CAPITOLATO TECNICO. Realizzazione di una piattaforma informatica multicanale per la promozione del turismo culturale SITI UP.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO TECNICO. Realizzazione di una piattaforma informatica multicanale per la promozione del turismo culturale SITI UP."

Transcript

1 CAPITOLATO TECNICO Realizzazione di una piattaforma informatica multicanale per la promozione del turismo culturale SITI UP. PREMESSA In alcune aree della Regione Toscana sono già da tempo in corso di sperimentazione progetti che forniscono servizi informativi ad un turista in movimento, integrando informazioni provenienti da diverse fonti istituzionali. Nessun progetto di questo tipo esiste attualmente a Pisa e Provincia, mete di indiscutibile attrattiva nell ambito del territorio regionale e che dunque presentano un notevole bacino d utenza. Il progetto SITI UP-PISA finanziato dalla Regione Toscana nell ambito del programma etoscana Linea , è quindi finalizzato all attivazione di servizi innovativi di tipo mobile in un area finora non coperta e soprattutto - a sviluppare funzionalità innovative non disponibili nei progetti esistenti allo stato dell arte. Il principale beneficiario del progetto sarà la clientela turistica di Pisa e Provincia, seguita dalla cittadinanza locale; a tali soggetti verrà garantito l accesso alle informazioni sul patrimonio culturale e ai servizi turistici in mobilità, 24 ore su 24 ed in tempo reale. Ricadute positive riguarderanno inoltre strutture, private e pubbliche, operanti nel settore del turismo e della promozione turistica, cui SITI UP PISA garantirà maggiore visibilità e competitività sul territorio. Le principali strutture che beneficeranno dal sistema SITI UP PISA sono: - strutture alberghiere e di ristorazione - strutture pubbliche turistiche e culturali - organizzatori di eventi - attività produttive tipiche e attività artigianali - servizi di trasporto pubblico Infine, gli Enti pubblici deputati alla gestione dei beni e degli eventi culturali beneficeranno di un servizio che garantirà una più ampia diffusione delle proprie iniziative. Art. 1 OGGETTO Il presente Capitolato ha per oggetto l affidamento della realizzazione di una piattaforma di servizi integrati per il turismo culturale, che in considerazione dell interesse per i contenuti relativi al patrimonio artistico-culturale diffuso, fornisca un canale di promozione per i servizi delle associazioni di categoria, PA locale, strutture ricettive e di ristorazione, esercizi commerciali e artigianali tipici. Principale, ma non esclusivo, canale comunicativo del sistema saranno i comuni dispositivi telefonici di rete mobile, di 2 a e 3 a generazione. La soluzione tecnica dovrà avere i seguenti elementi d innovazione: - contenuti multimediali contestualizzati geograficamente; - repository dei dati basati su metadati; - tecnologie multicanale di erogazione dei contenuti/servizi; - front-end lato utente; - funzionalità avanzate di erogazione e di accounting basate su card e tessere; - back office per l amministrazione e il monitoraggio. Art. 2 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Il responsabile del procedimento, ai sensi dell art. 4 della Legge 241 del 07/08/1990, è il Dirigente del Servizio Sistema Informativo Dott. Paolo Picchi. 1

2 Art. 3 DESCRIZIONE DEI SERVIZI OGGETTO DELL APPALTO La piattaforma tecnologica SITI-UP Pisa, dovrà essere un sistema aperto, modulare, scalabile e multipiattaforma basato su codice open source. Di seguito vengono elencati i requisiti e le funzionalità che dovranno essere implementate dal Fornitore. Art 3.1 PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEI SERVIZI SITI-UP Pisa Art CONTENT MANAGEMENT SYSTEM WEB BASED E MULTICANALE Il sistema dei servizi multicanale dovrà avere funzionalità di front-office e back-office del portale multicanale dei servizi. Il sistema dovrà essere costituito di seguenti minimi moduli principali: - Sottosistema di gestione dei contenuti (CMS) per la gestione via Web di tutti i contenuti di tipo dinamico (es. eventi, prenotazioni) e statico (descrizioni di oggetti d arte o beni architettonici), siano essi di natura testuale che multimediale. Il sistema dovrà consentire: i) di inserire e modificare le informazioni da erogare sul canale mobile e di alimentare il sistema di gestione dei contenuti specifico per il portale vocale; ii) di realizzare interfacce di tipo siti parlanti o altre funzioni basate su codifica audio; iii) produrre le statistiche di accesso ai servizi. - Sottosistema cartografico basato su tecnologie web per la geolocalizzazione delle informazioni. - Sottosistema di gestione dei contenuti dedicati al portale vocale. In particolare il sottosistema dovrà consentire di: i) importare dati dal CMS in un formato standard; in particolare dovrà essere possibile configurare le procedure di import dei dati affinché l operazione possa avvenire o in momenti prestabiliti, oppure in tempo reale ogni qualvolta uno o più contenuti dovessero essere aggiornati; ii) mettere in produzione contenuti text to speach; iii) inserire banner vocali temporizzati utili per la promozione di eventi; - Sottosistema a supporto dei servizi di backoffice e di altri servizi di front-office complementari. Tra questi vi è la configurazione delle policy di sicurezza del sistema di backoffice mediante accounting multilivello e la gestione del frontoffice del portale vocale effettuato mediante Personal Number Identification. Le informazioni di SITI UP-PISA dovranno essere aggiornate mediante il CMS accessibile attraverso un comune browser internet; il sistema dovrà essere in grado di riconoscere i diritti d accesso di ogni utente mediante login e password e di controllarne rigorosamente l accesso grazie ai diversi livelli di protezione associati a ciascuna categoria di utenti. Questo approccio dovrà garantire diversi vantaggi: - contenuti accessibili in qualsiasi momento e da qualsiasi punto geografico dotato di una connessione alla rete internet; - non dovrà essere necessaria l installazione di alcun tipo di software; infatti l accesso al sistema di un nuovo utente dovrà avvenire mediante l attivazione di una login e una password da parte dell amministratore; - non dovranno essere necessarie particolari risorse hardware e software dal momento che il sistema dovrà possedere stesse caratteristiche di un comune sito internet; - la manutenzione del sistema dovrà avvenire intervenendo direttamente sul web server, riducendo così tempi e costi; - dovrà essere possibile tener traccia di tutte le operazioni effettuate dagli utenti predisposti all inserimento dei dati; - il sistema dovrà essere in grado di gestire diverse tipologie di output: tutte le informazioni inserite nel sistema potranno essere pubblicate, anche in forma parziale, mediante formati e sui canali di comunicazione più opportuni in base a specifiche esigenze: Web, GSM, , report e tabulati, cataloghi e guide cartacee, ecc. 2

3 Art PORTALE VOCALE Il portale vocale dovrà consentire a ciascun utente dotato degli opportuni diritti (PIN) di accedere a tutti i contenuti immessi dalla redazione tramite il CMS. A solo titolo esemplificativo, un utente dotato di un PIN valido, con il proprio telefono fisso/mobile, potrà avere accesso in formato vocale ai seguenti contenuti e servizi: - accesso ai contenuti culturali; - accesso alle informazioni sulle strutture ricettive; - agevolazioni presso esercizi commerciali aderenti; - servizi privilegiati e servizi dedicati. Farà parte della fornitura del portale vocale la progettazione di una VUI (Vocal User Interface) adatta ad erogare la categoria di servizi descritti ad un utenza non esperta. Art FIDELIZZAZIONE TRAMITE SISTEMI MOBILE La realizzazione del servizio comporta lo studio di un nuovo sistema di fidelizzazione non basato sulle tradizionali CARD/Tessere ma su dispositivi mobile (cellulare, palmare, etc.). Dovranno essere implementati meccanismi di tracking dell utenza grazie ai quali dovrà essere possibile verificare di ogni utente il percorso turistico, al fine di fornire informazioni preziose sull efficacia degli strumenti di promozione e sul gradimento del servizio. Tale meccanismo dovrà fornire quindi la possibilità di monitorare il servizio giorno per giorno, e conseguentemente di effettuare migliorie in progress. Il sistema dovrà permettere a ciascun utente di: - accedere ai contenuti e ai servizi del portale vocale; - consultare via web le proprie tappe turistiche; - offrire servizi di fidelizzazione tramite cellulare o altri dispositivi mobile. Art SITO INTERNET DI PROGETTO SITI-UP Pisa Si dovrà realizzare il sito internet del progetto secondo le più recenti direttive WCAG W3C e gestito con un Content Management System (CMS). Questo sarà lo strumento per la presentazione e la diffusione degli obiettivi delle finalità del progetto, della comunicazione tra i partner. Sempre mediante il sito internet gli utenti finali potranno accedere ai contenuti e ai servizi previsti dal progetto SITI-UP Pisa. Vengono di seguito riassunti i punti che rientrano nella fornitura del sito internet del progetto: - Definizione del layout grafico; - Definizione della struttura di fruizione dei contenuti; - Implementazione delle funzionalità di gestione dei contenuti; - Installazione di quanto necessario alla messa in produzione di tutti i portali presso i poli che saranno individuati. Art PROMOZIONE E DIFFUSIONE DEI RISULTATI I risultati del progetto e i servizi sviluppati dovranno essere comunicati e diffusi presso gli organi istituzionali mediante seminari e conferenze, e al pubblico con canali pubblicitari tradizionali (esempio: cartellonistica, depliants, poster, inserzioni su stampa, ecc.). Dovrà essere sviluppato un piano media, articolato nelle seguenti attività: - comunicare al grande pubblico l iniziativa SITI UP-PISA; - indirizzare la comunicazione verso specifici target di riferimento: associazioni di categoria, comuni, operatori del settore turistico/culturale e altre amministrazioni provinciali; - utilizzare una vasta gamma di strumenti di comunicazione per poter ottenere una significativa penetrazione sul territorio regionale; - pubblicizzare a livello provinciale e regionale le attività progettuali attraverso pubblicazioni, partecipazioni ad eventi pubblici e promozione attraverso media locali e nazionali; - individuare possibili sinergie con altre iniziative come ad esempio organizzare e partecipare ad eventuali gruppi di lavoro insieme ad altri progetti del programma etoscana; 3

4 - diffondere e trasferire best practices ad altre province allo scopo di ottenere una dimensione regionale del sistema SITI UP-PISA. Alcune attività di comunicazione dovranno prevedere delle sinergia con gli altri progetti sul turismo del programma etoscana 2003 (SITI) e 2004, sia a livello degli operatori locali, che a livello più granulare indirizzandosi direttamente agli utenti finali (turisti e semplici cittadini), al fine di offrire la massima visibilità ai servizi proposti sia individualmente che in collaboraizone con gli altri progetti. Art. 3.2 CARATTERISTICHE TECNOLOGICHE DEI SERVIZI Art TECNOLOGIE DI BASE Il sistema dovrà essere realizzato per integrarsi quanto più possibile con le infrastrutture e le tecnologie utilizzate dalla Provincia di Pisa, in particolare si indicano: - Sistema operativo: Linux; - Web-server: Apache; - Database Server: MySQL o Postgre SQL o comunque un DB server Open Source fra i più diffusi; - Linguaggi di programmazione: PHP, Python. E comunque tecnologia OPEN SOURCE Art SICUREZZA La gestione della sicurezza complessiva dovrà consentire la rilevazione sistematica di eventi anomali (intrusioni, attacchi dall esterno, ecc.) tramite procedure di logging, l analisi/diagnostica, nonché del mantenimento di procedure di prevenzione e recupero. Dovrà dunque essere previsto un modello organico e articolato per la gestione della sicurezza, dal livello più alto relativo alle politiche per la sicurezza fino ai livelli operativi. Dovranno essere adottati strumenti di mercato moderni per supportare il responsabile della sicurezza sia nelle attività analitiche e ispettive sia nelle attività decisionali relative agli interventi da effettuare a garanzia della sicurezza dell interno sistema. Inoltre il sistema SITI-UP Pisa raccoglierà alcuni dati sensibili, dovrà essere garantita l adozione di tecniche che non permettano di violare l integrità e la riservatezza degli stessi in conformità a quanto previsto dal D. Lgs. 196/2003. Art USABILITA ED ACCESSIBILITA Tutte le interfacce di accesso ai servizi web, sia di Back office che di Front office, dovranno essere aderenti al documento del Ministero dell Innovazione sulle linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l accessibilità e le metodologie tecniche per la verifica dell accessibilità dei siti Internet (legge 4 del 9/1/2004, art. 11 comma A e B) nella versione 3 del dicembre In particolare si dovrà far riferimento ai requisiti di accessibilità fissati dal W3C almeno nei tre livelli standard di validazione dell accessibilità ( - WAI-A: requisiti che devono essere soddisfatti: uno o più gruppi di utenti saranno impossibilitati ad accedere alle informazioni. Questi sono i requisiti minimi di accessibilità per alcuni gruppi di utenti. - WAI-AA: requisiti che dovrebbero essere soddisfatti: uno o più gruppi di utenti avranno difficoltà ad accedere alle informazioni. Soddisfare queste indicazioni consente di eliminare le principali barriere di accessibilità. - WAI-AAA: requisiti che potrebbero essere verificati: uno o più gruppi di utenti potrebbero avere alcune difficoltà ad accedere alle informazioni. La soddisfazione di questi requisiti migliora l accessibilità. La piattaforma dovrà essere implementata in modo da garantire almeno il raggiungimento dello standard WAI-AA. Il Fornitore dovrà quindi specificare con quali sistemi operativi, browser e loro versioni la soluzione offerta sarà compatibile. 4

5 Dovrà al minimo essere garantita la compatibilità con: - sistema operativo: Microsoft Windows 2000 o superiori; Mac OS 10.x; principali distribuzioni Linux; - browser Microsoft Internet Explorer 5.x, Opera 7, Mozilla 1.x Art SERVIZI DI CONNETTIVITA INTERNET Il Fornitore dovrà mettere a disposizione un servizio di hosting atto ad ospitare il sistema così come sviluppato fornendo tutte le caratteristiche necessarie alla valutazione della soluzione offerta. Art SERVIZI DI CONNETTIVITA TELEFONICA In termini di specifiche tecniche la soluzione offerta dovrà avere le seguenti seguenti caratteristiche minime: - numerazione di accesso o o ; - connessione di almeno 20 utenti contemporanei; - software di gestione e configurazione accessibile via web; - possibilità di collegamento alla linea telefonica pubblica (PSTN) attraverso moduli BRI o PRI; - funzionamento come centralino tradizionale (PBX); - un sistema IVR (Interactive Voice Response) ad albero con un numero di ramificazioni sufficienti a gestire i servizi da erogare. Art INTEGRAZIONE Il sistema deve integrarsi con: - con database già esistenti (archivi regionali, provinciali, comunali o della Camera di Commercio) per popolare il proprio attingendo i dati relativi ad alberghi, ristoranti, trasporti, patrimonio culturale e spettacoli e saranno integrati o normalizzati e tradotti sulla base di una tassonomia XML che terrà conto dei dialetti standard esistenti; - dovrà essere aderente agli indirizzi definiti dalla Giunta Regionale con proprio atto di indirizzo (direttiva 867/2003) in relazione alle infrastrutture per la Società dell Informazione oltre a quanto previsto nelle linee guida del Progetto Minerva e le normativa per l accesso all informazione nella PA per i portatori di handicap (Legge Stanca). Art. 4 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA La presentazione dell Offerta dovrà essere effettuata nelle modalità previste dall Art. 9 del Bando di Gara. Art. 5 MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA Art ATTIVITA DI MONITORAGGIO E ASSISTENZA TECNICA Il monitoraggio ed il controllo dello stato di avanzamento dei lavori avverrà tramite incontri periodici di un gruppo di lavoro che sarà composto dai referenti indicati dalla Provincia di Pisa e dalla Ditta aggiudicataria del Bando. Art ARTICOLAZIONE DELLE CONSEGNE DEI PRODOTTI La Ditta aggiudicataria è tenuta a seguire le tempistiche relative alla consegna dei prodotti come indicato nel GANTT qui di seguito: 5

6 Nome_attività M1 M2 M3 M4 M5 M6 Analisi, progettazione Integrazione, bonifica, normalizzazione e traduzione contenuti Implementazione CMS e integrazione funzionalità Sviluppo portale vocale piattaforma per CARD/tessera Collaudo e rilascio piattaforma Formazione Promozione e diffusione risultati Gestione e mantenimento annuale GANTT - Rilascio prodotti e documenti Tutti gli applicativi e i documenti previsti dovranno essere forniti entro e non oltre il dodicesimo mese. La consegna e la messa in funzione degli applicativi, dei servizi e dei documenti indicati in deve farsi risultare da specifico verbale firmato dai responsabili dell'amministrazione destinataria e dagli incaricati dell'impresa. Art CONSEGNA DEI PRODOTTI La consegna, comprensiva d installazione ed avviamento funzionale dei prodotti, dovrà avvenire a cura, spese e rischio della Ditta aggiudicataria entro i termini prestabiliti all articolo 6 del presente capitolato tecnico. Art DOCUMENTAZIONE La Ditta aggiudicatrice è tenuta a fornire tutta la documentazione amministrativa redatta a norma di legge, mentre quella tecnica dovrà essere conforme allo standard UML. Art. 6. ASSISTENZA E MANUTENZIONE Nell ambito del progetto, dovranno essere comprese e specificate oltre al collaudo, le modalità operative del funzionamento del sistema e le istruzioni operative da impartire e da rilasciare anche tramite consegna di adeguata documentazione. Il collaudo e le istruzioni tecniche saranno relative a tutti agli applicativi ed ai servizi della piattaforma multicanale. Inoltre la Ditta aggiudicataria è tenuta a fornire in garanzia assistenza tecnica per la durata di 12 mesi a partire dalla data di collaudo dell intera fornitura, nei seguenti termini: 6

7 servizio di manutenzione correttiva: ha per finalità la garanzia del mantenimento della operatività e delle funzionalità dell intero sistema e si attua attraverso la rimozione di errori residui (bug), non identificati nella fase di produzione, che si manifestano nel corso del contratto; servizio di manutenzione adattativa: il servizio di manutenzione adattativa ha lo scopo di assicurare il costante, efficace e tempestivo aggiornamento ed evoluzione delle funzionalità del software applicativo rispetto a: variazioni organizzative dei processi di lavoro che comportino interventi di modifica del software; evoluzione delle versioni dei sistemi software di base (sistemi operativi, database, linguaggi di programmazione, ecc.) o all adozione di nuovi sistemi software di base o di utilità che intervengano nel corso del contratto, si intende compresa anche l aggiornamento della versione della piattaforma open-source. Il Fornitore dovrà garantire per tutta la durata contrattuale la qualità dei servizi erogati mediante l attivazione di un sistema di controllo atto ad effettuarne la verifica, al fine di monitorare il numero delle richieste e i tempi di risposta dell intero sistema. Art. 7 MODALITA DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA La presentazione dell Offerta dovrà essere effettuata nelle modalità previste dall Art. 10 del Disciplinare di Gara. Art. 8 CONTROVERSIE La definizione delle controversie tra l Amministrazione Provinciale e la Ditta aggiudicataria che possono insorgere in relazione al presente rapporto contrattuale, come previsto all art. 18 del Disciplinare di Gara. Art. 9 RISERVATEZZA La ditta aggiudicataria dovrà dare istruzioni al proprio personale affinché tutti i dati patrimoniali, statistici, anagrafici e/o di qualunque altro genere relativi all'attività della Provincia di cui verranno a conoscenza, vengano considerati come riservati e come tali trattati. ART. 10 INADEMPIENZE E PENALI L aggiudicatario dovrà eseguire il servizio oggetto del presente appalto a perfetta regola d arte, nel rispetto delle norme vigenti e secondo le condizioni, le modalità, i termini e le prescrizioni indicate nel presente capitolato e nel Disciplinare di gara. La Ditta assume ogni responsabilità per l'uso di dispositivi o per l'adozione di soluzioni tecniche o di altra natura che violino brevetti, diritti d'autore o copyright o qualunque altra norma di legge. La Ditta, in conseguenza, assume a proprio carico tutti gli oneri e responsabilità derivanti da azioni di contraffazione esperite nei confronti della Provincia in relazione al servizio effettuato e quindi deve mantenere indenne la Provincia dalle spese eventualmente sostenute per la difesa in giudizio nonché delle spese e dei danni a cui venga condannata con sentenza passata in giudicato E facoltà dell Amministrazione appaltante di procedere, in qualsiasi momento ed anche senza preavviso, alle verifiche sulla piena e corretta esecuzione del servizio. In caso di esecuzione irregolare del servizio, mancato rispetto del capitolato o di prestazione di servizio insufficiente, l Amministrazione appaltante avrà la facoltà di risolvere il contratto e di procedere all esecuzione in danno delle prestazioni non effettuate. La risoluzione del contratto dà diritto all Amministrazione di rivalersi su eventuali crediti dell aggiudicatario, nonché sulla garanzia prestata. La Ditta partecipante alla gara accetta sin d'ora che, in caso di aggiudicazione della fornitura, nel contratto siano inserite le seguenti clausole: 1. Foro giudiziale competente: il Foro di Pisa. 2. Penali. La Ditta riconosce alla Provincia il diritto di applicare le seguenti sanzioni Nel caso di risoluzione del contratto per incapacità o per negligenza nell'effettuare il servizio la cauzione sarà trattenuta. Sarà inoltre esperita l'azione di risarcimento del danno per le eventuali maggiori spese che la Provincia ha dovuto o dovrà sostenere Nel caso di ritardo nella consegna dei servizi oggetto d appalto, è prevista la penale pari 100 Euro per ogni giorno di ritardo successivo al termine di consegna. 3. Risoluzione del contratto. La Provincia ha diritto di risolvere in tutto o in parte il contratto qualora accerti che la Ditta non sia in grado o non esegua correttamente quanto previsto nel presente atto. A tale scopo la Provincia metterà in mora la Ditta e, trascorsi quindici giorni dal ricevimento della messa in mora senza che la Ditta si sia attivata adeguatamente, il contratto sarà risolto di diritto. 4. Per quanto non contemplato e non regolamentato dal presente capitolato si fa riferimento a quanto previsto dalla vigente normativa in materia di contabilità e contratti e alle norme del codice civile. 7

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA

COMUNE DI TREZZO SULL ADDA COMUNE DI TREZZO SULL ADDA CAPITOLATO D APPALTO PER L AGGIORNAMENTO, LA MANUTENZIONE, L HOSTING, LA GESTIONE DELLE STATISTICHE E L INTRODUZIONE DI NUOVE FUNZIONALITA DEL SITO INTERNET DEL COMUNE DI TREZZO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO

ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO EDISU PIEMONTE COTTIMO FIDUCIARIO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE, INSTALLAZIONE E GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DELL EDISU PIEMONTE CIG [3650361530] CAPITOLATO TECNICO

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE.

CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. CAPITOLATO TECNICO PER LA COSTRUZIONE, GESTIONE E MANUTENZIONE SITO WEB ISTITUZIONALE DELL UNIONE DEI COMUNI DELL APPENNINO BOLOGNESE. Articolo 1 Oggetto dell appalto 1. L appalto ha per oggetto la progettazione,

Dettagli

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag.

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 24.05.2012 Capitolato tecnico. Capitolato tecnico Versione 1.0 del 24 maggio 2012 pag. CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE IN ECONOMIA DELLA FORNITURA AVENTE AD OGGETTO IL MODULO DI APPRENDIMENTO E DISCOVERY POL DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ LEGALE, ESTENSIONE DEL PROGETTO ITALIA.GOV.IT

Dettagli

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

COLOGNO MONZESE INDICE ART. 1 DEFINIZIONE E PRINCIPI GENERALI ART. 2 FINALITA E FUNZIONI DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO CRITERI PER L ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO U.R.P. (art. 8 c. 2 della Legge n. 150/2000) Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche

Dettagli

In particolare ITCube garantisce:

In particolare ITCube garantisce: InfoTecna ITCube Il merchandising, ossia la gestione dello stato dei prodotti all interno dei punti vendita della grande distribuzione, è una delle componenti fondamentali del Trade Marketing e per sua

Dettagli

SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE

SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE SETTORE AFFARI GENERALI CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SITO WEB ISTITUZIONALE DEL COMUNE Codice Identificativo Gara (C.I.G.):Z4A0EF8BC1. ART. 1 Oggetto dell

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare CIG: Z7A142CF56 Specifiche tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...2

Dettagli

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei

Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione. Gara a procedura aperta n. 1/2007. per l appalto dei Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Gara a procedura aperta n. 1/2007 per l appalto dei Servizi di rilevazione e valutazione sullo stato di attuazione della normativa vigente

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788

P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 di COMUNE DI TORTORA P R O V I N C I A D I C O S E N Z A Via Panoramica al Porto, 9 87020 TORTORA Codice Fiscale Partita I.V.A. 00407150788 tel. 0985-7660240-7660216 (ufficio tecnico) fax 0985-7660400

Dettagli

www.suap.info Sommario

www.suap.info Sommario SwG-SUAP SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE INFORMATIZZATA DELLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE www.suap.info Sommario L ARCHITETTURA DEL SISTEMA LE FUNZIONALITA EVOLUZIONI PREVISTE AREA UTENTI

Dettagli

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO

ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO ALLEGATO B COMUNE DI ORBETELLO Capitolato tecnico per l'affidamento della fornitura di creazione di una banca dati, tramite digitalizzazione delle schede individuali e dei fogli di famiglia del servizio

Dettagli

Requisiti di Progetto Cambio/revoca medico di base o pediatra online

Requisiti di Progetto Cambio/revoca medico di base o pediatra online Indice REQUISITI DI PROGETTO (CAPITOLATO TECNICO)... 2 PREMESSA... 2 REQUISITI DEL MODULO ONLINE O DI FRONTOFFICE... 2 REQUISITI DEL MODULO DI BACKOFFICE... 5 REQUISITI GENERICI DEL SOFTWARE... 6 1 Requisiti

Dettagli

Elenco revisioni. Rev. Data Autore Motivo 1 27/05/2014 Antonino Sanacori Prima Stesura. Linee guida per l erogazione Siti Web Istituzionali Rev.

Elenco revisioni. Rev. Data Autore Motivo 1 27/05/2014 Antonino Sanacori Prima Stesura. Linee guida per l erogazione Siti Web Istituzionali Rev. UAS Gestione portale Servizi ICT Pagina 1 di 7 Elenco revisioni Rev. Data Autore Motivo 1 27/05/2014 Antonino Sanacori Prima Stesura Indice Ambito di applicazione... 2 Definizioni... 2 Strumenti informatici...

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 GIUNTA REGIONE MARCHE Servizio Attività Normativa e Legale e Risorse Strumentali P.F. Sistemi Informativi e Telematici REGIONE MARCHE Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

Gestione WEB Viaggi e Turismo

Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 1 di 11 Gestione WEB Viaggi e Turismo Pag. 2 di 11 SOMMARIO 1. INTRODUZIONE...3 2. CARATTERISTICHE E VANTAGGI DI IN.TOUR...4 3. FUNZIONALITA E STRUTTURA SOFTWARE E HARDWARE...6 4. STRUTTURA E CONTENUTI

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005?

Comune di Spoleto QUESITI E RISPOSTE. Quesito n. 1 Per partecipare alla gara è necessario il possesso della certificazione ISO 20000:2005? Procedura aperta per fornitura chiavi in mano di una suite applicativa gestionale Web based completamente integrata e comprensiva dei relativi servizi di assistenza e manutenzione QUESITI E RISPOSTE Quesito

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software Prot. n. 3318/C15 Cava de Tirereni,29/10/2014 Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software IL DIRIGENTE SCOLASTICO. Vista

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila

Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila Comune di Adelfia Comune di Capurso Comune di Triggiano Comune di Cellamare Comune di Valenzano Comune Capofila A M B I T O T E R R I T O R I A L E N. 5 - Ufficio di Piano - All. A CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

Allegato 13. Nomina Amministratore di Sistema

Allegato 13. Nomina Amministratore di Sistema Allegato 13 Nomina Amministratore di Sistema Il presente documento rappresenta un contratto che la struttura Titolare del Trattamento stipula con un soggetto esterno (nominato Amministratore di Sistema)

Dettagli

Archiviazione Documentale

Archiviazione Documentale Archiviazione Documentale Il Progetto OPEN SOURCE tutto Italiano per la Gestione Elettronica della documentazione, firma digitale, conservazione sostitutiva, fatturazione elettronica e protocollo informatico.

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE

BOZZA SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato bando Tribunale di Crotone per l affidamento del servizio di pubblicità legale delle vendite giudiziarie nelle procedure esecutive e nelle procedure fallimentari e gli altri servizi sotto indicati

Dettagli

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti.

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Orientarsi e muoversi al meglio nel mercato è sempre più difficile: la concorrenza, è sempre

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015

CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Allegato 1 CAPITOLATO PER LA FORNITURA DI LIBRI DI TESTO PER LE SCUOLE PRIMARIE DEL COMUNE DI CORSICO - ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Art. 1 OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto ha per oggetto la fornitura di

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE ALLEGATO 1 DIREZIONE POLITICHE AGRICOLE --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2007-2013 PIANO

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it Modulo Gestione Interventi Tecnici Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa via Supporta i seguenti browser: Internet Explorer 6 e seguenti Opera 8 e seguenti Mozilla Firefox 0.8x Mozilla Firefox

Dettagli

Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità

Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità COMUNE DI PORTOSCUSO Provincia di Carbonia-Iglesias Comune di Portoscuso Relazione illustrativa degli Obiettivi di accessibilità Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012,

Dettagli

Prot. 0049_WEB_COM. Arta Terme, 30 marzo 2015. All. n.1. Oggetto: richiesta di offerta per lo sviluppo del portale web di Esco Montagna F.V.G. S.p.A.

Prot. 0049_WEB_COM. Arta Terme, 30 marzo 2015. All. n.1. Oggetto: richiesta di offerta per lo sviluppo del portale web di Esco Montagna F.V.G. S.p.A. Prot. 0049_WEB_COM Arta Terme, 30 marzo 2015 All. n.1 Oggetto: richiesta di offerta per lo sviluppo del portale web di Esco Montagna F.V.G. S.p.A. La scrivente Società, nello svolgimento delle proprie

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F

CAPITOLATO SPECIALE CIG 543712162F CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA MEDIANTE BUONI PASTO ELETTRONICI IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO SALERNO ENERGIA CIG 543712162F Art. 1 Oggetto

Dettagli

! "! " #$% & "! "&% &&

! !  #$% & ! &% && ! "! " #$% & "! "&% && '( " )* '+,-$..$ / 0 1 2 ' 3 4" 5 5 &4&6& 27 &+ PROFILO PROFESSIONALE ESPERTO DATABASE E APPLICATIVI Categoria D Gestisce ed amministra le basi dati occupandosi anche della manutenzione

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO Reg. Inc. n. Pordenone, lì CONTRATTO DI COLLABORAZIONE AUTONOMA PER LO SVOLGIMENTO DI UN SUPPORTO TECNICO SPECIALISTICO DI TIPO INFORMATICO ALL ATTIVITÀ DI ESTRAPOLAZIONE, ELABORAZIONE E MONITORAGGIO STATISTICO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Consorzio per lo Sviluppo Industriale della Provincia di Potenza Centro Direzionale Zona Industriale 85050 TITO SCALO (PZ) Tel.0971/659111 Fax 0971/485881 Sito internet: www.consorzioasipz.it E-mail: asi@consorzioasipz.it

Dettagli

Centro Servizi Territoriali (CST) Asmenet Calabria

Centro Servizi Territoriali (CST) Asmenet Calabria Cofinanziamento Fondi CIPE Progetto CST CUP J59H05000040001 Centro Servizi Territoriali (CST) Asmenet Calabria Convenzione per la costituzione di un Centro Servizi Territoriale tra la Regione Calabria

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell ULSS

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n 264 /C14 Milano, 29/01/2015 BANDO DI GARA PER CONTRATTO ASSISTENZA TECNICA-INFORMATICA MANUTENZIONE HARDWARE/SOFTWARE IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI i criteri per le attività negoziali Art. 32 e

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

Gestione in qualità degli strumenti di misura

Gestione in qualità degli strumenti di misura Gestione in qualità degli strumenti di misura Problematiche Aziendali La piattaforma e-calibratione Il servizio e-calibratione e-calibration in action Domande & Risposte Problematiche Aziendali incertezza

Dettagli

IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS

IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB DINAMICO CON CMS TORINO, 29 gennaio 2013 Torino, 29 gennaio 2013 IRES-Istituto di Ricerche Economico-Sociali del Piemonte Santino Piazza Via Nizza 18-10125, Torino Office: +

Dettagli

Specifiche tecnico-funzionali sistema web di registrazione, gestione delle schede informative e ricerca delle associazioni per il portale IcaroPrato

Specifiche tecnico-funzionali sistema web di registrazione, gestione delle schede informative e ricerca delle associazioni per il portale IcaroPrato Specifiche tecnico-funzionali sistema web di registrazione, gestione delle schede informative e ricerca delle associazioni per il portale IcaroPrato Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo

Dettagli

BOZZA DI CONTRATTO. tra

BOZZA DI CONTRATTO. tra BOZZA DI CONTRATTO tra la società TRM S.p.A., con sede in Torino, in via Livorno n. 60, Partita Iva n., in persona dell Amministratore Delegato, sig.bruno Torresin (qui di seguito denominata TRM ) - da

Dettagli

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza

CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza CRM: Come le PMI possono organizzare la loro attività senza costi di licenza Il Customer Relationship Management (CRM) punta a costruire, estendere ed approfondire le relazioni esistenti tra un'azienda

Dettagli

Contratto Assistenza Hardware - Software

Contratto Assistenza Hardware - Software Rimini, 2015. PARTNER E CERTIFICAZIONE: Computer NEXT Solutions S.r.l. Sede amministrativa = Via Emilia Vecchia 75 - CAP 47922 Rimini (RN) Sede legale = Via Don Minzoni 64, CAP 47822, Santarcangelo di

Dettagli

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE

OGGETTO: SISTEMA INFORMATIVO PER LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE E L ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI POLIZIA MUNICIPALE CITTÀ DI RAGUSA www.comune.ragusa.it SETTORE XIV Corpo di Polizia Municipale Via M. Spadola n 56 97100 Ragusa Tel. 0932 244211 676771 Fax 0932 248826 e mail polizia.municipale@comune.ragusa.it OGGETTO:

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

PMS WEB: GESTIONE CENTRALIZZATA DEI PROGETTI DEL FONDO DALLA PRESENTAZIONE, ALLA APPROVAZIONE, AL CONTROLLO DEI COSTI A REGIME

PMS WEB: GESTIONE CENTRALIZZATA DEI PROGETTI DEL FONDO DALLA PRESENTAZIONE, ALLA APPROVAZIONE, AL CONTROLLO DEI COSTI A REGIME PMS WEB: GESTIONE CENTRALIZZATA DEI PROGETTI DEL FONDO DALLA PRESENTAZIONE, ALLA APPROVAZIONE, AL CONTROLLO DEI COSTI A REGIME PMS WEB: GESTIONE CENTRALIZZATA DEI PROGETTI DEL FONDO DALLA PRESENTAZIONE,

Dettagli

Analisi dei Requisiti

Analisi dei Requisiti Analisi dei Requisiti Pagina 1 di 16 Analisi dei Requisiti Indice 1 - INTRODUZIONE... 4 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...4 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...4 1.3 - RIFERIMENTI...4 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...4

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA. Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 COMUNE DI CREMONA Settore Economato CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZI DI TELEFONIA FISSA DI BASE PER IL CENTRALINO DEL COMUNE DI CREMONA Dal 1-7-2005 al 31-12-2006 INDICE 1 ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015

Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 GIUNTA REGIONE MARCHE Servizio Attività Normativa e Legale e Risorse Strumentali P.F. Sistemi Informativi e Telematici REGIONE MARCHE Obiettivi di accessibilità per l anno 2015 Redatto ai sensi dell articolo

Dettagli

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server IBM Implementation Services per Power Systems Blade server Questo allegato descrittivo del servizio ( Allegato ) è tra il Cliente (nel seguito denominato Cliente ) e IBM Italia S.p.A. (nel seguito denominata

Dettagli

Allegato C SCHEDA PROGETTO Avviso pubblico per il finanziamento di progetti a sostegno dello sviluppo di attività e servizi offerti nei PAAS

Allegato C SCHEDA PROGETTO Avviso pubblico per il finanziamento di progetti a sostegno dello sviluppo di attività e servizi offerti nei PAAS Allegato C SCHEDA PROGETTO Avviso pubblico per il finanziamento di progetti a sostegno dello sviluppo di attività e servizi offerti nei PAAS Titolo del Progetto Acronimo del progetto: Area di intervento:

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Servizi ASP. ASP su Centro Servizi TeamSystem Contratto e SLA

Servizi ASP. ASP su Centro Servizi TeamSystem Contratto e SLA ASP su Centro Servizi TeamSystem Contratto e SLA 1. INTRODUZIONE Con l offerta ASP su centro Servizi TeamSystem TeamSystem mette a disposizione dei propri Clienti una serie di servizi presso i propri Internet

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

ESU DI VERONA. Bando di gara per la procedura ristretta per il servizio di assistenza

ESU DI VERONA. Bando di gara per la procedura ristretta per il servizio di assistenza ESU DI VERONA Bando di gara per la procedura ristretta per il servizio di assistenza tecnico scientifica e operativa delle attività previste dal progetto C.I.V.I.S. IV Cittadinanza e Integrazione in Veneto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO IN OPEN SOURCE PER LO SVILUPPO DI UN APP PER DISPOSITIVI MOBILI FINALIZZATA ALL

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO IN OPEN SOURCE PER LO SVILUPPO DI UN APP PER DISPOSITIVI MOBILI FINALIZZATA ALL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN SERVIZIO IN OPEN SOURCE PER LO SVILUPPO DI UN APP PER DISPOSITIVI MOBILI FINALIZZATA ALL EROGAZIONE DI CONTENUTI IN MATERIA DI LAVORO PROGETTO PROVINCIALE

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore. a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari

Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore. a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari Relazione Su Soluzione Open Source Per Il Terzo Settore a cura del Corso Sviluppatori Open Source per il Terzo Settore Polo di Bari Versione 1 Indice 1 Obiettivi......2 1.1 Problematiche del Terzo Settore....2

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 1990 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GRASSI, ALLOCCA e TECCE COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GENNAIO 2008 Norme in materia di pluralismo informatico

Dettagli

DISCIPLINARE TECNICO

DISCIPLINARE TECNICO Premessa ALLEGATO A del Capitolato Speciale d Appalto DISCIPLINARE TECNICO L Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro (di seguito anche ), con la presente procedura intende dotarsi di un Sistema

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE ALLEGATO 2 GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA, GESTIONE APPLICATIVA, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, ASSISTENZA AGLI UTENTI E

Dettagli

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO

Smart. Amministrazione Trasparente Alberatura Area Affari Generali. Funzionalità principali. Descrizione sintetica SCHEDA PRODOTTO Alberatura La soluzione consente di assolvere agli obblighi di legge in materia di trasparenza per quanto riguarda la strutturazione della sezione amministrazione trasparente quale link proposto nella

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS N. 16 PADOVA Servizio di prenotazione telefonica (call center) delle prestazioni specialistiche ambulatoriali erogate dalle strutture pubbliche e private accreditate dell'ulss

Dettagli

DISCIPLINARE RDO n. 759230

DISCIPLINARE RDO n. 759230 Prot.n. 1842 del 23/02/2014 DISCIPLINARE RDO n. 759230 Potenziamento ed Integrazione degli alunni con disabilità e BES Progetto per la qualificazione dell offerta dell integrazione scolastica degli alunni

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

1 OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

1 OBIETTIVI E DESCRIZIONE DEL SERVIZIO SISTEMA UNICO PATRIMONIO ENTI REGIONE Riferimento Scheda Gestione: 14047 Sigla: SUPER Codice Servizio: SCH-047_01 Direzione regionale / Ente: DC Organizzazione, Personale e Sistema Informativo Riferimenti

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA

CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA Provincia di Torino SETTORE POLITICHE EDUCATIVE E SOCIALI UFFICIO ISTRUZIONE CAPITOLATO SPECIALE DEL SERVIZIO DI RICARICA CONTO FAMIGLIA PER LA MENSA SCOLASTICA PERIODO SETTEMBRE 2015 GIUGNO 2020 1 INDICE

Dettagli

Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana

Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana www.fondazionesistematoscana.it Manutenzione delle piattaforme software di Fondazione Sistema Toscana CIG: 6117136451 Specifiche Tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...4

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI

MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI ALLEGATO H MODALITA E FASI DELLA GESTIONE DELLE RISCOSSIONI Allegato H Modalità e fasi della gestione delle riscossioni 1 GENNAIO-GIUGNO 2009 GESTIONE MEDIANTE BUONI-PASTO VENDUTI DALLE CARTOLERIE Il pagamento

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Divisione Sistemi Informativi

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Divisione Sistemi Informativi Capitolato Speciale d Appalto relativo alla fornitura di licenze d uso con contratto EES - Enrollment for Education Solutions (già Microsoft Campus Agreement). 1/8 INDICE Art. 1 - OGGETTO ED AMMONTARE

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration

LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration LIBERA L EFFICIENZA E LA COMPETITIVITÀ DEI TUOI STRUMENTI! Open Solutions, Smart Integration COSA FACCIAMO SEMPLIFICHIAMO I PROCESSI DEL TUO BUSINESS CON SOLUZIONI SU MISURA EXTRA supporta lo sviluppo

Dettagli

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO

SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO SCHEDA MULTISERVIZIO TECNOLOGICO PER LE STRUTTURE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO Multiservizio tecnologico per le strutture sanitarie della Regione Lazio Il presente caso studio riguarda l affidamento,

Dettagli

Fatturazione Elettronica PA Specifiche del Servizio

Fatturazione Elettronica PA Specifiche del Servizio Fatturazione Elettronica PA Specifiche del Servizio Andrea Di Ceglie 25/09/2014 Premessa Data la complessità del processo e la necessità di eseguirlo tramite procedure e canali informatici, il legislatore

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Le Tecnologie per il Key-Management

Le Tecnologie per il Key-Management Alessandro Sposi Edizioni Marco Polo Le Tecnologie per il Key-Management Il corretto impiego delle tecnologie per il Key-Management Struttura del documento 1) Premessa 2) Descrizione del sistema complessivo

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli