CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO"

Transcript

1 Codice Fiscale/Partita Iva Sede legale: C.so Svizzera, Torino 011/ S.C. ECONOMATO Via Botticelli Torino / / e mail: CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO, RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI A RISCHIO INFETTIVO, DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI NON A RISCHIO INFETTIVO E DI ALTRE TIPOLOGIE DI RIFIUTI PRODOTTI NEI PRESIDI OSPEDALIERI E NELLE SEDI TERRITORIALI DELL ASLTO1, ASLTO2, ASLTO4 E ASLTO5, PER UN PERIODO DI 60 MESI.

2 TITOLO I PRESCRIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ART.1 OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato disciplina l affidamento del servizio di raccolta, trasporto, recupero e smaltimento, come previsto dalla vigente normativa, dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo, dei rifiuti sanitari pericolosi non a rischio infettivo, (ai sensi del D.Lgs. n. 152 del 03/04/06, del D.P.R. n. 254 del 15/07/2003 e s.m.i.) e di altre tipologie di rifiuti prodotti dai presidi ospedalieri e dalle sedi territoriali delle Aziende Sanitarie Locali ASLTO1, ASLTO2, ASLTO4 e ASLTO5, comprensivo della fornitura dei contenitori per la raccolta e di quant altro necessario per il corretto conferimento dei rifiuti allo smaltimento. Il servizio dovrà svolgersi sotto l osservanza delle specifiche indicazioni contenute negli articoli del capitolato speciale di gara e degli allegati, tenendo conto inoltre, di quanto previsto in materia di sicurezza dalle norme vigenti in materia, nonché degli accordi sindacali nazionali e provinciali relativi al personale. L appalto ha per oggetto prevalentemente le seguenti prestazioni: A. prelievo, carico e trasporto dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo e pericolosi non a rischio infettivo nonché di altre tipologie di rifiuti sanitari, come meglio descritto nel presente capitolato, con frequenza prevista per le singole sedi, nell Allegato B; B. fornitura dei contenitori riutilizzabili (per codici CER * e liquidi) e monouso (per altri codici CER) di quant altro necessario per il corretto conferimento dei rifiuti allo smaltimento; C. smaltimento finale; D. fornitura di quanto indicato nell allegato G. Il servizio dovrà essere espletato, per la durata complessiva dell appalto, con osservanza puntuale delle norme vigenti in materia di rifiuti sanitari (D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e dal D.P.R. 15/07/2003 n. 254 e s.m.i.), nonché ogni altra normativa vigente in materia di smaltimento rifiuti. ART. 2 IMPORTO PRESUNTO, DURATA E DECORRENZA DELL APPALTO L appalto avrà durata di 60 mesi, eventualmente rinnovabili di ulteriori 36 mesi, con decorrenza dalla data indicata nel contratto che verrà stipulato con il soggetto aggiudicatario. Decorsi 60 mesi dall avvio del servizio l Azienda verificherà comunque l opportunità di proseguire il rapporto contrattuale per gli ulteriori 36 mesi, mediante riaffidamento con procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, ai sensi dell art. 57 comma 5 lett. b) del D.Lgs. 163/2006. L avvio del procedimento di riaffidamento verrà comunicato almeno tre mesi prima della scadenza del quinquennio iniziale. In caso di riaffidamento saranno rinegoziati a favore di questa Azienda i prezzi praticati. L Azienda sanitaria ha facoltà di prorogare il contratto per ulteriori mesi sei, alle medesime condizioni contrattuali, qualora nel termine ordinario di scadenza del contratto non sia possibile concludere il nuovo procedimento di gara. 2

3 IMPORTO PRESUNTO ANNUO ,00 IMPORTO COMPLESSIVO X 60 MESI ,00 IMPORTO IN CASO DI RIAFFIDAMENTO PER ULTERIORI 36 MESI (8 ANNI) ,00 L aggiudicatario dovrà garantire ed organizzare il passaggio delle consegne con la Ditta uscente, garantendo la continuità del servizio in modo tale da escludere eventuali ripercussioni tecniche, gestionali ed igienico sanitarie legate allo svolgimento del servizio stesso. Il periodo di transizione e i primi sei mesi di esecuzione a regime del servizio saranno considerati quale periodo di prova in cui l Azienda, in ogni momento e per gravi motivi, avrà la facoltà di segnalare all aggiudicatario la sua inidoneità a svolgere il servizio. In caso di esito negativo della prova, l Azienda potrà assegnare il servizio alla Ditta/ATI seconda classificata. All aggiudicatario spetterà il solo corrispettivo del lavoro già eseguito, escluso ogni altro rimborso o indennizzo a qualsiasi titolo. Decorsi positivamente i primi 6 mesi, detto periodo di prova si intenderà pienamente superato, senza necessità di formale comunicazione in merito. ART. 3 MODIFICHE DELL APPALTO L ASL si riserva la facoltà, in seguito alla necessità di ottemperare a normative vigenti o di nuova introduzione, tramite riorganizzazioni gestionali e/o tecniche, interne all Azienda, o per sopravvenute esigenze, mediante richiesta scritta da parte della struttura competente di: 1. modificare, in corso di esecuzione del contratto, l ubicazione e il numero dei punti di raccolta indicati nell Allegato B; 2. estendere il servizio di ritiro, trasporto e smaltimento dei rifiuti sanitari ai punti di prelievo di nuova attivazione, non contemplati all Allegato B; 3. disattivare il servizio di ritiro, trasporto e smaltimento dei rifiuti sanitari in caso di chiusura momentanea o permanente, nei punti prelievo preesistenti, di cui all Allegato B; 4. richiedere la variazione della capacità dei contenitori per la raccolta rispetto a quelle indicate, in relazione a nuove esigenze che dovessero insorgere nella vigenza di contratto; 5. incrementare/diminuire il quantitativo settimanale dei contenitori da fornire, previsto da ciascun presidio, senza alcun onere aggiuntivo per l ASL; 6. variare gli indirizzi, i termini e i luoghi di consegna dei contenitori, relativi ai diversi punti di prelievo. 7. richiedere l incremento della dotazione di attrezzature necessarie all ASL (ad esempio bilance) per il corretto espletamento del servizio; Le eventuali variazioni richieste dovranno essere soddisfatte dall aggiudicatario senza richiesta di ulteriori oneri a carico dell ASL. Qualora le variazioni di cui ai punti 1, 2, 4, 5, 6 e 7, sopra indicati comportino un aumento superiore a 1/5 dell importo complessivo contrattuale, le stesse saranno oggetto di atto aggiuntivo al contratto di appalto, formalizzato a cura dell ASL contraente. Tali variazioni non costituiscono motivo per l aggiudicatario per risolvere anticipatamente il contratto. L ASL si riserva la facoltà di effettuare acquisti a libero mercato in caso di insorgenza di necessità relative a contenitori di tipologia diversa da quelle previste dal presente capitolato speciale d appalto. 3

4 TITOLO II MODALITA DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO ART. 4 CARATTERISTICHE E MODALITA DI ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO Il servizio dovrà essere espletato con l osservanza puntuale delle vigenti norme previste in materia di rifiuti sanitari, così come previsto del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i. e dal D.P.R. 15/07/2003 n. 254 e s.m.i., nonché ogni altra normativa vigente in materia di smaltimento di rifiuti. In particolare, l espletamento del servizio da parte dell aggiudicatario dovrà prevedere le seguenti attività: fornitura di contenitori e quant altro occorrente per la corretta gestione, come indicato e specificato dal presente capitolato, precisando che dalla decorrenza dell appalto L aggiudicatario dovrà fornire, in relazione alle esigenze delle Aziende Sanitarie, una quantità sufficiente di contenitori e quant altro necessario per il corretto conferimento dei rifiuti allo smaltimento; ritiro completo dei contenitori presenti nei punti di deposito delle sedi ASL, trasporto dei rifiuti fino agli impianti di smaltimento dalle singole sedi di deposito temporaneo delle Aziende Sanitarie, secondo la frequenza indicata nell Allegato B. Si precisa che le frequenze di ritiro dovranno essere assicurate anche nelle settimane in cui vi siano più festività consecutive e potranno subire modificazioni a discrezione delle Aziende Sanitarie, in relazione alle specifiche necessità; recupero e/o smaltimento, così come previsto dalla vigente normativa, per i rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo, per i rifiuti sanitari pericolosi non a rischio infettivo e per le altre tipologie di rifiuti, come meglio indicati per tipologia nell Allegato C; fornitura, a carico dell aggiudicatario, dei registri di carico e scarico nonché dei necessari formulari di identificazione dei rifiuti, numerati e vidimati, previsti dalla vigente normativa, per ciascuna sede delle Aziende Sanitarie; redazione e compilazione, dei formulari di identificazione dei rifiuti in conformità ai disposti dell art. 193 del D.Lgs.152/2006 e D.M. 145/98 e s.m.i.; certificazione circa l avvenuto smaltimento, secondo quanto previsto dalle normative vigenti, per ogni carico di rifiuti (4^ copia del formulario di identificazione dei rifiuti per ogni sede di produzione); redazione per conto delle Aziende Sanitarie, entro il mese di marzo di ogni anno e comunque in tempo utile per provvedere alla consegna dello stesso entro i tempi previsti dalla normativa, di una copia del MUD relativo ai rifiuti pericolosi smaltiti, suddivisi per tipologia e per sede di produzione; fornitura ai Presidi delle singole AA.SS.LL., di apposite bilance elettroniche, le cui caratteristiche specifiche vengono meglio dettagliate nell allegato G.; Redazione mensile per ogni ASL di un report indicante il numero e la tipologia di tutti i contenitori consegnati ai singoli Presidi territoriali da trasmettere, per l ASL TO 2, al Servizio di Gestione Ambientale, e per le altre AA.SS.LL. alle Direzioni Sanitarie. In caso di produzione di rifiuti di tipologia e/o quantitativi inaspettati l aggiudicatario dovrà garantire il prelievo degli stessi, entro 24 ore dalla richiesta d intervento. Il trasporto dei rifiuti dovrà avvenire tramite vettore in possesso di tutte le autorizzazioni richieste dalla normativa vigente in materia, ed in particolare, della prevista iscrizione valida all Albo dei 4

5 Trasportatori Autorizzati, nell assoluto e completo rispetto delle norme ADR e delle eventuali disposizioni regionali e provinciali. I mezzi impiegati nel trasporto dovranno risultare autorizzati al trasporto delle varie tipologie di rifiuto di origine sanitaria ed idonei a garantire la protezione dagli agenti atmosferici dei rifiuti trasportati; dovranno inoltre, essere sottoposti ad adeguate bonifiche e sanificazioni periodiche. Il trasporto dei contenitori vuoti, dovrà essere effettuato con automezzi chiusi e con modalità tali da assicurarne l integrità e l igiene. E fatto divieto assoluto, in ogni caso, di effettuare operazioni di trasbordo da un automezzo all altro all interno delle sedi dell ASL. Le operazioni di trasbordo effettuate all esterno delle sedi delle AA.SS.LL:, per esigenze di trasporto, così come previsto dalla normativa vigente, dovranno, in ogni caso, ad esclusione delle situazioni di effettiva ed imprevista necessità (ad esempio guasti meccanici, incidenti, etc.), al fine di evitare eventuali danni all ambiente ed alle persone coinvolte, essere effettuate esclusivamente presso impianti autorizzati allo stoccaggio temporaneo di rifiuti sanitari, i quali dovranno risultare formalmente, all atto della presentazione della documentazione tecnica, a disposizione (di proprietà, in locazione o con altre forme di contratto) del trasportatore ed in possesso dei requisiti minimi necessari a garantire il rispetto delle normative di carattere ambientale e di sicurezza vigenti in materia di rifiuti sanitari pericolosi. L aggiudicatario dovrà inoltre fornire una relazione tecnico descrittiva sulle modalità di trasporto e le metodiche adottate. E, in ogni caso, vietata l apertura dei contenitori pieni di rifiuti nel corso della fase di raccolta e trasporto e comunque prima dello smaltimento finale. L aggiudicatario si impegna ad eseguire a regola d arte e con scrupolo tutte le operazioni richieste, osservando puntualmente sia le frequenze, le modalità, i termini e le condizioni previste nel presente Capitolato, sia gli orari definiti con i Responsabili Ospedalieri e Territoriali delle rispettive Aziende Sanitarie, individuati dalle singole AA.SS.LL. E assolutamente vietato il contemporaneo trasporto, sullo stesso mezzo, di contenitori pieni di rifiuti e contenitori vuoti (nuovi o riutilizzati). Il servizio di trasporto deve, in ogni caso, anche qualora l aggiudicatario fosse per motivi tecnici costretto a rivolgersi ad una ditta terza, soddisfare i requisiti di ammissione alla gara. L aggiudicatario ogni qualvolta sia costretto per motivi tecnici o intenda impegnare veicoli diversi da quelli presentati in fase di gara o in seguito all acquisizione di nuovi autoveicoli nel proprio parco mezzi, dovrà inviare, preventivamente all utilizzo, alle singole AA.SS.LL., la documentazione comprovante la relativa autorizzazione al trasporto e, specificatamente per l ASL TO2, al Servizio Gestione Ambientale. Le operazioni di ritiro, carico e trasporto dei rifiuti dovranno essere eseguite dal personale dell aggiudicatario ed i relativi oneri devono intendersi compresi nei costi unitari del servizio. Il conferimento all impianto di termodistruzione è comprensivo delle attività di movimentazione interna all impianto stesso. Il servizio di smaltimento andrà effettuato a cura e spese dell aggiudicatario, presso un impianto debitamente attrezzato ed autorizzato, secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di smaltimento rifiuti. Sono a carico dell aggiudicatario tutte le responsabilità civili e penali qualora, senza preventiva autorizzazione degli organi competenti ed all insaputa della singola ASL, il carico dei rifiuti venisse dirottato a strutture e/o impianti di incenerimento non autorizzati. 5

6 Qualora nel periodo di vigenza contrattuale all aggiudicatario risultassero in scadenza le autorizzazioni regionali e/o provinciali ed altre eventualmente richieste dalla normativa vigente in materia di smaltimento rifiuti sanitari, è fatto obbligo al medesimo, pena la risoluzione del contratto, far pervenire, entro e non oltre il quindicesimo giorno precedente alla data di scadenza, tutti i documenti comprovanti il rinnovo di tali autorizzazioni, al fine di sollevare le Aziende Sanitarie da ogni responsabilità. Per l intera durata del contratto, pena la risoluzione del rapporto contrattuale stesso, in nessun caso, dovranno risultare giornate non coperte dalle necessarie autorizzazioni, nonché dalle obbligatorie iscrizioni agli albi professionali, siano esse in capo all Azienda, che agli eventuali consulenti. ART.5 OBBLIGHI DELL AGGIUDICATARIO 1. Dovrà comunicare alla struttura competente, che verrà indicata da ogni singola ASL e, per conoscenza, ai referenti di ogni sede di produzione, il nominativo del vettore e trasmettere la documentazione attestante il possesso dei requisiti di legge in capo allo stesso. Tale comunicazione dovrà essere effettuata a ogni sostituzione del vettore. L aggiudicatario rimane referente esclusivo e responsabile unico per il corretto svolgimento del servizio. 2. Dovrà inoltrare formale comunicazione, alla struttura competente di ogni singola ASL, dell identificativo dell impianto di smaltimento convenzionato e trasmettere la documentazione attestante il possesso dei requisiti di legge in capo allo stesso. 3. Dovrà nominare il consulente ADR in conformità alla normativa vigente per tutti gli adempimenti previsti a carico dello stesso. Tale nominativo e relativo recapito dovrà essere comunicato alle AA.SS.LL., antecedentemente l inizio del servizio in oggetto, congiuntamente ad una relazione sull attività che il consulente ADR effettua per il trasporto dei rifiuti. 4. In caso di fermo dell impianto inceneritore o di impossibilità di raggiungere lo stesso a causa di eventi eccezionali, l aggiudicatario sarà tenuto ad effettuare il conferimento dei rifiuti sanitari pericolosi a rischio infettivo presso l impianto di smaltimento che verrà indicato dallo stesso impianto convenzionato o presso una delle strutture convenzionate con l aggiudicatario e indicate in sede di gara, senza che ciò comporti un aumento del costo del servizio contrattuale pattuito. In tal caso l aggiudicatario dovrà trasmettere alla Struttura individuata dalle singole ASL, l autorizzazione allo smaltimento relativa all impianto di cui trattasi. 5. All atto del ritiro dei rifiuti sanitari pericolosi l aggiudicatario tramite il trasportatore dovrà controfirmare il formulario di identificazione dei rifiuti, emesso in quattro esemplari datato e firmato dal referente dell ASL che assiste alle operazioni di pesatura. 6. La firma del personale dell aggiudicatario apposta sul formulario e su eventuali documenti aggiuntivi predisposti dall ASL, certificherà che i rifiuti sanitari sono stati confezionati dal personale dell ASL a norma di legge e che il quantitativo di rifiuti da trasportare, verificato in contradditorio con il personale incaricato dalle singole AA.SS.LL., corrisponde a quanto indicato nello specifico formulario di identificazione rifiuti (FIR). 7. Il trasportatore dovrà trasmettere alla struttura competente di ogni ASL, entro 30 giorni dall avvenuto smaltimento, la quarta copia in originale del formulario di identificazione rifiuto, controfirmato e datato in arrivo dall impianto di destinazione, attestante l avvenuto smaltimento. 6

7 8. I rifiuti conferiti dall aggiudicatario saranno ricevuti dall impianto di termodistruzione soltanto a condizione che il loro confezionamento sia rigorosamente conforme a quanto previsto dal presente capitolato. Poiché l accertamento delle conformità sarà effettuato dall impianto di smaltimento convenzionato allo scarico del contenitore dall automezzo, se il contenitore risulterà difforme lo stesso potrà essere respinto. 9. L aggiudicatario sarà tenuto a collaborare con i referenti dei luoghi di produzione e, per l ASL TO2, con il Servizio Gestione Ambientale, al fine di assicurare un adeguata assistenza tecnica e legislativa sia nei rapporti con gli organismi pubblici esterni di riferimento e/o vigilanza (ad esempio Provincia, NOE, ARPA), sia nell ambito dell organizzazione interna dell Azienda stessa per avviare un servizio funzionale e rispondente in tutti i suoi aspetti alle normative vigenti. ART. 6 QUANTITA ASLTO1: La produzione netta annua di rifiuti (al netto dei contenitori), espressa in peso (Kg.), dei rifiuti solidi di cui al codice CER * è di circa Kg., mentre la produzione netta dei principali liquidi pericolosi prodotti, di cui indicativamente ai codici CER *, * e *, è di circa Kg. Per la produzione dei rifiuti speciali pericolosi non a rischio infettivo si rimanda all allegato D. ASLTO2: La produzione netta annua di rifiuti (al netto dei contenitori), espressa in peso (Kg.), dei rifiuti solidi di cui al codice CER * è di circa Kg., mentre la produzione netta dei principali liquidi pericolosi prodotti, di cui indicativamente ai codici CER *, * e *, e * (che confluirà nel *) è di circa Kg. Per la produzione dei rifiuti speciali pericolosi non a rischio infettivo si rimanda all allegato D. ASLTO4: La produzione netta annua di rifiuti (al netto dei contenitori), espressa in peso (Kg.), dei rifiuti solidi di cui al codice CER * è di circa Kg., mentre la produzione netta dei principali liquidi pericolosi prodotti, di cui indicativamente ai codici CER *, * e *, è di circa Kg. Per la produzione dei rifiuti speciali pericolosi non a rischio infettivo si rimanda all allegato D. ASLTO5: La produzione netta annua di rifiuti (al netto dei contenitori), espressa in peso (Kg.), dei rifiuti solidi di cui al codice CER è di circa Kg., mentre la produzione netta dei principali liquidi pericolosi prodotti, di cui indicativamente ai codici CER *, * e *, è di circa Kg. Per la produzione dei rifiuti speciali pericolosi non a rischio infettivo si rimanda all allegato D. Il dettaglio delle produzioni dei rifiuti oggetto dell appalto, comunque non esaustivo, è riportato nell Allegato B che costituisce, parte integrante e sostanziale del capitolato. Le quantità indicate nel presente articolo hanno valore indicativo e non tassativo. L aggiudicatario dovrà eseguire il servizio per le quantità effettivamente prodotte e che, nel complesso, potranno essere maggiori o minori di quelle previste e comunque non eccedenti in quinto d obbligo. L ASL, in considerazione di quanto precisato dalla Regione Piemonte con DGR n. 45/1803 del allegato 1, si riserva di rescindere in tutto o in parte il presente contratto, con preavviso di 30 giorni, qualora si concretizzassero possibilità di smaltimento alternative, volte a favorire una raccolta differenziata dei rifiuti, o una sperimentazione sulla commistione dei rifiuti urbani con 7

8 quelli sanitari, attraverso la valutazione dei diversi sistemi di sterilizzazione, che possano indurre modificazioni nelle quantità e nelle modalità di smaltimento. L aggiudicatario, durante il periodo di vigenza contrattuale, qualora la vigente normativa riferita alle modalità di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti sanitari dovesse subire modifiche formali e/o sostanziali, avrà l obbligo di uniformarsi immediatamente, ottemperando alle stesse, in caso contrario, l ASL avrà facoltà di rescindere il contratto: In particolare, a seguito dell entrata in vigore del SIStema di controllo della Tracciabilità dei RIfiuti (SISTRI), l aggiudicatario sarà tenuto ad attuare nell immediato, senza aggravio di costi per le singole AA.SS.LL., tutte le modifiche, integrazioni ed implementazioni di carattere tecnico, nonché le eventuali variazioni, amministrative, gestionali ed operative, richieste dalle singole ASL, necessarie al fine di ottemperare completamente a quanto previsto dalla norma vigente, mantenendo, in ogni caso, costante l operatività complessiva del Servizio in oggetto. ART. 7 FORNITURA DEI CONTENITORI L aggiudicatario dovrà fornire, senza aggravio di costi per l ASL, tutti i contenitori necessari all espletamento del servizio descritto nel presente capitolato, nei quantitativi che dovranno essere desunti dai dati riportati negli allegati B e D con caratteristiche generali e specifiche per le varie tipologie degli stessi meglio dettagliate nell allegato A. Tutti i contenitori monouso destinati alla termodistruzione, dovranno essere costruiti in materiale tale da non rilasciare sostanze inquinanti nell ambiente durante la procedura di termodistruzione. Tale caratteristica dovrà essere certificata dalla ditta produttrice e documentata a cura della ditta appaltatrice. Dovrà inoltre essere presentata, la relativa scheda tecnica del prodotto, timbrata e siglata in ogni pagina dalla ditta offerente o, in presenza di ATI, da tutte le ditte che la compongono. I contenitori di cui sopra, dovranno garantire il rispetto della normativa vigente in materia di igiene e sicurezza sul lavoro per le figure dell operatore sanitario e dell addetto, durante il ritiro e le altre fasi di gestione dei rifiuti. Dovranno, inoltre, essere dotati dei simboli e delle diciture, previsti dalla normativa vigente. La consegna dei contenitori vuoti dovrà essere effettuata contestualmente al ritiro dei contenitori pieni, in modo da garantire sempre e costantemente la disponibilità del fabbisogno necessario. Per lo smaltimento di tali rifiuti, quando pericolosi, dovrà essere redatto l apposito formulario in quadruplice copia con codice CER e pesata separata, completo delle indicazioni ADR prescritte dalla specifica normativa in vigore. ART. 8 FORNITURA E POSA DI APPARECCHIATURE/ATTREZZATURE/MATERIALI SPECIFICI NECESSARI ALLE SINGOLE ASL. La fornitura comprensiva di posa, di quanto descritto nell allegato G, sarà oggetto, da parte dell aggiudicatario, di quotazione separata per ogni singola ASL, che dovrà essere ripartita in parti uguali sul quantitativo complessivo in Kg. relativo a tutte le tipologie di rifiuti prodotti per la durata complessiva dell appalto (60 mesi). 8

9 TITOLO III RESPONSABILTA ED ONERI A CARICO DELL IMPRESA ART. 9 PERSONALE E ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO Nessun rapporto di lavoro viene ad instaurarsi tra l Azienda ed il personale addetto all espletamento delle prestazioni assunte dall aggiudicatario. L aggiudicatario è sottoposto a tutti gli obblighi, verso i propri dipendenti, risultanti dalle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro e di assicurazioni sociali, assistenziali, previdenziali ed antinfortunistiche, nonché di sicurezza sul lavoro ed assume a suo carico tutti gli oneri relativi. L aggiudicatario riconosce che l ASL risulta estranea a qualsiasi vertenza economica o giuridica tra L aggiudicatario stessa ed il proprio personale dipendente. Tutti il personale addetto al Servizio deve essere professionalmente qualificati e costantemente aggiornato sull igiene, sulla sicurezza e la prevenzione, in conformità a quanto previsto dalle vigenti in materia. Il personale e gli automezzi impiegati per il trasporto devono essere in regola con la normativa vigente sollevando l ASL da ogni danno e responsabilità arrecato o subito durante l esecuzione del servizio. L aggiudicatario dovrà indicare il nominativo di un suo referente unico il quale dovrà risultare reperibile 24 ore su 24, tutti i giorni dell anno ed avente facoltà e mezzi necessari per far fronte a tutte le evenienze ordinarie ed emergenti, relative agli adempimenti degli oneri contrattuali. Tutte le contestazioni di inadempienza, fatte in contraddittorio con detti referenti, si intendono riferite direttamente dalla ditta. L aggiudicatario deve fornire ai propri dipendenti adeguate informazioni circa i rischi per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro. Le figure professionali con responsabilità direttive e/o organizzative potranno essere sostituite solo in caso di stretta necessità e, comunque, solo con altro personale avente analoghe qualifiche professionali. L Azienda si riserva, inoltre, il diritto di chiedere all Impresa la sostituzione del personale ritenuto inidoneo al servizio per comprovati motivi. L Amministrazione appaltante in caso di violazione dei contratti collettivi e delle norme sugli obblighi contributivi, previa comunicazione alla Ditta dell eventuale inadempienza riscontrata, potrà sospendere l emissione di mandati di pagamento per un ammontare corrispondente al dovuto ai dipendenti, fino a quando non verrà ufficialmente saldato il debito verso i lavoratori. Per tale sospensione L aggiudicatario non potrà opporre eccezione alcuna. L aggiudicatario dovrà fornire entro 30 giorni dall aggiudicazione: Il nominativo del referente per il committente delegato ai fini degli obblighi di coordinamento e controllo dei lavoratori, per la tutela della salute e sicurezza; Il nominativo del Responsabile dell esecuzione del contratto competente per tutti gli adempimenti previsti dal presente capitolato con una qualifica professionale idonea a svolgere tale funzione, nonché il recapito telefonico del suddetto responsabile per ogni comunicazione, ivi comprese quelle urgenti che si rendessero necessarie oltre il normale orario di servizio. Il responsabile dovrà controllare e far osservare al personale impiegato le funzioni ed i compiti stabiliti per il regolare funzionamento del servizio. 9

10 Gli incaricati devono mantenere un contatto continuo con i referenti che saranno individuati dall ASL. Le comunicazioni e le eventuali contestazioni di inadempienza fatte dai referenti dell Azienda sanitaria ai rappresentanti designati dalla ditta s intendono come presentate direttamente alla ditta stessa. In caso di assenza (ferie malattia etc.) o inadempimento del/dei responsabile/i, la Ditta deve provvedere alla sua sostituzione con altra figura in possesso dei medesimi requisiti. L ASL ha la facoltà di segnalare al committente stesso eventuali comportamenti del personale che risultino non idonei o inadatti dal punto di vista di un corretto rapporto con gli utenti del servizio. E facoltà dell ASL chiedere alla ditta la sostituzione del personale, anche del responsabile, che per comprovati motivi, sia ritenuto non idoneo al servizio, nel qual caso l appaltatore avrà l obbligo di provvedere alla sostituzione dello stesso, nel rispetto delle procedure previste dal vigente contratto di categoria. Tutto il personale impiegato dalla ditta all interno dei presidi dell ASL dovrà presentarsi in servizio munito di divisa, con un cartellino di identificazione ben visibile, indicante il nominativo della ditta, l identificativo del dipendente e la fotografia. L aggiudicatario dovrà fornire entro 30 giorni dall aggiudicazione, un dettagliato elenco delle persone che impegnerà nel servizio come titolari delle posizioni lavorative, con indicazione per ciascuno delle qualifiche professionali possedute, nonché della posizione contributiva; l elenco deve essere mantenuto aggiornato in caso di sostituzioni. ART. 10 SOPRALLUOGO Nelle lettere d invito verranno precisate le modalità e i tempi per il sopralluogo presso le rispettive sedi territoriali delle singole AA.SS.LL. ART. 11 NORME DI PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LUOGO DI LAVORO EX D.LGS. 81/08 L appaltatore ha l obbligo di rispettare tutte le norme inerenti la tutela della salute dei propri lavoratori; il personale deve essere accuratamente formato in merito ai rischi specifici inerenti l attività svolta e la prevenzione degli incendi. L aggiudicatario, e per esso il suo personale dipendente dovrà svolgere la propria attività nel pieno rispetto di tutte le normative vigenti in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro al fine di tutelare la propria ed altrui sicurezza. L aggiudicatario dovrà informare i propri lavoratori sui rischi per la sicurezza e salute connessi all attività svolta in generale e procedere alla formazione ed addestramento all uso delle attrezzature di lavoro necessarie allo svolgimento delle attività oggetto del servizio. L ASL potrà richiedere la sostituzione del personale dipendente dell impresa aggiudicataria che non si sia comportato nel rispetto delle prescrizioni di prevenzione per la sicurezza e salute dei propri luoghi di lavoro. Il committente e l appaltatore cooperano all attuazione delle misure di prevenzione e di protezione dei rischi sul lavoro incidenti sull attività lavorativa oggetto dell appalto e dovranno coordinare gli interventi di protezione dei rischi cui sono esposti i lavoratori informandosi reciprocamente anche al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze. L ASL si impegna a comunicare all aggiudicatario in fase di collaborazione e coordinamento le informazioni sui rischi specifici negli ambienti della committenza e le misure di prevenzione adottate ai sensi dell art. 26 del D.Lgs 81/08. 10

11 Ai sensi del D.Lgs 81/2008 e s.m.i. viene allegato il Documento Unico di Valutazione dei Rischi di Interferenze per l Azienda e le Imprese partecipanti. L impresa aggiudicataria dovrà rendersi disponibile a collaborare con le singole ASL alla stesura del documento unico di valutazione dei rischi da interferenza (DUVRI) che dovrà essere allegato al contratto d appalto. ART. 12 SCIOPERO E CAUSA DI FORZA MAGGIORE Essendo il servizio in oggetto di pubblica utilità, la ditta per nessuna ragione può sopprimerlo o non eseguirlo in tutto o in parte. Qualora ciò si verificasse, l ASL potrà procedere alla risoluzione del contratto. In caso di scioperi o cause di forza maggiore, di cui dovrà essere dato all ASL congruo preavviso, la Ditta sarà tenuta, in ogni caso, a garantire un servizio d emergenza. A questo riguardo, L aggiudicatario sarà tenuta, in sede di presentazione della documentazione di gara, a presentare un PIANO DI EMERGENZA dal quale risultino i vari interventi da attivare al verificarsi dell evento, il quale dovrà, dopo aver apportato le eventuali modifiche ritenute necessarie, essere approvato dall ASL, prima dell inizio del servizio oggetto di appalto. L interruzione ingiustificata del servizio di cui al presente articolo comporta responsabilità penale in capo all appaltatore, ai sensi dell art. 355 del Codice Penale, e sarà qualificata come possibile causa di risoluzione del contrattuale. Per ogni giornata di sciopero e/o, di attivazione di un Servizio di emergenza di cui al presente articolo, l ASL applicherà una penale, per attività non svolta. L aggiudicatario, inoltre, dovrà rendersi disponibile ad intervenire tutte le volte che l Azienda, per sopravvenute necessità, per il tramite della Direzione Sanitaria di presidio, ne faccia specifica richiesta. ART. 13 PERIODO DI PROVA Per i primi sei mesi dalla data di effettivo inizio del servizio l appalto si intenderà conferito a titolo di prova al fine di consentire all ASLTO2 una valutazione ampia e complessiva del servizio. Qualora durante tale periodo l esecuzione della prestazione abbia sortito esito negativo l ASLTO2 procederà alla risoluzione del contratto ai sensi dell art del Codice Civile. In tale eventualità alla Ditta spetterà il solo corrispettivo per la parte di servizio, fornitura e lavori di adeguamento impiantistico ed edile correttamente eseguiti, escluso ogni altro rimborso e/o indennizzo a qualsiasi titolo. Inoltre in caso di risoluzione del contratto per mancato superamento della prova la Ditta aggiudicataria dovrà impegnarsi ad assicurare l esecuzione del servizio fino al subentro del nuovo contraente ART. 14 GARANZIE PER DANNI AMBIENTALI E PER DANNI A COSE O PERSONE a) Garanzie per danni ambientali Considerata la particolare natura dell appalto ed a tutela dei possibili danni ambientali nel corso dell esecuzione del servizio di gestione dei rifiuti, dal prelievo fino allo smaltimento finale (all interno e all esterno dell insediamento ospedaliero) L aggiudicatario, dovrà provvedere a dichiarare il possesso di apposita polizza assicurativa. L ASL avrà facoltà di ricorrere alla polizza contratta a suo favore a garanzia dell integrità ambientale, per la riparazione del danno eventualmente prodotto. 11

12 b) Garanzie per danni a cose e/o persone La Ditta è responsabile delle inosservanze al Capitolato Speciale, nonché del comportamento dei propri lavoratori in orario di servizio e sarà considerata direttamente responsabile della totalità dei danni accertati, arrecati a persone o cose che, a giudizio dell ASL, risultassero causati dal personale della Ditta stessa. La Ditta dovrà provvedere a proprie spese alla riparazione e alla sostituzione delle parti o degli oggetti danneggiati durante l espletamento del Servizio, di proprietà delle singole AA.SS.LL.; in caso contrario, previa lettera di notifica, l ASL si riserva la facoltà di trattenere l importo dovuto dal deposito cauzionale o dai crediti vantati. L ASL è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro, che, per qualsiasi causa, dovessero accadere all appaltatore ed ai dipendenti nell esecuzione delle prestazioni oggetto del presente Capitolato, convenendosi, a tal riguardo, che qualsiasi eventuale onere sia da intendersi compensato nel corrispettivo del contratto. L aggiudicatario dovrà contrarre adeguata polizza per tutti i danni da comportamenti anche omissivi del proprio personale, sia per quanto riguarda eventuali danni ambientali sia a cose e persone, per tutto il tempo di permanenza su aree di proprietà dell Amministrazione o in uso alla stessa, nonché per responsabilità civile verso terzi, con un massimale non inferiore a euro ,00 per sinistro con il limite di euro ,00 per persona. ART. 15 DEPOSITO CAUZIONALE La cauzione definitiva è fissata nella misura del 10% dell importo contrattuale ridotto del 50% in ragione del possesso della certificazione di sistema di qualità conforme alle norme europee UNI EN ISO 9001/2000 rilasciata da soggetti accreditati ex artt. 75 e 39 comma 7 del D.L.vo 163/2006. La fideiussione, a scelta dell offerente, può essere bancaria od assicurativa e dovrà espressamente prevedere la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale. In caso di R.T.I. il deposito cauzionale dovrà essere intestato alla Società capogruppo in qualità di mandataria del raggruppamento/consorzio (con espressa indicazione delle ditte mandanti), oppure a tutte le società facenti parte del raggruppamento/consorzio. La cauzione rimarrà vincolata per tutta la durata dell Appalto, quale garanzia a favore dell Azienda Ospedaliera per il regolare ed esatto adempimento dell aggiudicatario e di eventuali subappaltatori, di tutti gli obblighi contrattuali, contributivi ed assicurativi e verrà rimborsata dopo la scadenza del contratto, dietro richiesta dell aggiudicatario ed in assenza di pendenze di qualsiasi natura con quest ultimo; resta inteso che l Azienda Ospedaliera ha diritto di rivalersi direttamente sulla cauzione anche per l applicazione delle penali. La fideiussione bancaria od assicurativa dovrà prevedere espressamente la rinuncia ad avvalersi del termine di cui al primo comma dell art del Codice Civile, nonché la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale (ex art del Codice Civile) e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta della Aziende Sanitarie Contraenti. Quanto sopra anche nell ipotesi di eccezioni o contestazioni dell aggiudicatario o di giudizio pendente nell ipotesi del eccezioni o contestazioni della stessa o di giudizio pendente avanti l Autorità Giudiziaria o avanti l eventuale organismo arbitrale. In caso di escussione totale o parziale della cauzione, l aggiudicatario ha l obbligo di integrare la stessa, fino all importo stabilito, in mancanza, le Aziende Sanitarie Contraenti tratterranno 12

13 l importo corrispondente dai primi pagamenti successivi fino alla concorrenza dell importo da reintegrare. Qualora la cauzione definitiva sia prestata con fideiussione bancaria o polizza assicurativa, deve chiaramente riportare il periodo di validità del contratto cui la garanzia si riferisce e devono altresì prevedere espressamente la clausola cosiddetta di pagamento a semplice richiesta. Con tale clausola il fideiussore si obbliga, a semplice richiesta della Azienda Ospedaliera, ad effettuare il versamento della somma richiesta anche in caso di opposizione dell aggiudicatario ovvero di terzi aventi causa. Nessun interesse è dovuto sulle somme costituenti i depositi cauzionali. La cauzione rilasciata, garantisce tutti gli obblighi specifici assunti dall aggiudicatario, anche quelli a fronte dei quali è prevista l applicazione di penali e pertanto resta espressamente inteso che l ASL ha diritto di rivalersi direttamente sulla cauzione per l applicazione delle penali. Qualora l ammontare della garanzia dovesse ridursi per effetto dell applicazione di penali, o per qualsiasi altra causa, l aggiudicatario dovrà provvedere al reintegro della stessa. ART. 16 DISDETTA DEL CONTRATTO DA PARTE DELL IMPRESA Qualora la Ditta disdettasse il contratto prima della scadenza convenuta, senza giustificato motivo o giusta causa, l ASL si riserva di trattenere senz altro, a titolo di penale, tutto il deposito cauzionale ed addebitare le maggiori spese comunque derivanti per assegnazione del servizio ad altra ditta, a titolo di risarcimento danni. Anche in questo caso nulla è comunque dovuto alla Ditta per gli investimenti messi in atto per l attivazione del contratto. ART. 17 SUBAPPALTO, CESSIONE DEL CONTRATTO ED AVVALIMENTO E consentito il subappalto nel rispetto della normativa vigente e nel rispetto del limite del 30% dell importo complessivo di contratto. Il subappalto è regolato dall art. 118 del D.Lgs 163/2006. Il ricorso a tale istituto dev essere dichiarato, a pena di esclusione, in fase di presentazione dell offerta con l indicazione di quali parti del servizio si intenda subappaltare e la misura percentuale delle medesime. Sono vietate la cessione ed il subappalto del contratto senza il consenso scritto da parte dell ASLTO2. In caso di subappalto autorizzato resta ferma la responsabilità dell Impresa contraente che continua a rispondere di tutti gli obblighi contrattuali verso l ASLTO2. Per l istituto dell avvalimento si richiama l art. 49 del D.Lgs. 163/06 e s.m. TITOLO IV CONTROLLI DI QUALITA DEL SERVIZIO ART. 18 CONTROLLI QUALI/QUANTITATIVI Potranno essere effettuati accertamenti e controlli in qualsiasi momento sulle modalità operative, al fine di verificare la rispondenza del servizio a quanto previsto contrattualmente. Gli operatori dell ASL, all uopo individuati, controlleranno a campione e in contraddittorio con il Referente nominato dall aggiudicatario, il servizio svolto. Alla verifica seguirà un verbale del sopraluogo inviato per conoscenza all impresa. Il Referente dell aggiudicatario, eventualmente rilevata una carenza del servizio, dovrà provvedere immediatamente, senza nulla pretendere, ferma restando l applicazione delle multe e delle penali. 13

14 L inadempienza si intende debitamente contestata all avvenuto sopralluogo congiunto di cui sopra, seguito da comunicazione scritta all aggiudicatario da parte dell ASL. La Ditta potrà presentare le proprie controdeduzioni entro 5 giorni dalla data di ricevimento della predetta comunicazione. Espletate le verifiche del caso l ASL applicherà le multe e le penali previste, di cui sarà data notifica alla Ditta. L Azienda, di comune accordo con l aggiudicatario, potrà sperimentare e successivamente implementare un diverso sistema di controllo di qualità in modo da renderlo più attinente alla propria organizzazione e/o ai propri fabbisogni. ART. 19 MANCATA O RITARDATA ESECUZIONE DEL SERVIZIO L aggiudicatario ha l obbligo di eseguire il servizio con tempestività e nel pieno rispetto delle vigenti normative. Al verificarsi di ritardi o carenze parziali o totali nell esecuzione dell appalto, l ASL, a suo insindacabile giudizio, provvederà a far eseguire il servizio ad altra impresa debitamente autorizzata, addebitando all aggiudicatario l eventuale maggiore prezzo pagato, rispetto a quello contrattuale, restando impregiudicato ogni ulteriore diritto per il colpevole inadempimento. Qualora alla ditta venga meno la disponibilità di conferimento agli impianti di termodistruzione e/o smaltimento finale, dovrà comunicare tempestivamente la sede del nuovo impianto: in tal senso l Azienda sarà comunque sollevata da ogni responsabilità diretta o indiretta. In ogni caso la Ditta deve comunque garantire la regolarità del servizio. ART. 20 PENALITA Nel caso di inosservanza delle norme del presente Capitolato e per ciascuna carenza rilevata, l Azienda Sanitaria potrà applicare le seguenti penalità relative a ciascuna infrazione riscontrata: Violazione 1) Sostituzione dei contenitori con altri del tipo non approvato in sede di gara, senza il consenso dell ASL 2) Mancata consegna nei termini previsti dei contenitori vuoti, esterni e/o interni (sacchi), ai Presidi dell ASL 3) Mancato ritiro dei contenitori pieni dalle sedi dell ASL, nei termini previsti dal CSA, senza giustificato e grave motivo (tecnico organizzativo gestionale) che ha di fatto impedito per causa di forza maggiore l effettuazione del servizio 4) Violazione art. 9 (disposizioni sanitarie, requisiti e doveri, referenti dell impresa, formazione del personale, responsabilità, informazioni al personale, osservanza delle condizioni di lavoro) 5) Tutti gli altri casi di disservizio e/o inadempienze documentati, con riferimento a quanto espressamente previsto dal capitolato. 6) Mancata TEMPESTIVA comunicazione alla struttura competente dell ASL della violazione di cui ai punti 1);2);3);5; Penalità 1000 per ogni violazione accertata 1000 per ogni violazione accertata 1500 per ogni violazione accertata 500 per ogni violazione accertata 1000 per ogni violazione accertata 500 per ogni violazione accertata 14

15 TITOLO V AGGIUDICAZIONE E STIPULA DEL CONTRATTO ART. 21 PROCEDURA DI GARA La gara si svolgerà a procedura ristretta accelerata secondo la normativa comunitaria ai sensi dell art. 55 del D.Lgs. 163/2006, nel rispetto delle norme del codice civile, delle norme nazionali e regionali in materia, nonché del capitolato speciale. ART. 22 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA Entro il termine previsto nel bando di gara, i concorrenti dovranno far pervenire un plico chiuso, recante la ragione sociale, l indirizzo della sede amministrativa, il numero telefonico, il numero di fax e l indirizzo di posta elettronica del mittente, con la seguente dicitura all esterno del plico: ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA MEDIANTE PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO, RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI A RISCHIO INFETTIVO, DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI NON A RISCHIO INFETTIVO E DI ALTRE TIPOLOGIE DI RIFIUTI PRODOTTI NEI PRESIDI OSPEDALIERI E NELLE SEDI TERRITORIALI DELL ASLTO1, ASLTO2,ASLTO4 E ASLTO5, PER UN PERIODO DI 60 MESI Il plico dovrà essere inviato al seguente indirizzo: ASLTO2 Ufficio Protocollo C.so Svizzera n TORINO rif.: ECONOMATO Il recapito del plico è ad esclusivo rischio del mittente. Non fa fede la data del timbro postale. Le domande di partecipazione presentate oltre il termine indicato nel bando di gara o non inoltrate presso l Ufficio Protocollo non verranno più prese in considerazione. Nel caso di raggruppamenti di impresa sul plico deve essere indicato il nominativo di tutti i soggetti facenti capo al raggruppamento. Il plico dovrà contenere, pena esclusione, la seguente DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA: ISTANZA DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA L istanza dovrà essere sottoscritta dal Titolare o dal legale Rappresentante dell Impresa, o dalla mandataria in caso di R.T.I. già costituito, ovvero di tutte le imprese raggruppande in caso di R.T.I. da costituirsi. In caso di Consorzio l istanza, sottoscritta dalle persone alle quali è attribuita la rappresentanza del Consorzio, dovrà contenere l indicazione delle consorziate che partecipano alla procedura. All istanza di partecipazione dovrà essere allegata la documentazione comprovante il possesso dei requisiti di ordine generale, di idoneità professionale, di adeguata capacità economica e finanziaria e di adeguata capacità tecnica, previsti dal D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. e richiesti a pena di esclusione per essere ammessi alla gara. Il possesso dei suddetti requisiti può essere autocertificato mediante dichiarazione resa dal Legale Rappresentante dell Impresa ai sensi del D.P.R. 445/2000 con allegata fotocopia di un documento di identità del sottoscrittore ( MODELLO ALLEGATO A). A dimostrazione del possesso dei requisiti di cui ai sotto indicati punti A) B) C) e D) il soggetto offerente trasmette unitamente all istanza di partecipazione, pena esclusione dalla gara, la seguente documentazione. Documentazione che in caso di R.T.I. costituenda o costituita, ovvero 15

16 di consorzi non ancora costituiti, dovrà essere presentata da tutte le imprese che ne prendono parte, in caso di consorzi di cui alle lettere B) C) E) dell art.34 del D.Lgs. 163/2006 del Consorzio medesimo: A) Requisiti di ordine generale: i concorrenti dovranno dichiarare, a pena di esclusione, l insussistenza, nei confronti di tutti gli amministratori muniti di potere di rappresentanza dell impresa, di alcuna causa di esclusione dalla partecipazione ad appalti pubblici di cui all art.38 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i.; B) Requisiti di carattere economico/finanziario: i concorrenti dovranno fornire, a pena di esclusione: 1. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente, ai sensi del D.P.R. 445/2000 (con allegata fotocopia del documento di identità del dichiarante), in cui si attesti il fatturato globale realizzato complessivamente negli ultimi tre esercizi rispetto alla data di indizione della gara ovvero nel più breve periodo dall avvio della propria attività, indicando anche i relativi fatturati annui, secondo quanto previsto dall art.41 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i., che deve essere pari almeno a ,00; 2. fatturato specifico relativo a servizi nel settore oggetto della gara dettagliato per gli ultimi tre esercizi rispetto alla data di indizione della gara ovvero nel più breve periodo dall avvio della propria attività, indicando anche i relativi fatturati annui, secondo quanto previsto dall art.41 del D.Lgs n.163/2006 e s.m.i.; l importo globale dei servizi del soggetto offerente nel triennio dovrà essere di valore complessivo non inferiore al valore annuo dell appalto; 3. almeno due referenze bancarie dalle quali risulti che il soggetto concorrente ha sempre fatto fronte ai suoi impegni con puntuale regolarità e che è in possesso delle capacità finanziarie ed economiche per far fronte all espletamento del servizio; C) Requisiti di carattere tecnico: imprese facente parte del raggruppamento o del consorzio o cumulativamente dalle imprese facenti parte del raggruppamento e del consorzio. 2. l Impresa partecipante dovrà fornire: copia della certificazione di qualità aziendale ISO 9001; copia della certificazione ISO relativa a tutte le strutture utilizzate per lo svolgimento complessivo del servizio in questione; copia uniforme valida dell iscrizione all Albo Nazionale dei gestori ambientali con indicazione dei codici CER oggetto di autorizzazione; nel caso di R.T.I., tale documentazione dovrà essere presentata da tutte le aziende che vi fanno parte; copia autenticata della convenzione in essere con impianto di termo distribuzione autorizzato secondo le norme vigenti nonché copia autenticata del contratto di opzione con un secondo impianti di termo distribuzione da utilizzarsi in caso di sopravvenuti eventi urgenti ed emergenti a carico dell impianto ove di consueto vengono conferiti i rifiuti per la procedura di termo distribuzione; autorizzazione valida, in copia conforme all originale, allo stoccaggio provvisorio di rifiuti sanitari, precisando l esatta ubicazione del sito nel quale tale tipologia di rifiuti verrà stoccata. Qualora la ditta non disponga di tale impianto dovrà presentare, pena l esclusione, documentazione attestante la stipula a proprio carico di una convenzione, con 16

17 un impianto di stoccaggio autorizzato e certificato. In alternativa, la ditta deve dimostrare di non essere nella necessità di utilizzare alcuno stoccaggio provvisorio; D) certificato di iscrizione alla competente C.C.I.A.A. od analogo registro professionale di Stato Europeo, non anteriore a mesi sei dalla data fissata per la gara e munito di dicitura antimafia o dichiarazione predisposta ai fini del rilascio delle comunicazioni e delle informazioni antimafia (D.P.R. 3/6/98 n. 252) nel caso in cui il C.C.I.A.A. non contenga la dicitura antimafia. In caso di R.T.I. detto certificato deve essere presentato da tutte le ditte facenti parte del raggruppamento. ART. 23 CHIARIMENTI Eventuali richieste di chiarimento dovranno essere formulate in forma scritta ed inviate non oltre 10 giorni dal termine fissato per la presentazione delle offerte a mezzo fax al numero o al seguente indirizzo e mail indicando oggetto della gara e numero CIG. Le relative risposte saranno estese a tutti i partecipanti e pubblicate sul sito aziendale e sul sito almeno 6 giorni prima della scadenza del termine fissato per presentare le offerte. Sul sito medesimo saranno pubblicate inoltre eventuali ulteriori informazioni o delucidazioni, in ordine all appalto, che l ASLTO2 riterrà opportuno diffondere. Gli interessati sono pertanto invitati a consultare il sito fino alla data di scadenza per la presentazione dell offerta. ART. 24 MODALITA DI PRESENTAZIONE E FORMULAZIONE DELL OFFERTA Effettuata la verifica della regolarità della documentazione amministrativa ed il possesso dei requisiti di ammissione alla presente procedura di gara, la stazione appaltante provvederà ad inviare la lettera d invito alle imprese ammesse ed a pubblicare la documentazione di gara sul sito internet aziendale. Le Imprese ammesse dovranno far pervenire, entro il termine perentorio indicato nella lettera d invito ricevuta, l offerta con le modalità di seguito dettagliate: L offerta dovrà essere redatta in lingua italiana ed essere confezionata in un plico chiuso, siglato e controfirmato sui lembi di chiusura (SENZA L UTILIZZO DI CERALACCA). Il plico dovrà pervenire tassativamente entro le ore 12 del giorno indicato nella lettera di invito all Ufficio Protocollo dell Azienda Sanitaria Locale al seguente indirizzo: ASLTO2 Ufficio Protocollo C.so Svizzera n Torino Rif. Economato, in uno dei seguenti modi : con Raccomandata A.R. a mezzo del Servizio Postale; a mezzo di agenzia di recapito autorizzato, con ricevuta di ritorno; consegna a mano; Si precisa che l orario per il ricevimento dei plichi è il seguente: dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 16,00. Il termine di consegna è perentorio, pertanto le offerte pervenute oltre il termine saranno considerate nulle e quindi non aperte ma conservate agli atti. Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente. Per termine di presentazione dell offerta deve intendersi quello di effettivo ricevimento del plico da parte dell ASLTO2 Protocollo Generale. 17

18 TALE PLICO DOVRA : riportare all esterno sul frontespizio l intestazione del mittente (ragione sociale, indirizzo, numero di telefono, numero di fax e indirizzo mail) specificando se trattasi di RTI o di Consorzio; la dicitura OFFERTA DI GARA PER LA PROCEDURA RISTRETTA ACCELERATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO, RECUPERO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI A RISCHIO INFETTIVO, DEI RIFIUTI SANITARI PERICOLOSI NON A RISCHIO INFETTIVO E DI ALTRE TIPOLOGIE DI RIFIUTI PRODOTTI NEI PRESIDI OSPEDALIERI E NELLE SEDI TERRITORIALI DELL ASL TO1, ASLTO2, ASLTO4 E ASLTO5 PER UN PERIODO DI 60 MESI C.I.G... Si avvertono i soggetti concorrenti che qualora il plico fosse sprovvisto della suddetta dicitura, non sarà possibile identificare a quale oggetto si riferisce l offerta comportandone pertanto l esclusione dalla gara. contenere al suo interno n. 3 (tre) buste riportanti il nominativo della Ditta offerente, chiuse e controfirmate sui lembi di chiusura (no ceralacca) secondo le modalità di seguito indicate: Busta A recante la dicitura Documentazione Amministrativa Busta B recante la dicitura Offerta tecnica Busta C recante la dicitura Offerta economica La mancanza di una o più buste comporterà l esclusione dalla gara. La documentazione dovrà essere in lingua italiana, dovrà essere datata e firmata dal legale rappresentante della Ditta che dovrà datare e firmare ogni eventuale informazione fornita come allegato. Il contenuto delle tre buste dovrà essere il seguente La busta A, Documentazione Amministrativa dovrà contenere a pena d esclusione : 1. Dichiarazione, datata timbrata e firmata dal legale rappresentante, di aver valutato tutte le condizioni, incidenti sulle prestazioni oggetto della procedura di gara, che possano influire sulla determinazione dell offerta e delle condizioni contrattuali e di aver preso conoscenza di tutte le circostanze, generali e specifiche, relative all esecuzione del contratto e di averne tenuto conto nella formulazione dell offerta tecnica e dell offerta economica, considerando il prezzo medesimo, nel suo complesso, congruo e remunerativo e tale quindi da consentire la propria offerta, nonché di aver conoscenza del luoghi presso cui il servizio deve essere effettuato. Nel caso di R.T.I. la dichiarazione dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante di tutte le imprese facenti parte del raggruppamento medesimo; 2. Dichiarazione, sottoscritta dal Legale Rappresentante, che sarà cura della Ditta consultare il sito web dell ASL TO2 e il sito nella parte riferita alla gara e che si prenderà atto di tutto quanto ivi riportato fino alla data di scadenza del termine di presentazione delle offerte; 3. Copia degli eventuali chiarimenti richiesti, timbrati e firmati per accettazione su ogni foglio. In caso di raggruppamento temporaneo d imprese e consorzi tali chiarimenti dovranno essere firmati da tutte le imprese raggruppate/consorziate; 18

19 4. Autorizzazione del soggetto offerente all utilizzo del fax per le comunicazioni ex art. 79, comma 5, del D.Lgs. n. 163/06 e s.m.i. e indicazione del numero del fax stesso che l amministrazione utilizzerà per le comunicazioni relative la presente gara. Si richiede di precisare altresì il domicilio eletto. In caso di ATI le indicazioni di cui sopra sono da intendersi riferite alla capogruppo; 5. Ricevuta di avvenuto pagamento dei contributi di partecipazione alle gare, trasmessa dal nuovo sistema di Riscossione, in caso di versamento on line mediante carta di credito, oppure scontrino in originale, in caso di versamento avvenuto tramite Lottomatica Servizi. Questa stazione appaltante è tenuta, a pena dell esclusione della gara del partecipante, al controllo dell avvenuto pagamento, dell esattezza dell importo e della rispondenza del CIG riportato sulla ricevuta del versamento con quello assegnato alla procedura in corso. In ossequio a quanto previsto dalla Deliberazione Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture in materia di Attuazione dell art. 1, commi 65 e 67, della legge 23 dicembre 2005, n. 266 le ditte concorrenti sono tenute al pagamento della contribuzione quale condizione di ammissibilità alla procedura di selezione del concorrente. Con riferimento al codice identificativo della gara (CIG), il pagamento della contribuzione deve avvenire con le seguenti modalità: a. mediante versamento on line con carta di credito dei circuiti Visa MasterCard Diners American Express, collegandosi al portale web Sistema Riscossione all indirizzo seguendo le istruzioni disponibili sul portale; b. mediante versamento in contanti, utilizzando l apposito modello di pagamento rilasciato dal Servizio di Riscossione, presso la rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini. La causale del versamento deve riportare esclusivamente: il codice fiscale/partita IVA del partecipante; il CIG che identifica il/i lotto/i. Per eseguire il pagamento indipendentemente dalla modalità di versamento utilizzata, è necessario iscriversi on line, anche per i soggetti già iscritti al vecchio servizio, al nuovo Servizio di Riscossione raggiungibile dalla Home page sul sito web dell Autorità (www.avcp.it), sezione Contributi in sede di gara oppure settore Servizi. Per i soli operatori esteri, sarà possibile effettuare i pagamenti anche tramite bonifico bancario internazionale sul conto corrente bancario n , aperto presso il Monte dei Paschi di Siena (IBAN: IT 77 O ), (BIC: PASCITMMROM) intestato all Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture: la causale del versamento deve riportare esclusivamente il codice identificativo ai fini fiscali utilizzato dal paese di residenza o di sede del partecipante e il codice CIG che identifica la procedura alla quale si intende partecipare; 6. Ricevuta o titolo comprovante la costituzione del deposito cauzionale provvisorio, ai sensi dell art. 75 del D.Lgs. del D. Lgs. 12 aprile n. 163, pari al 2% dell importo presunto del lotto o della somma dei lotti cui il Soggetto offerente intende partecipare I.V.A. esclusa; 19

20 7. Certificazione del sistema di qualità di cui all art. 75 comma 7 del D.Lgs. 163/2006 da inserire se si intende richiedere la fruizione della riduzione del 50% sulla cauzione (pena di esclusione di tale beneficio); 8. Dichiarazione di un istituto bancario, oppure di una compagnia di assicurazione o di un intermediario iscritto all elenco speciale di cui all art. 107 D.Lgs 385/1993, contenente l impegno in favore della stazione appaltante, qualora l offerente risultasse aggiudicatario, una fidejussione bancaria ovvero una polizza fidejussoria assicurata a garanzia definitiva per l esecuzione del contratto, valido per almeno 180 (centottanta) giorni dalla data di presentazione dell offerta. L uso dei modelli di cui al D.M. 123/2004 (tipo 1.1 schema 1.1) rende non necessaria tale dichiarazione ; 9. Dichiarazione di aver tenuto in debito conto, nella determinazione dei prezzi, di ogni elemento di fatto e di diritto che possa incidere nella esecuzione del contratto e di aver valutato gli oneri di qualunque natura e specie che dovrà sostenere per assicurare la corretta, completa e puntuale esecuzione del contratto alle condizioni stabilite nel capitolato di gara; 10. Dichiarazione che il soggetto concorrente applica ai propri dipendenti (e/o soci lavoratori) condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dal vigente CCNL di riferimento del settore; 11. DUVRI preliminare (allegato al presente CSA) debitamente sottoscritto dal legale rappresentante; 12. L elenco dei documenti presentati nello stesso ordine sopra indicato. Sono ammesse a presentare offerta, oltre alle singole imprese anche imprese appositamente e temporaneamente raggruppate in A.T.I. o consorziate secondo quanto previsto dalle disposizioni di cui all art. 37 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i.: L offerta deve essere sottoscritta da tutte le Imprese raggruppate; L offerta deve contenere l impegno delle Imprese, in caso di aggiudicazione, a costituire il raggruppamento e a conferire mandato collettivo speciale con rappresentanza ad una Impresa capogruppo (mandataria); La documentazione e le dichiarazioni richieste dovranno essere presentate singolarmente dalle Ditte in A.T.I., specificando la ragione sociale della ditta mandataria e delle mandanti, con l indicazione della parte del servizio che ogni singola Ditta si impegna ad eseguire; la documentazione comprovante la costituzione del deposito cauzionale provvisorio dovrà essere intestata a tutto il raggruppamento. La documentazione amministrativa non deve contenere, a pena di esclusione dalla gara, alcun riferimento ad elementi di prezzo. In caso di scarsa o incompleta presentazione di quanto sopra riportato l ASLTO2 si riserva di richiedere l integrazione della documentazione, ai sensi dell art. 46 del D.Lgs 163/06 e s.m.i. Alle dichiarazioni deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un documento di identità del/dei sottoscrittore/i in corso di validità. Si rammenta che la falsa dichiarazione comporta sanzioni penali (art. 76 del D.P.R. n. 445/2000). La mancanza, l incompletezza o la difformità della documentazione di cui ai punti precedenti o la carenza dei requisiti di ammissibilità determina l esclusione dalla gara in corso, fermo restando 20

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA

Articolo 1 PROCEDURA DI GARA DISCIPLINARE DI GARA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI STABILI SEDE DEGLI UFFICI DEL CONSIGLIO REGIONALE IN TRIESTE LOTTO UNICO PERIODO TRE ANNI Articolo 1 PROCEDURA DI GARA L aggiudicazione

Dettagli

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma

COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma COMUNE DI FONTE NUOVA Provincia di Roma DISCIPLINARE DI GARA Procedura semplificata ai sensi degli artt. 20 e 27 del D. Lgs. n 163/2006 per la conclusione di un accordo quadro con unico operatore per l

Dettagli

ParmaInfanzia S.p.A.

ParmaInfanzia S.p.A. Sede Legale: via Tonale n. 6, 43100 Parma - Tel. 0521/709511; Sede Amministrativa: via Colorno n. 63, 43100 Parma; Tel. 0521/600611, Fax 0521/606260; Bando di gara mediante Pubblico Incanto per la gestione

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o

COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o COMUNE DI FRABOSA SOTTANA P r o v i n c i a d i C u n e o Via IV Novembre, 12 C.A.P. 12083 - Tel.0174/244481-2 - Fax.0174/244730 e-mail: comune@comune.frabosa-sottana.cn.it PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla

Disciplinare di gara. Il plico contenente la domanda di partecipazione unitamente alle offerte, pena l esclusione dalla PUBBLICO INCANTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI LAVAGGIO E SISTEMAZIONE DELLA VETRERIA E DEI MATERIALI DI LABORATORIO, PULIZIA DELLA STRUMENTAZIONE E DELLE SUPPELLETTILI DI LABORATORIO DELL AGENZIA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA GESTIONE TRASPORTI METROPOLITANI SPA Servizi assicurativi relativi ai beni ed alle attività istituzionali della GESTIONE TRASPORTI METROPOLITANI SPA inerenti: Lotto Unico ) RCA Libro Matricola DISCIPLINARE

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA

COMUNE DI GENZANO DI ROMA Lì, Spett.le OGGETTO: invito a formulare offerta per l affidamento ex art. 125 comma 11,del D.Lgs. 163/2006 del SERVIZIO DI GESTIONE DEI SINISTRI DERIVANTI DA RESPONSABILITÀ CIVILE E VERSO PRESTATORI D

Dettagli

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R.

Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le. Mail. Raccomandata A.R. Catanzaro, 10 aprile 2015 Spett.le Mail Raccomandata A.R. OGGETTO: Invito per l'affidamento dei servizi di noleggio di n. 8 Stampanti Multifunzione SCANNER/COPIA/STAMPA - Procedimento in economia a mezzo

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione

Amministrazione Aggiudicatrice Oggetto dell appalto : Esclusa Condizioni partecipazione DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA PER LE SCUOLE PRIMARIE DI PRIMO GRADO SITE NEL COMUNE DI BORZONASCA PER GLI ANNI SCOLASTICI 2010/2011, 2011/2012 E 2012/2013 Amministrazione

Dettagli

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per l Anno 2014 CIG: 526545139F 1.) Stazione Appaltante: Acoset S.p.A. Viale Mario Rapisardi, 164 95123 Catania Tel: 095360133 FAX:095/356032;

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLE REGIONI LAZIO E TOSCANA CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 4 DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E SMALTIMENTO, SECONDO LA NORMATIVA VIGENTE, DEI

Dettagli

COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti

COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti BANDO DI GARA COMUNE DI AGLIANO TERME Provincia di Asti Bando di gara per l affidamento del servizio di REFEZIONE SCOLASTICA PER LA PREPARAZIONE ED IL TRASPORTO PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA E LA SCUOLA

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 24.10.2011 Prot. n. 105643/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 6/D.04/2011

Dettagli

PROCEDURA APERTA GARA SERVIZIO SOSTITUTIVO MENSA

PROCEDURA APERTA GARA SERVIZIO SOSTITUTIVO MENSA DISCIPLINARE DI GARA per stipula Accordo Quadro per servizio sostitutivo mensa destinato ai dipendenti delle aziende appartenenti al gruppo ASA SpA, mediante l erogazione di pasti con l utilizzo di carte

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA NEGOZIATA PREZZO QUALITA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA PRESSO ALCUNE SALE OPERATORIE DELL AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

Azienda Regionale Veneto Agricoltura Viale dell Università, 14 35020 Legnaro (PD)

Azienda Regionale Veneto Agricoltura Viale dell Università, 14 35020 Legnaro (PD) DISCIPLINARE DI GARA Veneto Agricoltura, Azienda Regionale per il settori Agricolo Forestale ed Agroalimentare, in esecuzione della DAU n. 423 del 10.09.2009, indice procedura aperta, ai sensi dell art.

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA UFFICI

PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA UFFICI PROCEDURA DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA UFFICI CIG 545647164F BANDO E DISCIPLINARE DI GARA PREMESSA Il presente disciplinare di gara ha per oggetto l affidamento del servizio di pulizia

Dettagli

1/9 LA SOCIETA OFFERENTE PER CONOSCENZA ED ACCETTAZIONE Timbro e firma

1/9 LA SOCIETA OFFERENTE PER CONOSCENZA ED ACCETTAZIONE Timbro e firma DISCIPLINARE DI GARA per l affidamento dell incarico del servizio assicurativo RCA Libro Matricola di Asa Tivoli SpA 2016 ed RCA di ASA Servizi srl anno 2016 CIG: (Lotto Unico) 64661156E5 Art. 1 Oggetto

Dettagli

Consiglio Superiore della Magistratura

Consiglio Superiore della Magistratura GARA EUROPEA A PROCEDURA RISTRETTA PER L AFFIDAMENTO DELLA COPERTURA ASSICURATIVA SANITARIA PER IL PERSONALE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA CIG 06449841A2 ****** DISCIPLINARE DI GARA Pag 1

Dettagli

SPETT. COMPAGNIA ASSICURAZIONE. Raccomandata a.r. uno

SPETT. COMPAGNIA ASSICURAZIONE. Raccomandata a.r. uno SETTORE AMMINISTRATIVO UFFICIO CONTRATTI Tel. 090 225512 SPETT. COMPAGNIA ASSICURAZIONE Raccomandata a.r. uno OGGETTO:Invito a procedura di cottimo fiduciario per affidamento del servizio di copertura

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010

BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA UFFICI E SERVIZI COMUNALI E DI CUSTODIA DI PALAZZO CUSANO ANNO 2010 ENTE APPALTANTE: Comune di Cusano Milanino Piazza Martiri di

Dettagli

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA Comune di Cremona LAVORI DI BITUMATURA STRADE 2 LOTTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA DISCIPLINARE DI GARA MEDIANTE PUBBLICO INCANTO (NORME INTEGRATIVE AL BANDO) 1. MODALITA DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITA

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012 AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 Via San Secondo, 29-10128 Torino Tel. +39 011 566 1 566 Codice Fiscale/Partita Iva 09737640012 S.C. TECNICO-MANUTENZIONE Prot. N. 0138889/B05 Torino, 18.11.2008 RACCOMANDATA

Dettagli

Azienda Policlinico Umberto I Roma Area funzionale di Coordinamento Patrimonio, Servizi e Forniture Bando di gara a procedura aperta Asta pubblica

Azienda Policlinico Umberto I Roma Area funzionale di Coordinamento Patrimonio, Servizi e Forniture Bando di gara a procedura aperta Asta pubblica Azienda Policlinico Umberto I Roma Area funzionale di Coordinamento Patrimonio, Servizi e Forniture Bando di gara a procedura aperta Asta pubblica Amministrazione aggiudicatrice: Azienda Policlinico Umberto

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UN GRUPPO DI SPREMITURA A FREDDO PER LA PRODUZIONE DI OLIO VEGETALE COMBUSTIBILE DISCIPLINARE DI GARA I N D I C E Art. 1 Premessa Art. 2 Condizioni di ammissione alla

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Art. 1 OGGETTO DEL CONTRATTO L appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di assistenza domiciliare a favore degli

Dettagli

CITTA di GROTTAGLIE. Provincia di Taranto BANDO DI GARA DI ASTA PUBBLICA

CITTA di GROTTAGLIE. Provincia di Taranto BANDO DI GARA DI ASTA PUBBLICA SETTORE AFFARI GENERALI Ufficio Appalti e Contratti Prot. n. 3908 del 24/02/2014 BANDO DI GARA DI ASTA PUBBLICA L Amministrazione Comunale indice, per il giorno 20 del mese di Marzo anno 2014 alle ore

Dettagli

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona

COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona COMUNE DI SPOTORNO Provincia di Savona AREA TERRITORIO AMBIENTE E LAVORI PUBBLICI Servizio Patrimonio e Demanio BANDO DI GARA PER LOCAZIONE DEL BAR RISTORANTE SITUATO PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

Dettagli

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA

FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO DELLA FORNITURA Il presente appalto è relativo alla fornitura, consegna e installazione di attrezzature cardiovascolari, isotoniche e altro

Dettagli

B A N D O D I G A R A OGGETTO : AFFIDAMENTO GESTIONE

B A N D O D I G A R A OGGETTO : AFFIDAMENTO GESTIONE B A N D O D I G A R A OGGETTO : AFFIDAMENTO GESTIONE Progetto Servizio Anticipazione Scolastica, anno 2005/2006 Piano Programmatico di Interventi e Servizi Sociali Comune di Ischia, anno 2005. IL RESPONSABILE

Dettagli

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39

COMUNE DI BARLASSINA BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 COMUNE DI BARLASSINA Prot. 13057 (PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA) BANDO DI GARA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE IMMOBILE DI PROPRIETA COMUNALE SITO IN CORSO MILANO 39 1. ENTE LOCATORE Comune di Barlassina

Dettagli

C O M U N E D I R I E T I

C O M U N E D I R I E T I AVVISO PUBBLICO Servizio raccolta foglie in alcuni viali e vie della Città di Rieti; determina a contrarre 1271 del 10/10/2014 - indizione gara ufficiosa ai sensi dell art. 125 co. 8: codice CIG Z61112A02F

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 3 AUTOMEZZI DI SERVIZIO E CONTESTUALE RITIRO DI N. 4 VETTURE USATE DISCIPLINARE DI GARA

PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 3 AUTOMEZZI DI SERVIZIO E CONTESTUALE RITIRO DI N. 4 VETTURE USATE DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI N. 3 AUTOMEZZI DI SERVIZIO E CONTESTUALE RITIRO DI N. 4 VETTURE USATE DISCIPLINARE DI GARA I N D I C E Art. 1 Premessa Art. 2 Condizioni di ammissione alla gara Art.

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA

BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA BANDO PUBBLICO PER LOCAZIONE DI UN IMMOBILE AD USO COMMERCIALE DI PROPRIETA COMUNALE POSTO IN PIAZZA CAVOUR PIANO TERRA L Amministrazione Comunale di Levanto intende concedere in locazione una unità immobiliare

Dettagli

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE DISCIPLINARE SISTEMA DI QUALIFICAZIONE 1. ENTE AGGIUDICATORE: Nome: Azienda Napoletana Mobilità S.p.A. S Indirizzo : Via G.B. Marino, 1-80125 NAPOLI - Settore: Gare e Appalti Numeri di telefono: +39 0817632104

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE PROVVEDITORATO Appalto per la fornitura di cancelleria, oggettistica per ufficio e carta per fotocopie e buste. DISCIPLINARE DI GARA Il presente disciplinare di gara, che costituisce

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO di call//contact center telefonico in outsourcing.

DISCIPLINARE DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO di call//contact center telefonico in outsourcing. Comune di Rimini Settore Contratti, Servizi Generali e Attività Economiche P.zza Cavour n. 27-47900 Rimini tel. 0541 704239 fax 0541 704230 www.comune.rimini.it c.f.-p.iva 00304260409 C DISCIPLINARE DI

Dettagli

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque

Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque Agenzia Regionale per i Rifiuti e le Acque 1 Settore Regolazione delle Acque GARA PER LA FORNITURA CONTINUA DI GAS NATURALE (METANO) A SERVIZIO DELL IMPIANTO DI DISSALAZIONE E POTABILIZZAZIONE DELL ACQUA

Dettagli

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE

ALLEGATO B. Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE ALLEGATO B Capitolato Speciale d Appalto (C.S.A.) relativo a FORNITURA IMBARCAZIONE AD USO DI POLIZIA LOCALE 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 ART. 7 ART. 8 ART. 9 ART. 10 ART. 11 ART.

Dettagli

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA Reggio Calabria

REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA Reggio Calabria REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA Reggio Calabria Bando di Gara per la Fornitura e Posa in opera di n 2 Impianti Elevatori Montalettighe e n 1 Impianto Elevatore Ascensore

Dettagli

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551

ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 ALLEGATO E Schema di cottimo fiduciario della fornitura con posa di porte automatiche e relativa manutenzione Cig 6091932551 L anno duemila., il giorno ( ) del mese di., in. presso la sede dell., via.,

Dettagli

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura

S.C. TELECOMUNICAZIONI. Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10. Art. 1 Oggetto della procedura S.C. TELECOMUNICAZIONI SEDE LEGALE: Via San Secondo, 29 Torino, 22/11/2010 Prot. n. 124751/D.04.01.07.01 Spett. Ditta Oggetto: Procedura negoziata per la manutenzione degli apparati fax Gara 08/D.04/10

Dettagli

Comune di Gravina in Puglia

Comune di Gravina in Puglia Comune di Gravina in Puglia c.a.p. 70024 Partita Iva 0036498722 Codice Fiscale PROVINCIA DI BARI DISCIPLINARE DI GARA PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO VISITA E DI UNA RETE SENTIERISTICA NEL SIC BOSCO

Dettagli

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191.

1. STAZIONE APPALTANTE Milanosport S.p.A. viale Tunisia n. 35-20124 Milano - tel. 02-62345110/07 - fax 02/62345191. PROCEDURA APERTA PER LA CONCESSIONE D USO DI IMPIANTI PUBBLICITARI INSISTENTI PRESSO I CENTRI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DEL COMUNE DI MILANO ED IN GESTIONE A MILANOSPORT S.p.A. - APPALTO REP. 3/2014 - CIG

Dettagli

REGIONE PUGLIA DISCIPLINARE DI GARA

REGIONE PUGLIA DISCIPLINARE DI GARA REGIONE PUGLIA DISCIPLINARE DI GARA OGGETTO: PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA ED ASSISTENZA ASSICURATIVA ( BROKERAGGIO ) A FAVORE DELLA REGIONE PUGLIA ART.1 Oggetto dell Appalto

Dettagli

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna

Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna Comune di Castel Maggiore Provincia di Bologna AVVISO DI GARA AD ASTA PUBBLICA Questa Amministrazione indice per il giorno 28/11/2005 alle ore 9,30, presso la Sala delle riunioni 1 piano del Municipio,

Dettagli

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA

COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA COMUNE DI NICOLOSI C.A.P. 95030 PROVINCIA DI CATANIA AREA 1 SERVIZI SOCIALI, CULTURALI, SCOLASTICI, CONTENZIOSO, CONTRATTI Prot. del OGGETTO: Lettera di invito a procedura negoziata con bando per la gestione

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ALCUNI SERVIZI BIBLIOTECARI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE UBERTO POZZOLI DI LECCO. PERIODO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ALCUNI SERVIZI BIBLIOTECARI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE UBERTO POZZOLI DI LECCO. PERIODO COMUNE DI LECCO BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ALCUNI SERVIZI BIBLIOTECARI PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE UBERTO POZZOLI DI LECCO. PERIODO 1.7.2015 31.12.2017 1. ENTE APPALTANTE Comune

Dettagli

Luogo di prestazione del servizio: Comune di Todi (PG).

Luogo di prestazione del servizio: Comune di Todi (PG). COMUNE DI TODI SERVIZIO PATRIMONIO AMBIENTE Piazza di Marte,1 06059 Todi ( PG ) - Tel. 075/8956300- Fax. 075/8956259 e mail silvia.minciaroni@comune.todi.pg.it 3 AVVISO ED INVITO A PRESENTARE OFFERTA CON

Dettagli

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014

COMUNE DI LORETO. (Provincia di Ancona) Settore III. Loreto, 30/05/2014 COMUNE DI LORETO (Provincia di Ancona) Settore III Loreto, 30/05/2014 AVVISO PUBBLICO BANDO PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DELLA PALESTRA COMUNALE SITA IN VIA BERSAGLIERI D ITALIA Articolo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106

CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106 CAPITOLATO SPECIALE APPALTO DI SERVIZI DI CONFERIMENTO RIFIUTI CER 150106 CAPITOLO I Natura ed oggetto dell appalto Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto la selezione e valorizzazione

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

Lo svolgimento del servizio di che trattasi è dettagliatamente specificato nel capitolato speciale di gara e nei suoi allegati.

Lo svolgimento del servizio di che trattasi è dettagliatamente specificato nel capitolato speciale di gara e nei suoi allegati. REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE A GARA. PUBBLICO INCANTO per l affidamento del servizio di raccolta, trasporto, smaltimento e recupero dei rifiuti sanitari pericolosi e non, prodotti da tutte le strutture

Dettagli

Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte

Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. DISCIPLINARE DI GARA Modalità di presentazione e criteri di ammissibilità delle offerte Raccordo Autostradale Valle d Aosta S.p.A. Luogo: Regione Autonoma Valle d Aosta. Esecuzione servizio invernale di caricamento e spargimento dei cloruri e di sgombero neve da effettuarsi sull Autostrada

Dettagli

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006)

BANDO DI GARA. 4. Criterio di aggiudicazione: Criterio dell offerta economicamente più vantaggiosa (art. 83 D.Lgs. 163/2006) BANDO DI GARA 1. Amministrazione appaltante: Comune di Lanciano Avvocatura Comunale Servizio Appalti Forniture e Servizi P.zza Plebiscito, 1 66034 Lanciano telefono 0872/707602-707227 Fax 0872/717573 sito

Dettagli

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino

COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino COMUNE DI VOLVERA 10040 - Provincia di Torino Ufficio Patrimonio e-mail contratti@comune.volvera.to.it BANDO DI GARA PER LA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI VIA CASTAGNOLE

Dettagli

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI)

SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) SCHEMA CONTRATTO Di CONCESSIONE DEI SERVIZI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE E DEGLI IMPIANTI SEMAFORCI ALL INTERNO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI RHO (MI) Tra il Comune di RHO (di seguito, Comune ), in persona

Dettagli

COMUNE DI MONSERRATO

COMUNE DI MONSERRATO COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari Settore Economico Finanziario DISCIPLINARE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA E PER LA PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE Allegato A al bando di gara 1) Ente Aggiudicatore:

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO

CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER 20.01.40. CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CARICO,TRASPORTO E RECUPERO/RICICLO DI RIFIUTI METALLO CODICE CER CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 8 Art. 1 - Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA

Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA Azienda Ospedaliera Universitaria Seconda Università degli Studi di Napoli Via Costantinopoli, n. 104 80138 - NAPOLI BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA 1. ENTE APPALTANTE: - Azienda Ospedaliera Universitaria

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo

CAPITOLATO D ONERI ---------------------- ART. 1 Oggetto del servizo ALL. A PROCEDURA DI AFFIDAMENTO IN ECONOMIA, MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, DEL SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA DEI LOCALI DELLA SEDE DEL GABINETTO G.P. VIEUSSEUX, SITI IN PALAZZO STROZZI, PALAZZO CORSINI

Dettagli

Codice Fiscale/Partita Iva 09737190018 Sede legale: C.so Svizzera, 164-10149 Torino 011/4393111

Codice Fiscale/Partita Iva 09737190018 Sede legale: C.so Svizzera, 164-10149 Torino 011/4393111 Codice Fiscale/Partita Iva 09737190018 Sede legale: C.so Svizzera, 164-10149 Torino 011/4393111 Struttura Complessa Economato Via Botticelli 151 10154 Torino 011/240.2616/2613 Fax 011/2402686 AFFIDAMENTO

Dettagli

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4

CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 CITTA DI CINISELLO BALSAMO VIA XXV APRILE, 4 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel.02/660231 Fax 02/66011464 www.comune.cinisello-balsamo.mi.it E indetta con Determinazione Dirigenziale n.246 del 06/03/2007

Dettagli

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA

ASSICURAZIONE DELLA. Servizio Sanitario REGIONE SARDEGNA DISCI PLINARE AMMINISTRATIVO ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILI TÀ CIVI LE VERSO TERZI E VERSO I P RESTATORI DI LAVORO Timbro e Firma: 1 INDICE Art. 1 Oggetto pag. 3 Art. 2 Requisiti di partecipazione pag.

Dettagli

Ristrutturazione Campanile di Castiglione

Ristrutturazione Campanile di Castiglione DISCIPLINARE DI GARA Ristrutturazione Campanile di Castiglione Il presente disciplinare costituisce integrazione al bando di gara relativamente alle procedure di appalto, ai requisiti e modalità di partecipazione

Dettagli

COMUNE di PELLEZZANO

COMUNE di PELLEZZANO COMUNE di PELLEZZANO Provincia di Salerno BANDO E DISCIPLINARE DI GARA in esecuzione della Determinazione del Responsabile di Servizio Area Lavori Pubblici N. _514_ del 13/10/2014 viene indetta la seguente

Dettagli

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA CITTÀ DI REGGIO CALABRIA SETTORE PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Servizio Appalti e Contratti BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO, IN FAVORE DEL COMUNE DI REGGIO CALABRIA,

Dettagli

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A

PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A PROVINCIA DELL AQUILA ALLEGATO A DISCIPLINARE PROVINCIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ASSICURATIVO RIGUARDANTE GLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA DELL AMMINISTRAZIONE PER LA COPERTURA DEL RISCHIO RC AUTO, INCENDIO,

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune

CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Castello comprendente il ritiro e la

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO

BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DELL APPALTO INTEGRATO DI SERVIZI E FORNITURE RELATIVI ALLA COMUNICAZIONE ESTERNA DEL COMUNE DI SARONNO 1. Stazione appaltante Comune di Saronno, Piazza Repubblica, 7 21047

Dettagli

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco.

Sede legale: Località Torrevecchia 87100 Cosenza - tel. 0984/308011 fax 0984/482332 aziendatrasporticosenza@tin.it web: www.amaco. GARA PER LA FORNITURA DI GAS METANO PER AUTOTRAZIONE C.I.G. 60347701BF CAPITOLATO SPECIALE Responsabile Unico del Procedimento Ing. Gianfranco Marcelli 1 INDICE Art. 1 Glossario Art. 2 Oggetto dell Appalto

Dettagli

BANDO DI GARA. Sede: via Battistero n 4, 13900 Biella (BI)

BANDO DI GARA. Sede: via Battistero n 4, 13900 Biella (BI) BANDO DI GARA Appalto mediante procedura aperta per l affidamento quinquennale del servizio di consulenza e brokeraggio assicurativo. Codice CIG: 62817919EA 1) ENTE APPALTANTE Comune di Biella Sede: via

Dettagli

COMUNE DI PEDRENGO Provincia di Bergamo

COMUNE DI PEDRENGO Provincia di Bergamo Prot. n. 12687 Pedrengo, lì 23 Dicembre 2009 PROCEDURA APERTA - BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA DEL VERDE PUBBLICO: TAGLIO ERBA, POTATURA ALBERI E SIEPI PERIODO 01/01/2010-31/12/2012

Dettagli

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DI MESSINA

ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DI MESSINA ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DI MESSINA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA SERVIZIO COPERTURA ASSICURATIVA IMMOBILI IACP CIG 5639276F68 SEZIONE I. AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE 1. Ente appaltante:

Dettagli

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale

CITTA DI NETTUNO PROVINCIA DI ROMA CORPO POLIZIA LOCALE Ufficio Comando Settore Affari Generali e Personale BANDO DI GARA APERTA PER L AFFIDAMENTO FORNITURA E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE - CIG 39689354C5 - ENTE APPALTANTE Comune di Nettuno, Viale Giacomo Matteotti n 37 00048 Nettuno

Dettagli

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D

Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Prot.n. Bari, Spett.le RACCOMANDATA A.R. Oggetto: Procedura in economia per l affidamento del servizio di noleggio per mesi 36 di n. 6 furgoni nuovi. CIG 246044469D Con determina n.21 del 16.05.2011 l

Dettagli

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE

APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE APPALTO PER IL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO CAPITOLATO SPECIALE ART. 1 - OGGETTO DELL APPALTO Il presente capitolato ha per oggetto l appalto del servizio professionale di consulenza

Dettagli

Richiesta chiarimenti n. 6

Richiesta chiarimenti n. 6 Codice Fiscale/Partita Iva 09737190018 Sede legale: C.so Svizzera, 164-10149 Torino 011/4393111 S.C. ECONOMATO Via Botticelli n. 151-10154 Torino 011240.2613/2616 011/2402686 email: area.economato@aslto2nord.it

Dettagli

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092)

APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) MORROVALLE SERVIZI S.R.L. APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA SCOLASTICA A SOGGETTI DISABILI RESIDENTI NEL COMUNE DI MORROVALLE (MC) (CIG N 5238342092) Art. 20 Allegato IIB D.lgs. n 163/2006

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA 1 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO FORNITURA DI ARREDAMENTO COMPLETO CENTRO ANZIANI VIA MARSAGLIA SETTORE SICUREZZA SOCIALE SERVIZIO INTERVENTI SOCIALI Via Roma, 54 18038 SANREMO (IM) Tel. 0184/59281 Fax

Dettagli

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255

COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 COMUNE DI TORRACA Provincia di Salerno C.F. 84001450653 VIA FENICE,N.2 84030 TORRACA Tel. 0973/398127 Fax 0973/398255 AREA TECNICA CAPITOLATO DI GARA C.I.G. 0554938D4F- numero gara versamento 599561 ALLEGATO

Dettagli

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v.

FOGLIO CONDIZIONI. C.F. 82005660061 - P.I. 01628780064 - Cap.Soc. 7.000.000,00 i.v. FOGLIO CONDIZIONI ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO La scrivente Società intende affidare l incarico per il servizio di carico - trasporto avvio a recupero, presso impianto/i di compostaggio, della frazione

Dettagli

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per il periodo 2014-2016

BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per il periodo 2014-2016 CIG: 5575299248 BANDO DI GARA Settore gara: Speciale Fornitura di energia elettrica per il periodo 2014-2016 1.) Stazione Appaltante: ASMAzienda Speciale - Via Fiume, 64 Pomigliano D Arco (NA) Tel:0818841083

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO TRA

SCHEMA DI CONTRATTO TRA SCHEMA DI CONTRATTO Repertorio n. del REGIONE PUGLIA Contratto relativo ai Servizi di assistenza tecnica e supporto alle attività, connesse all'applicazione dei Regolamenti (CE) 1083/2006 e 1828/06, dell'autorità

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento del servizio di noleggio di macchine fotocopiatrici per la Fondazione Teatro di San Carlo. CIG: 641196266D PREMESSA La Fondazione Teatro di San Carlo intende affidare

Dettagli

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune.

Art. 1 Oggetto dei servizi. Art. 2 Ammontare complessivo del contratto, durata dei servizi e vincoli per il Comune. CAPITOLATO TECNICO Art. 1 Oggetto dei servizi. Il presente Capitolato tecnico disciplina l esecuzione dei servizi postali per la corrispondenza del Comune di Città di Conversano, comprendente il ritiro

Dettagli

Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223

Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223 Settore Mobilità Traffico Ambiente Verde e Patrimonio Ufficio Patrimonio Via Annunziata Pal. Mosti Tel. 0824 772205-206-223-247 Fax 0824 772223 BANDO PUBBLICO Per la locazione dell immobile destinato ad

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122 Firenze Tel.: 055 249191 Fax 055 2342482 Allegato F GARA EUROPER DISCIPLINARE Premessa

Dettagli

BANDO DI GARA. Le offerte dovranno essere inviate a: Università degli Studi di Sassari. Ufficio Protocollo Piazza Università, 21 07100 Sassari

BANDO DI GARA. Le offerte dovranno essere inviate a: Università degli Studi di Sassari. Ufficio Protocollo Piazza Università, 21 07100 Sassari BANDO DI GARA I.1) denominazione, indirizzo: Università degli Studi di Sassari P.I. 00196350904 Ufficio Economato e Patrimonio Largo Porta Nuova, 2 07100 Sassari. Punti di contatto: come al punto I.1)

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli