multigrid Interazione tra rete e rete Interazione tra reti e cittadini Interazione tra cittadini e Citta Connessione dei cittadini FONTE ANNUNZIATO ENEA LE RETI Edificio RETI 53

54 LE RETI Edificio RETI catasto delle infrastrutture di rete del sottosuolo a livello comunale, mediante il quale programmare e gestire tutti gli interventi di integrazione delle reti di servizio tlc, pubblica illuminazione, trasporti, idrico, gas - alla base della smart city Il termine smart grids contiene in sé da un lato il concetto di intelligenza distribuita sul campo, dall'altro il concetto di rete, e cioè di network di elementi interconnessi che scambiano informazioni. 54

55 COM Per rete intelligente si intende una rete elettrica ottimizzata cui si aggiungono la comunicazione digitale bidirezionale fornitore-consumatore e sistemi di misurazione e controllo. I contatori intelligenti sono di solito una componente inscindibile. Una Citta in cui le reti locali governano la produzione locale di energia e forniscono servizi innovativi. 55

56 Smart Grids La roadmap Enel FULL SMART GRIDS ROLL-OUT Level of Smart Grids deployment Level 5: Sm ar t Cust om er s Cust om er s becom e awar e and par t icipat e act ively Cust om er s Level 4: Sm ar t Ener gy M anagem ent M anagem ent of end- use ener gy ef ficiency, aggr egat ion, ret ail SMART GRIDS Functional levels EUROPEAN ELECTRICITY GRID INITATIVE Level 3: Sm ar t I nt egr at i on Renewable ener gy, DG, elect r ic vehicles, elect r icit y st or age and aggr egat ion Di st r i but i on Net w or k Level 2: Sm ar t Di st r i but i on net w or k and pr ocesses M or e aut om at ed m edium volt age dist r ibut ion net wor ks wit h self healing capabilit ies. M onit or ed and cont r olled low volt age net wor ks. I T suppor ted m onit or ing pr ocess Level 1: Sm ar t Pan- Eur opean Tr ansm i ssi on net w or k Tr ansm i ssi on Net w or k El ect r i ci t y gener at i on Level 0: New gener at i on t echnol ogi es FP7 DEMONSTATIONS Active Distribution Networks EV/PHEV Infrastructure EU FP7 R&D Address G4V ENEL PROJECTS Smart Info, Active Demand, IPnetwork, E Mobility ENEL DEPLOYMENT AMM Network automation WFM Asset Management Smart grid Rete distribuita costituita da nodi della rete alla pari. I diversi nuovi punti di immissione dovrebbero arrivare ad essere dei punti intelligenti, capaci di gestire delle fonti intermittenti e di svolgere un attività di programmazione più efficiente dei consumi. 56

57 Smart Grids Cambiamento della rete elettrica che con l I.C.T. deve rilevare i dati e trasformarsi da rete passiva in attiva. Il passaggio alla rete smart è un momento imprescindibile per accettare e per integrare le FER nel sistema elettrico e la generazione distribuita. Gallo enel sulla rete italiana di MT e BT, sono installati MW di FER (eolico e fotovoltaico). Smart grids Fonti rinnovabili diffuse generazione distribuita Condominii Efficientamento a pieno edificio Friburgo Convenienza economica dell intervento (cost-effective) Campagna di riqualificazione energetica impianti Campagna di sostituzione generatori Domotica Smart metering Soluzioni cost effective, idonee al clima Contatori intelligenti ed alle tradizioni, non legate a regole Mappatura consumi energetici del comportamente dell utente ed a sofisticati impianti da manutenere. Incentivazioni statali Quartieri ecosostenibili Energy e Strategy Group 57

58 Smart Grids Smart grids Sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili (FER) diffuse sul territorio reso necessario dalla crescente attenzione ambientale ( ) La Generazione Diffusa (GD): si interfaccia con la rete di distribuzione, in media tensione (MT) o in bassa tensione (BT) GD oggi connessa in Italia oltre 10 GW Le attuali modalità di protezione, controllo, gestione della rete di distribuzione non sono in prospettiva adeguate: serve una vera e propria RIVOLUZIONE CONCETTUALE Far evolvere le reti di distribuzione è l unica via per lo sfruttamento reale delle FER SMART GRID 58

59 Smart grid La rete di distribuzione non è stata progettata per raccogliere energia della GD (energia dal basso verso l alto: BT MT AT) Questa condizione può verificarsi per poche ore dell anno: fino a quando la GD è poca, e il carico prevale, tutto funziona come prima Quando la GD supera il carico, si ha la cosiddetta inversione di flusso Le protezioni di interfaccia (SPI) e l automazione di rete diventano critiche se il flusso di potenza si inverte (5% delle ore annue CEI 0-16) -a livello di trasformazione AT/MT (CP) problemi per SPI -a livello di singola linea MT problemi per SPI e profilo di tensione La rete di distribuzione Necessita di trasformazione della rete attuale: - Penetrazione della GD ( nel MW FER in esercizio) - Partecipazione dei consumatori al mercato dell energia ( segnali di prezzo, misura multioraria dell energia, misuratori elettronici) - Nuovi impieghi dell energia (climatizzazione, pompe di calore, mobilita elettrica) Rete orientata sul carico elettrico 59

60 L attuale rete di distribuzione allacciamento di FER alla rete : approccio fit & forget Limita l hosting capacity della rete ossia il numero di generatori collegabili, richiede nuove linee, cabine, ecc. tempi alti e costi I generatori si disconnettono dalla rete in presenza di variazioni dei parametri elettrici ( anche per disturbi sulla rete di trasmissione ) Si compromette la sicurezza del sistema Approccio ferro e rame = adeguamento della rete continuo Si lascia ai consumatori la facolta di prelevare e immettere quando e come vogliono. La rete di distribuzione attiva Il DSO controlla i generatori ed i carichi flessibili per garantire sicurezza e qualita della fornitura. La GD deve rimanere connesssa anche oer disturbi non localizzati nell arete di distribuzione. Gli utenti riceveono segnali di prezzo e posso ottimizzare i propri prelievi Gli utenti ( generatori e carichi) mettono a disposizione servizi alla rete ( interrompibilita dissua, bilanciamento del sistema elettrico, profili di scambio prevedibili). Gli utenti si comportano in modo attivo cioe modificano il loro funzionamento secondo quanto disposto dal gestore della rete. Approccio Smart Grids = intelligenza interazione tra rete e clienti, gestione intelligente ed adattativa della rete Rete smart se ggi utenti sono smart. 60

61 Smart Cities Il ruolo del Distributore di Energia Gli interventi Smart relativi alla Rete Elettrica rappresentano un elemento trasversale al concept Smart Cities e sono il fattore abilitante per lo sviluppo e la realizzazione di molteplici misure legate all efficienza energetica/riduzione emissioni di CO2 in ambito cittadino (es.: E-Mobility, Active Demand, integrazione delle fonti energetiche rinnovabili, etc.) DSOs 121 Interventi Smart Grid Bari Road Map : ruolo Enel Distribuzione Area unificazione livello di tensione Lista interventi in ambito Interventi per abilitazione rinnovabili in area urbana Riclassificazione livelli di tensione Sostituzione TR con modelli a basse perdite Tecniche evolute di automazione e controllo rete Sostituzione conduttori nudi MT con cavo aereo Sostituzione cavi BT vetusti con cavi con tecnologia smart Telecontrollo interruttori BT Interventi su clienti e produttori BT Interventi di eff. energ. abilitati dalla rete Smart Info E-Mobility (colonnine per strada + infrastr. domestica) Rifasamento clienti MT Volumi previsionali 2 nuove CP + complessi interventi nell'area interessata 2000 TR (Rete Enel e Clienti MT) 21 CP, 1200 CS, produttori e clienti MT a richiesta 116 km Riduzione emissioni CO tonco2 (30%(*) dell obiettivo complessivo) (*) Incluso il contributo derivante dagli interventi Smart Port 230 km 4000 interruttori In fase di identificazione Volumi previsionali clienti

62 Smart Grids Esperienza Enel 32 Mln di contatori Tecnologia leader Eccellenza operativa Business Intelligence Risk based Asset Management Work Force Management Automazione di rete Telegestore Rete MT telecontrollata e automatizzata Paperless operations cabine telecontrollate Cartografia di rete on line Processi automatizzati auto equipaggiate Ricerca guasti automatica Rialimentazione automatica Cartografia completa degli asset di rete georeferenziata 10 anni database storico eventi di rete (segnalazione guasti, interruzioni, condizioni meteo etc.) La rete Enel: la più grande Smart Grid al mondo 123 Leadership Enel sui progetti europei di ricerca e sviluppo Smart Grids Progetti Enel Gestione avanzata di rete Nuove tecnologie di comunicazione wireless (WiMax, 3G, WiFi) Nuovi apparati di comunicazione e di sensori IP Integrazione con Telecontrollo e di Telegestione Mobilità elettrica Efficienza energetica Collaborazione con Daimler Smart Informazioni sui consumi su personal computer, display dedicati, televisore, Infrastruttura di ricarica intelligente elettrodomestici basata su contatore elettronico Piattaforma per la creazione di nuovi Pilota: Pisa, Roma e Milano, servizi: Partnership con Emilia Romagna Controllo automatico dei carichi e (Bologna, Reggio Emilia, Rimini e Active Demand Parma) Integrazione di elettrodomestici Avvio a Bari e Genova per Pilota intelligenti AEGG Abilitazione di tariffe in tempo reale

63 Smart Home Cittadino come prosumer = produttore di energia e consumatore connessi con la Citta E-mobility Smart Home Il Prosumer puo sfruttare dati sulle tariffe, gestire i propri carichi, ricevere segnali di costo e scegliere le tariffe : active demand usare consapevolmente l energia nella casa Accesso ai dati del contatore Elettronico = Smart Info Il consumatore finale è parte della soluzione: E partecipante attivo della Smart Grid Può produrre, accumulare e consumare energia in modo intelligente E in grado di interagire con la rete per uno scambio di servizi Stimolo a sincronizzare produzione e consumo I TEMI 63

64 Utente attivo Gestione del consumo e della produzione di energia in tempo reale Multicanalita Smart metering Smart info 32 Mln contatori Telelettura contatori Smart Metering Time of Use (TOU) Smart metering e importante per l utente Pago a15 minuti di intervallo dynamic pricing Gli edifici devono avere smart meters per rispondere a price signals e manage demand (EMS), segnali tecnici Segnali di prezzo = Regolazione incentivante Segnali tecnici = interrompibilita e modulazione ai piccoli consumatori Contatori elettronici : il DSO conosce i profili di consumo Gestione automatica dei consumi mediante dispositivi di home & building automation Nuovi modelli di business ( aggregatori, servizi di rete dalla domanda) 64

65 Smart management Gestione automatica dei consumi mediante dispositivi di home & building automation Progetto gli elettrodomestici "intelligenti" potranno ottimizzare i consumi energetici delle abitazioni. Smart management 65

66 Smart Energy Metering Smart grid Smart metering EMS/BMS HAN automation Electrical efficiency Smart energy Home Area Networks (HAN) and residential Energy Management Systems (EMS) AMI/EMS/BMS/HAN 66

67 La gestione attiva della domanda Active demand La gestione attiva della domanda si riferisce ad azioni effettuate dall utente finale e volte a modificare il suo profilo di carico rispetto a quello di consumo normale, in risposta a: Segnali di prezzo (Mercato) Segnali di sistema (Sicurezza Rete) Ridurre o spostare i picchi della domanda significa: Ridurre investimenti in generazione di riserva o in potenziamento delle reti per far fronte a picchi sporadici della richiesta Nuove opportunità di mercato, regolamentazione e modalità di accesso per piccoli attori La gestione attiva della domanda Active demand Active consumers = Flessibilita della domanda dell utente Partecipazione attiva dei consumatori residenziali e commerciali (.100kVV) al mercato dell'energia elettrica e alla fornitura di servizi agli attori del sistema elettrico Barriere: Scarsa informazione suil costo dell enrgia consumata Abitudini di consumo Consumi non spostabili i piccoli e medi consumatori possano partecipare attivamente al mercato dell'energia, offrendo servizi di modulazione del proprio consumo e vendita dell'energia prodotta. 67

68 La gestione attiva della domanda Active demand Utenti disponibili a variare i propri consumi di energia in tempo e quantita Nuove figure : l aggregator aggrega tanti consumatori per ottenere una significativa variazione del sistema Gli utenti pagano l aggegatore per ottenere una variazione di consumo e sfruutarla per il proprio business e-box in casa gestisce autonomamente i consumi sulla base delle preferenze del consumatore e dei segnali dell aggegatore Progetto ENEL Adress Active Distribution network with full integration of Demand and distributed energy RESourceS D.S.O. Distribution System Operator T.S.O. Transmission System Operator D.M.S. Demand Management System 68

69 Ev Transizione alla EV/PHEV Il carico e imporante Necessita di smart charging infrastructure Connesse allo storage Integrated billing systems Soluzioni Microgrid? 69

70 Wind puo essere la risposta alla EV? 1MW di wind supporta auto EV Keys : Predictive analytics, grid-scale storage, collaborative EV charging networks Storage di R.E.S. Grid storage Local storage EV storage Batteries Flow cells Tiered storage 70

71 Le Citta e gli edifici del futuro prossimo Ottimizzare i flussi di energia nella Citta Smart Buildings, edifici sostenibili ad energia quasi zero o positiva Collegati a rete di trasmissione dati e flussi di energia intelligenti Ecodistretti di smart buildings con generazione diffusa Citta di ecodistretti BARI SMART CITY Smart city 71

72 Edificio cellula energetica della Citta? Tendenze: Gestione energetica a livello di edificio Amministratore responsabile della Gestione energetica dell edificio Consulenti e competenza gestionale Spostamento della scala di intervento da alloggio ad edificio Fornitura di energia di edificio Riscaldamento e a.c.s. di edificio Risorsa acqua e rifiuti F.E.R. di edificio Riqualificazione edilizia ed energetica dell edificio : Ruolo propositivo verso i proprietari Numerosita dei decisori Nearly Zero Buildings (nzeb). 72

73 NZEB net zero energy building Edificio autosufficiente connesso alla rete Smart Buildings Smart home Casa passiva o attiva? Active House danese E necessario ampliare il concetto di edificio passivo trasformandolo in edificio attivo (casa attiva), sostanzialmente una macchina intelligente in grado di gestire e regolare, in base alle condizioni esterne e interne, il comfort globale degli utenti con il miglior rendimento energetico attuabile in quel preciso momento. in grado di Misurare e Monitorare i consumi energetici ed i risparmi Cittadino proattivo 73

74 Smart buildings Interactive Building Design Integrazione R.E.S. Materiali avanzati Z.E.B. Nuovi regolamenti Interactive Building Management Domotica Smart Metering Spostamento dei carichi Active demand Building Interaction with USERS Building Interaction with GRIDS Comportamento utenti Automazione di interfaccia Consapevolezza energetica Produzione di R.E.S. Demand side management Active demand Le Citta non possono piu costruire periferie Renzo Piano Edificio alto = migliore rapporto S/V ma poca disponibilita di superfici per RES Smart Buildings Progettazione : Materiali avanzati Involucri dinamici ed intelligenti Impianti responsivi ed ad alta efficienza Integrazione automazione Produzione R.E.S. Connessi Sostenibili Eco-Office Project, SHIMIZU CORPORATION Gestione: Building Energy Management System Smart metering Gestione dei carichi demand side management Active demand 74

75 Smart Buildings Reti gas Telegestione contatori intelligenti L Autorità per l Energia Elettrica e Gas, con la Delibera 155/08, prevede l introduzione, a cura delle società di distribuzione del gas, di un sistema di lettura dei consumi reali e di gestione da remoto dei Gruppi di Misura (contatori). Entro il 31/12/2010, gli impianti di tipo industriale (calibro >G40), dovranno essere letti automaticamente dal distributore e i valori dei consumi corretti in base ai valori di pressione e temperatura effettivamente registrati su ciascun contatore. La Delibera AEEG 155/08 prevede inoltre la gestione delle utenze residenziali a partire dal 2012, con un piano incrementale che impone la copertura di almeno l 80% del parco installato entro il

76 Reti gas Telegestione = permette di intervenire sul singolo contatore da remoto senza dover necessariamente inviare una squadra sul posto, di verificare in tempo reale un qualsiasi inconveniente che si dovesse presentare sulla rete di distribuzione, o eseguire la cessazione del servizio di fornitura completamente da remoto. La trasmissione bidirezionale dei dati rilevati tra sistema centrale e i singoli dispositivi, siano essi industriali o residenziali, avviene in tempo reale attraverso comunicazione GPRS, secondo gli standard definiti dalle normative europee. I nuovi contatori saranno quindi in grado di immagazzinare i dati, ma anche di gestire le informazioni che saranno poi inviate ai sistemi centrali per essere utilizzati poi per la normale gestione economica di fatturazione e quant'altro. Reti idriche teleriscaldamento - termiche Nuovi Servizi agli utenti :i fornitori infatti avranno a propria disposizione come mai prima, una mole di informazioni sulle varie abitudini di consumo dei propri clienti e in questo modo potranno formulare offerte mirate in base alle specifiche esigenze attivando un vero sistema concorrenziale a tutto vantaggio del consumatore finale. Telegestione e telelettura con contatori intelligenti 76

77 Water Smart grids Water Smart grids Per alcune tipologie di consumer, tipicamente grandi industrie e/o utilizzatori di una certa importanza, è possibile conoscere lo stato in tempo reale della richiesta di risorsa idrica in quanto tali utenze sono spesso dotate di sistemi di telelettura dei contatori; per altre tipologie di utenze, tipicamente le utenze civili, allo stato dell'arte esistono in Italia un numero assai limitato di AMI (Automated Metering Infrastructures); diverse Utilities stanno testando diverse soluzioni tecniche disponibili per rilevare in tempo reale il consumo delle utenze. Il ricorso alle tecniche di AMR (Automated Meter Reading) è di vitale importanza per il gestore della rete idrica; tali tecniche consentono di: Migliorare la comprensione dei consumi idrici e delle curve di flusso in rete Monitorare e predire cambiamenti nella domanda Evidenziare precocemente le anomalie nei flussi erogati Ottenere in modo precoce warning di flussi anormalmente elevati o bassi Identificare le perdite in rete ed i furti, minimizzando gli sprechi di risorsa idrica Ottimizzare i consumi durante l'arco della giornata 77

78 Smart energy system Generazione distribuita Smart grids Municipal Energy Management System Utente consapevole Prosumer Metering Active demand Edifici esistenti Fonti rinnovabili diffuse generazione distribuita Condominii Efficientamento a pieno edificio Friburgo Convenienza economica dell intervento (cost-effective) Campagna di riqualificazione energetica impianti Campagna di sostituzione generatori Domotica Smart metering Soluzioni cost effective, idonee al clima Contatori intelligenti ed alle tradizioni, non legate a regole Mappatura consumi energetici del comportamente dell utente ed a sofisticati impianti da manutenere. Incentivazioni statali Quartieri ecosostenibili 78

79 Energy Audit Green Energy Audit Valorizzazione energetica ed ambientale di un edificio Motivazioni : - mancanza di comfort - consumi energetici e di risorse elevati - necessita di sostituzione impianti e componenti - concomitanza di ristrutturazione edilizia - incentivazioni - committment pubblico (P.A.E.S.) Friburgo Incentivi : economico (detrazioni del 55%) volumetrici comunali ( L. 13/2008) certificazione energetica certificati bianchi ed E.S.Co. 157 DIAGNOSI ENERGETICA Campagna di diagnosi energetiche Diagnosi energetica Rapporto tecnico UNI CEI/TR "Gestione dell'energia - Diagnosi energetiche - Requisiti generali del servizio di diagnosi energetica" requisiti essenziali di ogni diagnosi energetica e del relativo processo di diagnosi, armonizzando in tal modo le varie metodologie. Gruppo Gestione Energia Norma numero Energy auditors UNI-CEI EN 16001:2009 Titolo Sistemi di gestione dell energia UNI CEI 11339:2009 Esperti in gestione dell energia UNI-CEI 11352:2010 Società che forniscono servizi energetici (ESCO) Entrata in vigore 08/06/ /12/ /04/2010?????? Norma UNICEI/TR Diagnosi energetiche

80 Smart Lighting Infrastuttura di rete a larga diffusione nel territorio Rete di p.i. come rete di trasporto informazioni, segnali Studio di fattibilità per la integrazione di un modello di pubblica illuminazione ad alta efficienza in un power park urbano (quartiere eco-sostenibile): analisi di un caso pilota S. Bruno, M. D Aloia, M. De Benedictis, S. Lamonaca, M. La Scala, G. Rotondo, U. Stecchi Il sistema proposto è in grado di esplicare diverse funzioni relative alla fornitura di diversi servizi, ovvero: - Monitoraggio e trasmissione a distanza dei consumi di acqua, frigorie, calorie e gas delle utenze situate nelle zona servita dal sistema di pubblica illuminazione; - Rilievo e monitoraggio del traffico stradale e modulazione del flusso luminoso dei punti luce rispetto alla densità di traffico attuale e/o prevista; - Controllo automatico dell intensità luminosa dei punti luce al fine di ottenere il rispetto delle normative vigenti con il minimo dispendio di energia. 159 Smart lighting Infrastuttura di rete a larga diffusione nel territorio Rete di p.i. come rete di trasporto informazioni, segnali Studio di fattibilità per la integrazione di un modello di pubblica illuminazione ad alta efficienza in un power park urbano (quartiere eco-sostenibile): analisi di un caso pilota S. Bruno, M. D Aloia, M. De Benedictis, S. Lamonaca, M. La Scala, G. Rotondo, U. Stecchi il cittadino al centro di tutto in grado di interagire e programmare le proprie azioni in funzione delle informazioni che derivano dall ambiente circostante. In questo nuovo contesto, anche la pubblica illuminazione diventa un ponte virtuale tra le persone e la gestione efficiente delle risorse e il miglioramento dell efficienza energetica negli usi finali. Questo mediante un apposita architettura di rete posizionata sui punti luce della pubblica illuminazione che consente interrogare gli smart meters installati nelle singole abitazioni

81 Smart lighting Il sistema proposto è in grado di esplicare diverse funzioni relative alla fornitura di diversi servizi, ovvero: - Monitoraggio e trasmissione a distanza dei consumi di acqua, frigorie, calorie e gas delle utenze situate nelle zona servita dal sistema di pubblica illuminazione; - Rilievo e monitoraggio del traffico stradale e modulazione del flusso luminoso dei punti luce rispetto alla densità di traffico attuale e/o prevista; -Controllo automatico dell intensità luminosa dei punti luce al fine di ottenere il rispetto delle normative vigenti con il minimo dispendio di energia. Energy hub abitazioni nel Power Park Quindi, l impianto di pubblica illuminazione del Power Park San Paolo è in grado di interagire sia con eventuali Energy hub presenti nelle abitazioni, e sia con gli smart meters di energia elettrica, acqua, caldo/freddo e gas. 161 Smart lighting Modello di rete p.i. come smart lighting e metering consumi gas

82 Smart lighting in smart street Quadri di autodiagnosi,comando e gestione risparmi nei consumi energetici con la gestione degli orari di accensione mediante orologi astronomici memorizzazione degli eventi di guasto eliminazione delle disinserzioni su guasti non permanenti (autodiagnosi) e continuita di servizio Sviluppo sistemi intelligenti per la gestione della Smart Street M. Annunziato, F. Bucci, C. Meloni, F. Moretti, S. Pizzuti 163 Report RdS/2011/198 Smart lighting in smart street Sviluppo sistemi intelligenti per la gestione della Smart Street M. Annunziato, F. Bucci, C. Meloni, F. Moretti, S. Pizzuti 164 Report RdS/2011/198 82

83 Illuminazione Pubblica Programma di riqualificazione energetica del parco üsostituzione del parco lampade con lampade al üsostituzione di apparecchi illuminanti üutilizzo di regolatori di flusso ücentrali di autodiagnosi ünuove tecniche di gestione üsistemi di telecontrollo sodio o a L.E.D. 165 Mobilita sostenibile Pannelli luminosi informativi all esterno citta Pagamento parcheggi con palmare Park & Ride con PV Park & Train Car sharing Bike sharing Navette elettriche Infomobilita proattiva multicanale Controllo del traffico Svecchiamento parco amtab City logistic Piste ciclabili Mobilita elettrica Semafori a LED Inter-multimodalita Interoperabilita Terminal bus

84 Mobilita sostenibile L'andamento del traffico viene registrato automaticamente per mezzo di sensori a spire induttive inseriti nella pavimentazione stradale. 167 Green Airport Efficientamento e RES edifici pubblici Green Port

85 Modelli di partecipazione Stakeholders Associazione Bari Smart City Il Comune di Bari ha creato nel novembre 2011 l Associazione Bari Smart City, tra i soci fondatori ci sono Politecnico e Università di Bari. Alcune associazioni di categoria, ENEL Distribuzione S.p.A.,, AMGAS S.p.A., AMGAS S.r.l., AMIU S.p.A. e AMTAB S.p.A., Autorità portuale del Levante e Aeroporti di Puglia S.p.A. L associazione che ha l obiettivo di promuovere le iniziative Smart City e di coinvolgere i vari stakeholder. Scientific Steering Committee Program Management Office Selezione Iniziative Iniziative bancabili e sostenibili per un mercato industriale

86 FUNDING P.P.P.City Designer Smart Progetti europei FUNDING P.P.P.City Designer Smart Progetti europei progetti Fondi strutturali Investimenti privati Energy Efficiency Fund ELENA Jessica Investimenti a piano Capacita progettuale, di coordinamento team Scelta partners locali, europei, transazionali 86

87 Riflessioni Coscienza del problema Global warming Supporto nazionale e diffusione e coordinamento delle esperienze Capacita progettuale e volonta di programmazione strategica Capacita progettuale nel rispetto del Codice e dei tempi delle calls Necessita di adeguamenti legislativi e di regolazione (specificita delle proposte industriali ed evidenza pubblica)! Funding - monitoraggio calls, cofinanziamento Promozione e supporto agli EE.LL. 87

88 P.O.S. Energia e Sicurezza degli Impianti Grazie 88

Smart City. Bari Smart City. Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City

Smart City. Bari Smart City. Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City Smart Bari: a Mediterranean,sustainable, dynamic inclusive and creative city for our sons PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Bari Smart City Avv. Marco Lacarra Assessore ai LL.PP. Delegato a Smart City

Dettagli

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011

Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities. Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Smart Grids come fattore abilitante nello sviluppo delle Smart Cities Jon Stromsather Pisa, 26 Maggio 2011 Uso: Riservato Outline Introduzione Le Smart Grids e Smart Cities Progetti Smart Grids di Enel

Dettagli

Smart Cities. Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti. Bari, 12 Novembre 2012

Smart Cities. Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti. Bari, 12 Novembre 2012 Smart Cities Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti Donata Susca Responsabile Efficienza Energetica ed Eccellenza Operativa Enel D. Bari, 12 Novembre 2012 Uso: Riservato

Dettagli

Smart Cities: Le città del futuro

Smart Cities: Le città del futuro Smart Cities: Le città del futuro Il contributo del Distributore allo sviluppo delle città intelligenti Arezzo 22 novembre 2012 Enel: operatore energetico internazionale Presenza in 40 paesi Capacità installata

Dettagli

Sistemi BEMS e gestione energetica evoluta degli edifici. 1 ottobre 2014

Sistemi BEMS e gestione energetica evoluta degli edifici. 1 ottobre 2014 Seminario formativo Sistemi BEMS e gestione energetica evoluta degli edifici Introduzione Bari ing. Pasquale Capezzuto 1 Efficienza energetica Energia chiave dello sviluppo sostenibile diritto strumentale

Dettagli

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro.

Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Smart Grids. Le reti intelligenti guidano il futuro. Reti intelligenti Reti intelligenti Generalità Una rete elettrica intelligente è in grado di integrare le azioni di tutti gli attori connessi, produttori

Dettagli

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012

Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 Il ruolo delle infrastrutture nelle Smart Cities Livio Gallo - Direttore Infrastrutture e Reti di Enel 13 Settembre 2012 L evoluzione delle Infrastrutture Smart Electricity it Transportation Gas Communication

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Coordinatore scientifico del Progetto RES NOVAE Obiettivo RES NOVAE Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae. Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities Le reti urbane intelligenti e cooperative: il progetto Res Novae Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities RES NOVAE Obiettivo Sviluppare e dimostrare una soluzione integrata

Dettagli

Energy Management: Le reti per la città del futuro. Dicembre 2014

Energy Management: Le reti per la città del futuro. Dicembre 2014 Energy Management: Le reti per la città del futuro Dicembre 2014 Enel Distribuzione Leadership nell innovazione della rete Smart Metering Integrazione delle rinnovabili Mobilità Elettrica Illuminazione

Dettagli

Green City Energy: Il contributo di Enel Distribuzione allo sviluppo delle città intelligenti

Green City Energy: Il contributo di Enel Distribuzione allo sviluppo delle città intelligenti Green City Energy: Il contributo di Enel Distribuzione allo sviluppo delle città intelligenti Livio Gallo Direttore della Divisione Infrastrutture e Reti di Enel Pisa, 5 Luglio 2012 Agenda Il ruolo del

Dettagli

Mobilità urbana sostenibile. Congresso nazionale AICA 2011

Mobilità urbana sostenibile. Congresso nazionale AICA 2011 Mobilità urbana sostenibile Congresso nazionale AICA 2011 Novembre 2011 Dal trasporto alla mobilità Il libro bianco della CE del 2011 afferma che la domanda di mobilità continua a crescere; il trasporto

Dettagli

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche.

SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA. Ufficio Territoriale Regione Marche. SMART CITIES: Aspetti sistemici e panorama generale ENEA UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA Ufficio Territoriale Regione Marche Giuseppe Angelone OSIMO 12 Dicembre 2012 PANORAMA EUROPEO La crescita costante

Dettagli

Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi. Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti

Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi. Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti ENERGY & the TOWN Produrre e risparmiare energia nei sistemi urbani interconnessi Interventi su città, aree e distretti territoriali: il ruolo delle reti Green City Energy Green City Energy Bari, 3 dicembre

Dettagli

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative

Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Sostenibilità energetica nei Comuni: esperienze innovative Fabrizio Tollari, ERVET Workshop progetto IPA Alterenergy Bologna, 22 novembre 2012 COMUNITÀ SOSTENIBILI NEL SISTEMA URBANO L Europa ha sviluppato

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Linee di sviluppo governative in tema di efficienza energetica Marcello Capra Dipartimento per l Energia EFFICIENZA ENERGETICA, POLITICHE TERRITORIALI E TELERISCALDAMENTO EGEA - Alba, 18 novembre 2011

Dettagli

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E RIDUZIONE DEI COSTI DELL'ENERGIA Le smart grids Natale Caridi Sviluppo Reti, Enel Distribuzione Sassari, 19 Giugno 2014 1 Uso: Riservato Principali trend e declinazione sulla

Dettagli

La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30

La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30 La città senziente: l'internet delle cose per una città connessa Bologna, giovedì 23 ottobre 2014, ore 14.30 RES NOVAE: Un caso reale di integrazione di soluzioni per la Smart City Automazione di Rete

Dettagli

Mauro Annunziato. Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA

Mauro Annunziato. Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA Smart Cities: la ricerca dei modelli vincenti Mauro Annunziato Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities - EERA mauro.annunziato@enea.it The user produced city plasmare la città sulle persone

Dettagli

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana.

Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il Paese riparte dalla città. Smart Cities, Agenda Digitale e Agenda Urbana. Il contributo di Enel Distribuzione Bologna, 24 Ottobre 2014 Anna Brogi Senior Vice President Enel Group Città e Sostenibilità

Dettagli

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili

Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile Smart Ci)es: una roadmap per ci3à sostenibili Claudia Meloni Divisione Smart Energy claudia.meloni@enea.it Dalla

Dettagli

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato

Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: Mauro Annunziato Dalla illuminazione pubblica alla Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Città sostenibili Energia, Ambiente, Trasporti Società

Dettagli

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless

ICT e Smart Cities. ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016. Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless ICT e Smart Cities ICT for Smart Societies Degree Politecnico di Torino 10 giugno 2016 Donatella Mosso Torino Smart City e Torino Wireless Di cosa vi parlo Le smart city, definizioni, opportunità, Nuovi

Dettagli

Smart City: Mauro Annunziato

Smart City: Mauro Annunziato Smart City: la ricerca europea e gli approcci applicativi Mauro Annunziato Coordinatore Smart Cities ed Ecoindustria Smart City : sostenibilità a 360 ECONOMY Development of innovative spirit Ability to

Dettagli

la roadmap per le città sostenibili

la roadmap per le città sostenibili Smart Cities la roadmap per le città sostenibili Mauro Annunziato Coordinatore Smart City ed Ecoindustria La strada maestra della sostenibilità ambientale passa attraverso l efficienza energetica Fonte

Dettagli

Smart Cities: la via della città sostenibili

Smart Cities: la via della città sostenibili Cities: la via della città sostenibili Mauro Annunziato ENEA Sub-coordinatore European Joint Programme Cities - EERA mauro.annunziato@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living

Dettagli

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE

l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Smart Grids: definizione, applicazione e modelli: l evoluzione del sistema elettrico verso le reti attive Massimo Gallanti RSE Perché le Smart Grids Gli obiettivi i della politica energetica europea come

Dettagli

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa

Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit. opportunità di innovazione Andrea Costa Dalle Smart Grid alle Smart Cities Un opportunit opportunità di innovazione Andrea Costa Le sfide di Europa 2020 3 direttrici Smart Growth Sviluppo di un economia basata su innovazione e conoscenza. Sviluppo

Dettagli

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari

Bari, an European SMART CITY. Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari Bari, an European SMART CITY Avv. Marco Lacarra, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Bari I cambiamenti climatici sono un fenomeno di portata globale, tuttavia le città possono contribuire in maniera

Dettagli

Forum Green City Energy 2012 PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P.

Forum Green City Energy 2012 PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Forum Green City Energy 2012 PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Un modello di sistema urbano sostenibile ed intelligente per una citta mediterranea Ing. Pasquale Capezzuto Energy Manager Comune di Bari

Dettagli

Le Smart Grids: il futuro delle reti elettriche e dei servizi energetici Massimo Gallanti RSE

Le Smart Grids: il futuro delle reti elettriche e dei servizi energetici Massimo Gallanti RSE Le Smart Grids: il futuro delle reti elettriche e dei servizi energetici Massimo Gallanti RSE 21 marzo 2012 - Milano 1 Perché le Smart Grids? Nuovi drivers del sistema elettrico Incrementare lo sfruttamento

Dettagli

Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea

Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea 1 Forum Internazionale Lo sviluppo delle Smart Cities e dei Green Ports nell area mediterranea CONVEGNI E WORKSHOP della manifestazione programma preliminare 12 e 13 Novembre 2012 Palazzo di Ateneo e Centro

Dettagli

SMART CITY PER CRESCERE

SMART CITY PER CRESCERE Centrostudi.Net SMART CITY PER CRESCERE Il modello Unindustria per l integrazione funzionale delle aree urbane del Lazio Viterbo, 9 luglio 2013 SMART CITY PER CRESCERE La Smart City è una città intelligente,

Dettagli

Integrazione delle FER in rete

Integrazione delle FER in rete Bari 13 novembre 2012 Integrazione delle FER in rete Manuela Di Fiore Siemens Smart Grid Benvenuti nel millennio urbano Popolazione 2009: 50% della popolazione mondiale vive in città 2030: popolazione

Dettagli

Bergamo Smart City. Sustainable Community

Bergamo Smart City. Sustainable Community Bergamo Smart City & Sustainable Community 1 Evoluzione delle Smart Cities nei secoli SVILUPPO SOSTENIBILE Lo sviluppo sostenibile è un processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse,

Dettagli

Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel

Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel Internet of Everything La convergenza delle infrastrutture secondo Enel Livio Gallo Direttore Divisione Infrastrutture e Reti Roma, 3 Luglio, 2014 Politiche europee e nazionali per lo sviluppo sostenibile

Dettagli

Il contributo di Enea nello sviluppo delle Cities Stefano Pizzuti ENEA Dipartimento Tecnologie Energetiche Stefano.pizzuti@enea.it City Economy Mobility Governance smart city Environment Living Energy

Dettagli

Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart

Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart Smart cities: l efficienza dei servizi attraverso la gestione della nuova informazione Gianni Minetti President, CEO Smart City, Smart Meter, Smart Zone, Smart Energy, Smart Grid, Smart Smart Memoria,

Dettagli

Progetti di sviluppo Smart Grid L esperienza di Enel e le opportunità dall Europa

Progetti di sviluppo Smart Grid L esperienza di Enel e le opportunità dall Europa Progetti di sviluppo Smart Grid L esperienza di Enel e le opportunità dall Europa Jon Stromsather Responsabile Sviluppo Smart Grids Enel Distribuzione SpA Roma, 16 Dicembre 2013 L approccio di Enel allo

Dettagli

Smart City: costruire le piattaforme abilitanti per dare spazio a reti e servizi innovativi

Smart City: costruire le piattaforme abilitanti per dare spazio a reti e servizi innovativi Smart City: costruire le piattaforme abilitanti per dare spazio a reti e servizi innovativi Il contributo di Enel Distribuzione alle Smart Cities Roma, 28 Maggio2014 Anna Brogi Enel Distribuzione - Efficienza

Dettagli

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE

LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Roma, 5 marzo 2015 LA DECISIONE POLITICA COME ELEMENTO PROPULSORE Una città non può essere amministrata e basta. Non è niente amministrare una città, bisogna darle un compito, altrimenti muore Giorgio

Dettagli

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI

UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI DA LUMIÈRE ALLA SMART CITY: UN MODELLO PER LO SVILUPPO DI CITTÀ INTELLIGENTI Roma, 5 marzo 202 Claudia Meloni Progetto Smart Cities Unità Tecnologie Avanzate per l Energia e l Industria SMART CITIES: SOSTENIBILITA

Dettagli

Anna Brogi. Efficienza Energetica e Smart Cities Divisione Infrastrutture e Reti Gruppo Enel. Bari, 2 Dicembre 2013

Anna Brogi. Efficienza Energetica e Smart Cities Divisione Infrastrutture e Reti Gruppo Enel. Bari, 2 Dicembre 2013 Il ruolo delle infrastrutture per lo sviluppo della Smart City Anna Brogi Efficienza Energetica e Smart Cities Divisione Infrastrutture e Reti Gruppo Enel Bari, 2 Dicembre 2013 Sostenibilità ambientale

Dettagli

L efficienza energetica driver di sviluppo per il Sistema Puglia

L efficienza energetica driver di sviluppo per il Sistema Puglia L efficienza energetica driver di sviluppo per il Sistema Puglia Ing. Pasquale Capezzuto Energy Manager Coordinatore Ufficio Bari Smart City e P.A.E.S. Comune di Bari IoT Nuovi materiali, nuove modalità

Dettagli

SMART CITY. Verso la città del futuro

SMART CITY. Verso la città del futuro SMART CITY Verso la città del futuro Rendere smart le città significa sottoporle a un insieme coordinato di interventi che mirano a renderle più sostenibili dal punto di vista energetico-ambientale, per

Dettagli

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting

Smart & Green Technologies. Antonio Iossa R&D, Scouting Smart & Green Technologies Antonio Iossa R&D, Scouting SMART? GREEN? Le dimensioni della Smart City Fonte: http://www.smart-cities.eu Le dimensioni della Smart City Fonte: ForumPA C. Forghieri SCCI Smart

Dettagli

SMART GRID E GENERAZIONE DISTRIBUITA

SMART GRID E GENERAZIONE DISTRIBUITA L ENERGIA SMART: EFFICIENZA, INNOVAZIONE, SOSTENIBILITA SMART GRID E GENERAZIONE DISTRIBUITA Giorgio Graditi Responsabile Laboratorio Tecnologie Fotovoltaiche (UTTP-FOTO) C.R. ENEA - Portici Roma, 14 maggio

Dettagli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli

8 Maggio 2014 Smartainability. P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli 8 Maggio 2014 Smartainability P. Girardi, A. Negri, A. Temporelli SMART EPO 2015 - SMART PLANNING, SMART BUILDING, SMART CONNECTING 8 MAGGIO

Dettagli

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P.

PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. PROGRAM MANAGEMENT OFFICE S.E.A.P. Project financing sugli edifici pubblici per il miglioramento dell'efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili negli edifici scolastici Marco

Dettagli

Sustainable Energy. Piano d Azione Energia. Luigi RANIERI

Sustainable Energy. Piano d Azione Energia. Luigi RANIERI Sustainable Energy Action Sostenibile plan Piano d Azione Energia Luigi RANIERI Lo Advancing sviluppo di the un economia low carbon economy low carbon Lo sviluppo urbano nelle politiche UE 2007 2013 2015

Dettagli

Soluzioni Siemens per le reti intelligenti

Soluzioni Siemens per le reti intelligenti Soluzioni Siemens per le reti intelligenti Siemens S.p.A. Danilo Moresco Dario Brusati Strategia Siemens per lo sviluppo delle Smart Grid la nostra strategia? Porre il consumatore al centro della rete

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE ENERGETICO Como Lecco; 5 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles Bando per l energia l efficiente EE1 Building

Dettagli

Fabio Zanellini Siemens SpA Gestione efficiente di Microgrid: La SPM del Campus di Savona e EXPO 2015

Fabio Zanellini Siemens SpA Gestione efficiente di Microgrid: La SPM del Campus di Savona e EXPO 2015 Fabio Zanellini Siemens SpA Gestione efficiente di Microgrid: La SPM del Campus di Savona e EXPO 2015 Dalla diagnosi energetica alla riduzione dei costi energetici dell industria 23/10/2015 - Brescia Restricted

Dettagli

Tecnologie ABB per le Smart Cities e l'efficienza Energetica ABB S.p.A.

Tecnologie ABB per le Smart Cities e l'efficienza Energetica ABB S.p.A. Flavio Ferrera, Power Systems, Milano, 25 Marzo 2014 Tecnologie ABB per le Smart Cities e l'efficienza Energetica ABB S.p.A. Affrontare le sfide della società nell era del consumo sostenibile Aiutare i

Dettagli

La progettazione dell Urban Control Center di una Smart City per il monitoraggio e la gestione energetico-ambientale della città

La progettazione dell Urban Control Center di una Smart City per il monitoraggio e la gestione energetico-ambientale della città La progettazione dell Urban Control Center di una Smart City per il monitoraggio e la gestione energetico-ambientale della città Prof. Ing. Mariagrazia DOTOLI (email: mariagrazia.dotoli@poliba.it) Dipartimento

Dettagli

un laboratorio per le smart cities: l approccio scientifico ai bisogni della città

un laboratorio per le smart cities: l approccio scientifico ai bisogni della città l approccio scientifico ai bisogni della città le peculiarità di genova La città tra Mediterraneo ed Europa La città del sole e del vento La città compatta La città antica La città scoscesa La città porto

Dettagli

I nuovi incentivi per le rinnovabili elettriche e termiche e per l'efficienza energetica: stato dell arte e prospettive

I nuovi incentivi per le rinnovabili elettriche e termiche e per l'efficienza energetica: stato dell arte e prospettive I nuovi incentivi per le rinnovabili elettriche e termiche e per l'efficienza energetica: stato dell arte e prospettive Unità Tecnica Efficienza Energetica -UTEE Sommario Indicatori economici e energetici

Dettagli

La sostenibilità delle Smart Cities

La sostenibilità delle Smart Cities SMART EPO 2015: SMART PLANNING, SMART BUILDING, SMART CONNECTING Fiera Milano 8 maggio 2014 Smartainability: il contributo delle tecnologie smart alla sostenibilità del sito Expo Antonio Negri - Pierpaolo

Dettagli

Le tecnologie rappresentate in ANIE sono abilitanti per il sistema delle reti intelligenti

Le tecnologie rappresentate in ANIE sono abilitanti per il sistema delle reti intelligenti Pavia Smart City: Inquadramento Tecnologico e Best Available Technologies Fd A F. d Arcangelo Responsabile Area Tecnico-Normativa e Ambiente ANIE Federazione ANIE ANIE è Membro permanente di Confindustria

Dettagli

SET Plan e fondi MISE

SET Plan e fondi MISE SET Plan e fondi MISE Marcello Capra Ministero dello Sviluppo Economico Delegato SET Plan europeo Giornata Nazionale di Lancio dei Bandi 2016-17 in Horizon 2020 Energia Roma, 9 novembre 2015 SET Plan europeo

Dettagli

Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione

Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione Le specificità delle aree urbane e l automazione avanzata della rete di distribuzione Smart Distribution System Milano, 28 settembre 2015 Agenda Premessa Gli sviluppi della rete elettrica e gli ambiti

Dettagli

Smart grids e contatori elettronici. La rete elettrica del futuro è intelligente.

Smart grids e contatori elettronici. La rete elettrica del futuro è intelligente. Smart grids e contatori elettronici. La rete elettrica del futuro è intelligente. Come funzionano le smart grids Le smart grids La rete elettrica intelligente In un futuro non troppo lontano la rete elettrica

Dettagli

BARI, 3 aprile 2013. Un sistema urbano sostenibile ed intelligente per una citta mediterranea. Ing. Pasquale Capezzuto

BARI, 3 aprile 2013. Un sistema urbano sostenibile ed intelligente per una citta mediterranea. Ing. Pasquale Capezzuto BARI, 3 aprile 2013 Un sistema urbano sostenibile ed intelligente per una citta mediterranea Ing. Pasquale Capezzuto Le città a misura dei cittadini Trasformare una Citta in Citta Sostenibile e Intelligente

Dettagli

Pisa, FORUM Internazionale sulle nuove energie per lo sviluppo competitivo e sostenibile delle città

Pisa, FORUM Internazionale sulle nuove energie per lo sviluppo competitivo e sostenibile delle città Smart City La sostenibilità energetica in ambito urbano: l esperienza e le innovazioni Enel per le Smart Cities Pisa, FORUM Internazionale sulle nuove energie per lo sviluppo competitivo e sostenibile

Dettagli

Efficienza energetica dell Edificio: gli Smart Buildings

Efficienza energetica dell Edificio: gli Smart Buildings Efficienza energetica dell Edificio: gli Smart Buildings Furio Cascetta prof. ing. Furio Cascetta Milano 1 luglio 2013 Smart Grid Smart City Smart Building In genere con il termine smart grid o sistema

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Efficienza Energetica: problematiche, possibilità,, sviluppi Marcello Capra Dipartimento per l Energia FAST, Fiera di Milano 26 maggio 2009 Il quadro di riferimento nazionale

Dettagli

Sistemi elettrici e Smart Grid

Sistemi elettrici e Smart Grid Corso di Laurea Magistrale di Ingegneria Elettrica Automazione e comunicazione nei sistemi industriali AA 2014-15 Sistemi elettrici e Smart Grid Francesco Benzi Versione in fase di revisione e sistemazione.

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro. Enrico Pochettino

L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro. Enrico Pochettino L'EVOLUZIONE DEL SETTORE ELETTRICO Le sfide per il futuro Enrico Pochettino 13 Novembre 2015 LA NASCITA DEL MERCATO ELETTRICO IN ITALIA Il primo impianto italiano: la Centrale elettrica di via Santa Radegonda

Dettagli

I Progetti incentivati e approvati da AEEG

I Progetti incentivati e approvati da AEEG I Progetti incentivati e approvati da AEEG Progetto dimostrativo del modello DSO Avanzamento e Risultati Federico Caleno Responsabile Progetti Speciali e Sviluppo Tecnologico Tecnologie di Rete Infrastrutture

Dettagli

Verso infrastrutture intelligenti per le utility. Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010

Verso infrastrutture intelligenti per le utility. Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010 Verso infrastrutture intelligenti per le utility Vincenzo.Lecchi@Alcatel-Lucent.com 22 Aprile 2010 L ambiziosa iniziativa Green Touch @ mira a limitare di un fattore 1.000 le future emissioni legate alla

Dettagli

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy

L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy L impegno di Enel per la mobilità elettrica Convegno Green City Energy Pisa, 26 Maggio 2011 Veicoli elettrici Vantaggi e benefici Il risparmio energetico medio conseguibile dai veicoli elettrici rispetto

Dettagli

Perché le smart grids

Perché le smart grids Massimo Gallanti Perché le smart grids Nuovi drivers del sistema elettrico Incrementare lo sfruttamento delle fonti rinnovabili (in particolare sfruttando la Generazione Distribuita (GD)) Nuovi impieghi

Dettagli

LE INIZIATIVE DELL AUTORITA PER LO SVILUPPO DELLE SMART GRIDS. Roberto Malaman Direttore Generale Autorità per l energia elettrica e il gas

LE INIZIATIVE DELL AUTORITA PER LO SVILUPPO DELLE SMART GRIDS. Roberto Malaman Direttore Generale Autorità per l energia elettrica e il gas LE INIZIATIVE DELL AUTORITA PER LO SVILUPPO DELLE SMART GRIDS Roberto Malaman Direttore Generale Autorità per l energia elettrica e il gas 1 REGOLAZIONE DEGLI INVESTIMENTI SULLE RETI Contributi pubblici

Dettagli

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali

Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto. Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali Il Ruolo degli Enti locali nel quadro degli obiettivi del Protocollo di Kyoto Giuseppe (Beppe) Gamba Kyoto Club - GdL Enti Locali PROBLEMATICHE ENERGETICHE ECONOMICHE ED AMBIENTALI SCENARI INTERNAZIONALI

Dettagli

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY

LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY LA CITTÀ DI TORINO: DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY Pisa, 26 maggio 2011 LE CITTA PROTAGONISTE NELLA LOTTA AI CAMBIAMENTI CLIMATICI Le città sono responsabili di oltre il 50% delle emissioni di gas

Dettagli

Smart Grid. Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 23 Maggio 2012

Smart Grid. Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 23 Maggio 2012 Smart Grid Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 23 Maggio 2012 Definizione Source: http://www.oe.energy.gov/smartgrid.htm Grid: sistema per la generazione, trasmissione, distribuzione e consumo

Dettagli

Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City

Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City Illuminazione intelligente: un opportunità per la Smart City una proposta per un progetto nazionale sulla illuminazione pubblica Mauro Annunziato Sub-coordinatore European Joint Programme Smart Cities

Dettagli

PROFILE COMPANY. Innovatec. Servizi. Plus

PROFILE COMPANY. Innovatec. Servizi. Plus COMPANY PROFILE Innovatec Tecnologia, prodotti e servizi per Smart Grid, Smart City e Smart Home rivolti alla clientela corporate e retail; tecnologie e attività di ricerca e sviluppo nell ambito della

Dettagli

Geol. MARCO REDINI COMUNE DI PISA Direzione Ambiente-Emas Palazzo Pretorio Vicolo del Moro,m 2 (2 piano) 56125 PISA Tel: +39 050 910404-39 328

Geol. MARCO REDINI COMUNE DI PISA Direzione Ambiente-Emas Palazzo Pretorio Vicolo del Moro,m 2 (2 piano) 56125 PISA Tel: +39 050 910404-39 328 Geol. MARCO REDINI COMUNE DI PISA Direzione Ambiente-Emas Palazzo Pretorio Vicolo del Moro,m 2 (2 piano) 56125 PISA Tel: +39 050 910404-39 328 0126928 e-mail: m.redini@comune.pisa.it Segreteria Tel: +39

Dettagli

L efficienza energetica nel residenziale e nel terziario

L efficienza energetica nel residenziale e nel terziario L efficienza energetica nel residenziale e nel terziario Massimo Gallanti Direttore Dipartimento Sviluppo del Sistema Elettrico Le tecnologie per il Sistema Edificio. Il contributo innovativo delle imprese

Dettagli

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE

L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE L OSSERVATORIO PER L AMBIENTE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI ROMA CAPITALE 1. PREMESSA Le trasformazioni economiche, politiche, sociali e ambientali che in questi ultimi decenni hanno investito, in modo

Dettagli

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica Percorsi e strumenti finanziari per lo sviluppo degli investimenti in ambito ambientale e dell efficienza energetica per le Imprese Politiche e programmi per promuovere gli investimenti in efficienza energetica

Dettagli

Smart Grid. Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 18 Maggio 2011

Smart Grid. Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 18 Maggio 2011 Smart Grid Marco Sgroi So.Tel srl Universita Roma Tre, 18 Maggio 2011 Cos e la Smart Grid? Source: http://www.oe.energy.gov/smartgrid.htm Rete elettrica capace di distribuire energia in modo piu efficiente,

Dettagli

La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica

La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica La strada maestra per un Europa elettrica: fonti rinnovabili, smart grid ed efficienza energetica Daniele Agostini Responsabile Regolamentazione wholesale markets, fonti rinnovabili ed efficienza energetica

Dettagli

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020

LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014-2020 2020 OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO NEL SETTORE DEI TRASPORTI. Brescia, 3 Dicembre 2013 Paolo Bonardi, EURODESK Bruxelles HORIZON 2020 zione di coordinamento e supporto:

Dettagli

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente

EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente EnergyMed come costruire una città metropolitana intelligente Napoli, 10 Aprile 2015 GLI UOMINI GIUNGONO INSIEME NELLE CITTA ALLO SCOPO DI VIVERE: RIMANGONO INSIEME PER VIVERE BENE (Aristotele 340 a.c.)

Dettagli

Efficientamento Energetico

Efficientamento Energetico Efficientamento Energetico L efficientamento energetico consiste nell insieme delle azioni volte a consumare meno, in modo migliore, ottenendo gli stessi risultati avuti con i normali comportamenti abituali.

Dettagli

Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia. Simona Murroni - Assessorato Industria

Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia. Simona Murroni - Assessorato Industria Strategie, programmazione e strumenti finanziari per la spesa pubblica in energia Simona Murroni - Assessorato Industria Documento di indirizzo per migliorare l efficienza energetica in Sardegna 2013-2020

Dettagli

Smart & Green Building

Smart & Green Building Smart & Green Building Daniele Pennati ANIE FEDERAZIONE Napoli - 28 marzo 2014 Elettricità futura Crescita sostenibile e sviluppo del settore elettrico FEDERAZIONE ANIE Federazione ANIE rappresenta da

Dettagli

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò

Padova Smart City. Internet of Things. Alberto Corò Padova Smart City Internet of Things Alberto Corò Padova 16 ottobre 2013 Smart City Le smart cities ("città intelligenti") possono essere classificate lungo 6 aree di interesse: Economia Mobilità Ambiente

Dettagli

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari Edo Ronchi Presidente della

Dettagli

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità

Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Il decreto legislativo 102/2014 sull efficienza energetica: scenari ed opportunità Fare impresa con l efficienza energetica: il decreto legislativo 102/2014. Smart Energy Expo Verona -8 ottobre 2014 Mauro

Dettagli

Nadia Busato Brescia Smart City - Project Manager BRESCIA SMART LIVING. Tecnologie per l efficienza energetica e l inclusione sociale

Nadia Busato Brescia Smart City - Project Manager BRESCIA SMART LIVING. Tecnologie per l efficienza energetica e l inclusione sociale Nadia Busato Brescia Smart City - Project Manager BRESCIA SMART LIVING Tecnologie per l efficienza energetica e l inclusione sociale Obiettivi Realizzativi OR0 OR1 OR2 OR3 OR4 OR5 OR6 Coordinamento scientifico

Dettagli

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012 Arch. Rovena Xhaferi 16 ottobre 2015 Grosseto Comune di Grosseto La sfida energetica e Il parco immobiliare nazionale Trasporto Industria Edifici Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca,

Dettagli

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012

TORINOSMARTCITY. ROMA - 9 Febbraio 2012 TORINOSMARTCITY DAL PATTO DEI SINDACI A SMART CITY: IL PERCORSO DELLA CITTA DI TORINO ROMA - 9 Febbraio 2012 1 LE TAPPE 29 gennaio 2008 nell ambito della seconda edizione della Settimana Europea dell energia

Dettagli

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica

Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Strategie per il risparmio energetico negli edifici produttivi e terziari esistenti: Il ruolo della progettazione integrata tecnico/economica Soluzioni impiantistiche orientate all efficienza energetica

Dettagli