PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI"

Transcript

1 PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA Ufficio Impianti Termici Nota informativa: Scadenza adempimenti di cui all art. 284 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 Norme in materia ambientale per gli impianti termici ubicati sul territorio di competenza della Provincia di Genova. Premessa Il Titolo II della Parte V del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 Norme in materia ambientale prescriveva nuovi adempimenti per i possessori di impianti termici civili con potenzialità termica nominale dell impianto maggiore di 0,035 MW (pari a 35 kw) ed inferiore a 3 MW. A seguito del d.lgs. 29 giugno 2010 n. 128 è stata, tra l altro, soppressa la denuncia stabilita dal comma 1 dell'articolo 284 e con essa il modello previsto nella parte I dell Allegato IX; tale denuncia è stata sostituita da una dichiarazione da allegare alla dichiarazione di conformità di cui al D.M. 37/2008 ed al libretto di centrale. Definizioni (art. 283 del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152). Impianto termico civile impianto termico la cui produzione di calore é destinata, anche in edifici ad uso non residenziale, al riscaldamento o alla climatizzazione di ambienti o al riscaldamento di acqua per usi igienici e sanitari; l impianto termico civile è centralizzato se serve tutte le unità dell edificio o di più edifici ed è individuale negli altri casi. Potenza termica nominale dell impianto focolari costituenti l'impianto. la somma delle potenze termiche nominali dei singoli Valore di soglia la potenza termica nominale dell impianto pari a 0,035 MW (35 kw). Autorità competente l'autorità responsabile dei controlli, gli accertamenti e le ispezioni previsti dall'articolo 9 e dall'allegato L del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, e dal d.p.r. 26 agosto 1993, n. 412 o la diversa autorità indicata dalla legge regionale. La Provincia di Genova è l autorità competente per tutti i Comuni del territorio provinciale con esclusione del Comune di Genova che esercita direttamente l attività di controllo. Inoltre si richiamano le seguenti: Responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto è il proprietario o l amministratore della società, salvo questi abbia delegato la responsabilità dell esercizio e della manutenzione dell impianto termico ad un Terzo Responsabile (persona fisica o giuridica in possesso dei requisiti richiesti dalla legge vigente). L eventuale Terzo Responsabile non è automaticamente il tecnico abilitato che annualmente esegue la manutenzione ordinaria dell impianto termico. L eventuale atto di assunzione di responsabilità dell esercizio e della manutenzione dell impianto termico da parte di un soggetto terzo, deve essere stato redatto in forma scritta ed inviato all Ente competente ai sensi del DPR 412/1993; in caso contrario il responsabile dell esercizio e della manutenzione rimane identificato nel possessore dell impianto termico o legale rappresentante.

2 Disposizioni Il Titolo II sopracitato all art. 284, così come modificato dall'articolo 3, comma 17, d.lgs. n. 128 del 2010, detta una serie di disposizioni, sostanzialmente consistenti in: gli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore al valore di soglia devono rispettare le caratteristiche tecniche previste dalla parte II dell'allegato IX alla parte quinta del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 e ss.mm.eii. pertinenti al tipo di combustibile utilizzato; (art. 285 comma 1) le emissioni in atmosfera degli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore al valore di soglia devono rispettare i valori limite previsti dalla parte III dell'allegato IX alla parte quinta del D.Lgs. 3 aprile 2006, n 152 e ss.mm.eii. (art. 286 comma 1) i valori di emissione degli impianti di cui sopra devono essere controllati almeno annualmente dal responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, nel corso delle normali operazioni di controllo e manutenzione. I valori misurati, con l'indicazione delle relative date, dei metodi di misura utilizzati e del soggetto che ha effettuato la misura, devono essere allegati al libretto di centrale (art. 286 comma 2). I controlli annuali dei valori di emissione non sono richiesti se l'impianto utilizza i combustibili di cui all'allegato X, parte I, sezione II, paragrafo I, lettere a), b), c), d), e) o i) e se sono regolarmente eseguite le operazioni di manutenzione previste dal d.p.r. 26 agosto 1993, n ai fini del campionamento, dell'analisi e della valutazione delle emissioni degli impianti termici si applicano i metodi previsti nella parte III dell'allegato IX alla parte quinta dello stesso decreto (art. 286 comma 3). l'installatore, contestualmente all'installazione o alla modifica dell'impianto, verifica il rispetto dei valori limite di emissione previsti dal presente articolo. La documentazione relativa a tale verifica è messa a disposizione del responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto che la allega al libretto di centrale. Tale verifica non è richiesta nei casi previsti dalla parte III, sezione 1, dell'allegato IX alla parte quinta del succitato decreto (art. 286 comma.4) al libretto di centrale devono essere allegati i documenti o le dichiarazioni che attestano l'espletamento delle manutenzioni necessarie a garantire il rispetto dei valori limite di emissione previste dal libretto di centrale (art. 286 comma 2). le denunce trasmesse ai sensi dell articolo 284 comma 2 del d.lgs. 3 aprile 2006 n. 152, prima dell entrata in vigore del d.lgs. 128/2010, possono essere utilizzate ai fini dell integrazione del libretto di centrale prevista dall articolo 284, comma 2, del medesimo decreto legislativo come modificato dallo stesso d.lgs. 128/2010 (art. 3 comma 35 d.lgs. 128/2010). Adempimenti formali Le medesime disposizioni stabiliscono quindi alcuni adempimenti formali: nei casi di installazione o modifica di impianti termici civili: obbligo per l installatore di integrare la dichiarazione di conformità, prevista dal D.M. 22 gennaio 2008 n. 37, con un atto in cui l'installatore verifica e dichiara che l'impianto è conforme alle caratteristiche tecniche di cui all'articolo 285 del d.lgs. 3 aprile 2006

3 n 152 ed è idoneo a rispettare i valori limite di emissione di cui all'articolo 286 del medesimo del d.lgs. 3 aprile 2006 n 152; tale atto deve essere messo a disposizione del responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, o al soggetto committente, da parte dell'installatore entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori, affinché sia inserito nel libretto di centrale; l Autorità che riceve la dichiarazione di conformità ai sensi del decreto ministeriale 22 gennaio 2008 n. 37, provvede ad inviare tale atto all'autorità competente dei controlli, gli accertamenti e le ispezioni sugli impianti termici obbligo per l installatore di redigere l elenco delle manutenzioni ordinarie e straordinarie necessarie ad assicurare il rispetto dei valori limite di cui al suddetto all'articolo 286; tale elenco deve essere messo a disposizione del responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, o al soggetto committente, da parte dell'installatore entro 30 giorni dalla conclusione dei lavori, affinché sia inserito nel libretto di centrale; nei casi di impianti termici civili esistenti alla data di entrata in vigore della normativa: obbligo per il responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, di integrare il libretto di centrale, entro il 31 dicembre 2012, con un atto in cui si dichiara che l'impianto è conforme alle caratteristiche tecniche di cui all'articolo 285 ed è idoneo a rispettare i valori limite di cui all'art. 286, nonché con l'elenco delle manutenzioni ordinarie e straordinarie necessarie ad assicurare il rispetto dei valori limite di cui allo stesso art obbligo per il responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, di inviare copia di tali atti integrativi all'autorità competente entro 30 giorni dalla redazione degli stessi. obbligo per il responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, di allegare al libretto di centrale i documenti o le dichiarazioni che attestano l'espletamento delle manutenzioni necessarie a garantire il rispetto dei valori limite di emissione previste dal libretto di centrale (art. 286 comma 2). per tutti gli impianti termici civili, esistenti, modificati o nuovi, con esclusione di quelli che utilizzano i combustibili di cui all'allegato X, parte I, sezione II, paragrafo 1, lettere a), b), c), d), e) o i) : (quindi per tutti gli impianti che utilizzano come combustibile rispettivamente, legna da ardere, carbone di legna, biomasse combustibili e biogas) obbligo per l installatore, contestualmente all installazione o modifica dell impianto, di verificare il rispetto dei valori limite di emissione previsti dalla parte III dell'allegato IX alla parte quinta del d.lgs. 3 aprile 2006 n 152 e ss.mm.eii.. La documentazione relativa a tale verifica è messa a disposizione del responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto che la allega al libretto di centrale. obbligo, per il responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto, di controllare i valori di emissione degli impianti di cui sopra almeno annualmente, nel

4 corso delle normali operazioni di controllo e manutenzione. I valori misurati, con l'indicazione delle relative date, dei metodi di misura utilizzati e del soggetto che ha effettuato la misura, devono essere allegati al libretto di centrale. Cosa fare in relazione alla scadenza del 31 dicembre 2012 stabilita dal D.Lgs. 3 aprile 2006 n 152 e ss.mm.eii. Per gli impianti termici civili di potenza termica nominale superiore a 0,035 MW (pari a 35 kw) ed inferiore a 3 MW, ubicati sul territorio di competenza della Provincia di Genova con esclusione del Comune di Genova, in esercizio alla data del 29 aprile 2006, deve essere trasmessa alla Provincia di Genova, copia degli atti sopra descritti, sottoscritti dal responsabile dell'esercizio e della manutenzione dell'impianto ed allegati al libretto di centrale, entro 30 giorni dalla data di redazione degli stessi, ovvero: - attestazione di conformità alle caratteristiche tecniche di cui all'articolo 285 e di idoneità al rispetto dei valori limite di cui all'art. 286 del d.lgs. 3 aprile 2006 n 152; - elenco delle manutenzioni ordinarie e straordinarie necessarie ad assicurare il rispetto dei valori limite di cui al suddetto all'articolo 286; Si riporta in allegato un fac-simile di modelli che possono essere utilizzati. Gli atti devono essere inviati o consegnati a mano presso: PROVINCIA DI GENOVA Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore - Ufficio Impianti Termici Largo F. Cattanei, GENOVA (GE) Nel caso il Responsabile dell impianto avesse già provveduto a trasmettere a questa autorità competente la denuncia costituita dall Allegato IX (prevista dal d.lgs. 152/06 prima delle modifiche apportate dal d.lgs. 128/10), può limitarsi ad integrare il libretto con lo stesso Allegato IX come previsto dall'art. 3 comma 35 del d.lgs. 128/2010. Nota: è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D. L. 9 febbraio 2012 n. 5 Disposizioni urgenti in materia di semplificazione e di sviluppo che all art. 9 Dichiarazione unica di conformità degli impianti termici prevede l unificazione dei modelli di dichiarazione di conformità degli impianti, di cui agli allegati I e II del D.M. 22/01/2008 n. 37 e della dichiarazione di cui all art. 284, del d. Lgs. 03/04/2006 n. 152, sostituendoli con un nuovo modello di Dichiarazione unica di conformità. Tuttavia l'attuale modello di dichiarazione di conformità resterà invariato sino a quando non verrà pubblicato il decreto previsto dallo stesso art. 9 del D.L. n. 5/2012. Controlli impianti termici In relazione a quanto stabilito dalla normativa in argomento, l autorità territorialmente responsabile delle verifiche, accertamenti ed ispezioni degli impianti termici, previsti dall'articolo 9 e dall'allegato L del d.lgs. 19 agosto 2005 n. 192, e dal d.p.r. 26 agosto 1993 n. 412, è indicata quale autorità competente ai controlli relativi al rispetto di tutte le sopra descritte disposizioni. Sanzioni Si deve altresì porre in evidenza che, a fronte delle disposizioni sopra rappresentate, l art. 288 del medesimo d.lgs. 3 aprile 2006 n 152, stabilisce delle sanzioni a carico dell installatore, del

5 proprietario o responsabile dell impianto nonché del terzo responsabile, in relazione alle rispettive responsabilità. All'irrogazione delle sanzioni amministrative previste, ai sensi degli articoli 17 e seguenti della legge 24 novembre 1981, n. 689, provvede l'autorità competente. Inoltre, ferma restando l'applicazione delle sanzioni previste dal decreto stesso e delle sanzioni previste per la produzione di false attestazioni, l'autorità competente, ove accerti che l'impianto non rispetta le caratteristiche tecniche di cui all'articolo 285 o i valori limite di emissione di cui all'articolo 286 impone al contravventore, con proprio provvedimento, di procedere all'adeguamento entro un determinato termine oltre il quale l'impianto non può essere utilizzato. In caso di mancato rispetto del provvedimento adottato dall'autorità competente si applica l'articolo 650 del codice penale. Genova, 30 Novembre 2012

Incontri informativi. Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica

Incontri informativi. Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica PROVINCIA DI GENOVA DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA Ufficio Impianti Termici Incontri informativi Nuovi modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto

Dettagli

Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici

Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici Allegato A Città Metropolitana di Genova Direzione Ambiente Servizio Energia, Aria e Rumore Modelli per l applicazione del Regolamento recante criteri e procedure per l esecuzione degli accertamenti e

Dettagli

Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti

Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Provincia di Genova Direzione Ambiente, Ambiti Naturali e Trasporti Servizio Energia, Aria e Rumore Ufficio Impianti Termici Oggetto: Informativa aggiornamento normativo impianti termici civili. Decreto

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 10/3/2014 *** ATTO COMPLETO *** MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 10 febbraio 2014 Modelli di libretto di impianto per la climatizzazione e di rapporto di efficienza energetica di cui al decreto

Dettagli

IMPIANTI A BIOMASSA PER IL RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI TECNOLOGIE, ETICHETTATURA ENERGETICA, LIBRETTO E CONFORMITÀ. Pianoro, 23 novembre 2015

IMPIANTI A BIOMASSA PER IL RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI TECNOLOGIE, ETICHETTATURA ENERGETICA, LIBRETTO E CONFORMITÀ. Pianoro, 23 novembre 2015 IMPIANTI A BIOMASSA PER IL RISCALDAMENTO DEGLI EDIFICI TECNOLOGIE, ETICHETTATURA ENERGETICA, LIBRETTO E CONFORMITÀ In collaborazione con: Pianoro, 23 novembre 2015 IMPIANTI A BIOMASSA PER IL RISCALDAMENTO

Dettagli

L'efficienza energetica degli edifici dopo i 3 D.M. 26 giugno 2015 : dalla progettazione alla certificazione energetica

L'efficienza energetica degli edifici dopo i 3 D.M. 26 giugno 2015 : dalla progettazione alla certificazione energetica L'efficienza energetica degli edifici dopo i 3 D.M. 26 giugno 2015 : dalla progettazione alla certificazione energetica Energy Manager negli Enti Locali, adempimenti per il rilascio di attestati di rispondenza

Dettagli

IMPIANTI TERMICI CIVILI

IMPIANTI TERMICI CIVILI Page 1 of 7 Provincia di Padova Come fare per... Guida ai Servizi - modulistica > Ecologia tutela ambientale parchi > Emissioni in atmosfera > Impianti termici > IMPIANTI TERMICI CIVILI IMPIANTI TERMICI

Dettagli

Corso XXV Aprile, Sondrio tel fax

Corso XXV Aprile, Sondrio tel fax PROVINCIA DI SONDRIO Corso XXV Aprile, 22-23100 Sondrio tel. 0342 531111 fax 0342 210217 Informazioni : Porro Manuela c/o Sportello Cestec - Punti Energia Via Trieste, 8-23100 Sondrio Tel. 0342/531640

Dettagli

TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI

TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI TITOLO II IMPIANTI TERMICI CIVILI articolo 282 Campo di applicazione 1. Il presente titolo disciplina, ai fini della prevenzione e della limitazione dell inquinamento atmosferico, gli impianti termici

Dettagli

ALLEGATO 1. 1 Generalità

ALLEGATO 1. 1 Generalità ALLEGATO 1 REQUISITI TECNICI E PRESCRIZIONI PER L ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE GENERALE RELATIVA AGLI IMPIANTI TERMICI CIVILI RICADENTI NELL AMBITO DI APPLICAZIONE DEL TITOLO I DEL D.LGS. 152/2006 E S.M.I.

Dettagli

Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani

Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex art. 1 della L.R. n. 8 del 24/03/2014) già Provincia Regionale di Trapani SETTORE Territorio, Ambiente, Riserve Naturali, Protezione Civile, Sviluppo Economico

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ESEGUITA ATTIVITA

COMUNICAZIONE DI ESEGUITA ATTIVITA COMUNICAZIONE DI ESEGUITA ATTIVITA AI SENSI DELL ART. 41 COMMA 2 DELLA L.R. 12/2005 COME MODIFICATA DALL ART. 12 COMMA 1 LETT. J DELLA L.R. 3/2011 Il/la sottoscritto 1 nato/a a Prov. il Cod. Fisc./P. I.V.A

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE PIANO REGIONALE PER LA QUALITÀ DELL'ARIA AMBIENTE PRQA MIGLIORIAMO L'ARIA CHE RESPIRIAMO

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE PIANO REGIONALE PER LA QUALITÀ DELL'ARIA AMBIENTE PRQA MIGLIORIAMO L'ARIA CHE RESPIRIAMO REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE PIANO REGIONALE PER LA QUALITÀ DELL'ARIA AMBIENTE PRQA MIGLIORIAMO L'ARIA CHE RESPIRIAMO Allegato 3 Elementi tecnici per la certificazione ambientale dei generatori di

Dettagli

Il progetto del Catasto Sinergico

Il progetto del Catasto Sinergico Il progetto del Catasto Sinergico Il Catasto energetico quale strumento di cooperazione tra amministratore e terzo responsabile (manutentore e installatore) Relatore: dott. ing. Mauro Piazza Genova, 22

Dettagli

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE DELL ENERGIA Assessorato dell Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità DECRETO 3 marzo 2011 (G.U.R.S. n. 13 del 25 marzo 2011) Disposizioni in materia di certificazione energetica degli edifici nel territorio della

Dettagli

GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE

GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE GLI IMPIANTI A BIOMASSA LEGNOSA PER IL RISCALDAMENTO CIVILE Regione Lombardia Direzione Generale Ambiente, Energia e Sviluppo Sostenibile Tavolo Aria 10 ottobre 2013 Unità Organizzativa Energia e Reti

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE ALLEGATO 2E In bollo Secondo il valore vigente (solo nella copia alla Provincia) DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE Oggetto: Autorizzazione di carattere generale per impianti

Dettagli

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE

DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE ALLEGATO 2E In bollo Secondo il valore vigente (solo nella copia alla Provincia) DOMANDA DI ADESIONE ALL AUTORIZZAZIONE DI CARATTERE GENERALE Oggetto: Autorizzazione di carattere generale per impianti

Dettagli

Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi

Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi Certificazione energetica: iter amministrativo, documenti e titoli abilitativi Il DLgs 192/2005 modificato con il DLgs 311/2006 ed integrato con l approvazione del DPR 59/2009 Requisiti minimi e del DM

Dettagli

Faq impianti termici Regione Toscana

Faq impianti termici Regione Toscana Faq impianti termici Regione Toscana Su quali impianti si fanno i controlli di efficienza energetica? I controlli di efficienza energetica sono obbligatori solo sugli impianti termici superiori a determinate

Dettagli

Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A) (2) (3) (4).

Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A) (2) (3) (4). D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 (1). Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia. (Testo A) (2) (3) (4). (1) Pubblicato nella Gazz. Uff. 20 ottobre 2001, n. 245, S.O. (2)

Dettagli

Non vi sono indicazioni sulle spese sostenute nel 2008 (per le quali non vi sono quindi modifiche rispetto alla Legge finanziaria 2008 n.

Non vi sono indicazioni sulle spese sostenute nel 2008 (per le quali non vi sono quindi modifiche rispetto alla Legge finanziaria 2008 n. Detrazioni 55% 1. Legge 28 gennaio 2009 n 2 (G.U. 28 gennaio 2009, n 22, suppl.ord. 14) 2. Modifiche apportate con la Legge 28 gennaio 2009 n 2 La Camera dei Deputati e il Senato hanno approvato il testo

Dettagli

ai sensi e per gli effetti dell art.4 del DL n.223/2006 conv. Legge 4 agosto 2006, n.248 (GURI n.186 dell 11/8/2006) IL SOTTOSCRITTO C.F.

ai sensi e per gli effetti dell art.4 del DL n.223/2006 conv. Legge 4 agosto 2006, n.248 (GURI n.186 dell 11/8/2006) IL SOTTOSCRITTO C.F. SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' ESERCIZI DI PRODUZIONE DI PANE (PANIFICI) (art. 19 Legge 241/90 modificato dall'art. 49, comma 4 bis e comma 4 ter, Legge 122 del 30/07/2010) AL COMUNE DI ai sensi e per

Dettagli

DM.11 aprile 2011 Prima verifica periodica attrezzature a pressione Allegato II punto 4.1.2

DM.11 aprile 2011 Prima verifica periodica attrezzature a pressione Allegato II punto 4.1.2 Ricerca Certificazione Verifica Dipartimento Certificazione e Conformità di Prodotti ed Impianti DM.11 aprile 2011 Prima verifica periodica attrezzature a pressione Allegato II punto 4.1.2 Andrea Tonti

Dettagli

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici Febbraio 2016 1. Con che periodicità si devono effettuare i controlli di manutenzione sugli impianti termici? L art. 7 del DPR 16/04/2013 n. 74 ha disposto che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione

Dettagli

CITTA DI ALBANO LAZIALE

CITTA DI ALBANO LAZIALE CITTA DI ALBANO LAZIALE PROVINCIA DI ROMA COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Atto N. 172 Del 17.11.2014 OGGETTO: Presa d atto delle modifiche normative apportate dal Decreto del Presidente della

Dettagli

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune _ Residenza: Provincia Comune _ Via o... n. C.A.P.

Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F. Luogo di nascita: Stato Provincia Comune _ Residenza: Provincia Comune _ Via o... n. C.A.P. SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE ai sensi dell art. 41 D.L. 5/2012 conv. in legge 35/2012 S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l...

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DI.RI.

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DI.RI. DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DI.RI. D.M. n. 37/2008 Il 27 marzo 2008 è entrato in vigore il D.M. n. 37/2008 inerente il riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti

Dettagli

IL SOTTOSCRITTO C.F. Via, Piazza, ecc. N. C.A.P. Tel. titolare dell'omonima impresa individuale Partita I.V.A. (se già iscritto)

IL SOTTOSCRITTO C.F. Via, Piazza, ecc. N. C.A.P. Tel. titolare dell'omonima impresa individuale Partita I.V.A. (se già iscritto) Allegato "M" alla determina dirigenziale n... del... SEGNALAZIONE DI INIZIO ATTIVITA' ESERCIZI DI PRODUZIONE DI PANE (PANIFICI) (art. 19 Legge 241/90 modificato dall'art. 49, comma 4 bis e comma 4 ter,

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE Prot. Generale N. 0115672 / 2013 Atto N. 5231 OGGETTO: Oggetto: Autorizzazione

Dettagli

A.I.A. : art. 29 quattuordecies Dlgs. 152/2006. Novità sanzioni - schema. A cura di Cinzia Silvestri Studio Legale Ambiente

A.I.A. : art. 29 quattuordecies Dlgs. 152/2006. Novità sanzioni - schema. A cura di Cinzia Silvestri Studio Legale Ambiente A.I.A. : art. 29 quattuordecies Dlgs. 152/2006 Novità sanzioni - schema A cura di Cinzia Silvestri Studio Legale Ambiente Il D. Lgs. 46/2014 modifica l impianto sanzionatorio previsto all articolo 29-quattuordecies

Dettagli

FASCICOLO DEL FABBRICATO - PUBBLICATO DA "INGEGNERI ROMANI" - Libretto di centrale

FASCICOLO DEL FABBRICATO - PUBBLICATO DA INGEGNERI ROMANI  - Libretto di centrale FASCICOLO DEL FABBRICATO - PUBBLICATO DA "INGEGNERI ROMANI" www.ingegneriromani.it - ingegneri.romani@pianetarete.it Libretto di centrale 1. Impianto termico di edificio (I) adibito a (1)............ Destinato

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE

SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA DI ALIMENTI E BEVANDE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI MONTEFALCONE DI VAL FORT. Cod. ISTAT...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. Stato

Dettagli

Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2004, n. 28 (Disciplina delle attività di estetica e di tatuaggio e piercing)

Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2004, n. 28 (Disciplina delle attività di estetica e di tatuaggio e piercing) Modifiche alla legge regionale 31 maggio 2004, n. 28 (Disciplina delle attività di estetica e di tatuaggio e piercing) Sommario Preambolo Art. 1 Modifiche all articolo 3 della l.r. 28/2004 Art. 2 Modifiche

Dettagli

Normative di riferimento. Trattamento acqua impianti termici e di raffreddamento

Normative di riferimento. Trattamento acqua impianti termici e di raffreddamento Intervento Presentazione presso DPR Energy 74/2013 Teamnuovo Garlenda libretto 14 maggio d impianto 2014 Normative di riferimento Trattamento acqua impianti termici e di raffreddamento D.M. 37/2008 nuova

Dettagli

Attività Produttive. Attività di vendita - Medie strutture di vendita - AUTORIZZAZIONE. Descrizione

Attività Produttive. Attività di vendita - Medie strutture di vendita - AUTORIZZAZIONE. Descrizione Attività Produttive Attività di vendita - Medie strutture di vendita - AUTORIZZAZIONE Descrizione Sono medie strutture di vendita gli esercizi commerciali per la vendita al dettaglio in area privata con

Dettagli

G.U. 2 luglio 2002, n. 153 IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE

G.U. 2 luglio 2002, n. 153 IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Decreto 17 maggio 2002, n. 127 Regolamento recante disciplina delle modalità di pagamento dell'imposta di bollo dovuta sulle domande, le denunce e gli atti che le accompagnano, presentate all'ufficio del

Dettagli

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015

IMPIANTI TERMICI. Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 IMPIANTI TERMICI 1 Ing. Salvatore Cataudella Siracusa, 24/03/2015 2 Esercizio dell impianto termico ai sensi del D.Lgs 192/2005 L esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Dettagli

Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008

Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008 Indice COORDINAMENTO NAZIONALE DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO Riammissione degli enti di volontariato esclusi dal 5 per mille anno 2006 anno 2007 anno 2008 Il fatto Enti esclusi dal 5 per mille

Dettagli

II^ SEZIONE PROCESSO SEMPLIFICATO

II^ SEZIONE PROCESSO SEMPLIFICATO Comune di Cavalese - Provincia di Trento Ufficio Tecnico Distribuzione Energia Elettrica P.zza Pasquai, 24-38033 Cavalese Tel. 0462/237561 Fax 0462/237550 e-mail: cantiereelettrico@comunecavalese.it PEFC/18-21-02/51

Dettagli

Termoregolazione e Contabilizzazione di Calore

Termoregolazione e Contabilizzazione di Calore Linee Guida per l Adozione l di Sistemi di Termoregolazione e Contabilizzazione di Calore Inquadramento normativo REGIONE PIEMONTE Settore Risanamento Elettromagnetico, Acustico e Atmosferico Inquadramento

Dettagli

LE NUOVE PROCEDURE PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI TERRA, PROTEZIONE DAI FULMINI E IMPIANTI ELETTRICI PERICOLOSI

LE NUOVE PROCEDURE PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI TERRA, PROTEZIONE DAI FULMINI E IMPIANTI ELETTRICI PERICOLOSI LE NUOVE PROCEDURE PER LA VERIFICA DEGLI IMPIANTI DI TERRA, PROTEZIONE DAI FULMINI E IMPIANTI ELETTRICI PERICOLOSI PREMESSA In data 8 gennaio 2002 (in Gazzetta Ufficiale n. 6), è stato pubblicato il D.P.R.

Dettagli

DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992

DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992 DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992 APPROVAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA D'ARTE DI CUI ALL'ART. 7 DEL REGOLAMENTO DI

Dettagli

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su Termotecnica Pompe di Industriale Calore Gli atti dei convegni e più di 7.500 contenuti su www.verticale.net La centrale termica a biomassa: normativa, prospettive, attori, tecnologie Gli attori: responsabilità,

Dettagli

Ministero delle Finanze. Decreto ministeriale 18 febbraio 1998, n. 41

Ministero delle Finanze. Decreto ministeriale 18 febbraio 1998, n. 41 1 di 6 22/02/2012 14.11 Ministero delle Finanze Decreto ministeriale 18 febbraio 1998, n. 41 Gazzetta Ufficiale 13 marzo 1998, n. 60 Regolamento recante norme di attuazione e procedure di controllo di

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI) - 1 - LIBRETTO

Dettagli

Normativa nazionale. Legge n. 221/2012 - "Decreto Crescita-bis" (novità sugli scarichi a parete).

Normativa nazionale. Legge n. 221/2012 - Decreto Crescita-bis (novità sugli scarichi a parete). Normativa nazionale D.P.R. 16 aprile 2013, n. 74 - "Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE ECOLOGIA Qualità dell' Aria

REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone. SETTORE ECOLOGIA Qualità dell' Aria REPUBBLICA ITALIANA Provincia di Pordenone SETTORE ECOLOGIA Qualità dell' Aria Proposta nr. 113 del 29/10/2013 - Determinazione nr. 2563 del 29/10/2013 OGGETTO: D.P.R. 59/2013 e D.Lgs. 152/06 e s.m.i.

Dettagli

La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione agli impianti termici

La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione agli impianti termici La sicurezza degli impianti condominiali richiesta dal D.L. 145/2013 in relazione agli impianti termici Relatore: Ing. Marco Mantovani Softabilty srl Genova, 20 febbraio 2014 ANACI Associazione Nazionale

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 328 28.10.2016 Dichiarazione integrativa: nuovi termini A cura di Pasquale Pirone Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Adempimenti Con l art.

Dettagli

SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO

SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO Decreto Legislativo del Governo n 242 del 19/03/1996 Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, recante attuazione di direttive comunitarie riguardanti il miglioramento

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI CON POTENZA TERMICA AL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART.11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412 1 1. SCHEDA IDENTIFICATIVA DELL IMPIANTO (Da compilare

Dettagli

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n.

Istanza per il rilascio del certificato di agibilità Ai sensi degli artt. 24, 25 e 26 del Decreto del Presidente della Repubblica 06/06/2001 n. I dati acquisiti saranno trattati in conformità alla normativa sulla Privacy (D. Lgs. 196 del 2003). Si veda http://territorio.comune.bergamo.it/privacy APT-SGT-AGI/0 Servizio Gestione del Territorio Pagina

Dettagli

ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656

ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656 ALLEGATO 2 alla d.g.r. 3/10/16, n. 5656 CLASSIFICAZIONE AMBIENTALE DEI GENERATORI DI CALORE ALIMENTATI CON BIOMASSA LEGNOSA, AI FINI DELL APPLICAZIONE DELLE MISURE TEMPORANEE E OMOGENEE PER IL MIGLIORAMENTO

Dettagli

partita IVA (prov. ) via n scala piano interno di proprietà di (nome, cognome o ragione sociale e indirizzo) a a a

partita IVA (prov. ) via n scala piano interno di proprietà di (nome, cognome o ragione sociale e indirizzo) a a a DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA DELL IMPIANTO GAS ALLA REGOLA DELL ARTE ATTO SOSTITUTIVO DELLA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ PER GLI IMPIANTI ESEGUITI PRIMA DEL 27 MARZO 2008 Articolo 7, comma 6, del Decreto

Dettagli

LEGGE REGIONALE 05 luglio 1994, n. 30 (1)

LEGGE REGIONALE 05 luglio 1994, n. 30 (1) LEGGE REGIONALE 05 luglio 1994, n. 30 (1) (1) In B.U.R.L. 20 luglio 1994, n. 20 Disciplina delle sanzioni amministrative di competenza regionale Epigrafe Art. 1 - Ambito di applicazione. Art. 2 - Delega.

Dettagli

Regione Lombardia. Giunta regionale. Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555. Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48

Regione Lombardia. Giunta regionale. Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555. Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48 1 di 5 14/03/2012 9.42 Regione Lombardia Giunta regionale Delibera 24 novembre 2011, n.9/2555 Bollettino Ufficiale Regionale 30 novembre 2011, n.48 Disciplina dell'efficienza energetica in edilizia - Dichiarazione

Dettagli

Attività di audit Emissioni in atmosfera Impianti Termici

Attività di audit Emissioni in atmosfera Impianti Termici Attività di audit 14001 Emissioni in atmosfera Impianti Termici Ci si propone di analizzare gli elementi da verificare in sede di audit 14001 in un Impianto Termico con riferimento alle emissioni in atmosfera

Dettagli

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra.

Allegati due Lc/lc. CONFETRA La riproduzione totale o parziale è consentita esclusivamente alle organizzazioni aderenti alla Confetra. Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica 00198 Roma - via Panama 62 tel.068559151-3337909556 - fax 068415576 e-mail: confetra@confetra.com - http://www.confetra.com Roma, 14 gennaio

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI IMPIANTO Obbligatorio per gli impianti termici con potenza termica del focolare nominale inferiore a 35 kw (Art. 11, comma 9, D.P.R. 26 agosto 1993, n. 412 e successive modificazioni) 1. SCHEDA

Dettagli

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto

Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Le disposizioni regionali degli impianti termici ed il nuovo Libretto di Impianto Recepimento D.P.R. 16 aprile 2013 n. 74 e del D.M. 10 febbraio 2014 Seminario Tecnico AIEL Regione Lombardia Direzione

Dettagli

Riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare, a norma dell'articolo 3 della L. 13 maggio 1999, n. 133.

Riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare, a norma dell'articolo 3 della L. 13 maggio 1999, n. 133. D.Lgs. 18-2-2000 n. 47 Riforma della disciplina fiscale della previdenza complementare, a norma dell'articolo 3 della L. 13 maggio 1999, n. 133. Pubblicato nella Gazz. Uff. 9 marzo 2000, n. 57, S.O. D.Lgs.

Dettagli

Allegato F Impianti tecnologici e certificazione energetica

Allegato F Impianti tecnologici e certificazione energetica In allegato alla dichiarazione di Codice fiscale Il tecnico incaricato Allegato F Impianti tecnologici e certificazione energetica Cognome Nome Codice Fiscale Data di nascita Sesso (M/F) Cittadinanza Luogo

Dettagli

Scheda 2 Peco S.C.I.A. ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNICAZIONE

Scheda 2 Peco S.C.I.A. ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNICAZIONE Scheda 2 Peco S.C.I.A. ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE COMUNICAZIONE Al Dipartimento SUAP Sportello Unico Attività Produttive Comune Di Messina l sottoscritt : Ai sensi e per gli effetti

Dettagli

Gazzetta ufficiale 27 dicembre 2007, n. 299

Gazzetta ufficiale 27 dicembre 2007, n. 299 Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale - Decreto 30 ottobre 2007 Gazzetta ufficiale 27 dicembre 2007, n. 299 Comunicazioni obbligatorie telematiche dovute dai datori di lavoro pubblici e privati

Dettagli

D.M. 37/2008 (pubblicato su G.U. n. 61 del 12/03/08)

D.M. 37/2008 (pubblicato su G.U. n. 61 del 12/03/08) D.M. 37/2008 (pubblicato su G.U. n. 61 del 12/03/08) Regolamento concernente l attuazione dell articolo 11 quater-decies comma 13 lett. A della Legge 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni

Dettagli

COMUNE DI VILLA SANT ANTONIO PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI VILLA SANT ANTONIO PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI VILLA SANT ANTONIO PROVINCIA DI ORISTANO UFFICIO TECNICO SERVIZIO DI CONDUZIONE E MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI, DI CLIMATIZZAZIONE E IDRICO SANITARI CON INCARICO DI TERZO RESPONSABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L ESERCIZIO DEL CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI Adempimenti connessi all attuazione della legge 9 gennaio 1991 n. 10, del D.P.R. 26 Agosto 1993 n. 412 come modificato ed integrato

Dettagli

TABELLA RIFERIMENTI PER LE AUTORIZZAZIONI

TABELLA RIFERIMENTI PER LE AUTORIZZAZIONI TABELLA RIFERIMENTI PER LE AUTORIZZAZIONI IN GENERALE Legge 7 agosto 1990, n. 241 Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi. DGR n. 1728

Dettagli

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE

PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE PROVINCIA DI GENOVA DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DIREZIONE AMBIENTE, AMBITI NATURALI E TRASPORTI SERVIZIO ENERGIA, ARIA E RUMORE Prot. Generale N. 0073139 / 2013 Atto N. 3379 OGGETTO: Autorizzazione alle

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 giugno 1999, n.250. (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 giugno 1999, n.250. (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 179 del DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 giugno 1999, n.250 Regolamento recante norme per l'autorizzazione alla installazione e all'esercizio di impianti per la rilevazione degli accessi di veicoli ai

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N. 20261 / 2008 protocollo Modificazioni delle istruzioni e dei modelli di dichiarazione 730/2008, approvato con provvedimento del 15 gennaio 2008, 770/2008 Semplificato e 770/2008 Ordinario, approvati

Dettagli

FACSIMILE. Mod. DIT 26. ATTO DI DICHIARAZIONE PER IMPIANTI TERMICI CIVILI DI POTENZA TERMICA NOMINALE 35 kw

FACSIMILE. Mod. DIT 26. ATTO DI DICHIARAZIONE PER IMPIANTI TERMICI CIVILI DI POTENZA TERMICA NOMINALE 35 kw Mod. DIT 26 ATTO DI ZIONE PER IMPIANTI TERMICI CIVILI DI POTENZA TERMICA NOMINALE 35 kw Previsto dal Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 come modificato dal Decreto Legislativo 29 giugno 2010, n.

Dettagli

NUOVA NORMATIVA NAZIONALE: DPR 2 APRILE 2009 N. 59 E LINEE GUIDA NAZIONALI PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI

NUOVA NORMATIVA NAZIONALE: DPR 2 APRILE 2009 N. 59 E LINEE GUIDA NAZIONALI PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NUOVA NORMATIVA NAZIONALE: DPR 2 APRILE 2009 N. 59 E LINEE GUIDA NAZIONALI PER LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI NUOVA NORMATIVA REGIONE LOMBARDIA NUOVA PROCEDURA DI CALCOLO PER LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

Energy Check Management e Tutela delle Costruzioni

Energy Check Management e Tutela delle Costruzioni Energy Check Management e Tutela delle Costruzioni Ing. Roberto Pasini Autorizzazioni amministrative per l installazione di impianti fotovoltaici e solari: semplificazioni e agevolazioni Camera di Commercio

Dettagli

La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore. Arch. Stefano Stefani Ervet Spa

La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore. Arch. Stefano Stefani Ervet Spa La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore Arch. Stefano Stefani Ervet Spa LEGGE REGIONALE 23 dicembre 2004, n. 26 DISCIPLINA DELLA PROGRAMMAZIONE ENERGETICA

Dettagli

Regione Emilia Romagna

Regione Emilia Romagna Regione Emilia Romagna Regolamento in materia di: esercizio, conduzione, manutenzione e ispezione degli IMPIANTI TERMICI MORENO BARBANI Responsabile CNA Installazione Impianti Emilia Romagna CARPI, 21

Dettagli

COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio

COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio COMUNE DI ORTONOVO PROVINCIA DELLA SPEZIA Ufficio Tecnico Gestione del Territorio PROTOCOLLO GENERALE UFFICIO TECNICO Gestione del territorio Pratica Edilizia n Responsabile del procedimento Anno. Il Capo

Dettagli

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37

DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37 DICHIARAZIONE DI RISPONDENZA ai sensi dell art. 7 comma 6 del D.M. 22 gennaio 2008 n.37 Il sottoscritto responsabile tecnico da oltre cinque anni dell impresa operante nel settore con sede in Via Comune

Dettagli

Isolparma Srl Via Mezzavia, Due Carrare PD Tel Fax

Isolparma Srl Via Mezzavia, Due Carrare PD Tel Fax Isolparma Srl Via Mezzavia, 13454-35020 Due Carrare PD Tel. 049 9126213 - Fax 049 9129616 email: info@isolparma.it www.isolparma.it Dalla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana Anno 149 - Numero

Dettagli

OGGETTO: Impianti termici civili Adempimenti previsti dal D. Lgs 152/06

OGGETTO: Impianti termici civili Adempimenti previsti dal D. Lgs 152/06 OGGETTO: Impianti termici civili Adempimenti previsti dal D Lgs 152/06 Premessa Il DLgs 152/06, emanato dal precedente Governo con l'intento di essere il Testo Unico dell'ambiente ha introdotto diverse

Dettagli

Attività Produttive. Attività di servizio Attività di autolavaggio. Descrizione

Attività Produttive. Attività di servizio Attività di autolavaggio. Descrizione Attività Produttive Attività di servizio Attività di autolavaggio Descrizione L''attività di autolavaggio può essere esercitata in forma automatica o manuale. L'esercizio dell'attività di autolavaggio

Dettagli

La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore: procedure di controllo e sanzioni amministrative

La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore: procedure di controllo e sanzioni amministrative La normativa regionale in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore: procedure di controllo e sanzioni amministrative Arch. Stefano Stefani Ervet Spa LEGGE REGIONALE 23 dicembre 2004,

Dettagli

APPROFONDIMENTI NORMATIVI

APPROFONDIMENTI NORMATIVI APPROFONDIMENTI NORMATIVI 20 MAGGIO 2014 dalle ore 14.30 alle ore 17.30 c/o Museo della Tecnica Elettrica Via Ferrata 3 27100 Pavia Autorizzazioni preventive L installazione e l esercizio dei gruppi necessitano

Dettagli

ATTESTAZIONE DI SUSSISTENZA DEI REQUISITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I.

ATTESTAZIONE DI SUSSISTENZA DEI REQUISITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I. ATTESTAZIONE DI SUSSTENZA DEI REQUITI PREVISTI DALL ART. 24 COMMA 1 DEL D.P.R. 380/01 E S.M.I. l sottoscritt... nat... a il / / residente in CAP via n. tel. cell. pec C.F. iscritto/all'ordine/collegio

Dettagli

Al Dipartimento SUAP Sportello Unico Attività Produttive Comune Di Messina

Al Dipartimento SUAP Sportello Unico Attività Produttive Comune Di Messina S.C.I.A. SEGNALAZIONE CERTIFICATA I INIZIO ATTIVITA EX ART. 3 IN SCUOLE, OSPEDALI, ETC Al Dipartimento SUAP Sportello Unico Attività Produttive Comune Di Messina l sottoscritt : COGNOME (1) NOME (2) Cittadinanza

Dettagli

CIRCOLARE N. 5 /E. OGGETTO: Novità in materia di iscrizione al contributo del cinque per mille Primo anno di applicazione: esercizio finanziario 2017.

CIRCOLARE N. 5 /E. OGGETTO: Novità in materia di iscrizione al contributo del cinque per mille Primo anno di applicazione: esercizio finanziario 2017. CIRCOLARE N. 5 /E Direzione Centrale Gestione Tributi Roma, 31/03/2017 OGGETTO: Novità in materia di iscrizione al contributo del cinque per mille Primo anno di applicazione: esercizio finanziario 2017.

Dettagli

L 5 marzo 1990, n Norme per la sicurezza degli impianti pubblicata nella Gazz. Uff. 12 marzo 1990, n. 59

L 5 marzo 1990, n Norme per la sicurezza degli impianti pubblicata nella Gazz. Uff. 12 marzo 1990, n. 59 1 L 5 marzo 1990, n. 46 - Norme per la sicurezza degli impianti pubblicata nella Gazz. Uff. 12 marzo 1990, n. 59 1. Ambito di applicazione. 1. Sono soggetti all applicazione della presente legge i seguenti

Dettagli

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 PUNTO VENDITA ESCLUSIVO DI QUOTIDIANI E PERIODICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA)

Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 PUNTO VENDITA ESCLUSIVO DI QUOTIDIANI E PERIODICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) Mod. SCIA adeguato alla L.122/2010 PUNTO VENDITA ESCLUSIVO DI QUOTIDIANI E PERIODICI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (SCIA) APERTURA NUOVO ESERCIZIO SUBINGRESSO TRASFERIMENTO DI SEDE AMPLIAMENTO

Dettagli

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL marzo 2016

NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL marzo 2016 Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 59 30 marzo 2016 Oggetto : Determinazione dei costi delle ispezioni da riconoscere ai professionisti e contestuale

Dettagli

SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari

SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM DATI ANAGRAFICI DEL RICHIEDENTE EVENTUALE DOMICILIO QUALIFICAZIONE DEL SOGGETTO DATORE DI LAVORO DATI SCIA sui requisiti tecnici ed igienico sanitari Mod.

Dettagli

(1/circ) Con riferimento al presente provvedimento sono state emanate le seguenti istruzioni:

(1/circ) Con riferimento al presente provvedimento sono state emanate le seguenti istruzioni: D.Lgs. 26 febbraio 1999, n. 60 (1). Istituzione dell'imposta sugli intrattenimenti, in attuazione della L. 3 agosto 1998, n. 288 (2), nonché modifiche alla disciplina dell'imposta sugli spettacoli di cui

Dettagli

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE

REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE REGIONE CALABRIA REGOLAMENTO REGIONALE MODIFICHE AL REGOLAMENTO REGIONALE 01 MARZO 2016, N. 3 DISPOSIZIONI E CRITERI PER L ESERCIZIO, IL CONTROLLO, LA MANUTENZIONE E L ISPEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI.

Dettagli

Richiesta di autorizzazione paesaggistica (art. 146, comma 9, D.Lgs.vo 22 gennaio 2004, nr. 42 e D.P.R. 13 febbraio 2017, nr. 31)

Richiesta di autorizzazione paesaggistica (art. 146, comma 9, D.Lgs.vo 22 gennaio 2004, nr. 42 e D.P.R. 13 febbraio 2017, nr. 31) Settore 04 Servizio Ambiente Modulo Codice e revisione N prot. (riservato all'ufficio) Richiesta di autorizzazione paesaggistica (art. 146, comma 9, D.Lgs.vo 22 gennaio 2004, nr. 42 e D.P.R. 13 febbraio

Dettagli

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE

REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE. Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE REGOLAMENTO APLLICAZIONE SANZIONI AMMINISTRATIVE Art. 1 - AMBITO DI APPLICAZIONE Art. 2 - PRINCIPI E MISURE DELLE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE Art. 3 - AUTORITA COMPETENTE Art. 4 - SOGGETTI ACCERTATORI

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO ISTRUZIONI PER IL CITTADINO

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO ISTRUZIONI PER IL CITTADINO EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO ISTRUZIONI PER IL CITTADINO La scelta attenta degli impianti di riscaldamento delle abitazioni, in particolare della caldaia, e il loro mantenimento

Dettagli

DETRAZIONI 55%: le novità

DETRAZIONI 55%: le novità Sintesi ANIT 15 gennaio 2008 DETRAZIONI 55%: le novità 1. Disposizioni approvate alla Camera 2. DL 185- Art. 29 come modificato nella Legge di Conversione approvata alla Camera 1. Disposizioni approvate

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE

COMUNE DI COLOGNO MONZESE COMUNE DI COLOGNO MONZESE Manutenzione impianti termici con potenza inferiore ai 35 KW LE OPERAZIONI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI La manutenzione periodica deve essere affidata a un manutentore

Dettagli

Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all entrata in funzione degli archivi informatici

Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all entrata in funzione degli archivi informatici Decreto Ministeriale 27 febbraio 2001 Tenuta dei registri dello stato civile nella fase antecedente all entrata in funzione degli archivi informatici Visto l'articolo 109 del decreto del presidente della

Dettagli

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO e IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA

IL MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO e IL MINISTRO PER LA SEMPLIFICAZIONE NORMATIVA DECRETO INTERMINISTERIALE 10 novembre 2011 Misure per l'attuazione dello sportello unico per le attività produttive di cui all'articolo 38, comma 3-bis del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito

Dettagli