Attività Anno Pastorale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Attività Anno Pastorale 2013-2014"

Transcript

1 Attività Anno Pastorale

2

3 Chi siamo La Caritas è l organismo pastorale voluto dalla Chiesa finalizzato a promuovere la testimonianza della carità all interno della comunità cristiana. La Caritas assume una prevalente funzione pedagogica: il suo aspetto spirituale non si misura con cifre e bilanci, ma con la capacità che essa ha di sensibilizzare la Chiesa locale e i singoli fedeli al senso e al dovere della carità in forme consone ai bisogni e ai tempi (Paolo VI -1972). La Caritas Diocesana ha lo scopo di favorire il cambiamento del modo di pensare e di vivere della comunità cristiana, passando da: - una solidarietà vissuta singolarmente ad una testimonianza comunitaria della carità - da una solidarietà episodica ad uno stile di carità capace di ascoltare e accogliere ogni giorno il grido dei poveri - da una solidarietà pronto soccorso, che cura le ferite della società ad una carità che sa anche riconoscere e sradicare le radici della povertà e dell ingiustizia La Caritas diocesana in collegamento organico con le Caritas parrocchiali individua l indirizzo e il cammino, sostiene nella formazione e nella progettazione, cerca di unificare e far convergere tutte le espressioni della carità presenti nella Diocesi, evitando, con tutte le forze e nel limite del possibile, di divenire essa stessa un gruppo operativo. A sua volta la Caritas parrocchiale anima la singola comunità al senso della carità, aiuta a far entrare nei progetti pastorali la dimensione caritativa, tiene aperta la coscienza ai bisogni e alle realtà più vaste, sia diocesane che mondiali e individua e organizza i vari interventi concreti supportando il volontariato. Duemila anni fa la comunità flegrea accolse S. Paolo, oggi questa terra continua a vivere la sua vocazione di ospitalità offrendo al fratello bisognoso non solo un punto di riferimento dove poter sostare, ma cercando di creare attenzione alla persona, con le sue esigenze di comunicazione e di piena collocazione nella società. La Caritas per tutti i suoi servizi si serve della preziosa opera di volontari. Persone che possono donare un ora del proprio tempo o che collaborino tutti i giorni e per molte ore. 1

4 I compiti della Caritas Promuovere l animazione della Carità verso le persone e le comunità in situazioni di difficoltà, favorendo interventi concreti con carattere promozionale e, possibilmente, preventivo. Curare il coordinamento delle opere caritative ed assistenziali di ispirazione cristiana, promuovere e sostenere le Caritas parrocchiali. In caso di pubbliche calamità, organizzare in collaborazione con la Caritas Italiana e coordinare a livello diocesano interventi di emergenza. Realizzare studi e ricerche dei bisogni presenti nella comunità, per aiutare a scoprirne le cause, per preparare piani d intervento sia curativo che preventivo, stimolare l azione delle istituzioni civili ed un adeguata legislazione. Promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e degli operatori impegnati nei servizi sociali, sia pubblici che privati, e nelle attività di promozione umana. Contribuire allo sviluppo umano e sociale, anche dei paesi del Terzo Mondo, sensibilizzare alla pace, e al Servizio Civile. 2

5 Organigramma Presidente: monsignor Gennaro Pascarella, vescovo di Pozzuoli Direttore: don Fernando Carannante, vicario episcopale alla Carità Collaboratori: don Giuseppe Cipolletta - Carlo Cuomo Coordinatore: Ciro Grassini Ufficio Comunicazione: Ciro Biondi Segreteria: Olga Lengua Accoglienza: Luciano Stasiano Amministrazione: Maria Ricciardi Area Promozione Caritas Laboratorio promozione Caritas Parrocchiali e Centro di Ascolto: (Pozzuoli 1) Anita Ricciardo, Vincenzo Incoronato; (Pozzuoli 2 e Bacoli - Monte di Procida) Giuseppe Scognamiglio, Maria Rosaria Schiano; (Pianura e Quarto) Giuseppe Romano, Maria Rosaria Gabola; (Soccavo) Annamaria Salzano e Pasquale Di Pierno; (Fuorigrotta) Mario Frongillo e Margherita Lettieri, Salvatore Massa e Tina Costagliola. Osservatorio Povertà e Risorse: Carlo Lettieri Area Promozione Umana Centro San Marco e Casa Famiglia Donna Nuova: Maria Ricciardi Poliambulatorio Medico San Giuseppe Moscati : diacono Pasquale Grottola Servizio Civile: diacono Gabriele Aliberti Sportello H: Salvatore Iodice Sportello Eccomi - Orientamento e formazione al volontariato: Emilia Romano Progetto Policoro: Giuseppe Familiari Prestito della Speranza: accolito Antonio Testa Sportello Antiusura: Domenica Centola Area Promozione Mondialità Coordinatore: don Giuseppe Cipolletta Progetto adozioni a distanza Gerico : Denisia De Crescenzo via Fasano, , Pozzuoli (Na) dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 13,00 e dalle 15,30 alle 20,00 Telefono: Fax:

6 Centro di Ascolto Diocesano Il compito principale che svolge il Centro di Ascolto diocesano, è quello di capire - insieme ai centri di ascolto parrocchiali - i bisogni, i disagi e le difficoltà che hanno le famiglie o le singole persone in un territorio parrocchiale; quindi studiare con accurato discernimento le situazioni di disagio, per poi intervenire insieme ai centri di ascolto parrocchiali con azioni mirate o microprogetti al fine di risolvere le situazioni di indigenza. Il CdA diocesano ha quindi il compito primario di orientare e accompagnare i CdA parrocchiali nelle risoluzioni più idonee dei disagi che affliggono le persone e/o famiglie che ad essi si rivolgono, per restituire loro la dignità di persona. Sono gli operatori dei CdA parrocchiali ad interfacciarsi con il CdA diocesano, raccontare le problematiche del territorio o delle loro famiglie o delle singole persone, abbozzare anche dei progetti o azioni finalizzate alla risoluzione di esse, discuterle con gli operatori del CdA referenti delle proprie foranie e insieme trovare le soluzioni migliori e più idonee. Referenti Foranie Pozzuoli 1 e Bagnoli Vincenzo Incoronato e Anita Ricciardo Referenti Foranie Pozzuoli 2 e Bacoli - Monte di Procida Giuseppe Scognamiglio e Rosaria Schiano Referenti Foranie Pianura e Quarto Giuseppe Romano e Rosaria Gabola Referenti Forania di Soccavo Annamaria Salzano e Pasquale Di Pierno Referenti Forania di Fuorigrotta Margherita Lettieri e Mario Frongillo, Tina Costagliola e Salvatore Massa Sede: via Fasano, Pozzuoli (Na) Telefono:

7 Laboratorio del Centro di Ascolto Il laboratorio diocesano si occupa della promozione, formazione e accompagnamento delle Caritas parrocchiali. Il laboratorio è una delle priorità della Caritas Diocesana e viene considerato come strumento necessario per il coordinamento delle Caritas parrocchiali, anche nella formazione dei singoli volontari. Tra le finalità del laboratorio: - accompagnamento formativo delle Caritas parrocchiali - prossimità con le Caritas parrocchiali per favorire la loro crescita e sviluppo - crescita dei rapporti di rete con le Caritas parrocchiali - realizzazione di incontri di spiritualità con gli operatori della Carità diocesane e parrocchiali - sensibilizzazione dei parroci nell animazione alla testimonianza comunitaria della carità. Sede: via Fasano, Pozzuoli (Na) Telefono:

8 Osservatorio Povertà e Risorse L Osservatorio delle Povertà e delle Risorse, avviato nel giugno 1995, ha una funzione pastorale. Destinatari del lavoro dell'opr sono la comunità cristiana, le istituzioni civili, l opinione pubblica. L oggetto specifico di lavoro è la conoscenza competente, sistematica e aggiornata principalmente: - delle condizioni delle persone fragili, delle cause e delle dinamiche dei loro problemi; - delle risorse disponibili per l accoglienza delle loro fragilità (rilevando i servizi socio assistenziali, dal pubblico, dalle parrocchie, dal Terzo settore e dal privato sociale). L'Opr vede nelle parrocchie un interlocutore privilegiato: - da valorizzare: per la ricchezza e l unicità del punto di vista che potenzialmente possono avere rispetto al proprio territorio ed alle povertà che lo stesso può espri mere ed al contempo arginare - da coinvolgere: perché le stesse Caritas delle parrocchie assumano consapevo lezza di questo loro ruolo privilegiato e, crescano nella "abilità" di leggere il proprio territorio, ma soprattutto nella capacità di comunicare con la comunità cristiana e nella responsabilità di coinvolgerla. Il lavoro dell'opr è connesso con quello del Centro di ascolto diocesano e del Laboratorio per la promozione Caritas ed è in sintonia con i presidenti ed i coordinatori delle Caritas parrocchiali, punta a: - promuovere nelle parrocchie la capacità e l'importanza dell'osservazione del territorio; - incoraggia la conoscenza e l'uso di modalità di raccolta delle informazioni; - propone alle parrocchie modalità sostenibili di comunicazione dei dati emersi; - stimola il coinvolgimento delle comunità e la costruzione di una rete tra i vari attori sociali impegnati nel territorio; - sollecita la comunità parrocchiale a riconsiderare le proprie priorità pastorali, a par tire dalla lettura e dalla comprensione delle situazioni dei "poveri". direttore Carlo Lettieri referente Sportello d Informazione Sociale e Biblioteca Don Tonino Bello: Stefania Simeoli referente Settore Ricerca e Studi: Simona Lionetto affiancamento Settore Comunicazione: Ciro Biondi Ufficio progettazione Sociale: Raffaella Simeoli Sede: via Fasano, Pozzuoli (Na) Telefax: (lunedì e mercoledì ore 16-19; martedì e venerdì ore 10-13) 6

9 Il Centro San Marco Il Centro San Marco, opera segno della diocesi di Pozzuoli, ospita al suo interno diverse realtà tra cui la Casa Famiglia Donna Nuova e l Ambulatorio polispecialistico San Giuseppe Moscati. Accanto a queste, numerose e diversificate sono le attività che vi si svolgono. Il Centro San Marco si offre come centro di spiritualità per tutte le realtà, le associazioni, i gruppi e le parrocchie che abbiano la necessità di organizzare momenti di riflessione e preghiera in un contesto, che pur essendo al centro della città, riesce a garantire la pace e la tranquillità necessarie al raccoglimento. L Auditorium è una sala riunioni, con accesso da via Sacchini 33, per lo svolgimento di convegni, concerti, mostre e manifestazioni culturali. La sala è dotata di computer, proiettore e schermo. L uso è concesso a gruppi, associazioni, enti, società o privati che ne facciano richiesta scritta e motivata (comprensiva di date e orari) da presentare alla responsabile a mezzo fax ( ). Responsabile: Maria Ricciardi Sede: Via Roma, Pozzuoli (Na) La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30 Telefono: Fax:

10 Le attività del Centro San Marco Bottega della Solidarietà La Bottega offre sostegno e accompagnamento a chi si trova a vivere un periodo di particolare difficoltà economica attraverso la distribuzione di generi alimentari, abbigliamento e altri generi di prima e seconda necessità. L attività della Bottega, condotta in collaborazione con il Centro di Ascolto Diocesano, passa attraverso le Caritas Parrocchiali ed intende essere per queste ultime un aiuto per fronteggiare il periodo di crisi che stiamo vivendo Settore carcere. All interno di questo settore di attività del Centro San Marco operano diverse realtà che danno vita ad iniziative a sostegno dei detenuti e delle detenute e delle loro famiglie. Dentro le mura del carcere: il cappellano volontario don Fernando Carannante offre ascolto sostegno e accompagnamento soprattutto a quelle donne che non hanno la vicinanza della famiglia; un gruppo di suore missionarie si occupa in maniera specifica della pastorale offrendo formazione spirituale e accompagnamento anche a quelle detenute che manifestano il desiderio di ricevere i sacramenti; gruppi parrocchiali provenienti dalle parrocchie Santa Maria Annunziata, San Gennaro, San Luca, Santa Maria della Consolazione. Un gruppo di volontari del gruppo Rinnovamento nello Spirito ed un gruppo di volontari del Movimento dei Focolari si occupano dell animazione delle liturgie. La Boutique rosa, uno spazio riservato alle detenute che non godono di alcun tipo di sostegno economico da parte della famiglia e all interno del quale possono ricevere tutto ciò di cui hanno bisogno: indumenti, necessario per l igiene, piccola profumeria. 8

11 Eccomi, sportello di formazione e orientamento al volontariato, è uno strumento all interno del Centro San Marco per agevolare l inserimento di nuovi volontari presso le associazioni, le parrocchie e i gruppi che operano sul territorio della diocesi e per accompagnare chi ha già compiuto questa scelta di servizio. Tra le sue attività offre: - promozione e diffusione della cultura del volontariato - colloquio personalizzato di orientamento che mira ad individuare l organizzazione adatta alle esigenze dell aspirante volontario - informazioni sulle realtà già operanti - corsi di formazione sulle tematiche del volontariato e della giustizia. Responsabile: Emilia Romano Sede: Via Roma, Pozzuoli Sportello Eccomi Apertura al pubblico: giovedì dalle 9:00 alle 12:30 Telefono: Fax:

12 Casa Famiglia Donna Nuova L ambito della pastorale carceraria è da sempre luogo privilegiato di attenzione e di intervento da parte della Caritas Diocesana. La presenza sul territorio di due realtà carcerarie, la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli e l Istituto di pena minorile di Nisida, è stata da sprone e da stimolo per elaborare risposte ai bisogni dei detenuti e delle loro famiglie, al fine di tradurre in opere l indicazione evangelica di visitare i carcerati. Nella Casa Famiglia, al quarto anno di attività, sono state garantite 37 disponibilità ed accolte 22 donne. La Casa ospita donne sottoposte a regime di detenzione alternativo alla reclusione in istituto e consente loro di vivere il particolare e difficile momento che si trovano a dover affrontare in un ambiente sereno ed accogliente. Il contesto domestico e la gestione familiare della casa consentono alle ospiti di mantenere saldi i legami con la normalità e la quotidianità dell esistenza e di non vivere l esperienza di spersonalizzazione e disumanizzazione che accompagna la vita in carcere. Nella casa famiglia ciascuna donna assume una serie di impegni da portare avanti responsabilmente. Il clima affettivo e relazionale costituisce il contesto ideale per la realizzazione di interventi pedagogici con le singole ospiti. Con la stessa intenzionalità pedagogica, sono stati attivati ogni anno, grazie alla preziosa collaborazione di un gruppo di volontarie, una serie di laboratori tra cui cucito, decoupage e bigiotteria. Questi laboratori hanno dato vita ad una vera e propria officina di produzione di piccolo artigianato: Officina Donna Nuova. Responsabile: Maria Ricciardi Sede: Via Roma, Pozzuoli (Na) La Casa famiglia Donna Nuova è funzionante 24 ore su 24, 365 giorni l anno. La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.30 alle Telefono: fax

13 Ambulatorio S. Giuseppe Moscati e Studio Odontoiatrico Manlio Fanuzzi La Diocesi di Pozzuoli attraverso il poliambulatorio San Giuseppe Moscati e lo studio odontoiatrico Manlio Fanuzzi della Caritas Diocesana, esprime un segno concreto di attenzione nei confronti di chi ha bisogno. L ambulatorio si trova nel Centro Polifunzionale San Marco di Pozzuoli. Il servizio sanitario offerto è strategicamente un punto fondamentale per promuovere una prima risposta sanitaria (con esclusione delle urgenze gestite dai pronto soccorso). L ambulatorio della Caritas non è solo un punto di riferimento per gli stranieri, i senza fissa dimora, gli anziani indigenti, ma anche un luogo di formazione di volontari che coniugano professionalità ed attenzione, assistenza e sensibilità ad ogni diversità. Il servizio preventivo, diagnostico-terapeutico e d indirizzo sanitario per le patologie più complesse registra attualmente una crescita dell utenza dovuta alla crisi economia. Per tale esigenza, l Ambulatorio ha provveduto a potenziare di un ulteriore riunito odontoiatrico il servizio, nonostante resti ancora molto da fare. Lo studio odontoiatrico offre servizi di protesi dentaria e attività collegate: conservativa, ortodonzia, implantologia, paradontologia, protesi fissa e mobile, endodonzia, chirurgia orale. Responsabile: diacono Pasquale Grottola, medico specializzato in medicina del lavoro Sede: via Roma, Pozzuoli (Na) L Ambulatorio è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,30 Telefax:

14 Il Servizio Civile Nazionale si svolge su base esclusivamente volontaria. È un modo di difendere la Patria, il cui dovere è sancito dall articolo 52 della Costituzione; una difesa che non deve essere riferita al territorio dello Stato e alla tutela dei suoi confini esterni, quanto alla condivisione di valori comuni e fondanti l ordinamento democratico. Possono partecipare i giovani dai 18 ai 28 anni che vogliono dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale. Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, un importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Tra gli enti accreditati dal Governo c è anche la Caritas Diocesana di Pozzuoli. L Ufficio Servizio Civile della Caritas di Pozzuoli si occupa di: - Progettazione - Selezione dei volontari - Formazione - Coordinamento - Monitoraggio Responsabile: diacono Gabriele Aliberti Sede: via Nicola Fasano, Pozzuoli (Na) c/o Caritas Diocesana di Pozzuoli L Ufficio è aperto il lunedì e il mercoledì dalle 9,30 alle 13,00 Telefono: fax: Servizio Civile 12

15 Lo sportello di segretariato sociale intende migliorare la qualità della vita, attraverso la semplificazione di iter procedurali e la diffusione di leggi e norme, rendendo il cittadino più consapevole. Ha lo scopo di fornire ascolto, informazioni ed orientamento in merito ai diritti, alle prestazioni ed alle modalità di accesso ai servizi, favorendo l incontro tra cittadino ed enti ed organizzazioni di settore. Servizio di riparazione e prestito ausili ortopedici: ha lo scopo di fornire ausili ortopedici a chi ne ha bisogno e non può acquistarli, a chi non rientra nelle concessioni che l Asl di competenza oppure non può attendere i tempi burocratici. Il Servizio si occupa anche di riparare gli ausili ortopedici dismessi così da consentire un riciclo sul territorio Servizio di concessione di materiale sanitario monouso: ha lo scopo di ridistribuire quel materiale sanitario monouso confezionato ed igienico. Ad esempio si forniscono gratuitamente: pannoloni, traverse, strisce assorbenti, ecc. Responsabile: Salvatore Iodice (Coordinatore e referente), Gioacchino Trabasso (referente) Sede Operativa principale: c/o associazione Pro Handicap Onlus, via Miseno, 8 (int. Villa Comunale) Bacoli (Na) Si riceve per appuntamento presso la Caritas Diocesana o presso le Caritas parrocchiali Telefono: Sportello H 13

16 Progetto Policoro Il Progetto Policoro rappresenta un azione organica e di rete, che la Chiesa Italiana ha intrapreso dal 1995, per educare ad una nuova cultura del lavoro e stimolare risposte concrete al problema del lavoro nei giovani ed in particolare nei giovani del sud Italia. Le finalità: offrire alla Comunità Diocesana strumenti e opportunità per affrontare il problema della disoccupazione giovanile in una prospettiva di evangelizzazione e di promozione umana; stimolare le diverse pastorali e aggregazioni laicali della diocesi a lavorare in rete in un ottica di sinergia e di collaborazione reciproca; aiutare le Chiese locali ad interagire tra di loro con spirito di solidarietà e di reciprocità. Linee di intervento. Evangelizzazione: diffondere una particolare attenzione pastorale verso i giovani in cerca di lavoro o con esperienze negative di lavoro. Si testimonia la volontà della Chiesa diocesana di stare nella storia con Amore accompagnando i giovani in questo difficile percorso e aiutandoli a crescere nella vita, ricchi di Fede e di Speranza. Formazione: si cerca di diffondere una nuova mentalità verso il lavoro, di ricerca attiva del lavoro, di consapevolezza dei propri talenti e delle ricchezze e risorse del territorio e della comunità. Accompagnamento alla Creazione di Gesti Concreti: la comunità diocesana si impegna ad offrire momenti formativi e a sostenere l avvio di nuove attività produttive da parte dei giovani. Direttori: don Fernando Carannante (vicario episcopale alla Carità), don Mario Russo (direttore Ufficio della Pastorale Giovanile), diacono Alberto Iannone (direttore Ufficio per la pastorale del lavoro e delle questioni sociali). Tutor: diacono Alberto Iannone, Animatore di Comunità: Giuseppe Familiari Sede: Via Campi Flegrei, Pozzuoli (Na) Telefono: (Si riceve per appuntamento) 14

17 Il Prestito della Speranza, promosso dalla Conferenza Episcopale Italiana, è un fondo di garanzia per le famiglie. L accesso al credito è possibile per quelle famiglie che, all atto della presentazione della domanda, versano in condizioni di vulnerabilità economica e sociale. Sono ammissibili alla garanzia del Fondo due tipologie diverse di prestito: 1) Il credito sociale alle famiglie, di importo non superiore a 6 mila euro. 2) Il prestito all attivazione di attività artigianale o imprenditoriale a singoli o a società di persone o cooperative per un valore massimo di euro (microcredito al l impresa). Il tasso annuo effettivo globale (Taeg) applicato ai finanziamenti credito sociale non potrà essere superiore al 4,00%; il tasso del microcredito all impresa sarà equivalente al Taeg medio della categoria pubblicato da Bankitalia scontato del min. 30% Il piano di rimborso, per ciascun finanziamento deliberato, decorrerà trascorsi 12 mesi dalla delibera e con durata non superiore ai 5 anni. Il Fondo risponde per il 75% del singolo finanziamento sui crediti sociali, e al 50% sui microcrediti all impresa. L ufficio diocesano verifica la presenza del requisito soggettivo e procede ad una valutazione-approvazione del merito personale e sociale del richiedente, e trasferisce alla banca quelle ritenute idonee tramite l applicativo informatico messo a disposizione dal gestore. La Banca riceve la richiesta di finanziamento accompagnata dalla valutazione dell Ufficio diocesano e non deve sindacare la sussistenza del requisito soggettivo essendo il relativo accertamento riservato in via esclusiva all Ufficio pastorale proponente, ma a sua volta verifica il merito creditizio e di solvibilità del richiedente; entro 15 giorni lavorativi dalla presentazione della domanda alla banca, se ritenuta idonea, invia al gestore la richiesta dell attivazione della garanzia del Fondo. Responsabile per la Diocesi di Pozzuoli: accolito Antonio Testa Prestito della Speranza 15

18 Sportello di prevenzione dell usura Lo sportello di prevenzione e di aiuto alle vittime di usura è una struttura di servizio che offre informazioni, solidarietà, assistenza e consulenza. Nello specifico: consulenza penalistica e civilistica per problematiche attinenti all usura e all indebitamento; gestione dei problemi bancari (controversie e transazioni); consulenza aziendale per il risanamento di situazioni debitorie. Accompagnamento alla denuncia quando questo è possibile e utile allo scopo di liberare le vittime di usura. Responsabile: Domenica Centola Sedi: Via Fasano, Pozzuoli e in Via Trencia, 62 Quartiere Pianura, Napoli Telefono: fax (si riceve per appuntamento) 16

19 Area Promozione Mondialità La Caritas, oltre ad occuparsi di chi vive nel territorio diocesano, si occupa anche del mondo, con i suoi abitanti, le Istituzioni, i servizi, le diverse realtà sociali. Per mondialità si intende quindi la capacità di aprirsi al mondo, di sentirsi parte di un mosaico di popoli ognuno con le sue caratteristiche e con il proprio patrimonio culturale e spirituale. All ambito Promozione mondialità sono quindi riconducibili tutte le azioni volte a stimolare: - interventi nelle emergenze - interventi di cooperazione internazionale e sviluppo - cammini di accompagnamento delle Chiese locali - azioni di difesa e tutela dei diritti dei popoli più poveri - iniziative educative alla mondialità, all interculturalità alla pace e riconciliazione - promozione del volontariato all estero - rete dei gruppi, associazioni, organizzazioni non governative, impegnate sul fronte della mondialità (partecipazioni a campagne, eventi, e iniziative di sensibilizzazione) Coordinatore: don Giuseppe Cipolletta Progetto Gerico Il Progetto Gerico è un ufficio di adozioni a distanza di minori, orfani e non, ospitati dall Istituto Santa Maria di Gerico in Palestina, affidato e gestito dalle Sorelle Francescane. Responsabile: Denisia De Crescenzo Sede: via Nicola Fasano, Pozzuoli (Na) c/o Caritas Diocesana di Pozzuoli L Ufficio è aperto il lunedì e il venerdì dalle 9,30 alle 13,30 Telefono: fax:

20 Opuscolo a cura dell Ufficio Comunicazione della Caritas Diocesana di Pozzuoli

21 Indice Chi siamo pag. 1 I compiti della Caritas pag. 2 Organigramma pag. 3 Centro di Ascolto Diocesano pag. 4 Laboratorio del CdA Diocesano pag. 5 Osservatorio delle Povertà e delle Risorse pag. 6 Centro San Marco pag. 7 Sportello Eccomi pag. 9 Casa Famiglia Donna Nuova pag. 10 Ambulatorio Polispecialistico pag. 11 Servizio Civile pag. 12 Sportello H pag. 13 Progetto Policoro pag. 14 Prestito della Speranza pag. 15 Sportello di prevenzione all usura pag. 16 Mondialità pag

22 Collega al sito per conoscere uffici e a vità, avere no zie e conta guardare foto e video della Caritas Diocesana di Pozzuoli per iscriverti alla newsletter periodica con le più importanti informazioni della Caritas manda un a Siamo su Facebook Caritas Diocesana di Pozzuoli

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS

L ORGANISMO PASTORALE CARITAS L ORGANISMO PASTORALE CARITAS Roma, novembre 2006 INDICE 1. Natura 2. Compiti 3. Destinatari 4. Progettualità 5. Ambiti di azione 1. NATURA della Caritas diocesana Roma, novembre 2006 UNA CARTA DI RIFERIMENTO

Dettagli

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009

Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 Laboratorio Nazionale Giovani e Cultura: l immigrazione Roma, 17 19 aprile 2009 I lavori svolti in questo laboratorio hanno messo in luce tre aspetti che definiremmo di carattere generale: In primo luogo

Dettagli

Progetto di Credito Solidale

Progetto di Credito Solidale Progetto di Credito Solidale Fondo Fiducia e Solidarietà Prestiti a persone e famiglie in difficoltà economica temporanea e straordinaria Promosso da Caritas diocesana di Andria Ufficio diocesano per la

Dettagli

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE

PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE PROGETTO: SPORTELLO DONNA CENTRO DI ORIENTAMENTO FORMAZIONE ED INTEGRAZIONE SOCIALE PER DONNE IMMIGRATE SOGGETTI PROPONENTI IL PROGETTO 1) Denominazione Cooperativa Servizi & Formazione Indirizzo Viale

Dettagli

CENTRO LA TENDA - Napoli

CENTRO LA TENDA - Napoli OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DISAGIO E LA SOLIDARIETÀ NELLE STAZIONI ITALIANE CENTRO LA TENDA - Napoli STAZIONE DI NAPOLI CENTRALE SCHEDA DI PRESENTAZIONE DEL CENTRO E DEL PROGETTO HELP CENTER Referente

Dettagli

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario Fondo Famiglia L intenzione progettuale Il Fondo Famiglia è un progetto socio-pastorale della Diocesi di Roma affidato per la gestione, l amministrazione ed il coordinamento operativo alla Caritas diocesana

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30

Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30 Progetto Diocesano TALITA KUM CARITAS DIOCESANA CALTAGIRONE CALTAGIRONE 4 OTTOBRE 2013 SEMINARIO ESTIVO H. 18,30 Da dove siamo partiti La Diocesi e la Caritas hanno cercato sempre più di configurarsi come

Dettagli

Centro di Ascolto. "St'Oria Nuova" - 12/12/13- Maria Rosaria GALLO

Centro di Ascolto. St'Oria Nuova - 12/12/13- Maria Rosaria GALLO Centro di Ascolto? 1 IL CENTRO DI ASCOLTO fa dell'ascolto il suo MODO PROPRIO di SERVIZIO Ascoltare non è udire (atto puramente fisico e involontario) L ascolto implica la volontà, l atteggiamento di accoglienza,

Dettagli

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S.

CARTA D IDENTITA V.I.D.E.S. Volontariato Internazionale Donna Educazione Sviluppo Volontariat International Femme Education Développement International Volunteerism Organization for Women, Education, Development ONG con Statuto Consultivo

Dettagli

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani, Nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani La Presidenza della CEI, nella riunione del 13 giugno 2012, ha approvato il nuovo Schema di regolamento per i Centri Missionari Diocesani,

Dettagli

STATUTO AZIONE CATTOLICA

STATUTO AZIONE CATTOLICA STATUTO AZIONE CATTOLICA 1. L Azione Cattolica Italiana è una Associazione di laici che si impegnano liberamente, in forma comunitaria ed organica ed in diretta collaborazione con la Gerarchia, per la

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE. Obiettivi del progetto

Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE. Obiettivi del progetto Ente: CARITAS DIOCESANA DI CARPI Titolo del Progetto 1 : PERCORSI D'INCLUSIONE Obiettivi del Produrre un miglioramento nella condizione di vita delle famiglie in situazione di difficoltà che abitano il

Dettagli

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti

Centri di ascolto luogo privilegiato in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito Funzioni e compiti Il Centro di ascolto della Caritas diocesana è il luogo privilegiato (perché consegnato dalla tradizione e confermato dall esperienza) in cui si intessono relazioni con i poveri, maestri e pulpito del

Dettagli

Caritas diocesana di Forlì Bertinoro. III Tappa Equipe Caritas diocesane. 14-16 Aprile 2008. Presentazione Caritas

Caritas diocesana di Forlì Bertinoro. III Tappa Equipe Caritas diocesane. 14-16 Aprile 2008. Presentazione Caritas Caritas diocesana di Forlì Bertinoro III Tappa Equipe Caritas diocesane 14-16 Aprile 2008 Presentazione Caritas 1. brevi cenni storici - il Sinodo diocesano - la Casa Buon Pastore 2. Organizzazione ed

Dettagli

Il laboratorio Caritas parrocchiali. A cura della Caritas Porto Santa Rufina

Il laboratorio Caritas parrocchiali. A cura della Caritas Porto Santa Rufina Il laboratorio Caritas parrocchiali A cura della Caritas Porto Santa Rufina 55 parrocchie distribuite su 6 comuni 5 municipi di Roma, 3 frazioni popolazione 385.000 al 2008 da Santa Marinella a Fiumicino

Dettagli

CAMMINI di PROSSIMITA. Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna

CAMMINI di PROSSIMITA. Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna CAMMINI di PROSSIMITA Uno sguardo all esperienza delle Caritas Parrocchiali di Bologna Le motivazioni «Sapete ciò che vi ho fatto?» Gv 13, 12 Radici profonde Il servizio alla carità è intrinsecamente legato

Dettagli

La povertà letta dalla Caritas a Livorno

La povertà letta dalla Caritas a Livorno La povertà letta dalla Caritas a Livorno I semestre 2015 Dati raccolti dalla rete di Centri di Ascolto Caritas A cura di Osservatorio Diocesano delle Povertà e delle Risorse POVERTA' ALIMENTARE Area/centro

Dettagli

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto

CREDITO AL FUTURO. Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona. Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto CREDITO AL FUTURO Osservare, ascoltare e animare per un credito a misura di persona 1 Incontri formativi per operatori dei Centri di Ascolto Andria, 26 e 27 Aprile, 3 Maggio 2012 Clara Marrone clara.marrone@gmail.com

Dettagli

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti

STATUTO Art. 1 Natura Art. 2 Personalità giuridica Art. 3 Compiti STATUTO Art. 1 Natura La Caritas diocesana di Locri-Gerace è l organismo pastorale istituito dal Vescovo al fine dì promuovere latestimonianza della carità della comunità diocesana e delle comunità parrocchiali,

Dettagli

VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO

VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO SEMINARIO PROGETTAZIONE SOCIO - PASTORALE 16-17 giugno 2011 c/o Domus Pacis Torre Rossa Park Hotel VALORIZZAZIONE DEL VOLONTARIATO 1. Presentazione della diocesi 2. Quali progetti e perché?? 3. Quale il

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura

TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura TITOLO DEL PROGETTO: Una Casa e un Sorriso sono già cura SETTORE e Area di intervento: Assistenza Minori ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO: Contribuire a migliorare le condizioni

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA

COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA COMUNITA PASTORALE Beati Giovanni Mazzucconi e Luigi Monza San Giovanni - Rancio - Laorca FONDO SOLIDALE DELLA COMUNITA R E G O L A M E N T O Premessa Facendo proprie le considerazioni dell arcivescovo

Dettagli

IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1

IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1 IL PROGETTO CARCERE RESPONSABILE GIOVANNI VINCI 1 Attività in sede Si effettuano colloqui di orientamento per persone che si trovano in arresti domiciliari o sottoposte ad altre misure alternative alla

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale

Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale Anno 2006/2007 Linee guida per la Commissione Missionaria Parrocchiale 1 di 5 Premessa Queste linee guida presentano l identità della Commissione Missionaria Parrocchiale e le attività che è chiamata a

Dettagli

Comunità Familiare per Minori La Goccia. Progetto Generale di Comunità

Comunità Familiare per Minori La Goccia. Progetto Generale di Comunità Comunità Familiare per Minori La Goccia Progetto Generale di Comunità Premessa: il valore della famiglia La Comunità familiare per Minori La Goccia nasce nella consapevolezza che la famiglia rappresenta

Dettagli

DICHIARAZIONE DI IDENTITÀ E MISSIONE

DICHIARAZIONE DI IDENTITÀ E MISSIONE I NOSTRI RIFERIMENTI Associazione Antidroga Picena C.so Mazzini, 248 - Ascoli Piceno aap2010@libero.it 0736/258855 DICHIARAZIONE DI IDENTITÀ E MISSIONE Condividere strategie per rendere efficaci gli incontri

Dettagli

Scheda per il Laboratorio sull educazione

Scheda per il Laboratorio sull educazione ARCIDIOCESI AMALFI CAVA DE TIRRENI EDUCARE alla solidarietà e alla condivisione XIV Convegno Diocesano * Cava S. Francesco, 22-23 Ottobre 2010 Scheda per il Laboratorio sull educazione 1. Dopo la riflessione

Dettagli

IL CENTRO PARLA CON NOI

IL CENTRO PARLA CON NOI Pesaro, in via Diaz n. 10 Tel 0721 639014 1522 parlaconnoi@provincia.ps.it CARTA DEI SERVIZI del Centro Antiviolenza provinciale Parla Con Noi La Carta è lo strumento che permette ai cittadini il controllo

Dettagli

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 INDICE CHI SIAMO E COSA FACCIAMO 3 CONTESTO E SITUAZIONE PROBLEMATICA 5 IL NOSTRO PROGETTO 5 2 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Siamo una rete di organizzazioni per l

Dettagli

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità;

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA l Amministrazione Provinciale di Vercelli,

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016. Ufficio Immigrazione Caritas Italiana RIFUGIATO A CASA MIA 2015/2016 Ufficio Immigrazione Caritas Italiana Promotore Caritas Italiana Soggetti coinvolti Caritas italiana promuove il progetto nazionale coordinando il monitoraggio delle attività

Dettagli

PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana. Alcuni suggerimenti

PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana. Alcuni suggerimenti PROGRAMMARE l attività della Caritas diocesana Alcuni suggerimenti Percorso Equipe Caritas diocesana IV tappa 2007/2008 INDICE COSA SIGNIFICA COME CON CHI CHE COSA CON CHE TEMPI PERCHE CONCLUSIONI 2 E

Dettagli

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI

UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI UFFICIO FAMIGLIA CONSULTA NAZIONALE DI PASTORALE FAMILIARE CEI Roma, 13-14 settembre 2008 Nei giorni 13-14 settembre 2008 si è svolta, presso l Hotel CASCINA PALACE, in Via Attilio Benigni, 7 - Roma, la

Dettagli

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE

TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE TECNICA 1 PATTO FORMATIVO RACCOLTA DELLE ASPETTATIVE Tempo di lavoro previsto: 60 minuti Partecipanti: 6 8 divisi in isole, ossia gruppetti spontanei creati sul momento Materiale: carta e penna (presente

Dettagli

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018

Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Tavoli TemaTiCi 2015 Programma di sviluppo della partecipazione comunitaria alla definizione del PlUS 2016/2018 Comunità solidale, welfare di tutti: costruiamo insieme il piano dei servizi alla persona

Dettagli

I Venerdì dell Avvocatura. La Comunità Pastorale

I Venerdì dell Avvocatura. La Comunità Pastorale Arcidiocesi di Milano Curia Arcivescovile Avvocatura I Venerdì dell Avvocatura La Comunità Pastorale 3 incontro - 13 dicembre 2013 Le Fonti principali 1) Preti missionari per una rinnovata pastorale d

Dettagli

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio

Roma, gennaio 2011. EcclesiaStudio La Chiesa ha bisogno di santi, lo sappiamo, ma essa ha bisogno anche di artisti bravi e capaci; gli uni e gli altri, santi e artisti, sono testimoni dello spirito vivente in Cristo. PAOLO VI Lettera ai

Dettagli

Presentazione del progetto Non solo accoglienza per il reinserimento di cittadini detenuti ed ex detenuti a Busto Arsizio e Varese

Presentazione del progetto Non solo accoglienza per il reinserimento di cittadini detenuti ed ex detenuti a Busto Arsizio e Varese Presentazione del progetto Non solo accoglienza per il reinserimento di cittadini detenuti ed ex detenuti a Busto Arsizio e Varese Non solo accoglienza, ma accompagnamento in percorsi di inclusione sociale

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

Centro per la Famiglia

Centro per la Famiglia Il Piano Locale Unitario dei Servizi alla Persona PLUS 21, in esecuzione del Contratto di Servizio sottoscritto con le Cooperative Koinos e Anteros in ATS, promuove e gestisce il Centro per la Famiglia

Dettagli

PROPOSTA FORMATIVA ANNO PASTORALE 2016/2017

PROPOSTA FORMATIVA ANNO PASTORALE 2016/2017 PROPOSTA FORMATIVA ANNO PASTORALE 2016/2017 Per informazioni ed iscrizioni: Coordinamento Gruppi e Centri d'ascolto Caritas Diocesana Veronese Area Progetti e Coordinamenti L.ge Matteotti, 8 37126 Verona

Dettagli

Una nuova IMPRONTA da realizzare

Una nuova IMPRONTA da realizzare Sintesi del progetto di finanziato dalla Regione Lombardia da realizzarsi in 2 mesi (5 ottobre 2009 4 ottobre 200) Scadenza presentazione domande: 27 luglio 2009 L IMPRONTA Associazione Onlus Ente accreditato

Dettagli

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA CARTA del VOLONTARIO Le poche note che caratterizzano la Carta del volontario vogliono essere solamente un aiuto a vivere serenamente e con responsabilità il servizio che ognuno di noi liberamente sceglie

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA

ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA ASSOCIAZIONE ONLUS CERCHI D ONDA PROGETTO FAMIGLIE SOLIDALI 2012 S ommario Premessa 1. Il contesto 2. Finalità 3. Obiettivi specifici 4. Attività 5. Destinatari 6. Durata del progetto 7. Cronogramma 8.

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana L impegno per le famiglie adottive in Toscana. Lavorare insieme per favorire l inserimento e l accoglienza a scuola Firenze 23 gennaio 2014 Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: ENTE CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza.

Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. LEGGE REGIONALE 7 agosto 2007, n. 8 Norme per l istituzione di centri antiviolenza e case di accoglienza per le donne vittime di violenza. Fonte: BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE SARDEGNA N. 26 dell

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007

TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 REGIONE LIGURIA TESTO DI LEGGE APPROVATO DAL CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA REGIONALE DELLA LIGURIA NELLA SEDUTA DEL 6 MARZO 2007 INTERVENTI DI PREVENZIONE DELLA VIOLENZA DI GENERE E MISURE

Dettagli

Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015

Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015 Area Servizi al lavoro Carta dei Servizi Padova, Aprile 2015 PRESENTAZIONE Gruppo R è una cooperativa sociale di tipo A, costituita ai sensi della legge 381/91. Come tale è quindi un soggetto in continua

Dettagli

Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014

Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014 Star bene a scuola. L adozione come risorsa Poppi, 31 ottobre 2014 Adozioni nazionali e internazionali in Toscana: il quadro complessivo e i percorsi in atto per favorire l'inserimento scolastico dei bambini

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10

SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 17 All. A/10 Intervento Premessa Intervento integrativo in ambito penale di Giustizia Riparativa.

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque

ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio. Iniziativa NATALE INSIEME All interno del progetto Mamma, sempre e ovunque Unità d offerta accreditata dal Comune di Milano Assessorato Politiche Sociali e Cultura della Salute ASSOCIAZIONE C.I.A.O. un ponte tra carcere, famiglia e territorio Iniziativa NATALE INSIEME All interno

Dettagli

La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA

La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA La Santa Sede PAPA FRANCESCO STATUTO DEL DICASTERO PER I LAICI, LA FAMIGLIA E LA VITA Art 1 Il Dicastero è competente in quelle materie che sono di pertinenza della Sede Apostolica per la promozione della

Dettagli

Comunità della Paganella

Comunità della Paganella COMUNITÀ della PAGANELLA PROGETTO Sportello Donna Comunità della Paganella Gennaio 2013 PREMESSE Nel 2011 la Comunità della Paganella ha elaborato il progetto intitolato La conoscenza delle donne, nell

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti

LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti LA CARITAS PARROCCHIALE: ORGANISMO PASTORALE DELLA COMUNITÀ ECCLESIALE Identità, collocazione, compiti Giuseppe DARDES in occasione del seminario di formazione per parroci - Pianezza, 24 febbraio 2003.

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) SETTORE e Area di Intervento: Codifica: A12 Settore: ASSISTENZA

Dettagli

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO C A R TA D E I VA L O R I 2 0 0 9 LA CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO La Carta dei valori è

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. IL GRANELLO COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Via Amalteo, 74-33078 San Vito al Tagliamento

Dettagli

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679

Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma -------------------------------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 1 Associazione di volontariato Ain Karim Via Galla Placidia 63 00159 Roma ----------- Tel. 0643533523 Fax 0643568679 Oltre l affido L Associazione Ain Karim opera ormai da circa sette anni a sostegno di

Dettagli

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane

Dichiarazione di Atene sulle Città Sane Dichiarazione di Atene sulle Città Sane (Athens Declaration for Healthy Cities) Atene, Grecia, 23 giugno 1998 Mondiale della Sanità possono sostenere le azioni su cui si fonda la salute per tutti a livello

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto AXIA FAMIGLIA - RETE INFORMATIVA Ambito/settore di intervento Settore E: Educazione e promozione culturale Area d intervento:

Dettagli

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto:

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto: 1) Titolo del progetto: Pronto Intervento Sociale 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area: Assistenza Settori: Anziani (A01) Assistenza Disabili (A06)

Dettagli

Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India

Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India Sito: www.fondazionevarrone.it Bando per dieci borse di studio: 6 per un anno di studio negli U.S.A 2 per un anno di studio in Cina e 2 per un anno di studio in India In collaborazione con 1 DIECI BORSE

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PRIMO REPORT DEI DATI OSPOWEB

PRESENTAZIONE DEL PRIMO REPORT DEI DATI OSPOWEB PRESENTAZIONE DEL PRIMO REPORT DEI DATI OSPOWEB Povertà rilevate dai centri di ascolto parrocchiali aderenti al progetto "Centri di ascolto in rete" nell anno 2013 In ascolto per costruire comunità La

Dettagli

Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008. martedì 24 giugno UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA

Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008. martedì 24 giugno UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA Santa Maria degli Angeli Assisi, 23-26 giugno 2008 martedì 24 giugno OPERARE PER I BENI COMUNI: alleanze per una terra futura UGO BIGGERI PRESIDENTE FONDAZIONE CULTURALE RESPONSABILITÀ ETICA L A S S E

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro.

Regolamento del Fondo Famiglie Solidali. INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. Regolamento del Fondo Famiglie Solidali INTRODUZIONE Un Servizio-Segno della Chiesa di Crema a favore di famiglie che hanno perso il lavoro. La situazione di crisi economica conseguente alla grave crisi

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO

RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO C I R C O L O D I D A T T I C O D I S A N T A G A T A L I B A T T I A T I PROGETTO NO AL BULLISMO Percorso di prevenzione dei fenomeni di bullismo A.S. 2011-2012 RELAZIONE DESCRITTIVA DEL PROGETTO PREMESSA

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

MISSIONARIO VINCENZIANO

MISSIONARIO VINCENZIANO GMV: origini, identità, attività... GRUPPO MISSIONARIO VINCENZIANO Origine e storia Bisogna risalire ai primi anni del dopoguerra per trovare la fonte da cui scaturì il MOVIMENTO MISSIONARIO VINCENZIANO.

Dettagli

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO

SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO SPORTELLI D ASCOLTO PSICOLOGICO Il Centro di Psicoterapia e Psicologia Clinica è un Associazione Professionale di psicoterapeuti di formazione psicoanalitica e di psicologi clinici che opera nell ambito

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito

PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI. Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito PROPOSTA DI LEGGE D iniziativa dei Deputati PEZZOTTA, BARETTA, BERNINI Misure per favorire la promozione e la diffusione del microcredito Onorevoli Colleghi! - Negli ultimi anni il settore della microfinanza

Dettagli

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo

PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo PROGETTO LEGALITÁ - Io, cittadino nel Mondo Premessa Educare alla legalità significa elaborare e diffondere un'autentica cultura dei valori civili (Circolare Ministeriale n 302/93) Con tale progetto la

Dettagli

Microcredito nel territorio: BCC Castenaso

Microcredito nel territorio: BCC Castenaso Convegno Microcredito in Emilia-Romagna: le esperienze a confronto 21 maggio 2010, Bologna Microcredito nel territorio: BCC Castenaso Nadia Bosi Responsabile Ufficio Sviluppo BCC Castenaso I poveri sono

Dettagli

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità

I nuovi progetti. Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità I nuovi progetti Il Pozzo di Sicar Per favorire la partecipazione degli immigrati alla vita delle nostre comunità Idea di fondo «Il tema dello sviluppo coincide con quello dell inclusione relazionale di

Dettagli

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE

dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE dott.ssa MARINA ELLERO VIOLENZA DI GENERE E STRATEGIE DI INTERVENTO 08/11/2014 LA RISPOSTA DEI SERVIZI IN RETE Sede: Distretto Sanitario - Via San Valentino 20, 3 piano Udine Numero Verde: 800.531.135

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI AFFIDAMENTO FAMILIARE

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI AFFIDAMENTO FAMILIARE REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI AFFIDAMENTO FAMILIARE ART. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO E PRINCIPI GENERALI L affidamento familiare, rappresenta uno strumento prioritario di aiuto al minore e alla sua famiglia,

Dettagli

giovani l opportunità di un sereno e armonioso sviluppo;

giovani l opportunità di un sereno e armonioso sviluppo; Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Protocollo d Intesa tra MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER LO STUDENTE e CSI CENTRO SPORTIVO ITALIANO

Dettagli

ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA

ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA Art. l: NATURA ARCIDIOCESI DI BENEVENTO STATUTO DELLA CARITAS DIOCESANA La Caritas Diocesana è l'organismo pastorale istituito dal Vescovo per promuovere e favorire nella Chiesa Diocesana la nuova evangelizzazione

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

Dott.ssa Angela Di Prinzio

Dott.ssa Angela Di Prinzio ed Accoglienza 800440022 Dott.ssa Angela Di Prinzio Assistente Sociale P.O. Emergenza Sociale e Accoglienza Roma 23 aprile 2010 - L esternalizzazione dei servizi come sfida e potenzialità positiva per

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

Area Donne e Diritti di Cittadinanza. Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus

Area Donne e Diritti di Cittadinanza. Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus Area Donne e Diritti di Cittadinanza Caritas Diocesana di Concordia-Pordenone Associazione Nuovi Vicini Onlus PERCHE un'area Donne? ASCOLTARE = emersione di situazioni di disagio al femminile OSSERVARE

Dettagli