DPACS e gestione delle immagini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DPACS e gestione delle immagini"

Transcript

1 Giuseppe Walter Antonucci DPACS e gestione delle immagini Il Tecnico Sanitario di Radiologia Medica in Oncologia. Competenze professionali.

2 Definizione GESTIONE - complesso delle operazioni necessarie al funzionamento di un'azienda e al conseguimento dei risultati economici che le sono propri

3 Indice contenuti 1 Gestione delle immagini 2 Ottica multidisciplinare 3 Diventare più esigenti 4 Criticità e approccio umano

4 Ottica multidisciplinare 1 Manageriale Risorse econ. Tecnologie Risorse umane Stakeholders 2 Tecnico Ripetibilità e Riproducibilità Dosimetria Raccolta dati 3 Umano Cambio atteggiamento Capacità critica Sapere cosa chiedere Ottimizzare le risorse Ottimizzare le tecniche Umanizzare l offerta

5 Tecnologia e standard: HL7 e Dicom Interoperabilità e comunicazione Tecnologia funzione delle Necessità Risultati attesi 2005 HL7 Italia - 5

6 Medico curante effettua richiesta Utente richiede prestazione diagnostica o terapeutica Reparto ospedaliero CUP Prenotaz telefonica Web Farmacia Radiologia Elenco esami clinici e preparazione Elenco esami clinici e preparazione no La richiesta è congrua e ci sono i requisiti per l esame Archivio cartaceo Si Consenso RIS Prefetching PACS Consenso indagine mdc o RM Accesso in diagnostica ed esecuzione Consenso Si Aggiunta nella worklist No Presunz. Gravidanza

7 Elenco esami clinici e preparazione Elenco esami clinici e preparazione no La richiesta è congrua e ci sono i requisiti per l esame Archivio cartaceo Si Consenso RIS Prefetching PACS Consenso indagine mdc o RM Accesso in diagnostica ed esecuzione Consenso Si Aggiunta nella worklist No Presunz. Gravidanza Elaborazione immagini Archiviazione referto Copia del referto Archiviazione immagini in locale o invio in remoto Refertazione No, per paz ricoverato richiesta eliminata

8 Consenso indagine mdc o RM Accesso in diagnostica ed esecuzione Consenso Si Aggiunta nella worklist No Presunz. Gravidanza Elaborazione immagini Archiviazione referto Copia del referto Archiviazione immagini in locale o invio in remoto Refertazione No, per paz ricoverato richiesta eliminata Stampa Immagini selezionate e masterizzaz. Cd Dell intero esame Consegna referto e documentazione Si No Fine procedura Procedura interna

9 HL7 e Dicom

10 E in laboratorio analisi? Chimica Clinica Ematologia Ormoni Siero Urine, proteine Tumor markers STAT Lab Hematimetria - citologia Coagulazione STAT Lab Ormoni autom. Core Lab Chimica Clinica Routine & Speciali Emat/Coag/Cito Immunassay STAT Tossicologia Genetica Microbiologia Immunologia Laboratori DAU autom. TDM autom. Serologia autom. Immunologia autom. CDB S.C.L. Blood Bank Pathology Microbiology - Immunology Area Operativa

11 Pannello analitico e TAT FASE PRE-analitica: prelievo, trasporto, accettazione richieste, codice a barre, centrifugazione, stappatura, preparazione Roche MPA EVO portaprovette, aliquotarestd A 2 ACU FASE analitica: esecuzione continua delle analisi Camera fredda esclusione per test cadenzati con strumentazione altamente automatizzata Roche COBAS Config. CE Roche COBAS Config. CCE FASE POST-analitica: verifica e validazione continua dei risultati e trasmissione in rete in tempo reale dei referti, copie cartacee

12 Non dimentichiamo l anatomia patologica! Automated transfer of tumor diagnoses to the cancer registry a type of ELR First automated transfer of SNOMED-coded diagnoses: 1977 Recent projects to make this a more widespread practice: NAACCR volume Complicated by the one-blob-of-text model of surgical pathology reporting A whole lecture in itself.

13 Differenti categorie di dati Identified disease cases Case reports from nurses physicians, others Tumor diagnoses Coroner s cases vcmr Public Health Disease Surveillance Findings in large populations Syndromic ELR Emergency department chief complaints Lab orders Diagnostic laboratory findings ELR ELR RODS Antimicrobial results Over the counter medications

14

15 Esempio

16

17 Cicli diagnostico-terapeutici Ogni 3 o 6 mesi Sintomi Diagnosi Follow-up Ripetibilità e Riproducibilità Riabilitazione terapia

18 Interoperabilità=risparmio di tempo

19 Interoperabilità=risparmio di tempo L'affermazione di standard e iniziative per i dati medici quali DICOM, HL7 e IHE hanno facilitato l'integrazione di risorse eterogenee e semplificato il lavoro dei produttori nello sviluppo di apparecchiature e sistemi digitali per la medicina. Possiamo affermare che attualmente ogni Dipartimento di Radiologia di medie e grandi dimensioni si è dotato di un PACS. Ogni servizio tecnico diagnostico è digitalizzato. L'aderenza agli standard è sicuramente la principale caratteristica per una garanzia di successo.

20 DICOM Digital Imaging and Communication In Medicine Standard globale promosso dagli sforzi congiunti di: ACR (American College of Radiology) NEMA(National Electrical Manufacturers Association)

21 DICOM cos è Definisce i criteri per la comunicazione, la visualizzazione, l'archiviazione e la stampa di informazioni di tipo biomedico E pubblico, nel senso che la sua definizione è accessibile a tutti. E uno standard industriale,e non uno standard ISO, quindi universale: ciò comporta una certa tolleranza nell'implementazione delle specifiche. La conformità DICOM può riguardare determinate proprietà e non altre.

22 DICOM cos è NON è un formato di compressione. Lo standard DICOM applicato alla codifica dei file è un metodo per incapsulare i dati e per definire come questi debbano essere codificati o interpretati. L'immagine viene archiviata in forma non compressa, secondo la codifica con la quale viene prodotta, anche se esistono molti software che sono in grado di produrre o interpretare file DICOM contenenti dati compressi secondo vari algoritmi (JPEG, JPEG Lossless, JPEG Lossy, vari algoritmi dello standard JPEG2000, etc.

23 DICOM cos è descrive il mondo reale rappresentandolo tramite una struttura Object-Oriented oggetti e relazioni Dicom Services Message Elements: Attributes: KV, mas, position.. OBJECT (=I.O.) (es. immagine CT) SERVICE (=DIMSE) (es. send, store..) Service Object Pair (SOP) (es. store a CT image)

24 DICOM le specifiche Le specifiche di DICOM sono suddivise in parti; questo e` stato fatto al fine di poter aggiornare la singola parte senza dover ripubblicare l'intero standard. La corrente versione consiste in 9 parti (figura 1) piu` due capitoli aggiuntivi che fissano i criteri secondo cui i files di DICOM possono essere scambiati attraverso supporti di memoria removibili come dischi e nastri.

25 A cosa serve: I servizi più importanti forniti dallo standard sono: Store per l'archiviazione e trasferimento immagini Media storage per l'archiviazione ed il trasferimento di immagini su supporti rigidi Query per la consultazione ed il trasferimento di immagini Print management per la stampa su supporto cartaceo e/o su lastra delle immagini Worklist management per la connettività del RIS con le modalità diagnostiche Verification per la verifica di connettività secondo lo standard delle varie apparecchiature

26 HL7 Health Level 7 HL7 (acronimo di Health Level 7) è un'organizzazione no profit nata 15 anni fa negli Stati Uniti con l'intento di definire uno standard nel settore dell'informatica sanitaria. Fin dal 1994 presso l'ansi, partecipa all'hisb (Health Information Standards Board). L'organizzazione HL7 si propone di scrivere le modalità per lo scambio in forma elettronica di dati in ambiente sanitario e vuole risolvere i problemi legati all'interoperabilità nell'ambiente clinico, formalizzando i metodi per lo scambio dei dati in un ambiente clinico.

27 Ospedale Mondo esterno Enterprise Application Integration Far comunicare i sistemi di qualunque piattaforma Far comunicare l ospedale con il mondo esterno

28 Architettura message-oriented (o client-server) the application that issues the message will be called Sender or Sending Application, and the address of the message will be called Receiver or Receiving Application. Definisce formato dei messaggi scambiati (ASCII) ed eventi generanti tale scambio messagge segment field data type

29 HL7 nella pratica In ogni atto medico possono essere ritrovate alcune componenti standard: s Soggettività Ciò che il paziente porta alla attenzione del medico Sezione S + testo libero Reason for Encounter RFE ICPC 2; ICD9 Oggettività Ciò che il medico rileva visitando il paziente Sezione O + testo libero Valutazione La valutazione operata dal medico circa la situazione rilevata a carico del paziente. La diagnosi è un caso particolare di valutazione Sezione V + testo libero DX: diagnosi ICD9 CM; ICD10; ICPC-2; SNOMED; Read Codes Pianificazione Pianificazione Ciò che il medico ritiene utile di mettere in pratica per risolvere il problema del paziente Sezione P + testo libero PX: prescrizioni Richieste di esami di laboratorio > LOINC Richieste di indagini diagnostiche > Tariffario Nazionale TX: Terapie Terapie farmacologiche > ATC RX: Ricoveri

30 HL7 nella pratica Header codificato e strutturato Intestazioni codificate + Testo libero Level 1 Header sec. specifiche HL7-CDA2 Soggettività Oggettività RFE Level 2 Sezioni con intestazioni codificate (tipo SOVP) presenti in tutti i referti scambiabili Valutazione Codici diagnostici Level 3 Dati codificati e strutturati Piano di intervento Codici ATC Codici LOINC Codici Tar. Naz, Codici. Level 3 Strutturazione del testo in sottosezioni analizzabili dalle macchine

31 HL7 nella pratica Anamnesi Patologica prossima header Referto Valutazione + Piano di intervento (Da referto. Spec.) Referti Valutazione + Piano di intervento (Da referto. Spec.) Referti Valutazione + Piano di intervento (Da referto. Spec.) Referti

32 HL7 nella pratica Lista Problemi Prescrizioni Soggettività Oggettività Valutazione / Diagnosi Accertamenti diagnostici Piano di intervento

33 HL7 nella pratica Sezione Alerts Medications Problems Contenuto Concepita per raccogliere ogni informazione relativa ad allergie, reazioni avverse, ed allarmi passati o presenti inerenti il paziente. Tale sezione dovrebbe riportare almeno gli allarmi attivi ed ogni informazione storica di reazioni od allergie ritenuta rilevante. Sezione deputata alla registrazione di tutte le informazioni inerenti le terapie farmacologiche (prescrizioni, somministrazioni, ): terapie in atto, storia delle prescrizioni/terapie farmacologiche. Tale sezione è concepita per documentare tutti i problemi clinici rilevanti al momento in cui è stato generato il documento. Può contenere dati sui problemi clinici, condizioni, sospetti diagnostici e diagnosi certe, sintomi, attuali o passati del paziente; incluso patologie remote e organi mancanti.

34 Interoperabilità e comunicazione gran parte delle motivazioni strategiche nascono dalla considerazione che i sistemi sanitari sono sempre più calati in contesti integrati riassumendo le esigenze in una parola d ordine d si invoca spesso la INTEROPERABILITÀ... interoperability: ability of two or more systems or components to exchange information and to use the information that has been exchanged... rif.. IEEE Standard Computer Dictionary,

35 Interoperabilità e comunicazione... è importante quindi condividere come comunicare (to exchange) ma soprattutto intendere le stesse cose una volta comunicate (to use) )... hot dog hot dog 35

36 Interoperabilità e comunicazione più sono i concetti condivisi fra le parti più la comunicazione è rigorosa, senza necessità di essere flessibile bolletta luce bolletta luce bolletta luce 100 bolletta luce bolletta luce luce = energia erogata bolletta 100 sole = stella una stella emette 0 n raggi luce bolletta luce 100 costo raggi 2005 HL7 Italia - luce sole 36

37 Interoperabilità e comunicazione di conseguenza più semantica è condivisa fra le entità che dialogano, minore è la necessità delle modalità di comunicazione di compensare tale carenze con un linguaggio flessibile in grado di veicolare dati, conversioni, significati, adattamenti ma flessibilità ed adattamento comportano opzionalità, lasca adozione di vocabolari, adattamenti locali 37

38 Necessità ma qual è il contesto e le spinte strategiche che hanno pressato sull evoluzione? Costi sanitari oramai fuori controllo impongono sinergie tra operatori a livello di processo (e.g. linee guida, protocolli) Dalla visione hospital centered alla cooperazione territoriale (dal welfare state al welfare community) Gestione di unità documentali, validate ed aderenti al ciclo organizzativo, rispetto ai messaggi Workflow clinico, le reti per patologia, collegamento con le strutture diagnostiche remote Architetture dei sistemi informativi sanitari, metodologia di sviluppo, semantica 38

39 Necessità Centro territoriale Casa La salute Rischio genomico Cartella Clinica Lifetime EHR Follow-up Test genetici Paternity testing Ricovero Medico di base Esami diagnostici 39

40 Necessità La persistenza: le applicazioni informatiche cliniche sono importanti, ma la strutturazione dell informazione dovrebbe essere trasversale al disegno della applicazione Il cuore del processo di sviluppo clinico è il dato, l informazione medica; essa deve, quindi, sopravvivere al di fuori del sistema che l ha l creata Molto è stato fatto sui dati clinici puntuali; meno sui documenti testuali, cosiddetti narrativi (e.g. referto) strutturare l informazione l medica ha rappresentato lo sforzo maggiore degli ultimi 30 anni ancora oggi, però, si stima che più dell 80% dei dati e delle informazioni mediche sono contenuti in documenti testuali destrutturati 40

41 HL7 versione 2.x la versione 2.x può soddisfare tali orientamenti, oltre alle ineluttabili evoluzioni fisiologiche? Trigger events Quali sono i principi Azioni o occorrenze della versione 2.x? Messages Contenuto dell informazione Segments Strutture ripetitive Data elements Rappresentazione dei dati 03 - HL7 v HL7 Italia - 41

42 HL7 versione 2.x nasce una situazione per cui un sistema informativo comunica ad un altro un insieme di dati per un allineamento eventi!!! Message Description ACK ADR ADT BAR CRM CSU DFT DOC DSR General acknowledgment message ADT response ADT message Add/change billing account Clinical study registration message Unsolicited study data message Detail financial transactions Document response Display response 03 - HL7 v HL7 Italia - 42

43 HL7 versione 2.x broker di messaggi ACCETTAZIONE LABORATORIO REPARTO 03 - HL7 v HL7 Italia - AMMINISTRAZIONE 43

44 IHE IHE significa "Integrating the Healthcare Enterprise" e rappresenta un'iniziativa internazionale di produttore ed utenti a supporto dello sviluppo dell'integrazione tra sistemi informativi sanitari. Si propone di definire in maniera chiara come gli standard esistenti (in particolare DICOM e HL7) devono essere utilizzati dai diversi sistemi informativi per realizzare un'integrazione tra loro, partendo dall'analisi del reale workflow clinico

45

46 Obiettivi del documento Obiettivo del documento è descrivere le modalità di creazione del documento informatico di Referto (Generico, di Laboratorio, Radiologico) secondo lo standard HL7 - CDA Rel 2.0, scelto come riferimento per la conservazione e lo scambio tra gli attori del dominio sanitario di documenti clinici/amministrativi. Una descrizione dettagliata dello standard HL7 CDA Rel. 2.0 è fornita in Appendice F. Di seguito viene presentata la strutturazione del documento di Referto nel rispetto delle previsioni dello standard HL7 v.3 - CDA Rel. 2 opportunamente localizzato, secondo le specifiche di estensibilità previste dallo standard medesimo, per il dominio sanitario italiano.

47

48 Essere più esigenti Io pattino verso il punto in cui il disco si troverà, non dove è adesso Wayne Gretzky

49 Percorso del Paziente Tumori cerebrali classificazione ASTROCITOMI GLIOBLASTOMI OLIGODENDROGLIOMI EPENDIMOMI MEDULLOBLASTOMI LINFOMI MENINGIOMI Metastasi

50 Ricerca e Trial clinici I trial clinici verificano che una nuova terapia sia sicura, efficace e migliore dello standard di cura in corso. Sono il fondamento della medicina basata sull evidenza e offrono in modo organizzato e scientifico le migliori prove e sperimentazioni.

51 TRIAL DI FASE I I trial di fase I sono considerati i primi studi sull uomo. Lo scopo è di raccogliere dati su dosaggio, tempi e sicurezza ma non efficacia di una terapia sperimentale. In questa fase della ricerca clinica, il dosaggio di un farmaco in sperimentazione viene gradualmente aumentato fino a definire una dose sicura da utilizzare in modo soddisfacente.

52 TRIAL DI FASE II I trial di fase II sono studiati per fornire informazioni più dettagliate sulla sicurezza del trattamento e per valutare l attività del farmaco. Si tratta di trial mirati a verificare che il nuovo trattamento abbia un effetto anticancro in una specifica patologia tumorale, come la riduzione della massa cancerosa o un miglioramento dei risultati delle analisi del sangue.

53 TRIAL DI FASE III Scopo dei trial di fase III è confrontare una nuova terapia con lo standard di cura in corso. In questa fase si raccolgono dati su vasta scala, in un numero di pazienti abbastanza elevato, per verificare se il nuovo trattamento è più efficace, ha uguale efficacia ma minore tossicità, oppure è meno efficace ma meno tossico e meno costoso, o infine può essere somministrato per un periodo di tempo più breve.

54 In Italia non esiste una banca dati che correli l imaging diagnostico, con i i dati clinici, con i risultati di immunoistochimica, anatomia patologica, biomarkers e test genetici.

55 Attività multidisciplinare AP Lab Diagnostica Radiomet. Radioterapia Surg.

56 Risorse: Tempo Denaro

57 Esempio: Il Neuroblastoma E il tumore solido extracranico più comune dell età pediatrica 6-10% di tutti i tumori dei bambini Incidenza 7-13 nuovi casi annui/ (bambini < 15 anni) Picco d incidenza: 0-2 anni

58 Metastasi nbl Diffusione ematica e linfatica: Fegato Tessuto sottocutaneo (noduli) Ossa: predilezione per le ossa cranio-facciali Midollo Tessuti periorbitali e retrobulbari Linfonodi Polmone Cervello

59 Diagnosi 1. Rx torace in due proiezioni 2. Eco: screening test per massa solida o cistica; Pattern ecografico è una massa eterogenea con aree di calcificazione e necrosi (50% sono presenti calcificazioni distrofiche rilevabili) 3. TAC/RM: valutazione accurata della sede; rapporti con altri organi ed invasione intraspinale

60 Diagnosi Funzione renale (Na; K; Ca; creatininemia plasmatica) Funzione epatica (bilirubina; transaminasi; proteine totali) Markers sierici biochimici (LDH; ferritina; NSE- enolasi neurone specifico)

61 Diagnosi 4. Scintigrafia con MIBG (iodio 131 metaiodobenzil-guanidina): elemento radioattivo catturato dalle cellule catecolaminergiche utile sia per la diagnosi di tumore primitivo che per le localizzazione metastatiche. Il 5-10% dei neuroblastomi non capta il MIBG e richiede quindi una valutazione dell apparato scheletrico con Tecnezio 99 (è la metodica più sensibile per segnalare l infiltrazione ossea) In linea di massima andrebbero eseguiti entrambi 5. Rx delle lesioni ossee: documentare con MIBG o con 99 Tc

62 Follow-up LDH, ferritina e NSE utili nel follow-up Adrenalina, noradrenalina e dopamina Aumentano nel feocromocitoma, neuroblastoma, ganglioneurinoma, paraganglioma Esame urine completo Catecolamine urinarie: Acido vanilmandelico (AVM), Acido omovalinico (AOV), Metanefrina, Normetanefrina Aumentano nel feocromocitoma, neuroblastoma, ganglioneuroma e paraganglioma

63 Studi di citogenetica e di biologia molecolare del tessuto tumorale Aspirati midollari: studio morfologico e immunoistochimico. Per individuare la presenza di infiltrazione midollare d aparte della neoplasia. Sede: Creste iliache posteriori destra e sinistra 1 agoaspirazione: 0.5ml di midollo osseo per allestire gli strisci necessari per la valutazione citomorfologica, per identificare e quantificare le cellule tumorali nel midollo 2 agoaspirazione: 5ml di midollo osseo (con ACD) per la valutazione della malattia, infiltrante il midollo osseo mediante immunocitochimica con anticorpo monoclonale anti-gd2 e mediante RT- PCR per tirosina idrossilasi

64 Studi di citogenetica e di biologia molecolare del tessuto tumorale Campioni ematici di sangue periferico a.per il controllo del cariotipo costituzionale (per la valutazione della delezione 1p) b.per la valutazione della malattia mediante immunoistochimica e RT- PCR (anticorpi monoclonali anti GD2)

65 Fattori Prognostici e predittivi Indagini citogenetiche di biologia molecolare si eseguono su cellule neoplastiche prelevate da aspirati midollari, biopsie ossee (quantità di cellule tumorali > 60%) o biopsie a cielo aperto chirurgiche del tumore primitivo Permettono di valutare le anomalie cromosomiche 1.Delezione braccio corto cromosoma 1 2.DNA-index (D1) (diploide) 3.Amplificazione del proto-oncogene N-MYC 4.Espressione del proto-oncogene TRK

66 Armi a disposizione

67 Diffusione

68 Perfusione BACKGROUND e NEOANGIOGENESI RM: Parametri I REQUISITI Valutati: TECNICI TECNICA DI STUDIO Onset time ( sec) STUDIO DINAMICO e PERFUSIONE RM Time to peak (sec) CONSIDERAZIONI Peak enhancement (mmol/kg contrast agent) MdC

69 Spettroscopia Problema: Riposizionamento esatto

70 Anatomia patologica: Immagini Dicomizzabili Immunoistochimica per le IgG e C3 Reazione PAS

71 Anatomia patologica: Immagini Dicomizzabili

72 2 Tecnico Flusso diagnostico e sistema di reperi Ripetibilità e Riproducibilità Dosimetria Raccolta dati

73

74

75

76

77

78

79

80 Il problema è che: Il sistema di reperi non è personalizzato In diagnostiche non oncologiche i sistemi di centratura laser non ci sono Non ci sono protocolli condivisi per l esecuzione di RM, TC e PET Vi è scarsa formazione inter-modalità I reperi al piombo danno artefatti nella centratura del seno Nel follow-up non è garantito il riposizionamento esatto delle ROI

81 Una possibile soluzione.

82 Una possibile soluzione. Visibile in RM Visibile in TC Visibile in PET con aggiunta di FDG

83 Visibile in PET con aggiunta di FDG 1. Siringa cc fisiologica µcurie/cc 4. 2 gocce x repere 5. Cera 6. Acquisizione a 3 mm in assiale perfetta includendo i reperi in ciascuna modalità

84 Il paziente porta con sé la maschera termoformata Le immagini vengono fuse con Software open source gratuito: AMIDE MedInRIA MRIcro

85

86 Esempio

87 Pannello decisionale

88 Terapia e follow-up Tracciamento di cellule di un glioblastoma umano con linfociti marcati con particelle magnetiche con vettore streptavidina-biotina

89 Terzo aspetto: Umanizzare! Mentalità orientata all integrazione 3 e alla rapidità di esecuzione Umano Cambio atteggiamento Affidabilità delle procedure e gestione del rischio clinico Capacità critica Sapere cosa chiedere Risparmio di tempo (non per eseguire più esami ma per dedicarsi meglio al dialogo col paziente)

90 In conclusione Migliore diagnosi e cura L insieme di persone, processi e Migliore gestione di Tutte le immagini tecnologie è terreno fertile per la cultura dell integrazione Interoperabilità Risorse Tecniche Rapporto col paziente

91 Il Tecnico Sanitario di Radiologia Medica in Oncologia. Competenze professionali.

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC

LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC LE DOMANDE POSSIBILI PER LO SCREENING MAMMOGRAFICO VADEMECUM PER GLI OPERATORI DI SCREENING DELLA ASL RMC (*risponde l infermiera / l ostetrica/ il medico) AGGIORNATO A Maggio 2009 1 CHE COSA E UN PROGRAMMA

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE.

L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. L AUTOMAZIONE IN CITOLOGIA SU STRATO SOTTILE: CONTROLLO DELLE FASI OPERATIVE. C. Sintoni C. Galli Servizio di Anatomia Patologica - Presidio Ospedaliero S. M. delle Croci - Ravenna Attualmente nel nostro

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN

IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN IMAGING BIO_MOLECOLARE con DaTSCAN Stelvio Sestini, MD, PhD Unità di Medicina Nucleare - USL4 Prato Università degli Studi di Firenze Concetto 1. Le M. Neurodegenerative sono in aumento Concetto 2. Le

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Catene Leggere Libere nel Siero

Catene Leggere Libere nel Siero Conoscere e capire il dosaggio delle Catene Leggere Libere nel Siero International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (2873) (USA

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica

DIPARTIMENTO TUTELA DELLA SALUTE E POLITICHE SANITARIE Allegato 8.6 8.6. Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 8.6 Requisiti Specifici per l accreditamento delle Strutture di Genetica Medica 1 Premessa Qualità e sostenibilità economica sono le principali esigenze cui cerca di rispondere la concentrazione delle

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano

Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Le cellule staminali pluripotenti (embrionali) Prof. Fulvio Gandolfi Università degli Studi di Milano Facoltà di Medicina Veterinaria Embriologia e Terapia Genica e Cellulare Le cellule staminali adulte:

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Manuale Utente IMPORT IATROS XP

Manuale Utente IMPORT IATROS XP Manuale Utente IMPORT IATROS XP Sommario Prerequisiti per l installazione... 2 Installazione del software IMPORT IATROS XP... 2 Utilizzo dell importatore... 3 Report della procedura di importazione da

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori,

dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30 e i 60 anni, con una leggera prevalenza nelle donne, dove è spesso localizzato agli arti inferiori, melanoma Il melanoma è il tumore che nasce dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle e che si trovano nello strato più profondo 2 dell epidermide. Compare soprattutto tra i 30

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

L Azienda non è mai stata cosi vicina.

L Azienda non è mai stata cosi vicina. L Azienda non è mai stata cosi vicina. AlfaGestMed è il risultato di un processo di analisi e di sviluppo di un sistema nato per diventare il punto di incontro tra l Azienda e il Medico Competente, in

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C.

Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI. T.A.C o meglio T.C. Prof. Giuseppe Scotti OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI CHE DEVONO SOTTOPORSI A UN ESAME DI T.A.C o meglio T.C. Gentili Pazienti in modo molto semplice vogliamo fornirvi alcune informazioni utili per

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE 1 di 10 07/02/2013 13:12 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 10 ottobre 2012 Modalita' per l'esportazione o l'importazione di tessuti, cellule e cellule riproduttive umani destinati ad applicazioni sull'uomo.

Dettagli

TUMORI DELLA MAMMELLA

TUMORI DELLA MAMMELLA TUMORI DELLA MAMMELLA INFORMAZIONI GENERALI La mammella Struttura e funzione della mammella La mammella è costituita da grasso (tessuto adiposo), tessuto connettivo e tessuto ghiandolare. Quest'ultimo

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o

Migl g i l or o am a e m n e t n o co c n o t n inu n o Gli Indicatori di Processo Come orientare un azienda al miglioramento continuo Formazione 18 Novembre 2008 UN CIRCOLO VIRTUOSO Miglioramento continuo del sistema di gestione per la qualità Clienti Gestione

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0

Tracciato Import-Export CareStudio 2.0 Il seguente documento definisce i contenuti ed il formato delle informazioni importabili ed esportabili del sistema. Per ciascuna tipologia di informazione è previsto un file di testo codificato secondo

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina

Next MMG Semplicità per il mondo della medicina 2014 Next MMG Semplicità per il mondo della medicina Documento che illustra le principali caratteristiche di Next MMG EvoluS Srl Corso Unione Sovietica 612/15B 10135 Torino tel: 011.1966 5793/4 info@evolu-s.it

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 75,36 U.O. S.O. CHIRURGIE 83,52 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 78,20 U.O. ALLERGOLOGIA 90,00 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 2/. Pag. di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14

Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Informazione, Consenso/dissenso e DAT (dichiarazioni anticipate di trattamento) nel nuovo C.D.M. del 18.05.14 Varenna - 27.09.2014 a cura dr. S. Fucci - giurista e bioeticista - sefucci@tiscali.it La relazione

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica:

Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: Ernia discale cervicale. Trattamento mini-invasivo in Radiologia Interventistica: la Nucleoplastica. Presso l U.O. di Radiologia Interventistica di Casa Sollievo della Sofferenza è stata avviata la Nucleoplastica

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide?

SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO. Che cosa è la tiroide? SILVIA SAVASTANO ANNA MARIA COLAO CAPITOLO 7 LA TIROIDE CHE SI AMMALA DI PIÙ È FEMMINILE 147 Che cosa è la tiroide? La tiroide è una ghiandola endocrina posta alla base del collo. Secerne due tipi di ormoni,

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli