DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER L'ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO 2019/2020

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER L'ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO 2019/2020"

Transcript

1 DOC E/31 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE PER L'ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO 2019/2020 CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO 1

2 Approvato il giorno: 27 maggio 2020 Affisso all'albo il giorno: 30 maggio

3 DOCENTI DISCIPLINE SETT. Sonia Bartoletti Lingua e letteratura italiana 4 Antonella Montecchi Lingua inglese 3 Sonia Bartoletti Storia 2 Roberta Vivolo Matematica 3 Stefano Dominici Gestione del cantiere e sicurezza dell'ambiente di lavoro Roberto Crescioli Progettazione, Costruzioni e Impianti 7 Alberto Serra Laboratorio di Progettazione, Costruzioni e Impianti Marco Comella Geopedologia, Economia ed Estimo 4 Alberto Serra Laboratorio di Geopedologia, Economia ed Estimo Rita Leonardi Topografia 4 Alberto Serra Laboratorio di Topografia 4 Cristina Palandri Scienze motorie e sportive 2 Claudio Raspollini Religione cattolica

4 1.0. SOMMARIO pag. 3 PRIMA PARTE: L'ISTITUTO Breve storia dell'istituto pag. 4 SECONDA PARTE: LA CLASSE, LA PROGRAMMAZIONE E LE ATTIVITÀ SVOLTE 2.1. Profilo d'indirizzo pag Breve storia della classe nel triennio pag a. Obiettivi trasversali raggiunti pag b. Obiettivi trasversali raggiunti attraverso la Didattica a Distanza pag Quadro orario nel triennio pag Metodologie e strumenti pag Verifiche e valutazione pag Valutazione finale (Tavola della corrispondenza dei voti) e integrazione pro tempore pag Criteri per l attribuzione del credito scolastico pag Attività di recupero, sostegno, integrazione pag Insegnamenti impartiti con metodologia C.L.I.L. pag Percorsi per le competenze trasversali e l orientamento (stage, tirocini, attività di orientamento) pag Viaggio di istruzione/progetti/attività pag Cittadinanza e Costituzione pag. 25 TERZA PARTE: GLI ALLEGATI A) I contenuti disciplinari, obiettivi raggiunti. pag. 26 B) Didattica a Distanza pag. 65 C) Testi delle prove d'esame simulate durante l'anno pag. 66 D) Criteri ed indicatori per l'assegnazione dei punteggi pag. 67 E) Corsi integrativi facoltativi organizzati dall Istituto pag. 69 4

5 PRIMA PARTE: L'ISTITUTO 1.1. BREVE STORIA DELL ISTITUTO L Istituto Statale B. Russell - I. Newton è una scuola superiore che offre numerosi percorsi formativi. Sono attivi all ISTRUZIONE TECNICA gli Indirizzi di studio: a) SETTORE ECONOMICO - AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI b) SETTORE TECNOLOGICO - COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO - SISTEMA MODA al LICEO: - LICEO SCIENTIFICO - LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE - LICEO SCIENTIFICO SEZIONE SPORTIVA - LICEO LINGUISTICO - LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO SOCIALE 5

6 Il Piano dell Offerta Formativa prevede l attuazione di molteplici aspetti di flessibilità organizzativa e didattica, interventi mirati di accompagnamento e recupero, ampliamento e approfondimento, inclusione e sostegno, promozione delle eccellenze e percorsi di internazionalizzazione. Sono attuati: un ampio piano orientamento formativo e ri-orientamento in ingresso, di potenziamento delle competenze trasversali e di orientamento post-diploma in sinergia con il territorio. La personalizzazione dei curricoli e l'ampliamento dell'offerta formativa è realizzata anche attraverso l offerta di corsi integrativi facoltativi, tenuti da docenti interni ed esperti esterni. 6

7 SECONDA PARTE: LA CLASSE, LA PROGRAMMAZIONE E LE ATTIVITÀ SVOLTE 2.1. PROFILO D'INDIRIZZO Il diplomato nell indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio: - ha competenze nel campo dei materiali, delle macchine e dei dispositivi utilizzati nelle industrie delle costruzioni, nell'impiego degli strumenti per il rilievo, nell'uso dei mezzi informatici per la rappresentazione grafica e per il calcolo, nella valutazione tecnica ed economica dei beni privati e pubblici esistenti nel territorio e nell utilizzo ottimale delle risorse ambientali; - possiede competenze grafiche e progettuali in campo edilizio, nell organizzazione del cantiere, nella gestione degli impianti e nel rilievo topografico; - ha competenze nella stima di terreni, di fabbricati e delle altre componenti del territorio, nonché dei diritti reali che li riguardano, comprese le operazioni catastali; - ha competenze relative all amministrazione di immobili. È in grado di: - collaborare, nei contesti produttivi d interesse, nella progettazione, valutazione e realizzazione di organismi complessi e operare in autonomia nei casi di modesta entità; - intervenire autonomamente nella gestione, nella manutenzione e nell esercizio di organismi edilizi e nell organizzazione di cantieri mobili, relativamente ai fabbricati; - prevedere, nell ambito dell edilizia ecocompatibile, le soluzioni opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell ambiente, e redigere la valutazione di impatto ambientale; - pianificare ed organizzare le misure opportune in materia di salvaguardia della salute e sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro; - collaborare nella pianificazione delle attività aziendali, relazionare e documentare le attività svolte. 7

8 2.2. BREVE STORIA DELLA CLASSE anno di corso promossi dall'anno precedente studenti inseriti studenti ritirati non promossi Totale III IV V Relativamente alla classe, la sezione E come classe articolata (CAT e moda) è nata quando erano in terza, per cui in quell'anno i ragazzi che provenivano da due bienni di - versi hanno dovuto iniziare a conoscersi e a lavorare per diventare "classe". Nella classe CAT in terza erano solo nove, ma lavoravano molto bene ed erano un gruppetto unito. C'erano due alunni in più che abbiamo perso in quarta: uno non si è presentato agli esami di recupero del debito della terza a settembre, e l'altro ha smesso di frequentare in quarta ed è stato bocciato per le numerose assenze. In quarta sono arrivati tre nuovi alunni. I nuovi arrivati hanno un po' "trasformato" la classe: alcuni hanno iniziato a lavorare in un modo un po' più superficiale e a impegnarsi meno. Alla fine della quarta ci sono stati due bocciati. Un altro studente è arrivato in quinta e sembra un elemento positivo, determinato e desideroso di fare bene. Si può dire che la classe ha dovuto affrontare negli anni molti cambiamenti, sia nel corpo docente per l avvicendamento annuale degli insegnanti di matematica e di lettere ed estimo che per quanto riguarda gli studenti, cambiamenti che certamente hanno richiesto ogni volta la ricerca di equilibri differenti e differenti strategie relazionali e didattiche. Un fattore positivo di stabilità sono stati invece gli altri docenti di indirizzo che hanno assicurato una continuità pressoché quinquennale. Comunque negli anni sembra che l andamento della classe sia stato altalenante, con un gruppo di studenti che ha saputo approfittare maggiormente delle opportunità offerte dalla didattica e un gruppo che ha avuto minore continuità sia nell impegno che nei risultati. Anche in questo ultimo anno non tutti si sono impegnati allo stesso modo: alcuni hanno lavorato poco, al di sotto delle loro capacità, altri invece si sono impegnati proficuamente. Dal punto di vista del comportamento la classe è abbastanza partecipe al dialogo educativo anche se in modo saltuario e alcuni elementi non hanno rispettato sempre le consegne date, risentendo ancora di più delle difficoltà della DAD. Complessivamente comunque la classe mostra disponibilità e modi educati 8

9 2.3a. OBIETTIVI TRASVERSALI RAGGIUNTI Rispettare le regole fondamentali definite dal Regolamento di Istituto ed in particolare: rispetto degli altri, puntualità, presenza, rispetto degli impegni scolastici. Leggere, interpretare, redigere testi e documenti. Esporre argomenti e commentare testi, utilizzando linguaggi tecnici appropriati. Documentare adeguatamente il proprio lavoro. Effettuare scelte e prendere decisioni ricercando ed assumendo le informazioni opportune. Saper richiamare le conoscenze pregresse per la soluzione di problemi. Saper utilizzare le fonti di informazione per approfondimenti in ambito disciplinare. Partecipare in maniera attiva al lavoro organizzato apportando contributi personali 2.3a. OBIETTIVI TRASVERSALI RAGGIUNTI Attraverso la didattica a distanza Competenze informatiche Nuovo modo di relazionarsi con gli altri Capacità di controllare lo stress Maggiore responsabilità verso gli impegni quotidiani Maggiore senso di responsabilità verso la salute e l igiene Conoscenza, acquisizione e rispetto delle nuove norme stabilite Utilizzo di nuovi strumenti per mantenersi in salute Capacità di autogestire la vita quotidiana e lo studio in maniera più autonoma 9

10 2.4. QUADRO ORARIO NEL TRIENNIO DISCIPLINE CLASSE III* CLASSE IV* CLASSE V * Lingua e letteratura italiana Lingua inglese Storia Matematica Complementi di matematica Gestione del cantiere e sicurezza dell ambiente di lavoro Progettazione, Costruzioni e Impianti di cui con insegnante tecnico-pratico Geopedologia, Economia ed Estimo di cui con insegnante tecnico-pratico (4) (4) (5) (1) (1) Topografia di cui con insegnante tecnico-pratico (4) (4) (4) Scienze motorie e sportive Religione cattolica * Si vedano anche le scelte attuate in autonomia ai sensi del DPR 275/99 10

11 2.5. METODOLOGIE E STRUMENTI QUADRO SINTETICO DI METODOLOGIE E STRUMENTI PER CIASCUNA DISCIPLINA DISCIPLINA METODOLOGIE STRUMENTI Lingua e letteratura italiana Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Lingua inglese Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Storia Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo 11

12 Matematica Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Gestione del cantiere e sicurezza dell ambiente di lavoro Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Progettazione, Costruzioni e Impianti Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Geopedologia, Economia ed Estimo Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo 12

13 Topografia Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Scienze motorie e sportive Lezione frontale lezione interattiva esercitazioni pratiche DAD: teoria e pratica con approfondimenti domiciliari degli argomenti trattati prima di Marzo e altri nuovi. Le lezioni in piscina sono state tenute dall'insegnante stessa istruttrice federale di nuoto e assistente bagnanti Piccoli e grandi attrezzi in palestra: Spalliere,travi,funicelle, palloni,palle mediche. Supporti galleggianti in piscina: tubi tavolette, pullbuoy. Slide, videoconferenze, film di interesse sportivo, tutorial schede, foto di esercizi e video ginnico - sportivi. DAD: teoria e pratica domiciliare degli argomenti trattati prima di marzo Religione cattolica Incoraggiare momenti di apprendimento autonomi Favorire il lavoro di ricerca e l attività di gruppo Coinvolgere lo studente anche attraverso l indicazione di obiettivi e compiti raggiungibili Lezione frontale Lezione partecipata Discussione guidata Analisi e risoluzione di problemi Lavoro di gruppo Nella riunione dei dipartimenti del 27 aprile 2020 gli insegnanti sanciscono le modalità attuative della didattica a distanza che ognuno, seguendo le indicazioni del Dirigente e del Ministero, aveva già attuato dai primi giorni di emergenza. In particolare il primo obiettivo è stato quello di far sentire ai nostri studenti ed alle loro famiglie, che la scuola è a loro vicina. 13

14 Metodologia in pratica: Video lezioni con spiegazioni e discussioni guidate dal docente. Moduli google e compiti scritti svolti direttamente in video lezione Assegnazione di letture e studio di parte di testi e argomenti dei libri di testo utilizzando sia il registro Spaggiari che la piattaforma classroom. Videolezioni sincrone e asincrone. Presentazioni google o PowerPoint Audiolezioni inserite in didattica di spaggiari e/o su piattaforma classroom Indicazioni di link su argomenti specifici Secondo le indicazioni della Dirigente è stato proposto agli studenti un orario provvisorio (diventato poi definitivo fino alla fine dell anno scolastico) nel quale si è tenuto conto di una serie di parametri: Inizio delle video lezioni non prima delle ore 9.00 per limitare problematiche familiari. Intervallo di almeno mezzora tra un collegamento e l altro per evitare un eccesso di esposizione ai computer. Riduzione dell orario, proponendo un monte orario settimanale pari al 50% dell orario curricolare. L orario proposto è stato il seguente: LUN MAR MER GIO VEN SAB PCI TOPO* ,30 INGLESE TOPO* 3 10,30-11 INGLESE ESTIMO ESTIMO* ,30 PCI* ESTIMO LETTERE ESTIMO* 4 11,30-12 PCI* PCI* lettere ,3 PCI* sc.mot 5 12,30-13 CANT INGLESE SC.MOT LETTERE LETTERE MATE * copresenza ITP prof. Serra 14

15 2.6. VERIFICHE E VALUTAZIONI QUADRO SINTETICO DELLE TIPOLOGIE DI VERIFICA (SCRITTE E/O ORALI) E DEI CRITERI DI VALUTAZIONE PER CIASCUNA DISCIPLINA DISCIPLINA TIPOLOGIE DI VERIFICA CRITERI DI VALUTAZIONE Lingua e letteratura italiana Lingua inglese Storia Matematica Prove individuali scritte/orali Prove semi strutturate Discussioni a tema tese a valutare le conoscenze e le capacità espositive Prove individuali scritte/orali Prove semi strutturate Discussioni a tema tese a valutare le conoscenze e le capacità espositive Prove individuali scritte/orali Prove semi strutturate Discussioni a tema tese a valutare le conoscenze e le capacità espositive Prove individuali scritte/orali Prove semi strutturate Per tutte le materie si fa riferimento al punto 2.7 Valutazione Finale (Tavola delle corrispondenze fra voto in decimi e conoscenze, competenze e capacità) Gestione del cantiere e sicurezza dell ambiente di lavoro Prove individuali scritte/orali Prove scritto /grafiche Prove semi strutturate 15

16 Progettazione, Costruzioni e Impianti Geopedologia, Economia ed Estimo Topografia Scienze motorie e sportive Religione cattolica Prove individuali grafico - progettuali Prove individuali scritte - orali Discussioni a tema tese a valutare le conoscenze e le capacità espositive e di sintesi Prove individuali scritte/orali Prove scritto /grafiche Prove semi strutturate Esercitazioni individuali e di gruppo volte alla risoluzione di problemi professionali Prove individuali scritte/orali Prove scritto /grafiche Prove strutturate Prove pratiche di gruppo e individuali Prove orali per esonerati Prove individuali scritte/orali Prove semi strutturate Discussioni a tema tese a valutare le conoscenze e le capacità espositive Le valutazioni, a seguito della Didattica a Distanza, sono state integrate con una serie di criteri aggiuntivi stabiliti dal Collegio Docenti del : Senso di responsabilità dimostrato nel rispetto delle consegne e nella partecipazione assidua alle attività sincrone Qualità dell interazione nel gruppo classe durante le videolezioni Autonomia, metodo ed organizzazione del lavoro a distanza Flessibilità nell acquisizione di competenze digitali (uso account istituzionale, familiarità con i dispositivi, disinvoltura nell uso della piattaforma). 16

17 2.7. VALUTAZIONE FINALE I docenti del consiglio di classe fanno riferimento ai seguenti criteri di valutazione, approvati collegialmente. TAVOLA DELLE CORRISPONDENZE FRA VOTO IN DECIMI E CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITÀ voto in decimi CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITÀ 1-3 Non rispetta le consegne, spesso si distrae e disturba. Possiede conoscenze frammentarie e superficiali che non sa applicare e commette gravi errori nella esecuzione di compiti semplici. È incapace, anche se guidato, di effettuare una analisi ed una sintesi corrette. Si esprime con difficoltà, con poca chiarezza e proprietà di linguaggio. Le sue competenze nelle discipline sono molto scarse. 4 Non rispetta quasi mai le consegne e spesso si distrae. Possiede conoscenze frammentarie e superficiali che spesso non sa applicare e commette errori nella esecuzione di compiti semplici. Ha difficoltà nella analisi e nella sintesi e manca di autonomia. Si esprime in modo confuso, spesso oscurando il significato del discorso. Le sue competenze sono molto limitate. 5 Non è sempre puntuale nelle consegne. Possiede conoscenze non molto approfondite e talvolta frammentarie e commette errori non gravi nella esecuzione di compiti semplici. È in grado di effettuare analisi solo parziali ed è impreciso nella sintesi e poco autonomo nella rielaborazione. Usa un linguaggio non sempre appropriato che talvolta oscura il significato. Le sue competenze sono modeste. 6 Assolve gli impegni e rispetta le consegne, partecipa al dialogo educativo, possiede conoscenze di base ma non approfondite e sa applicarle senza errori nella esecuzione di compiti semplici. Sa effettuare analisi ma non approfondite e sa sintetizzare e rielaborare le conoscenze ma deve essere guidato. L espressione non è sempre fluida ma è corretta. 7 Si impegna con metodo e partecipa attivamente. Possiede conoscenze diffuse che gli consentono di non commettere errori nella esecuzione di compiti anche complessi ma incorre in imprecisioni. Sa effettuare analisi anche se parziali, ma deve essere guidato nella sintesi. Espone con terminologia appropriata. 17

18 8 Si impegna e partecipa attivamente con iniziative personali. Possiede conoscenze complete ed approfondite e sa applicarle in modo corretto e preciso nella esecuzione di compiti anche complessi. Sa effettuare analisi complete, è autonomo nella sintesi, rielabora con apporti critici. L uso della lingua è sempre corretto e appropriato, l espressione è fluida Partecipa attivamente e con significativi apporti personali al dialogo educativo. Possiede conoscenze complete, ampie ed approfondite e sa applicarle correttamente nella esecuzione di compiti complessi e nella soluzione di problemi nuovi. È capace di cogliere gli elementi essenziali delle varie discipline e riesce a metterli in relazione, rielaborandoli in maniera critica e personale. Si esprime in modo corretto, chiaro, appropriato e fluido. INTEGRAZIONE PRO TEMPORE DEL PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA TRIENNALE Criteri di valutazione degli apprendimenti Delibera n. 5 del Collegio dei docenti 21 maggio 2020 Il nuovo scenario creato dall'emergenza sanitaria ha imposto alla comunità scolastica la "necessità di attivare la didattica a distanza al fine di tutelare il diritto costituzionalmente garantito all'istruzione". L'attività di didattica a distanza è stata realizzata in tempi rapidi, avendo l'istituto già a disposizione la piattaforma G-Suite; i singoli consigli di classe hanno stabilito un orario per le attività sincrone indicativamente al 50% rispetto all'orario curricolare, i dipartimenti disciplinari hanno rimodulato le programmazioni individuando i nuclei fondanti e propedeutici alla proficua continuazione dei percorsi, i singoli docenti hanno ridefinito gli obiettivi di apprendimento. L'intero collegio è stato impegnato in un lungo processo di formazione e sperimentazione, attraverso modalità di tutoraggio e di condivisione; sono state attuate tipologie di verifica aggiuntive rispetto a quelle tradizionali, discusse e condivise nei dipartimenti disciplinari. Il Consiglio di Istituto ha ampliato il Regolamento prevedendo fattispecie specifiche per le videolezioni. Si premette che l'o.m. 11 del 16 maggio 2020 recita: art. 4 c. 2: il consiglio di classe procede alla valutazione degli alunni sulla base dell'attività didattica effettivamente svolta, in presenza e a distanza, utilizzando l'intera scala di valutazione in decimi art. 4, c. 3: gli alunni sono ammessi alla classe successiva in deroga al Regolamento (122/2009) art. 4, c. 4: i voti espressi in decimi, ancorché inferiori a sei, sono riportati nel documento di valutazione finale. 18

19 La nuova modalità didattica richiede un'integrazione delle pratiche valutative rispetto a quelle condivise nel Piano dell'offerta Formativa Triennale. La valutazione deve essere funzionale a monitorare i processi di apprendimento e misurare le conoscenze e le competenze acquisite nel nuovo ambiente di formazione. I criteri del Piano dell'offerta Formativa relativi all'acquisizione di conoscenze e competenze vengono così integrati: Livelli Criteri Eccellente Ottimo Buono Sufficiente Scarso Insufficiente Mancante Senso di responsabilità dimostrato nel rispetto delle consegne e nella partecipazione assidua alle attività sincrone Qualità dell'interazione nel gruppo classe durante le videolezioni Autonomia, metodo e organizzazione del lavoro a distanza Disponibilità a collaborare con docenti e compagni Flessibilità nell'acquisizione di competenze digitali (uso account istituzionale, familiarità con i dispositivi, disinvoltura nell'uso della 19

20 piattaforma, ) In fase scrutinio la valutazione sommativa sarà integrata dagli elementi desunti dalla valutazione formativa e terrà conto della progressione negli apprendimenti. La valutazione non scaturirà da una media aritmetica dei voti, ma sarà comprensiva di tutti gli elementi di giudizio raccolti, in una dimensione ponderata, in cui ogni elemento/verifica influirà sulla valutazione finale con un peso proprio. Nell'esprimere il voto finale il consiglio di classe terrà in considerazione: le valutazioni in presenza fino al 5 marzo (convenzionalmente voti verdi e rossi sul registro elettronico) le valutazioni a distanza (convenzionalmente i voti in blu sul registro elettronico) i criteri di valutazione degli apprendimenti integrativi sopra esplicitati 20

21 2.8. CRITERI PER L ATTRIBUZIONE DEL CREDITO SCOLASTICO CREDITO SCOLASTICO Il credito scolastico è un punteggio che viene assegnato, sulla base della media dei voti conseguita al termine delle classi terza, quarta e quinta della scuola secondaria di II grado, e dovrà essere sommato al punteggio ottenuto alle prove dell'esame di Stato per definire il voto finale. Ai fini dell attribuzione del credito scolastico concorrono, oltre alla media dei voti, il voto in condotta (D.P.R. 122/2009 art. 4 c. 2), l'assiduità della frequenza scolastica e della partecipazione alla DaD, la partecipazione al dialogo educativo, la frequenza di attività complementari ed integrative all'interno della scuola, purché siano state portate a termine nel corrente anno scolastico. In sede di scrutinio finale, il riconoscimento dei CREDITI, può determinare l arrotondamento del credito scolastico nella misura massima di 1 punto, MA NON il superamento della banda di oscillazione prevista per la media dei voti conseguita dall alunno. I Docenti di Religione Cattolica e di Attività Alternative partecipano a pieno titolo per gli studenti che si avvalgono. La partecipazione ad iniziative complementari ed integrative all interno della scuola di appartenenza, come anche le attività dei Percorsi per le Competenze Trasversali e per l'orientamento concorrono alla definizione del credito scolastico, in quanto parte costitutiva dell ampliamento dell offerta formativa della scuola (O.M. 10, art. 10, c. 5) o dell attività didattica. Dallo scorso anno sono stati aboliti i crediti formativi (O.M. 205/2019), per cui gli studenti e i genitori sono dispensati dal consegnare all'istituto attestazioni per attività musicali, teatrali, sportive, di volontariato... Solo per il corrente anno scolastico valgono le seguenti disposizioni transitorie - Per le classi intermedie agli studenti ammessi all'anno successivo con una media inferiore a 6 decimi è attribuito un credito pari a 6. [O.M. 11/2020, art. 4, c. 4] - Per le classi quinte il credito scolastico è attribuito fino a un massimo di 60 punti di cui 18 per la classe terza, 20 per la classe quarta e 22 per la classe quinta. [O.M. 10, art. 10, c. 1]. La conversione del credito della classe terza e quarta sarà effettuata in sede di scrutinio finale. 21

22 Allegato A TABELLA A - Conversione del credito assegnato al termine della classe terza Credito conseguito Credito convertito ai sensi dell allegato A al D. Lgs. 62/2017 Nuovo credito attribuito per la classe terza TABELLA B - Conversione del credito assegnato al termine della classe quarta Credito conseguito Nuovo credito attribuito per la classe quarta

23 TABELLA C - Attribuzione credito scolastico per la classe quinta in sede di ammissione all Esame di Stato Media dei voti Fasce di credito classe quinta M < M < M = < M < M < M < M TABELLA D - Attribuzione credito scolastico per la classe terza e per la classe quarta in sede di ammissione all Esame di Stato Media dei voti Fasce di credito classe terza Fasce di credito classe quarta M < M = < M < M < M < M

24 2.9. ATTIVITÀ DI RECUPERO, SOSTEGNO, INTEGRAZIONE Topografia Corso di recupero di 8 ore per le classi quinte (di cui 4 ore svolte in classe e 4 ore con la D.A.D) Corso di recupero di Geopedologia, Economia ed Estimo (di cui l ultima parte svolto in DAD) Tutti gli altri insegnanti delle varie discipline hanno effettuato Recupero in itinere o mediante pausa didattica INSEGNAMENTI IMPARTITI CON METODOLOGIA C.L.I.L. La classe ha svolto, col prof. Franco di estimo il seguente modulo: CLIL (Content Learning Integrated Language) lingua Inglese I.V.S. International Valuation Standard MCA (market comparison approach) Raffronti fra il sistema di valutazione immobiliare nazionale e quello internazionale. Le prime due ore sono state svolte in classe e le altre due con modalità DAD. 24

25 2.11. PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E L ORIENTAMENTO (STAGE, TIROCINI, ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO) Durante il triennio sono state svolti numerosi e diversificati Percorsi per le Competenze Trasversali e l'orientamento sia mediante stage presso strutture esterne che attività a scuola e presso l'università degli studi di Firenze, nel rispetto del monte ore minimo previsto dalla vigente normativa. Per tutti gli studenti sono state programmate almeno 150 ore di attività nel triennio; le ore svolte dagli alunni variano da un minimo di 260 ad un massimo di 395 ore. Le ore svolte sotto forma di stage presso enti ed aziende variano da un minimo di 166 ad un massimo di 338 ore. Le ore svolte sotto forma di esperienze (partecipazioni a seminari, corsi ecc.) variano da un minimo di 36 ad un massimo di 58 ore. Le ore svolte in classe variano da un minimo di 11 ad un massimo di 59 ore. Le attività hanno avuto prevalente attinenza con l'indirizzo di studio sia nel campo delle costruzioni, topografia e cartografia, estimo. Il dettaglio delle attività è riportato nel curriculum personale di ogni studente. Si elencano qui di seguito i principali percorsi seguiti: PRG069 - UNA MERIDIANA SOLARE PER LA SCUOLA Attività in aula e sul territorio PRG017: Tutor all uso del cad nelle scuole medie (Istituto comprensivo Rosella Casini Ex-Scandicci 1 Plesso Gianni Rodari) PRG007: Dentro l arte/ambasciatori d arte (Museo Nazionale del Bargello Museo di Palazzo Davanzati) PRG010: On the Job settore CAT 1 anno Stage estivi in studi tecnici PRG009: Simulazione d impresa - Scandicci una città accessibile e moderna (Comune di Scandicci) PRG041: On the Job settore CAT Inftrastrutture (SIME Telecomunicazioni spa). PRG006: Qualità ambiente sicurezza (Confindustria) PRG011: On the Job settore CAT 2 anno La riqualificazione del patrimonio edilizio (Camera di commercio) PRG081: Sarò matricola (Università degli studi di Firenze Scuola di Ar- 25

26 chitettura Polo San Giuseppe Empoli VIAGGIO DI ISTRUZIONE/PROGETTI/ATTIVITÀ Il viaggio a Berlino non è stato effettuato per il covid CITTADINANZA E COSTITUZIONE La prof.ssa Bartoletti, docente di Italiano e Storia, ha svolto durante l anno i seguenti moduli avvalendosi di una dispensa di Storia Temi di Cittadinanza e Costituzione della casa editrice LaScuola CITTADINANZA E COSTITUZIONE La nascita della nostra Costituzione. I principi fondamentali. Parole chiave da approfondire: Burocrazia e pubblica amministrazione + mappa Cittadinanza Costituzione + mappa Democrazia Diritti + dispensa su Guernica Doveri + mappa + attualità Economia + mappa Famiglia +mappa + collegamento letteratura (rapporto col padre) Informazione + mappa Istruzione + Scuola Legge ONU Parlamento + mappa Partiti + collegamento storia Ricchezza e povertà Stato sociale + collegamento storia (welfare state) 26

27 Terrorismo + storia Unione Europea Voto + storia TERZA PARTE: GLI ALLEGATI A) I contenuti disciplinari effettivamente svolti; gli obiettivi raggiunti B) Didattica a distanza C) Testi delle prove d'esame simulate durante l'anno D) Criteri ed indicatori per l assegnazione dei punteggi E) Corsi integrativi facoltativi organizzati dall Istituto 27

28 ALLEGATO A) DEL CONSIGLIO DI CLASSE ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO CONTENUTI DISCIPLINARI OBIETTIVI RAGGIUNTI ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Italiano Sonia Bartoletti Letteratura e oltre, M. Sambugar, G. Salà, vol. 3 La Nuova Italia Testi e dispense di articoli e brani di saggi forniti dalla docente altri materiali didattici (articoli, dispense, testi digitali, tabelle) sono sulla piattaforma della didattica del registro elettronico CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI 28

29 Modulo 1 - La cultura del Positivismo e il romanzo europeo (settembre 2019) Il Positivismo - contesto e protagonisti. Il romanzo come genere guida dell'ottocento e i suoi principali protagonisti. Il Naturalismo. Testi: - E. Zola, Il romanzo sperimentale, Osservazione e sperimentazione; L Assommoir, cap. X. Modulo 2 - La linea verista e Giovanni Verga (ottobre 2019) Il Verismo e i suoi principali protagonisti. Giovanni Verga, la vita e le opere - il pensiero e la poetica - Verga fotografo. Giovanni Verga, Novelle: La lupa; La roba, Libertà; brani programmatici di Verga tratti dalla prefazione a L'amante di Gramigna; I Malavoglia, Prefazione; brani da cap. I, la famiglia malavoglia; cap. XV, L arrivo e l addio di Ntoni. Mastro Don Gesualdo, brani dalla parte IV, cap. IV, V. Modulo 3 Il Decadentismo e il Simbolismo ( ottobre 2019) La filosofia della crisi e la modernità: la figura del dandy e la costruzione della propria vita come opera d'arte. La poesia europea, estetismo e il simbolismo. Testi: - C. Baudelaire, da I fiori del male: Corrispondenze, Spleen. P. Verlaine, Arte poetica; A. Rimbaud, Vocali. - J. K. Huysmans, A ritroso, Una vita artificiale, cap. 2. Modulo 4 - La poesia italiana decadente e simbolista: Gabriele D'Annunzio e Giovanni Pascoli (ottobre / novembre 2019) Gabriele D'Annunzio: la vita - la sua visione del mondo - il pensiero e la poetica - le opere. Giovanni Pascoli: la vita e le opere - il pensiero e la poetica - linguaggio e temi chiave D'Annunzio, Testi di prosa: Il piacere, Ritratto di un esteta, libro I, cap. II; Il verso è tutto. libro II, cap. II; L'innocente, cap. II. Testi di poesia: Le Laudi, Alcyone, La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Le stirpi canore; - visione video RAI, Correva l anno, su D Annunzio. Giovanni Pascoli, Testi: brano da Il fanciullino; 29

30 da Myricae: Lavandare; X agosto; L'assiuolo; Temporale; Novembre; Il lampo e Il tuono; da I canti di Castelvecchio: Nebbia; Il gelsomino notturno; La mia sera. Da I Primi Poemetti, Italy, canto primo, sez. III, V, VII; Modulo 5 - L'età della crisi: le inquietudini di inizio secolo e le novità europee il nuovo romanzo del novecento - le avanguardie (dicembre 2019/ gennaio 2020) Psicanalisi, relativismo, il tempo e la durata e la crisi della scienza: la letteratura come visione del mondo I principali autori del romanzo della crisi: Proust, Joyce, Woolf, Mann, Kafka e la narrativa mitteleuropea. Le Avanguardie storiche: l'espressionismo, il Futurismo, il Surrealismo - F. T. Marinetti e A. Palazzeschi. TESTI: - brani F. Kafka, da La metamorfosi, Il risveglio di Gregor Samsa; M. Proust, da Alla ricerca del tempo perduto: La madeleine (La strada di Swann, sez. I); J. Joyce, Ulisse, Il monologo di Molly Bloom. F. T. Marinetti, Manifesto del Futurismo; Il bombardamento di Adrianopoli, Zang Tumb Tumb. A. Palazzeschi, Lasciatemi divertire. Modulo 6 La prosa e la crisi del romanzo - (gennaio/febbraio 2020) Italo Svevo: vita e opere e novità della tecnica romanzesca e collegamento con la psicanalisi di Freud. Luigi Pirandello: vita e opere, la poetica e la concezione dell'uomo e dell'esistenza. TESTI: Italo Svevo, da La coscienza di Zeno: Prefazione; Preambolo capp. I, II; L ultima sigaretta, cap. 3, Il fumo; La morte di mio padre, cap. 4;Una catastrofe inaudita, Psico-analisi, cap.8. - Luigi Pirandello, da L umorismo, Il sentimento del contrario; Brani da Il fu Mattia Pascal, cap. I; VII; XV. Da Uno, nessuno, centomila, Salute!, libro I, cap.vii; I Quaderni di Serafino Gubbio operatore, lettura integrale. da Novelle per un anno, La patente; Il treno ha fischiato. Teatro: Luigi Pirandello, da Le maschere nude, Così è se vi pare, Come parla la verità, atto III, scene V, VII, VIII, IX; Sei personaggi in cerca di autore, inizio della commedia: la condizione di personaggi. Lettura integrale di un romanzo di Pirandello, Il fu Mattia Pascal o Uno, nessuno, centomila oltre a I quaderni di Serafino Gubbio. 30

31 Modulo 7 La poesia italiana fra innovazione e tradizione (marzo/ aprile/ maggio 2020) Giuseppe Ungaretti: vita e opere, la rottura e il recupero della tradizione, la poesia moderna. Eugenio Montale: vita, pensiero e poetica, le raccolte, l'evoluzione stilistica e contenutistica, contestualizzazione. Testi: - Giuseppe Ungaretti, da L'Allegria: In memoria, Veglia, Fratelli, I fiumi, San Martino del Carso, Allegria di naufragi, Mattina, Soldati; da Sentimento del tempo, L isola; da Il dolore, Non gridate più. Testi: - Eugenio Montale, da Ossi di seppia: I limoni, Non chiederci la parola..., Meriggiare pallido e assorto, Spesso il male di vivere ho incontrato, Cigola la carrucola del pozzo; da Le occasioni: Addii, fischi nel buio, cenni, tosse, Ti libero la fronte dai ghiaccioli, Dora Markus, La casa dei doganieri; da La bufera e altro: La bufera, Primavera hitleriana; da Satura: Caro piccolo insetto, Ho sceso dandoti il braccio almeno un milione di scale, L alluvione ha sommerso il pack dei mobili; da Diari del 71-72, Spenta l identità; La pendola a carillon. ATTIVITÀ E PERCORSI INTEGRATIVI: Dispensa su Verga fotografo. Dispensa slides sul Decadentismo. Scrittura di una poesia futurista. Visione film Opera senza autore di H. Von Donnersmarck (2018) sulle avanguardie artistiche, il rapporto arte/potere politico, e sul novecento in Germania, dagli anni 30 ad oggi. Spettacolo di danza al teatro Florida: il spettacolo 4 John: danza contemporanea omaggio a John Cage. Tutta la classe ha partecipato il 6 febbraio 2020 alle Olimpiadi di italiano (2 studenti passano alla fase successiva). Visione video Rai sugli autori studiati e sulle correnti letterarie ed artistiche Letture: Noah Yuval Harari, 21 lezioni per il XXI secolo, Saggi Bompiani, 2018, brani. Vasco Pratolini, Il quartiere. Luigi Pirandello, Uno, nessuno, centomila o Il fu Mattia Pascal, I quaderni di Serafino Gubbio operatore. Lettura articoli giornalistici su temi di attualità e rivista Internazionale 31

32 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Italiano Sonia Bartoletti Letteratura e oltre, M. Sambugar, G. Salà, vol. 3 La Nuova Italia Testi e dispense di articoli e brani di saggi forniti dalla docente OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) Acquisizione di un metodo di studio efficace Capacità di individuare le connessioni tra epoca storica e produzione letteraria Conoscenza delle opere più significative di importanti autori Conoscenza e comprensione del testo letterario Capacità di esporre il testo in modo significativo Capacità di eseguire una corretta parafrasi Capacità di individuare gli aspetti significativi del testo Capacità di riassumere e sintetizzare la vita e le opere degli autori, le loro tematiche fondamentali e le loro scelte culturali Capacità di contestualizzare e attualizzare il testo letterario Capacità di cogliere le differenze tra i generi letterari e tra gli autori Capacità di fare una mappa concettuale Saper pianificare il proprio lavoro. Valutazione 32

33 Per la valutazione delle verifiche orali e scritte, sono state utilizzate griglie di valutazione adattate personalmente e si è tenuto conto dei casi particolari e dei piani individualizzati, puntando maggiormente alle verifiche e alla valutazione formativa rispetto a procedure di verifica e valutazione sommative. Le griglie utilizzate corrispondono per lo scritto alla griglia ministeriale per gli esami di stato in una rielaborazione personale e per l orale in una griglia similmente utilizzata per l esame di stato (presenti sulla piattaforma d istituto registro - didattica) CLASSE 5E C.A.T Testi oggetto di studio nell ambito dell insegnamento di lingua e letteratura italiana (dal libro di testo): - E. Zola, Il romanzo sperimentale, Osservazione e sperimentazione; - L Assommoir, cap. X. Giovanni Verga, Novelle: La lupa; La roba, Libertà; brani programmatici di Verga tratti dalla prefazione a L'amante di Gramigna; I Malavoglia, Prefazione; brani da cap. I, la famiglia malavoglia; cap. XV, L arrivo e l addio di Ntoni. Mastro Don Gesualdo, brani dalla parte IV, cap. IV, V. C. Baudelaire, da I fiori del male: Corrispondenze, Spleen. P. Verlaine, Arte poetica; A. Rimbaud, Vocali. J. K. Huysmans, A ritroso, Una vita artificiale, cap. 2. D'Annunzio, Testi di prosa: Il piacere, Ritratto di un esteta, libro I, cap. II; Il verso è tutto. libro II, cap. II; L'innocente, cap. II. Testi di poesia: Le Laudi, Alcyone, La sera fiesolana; La pioggia nel pineto; Le stirpi canore. Giovanni Pascoli, Testi in prosa: brano da Il fanciullino; Testi in poesia: da Myricae: Lavandare; X agosto; L'assiuolo; Temporale; Novembre; Il lampo e Il tuono; da I canti di Castelvecchio: Nebbia; Il gelsomino notturno; La mia sera. Da I Primi Poemetti, Italy, canto primo, sez. III, V, VII. - brani da F. Kafka, da La metamorfosi, Il risveglio di Gregor Samsa; - da M. Proust, Alla ricerca del tempo perduto: La madeleine (La strada di Swann, sez. I); - da J. Joyce, Ulisse, Il monologo di Molly Bloom. 33

34 Da F. T. Marinetti, Manifesto del Futurismo; testi poetici: Il bombardamento di Adrianopoli, Zang Tumb Tumb. A. Palazzeschi, Lasciatemi divertire. Italo Svevo, da La coscienza di Zeno: Prefazione; Preambolo capp. I, II; L ultima sigaretta, cap. 3, Il fumo; La morte di mio padre, cap. 4; Una catastrofe inaudita, Psicoanalisi, cap.8. - Luigi Pirandello, da L umorismo, Il sentimento del contrario; Brani da Il fu Mattia Pascal, cap. I; VII; XV. Da Uno, nessuno, centomila, Salute!, libro I, cap.vii; - I Quaderni di Serafino Gubbio operatore, lettura integrale. - da Novelle per un anno, La patente; Il treno ha fischiato. Teatro: Luigi Pirandello, da Le maschere nude, Così è se vi pare, Come parla la verità, atto III, scene V, VII, VIII, IX; Sei personaggi in cerca di autore, inizio della commedia: la condizione di personaggi. Lettura integrale di un romanzo di Pirandello, Il fu Mattia Pascal o Uno, nessuno, centomila. Giuseppe Ungaretti, da L'Allegria: In memoria, Veglia, Fratelli, I fiumi, San Martino del Carso, Allegria di naufragi, Mattina, Soldati; da Sentimento del tempo, L isola; da Il dolore, Non gridate più. - Eugenio Montale, da Ossi di seppia: I limoni, Non chiederci la parola..., Meriggiare pallido e assorto, Spesso il male di vivere ho incontrato, Cigola la carrucola del pozzo; da Le occasioni: Addii, fischi nel buio, cenni, tosse, Ti libero la fronte dai ghiaccioli, Dora Markus, La casa dei doganieri; da La bufera e altro: La bufera; da Satura: Caro piccolo insetto. 34

35 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Storia Sonia Bartoletti G. De Luna, M. Meriggi, Sulle tracce del tempo. 3. Il Novecento e il mondo contemporaneo, Paravia Dispensa su Temi di cittadinanza e Costituzione, Editrice La Scuola (didattica digitale) altri materiali didattici (articoli, dispense, testi digitali, tabelle, ppt) sono sulla piattaforma della didattica del registro elettronico CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI MODULO 1 - L'età dell'imperialismo e della seconda rivoluzione industriale: La nascita della società di massa Unità didattica di collegamento sul periodo : principali eventi e meccanismi politici ed economici riepilogo sulla formazione dello stato unitario italiano la politica della destra e della sinistra storica. La seconda rivoluzione industriale e la crisi agraria la nascita della società di massa - socialismo, nazionalismo, razzismo. L'Europa della belle époque l'imperialismo e il mondo alla vigilia della grande guerra, Stati Uniti e Russia. 35

36 Il dominio coloniale del XIX secolo. L età giolittiana e la crisi di fine secolo - la guerra in Libia. Approfondimento: - nazionalismo e imperialismo, rappresentazioni e stereotipi del colonialismo su base pseudo scientifica: la situazione mondiale e il sistema politico internazionale. - la Belle Époque: video e collegamenti con la letteratura europea e italiana. Lettura brano sul Nazionalismo tratto da 21 lezioni per il XXI secolo dello storico Noah Yuval Harari. Modulo 2 - Guerra e rivoluzione e il primo dopoguerra La prima guerra mondiale: le cause, gli imperi multinazionali, la novità della guerra, la sua brutalità, i trattati di pace. Il primo dopoguerra: sguardo sulla situazione mondiale e italiana - l avvento del fascismo. L'eredità della guerra: il nuovo ordine internazionale - il conflitto sociale Approfondimento: la prima guerra mondiale nelle trincee e nelle zone di confine (Trieste e Fiume, il Carso) visione video. Lavoro degli studenti in ppt sulle trincee della Grande Guerra. Modulo 3 L'età dei totalitarismi: dalla crisi del 29 alla seconda guerra mondiale La crisi economica e le democrazie occidentali - il New Deal Industria culturale e cultura di massa L'Italia fascista il regime e il paese - fascismo e antifascismo La Russia dalla rivoluzione allo stalinismo Il nazionalismo in Germania: l avvento di Hitler e del sistema nazista La guerra civile in Spagna e la situazione delle diverse zone del mondo fra le due guerre Approfondimento sulla guerra civile spagnola in collegamento il dipinto Guernica di Picasso: lettura dispensa Pearson. 36

37 Modulo 4 - La seconda guerra mondiale. Il mondo alla vigilia della seconda guerra mondiale: Giappone e Cina, il mondo coloniale, la crisi del sistema politico internazionale, la teoria dell'appeasement. La seconda guerra mondiale: la fase di dominio dell'asse - la guerra nel Pacifico e la fase : le sconfitte dell'asse - lo sterminio degli ebrei - il crollo del fascismo e la Resistenza in Italia La fine della guerra ed i processi di Norimberga e di Tokyo. Consigliati video sulla guerra e inviati ppt di sintesi e riepilogo. Visione video sulla Resistenza in Italia. Visione video dell ist. storico della resistenza: Firenze agosto 1944: la notte dei ponti - registrazioni audio originali dei giorni della liberazione e video d epoca. Modulo n. 5: Dalla guerra fredda alle svolte di fine 900 Il mondo alla fine della guerra : origini della guerra fredda e i due blocchi, USA e URSS e i paesi europei, Cina e Giappone. Cenni sui due blocchi fra 1950 e 1980: Unione Sovietica ed Est europeo e la destalinizzazione, gli Stati Uniti e il multipolarismo, l'europa occidentale, il Sessantotto. Modulo n. 6: L'Italia repubblicana e la società globalizzata L'Italia dalla ricostruzione al boom economico: le ferite della guerra, la Costituzione, i partiti di massa e il centrismo, il miracolo economico. Approfondimenti: lettura brani del saggio di Noah Yuval Harari, 21 lezioni per il XXI secolo sui problemi e sulle sfide mondiali dell immediato futuro. lettura articoli giornalistici sui temi affrontati e sui temi di attualità di maggior interesse anche legati all indirizzo. Lettura libro Storia d Italia in 100 foto, AA.VV., Laterza. 37

38 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Storia Sonia Bartoletti G. De Luna, M. Meriggi, Sulle tracce del tempo. 3. Il Novecento e il mondo contemporaneo, Paravia Dispensa su Temi di cittadinanza e Costituzione, Editrice La Scuola (didattica digitale) OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) Conoscenza delle coordinate spazio-temporali dei periodi storici affrontati Individuazione delle cause e degli effetti connessi agli avvenimenti storici studiati Capacità di rielaborare in modo autonomo le informazioni, i dati e i concetti di base Comprensione e capacità di utilizzare il lessico specifico della materia Capacità di collegamento tra gli avvenimenti storici nel tempo e di operare un confronto tra passato e presente. Capacità di stabilire collegamenti interdisciplinari tra materie affini. La Griglia utilizzata, fornita agli studenti sulla piattaforma del registro elettronico, per le valutazioni orali e scritte è coerente con i criteri del collegio e del ptof, ma è una griglia personalizzata nel formato. Le verifiche sono state specialmente di tipo formativo e di discussione aperta sui temi storici e attuali legati a sollecitazioni storiche. 38

39 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO LINGUA INGLESE ANTONELLA MONTECCHI M.G.Dandini, New Surfing the World, Ed. Zanichelli (Codice ISBN ) LIBRI DI TESTO: E.Grasso, P.Melchiorri, Hit the bricks!, Ed. Clitt (Codice ISBN ) Fotocopie tratte dal testo From the Ground Up, P. Caruzzo, S. Sardi, D. Cerroni, ed. ELI e dispense fornite dalla docente CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI MODULO 1: HOUSING (Ottobre Novembre Dicembre) 39

40 Dal testo Hit the Bricks! Different types of houses pp Advantages and disadvantages of a detached house pp English housing styles pp Thatching: the traditional British craft pp How does one thatch a cottage? p. 64 Life as a thatcher: an interview pp Oast houses in England pp Skyscrapers pp The principles of anti-seismic building pp L Aquila earthquake field team reports pp Dal testo New Surfing the World Houses and Gardens: Out in the green pp Houses and Palaces over the Centuries: The Middle Ages The Tudor Style The Stuarts and the English Renaissance The Georgian Style The Victorian Age pp American Skyscrapers pp Skyscrapers in the World: approfondimento e lavoro individuale con creazione di un elaborato in Power Point. MODULO 2: BUILDING MATERIALS (Dicembre Gennaio) Dal testo Hit the Bricks! Classification of building materials pp Masonry pp Timber p. 114 Glass and its use in architecture pp Metals p 118 Ferrous metals pp Non-ferrous metals p. 121 MODULO 3: URBAN PLANNING (Gennaio) Dal testo Hit the Bricks! What is urban planning? p. 205 Urban planning through history p. 206 Urban development during Renaissance pp

41 Urban planning in the USA pp Planning a city: L Enfant and Washington D.C. pp MODULO 4: THE UNITED STATES OF AMERICA (Febbraio) Dal testo New Surfing the World Old Glory p. 93 The Constitution p. 98 The US Government Federal Government State Government Local Government p. 99 The Presidential elections p. 100 George Washington p.101 Washington D.C. p. 123 MODULO 5: A SHORT HISTORY OF ARCHITECTURE (Marzo - Aprile) Dal testo Hit the Bricks! The Greeks pp Roman architecture pp Romanesque architecture pp The Gothic style pp The Renaissance pp The Dome of Santa Maria del Fiore (dispensa fornita dalla docente) Palladio and Palladianism p Baroque pp From the 18th to the 19th century p. 249 MODULO 6: MODERN AND CONTEMPORARY ARCHITECTURE (Aprile-Maggio) Dal testo Hit the Bricks! Frank Lloyd Wright and Organic Architecture pp Walter Gropius and the Bauhaus pp Le Corbusier and Modern Urban Planning pp High-tech architecture p. 269 Sir Richard Rogers pp Renzo Piano p. 273 Norman Foster (dispensa fornita dalla docente) Deconstructivism p. 276 Frank Gehry pp Zaha Hadid pp (dispensa fornita dalla docente) 41

42 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO LINGUA INGLESE ANTONELLA MONTECCHI M.G.Dandini, New Surfing the World, Ed. Zanichelli (Codice ISBN ) LIBRI DI TESTO: E.Grasso, P.Melchiorri, Hit the bricks!, Ed. Clitt (Codice ISBN ) Fotocopie tratte dal testo From the Ground Up, P. Caruzzo, S. Sardi, D. Cerroni, ed. ELI e dispense fornite dalla docente OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) Gli obiettivi programmati il potenziamento delle quattro abilità linguistiche, il consolidamento della competenza comunicativa, la conoscenza di aspetti culturali e storici dei principali del Regno Unito e degli Stai Uniti, la comprensione di testi specifici di indirizzo, e l acquisizione di un linguaggio settoriale specifico e di termini specialistici sono stati raggiunti in modo sostanzialmente sufficiente dalla totalità della classe. Mediamente la classe ha affrontato la disciplina con un discreto interesse e ha svolto i lavori proposti con un impegno adeguato. Riguardo al profitto si registrano risultati diversificati. La maggioranza degli studenti ha dimostrato di saper comprendere il contenuto globale di un testo e rispondere a semplici domande; alcuni si sono mostrati in grado di comprendere il testo in modo analitico. Gli studenti sono in grado di esprimersi in maniera complessivamente abbastanza corretta su argomenti inerenti al proprio ambito professionale, anche se per alcuni permangono alcune criticità 42

43 nell interazione verbale e nella produzione scritta. Per le prove scritte e orali sono state utilizzate le griglie di valutazione approvate dal Dipartimento di Lingue. In particolare, nell ultima parte dell anno scolastico, in concomitanza dell attivazione della didattica a distanza, la maggior parte degli studenti ha dimostrato maturità, flessibilità e interesse: ciò ha consentito la prosecuzione del lavoro previsto anche se con modalità diverse e nuove. La valutazione finale prenderà in considerazione le valutazioni in presenza, le valutazioni della didattica a distanza, nonché l impegno, il senso di responsabilità, la partecipazione e la serietà dimostrata nel periodo di didattica tradizionale e nell affrontare le nuove modalità didattiche. ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Matematica Vivolo Roberta Matematica a colori edizione verde vol.4 per il secondo biennio, Leonardo Sasso. CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI Funzioni (periodo: settembre, metà novembre) Ripasso su: Concetto di funzione, dominio e codominio. Funzioni iniettive, suriettive, biiettive. Funzioni reali di variabile reale: definizione e classificazione; dominio; il segno di una funzione; funzioni pari e dispari; grafico di una funzione Nozioni di topologia su R, intervalli, Intorno di un numero o di un punto. 43

44 Limiti (periodo: metà novembre, maggio ) Dal concetto intuitivo di limite a partire soprattutto dalla rappresentazione grafica alle singole definizioni nei vari casi: limite finito per x che tende a valore finito/infinito, limite infinito per x che tende a un valore finito. Limite destro e sinistro. La verifica di un limite. Teoremi di esistenza e unicità sui limiti: Teoremi del confronto (senza dimostrazione), Teorema di unicità del limite (senza dimostrazione ). Limiti di funzioni elementari (funzioni potenza, radice), algebra dei limiti. Forme di indecisione di funzioni algebriche. Calcolo dei limiti delle funzioni razionali intere e fratte, funzioni irrazionali intere e fratte. Definizione di asintoto verticale, orizzontale, obliquo e la loro determinazione. Grafico probabile di funzioni algebriche. Interpretazione di grafici. 44

45 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Matematica Vivolo Roberta Matematica a colori edizione verde vol.4 per il secondo biennio, Leonardo Sasso. OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) Conoscenza delle principali problematiche di carattere teorico riguardanti l'analisi e lo studio delle funzioni reali a una variabile reale, in particolare: caratterizzazione delle funzioni sulla base di alcune proprietà, ricerca del dominio, analisi della variazione del segno, ricerca degli asintoti. Saper utilizzare il grafico di una funzione per ricavare proprietà della funzione stessa. Sviluppo della capacità di applicazione delle conoscenze acquisite alla analisi di nuove problematiche e alla risoluzione di problemi ed esercizi. Sviluppo della capacità di collegare le singole nozioni acquisite in un quadro organico di conoscenze. Acquisizione di un linguaggio tecnico appropriato. 45

46 Con non poche difficoltà a conclusione dell'anno scolastico gli obiettivi sono stati raggiunti in maniera abbastanza omogenea dagli alunni nonostante siano da rilevare delle differenze per l impegno profuso e per le competenze di base, oltre che per l interesse specifico della disciplina. Nel corso dell'anno scolastico, gran parte degli studenti ha seguito con concentrazione e partecipazione le lezioni, impegnandosi, anche a casa, in maniera adeguata. Tuttavia, spesso si sono rilevate difficoltà su concetti basilari che hanno reso necessari interventi di recupero e consolidamento tutte le volte che se ne è ravvisato la necessità. In ogni caso, il grado di approfondimento e di consapevolezza per alcuni di loro è soddisfacente, per altri invece permangono delle difficoltà nella esposizione, nei collegamenti e anche delle lacune di base. Nel periodo di didattica a distanza la valutazione ha tenuto conto di diversi fattori tra cui: l'impegno profuso nella frequenza delle attività a distanza; il riconoscimento dei progressi compiuti dagli alunni, anche avvalendosi dei continui riscontri forniti loro, grazie anche alle piattaforme digitali; il processo formativo e i progressi di apprendimento; il rispetto dei tempi e dei modi di consegna; nonché la capacità di mettersi in relazione con il docente e con i compagni in maniera responsabile e critica. 46

47 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO GESTIONE E SICUREZZA CANTIERI Stefano DOMINICI Cantiere & sicurezza negli ambienti di lavoro (vol. unico) Valli Baraldi Ed. SEI CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI INTRODUZIONE ALL ATTIVITA EDILIZIA (Ottobre 2019) - Il processo edilizio - La progettazione - La costruzione - Il cantiere edile - Gli oneri di urbanizzazione - Gli interventi edilizi - La richiesta dei titoli abitativi - Interventi edilizi e titoli abitativi - Lo sportello unico per l edilizia INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA SICUREZZA (Novembre 2019) - Il problema della sicurezza nei luoghi di lavoro - Infortuni sul lavoro - Il registro infortuni - Il costo degli infortuni sul lavoro. - Denuncia e procedimento. - Le malattie professionali - Riconoscimento di malattie professionali - Registro nazionale delle malattie professionali - Sicurezza sul lavoro: evoluzione della normativa - Il Testo Unico sulla sicurezza: struttura - Il Testo Unico sulla sicurezza: i contenuti 47

48 - Le norme tecniche VIGILANZA E CONTROLLO: IL SISTEMA PUBBLICO (Dicembre 2019) - Vigilanza e controllo dei luoghi di lavoro - Visite ispettive - Attività di indagine per infortuni sul lavoro - Sanzioni amministrative e penali - Organi di vigilanza INTRODUZIONE ALLA VALUTAZIONE DEL RISCHIO (Gennaio 2020) - Pericolo e rischio - Classificazione dei rischi - La valutazione dei rischi e il DVR - Procedure standardizzate per compilare il DVR LE FIGURE PROFESSIONALI DELLA SICUREZZA IN CANTIERE (Gennaio 2020) - Imprese esecutrici ed affidatarie. - Il datore di lavoro. - Il committente ed il responsabile dei lavori. - I coordinatori della sicurezza - La direzione dei lavori - Il direttore tecnico di cantiere e il capocantiere - Lavoratori subordinati e autonomi - Uomini-giorno LE FIGURE PROFESSIONALI DELLA SICUREZZA IN AZIENDA (Febbraio 2020) - Il datore di lavoro - Dirigente e preposto - I lavoratori - Gli addetti alla gestione delle emergenze - Il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza - Il servizio di prevenzione e protezione - Il medico competente I DOCUMENTI DELLA SICUREZZA (Novembre 2019 Febbraio 2020) - La documentazione da tenere in cantiere. - Notifica Preliminare. - I Piani di Sicurezza e Coordinamento (PSC). - Contenuti minimi del Piano di Sicurezza e Coordinamento. - Piano Operativo di Sicurezza (POS). - Stima dei costi per la sicurezza. - Il fascicolo tecnico dell opera. - Cronoprogramma o Diagramma di GANTT. - Il piano per la gestione delle emergenze. - La prevenzione incendi nei cantieri edili - Piano di Montaggio, Uso e Smontaggio ponteggi (PIMUS). DIDATTICA A DISTANZA - Relazione su simulazione caso pratico. 48

49 - Ripasso in preparazione del colloquio orale esame maturità. Scandicci, 4 maggio 2020 L'insegnante Prof. Stefano DOMINICI 49

50 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO GESTIONE E SICUREZZA CANTIERI Stefano DOMINICI Cantiere & sicurezza negli ambienti di lavoro (vol. unico) Valli Baraldi Ed. SEI OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) OBIETTIVI DISCIPLINARI (Conoscenze e Competenze) Conoscere le varie fasi di un processo edilizio Conoscere e saper collocare un intervento edilizio in base alla relativa normativa. Conoscere la disciplina dei lavori privati, i titoli abilitativi e le relative procedure amministrative. Conoscere i principali aspetti della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro. Conoscere le figure professionali e non ed i relativi ruoli e responsabilità. Conoscere la principale documentazione relativa alla sicurezza e saper riconoscere gli aspetti principali. Conoscere la definizione di pericolo e rischio, le relative differenze e le procedure per la valutazione del rischio. Conoscere le principali modalità e caratteristiche relative alla pianificazione dei lavori e saperla applicare a semplici casi. Conoscere i metodi per la preventivazione delle opere edili e saperli applicare ai casi rientranti nelle competenze del geometra; OBIETTIVI TRASVERSALI (capacità, comportamenti, ) leggere, redigere ed interpretare testi e documenti; elaborare dati e rappresentarli in modo efficace per favorire processi decisionali; documentare adeguatamente il proprio lavoro; comunicare efficacemente utilizzando un appropriato linguaggio tecnico analizzare situazioni e rappresentarle con modelli funzionali ai problemi da risolvere; 50

51 effettuare scelte e prendere decisioni ricercando ed assumendo le informazioni opportune; ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI ROBERTO CRESCIOLI ITP ALBERTO SERRA U. Alasia, M. Pugno - Corso di Progettazione Costruzioni Impianti - vol. 3 - Ed. SEI CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI STORIA DELL ARCHITETTURA Le costruzioni in Egitto, Mesopotamia e Grecia La costruzione nel mondo romano La costruzione nell Europa medioevale La costruzione nel Quattrocento e Cinquecento La costruzione nel Seicento e Settecento La costruzione nell Ottocento La costruzione nella prima metà del Novecento La costruzione nel secondo dopoguerra A cavallo del nuovo millennio Gen. - Mag. LA GESTIONE DEL TERRITORIO Ott. - Dic. Urbanistica: definizione, normativa; legge 20 marzo 1865, n e R.D.L. del 1865, legge 15 gennaio 51

52 1885, n risanamento città di Napoli, Il R.D.L. 25 marzo 1935, n. 640 e il R.D.L. 22 novembre 1937, n. 2105, Regolamento edilizio, Il R.D.L. 25 marzo 1935, n. 640 e il R.D.L. 22 novembre 1937, n autorizzazione estesa a tutto il territorio comunale; L 1089 e 1497 del 1939; la L 1150/42, legge ponte del 1967, DM del 1968, gli standard urbanistici, le opere di urbanizzazione, convenzioni urbanistiche, piani di lottizzazione e progetti unitari convenzionati, piani edilizia agevolata, cenni sui piani di recupero. Normativa igienico sanitaria, superficie minima, rapporti illuminanti; legge 10/77. Calcolo oneri di urbanizzazione e contributo costo di costruzione. DPGR 64/R unificazione parametri urbanistici. Gli interventi edilizi: L.457/78; nuova costruzione, interventi su edifici esistenti: manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro conservativo, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, sostituzione edilizia, ristrutturazione urbanistica. Legge n. 47/85: condoni edilizio, art. 26 ed opere interne; accertamento di conformità; sanatoria giurisprudenziale; sanatoria per parti non ripristinabili senza pregiudizio delle parti legittime; dichiarazione di conformità urbanistica per atti di compravendita. Sanatoria giurisprudenziale, tipologie di abuso condono edilizio L47/85, art. 26 (opere interne), sanatoria edilizia. LR 65/2014: opere eseguite in difformità od in assenza di titolo abilitativo; artt I titoli abilitativi: licenza edilizia, concessione edilizia, autorizzazione edilizia, art. 26 L 47/85, DIA, permesso di costruire, SCIA, CILA, edilizia libera Legge regionale 65/2014 art. 99, DPGR-64R-2013 definizione di If, Sul, Hin, Hmax, Sua, Snr, Scc, Rc, Volume, Rp e definizioni: Edificio, Unità immobiliare, Sagoma; Contributo per oneri di urbanizzazione e costo di costruzione Interventi edilizi: art. 3 DPR 380/2001; Tabella A_DLGS : interventi su edifici esistenti (manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione, ristrutturazione urbanistica; nuova costruzione; interventi pertinenziali; I vincoli urbanistici; vincoli edilizi e regolamento edilizio Vincoli artistici e paesaggistici, l /1939, TU del 1999 e Fattibilità di un intervento edilizio: ricerca delle condizioni. Ricerca sul SIT del comune di Scandicci. Le infrastrutture di rete, classificazione delle strade, elementi costitutivi dello spazio stradale; reti elettriche, gas, acqua, fognatura. Urbanizzazione primaria e secondaria; oneri di urbanizzazione e 52

53 realizzazione delle opere IL PROGETTO EDILIZIO Sett. - Mag. Normativa sulle barriere architettoniche Requisiti minimi in termini di parcheggi: L. 122/89 art.2 c.2, c.d. legge Tognoli Le tipologie edilizie Sviluppo di progettazioni: - progetto di un edificio in linea - progetto di sistemazione a verde pubblico di un area - progetto di un parcheggio pubblico a raso progettazione intervento edilizio TR05a nel Comune di Scandicci 53

54 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO PROGETTAZIONE, COSTRUZIONI E IMPIANTI ROBERTO CRESCIOLI ITP ALBERTO SERRA U. Alasia, M. Pugno - Corso di Progettazione Costruzioni Impianti - vol. 3 - Ed. SEI OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) saper leggere ed elaborare i disegni esecutivi; conoscere la normativa urbanistica ed edilizia; saper individuare il percorso amministrativo di una realizzazione edilizia conoscere i lineamenti della storia dell architettura. saper collocare temporalmente la realizzazione di una costruzione 54

55 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO ESTIMO COMELLA MARCO Amicabile S.: Corso di economia ed estimo. Editore: Hoepli altri materiali didattici (Amicabile S.: Manuale di estimo. Editore Hoepli) CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI CAMPO ESTIMATIVO ARGOMENTI TEMPI RICHIAMI DI MATEMATICA FINANZIARIA ESTIMO GENERALE Operazioni di accumulazione, anticipazione e posticipazione di valori puntuali e periodici nel tempo. Capitalizzazione dei redditi Natura e scopi economici; Gli aspetti economici dei beni; La figura professionale del perito; Il metodo di stima; Caratteristiche dei beni influenti sul valore SETTEMBRE 2019 OTTOBRE NOVEMBRE

56 CAMPO ESTIMATIVO ESTIMO CIVILE ARGOMENTI Valore ordinario e valore reale Comodi e scomodi, aggiunte e detrazioni al valore ordinario I procedimenti di stima: procedimenti sintetici per la stima del valore di mercato (parametrico, per valori tipici, storica, ad impressione) procedimento analitico per la stima del valore di mercato Struttura di una perizia di stima; Fabbricati: considerazioni economico-estimative generali; la locazione e i principali aspetti normativi; la compravendita di immobili e i principali aspetti normativi; Stima dei fabbricati: descrizione del fabbricato e sue caratteristiche; il valore di mercato dei fabbricati civili; principali banche dati immobiliari e fonti di riferimento dei valori immobiliari. procedimenti sintetici e procedimento analitico; stima di un fabbricato per capitalizzazione dei redditi; correzioni del valore ordinario di mercato; il valore di costruzione e ricostruzione; il valore di trasformazione; Stima delle aree edificabili: Definizione di una area edificabile e cenni normativi; il mercato delle aree fabbricabili; Stima delle aree edificabili secondo il valore di mercato e correzioni del valore ordinario sulla base delle caratteristiche estrinseche ed intrinseche di un area; Stima secondo il valore di trasformazione; Stima dei valori condominiali: Definizione e cenni sul governo del condominio; TEMPI DICEMBRE 2019 GENNAIO FEBBRAIO

57 CAMPO ESTIMATIVO ESTIMO RURALE ARGOMENTI i millesimi di proprietà generale: Calcolo analitico in base alla superficie virtuale; revisione delle tabelle; ripartizione delle spese condominiali: calcolo analitico delle tabelle millesimali per la manutenzione e la ricostruzione di scale e ascensore; millesimi di riscaldamento (cenni) Stima dei fondi rustici: Principali caratteristiche dei fondi; stima del valore di mercato. Stime a cancello aperto o cancello chiuso. Stima dei frutti pendenti e delle anticipazioni colturali (cenni), Stime inerenti i frutteti (cenni). Differenze tra Valore agricolo e Valore Agricolo Medio TEMPI FEBBRAIO MARZO 2020 ESTIMO LEGALE Stime relative al diritto di usufrutto: Riferimenti normativi e definizioni; valore dell usufrutto; valore della nuda proprietà; valore dell usufrutto ai fini fiscali (cenni) Stime del diritto di superficie: definizione e normativa.. Stima delle indennità nelle espropriazioni per pubblica utilità: Testo unico sulle espropriazioni DPR 327/2001 e successive modifiche: aspetti fondamentali. Procedura di esproprio; Calcolo dell indennità di espropriazione, la cessione volontaria e identificazione dei soggetti aventi diritto all indennità, Indennità per occupazione temporanea; Definizione della retrocessione totale o parziale. Stime relative alle servitù prediali: criteri estimativi per la determinazione delle 57

58 CAMPO ESTIMATIVO ARGOMENTI indennità; servitù di acquedotto coattivo; Servitù di passaggio coattivo, di elettrodotto coattivo e servitù di metanodotto; Stime per successione ereditaria: definizione successione legittima, testamentaria e successione necessaria; definizione dell asse ereditario: riunione fittizia dei beni e stima dell asse ereditario, collazione, prelevamenti; la divisione: divisione di diritto e divisione di fatto, annullamento e rescissione della divisione; cenni fiscali relativi alle successioni. TEMPI APRILE MAGGIO 2020 ESTIMO IMMOBILIARE METODOLOGIA CLIL ESTIMO CATASTALE Cenni sulla stima immobiliare secondo IVS e MCA Catasto terreni (Cenni): Cenni sulla formazione, pubblicazione e conservazione del catasto; Definizione di fogli e particelle e consultazione delle visure catastali. Catasto edilizio urbano (cenni): cenni sulla pubblicazione e attivazione del NCEU; conservazione de catasto Modalità DAD Maggio 2020 MODALITA DAD MAGGIO GIUGNO 2020 MODALITA DAD 58

59 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO ESTIMO COMELLA MARCO Amicabile S.: Corso di economia ed estimo. Editore: Hoepli altri materiali didattici (Amicabile S.: Manuale di estimo. Editore Hoepli) OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) Estimo Generale Estimo Urbano Estimo Legale Saper applicare i diversi aspetti economici per la stima dei beni. Conoscere le principali problematiche connesse alla gestione degli immobili e alla stima dei fabbricati, delle aree edificabili, dei condomini. Saper identificare i principali diritti reali e applicare le conoscenze acquisite per la stima degli indennizzi (per usufrutto, servitù prediali e per espropriazione per pubblica utilità) Distinguere i principali tipi di successione ereditaria e saper predisporre una successione ereditaria con calcolo delle quote di diritto e di fatto. Estimo Catastale Saper leggere ed interpretare una mappa catastale e conoscere le differenze tra Catasto fabbricati e catasto terreni 59

60 La valutazione, dal giorno 5 Marzo, a seguito degli eventi pandemici COVID 19, ha considerato anche la puntualità nelle consegne degli elaborati assegnati e il livello di presenza e partecipazione durante la didattica online. 60

61 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO TOPOGRAFIA LEONARDI RITA SERRA ALBERTO C. Pigato TOPOGRAFIA - vol. 3, - Poseidonia altri materiali didattici (allegare eventuali dispense prodotte e/o utilizzate dalla classe) CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI Il calcolo delle aree. Metodi numerici: per coordinate cartesiane; per coordinate polari; per camminamento. Metodi grafici: trasformazione di un trapezio in un rettangolo equivalente di base data; integrazione grafica. Tempi di esecuzione: settembre, ottobre La divisione delle aree. Divisione dei terreni di forma triangolare a valore unitario costante: divisioni con dividenti uscenti da un vertice; divisioni con dividenti uscenti da un punto su un lato; divisioni con dividenti uscenti da un punto interno all appezzamento; divisioni con dividenti parallele ad un lato; divisioni con dividenti perpendicolari ad un lato. divisioni con dividenti con direzione assegnata rispetto ad un lato. Il problema del trapezio. Divisione di superfici poligonali. Tempi di esecuzione: novembre La rettifica e lo spostamento dei confini. Spostamento di confini: confine rettilineo uscente da un punto assegnato; confine rettilineo parallelo ad una direzione assegnata. Rettifica di confini bilateri: confine rettilineo uscente da un punto assegnato; confine rettilineo 61

62 parallelo ad una direzione assegnata. Rettifica di confini poligonali: confine rettilineo uscente da un punto assegnato; confine rettilineo parallelo ad una direzione assegnata. Tempi di esecuzione: dicembre Sistemazioni del terreno e invasi. Premessa. Formule per il calcolo dei volumi di solidi. Spianamenti orizzontali a quota assegnata. Spianamenti orizzontali di compenso tra sterri e riporti. Tempi di esecuzione: gennaio, febbraio Le Strade. Generalità. La sede stradale. L andamento planimetrico delle strade: il raggio minimo delle curve circolari; geometria delle curve circolari L andamento altimetrico delle strade. Livellette di compenso (DaD). Il progetto stradale. Lo studio del tracciato. Il profilo longitudinale. Le sezioni trasversali (DaD). Le aree della sezione(da D). Il calcolo dei volumi: calcolo analitico dei movimenti di terra (DaD). Tempi di esecuzione febbraio, marzo, aprile Tracciamento sul terreno di strade e canali. (DaD) Premessa. Picchettamento delle curve circolari: per normali alla tangente, per normali alla corda, per normali ai prolungamenti delle corde successive. Tempi di esecuzione: maggio. NEL CORSO DELL'ANNO SCOLASTICO Esercitazioni numeriche: risoluzione di problemi di agrimensura, spianamenti, livellette e curve stradali. 62

63 ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO TOPOGRAFIA LEONARDI RITA SERRA ALBERTO C. Pigato TOPOGRAFIA - vol. 3, - Poseidonia altri materiali didattici (allegare eventuali dispense prodotte e/o utilizzate dalla classe) OBIETTIVI RAGGIUNTI (ed eventuali integrazioni sui criteri di valutazione) La disciplina Topografia, nel nuovo indirizzo di studio, ha subito una riduzione oraria rilevante (quasi il 50% del monte ore). Pertanto lo svolgimento del programma è stato ridotto e gli argomenti trattati sono stati svolti in maniera semplice, spesso non avendo la possibilità di fare gli opportuni approfondimenti e di elaborare i contenuti con lo svolgimento di esercizi. In più considerata l emergenza COVID e il subentro della Didattica a Distanza si è dovuto procedere ad uno ulteriore snellimento e ad una semplificazione, sia per problemi temporali che di interazione con la classe nello svolgimento del programma. La maggior parte degli alunni hanno evidenziando senso di responsabilità e maturità nell affrontare la situazione e alcuni hanno raggiunto un buon livello di preparazione. 63

64 Alcuni alunni, invece. hanno continuato a mantenere lo scarso impegno evidenziato nella prima parte dell anno e hanno raggiunto solo in parte gli obiettivi, conseguendo un livello di preparazione non soddisfacente, limitandosi spesso ad una preparazione mnemonica, parziale e senza riuscire ad elaborare i contenuti. Si è svolta la parte del programma relativa al progetto stradale e a tutte le fasi della progettazione, ma non si è fatto lo sviluppo progettuale del tronco stradale. In particolare si tratta degli obiettivi seguenti. Calcolo delle aree: applicare metodi numerici, metodi grafici per la risoluzione di problemi di calcolo delle superfici. Divisione delle aree e rettifica dei confini: risolvere problemi di divisione e rettifica dei confini per appezzamenti aventi valore unitario costante, e perimetro triangolare, quadrilatero o poligonale. Spianamenti: calcolare il volume di un solido prismatico e del prismoide; risolvere problemi di spianamento, per un piano quotato, con un piano orizzontale di quota assegnata oppure di compenso. Progetto di una strada: risolvere problemi numerici sulle curve circolari e sulle livellette di una strada; eseguire computi metrici relativi ai movimenti di terra previsti da un progetto stradale; calcolare il picchettamento delle curve circolari. 64

65 ANNO SCOLASTICO 2019/ 2020 CLASSE QUINTA SEZIONE E INDIRIZZO COSTRUZIONI AMBIENTE TERRITORIO/SISTEMA MODA MATERIA: SCIENZE MOTORIE DOCENTE: CRISTINA PALANDRI CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI Primo periodo (Trimestre) -Corsa prolungata a ritmo costante con variazione progressiva della durata e del ritmo. -Giochi sportivi di squadra: pallavolo,basket pallamano, calcetto. -Esercizi di preatletica e skip variati.scatti brevi. - Tecniche di allungamento e potenziamento muscolare :esercizi al suolo -Esercizi per la percezione dei diversi distretti corporei con grandi e piccoli attrezzi. (spalliera,palline, funicelle, racchette) -Esercizi in piscina per l acquaticità.(uso di : tavolette,pull-buoy, galleggianti,)distensione prona e supina( con e senza battuta di gambe) -Tecnica battuta di gambe dorso e stile libero.gambata rana.stili completi Secondo periodo (Pentamestre) -Esercizi di stretching statico e dinamico.corpo libero:pilates,plank. Giochi invididuali.uso del tamburello e della racchetta -Esercizi per la bracciata a dorso e per la bracciata a stile libero. -Esercizi per la respirazione con e senza galleggianti -Rana: movimento globale, movimento analitico gambe con la tavoletta. -Galleggiamento in acqua alta.tuffi di partenza.piccole apnee. -Lavoro sulla resistenza. DAD(dal mese di marzo) Elementi teorici delle discipline praticate, atletica leggera,regole dei giochi sportivi,pilates, ginnastica posturale,(argomenti trattati tramite videolezioni,slide,tutorial,schede e 65

66 foto presentate su meet, relazioni e ricerche anche degli alunni stessi)anche svolta parte pratica tramite esercizi online. ANNO SCOLASTICO 2019/ 2020 CLASSE QUINTA SEZIONE E INDIRIZZO COSTRUZIONI AMBIENTE TERRITORIO MATERIA: SCIENZE MOTORIE DOCENTE: CRISTINA PALANDRI OBIETTIVI RAGGIUNTI Il potenziamento fisiologico, la resistenza organica, la forza, la velocità, l'elasticità articolare, l'equilibrio, la coordinazione. La conoscenza del proprio corpo, delle proprie capacità e la consapevolezza dei propri mezzi e dei propri limiti e lo stimolo a superare con gradualità le proprie remore. Il programma è stato svolto regolarmente fino a tutto febbraio, tenendo conto delle situazioni personali e della variabilità del processo evolutivo individuale. Nel primo periodo sono stati consolidati gli schemi motori di base e i prerequisiti funzionali e strutturali attraverso esercizi di tonificazione e coordinazione, giochi di squadra e la pratica del nuoto. Nel pentamestre si è passati a perfezionare gli stili del nuoto (Fino a fine febbraio) Le pratiche natatorie hanno favorito la crescita di autostima degli allievi, e un benefico controllo di ansia e stress attraverso l'uso e la conoscenza delle pratiche respiratorie.ogni studente è stato guidato fino ad ottenere un significativo miglioramento delle conoscenze, delle capacità e delle competenze motorie rispetto alla propria situazione iniziale.i criteri di valutazione si sono basati sull'attitudine e sul livello delle capacità fisiche quali la scioltezza, la coordinazione, la velocità, la resistenza, la potenza e la forza dimostrate nelle varie prove ed esercizi fisici effettuati durante l'anno scolastico e sui miglioramenti qualitativi e quantitativi rispetto ai livelli di partenza individuali, nonché in base all'impegno e all'interesse dimostrato. É stato anche considerato il grado di equilibrio socio affettivo, delle attitudini, del rispetto delle regole e della partecipazione alle attività svolte. I test motori ed i controlli in itinere sono stati due nel trimestre e due/tre nel pentamestre. Dal mese di marzo con l'inizio della DAD è stata privilegiata la parte teorica, con ausilio di tutorial, dispense online, spiegazioni dell insegnante, ma è anche stata sviluppata la parte pratica, con partecipazione online degli allievi e test ginnici per valutazione Sono state inoltre svolte relazioni e ricerche, presentate: schede, slide e film sulla piattaforma digitale. La classe si è dimostrata interessata alla materia e ha partecipato. 66

67 Il programma è stato svolto in modo completo. I risultati complessivi sono da considerarsi buoni. ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: MATERIA: DOCENTE: LIBRI DI TESTO: QUINTA E COSTRUZIONI, AMBIENTE E TERRITORIO Religione Claudio Raspollini Solinas luigi, Tutti i colori della vita ed. mista, SEI ISBN altri materiali didattici (allegare eventuali dispense prodotte e/o utilizzate dalla classe) CONTENUTI DISCIPLINARI E TEMPI Il programma di questo ultimo anno, ha preso in esame il linguaggio simbolico nella Bibbia ed in particolare nel libro dell Apocalisse. La religione usa ed oserei dire è essenzialmente simbolo, non si può capire la religione se non si comprende l universo simbolico che la manifesta e la rende percepibile a tutti. Vi chiederete perché abbia voluto porre l attenzione verso questo tipo di linguaggio, il motivo è semplice, perché è il linguaggio della società di oggi, in cui domina l immagine, dalla pubblicità, allo scenario politico tutto si muove attraverso il linguaggio simbolico, i loghi delle maggiori ditte, tutto spesso è utilizzato per comunicare idee e sensazioni. Oltretutto va detto che non si può comprendere il Battistero di Firenze, la Cattedrale o qualunque altro edificio religioso o rito o linguaggio, o abito religioso, se non comprendiamo il simbolismo che esprime e che comunica il concetto che vi sta dietro. Per questo motivo abbiamo affrontato il simbolismo religioso, attraverso delle slide che illustravano i principali simboli religiosi ed in particolare quelli cristiani, oltre alla visione di film che permettessero di entrare nel linguaggio delle immagini. 67

68 Ho spiegato il simbolismo dei numeri, delle piante, degli animali presenti in varie religioni ed in particolare nella Bibbia. Inoltre abbiamo affrontato il genere apocalittico della Bibbia, per poi poter analizzare l? Apocalisse di Giovanni sottolineando gli aspetti più significativi e descritti nell elenco sottostante. L apocalittica, come genere letterario della Bibbia L apocalisse autore, epoca e metodologia del racconto. I simboli principali dell Apocalisse. I simboli cosmici. I flagelli ricorrenti e perduranti. I numeri chiave, Il significato dei numeri nella Bibbia ed in particolare nell Apocalisse I colori e il loro significato nell Apocalisse partendo dai 4 cavalieri. Il numero più citato e al tempo stesso conosciuto ma non compreso il 666 la visione della Donna Vestita di sole. La Gerusalemme Celeste. Il Paradiso, il giudizio e la seconda morte. A seguito della didattica a Distanza ci siamo fermati nello svolgimento del programma ai Simboli cosmici, per il resto abbiamo soltanto fatto i Flagelli ricorrenti, e il Paradiso dall Apocalisse di San Giovanni Apostolo. 68

69 ALLEGATO B) DEL CONSIGLIO DI CLASSE ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO DIDATTICA A DISTANZA Si rimanda a quanto esplicitato nei modelli A dei programmi svolti delle singole discipline. 69

70 ALLEGATO C) DEL CONSIGLIO DI CLASSE ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO TESTI DELLE PROVE DI ESAME SIMULATE DURANTE L ANNO Non sono state svolte prove di simulazione di Istituto per l interruzione della frequenza scolastica a inizio marzo. Durante l anno le verifiche scritte di italiano e delle discipline di indirizzo hanno cercato di simulare le prove scritte dell esame di stato. Tutta la classe ha partecipato alle Olimpiadi di Italiano come preparazione alla prova Invalsi, che non è stata effettuata. 70

71 ALLEGATO D) DEL CONSIGLIO DI CLASSE ANNO SCOLASTICO: CLASSE: SEZIONE: INDIRIZZO: QUINTA E COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO CRITERI ED INDICATORI PER L ASSEGNAZIONE DEI PUNTEGGI GRIGLIA COLLOQUIO 71

72 72

ITET AULO CECCATO - THIENE (VI)

ITET AULO CECCATO - THIENE (VI) ITET AULO CECCATO - THIENE (VI) Anno scolastico 2017/2018 Programma finale Classe: 5^ A RIM Materia: Letteratura e lingua italiana Docente: Claudia Balasso LIBRO DI TESTO ADOTTATO: LETTERATURA PIU Vol

Dettagli

ITET AULO CECCATO - THIENE (VI) Anno scolastico

ITET AULO CECCATO - THIENE (VI) Anno scolastico ITET AULO CECCATO - THIENE (VI) Anno scolastico 2018-2019 Programma finale Classe: 5ªAt Materia: Lingua e letteratura italiana Docente: Enrico Campana Libro di testo adottato: M. Sambugar, G. Salà; Letteratura

Dettagli

Modulo1 Il romanzo della seconda metà dell Ottocento in Italia e in Europa

Modulo1 Il romanzo della seconda metà dell Ottocento in Italia e in Europa Dipartimento LETTERE Materia LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Classe QUINTA Programma MINIMO A.S. 2018-2019 MODULI COMPETENZE UNITA di APPRENDIMENTO Lettura e analisi di brani significativi. Modulo1 Il romanzo

Dettagli

Sezione 1: Alle radici dell Italia moderna

Sezione 1: Alle radici dell Italia moderna ISTITUTO TECNICO FERMI PROGRAMMA DI ITALIANO V BET Anno Scolastico 2017/18 Rosa fresca aulentissima, Edizione Rossa, Volume 3A 3B, Dal naturalismo al primo Novecento, L età contemporanea, di C.Bologna

Dettagli

PROGRAMMA D ITALIANO

PROGRAMMA D ITALIANO PROGRAMMA D ITALIANO Anno scolastico 2018/2019 Classe 5 H, Da Vinci Prof. Francesco Giordano Libro di testo: M. Sambugar, G. Salà, letteratura+, vol.3: Dalla fine dell Ottocento alla letteratura contemporanea.

Dettagli

ALLEGATO 1. Programmi effettivamente svolti in ciascuna disciplina

ALLEGATO 1. Programmi effettivamente svolti in ciascuna disciplina ALLEGATO 1 Programmi effettivamente svolti in ciascuna disciplina LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Docente: PATRIZIA GESINI PROGRAMMA SVOLTO L ETÀ POSTUNITARIA Quadro storico-culturale: Storia, politica e

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/2016 CLASSE 5^ B RIM DISCIPLINA ITALIANO. DOCENTE CASTAGNINO N. 110 ore svolte sul totale delle ore previste 132

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/2016 CLASSE 5^ B RIM DISCIPLINA ITALIANO. DOCENTE CASTAGNINO N. 110 ore svolte sul totale delle ore previste 132 PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2015/2016 CLASSE 5^ B RIM DISCIPLINA ITALIANO DOCENTE CASTAGNINO N. 110 ore svolte sul totale delle ore previste 132 MODULO E/O UNITA DIDATTICA CONTENUTI 1) Positivismo, Naturalismo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2018-2019 Dipartimento (1) : ITALIANO Coordinatore (1) : Prof.ssa Leproux Fernanda Classe: V Indirizzo: Servizi Commerciali Ore di insegnamento settimanale:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2018-2019 Dipartimento (1) : ITALIANO Coordinatore (1) : Prof.ssa Leproux Fernanda Classe: V Indirizzo: Servizi Sociali Ore di insegnamento settimanale:

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI Via Spagliardi, 19-20015 PARABIAGO (MI) Tel. +39 0331 552001 - Fax +39 0331 490444 e-mail: maggiolini@itcgmaggiolini.gov.it - web: www.itcgmaggiolini.gov.it

Dettagli

Programma svolto d Italiano. Classe 5^E A.S. 2017/2018

Programma svolto d Italiano. Classe 5^E A.S. 2017/2018 Programma svolto d Italiano Classe 5^E A.S. 2017/2018 Unità 1. L età del Positivismo: il Naturalismo e il Verismo Una nuova fiducia nella scienza La nascita dell evoluzionismo Il Naturalismo e il Verismo

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI ISTITUTO TECNICO ECONOMICO E TECNOLOGICO STATALE G.MAGGIOLINI Via Spagliardi, 19-20015 PARABIAGO (MI) Tel. +39 0331 552001 - Fax +39 0331 490444 e-mail: maggiolini@itcgmaggiolini.gov.it - web: www.itcgmaggiolini.gov.it

Dettagli

Materia ITALIANO Classe 5AET Anno Scolastico 2015/16

Materia ITALIANO Classe 5AET Anno Scolastico 2015/16 Allegato A RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE PADOVAN STEFANIA Materia ITALIANO Classe 5AET Anno Scolastico 2015/16 In relazione alla programmazione curricolare sono stati conseguiti i seguenti obiettivi in

Dettagli

ITALIANO ARTICOLAZIONE DEL PROGRAMMA

ITALIANO ARTICOLAZIONE DEL PROGRAMMA ITALIANO Docente: Renata GIBBONE ARTICOLAZIONE DEL PROGRAMMA Dante, Paradiso, lettura, analisi e commento in classe dei seguenti canti: I: integrale (pag. 594) XV e XVI: in forma riassuntiva III: integrale

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana IX-AMBITO TERRITORIALE DI CATANIA PROGRAMMA SVOLTO Anno Scolastico 2017/2018 Materia: ITALIANO Classe: 5A Prof. S. ALOISI Testo

Dettagli

Area (2) : DEI LINGUAGGI

Area (2) : DEI LINGUAGGI Anno scolastico:2018/19 Classi:5^C AP Area (2) : DEI LINGUAGGI Materia: ITALIANO Docente: prof.ssa Daniela Villivà Rif. Piano di studi di indirizzo (2) Tutti gli indirizzi Delibera Riunione di Materia

Dettagli

Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s prof. Elena Benucci

Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s prof. Elena Benucci Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s. 2018-2019 prof. Elena Benucci Libro di testo: Bologna-Rocchi, Rosa fresca aulentissima, Loescher, vol. IV, V, VI Alessandro Manzoni

Dettagli

Modulo 1 Fra Ottocento e Novecento: Naturalismo e Simbolismo.

Modulo 1 Fra Ottocento e Novecento: Naturalismo e Simbolismo. I.I.S. P. Artusi - Chianciano Terme Anno Scolastico 2016/2017 Classe 5 Sez.C Enogastronomia Classe 5 Sez.B Sala e Vendita Docente: Prof.ssa Angela Tiezzi Programma di Italiano Modulo 1 Fra Ottocento e

Dettagli

Relazione finale del docente

Relazione finale del docente Liceo Don G.Fogazzaro a.s. 2014-2015 classe V BE opzione economico sociale ITALIANO Prof.ssa Patrizia Berto Relazione finale del docente La classe nel corrente anno scolastico ha mantenuto interesse ed

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S SEDE: CATELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: ALBERGHIERO PRESENTATO AL CONSIGLIO DI CLASSE DEL NOVEMBRE2014

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S SEDE: CATELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: ALBERGHIERO PRESENTATO AL CONSIGLIO DI CLASSE DEL NOVEMBRE2014 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CATELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: ALBERGHIERO DOCENTE: TARASCONI CRISTIANA CLASSE: VB MATERIA DI INSEGNAMENTO: ITALIANO PRESENTATO AL CONSIGLIO DI CLASSE DEL NOVEMBRE2014

Dettagli

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS UDA 1 L età del realismo e del positivismo Periodo: I trimestre L età del Positivismo: caratteri generali. Il

Dettagli

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSI QUINTE ITIS UDA 1 L età del realismo e del positivismo Periodo: I trimestre L età del Positivismo: caratteri generali. Il

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE "ENRICO DE NICOLA" 35028 PIOVE DI SACCO Via G. Parini, 10/c Tel. 049/5841692 049/9703995 Fax 049/5841969 E-Mail:denicola@provincia.padova.it - Codice Fiscale 80024700280

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO A.S CLASSE VH. Libro di testo: Bologna-Rocchi, Rosa fresca aulentissima, Loescher, vol. IV, V, VI

PROGRAMMA DI ITALIANO A.S CLASSE VH. Libro di testo: Bologna-Rocchi, Rosa fresca aulentissima, Loescher, vol. IV, V, VI PROGRAMMA DI ITALIANO A.S.2016-2017 CLASSE VH Libro di testo: Bologna-Rocchi, Rosa fresca aulentissima, Loescher, vol. IV, V, VI Alessandro Manzoni I Promessi Sposi : conoscenza complessiva del romanzo

Dettagli

Metodologia, strumenti, tecniche di insegnamento utilizzati per lo svolgimento del programma

Metodologia, strumenti, tecniche di insegnamento utilizzati per lo svolgimento del programma RELAZIONE DEL DOCENTE CLASSE QUINTA EI Professoressa Peretti Maria Docente di Lingua e Letteratura italiana Profilo della classe La classe 5 EI, per la cui composizione e storia si rimanda alla presentazione

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Docente: LORA ANDREA PAOLO Disciplina: ITALIANO Classe 5BP A. S. 2013-2014 1. LIBRO DI TESTO UTILIZZATO: Di Sacco Le basi della letteratura (3 a - 3 b) B.Mondadori 2.

Dettagli

Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s

Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s Liceo scientifico Guido Castelnuovo Programma di italiano Classe VH a.s. 2017-2018 Libro di testo: Bologna-Rocchi, Rosa fresca aulentissima, Loescher, vol. IV, V, VI Alessandro Manzoni I Promessi Sposi

Dettagli

Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan - III Istituto Statale D Arte. A) Strumenti di verifica e di valutazione

Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan - III Istituto Statale D Arte. A) Strumenti di verifica e di valutazione Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan - III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE R.PUCCI PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LA SECONDA META DELL 800. TRA REALISMO E DECADENTISMO.

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE R.PUCCI PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LA SECONDA META DELL 800. TRA REALISMO E DECADENTISMO. ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE R.PUCCI di Nocera Inferiore PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE VD- A.F.M A.S 2014/2015 LA SECONDA META DELL 800. TRA REALISMO E DECADENTISMO. ETA DEL REALISMO.

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE P. GIANNONE di SAN MARCO IN LAMIS Programma di: ITALIANO a.s. 2016/2017 I.I.S.S. Pietro Giannone Via Pier Giorgio Fras

ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE P. GIANNONE di SAN MARCO IN LAMIS Programma di: ITALIANO a.s. 2016/2017 I.I.S.S. Pietro Giannone Via Pier Giorgio Fras ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE P. GIANNONE di SAN MARCO IN LAMIS Programma di: ITALIANO a.s. 2016/2017 I.I.S.S. Pietro Giannone Via Pier Giorgio Frassati, 2 71014 S. Marco in Lamis (FG) Classe: V sez.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO E STORIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO E STORIA PROGRAMMAZIONI ITALIANO E STORIA DEL TECNICO Anno Scolastico 2013/2014 Docente: prof.ssa Rita Cacciotti Obiettivi di apprendimento PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI ITALIANO E STORIA Si pongono in linea di continuità

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Allegato A CLASSE INDIRIZZO ANNO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTE 5^BTC CAT ITALIANO PROF. GIANVITTORIO ANTONIO

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Allegato A CLASSE INDIRIZZO ANNO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTE 5^BTC CAT ITALIANO PROF. GIANVITTORIO ANTONIO RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Allegato A CLASSE INDIRIZZO 5^BTC CAT ANNO SCOLASTICO 2017-2018 DISCIPLINA DOCENTE ITALIANO PROF. GIANVITTORIO ANTONIO REV. DATA EMESSO DA MDI Pag. 1 di 5 00 12.03.2016 RSQ

Dettagli

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO

PIANO DI STUDIO DELLA DISCIPLINA DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO UDA 1 L età del realismo e del positivismo Periodo: I trimestre DISCIPLINA: ITALIANO PIANO DELLE UDA DEL QUINTO ANNO SETTORE TECNOLOGICO CLASSE CLASSI QUINTA QUINTE ITIS SERALE ITIS A.S. 2018/2019 L età

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE V B

PROGRAMMAZIONE ANNUALE V B Sezione associata I.T.E. C. Noè a. s. 2015-2016 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE V B sezione / indirizzo Amministrazione Finanza e Marketing X Sistemi Informativi Aziendali docente materia ore settimanali

Dettagli

Indirizzo: Liceo Scienze Umane Classe: V B Anno scolastico: 2017/2018 PROGRAMMA SVOLTO

Indirizzo: Liceo Scienze Umane Classe: V B Anno scolastico: 2017/2018 PROGRAMMA SVOLTO Indirizzo: Liceo Scienze Umane Classe: V B Anno scolastico: 2017/2018 Docente : Francesca Brunetti Materia: Italiano Testo/i: C. Bologna, P. Rocchi, Fresca rosa novella, Loescher. D. Alighieri, Divina

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE Anno Scolastico: 2017 / 2018 Dipartimento (1) : ITALIANO Coordinatore di dipartimento: Leproux Fernanda ( Classe: 5^ Sez. D - E Indirizzo TECNICO TURISTICO Ore di insegnamento

Dettagli

Cap. II I Malavoglia e la comunità del villaggio: valori ideali e interesse economico

Cap. II I Malavoglia e la comunità del villaggio: valori ideali e interesse economico ISII MARCONI PROGRAMMA DI ITALIANO CLASSE V D E2 ANNO SCOLASTICO 2015/16 Vol. 3.1 MOD. 1 L ETA POSTUNITARIA La contestazione ideologica e stilistica degli scapigliati Il romanzo del secondo Ottocento in

Dettagli

PROFILO DELLA CLASSE

PROFILO DELLA CLASSE ALLEGATO AL DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO ANNO SCOLASTICO 2014/24015 DISCIPLINA: ITALIANO DOCENTE: STEFANO AMBROSINI CLASSE: V a SEZ. A/C.A.T. PROFILO DELLA CLASSE La classe ha dimostrato un interesse più che

Dettagli

ESAMI DI STATO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO

ESAMI DI STATO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO ESAMI DI STATO 2014-2015 PROGRAMMA SVOLTO Materia: ITALIANO Docente: LUISA LANA Classe: 5 a MCe Competenze disciplinari : Padroneggiare la lingua italiana sia nella forma orale che scritta Cogliere la

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: MANUELA ZAGNI DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: ENERGIA A. S.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: MANUELA ZAGNI DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: ENERGIA A. S. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: MANUELA ZAGNI DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: ENERGIA A. S. : 2018/19 SECONDO BIENNIO Lingua Saranno consolidate e sviluppate le conoscenze

Dettagli

Area (2) : DEI LINGUAGGI. Docente: prof. Di Leo, Benotto, Villivà, Priore, Usai, Pontoriero,Miglionico,Pennica

Area (2) : DEI LINGUAGGI. Docente: prof. Di Leo, Benotto, Villivà, Priore, Usai, Pontoriero,Miglionico,Pennica Anno scolastico:2015/16 Classi: 5^ Area (2) : DEI LINGUAGGI Materia: ITALIANO Docente: prof. Di Leo, Benotto, Villivà, Priore, Usai, Pontoriero,Miglionico,Pennica Rif. Piano di studi di indirizzo (2) Tutti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da RGQ) Rev.01 del 25/05/2011

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE ( modulo redatto da RGQ) Rev.01 del 25/05/2011 DISCIPLINA ITALIANO A.S. 2012-2013 X di dipartimento 1) PREREQUISITI per le classi QUINTE dell ISIS Saper comunicare con chiarezza e proprietà utilizzando diversi registri espressivi. Capacità di comprendere

Dettagli

Materia: ITALIANO. Programmazione dei moduli didattici

Materia: ITALIANO. Programmazione dei moduli didattici Si cercherà di collaborare con l insegnante di religione, di diritto e di inglese per quanto riguarda contenuti comuni che potrebbero presentarsi nel corso dell anno, ma Modulo SISTEMA DI GESTIONE PER

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (Regolamento, art.5; O. M. 38 art.6) Anno scolastico 2017-2018 RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Classe: 5ASA Indirizzo: SA Materia:

Dettagli

I.T.T. «G. MARCONI» - PADOVA

I.T.T. «G. MARCONI» - PADOVA I.T.T. «G. MARCONI» - PADOVA Via Manzoni, 80 35126 Padova Tel.: 049/8040211 Fax 49/8040277 e-mail: marconi@itismarconipadova.it - pdtf02000e@pec.istruzione.it pdtf02000e@istruzione.it - sito: www.itismarconipadova.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Regione Siciliana IX-AMBITO TERRITORIALE DI CATANIA PROGRAMMA SVOLTO Materia: Italiano Classe : V A Prof. Anna M. A. Quattrocchi Testo in adozione:

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE All. A Docente: LORA ANDREA PAOLO Disciplina: ITALIANO Classe 5ASIA A. S. 2015-2016 1. LIBRO DI TESTO UTILIZZATO: AA.VV. IL ROSSO E IL BLU (3 a, 3 b) - Mondadori 2. OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA DI ITALIANO A.S CLASSE 5AT prof. Silvia Pagnin

PROGRAMMA DI ITALIANO A.S CLASSE 5AT prof. Silvia Pagnin PROGRAMMA DI ITALIANO A.S. 2015-2016 CLASSE 5AT prof. Silvia Pagnin MODULO 1: IL CONTESTO STORICO-ARTISTICO-LETTERARIO TRA OTTOCENTO E NOVECENTO. Il decadentismo e l'età delle avanguardie il decadentismo

Dettagli

Finalità. Obiettivi di apprendimento. Metodologia di lavoro. Classe 5A

Finalità. Obiettivi di apprendimento. Metodologia di lavoro. Classe 5A Liceo A. Gramsci - Ivrea Anno scolastico 2015-2016 Classe 5A Materia: Lingua e letteratura italiana Docente: Francesca Abiuso Finalità padronanza del mezzo linguistico come strumento di comprensione e

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014/2015 CLASSE 5 G C.A.T. DISCIPLINA ITALIANO DOCENTE CABIATI MARIA GABRIELLA

PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014/2015 CLASSE 5 G C.A.T. DISCIPLINA ITALIANO DOCENTE CABIATI MARIA GABRIELLA MODULO E/O UNITA DIDATTICA PROGRAMMA SVOLTO A.S. 2014/2015 CLASSE 5 G C.A.T. DISCIPLINA ITALIANO DOCENTE CABIATI MARIA GABRIELLA CONTENUTI OBIETTIVI TIPOLOGIE DI VERIFICA Il Romanticismo europeo e italiano

Dettagli

V C Liceo Scientifico A.S. 2017/2018. Contenuti del programma di Letteratura Italiana

V C Liceo Scientifico A.S. 2017/2018. Contenuti del programma di Letteratura Italiana V C Liceo Scientifico A.S. 2017/2018 Contenuti del programma di Letteratura Italiana Testi di riferimento: Floriana Calitti, La vita dei testi, Leopardi, Bologna Zanichelli, 2015; Id., 3.1 Dal Naturalismo

Dettagli

Programma svolto. Impegno didattico. Libro di testo. Lingua e letteratura italiana CLASSE: 5 SEZ. G A.S. 2016/17

Programma svolto. Impegno didattico. Libro di testo. Lingua e letteratura italiana CLASSE: 5 SEZ. G A.S. 2016/17 Programma svolto DISCIPLINA: DOCENTE: Lingua e letteratura italiana Sansone Concetta CLASSE: 5 SEZ. G A.S. 2016/17 Impegno didattico Ore settimanali: 4 Ore didattiche previste: 132 Ore didattiche effettivamente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto d Istruzione Superiore Severi-Correnti IIS Severi-Correnti 02-318112/1 via Alcuino 4-20149 Milano 02-89055263 codice fiscale 97504620150

Dettagli

CLASSE 5^B A.S

CLASSE 5^B A.S CLASSE 5^B A.S. 2017-2018 PROGRAMMA DI ITALIANO Dante Alighieri Paradiso: canti I, III, IV, VI, XI, XII, XV, XVII, XXXIII Giacomo Leopardi: Il pensiero filosofico. La poetica. Dalle Operette morali: -

Dettagli

ISTITUTO SALESIANO DON BOSCO VILLA RANCHIBILE. Via Libertà, PALERMO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO

ISTITUTO SALESIANO DON BOSCO VILLA RANCHIBILE. Via Libertà, PALERMO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO ISTITUTO SALESIANO DON BOSCO VILLA RANCHIBILE Via Libertà, 199-90143-PALERMO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO ad indirizzo Amministrazione-Finanza-Marketing Anno Scolastico 2018/2019 PROGRAMMA DI LETTERATURA

Dettagli

PIANO DI LAVORO A.S

PIANO DI LAVORO A.S PIANO DI LAVORO A.S. 2018-2019 Docente: Venturino Laura Classe: V MISTA INF A ELE B Materia: Lingua e letteratura italiana OBIETTIVI: - Saper esporre un argomento noto, utilizzando il linguaggio adeguato

Dettagli

CLASSE 5^B A.S

CLASSE 5^B A.S CLASSE 5^B A.S. 2018-2019 PROGRAMMA DI ITALIANO Dante Alighieri Paradiso: canti I, III, IV, VI, XI, XII, XV, XVII, XXXIII Giacomo Leopardi: Il pensiero filosofico. La poetica. Dalle Operette morali: -

Dettagli

LICE O STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale

LICE O STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale LICE O STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno 3-56127 Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale telefono: +39 050 555 122 fax: +39 050 553 014 codice fiscale: 80006190500 codice meccanografico:

Dettagli

Situazione sociale ed economica nell Europa della seconda metà dell Ottocento. Affermazione del Positivismo. La nuova posizione dell intellettuale.

Situazione sociale ed economica nell Europa della seconda metà dell Ottocento. Affermazione del Positivismo. La nuova posizione dell intellettuale. CLASSE 5^B PROGRAMMA di ITALIANO Dante Alighieri Paradiso: canti I, III, IV, VI, XI, XII, XV, XVII, XXXIII Giacomo Leopardi: Il pensiero filosofico. La poetica. Dalle Operette morali : - Cantico del gallo

Dettagli

TESTI IN ADOZIONE : M. Sambugar-G. Salà, GAOT, La Nuova Italia, Milano Vol. 2 e 3 La Divina Commedia di Dante con commento a scelta del candidato

TESTI IN ADOZIONE : M. Sambugar-G. Salà, GAOT, La Nuova Italia, Milano Vol. 2 e 3 La Divina Commedia di Dante con commento a scelta del candidato PERCORSO DISCIPLINARE ITALIANO DOCENTE: prof.ssa Maria Siliquini DISCIPLINA: ITALIANO CONTENUTI DISCIPLINARI SVILUPPATI TESTI IN ADOZIONE : M. Sambugar-G. Salà, GAOT, La Nuova Italia, Milano Vol. 2 e 3

Dettagli

Viale Aldo Ferrari, La Spezia. Tel Fax Web: Peo:

Viale Aldo Ferrari, La Spezia. Tel Fax Web:   Peo: LICEO STATALE G. MAZZINI LINGUISTICO - SCIENZE UMANE - ECONOMICO SOCIALE Viale Aldo Ferrari, 37-19122 La Spezia Tel. 0187 743000 Fax 0187 743208 C.F. 80011230119 P. Iva 01195940117 Pec: sppm01000d@pec.istruzione.it

Dettagli

Libro di testo: MARTA SAMBUGAR, GABRIELLA SALA LETTERATURA VIVA DAL POSITIVISMO ALLA LETTERATURA CONTEMPORANEA - LA NUOVA ITALIA

Libro di testo: MARTA SAMBUGAR, GABRIELLA SALA LETTERATURA VIVA DAL POSITIVISMO ALLA LETTERATURA CONTEMPORANEA - LA NUOVA ITALIA ISO 9001: 2015 Cert. N IT2797 Settori EA di attività Valid. 16.02.2018 15.02.2021 Rev. N.01 del 16.02.2018 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE BUCCARI MARCONI Sede Buccari: Viale Colombo 60 09125 Cagliari

Dettagli

disciplina classe indirizzo ore settimanali ITALIANO QUINTA TUTTI QUATTRO

disciplina classe indirizzo ore settimanali ITALIANO QUINTA TUTTI QUATTRO TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI ISTITUTO disciplina classe indirizzo ore settimanali ITALIANO QUINTA TUTTI QUATTRO OBIETTIVI FORMATIVI a) generali X Capacità di analisi, sintesi, generalizzazione;

Dettagli

UNITÁ 13: TIPOLOGIA ROMANZO

UNITÁ 13: TIPOLOGIA ROMANZO Programma svolto di Italiano anno scolastico 2016/2017 classe VD GIACOMO LEOPARDI UNITÁ 12 VOL.2 Vita pag.560-562 La poetica pag. 566-570 Da Epistolario Come una canna secca aula digitale Lo Zibaldone

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ABBA-BALLINI ANNO SCOLASTICO 2018/2019 PROGRAMMA SVOLTO DISCIPLINA: ITALIANO CLASSE : 5 B SIA DOCENTE: F.

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ABBA-BALLINI ANNO SCOLASTICO 2018/2019 PROGRAMMA SVOLTO DISCIPLINA: ITALIANO CLASSE : 5 B SIA DOCENTE: F. ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE ABBA-BALLINI ANNO SCOLASTICO 2018/2019 PROGRAMMA SVOLTO DISCIPLINA: ITALIANO CLASSE : 5 B SIA DOCENTE: F. MARLETTA TESTO ADOTTATO: G. BALDI S. GIUSSO M. RAZETTI G. ZACCARIA

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione disciplinare V AMF. ITALIANO a. s

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione disciplinare V AMF. ITALIANO a. s I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile Programmazione disciplinare V AMF ITALIANO a. s. 2018-19 DOCENTE CATARINELLA MARILINA COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA Imparare ad

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE

PROGRAMMAZIONE ANNUALE Sezione associata Liceo scientifico L. B. Alberti a. s. 2015-2016 classe PROGRAMMAZIONE ANNUALE 5^C Sezione / indirizzo Liceo scientifico Liceo delle Scienze applicate Liceo Linguistico docente materia

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE E. FERMI - LUCCA

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE E. FERMI - LUCCA LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE E. FERMI - LUCCA PROGRAMMA LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Classe 5 sez: CSA Prof.ssa Anna Giovannini Anno Scolastico 2016-2017 TESTO IN USO: Bologna-Rocchi, Rosa

Dettagli

LICEO STATALE G. MAZZINI

LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO STATALE G. MAZZINI LINGUISTICO - SCIENZE UMANE - ECONOMICO SOCIALE Viale Aldo Ferrari, 37-19122 La Spezia Tel. 0187 743000 Fax 0187 743208 C.F. 80011230119 P. Iva 01195940117 Pec: sppm01000d@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO NELL ANNO SCOLASTICO

PROGRAMMA SVOLTO NELL ANNO SCOLASTICO Materia Italiano classe 5EA PROGRAMMA SVOLTO NELL ANNO SCOLASTICO 2015 2016 Prof. Cornero Paola Prof. Barone Biagio (Supplente a partire dal 13/01/2016) L età del realismo Naturalismo Verismo Giovanni

Dettagli

Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico

Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico 2017-18 Competenze Finalità Il percorso didattico è incentrato sul potenziamento delle competenze testuali e, insieme, sul perfezionamento della comprensione

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO V C Liceo Artistico a.s. 2017/2018 Prof.ssa Cerignoli Barbara ITALIANO. Giacomo Leopardi

PROGRAMMA SVOLTO V C Liceo Artistico a.s. 2017/2018 Prof.ssa Cerignoli Barbara ITALIANO. Giacomo Leopardi MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA TIBURTO 44 Via Tiburto, 44 00019 TIVOLI (RM) 06121126865 Sez. Associata

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: ELVIRA DI MASCIA DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CHI ART A. S.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: ELVIRA DI MASCIA DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CHI ART A. S. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DOCENTE: ELVIRA DI MASCIA DISCIPLINA: LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE: QUINTA SEZIONE: A CHI ART A. S. : 2018/19 SECONDO BIENNIO Lingua Saranno consolidate e sviluppate le

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA. DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (OM n.205/2019 art. 6) Anno scolastico

LICEO SCIENTIFICO STATALE G.B.QUADRI VICENZA. DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (OM n.205/2019 art. 6) Anno scolastico LICEO SCIENTIFICO STATALE "G.B.QUADRI" VICENZA DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE (OM n.205/2019 art. 6) Anno scolastico 2018-2019 RELAZIONE DEL DOCENTE All. A Classe: 5ASC Indirizzo: Scientifico Materia:

Dettagli

LICEO STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale

LICEO STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale LICEO STATALE G. CARDUCCI Via S.Zeno 3-56127 Pisa Scienze Umane, Linguistico, Economico-sociale, Musicale telefono: +39 050 555 122 fax: +39 050 553 014 codice fiscale: 80006190500 codice meccanografico:

Dettagli

LICEO ARTISTICO G. DE FABRIS NOVE

LICEO ARTISTICO G. DE FABRIS NOVE 1 LICEO ARTISTICO G. DE FABRIS NOVE I DOCENTI CHE NON INTENDONO AVVALERSI DI QUESTA PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE SONO TENUTI A PRODURRE E PRESENTARE UNA PROPRIA PROGRAMMAZIONE. PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTALE

Dettagli

LICEO STATALE G. MAZZINI

LICEO STATALE G. MAZZINI LICEO STATALE G. MAZZINI C.F. 80011230119 P. Iva 01195940117 Pec: sppm01000d@pec.istruzione.it LINGUISTICO - SCIENZE UMANE - ECONOMICO SOCIALE Viale Aldo Ferrari, 37-19122 La Spezia Tel. 0187 743000 Fax

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione di classe V AM. ITALIANO a. s

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione di classe V AM. ITALIANO a. s I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile Programmazione di classe V AM ITALIANO a. s. 2016-17 DOCENTE Vernotico Lucia Imparare ad imparare Progettare Comunicare Collaborare

Dettagli

Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico

Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico Programmazione di Italiano Classe V A Anno scolastico 2016-2017 Competenze Finalità Il percorso didattico è incentrato sul potenziamento delle competenze testuali e, insieme, sul perfezionamento della

Dettagli

PROGRAMMA CONSUNTIVO DI ITALIANO. UdA 0 - Giacomo Leopardi: l ultimo dei classici, il primo dei moderni

PROGRAMMA CONSUNTIVO DI ITALIANO. UdA 0 - Giacomo Leopardi: l ultimo dei classici, il primo dei moderni Istituto Istruzione Statale ITALO CALVINO A. S. 2016-2017 Classe 5 A Inf. PROGRAMMA CONSUNTIVO DI ITALIANO Insegnante: prof. Gabriella Bagnasco Libro di testo: M. Sambugar, G. Salà, "Visibile parlare",

Dettagli

-CONTESTO STORICO CULTURALE DI FINE OTTOCENTO E INIZIO NOVECENTO

-CONTESTO STORICO CULTURALE DI FINE OTTOCENTO E INIZIO NOVECENTO PROGRAMMA DI LETTERATURA CLASSE 5 E- ANNO SCOLASTICO 2011-12 TESTO : LE BASI DELLA LETTERATURA PLUS di Paolo di Sacco Vol. 3a- 3b edizioni scolastiche Bruno Mondadori. vol.3a - Dall Unità d Italia al Primo

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione di classe V AF. ITALIANO a. s

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile. Programmazione di classe V AF. ITALIANO a. s I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Liceo Artistico M. Festa Campanile Programmazione di classe V AF ITALIANO a. s. 2017-18 DOCENTE CATARINELLA MARILINA Imparare ad imparare Progettare Comunicare Collaborare

Dettagli

La natura e il corpo: Canto notturno di un pastore errante dell'asia

La natura e il corpo: Canto notturno di un pastore errante dell'asia PAGINA: 1 PROGRAMMA CONSUNTIVO SCUOLA liceo linguistico Accademia alla Scala A.S. 2016/2017 DOCENTE Susanna Gallotti MATERIA: italiano Classe 5 sez. A CONTENUTI DISCIPLINARI SVOLTI Leopardi: il primo dei

Dettagli

Liceo Classico Statale Tommaso Parentucelli

Liceo Classico Statale Tommaso Parentucelli Liceo Classico Statale Tommaso Parentucelli con annessa sezione Scientifica piazza Ricchetti 19038 - Sarzana (SP) - 0187610831 - fax 0187692098 info@parentucelli.it PROGRAMMA DI ITALIANO (docente Maria

Dettagli

N.I413R/4811D UNI EN ISO

N.I413R/4811D UNI EN ISO Anno scolastico 2014 / 2015 Classe 5 Sezione A Indirizzo Liceo delle Scienze Applicate Materia ITALIANO Docente/i Nome e cognome Maria Luisa GAMBETTA Nome e cognome Firma Firma MODULO N. 0 Avvicinare gli

Dettagli

PROGRAMMA PREVENTIVO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

PROGRAMMA PREVENTIVO DI LINGUA E LETTERATURA ITALIANA ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G.VERONESE G. MARCONI SEDE CENTRALE G. VERONESE : Via P. Togliatti, 833-30015 CHIOGGIA (VE) Indirizzi: liceo Scientifico Scienze Applicate Classico Linguistico Scienze Umane

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2018/2019

ANNO SCOLASTICO 2018/2019 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2018/2019 MATERIA ITALIANO INSEGNANTE Alessandra Capponi CLASSE V A Scientifico Testi in adozione: - G. Baldi, S. Giusso, M. Razetti, G. Zaccaria, Il piacere dei

Dettagli

ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE

ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE ESAME DI STATO ANNO SCOLASTICO 2018-2019 DOCUMENTO DEL CONSIGLIO DI CLASSE... SERVIZI PER LA SANITA E L ASSISTENZA SOCIALE INDICE Consiglio di classe... 3 Presentazione dell indirizzo di studio e profilo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE Disciplina ITALIANO a.s. 2019/2020 Classe: QUINTA Sez. Y INDIRIZZO: ELETTROTECNICA Docente : Prof.ssa Maria Cristina Sulis ANALISI DELLA SITUAZIONE DI PARTENZA Profilo

Dettagli

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Programmazione di Italiano classe II AA a. s

I.I.S. Federico II di Svevia Melfi. Programmazione di Italiano classe II AA a. s I.I.S. Federico II di Svevia Melfi Programmazione di Italiano classe II AA a. s. 018-19 DOCENTE Prof.ssa Maura Andreotti Imparare ad imparare Progettare Comunicare Collaborare e partecipare Agire in modo

Dettagli

Da "I Malavoglia": Il mondo arcaico e l irruzione della storia ( cap. I) La conclusione del romanzo: L addio al mondo pre-moderno (cap.

Da I Malavoglia: Il mondo arcaico e l irruzione della storia ( cap. I) La conclusione del romanzo: L addio al mondo pre-moderno (cap. LICEO ARTISTICO ISTITUTO D ARTE di SESTO FIORENTINO Programma di letteratura italiana Anno scolastico 2014-2015 Classe V sez. A Docente: Brunella Salernitano Testo in adozione: L attualità della letteratura

Dettagli

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Allegato A CLASSE INDIRIZZO ANNO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTE

RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE. Allegato A CLASSE INDIRIZZO ANNO SCOLASTICO DISCIPLINA DOCENTE RELAZIONE FINALE DEL DOCENTE Allegato A CLASSE INDIRIZZO 5BSA Servizi per l agricoltura e lo sviluppo rurale ANNO SCOLASTICO 2017-2018 DISCIPLINA DOCENTE Lingua e letteratura italiana Prof.ssa Bagatella

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER IL TURISMO C. PIAGGIA VIAREGGIO PROGRAMMA DI LETTERATURA ITALIANA CLASSE 5SER ANNO SCOLASTICO 2014/15 PROF.

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER IL TURISMO C. PIAGGIA VIAREGGIO PROGRAMMA DI LETTERATURA ITALIANA CLASSE 5SER ANNO SCOLASTICO 2014/15 PROF. ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER IL TURISMO C. PIAGGIA VIAREGGIO PROGRAMMA DI LETTERATURA ITALIANA CLASSE 5SER ANNO SCOLASTICO 2014/15 PROF. DINI Letteratura e cultura nell Italia della seconda metà

Dettagli

La valutazione degli alunni

La valutazione degli alunni La valutazione degli alunni La valutazione degli studenti, è comprensiva del voto di comportamento, in base all articolo 2 della legge 169/2008. La valutazione degli apprendimenti per le varie discipline

Dettagli

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2016/2017

TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2016/2017 TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2016/2017 MATERIA: STORIA CLASSE V A DOCENTE: PERLA FIASCHETTI INDIRIZZO* GESTIONE, AMBIENTE E TERRITORIO * indicare Amministrazione, Finanza e Marketing oppure

Dettagli

Riforma Gelmini. Costruzioni, ambiente e territorio

Riforma Gelmini. Costruzioni, ambiente e territorio Riforma Gelmini Costruzioni, ambiente e territorio SETTORE TECNOLOGICO INDIRIZZO Costruzioni, ambiente e territorio 1056 ORE ANNUE di lezione MONTE ORE suddivise in 32 ORE SETTIMANALI di 60 minuti Implementazione

Dettagli