EVAK 500 è esclusivamente riservato ai professionisti che abbiano ricevuto l addestramento richiesto per manovre di soccorso.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EVAK 500 è esclusivamente riservato ai professionisti che abbiano ricevuto l addestramento richiesto per manovre di soccorso."

Transcript

1 evak 500 argano-paranco a corda a corsa illimitata concepito per operazioni di salvataggio e di evacuazione SOMMARIO Pagina Avvertenze importanti 2 1. Generalità 2 2. Sicurezza 3 3. Installazione 3 4. Criteri operativi 4 5. Manutenzione 6 AVVERTENZE IMPORTANTI : EVAK 500 è esclusivamente riservato ai professionisti che abbiano ricevuto l addestramento richiesto per manovre di soccorso. EVAK 500 è un apparecchio di trazione e sollevamento, compatto, facile da installare e da manovrare, che permette l evacuazione di persone o materiali in situazioni d emergenza in cui i mezzi di sollevamento abituali non sono disponibili o non possono essere utilizzati. EVAK 500 richiede l installazione di un dispositivo di sicurezza su corda indipendente, che permetta in ogni momento un arresto automatico collegato alla persona od al carico agganciato. EVAK 500 deve essere utilizzato in conformità al regolamento di sicurezza relativo all uso richiesto. Deve essere utilizzato in conformità alle indicazioni di questo manuale che dovrà sempre essere disponibile per essere consultato. EVAK 500 deve essere utilizzato esclusivamente con la corda TRACTEL, Rif , di cui si devono sistematicamente controllare le condizioni. 1. GENERALITA : 1.1.: Caratteristiche tecniche : EVAK 500 è un argano-paranco a corda a corsa illimitata, con capacità di sollevamento o di trazione di 500 dan, specificamente concepito per i professionisti del soccorso; è un apparecchio che permette di tirare o sollevare una persona o del materiale per mezzo del movimento di andata e ritorno di una leva di manovra collegata da bielle a due slitte che si spostano su un asse ed ognuna dotata di una ganascia autoserrante.

2 Carico nominale dan 500 Sforzo all azionamento della leva per una tensione di 250 dan dan 18 Peso dell apparecchio kg 6,350 Rottura della coppiglia di sicurezza per uno sforzo all azionamento della leva di dan 40 Carico di rottura della corda TRACTEL, Réf dan 3500 Dato che la corda non è immagazzinata dentro l argano-paranco, l altezza di lavoro è quasi illimitata e non dipende dalla lunghezza della corda. L ancoraggio, l'utilizzo e la manutenzione di EVAK 500 devono essere effettuati con cura e in conformità con le regole di sicurezza applicabili in funzione del settore di utilizzo. - Controllare il corretto funzionamento dell arganoparanco prima del suo utilizzo - Assicurarsi dello stato della corda prima di utilizzarla - Controllare la resistenza del punto di ancoraggio prima di sollevare il carico, sopratutto se si tratta di una persona. 1.2.: Controlli: Controllare prima ogni utilizzo le buone condizioni generali dell apparecchio e il funzionamento delle ganasce. EVAK 500 si manterrà molto efficiente se tenuto pulito. 2. SICUREZZA : L uso di EVAK 500 per il sollevamento di persone, cosi come l utilizzo in discesa, richiede, in ogni caso, l assicurazione della persona su una corda indipendente. Questo dispositivo, al quale la persona deve essere correttamente collegata, deve garantire un arresto automatico del carico (persona o materiale) in caso di perdita di controllo del medesimo da parte dell operatore. Tale dispositivo deve inoltre essere utilizzato per il sollevamento o nel caso in cui il carico possa diventare motrice, ogni volta che il regolamento applicabile lo richieda. La persona deve essere collegata al dispositivo di sicurezza per mezzo di un cordino di trattenuta e di un imbracatura. Un ammortizzatore di caduta fissato sull imbracatura o incorporato al dispositivo di sicurezza deve permettere di arrestare la caduta della persona conformemente alle norme in vigore.

3 2.1. Fermo di sovraccarico : EVAK 500 è dotato di una sicurezza per la limitazione di sforzo a protezione della corda. Un limitatore di sovraccarico è previsto per resistere sino ad uno sforzo di circa 40 dan in sollevamento, che corrisponde ad una trazione sulla corda di circa 500 dan. Limitatori di ricambio sono ubicati nel tamburo. Il limitatore di sovraccarico: si tratta del limitatore che serve a bloccare la leva dell apparecchio in posizione di «Lavoro» e in posizione «Piegata» (cf. 3) Si possono ordinare limitatori di sovraccarico di ricambio presso TRACTEL usando il codice di referenza Corda : La corda deve essere esclusivamente un modello TRACTEL referenza , di diametro 12,5 mm, con coefficiente d utilizzo di 7 (3500 dan di carico alla rottura); è disponibile nelle lunghezze seguenti: 20 m, 40 m, 60 m, 80 m, e 100 m. 3. INSTALLAZIONE : L installazione dell apparecchio deve essere effettuata con attenzione perché la sicurezza di utilizzazione dipende dalla cura con la quale viene effettuata quest operazione. In ogni caso, che sia l apparecchio o che sia un estremità della corda ad essere ancorato ad un punto fisso, il punto di ancoraggio deve offrire una resistenza sufficiente in funzione della forza di tensione o dello spostamento da esercitare, o in funzione delle prescrizioni regolamentari di sicurezza applicabili. Se l apparecchio viene utilizzato in posizione fissa, deve essere collegato al punto di ancoraggio da un strumento appropriato come un moschettone passato nell orifizio del tamburo dell apparecchio. In tal caso, il modo di collegamento tra l apparecchio e il punto di ancoraggio deve essere articolato in maniera da permettere l allineamento costante dell apparecchio sulla direzione del carico. Lo strumento di ancoraggio deve prevedere un dispositivo di bloccaggio adeguato.

4 N.B. : Essendo l apparecchio consegnato con la sua leva piegata, ritirare la coppiglia e il limitatore di sovraccarico inserito in questa leva. Aprire la leva e mantenerla in posizione allineata, sostituendo il limitatore di sovraccarico e poi la coppiglia (fig 2). 4. CRITERIO OPERATIVO: 4.1.: Operazione di risalita o di trazione Con il carico (persona o materiale) fissato alla corda o all apparecchio, con la corda sistemata nell apparecchio e con le ganasce chiuse in presa sulla corda, azionare la leva di manovra con un movimento di andata e ritorno. 4.2.: Operazione di discesa: Quest operazione richiede l uso del tamburo dell apparecchio e il rispetto delle indicazioni del capitolo «SICUREZZA». La discesa viene effettuata utilizzando la frizione dell estremità libera sul tamburo, sul quale questa corda è avvolta con la quantità di giri necessari. Richiedendo quest operazione l apertura preventiva delle due ganasce e il mantenimento delle medesime in posizione aperta, è obbligatorio garantire il fissaggio preventivo del carico ad un dispositivo di sicurezza, come indicato al capitolo «SICUREZZA». Procedere come segue per aprire successivamente le due ganasce: 1 Posizionare la leva come indicato al punto (A), con le slitte in contatto l una contro l altra. 2 Avvolgere l estremità libera della corda (C) intorno al tamburo, un giro per 125 dan (125 kg) di carico circa. Rispettare scrupolosamente il senso di avvolgimento indicato (D). Avendo cura di mantenere saldamente e costantemente tesa, con una mano, l estremità libera della corda (E), effettuare le operazioni seguenti. 3 Far girare la leva verso il carico nel senso (B) per separare le due slitte sulle quali sono fissate le ganasce, e tendere la corda tra le medesime (C). Questo movimento permette l apertura della ganascia inferiore (F). 4 Mantenere la leva nella sua posizione (B). Aprire la ganascia inferiore (F) e bloccarla in posizione aperta. 5 Tirare sull estremità libera (E) e tendere l estremità della corda (D) situata tra la ganascia superiore (G) e il tamburo. 6 Far girare la leva nel senso (A) opposto al carico per mettere sotto tensione l estremità (D) situata tra la ganascia superiore e il tamburo.

5 7 Aprire il tamburo superiore (G). ATTENZIONE : In questa situazione il carico non è più solidale con l apparecchio ed è trattenuto solo dalla forza di frizione dell estremità avvolta sul tamburo, mantenuto in tensione dall operatore. Il movimento di discesa può allora cominciare. N.B.: Per aprire le ganasce, tirare verso di sé spingendo verso il basso. Movimento di discesa: La discesa avviene diminuendo progressivamente la frizione della corda sul tamburo. Ciò è ottenuto quando l operatore diminuisce progressivamente la tensione esercitata sull estremità libera. Una volta iniziato il movimento, accompagnare la corda con un movimento alternativo delle due mani mantenendo l estremità libera tesa. Per arrestare il movimento, aumentare la tensione sull estremità libera. IMPORTANTE: Questa configurazione permette solo un movimento di discesa. E impossibile operare in senso inverso e realizzare un movimento di risalita tirando sull estremità libera della corda. Per fare ciò, è indispensabile richiudere le due ganasce sulla corda, controllando il perfetto posizionamento di esse nelle slitte, e operare successivamente a partire dalla leva. 5. MANUTENZIONE : EVAK 500 non richiede una manutenzione particolare. Deve tuttavia essere mantenuto pulito e occorre lubrificare le articolazioni, le bielle, le slitte e il fermo. Immagazzinare l apparecchio in un luogo temperato e asciutto. In caso di uso in ambiente salino, EVAK 500 dovrà essere pulito con acqua dolce per eliminare le tracce di sale, poi asciugato. Occorre allora procedere ad una lubrificazione delle articolazioni con olio tipo vaselina o SAE Il mantenimento della corda in buono stato è un presupposto di sicurezza nell utilizzo di EVAK 500.

Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496

Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496 Dispositivi di Discesa/Recupero/Evacuazione/Salvataggio Dispositivo Retrattile e di Recupero EN 360/EN 1496 Dispositivo retrattile EN 360 con cavo metallico. Dispositivo di recupero integrato con perno

Dettagli

CONNETTORI E ANCORAGGI MOBILI

CONNETTORI E ANCORAGGI MOBILI CONNETTORI E ANCORAGGI MOBILI FETTUCCIA AZ-900 EN 354 PINZA PER TUBI AZ-200 EN 362 AZ-200-01 lungh.: 340 mm - apertura 80 mm AZ-200-02 lungh.: 390 mm - apertura 125 mm AZ-200-03 lungh.: 440 mm - apertura

Dettagli

TECNICA D ACCESSO SU TRALICCIO CON CORDA

TECNICA D ACCESSO SU TRALICCIO CON CORDA Il traliccio di arrampicata è costituito da due torri aventi altezza di 6 metri. Questi sono formati da vari elementi metallici e collegati tra loro mediante perni e/o bulloni e staffe. All interno delle

Dettagli

Formazione della cordata su ghiacciaio e sistema di legatura con i nodi a palla

Formazione della cordata su ghiacciaio e sistema di legatura con i nodi a palla Formazione della cordata su ghiacciaio e sistema di legatura con i nodi a palla Esistono due tipi di cordata: la cordata da 2 e da 3 persone. La cordata più consigliata è quella composta da tre elementi

Dettagli

PONTEGGI E SISTEMI ANTICADUTA

PONTEGGI E SISTEMI ANTICADUTA PONTEGGI E SISTEMI ANTICADUTA PREMESSA Il presente volume ha lo scopo di fornire i criteri teorici e pratici di esecuzione e le misure di sicurezza per lo svolgimento dei lavori temporanei in quota per

Dettagli

Uso del Tirfor (Febbraio 2009)

Uso del Tirfor (Febbraio 2009) Uso del Tirfor (Febbraio 2009) Descrizione TIRFOR: argano-paranco per tirare e sollevare In Germania, Tirfor è conosciuto come GREIFZUG e in Nord America come GRIPHOIST. Il TIRFOR, inventato e brevettato

Dettagli

MISIA MANUALE - INSTALLAZIONE - USO - MANUTENZIONE LIMITATORE DI CARICO SERIE

MISIA MANUALE - INSTALLAZIONE - USO - MANUTENZIONE LIMITATORE DI CARICO SERIE MISIA LIMITATORE DI CARICO SERIE OL MANUALE - INSTALLAZIONE - USO - MANUTENZIONE MISIA PARANCHI S.R.L. Sede Via dei Lavoratori, 9/11 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel. 02.61298983 Fax 02.6121769 INTERNET:

Dettagli

Torri per Anemometri

Torri per Anemometri Torri per Anemometri SCHEDA TECNICA PALO 12M E 16 M La torre ribaltabile da 12M e 16M è fornita completa di tubi diametro 50 mm tipo taz (Legrand o similari) già preforati. Il kit è composto da una base

Dettagli

GRUISTI. La mansione GRU A TORRE. Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru.

GRUISTI. La mansione GRU A TORRE. Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru. GRU A TORRE Effettuare la verifica periodica annuale, che accerti lo stato di funzionamento e di conservazione della gru. Ogni spostamento di una gru a torre va segnalato alla Azienda Sanitaria Locale

Dettagli

3Tecniche di ESEMPIO. soccorso improvvisate COMPENDIO DEL SOCCORSO ALPINO

3Tecniche di ESEMPIO. soccorso improvvisate COMPENDIO DEL SOCCORSO ALPINO 3Tecniche di soccorso improvvisate COMENDIO DE SOCCORSO AINO COMENDIO DE SOCCORSO AINO Edizioni Soccorso Alpino Svizzero 2 a edizione 2013 Una fondazione di Club Alpino Svizzero CAS Club Alpin Suisse Schweizer

Dettagli

COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO

COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO COMMANDO A FUNZIONAMENTO PNEUMATICO Il commando è costituito da una leva azionata manualmente provvista di movimento di sicurezza che esclude l azionamento accidentale e con ritorno spontaneo a folle in

Dettagli

Tendicavi, utilizzabile con una sola mano

Tendicavi, utilizzabile con una sola mano Parte integrante del Sistema di cavi Synthes per chirurgia traumatica ortopedica Tendicavi, utilizzabile con una sola mano Tecnica chirurgica Controllo con amplificatore di brillanza Questo manuale d uso

Dettagli

SISTEMI DI SICUREZZA LINEA DI VITA. a Norma EN 795-C. Travspring. DA 144 A 159 OK :44 Pagina 10

SISTEMI DI SICUREZZA LINEA DI VITA. a Norma EN 795-C. Travspring. DA 144 A 159 OK :44 Pagina 10 DA 144 A 159 OK 8-01-2007 12:44 Pagina 10 SISTEMI DI SICUREZZA a Norma EN 795-C 154 6 LINEA DI VITA 5 1 Travspring La linea di vita Travspring e una linea di vita flessibile orizzontale, montata su supporti

Dettagli

L Unità didattica in breve

L Unità didattica in breve L Unità didattica in breve Una macchina semplice è un dispositivo utilizzato per equilibrare o vincere una forza resistente (resistenza) mediante una forza motrice (po tenza) avente caratteristiche diverse.

Dettagli

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI

I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI I.S.P.E.S.L. PROGETTO SI.PRE. REGIONI 1. COMPARTO: AUTOTRASPORTI 2. FASE DI LAVORAZIONE: 4.3 OPERAZIONI DI AGGANCIO E SGANCIO DEI SEMIRIMORCHI E RIMORCHI 3. CODICE ISTAT: 60.24.0 TRASPORTO DI MERCI SU

Dettagli

Prisma di Longo F. e C. s.a.s.

Prisma di Longo F. e C. s.a.s. Prisma di Longo F. e C. s.a.s. Via IV novembre,5-25016 Ghedi (BS) - TEL.030/9031734 Fax. 030/901005 - Cell. 3385324366 - www.prisma-longo.com IMPIANTO SOLLEVAMENTO SEDUTE TEATRALI PER CREARE SPAZI O SALE

Dettagli

Carrucole. Trovate le descrizioni complete di tutti i prodotti sul sito Due fattori determinano il rendimento di una carrucola:

Carrucole. Trovate le descrizioni complete di tutti i prodotti sul sito  Due fattori determinano il rendimento di una carrucola: 106 Carrucole Attaching caged ladders to a derrick boat. vuedici.org / Profil Energy Due fattori determinano il rendimento di una carrucola: La dimensione della puleggia: più è grande il diametro della

Dettagli

Coccolle C 888 SEGGIOLONE SPUNTINO 3 IN 1

Coccolle C 888 SEGGIOLONE SPUNTINO 3 IN 1 Coccolle C 888 SEGGIOLONE SPUNTINO 3 IN 1 IMPORTANTE! Mantenere per riferimento futuro! Sedia progettata in conformità con le norme europee EN 14988. Caratteristiche generali Facile da trasportare; 3 posizioni

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SCREEN WINCH SYSTEM per SCHERMI DA 300 CM. A 450 CM. DI BASE

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SCREEN WINCH SYSTEM per SCHERMI DA 300 CM. A 450 CM. DI BASE ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SCREEN WINCH SYSTEM per SCHERMI DA 300 CM. A 450 CM. DI BASE Prima di procedere all installazione, leggere attentamente le seguenti istruzioni: L utilizzo di questo prodotto è previsto

Dettagli

Accordo Stato-regioni. Allegato IV GRU PER AUTOCARRO

Accordo Stato-regioni. Allegato IV GRU PER AUTOCARRO Accordo Stato-regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature t di lavoro Allegato IV GRU PER AUTOCARRO Sono chiamate gru idrauliche perché i loro movimenti sono ottenuti per mezzo di cilindri ad azionamento

Dettagli

CBS Meccanico. Indice. Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico

CBS Meccanico. Indice. Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico 1/17 RISORSA Indice Panoramica del sistema Tipo con freno anteriore e posteriore a tamburo meccanico Tipo con freno anteriore a disco idraulico 2/17 Panoramica del sistema Il CBS meccanico montato su veicoli

Dettagli

Spazi confinati. Protezione anticaduta A C A C TREPPIEDE VERRICELLO RECUPERATORE MANHANDLER MN

Spazi confinati. Protezione anticaduta A C A C TREPPIEDE VERRICELLO RECUPERATORE MANHANDLER MN Spazi confinati TREPPIEDE Benefici: facilmente installabile da una sola persona autobloccante e regolabile Treppiede in alluminio. Le gambe completamente regolabili si bloccano in sicurezza in posizione

Dettagli

I NODI IN ARRAMPICATA. Scuola di alpinismo e arrampicata Gianni Calcagno, Finale Ligure

I NODI IN ARRAMPICATA. Scuola di alpinismo e arrampicata Gianni Calcagno, Finale Ligure I NODI IN ARRAMPICATA DEI NODI IN ARRAMPICATA Unione corda-imbragatura. Giunzione di corde e cordini. Assicurazione. Esecuzione di manovre. Segnalazione del termine della corda. NECESSARIE DEI NODI UTILIZZATI

Dettagli

Accordo Stato-Regioni. Allegato IX ESCAVATORE IDRAULICO

Accordo Stato-Regioni. Allegato IX ESCAVATORE IDRAULICO Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature t di lavoro Allegato IX ESCAVATORE IDRAULICO 2.1 Categorie di attrezzature Macchine per il caricamento del materiale e lo scavo Escavatore L escavatore

Dettagli

Attrezzature di Sollevamento Paranchi a leva

Attrezzature di Sollevamento Paranchi a leva Paranco a leva con a rulli modello 85 750-10000 Paranco a leva con a maglie modello 85 750-10000 Praticamente un infinità di possibili applicazioni in manutenzione, miniera, costruzione, produzione d acciaio,

Dettagli

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI

MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI MANUALE ISTRUZIONI PER UNA CORRETTA INSTALLAZIONE DEI MOTORI TUBOLARI ELETTRONICI www.bruelmotion.com SICUREZZA NOTE IMPORTANTE: Per garantire la sicurezza è necessario effettuare una corretta installazione,

Dettagli

USCITE DIDATTICHE (nodi e materiali)

USCITE DIDATTICHE (nodi e materiali) USCITE DIDATTICHE (nodi e materiali) I materiali portati in uscita possono permetterci di affrontare difficoltà impreviste che si siano presentate lungo il percorso, ma anche di affrontare in sicurezza

Dettagli

Azienda con sistema di qualità certificato

Azienda con sistema di qualità certificato Azienda con sistema di qualità certificato SISTEMA ANTICADUTA A BINARIO SISTEMA ANTICADUTA A BINARIO Sicurezza in copertura con bassissimo impatto visivo Binario utilizzabile per creare: Linee Vita rigide

Dettagli

MOVIMENTAZIONE ELETTRICA. indice sezione

MOVIMENTAZIONE ELETTRICA. indice sezione indice sezione 03. 2015 20 MOVIMENTAZIONE ELETTRICA 15 Presentazione: Blocchi di sicurezza per motori - Kit Plac - Alzamatik I blocchi di sicurezza sono indispensabili per un azione di anti-sollevamento

Dettagli

KD Raccomandazioni montaggio/smontaggio

KD Raccomandazioni montaggio/smontaggio KD469.22/IT/01-07/2015 KD469.22 Raccomandazioni montaggio/smontaggio TOYOTA : Avensis, Avensis verso, MOTORI Corolla, Corolla verso, Picnic, Previa, RAV4 2.0 D4-D RIFERIMENTO OE Ved. Di seguito CINEMATICA

Dettagli

Guida all'installazione del rack

Guida all'installazione del rack Guida all'installazione del rack Questo documento fornisce importanti informazioni sulla guida di scorrimento senza strumenti e sul kit per la guida di scorrimento senza strumenti con CMA 1U/2U. Ciascun

Dettagli

KIT I D SALVATAGGIO/EVACUAZIONE

KIT I D SALVATAGGIO/EVACUAZIONE KIT I D SALVATAGGIO/EVACUAZIONE XSafety Sviluppo e Sicurezza Kit I D Salvataggio/Evacuazione STANDARD EVO MISTO SPECIAL HOT 1 KIT I D Il SISTEMA DI SALVATAGGIO è uno dei 5 sistemi di protezione contro

Dettagli

Istruzioni per l uso dell articolatore

Istruzioni per l uso dell articolatore M Panadent Corporation 580 S. Rancho Avenue Colton, California 92324, USA Tel: (909) 783-1841 Istruzioni per l uso dell articolatore Sollevare e bloccare il perno incisale e il perno di supporto (vd. freccia)

Dettagli

Montaggio. Disimballare la macchina. Pneumatici Montare le ruote motrici posteriori utilizzando i dadi ad aggetto installati sui mozzi.

Montaggio. Disimballare la macchina. Pneumatici Montare le ruote motrici posteriori utilizzando i dadi ad aggetto installati sui mozzi. Istruzioni per il montaggio 9689995/BZ7C e 9689996/BZ4C Equipaggiati con uno dei seguenti gruppi di taglio: 96899945 TRD6B Gruppo di taglio Tunnel Ram 96899946 TRD7B Gruppo di taglio Tunnel Ram 96899950

Dettagli

LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI. Ferrara 19/10/2005 Vittore Carassiti - INFN FE 1

LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI. Ferrara 19/10/2005 Vittore Carassiti - INFN FE 1 LA MOVIMENTAZIONE DEI CARICHI Ferrara 19/10/2005 Vittore Carassiti - INFN FE 1 MOVIMENTAZIONE MANUALE DEL CARICO Riferimento legislativo : DL 626/94 Esso individua al titolo V, la movimentazione manuale

Dettagli

CUPOLE IN VETRORESINA ULTRALIGHT

CUPOLE IN VETRORESINA ULTRALIGHT CUPOLE IN VETRORESINA ULTRALIGHT PER POZZETTO Tab.A6.90.10 MANUALE D'ISTRUZIONE PER LA POSA IN OPERA E L'USO DATA: 25/07/12 DOC.: 10-002 REV: 1 PAG.: 1/5 1. MONTAGGIO 1) Fissare sul muro perimetrale del

Dettagli

Automazioni per porte sezionali

Automazioni per porte sezionali Automazioni per porte sezionali D700HS (con adattatore GDA 2400) (con adattatore GDA 2400) D600 - D1000 - D700HS - 540-541 - 541 3 PH (con adattatore GDA 2400) 92 Automazioni per porte sezionali D600-D700HS-D1000

Dettagli

DISPOSITIVI ANTICADUTA

DISPOSITIVI ANTICADUTA DISPOSITIVI ANTICADUTA I DPI presentati dalla SOCIM SpA su questo catalogo sono in grado, se utilizzati correttamente, di risolvere la totalità dei problemi derivanti dai lavori in zone pericolose a grande

Dettagli

CONTATORI VOLUMETRICI WOLTMANN

CONTATORI VOLUMETRICI WOLTMANN CONTATORI VOLUMETRICI WOLTMANN ECC WA L installazione, il collegamento e la manutenzione dei contatori deve essere eseguita da personale tecnico che abbia prima letto con attenzione e compreso le presenti

Dettagli

Dettagli della zona di scarico, con dispositivo elastico di arresto dei tondelli produttività (compresi il montaggio, lo smontaggio e il concentrament

Dettagli della zona di scarico, con dispositivo elastico di arresto dei tondelli produttività (compresi il montaggio, lo smontaggio e il concentrament Sistema monofune, a gravità fune in acciaio, su un unica campata, con lunghezza da meno di 100 m fino a oltre 600-800 m, con pendenza da 25% a oltre 70% serve per il trasporto di legna da ardere (25-5050

Dettagli

Sistema monofune, a gravità

Sistema monofune, a gravità Sistema monofune, a gravità fune in acciaio, su un unica campata, con lunghezza da meno di 100 m fino a oltre 600-800 m, con pendenza da 25% a oltre 70% serve per il trasporto di legna da ardere (25-50

Dettagli

No. ARTICOLO taglia articolo confezione fr./pz fr./pz unica

No. ARTICOLO taglia articolo confezione fr./pz fr./pz unica - SICUREZZA ANTICADUTA KAPRIOL IMBRAGO 2 ATTACCHI Imbragatura facile e veloce da indossare grazie alla diversa colorazione delle fettucce. Ideale per ogni tipo di lavoro che richiede sistemi anticaduta.

Dettagli

GAMMA PORTASCALE.

GAMMA PORTASCALE. GAMMA PORTASCALE www.baggioedesordi.com Esperienza e tradizione Un azienda con radici profonde, che si nutre di una esperienza maturata in più di 50 anni di attività unita all energia e alla forza delle

Dettagli

SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO

SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO SEGGIOLINO AUTO PER BAMBINI C628 SEGGIOLINO ORO MANUALE DI ISTRUZIONI Pag 1 Grazie per aver acquistato il nostro seggiolino auto. La sicurezza, il comfort e la facilità del uso definiscono questo seggiolino

Dettagli

VieNormali.it - www.vienormali.it

VieNormali.it - www.vienormali.it VieNormali.it - www.vienormali.it Progressione a Y Nodi e Progressione in Via Ferrata di Alberto Bernardi Per chi va in montagna e non si improvvisa Alpinista è bene avere dimestichezza con i nodi qui

Dettagli

REGISTRAZIONE FORCHE TIPO 675

REGISTRAZIONE FORCHE TIPO 675 VIA QUINZANESE snc 25020 DELLO (BS) - ITALIA tel: (+39) 030/9771711 - fax: (+39) 030/9719432 web: www.atib.com - e.mail: info@atib.com REGISTRAZIONE FORCHE TIPO 675 MANUALE D ISTRUZIONE PER L USO in conformita

Dettagli

Istruzioni per il montaggio

Istruzioni per il montaggio Istruzioni per il montaggio Indicazioni importanti sulle Istruzioni per il montaggio VOSS Per ottenere dai prodotti VOSS un rendimento ottimale e la massima sicurezza di funzionamento, è importante rispettare

Dettagli

Stepper montascale con pedana

Stepper montascale con pedana montascale con pedana Tecnologie in Elevazione Il montascale o servoscala è una macchina per il trasporto di persone lungo scale o percorsi inclinati, rivolto ad anziani o persone con difficoltà motorie.

Dettagli

CORSO LAVORI IN QUOTA DPI III^cat. DPI e SISTEMI ANTICADUTA

CORSO LAVORI IN QUOTA DPI III^cat. DPI e SISTEMI ANTICADUTA CORSO LAVORI IN QUOTA DPI III^cat. DPI e SISTEMI ANTICADUTA Caratteristiche tecniche e modalità d impiego MARCATURA Tutti i DPI di qualsiasi categoria devono riportare una marcatura (CE) che li identifica

Dettagli

Istruzioni di montaggio supplementari per la DH-SO a doppia ripiegatura

Istruzioni di montaggio supplementari per la DH-SO a doppia ripiegatura Istruzioni di montaggio supplementari per la DH-SO a doppia ripiegatura Le sponde retrattili con pianali a doppia ripiegatura (DH-SMO, DH-SO5, DH-S07 e DH-SO8,...) sono montate in modo simile alle sponde

Dettagli

PROGRESSIONE IN FERRATA CON MINORI UTILIZZO DEL KIT DA FERRATA MONORAMO. Scuola AG - VFG Aggiornamento AAG Arco 25-26 maggio 2013

PROGRESSIONE IN FERRATA CON MINORI UTILIZZO DEL KIT DA FERRATA MONORAMO. Scuola AG - VFG Aggiornamento AAG Arco 25-26 maggio 2013 PROGRESSIONE IN CON MINORI UTILIZZO DEL KIT DA MONORAMO Scuola AG - VFG Aggiornamento AAG Arco 25-26 maggio 2013 PROGRESSIONE IN CON OBIETTIVI DELL AGGIORNAMENTO: MINORI Presentare le tecniche di progressione

Dettagli

La catena di assicurazione

La catena di assicurazione 56 corso di roccia La catena di assicurazione 2 parte relatore: Barbara Ferrario Volo diretto sulla sosta Con la corda bloccata la stessa FdA che si esercita sull alpinista, si esercita anche sulla sosta

Dettagli

Fig. 3. Fig. 2. Fig. 1. Fig. 5 Fig. 4. Fig. 1 10

Fig. 3. Fig. 2. Fig. 1. Fig. 5 Fig. 4. Fig. 1 10 SOFFIA ASPIRA Fig. 2 Fig. 3 5 4 7 9 3 1 2 Fig. 1 10 6 Fig. 5 Fig. 4 8 10 Fig. 1 SOFFIA ASPIRA LEGENDA 1) Piano da stiro 2) Maniglia di apertura 3) Griglia appoggia apparecchio da stiro 4) Interruttore

Dettagli

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO

PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO SEGNALETICA RIFERIMENTO VERIFICA ATTREZZATURA DI COSA RISCHIO Caduta di materiali dall'alto; Elettrocuzione; Caduta dall'alto q Posiziona e monta l argano conformemente alle istruzioni tecniche contenute

Dettagli

ROOMER HC SOLLEVATORE A BINARIO IMPORTANTE!

ROOMER HC SOLLEVATORE A BINARIO IMPORTANTE! SOLLEVATORE A BINARIO ROOMER HC 21000 Roomer 21000 offre un unica possibilità di sollevare e muovere il paziente in modo semplice e sicuro, senza sforzo per lo stesso che per chi lo utilizza. Il sollevatore

Dettagli

SOMMARIO 1. DESCRIZIONE DELLA PORTA MANUALE TRASPORTO E SPOSTAMENTO INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO

SOMMARIO 1. DESCRIZIONE DELLA PORTA MANUALE TRASPORTO E SPOSTAMENTO INSTALLAZIONE E MESSA IN SERVIZIO 2 SOMMARIO 1. DESCRIZIONE DELLA PORTA MANUALE 4 1.1. Descrizione generale 4 1.2. Destinazione ed ambiente d uso previsti 5 2. TRASPORTO E SPOSTAMENTO 5 2.1. Avvertenze 5 2.2. Trasporto, sollevamento e

Dettagli

INFORMAZIONI GENERALI GARANZIA SERVIZIO DOPO VENDITA AVVERTENZE DI SICUREZZA

INFORMAZIONI GENERALI GARANZIA SERVIZIO DOPO VENDITA AVVERTENZE DI SICUREZZA Istruzioni d uso IT INFORMAZIONI GENERALI Per la vostra sicurezza, dovete leggere molto attentamente queste istruzioni prima di usare il vostro nuovo prodotto. Dovete assicurarvi che ogni operatore sia

Dettagli

Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi)

Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi) Spiegazione dei segnali di pericolo (pittogrammi) I segnali di pericolo richiamano l attenzione su possibili punti di pericolo; essi danno delle indicazioni per un funzionamento senza pericoli della macchina.

Dettagli

Il fattore di caduta H _ altezza _ di _ caduta Fattore _ di _ caduta = L _ lunghezza _ di _ corda

Il fattore di caduta H _ altezza _ di _ caduta Fattore _ di _ caduta = L _ lunghezza _ di _ corda Il fattore di caduta Fattore _ di _ caduta = H _ altezza _ di _ caduta L _ lunghezza _ di _ corda Il nostro obiettivo è sempre quello di ridurre il più possibile il FATTORE DI CADUTA H _ altezza _ di _

Dettagli

SCdefault. 900 Monteringsanvisning

SCdefault. 900 Monteringsanvisning SCdefault 900 Monteringsanvisning SITdefault Portabicicletta per tetto MONTERINGSANVISNING INSTALLATION INSTRUCTIONS MONTAGEANLEITUNG INSTRUCTIONS DE MONTAGE Accessories Part No. Group Date Instruction

Dettagli

Stepper. montascale con pedana

Stepper. montascale con pedana montascale con pedana Il montascale o servoscala è una macchina per il trasporto di persone lungo scale o percorsi inclinati, rivolto ad anziani o persone con difficoltà motorie. è costituito da un corpo

Dettagli

La sorveglianza del mercato sulle non conformità della marcatura CE dei carri raccogli frutta Criticità

La sorveglianza del mercato sulle non conformità della marcatura CE dei carri raccogli frutta Criticità La sorveglianza del mercato sulle non conformità della marcatura CE dei carri raccogli frutta Criticità Totale 12 segnalazioni di macchine agricole raccoglifrutta TC 144 - Motivo Segnalazione Motivo N

Dettagli

Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro. Allegato V g GRU A TORRE

Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro. Allegato V g GRU A TORRE Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012 sulle attrezzature di lavoro Allegato V g GRU A TORRE 2.1 Norme generali di utilizzo Limiti di utilizzo La capacità operativa della gru dipende dai parametri forniti

Dettagli

Oggetto: MANUALE TECNICO MOTORE-ATTUATORE ELETTRICO 24 V DC TIPO J ENFC

Oggetto: MANUALE TECNICO MOTORE-ATTUATORE ELETTRICO 24 V DC TIPO J ENFC MANUALE TECNICO MOTORE-ATTUATORE ELETTRICO 24 V DC TIPO J ENFC Pagina 1 di 7 DP 09V rev. 2 Oggetto: MANUALE TECNICO MOTORE-ATTUATORE ELETTRICO 24 V DC TIPO J ENFC SCHEDA TECNICA TIPO: JM-DC 650 300 TENSIONE:

Dettagli

MACCHINA USA AVVOLGITRICE SEMI-AUTOMATICA DI NASTRI RIGIDI ED ELASTICI IN ROTOLI CON E SENZA NUCLEO E BOBINE

MACCHINA USA AVVOLGITRICE SEMI-AUTOMATICA DI NASTRI RIGIDI ED ELASTICI IN ROTOLI CON E SENZA NUCLEO E BOBINE MACCHINA USA AVVOLGITRICE SEMI-AUTOMATICA DI NASTRI RIGIDI ED ELASTICI IN ROTOLI CON E SENZA NUCLEO E BOBINE La macchina nella sua configurazione completa è in grado di avvolgere nastri rigidi di media

Dettagli

Istruzioni per il montaggio

Istruzioni per il montaggio Istruzioni per il montaggio Indicazioni importanti sulle Istruzioni per il montaggio VOSS Per ottenere dai prodotti VOSS un rendimento ottimale e la massima sicurezza di funzionamento, è importante rispettare

Dettagli

Lezione n. 6 di 7. 1 Sistemi anticaduta 2 Punti di ancoraggio 3 Spazi Confinati 4 Lavori su corda 5 Rescue 6 Linee vita 7 Ispezione

Lezione n. 6 di 7. 1 Sistemi anticaduta 2 Punti di ancoraggio 3 Spazi Confinati 4 Lavori su corda 5 Rescue 6 Linee vita 7 Ispezione Linee vita 11/2015 Lezione n. 6 di 7 1 Sistemi anticaduta 2 Punti di ancoraggio 3 Spazi Confinati 4 Lavori su corda 5 Rescue 6 Linee vita 7 Ispezione Indice Introduzione alle linee vita LV201 SPEEDLINE

Dettagli

Struttura Gazebo E1412G doppia falda tetto spiovente ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Struttura Gazebo E1412G doppia falda tetto spiovente ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Struttura Gazebo E1412G doppia falda tetto spiovente ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Nota : a completamento del presente manuale si allegano elaborati grafici di progetto della struttura gazebo doppia falda tetto

Dettagli

Corso ghiaccio. La catena di assicurazione

Corso ghiaccio. La catena di assicurazione Corso ghiaccio La catena di assicurazione 07/09/2004 OBIETTIVI : Presentare la problematica Definire le caratteristiche degli elementi in gioco Definire gli strumenti di base Acquisire uno schema comportamentale

Dettagli

www.active-walker.com 1 UNO INDICE 1. Indice 2. Introduzione 6. Assemblaggio e trasporto 7. Sicurezza personale 3. Descrizione dei componenti 4. Cura e manutenzione 5. Regolazioni per il comfort 8. Modo

Dettagli

Manuale d'istruzioni. A210-71-884 Issue B. Limitatore di coppia compatto a resettaggio manuale

Manuale d'istruzioni. A210-71-884 Issue B. Limitatore di coppia compatto a resettaggio manuale Manuale d'istruzioni A210-71-884 Issue B Questa pagina è stata lasciata intenzionalmente vuota. Sommario Sezione Pagina 1... 1 Sommario 1.1 Introduzione... 1 1.2 Ispezionare e resettare il limitatore di

Dettagli

Manovra di emergenza manuale Argani dotati di di freno ausiliario sull'albero lento

Manovra di emergenza manuale Argani dotati di di freno ausiliario sull'albero lento Manovra di emergenza manuale Argani dotati di di freno ausiliario sull'albero lento Simbologia degli Avvisi importanti Avvertimento di elevato rischio di pericolo per le persone Avvertimento di pericolo

Dettagli

Free-Wheel. Electric Revolution

Free-Wheel. Electric Revolution Free-Wheel Electric Revolution Free-Wheel è la nuova rivoluzionaria ruota elettrica 250W 36V applicabile alla ruota anteriore della propria bicicletta. Free-Wheel combina praticità, design e stile e faciliterà

Dettagli

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

FRACOM CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE FH 400/450 CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE TESTA Ha una struttura da garantire una grande rigidità che, unita alla accurata lavorazione, assicura un perfetto funzionamento. Il mandrino e gli ingranaggi sono

Dettagli

Precimec Caviglia SA SISTEMA DI SERRAGGIO. staticlamp

Precimec Caviglia SA SISTEMA DI SERRAGGIO. staticlamp SISTEMA DI SERRAGGIO staticlamp Programma di serraggio universale staticlamp Serraggio doppio e concentrico in un unico sistema. Massima semplicità di conversione. 1030 300 x 100 mm 1040 400 x 100 mm 1550

Dettagli

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE ESSENZIALI Marzo MP

PER RIPASSARE NODI E MANOVRE ESSENZIALI Marzo MP PER RIPASSARE NODI E MANOVRE ESSENZIALI Marzo 2017- MP COLLEGAMENTO DELLA CORDATA Nodo delle guide con frizione Detto anche nodo Savoia o Otto ripassato. Deve essere eseguito il più vicino possibile all'imbrago

Dettagli

Il recupero dell INFORTUNATO dal ponteggio. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE

Il recupero dell INFORTUNATO dal ponteggio. Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE kiker Il recupero dell INFORTUNATO dal ponteggio Collana PREVENZIONE E PROTEZIONE Recupero dell INFORTUNATO dal ponteggio KIT DI SOCCORSO Le procedure di salvataggio, comprendono una serie di operazioni

Dettagli

TP/82A 26.82A Motore per tapparelle fino a 90Kg TP/83A 26.83A Motore per tapparelle fino a 70Kg con manovra di soccorso

TP/82A 26.82A Motore per tapparelle fino a 90Kg TP/83A 26.83A Motore per tapparelle fino a 70Kg con manovra di soccorso TP/82A 26.82A Motore per tapparelle fino a 90Kg TP/83A 26.83A Motore per tapparelle fino a 70Kg con manovra di soccorso Istruzioni ed avvertenze per l installatore Attenzione: per la sicurezza delle persone

Dettagli

Manuale di Installazione per Kit di automazione per cancelli ad anta battente

Manuale di Installazione per Kit di automazione per cancelli ad anta battente Manuale di Installazione per Kit di automazione per cancelli ad anta battente SOMMARIO Diagramma e scheda tecnica...pag. 2 Lista delle parti....pag. 3 Esempio di installazione standard.. pag. 3 Guida all

Dettagli

GUANTO IN POLIAMMIDE SPALMATO POLIURETANO VE 703N GUANTO IN COTONE POLIESTERE SPALMATO LATTICE VE 740

GUANTO IN POLIAMMIDE SPALMATO POLIURETANO VE 703N GUANTO IN COTONE POLIESTERE SPALMATO LATTICE VE 740 GUANTO IN POLIAMMIDE SPALMATO POLIURETANO VE 703N 08 100% poliammide Guanti in maglia a filo continuo senza cuciture in poliammide, con spalmatura in poliuretano. polsino elasticizzato e la parte superiore

Dettagli

2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine

2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2. Sicurezza 2. Sicurezza generale delle macchine 2.2.5.2 DISPOSITIVI DI COMANDO A DUE MANI UNI EN 574/98 Descrizione Il comando a due mani è un dispositivo di sicurezza che garantisce, se correttamente

Dettagli

IL CARRELLO ELEVATORE EFFICIENZA E MANUTENZIONE-SINONIMO DI SIC

IL CARRELLO ELEVATORE EFFICIENZA E MANUTENZIONE-SINONIMO DI SIC IL CARRELLO ELEVATORE EFFICIENZA E MANUTENZIONE-SINONIMO DI SIC Asl Monza e Brianza Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro 1 Controlli periodici Informazioni generali: Il datore di lavoro deve

Dettagli

Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306

Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306 Passeggino sport per bambini Coccolle Favo C 306 MANUALE DI MONTAGGIO E UTILIZZO Avvertenze! Leggere attentamente le istruzioni prima dell'uso. La sicurezza del vostro bambino dipende dal uso corretto

Dettagli

AGITATORE DA LABORATORIO AG 66 U

AGITATORE DA LABORATORIO AG 66 U AGITATORE DA LABORATORIO AD ALBERO UNICO CARATTERISTICHE PRINCIPALI - ACCESSORI ISTRUZIONI: MONTAGGIO e USO 1/5 Agitatore da laboratorio ad albero unico L'agitatore da laboratorio TIPO AG 66, da anni a

Dettagli

Manuale. Prefazione. 1 Introduzione

Manuale. Prefazione. 1 Introduzione Prefazione Manuale Il presente manuale mira a fornire agli utenti un quadro generale del funzionamento, del montaggio e della manutenzione degli apparecchi forniti da Geha bv. Prima di iniziare con l installazione

Dettagli

SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA. MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN

SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA. MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN SERRANDE AVVOLGIBILI ISTRUZIONI REGOLAZIONE FINECORSA MOTORI MARCA A.C.M. Modelli UNITITAN ed ECOTITAN Istruzioni riservate a personale esperto e qualificato. AVVERTENZE GENARALI: Queste slides rappresentano

Dettagli

Protezione Anticaduta. Imbracatura anti-caduta. Sistemi di mantenimento sul lavoro. Cordini. Anti-caduta assorbitori di energia

Protezione Anticaduta. Imbracatura anti-caduta. Sistemi di mantenimento sul lavoro. Cordini. Anti-caduta assorbitori di energia Protezione Anticaduta Safety Expert Imbracatura anti-caduta Sistemi di mantenimento sul lavoro Cordini Anti-caduta assorbitori di energia Anti-caduta su supporto di fissaggio Dispositivi d ancoraggio Connettori

Dettagli

Raccomandazioni di manutenzione e installazione. PRESE DI FORZA a punto morto TWIN DISC

Raccomandazioni di manutenzione e installazione. PRESE DI FORZA a punto morto TWIN DISC Raccomandazioni di manutenzione e installazione PRESE DI FORZA a punto morto TWIN DISC 1 PRINCIPI DI MANUTENZIONE Consultare sempre il manuale d uso specifico. In generale: Ingrassaggio: ingrassare (utilizzando

Dettagli

Attrezzature da taglio La mototroncatrice

Attrezzature da taglio La mototroncatrice Attrezzature da taglio La mototroncatrice Generalità La mototroncatrice è uno strumento che serve al taglio di materiali diversi dal ferro al calcestruzzo Il taglio viene materialmente fatto da un disco

Dettagli

ELETTROVALVOLA EGM-04

ELETTROVALVOLA EGM-04 ELETTROVALVOLA EGM-04 APPLICAZIONI GPL PRESCRIZIONI INSTALLAZIONE & AVVERTENZE Rev.01.01 BIGAS INTERNATIONAL AUTOGAS SYSTEMS S.r.l. Via di Le Prata, 62/66-50041 Calenzano Firenze ITALY Tel. 0554211275-

Dettagli

Cambio SCATOLA DI RINVIO CAMBIO MANUALE. Gamma alta

Cambio SCATOLA DI RINVIO CAMBIO MANUALE. Gamma alta Cambio CAMBIO MANUALE ATTENZIONE Non tentare mai di innestare la retromarcia mentre il veicolo è in marcia avanti. Tale imprudenza può provocare gravi danni al cambio, con la necessità di eseguire costose

Dettagli

Cilindri Idraulici a staffa rotante

Cilindri Idraulici a staffa rotante Cilindri Idraulici a staffa rotante Cilindri idraulici a staffa rotante, a doppio effetto Pressione di esercizio max. 250 bar Versione attivabile Questa nuova versione, migliorata di attrezzi a staffa

Dettagli

L'asola inglobata. Vellis Baù (CIMT VFG)

L'asola inglobata. Vellis Baù (CIMT VFG) L'asola inglobata Vellis Baù (CIMT VFG) Premessa Il collegamento degli ancoraggi di sosta fra loro e al freno (o alla persona che assicura) avviene, secondo la procedura standard, con un cordino come mostrato

Dettagli

CADUTE DALL ALTO. Protezioni Collettive ed Individuali

CADUTE DALL ALTO. Protezioni Collettive ed Individuali CADUTE DALL ALTO Protezioni Collettive ed Individuali D.LGS. 81/08 capo II Ex D.LGS. 626/94 Art. 107 LAVORO IN QUOTA Attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta

Dettagli

PWM 30 A. Disclaimer. Precauzioni di sicurezza

PWM 30 A. Disclaimer. Precauzioni di sicurezza 1 PWM 30 A Disclaimer Quando acquisti questo dispositivo, vieni ritenuto responsabile per eventuali danni che possono verificarsi durante l'installazione o il funzionamento. Il produttore o il venditore

Dettagli

Corso di formazione sulle tecniche di evacuazione rapida dei pazienti non autosufficienti

Corso di formazione sulle tecniche di evacuazione rapida dei pazienti non autosufficienti Corso di formazione sulle tecniche di evacuazione rapida dei pazienti non autosufficienti 2 Modulo: strumenti di ausiliazione per l evacuazione di pazienti non autosufficienti SPP IOG MOD 2 1 BARELLA A

Dettagli

Utilizzare la macchina operatrice soltanto con la trasmissione cardanica originale e idonea per lunghezza, dimensioni, dispositivi e protezioni. Duran

Utilizzare la macchina operatrice soltanto con la trasmissione cardanica originale e idonea per lunghezza, dimensioni, dispositivi e protezioni. Duran Tutte le parti in rotazione devono essere protette. Le protezioni del trattore e della macchina operatrice costituiscono un sistema integrato con la protezione dell albero cardanico. Il corretto impiego

Dettagli

VIVERE IN UN CLIMA IDEALE VALVOLE EQUIPERCENTUALI VALVOLE DI REGOLAZIONE A GLOBO A 3 VIE GUIDA. Installazione

VIVERE IN UN CLIMA IDEALE VALVOLE EQUIPERCENTUALI VALVOLE DI REGOLAZIONE A GLOBO A 3 VIE GUIDA. Installazione VIVERE IN UN CLIMA IDEALE VALVOLE EQUIPERCENTUALI VALVOLE DI REGOLAZIONE A GLOBO A 3 VIE Installazione GUIDA GUIDA VALVOLE EQUIPERCENTUALI VALVOLE DI REGOLAZIONE A GLOBO A 3 VIE pag. 3 4 5 6 7 8 9 INDICE

Dettagli

CESTELLO PORTA PERSONE RAMOTER PER CARRELLI ELEVATORI

CESTELLO PORTA PERSONE RAMOTER PER CARRELLI ELEVATORI CESTELLO PORTA PERSONE RAMOTER PER CARRELLI ELEVATORI CONTENITORE IN RETE PER LA MANUTENZIONE AEREA STRAORDINARIA Siamo distributori e noleggiatori di carrelli elevatori da oltre 40 anni e in questo settore

Dettagli

Certificato di Conformità

Certificato di Conformità SISTEMA DI SICUREZZA - VIE D'ACCESSO VERTICALI PERMANENTI, ZINCATE O INOX Il sistema è stato commercializzato dal 1995. E' l'evoluzione logica del sistema iniziale, più piccolo e leggero. Per contro il

Dettagli