Dichiarazione di intento: approvato il modello e chiarito il regime transitorio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Dichiarazione di intento: approvato il modello e chiarito il regime transitorio"

Transcript

1 Dichiarazione di intento: approvato il modello e chiarito il regime transitorio Con il provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 12 dicembre 2014 (prot /2014) ( Provvedimento ) l Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di dichiarazione d intento ( Modello ) che gli esportatori abituali potranno trasmettere all Amministrazione finanziaria per manifestare la volontà di effettuare acquisti o importazioni senza applicazione dell IVA a decorrere dall 1 gennaio In allegato, si riporta il Modello. L art. 20 del D.Lgs. 21 novembre 2014 n. 175 ( Decreto Semplificazioni Fiscali ) ha modificato, infatti, le modalità di comunicazione all Agenzia delle Entrate delle dichiarazioni di intento e dei dati in esse contenuti, nonchè gli adempimenti a cui sono tenuti gli esportatori abituali e i loro fornitori, al fine di effettuare cessioni in regime di non imponibilità IVA di cui all art. 8, comma 1, lettera c), D.P.R. n. 633/1972. Al riguardo, si rinvia alla nostra circolare informativa dell 1 dicembre u.s. Il Provvedimento fornisce inoltre importanti chiarimenti circa il regime transitorio. Il Modello Il Provvedimento, recependo le nuove regole introdotte dal Decreto Semplificazioni Fiscali, ha approvato il Modello e diffuso le relative istruzioni per inviare telematicamente all Agenzia delle Entrate la dichiarazione d intento. Il Provvedimento contiene, anche, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati. Il Modello deve essere compilato e trasmesso telematicamente dall acquirente per ogni singola dichiarazione d intento rilasciata (in dogana o al proprio fornitore). Esso contiene (nel frontespizio) i dati anagrafici del soggetto richiedente e dell eventuale rappresentante firmatario della dichiarazione d intento, la dichiarazione d intento, i dati del destinatario e la firma del richiedente. Inoltre, un unico quadro A riporta i dati relativi al plafond e l impegno alla trasmissione telematica. Nel frontespizio è presente, anche, la sezione Integrativa ; in particolare il Modello prevede la possibilità, prima di effettuare l operazione, di rettificare o integrare i dati di una dichiarazione già presentata, ad esclusione dei dati relativi al plafond indicati nel quadro A. Nel quadro A va indicata la natura del plafond adottato, fisso o mobile. Inoltre, se alla data di trasmissione della dichiarazione d intento la dichiarazione IVA non è stata presentata, occorre barrare almeno una della caselle da 2 a 5 (Esportazioni, Cessioni intracomunitarie, Cessioni verso San Marino, Operazioni assimilate). Al contrario, laddove, alla data di trasmissione della dichiarazione d intento, la dichiarazione annuale IVA sia stata già presentata, occorrerà barrare la casella 1. Infine, vanno indicate anche eventuali operazioni straordinarie che hanno concorso alla formazione, anche parziale, del plafond disponibile. La dichiarazione d intento può essere presentata all Agenzia delle Entrate in via telematica, direttamente da parte dei soggetti abilitati attraverso i servizi Entratel o Fisconline, oppure per il tramite di intermediari abilitati. Per l invio è possibile utilizzare il software denominato Dichiarazione d intento disponibile gratuitamente sul sito internet dell Agenzia delle Entrate ( Per la consegna al fornitore è consentita la stampa della sola dichiarazione d intento escludendo il quadro A del Modello dedicato al plafond. Sul sito dell Agenzia delle Entrate è resa inoltre disponibile al cedente e al prestatore la funzione di libero accesso per consentire il riscontro telematico dell avvenuta presentazione della dichiarazione d intento. 1

2 La disciplina transitoria (fino all 11 febbraio 2015) Il Provvedimento ha, altresì, definito la disciplina transitoria del passaggio alle nuove regole introdotte dall art. 20 del Decreto Semplificazioni Fiscali, con particolare riguardo alle dichiarazioni di intento rilasciate nel 2014 con validità per il In particolare, il Provvedimento ha chiarito che: A) fino all 11 febbraio 2015, gli esportatori abituali possono consegnare o inviare la dichiarazione d intento al proprio cedente o prestatore, secondo le modalità previgenti all emanazione del Decreto Semplificazioni Fiscali. In questo caso, il fornitore non dovrà verificare l avvenuta presentazione della dichiarazione d intento all Agenzia delle Entrate. Gli operatori possono tuttavia avvalersi del nuovo sistema di presentazione in via telematica dal giorno di pubblicazione sul sito dell Agenzia delle Entrate del nuovo software; B) tuttavia, per le dichiarazioni d intento consegnate o inviate secondo le vecchie modalità (ante Decreto Semplificazioni Fiscali) che esplicano effetti anche per operazioni poste in essere successivamente all 11 febbraio 2015, vige l obbligo, a partire dal 12 febbraio 2015, di trasmettere le dichiarazioni in via telematica e di riscontrare l avvenuta presentazione della dichiarazione all Agenzia delle Entrate (punto 5.3. del Provvedimento). In sostanza quindi gli esportatori abituali dovranno comunque provvedere all applicazione della nuova procedura, in aggiunta a quella precedente, per salvaguardare il beneficio in relazione alle operazioni di acquisto che saranno effettuate dal 12 febbraio * * * Il presente elaborato è un documento informativo di sintesi e non un parere professionale. Morri Cornelli e Associati Studio Legale e Tributario Milano, 15 dicembre

3 Allegato Modello Dichiarazione d intento 3

4 4

5 5

Novità in materia di dichiarazioni d intento

Novità in materia di dichiarazioni d intento Circolare 6 del 23 febbraio 2017 Novità in materia di dichiarazioni d intento 1 Premessa... 2 2 Nuovo modello di dichiarazione d intento... 2 2.1 Struttura... 3 2.2 Decorrenza... 3 3 Validità del vecchio

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 04 DEL 20/01/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE DICHIARAZIONI DI INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD.

Dettagli

La Dichiarazione d intento

La Dichiarazione d intento La Dichiarazione d intento Alessandra Cannavò Settore Fisco e Diritto d Impresa Questo materiale è predisposto da Assolombarda per i propri associati. Ogni altra forma di utilizzo o riproduzione non è

Dettagli

OGGETTO: Dal 2015 è l esportatore abituale a inviare le lettere d intento

OGGETTO: Dal 2015 è l esportatore abituale a inviare le lettere d intento Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Dal 2015 è l esportatore abituale a inviare le lettere d intento Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo, intendiamo metterla a conoscenza

Dettagli

DICHIARAZIONE D INTENTO

DICHIARAZIONE D INTENTO MOD. DI DI ACQUISTARE O IMPORTARE BENI E SERVIZI SENZA APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO Informativa sul trattamento dei dati personali (art. 13 D.lgs. n.196/2003) Con questa informativa l

Dettagli

Dichiarazione di intento nuove modalità di trasmissione (Art. 20 D.Lgs. n. 175/2014, Provvedimento Agenzia Entrate )

Dichiarazione di intento nuove modalità di trasmissione (Art. 20 D.Lgs. n. 175/2014, Provvedimento Agenzia Entrate ) Dott. Mario Conte Ragioniere Commercialista Dott. Dario Cervi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Orso Rag. Pierluigi Martin Consulente aziendale Dott.ssa Arianna Bazzacco Dott.ssa Sofia Bertolo Dott.

Dettagli

Le nuove modalità di utilizzo delle dichiarazioni d intento dall

Le nuove modalità di utilizzo delle dichiarazioni d intento dall Ai gentili clienti Loro sedi Le nuove modalità di utilizzo delle dichiarazioni d intento dall 1.3.2017 Premessa L art. 20 del D.Lgs. n. 175/2014 (decreto semplificazioni fiscali) ha stabilito che - a partire

Dettagli

CIRCOLARE n. 04 del 26/01/2015 LE NUOVE REGOLE SULLE LETTERE DI INTENTO EMESSE DAGLI ESPORTATORI ABITUALI

CIRCOLARE n. 04 del 26/01/2015 LE NUOVE REGOLE SULLE LETTERE DI INTENTO EMESSE DAGLI ESPORTATORI ABITUALI CIRCOLARE n. 04 del 26/01/2015 LE NUOVE REGOLE SULLE LETTERE DI INTENTO EMESSE DAGLI ESPORTATORI ABITUALI (Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175 c.d. decreto semplificazioni ) I PROVVEDIMENTI ATTUATIVI

Dettagli

Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO

Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO Legnano, 14 gennaio 2015 Alle imprese assistite Oggetto: CHIARIMENTI SULLE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO Come noto, con il D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni, l obbligo di comunicare i dati

Dettagli

NOVITA IVA a cura di Maurizio Barone

NOVITA IVA a cura di Maurizio Barone NOVITA IVA 2015 a cura di Maurizio Barone ART. 20 DICHIARAZIONI D INTENTO Il D.Lgs. 21 novembre 2014, n. 175, c.d. Decreto Semplificazioni, ha previsto una serie di semplificazioni fiscali. La prima novità

Dettagli

Oggetto: LA GESTIONE DELLE LETTERE DI INTENTO

Oggetto: LA GESTIONE DELLE LETTERE DI INTENTO Lecco, 11/01/2016 ALLA SPETTABILE CLIENTELA DELLO STUDIO CIRCOLARE N 02/2016 (elaborata il 11/01/2016) Oggetto: LA GESTIONE DELLE LETTERE DI INTENTO Già dal periodo di imposta 2015 sono cambiate le regole

Dettagli

NOVITA IVA Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone

NOVITA IVA Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone NOVITA IVA 2015 Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone 1 PROGRAMMA Novità IVA 2015 D.lgs. 175/2014 Dichiarazioni d intento Black list Modelli Intrastat Sanzioni statistiche 2 NOVITA IVA 2015-DICHIARAZIONI

Dettagli

- NUOVO MODELLO PER L INVIO TELEMATICO DELLE LETTERE DI INTENTO

- NUOVO MODELLO PER L INVIO TELEMATICO DELLE LETTERE DI INTENTO Modena viale Vittorio Veneto, 2 41124 - Modena tel. 059.220201 fax 059.220613 studio@bggpartners.it Maranello via Verga, 12 41053 - Maranello (Mo) tel. 0536.940905 fax 0536.943012 studio@studioarca.it

Dettagli

Dichiarazioni di intento Approvato il nuovo Modello

Dichiarazioni di intento Approvato il nuovo Modello ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 26 13 DICEMBRE 2014 Dichiarazioni di intento Approvato il nuovo Modello Copyright 2014 Acerbi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA

IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 159674/2014 Approvazione del modello per la dichiarazione d intento di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell imposta sul valore aggiunto, delle relative istruzioni e delle

Dettagli

DAL 1 MARZO 2017 NUOVO MODELLO PER L INVIO TELEMATICO DELLE LETTERE DI INTENTO

DAL 1 MARZO 2017 NUOVO MODELLO PER L INVIO TELEMATICO DELLE LETTERE DI INTENTO DOT T ORE COMMERCIALIST A REV ISORE LEGALE CONSULENT E T ECNICO DEL GIUDICE Circolare n. 02/2017 DAL 1 MARZO 2017 NUOVO MODELLO PER L INVIO TELEMATICO DELLE LETTERE DI INTENTO VIALE MONT E NERO, 80-20135

Dettagli

Oggetto: LA NUOVA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO DISPOSIZIONI A REGIME. Circ. 01/A/150102. Loro sedi

Oggetto: LA NUOVA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO DISPOSIZIONI A REGIME. Circ. 01/A/150102. Loro sedi Circ. 01/A/150102 San Fior, 02/01/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LA NUOVA COMUNICAZIONE DELLE DICHIARAZIONI D INTENTO DISPOSIZIONI A REGIME Il provvedimento del Direttore dell Agenzia delle

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 14 / 2016 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: DICHIARAZIONE DI INTENTO NOVITA 2017 Riferimenti Legislativi: Risoluzione n. 120/E del 22/12/2016 Ag. delle Entrate Provvedimento del 02/12/2016

Dettagli

RSS MRA 19R69 B157M 1 ROSSI MARIO M BRESCIA BS

RSS MRA 19R69 B157M 1 ROSSI MARIO M BRESCIA BS L emissione della lettera di intento Diversamente dal passato, non si rende più necessaria la formalizzazione cartacea della lettera di intento. Infatti, la procedura predisposta dall Agenzia delle Entrate

Dettagli

Fiscalità 2015: Novità del decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015

Fiscalità 2015: Novità del decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 Fiscalità 2015: Novità del decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali Dr Alberto Perani Milano, 24 febbraio 2015 In collaborazione con Novità del decreto legislativo sulle semplificazioni fiscali

Dettagli

Oggetto: Novità in materia di dichiarazioni di intento

Oggetto: Novità in materia di dichiarazioni di intento Dott. Sandro Guarnieri Dott. Marco Guarnieri Dott. Corrado Baldini A tutti i sigg.ri Clienti Loro sedi Dott. Cristian Ficarelli Dott.ssa Elisabetta Macchioni Dott.ssa Sara Saccani Reggio Emilia, lì 26/01/2015

Dettagli

IL PLAFOND IVA. Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone

IL PLAFOND IVA. Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone IL PLAFOND IVA Diapositive a cura di: Maurizio Roberto Barone 1 PLAFOND ASPETTI ESAMINATI Concetti generali. Lo status di esportatore abituale; Le operazioni che creano plafond; Le operazioni che non formano

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 10 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL TERZO TRIMESTRE 2015 Si ricordano le semplificazioni fiscali contenute nel D.Lgs. N. 175/2014 : 1. COMUNICAZIONI

Dettagli

Nuove lettere d intento e la gestione di quelle emesse nel periodo transitorio

Nuove lettere d intento e la gestione di quelle emesse nel periodo transitorio CIRCOLARE A.F. N.42 del 22 Marzo 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Nuove lettere d intento e la gestione di quelle emesse nel periodo transitorio Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Riferimenti: D.lgs. n. 175/2014, pubblicato sulla G.U n. 277 Provvedimento Agenzia Entrate

Riferimenti: D.lgs. n. 175/2014, pubblicato sulla G.U n. 277 Provvedimento Agenzia Entrate OGGETTO: SEMPLIFICAZIONI FISCALI DOPO L APPROVAZIONE DEFINITIVA Riferimenti: D.lgs. n. 175/2014, pubblicato sulla G.U. 28.11.2014 n. 277 Provvedimento Agenzia Entrate 12.12.2014 Con la pubblicazione sulla

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. dispone: Prot. 19388/2015 Modificazioni delle istruzioni, del modello di dichiarazione d intento di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell imposta sul valore aggiunto e delle relative specifiche

Dettagli

Dichiarazioni di intento: obbligo di invio telematico delle dichiarazioni ricevute Aggiornamento

Dichiarazioni di intento: obbligo di invio telematico delle dichiarazioni ricevute Aggiornamento ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 7 3 MAGGIO 2005 Dichiarazioni di intento: obbligo di invio telematico delle dichiarazioni

Dettagli

Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017

Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017 Circolare N. 19 del 9 Febbraio 2017 S La trasmissione dei dati relativi agli stampati fiscali entro il prossimo 28.02.2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, come di consueto,

Dettagli

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE AL CINQUE PER MILLE. ENTI DEL VOLONTARIATO e ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE ANNO 2012

ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE AL CINQUE PER MILLE. ENTI DEL VOLONTARIATO e ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE ANNO 2012 ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE AL CINQUE PER MILLE ENTI DEL VOLONTARIATO e ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (art. 1, comma 1, lettera a) e lettera e), DPCM 23 aprile 2010) ANNO 2012 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE

Dettagli

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO DAL 1 MARZO 2017

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO DAL 1 MARZO 2017 STUDIO TOMASSETTI & PARTNERS Circolare Informativa Anno 2017 nr. 2 LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO DAL 1 MARZO 2017 Autore: Marco Tomassetti STUDIO COMMERCIALE TRIBUTARIO TOMASSETTI & PARTNERS Corso Trieste

Dettagli

IL REGIME DEGLI ESPORTATORI ABITUALI

IL REGIME DEGLI ESPORTATORI ABITUALI 1 IL REGIME DEGLI ESPORTATORI ABITUALI 2 RIFERIMENTI NORMATIVI Ai sensi dell art. 8, comma 1, lett. c) del DPR n. 633/72, sono fatturate in regime di non imponibilità «le cessioni, anche tramite commissionari,

Dettagli

GLI ACQUISTI DA SAN MARINO E LA NUOVA COMUNICAZIONE ALL AGENZIA DELLE ENTRATE

GLI ACQUISTI DA SAN MARINO E LA NUOVA COMUNICAZIONE ALL AGENZIA DELLE ENTRATE INFORMATIVA N. 253 16 OTTOBRE 2013 IVA GLI ACQUISTI DA SAN MARINO E LA NUOVA COMUNICAZIONE ALL AGENZIA DELLE ENTRATE DM 24.12.93 Provvedimento Agenzia Entrate 2.8.2013, n. 94908 Informative SEAC 9.8.2013,

Dettagli

IL PLAFOND IVA PREMESSA ESPORTATORI ABITUALI DICHIARAZIONE DI INTENTO

IL PLAFOND IVA PREMESSA ESPORTATORI ABITUALI DICHIARAZIONE DI INTENTO IL PLAFOND IVA PREMESSA Le imprese che effettuano operazioni internazionali, con Paesi sia UE sia extra UE, in presenza di determinate condizioni, possono acquistare/importare beni e servizi senza applicazione

Dettagli

IVA - Comunicazione delle operazioni IVA: Modalità e termini Provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 2 agosto 2013.

IVA - Comunicazione delle operazioni IVA: Modalità e termini Provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 2 agosto 2013. Prot. 163/2013 Milano, 09-09-2013 Circolare n. 89/2013 AREA: Circolari, Fiscale IVA - Comunicazione delle operazioni IVA: Modalità e termini Provvedimento dell'agenzia delle Entrate del 2 agosto 2013.

Dettagli

Prot.n Di seguito presentiamo una sintesi dei principali elementi della Comunicazione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini IVA.

Prot.n Di seguito presentiamo una sintesi dei principali elementi della Comunicazione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini IVA. Prot.n. 857 CIRC.n 231 del 06.09.2013 A TUTTE LE IMPRESE ASSOCIATE IVA - Comunicazione in via telematica delle operazioni rilevanti (c.d. spesometro) - Provvedimento del 2.08.2013 - Comunicazione delle

Dettagli

MODELLO UNICO SOCIETA DI CAPITALI 2010

MODELLO UNICO SOCIETA DI CAPITALI 2010 MODELLO UNICO SOCIETA DI CAPITALI 2010 Note di rilascio Versione 17.9.0 Data 24 giugno 2010 Compatibilità 17.0.0 e successive In sintesi NOVITA DELLA VERSIONE Controlli Unico 2010 e modelli relativi agli

Dettagli

d intento al cambio di regime :

d intento al cambio di regime : fonte: : Il sole 24 Ore, sabato 7 febbraio 2015 _ Lettere d intento al cambio di regime : La lettera d intento compilata sul vecchio modello e ricevuta dal fornitore del bene o dal prestatore di servizio,

Dettagli

COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017

COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017 COMUNICAZIONE DEL 11 GENNAIO 2017 MODELLO CERTIFICAZIONE UNICA 2017 REDDITI 2016 e MODELLO 770/2017 Rif. normativi e di prassi: L. 11.12.2016 n. 232 (legge di bilancio 2017) Art. 3, comma 1, D.Lgs. 314/199

Dettagli

Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo

Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo CIRCOLARE A.F. N. 24 del 13 Febbraio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Invio dei dati per gli stampati fiscali entro il prossimo 02.03.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 9 / 2017 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: COMUNICAZIONE LIQUIDAZIONI PERIODICHE IVA Riferimenti Legislativi: Art. 21-bis, D.L. n. 78/2010 Art. 4 comma 2, D.L. n. 193/2016 Provv.

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. 2015/160709 Approvazione del modello di dichiarazione dell imposta di bollo dovuta in modo virtuale, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica. IL DIRETTORE

Dettagli

NORMATIVA A REGIME SOGGETTI OBBLIGATI

NORMATIVA A REGIME SOGGETTI OBBLIGATI Prot. n. F03/RNS Bologna, 4 gennaio 2011 Oggetto: COMUNICAZIONE OPERAZIONI RILEVANTI IVA DI IMPORTO NON INFERIORE A 3.000 EURO NORMATIVA A REGIME SEMPLIFICAZIONI PER GLI ANNI 2010 E 2011 Provvedimento

Dettagli

essere da e verso Paesi black list. Con la circolare n. 31/E del 2014, l Agenzia delle Entrate ha chiarito

essere da e verso Paesi black list. Con la circolare n. 31/E del 2014, l Agenzia delle Entrate ha chiarito Napoli, 14 Gennaio 2015 A TUTTI GLI SPETTABILI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 1/2015 COMUNICAZIONE OPERAZIONI BLACK LIST: IL LIMITE DI 10.000 EURO È ANNUALE Il Decreto Semplificazioni fiscali ha modificato

Dettagli

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO

MOD. 730-4 - INTEGRATIVO MOD. 730-4 INTEGRATIVO ASPETTI GENERALI Come riportato nel paragrafo precedente, la normativa relativa all assistenza fiscale prestata dai CAF o al professionista abilitato prevede che venga rilasciato

Dettagli

ESPORTATORE ABITUALE Lo status di esportatore abituale lo si acquisisce quando la % derivante dal rapporto tra l ammontare dei corrispettivi delle

ESPORTATORE ABITUALE Lo status di esportatore abituale lo si acquisisce quando la % derivante dal rapporto tra l ammontare dei corrispettivi delle INTRO I soggetti che effettuano ricorrenti operazioni non imponibili (quali esportazioni, operazioni assimilate, cessioni intracomunitarie ) maturano una costante posizione di credito IVA verso l Erario

Dettagli

Napoli, 17 Dicembre 2014 A TUTTI GLI SPETTABILI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 12/2014. Sede Legale - Via Santa Lucia n Na p o li

Napoli, 17 Dicembre 2014 A TUTTI GLI SPETTABILI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 12/2014. Sede Legale - Via Santa Lucia n Na p o li Napoli, 17 Dicembre 2014 A TUTTI GLI SPETTABILI CLIENTI LORO SEDI CIRCOLARE N. 12/2014 Certificazione Unica La Certificazione Unica 2015, sostituirà a partire dall anno prossimo il modello CUD, e nonostante

Dettagli

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE

MOD COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE MOD. 730-4 COMUNICAZIONE DEL RISULTATO CONTABILE ASPETTI GENERALI Il Mod. 730-4 contiene il risultato contabile della dichiarazione elaborata, in cui il CAF o il professionista abilitato riportano i dati

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO SEMPLIFICAZIONI FISCALI 21 NOVEMBRE 2014 N. 175 MISURE DI FISCALITA INTERNAZIONALE

DECRETO LEGISLATIVO SEMPLIFICAZIONI FISCALI 21 NOVEMBRE 2014 N. 175 MISURE DI FISCALITA INTERNAZIONALE Newsletter 11/2014 DECRETO LEGISLATIVO SEMPLIFICAZIONI FISCALI 21 NOVEMBRE 2014 N. 175 APPROVATO NEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 30 OTTOBRE 2014 IN ATTUAZIONE DELLA DELEGA FISCALE (LEGGE 11 MARZO 2014,

Dettagli

IL NUOVO MODELLO INTRA 12

IL NUOVO MODELLO INTRA 12 SERATA DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE GRUPPO DI LAVORO ENTI NO PROFIT IL NUOVO MODELLO INTRA 12 Torino, 26 ottobre 2015 IL NUOVO MODELLO INTRA 12 -CON PROVVEDIMENTO DEL DIRETTORE AGENZIA DELLE ENTRATE

Dettagli

RICEVUTE DI ACQUISIZIONE O DI SCARTO DELLE COMUNICAZIONI

RICEVUTE DI ACQUISIZIONE O DI SCARTO DELLE COMUNICAZIONI FAQ Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi ai mod.

Dettagli

MODELLO UNICO SOCIETA DI PERSONE 2011

MODELLO UNICO SOCIETA DI PERSONE 2011 MODELLO UNICO SOCIETA DI PERSONE 2011 Note di rilascio Versione 18.5.0 Data 24 giugno 2011 Compatibilità 18.0.0 e successive In sintesi NOVITA DELLA VERSIONE Quadri Importazione dati da studi di settore

Dettagli

Agenzia delle Entrate

Agenzia delle Entrate Agenzia delle Entrate Circolare n. 86/E Roma, 2 ottobre 2001 Oggetto: Regimi fiscali agevolati per le imprese ed i lavoratori autonomi Articoli 13 e 14 della legge 23 dicembre 2000, n.388; Provvedimenti

Dettagli

Circolare n. 3/2015 ENTRO IL INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA. In questa Circolare

Circolare n. 3/2015 ENTRO IL INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA. In questa Circolare Ai gentili Clienti Loro Sedi Circolare n. 3/2015 ENTRO IL 28.02.2015 INVIO DELLA COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA In questa Circolare 1. Soggetti obbligati e esonero 2. Scadenza e modalità di invio 3. Soggetti

Dettagli

Oggetto: la comunicazione elenco clienti-fornitori (spesometro)

Oggetto: la comunicazione elenco clienti-fornitori (spesometro) PREGIATISSIMI CLIENTI LORO SEDI Alla c.a. dell Amministrazione CIRCOLARE FLASH N. 5 Oggetto: la comunicazione elenco clienti-fornitori (spesometro) Come noto, l art. 21, DL n. 78/2010, ha introdotto l

Dettagli

Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA Spesometro

Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA Spesometro OTTOBRE 2013 Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA Spesometro Premessa Con provvedimento 2013/94908 del 02 Agosto 2013 è stato approvato il nuovo modello da utilizzare per la comunicazione

Dettagli

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, Ravenna (RA)

STUDIO CONSULENTI ASSOCIATI Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, Ravenna (RA) Dottori Commercialisti Revisori Legali Via G. Bovini, 41-48123 Ravenna (RA) www.consulentiassociati.ra.it Dott. Vincenzo Morelli Tel. +39 0544 501881 Dott. Paolo Mazza Fax +39 0544 461503 Dott. Gianluca

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 2 / 2017 Ai gentili Clienti dello Studio COMUNICAZIONE ANNUALE DATI IVA : SOPPRESSA DICHIARAZIONE ANNUALE IVA : Scadenza 28.02.2017 Invio telematico della dichiarazione IVA esclusivamente

Dettagli

ADEMPIMENTI TRIMESTRALI IN MATERIA DI IVA

ADEMPIMENTI TRIMESTRALI IN MATERIA DI IVA dott. Giorgio Berta rag. Mirella Nembrini rag. Sergio Colombini AI CLIENTI LORO SEDI Circolare n. 4 del 31/01/2017 ADEMPIMENTI TRIMESTRALI IN MATERIA DI IVA Come anticipato nella circolare di studio n.

Dettagli

Spesometro. Scadenze di presentazione per la Comunicazione relativa all anno 2014

Spesometro. Scadenze di presentazione per la Comunicazione relativa all anno 2014 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 15 19 MARZO 2015 Spesometro Scadenze di presentazione per la Comunicazione relativa all

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Protocollo N. 20662/2011 Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni modelli 730/2011, nelle comunicazioni di cui ai modelli 730-4 e 730-4

Dettagli

Collegato 2000, Finanziaria 2001, dichiarazione IVA 2001: analisi di alcune novità

Collegato 2000, Finanziaria 2001, dichiarazione IVA 2001: analisi di alcune novità Fondazione G. Rumor - Centro produttività Veneto In collaborazione con: Collegato 2000, Finanziaria 2001, dichiarazione IVA 2001: analisi di alcune novità Coordinamento scientifico a cura di Dichiarazione

Dettagli

TRENTINO IMPRESE CENTRO DI ASSISTENZA FISCALE PER GLI ARTIGIANI E LE PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TRENTO S.R.L.

TRENTINO IMPRESE CENTRO DI ASSISTENZA FISCALE PER GLI ARTIGIANI E LE PICCOLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI TRENTO S.R.L. Trento, 17 dicembre 2014 INFORMATIVA n 035/2014 OGGETTO: Dichiarazioni d'intento, nuove regole dal 2015 Il decreto semplificazioni (art. 20 D.lgs. 175/2014) ha apportato significative modifiche alla disciplina

Dettagli

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE

Circolare informativa 6/2016. ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE Roma, 14 marzo 2016 Circolare informativa 6/2016 ( a cura di Sara Razzi) BOLLO VIRTUALE L imposta di bollo può essere corrisposta: mediante pagamento ad intermediario convenzionato con l Agenzia delle

Dettagli

1. PREMESSA SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE...

1. PREMESSA SOGGETTI OBBLIGATI ALLA COMUNICAZIONE... 29.2013 Ottobre Spesometro, operazioni con paradisi fiscali, contratti di leasing, locazione e noleggio e altre comunicazioni all Anagrafe tributaria. Nuove modalità e termini di effettuazione Sommario

Dettagli

NEWSLETTER 8/2016. Corato, 31 marzo 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE

NEWSLETTER 8/2016. Corato, 31 marzo 2016 SOMMARIO DISPOSIZIONI LEGISLATIVE NEWSLETTER 8/2016 Corato, 31 marzo 2016 SOMMARIO 1 DISPOSIZIONI LEGISLATIVE Modello dichiarazione sostitutiva canone RAI dell Agenzia delle Entrate L esposizione che segue, rappresenta una breve sintesi

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Prot. n. 125604/2016 Definizione delle modalità di presentazione dell istanza di rimborso del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, pagato a seguito di addebito nelle fatture emesse dalle

Dettagli

STUDIO PACCIANI - CANEPA

STUDIO PACCIANI - CANEPA STUDIO PACCIANI - CANEPA Via Brigata Liguria 1/18 16121 Genova Tel. (010) 542631 - Fax (010) 542666 E-mail address: studiopc@studiopacciani.com Circolare n. 10/2013 del 11 Ottobre 2013 MODELLO COMUNICAZIONE

Dettagli

LA COMUNICAZIONE DEGLI ACQUISTI DA SAN MARINO

LA COMUNICAZIONE DEGLI ACQUISTI DA SAN MARINO Periodico quindicinale FE n. 16 11 settembre 2013 LA COMUNICAZIONE DEGLI ACQUISTI DA SAN MARINO ABSTRACT Con Provvedimento 2.8.2013, l Agenzia delle Entrate ha definito le modalità tecniche ed i termini

Dettagli

NUOVA DISCIPLINA DELLE LETTERE D'INTENTO

NUOVA DISCIPLINA DELLE LETTERE D'INTENTO NUOVA DISCIPLINA DELLE LETTERE D'INTENTO Premessa Con il decreto semplificazioni (D.lgs. 175/2014) è entrata in vigore nel 2015 la nuova disciplina delle lettere d'intento. Si prevede che sia in capo all'esportatore

Dettagli

genzia ntrate ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE (MOD.

genzia ntrate ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE (MOD. genzia ntrate ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE COMUNICAZIONE DEI COMPENSI RISCOSSI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PRIVATE (MOD. SSP) Articolo 1, commi 39 e 40 della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Premessa

Dettagli

IVA: rapporti con l estero e adempimenti. Torino, 25 marzo 2014 Stefano Carpaneto

IVA: rapporti con l estero e adempimenti. Torino, 25 marzo 2014 Stefano Carpaneto IVA: rapporti con l estero e adempimenti Torino, 25 marzo 2014 Stefano Carpaneto L ESPORTATORE ABITUALE E LA LETTERA DI INTENTO Plafond IVA Gli operatori economici che effettuano operazioni con l'estero

Dettagli

Approvazione del modello Opzione per il regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali

Approvazione del modello Opzione per il regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali Prot.n. 144042 Approvazione del modello Opzione per il regime di tassazione agevolata dei redditi derivanti dall'utilizzo di beni immateriali IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli

Dettagli

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI CIRCOLARE N. 08 DEL 05/03/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LE NUOVE DICHIARAZIONI D INTENTO: I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE E LA COMPILAZIONE DEL MOD. DI

Dettagli

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015

Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Circolare N. 31 del 27 Febbraio 2015 Lettere di intento: la nuova procedura Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, ultimato il periodo transitorio, sono entrate in vigore dallo scorso

Dettagli

Oggetto: NUOVE REGOLE IN TEMA DI VIES

Oggetto: NUOVE REGOLE IN TEMA DI VIES A tutti i Signori Clienti loro sedi Saronno, 10 gennaio 2015 Oggetto: Circolare del 10.01.2015 Oggetto: NUOVE REGOLE IN TEMA DI VIES Con il provvedimento n.159941 del 15 novembre 2014, l Agenzia delle

Dettagli

Spesometro a cura di Luca Signorini

Spesometro a cura di Luca Signorini Spesometro 2013 a cura di Luca Signorini Reggio Emilia, 22 ottobre 2013 OGGETTO DELLA COMUNICAZIONE i corrispettivi relativi a cessione di beni e prestazione di servizi rese e ricevute per le quali sussiste

Dettagli

CU semplificazione degli adempimenti

CU semplificazione degli adempimenti CU 2016 - semplificazione degli adempimenti Unificati i flussi informativi da inviare all Agenzia delle Entrate I dati relativi alle singole certificazioni sono inviati una sola volta, evitando ogni duplicazione

Dettagli

SLIDE MARZO Paghe e contributi. Corso Base 04/03/2016. Relatore: Gian Luca Budroni

SLIDE MARZO Paghe e contributi. Corso Base 04/03/2016. Relatore: Gian Luca Budroni 1 Paghe e contributi Corso Base 04/03/ Relatore: Gian Luca Budroni 2 Certificazione Unica: Dal 2015 la Certificazione Unica (CU) è il modello di certificazione per i redditi : Di lavoro dipendente, equiparato

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 12 / 2015 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL QUARTO TRIMESTRE 2015 Si ricordano le semplificazioni fiscali contenute nel D.Lgs. N. 175/2014 : 1. COMUNICAZIONI

Dettagli

OGGETTO: CERTIFICAZIONE UNICA 2017 PERIODO D IMPOSTA 2016

OGGETTO: CERTIFICAZIONE UNICA 2017 PERIODO D IMPOSTA 2016 Marco Badiani Ragioniere Commercialista Pierluigi Coppini Ragioniere Commercialista Prato, 13 Febbraio 2017 Lettera informativa n. 5/2017 Giulia Massari Simona Sguanci Vinicio Vannucchi A TUTTI I CLIENTI

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, Dispone: N. I/1/36785 /05 protocollo Approvazione delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica dei dati contenuti nelle dichiarazioni modelli 730/2005, nelle comunicazioni di cui ai modelli 730-4 e

Dettagli

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Dispone

In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. Dispone Prot. N. 2970/14 Approvazione del modello per la Richiesta di registrazione e adempimenti successivi - contratti di locazione e affitto di immobili (modello RLI), delle relative istruzioni e delle specifiche

Dettagli

Ricordiamo che la nuova newsletter è pubblicata sul sito del Consiglio Nazionale degli spedizionieri doganali (www.cnsd.it.)

Ricordiamo che la nuova newsletter è pubblicata sul sito del Consiglio Nazionale degli spedizionieri doganali (www.cnsd.it.) 3 20/02/2015 Roma, 20 Febbraio 2015 Gentile Spedizioniere Doganale, alleghiamo la Newsletter N 3 del 20 febbraio 2015. Tra gli argomenti trattati: - Istruzioni sulla presentazione della dichiarazione di

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: PROVVEDIMENTO PROT. 270335/2017 Approvazione del modello di dichiarazione dell imposta sostitutiva sui finanziamenti, delle relative istruzioni e delle specifiche tecniche per la trasmissione telematica.

Dettagli

LA GESTIONE DELLE LETTERE D INTENTO DAL 2015

LA GESTIONE DELLE LETTERE D INTENTO DAL 2015 Comunicazione del 15/01/2015 LA GESTIONE DELLE LETTERE D INTENTO DAL 2015 Gentili clienti, Un recente decreto (c.d. Semplificazioni) ha mutato le regole di gestione delle lettere di intento modificando

Dettagli

GESTIONE DICHIARAZIONI D INTENTO 2017

GESTIONE DICHIARAZIONI D INTENTO 2017 GESTIONE DICHIARAZIONI D INTENTO 2017 RICEVUTE DA CLIENTI Gestione delle dichiarazioni d intento di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell imposta sul valore aggiunto effettuate

Dettagli

Ai gentili Clienti dello Studio

Ai gentili Clienti dello Studio INFORMATIVA N. 1 / 2016 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DEL PRIMO TRIMESTRE 2016 Si ricordano le seguenti novità : 1. COMUNICAZIONI BLACK LIST [Art. 21 D.Lgs n. 175/2014] Dal

Dettagli

La Comunicazione telematica delle dichiarazioni di intento

La Comunicazione telematica delle dichiarazioni di intento ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 3 14 GENNAIO 2014 La Comunicazione telematica delle dichiarazioni di intento Copyright 2014

Dettagli

DICHIARAZIONE IVA 2016

DICHIARAZIONE IVA 2016 Circolare informativa per la clientela n. 6/20166 del 18 febbraio 2016 DICHIARAZIONE IVA 2016 In questa Circolare 1. Soggetti obbligati 2. Soggetti esonerati 3. Modello 2016 Imposte 2015 4. Termini di

Dettagli

CIRCOLARE n. 9 del 24/03/2014. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) - ADEMPIMENTO A REGIME

CIRCOLARE n. 9 del 24/03/2014. COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) - ADEMPIMENTO A REGIME CIRCOLARE n. 9 del 24/03/2014 COMUNICAZIONE DELLE OPERAZIONI RILEVANTI AI FINI IVA (cd. SPESOMETRO ) - ADEMPIMENTO A REGIME INDICE 1. PREMESSA 2. SCADENZE 3. NOVITÀ 4. CHIARIMENTI E DELUCIDAZIONI 4.1 Rilevanza

Dettagli

Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario

Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario CIRCOLARE A.F. N.97 del 4 Luglio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Le scadenze per la trasmissione del modello 730/2017 precompilato e ordinario Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Ai fini dell impegno del plafond Iva, l importo effettivo sarà comunque quello risultante dalla dichiarazione doganale.

Ai fini dell impegno del plafond Iva, l importo effettivo sarà comunque quello risultante dalla dichiarazione doganale. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 12 febbraio

Dettagli

L OBBLIGO PER I NOTAI DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA P.A.

L OBBLIGO PER I NOTAI DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA P.A. Consiglio Nazionale L OBBLIGO PER I NOTAI DI FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA P.A. Tutti i fornitori che emettono fattura verso la Pubblica Amministrazione (anche sotto forma di nota o parcella) devono:

Dettagli

Scadenzario fiscale. Febbraio In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni

Scadenzario fiscale. Febbraio In evidenza questo mese. Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Scadenzario fiscale Febbraio 20 Indicazioni generali sui termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni Tutti i termini di versamento e di presentazione delle dichiarazioni, compresi gli

Dettagli

STUDIO CIGANOTTO CINELLI SALVATO MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI IVA MODELLO E MODALITA DI INVIO

STUDIO CIGANOTTO CINELLI SALVATO MANGIONE DOTTORI COMMERCIALISTI COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI IVA MODELLO E MODALITA DI INVIO Circolare n. 5/2017 del 22 maggio 2017 A tutti i clienti, loro indirizzi mail COMUNICAZIONE DELLE LIQUIDAZIONI IVA MODELLO E MODALITA DI INVIO Ai sensi dell'art. 21-bis del DL 78/2010, a decorrere dall'anno

Dettagli

Circolare N. 147 del 26 Ottobre 2016

Circolare N. 147 del 26 Ottobre 2016 Circolare N. 147 del 26 Ottobre 2016 Soggetti che non hanno presentano elenchi INTRASTAT dal 1 trimestre 2015: esclusione dalla banca dati VIES Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2012 E ULTERIORI UTILIZZI

Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2012 E ULTERIORI UTILIZZI INFORMATIVA N. 26 / 2013 Ai gentili Clienti dello Studio Oggetto: COMUNICAZIONE ELENCO CLIENTI E FORNITORI (SPESOMETRO) ANNO 2012 E ULTERIORI UTILIZZI Riferimenti Legislativi: Art. 21, D.L. n. 78/2010;

Dettagli

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014

CIRCOLARE N. 27. Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

La manovra governativa antielusione REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IN CORSO ALLA DATA DEL 4 LUGLIO 2006

La manovra governativa antielusione REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IN CORSO ALLA DATA DEL 4 LUGLIO 2006 REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IN CORSO ALLA DATA DEL 4 LUGLIO 2006 1 REGISTRAZIONE DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE IN CORSO ALLA DATA DEL 4 LUGLIO 2006 Normativa e prassi Art. 35, comma 10-quinquies

Dettagli