PROGETTO RETE A BANDA LARGA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA INFRASTRUTTURE DI RETE A BANDA LARGA NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI MODENA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO RETE A BANDA LARGA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA INFRASTRUTTURE DI RETE A BANDA LARGA NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI MODENA"

Transcript

1 PROGETTO RETE A BANDA LARGA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA INFRASTRUTTURE DI RETE A BANDA LARGA NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI MODENA

2 IL PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA RETE A BANDA LARGA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA ERA STATO INSERITO NEL PIANO TELEMATICO REGIONALE E STATO IL PROGETTO PIU IMPORTANTE SIA PER IMPEGNI FINANZIARI SIA PERCHE L INFRASTRUTTURA DI RETE E CONSIDERATA INFRASTRUTTURA FONDAMENTALE ED ABILITANTE PER I SERVIZI DI E-GOVERNMENT SIA PERCHE E STATA IMPOSTATA COME VOLANO PER LA CREAZIONE DI UNA OFFERTA DIFFUSA DI CONNETTIVITA E SERVIZI ICT NEL TERRITORIO IL PROGETTO E ARTICOLATO PER STRALCI TERRITORIALI E VIENE AVVIATO NEL 2003 NEL TERRITORIO ROMAGNOLO ED A SEGUIRE IN QUELLO MODENESE E NEGLI ALTRI. E ATTUALMENTE COMPLETATO PER TUTTI I TERRITORI PROVINCIALI SALVO PORZIONI DEI TERRITORI DELLE PROVINCE DI FERRARA, PARMA E PIACENZA

3 LEPIDA tre fasi di realizzazione FASE 1: RETE GEOGRAFICA La Regione acquista dalle Aziende Multiservizi, a partire da Accordi di Programma con gli Enti Locali e Convenzioni con le Multiservizi, le dorsali in F.O. ed i rilegamenti verso un solo punto per territorio comunale (tipicamente il Municipio e, nel caso dei comuni capoluogo, sia il Municipio sia la Provincia). Le Aziende Multiservizi si impegnano a realizzare una loro rete parallela da utilizzare per rendere servizi di connettività in tutto il territorio (obiettivo:ridurre il divario digitale e volano per una offerta di servizi ICT) FASE 2: MAN Si rinfittisce la rete in ciascuna area urbana, per collegare a Lepida tutte le sedi pubbliche del territorio comunale (uffici comunali, provinciali, regionali, sanità, scuole, università, biblioteche, forze dell ordine, ecc) FASE 3: RIDUZIONE DIGITAL DIVIDE La porzione di rete in fibra ottica di proprietà delle Multiservizi viene utilizzata per erogare servizi DSL a cittadini ed imprese, per ridurre il digital divide. Le parti di rete mancanti sono realizzate dalle Multiservizi in tecnologia Wireless.

4 Fase 1 rete geografica Lepida avanzamento marzo

5 Fase 1 rete geografica Lepida a regime (entro il 2007) 243 Comuni in fibra ottica 92,8% popolazione 85 Comuni HDSL 6,6% popolazione 13 Comuni satellite 0,6% popolazione

6 RETE GEOGRAFICA PRIMARIA IN PROVINCIA DI MODENA COMPLETATA A FINE 2005 Rete a regime (FINE 2005): 33 Comuni in fibra ottica 10 Comuni HDSL 4 Comuni satellite

7 Il Modello ed i gestori di LEPIDA La realizzazione della rete fisica è affidata alle Aziende Multiservizi Enìa, Modena Network, Hera, Romagna Acque e Delta Web. La gestione dei servizi attivi (connettività on net, VPN, internet) è affidata a società TLC dei gruppi.

8 Il Modello di LEPIDA (dalla fase 1 alla fase 2) 1) Mentre i costi della rete geografica (fase 1) sono stati interamente a carico della Regione, i costi delle MAN (fase 2) sono ripartiti tra i vari Enti interessati; le reti realizzate sono comunque di proprietà della Regione e degli Enti 2) In ogni area urbana si realizza un unico progetto che interessa tutti gli Enti che si andranno a collegare. La rete è un unico cavo, ma si costruiscono tante sotto-reti fisicamente indipendenti; nella fase iniziale, sono tutte reti spente gestite in autonomia direttamente dagli Enti. 3) I progetti per le MAN privilegiano la fibra ottica ma sono previste anche connessioni di tipo wireless a basso costo, per il collegamento di sedi minori o di sedi difficilmente raggiungibili. 4) Viene sottoscritta una Convenzione tra gli Enti e la Regione che prevede un affidamento di mandato alla Regione, che agisce in nome e per conto degli Enti fino al collaudo finale delle opere. 5) A differenza della rete geografica (fase 1), per le MAN saranno bandite gare di appalto per lotti.

9 Il Modello di LEPIDA per le MAN (fase 2) 6) Sono attualmente stati predisposti: 14 progetti (preliminari) per le MAN nella provincia di Ravenna Il progetto definitivo per la MAN della città di Bologna 28 progetti (preliminari) per le MAN nei comuni di pianura della provincia di Modena 7) Sono in fase di predisposizione i progetti preliminari per le province di Forlì-Cesena e Bologna. 8) E in corso di predisposizione il progetto definitivo della città di Modena (affido diretto alla Multiservizi Hera a causa della proprietà esclusiva delle infrastrutture). 9) Le gare di appalto avranno come oggetto la progettazione esecutiva e la realizzazione delle opere. 10) E in discussione un possibile accordo di partnership con le Aziende Multiservizi, che potrebbero diventare co-committenti dei lavori e, partecipando ai costi totali, otterrebbero porzioni dei cavi di MAN per i loro utilizzi business. 11) Nell ambito di questo possibile accordo, le Multiservizi preparerebbero i progetti esecutivi delle MAN e fornirebbero il Direttore Lavori per i vari appalti.

10 IL PROGETTO PER LE MAN IN PROVINCIA DI MODENA (fase 2) Un primo progetto (già concluso) ha interessato i 18 Comuni dell area appenninica Utilizzando risorse finanziarie per le aree Obiettivo 2 (circa ), della Provincia ( ) e proprie degli Enti, sono state realizzate le reti MAN in fibra ottica (con qualche tratta wireless) Le sedi collegate alla MAN (uffici comunali, Comunità Montane, scuole, ambulatori, carabinieri, strutture per anziani, ecc) accedono ai servizi di connettività (anche internet) tramite il collegamento a LEPIDA del Comune e/o della Comunità Montana) Naturalmente sono stati evidenziati problemi, in via di risoluzione, in quei territori dove il Comune è collegato in satellitare

11 IL PROGETTO PER LE MAN IN PROVINCIA DI MODENA (fase 2) I 28 Comuni della pianura interessati alla realizzazione del progetto, la Provincia di Modena, la AUSL, l Azienda Policlinico e l Università di Modena e Reggio Emilia hanno sottoscritto la Convenzione con la Regione Emilia Romagna nella quale vengono approvati i progetti preliminari (definitivi ma non esecutivi) e viene perfezionato il mandato alla Regione. È stata avviata la fase della progettazione esecutiva in preparazione della stesura del capitolato di gara e la fase di valorizzazione e valutazione della rete in fibra ottica esistente a Modena Costi a carico Comuni Costi complessivi del progetto Costi a carico Provincia Costi a carico Regione (compresa AUSL) Costi a carico altri Enti (compresa Università) Costi Totali del progetto

12 Il progetto e la Provincia Sedi Collegate Costi di investimento per rete di proprietà (uffici provinciali, scuole superiori, biblioteche) Contributo per reti MAN dei Comuni Costi di investimento per rete Carabinieri Costi Totali a carico Provincia 13 sedi di uffici provinciali 29 scuole superiori 30 biblioteche 20 sedi dei Carabinieri

13 IL PROGETTO PER LE MAN IN PROVINCIA DI MODENA (fase 2) CARATTERISTICHE TECNICHE GENERALI La rete viene suddivisa in due diverse tipologie di segmenti con caratteristiche diverse in termini di specifiche tecniche (quantità di fibre ottiche posate) e di partecipazione alle spese di investimento da parte degli Enti interessati: Tratte dorsali segmenti di rete comuni a più sedi Tratte per rilegamenti segmenti di rete per l accesso alla generica sede

14 IL PROGETTO PER LE MAN IN PROVINCIA DI MODENA (fase 2) - modello topologico - Rete primaria (dorsali) segmenti di rete funzionali al collegamento di più sedi in alcuni casi si è ritenuto opportuno considerare dei tratti di chiusura dell'anello non indicati dai Comuni allo scopo di conferire un adeguato grado di robustezza alla rete NONANTOLA VIGNOLA Rete di distribuzione (rilegamenti) segmenti di accesso tratto muffola di spillamento-sede d'utente per brevi tratti ci può essere sovrapposizione con il segmento di dorsale

15 IL PROGETTO PER LE MAN IN PROVINCIA DI MODENA (fase 2) - analisi dei costi e valutazione economica - Vengono individuate due diverse tipologie di costi: costi vivi di realizzazione delle opere lavori civili di infrastrutturazione lavori ottici di fornitura, posa, attestazione e collaudo dei cavi Viene proposta una suddivisione di costi fra Enti interessati al progetto basata sul seguente criterio: costi di dorsale suddivisi tra i vari Enti proporzionalmente al numero di sedi degli Enti rilegate a partire dalla dorsale costi di rilegamento Totalmente a carico dell Ente interessato

16 Esempi di MAN provincia di Modena FINALE EMILIA BOMPORTO SASSUOLO CARPI RAVARINO

17 Terza fase di Lepida: risoluzione del digital divide reti wireless nelle zone appenniniche e nelle zone rurali di pianura

18 Terza fase di Lepida a Modena: risoluzione del digital divide reti wireless nelle zone appenniniche e nelle zone rurali di pianura Nel corso del 2006 è stata elaborata, grazie ad una collaborazione fra le 3 Comunità Montane e la Provincia di Modena, una progettazione di massima per la realizzazione di una infrastruttura di rete per servizi di connettività a banda larga basata su tecnologie wireless per ridurre il divario digitale sia per gli Enti Locali appenninici oggi collegati a LEPIDA tramite satellite sia, soprattutto, per i cittadini e le imprese. Le risorse finanziarie destinate alla realizzazione del progetto ammontano a circa in gran parte derivati dagli Accordi Quadro fra la Regione e le Comunità Montane in attuazione della Legge Regionale n 2/2004 (legge per la Montagna) ed in parte da Contributi della Provincia ( ) e da risorse proprie degli Enti Locali

19 Terza fase di Lepida a Modena: risoluzione del digital divide reti wireless nelle zone appenniniche e nelle zone rurali di pianura E appena stata portata a termine, dal CRC regionale, una indagine estesa su tutto il territorio modenese per quantificare il più precisamente possibile il fenomeno del divario digitale. ALCUNI MACRO RISULTATI 11 comuni (di cui 1 in pianura) si dichiarano completamente scoperti da servizi ADSL Circa (9-10% circa della popolazione residente) risultano non coperti da ADSL (20.000/ in appennino e / in pianura) 78 aree industriali non risultano raggiunte da servizi ADSL, mentre 15 risultano parzialmente coperte e 79 completamente coperte

20 Terza fase di Lepida a Modena: risoluzione del digital divide reti wireless nelle zone appenniniche e nelle zone rurali di pianura Sono state individuate come abilitanti tecnologie Wireless potenzialmente compatibili con la trasmissione nelle frequenze WI-MAX (HyperLAN 2) Sono state condotte analisi della domanda potenziale nei diversi territori raccogliendo anche una sorta di disponibilità a sottoscrivere contratti per voce e dati È stata fatta una analisi territoriale per individuare i punti dove potere collocare le antenne e gli apparati (analisi per la determinare la trasparenza ottica con l ausilio di simulatori su data base del SIT provinciale) È stata avviata ad inizio marzo 2007 la attività per la progettazione definitiva della rete Wireless nel territorio appenninico e del modello giuridico per la realizzazione e la proprietà della infrastruttura risultante che dovrà offrire servizi sia alla P.A. sia ai privati (alla progettazione partecipano la Provincia, le Comunità Montane e la Regione)

21 Terza fase di Lepida a Modena: risoluzione del digital divide reti wireless nelle zone appenniniche e nelle zone rurali di pianura Il progetto per le aree appenniniche, primo ad essere realizzato sia per motivi di urgenza sia perché con copertura finanziaria adeguata, permetterà di consolidare una sperimentazione già avviata e di definire anche un modello applicabile ai territori di pianura Una attenzione particolare, per i potenziali rischi ad esse correlate, è posta alle decisioni che il Ministero delle Comunicazioni adotterà in riferimento alla prevista gara per l assegnazione delle frequenze WI.MAX. Obiettivo: copertura ADSL per il 90% della popolazione entro la fine del 2008

22 GRAZIE Daniele Galantini

B A N D A L A R G A LEPIDA, R3 E WIMAX PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

B A N D A L A R G A LEPIDA, R3 E WIMAX PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO B A N D A L A R G A LEPIDA, R3 E WIMAX PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Il progetto Lepida Il progetto regionale di Rete a Banda Larga mira a valorizzare il territorio investendo in una rete che collegherà

Dettagli

Sviluppo delle Reti a Banda UltraLarga in Regione Puglia. 16 Febbraio 2015

Sviluppo delle Reti a Banda UltraLarga in Regione Puglia. 16 Febbraio 2015 Sviluppo delle Reti a Banda UltraLarga in Regione Puglia 16 Febbraio 2015 Attività BUL un corso Il progetto Banda Ultra Larga in Puglia, allo stato attuale, prevede che numerosi comuni e aree industriali

Dettagli

e LepidaSpA, rappresentata dal Direttore Generale Gianluca Mazzini

e LepidaSpA, rappresentata dal Direttore Generale Gianluca Mazzini Modifica alla convenzione per la realizzazione di una dorsale in fibra ottica tra la sede municipale del Comune di Castello d Argile e la frazione di Mascarino-Venezzano Comune di Castello d Argile, rappresentato

Dettagli

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente.

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. Il nome Lepida Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. La banda larga in Emilia-Romagna PIACENZA prima di Lepida (2003) PARMA FERRARA REGGIO EMILIA

Dettagli

Key Account Manager, Clienti Istituzionali, Skylogic

Key Account Manager, Clienti Istituzionali, Skylogic Il Satellite oggi al Servizio della PA e dello Sviluppo Territoriale Pisa, 23 giugno 2006 Convegno La diffusione della banda larga nelle aree marginali della Toscana Stefano Agnelli sagnelli@eutelsat.fr

Dettagli

Servizio Sistema Informativo Regionale e Rivoluzione Pubblica Amministrazione

Servizio Sistema Informativo Regionale e Rivoluzione Pubblica Amministrazione DIPARTIMENTO/SERVIZIO AUTONOMO: Direzione Generale SERVIZIO Servizio Sistema Informativo Regionale e Rivoluzione Pubblica Amministrazione SCHEDE RIEPILOGATIVE DELLE ATTIVITÀ AMMINISTRATIVA DI RILEVANZA

Dettagli

Dipartimento per le Comunicazioni Ministero per lo Sviluppo Economico. Piano nazionale banda larga

Dipartimento per le Comunicazioni Ministero per lo Sviluppo Economico. Piano nazionale banda larga Piano nazionale banda larga Il rilancio economico del Paese passa attraverso la modernizzazione della propria infrastruttura di telecomunicazione Una vera banda larga a disposizione dei cittadini e delle

Dettagli

I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA. giugno 2012 v.1

I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA. giugno 2012 v.1 I SERVIZI A BANDA LARGA in EMILIA-ROMAGNA giugno 2012 v.1 su rete fissa > 2Mb/s Media regionale 89,58% su rete fissa > 2Mb/s, espressa in % della popolazione Situazione stimata a giugno 2012 Fonte: dati

Dettagli

N. 26/2011 del Reg. Delibere

N. 26/2011 del Reg. Delibere COPIA N. 26/2011 del Reg. Delibere VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO OGGETTO: DECRETO DEL PRESIDENTE N. 3 DEL 09.06.2011 AVENTE AD OGGETTO ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA PARCO NAZIONALE DELL

Dettagli

Il Piano telematico regionale

Il Piano telematico regionale Il Piano telematico regionale CONTESTO La Regione Marche è caratterizzata da: particolare conformazione geo-morfologica (susseguirsi della fascia montuosa a quella collinare e infine litoranea) complessi

Dettagli

Premessa. SINTRA SpA Progetto ComPiacenza 2

Premessa. SINTRA SpA Progetto ComPiacenza 2 con la collaborazione di Centro di Ricerca sulle Applicazioni della Telematica alle Organizzazioni e alla Società (CRATOS) Università Cattolica del Sacro Cuore, Sede di Piacenza Programma Telematico Provinciale

Dettagli

Accordo di collaborazione tra. Comune di Poviglio. Iren Emilia S.p.A.

Accordo di collaborazione tra. Comune di Poviglio. Iren Emilia S.p.A. Accordo di collaborazione tra Comune di Poviglio e Iren Emilia S.p.A. per la realizzazione, la gestione e la manutenzione di infrastrutture di comunicazione radio finalizzate alla riduzione del digital

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Standard di qualità per le pubblicazioni web del Comune di Modena -

RASSEGNA STAMPA. Standard di qualità per le pubblicazioni web del Comune di Modena - Al via gli appuntamenti di I-MODena - Telematica per la Città, fra febbraio e marzo 2006. Sono previste attività di formazione e alfabetizzazione telematica presso biblioteche, circoscrizioni e associazioni

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA REGIONE MOLISE

BANDA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA REGIONE MOLISE ALLEGATO 1 BANDA LARGA NELLE AREE RURALI DELLA REGIONE MOLISE (Regime d aiuto n. 646/2009, approvato dalla Commissione Europea con Decisione C 2010/2956) In risposta all obiettivo dell UE di garantire

Dettagli

Comune di Cesena. MAN e Videosorveglianza Progetto lotto 1 Anello

Comune di Cesena. MAN e Videosorveglianza Progetto lotto 1 Anello Comune di Cesena MAN e Videosorveglianza Progetto lotto 1 Anello Progetto Anello Il progetto comprende i seguenti ambiti di intervento: Predisposizioni «Smart city» Telecamere e apparati di rete attivi

Dettagli

ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL 16 OTTOBRE 2015 SCHEDA ATTIVITA PAR FSC PRESIDENZA DELLA REGIONE SERVIZIO COORDINAMENTO POLITICHE PER LA MONTAGNA

ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL 16 OTTOBRE 2015 SCHEDA ATTIVITA PAR FSC PRESIDENZA DELLA REGIONE SERVIZIO COORDINAMENTO POLITICHE PER LA MONTAGNA ALLEGATO ALLA DELIBERA N. 2055 DEL 16 OTTOBRE 2015 SCHEDA ATTIVITA PAR FSC PRESIDENZA DELLA REGIONE SERVIZIO COORDINAMENTO POLITICHE PER LA MONTAGNA TITOLO INTERVENTO: Sviluppo delle filiere produttive

Dettagli

Intervento di infrastrutturazione in banda ultralarga

Intervento di infrastrutturazione in banda ultralarga Allegato 1 alla Convenzione Intervento di infrastrutturazione in banda ultralarga aree artigianali Tito Livio e Dalla Chiesa in Modigliana Pag. 1 di 7 1. Premessa Il presente documento si prefigge la valutazione

Dettagli

CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA

CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA CITTÀ DI VERBANIA PROVINCIA DEL VERBANO CUSIO OSSOLA 2 DIPARTIMENTO SERVIZI FINANZIARI SETTORE SISTEMI INFORMATICI, PROTOCOLLO E OSSERVATORIO STATISTICO UFFICIO SISTEMI INFORMATICI E S.I.T. DETERMINAZIONE

Dettagli

La Banda larga in montagna oggi e domani

La Banda larga in montagna oggi e domani La Banda larga in montagna oggi e domani Luigi Gregori Capogruppo Aziende Informatica e Telecomunicazioni Confindustria Udine Perchè serve la banda larga Informazione E government E Learning E School Entertainment

Dettagli

Il servizio VoIP in Emilia-Romagna. Gianluca Mazzini, Direttore Generale

Il servizio VoIP in Emilia-Romagna. Gianluca Mazzini, Direttore Generale Il servizio VoIP in Emilia-Romagna Gianluca Mazzini, Direttore Generale Sistema di telefonia VoIP-ER Il servizio VoIPER di Lepida SpA nasce per fornire a tutti gli Enti dell Emilia- Romagna una nuova gestione

Dettagli

progettazione di rete E2E per la rete in fibra ottica FTTH di Open Fiber

progettazione di rete E2E per la rete in fibra ottica FTTH di Open Fiber progettazione di rete E2E per la rete in fibra ottica FTTH di Open Fiber Open Fiber S.p.A. (Of), la nuova società del Gruppo Enel, porterà la fibra ottica a banda ultralarga (Bul) in tutta Italia, utilizzando

Dettagli

% su Valore assoluto. Valore assoluto

% su Valore assoluto. Valore assoluto Tabella 1. Patrimonio immobiliare residenziale al 31 dicembre 2015, Comuni capoluogo, altri comuni e ripartizioni sui totali di colonna e complessivo. Emilia-Romagna, Province. % su % su % su Valore assoluto

Dettagli

Infrastrutture di Rete Pubbliche in Fibra ottica per lo sviluppo competitivo delle Imprese. Gianluca Mazzini

Infrastrutture di Rete Pubbliche in Fibra ottica per lo sviluppo competitivo delle Imprese. Gianluca Mazzini Infrastrutture di Rete Pubbliche in Fibra ottica per lo sviluppo competitivo delle Imprese Gianluca Mazzini 16.03.2016 nofesr: Fallimento di mercato Estensione della rete Lepida sino ad un punto baricentrico

Dettagli

AVVISO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

AVVISO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA REGIONE MARCHE Servizio Attività normativa e legale e Risorse Strumentali P.F. Sistemi Informativi e Telematici AVVISO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA per la raccolta di contributi e indirizzi per lo sviluppo

Dettagli

La presente relazione costituisce adempimento agli obblighi di informazione e pubblicità previsti dal Regolamento (CE) n.

La presente relazione costituisce adempimento agli obblighi di informazione e pubblicità previsti dal Regolamento (CE) n. La presente relazione costituisce adempimento agli obblighi di informazione e pubblicità previsti dal Regolamento (CE) n. 1974/2006 - INTERVENTO Infrastrutture per le telecomunicazioni PSR finanziato con

Dettagli

Rapporto AKAMAI Giugno 2016

Rapporto AKAMAI Giugno 2016 Piano Nazionale BUL Rapporto AKAMAI Giugno 2016 Digital scoreboard giugno 2015 3 Digital Scoreboard giugno 2015 L Italia è il 4 mercato europeo 4 Strategia Nazionale per la Banda Ultra Larga 2015-2020

Dettagli

Viviamo nella Connected Society 5/12/2017. Convegno Tratos Cablatura Metropolitana e FTTH Pieve Santo Stefano, 25 Maggio 2017

Viviamo nella Connected Society 5/12/2017. Convegno Tratos Cablatura Metropolitana e FTTH Pieve Santo Stefano, 25 Maggio 2017 Convegno Tratos Cablatura Metropolitana e FTTH Pieve Santo Stefano, 25 Maggio 2017 Viviamo nella Connected Society Main benefit della digitalizzazione Velocità nell informazione Meno burocrazia Servizi

Dettagli

La politica della Regione del Veneto sull Agenda Digitale: Banda Ultra Larga

La politica della Regione del Veneto sull Agenda Digitale: Banda Ultra Larga La politica della Regione del Veneto sull Agenda Digitale: Banda Ultra Larga Tranquillo Chiaranda Regione del Veneto Area Programmazione Strategica Direzione ICT e Agenda Digitale Rovigo, 23 settembre

Dettagli

Protagonisti nella digitalizzazione del Paese. Aprile 2017

Protagonisti nella digitalizzazione del Paese. Aprile 2017 Protagonisti nella digitalizzazione del Paese Aprile 2017 L agenda digitale in Italia COPERTURA NGA (% POPOLAZIONE) Obiettivo: recuperare il gap infrastrutturale italiano: 85% della popolazione a 100Mbps

Dettagli

Bando per lo sviluppo delle Rete a Banda UltraLarga in Regione Puglia Aprile 2014

Bando per lo sviluppo delle Rete a Banda UltraLarga in Regione Puglia Aprile 2014 Bando per lo sviluppo delle Rete a Banda UltraLarga in Regione Puglia Aprile 2014 Inquadramento dell intervento nell aiuto di stato BUL Il Progetto Strategico del MISE definisce le modalità di impiego

Dettagli

COMUNE DI SAGAMA PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI SAGAMA PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI SAGAMA PROVINCIA DI ORISTANO VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n 12 del 05/05/2016 OGGETTO: AGENDA DIGITALE SARDEGNA - PROGETTO DI INVESTIMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE

Dettagli

VODAL3 un ponte tra le reti. Voce Dati Lepida r3 (VODAL3)

VODAL3 un ponte tra le reti. Voce Dati Lepida r3 (VODAL3) VODAL3 un ponte tra le reti Voce Dati Lepida r3 (VODAL3) Fabrizio Boccola Provincia di Bologna Settore sistemi di comunicazione, e-government Sasso Marconi, 12 giugno 2008 Ore 10.15 11.30 Centro Congressi

Dettagli

Trentino in Rete e le infrastrutture tecnologiche a supporto dello sviluppo locale. Alessandro Zorer Amministratore Delegato Trentino Network Srl

Trentino in Rete e le infrastrutture tecnologiche a supporto dello sviluppo locale. Alessandro Zorer Amministratore Delegato Trentino Network Srl Trentino in Rete e le infrastrutture tecnologiche a supporto dello sviluppo locale Alessandro Zorer Amministratore Delegato Trentino Network Srl Trentino in Rete - Visione Distribuzione geografica della

Dettagli

L.R.28/15 art.9 comma 1 lettera f) contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane

L.R.28/15 art.9 comma 1 lettera f) contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane CONTRIBUTI per la DIGITALIZZAZIONE delle IMPRESE ARTIGIANE L.R.28/15 art.9 comma 1 lettera f) contributi per la digitalizzazione delle imprese artigiane PREMESSA: Il bando prevede dei criteri di priorità,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. n. 107 del 13/10/2016

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. n. 107 del 13/10/2016 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE n. 107 del 13/10/2016 OGGETTO: APPROVAZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE TRA INFRATEL SPA, LEPIDASPA E IL COMUNE DI CASALGRANDE PER LO SVILUPPO DI INFRASTRUTTURE

Dettagli

BANDA LARGA E E-GOVERNMENT

BANDA LARGA E E-GOVERNMENT BANDA LARGA E E-GOVERNMENT Relazione tenuta al seminario interno di Astrid del 20 marzo 2003 20 marzo 2003 1 GLI OBIETTIVI DEL PROGETTO SEGMENTARE il il territorio relativamente all estensione della della

Dettagli

Sostenibilità è intelligenza

Sostenibilità è intelligenza Milano 02 luglio 2012 Smart City Summit 2012 Sostenibilità è intelligenza Renato Mazzuca, Sindaco di San Giovanni in Persiceto Comune di San Giovanni in Persiceto Chi siamo ~ 28.000 abitanti Non lontano

Dettagli

Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni

Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni Infrastruttura telematica: visione d insieme Mauro Nanni Si sono fin qui presi in considerazione i singoli elementi che costituiscono l infrastruttura telematica delle scuole. Per utilizzare in modo semplice

Dettagli

CODICE C.U.P. E81B08000060009

CODICE C.U.P. E81B08000060009 IL CONCEDENTE IL CONCESSIONARIO CODICE C.U.P. E81B08000060009 IL PROGETTISTA Ing. Antonio De Fazio Albo Ing. Bologna n 3696 RESPONSABILE INTEGRAZIONE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Ing. Emilio Salsi Albo Ing.

Dettagli

Audizione presso le Commissioni 8 e 10 del Senato della Repubblica

Audizione presso le Commissioni 8 e 10 del Senato della Repubblica Audizione presso le Commissioni 8 e 10 del Senato della Repubblica «Piano di realizzazione della rete della banda larga e ultralarga: il ruolo di Open Fiber» Franco Bassanini, Presidente e Tommaso Pompei,

Dettagli

Banda Larga: L autostrada digitale è arrivata in Liguria. Genova 24 Novembre 2009

Banda Larga: L autostrada digitale è arrivata in Liguria. Genova 24 Novembre 2009 L autostrada digitale Genova 24 Novembre 2009 Il progetto infrastrutturale della Regione Liguria Enrico Castanini Genova 24 Novembre 2009 Dove eravamo La realtà dei fatti (Punto di Partenza) Fonte: Osservatorio

Dettagli

IL PROGETTO DI RETE A FIBRA OTTICA FTTH

IL PROGETTO DI RETE A FIBRA OTTICA FTTH IL PROGETTO DI RETE A FIBRA OTTICA FTTH L AASS da sempre ha cercato di non essere solo un Azienda pubblica che offre servizi primari tradizionali come: acqua-gas; energia elettrica; acque reflue; rifiuti

Dettagli

Oggetto: INSTALLAZIONE E ATTIVAZIONE SERVIZIO IN BANDA LARGA PER LA SEDE OPERATIVA DI LIGONCHIO - CIG ZA5055438C.

Oggetto: INSTALLAZIONE E ATTIVAZIONE SERVIZIO IN BANDA LARGA PER LA SEDE OPERATIVA DI LIGONCHIO - CIG ZA5055438C. DETERMINAZIONE N 152 del 05.06.2012 Oggetto: INSTALLAZIONE E ATTIVAZIONE SERVIZIO IN BANDA LARGA PER LA SEDE OPERATIVA DI LIGONCHIO - CIG ZA5055438C. IL DIRETTORE DELL ENTE VISTO il decreto del Ministro

Dettagli

Delta Web S.p.A. Via Alfieri 3, Codigoro

Delta Web S.p.A. Via Alfieri 3, Codigoro 1. Premessa Le reti civiche a larga banda rappresentano strumenti importanti sia per lo sviluppo di servizi telematici efficienti e innovativi sul territorio, sia per la diffusione della cultura e delle

Dettagli

Le nuove opportunità offerte dalla fibra ottica in Trentino

Le nuove opportunità offerte dalla fibra ottica in Trentino Le nuove opportunità offerte dalla fibra ottica in Trentino Alessandro Zorer Amministratore Delegato Trentino Network S.r.l. Tecnodata Day, 27 novembre 2012 La vision della Provincia La digitalizzazione,

Dettagli

CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nodo ferrostradale di Casalecchio di Reno SCHEDA N. 69

CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nodo ferrostradale di Casalecchio di Reno SCHEDA N. 69 CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nodo ferrostradale di Casalecchio di Reno SCHEDA N. 69 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: Rete stradale ANAS Spa STATO DI ATTUAZIONE Progettazione

Dettagli

Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari

Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari Obiettivi del Piano Nazionale BUL e obiettivi comunitari Copertura ad almeno 100 Mbps fino all 85% della popolazione italiana OBIETTIVI NAZIONALI Copertura ad almeno 30 Mbps garantita alla totalità della

Dettagli

Le problematiche tecniche del cablaggio: le soluzioni adottate e le soluzioni possibili

Le problematiche tecniche del cablaggio: le soluzioni adottate e le soluzioni possibili GENERAZIONE WEB PERCORSO DEL MODULO N. 1 Governance del sistema di utilizzo delle tecnologie Le problematiche tecniche del cablaggio: le soluzioni adottate e le soluzioni possibili Bergamo, 21 marzo 2015

Dettagli

EX MANIFATTURA TABACCHI - CAGLIARI

EX MANIFATTURA TABACCHI - CAGLIARI EX MANIFATTURA TABACCHI - CAGLIARI PIANO DI ATTIVITÀ Ufficio Stampa della Regione Sardegna VERSO LA FABBRICA DELLA CREATIVITÀ Da aprile 2016 Sardegna Ricerche ha svolto le operazioni preliminari all'apertura

Dettagli

Reti locali Mauro Nanni

Reti locali Mauro Nanni Reti locali Mauro Nanni Con il termine «rete locale» o LAN viene indicato l insieme degli apparati e delle linee di connessione che permettono di collegare tra di loro le stazioni di lavoro all interno

Dettagli

Albano Laziale, 6 maggio 2015

Albano Laziale, 6 maggio 2015 Il progetto Open Data e l'agenda Digitale Regionale Luisa Romano Programmazione strategica, armonizzazione delle basi dati e agenda digitale Regione Lazio Albano Laziale, 6 maggio 2015 L Agenda Digitale

Dettagli

PERSONE, CAPACI DI INNOVARE.

PERSONE, CAPACI DI INNOVARE. PERSONE, CAPACI DI INNOVARE. L Agenda Digitale dell Emilia-Romagna come strumento per la competitività del territorio. Una sintesi delle linee strategiche. DI COSA PARLIAMO. la visione. la strategia. gli

Dettagli

Quesiti pervenuti e risposte - 20 marzo 2017

Quesiti pervenuti e risposte - 20 marzo 2017 APPALTO PER LA FORNITURA E LA POSA IN OPERA DI CINQUANTANOVE VARCHI PER IL RILEVAMENTO DEI PASSAGGI, E PER IL SERVIZIO DI MANUTENZIONE Quesiti pervenuti e risposte - 20 marzo 2017 Quesito nr. 5 OGGE TTO

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI

ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI ASSEMBLEA DEGLI ASSOCIATI FORUM TEMATICO Ricerca, Trasferimento Tecnologico, Innovazione Taranto, 25 Luglio 2008 1 LE NOSTRE PROPOSTE 1. FONDAZIONE PER LA R&S 2. PROGETTO TARANTO WIRELESS 2 LE NOSTRE PROPOSTE

Dettagli

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA

Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA Diritto di accesso alla rete a banda larga: le azioni dell Emilia-Romagna Anna Lisa Minghetti Responsabile Area Reti Lepida & Wireless Lepida SpA L Agenda Digitale Europea e l Emilia-Romagna Banda Larga

Dettagli

I Numeri della Società clienti 2 milioni di minuti al giorno di traffico telefonico gestito conversazioni telefoniche contemporaneamente

I Numeri della Società clienti 2 milioni di minuti al giorno di traffico telefonico gestito conversazioni telefoniche contemporaneamente UNO Communications -La nostra storia 1998 Inizio attività come Internet Service Provider 2002 Ottenimento Licenze Ministeriali per Reti di Telecomunicazione, Telefonia Vocale, Wireless Local Loop Regione

Dettagli

Progetto Applicativo Preliminare TLC Istituzionali per Emergenze e Sicurezza TIES

Progetto Applicativo Preliminare TLC Istituzionali per Emergenze e Sicurezza TIES Progetto Applicativo Preliminare TLC Istituzionali per Emergenze e Sicurezza TIES 1 Obiettivi del Progetto L obiettivo principale del Progetto Preliminare è quello di definire un Progetto Applicativo (esecutivo)

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO Rovigo 04/05/2016

INCONTRO INFORMATIVO Rovigo 04/05/2016 INCONTRO INFORMATIVO Rovigo 04/05/2016 Agenda Digitale del Polesine Incontro informativo 04.05.2016 SOMMARIO 1. Infrastrutture Polesine TLC 2. Infrastrutture MISE-Regione 3. Infrastrutture Rete Fissa e

Dettagli

Monitoraggio Regionale

Monitoraggio Regionale Website Monitoraggio Regionale 5-9 dicembre 2016 Banda larga: fibra ottica disponibile a Lanciano (ANSA) Anche Lanciano entra nella lista delle citta' italiane scelte da Tim per il lancio dei servizi a

Dettagli

CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nuova linea ferroviaria Passo Corese-Rieti SCHEDA N. 68

CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nuova linea ferroviaria Passo Corese-Rieti SCHEDA N. 68 CORRIDOI TRASVERSALE E DORSALE APPENNINICA Nuova linea ferroviaria Passo Corese-Rieti SCHEDA N. 68 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: J31H96000000031 Rete ferroviaria RFI Spa STATO

Dettagli

Dal Digital divide alla Banda Ultra Larga

Dal Digital divide alla Banda Ultra Larga Dal Digital divide alla Banda Ultra Larga Riccardo Battaglini Direttore Business Unit Pa-RL e Territorio Genova, 8 Febbraio 2017 Di cosa parleremo La banda ultra larga nella strategia digitale Cosa è stato

Dettagli

Cloud e PMI. Qualche esempio di applicazione tra proposta cloud ideale e realtà delle PMI italiane. Lomazzo, 5 Novembre 2015

Cloud e PMI. Qualche esempio di applicazione tra proposta cloud ideale e realtà delle PMI italiane. Lomazzo, 5 Novembre 2015 Cloud e PMI Qualche esempio di applicazione tra proposta cloud ideale e realtà delle PMI italiane Lomazzo, 5 Novembre 2015 La diffusione del cloud I servizi cloud stanno diventando familiari nel linguaggio

Dettagli

La Banda Larga, motore di sviluppo del territorio ligure

La Banda Larga, motore di sviluppo del territorio ligure La Banda Larga, motore di sviluppo del territorio ligure Trento 17 Maggio 2006 Ing. Giulio Siccardi Digital Divide??? Analisi e Soluzione Mappa dell offerta di infrastrutture e servizi a banda larga;

Dettagli

Rilevazioni: Novembre 2015 Gennaio 2016

Rilevazioni: Novembre 2015 Gennaio 2016 Rilevazioni: Novembre 2015 Gennaio 2016 1 L Europa continua a chiedere all'italia uno sforzo per portare "banda larga a tutto il paese" ma le segnalazioni di inadeguatezze e i disagi non sembrano cessare.

Dettagli

RETE A LARGA BANDA COMUNE DI VENEZIA. Estensione della rete Wi-Fi in Canal Grande, Isole e Centro Storico C.I PROGETTO PRELIMINARE

RETE A LARGA BANDA COMUNE DI VENEZIA. Estensione della rete Wi-Fi in Canal Grande, Isole e Centro Storico C.I PROGETTO PRELIMINARE RETE A LARGA BANDA COMUNE DI VENEZIA Estensione della rete Wi-Fi in Canal Grande, Isole e Centro Storico C.I. 12869 PROGETTO PRELIMINARE Sommario 1. INTRODUZIONE... 4 2. RELAZIONE TECNICA... 4 2.1. ELENCO

Dettagli

Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale

Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale 5.3.3.2 Misure intese a migliorare la qualità della vita nelle zone rurali 5.3.3.2.1 Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale Riferimenti normativi: Articoli 52 (b) i) e 56 del Regolamento

Dettagli

Sviluppo della Banda Larga in Liguria

Sviluppo della Banda Larga in Liguria Banda Larga Sviluppo della Banda Larga in Liguria Comitato di Sorveglianza PSR FEASR 2007-2013 Genova - 18 Giugno 2014 1 Banda Larga l.r. n. 42/2006 «Istituzione del Sistema Informativo Regionale Integrato

Dettagli

IL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE

IL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE IL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE Il Servizio sanitario regionale è stato colpito in modo significativo dal sisma del maggio 2012, in un territorio che dal punto di vista socio-sanitario è articolato in

Dettagli

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nella Pubblica Amministrazione locale indagine ISTAT 2012

Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nella Pubblica Amministrazione locale indagine ISTAT 2012 Le tecnologie dell informazione e della comunicazione nella Pubblica Amministrazione locale indagine ISTAT 2012 Presentazione dei risultati agli Enti locali 15 ottobre 2013 Si ritiene opportuno presentare,

Dettagli

Le azioni attuate da LepidaSpA avvengono tipicamente in zone bianche, cioè in aree

Le azioni attuate da LepidaSpA avvengono tipicamente in zone bianche, cioè in aree Avviso rivolto ad operatori di telecomunicazioni per manifestare l interesse ad acquisire fibre ottiche in modalità IRU per il superamento del digital divide Premesse Oggetto del presente avviso Risorse

Dettagli

- CAPITOLATO TECNICO

- CAPITOLATO TECNICO PROVINCIA DI SONDRIO VIA XXV APRILE, 22 23100 SONDRIO GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITÀ DI PROGETTAZIONE, INSTALLAZIONE, CONFIGURAZIONE, COLLAUDO, MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DI UNA

Dettagli

Progetto 1: rete con dorsale in cavo coassiale

Progetto 1: rete con dorsale in cavo coassiale Progetto 1: rete con dorsale in cavo coassiale La figura 1 illustra il progetto relativo alla realizzazione di una rete in una piccola scuola in cui si vogliano collegare due laboratori ed alcuni uffici

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri FAQ del 6 luglio 2016 I progetti di riqualificazione urbana proponibili nell ambito del bando possono avere ad oggetto ambiti urbani non contigui, se accumunati da medesime finalità di recupero e rifunzionalizzazione?

Dettagli

SCHEDA N. 133 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. Autorità Portuale di Genova. Rete stradale

SCHEDA N. 133 SOGGETTO TITOLARE: TIPOLOGIA OPERA: ULTIMAZIONE LAVORI LOCALIZZAZIONE. Autorità Portuale di Genova. Rete stradale HUB PORTUALI Hub portuale - Allacciamenti plurimodali Genova, Savona, La Spezia Porto di Genova Riassetto del sistema di accesso alle aree operative del bacino portuale di Voltri SCHEDA N. 133 LOCALIZZAZIONE

Dettagli

Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione

Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione Modena, 24 Gennaio 2012 Le aziende IT in Emilia Romagna Il contributo per l innovazione in Regione Giancarlo Capitani Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Lo scenario regionale: un confronto

Dettagli

Infrastrutture stradali

Infrastrutture stradali Infrastrutture stradali A cura di Maria Cristina Baldazzi Bologna, 23 novembre 2007 Cabina di regia per il coordinamento delle politiche di programmazione e per il PTR: incontro tematico su Mobilità e

Dettagli

Tratos Cavi SpA: 8 focus di Cablatura Metropolitana e FTTH - 25 maggio Pianeta Flash Fiber Giancarlo D Orazio

Tratos Cavi SpA: 8 focus di Cablatura Metropolitana e FTTH - 25 maggio Pianeta Flash Fiber Giancarlo D Orazio Tratos Cavi SpA: 8 focus di Cablatura Metropolitana e FTTH - 25 maggio 2017 Pianeta Flash Fiber Giancarlo D Orazio L iniziativa di Flash Fiber Joint venture a guida e coordinamento TIM 80% 20% Realizzare

Dettagli

Deliberazione della Giunta comunale n. 39 dd Pubblicata il

Deliberazione della Giunta comunale n. 39 dd Pubblicata il Deliberazione della Giunta comunale n. 39 dd. 04.05.2016 - Pubblicata il 09.05.2016 OGGETTO: Concessione in comodato d uso gratuito a Trentino Network srl di porzione di immobili in cui sono collocati

Dettagli

Leonardo Blasi.

Leonardo Blasi. Modalità di affidamento del servizio di Gestione, il contratto Consip, Illuminazione Pubblica, Smart City e le nuove opportunità di business per la Pubblica Amministrazione Leonardo Blasi www.energysystemsrl.it

Dettagli

Chi siamo. La fibra ottica. Velocità, sicurezza, affidabilità. Banda internazionale di ottima qualità

Chi siamo. La fibra ottica. Velocità, sicurezza, affidabilità. Banda internazionale di ottima qualità FIBRA OTTICA Chi siamo Estracom, la società toscana del gruppo Estra, è il partner innovativo delle telecomunicazioni capace di interpretare al meglio il bisogno di connettersi e comunicare, con soluzioni

Dettagli

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente.

Il nome Lepida. Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. Marco Calzolari - INFN - Maggio 2007 Il nome Lepida Il console Marco Emilio Lepido... La strada telematica. Collegamento tra passato e presente. Agenda La regione Emilia-Romagna all inizio del progetto

Dettagli

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico

PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico PIANO STRAORDINARIO PER L'EDILIZIA SCOLASTICA E MESSA IN SICUREZZA Piano straordinario stralcio di interventi urgenti sul patrimonio scolastico SCHEDA N. 186 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO

Dettagli

COMUNE DI PORDENONE. LAVORI DI COMPLETAMENTO CENTRO INTERMODALE - 5^ STRALCIO Officina, gate, pavimentazione piazzale e impianti tecnologici

COMUNE DI PORDENONE. LAVORI DI COMPLETAMENTO CENTRO INTERMODALE - 5^ STRALCIO Officina, gate, pavimentazione piazzale e impianti tecnologici Ubicazione Opera COMUNE DI PORDENONE Opera LAVORI DI COMPLETAMENTO CENTRO INTERMODALE - 5^ STRALCIO Officina, gate, pavimentazione piazzale e impianti tecnologici Ente Appaltante Interporto - Centro Ingrosso

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Progetto Wireless nelle Scuole. D.M. 804 del

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca. Progetto Wireless nelle Scuole. D.M. 804 del Progetto Wireless nelle Scuole Linee Guida per la presentazione di progetti finanziati con D.M. 804 del 9.10.2013 e successivo Avviso della DGSSSI n. 2800 del 12 novembre 2013 Progetto Wireless nelle Scuole

Dettagli

Delta Web: gli investimenti nel triennio

Delta Web: gli investimenti nel triennio Delta Web: gli investimenti nel triennio 2016 2018 Si distinguono quattro linee di attività: a. Costruzione, ampliamento e gestione della rete in fibra ottica nel territorio aziendale ed extraaziendale:

Dettagli

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo «L integrazione delle reti orizzontali e verticali: una sfida ed un opportunità da affrontare in sinergia» Roma,

Dettagli

Piano Comunale di emergenza

Piano Comunale di emergenza Comune di Soliera Provincia di Modena Piano Comunale di emergenza L.225/1992 D. Lgs. 112/98 L.R. 1/2005 Inquadramento Territoriale Scheda 2 Piano emergenza - pagina n. 16 - VADEMECUM SCHEDA 2 INQUADRAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE AI SENSI ART. 5 COMMA 3 DEL CONTRATTO DI

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE AI SENSI ART. 5 COMMA 3 DEL CONTRATTO DI REGOLAMENTO COMUNALE SULLA DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE AI SENSI ART. 5 COMMA 3 DEL CONTRATTO DI GESTIONE ART. 1 DEFINIZIONI Gestore: società AMGA Azienda multiservizi S.p.A. con sede a Udine via del

Dettagli

SCHEDA INTERVENTO 10.1.1.11 Piano delle infrastrutture telematiche della Città di Cuneo.

SCHEDA INTERVENTO 10.1.1.11 Piano delle infrastrutture telematiche della Città di Cuneo. SCHEDA INTERVENTO 10.1.1.11 Piano delle infrastrutture telematiche della Città di Cuneo. QUADRO CONOSCITIVO Breve descrizione dell intervento L intervento ha per oggetto il completamento della rete metropolitana

Dettagli

VENERDI 19 APRILE 2013

VENERDI 19 APRILE 2013 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità VENERDI 19 APRILE 2013 INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURE TERRITORIALI DIGITALI Francesco Capuano Dirigente del Servizio Sviluppo Economico, Agricoltura e Promozione

Dettagli

La liberalizzazione del trasporto su ferro

La liberalizzazione del trasporto su ferro TPL: tra liberalizzazione europea e contesti nazionali La liberalizzazione del trasporto su ferro Raffaele Donini Assessore trasporti, reti infrastrutture materiali e immateriali, programmazione territoriale

Dettagli

Le reti rete La telematica telematica tele matica Aspetti evolutivi delle reti Modello con mainframe terminali Definizione di rete di computer rete

Le reti rete La telematica telematica tele matica Aspetti evolutivi delle reti Modello con mainframe terminali Definizione di rete di computer rete Reti e comunicazione Le reti Con il termine rete si fa riferimento, in generale ai servizi che si ottengono dall integrazione tra tecnologie delle telecomunicazioni e le tecnologie dell informatica. La

Dettagli

CODICE C.U.P. E81B

CODICE C.U.P. E81B IL CONCEDENTE IL CONCESSIONARIO CODICE C.U.P. E81B08000060009 IL PROGETTISTA Ing. Antonio De Fazio Albo Ing. Bologna n 3696 RESPONSABILE INTEGRAZIONE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE Ing. Emilio Salsi Albo Ing.

Dettagli

INFRATEL ITALIA S.P.A., con sede in Roma, Viale America n.201 (di seguito: l ATI. mandataria),. e I. (con. sede in, Via n. (di seguito Appaltatore),

INFRATEL ITALIA S.P.A., con sede in Roma, Viale America n.201 (di seguito: l ATI. mandataria),. e I. (con. sede in, Via n. (di seguito Appaltatore), Codice CIG: Codice CUP: Commessa: CONTRATTO ATTUATIVO Rif. N. per Località (Progetto ) nell ambito dell Accordo Quadro per la realizzazione della progettazione esecutiva, realizzazione, posa in opera e

Dettagli

CHI SIAMO CHI SCEGLIE ESTRACOM PUÒ CONTARE SU UN AZIENDA FATTA DI PERSONE CAPACI DI GUARDARE AVANTI.

CHI SIAMO CHI SCEGLIE ESTRACOM PUÒ CONTARE SU UN AZIENDA FATTA DI PERSONE CAPACI DI GUARDARE AVANTI. CHI SIAMO ESTRACOM S.P.A., LA SOCIETÀ TOSCANA DEL GRUPPO ESTRA NATA NEL 2001, È IL PARTNER INNOVATIVO DELLE TELECOMUNICAZIONI CAPACE DI INTERPRETARE AL MEGLIO IL BISOGNO DI CONNETTERSI E COMUNICARE, IN

Dettagli

Il trasporto pubblico locale e la mobilità sostenibile

Il trasporto pubblico locale e la mobilità sostenibile Il trasporto pubblico locale e la mobilità sostenibile La promozione del trasporto pubblico locale e della mobilità sostenibile Il TPL è senz altro il sistema di trasporto più sicuro La Regione interviene

Dettagli

Pegognaga Smart City. Un piccolo Comune che guarda al futuro

Pegognaga Smart City. Un piccolo Comune che guarda al futuro Smart City Exhibition Dalla città al territorio: infrastrutture, strumenti e processi per un ecosistema abilitante Bologna 23 Ottobre 2014 Pegognaga Smart City Un piccolo Comune che guarda al futuro con

Dettagli

Spesa del pubblico per Provincia

Spesa del pubblico per Provincia Spesa del pubblico per Provincia 50.000.000 a 78.000.000 45.000.000 a 49.999.999 42.000.000 a 44.999.999 40.000.000 a 41.999.999 25.000.000 a 39.999.999 20.000.000 a 24.999.999 17.000.000 a 19.999.999

Dettagli

La ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni culturali

La ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni culturali La ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni culturali La ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni culturali La Regione Emilia Romagna - nell ambito della disciplina per la ricostruzione post-sisma

Dettagli