Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Contratto ad esecuzione periodica e continuativa. Contratto di fornitura di beni e servizi"

Transcript

1 AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Via Potito Petrone Potenza Telefono Fax Codice Fiscale e Partita IVA Contratto ad esecuzione periodica e continuativa Contratto di fornitura di beni e servizi PROCEDURA APERTA PER TRE ANNI PER LA FORNITURA DI UN SISTEMA INTEGRATO DI ELETTROCARDIOGRAFIA DIGITALE PER L A.O.R. SAN CARLO ALLEGATO N. 1 CONFIGURAZIONE E CARATTERISTICHE TECNICHE, OPERATIVE E FUNZIONALI MINIME DEL SISTEMA pagina 1 di 33

2 SOMMARIO CONTESTO DEL PROGETTO... 3 SPECIFICHE SULLE COMPONENTI DELLA FORNITURA Architettura generale del Sistema Stazioni di visualizzazione e refertazione Il Sistema di gestione degli esami Il Sistema CIS Integrazione CIS Cardiografia Integrazione con gli altri applicativi aziendali Reti LAN e WAN Connettività dei Sistemi Caratteristiche del Sistema server Attrezzature diagnostiche cardiologiche Conservazione sostitutiva, servizi di firma digitale e marcatura temporale Integrazione con la rete di emergenza/urgenza Telecardiologia Le licenze software APPENDICE A Scopo del documento Specifiche di comunicazione: flussi di scambio dati HL7 : Messaggistica utilizzata Tavola Abbreviazioni Data Types Livelli ed ID Message Control Vincolo sui caratteri Gestione di una richiesta di prestazione Registrazione prenotazione / accettazione Il segmento MSH Il Segmento ORM Cancellazione/aggiunta/modifica di un esame Aggiornamento della richiesta da servizio ORM^O01 Esame Eseguito ORM^O01 Cancellazione di una Prestazione ORM^O01 Creazione di una nuova impegnativa per aggiunta di una Prestazione ORU^R01 Invio del Referto pagina 2 di 33

3 CONTESTO DEL PROGETTO In Appendice al presente vengono riportati i dati utili per l elaborazione e il relativo dimensionamento del Progetto. Le Ditte partecipanti potranno acquisire ulteriori informazioni in relazione alla configurazione ed alle caratteristiche del Sistema Informativo Ospedaliero e dei suoi applicativi (configurazione ed architettura, progetti RIS-PACS Regionale, Sistema angiografico, LUMIR, CUP, ADT, etc.) presso l Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo - U.O. S.I.O.; inoltre, per le specifiche relative al Fascicolo Sanitario Elettronico, occorre far riferimento alla documentazione prodotta dal Tavolo di Sanità Elettronica TSE. In ogni caso deve essere previsto nel progetto ogni onere relativo ad eventuali adeguamenti del Sistema perché esso risulti rispondente ai requisiti e alle specifiche in via di definizione da parte del Ministero e del Garante in tema di Fascicolo Sanitario Elettronico. SPECIFICHE SULLE COMPONENTI DELLA FORNITURA. Architettura generale del Sistema Il Sistema in rete si compone di stazioni di lavoro (client) con Sistema operativo Microsoft Windows che si avvalgono di un server di rete attraverso una rete locale/geografica. Al server fanno riferimento tutti i client e le unità elettrocardiografiche con modalità WEB, terminal server o client server. Oltre alle apparecchiature cardiografiche il Sistema deve essere aperto alla gestione di altre informazioni cardiologiche (interventistica e diagnostica) e cardiografiche rivenienti da prove da sforzo, holter e altre immagini gestite anche attraverso l implementazione di una interfaccia DICOM 3.0. Il workflow supportato dal Sistema deve consentire al medico dalla sua postazione di refertazione di ricevere le informazioni rivenienti dalle diagnostiche, refertarle, utilizzando tutti gli strumenti di ausilio alla refertazione messi a disposizione dal Sistema e rinviarli al mittente o ad altro Sistema, previa firma elettronica. Tramite il Sistema dovrà essere possibile gestire anche i tracciati effettuati a distanza collegati con la cardiologia via rete locale/geografica.. Stazioni di visualizzazione e refertazione Per le Stazioni di visualizzazione si dovranno utilizzare i computer già in dotazione alle diverse Unità Operative integrati di eventuale ogni ausilio hardware e software ritenuto necessario. Per ciò che riguarda il software per la visualizzazione, per ogni Unità Operativa dovranno essere previste almeno 3 licenze per il reparto ed 1 licenza per ogni ambulatorio. Per motivi legati all uso di particolari stazioni di lavoro per rispondere, ad esempio, a specifiche esigenze di refertazione, le Ditte dovranno offrire apposite stazioni di lavoro comprensive di stampante su carta comune che rispondano a tali esigenze. Esse non potranno essere in numero inferiore a 16 (reparti cardiologici e ambulatori). Eventuali offerte in aumento verranno valutate in sede di istruttoria tecnica. In ogni caso e con specifico riferimento al software, il numero delle stazioni di refertazione previste potrà essere ampliato dall Azienda fino al doppio delle stazioni offerte in sede di gara. Il software di visualizzazione dovrà consentire al minimo: di aprire e visualizzare in contemporanea più referti e relative immagini dello stesso paziente; di formattare ed effettuare la stampa degli ECG su carta comune; di stampare il referto; Il software di visualizzazione e refertazione dovrà consentire al minimo: di visualizzare le informazioni preferibilmente anche su doppio monitor; di aprire e visualizzare in contemporanea più referti e relative immagini dello stesso paziente; di formattare ed effettuare la stampa degli ECG su carta comune; di stampare il referto; di gestire la memorizzazione automatica degli esami in collegamento con il Sistema per l archiviazione dei tracciati; di supportare il processo di diagnosi e refertazione in tutte le sue fasi; di trasferire gli esami selezionati firmati digitalmente e rilasciati al Sistema preposto per la distribuzione o permetterne l acquisizione/distribuzione/visualizzazione. di firmare digitalmente i referti prodotti. pagina 3 di 33

4 . Il Sistema di gestione degli esami Con il nuovo Sistema ogni UU.OO. verrà istruita all utilizzo autonomo degli elettromedicali e renderà disponibili sulla rete gli esami effettuati. I medici refertatori di Malattie Cardiovascolari riceveranno i dati relativi agli esami da refertare sui client disponibili presso il reparto e rinvieranno il referto validato e firmato digitalmente. Analoga procedura verrà utilizzata per la diagnostica ambulatoriale. Sempre sui client dovranno essere resi disponibili via rete gli altri esami ed i dati clinici dei pazienti. Il Sistema di gestione e archiviazione digitale degli ECG deve essere correttamente dimensionato sulla base dei carichi di lavoro aziendali in quanto deve poter permettere di archiviare l attività svolta presso tutte le Unità Operative interessate. Il numero di esami effettuato dalle UU.OO. interessate al progetto nel corso dell intero anno è il seguente: ECG TAC RMN 200 ECO ANGIO 500 MED. NUCL HOLTER STRESS DEFIBRILLATORI La configurazione dell archivio deve permetterne la gestione secondo i seguenti requisiti minimi: TIPOLOGIA DI ESAME Esami in linea da refertare Esami in linea archiviati relativi a pazienti già refertati Esami archiviati su supporto legale sostitutivo secondo le normative vigenti in materia FUNZIONALITÀ RICHIESTE Richiamo immediato Richiamo rapido dalle stazioni di refertazione e visualizzazione Richiesta sul Sistema del supporto richiesto e richiamo dalle stazioni di refertazione e visualizzazione CAPACITÀ >15 gg. >= 7 anni A vita Ogni utente dovrà essere messo in condizione di accedere ai propri dati archiviati in maniera automatica e trasparente. Dovrà essere garantita la possibilità di limitare l accesso ai dati in base ad abilitazioni differenziate degli utenti e la possibilità di rendere riservato il trasferimento delle informazioni. Deve essere prevista, tra l altro, la possibilità di richiamare le informazioni relative a singoli pazienti e renderle immediatamente disponibili alla workstation di refertazione per eventuali confronti. Il Sistema proposto, a protezione degli investimenti effettuati, dovrà risultare quindi espandibile nel tempo, senza sostituzione alcuna, a fronte dell aumento dei carichi di lavoro, ed aggiornabile con l evoluzione tecnologica. Deve, inoltre, essere fornita garanzia dell assoluta sicurezza, integrità e disponibilità dei dati archiviati come da normativa vigente in materia. Il Sistema dovrà possedere le caratteristiche minimali di seguito indicate. Le eventuali caratteristiche migliorative verranno valutate in sede di esame tecnico: il collegamento e l integrazione del Sistema con le apparecchiature ECG; la gestione delle urgenze con assegnazione delle priorità di refertazione; la gestione ed archiviazione degli ECG a riposo, delle prove da sforzo, delle analisi relative ai potenziali tardivi (LPA) e variabilità della frequenza cardiaca (RRV), degli esami HOLTER ECG e pressori previa firma digitale degli stessi; possibilità di recupero delle indagini archiviate e invio alle workstation per rielaborazioni successive, senza limiti temporali rispetto all esecuzione dell esame; possibilità di esportazione in vari formati compressi (DICOM e/o TIFF e/o JPEG e/o altro) e produzione CD per la consegna ai pazienti; pagina 4 di 33

5 . Il Sistema CIS acquisizione con collegamento diretto delle apparecchiature diagnostiche con connessione in rete (locale e geografica) in modalità Wired e Wireless; possibilità di apertura e visualizzazione contemporanea di più esami e referti relativi allo stesso paziente o a pazienti diversi; archiviazione degli esami su supporto sostitutivo legale in accordo con le norme vigenti in materia. Il Cardiological Information System è finalizzato all automazione dei processi diagnostici cardiologici ed è orientato alla loro corretta integrazione con le diagnostiche stesse, con il Sistema di gestione degli esami e con le componenti dei Sistemi informativi aziendali. L applicazione base CIS consentirà al minimo, garantendo nello stesso tempo l integrazione di tutte le informazioni e l autonomia operativa di ciascuna unità, la gestione delle seguenti fasi di lavoro e ambiti funzionali: richiesta esame tramite interfaccia con altro Sistema informatico aziendale; accettazione del paziente con possibilità di invio alla worklist selezionata; esecuzione degli esami; refertazione ed archiviazione degli esami; confronto automatizzato con esami pregressi per una migliore accuratezza clinica nei follow-up; misure automatizzate e misure manuali su tracciati ad alta definizione; supporto alla interpretazione dell ECG con il riconoscimento dei tracciati normali e dei tracciati con probabili patologie; elaborazioni statistiche a livello aziendale e di U.O. sia di tipo amministrativo, sia sulla tipologia e modalità degli esami e degli esiti nonché per il regime (SSN, intramoenia, ambulatoriale interno ed esterno) sia per finalità normative, cliniche di didattica e di ricerca con esportazione dei dati in formato e con tracciati standard definiti con l Azienda e, comunque, in accordo alle specifiche FSE; implementazione del record paziente ad indirizzo cardiologico completo (integrazione di Holter dinamici, Stress test, ECG, Monitoraggio, Imaging Dicom); integrazione con le apparecchiature diagnostiche finalizzato all invio elettronico delle liste degli esami da eseguire (worklist) direttamente sull elettrocardiografo e successiva ricezione. Inoltre, il CIS dovrà essere dotato di funzionalità aggiuntive per la gestione: del trasferimento dei referti all esterno; della distribuzione del referto in formato elettronico attraverso: visualizzazione su PC tramite web-browser, stampa su stampante connessa a PC e/o connessa in rete LAN, stampa sull elettrocardiografo (se munito); archiviazione dei referti su supporto sostitutivo legale in accordo con le norme vigenti in materia. I sottosistemi del CIS devono fornire al personale amministrativo, tecnico, medico e paramedico gli strumenti per supportare i flussi di lavoro e le attività di seguito descritte: 1. la richiesta degli esami deve essere possibile dall Unità Operativa che ne abbia necessità o dall esterno tramite operatore o interfacciando opportunamente il Sistema richiedente (esempio: centro prenotazioni unificato, Reparti, Pronto Soccorso, ecc ). Per quanto riguarda l attività di emergenza, il Sistema deve gestire le urgenze, l attività interna per le UU.OO. di diagnosi e cura, l attività ambulatoriale per il S.S.N. e l attività liberoprofessionale intramoenia; 2. il Sistema CIS deve inviare le liste di lavoro in forma elettronica alle diagnostiche mediante apposita funzionalità, il tecnico deve essere in grado di riconoscere ed accettare il paziente prenotato; 3. alle diagnostiche, il tecnico dovrà confermare l avvenuta esecuzione dell esame con notifica automatica a una o più postazioni refertanti; 4. le liste degli esami da refertare dovranno essere automaticamente rese disponibili in forma elettronica alle Stazioni di refertazione; 5. le Stazioni di refertazione permetteranno al medico di comporre il referto elettronico. Deve essere possibile permettere la contemporanea visualizzazione di ECG e referti attuali e precedenti; 6. la refertazione potrà opzionalmente avvenire per mezzo di riconoscimento vocale automatico del dettato a voce e/o con produzione diretta del testo scritto e/o con pagina 5 di 33

6 scrittura del referto direttamente da parte del medico anche con l ausilio di frasari predefiniti; 7. il referto elettronico sarà chiuso ed archiviato con firma digitale dal medico refertatore secondo le normative vigenti in materia; 8. il Sistema dovrà prevedere la conservazione e archiviazione su supporto legale sostitutivo dei referti che non limiti le normali attività operative; 9. i referti e gli ECG digitali opportunamente selezionati dovranno poter essere inviati, previa firma digitale, alle entità interne o esterne alle Aziende predisposte alla ricezione di tali informazioni in forma elettronica; 10. il Sistema deve prevedere particolari stazioni CIS preposte alla produzione automatica di CD (comprensivo di stampa label) contenente tracciati e referti visionabili con semplici programmi inseriti sugli stessi CD; 11. il Sistema deve essere dotato delle funzionalità necessarie alla produzione di reportistica statistica anche supportati da grafici su diverse parametrizzazioni ed indicatori specifici dell attività diagnostica cardiologica; 12. il Sistema deve essere dotato delle funzionalità necessarie alla esportazione dei dati in DICOM verso i Sistemi di Data Warehouse aziendali. L identificazione dei dati gestiti dal Sistema CIS dovrà essere univoca e associata ad una unica entità anagrafica aziendale e/o regionale nei suoi successivi episodi diagnostici indipendentemente dal regime (di ricovero, ambulatoriale, SSN e Intramenia), in modo che sia garantito lo scambio delle informazioni tra Sistemi senza ambiguità. Tale univocità deve essere garantita anche nel collegamento tra i dati del CIS e i corrispondenti tracciati.. Integrazione CIS Cardiografia In fase di refertazione, all apertura del tracciato, dovranno essere rese disponibili le informazioni precedenti sul paziente quali ecografie, coronarografie, angiografie, interventistica ed i dati clinici in modo da poterli comparare. Il CIS e il Sistema di gestione esami devono essere perfettamente integrati e resi omogenei per l utilizzatore che deve ottenere una visione funzionale unica e trasparente. In particolare, l integrazione tra CIS e immagini deve essere finalizzata a: avere un unico punto di ingresso (single sign on) con identificazione forte dell operatore; utilizzare un unica anagrafica; visualizzazione contemporanea di ECG e referti; autocaricamento delle liste di lavoro governato da CIS: le liste di lavoro, generate dalla prenotazione e/o accettazione anche interfacciando altro Sistema aziendale debbono essere trasmesse in automatico alle diagnostiche. Sulle stazioni di lavoro debbono essere richiamati ed associati in automatico gli esami con i precedenti archiviati ed i relativi referti; distribuzione automatica referti e ECG nelle UU.OO. richiedenti: non appena un esame è rilasciato, il tracciato ECG ed il relativo referto devono essere resi disponibili anche in modo automatico alla successiva distribuzione alla Unità Richiedente; possibilità di import/export di dati: devono essere previste opportune funzionalità di importazione/esportazione di dati da/per altri Sistemi in modalità secondo lo standard HL7 e DICOM.. Integrazione con gli altri applicativi aziendali In appendice A vengono riportate le specifiche di integrazione tra l applicativo offerto e le procedure trasversali attualmente in uso presso l Azienda Ospedaliera (CUP esterno, CUP interno, ADT, anagrafe assistiti, LUMIR, etc.). Si specifica che i moduli software delle procedure trasversali sono già operativi e che ogni onere relativo alla piena messa a regime dell interfaccia rimane, comunque, a carico dell offerente che dovrà valutare eventuali modifiche e/o integrazioni che dovranno essere richieste direttamente alla Società Intema Sanità S.r.l. produttrice del software.. Reti LAN e WAN Connettività dei Sistemi Sia il Presidio Ospedaliero di Pescopagano che quello di Potenza sono serviti da rete fast-ethernet/giga-ethernet. Tutti i reparti sono dotati di un congruo numero di prese RJ45 che assicurano la connettività di rete. pagina 6 di 33

7 Il Presidio di Potenza è già dotato di una rete WI.FI. che copre tutte le aree di degenza. Nel medio termine anche il Presidio di Pescopagano sarà dotato di tale infrastruttura. I due presidi sono interconnessi da due LINK di rete geografica: uno attraverso la rete regionale RUPAR; l altro con connessione punto punto ad alta velocità. Attraverso l uso della rete le Ditte dovranno indicare la modalità di trattamento ed il flusso delle informazioni tenendo conto che: tutte le informazioni dovranno essere custodite sul Sistema server ubicato presso la U.O. S.I.O. Presidio di Potenza; dovrà essere indicata la modalità con cui il Sistema può essere riconfigurato per inviare i dati da Pescopagano a Potenza attraverso le due possibili connessioni di rete.. Caratteristiche del Sistema server Si riportano in questo articolo le caratteristiche minimali dei Sistemi server con l indicazione degli accessori ed altre attrezzature connesse. Sistema Server con installazione in rack standard 19 e architettura in cluster di 2 nodi con medesimo marchio di fabbrica per i computer e lo storage raid condiviso di capacità adeguata per rispondere ai requisiti di archiviazione con tutte le parti ridondate e protette tali da garantire un funzionamento in continuità h24/365. Il DBMS proposto deve essere robusto ed allineato agli standard di mercato. Ogni nodo del cluster deve avere la seguente configurazione minima: 2 processori; 8 Gb di RAM; Controller RAID (livelli RAID: 0, 1, 10, 5, 50, 6, 60); 4 hard disk 140 Gb 15k hot plug 3.5 (espandibili); 3 porte Gigabit Ethernet 10/100/1000 Mbps Full Duplex; Alimentatori ridondanti di tipo hot swap (2 unità); Ventole ridondate di tipo hot swap.. Attrezzature diagnostiche cardiologiche In appendice B viene riportato un elenco di apparecchiature elettrocardiografiche, Holter e Prove da Sforzo utilizzate in Azienda alla data per la diagnostica cardiovascolare. Poiché tutte le apparecchiature cardiodiagnostiche dovranno essere utilizzate nell ambito del progetto di cui al presente capitolato esse devono rispondere ai requisiti ed obiettivi indicati. A tale scopo ogni offerente dovrà aggiornare e/o integrare e/o sostituire le apparecchiature tenendo conto che la dotazione finale dovrà essere la seguente: elettrocardiografi non meno di 65; holter ECG non meno di 25; holter pressori non meno di 15; prove da sforzo non meno di 9. In caso di sostituzione di apparecchiature l offerente dovrà ritirare le apparecchiature sostituite indicando il valore di permuta che dovrà essere riportato a scomputo in sede di offerta economica. Per ciò che attiene gli Holter cardiologici e pressori le ditte dovranno assicurare l acquisizione dei dati sul Sistema proposto. I Sistemi Holter aggiornati/sostituiti/integrati dovranno avere le seguenti caratteristiche minimali: SISTEMA ECG HOLTER CARDIACO: Unità di registrazione Registratore avente le seguenti caratteristiche minimali - registratore allo stato solido con memoria rigida interna, in grado di registrare fino a 3 canali per ore senza compressione dati con cavi terminali che consentono la rilevazione di derivazioni bipolari; - pulsante eventi paziente; - possibilità di scaricare i dati anche ad un dispositivo dedicato idoneo per l interfacciamento ad una flash-card, al Sistema di analisi e al controllo del tracciato durante il monitoraggio al paziente; - espansione con registrazione a 7 (sette) giorni. SISTEMA ECG HOLTER CARDIACO: Unità di lettura Hardware avente le seguenti caratteristiche minimali: - Personal computer desktop in configurazione base con Sistema operativo Windows XP Professional o superiore; - Processore Intel Pentium Dual Core E5400, a 2,7 GHz; - HD da 160GB; pagina 7 di 33

8 - Ram da 2 GB; - Masterizzatore DVD Dual Layer; - 8 porte USB 2.0 (2 frontali); - Scheda di rete 10BaseT/100Base-TX, 1000Base-T; - Mouse, Tastiera; - Smart card reader integrato; - Software antivirus aziendale; - Monitor LCD TFT da 19 ; - Stampante Laser a colori: formato A4 velocità 16 ppm/mono velocità 12 ppm/colore interfaccia USB scheda di rete ethernet 10/100 base TX RAM 64 MB Cassetto da 250 fogli Software avente le seguenti caratteristiche minimali Il software di lettura deve consentire attraverso algoritmi validati e scientificamente documentati in maniera retrospettiva: - riconoscimento e analisi della F.C., HR, dell ST su 12 canali, analisi della variabilità RR nel dominio del tempo e nel dominio della frequenza, analisi della dispersione QT, analisi QT ed analisi T alternance post potenziali; - valutazione del pace maker; - valutazione per pazienti in età pediatrica, che consenta di adattare i parametri del ritmo alel diverse con protocolli di registrazione del paziente pediatrico; - stratificazione automatica a colore del segnale ECG per una corretta identificazione dell intervallo PR per i blocchi AV, l intervallo QRS per i blocchi di branca (LBBB) e run VT; - rilevamento automatico della Fibrillazione Atriale da parte del Sistema prima della lettura dell operatore per i pazienti con sintomatologia cronica; - identificazione delle regioni per classificare il Flutter Atriale, il livello di rumore e i singoli battiti; - rilevamento e riconoscimento senza limiti di tutte le famiglie delle aritmie ventricolari e sopra-ventricolari registrate con accesso diretto alla funzione di estrapolazione quantitativa automatica manuale (completo di grafico a colori) delle relative famiglie riconosciute; - possibilità di accesso agli eventi significativi tramite trend ed istogrammi (specificare le varie configurazioni); - report finale configurabile in base all analisi dell ECG effettuata dall operatore; - lettura ed analisi su 7 (sette) giorni. SISTEMA ECG HOLTER PRESSORIO: Unità di registrazione Registratore avente le seguenti caratteristiche minimali - dimensioni estremamente compatte completo di borsa per il trasporto e caricabatteria; - metodo di misura oscillometrico, autonomia di acquisizione minimo 30 ore o 200 misurazioni, acquisizione dei valori, deflazione continua del bracciale, analisi della misurazione con rilevamento degli artefatti, gonfi aggio e sgonfi aggio del bracciale in automatico; - minimo 3 protocolli di misura impostabili dal registratore e dal pc; - funzionamento a batterie ricaricabili; - dotazione di almeno due bracciali per bambino, adolescente e adulto. SISTEMA ECG HOLTER PRESSORIO: Unità di lettura Hardware avente le seguenti caratteristiche minimali: - Personal computer desktop in configurazione base con Sistema operativo Windows XP Professional o superiore; - Processore Intel Pentium Dual Core E5400, a 2,7 GHz; - HD da 160GB; pagina 8 di 33

9 - Ram da 2 GB; - Masterizzatore DVD Dual Layer; - 8 porte USB 2.0 (2 frontali); - Scheda di rete 10BaseT/100Base-TX, 1000Base-T; - Mouse, Tastiera; - Smart card reader integrato; - Software antivirus aziendale; - Monitor LCD TFT da 19 ; - Stampante Laser a colori: formato A4 velocità 16 ppm/mono velocità 12 ppm/colore interfaccia USB scheda di rete ethernet 10/100 base TX RAM 64 MB Cassetto da 250 fogli Software avente le seguenti caratteristiche minimali: - gestione completa dei dati riferiti a pazienti ed esami; - possibilità di produzione report personalizzabili; - possibilità di inserimento di note accompagnatorie degli esami. I Sistemi per le prove da sforzo aggiornati / sostituiti / integrati dovranno avere le seguenti caratteristiche minimali: SISTEMA PER PROVE DA SFORZO: Unità di registrazione e diagnosi Registratore avente le seguenti caratteristiche minimali: Il Sistema, composto di una workstation avente le medesime caratteristiche dei Sistemi Holter innanzi indicate, deve essere capace di gestire una o più diagnostiche con rilevazione e trasferimento dati wireless al Sistema in automatico consentendo la visualizzazione in tempo reale e in differita e l analisi del segnale ECG sul monitor del PC in formato 6 o 12 canali: - lo stress test; - l Holter pressorio ed ECG; - l ECG a riposo. Il Sistema deve altresì permettere, sempre in connessione con il Sistema Informativo Ospedaliero, di gestire tutti i dati anagrafici dei pazienti e dei loro vari esami, incluse le diagnosi e le refertazioni. Le funzioni minimali del Sistema dovranno essere le seguenti: - registrazione del test da sforzo; - registrazione multifunzione contemporanea programmabile come registratore Holter, come elettrocardiografo palmare, come unità di acquisizione per prove da sforzo, o una combinazione delle stesse registrazioni; - analisi standard: STj, STj+x (X selezionabile e variabile in tempo reale), slope, area; - analisi aritmie con classificazione e trend delle principali aritmie; - controllo unità periferiche: cicloergometri, treadmill, misuratore di pressione ECG; - allarmi selezionabili: FC massima, aritmie ed eventi ST; - elettrocardiografo digitale integrato con acquisizione simultanea dei segnali elettrocardiografici delle 12 derivazioni standard ECG senza compressione del segnale; 500 campioni al secondo per ogni canale. SISTEMA PER PROVE DA SFORZO: Unità Treadmill programmabile avente le seguenti caratteristiche minimali: Il Sistema Treadmill progettato per prove da sforzo anche in età pediatrica, dovrà essere collegato ed integrato alle apparecchiature elettrocardiografiche, al Sistema di controllo e verifica dell attività motoria. Il Sistema dovrà essere dotato di console digitale, fornita di display, con possibilità di utilizzazione anche come unità stand-alone, di visualizzazione e programmazione dei dati del paziente, della velocità, della durata del test e della pendenza regolabile elettronicamente direttamente dalla console con range regolabile elettronicamente tra -5% e +20%. pagina 9 di 33

10 Il Sistema dovrà essere completamente integrato ed interfacciabile al Sistema di registrazione e diagnosi consentendo così la effettuazione di esami in modalità completamente automatizzata. Tra le caratteristiche fisiche del tappeto si richiedono le seguenti: - Dimensioni almeno 200x73 cm; - Dimensioni utili di camminamento almeno 200x50cm; - Nastro scorrevole in materiale e struttura antitrauma; - Motore a velocità variabile HP 2.5, da 0 a 20 Km/h. Le apparecchiature cardiografiche aggiornate/sostituite/integrate dovranno rispondere alle seguenti caratteristiche minimali: SISTEMA ECG - monitor di visualizzazione con risoluzione 640x480 o superiore; - 12 canali di acquisizione con visualizzazione contemporanea e stampa in formato A4 con relativi parametri principale (HR velocità e ampiezza); - possibilità di selezionare le derivazioni e di verificare a monitor l andamento delle prestazioni; - possibilità di inserimento dei dati; - Sistema di monitoraggio dell impedenza degli elettrodi; - Sistema di filtraggio e protezione da defibrillatore; - porte: USB, SVGA, Lan RJ45 o WIFI a/b/g/n in dipendenza della singola specifica installazione (specificare se e come è possibile cambiare sulla diagnostica il tipo di connessione wired/wireless dopo la prima installazione); - rapidità regolazione linea base dopo defibrillazione; - alimentazione di rete ed a batteria con durata minima di 2h; - corredato di carrello per trasporto, cavo paziente, cavi alimentazione, doppia batteria. E titolo preferenziale per il carrello acquisire un dispositivo che abbia la possibilità di poggiare anche un Personal Computer portatile e/o una piccola stampante. E obbligo della Ditta aggiudicataria procedere alla consegna di non meno di 10 elettrocardiografi entro 15 giorni dalla data di stipula del contratto. Per ciò che riguarda l acquisizione dei dati rivenienti da indagini ecocardiografiche, angiografiche, coronarografiche e quanto risultante dal collegamento ai poligrafi, ogni Ditta dovrà proporre la propria soluzione che verrà valutata in sede di esame tecnico del progetto.. Conservazione sostitutiva, servizi di firma digitale e marcatura temporale Sono compresi nel presente appalto i mezzi tecnici (badge, hardware, software, servizi) per la firma digitale, l'archiviazione elettronica dei documenti digitali e la loro conservazione sostitutiva; questa dovrà essere conforme alle Normative italiane. La firma digitale del documento informatico (che dovrà essere presente in tutti i programmi) dovrà essere conforme alle Normative italiane ed europee. Quanto sopra si intende eseguito in conformità alle eventuali successive modificazioni normative che dovessero intervenire tra la redazione del presente capitolato e l'aggiudicazione del presente appalto. In conformità al nuovo Codice dell'amministrazione digitale ex D. Lgs. 235/2010 pubblicato nella G.U. 10/01/2011 n 6 si richiede che l'intero Sistema offerto per il presente appalto sia conforme alle disposizioni ivi contenute. L'aggiudicatario si impegna a verificare l'impatto sull'intero Sistema ad ogni eventuale variazione normativa durante il periodo contrattuale, in particolare a riguardo di firma digitale, marche temporali e conservazione sostitutiva proponendo le variazioni necessarie da apportare al Sistema affinché diventi, qualora non lo fosse, compatibile con la variazione normativa intervenuta. I referti e tutte le altre informazioni testuali, numeriche e immagine, dovranno essere memorizzate e conservate sostitutivamente in un formato conforme agli standard, senza perdita di informazioni e tutte le immagini dovranno poter essere memorizzate per la conservazione in formato standard DICOM. Alla fine del contratto, qualora non vi sia prosecuzione di rapporto, l'aggiudicatario produrrà e consegnerà quanto necessario per garantire la leggibilità, la rintracciabilità e la disponibilità di tutti i dati, con particolare riferimento a quelli conservati in modalità sostitutiva. pagina 10 di 33

11 . Integrazione con la rete di emergenza/urgenza La L.R. 1/7/08 n 12 assegna all Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo funzioni di riferimento per le alte specialità e per le reti cliniche integrate dei Servizi ospedalieri. Nell espletamento di tali funzioni grande rilievo rivestono quelle relative alla rete dell emergenza/urgenza in quanto, tra gli altri, presso L Azienda è ubicata la Stazione di ricezione della rete di telecardiomedicina che è composta da dispositivi LIFEPAK 12 della Medtronic installati sulle ambulanze che sono in grado di registrare ed inviare elettrocardiogrammi a 12 derivazioni ed altri parametri vitali quali la misurazione non invasiva della pressione e la misurazione della concentrazione di ossigeno nel sangue. I parametri vitali registrati dall apparecchio LIFEPAK 12 inviati all Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo saranno identificati ed interpretati dando tutti i possibili suggerimenti medici del caso. La proposta progettuale che si andrà a predisporre deve tenere conto di tali funzioni proponendo gli opportuni strumenti necessari all interfacciamento dei Sistemi in modo da poter acquisire automaticamente le informazioni rilevate dai Sistemi dell emergenza/urgenza nel Sistema aziendale CIS Cardiografico. La proposta verrà valutata in sede tecnica nella sezione riguardante l integrazione con la rete dell emergenza/urgenza.. Telecardiologia Il progetto intende rendere possibile la refertazione remota delle prestazioni in modo da poter usufruire delle disponibilità di personale medico anche non presente al sito ove sono ubicate le diagnostiche. Ad esempio, deve essere possibile refertare a Potenza un esame effettuato a Pescopagano. Dovranno essere, altresì, proposte soluzioni progettuali che rendano possibile lo scambio di informazioni con analoghi Sistemi di altre Aziende attraverso la fornitura di apposite interfacce.. Le licenze software La fornitura comprende la licenza d uso a tempo indeterminato di tutti i software di base, d utilità ed applicativi e firmware presenti nel Sistema; i contratti di licenza originali della casa produttrice; nel caso in cui questo comprendesse delle clausole a sfavore dell Azienda, le stesse non avranno alcun valore nel rapporto contrattuale tra l Azienda e il fornitore. Nel caso in cui il software fosse protetto da una cosiddetta chiave hardware, l Azienda si impegna a custodirla ed a proteggerla da qualsivoglia comportamento illecito e deterioramento, ed in caso di sottrazione, a denunciare il fatto alla autorità giudiziaria competente; in caso di guasto/rottura l Azienda si impegna a restituirla; in ogni caso, ferme restando le responsabilità dei singoli, il fornitore si impegna a riparare/sostituire o fornire una nuova chiave hardware e la reinstallazione senza alcun onere aggiuntivo per l Azienda, in quanto la non disponibilità della chiave stessa non può costituire ipso facto la decadenza del contratto di licenza. Parimenti a riguardo dei dischi originari di installazione, l Azienda si impegna a custodirli con massima diligenza. I software applicativi devono essere rispondenti alle leggi ed alle norme italiane ed Europee, in particolare devono rispondere ai principi ed essere compatibili con le misure minime di sicurezza del D. Lgs. 196/2003 e ss.mm.ii., intendendosi che di norma tutte le basi dati dei Sistemi informatici sanitari possono contenere dati sensibili; pertanto, i software applicativi dovranno essere in generale perfettamente aderenti/coerenti con/alle disposizioni di legge per le quali la Ditta aggiudicataria dovrà rilasciare apposita dichiarazione di conformità. Il fornitore stesso assume l obbligo di mantenere riservati i dati che venisse a conoscere o dovesse consultare in fase di installazione o assistenza, di non divulgarli e di non farne utilizzo diverso da quello, appunto, legato al funzionamento del Sistema (installazione o assistenza). Per assolvere tale obbligo il fornitore all atto di sottoscrizione del contratto verrà nominato terzo responsabile del trattamento e, quindi, corresponsabile insieme all Azienda rispetto ai trattamenti effettuati. pagina 11 di 33

12 APPENDICE A Specifiche di interfaccia Scopo del documento Il presente documento descrive le specifiche di comunicazione da implementare, secondo gli standard HL7 e XML/SOAP del CNIPA in merito all interoperabilità applicativa dei Sistemi informatici sanitari, con particolare riferimento ai flussi di scambio-dati tra i Sistemi trasversali (CUP, ADT, PS, Refertazione, Contabilità e Magazzino) e altri Sistemi di terze parti di seguito indicati con il termine servizi. Viene, inoltre, dettagliata la messaggistica utilizzata in conformità a quanto disposto dallo standard HL e dal framework IHE. Specifiche di comunicazione: flussi di scambio dati In generale la comunicazione tra i Sistemi trasversali ed i servizi si modella secondo un paradigma standard mostrato di seguito. Negli esempi si fa riferimento esplicito alle modalità d interazione con un Sistema RIS, pertanto, presenta caratteristiche che sono peculiari di tale contesto, tuttavia può essere modellato (e quindi modificato) secondo le necessità di qualunque contesto applicativo. Dal momento che la modalità di scambio preferita (sia per l aderenza agli standard internazionali che per migliori performance tecniche e di sicurezza) è quella inerente a scambi XML/HL7 implementati su web services, si fa di seguito esplicito riferimento a tale modalità (vengono citati in parentesi per ciascun flusso i corrispondenti segmenti HL7 vers ). Si descrivono, pertanto, le modalità di comunicazione, in particolare prendendo come riferimento un singolo flusso monodirezionale di dati tra due entità generiche: queste modalità si applicano su ciascuno dei processi di interazione in cui l intero scambio si scompone. Sono illustrati di seguito i flussi di dati ipotizzati. Sistemi Trasversali Servizio Terze Parti 1. Prenotazione - Apertura Contatto 2. Cancellazione Prenotazione 3. Modifica - aggiunta o cancellazione prestazioni 4. Prestazione eseguita 5. Refertato In particolare nella fase n. 1 contestualmente alla prenotazione viene rappresentata l apertura del contatto fra assistito e struttura sanitaria (che può essere effettuata, ad esempio, in regime di Pronto Soccorso, Ricovero programmato, Day Hospital, ). Le fasi 2-3 provvedono alle successive modifiche di eventi già prenotati dal CUP, ad esempio nel caso in cui, precedentemente all erogazione della prestazione, sopraggiungano modifiche o cancellazioni da parte dell assistito. In generale qualunque modifica viene comunicata mediante una cancellazione e una nuova apertura. Tutte le fasi corrispondono alla comunicazione della singola entità (elemento anagrafico, prenotazione prestazione, referto, ecc.) e non di liste di elementi: quindi, avvengono puntualmente e in modo sincrono in coincidenza dell evento che le ha generate. Tutti gli scambi avvengono mediante web service, e l esposizione di metodi per la ricezione o per l invio dei dati XML/HL7 (v.2.3.1). In particolare la comunicazione prevede che l entità ricevente esponga un web services, chiamato dall entità trasmittente per l invio dei dati. pagina 12 di 33

13 Le funzioni esposte dal servizio trasversali sono le seguenti: Prestazione Eseguita cancellaprestazione aggiungiprestazione invioreferto Viene prevista una stringa come input, contenente il messaggio HL7 in formato XML. Per quanto detto è necessario realizzare una coppia di web service (uno trasversale e l altro relativo al Sistema di servizio), e i metodi che in entrambi i casi rappresentino l entità trasmittente, utilizzati per inviare al web service chiamato il file XML del singolo flusso. Ciascuno dei web services deve essere corredato dei componenti (classi e metodi) di livello inferiore, utilizzati per elaborare il tracciato XML/HL7 ricevuto. Analoghi componenti vengono utilizzati dai metodi chiamanti (entità trasmittente) per le operazioni complementari. In particolare tali componenti realizzano i seguenti processi: Fase Trasmittente 1. chiamata ai metodi / oggetti che realizzano la connessione alla base dati dell entità trasmittente e rilevazione dei dati da trasmettere per ogni particolare tipo di flusso; 2. organizzazione dei dati da trasmettere in una struttura XML secondo la specifica HL7 corrispondente al particolare flusso da implementare; 3. chiamata al web service ricevente per la trasmissione del flusso dati. Fase Ricevente 1. ricezione del flusso dati (struttura XML/HL7); 2. parsing (lettura e interpretazione secondo la specifica HL7) della struttura XML e scomposizione della stessa nelle singole parti componenti; 3. rilascio dei dati nella base dati ricevente; 4. Ritorno Messaggio ACKNOWLEDGEMENT. HL7 : Messaggistica utilizzata In conformità a quanto esposto dallo standard HL e dal framework IHE si stabilisce di seguito il tipo di messaggistica utilizzata per: Gestione di una richiesta di prestazione; Gestione della richiesta direttamente effettuata presso il servizio; Inserimento nel Repository e Gestione cambiamenti di stato del referto; Registrazione diretta sul Sistema di servizio. pagina 13 di 33

14 Tavola Abbreviazioni I termini abbreviati e le loro definizioni usate nei segmenti sono le seguenti: SEQ LEN DT OPT Definition The sequence of the elements as they are numbered in the segment. The length of the element. The data type of the element. The data types are described in 3.2 below. The designations are: R Required. O Optional. C Conditional on the trigger event or on some other field(s). The field definitions following the segment attribute table should specify the algorithm that defines the conditionality for the field. X Not used with this trigger event. B Left in for backward compatibility with previous versions of HL7. RP/# Indicates if element repeats and number of times. TBL# Specific table reference. Tables are listed in Appendix B. ITEM# HL7 unique item number for each element. Element Descriptive name of element in the segment. Name pagina 14 di 33

15 Data Types I nomi abbreviati dei Data Types usati sono: CE CK CQ CX DLN DT EI HD ID IS NM PT SI SN ST TQ TS TX XAD XCN XON XPN XTN Data Type coded element composite ID w/check digit composite quantity w/units extended composite ID w/check digit driver s licence number date entity identifier hierarchic designator coded value sequence ID numeric processing type sequence ID structured numeric string timing quantity time stamp text data extended address extended composite ID number and name for persons extended composite name and ID number for organizations extended person name extended telecommunications number pagina 15 di 33

16 Livelli ed ID Per semplificazione si riporta la tabella dei termini utilizzati dalle applicazioni nella identificazione degli item. Tabella dei livelli : IHE Anagrafe Intema CUP Servizio Paziente ASL_Counter PV1 Prenotazione ORC Appuntamento OBR Prestazione Gli ID sono numeri univoci che permettono di trovare in modo inequivocabile il record nella lista. Nome su IHE Anagrafe Nome su Intema CUP Nome su Servizio Patient ID ASL_Counter PV1.19 Nr. Prenotazione ORC.4 Placer Group Nr. Appuntamento Number OBR.2 Placer Order Number Nr Prestazione: -per i ricoverati : Nr. progressivo della richiesta - per gli esterni : Nr. Impegnativa seguito da un Nr. Progressivo pagina 16 di 33

17 Message Control I messaggi seguiranno il flusso seguente : CUP/ADT/ PS WebServer XML web service Communication Server Servizio Vincolo sui caratteri Poiché HL7 fa uso dei seguenti caratteri speciali <CR>,, ^, &, ~, \, è evidente che essi possono essere utilizzati per altra motivazione nei messaggi fra applicativi trasversali e software terze parti solo se incapsulati in opportuna sequenza di escape prevista dallo standard: CARATTERE SPECIALE HL7 SEQUENZA DI ESCAPE HL7 \F\ & \T\ ^ \S\ ~ \R\ \ \E\ L utilizzo di eventuale DB Oracle nel software terze parti richiede, la sostituzione del carattere speciale (apice), utilizzato in genere come accento nei nomi di città o nazione, con il carattere (accento acuto) per permetterne la ricerca automatica in SQL. Gestione di una richiesta di prestazione Un contatto effettuato al CUP/ADT consta, oltre del dato anagrafico che permette l individuazione del contatto, delle informazioni relative agli appuntamenti ed alle prestazioni afferenti a questi ultimi. Gli eventi, gestiti con messaggi di tipo ORM, che possono occorrere sono: CUP/ ADT / PS ORM Registrazione /Accettazione 1 n 1 ORM - ORC Appuntamento n ORM OBR Prestazione Servizio pagina 17 di 33

18 Registrazione prenotazione / accettazione Composizione del messaggio, in riferimento allo standard HL , ed al Technical Framework versione 5.5 di IHE: ORM O01 MSH PID PV1 {ORC} {OBR} General Order Message Message Header Patient Identification Patient Visit Common Order Order Detail Nota 1: in caso di più prestazioni nello stesso messaggio ORM il segmento ORC verrà ripetuto per ogni segmento OBR Nota 2: in caso di prestazioni con quantità > 1 nell ambito dell appuntamento CUP (es. due RX Braccio) sarà presente nel messaggio una coppia ORC-OBR per ogni prestazione. Il segmento MSH SEQ LEN DT OPT TBL# ELEMENT NAME CONTENUTO 1 1 ST R Field Separator 2 4 ST R Encoding Characters ^~\& HD O Sending Application CUP HD O Receiving Application destinatario 7 26 TS O Date/Time Of Message yyyymmddhhmm 8 40 ST O Security Sec 9 7 CM R Message Type es. ORM^O ST R Message Control ID NumAppuntamento & tipoevento(nw/ca) Identifica univocamente il messaggio 11 3 PT R Processing ID P 12 8 ID R 0104 Version ID ID O 0211 Character Set 8859/1 Il Segmento ORM Il messaggio ORM, contenente i dati della prenotazione, conterrà, quindi, un segmento ORC per ogni segmento OBR; tale coppia di segmenti potrà essere anche relativa ad esami effettuabili in diagnostiche differenti, ma dovrà in ogni caso essere indicata sempre nel messaggio, nei campi sotto elencati, la data/ora della prenotazione e la diagnostica in cui dovrà essere effettuato l esame. SEQ LEN DT OPT TBL# ELEMENT NAME ORM - PID attributes (Prenotazione) Identificativo Paziente CONTENUTO 3 16 ST R Patient ID (Internal ID) PID-3-1 =Identificativo Paziente PID-3-4= Fonte identificativo paziente PID-3-5= Codice tipo identificativo pagina 18 di 33

19 5 48 XPN R 7 8 DT R Patient Name Date of Birth 8 1 IS R 0001 Sex Sesso Es. valorizzazione ^^^INTEMA^PI Cognome^Nome Data di Nascita aaaammdd PID-11-1(1)=Indirizzo Residenza PID-11-3(1)=Descrittivo comune residenza PID-11-5(1)=CAP PID-11-6(1)=Cittadinanza PID-11-7(1)=L PID-11-9(1)= Codice Istat Residenza XAD R Patient Address Indirizzo residenza^^comuneresidenza^^cap ^cittadinanza residenza ^L^^Istat Residenza PID-11-1(2)= PID-11-3(2)= Descrittivo comune nascita PID-11-5(2)= PID-11-6(2)= Cittadinanza PID-11-7(2)=BR PID-11-9(1)= Codice Istat comune Nascita ^^ComuneNascita^^CAP^cittadinanza^BR^^IstatNascita PID-13-1(1)= numero telefono residenza PID-13-2(1)=PH PID-13-3(1)=PH Nr. Telefono^PH^PH XTN R Phone Number Home PID-13-1(2)= numero telefono domicilio ( o secondario) PID-13-2(2)=CP PID-13-3(2)=CP Nr.Cellulare^CP^CP PID-13-1(3)= PID-13-2(3)=NET PID-13-3(3)=X.400 PID-13-4(3)= CX O ST O Patient Account Number SSN Number Patient Codice Fiscale Tessera Sanitaria pagina 19 di 33

20 ORM PV1 attributes (Prenotazione) SEQ LEN DT OPT TBL# ELEMENT NAME CONTENUTO 2 1 IS R Patient Class Tipo Paziente E/I/P 5 20 CX O Preadmit Number E= Esterni P=Pronto Soccorso I=Interni Numero Prenotazione CUP CE O 0043 Ranger Code Mese Gravidanza 14 3 IS O 0023 Admit Source Modalità di accesso E0=Esterni SSN, E1 = Esterni ALP CX R Visit Number PV1-19(1)= Nr. Nosologico per Interni oppure Nr. Accettazione per PS oppure Nr. Appuntamento per Esterni PV1-19(4)=Fonte di PV1-19(1) PV1-19(5)=Fonte di PV1-19(1) ^^^PS^PS CM O 0064 Financial Class Regime tariffario 21 2 IS O 0032 Charge Price Indicator Codice esenzione (CodEnte Vers.Esenz CodiceEsenz.) TS O Admit Date/Time Data dell impegno pagina 20 di 33

cubestress Descrizione

cubestress Descrizione 0470 Descrizione cubestress è la soluzione completa per la gestione dell esame ECG da Sforzo. cubestress integra in un unica applicazione tutte le procedure tipiche dell esame stress: dalla gestione della

Dettagli

REGIONE SICILIANA AZIENDA per i SERVIZI SANITARI N. 2 VIA CUSMANO N. 1 CALTANISSETTA CAPITOLATO SPECIALE

REGIONE SICILIANA AZIENDA per i SERVIZI SANITARI N. 2 VIA CUSMANO N. 1 CALTANISSETTA CAPITOLATO SPECIALE REGIONE SICILIANA AZIENDA per i SERVIZI SANITARI N. 2 VIA CUSMANO N. 1 CALTANISSETTA CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA NEGOZIATA PER LA FORNITURA DI ATTREZZATURE PER LE BRANCHE DI CARDIOLOGIA DEI POLIAMBULATORI

Dettagli

EASY ECG POCKET USB con software VIEW PLUS per Windows XP/Seven

EASY ECG POCKET USB con software VIEW PLUS per Windows XP/Seven EASY ECG POCKET USB con software VIEW PLUS per Windows XP/Seven Elettrocardiografo digitale di elevate prestazioni basato su tecnologia PC compatibile. Compatibile anche per MAC Snow Leopard 10.6 (con

Dettagli

INDAGINE DI MERCATO. b) N.6 Licenza di collegamento a ecografi o workstation DICOM (anche di terze parti).

INDAGINE DI MERCATO. b) N.6 Licenza di collegamento a ecografi o workstation DICOM (anche di terze parti). UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL AQUILA DIPARTIMENTO DI MEDICINA INTERNA E SANITÀ PUBBLICA Prot. 626 L Aquila 06. 06. 2012 AVVISO INDAGINE DI MERCATO Il Dipartimento di Medicina Interna e Sanità Pubblica ha

Dettagli

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni

L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA. Anna Angeloni L NFORMATICA APPLICATA ALLA RADIOLOGIA Anna Angeloni Gli strumenti utilizzati in radiologia digitale Modalità digitali Rete telematica ( LAN) Applicativo per la gestione della cartella radiologica (RIS)

Dettagli

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission

touchecg Mercato di riferimento your profession, our mission touchecg touchecg è un elettrocardiografo per ECG a riposo a 12 canali che si avvale di un tablet computer con schermo tattile ad alta risoluzione e dell acquisitore ECG clickecgbt, che comunicano tra

Dettagli

Caratteristiche Tecniche

Caratteristiche Tecniche cubestresslite system cubestresslite system è il sistema completo per la gestione dell esame ECG da Sforzo. Include l hardware e il software necessari per l esecuzione dell esame ed è compatibile con gli

Dettagli

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali

HD+ Descrizione generale. Caratteristiche principali HD+ Descrizione generale HD+ è un dispositivo di acquisizione ECG wireless, sviluppato come acquisitore per PC e Tablet che utilizzino piattaforme standard (Windows / MAC OS / Android) e per l utilizzo,

Dettagli

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari

La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Appuntamenti a Fisica Gestione delle Immagini in Medicina La Gestione della Immagini all'interno dei Sistemi Informativi Sanitari Andrea Bo Sistemi Informativi A.O. Ordine Mauriziano Il Sistema Informativo

Dettagli

Direzione Acquisti Pubblica Amministrazione Ing. Stefano Tremolanti (Il Direttore)

Direzione Acquisti Pubblica Amministrazione Ing. Stefano Tremolanti (Il Direttore) Oggetto: Gara a procedura aperta ai sensi del d.lgs. 163/2006 e s.m.i. per l affidamento della fornitura di un sistema RIS-PACS di digitalizzazione, archiviazione e trasmissione di immagini radiologiche

Dettagli

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS

Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS Sistemi Digitali per le Radiologie RIS & PACS dr.ssa Michelina Graziano Responsabile Tecnologico di Sistema ASP di Cosenza Sistemi Digitali per le Radiologie RIS &PACS L avvento dell imaging diagnostico

Dettagli

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna.

Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Descrizione e caratteristiche dell impianto d informatizzazione reni e Reparto Dialisi Serramanna. Si richiede la realizzazione, a completo carico della ditta aggiudicataria, di un sistema informatico

Dettagli

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel

Impresa: Ragione Sociale. Città..(Provincia) Indirizzo.Tel UNI EN ISO 9001:2008 ALL. 3/1 QUESTIONARIO TECNICO PER SISTEMI DI MONITORAGGIO PAZIENTI, SISTEMI DA ANESTESIA E VENTILATORI PER NIV PER REPARTI VARI DEL NUOVO BLOCCO NORD DELL OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA

DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA ALLEGATO B.1 MODELLO PER LA FORMULAZIONE DELL OFFERTA TECNICA Rag. Sociale Indirizzo: Via CAP Località Codice fiscale Partita IVA DITTA DESCRIZIONE DELLA FORNITURA OFFERTA Specifiche minime art. 1 lett.

Dettagli

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara C.A. Tutti i candidati procedura aperta per l acquisizione in locazione operativa di un sistema RIS/PACS per l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti

Dettagli

Progetto di massima per un network cardiologico provinciale

Progetto di massima per un network cardiologico provinciale AZIENDA SANITARIA DI BOLZANO OSPEDALE GENERALE REGIONALE DI BOLZANO SANITÄTSBETRIEB BOZEN ALLGEMEINES REGIONALKRANKENHAUS BOZEN SERVIZIO INTERAZIENDALE DI INGEGNERIA CLINICA ÜBERBETRIEBLICHER DIENST FÜR

Dettagli

Organizzare e gestire. servizi di. Telemedicina Web based

Organizzare e gestire. servizi di. Telemedicina Web based Meditel: la mission Organizzare e gestire servizi di Telemedicina Web based Servizi in Telemedicina Applicazioni Cardiologiche Telecardiologia: i servizi Interpretazione remota di ECG 12 derivazioni Interpretazione

Dettagli

Siamo in grado di fornirvi le soluzioni hardware più adatte al Vostro Reparto. Assistenza in tempo reale via web, soluzioni wireless, ecc

Siamo in grado di fornirvi le soluzioni hardware più adatte al Vostro Reparto. Assistenza in tempo reale via web, soluzioni wireless, ecc CardioRef è il metodo più semplice, completo, duttile e personalizzabile per eseguire la refertazione in ambito Cardiologico. Composto da maschere di refertazione per ogni singolo Ambulatorio / Laboratorio,

Dettagli

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE

SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE SISTEMI RIS-PACS: METODOLOGIA PER LA PROGETTAZIONE, L ELABORAZIONE DEI CAPITOLATI DI GARA E L IMPLEMENTAZIONE Elisabetta Borello SISTEMA RIS-PACS Il sistema RIS-PACS costituisce, attraverso la sua integrazione

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI SISTEMA HOLTER ELETTROCARDIOGRAFICO E PRESSORIO.

GARA A PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI SISTEMA HOLTER ELETTROCARDIOGRAFICO E PRESSORIO. GARA A PROCEDURA APERTA PER FORNITURA DI SISTEMA HOLTER ELETTROCARDIOGRAFICO E PRESSORIO. INDICE Art. 1 STAZIONE APPALTANTE Art. 2 OGGETTO DELL APPALTO Art. 3 PROCEDURA DI GARA E CRTITERIO DI AGGIUDICAZIONE

Dettagli

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico

FSE Fascicolo Sanitario Elettronico FSE Fascicolo Sanitario Elettronico Pagina 1 di 19 STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE PARAGRAFO O DESCRIZIONE DELLA VARIAZIONE PAGINA 1 Tutto il documento Versione iniziale del documento Pagina 2 di 19 Sommario

Dettagli

OPTINET. Cartella clinica oculistica con acquisizione, elaborazione e archiviazione di immagini e refertazione assistita. Gruppo

OPTINET. Cartella clinica oculistica con acquisizione, elaborazione e archiviazione di immagini e refertazione assistita. Gruppo Cartella clinica oculistica con acquisizione, elaborazione e archiviazione di immagini e refertazione assistita OPTINET è un sistema informativo che consente l acquisizione, l elaborazione ed archiviazione

Dettagli

L informatica nella Sanità

L informatica nella Sanità L informatica nella Sanità Perché usare l informatica nella Sanità? Continuità assistenziale Centralità del paziente Trasparenza negli atti amministrativi e sanitari Migliore gestione delle linee guida

Dettagli

Descrizione del sottosistema clinico

Descrizione del sottosistema clinico Progetto Casa intelligente per una longevità attiva ed indipendente dell'anziano DGR 1464, 7/11/2011 Ambient-Aware LIfeStyle tutor, Aiming at a BETter Health (Tutoraggio dello stile di vita basato sulla

Dettagli

Tecnologia Web. Personalizzabile. CLINGO Asset management on web. Tecnologia Web. Personalizzabile Facile da usare. Facile da usare. www.clingo.

Tecnologia Web. Personalizzabile. CLINGO Asset management on web. Tecnologia Web. Personalizzabile Facile da usare. Facile da usare. www.clingo. www.clingo.it CLINGO Asset management on web Tecnologia Web Tecnologia Web CLINGO è un sistema per la gestione dei servizi biomedicali totalmente basato su WEB che può essere utilizzato ovunque all interno

Dettagli

Sistemi informatici in ambito radiologico. Architettura dei sistemi RIS-PACS RIS. Radiology Information System

Sistemi informatici in ambito radiologico. Architettura dei sistemi RIS-PACS RIS. Radiology Information System Sistemi informatici in ambito radiologico Dott. Ing. Andrea Badaloni A.A. 2015-2016 Architettura dei sistemi RIS-PACS Radiology Information System RIS Un sistema informatico dedicato all ambito radiologico

Dettagli

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara

1 Premessa. Allegato al capitolato speciale di gara Allegato al capitolato speciale di gara Specifiche Funzionali di Integrazione con il Sistema Informativo dell APSS Il presente documento definisce le specifiche funzionali che devono essere soddisfatte

Dettagli

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali

FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 1 di 67 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali Pag. 2 di 67 VERSIONE V10 V11 V12 STATO DELLE VERSIONI DESCRIZIONE

Dettagli

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale

Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Ecoplat - Gestione Centro di Raccolta Comunale Caratteristiche tecniche Box in acciaio inox adatto alle intemperie Panel PC industrial all in one con schermo da 11 Touch screen equipaggiato con S.O. windows

Dettagli

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG

Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Sistema di Refertazione Remota per Esami ECG Referti Referti Centro di Refertazione ECG Internet ECG Il sistema ha lo scopo di consentire la refertazione remota di esami ECG acquisiti dalle unità periferiche

Dettagli

VER. 1 SETT 13 SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA

VER. 1 SETT 13 SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA SISTEMA GESTIONALE PER IL LABORATORIO HLA INDICE Caratteristiche Sistemi Operativi e configurazione LAN Client/Server Caratteristiche minime computer Database utilizzato Interfacciamento bidirezionale

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO

PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER LA GESTIONE INTEGRATA A SUPPORTO DEI SERVIZI DIAGNOSTICI ED AMBULATORIALI DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO ALLEGATO

Dettagli

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7

FSE SPECIFICA DEI REQUISITI DEL PROTOCOLLO DI INTEROPERABILITÀ FRA LA COMPONENTE LOCALE E I DIPARTIMENTALI HL7 FSE Componente Locale Specifica dei Requisiti del protocollo di interoperabilità fra la Componente Locale e i dipartimentali (modalità HL7 con invio dei documenti clinici) STATO DELLE VARIAZIONI VERSIONE

Dettagli

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina

Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Piano Integrato Urbano di Sviluppo Sostenibile dell area metropolitana fiorentina Sistema Informativo della Città dei Saperi. Piattaforma di gestione dell informazione turistica, informazione interattiva

Dettagli

Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA

Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA Allegato al Capitolato d oneri SCHEDE TECNICHE DI GARA LOTTO N. 1 importo a base di gara 112.000,00 oltre IVA Attrezzature per elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca pediatrica. Il lotto comprende:

Dettagli

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO

Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Scheda Tecnica SISTEMA DI MONITORAGGIO Caratteristiche generali Il sistema di aggio multiparametrico dovrà essere composto da multiparametrici, centrali di aggio, display per ripetizione di segnale e networking,

Dettagli

suite Sistema Ris Pacs

suite Sistema Ris Pacs 3D suite 2D 4D Sistema Ris Pacs Sistema Ris Pacs per l archiviazione di immagini diagnostiche digitali I sistemi informativi sono il pilastro sul quale si basa l organizzazione delle strutture che operano

Dettagli

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza

I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza I sistemi RIS PACS in diagnostica per immagini : un supporto alla gestione e alla sicurezza II^ Forum Risk Management in Sanità Applicazione delle tecnologie alla sicurezza del paziente Arezzo, Centro

Dettagli

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010

U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 U.O.C. ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI CHIARIMENTI RICHIESTI IN DATA 26.5.2010 1) Viene richiesto al fornitore di farsi carico dell assistenza verso i sistemi informativi Carestream ImagoWeb e TDS Projects

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO 1. OGGETTO DELLA FORNITURA CAPITOLATO TECNICO Oggetto: FORNITURA DEL SERVIZIO DI CONSERVAZIONE A NORMA DEI DOCUMENTI INFORMATICI PRODOTTI DALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI LOCALI DELLA REGIONE UMBRIA 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto

Dettagli

Modality Procedure Step Manager

Modality Procedure Step Manager SILVERIS è un applicativo, basato su tecnologia Web, per la gestione del flusso di lavoro in Radiologia. La finalità di questo programma è quella di raccogliere, gestire e conservare le informazioni utili

Dettagli

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini

suite suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite 3D 2D 4D suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini suite Piattaforma di Gestione della Diagnostica per Immagini Piattaforma integrata basata su tecnologia web, ideata per ottimizzare

Dettagli

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1-

ALLEGATO N 1 CARATTERISTICHE TECNICHE LOTTO N 1- Fornitura e Posa in Opera di N 1 TAC multistrato con indice di acquisizione non inferiore a 16 (sedici) strati simultaneamente. L apparecchiatura in oggetto dovrà essere caratterizzata da prestazioni di

Dettagli

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico

Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico DIGITRACE DigiTrace Supervisor Software di configurazione e monitoraggio per unità di controllo del tracciamento elettrico LAN/WAN Client 1 Client 2 Sistema tipico con un solo master e più client Server

Dettagli

LOTTO N 6. N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE

LOTTO N 6. N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE LOTTO N 6 N 1 PORTATILE DI RADIOGRAFIA PER ESAMI A POSTO LETTO per il P.O. San Martino di Oristano. SPECIFICHE TECNICHE L apparecchiatura in oggetto dovrà essere caratterizzata da prestazioni di altissimo

Dettagli

CARATTERISTICHE MINIME RICHIESTE PER L ACQUISTO

CARATTERISTICHE MINIME RICHIESTE PER L ACQUISTO UOS Ingegneria Clinica Società costruttrice CARATTERISTICHE MINIME RICHIESTE PER L ACQUISTO n. 2 sistemi ergo spirometrici di cui n. 1 dotato di cicloergometro e n. 1 dotato di cicloergometro e tappeto

Dettagli

Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230

Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230 Mortara Rangoni EUROPE SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Modello: ELI 230 PRODOTTO DA: Mortara Instrument DISTRIBUITO DA: Mortara Rangoni Europe Uso previsto e principali caratteristiche tecniche ed applicative:

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Cod. 32780 HOLTER PRESSORIO 24 ORE Manuale d uso e manutenzione Sommario 1 Introduzione 2 Contenuto del kit/requisiti di sistema 3 Misure di sicurezza 4 Installazione della batteria 5 Configurazione del

Dettagli

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL

Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL MINISTERO DELLA SALUTE Direttiva 2011/24/UE Reporting ASL Manuale dell applicazione A cura del Punto Nazionale di Contatto Italiano maggio 2014 Sommario I. Panoramica generale... 2 Campo di applicazione...

Dettagli

GUIDA OPERATIVA CGM CSE CGM CSE. 1 of 22

GUIDA OPERATIVA CGM CSE CGM CSE. 1 of 22 GUIDA OPERATIVA 1 of 22 2 of 22 INDICE 1 INSTALLAZIONE 4 1.1 Verifiche preliminari 4 Requisiti minimi di sistema 5 1.1.1 Requisiti hardware e di connettività 5 1.2 Installazione postazione medico 6 1.3

Dettagli

ISTRUZIONI OPERATIVE EMERGENZE RIS-PACS

ISTRUZIONI OPERATIVE EMERGENZE RIS-PACS LEGENDA 1 INTRODUZIONE 1 INTERRUZIONE RIS POLARIS.. 2 PER IL TSRM.. 2 IMPORTANTE........ 2 PER IL MEDICO RADIOLOGO...... 3 INTERRUZIONE PACS 4 INTERRUZIONE DEL SISTEMA CENTRALE EMERGENZE... 4 IMPORTANTE........

Dettagli

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici

MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici SPECIFICHE TECNICHE MAESTRO-PV Specifiche tecniche per sistema telecontrollo, gestione e invio allarmi per impianti fotovoltaici RSPV05I1 rev.01 0909 (Descrizione) Il sistema di telegestione telecontrollo

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI APPARECCHIATURE HARDWARE E DI SOFTWARE INFORMATICI PER LA GESTIONE DELLE AULE CORSI DEL COMUNE DI LIVORNO Art. 1 Oggetto dell appalto L appalto ha per oggetto il noleggio

Dettagli

CHIARIMENTI DEL 04/07/2012

CHIARIMENTI DEL 04/07/2012 CHIARIMENTI DEL 04/07/2012 Nell Art. 11 LOTTO 1 Sistema di teleassistenza domiciliare pg 6, al punto 3, è richiesto: Certificazione da cui risulti il possesso del marchio di qualità CE degli apparecchi

Dettagli

ALLEGATO N. 2. scheda descrittiva delle estensioni di garanzia richieste dalla Stazione appaltante.

ALLEGATO N. 2. scheda descrittiva delle estensioni di garanzia richieste dalla Stazione appaltante. ALLEGATO N. 2 BUSTA B SPECIFICHE TECNICHE/OFFERTA TECNICA Il possesso delle specifiche tecniche, sotto elencate, nonché la valutazione degli elementi oggetto dei criteri indicati alla Tabella, di cui al

Dettagli

Workstation e accessori. Tipo Descrizione, Configurazione minima e periferiche Quantità

Workstation e accessori. Tipo Descrizione, Configurazione minima e periferiche Quantità PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA IN UN UNICO LOTTO DI APPARECCHIATURE TECNOLOGICHE PER LE RADIOLOGIE AZIENDALI. Capitolato Speciale d Appalto Caratteristiche tecniche Workstation e accessori Tipo Descrizione,

Dettagli

FONDO EUROPEO PER LO SVILUPPO REGIONALE

FONDO EUROPEO PER LO SVILUPPO REGIONALE Unione Europea (Fondo Europeo Sviluppo Regionale) Ministero della Pubblica Istruzione Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Affari Internazionali Uff. V ALLEGATO A Istituto Professionale

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS.

PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. 1 PROCEDURA APERTA PER L ASSISTENZA TECNICA DEL SISTEMA RIS/PACS. CAPITOLATO TECNICO 1 OGGETTO Il presente appalto prevede la manutenzione ordinaria ed evolutiva del sistema RIS PACS a marchio FujiFilm

Dettagli

SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO. Vision 5. Z12050401 Lettori Holter per parametri cardiovascolari

SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO. Vision 5. Z12050401 Lettori Holter per parametri cardiovascolari SCHEDA TECNICA DISPOSITIVO Vision 5 Rev. 1015 CODICE PRODOTTO BURV53H 0 N. Registr. Repertorio 596030 COD. CND Z12050401 Lettori Holter per parametri cardiovascolari Prodotto da Mortara Instrument Distribuito

Dettagli

Scheda prodotto. w w w. c a r d i o l i n e. b i z. Destinazione d uso. Descrizione

Scheda prodotto. w w w. c a r d i o l i n e. b i z. Destinazione d uso. Descrizione Scheda prodotto Destinazione d uso elan1100stress è un elettrocardiografo digitale a 12 canali, in grado di acquisire e digitalizzare in contemporanea le 12 derivazioni ECG e visualizzarle in tempo reale,

Dettagli

ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA

ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA Allegato 0: CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO ELENCO E CARATTERISTICHE DI RIFERIMENTO DELLE APPARECCHIATURE OGGETTO DELLA FORNITURA 1 per 11 posti letto Caratteristiche Generali di Riferimento e Composizione

Dettagli

Via, n., (indirizzo) nella sua qualità di: (barrare la casella che interessa)

Via, n., (indirizzo) nella sua qualità di: (barrare la casella che interessa) ALLEGATO 2 Pagina 1 di 2 DICHIARAZIONE DI OFFERTA ECONOMICA AL COMUNE DI TORTOLI ENTE CAPOFILA DEL PLUS OGLIASTRA Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) CIG 3 1 4 6 4 5 0 4 A D Procedura ristretta per

Dettagli

CGM REFI Ricetta Elettronica e Flussi Informativi. GUIDA OPERATIVA aggiornata al 22/10/2013 (ver. 1.1.0.3)

CGM REFI Ricetta Elettronica e Flussi Informativi. GUIDA OPERATIVA aggiornata al 22/10/2013 (ver. 1.1.0.3) Ricetta Elettronica e Flussi Informativi GUIDA OPERATIVA aggiornata al 22/10/2013 (ver. 1.1.0.3) 1 INSTALLAZIONE... 3 1.1 Verifiche preliminari... 3 1.2 Requisiti minimi di sistema... 3 1.2.1 Requisiti

Dettagli

Richiesta di Fornitura per 80 sistemi di bordo per il Telecontrollo Multi- flotta del Comune di Bari. Allegato Tecnico

Richiesta di Fornitura per 80 sistemi di bordo per il Telecontrollo Multi- flotta del Comune di Bari. Allegato Tecnico (ALL. B) LOTTO N.1 Richiesta di Fornitura per 80 sistemi di bordo per il Telecontrollo Multi- flotta del Comune di Bari Allegato Tecnico Caratteristiche tecniche sistema di bordo per il telecontrollo flotta

Dettagli

WinLab. Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi

WinLab. Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi WinLab Sistema integrato per la gestione dei Laboratori di Analisi WinLab nasce da decenni di esperienza maturata nella sanità pubblica e privata. E un sistema in continua evoluzione con interfacce intuitive

Dettagli

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara

Oggetto: ulteriori chiarimenti sui documenti di gara C.A. Tutti i candidati procedura aperta per l acquisizione in locazione finanziaria operativa di un sistema RIS/PACS per l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco Oggetto: ulteriori chiarimenti sui

Dettagli

Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013

Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013 DIPARTIMENTO LOGISTICO TECNICO S.C. ACQUISTI Via C. Boggio, 12 12100 CUNEO tel. 0171 450660 fax 0171 1865271 e-mail: acquisti@aslcn1.it Prot. n. 09250 P Cuneo li, 28/01/2013 Oggetto: PROCEDURA APERTA PER

Dettagli

ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT

ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT 2014 ORCHESTRA UN PRODOTTO ORIOR TECNOLOGIE MARIO.ALIBERTI@ORIORTECNOLOGIE.IT Orchestra è una suite di prodotti pensata per l oculistica che permette di acquisire immagini da tutti i principali dispositivi

Dettagli

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15

Xpress MANUALE OPERATIVO. Software di configurazione e controllo remoto I440I04_15 Xpress I440I04_15 Software di configurazione e controllo remoto MANUALE OPERATIVO INDICE 1 INTRODUZIONE... 3 2 REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE... 3 3 SETUP... 3 4 PASSWORD... 4 5 HOME PAGE... 4 6 CANALE...

Dettagli

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche:

A) SERVER PREMESSA. Fornitura ed installazione di n.13 configurazioni a rack di: n. 2 PC Server ciascuno con le seguenti caratteristiche: ALLEGATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVER, PERSONAL COMPUTER, ALTRE ATTREZZATURE INFORMATICHE E LO SVOLGIMENTO DI SERVIZI DI GARANZIA E ASSISTENZA TECNICA. PREMESSA Il Sistema Informativo dell Assessorato

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto:

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto: Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto: FORNITURA DI LICENZE SOFTWARE, DI SERVER E DEI RELATIVI SERVIZI DI ASSISTENZA IN GARANZIA PER IL SISTEMA INFORMATIVO INPDAP Chiarimenti pagina 1 di

Dettagli

Informatica e Database. Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero

Informatica e Database. Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero Informatica e Database Roma, 19 Aprile 2011 Feruglio Ruggero In che fase del progetto è opportuno designare l amministratore di sistema ed iniziare la collaborazione? Sistemi informativi Definizione e

Dettagli

FOGLIO DI CONDIZIONI

FOGLIO DI CONDIZIONI Richiesta offerta per fornitura di n 3 computer desktop, n 2 monitor 17 LCD, n 1 fotocameta digitale, n 1 multifunzione (Stampante/Scanner/Fotocopiatore), n 1 stampante laser b/n A3, n 1 perno per alimentatore

Dettagli

Comune di Avellino BANDO DI GARA N. 5/2007

Comune di Avellino BANDO DI GARA N. 5/2007 Comune di Avellino Prot. Gen n 48675 /2007 BANDO DI GARA N. 5/2007 Oggetto: PROCEDURA TELEMATICA N. 5 DI ACQUISTO AD EVIDENZA PUBBLICA PER LA FORNITURA IN OPERA DI HARDWARE E SOFTWARE DI BASE PER GLI UFFICI

Dettagli

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT

COPIA TRATTA DAL SITO WEB ASLBAT.IT Prot. n. 33713 del 10 maggio 2012, indirizzata alla Direzione Strategica Aziendale Oggetto: Relazione revisione progetto RETTA Preso atto delle osservazioni elevate da parte del Tavolo Regionale della

Dettagli

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale

Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale Gestione integrata delle postazioni di lavoro (pdl) presenti presso gli uffici dell amministrazione comunale DISCIPLINARE TECNICO Allegato A al Capitolato d Oneri 1 Premessa Il presente capitolato tecnico

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 GUIDA ALL INSTALLAZIONE DELOS SYSTEMS 4.02.28 Requisiti minimi (sistema operativo hardware).... pag. 1 Procedura di disinstallazione e installazione del software Delos Systems 4.02.28.. pag. 2 Salvare

Dettagli

Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop

Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop Guida all uso delle comunicazioni di rete ed Internet Business Desktop Numero di parte del documento: 312968-061 Febbraio 2003 La presente guida fornisce definizioni ed istruzioni per l uso delle funzioni

Dettagli

A) PERSONAL COMPUTER E PORTATILI B) STAMPANTI C) ALTRE APPARECCHIATURE, SOFTWARE E SERVIZI

A) PERSONAL COMPUTER E PORTATILI B) STAMPANTI C) ALTRE APPARECCHIATURE, SOFTWARE E SERVIZI CAPITOLATO TECNICO D ONERI PER LA FORNITURA DI APPERECCHIATURE INFORMATICHE SOFTWARE E LORO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE, DA DESTINARE AL SETTORE AFFARI GENERALI DEL COMUNE DI AGRIGENTO Si elencano di

Dettagli

IN-CHF on line Procedura di Installazione

IN-CHF on line Procedura di Installazione IN-CHF on line IN-CHF on line Procedura di Installazione Heart Care Foundation onlus www.heartcarefound.org Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri www.anmco.it Centro Studi ANMCO Firenze

Dettagli

Server e Gateway VSoIP Pro

Server e Gateway VSoIP Pro IP video Server e Gateway VSoIP Pro Software VSoIP Server 3.2 14/12/2012- G215/2/I Caratteristiche principali VSoIP 3.2 Suite è il sistema di gestione video GANZ per reti Ethernet basato su una reale topologia

Dettagli

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010

List Suite 2.0. Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 2010 List Suite 2.0 Sviluppo Software Il Telefono Sas 10/06/2010 List Suite 2.0 List Suite 2.0 è un tool software in grado di archiviare, analizzare e monitorare il traffico telefonico, effettuato e ricevuto

Dettagli

B) ELENCO ATTREZZATURE

B) ELENCO ATTREZZATURE B) ELENCO ATTREZZATURE Si riporta nella tabella seguente l elenco delle attrezzature da acquistare per la realizzazione del progetto PON FESR codice B-1-FESR-2008-1320. In tale elenco sono indicate le

Dettagli

WELCH ALLYN PRESENTA: La famiglia di prodotti per test cardiopolmonari

WELCH ALLYN PRESENTA: La famiglia di prodotti per test cardiopolmonari La diagnostica cardiopolmonare all insegna della massima efficienza e rapidità. WELCH ALLYN PRESENTA: La famiglia di prodotti per test cardiopolmonari Una famiglia di apparecchi per test cardiopolmonari

Dettagli

DOCUMENTAZIONE TECNICA

DOCUMENTAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE TECNICA Standard HL7 Order Entry SPECIFICHE DEI MESSAGGI Redazione: Zanella Gianpaolo Data: 24/02/2010 Archivio : H:\Area_SWSanitari\Progetti\2004-04-03-Standard HL7\[DOCUMENTAZIONE GPI\Order

Dettagli

ALLEGATO TECNICO. B-2-B FESR-2008-121 Primo Laboratorio Linguistico

ALLEGATO TECNICO. B-2-B FESR-2008-121 Primo Laboratorio Linguistico ALLEGATO TECNICO Codice CIG: B-2-B FESR-2008-2 Primo Laboratorio Linguistico Attrezzature richieste o equivalenti Pezzi Prezzo unitario Prezzo totale Lavagna Interattiva multimediale con tecnologia infrarosso

Dettagli

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione

Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed evoluzione Verso la cartella clinica elettronica: standard internazionali e piattaforme aperte in informatica sanitaria Il Fascicolo Sanitario Elettronico della Regione Autonoma della Sardegna: stato dell arte ed

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764

AZIENDA OSPEDALIERA SAN CARLO Via Potito Petrone 85100 Potenza - Tel. 0971-61 11 11 Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 Unità Operativa: Sistema Informativo Ospedaliero Tel. 0971 612582 Fax 0971-613115 e mail: sio.segreteria@ospedalesancarlo.it OGGETTO: Fornitura del Sistema RIS/PACS Regionale: chiarimenti. CHIARIMENTI

Dettagli

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100

Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Modulo software HD2010MCTC DIR Versione MCTC-Net 100 Revisione 1.4 del 2014/07/24 INDICE PREMESSA... 4 1 - Requisiti di sistema... 5 1.1 Requisiti Hardware... 5 1.2 Requisiti Software... 5 1.3 Connettività...

Dettagli

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese

COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese COMUNE DI AZZATE Provincia di Varese MODALITA PER IL CORRETTO UTILIZZO DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE Approvato con delib. G.C. n. 9 del 21.01.2006 - esecutiva Per l utilizzo corretto del sistema informatico,

Dettagli

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o

Navigare verso il cambiamento. La St r a d a. p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Navigare verso il cambiamento La St r a d a p i ù semplice verso il ca m b i a m e n t o Le caratteristiche tecniche del software La Tecnologia utilizzata EASY è una applicazione Open Source basata sul

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Via Eugenio Leotta, 13 95122 CATANIA(CT) Distr. 13

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA. CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Via Eugenio Leotta, 13 95122 CATANIA(CT) Distr. 13 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Unione Europea Fondo Sociale Europeo Circolare Prot.n. AOODGAI/824/2008 Bando Piani Integrati FSE e FESR CIRCOLO DIDATTICO S. G. BOSCO Via Eugenio Leotta, 3 9522 CATANIA(CT)

Dettagli

(Guida operativa per il Medico di Medicina Generale)

(Guida operativa per il Medico di Medicina Generale) Elettrocardiografia Computerizzata (Guida operativa per il Medico di Medicina Generale) :: Indice :: 1. PREMESSA... 3 1.1. Utente client...3 1.1.1. Corredo dell utente client...3 2. OPERATIVITA UTENTE

Dettagli

CGM ACN2009 RICETTE GUIDA OPERATIVA CGM ACN2009 RICETTE (MIR) CompuGroup Medical Italia spa www.cgm.com/it. ver. 3.1.0.5 (build 20/02/2014 14.

CGM ACN2009 RICETTE GUIDA OPERATIVA CGM ACN2009 RICETTE (MIR) CompuGroup Medical Italia spa www.cgm.com/it. ver. 3.1.0.5 (build 20/02/2014 14. GUIDA OPERATIVA CGM ACN2009 RICETTE 1 di 18 INDICE 1 CGM ACN2009 RICETTE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 1.2.1 Prerequisiti... 3 1.2.2 Verifiche preliminari... 3 1.2.3

Dettagli

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per

Oggetto ed obiettivi dell applicativo di riferimento (sperimentato ed in uso per SISabile: caratteristiche tecniche e funzionali Una piattaforma software per la sperimentazione e l acquisizione di abilità operative nella gestione del percorso diagnostico-terapeutico assistenziale del

Dettagli

Il Sistema di tele cardiologia

Il Sistema di tele cardiologia Il Sistema di tele cardiologia A cura di Vincenzo Gullà Aditech La nuova rete di tele-cardiologia implementata nelle strutture del Policlinico delle Marche è stata realizzata tenendo presente i requisiti

Dettagli

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e

Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e Scenario reale di integrazione anagrafica in un Sistema Informativo Ospedaliero, tra contraddizioni e criticità, fra i sistemi CUP -RIS e l'anagrafica centrale. Con le tecnologie Hardware e Software attualmente

Dettagli

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi

Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Abstract del progetto. Obiettivi Il progetto PIC (Portabilità Individuale Clinica) Titolo prodotto: Portabilità Individuale Clinica (P.I.C.) Categoria: e-health Tipologia di prodotto Broadband/Online/WEB (channel): Abstract del progetto

Dettagli