Il diritto tra scienza ed etica: la legge 40/04 sulla procreazione assistita. Spinazzola, 27 febbraio 2005 Centro giovanile A. Salomone.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il diritto tra scienza ed etica: la legge 40/04 sulla procreazione assistita. Spinazzola, 27 febbraio 2005 Centro giovanile A. Salomone."

Transcript

1 Il diritto tra scienza ed etica: la legge 40/04 sulla procreazione assistita. Spinazzola, 27 febbraio 2005 Centro giovanile A. Salomone. Il 19 febbraio 2004 è stata approvata la legge n.40 sulla procreazione medicalmente assistita che ha suscitato dibattiti molto accesi dividendo, come non si vedeva ormai da tempo, la comunità politica, ma anche quella scientifica, quella giuridica e, più in generale, tutti i cittadini su questioni che vanno dalla bioetica alla legittimità costituzionale del testo di legge, tanto da provocare l organizzazione di comitati referendari per l abrogazione di alcuni dei suoi articoli. In realtà, avvicinarsi ai temi della bioetica, nell attuale contesto storico, è come incamminarsi in un terreno minato, dato che nel caso specifico si tratta di ammettere che lo Stato possa entrare nella sfera più intima degli individui (quella procreativa), segnando il discrimen tra ciò che è lecito e ciò che lecito non è, incidendo sui diritti dei cittadini che oggi si appellano umani. Cercare, poi, di assumere una posizione che non sia espressione del mero ossequio alla volontà dei più forti o all opinione dei più numerosi, significa correre su quel terreno con occhi bendati e con la consapevolezza del rischio di scontrarsi con opinioni differenti. Ritengo, però, che un momento di riflessione e di confronto sereno sul punto, possa essere utile a tutti per comprendere una legge che molti non conoscono in modo completo, neppure, temo, buona parte di coloro che hanno aderito alle richieste refendarie. Ogni legge, in quanto risultato di una riflessione umana, è per sua natura perfettibile, ma, sono sicura che condividerete la circostanza che sia meglio avere una legge perfettibile che non averne affatto.perché l Italia, 1

2 al contrario di altri Paesi europei, non aveva prima d ora una regolamentazione di tale materia; assenza pericolosissima se si pensa che una sentenza italiana ha ammesso tempo fa, in base ad una interpretazione rigorosamente formalistica dell art.235 c.c., la via del disconoscimento della paternità in una fattispecie di fecondazione eterologa, (ossia nel caso in cui spermatozoi e ovociti provengono da (terzi) donatori estranei alla coppia). Tale assurdo, fortunatamente, fu poi risolto dalla Suprema Corte di Cassazione che (con la decisione n.231 del 16 marzo 1999) negò l azione di disconoscimento al genitore che aveva precedentemente prestato il suo consenso alla inseminazione della moglie. E proprio il quesito n.5 del referendum è dedicato alla fecondazione eterologa; votando sì, il divieto del ricorso alla fecondazione assistita di tipo eterologo, verrebbe abrogato. I sostenitori del sì affermano che così votando, si consentirebbe la donazione dei gameti per rimediare ai casi di sterilità più gravi e per prevenire casi di malattie ereditarie quando uno o entrambi i potenziali genitori ne siano portatori. Ma, è anche vero che questo tipo di fecondazione, non assicura la possibilità di evitare la trasmissione di una malattia genetica e, personalmente, forse per deformazione professionale, non oso pensare alla voragine che si aprirebbe con le cause per il risarcimento del danno a carico dei Centri di fecondazione artificiale che potrebbero instaurarsi in numero considerevole. La legge in questione, tuttavia, pur presentando diversi punti oscuri, vieta espressamente ogni forma di clonazione umana, sia riproduttiva che terapeutica, e contiene due principi forti: la difesa dell embrione e il 2

3 divieto di fecondazione eterologa, entrambi ispirati, evidentemente, al principio fondamentale, della difesa del valore supremo della vita. Essa, inoltre, recepisce alcune istanze già espresse dal codice di deontologia medica del 1998,( nel quale si impone al medico il divieto di porre in essere forme di maternità surrogata, forme di fecondazione assistita al di fuori di coppie eterosessuali stabili, pratiche di fecondazione assistita in donne in menopausa non precoce, forme di fecondazione assistita dopo la morte del partner. Infatti, la legge n. 40) disponendo: che il ricorso alle tecniche di procreazione assistita venga consentito solo se sia accertata l impossibilità di rimuovere altrimenti le cause impeditive della procreazione, potendovi accedere coppie di maggiorenni di sesso diverso, conviventi, dando così un segnale importante sul flebile confine che si vuol ancora mantenere tra le famiglie di fatto e quelle fondate sul matrimonio; quindi il legislatore parla di soggetti di sesso diverso, conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi; escludendo da tale ambito, sia la possibilità di mamme-nonne, che la possibilità di sottoporre a tali tecniche i single e le vedove, volendo in tal modo porre al centro dell attenzione l esigenza di garantire preventivamente gli interessi e i diritti al nascituro; pertanto, si è voluto assicurare la presenza di una doppia figura genitoriale, la salute, il benessere materiale e morale del nascituro, e poi ancora conoscere le modalità della nascita e l origine genetica del bambino attraverso un informazione scientifica della coppia che deve esprimere il proprio consenso, prima di sottoporsi a tali tecniche, in modo espresso e consapevole (art.6). 3

4 Il senso fondamentale di tale approccio è ben articolato dal rapporto del 1989 del Segretariato del Consiglio d Europa sul lavoro svolto dal Comitato ad hoc sulle biotecnologie, istituito dal Consiglio d Europa nel 1985, nel quale si legge che il comitato è stato unanime nel sostenere che le tecniche di procreazione artificiale non dovrebbero essere utilizzate se non quando esistano le condizioni per assicurare il benessere del nascituro, dandogli la possibilità di crescere in un ambiente che gli permetta il pieno dispiegamento delle sue capacità fisiche, mentali e morali. In realtà, schematizzando al massimo tale materia, possiamo individuare due modelli fondamentali di approccio al problema che questa legge pone: il primo, orientato sul diritto al figlio, l altro, orientato sui diritti del figlio. Qualche anno fa uno studioso americano (H. Lafollette: Licensing Parets, Philosophy and Public Affaire, 1980, n.2) lanciò l idea di istituire una licenza per diventare genitori, idea sicuramente provocatoria, ma che si fondava su indagini empiriche che mostravano come la famiglia, oggi, sia diventata per i bambini un luogo a rischio. Ritengo, pertanto, che in una società laica e pluralista quale quella occidentale, il diritto debba intervenire in materie sulle quali esista una profonda controversia morale, attraverso una regola di bilanciamento tra valori diversi, dando luogo ad una legislazione aperta, perché non si privilegi un unico punto di vista, fondando le norme su un principio di bioetica fondamentale, rappresentato proprio dal primato degli interessi del nascituro. 4

5 Non dimentichiamo, inoltre, che la Dichiarazione dei diritti del fanciullo del 20 Novembre 1959, all art.2, chiede espressamente che nell intraprendere qualunque azione riguardante i bambini, la considerazione determinante deve essere il superiore interesse del fanciullo. Ed è proprio il quesito n.4 che, ponendo un ulteriore dilemma di carattere morale, chiede una soluzione giuridica: votando per il sì, si vuole affermare che i diritti delle persone già nate non possono essere considerati equivalenti a quelli dell embrione, mettendo così al riparo, a detta del comitato referendario, le libertà acquisite dalle donne in tema di autodeterminazione e tutela della loro salute. In realtà. da parte laica, si è visto nell art.1 della legge n.40, volto ad assicurare i diritti di tutti i soggetti coinvolti, compreso il nascituro, che potrebbe cambiare il senso dell art.1 della legge 194 sull aborto, il quale non parla di diritto alla vita, ma di tutela della vita umana. Ecco allora il timore: se la nuova norma proclamerà che il concepito ha dei diritti, anche la vita del concepito non sarà più solo un valore protetto, ma un diritto riconosciuto anche verso la madre: e si sarà posta la premessa per discutere la liceità dell aborto. Che questo possa essere o già sia il disegno politico di una parte, è questione su cui non intendo esprimere ipotesi o giudizi. Ma se c è, questo disegno non può trovare sostegno in una pretesa logica giuridica. Il discorso, infatti, è diverso. La vita e la salute che ne dipende è già oggetto di un diritto del concepito, penso ad esempio al terzo che causa la morte del feto per incidente o per atto violento che risponde di una lesione del diritto alla 5

6 vita. Ma rispetto al diritto che ciascuno di noi ha di non essere deciso da altri quanto al proprio corpo e alla propria salute, la vita del feto, benché affermata come diritto, entra in bilanciamento e può soccombere. Questo può scontrarsi con la morale di ognuno di noi, ma è conseguenza propria alla logica giuridica e al limite del diritto che si ferma là dove, per tutelare una vita, dovrebbe imporre ad un altra persona interventi sul suo stesso corpo. E, perciò, affermare un diritto alla vita del feto ed anche la sacralità della vita, sia pur in senso laico, non comporta automaticamente negare la liceità dell aborto, o averla limitata a casi di stato di necessità. Viceversa, affermare la legittimità dell aborto non richiede di negare il diritto alla vita del feto. Chi crede che il riconoscimento di un valore escluda l altro non è il più adatto ad ispirare il legislatore di uno Stato laico, ma pur sempre pluralista e quindi attento alle esigenze di tutti i cittadini. I successivi quesiti referendari chiedono invece l abrogazione delle norme che restringono le possibilità del congelamento degli embrioni e la loro successiva sperimentazione.qualora questa norma venisse abrogata, gli embrioni potrebbero essere utilizzati per la produzione di cellule staminali. Infine, i quesiti proposti tentano di abolire le limitazioni al numero degli embrioni che possono essere impiantati nell utero materno che con l attuale legge sono fissati ad un massimo di tre. Ancora, sono oggetto del referendum il divieto di riduzione degli embrioni di gravidanze plurime, il congelamento e la soppressione degli embrioni, fatta salva, però l ipotesi prevista dalla legge in tema di 6

7 aborto, dove la madre è lasciata libera di privilegiare la propria salute o la vita del nascituro. Ma, mi domando, come può ammettersi che con tre embrioni sia pienamente rispettata la vita umana e la dignità dei soggetti coinvolti e con quattro, invece siano violati tutti questi principi? La discussione sembra richiamare alla mente quella relativa all interruzione volontaria della gravidanza. E forse seriamente sostenibile che all ottantanovesimo giorno di vita il nascituro non meriti tutela potendo così essere eliminato e che questa esigenza, come per magia, compaia allo scoccare del novantesimo giorno? Evidentemente siamo dinanzi, in entrambi i casi, a scelte convenzionali, che tengono conto della necessità del diritto di individuare punti fermi, ma che da una prospettiva medica e scientifica, non trovano una spiegazione plausibile. Pertanto il quesito che dobbiamo porci è il seguente: qual è il momento nel quale il concepito diviene persona a tutti gli effetti e, in quanto tale, meritevole di tutela giuridica? E il momento del parto oppure il momento in cui si forma il feto? Trascurando per un attimo l aspetto squisitamente morale, la risposta giuridica a tale domanda la si trova sia nell art 1 c.c., il quale dispone che la capacità giuridica si acquista al momento della nascita ; che all art.6, comma3, L.40/04 che recita: La volontà può essere revocata da ciascuno dei soggetti che accede alle tecniche di procreazione assistita fino al momento della fecondazione dell ovulo. Ma, lo stesso Codice Civile prevede alcune disposizioni che anticipano il riconoscimento della capacità giuridica ad un momento anteriore a 7

8 quello della nascita e, perfino del concepimento; penso alla possibilità di fare testamento e donazione anche in favore di chi sia soltanto concepito o addirittura di chi debba ancora esserlo (artt.462 e 784c.c.), possibilità, questa, ereditata dalla tradizione giuridica romana che prevedeva la figura del curator ventris proprio a tutela di chi era concepito e non ancora nato. Evidentemente, anche il diritto si è sempre posto il problema di considerare la circostanza che, ancor prima della nascita, esista una soggettività meritevole di tutela: il momento del concepimento. A mio sommesso avviso, qui, non vale il paradosso di Aristotele che distingue tra atto e potenza, tra esseri reali e quelli possibili e ipoteticamente infiniti. L embrione è o non è vita, e, pur con i soli strumenti giuridici, senza voler cadere nella trappola dello schieramento politico e senza voler in alcun modo influenzare l opinione di che ascolti, consentitemi di poter affermare ad alta voce e soprattutto con grande onestà intellettuale, che l embrione è vita e, dunque che il concepito può avere diritti. E vero che giuridicamente chi non è nato non ha la qualità giuridica di persona, ma ciò non vuol dire che non sia un essere umano, un esemplare della specie umana in una fase iniziale della sua vita biologica. Con la nascita, un essere umano acquista quello status con cui ciascuno di noi si muove tra la nascita e la morte sulla scena giuridica: la persona è la maschera, il prosopon di scena, la veste del soggetto capace di una totalità indeterminata di diritti ed obblighi. Ma, può chi non ha ancora questa capacità, essere titolare di diritti? Più precisamente, il non nato può avere diritti? E, ancora, il non nato è abbastanza Io da poter essere titolare di un diritto? Se l Io è la storia di un essere umano, il 8

9 concepito ha una breve storia, ma è pur sempre l inizio di una storia, che non ha ancora la qualità per vestire la maschera uniforme di scena ( la persona), ma offre un punto di appoggio sufficiente al riferimento di alcuni diritti. Infatti, il nostro sistema giuridico, molte convenzioni internazionali, la giurisprudenza riconoscono al non nato il diritto a nascere sano, il diritto alla vita ai fini del risarcimento del danno in caso di incidente o fatto volontario che determini la morte del feto; il diritto alla identità genetica; il diritto alla dignità umana; il diritto a ricevere dal medico che ha il feto come paziente il comportamento adeguato per proteggerne la vita; infine, il diritto a non essere fatto strumento di ricerca scientifica. Infatti, la legge n.40 opera una distinzione fondamentale quando dispone il divieto di congelare l embrione, consentendo, però il congelamento in quella specifica fase temporale in cui i patrimoni genetici della madre e del padre non sono ancora fusi ( gli ootidi ). Nel momento in cui avviene la fusione dei due gameti, scatta il meccanismo di tutela che, come afferma la Convenzione europea di bioetica (Oviedo, 1997) deve essere volta alla protezione dell essere umano nella sua dignità e identità. Sicuramente questa legge va migliorata e in alcuni punti modificata, penso ad esempio al divieto di diagnosi di reimpianto che ha lo scopo di verificare eventuali malattie genetiche e quindi di selezionare, per l impianto, solo embrioni sani, tenendo conto che lo stesso ordinamento prevede poi la possibilità della interruzione volontaria della gravidanza. La convivenza di due norme così contrastanti sarebbe del tutto inaccettabile. 9

10 Voglio concludere questo discorso ricordando che in discussione c è da un lato il valore della libertà scientifica, il diritto di curare malattie tramite la ricerca, ma dall altro c è il valore della persona umana e dell embrione. Questi due valori devono essere combinati, potendo decidere che il valore della vita sia preminente rispetto a quello della libertà di ricerca; e si può anche decidere diversamente. Doveroso, allora, è il compito del Legislatore di contemperare queste due esigenze: quella della ricerca scientifica e quella di chi voglia soddisfare non certo il desiderio egoistico di avere un bambino su misura (alto, bello, biondo, con gli occhi azzurri), ma semplicemente e drammaticamente il bisogno di avere un bambino nato dal proprio grembo. L unica cosa che non si dovrebbe fare è credere di poter sperimentare sugli embrioni come Galileo con palline metalliche che rotolavano su un piano inclinato e che poi cadevano per terra, o come faceva Flemming con le muffe per scoprire la penicillina, perché, personalmente, ritengo che l embrione non sia una muffa, ma fusione di corpo ed anche di anima. 10

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA?

CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? CHE COSA SI INTENDE PER PROCREAZIONE ASSISTITA? Oggi la scienza può interferire coi processi riproduttivi, e modificarli in vitro al di fuori delle loro modalità naturali. Preliminarmente dobbiamo allora

Dettagli

Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. Analisi della legge 40.

Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. Analisi della legge 40. a cura dell avv. p. Serena Minervini con breve introduzione dell avv. p. Mario Tocci Procreazione medicalmente assistita, tra polemiche e dibattiti. a cura dell avv. p. Serena Minervini con breve introduzione

Dettagli

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40

PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA. Legge 19 Febbraio 2004 n 40 PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA Legge 19 Febbraio 2004 n 40 Finalità Art. 1: Al fine di favorire la soluzione di problemi riproduttivi derivanti dalla sterilità o dalla fertilità umana è consentito

Dettagli

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003

ITALIA NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 727 NUOVE NORME SULLA PROCREAZIONE ASSISTITA: VIETATA LA FECONDAZIONE ETEROLOGA DI 2003 (Progetto di legge, definitivamente approvato il 10.02.2004 num. 47). Nella seduta del 10 febbraio la Camera dei

Dettagli

Tecniche avanzate di PMA

Tecniche avanzate di PMA Procreazione medicalmente assistita e legge 40/04 Tecniche avanzate di PMA FIVET fecondazione in vitro ed embrio-transfer ICSI intra-citoplasmatic sperm injection GIFT gamete intra-fallopian transfer ZIFT

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XV LEGISLATURA N. 725 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori RIPAMONTI, PALERMI, SILVESTRI e TIBALDI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 GIUGNO 2006 Modifiche alla legge 19 febbraio

Dettagli

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE?

L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? L INSEMINAZIONE E LA FECONDAZIONE ARTIFICIALI: SONO ACCETTABILI MORALMENTE? Quando si ha l inseminazione e la fecondazione artificiali omologhe? Quando lo spermatozoo e l ovulo provengono dalla stessa

Dettagli

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE

OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE OSSERVATORIO LEGISLATIVO INTERREGIONALE LA PROCREAZIONE MEDICALMENTE ASSISTITA: normativa nazionale, compiti delle Regioni ed esperienze legislative straniere A cura di: Luigia Alessandrelli e Sabrina

Dettagli

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Città di Cinisello Balsamo ---------------- Provincia di Milano ------ COPIA CONFORME Codice n. 10965 Data: 31/05/2005 CC N. 35 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO

Dettagli

Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della. Gli aspetti legislativi

Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della. Gli aspetti legislativi Corso di sterilità: approccio aggiornato alla gestione della diagnosi e terapia dell infertilità. Gli aspetti legislativi E. Feliciani; A.P. Ferraretti; L. Gianaroli S.I.S.Me.R. Bologna Modena, 25 Marzo

Dettagli

DIVENTARE GENITORI OGGI

DIVENTARE GENITORI OGGI In collaborazione con DIVENTARE GENITORI OGGI Indagine sulla fertilità/infertilità in Italia Sintesi della ricerca Roma, 1 ottobre 2014 La genitorialità come dimensione individuale L esperienza della genitorialità

Dettagli

Vita e Diritto: questioni di principio

Vita e Diritto: questioni di principio LA NUOVA REGALDI, MOVIMENTO PER LA VITA, CENTRO DI AIUTO ALLA VITA DI NOVARA, CONSULTORIO COMOLI Procreazione assistita: quattro referendum che impegnano la coscienza Vita e Diritto: questioni di principio

Dettagli

Requisiti soggettivi

Requisiti soggettivi Legge 40 e diritti della donna un'analisi critica della disciplina sulla PMA A. Schuster Requisiti soggettivi Italia - coppie maggiorenni - di sesso diverso - coniugate o conviventi - in età fertile -

Dettagli

L. 19 febbraio 2004, n. 40 (1). Norme in materia di procreazione medicalmente assistita (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 24 febbraio 2004, n. 45.

L. 19 febbraio 2004, n. 40 (1). Norme in materia di procreazione medicalmente assistita (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 24 febbraio 2004, n. 45. L. 19-2-2004 n. 40 Norme in materia di procreazione medicalmente assistita. Pubblicata nella Gazz. Uff. 24 febbraio 2004, n. 45. L. 19 febbraio 2004, n. 40 (1). Norme in materia di procreazione medicalmente

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati N. 1365 CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI GAMBALE, NOVELLI, DIVELLA, GIACCO, LUMIA, MANGIACAVALLO, SAONARA Norme in materia di tutela

Dettagli

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE

LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE LA FECONDAZIONE ARTIFICIALE Bioeticista, Presidente Movimento PER Politica Etica Responsabilità, Vice Presidente della Commissione Cultura della Regione Lazio, Presidente WWALF World Women s Alliance for

Dettagli

La medicina della riproduzione: alcuni spunti etici e politici Alberto Bondolfi Université de Genève Un ricordo del 1987 Mi ricordo il primo intervento su queste tematiche, tenuto quando il centro locarnese

Dettagli

Legenda. Quesito 1 Quesito 2 Quesito 3 Quesito 4

Legenda. Quesito 1 Quesito 2 Quesito 3 Quesito 4 Legenda Quesito 1 Quesito 2 Quesito 3 Quesito 4 Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN. Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN. Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2337 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LABRIOLA, RAMPI, ROSTAN Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme in materia

Dettagli

REFERENDUM ABROGATIVO SULLA LEGGE 40/2004 Cosa si decide? Perché devo votare?

REFERENDUM ABROGATIVO SULLA LEGGE 40/2004 Cosa si decide? Perché devo votare? REFERENDUM ABROGATIVO SULLA LEGGE 40/2004 Cosa si decide? Perché devo votare? Tra poche settimane i cittadini italiani saranno chiamati ad esprimere la propria volontà di mantenere o abrogare, con quattro

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE

CONSENSO INFORMATO. Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Pag. 1/7 DICHIARAZIONE DI RELATIVO ALLA DONAZIONE VOLONTARIA DI SEME FINALIZZATO A TRATTAMENTO DI Il sottoscritto: Sig.ra. nato a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Nel rispetto dei principi e delle

Dettagli

Legge 40/2004 sulla Fecondazione Assistita

Legge 40/2004 sulla Fecondazione Assistita Legge 40/2004 sulla Fecondazione Assistita Sandra Santucci Medico Genetista Dipartimento di Cure Primarie Azienda Usl Modena Embrioni crioconservati Presente e futuro Modena 11 maggio 20013 Nel febbraio

Dettagli

Città nuova n 3/2005. Antonio Maria Baggio

Città nuova n 3/2005. Antonio Maria Baggio Città nuova n 3/2005 Antonio Maria Baggio Per la democrazia e la vita I referendum che vogliono modificare la legge sulla procreazione medicalmente assistita attaccano fondamentali diritti della persona

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BOCCIARDO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato BOCCIARDO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4800 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato BOCCIARDO Norme in materia di adozione degli embrioni crioconservati in stato di oggettivo

Dettagli

PROCREAZIONE ASSISTITA

PROCREAZIONE ASSISTITA Il documento approvato dall Esecutivo nazionale dei Cristiano Sociali Partecipare per decidere La Corte Costituzionale, il 13 gennaio scorso, ha dichiarato inammissibile la richiesta di referendum popolare

Dettagli

Medicina della Riproduzione

Medicina della Riproduzione Pagina 1 di 6 Dichiarazione di consenso informato per Procreazione Medicalmente Assistita ai sensi legge 19 febbraio 2004, n 40 ai sensi del Decreto Ministeriale n 336 16 dicembre 2004 Ministeri Salute

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2592 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MARZANO, CAPUA, FASSINA, GALGANO, GRIBAUDO, GIUSEPPE GUERINI, LA MARCA, LAFORGIA, LAVAGNO,

Dettagli

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa

Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa Legge 40, il no della Consulta al divieto di eterologa aggiornamento di mercoledì 9 aprile Il divieto di fecondazione eterologa è incostituzionale. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale che ha dichiarato

Dettagli

Il lungo cammino della fecondazione eterologa tra legislatore e Corte costituzionale

Il lungo cammino della fecondazione eterologa tra legislatore e Corte costituzionale Il lungo cammino della fecondazione eterologa tra legislatore e Corte costituzionale Workshop Dottorale 23.Ottobre.2014 Aula Baratto, Università Ca Foscari di Venezia Procreazione Medicalmente Assistita

Dettagli

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE

INDICE. Prefazione... v Introduzione... 1. Parte prima BIOETICA GENERALE Prefazione...................................... v Introduzione..................................... 1 Parte prima BIOETICA GENERALE Capitolo I CHE COSA È LA BIOETICA 1. Definizione di bioetica e suo statuto

Dettagli

INDICE. Gli Autori... Introduzione di Pasquale Stanzione...

INDICE. Gli Autori... Introduzione di Pasquale Stanzione... Gli Autori... XI Introduzione di Pasquale Stanzione... XIII Capitolo Primo NORME IN MATERIA DI PROCREAZIONE ASSISTITA: PRINCIvPI GENERALI Giovanni Sciancalepore 1. Il recente intervento normativo in tema

Dettagli

CONSIDERAZIONI TECNICHE DI SINTESI SULLA SENTENZA 162/14

CONSIDERAZIONI TECNICHE DI SINTESI SULLA SENTENZA 162/14 CONSIDERAZIONI TECNICHE DI SINTESI SULLA SENTENZA 162/14 A cura degli avvocati Gianni Baldini e Filomena Gallo entrambi difensori incidente di costituzionalità Tribunale di Firenze e rispettivamente Segretario

Dettagli

3. Tribunale Cagliari 16 luglio 2005. Viene sollevata la questione di

3. Tribunale Cagliari 16 luglio 2005. Viene sollevata la questione di Indice delle pronunce sulla legge 40 del 2004 (aggiornato al 15 febbraio 2013 a cura dell Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica) 1. Ordinanza del Tribunale di Catania 3 maggio

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 5122 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI FARINA COSCIONI, MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, MECACCI, ZAMPARUTTI Disciplina della

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA XVII LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE d iniziativa della Senatrice Emilia Grazia De Biasi Pina Maturani, Giorgio Tonini, Nerina Dirindin Norme in materia di procreazione medicalmente

Dettagli

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA

ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTÀ DI ECONOMIA PUBBLICAZIONI DELL'ISTITUTO GIURIDICO 14 GIANDOMENICO MILAN ASPETTI GIURIDICI DELLA PROCREAZIONE ASSISTITA CEDAM CASA EDITRICE DOTT. ANTONIO MILANI

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

RASSEGNA DI MASSIME. Rassegna di massime ufficiali a cura del Servizio Studi e massimario della Corte Costituzionale. www.lex24.ilsole24ore.

RASSEGNA DI MASSIME. Rassegna di massime ufficiali a cura del Servizio Studi e massimario della Corte Costituzionale. www.lex24.ilsole24ore. RASSEGNA DI MASSIME Rassegna di massime ufficiali a cura del Servizio Studi e massimario della Corte Costituzionale Procreazione medicalmente assistita - Divieto assoluto delle tecniche di procreazione

Dettagli

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale

La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale La fecondazione eterologa Aspetti etici Presa di posizione del Comitato etico provinciale L inseminazione artificiale in generale e la forma eterologa in particolare provocano varie questioni etiche, mediche,

Dettagli

2014 I DIRITTI DELLA PERSONA

2014 I DIRITTI DELLA PERSONA Cendon / Book Collana diretta da Bruno de Filippis I DIRITTI DEL PRIMO LIBRO DEL CODICE CIVILE 02 2014 I DIRITTI DELLA PERSONA LEGISLAZIONE E PROSPETTIVE Bruno de Filippis Edizione NOVEMBRE 2014 Copyright

Dettagli

Normativa Progetto di legge Gran Bretagna Sì Sì Danimarca Sì sì Norvegia Sì Sì Svezia Sì sì Italia Sì sì Spagna Sì Sì Portogallo Sì sì Francia Sì Sì

Normativa Progetto di legge Gran Bretagna Sì Sì Danimarca Sì sì Norvegia Sì Sì Svezia Sì sì Italia Sì sì Spagna Sì Sì Portogallo Sì sì Francia Sì Sì Parte specifica Parere del Comitato etico provinciale sull uso di cellule staminali embrionali con particolare riferimento alla diagnosi genetica preimpianto (ingl. preimplantation genetic diagnosis =

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI

I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI I DIRITTI DELLE DONNE DAL 1900 AD OGGI TUTELA DELLA DONNA E DEL FANCIULLO: LEGGE 242/1902 CARCANO Riveste un importanza notevole per aver introdotto il congedo di maternità di un mese dopo il parto, riducibile

Dettagli

INDICE-SOMMARIO PARTE I LA PROCREAZIONE CAPITOLO I LA TUTELA DELLE ORIGINI DELLA VITA

INDICE-SOMMARIO PARTE I LA PROCREAZIONE CAPITOLO I LA TUTELA DELLE ORIGINI DELLA VITA Premessa alla seconda edizione............................. IX PARTE I LA PROCREAZIONE CAPITOLO I LA TUTELA DELLE ORIGINI DELLA VITA I temi del dibattito contemporaneo 1. Il dibattito contemporaneo sull

Dettagli

Lezione 20 marzo 2013

Lezione 20 marzo 2013 Università degli Studi di Pavia Dipartimento di Giurisprudenza Anno Accademico 2012-13 Corso Diritto, scienza, nuove tecnologie Lezione 20 marzo 2013 NTR (a) La stampa e l'utilizzo di lucidi e di materiali

Dettagli

Area Preconcezionale

Area Preconcezionale Pagina 1 di 6 Dichiarazione di consenso informato per Procreazione Medicalmente Assistita ai sensi della legge 19 febbraio 2004, n 40 ai sensi del Decreto Ministeriale n 336 16 dicembre 2004 Ministeri

Dettagli

Capo I. Princìpi generali. 1. Finalità.

Capo I. Princìpi generali. 1. Finalità. L. 19 febbraio 2004, n. 40 (1). Norme in materia di procreazione medicalmente assistita (2). Capo I Princìpi generali 1. Finalità. 1. Al fine di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti

Dettagli

Non desiderare i figli d altri? * (nota a Tribunale Civile di Roma, ordinanza 8 agosto 2014, Giud. S. Albano). di Luigi D Angelo**

Non desiderare i figli d altri? * (nota a Tribunale Civile di Roma, ordinanza 8 agosto 2014, Giud. S. Albano). di Luigi D Angelo** Non desiderare i figli d altri? * (nota a Tribunale Civile di Roma, ordinanza 8 agosto 2014, Giud. S. Albano). di Luigi D Angelo** Sommario: 1) Premessa: 2) Spunti di riflessione: principio di autodeterminazione

Dettagli

L. 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita.

L. 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita. L. 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita. Capo I Princìpi generali 1. Finalità. 1. Al fine di favorire la soluzione dei problemi riproduttivi derivanti dalla

Dettagli

E Monica Soldano, presidente di una delle associazioni promotrici del ricorso, Madre Provetta, a darne notizia.

E Monica Soldano, presidente di una delle associazioni promotrici del ricorso, Madre Provetta, a darne notizia. {mosimage}il TAR del Lazio ha giudicato illegittime le linee guida della Legge 40, la legge che regolamenta in Italia la fecondazione artificiale. La parte contestata sulla quale si è pronunciato il Tar

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA

SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA N. 3022 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori TOMASSINI e BIANCONI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 6 LUGLIO 2004 Integrazioni alla legge 19 febbraio 2004, n.

Dettagli

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova

Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Riccardo Ferrigato, Il terzo incomodo. Critica della fecondazione eterologa, San Paolo, 2015, pp. 160, 14.00, ISBN 9788821595035 Daniela Turato, Università degli Studi di Padova Il terzo incomodo. Critica

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 639 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI LUCCHESE, EMERENZIO BARBIERI, DORINA BIANCHI, D ALIA, GIUSEPPE DRAGO, LIOTTA, MAZZONI, TUCCI

Dettagli

INDICE SOMMARIO. pag. Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Prefazione... 3

INDICE SOMMARIO. pag. Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Prefazione... 3 pag. Elenco delle principali abbreviazioni... XIX Prefazione.... 3 CAPITOLO PRIMO LA MATERNITÀ SURROGATA Guida bibliografica... 13 1. La sterilità umana: dati, cause, interventi («Quando»)... 17 2. La

Dettagli

LA PROCREAZIONE ASSISTITA

LA PROCREAZIONE ASSISTITA Riccardo Villani LA PROCREAZIONE ASSISTITA La nuova legge 19 febbraio 2004, n. 40 G. Giappichelli Editore - Torino Prefazione XI 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. CAPITOLO 1 LA NUOVA LEGGE Introduzione La procreazione

Dettagli

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica (Legge sulla medicina della procreazione, LPAM) del 18 dicembre 1998 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 907 XVI Legislatura

SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 907 XVI Legislatura SENATO DELLA REPUBBLICA Disegno di legge 907 XVI Legislatura Modifiche alla legge 19 febbraio 2004, n. 40, recante norme in materia di procreazione medicalmente assistita Firmatario: Sbarbati, Musi, Bianco,

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. " Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40.  Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Legge 19 febbraio 2004, n. 40 " Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004) CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1. (Finalità). 1.

Dettagli

A cura di http://referendum2005.splinder.com/ Referendum 2005. Procreazione Medicalmente Assistita

A cura di http://referendum2005.splinder.com/ Referendum 2005. Procreazione Medicalmente Assistita A cura di http://referendum2005.splinder.com/ Referendum 2005 Procreazione Medicalmente Assistita Abrogazione di singole parti della Legge 40/2004 sulla Fecondazione Assistita Quando si vota? Il 12 giugno

Dettagli

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO

INDICE INTRODUZIONE. Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE. di GILDA FERRANDO INDICE XV Aggiornamento. Disegno di legge delega sullo status giuridico dei figli INTRODUZIONE Capitolo 1 LA FILIAZIONE NOTE INTRODUTTIVE di GILDA FERRANDO 3 1. Le linee evolutive 7 2. I diritti del bambino

Dettagli

Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009 della Corte costituzionale.

Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009 della Corte costituzionale. CONGRESSO - III SESSIONE Un analisi delle sentenze intercorse CRIOCONSERVAZIONE E ADOTTABILITÁ DEGLI EMBRIONI di Luciano Eusebi * Il ruolo della crioconservazione di embrioni dopo la sentenza n. 151/2009

Dettagli

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica Termine di referendum: 10 dicembre 2015 Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica (Legge sulla medicina della procreazione, LPAM) Modifica del 12 dicembre 2014 L Assemblea federale

Dettagli

Sanità e bioetica, la rassegna delle massime in materia di procreazione materialmente assistita

Sanità e bioetica, la rassegna delle massime in materia di procreazione materialmente assistita Sanità e bioetica, la rassegna delle massime in materia di procreazione materialmente assistita A cura della Redazione "PubblicaAmministrazione24 Sanità e bioetica - Fecondazione medicalmente assistita

Dettagli

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità?

Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Nuovi poteri e/o nuove responsabilità? Antinomie degli effetti del movimentismo femminile sulla bioetica Liana M. Daher Dipartimento di Scienze della Formazione Università degli Studi di Catania daher@unict.it

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO. Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO. Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1775 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MAURA COSSUTTA, PISTONE, BELLILLO Norme sulle tecniche di procreazione medicalmente assistita

Dettagli

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita. Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Procreazione umana Aiuto all infertilità Fecondazione assistita Ramón Lucas Lucas, L.C. lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 La procreazione umana P Ovogenesi e spermatogenesi P Fecondazione: fusione dei

Dettagli

INDICE - SOMMARIO ANDREA BARENGHI CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE

INDICE - SOMMARIO ANDREA BARENGHI CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE Prefazione di GUIDO ALPA... pag. XI ANDREA BARENGHI CONSIDERAZIONI INTRODUTTIVE 1. Premessa... pag. 1 2. Compiti e obiettivi del legislatore del 2004...» 2 3. Su alcune caratteristiche dell impianto legislativo...»

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Indici delle leggi Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1.

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1. (Finalità). 1. Al

Dettagli

SPECIALE REFERENDUM. Sognando Zapatero

SPECIALE REFERENDUM. Sognando Zapatero Notiziario interno della Fisac/Cgil dei Lavoratori del Servizio Riscossioni Tributi Concessioni di Roma Latina Siena Grosseto e Livorno GIUGNO 2005 "Credo nel Dio che ha creato gli uomini, non nel Dio

Dettagli

LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE. Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica

LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE. Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica LIMITI E PARADOSSI DELLA DIMENSIONE DELL UMANO NEL DIRITTO ALLA SALUTE Alessandra Pioggia Perugia 26 gennaio 2013 LeG Scuola di Politica SCIENZE BIOMEDICHE, ETICA E DIRITTO - La scienza e il progresso

Dettagli

Il bilanciamento tra interessi in alcune sentenze in materia di procreazione medicalmente assistita

Il bilanciamento tra interessi in alcune sentenze in materia di procreazione medicalmente assistita Il bilanciamento tra interessi in alcune sentenze in materia di procreazione medicalmente assistita R. Abicca Questo intervento si propone di presentare alcuni esempi di analisi interpretativa e di bilanciamento

Dettagli

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE

COPIA TRATTA DA GURITEL GAZZETTA UFFICIALE ON-LINE nistrazione della pubblica sicurezza, compresa l Arma dei carabinieri e le altre forze messe a disposizione dalle autorita' provinciali di pubblica sicurezza, e per il Corpo nazionale dei vigili del fuoco.

Dettagli

Diagnosi e intervento su embrioni. Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org

Diagnosi e intervento su embrioni. Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org 1 Diagnosi e intervento su embrioni Ramón Lucas Lucas lucas@unigre.it www.ramonlucas.org Diagnosi prenatale 2 3 4 DIAGNOSI PRENATALE É l insieme di esami compiuti sull embrione stesso, per accertare se

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1352

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1352 Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 1352 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore DE LILLO COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 3 FEBBRAIO 2009 Disposizioni in materia di regolamentazione del diritto

Dettagli

Fecondazione medicalmente assistita e Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali di Ludovica Lo Presti

Fecondazione medicalmente assistita e Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali di Ludovica Lo Presti Fecondazione medicalmente assistita e Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali di Ludovica Lo Presti La famiglia è da sempre luogo di compromesso tra natura

Dettagli

Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia avvocati di famiglia sezione territoriale di Firenze

Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia avvocati di famiglia sezione territoriale di Firenze Osservatorio Nazionale sul Diritto di Famiglia avvocati di famiglia sezione territoriale di Firenze Fondazione per la Formazione degli avvocati di Firenze Convegno 30 settembre 2011 PROCREAZIONE MEDICALMENTE

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. d iniziativa dei senatori GASPARRI, QUAGLIARIELLO e BIANCONI

SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. d iniziativa dei senatori GASPARRI, QUAGLIARIELLO e BIANCONI SENATO DELLA REPUBBLICA XVI LEGISLATURA N. DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori GASPARRI, QUAGLIARIELLO e BIANCONI Modifica all'articolo 1 del Codice Civile, in materia di riconoscimento della soggettività

Dettagli

Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, ai sensi della L.R. n. 13/1994.

Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, ai sensi della L.R. n. 13/1994. 4941 Di disporre la pubblicazione del presente provvedimento sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, ai sensi della L.R. n. 13/1994. Il Segretario della Giunta Dott.ssa Antonella Bisceglia Il Presidente

Dettagli

ORDINANZA N. 369 ANNO 2006

ORDINANZA N. 369 ANNO 2006 ORDINANZA N. 369 ANNO 2006 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: - Franco BILE Presidente - Giovanni Maria FLICK Giudice - Francesco AMIRANTE - Ugo

Dettagli

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita"

Legge 19 febbraio 2004, n. 40. Norme in materia di procreazione medicalmente assistita Legge 19 febbraio 2004, n. 40 "Norme in materia di procreazione medicalmente assistita" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 45 del 24 febbraio 2004 CAPO I PRINCÌPI GENERALI ART. 1. (Finalità). 1. Al

Dettagli

Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETICA MEDICA. Lineamenti di deontologia professionale. Edizioni Ares - Milano

Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETICA MEDICA. Lineamenti di deontologia professionale. Edizioni Ares - Milano Angelo Cafaro - Giampaolo Cottini ETCA MEDCA Lineamenti di deontologia professionale f i Edizioni Ares - Milano MORALE & SESSUALTÀ 3 Circa la sterilizzazione cosiddetta preventiva va solo detto che non

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est approva la fecondazione assistita

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est approva la fecondazione assistita OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est approva la fecondazione assistita Il Gazzettino, 11.12.2012 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato

Dettagli

Articolo 1. (Finalità). Articolo 2. (Interventi contro la sterilità e la infertilità).

Articolo 1. (Finalità). Articolo 2. (Interventi contro la sterilità e la infertilità). Legge n. 40/2004 Norme in materia di procreazione medicalmente assistita CAPO I PRINCIPI GENERALI La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno approvato; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Promulga

Dettagli

La fissazione dei criteri soggettivi d accesso alla P.M.A. tra Stato e Regioni

La fissazione dei criteri soggettivi d accesso alla P.M.A. tra Stato e Regioni O S S E R V A T O R I O D I D I R I T T O S A N I T A R I O 5 A G O S T O 2015 La fissazione dei criteri soggettivi d accesso alla P.M.A. tra Stato e Regioni La fissazione dei criteri soggettivi d accesso

Dettagli

IL DIVIETO DI FECONDAZIONE ETEROLOGA VIOLA IL DIRITTO COSTITUZIONALE ALLA SALUTE?

IL DIVIETO DI FECONDAZIONE ETEROLOGA VIOLA IL DIRITTO COSTITUZIONALE ALLA SALUTE? RIVISTA N : 2/2012 DATA PUBBLICAZIONE: 08/05/2012 AUTORE: Giacomo Rocchi IL DIVIETO DI FECONDAZIONE ETEROLOGA VIOLA IL DIRITTO COSTITUZIONALE ALLA SALUTE? 1. Le questioni di costituzionalità. Il divieto

Dettagli

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale.

Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. DELIBERAZIONE DI CONSIGLIO Ogg.: Istituzione del Registro dei testamenti biologici. Approvazione del relativo Regolamento comunale. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: Con l espressione testamento biologico

Dettagli

FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI. I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo

FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI. I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo FILIAZIONE: TUTTI I FIGLI SONO UGUALI I figli sono semplicemente figli, questo non più solo sotto il profilo affettivo ma anche davanti alla legge. La riforma sulla filiazione 1 ha definitivamente abolito

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata

CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura. Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata CAMERA DEI DEPUTATI Proposta di legge 1624 XVI Legislatura Disposizioni in materia di fecondazione medicalmente assistita e di ricerca correlata Firmatari: Farina Coscioni, Beltrandi, Bernardini, Mecacci,

Dettagli

CONSENSO INFORMATO. La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE

CONSENSO INFORMATO. La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Pag. 1/8 DICHIARAZIONE DI RELATIVO ALLA DONAZIONE VOLONTARIA DI OVOCITI FINALIZZATI A TRATTAMENTO DI La sottoscritta: Sig.ra. nata a il residente in via tel C.F. PREMESSO CHE Nel rispetto dei principi

Dettagli

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica

Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica Proposte della Commissione del Consiglio degli Stati del 24.02.2014 ( non entrare in materia) Legge federale concernente la procreazione con assistenza medica (, LPAM) e-parl 10.03.2014 18:05 Modifica

Dettagli