M I N I S T E RO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE I S T I T U T O COMPRENSIVO STATALE GALILEI Via Quadrelli, Busto Arsizio (VA)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "M I N I S T E RO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE I S T I T U T O COMPRENSIVO STATALE GALILEI Via Quadrelli, Busto Arsizio (VA)"

Transcript

1 M I N I S T E RO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE I S T I T U T O COMPRENSIVO STATALE GALILEI Via Quadrelli, Busto Arsizio (VA) Tel. 0331/ Fax: 0331/ Cod. fisc Cod. Mecc. Vaic segreteria: - Web: PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA EX ART.1, COMMA 14, LEGGE N.107/ /2022 approvato dal Consiglio di Istituto nella seduta del xx/11/2018 1

2 SOMMARIO 1-Premessa pag. 3 2-Risorse umane attuali pag. 4 3-Risorse umane previsione pag. 5 4-Risorse finanziarie pag. 6 5-Risorse strutturali pag. 7 6-Agenzie esterne pag. 9 7-Punti nodali della riforma pag Scelte organizzative e gestionali pag Scelte culturali e formative pag Azioni coerenti col piano nazionale scuola digitale pag Piano formazione insegnanti pag Piano formazione personale ATA pag Comunicazioni e relazioni pag Incontri scuola-famiglia pag Orari d Istituto pag. 37 2

3 1-PREMESSA - Il presente Piano triennale dell offerta formativa, relativo all Istituto Comprensivo G. Galilei di Busto Arsizio, è elaborato ai sensi di quanto previsto dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, recante la Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti ; - il piano è stato aggiornato rispetto al triennio precedente dal Collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo prot del 5/10/2015; il piano ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 30/10/2018; - le modifiche relative all a.s. 2016/2017 hanno ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 21/10/2016; - il piano ha ricevuto il parere favorevole del consiglio d Istituto nella seduta del xx/11/2018; - le modifiche relative all a.s. 2016/2017 hanno ricevuto il parere favorevole dal consiglio d istituto nella seduta del 27/10/2016; - il piano, dopo l approvazione, è stato inviato all USR competente per le verifiche di legge ed in particolare per accertarne la compatibilità con i limiti di organico assegnato; - il piano è pubblicato nel portale unico dei dati della scuola. 3

4 3-RISORSE UMANE ATTUALI 181 Sc. Infanzia UTENTI 1122 Alunni 546 Sc. Primaria 395 Sc. Secondaria PERSONALE Dott. Marina Bianchi a.s Vicaria 1 Coordinatore per ogni Dirigente Scolastico Docenti staff di direzione h,30 Sc. Infanzia 60 Sc. Primaria h Sc. Secondaria 125 Docenti Nella quasi totalità si tratta di insegnanti di ruolo e molti di loro sono in servizio presso questo Istituto da diversi anni, garantendo una presenza consolidata nel tempo e collaudate competenze professionali. Oltre all attività didattica svolgono diversi incarichi: componenti Consiglio d Istituto, componenti Giunta esecutiva, componenti R.S.U, componenti di Commissioni, Funzioni Strumentali, responsabili di Laboratori. Personale A.T.A direttore dei servizi generali ed amministrativi; 4

5 7 assistenti amministrativi; 18 collaboratori scolastici. RISORSE UMANE PREVISIONE a. posti comuni e di sostegno SCUOLA INFANZIA E PRIMARIA Scuole dell infanzia: Speranza e Soglian Scuole primarie: Negri e Rossi Annualità STIMA del Fabbisogno per il triennio Motivazione: piano delle sezioni previste e loro caratteristiche (tempo pieno e normale) Posto comune Posto di sostegno a.s SEZIONI a.s SEZIONI a.s SEZIONI a.s SEZIONI (14 T.N. + 9 T.P.) a.s SEZIONI (14 T.N T.P.) a.s SEZIONI (14 T.N T.P.) SCUOLE SECONDARIE DI PRIMO GRADO: GALILEI E PARINI Anno scolastico STIMA del fabbisogno per il triennio Motivazione: piano delle classi Discipline Sostegno previste e loro caratteristiche a.s CLASSI A 30 ORE a.s CLASSI A 30 ORE a.s CLASSI A 30 ORE b. Posti per il potenziamento Anno scolastico n. docenti scuola primaria n. docenti scuola secondaria 5

6 a.s doc. + 1 doc. su posto del primo collaboratore vicario per progettazione e coordinamento (comma 5 della legge 107) + 2 doc. di sostegno a.s doc. + 1 doc. su posto del primo collaboratore vicario per progettazione e coordinamento (comma 5 della legge 107) + 2 doc. di sostegno a.s doc. + 1 doc. su posto del primo collaboratore vicario per progettazione e coordinamento (comma 5 della legge 107) + 2 doc. di sostegno 2 doc. AREA LINGUA INGLESE + 2 doc. AREA LINGUA INGLESE + 2 doc. AREA LINGUA INGLESE + c. Posti per il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, nel rispetto di quanto stabilito dal comma 14 dell art. 1, legge 107/2015 Tipologia n. Assistenti amministrativi per il triennio 9* Collaboratori scolastici 22* *l aumento è determinato dall apertura pomeridiana delle scuole secondarie dalla presenza di sei plessi ubicati in due quartieri differenti e con tipologie orarie di funzionamento differenti RISORSE FINANZIARIE FONDO DI FUNZIONAMENTO DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA Con la nota prot. N del 28/09/2018 il Miur ha assegnato per il periodo settembre dicembre 2018 la cifra di euro 8 762,34 così suddivisa: 1) Euro 666,67 quale quota fissa per istituto 2) Euro 266,67 quale quota per sede aggiuntiva 3) Euro 7 500,00 quale quota alunni 4) Euro 305,00 quale quota per alunno diversamente abile 5) Euro 24,00 quale quota per classi terminali della scuola secondaria di 1 grado. Il Miur ha, inoltre, previsto per il periodo gennaio/agosto 2019 la cifra di euro ,66 così suddivisa: 1) Euro 1 333,33 quale quota fissa per istituto 6

7 2) Euro 533,33 quale quota per sede aggiuntiva 3) Euro ,00 quale quota alunni 4) Euro 610,00 quale quota per alunno diversamente abile 5) Euro 48,00 quale quota per classi terminali della scuola secondaria di 1 grado. RISORSE STRUTTURALI L Istituto dispone delle seguenti aule speciali e strutture: SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO SOGLIAN NEGRI GALILEI Salone Palestra Auditorium Biblioteca Aula informatica Giardino e spazi esterni Laboratorio Informatica Biblioteca- Sala lettura Aula Pittura Palestra Laboratorio Informatica Laboratorio Scientifico SPERANZA Salone Biblioteca Aula Informatica Spazio per servizio mensa (esterno ad ogni aula) Palestra ( parte del salone) per attività motoria Orto didattico Giardino e spazi esterni Spazi per attività alternativa, ROSSI Locali Mensa Aule per il sostegno Spazi esterni Spazi verdi Orto didattico Palestra Laboratorio Informatica Biblioteca- Sala lettura alunni Locali Mensa Giardino e spazi Laboratorio di Ascolto Laboratorio Musicale Laboratorio PON Biblioteca- Sala lettura Videoteca Aula di Artistica Giardino e spazi Orto didattico Aule per attività di laboratorio, recupero e sostegno PARINI Palestra 7

8 recupero e sostegno Spazio per il postscuola esterni Aula pittura Aule video Laboratorio Informatica Laboratorio Scientifico Aula musica Aula pre-scuola Biblioteca-Sala lettura e Video Aule sostegno Giardino e spazi per attività sportive Laboratorio Musicale Aula di Artistica Orto didattico Aule sostegno Servizio mensa Nei plessi della scuola dell Infanzia e della scuola Primaria è attivo un servizio mensa, coordinato dall Amministrazione Comunale. Alle Scuole primarie Negri e Rossi vi sono degli appositi locali mensa; mentre nelle scuole dell Infanzia, il servizio, si effettua nelle classi o in uno spazio esterno alle stesse. Il menù è predisposto da un tecnologo alimentare ed è suddiviso in invernale ed estivo. Una Commissione apposita ha, infine, il compito di controllo, laddove la preparazione del pasto è affidata ad un agenzia esterna. L iscrizione si effettua tramite richiesta fatta direttamente dal genitore in segreteria e all Ufficio Pubblica Istruzione del Comune. 8

9 AGENZIE ESTERNE Per la realizzazione di alcuni progetti, l Istituto prevede la collaborazione con Enti locali, associazioni e agenzie che operano sul territorio. ENTE TIPOLOGIA ENTE Progetti in corso/ Utenti destinatari Progetto Apertura al territorio - Sc. Speranza; Amministrazione Comunale* Polizia Municipale Vigili del Fuoco e Protezione Civile Biblioteca Comunale Civica* Progetto Scuola Aperta scuola Soglian Per Post scuola ; assistenti comunali; personale di pulizia, personale di cucina Pr. Viabilandia ; Pr. Ed. Stradale Pr. Sicurezza Soglian scuola Pr. Scuola sicura scuola Speranza Pr. Il libro che avventura scuola Speranza Pr. Promozione alla lettura scuola Soglian CAMBRIDGE CENTRO LINGUE A.I.A.S. Corsi per il conseguimento della certificazione in lingua inglese Centro riabilitativo diversamente abili Pr. Animazione alla lettura scuole primarie Pr. Progetto lettura e conoscenza del territorio scuole secondarie Alunni primarie e secondarie rispondenti a determinati requisiti Alunni con B.E.S. 9

10 P.O.L.H.A. ASSOCIAZIONE RE MIDA ACOF ASLAM CIOFS -ENAIP CENTRO DIURNO IL CANESTRO COOP. DAVIDE COOP. SOC. SOLIDARIETA E SERVIZI CSE (Centro socio educativo) ORATORI QUARTIERE Associazione sportiva per alunni diversamente abili Sviluppo sostenibile Certificazione Green School Centri formazione professionale Centro formazione professionale Centro Educativo Centro tutela bambino maltrattato Servizi educativi territoriali Centro diurno per alunni diversamente abili Sacconago e Borsano Pr. Sport si può corso di nuoto per scuole secondarie Scuole infanzia e primarie Attività di orientamento e di raccordo per alunni a rischio dispersione Attività di raccordo Alunni con BES Collaborazione e consulenza per alunni in situazione di disagio emotivo-relazionale Assegnazione educatori comunali per alunni con BES Progetti integrati per alunni diversamente abili Progetti correlati per lo sviluppo umano e sociale L INFORMAZIONE Periodico cittadino Realizzazione di articoli sui principali momenti di vita scolastica LA NOSTRA FAMIGLIA Centro riabilitativo e scuola professionale di Castiglione Olona Inserimento alunni diversamente abili dopo terza sec. Primo grado ELABORANDO Coop Sociale Progetti educativi per minori e famiglie in ambito extrascolastico PIME Pontificio Istituto Missioni Estere Progetti solidarietà Progetti legalità CASCINA BURATTANA Azienda agricola biodinamica Consulenza per orti didattici Scuola Infanzia, Primaria, Secondaria 10

11 POLLICINO Centro educativo residenziale Progetti condivisi per alunni in situazione di disagio CTS (presso Ist. Tommaseo) Servizio consulenza disturbi specifici apprendimento Corsi aggiornamento docenti Sportello genitori per informazioni su DSA IL GIROTONDO Centro educativo residenziale Progetti condivisi per alunni con disagio familiare L ABBRACCIO Centro educativo diurno Progetti condivisi per alunni in situazione di disagio C.A.V. (Centro Aiuto alla Vita) N.P.I. Busto Arsizio CENTRO IL MONDO DEI FOLLETTI Sacconago Consultorio per la famiglia Diagnosi funzionale Logopedia Psicomotricità Servizio di prescuola e doposcuola Progetto Affettività Percorso di formazione per insegnanti Il benessere del bambino: scuola e famiglia al lavoro, percorso di formazione per genitori Incomincio la scuola dell infanzia e serate di formazione per i genitori dei bambini nuovi iscritti e dei bambini in uscita per la scuola primaria (scuole Infanzia) Collaborazione e consulenza per alunni con BES Inserimento alunni le cui famiglie ne fanno richiesta UST Servizi alunni stranieri Rete informatica Insegnante in organico aggiuntivo ( in rete ) per alfabetizzazione neo arrivati. U.S.R. Rete dell informazione e delle comunicazioni Scuola digitale = portale per le T.I.C. Porte aperte sul WEB = 11

12 I.R.R.E. I.N.D.I.R.E. Mediazione e integrazione Rete dell informazione e delle comunicazioni Rete dell informazione e delle comunicazioni Coop onlus mediatori linguistici per l accessibilità dei siti scolastici. Formazione del personale della Scuola (percorsi A-B-C). Progetto LAPSUS = open source software libero. Formazione del personale Monitoraggio delle TIC Progetti intercultura per alunni CENTRO COME Coop onlus Milano Corso aggiornamento docenti UST.-settore intercultura Responsabile dott.ssa Paola Benetti Consulenza corsi di Aggiornamento Rete AGORA dell ARCOBALENO Rete nata nel 2001: capofila Galilei Bertacchi/ Bossi/ Tommaseo/ Pertini/Crespi/De Amicis Progetti di alfabetizzazione e intercultura alunni; aggiornamento docenti FAMIGLIA SINAGHINA Associazione culturale Promozione di cultura, arte e storia del territorio Rete PIANO DI ZONA SCUOLE DI MUSICA Rete di I.C. e Ist. Superiori di Busto A. e Valle Olona. Capofila I.P.C. Verri Progetti di 1^ alfabetizzazione/ Rafforzamento linguistico e certificazione linguistica per alunni. Scuole infanzia, primarie e secondarie ASSOCIAZIONE LA LUNA Progetto Sorridente Raccolta di cibo a lunga conservazione da destinare a famiglie bisognose del territorio Studio Odontoiatrico Dr. Martino Scuole infanzia, primarie e secondarie Scuola Primaria Negri Scuola Primaria Rossi 12

13 SERVIZI SOCIALI COMUNE BUSTO A. Piani di zona Tutela minori Sc. Inf. Soglian Sc Inf. Speranza Condivisione di Progetti educativi per alunni con BES C.T.P.A. Progetto integrato Accordo Regione USR con protocollo d intesa *subordinato alle scelte di Bilancio dell Amministrazione Comunale di Busto Arsizio E inoltre per la Scuola dell Infanzia Soglian : Club Borsanese Folclore e Sport Avis Borsano Accademia Rossini Avis Borsano Lions Club (screening anti-ambliopico "A me gli occhi") Corpo musicale S. Cecilia di Borsano Animazione teatrale e spettacoli Circuito cinematografico o teatrale* Sig. Grilli G. (per le tradizioni bustocche) Libreria Ubik (*) l'attuazione dell'uscita è legata alla disponibilità della gratuità dei pullman e, in caso contrario, alla disponibilità dei genitori al dover affrontare la spesa...per la Scuola dell Infanzia Speranza: Animazioni teatrali e spettacoli Cinema Lux Sig. Grilli (per le tradizioni bustocche) LIONS CLUB (screening anti-ambliopico: A me gli occhi ) Psicologa del Consultorio di Busto A. per inserimento Sc. Infanzia e Primaria Iniziative organizzate dall Amministrazione Comunale* 13

14 Pasticceria Paola * Caserma Vigili del Fuoco di Busto Arsizio* AVIS Borsano Esperti esterni per Progetto Propedeutica Musicale Esperti esterni per Progetto Sto per esplodere Esperti esterni per Progetto Fotografia (*) l'attuazione dell'uscita è legata alla disponibilità della gratuità dei pullman e, in caso contrario, alla disponibilità dei genitori al dover affrontare la spesa..per la Scuola Primaria Negri: Cinema Teatro Lux Galleria Civica di Arte moderna di Gallarate Esperti di Ed. fisica Circuito iniziative comunali Circuito cinematografico Personale della C.R.I. Studio Odontoiatrico Dr. Martino Museo del Tessile di Busto Arsizio Palazzo Cicogna di Busto Arsizio Libreria La Nuova Terra Interventi di specialisti nell ambito del Progetto Affettività per classi quarte e quinte.per le Scuola Primaria Rossi : Cinema teatro Aurora di Borsano Circuito Cinematografico Provinciale e Comunale Gruppo Famiglia Sinaghina Studio odontoiatrico Dott. Martino Museo del tessile di Busto Arsizio 14

15 Palazzo Cicogna di Busto Arsizio Libreria Ubik Interventi di specialisti nell ambito del progetto Affettività per le quarte e quinte...per le Scuole Secondarie Galilei- Parini: AVIS -COMITATO ANTIMAFIA (Enti per il raccordo con il Sociale, la legalità e la Solidarietà) Stage linguistico Orientamento Giochi sportivi d Istituto e fasi comunali e provinciali Progetto web sicuro e responsabile Progetto teatrale contro la dispersione scolastica PUNTI NODALI DELLA RIFORMA La professionalità e la responsabilità caratterizzano da sempre tutto il personale che opera in questo Istituto. Questo innalza i livelli di istruzione e le competenze, contrasta le disuguaglianze socio-culturali e territoriali e mette in atto tutte le strategie per una scuola efficacemente inclusiva. Dalla legge 107 l Istituto ha determinato dei precisi punti nel progettare il Piano Triennale dell Offerta Formativa: POTENZIAMENTO UMANISTICO SOCIO- ECONOMICO E PER LA LEGALITA : - prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico; potenziamento dell inclusione scolastica e del diritto allo studio degli alunni con bisogni educativi speciali attraverso percorsi individualizzati e personalizzati anche con il supporto e la collaborazione dei servizi socio-sanitari ed educativi del territorio e delle associazioni di settore; - apertura pomeridiana delle scuole e riduzione del numero di studenti per classe o per articolazione di gruppi di classi, anche con potenziamento del tempo scolastico o rimodulazione del monte orario rispetto a quanto indicato dal regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 20 marzo 2009, n 89. POTENZIAMENTO LINGUISTICO: - valorizzazione e potenziamento delle competenze linguistiche, con particolare riferimento all italiano, italiano L2, nonché alla lingua inglese ed ad altre lingue dell Unione Europea, anche mediante l utilizzo della metodologia Content language integrated learning. 15

16 POTENZIAMENTO LABORATORIALE: - sviluppo delle competenze digitali degli studenti, con particolare riguardo al pensiero computazionale, all utilizzo critico e consapevole dei social network e dei media nonché alla produzione e ai legami con il mondo del lavoro. L effettiva attuazione di quanto sopra indicato è strettamente legata alla disponibilità del personale assegnato come potenziamento. 16

17 SCELTE ORGANIZZATIVE E GESTIONALI PRIMO COLLABORATORE VICARIO: Quaglia Laura Funzioni: - collaborare strettamente con il Dirigente Scolastico nella gestione dei vari plessi dell Istituto e nei rapporti con alunni, famiglie, docenti, personale ATA ed Enti Esterni; - collaborare con il Dirigente Scolastico nell assegnazione dei Docenti alle classi al fine di valorizzare e ottimizzare le risorse umane presenti nell Istituto; - svolgere gli adempimenti propri della funzione dirigenziale in occasione di assenze prolungate del Dirigente Scolastico; - disporre il perfezionamento (firma) degli atti amministrativi, esclusi quelli contabili, già a suo tempo deliberati dagli OO.CC. e autorizzati dal Dirigente Scolastico; - presiedere anche senza specifica delega scritta la Commissione Staff; - coordinare il calendario delle Commissioni d Istituto; - coordinare il Piano Triennale dell Offerta Formativa (PTOF); - accogliere i nuovi docenti; - collaborare con i coordinatori di plesso al fine di favorire la coesione dello Staff del Dirigente Scolastico; - curare la calendarizzazione degli scrutini, dei Consigli di Classe e degli incontri con le famiglie; - organizzare attività collegiali; - adottare eventuali provvedimenti di urgenza per evitare situazioni di pericolo; - assicurare il puntuale rispetto delle disposizioni del Dirigente Scolastico. SECONDO COLLABORATORE: Responsabili Scuole secondarie 1- Funzioni: - supportare unitamente al primo collaboratore, in tutti gli adempimenti di competenza il Dirigente Scolastico; - collaborare con i coordinatori di classe che curano i rapporti e le segnalazioni con le famiglie relativamente a situazioni problematiche; - vigilare sul regolare svolgimento delle lezioni e delle attività laboratoriali; - informare tempestivamente il Dirigente Scolastico in merito a situazioni problematiche e/o impreviste; 17

18 - curare la calendarizzazione degli scrutini, dei Consigli di Classe e degli incontri con le famiglie; - coordinare con il primo collaboratore il Piano dell Offerta Formativa; - accogliere i nuovi docenti; - adottare eventuali provvedimenti di urgenza per evitare situazioni di pericolo; - raccogliere e vagliare adesioni a iniziative generali, in collaborazione con i colleghi o i coordinatori di classe; - essere punto di riferimento per i colleghi e per il personale in servizio e per gli Enti Locali che propongono iniziative didattico-educative; - svolgere funzione di verbalizzatore ai Collegi Docenti unificati e di dipartimento; - prendere contatti con le scuole secondarie di secondo grado al fine di organizzare l Orientamento per gli alunni delle classi terze. COORDINATORI DI PLESSO COORDINATOR E Gambarotto Bianca Di Benedetto Maria Crespi Gabriella Elisir Elena Beltramini Chiara Dell Acqua Paola PLESS O Speran za Soglian Negri Rossi Galilei Parini FUNZIONI - organizzare la sostituzione dei docenti temporaneamente assenti o la vigilanza nelle classi scoperte - diffondere circolari, comunicazioni e informazioni al personale in servizio nel plesso e controllare le firme di presa visione, organizzando un sistema di comunicazione interna funzionale e rapida; - raccogliere e vagliare adesioni a iniziative generali, in collaborazione con i colleghi o i coordinatori di classe; - raccogliere in collaborazione con i referenti di plesso le esigenze relative a materiali, sussidi, attrezzature necessarie; 18

19 - sovrintendere al corretto uso del fotocopiatore, del telefono e degli altri sussidi facendosi portavoce delle necessità espresse dal personale scolastico; - verificare periodicamente con il D.S.G.A., l ordine e la pulizia per la manutenzione del plesso; - segnalare eventuali situazioni di rischio, con tempestività; - riferire sistematicamente al Dirigente Scolastico circa l andamento e i problemi del plesso; - essere punto di riferimento per i colleghi, per i rappresentanti del Comitato genitori, per il personale in servizio e per gli Enti Locali che propongono iniziative didattico-educative; - riferire comunicazioni, informazioni e/o chiarimenti avuti dal Dirigente; - presiedere i Consigli di Interclasse e di Intersezione in qualità di rappresentante del Dirigente Scolastico; - disporre che i genitori accedano ai locali scolastici nelle modalità e nei tempi previsti dai regolamenti interni; - controllare che le persone esterne abbiano un regolare permesso del Dirigente Scolastico per poter accedere ai locali scolastici; - svolgere funzione di verbalizzatore ai Collegi Docenti di dipartimento. COORDINATORI DI CLASSE Funzioni: - coordinare l attività didattica della classe; - verbalizzare gli incontri tra docenti e genitori; - convocare i genitori per relazionare circa l andamento scolastico dell alunno e/o della classe; - presiedere le assemblee di classe in occasione delle votazioni dei rappresentanti di classe; - illustrare il POF ai genitori durante gli Open-day. - ALTRE FIGURE ORGANIZZATIVE - SCUOLA INFANZIA SOGLIAN SPERANZA 19

20 SUBCONSEGNATARIO INFORMATICA SUSSIDI/BIBLIOTECA MATERIALI E SUSSIDI SUSSIDI PER SOSTEGNO SCUOLA PRIMARIA NEGRI ROSSI SUBCONSEGNATARI O INFORMATICA SUSSIDI BIBLIOTECA ALUNNI BIBLIOTECA DOCENTI PALESTRA SUSSIDI SOSTEGNO SCUOLA SECONDARIE PARINI GALILEI SUBCONSEGNATARI O ARTISTICA SCIENZE BIBLIOTECA PALESTRA MUSICA TECNOLOGIA SOSTEGNO 20

21 ORTO AULA INFORMATICA Funzioni: -controllare i laboratori e il materiale in essi contenuti; -segnalare eventuali disservizi; -proporre iniziative del territorio inerenti l attività specifica di loro competenza; -proporre, in accordo con i colleghi, acquisti per il rinnovo o l aggiornamento dei materiali. FUNZIONI STRUMENTALI 1. B.E.S. Infanzia/Primaria Graziano Maria Grazia 2. B.E.S. Secondaria Ponzelletti Silvia 3. TIC Aiello Massimo 4. Accoglienza Colombo Daniela/Crespi Paola stranieri/intercultura 5. Continuità Infanzia : Pascale Laura Primaria: Pititto Lorella Secondaria: Martignoni Sabrina FUNZIONE STRUMENTALE CONTINUITA / ORIENTAMENTO COMPITI ED OBIETTIVI -Coordinamento e gestione della commissione continuità Ob: trasmettere informazioni rispetto alle modalità d attuazione della continuità; discutere ed elaborare proposte; COMMISSIONI DI RIFERIMENTO -Commissione continuità scuola dell infanzia / primaria/secondaria 1 docente referente per plesso, 1 docente di 21

22 verificare strumenti in uso. -Coordinamento progettazione e verifica dei Progetti di accoglienza Ob: discutere ed elaborare proposte e modalità organizzative dei progetti. -Coordinamento incontri docenti anni ponte Ob: scambio di informazioni e verifica inserimento alunni -Collaborazione con le F.S. -Partecipazione riunioni di Staff, se necessario. classe quinta per plesso, 1 docente dei cinquenni per plesso. -Docenti referenti di scuola Secondaria di 1 grado. -Gruppo di lavoro progetto accoglienza: docenti anni ponte e classi prime. -Colloqui: docenti anni ponte -Docenti cl.5 e 1 scuole Primarie. -Docenti referenti di scuola Secondaria di 1 grado. Per: - programmazione e verifica attività di raccordo; -verifica di ricaduta degli alunni cl. 1 primaria e secondaria; - passaggio di informazioni ai plessi di appartenenza. B.E.S. Elaborazione del Piano Annuale dell Inclusività (PAI), cioè delle azioni e Commissione BES: 22

23 INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INTERCULTURA ED ACCOGLIENZA STRANIERI dei progetti destinati all inclusione e alla prevenzione del disagio e della dispersione scolastica. Coordinamento e gestione dei Progetti d inclusione d Istituto. Monitoraggio delle situazioni dei bisogni speciali Supporto e consulenza ai docenti per la stesura dei progetti personalizzati di ogni Consiglio di Classe della Scuola Secondaria. Incontri con i moduli (o nelle interclassi docenti) di scuola dell Infanzia o Primaria. Coordinamento rapporti scuola- famiglia, per creare un alleanza educativa. Dialogo costante con gli alunni per migliorare il loro rapporto con la scuola. Gestione di problemi e conflitti. Rapporti con Enti esterni ed elaborazione di Progetti educativi condivisi. Gestione e diffusione corsi formazione per docenti e genitori Monitoraggio risultati. Aggiornamento e gestione Prog. Accoglienza Stranieri. Elaborazione/ aggiornamento proposte e procedure. Monitoraggio casi nell Istituto (elaborazione dati, colloqui con i docenti, controllo procedure ). Coordinamento Progetto Intercultura. Gestione corsi Formazione Docenti sull argomento. Raccordo con Enti di alfabetizzazione / mediatori linguistici. un docente referente per plesso per: - raccogliere dati; - trasmettere informazioni; - discutere ed elaborare proposte; concordare e coordinare interventi. Contatti con amministrazioni Locali e Agenzie educative del territorio. Un docente referente per plesso per: -raccogliere dati; -trasmettere informazioni; -discutere ed elaborare proposte; -applicare nei plessi le procedure deliberate. 23

24 T.I.C. Coordinamento e gestione di progetti specifici/ Laboratori linguistici. Coordinamento, su richiesta, rapporti scuola-famiglia. Referente piano di zona intercultura. Referente per inclusione alunni adottati. Incontri con moduli (o nelle interclassi docenti ) di scuola Primaria. Rapporti con Enti esterni. Referente rete intercultura Agorà dell Arcobaleno ( Bossi, Bertacchi, Pertini,Tommaseo ) e insegnante alfabetizzatore in organico aggiuntivo. Consulenza ai referenti di intercultura e agli insegnanti. Tenere contatti con gli Enti esterni Istituzionali ( Ministero, Direzione Regionale, CSA, Comune). Realizzazione e aggiornamento del sito web d Istituto. ( riservatezza sulle password per l accesso alla rete: upload ). Coordinamento dei laboratori di plesso. Consulenza ai referenti dei laboratori di plesso e delle commissioni TIC. Sovrintendere all assistenza e agli acquisti hardware e software. Disponibilità a tenere ed organizzare dei momenti di studio/ autoaggiornamento TIC laboratori TIC multimedia TIC web 24

25 per/ con i colleghi dell Istituto. Presiedere le commissioni TIC. Promuovere la divulgazione del patrimonio software didattico presente nell Istituto. Promuovere la divulgazione dei progetti didattici multimediali dei diversi ordini di scuola. Tenere contatti con gli Enti esterni istituzionali (Ministero, Direzione Regionale, CSA, Comune). Sovrintendere, coordinare la partecipazione a concorsi e manifestazioni che abbiano come oggetto le TIC. Collaborare, ove richiesto, con la Commissione Acquisti. SCELTE CULTURALI E FORMATIVE Alla Scuola si assegnano le seguenti finalità culturali e formative: o o Contribuire allo sviluppo della persona umana. Garantire il percorso formativo individuale. La Scuola deve essere perciò un ambiente educativo di apprendimento che forma, orienta, promuove. In una società complessa come quella attuale, la Scuola rimane un ambiente di crescita, di confronto sociale, un laboratorio di democrazia e dialogo indispensabile per crescere come cittadini e persone. La Scuola trova la sua ragione d essere nella promozione della persona e nella valorizzazione delle risorse di cui ogni individuo è portatore. All interno delle finalità formative e culturali bisognerà porre particolare attenzione al contesto socio-ambientale e familiare. Tra i fondamenti prioritari vi sono: L interazione formativa con la famiglia nel rispetto delle scelte educative della stessa 25

26 La valorizzazione delle risorse culturali, ambientali e strumentali offerte dal territorio e dalle strutture in esso operanti La promozione di incontri tra esperienze diverse nell ottica di collaborazione tra le scuole dell Istituto e tra queste e le strutture del territorio. I nostri Obiettivi Pur nel rispetto delle differenziazioni individuali, dei diversi processi dell età evolutiva e delle diverse forme di interesse, di capacità, di partecipazione e di apprendimento, i docenti tendono a: 1 Favorire e rafforzare lo spirito di fiducia e di amicizia 2 Essere disponibili a collaborare per un fine comune 3 Offrire diverse modalità relazionali 4 Favorire momenti di relazione formativa tra adulti e bambini/ ragazzi 5 Aumentare la motivazione degli alunni 6 Fare emergere e valorizzare le potenzialità di ciascuno 7 Migliorare l autostima 8 Garantire la continuità tra ordini di scuola 9 Favorire la partecipazione delle famiglie 10 Valorizzare le risorse interne 11 Utilizzare le risorse del territorio 12 Rispettare e riconoscere le difficoltà di comunicazione linguistica di alunni e famiglie straniere AZIONI COERENTI CON IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE L identità digitale è il modo per rendere più semplice,immediato ed abilitante l impiego di dispositivi e contenuti, più agile la gestione degli spazi di apprendimento, più sicura l identità degli studenti, più diffusa ed aperta al territorio l educazione stessa. Il Piano Nazionale Scuola Digitale prevede tre grandi linee di attività: 1) miglioramento dotazioni hardware 2) attività didattiche 3) formazione insegnanti Relativamente al primo punto, nell ultimo triennio, si è provveduto a dotare quasi tutte le aule della scuola primaria di LIM al fine di potenziare un insegnamento interattivo. I plessi di scuola primaria hanno un laboratorio informatico con ora curricolare 26

27 all interno dell orario di classe, durante la quale vengono presentati i più comuni programmi per l acquisizione delle competenze di base. L informatica va insegnata, studiata e capita non tanto per formare bravi professionisti della disciplina, ma soprattutto perché la conoscenza dei suoi fondamenti contribuisce a formare e arricchire il bagaglio tecnico, scientifico e culturale di ogni persona. Tutti i docenti utilizzano il registro elettronico. Relativamente al secondo punto, è previsto un progetto di potenziamento delle competenze digitali degli alunni che interesserà le classi terze, quarte, quinte in merito alla capacità di programmazione (coding) Progetto di potenziamento delle Competenze digitali degli alunni Dall a.s il progetto di potenziamento delle competenze digitali interesserà le classi terze, quarte e quinte della scuola primaria e le classi terze della scuola secondaria di primo grado. L azione di potenziamento sarà di supporto ad ambiti disciplinari già presenti nel curriculo scolastico. Nello specifico il potenziatore affiancherà l insegnante di Tecnologia nella scuola primaria e l insegnante di Tecnica nella scuola secondaria di primo grado. Denominazione del progetto : Competenze in gioco Descrizione Il progetto intende ampliare e arricchire il Piano dell Offerta Formativa e la programmazione didattica con contenuti a carattere digitale per sviluppare le competenze di analisi, Problem Solving, algoritmizzazione di procedure, rappresentazione e gestione di dati e informazioni. Oggi il Pensiero Computazionale è considerato la quarta abilità di base, dopo leggere, scrivere e calcolare, in quanto permette di schematizzare sintetizzare qualsiasi attività quotidiana. Obiettivi generali: offrire una combinazione di conoscenze, abilità e attitudini adeguate a utilizzare e vivere il mondo digitale, come previsto dagli obiettivi chiave dell Unione Europea (2006) introdurre un approccio trasversale che include una forma mentis improntata all informatica come metodologia per la risoluzione di problemi e la realizzazione di progetti: dalla programmazione all applicazione del digitale nelle materie tecniche. Classi-sezioni coinvolte nel progetto Il progetto coinvolgerà le classi quarte e quinte della scuola primaria Negri e Rossi ; le classi terze della scuola secondaria di primo grado Galilei-Parini. 27

28 10 ore nella scuola primaria affiancato dall insegnante di tecnologia. 5 ore nella scuola secondaria di primo grado affiancato dall insegnante di Tecnica. Modalità di attuazione Strumenti: Laboratorio informatico, LIM, Kit didattici, Blog Metodologia: didattica laboratoriale problem solving Learning by doing Diario di bordo Contenuti Per la scuola primaria Primo quadrimestre Introduzione al pensiero computazionale attraverso specifiche piattaforme (Programma il futuro - CodeWeek) Secondo quadrimestre Programma EIPASS JUNIOR per la scuola primaria finalizzato all alfabetizzazione ragionata delle competenze digitali degli studenti articolato nei seguenti moduli: Modulo 1: Competenze computazionali di base Modulo 2: Analisi delle componenti Hardware di un computer Modulo 3: Gestione di un Sistema Operativo a Interfaccia grafica (elementi di base) Modulo 4: Software applicativo: una finestra sull ambiente OO04 Kids Modulo 5: Alla scoperta del Web e del Coding. Primi passi con l ambiente Scratch Per la scuola secondaria di primo grado Primo quadrimestre Linux, un sistema operativo libero Secondo quadrimestre 28

29 Il pensiero computazionale attraverso la programmazione con piattaforme dedicate (Scratch, BlockLy, App Inventor,) Avvio alla programmazione con Python Introduzione alla robotica (semplici progetti con Arduino) Durata e organizzazione La durata del progetto è triennale. Il presente progetto riguarda la programmazione dell anno in corso. L organizzazione oraria prevede un ora la settimana a partire da quando sarà disponibile l organico di potenziamento previsto dalla riforma della Buona scuola. Verifica In accordo con gli insegnanti della classe si individueranno criteri e modalità di verifica. Collaborazioni esterne e iniziative di supporto Al fine di garantire più ampie opportunità formative saranno previste collaborazione con specialisti esterni, partecipazione ad eventi tematici e uscite didattiche: Aladdin laboratorio di didattica e divulgazione informatica GULLP, gruppo utenti Linux di Lonate Pozzolo Bebras, International Challenge on Informatics and Computational Thinking Piattaforme: Programma il futuro, CodeWeek Happy On Life, diritti dei bambini on line: sicurezza, consapevolezza e partecipazione Coderdojo Varese: palestra per piccoli programmatori In quanto ciascuna di queste iniziative mette in campo finanziamenti importanti, l Istituto Comprensivo ha aderito ai bandi dei Progetti europei PON ( WiFi cablaggio, ambienti digitali e laboratori). A seguito della nota del 19 novembre, è stata individuata nell Istituto la docente Beltramini Chiara nel ruolo di Animatore Digitale, incaricata di promuovere e coordinare le diverse azioni. Relativamente al terzo punto il piano di formazione del personale docente sarà attuato aderendo alle reti di scuole per la condivisione delle risorse pubbliche e private disponibili a livello locale. A livello amministrativo è previsto nel corrente anno scolastico un piano di aggiornamento per il personale ATA per la realizzazione della segreteria digitale. 29

30 PIANO FORMAZIONE INSEGNANTI Nell'elaborazione delle iniziative formative deliberate dal collegio dei docenti si tiene conto dell'analisi dei bisogni degli insegnanti, della lettura ed interpretazione delle esigenze dell' Istituto, evidenziate dall'autovalutazione (RAV) e dai piano di miglioramento (PdM). Preso atto che il MIUR metterà annualmente a disposizione delle scuole risorse per accompagnare la formazione, il Piano di Istituto prevede circa 20 ore di formazione del personale in servizio tra i seguenti temi strategici: competenze digitali e per l'innovazione didattica e metodologica; competenze linguistiche; inclusione, disabilità, integrazione; potenziamento delle competenze di base, con particolare riferimento alla lettura e comprensione, alle competenze logico argomentative degli studenti e alle competenze matematiche; valutazione. Tra le metodologie innovative vanno annoverate i laboratori, i social networking, i workshop che dovranno entrare a far parte degli strumenti operativi di ogni docente. Lo scopo è di privilegiare soprattutto la documentazione degli esiti della formazione, attraverso un sistema di autovalutazione della propria formazione, di validazione delle esperienze svolte. Il piano di Istituto contiene le previsioni di massima, pluriennale, delle azioni formative da rivolgere, anche in forme differenziate, a: docenti neoassunti gruppi di miglioramento docenti impegnati nello sviluppo dei processi di digitalizzazione e innovazione metodologica consigli di classe, team docenti, persone coinvolte nei processi di inclusione e integrazione insegnanti impegnati in innovazioni curricolari ed organizzative figure sensibili impegnante nei temi di sicurezza, prevenzione, primo soccorso etc. L Istituto privilegia i corsi di formazione in rete previsti dal polo di appartenenza (IS Don Milani di Tradate), i corsi erogati a distanza dalle Università (MOOC del Politecnico di Milano). FORMAZIONE COMPETENZE DIGITALI E PER L INNOVAZIONE DIDATTICA E METODOLOGICA Premessa L Animatore Digitale coordina la diffusione dell innovazione a scuola e le attività del PNSD, ivi comprese quelle previste nel Piano triennale dell offerta formativa di Istituto. 30

31 Si tratta, quindi, di una figura di sistema e non di un supporto tecnico. Il suo profilo (cfr. azione #28 del PNSD) è rivolto a: FORMAZIONE INTERNA: stimolare la formazione interna alla scuola negli ambiti del PNSD, attraverso l organizzazione di laboratori formativi (senza essere necessariamente un formatore), favorendo l animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi. COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell organizzazione di workshop (seminari, laboratori) e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche attraverso momenti formativi aperti alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa. CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all interno degli ambienti della scuola (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti gli studenti), coerenti con l analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure. Il piano di intervento previsto dall Animatore Digitale dell Istituto è il seguente: AMBITO: FORMAZIONE INTERNA Diffusione delle formazioni gratuite a distanza erogate da Enti accreditati e sostegno alla partecipazione ai corsi organizzati dalla Rete di Tradate alla quale l Istituto appartiene. Qualora l Istituto dovesse ricevere un nuovo finanziamento dedicato verranno organizzate delle formazioni specifiche per ogni ordine di scuola. I contenuti delle formazioni verranno concordati con i docenti interessati a seconda delle necessità manifestate. INTERVENTI SPECIFICI I docenti individuati ed iscritti nel Team dell Innovazione Digitale parteciperanno al programma di formazione 2014/2020, attraverso i poli formativi territoriali, con l obiettivo di supportare ed accompagnare l innovazione didattica nelle Istituzioni scolastiche. 31

32 Somministrazione di un questionario ai docenti per rilevare, analizzare e determinare i diversi livelli di partenza al fine di organizzare corsi di formazione ad hoc per acquisire le competenze di base informatiche e/o potenziare quelle già esistenti. Formazione base per l uso degli strumenti tecnologici già presenti a scuola. Formazione base sulle metodologie e sull'uso degli ambienti per la Didattica digitale integrata. Coinvolgimento di tutti i docenti all utilizzo di testi digitali. Formazione avanzata per l uso degli strumenti tecnologici in dotazione alla scuola. Formazione avanzata sulle metodologie e sull'uso degli ambienti per la Didattica digitale integrata. Formazione per gli studenti e le famiglie sulla cittadinanza digitale con il supporto di esperti esterni. Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa. Utilizzo di pc, tablet e Lim nella didattica quotidiana. Scenari e processi didattici per l integrazione del mobile, gli ambienti digitali e l uso di dispositivi individuali a scuola (BYOD- Bring Your Own Device) Organizzazione della formazione anche secondo nuove modalità. Elaborazione di lavori in team e di coinvolgimento della comunità (famiglie, associazioni, ecc.). Creazione di reti e consorzi sul territorio, a livello nazionale. Realizzazione di programmi formativi sul digitale a favore di studenti, docenti, famiglie, comunità. Utilizzo dati (anche INVALSI, valutazione, costruzione di questionari) e rendicontazione sociale (monitoraggi). Studio di soluzioni tecnologiche da sperimentare e su cui formarsi per gli anni successivi. Partecipazione a bandi nazionali, europei ed internazionali. 32

33 AMBITO: COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA SCOLASTICA : INTERVENTI SPECIFICI Utilizzo di un Cloud d Istituto per la condivisione di attività e la diffusione delle buone pratiche. Aggiornamento del sito internet della scuola, anche attraverso l inserimento in evidenza delle priorità del PNSD. Realizzazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata. Promuovere la costruzione di laboratori per stimolare la creatività. Realizzazione di una biblioteca scolastica come ambiente mediale. Implementazione del sito internet della scuola. Ricognizione dell eventualità di nuovi acquisti e fundraising. Gestione della sicurezza dei dati anche a tutela della privacy. Sperimentazione di soluzioni digitali hardware e software sempre più innovative. Realizzazione di una comunità anche on line con famiglie e territorio, attraverso servizi digitali che potenzino il ruolo del sito web della scuola e favoriscano il processo di dematerializzazione del dialogo scuola-famiglia. Nuove modalità di educazione ai media con i media. Coordinamento con le figure di sistema e con gli operatori tecnici. AMBITO: CREAZIONE DI SOLUZIONI INNOVATIVE : INTERVENTI Ricognizione della dotazione tecnologica di Istituto e sua eventuale implementazione. Selezione e presentazione di Siti dedicati, App, Software e Cloud per la didattica. Presentazione di strumenti di condivisione, di repository, di documenti, forum e blog e classi virtuali. Educazione ai media e ai social network. Sviluppo del pensiero computazionale. 33

34 Introduzione al coding. Ricerca, selezione, organizzazione di informazioni. Coordinamento delle iniziative digitali per l inclusione. Cittadinanza digitale. Costruire curricola verticali per la costruzione di competenze digitali, soprattutto trasversali o calati nelle discipline. Fare coding utilizzando software dedicati (Scratch) E-Safety. Qualità dell informazione, copyright e privacy. Educare al saper fare: making, creatività e manualità. Risorse educative aperte (OER) e costruzione di contenuti digitali. Collaborazione e comunicazione in rete: dalle piattaforme digitali scolastiche alle comunità virtuali di pratica e di ricerca. Creazione di aule 2.0 e 3.0. PIANO FORMAZIONE DEL PERSONALE ATA Il DSGA predispone il piano di formazione per il personale ATA prevedendo: Primo Soccorso e Formazione/Aggiornamento figure sensibili rivolto a: 7 Assistenti Amministrativi + Dsga + 18 Collaboratori Scolastici da realizzarsi in rete capofila POLO CERTIFICATORE IS Falcone Gallarate Corso per utilizzo funzioni INPS Passweb DMA rivolto ad Assistenti Amministrativi e Dsga. Si richiede per il triennio la cifra di euro 9000,00 per l aggiornamento del personale ATA. 34

35 ORGANICO DI POTENZIAMENTO RICHIESTO Ai sensi della legge 107/2015 il Dirigente Scolastico, nell ottica di una gestione unitaria dell organico dell autonomia, terrà conto delle risorse umane presenti nell istituto e valorizzerà le professionalità procedendo senza una rigida separazione tra posti comuni e posti di potenziamento. COMUNICAZIONI E RELAZIONI L informazione è un diritto- dovere, che deve responsabilizzare chi la fornisce e chi la riceve, nel rispetto degli strumenti e degli spazi consentiti. La Scuola si preoccupa di favorire la massima diffusione delle informazioni al suo interno e verso l esterno attraverso : 1 Patto Educativo di Corresponsabilità 2 albo d Istituto 3 regolamento d Istituto 4 Statuto degli studenti e delle studentesse 5 Carta dei servizi 6 albo Sindacale 7 albo Genitori 8 la raccolta di tutti i comunicati, le iniziative e le informazioni sul sito della scuola: La Scuola, per promuovere l interesse e la partecipazione alle attività educative e didattiche, informa le famiglie attraverso : 1 diario/libretto personale degli alunni 2 votazioni sul sito (scuola secondaria) 2 scheda di valutazione quadrimestrale 3 comunicazioni individuali, anche telefoniche 4 comunicazioni tramite rappresentanti di classe 5 comunicazioni scritte mediante lettera. 35

36 CALENDARIO assemblee e colloqui SETTEMBRE Scuola Primaria: assemblea con i genitori degli alunni di classe prima. Scuola Infanzia:assemblea con genitori, presentazione programmazione annuale. OTTOBRE NOVEMBRE Elezioni rappresentanti di classe, presentazione PTOF e programmazione annuale. Colloqui individuali con i genitori (scuola infanzia e primaria). Colloqui individuali con i genitori scuola primaria. Interclasse con rappresentanti genitori (scuola primaria). Consigli di classe con colloquio finale con rappresentanti di classe (scuola secondaria). Intersezione con i rappresentanti genitori (scuola infanzia). Open day primarie con presentazione PTOF. DICEMBRE Colloquio generale genitori secondaria primo grado. Consegna consiglio orientativo classi terze secondaria. Open day secondarie e presentazione PTOF. GENNAIO FEBBRAIO Open day infanzia e presentazione PTOF. Colloqui documenti di valutazione (scuola primaria e secondaria). Intersezione con i rappresentanti genitori (scuola infanzia). MARZO Interclasse con rappresentanti genitori (scuola primaria). Consigli di classe con colloquio finale con rappresentanti di classe (scuola secondaria). APRILE MAGGIO Colloquio generale genitori (scuola primaria e secondaria). Colloqui individuali con i genitori (scuola dell infanzia). Intersezione con i rappresentanti genitori (scuola infanzia.) Interclasse con rappresentanti genitori (scuola primaria). Consigli di classe con colloquio finale con rappresentanti di classe (scuola secondaria). GIUGNO Scuola Primaria e Secondaria: colloqui documenti di valutazione e 36

37 verifica con i genitori. Scuola Infanzia: verifica con i genitori e assemblea con genitori nuovi iscritti per consegna modulistica e organizzazione inserimento. Potranno inoltre essere promossi, qualora si ravvisi la necessità, nel corso dell anno scolastico, incontri tra docenti e genitori degli alunni della stessa classe. Per comunicazioni urgenti, non rinviabili ai normali orari di ricevimento, è possibile chiedere colloqui individuali con i singoli docenti, in orario da concordare tra gli interessati. Per informazioni, proposte, problemi i genitori possono rivolgersi a: 1 Docenti di classe in sedi e tempi previsti 2 Genitori rappresentanti di classe 3 Ufficio di segreteria per le questioni di carattere amministrativo 4 Dirigente Scolastico. Feste di plesso e d Istituto Esperienze particolari nella vita d Istituto e per la comunicazione tra Scuola e Famiglia sono le iniziative didattico- ricreative: manifestazioni sul territorio ( es. sagre e Carnevale ), rappresentazioni teatrali, spazi musicali, feste di Plesso, esposizioni di opere realizzate dagli alunni. Queste caratterizzano alcuni momenti dell anno scolastico e documentano l attività svolta. I Plessi, con modalità organizzative diverse, valorizzano capacità e competenze degli alunni e le disponibilità umane e professionali di docenti e famiglie. In particolare ricordiamo le feste di Natale e quelle di fine anno scolastico. Comitati e Associazioni genitori Per ogni Plesso operano Comitati e Associazioni Genitori. Le loro attività sono solitamente regolate da uno Statuto; l adesione volontaria viene promossa annualmente attraverso la distribuzione di un modulo. Le associazioni condividono la scelte formative dell Istituto, lo sostengono con contributi e lo affiancano con iniziative e attività.. 37

38 ORARI D ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA SPERANZA INGRESSO BAMBINI: VIA RONCHETTO SOGLIAN INGRESSO BAMBINI: VIA GIULIANI E DALMATI, 2 Orario delle lezioni DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE ORE ALLE ORE ATTIVITA 7,40 9,00 Entrata 9,00 10,00 Attività di routine (appello, calendario) 10,00 10,30 Frutta, giochi salone/giardino 10,30 12,00 Attività di programmazione 12,00 13,00 Pranzo 13,15 13,30 Prima uscita 13,00 14,00 Gioco libero 14,00 15,15 Attività di programmazione 15,20 15,40 Uscita 15,40 17,40 Durata servizio post scuola a pagamento 16,15 17,20 16,30 17,40 Orari d uscita alternativi al servizio post scuola 38

2 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MORANTE

2 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MORANTE 2 ISTITUTO COMPRENSIVO E. MORANTE Via G.Boccaccio c.a.p. 80048 SANT ANASTASIA (NA)Tel. 081/8930713-8930727 - 8930716 Fax. 081/8930711 cod.fisc.94202990639 cod.mecc.naic8ak00g E mail: naic8ak00g@istruzione.itwww.istitutocomprensivoelsamorante.it

Dettagli

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE 2016-2019 a cura dell animatore digitale docente : Francesca Scarpulla Finalità ruolo animatore In sintesi dal PNSD favorire il processo di digitalizzazione

Dettagli

LICEO STATALE G. COMI

LICEO STATALE G. COMI LICEO STATALE G. COMI Liceo Linguistico Liceo Scientifico Scienze Applicate Liceo Scienze Umane Liceo Economico-Sociale TRICASE (LE) Via Marina Porto Telefax 0833/544471 LEPM050006 - e-mail: lepm050006@istruzione.it

Dettagli

PIANO DI ATTUAZIONE PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ROVATO

PIANO DI ATTUAZIONE PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ROVATO PIANO DI ATTUAZIONE PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016-2019 Istituto Comprensivo Don Lorenzo Milani - ROVATO Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica

Dettagli

PIANO NAZIONALE DELLA SCUOLA DIGITALE

PIANO NAZIONALE DELLA SCUOLA DIGITALE ALLEGATO N. 7 ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO STATALE 89812 PIZZO CALABRO (VV) TEL. 0963/534988 FAX 0963/534988 A.S. 2016 2017 A.S. 2017 2018 A.S. 2018 2019 PIANO NAZIONALE DELLA SCUOLA DIGITALE PROGETTO TRIENNALE

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Come previsto dalla legge 107/2015 di riforma del sistema dell istruzione all art.1 comma 56, il MIUR, con D.M. n.85 del 27/10/2015 ha

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF Premessa Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione,

Dettagli

TRIENNIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO Giovanni XXIII Monte San Biagio- Lenola (LT)

TRIENNIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO Giovanni XXIII Monte San Biagio- Lenola (LT) I Monte San Biagio- Lenola (LT) TRIENNIO 2016-19 1. Premessa L azione #28 del Piano Nazionale Scuola Digitale prevede la nomina di un docente ad animatore digitale ossia un docente che deve elaborare progetti

Dettagli

PNSD Piano Nazionale Scuola Digitale IC G. BARONE di Baranello

PNSD Piano Nazionale Scuola Digitale IC G. BARONE di Baranello PNSD Piano Nazionale Scuola Digitale IC G. BARONE di Baranello Animatore digitale: Antonietta Brunetti Team dell innovazione: Tamara d Abruzzo - Marianicola D Alessandro - Lucia Maio Perniola Lorella Premessa

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE. Premessa

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE. Premessa PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Premessa La legge 107 prevede che dal 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale

Dettagli

Una Scuola Digitale. Proposta progettuale Animatore Digitale. Ins. Annalisa Taresco

Una Scuola Digitale. Proposta progettuale Animatore Digitale. Ins. Annalisa Taresco Una Scuola Digitale Proposta progettuale Animatore Digitale Ins. Annalisa Taresco Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Premessa PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE 2015-2018 L Animatore Digitale è una figura di sistema che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, avrà il compito

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO A. BELVEDERE 80127 Napoli Vico Acitillo, 40 tel 081/7142041 081/5601562 namm005005@istruzione.it PIANO TRIENNALE

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE Prof. Rita Catalano Triennio 2016/2019 PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE L IIS Cavour, al fine di sviluppare e migliorare le competenze digitali degli

Dettagli

Azioni coerenti con il Piano Nazionale Scuola Digitale. Premessa

Azioni coerenti con il Piano Nazionale Scuola Digitale. Premessa PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva

Dettagli

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Statale di Rosciano P.zza Berlinguer n.5/6 Posta elettronica: peic819009@istruzione.it Sitoweb: www.istitutocomprensivodirosciano.com

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PROGETTO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Premessa PROGETTO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE L Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, avrà il compito

Dettagli

Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale

Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale Piano triennale per l attuazione del piano nazionale scuola digitale Animatore digitale d istituto triennio 2016-2019 docente Scafuto Teresa Premessa Il nostro istituto al fine di sviluppare e di migliorare

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD

Progetto per l attuazione del PNSD All. n. 4 Progetto per l attuazione del PNSD 2016-2019 La legge 107 prevede che dal 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale Scuola

Dettagli

PIANO DI ATTUAZIONE PNSD Direzione didattica statale 1 circolo Nocera Inferiore (SA)

PIANO DI ATTUAZIONE PNSD Direzione didattica statale 1 circolo Nocera Inferiore (SA) PIANO DI ATTUAZIONE PNSD Direzione didattica statale 1 circolo Nocera Inferiore (SA) Premessa La legge 107 prevede che dal 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MICHELI-BOLOGNESI - LIVORNO PIANO D INTERVENTO TRIENNALE PER IL PNSD

ISTITUTO COMPRENSIVO MICHELI-BOLOGNESI - LIVORNO PIANO D INTERVENTO TRIENNALE PER IL PNSD ISTITUTO COMPRENSIVO MICHELI-BOLOGNESI - LIVORNO PIANO D INTERVENTO TRIENNALE PER IL PNSD Riferimenti normativi La legge 13 luglio 2015, n. 107, ha previsto l adozione del Piano nazionale per la scuola

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE A cura della docente SCAVO ANNA MARIA

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE A cura della docente SCAVO ANNA MARIA PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE A cura della docente SCAVO ANNA MARIA Premessa Il PNSD prevede l individuazione in ogni scuola dell'animatore Digitale (AD) sarà formato in modo

Dettagli

PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Piazza Capri - ROMA

PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Piazza Capri - ROMA PNSD PER IL PTOF Istituto Comprensivo Piazza Capri - ROMA Premessa La legge 107 prevede che dal 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano

Dettagli

PIANO TRIENNALE SCUOLA DIGITALE IC SAN POLO DI PIAVE - TV

PIANO TRIENNALE SCUOLA DIGITALE IC SAN POLO DI PIAVE - TV PIANO TRIENNALE SCUOLA DIGITALE IC SAN POLO DI PIAVE - TV Formazione Realizzare docenti Rilevazione dei bisogni formativi. Anagrafe competenze Coinvolgimento dei docenti; interna l innovazione Apertura

Dettagli

Progetto triennale di intervento dell animatore digitale Prof. Nicola Zompa

Progetto triennale di intervento dell animatore digitale Prof. Nicola Zompa Premessa Progetto triennale di intervento dell animatore digitale Prof. Nicola Zompa L Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, coordinerà la

Dettagli

AZIONI COERENTI CON IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

AZIONI COERENTI CON IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE AZIONI COERENTI CON IL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Premessa La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano

Dettagli

I.C Piossasco 2 Via Cumiana Piossasco (TO) Tel PEC

I.C Piossasco 2 Via Cumiana Piossasco (TO) Tel PEC TRIENNIO 2016-19 1. Premessa L azione #28 del Piano Nazionale Scuola Digitale prevede la nomina di un docente ad animatore digitale ossia un docente che deve elaborare progetti ed attività per diffondere

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD 1 - PREMESSA Con il D.M. 851 del 27 ottobre 2015 è stato adottato il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD). Il suddetto documento

Dettagli

Progetto triennale di intervento dell Animatore Digitale A.S. 2016/2017

Progetto triennale di intervento dell Animatore Digitale A.S. 2016/2017 M.I.U.R. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FALCONE-BORSELLINO Via Cassala, 15-70132 - BARI - tel. 080 5741819 - fax. 080 2469348 cod. fisc.: 80006360723 - cod. mecc.: BAIC80600P e-mail: baic80600p@istruzione.it

Dettagli

PNSD per il PTOF ISTITUTO COMPRENSIVO CASSINO 1

PNSD per il PTOF ISTITUTO COMPRENSIVO CASSINO 1 L Animatore Digitale L Animatore Digitale si configura come una figura di sistema che coordina la diffusione dell innovazione a scuola e le attività del PNSD. Il suo profilo (cfr. azione #28 del PNSD)

Dettagli

SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na)

SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na) SCUOLA STATALE SECONDARIA DI 1 GRADO GOBETTI-DE FILIPPO - QUARTO (Na) Progetto triennale di intervento dell animatore digitale Prof. Rossana Marino da inserire nel per il PTOF Premessa L Animatore Digitale

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD. Premessa

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD. Premessa PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif. Prot. N 17791 del 19/11/2015)

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Istituto Comprensivo Via Casal Bianco Cod. Mec.RMIC82200R - C.F. 97198300580 - Municipio V Via Casal Bianco, 140-00131 ROMA Tel. 064190100 Fax : 06 41239287 e-mail rmic82200r@istruzione.it P E C: RMIC82200R@PEC.ISTRUZIONE.IT

Dettagli

ANIMATORE DIGITALE, TEAM PER L INNOVAZIONE E PRONTO SOCCORSO TECNICO PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

ANIMATORE DIGITALE, TEAM PER L INNOVAZIONE E PRONTO SOCCORSO TECNICO PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE, TEAM PER L INNOVAZIONE E PRONTO SOCCORSO TECNICO PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE X ISTITUTO COMPRENSIVO - MODENA Premessa L animatore digitale individuato

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE -PNSD

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE -PNSD PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE -PNSD Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1 comma 56, il MIUR, con D.M. n. 851 del 27.10.2015 ha adottato il Piano Nazionale

Dettagli

Istituto Comprensivo di Vallelonga

Istituto Comprensivo di Vallelonga Ex art. 1 c58, legge 107/2015 Istituto Comprensivo di Vallelonga Progetto triennale per il Piano Nazionale Scuola Digitale redatto a cura dell animatore digitale 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola Infanzia

Dettagli

Piano Triennale per lo sviluppo della Scuola Digitale

Piano Triennale per lo sviluppo della Scuola Digitale ISTITUTO COMPRENSIVO DI ARCEVIA CON SEZIONI ASSOCIATE DI MONTECAROTTO E SERRA DE CONTI Via Cesare Battisti, 5 60011 ARCEVIA tel. e fax 0731-9213 Cod. Fis. n. 81004400420 e-mail: anic80800q@istruzione.it

Dettagli

PNSD. Animatore Digitale

PNSD. Animatore Digitale PNSD Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della

Dettagli

0983/ /81668 C.M.: CSIC8AG00G - C.F.:

0983/ /81668 C.M.: CSIC8AG00G - C.F.: Via A. Moro CORIGLIANO CALABRO (CS) Tel. Segret0983/82023 Dirigente -DSGA 0983/83910 Fax 0983/81668 C.M.: CSIC8AG00G - C.F.: 84000610786 Sito Web:www.icguidicorigliano.gov.it e-mail: csic8ag00g@istruzione.itpeccsic8ag00g@pec.istruzione.it

Dettagli

Piano Nazionale Scuola Digitale PER IL PTOF

Piano Nazionale Scuola Digitale PER IL PTOF MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria - Via Broli, 4-24060 CASAZZA (BG) Tel 035/810016

Dettagli

1. realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti;

1. realizzazione di attività volte allo sviluppo delle competenze digitali degli studenti; Premessa Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), valido fino al 2020 adottato con Decreto Ministeriale n. 851 del 27 ottobre 2015 è una delle linee di azione della legge 107, Riforma del sistema nazionale

Dettagli

PIANO ATTUATIVO per l adegumento al PNSD. Premessa

PIANO ATTUATIVO per l adegumento al PNSD. Premessa PIANO ATTUATIVO per l adegumento al PNSD Premessa La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale Scuola

Dettagli

ALLEGATO N. 2. Direzione Didattica Statale 2 Circolo "G. Falcone" Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

ALLEGATO N. 2. Direzione Didattica Statale 2 Circolo G. Falcone Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ALLEGATO N. 2 Direzione Didattica Statale 2 Circolo "G. Falcone" Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE A.S. 2015/2016_FASE DI AVVIO A.S. 2016/2017 A.S 2017/2018 A.S. 2018/2019 REDATTO DALL'

Dettagli

Piano triennale per l attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD)

Piano triennale per l attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) Piano triennale per l attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) ANIMATORE DIGITALE Ins. Geraci Maria Vittoria Premessa L Animatore Digitale, individuato dal Dirigente Scolastico di ogni Istituto

Dettagli

ALLEGATO N. 2. Direzione Didattica Statale 2 Circolo "G. Falcone" Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

ALLEGATO N. 2. Direzione Didattica Statale 2 Circolo G. Falcone Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ALLEGATO N. 2 Direzione Didattica Statale 2 Circolo "G. Falcone" Melito di Napoli PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE A.S. 2015/2016_FASE DI AVVIO A.S. 2016/2017 A.S 2017/2018 A.S. 2018/2019 REDATTO DALL'

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale

Dettagli

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PIANO TRIENNALE D INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale

Dettagli

Una vera macchina del tempo. per conoscere il passato, esplorare il presente e viaggiare verso il futuro

Una vera macchina del tempo. per conoscere il passato, esplorare il presente e viaggiare verso il futuro 1 ALLEGATO 4 AL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA IC 5 - ARTIACO Una vera macchina del tempo. per conoscere il passato, esplorare il presente e viaggiare verso il futuro ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

Dettagli

Piano Digitale d Istituto

Piano Digitale d Istituto Piano Digitale d Istituto 2016-2019 Sulla base del Decreto 851 del 24 ottobre 2015 (Piano Nazionale Scuole Digitali ai sensi della L. 107/2015, art. 1, c. 56), l Istituto è impegnato nell attivazione di

Dettagli

PIANO TRIENNALE. PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE Prof. Carmine Antonio Muraca TRIENNIO

PIANO TRIENNALE. PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE Prof. Carmine Antonio Muraca TRIENNIO ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA PRIMO GRADO Via G. Leopardi - Tel. 096881006 Fax 0968818921 - E-mail: czic813004@istruzione.it Sito web: www.icserrastretta.it tcodice Meccanografico:CZIC813004

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Distretto Scolastico N.24 ISTITUTO COMPRENSIVO MANGONE GRIMALDI Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 Grado ad indirizzo

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa Come previsto dall art, 1 comma 56 della Legge 107/2015 di riforma del sistema di istruzione, il M.I.U.R., con il D.M. n. 851

Dettagli

PIANO DI ATTUAZIONE TRIENNALE DEL PNSD A.S ISTITUTO COMPRENSIVO A. TOSCANINI - APRILIA

PIANO DI ATTUAZIONE TRIENNALE DEL PNSD A.S ISTITUTO COMPRENSIVO A. TOSCANINI - APRILIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Istituto Comprensivo Arturo Toscanini Via Amburgo, 5-04011 Aprilia 0692731641 - Fax 0692854970 Cod.fisc.

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 1 di 6 PNSD 16/19 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Abruzzo Istituto Comprensivo Statale TE 3 D Alessandro-Risorgimento 64100 Teramo- Via Aeroporto

Dettagli

PREMESSA AL PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE ANNA MARIA RATTI PER L ATTUAZIONE DEL PNSD NELL IC VIA DELL'AEROPORTO TRIENNIO

PREMESSA AL PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE ANNA MARIA RATTI PER L ATTUAZIONE DEL PNSD NELL IC VIA DELL'AEROPORTO TRIENNIO PREMESSA AL PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE ANNA MARIA RATTI PER L ATTUAZIONE DEL PNSD NELL IC VIA DELL'AEROPORTO TRIENNIO 2016-2019 Premessa La docente ANNA MARIA RATTI è stata individuata,

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Prof.ssa Calcara Lorena

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Prof.ssa Calcara Lorena PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Prof.ssa Calcara Lorena Premessa L Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, avrà il compito

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA!

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA! PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA! Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif. Prot. N 17791 del 19/11/2015)

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019

PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019 PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE ANIMATORE DIGITALE INS. RITA FERRETTI TRIENNIO 2016-2019 PREMESSA Il nostro istituto al fine di sviluppare e di migliorare le competenze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LOCATELLI-QUASIMODO VIA VEGLIA, 80 - MILANO

ISTITUTO COMPRENSIVO LOCATELLI-QUASIMODO VIA VEGLIA, 80 - MILANO PNSD - PIANO D INTERVENTO TRIENNALE ISTITUTO COMPRENSIVO LOCATELLI-QUASIMODO VIA VEGLIA, 80 - MILANO WWW.ICSLOCATELLI-QUASIMODO.GOV.IT Pagina 1 L ANIMATORE DIGITALE Premessa L Animatore Digitale è una

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD. A cura dell Animatore Digitale Prof. Davide Saba

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD. A cura dell Animatore Digitale Prof. Davide Saba ISTITUTO COMPRENSIVO 4-08100 NUORO Scuole Infanzia Sc. Primaria e Sec. di I Grado Via Carbonia - tel.0784-202409 fax 0784-260201 NUIC87600A@istruzione.it www.ic4montegurteinuoro.gov.it PIANO TRIENNALE

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 L animatore digitale insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, ha il compito di Favorire il processo

Dettagli

Istituto Comprensivo Carbonera

Istituto Comprensivo Carbonera Istituto Comprensivo Carbonera PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE triennio 2016/19 Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) ha l obiettivo di modificare gli ambienti di apprendimento per rendere l offerta

Dettagli

Istituto Comprensivo di Porto Mantovano

Istituto Comprensivo di Porto Mantovano Istituto Comprensivo di Porto Mantovano PIANO TRIENNALE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE L. 107/2015, art. 1, comma 57 Decreto n. 851 del 27/10/2015 A decorrere dall anno scolastico

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO PIETRO MARTINI CAGLIARI.

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO PIETRO MARTINI CAGLIARI. ISTITUTO TECNICO ECONOMICO PIETRO MARTINI CAGLIARI www.itemartini.gov.it Approvato con delibera del Collegio Docenti il 15/01/2016 Premessa L Animatore Digitale coordina la diffusione dell innovazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SANTENA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SANTENA ISTITUTO COMPRENSIVO DI SANTENA PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL A cura dell animatore digitale Ponziano Ventura Premessa L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà

Dettagli

PNSD PER IL PTOF. Premessa

PNSD PER IL PTOF. Premessa PNSD PER IL PTOF Premessa Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1 comma 56, il MIUR, con D.M. n. 851 del 27 ottobre 2015 ha adottato il Piano Nazionale Scuola

Dettagli

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA

COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITÀ SCOLASTICA Si tratta di un opportunità di innovare la scuola, adeguando non solo le strutture e le dotazioni tecnologiche a disposizione degli insegnanti e dell organizzazione, ma soprattutto le metodologie didattiche

Dettagli

IIS ITI IPA ITA E.MAJORANA ROSSANO SCALO (CS) VIA NESTORE MAZZEI 2016

IIS ITI IPA ITA E.MAJORANA ROSSANO SCALO (CS) VIA NESTORE MAZZEI 2016 PROGETTO DI ATTUAZIONE DEL PNSD RELATIVO AL PTOF TRIENNIO 2016-2019 ELABORATO DA: PROF. RAIMONDO LICASTRO ANIMATORE DIGITALE PREMESSA Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione

Dettagli

PIANO TRIENNALE DELL AD - PNSD PER IL PTOF. Animatore Digitale (AD): Ins. Maria Teresa Bracchetti

PIANO TRIENNALE DELL AD - PNSD PER IL PTOF. Animatore Digitale (AD): Ins. Maria Teresa Bracchetti PIANO TRIENNALE DELL AD - PNSD PER IL PTOF 2016/2019 Animatore Digitale (AD): Ins. Maria Teresa Bracchetti Premessa Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1

Dettagli

DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA!

DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA! PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIGITALIZZIAMO LA SCUOLA! Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso

Dettagli

PIANO TRIENNALE SCUOLA DIGITALE

PIANO TRIENNALE SCUOLA DIGITALE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 C.F. 91014190176;

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF

PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF PIANO TRIENNALE DI ATTUAZIONE DEL PNSD PER IL PTOF Premessa Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione,

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD La legge 107 prevede che tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano Nazionale

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Istituto Comprensivo Statale Villa Varda di Brugnera Sede: via Galileo Galilei, 5 33070 Brugnera (PN) Tel. 0434-623038 - Fax 0434-613931 C.F. 80015000930 - C.M. PNIC82500C E-mail: pnic82500c@istruzione.it

Dettagli

SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S / 2019

SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S / 2019 SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S. 2016 / 2019 Azioni coerenti con il PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019 PREMESSA L animatore digitale individuato in ogni scuola è formato

Dettagli

Attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale nel PTOF

Attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale nel PTOF ISTITUTO COMPRENSIVO DI PIGNOLA - Scuol@2.0 Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado ad indirizzo musicale Via Cristoforo Colombo, 1-85010 PIGNOLA (PZ). Dirigenza 0971620305 - DSGA 0971620301

Dettagli

ALLEGATO PTOF 2016/19 PIANO DIGITALE TRIENNALE. digitale;

ALLEGATO PTOF 2016/19 PIANO DIGITALE TRIENNALE. digitale; ALLEGATO PTOF 2016/19 PIANO DIGITALE TRIENNALE FORMAZIONE INTERNA INTERVENTI Prima annualità a.s. 2016/17 Pubblicizzazione e socializzazione del PNSD e del ruolo dell Animatore Digitale e del Team per

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE ISTITUTO COMPRENSIVO Guido Milanesi PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Ins. Alessandra Vizzari Premessa L Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD AD Sabrina Evola Premessa L animatore individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinché possa (rif. Prot. N 17791 del

Dettagli

LICEO CLASSICO G. Carducci - Cassino PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

LICEO CLASSICO G. Carducci - Cassino PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD LICEO CLASSICO G. Carducci - Cassino PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato in modo specifico affinchè possa

Dettagli

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019

Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Premessa Progetto per l attuazione del PNSD nel PTOF 2016-2019 Il Piano nazionale scuola Digitale (PNSD) (D.M. n.851 del 27/10/2015) si pone nell ottica di scuola non più unicamente trasmissiva e di scuola

Dettagli

Piano Nazionale scuola Digitale Piano triennale di intervento

Piano Nazionale scuola Digitale Piano triennale di intervento Piano Nazionale scuola Digitale Piano triennale di intervento A decorrere dall anno scolastico successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della presente legge, le istituzioni scolastiche

Dettagli

Liceo Scientifico Statale. Donato Bramante. Il Piano di intervento per il triennio

Liceo Scientifico Statale. Donato Bramante. Il Piano di intervento per il triennio Il Piano di intervento per il triennio 2016-2019 L animatore digitale, individuato in ogni scuola, sarà formato in modo specifico affinchè possa (rif. Prot. N 17791 del 19/11/2015) favorire il processo

Dettagli

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI

PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI PIANO PER LA FORMAZIONE DEI DOCENTI 2016-2019 Premessa La crescita del Paese e del suo capitale umano richiede un sistema educativo di qualità che guardi allo sviluppo professionale del personale della

Dettagli

Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci

Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Leonardo Da Vinci Cod. Mec.RMIC898002 - C.F. 94032550587 - Via Douhet n. 6-00012

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Annualità 2019/2022 INSEGNANTE NINETTA DI PIETRO Animatore Digitale d Istituto PREMESSA Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del

Dettagli

Prot. N.95/ A10 Licata 12/01/2016 LA SCUOLA DIGITALE PNSD - PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Prot. N.95/ A10 Licata 12/01/2016 LA SCUOLA DIGITALE PNSD - PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale G. Marconi Via Egitto, 1 92027 LICATA - Tel. 0922/773044 fax 0922/773550 Cod. fisc. 81000570846 cod. mecc. agic834003

Dettagli

ALLEGATO 2 al PTOF 2016/19 PIANO DI ATTUAZIONE DEL PNSD NEL PTOF 2016/19

ALLEGATO 2 al PTOF 2016/19 PIANO DI ATTUAZIONE DEL PNSD NEL PTOF 2016/19 ALLEGATO 2 al PTOF 2016/19 PIANO DI ATTUAZIONE DEL PNSD NEL PTOF 2016/19 Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1 comma 56, il MIUR, con D.M. n. 851 del 27/10/2015,

Dettagli

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE A cura del docente Animatore Digitale: Alessandra Di Giovanni Premessa Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1 comma 56, il

Dettagli

SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S / 2019 Azioni coerenti con il PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019

SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S / 2019 Azioni coerenti con il PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019 SCUOLA DIGITALE: PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO A. S. 2016 / 2019 Azioni coerenti con il PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE 2016 / 2019 PREMESSA L animatore digitale individuato in ogni scuola sarà formato

Dettagli

LICEO CLASSICO E LINGUISTICO "G.B. VICO" NOCERA INFERIORE (SAPC05000V) PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD.

LICEO CLASSICO E LINGUISTICO G.B. VICO NOCERA INFERIORE (SAPC05000V) PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD. LICEO CLASSICO E LINGUISTICO "G.B. VICO" NOCERA INFERIORE (SAPC05000V) PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD Premessa Il profilo dell'animatore digitale (cfr. Azione #28 del

Dettagli

Scuola Secondaria di Primo Grado Pietro Zani Fidenza (Parma)

Scuola Secondaria di Primo Grado Pietro Zani Fidenza (Parma) Scuola Secondaria di Primo Grado Pietro Zani Fidenza (Parma) via Gramsci, 76 tel. 0524/517420 43036 Fidenza PR fax 0524/517431 e-mail: prmm06400x@istruzione.it posta certificata: prmm06400x@pec.istruzione.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Concesio PIANO TRIENNALE DI INNOVAZIONE DIGITALE. Attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale

Istituto Comprensivo di Concesio PIANO TRIENNALE DI INNOVAZIONE DIGITALE. Attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale Istituto Comprensivo di Concesio PIANO TRIENNALE DI INNOVAZIONE DIGITALE Attuazione del Piano Nazionale Scuola Digitale A cura del Team Digitale Introduzione Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è

Dettagli

PSDN - Istituto Comprensivo Melchionda - De Bonis San Giovanni Rotondo.

PSDN - Istituto Comprensivo Melchionda - De Bonis San Giovanni Rotondo. PSDN - Istituto Comprensivo Melchionda - De Bonis San Giovanni Rotondo. Premessa L'animatore digitale, individuato in ogni scuola ha lo scopo di ( rif. Prot. n. 17791 del 19/11/2015) favorire il processo

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN GIOVANNI TERNI

DIREZIONE DIDATTICA SAN GIOVANNI TERNI DIREZIONE DIDATTICA SAN GIOVANNI TERNI PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO PER L ATTUAZIONE DEL PNSD TRIENNIO 2016 2019 INTRODUZIONE Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) si pone nell ottica di scuola non

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE 2016-2019 PREMESSA Come previsto dalla Legge 107/2015 di riforma del sistema dell Istruzione all art. 1 comma 56, il MIUR, con D.M. n. 851 del 27.10.2015

Dettagli

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PTOF IC 7 MODENA A cura del DS in collaborazione con AD, Team Digitale e PST

PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PTOF IC 7 MODENA A cura del DS in collaborazione con AD, Team Digitale e PST PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PTOF IC 7 MODENA A cura del DS in collaborazione con AD, Team Digitale e PST Premessa Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD) è

Dettagli

Premessa PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE

Premessa PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PROGETTO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE Premessa La legge 107 prevede che dall anno 2016 tutte le scuole inseriscano nei Piani Triennali dell Offerta Formativa azioni coerenti con il Piano

Dettagli