Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea 1.5.3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea 1.5.3"

Transcript

1 Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea Giancarlo Di Capua InnovaPuglia S.p.A. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 1 Mobile:

2 Index Argomenti Obiettivi strategici dell azione Il Sistema Informativo Integrato Regionale: i Sistemi abilitanti ed i Sistemi verticali Stato di attuazione nuovo portale istituzionale epuglia 2.0 Stato di attuazione del sistema di gestione documentale DIOGENE 2.0 Stato di attuazione del sistema di gestione Bandi Sistema Puglia EDEMAT 2 Stato di attuazione del sistema di gestione Open Data Regionale LOD RP Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 2

3 Obiettivi e risultati attesi Obiettivi strategici L Azione rappresenta un fondamentale strumento di attuazione della strategia regionale in tema di Società dell Informazione, con specifico riferimento alla prospettiva di sviluppo del Sistema Informativo Regionale della Regione Puglia (SIR RP), alla cui evoluzione concorrono anche i progetti infrastrutturali parallelamente promossi nell ambito della Linea d Azione Intervenendo sul piano della razionalizzazione organizzativa e tecnologica, si favorisce il passaggio dell Amministrazione Regionale da un esistente sistema informatico a supporto dei procedimenti regionali, verso un sistema informativo integrato e consono agli indirizzi di razionalizzazione degli strumenti digitali nazionali, costituito da risorse strutturali, informatiche ed informative, a supporto di servizi da erogare all esterno dell Ente. L Azione diventa uno strumento funzionale, in particolare, alla creazione di un portale federato, quale punto unico di accesso alle risorse informative che ciascuna Area di coordinamento intende offrire, nonché all implementazione di un pacchetto di servizi tecnologici trasversali a supporto dei servizi informativi da erogare. In sintesi, l Azione costituisce una leva per il raggiungimento degli obiettivi disegnati in ambito europeo e nazionale sui temi dell Agenda Digitale nonché, più in generale, per accrescere il livello di competitività sui servizi ICT erogati dalla PA sul territorio e qualificare come efficace la strategia di intervento regionale. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 3

4 Obiettivi e risultati attesi Sistema Informativo Integrato Imprese, Cittadini, Enti locali,.. IdP Identity Provider Regionale Sistema di Accoglienza Portale Istituzionale Sistema Intranet Personale Cruscotti Direzionali Gruppi Lavoro Sistema Perform. Statistiche Direzionale Sanità Sistema Formazione & Lavoro Framework Interoperabilità Sistema Open Data & Trasparenza Cooperazione applicativa (SPCoop) Digital Library Applicativa (Web Services) CIFRA 2 PSR 2 Ragioneria Sistema Gestore Bandi, Avvisi, Procedimenti Autorizzatori (Sistema Puglia 2.0) Sistema Gestore Documentale e Workflow Management (Diogene) Infrastruttura Database Eterogenei (Storage alfanumerici e GIS) Sistemi di Servizio Sistema P.E.C. Protocollo Informatico MIR 2 Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 4

5 Obiettivi e risultati attesi Criteri guida per il SIR RP Ottimizzazione delle risorse informatiche e informative Unica interfaccia da cui entrare nei diversi ambienti applicativi verticali o orizzontali Unica login per accedere in modalità single sign on al portale regionale e di seguito agli altri sistemi applicativi con i diritti di accesso appropriati assegnati al proprio account Unico gestore documentale in cui siano contenuti tutti gli Atti di tutti i procedimenti regionali Modalità standard per la gestione dei procedimenti automatizzati Integrazione dei sistemi informatici esistenti e di nuova realizzazione Integrazione delle banche dati Dismissione dei siti web non più aggiornati Nuovo portale istituzionale Cooperazione applicativa con il sistema di Identity Management regionale (IdP) Accessibile dagli applicativi verticali che gestiscono specifici procedimenti automatizzati Accessibile dall interfaccia del gestore documentale stesso, secondo una logica basata sul Titolario (Procedimenti); Gestione dei flussi procedurali mediante strumenti di workflow (automatici e/o parzialmente automatizzati) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 5

6 Obiettivi e risultati attesi Sistemi abilitanti (trasversali) Azioni/Progetti Linea Porta unica di accesso istituzionale Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Sistema Open Data & Trasparenza LOD 2.0 (gestione dataset open regionali) EDEMAT 2 (gestione trasparenza e albo telematico) Dematerializzazione Intranet Regionale di Servizi EDEMAT 2 (gestione bandi e procedimenti autorizzatori) DIOGENE 2.0 (gestione documentale a norma) CIFRA 2.0 (gestione atti e deliberazioni linea 1.3.6) EDEMAT 2 (gestione cruscotti direzionali, aree di lavoro on line, banca dati procedimenti regionali) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 6

7 Obiettivi e risultati attesi Sistemi settoriali (verticali) Azioni/Progetti Linea Salute Tutela Territorio Valorizzazione Territorio Semplificazione processi / Flussi Monitoraggio / Accountability Portale regionale della salute Sistema Informativo Sanitario Territoriale Sistema informativo della salute mentale Osservatorio dello sport regionale Sistema di monitoraggio urbanistico/territoriale Osservatorio del territorio e del paesaggio pugliese Sinapsi Protezione Civile SIRTUR sistema informativo regionale turistico Digital library Si.de.pa. Demanio e Patrimonio Empulia Affari Generali Fasciculus Avvocatura regionale, gestione pratiche ricorsi Sistema di monitoraggio e valutazione degli impatti delle politiche di sviluppo regionale Sistema di monitoraggio e valutazione degli impatti delle politiche di sviluppo rurale Piattaforma per la business intelligence, la gestione dei flussi informativi, l armonizzazione dei sistemi contabili, l analisi e la condivisione dei dati Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 7

8 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Revisione funzionale e realizzazione della nuova piattaforma tecnologica e di servizio a supporto della comunicazione istituzionale della regione e della erogazione delle informazioni aggiornate e qualitativamente certificate. Il progetto realizza una reingegnerizzazione funzionale e informativa dell attuale sito regionale all interno della quale definire e proporre un modello federato per la strutturazione del sito in cui fornire criteri per l individuazione delle categorie di verticalizzazioni informative realizzate utilizzando la metafora dei sub portali tematici. Sub portale Area Tematica Accesso ai Servizi Sub portale Servizi Portale Istituzionale RSS Flussi di scambio informazioni Redazione Centrale contenuti Portale Redazione contenuti di Area Tematica Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 8

9 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 ogni area tematica (sub portale) sarà implementata come sito di Liferay: concettualmente un sito èuna community ogni area tematica avrà uno o più utenti con ruolo redattore e uno o più utenti con ruolo amministratore ; un redattore può inserire contenuti nell area tematica, un amministratore può validare un contenuto (tramite Workflow interno), modificare i permessi di oggetti dell area un redattore di area inserisce un contenuto (news o documento) categorizzandolo nella maniera più opportuna; un redattore può scegliere una qualunque categoria da un qualunque albero di classificazione: in questo modo ogni redattore può inserire nella propria area tematica contenuti trasversali a più aree gli oggetti informativi creati all interno di un area tematica sono visibili da tutti ma modificabili/cancellabili solo da un redattore dell area o da un amministratore dell area o dalla redazione centrale la redazione centrale può inserire contenuti nel sito principale e gestire le informazioni globali e trasversali a tutti i siti. Ad esempio, gli stessi alberi di classificazione sono informazioni globali e visibili in ogni sotto area o sub portale; la redazione centrale ha controllo su tutti gli oggetti informativi Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 9

10 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Attività svolte Analisi strutturale delle aree tematiche e del tipo di oggetti informativi che verranno inseriti nel nuovo portale e del modo migliore per implementare questo nel nuovo ambiente tecnologico (Liferay, Java, MySQL) in termini di alberi di categorie, tags, siti e sotto siti, template di sito e di pagina ecc. Nuova grafica del Portale implementata e funzionante in ambiente di test Importazione delle news URP (circa 7600) e di press regione (circa 15400): le news sono state gestite senza un criterio unico, per cui in una news ci può essere un riferimento ad un file esistente su file system, o un link ad una immagine, o un link ad un sito esterno o un link ad una pagina dinamica. Sono stati riscontrati circa 2000 riferimenti errati (oggetti inesistenti o scritti male o path locali alla macchina del redattore). Ogni documento referenziato nella news ed esistente è stato importato nel sistema Importazione di delibere (circa 900), bandi (circa 8000) e resoconti (circa 300) Importazione di quelli che vengono chiamati documenti, ossia schede informative (eventualmente con allegati) relative a progetti, eventi, iniziative ecc (circa 8000); anche qui ci sono riferimenti interni da importare nel sistema Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 10

11 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Attività svolte Importazione BURP (circa 2900): fino ad un certo numero di bollettino (108 del 1999) il file del BURP unico in formato PDF veniva semplicemente inserito nel sistema; dal 109 in poi viene fatto quel lavoro di scomposizione del BURP in N file html consultabili a pezzi online; si importerà unicamente i BURP, indicizzandoli full text e con i metadati disponibili (nel pdf e negli abstract eventualmente presenti nei files esportati dal DB attuale) Importazione di Eventi (circa 1800): anche qui ci sono riferimenti a files interni o esterni Schema di classificazione dei Documenti (Aree tematiche, Tipologia, Argomenti) Annotazioni Su ogni documento PDF da importare viene eventualmente lanciato un processo di OCR, per cui anche per i documenti vecchi può essere fatta una indicizzazione full text. Su alcuni pdf, per quanto ottimizzato il processo di OCR, non è possibile ottenere il testo originario, ad esempio perché troppo scuro o chiaro oppure troppo deformato. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 11

12 Cronoprogramma progetto epuglia 2.0 Prima Versione nuovo portale Linee Guida e Procedure Gestione Knowledge base Seconda Versione Servizi di Addestramento Utenti Back office Luglio 2013 Ottobre 2013 Dicembre 2013 Novembre 2013 Dicembre 2014 Versione completa Progettazione Addestramento e HelpDesk Sviluppo e Integrazione portali esistenti WorkFlow e Servizi Mobile Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 12

13 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Cambiamento Integrazione / Cooperazione con i siti regionali esistenti Struttura tipica del sito esistente Componente Informativa Componente Informativa Specifica (modulistica, regolam., cc) Componente Erogazione Servizio telematico Linee Guida Redazionali e Tecniche Area Tematica Portale Istituzionale Sub Portale di Servizi RSS Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 13

14 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Cambiamento Redazione dei Contenuti tematici, Addestramento del team di redattori Schema classificazione contenuti Tagging RPP Predispone entità Informativa Pubblicazione Entità Informative Documenti News Eventi Articoli Inserisce o modifica Entità Informative Linee Guida Redazione Area Pubblicazione sub Portale GCC Redattore Verifica e validazione Entità Informative (news, newsletter, ecc) Area Content Provider Centrale Pubblicazione Entità Informative Sub Portale Tematico Repository Entità Informative del Portale (Diogene) Repository Entità Comuni (news, newsletter, video, ecc) Portale Regionale Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 14

15 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 DIOGENE realizza un insieme di soluzioni integrate e conformi alle normative nazionali e regionali (DigitPA, CRIPAL) in tema di amministrazione digitale, al fine di dare attuazione alle disposizioni delineate nel nuovo CAD Codice dell Amministrazione Digitale (D. Lgs. N. 82/2005 modificato dal Decreto Legislativo n. 235 del 30/12/2010) e nel DPR 445/2000 in tema di pubblica amministrazione digitale e la conseguente dematerializzazione dei documenti, finalizzata sia a migliorare i livelli di servizio erogati alle strutture interne regionali ed alle proprie comunità di utenti sia a rendere più efficienti ed efficaci i processi interni di lavorazione (back office) Piattaforma abilitante per la dematerializzazione Sistema infrastrutturale per la gestione documentale Addestramento del personale e diffusione delle pratiche per la dematerializzazione su larga scala Obiettivi di fondo evitare la produzione di nuova carta eliminare il cartaceo esistente non di interesse storico o culturale ottenere risparmi diretti (carta, spazi,...) attivare risparmi indiretti (tempo, efficienza,...) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 15

16 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Il sistema DIOGENE permette di: Archiviare e condividere documenti digitali Inviare e ricevere e PEC e di monitorarne la consegna Gestire automaticamente le ricevute di Accettazione e Consegna di ogni singola PEC Protocollare automaticamente tramite Protocollo Informatico i documenti, le PEC e gli allegati Firmare un documento tramite Firma Digitale Assegnare Fascicoli e Documenti e controllarne lo stato di lavorazione Gestire le CheckList delle Piste di Controllo e monitorare l attività dell Organismo Intermedio Strumenti di gestione di Rubrica e Agenda anche condivisa Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 16

17 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Tutte le strutture regionali devono accedere a DIOGENE e utilizzare la PEC, la Firma Digitale (e la firma elettronica avanzata) e il Protocollo Informatico Ogni Struttura regionale potrà avere il proprio sistema verticale che utilizza DIOGENE per memorizzare i propri documenti ufficiali (procedimenti informatizzati) I documenti avranno un ciclo di vita sempre DIGITALE Nuovi strumenti per il monitoraggio e la gestione dei processi: es. assegnazione di fascicoli, passaggio di fascicoli tra strutture e avvocatura regionale, ecc Abbattimento dei Costi di Gestione della Infrastruttura Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 17

18 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Attività svolte DIOGENE 2.0 M.1 Centro Servizi e attività di Sviluppo e Integrazione Sono state selezionate 12 unità di personale tecnico di cui 4 di profilo assistenza utenti e 8 di profilo idoneo allo sviluppo. Il personale è stato adeguatamente istruito sui temi della gestione documentale e sulle tecnologie da adottare Tutte le postazioni di help desk e sviluppo sono state dotate di ThinClient, con software Open Source e agiscono su server virtuali in modalità Cloud al fine di risparmiare sui costi di gestione a regime del CSD Al momento il CSD è attivo sia per le attività di sviluppo che di affiancamento Si stanno redigendo i contenuti per la Piattaforma di e Learning che sarà disponibile entro il mese di Giugno e disponibile per tutti i sistemi del SIRP Sono state redatte le procedure per l'adozione di Diogene che andranno ad integrare il Manuale di Gestione del Protocollo Nell'ambito delle attività di attivazione, in attesa della approvazione dei piani e delle procedure si stanno completando le attivazione di personale e PEC già avviate in precedenza o funzionali alla gestione di altri progetti. In data 20/05/2013 sono stati attivati e avviati all'uso del sistema 80 nuovi utenti e 40 nuovi indirizzi PEC. A partire dal 1/1/2013 il sistema ha gestito circa nuovi documenti. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 18

19 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Attività svolte DIOGENE 2.0 M.1.1 Integrazione Protocollo Informatico e IDP Le attività di sviluppo sono state avviate e alcuni componenti completati È stata definita la procedura per l integrazione Protocollo Informatico Diogene, attualmente in sperimentazione presso il servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria dove vi era una urgenza legata alla fornitura del precedente sistema informativo DIOGENE 2.0 M.2 Integrazione Sistemi Verticali Avviata la definizione di un servizio Gateway I Web Services sono già disponibili ed utilizzati dal sistema di Protocollo Informatico, Fapers (Fascicolo del Personale) e SIT Rilevazione e Analisi delle change request degli altri sistemi che integreranno Diogene. Il confronto ègiàstato avviato con MIR, CIFRA, Empulia e deve essere solo formalizzato Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 19

20 Cronoprogramma Diogene 2.0 Avvio Centro Servizi Dematerializzazione Costituzione Focus Group Avvio Addestramento Linee Guida e Procedure per la Regione Puglia Digitale Sistema di Conservazione Addestramento Utenti Gennaio 2013 Febbraio 2013 Marzo 2013 Maggio 2013 Ottobre 2013 Gennaio 2014 Giugno 2014 Pronti per l integrazione OpenSource Progettazione Addestramento e HelpDesk Sviluppo e Integrazione Verticali WorkFlow, OpenSource e Mobile Sistema di Conservazione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 20

21 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Cambiamento Aggiornamento e consolidamento del nuovo Titolario di classificazione anche in funzione della conservazione sostitutiva Applicazione di nuove Procedure per la gestione dei documenti DIGITALI e cartacei Revisione del Manuale di Gestione del Protocollo Informatico per il trattamento delle PEC e dei flussi digitali in Ingresso euscita Introduzione di meccanismi di Workflow documentali per la gestione dei Fascicoli Digitali Tutte le strutture regionali devono accedere a DIOGENE e utilizzare la PEC, la Firma Digitale (e la firma elettronica avanzata) e il Protocollo Informatico Ogni Struttura regionale potrà avere il proprio sistema verticale che utilizza DIOGENE per memorizzare i propri documenti ufficiali (procedimenti informatizzati) I documenti avranno un ciclo di vita sempre DIGITALE Nuovi strumenti per il monitoraggio e la gestione dei processi: es. assegnazione di fascicoli, passaggio di fascicoli tra strutture e avvocatura regionale, ecc Abbattimento dei Costi di Gestione della Infrastruttura Costituzione di un Focus Group permanente sulla gestione documentale e dematerializzazione che definisca il flusso dei documenti, gli strumenti normativi di riferimento, i regolamenti/procedure regionali da approvare per l attuazione del processo di dematerializzazione Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 21

22 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Realizzazione della piattaforma tecnologica di servizi Intranet a supporto del ciclo di vita di gestione delle pratiche e delle attività svolte dai gruppi di lavoro di qualsiasi livello organizzativo (area, servizio, ufficio). In particolare, il progetto intende sperimentare ed introdurre nei processi gestionali correnti: un unico punto di accesso ai servizi di gestione delle pratiche, delle istruttorie, del monitoraggio delle azioni agevolative, e più in generale delle attività correnti in conformità alle nuove disposizioni del CAD in materia di gestione di istanze telematiche e di transazioni verso la PA il sistema di gestione dei bandi e avvisi telematici in ottica di servizio per tutte le strutture regionali (ivi incluse le agenzie e partecipate regionali) che gestiscono incentivi e agevolazioni creazione di un portale dinamico capace di fornire ai singoli utenti, così come ai referenti d area, una consolle di lavoro, comprensiva di tutte le procedure applicative e dei servizi interattivi necessari a svolgere nel miglior modo possibile le proprie funzioni secondo il proprio ruolo aziendale completa identificazione e profilazione di tutti gli utenti che accedono alla Intranet, sia dipendenti della Regione sia dipendenti degli enti strumentali ad essa collegati una maggiore integrazione applicativa e funzionale con i sistemi informativi in essere nell amministrazione regionale, favorendo e abilitando i necessari scambi di flussi informativi e di modelli di processo condivisi (accesso e consultazione on line dei fascicoli, trasmissione di documentazione da parte delle strutture di Servizio regionali, monitoraggio attività, ecc.) un insieme integrato di strumenti di comunicazione formale a validità legale (Posta Elettronica Certificata rilasciata dal Centro Tecnico Rupar) sia verso l esterno che verso gli uffici e strutture operative interne (Posta elettronica con eventuale firma elettronica) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 22

23 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Servizio di Gestione degli accessi Autorizzazione IdP Identity Provider Regionale Fascicoli Personale Cruscotti Direzionali Gruppi Lavoro Gestione Bandi, Avvisi alle Imprese Gestione Concorsi Gestione Bandi, Avvisi alle Famiglie Catalogo delle Iniziative regionali Censimento Determine Albo telematico Censimento Procedimenti Sistemi di Servizio Diogene. Sistema COBRA Sistema Perform. Statistiche Gestione Istruttorie e Notifiche Gestione Procedimenti Autorizzatori Servizi di cooperazione e interoperabilità MIR 2 SP Istanze SP Istruttorie Repertorio profili Base Dati Sintesi SP Anagrafe imprese SP Anagrafe soggetti SP Catalogo Incentivi SIT CV Bilancio Competenze Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 23

24 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Attività Svolte Bandi Telematici su Titolo II (Ordinario e Turismo) Sistema Censimento Determinazioni Sistema di supporto gruppo Monitoraggio SEPAC Organizzazione dati e profilazione utenti sulla Contabilità Regionale. I dati importati sono messi a disposizione del MIR e sono indispensabili per il caricamento da parte degli utenti MIR dei dati di rendicontazione Attivazione e gestione sui Social network delle pagine Sistema Puglia Sistema di Gestione Rassegna Critica Adeguamento Sistema di invio Ultimissime e Newsletter Bando Consorzi Fidi: Adeguamento alle nuove regole del bando della procedura telematica utilizzata nella precedente edizione Censimento dei procedimenti amministrativi Manutenzione, gestione ordinaria e supporto tecnico Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 24

25 Cronoprogramma progetto EDEMAT 2 Nuovo Sistema di messaggistica Prima Versione Intranet Adeguamento sistema di autenticazione IdP Seconda Versione Intranet Apps mobile Servizi di Back office Addestramento Utenti Marzo 2013 Dicembre 2013 Novembre 2013 Luglio 2014 Ottobre 2014 Dicembre 2014 Progettazione Estensione bandi telematici e assistenza tecnica Sviluppo e Integrazione servizi Intranet Strumenti Web 2.0 Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 25

26 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Cambiamento Ridefinizione del modello di gestione degli incentivi e bandi telematici Flusso di gestione delle determinazioni Sistema di gestione delle rendicontazioni telematiche presentate dalle imprese Introduzione del sistema di customer satisfaction sui servizi erogati dalla Intranet / Extranet Nuovo sistema di interfacciamento verso il sistema MIR 2 per il monitoraggio della spesa comunitaria Estensione a tutte le strutture di Servizio del cruscotto direzionale dei capitoli di spesa Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 26

27 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Realizzazione e sperimentazione di una piattaforma tecnologica e una serie di strumenti info telematici per la organizzazione, raccolta e fruizione secondo gli standard tecnici attualmente utilizzati in ambito open government del patrimonio di dati generati e gestiti dalle diverse applicazioni/portali regionali. La piattaforma farà uso di architetture service oriented, che renderanno più semplice e flessibile lo scarico e l utilizzo delle informazioni, permettendo la realizzazione di nuove applicazioni e servizi a valore aggiunto, sia da parte della Pubblica Amministrazione Locale che da parte di imprese, associazioni o privati cittadini. La piattaforma intende favorire e promuovere nella sua fase successiva alla sperimentazione progettuale il riutilizzo di tutte le categorie di dati aggregati e anonimi e di tutti quei dati la cui diffusione non comporti alcuna violazione di norme di leggi vigenti (in particolare la normativa in materia di diritto d autore, privativa industriale, segreto statistico e commerciale, riservatezza dei dati personali) e/o di interessi pubblici prevalenti. LOD_RP è un iniziativa nata per divulgare la politica regionale in tema di open Government quale obiettivo essenziale e prioritario del processo di modernizzazione tecnologica della Regione Puglia nonché del diritto di ogni cittadino ad accedere a tutte le informazioni e ai servizi forniti dalla Pubblica Amministrazione, favorendo l eliminazione di ogni barriera dovuta all uso di standard non aperti. La Legge Regionale n. 20 del 27 Luglio 2012 (art.2).. agisce in coerenza e in continuità con le norme regionali in materia di trasparenza e avvia un processo di diffusione dei dati liberamente accessibili per tutti (open data) per una Pubblica Amministrazione aperta ai cittadini in termini di partecipazione al percorso decisionale (open Government). Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 27

28 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Definizione del modello organizzativo di raccolta, aggregazione, rappresentazione in formati standard e erogazione dei dati open Adozione del modello per un ambito di applicazione sperimentale degli open data regionali, a partire dai dati disponibili nel contesto dei bandi telematici, degli atti amministrativi, del bilancio regionale Progettazione e realizzazione gli ambienti info telematici per l implementazione del modello di Open Data regionale (classificazione, rilevazione dei dati, trasformazione dei formati, presentazione, erogazione) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 28

29 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Approccio metodologico: le Fasi del processo Per ogni fase: Cosa: azioni da compiere Quando : tempi Come: modalità operative Chi: ruoli e responsabilità Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 29

30 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Prima versione del sito Pubblicati i primi Data set regionali. Questi primi Data set presenti nel catalogo contribuiscono al percorso partecipato avviato con il Laboratorio SmartPuglia del progetto Capacity Sud, per il disegno di un nuovo approccio programmatico alla definizione della strategia regionale per la ricerca e l'innovazione basata sulla specializzazione intelligente.. 1. LA RICERCA NELLE GRANDI IMPRESE: I CONTRATTI DI PROGRAMMA (Azione PO FESR ) 2. LA RICERCA NELLE MEDIE IMPRESE: I PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (Azione PO FESR ) 3. LA RICERCA INDUSTRIALE NELLE PMI: IL BANDO RICERCA PER LE PMI (2008) (Azione PO FESR ) 4. L'INNOVAZIONE: AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INNOVATIVE OPERATIVE E DI NUOVA COSTITUZIONE (Azione PO FESR ) 5. LA RICERCA COLLABORATIVA: LA RETE DEI LABORATORI PUBBLICI (Azione PO FESR ) 6. LA FILIERA DELLA CONOSCENZA E LE ALLEANZE PER L INNOVAZIONE: GLI UFFICI ILO (Azione PO FESR ) 7. LA RICERCA COLLABORATIVA: I PARTENARIATI REGIONALI DELL INNOVAZIONE 8. IL BANDO PER L'EROGAZIONE DI SERVIZI PER LE SPIN OFF AD ALTO CONTENUTO DI CONOSCENZA 9. L'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI RICERCA: I PROGETTI STRATEGICI 10. L'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI RICERCA: I PROGETTI ESPLORATIVI 11. L'ITC: GLI AIUTI PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI (BANDO 2010) (Azione PO FESR ) 12. L'ITC: GLI AIUTI PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI (BANDO 2011) (Azione PO FESR ) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 30

31 Cronoprogramma progetto LOD RP Prima Versione Linee Guida Prima Versione sistema Servizi di Assistenza Utenti Strumenti di Browsing Sistema di gestione Dataset Back office Luglio 2013 Dicembre 2013 Marzo 2014 Giugno 2014 Progettazione e Analisi Rilevazione Dataset candidati Addestramento e HelpDesk Sviluppo strumenti di gestione e pubblicazione Dataset Motori di ricerca Linked Open data Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 31

32 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sistema Open Data & Trasparenza Cambiamento Integrazione / Cooperazione tra le applicazioni Settoriali e Open Data Funzionalità di estrazione dati dalle basi dati già esistenti Validazione dei Data Set candidati Verifica di applicabilità della licenza d uso dei Data set pubblicati Pubblicazione dei dati oggetto di Trasparenza in modalità Open Data Pubblicazione nel formato coerente con gli standard Open Data Referenziazione dei Data Set all interno dell albero della Trasparenza Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 32

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice

Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI. Indice Pagine romane (I-XVIII) OK.qxd:romane.qxd 7-09-2009 16:23 Pagina VI Prefazione Autori XIII XVII Capitolo 1 Sistemi informativi aziendali 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Modello organizzativo 3 1.2.1 Sistemi informativi

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna

La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Direzione generale degli affari generali e riforma La Pubblica Amministrazione Digitale in Sardegna Dematerializzazione dei document i dell Amministrazione Regionale Conferenza stampa dell Assessore Massimo

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

Cos è il protocollo? Valore giuridico e gestionale. Contenuti. Il servizio di protocollo informatico ed i flussi documentali

Cos è il protocollo? Valore giuridico e gestionale. Contenuti. Il servizio di protocollo informatico ed i flussi documentali Contenuti Il servizio di protocollo informatico ed i flussi documentali Le indicazioni e gli obiettivi fondamentali Gli scenari Il servizio di protocollo informatico in ASP del CNIPA Le check list Protocollo

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE DATI E INFORMAZIONI DI INTERESSE AMBIENTALE E TERRITORIALE Terza sessione: IL CONTESTO NORMATIVO, L ORGANIZZAZIONE, GLI STRUMENTI LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO: ASPETTI DI MAGGIOR RILIEVO E RICADUTE OPERATIVE

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016

Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Open Government Partnership Piano d azione Nazionale 2014 2016 Dicembre 2014 Sommario Introduzione...1 Le azioni del Governo italiano...2 Il processo di stesura del secondo Piano d azione OGP...3 Le Azioni...4

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE

REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE REGOLAMENTO ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione del Direttore Generale n. 500 del 9.6.2011 INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Albo Pretorio on line Art. 3 Modalità di pubblicazione e accesso Art.

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione

Radar Web PA. Valutazione della qualità dei siti web. Valutazione della qualità dei siti web della Pubblica Amministrazione Radar Web PA Valutazione della qualità dei siti web Livello d interazione Sezione di trasparenza Open data Open Content Valutazione Partecipazione Presenza 2.0 Contenuti minimi Dominio.gov Dichiarazioni

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Business Process Management applicato ai flussi della PA

Business Process Management applicato ai flussi della PA tecnologie vicine Business Process Management applicato ai flussi della PA Antonio Palummieri Resp. Area Mercato Luciano Sulis - BPM Solution Specialist Milano, 24 novembre 2011 Popolazione comuni: Italia

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA

ACCORDO DI PARTENARIATO 2014 2020 ITALIA ITALIA ALLEGATO III ELEMENTI SALIENTI DELLA PROPOSTA DI SI.GE.CO 2014 2020 SOMMARIO 1. Principi generali dei sistemi di gestione e controllo (FESR, FSE, FEAMP)... 3 1.1 Autorità di gestione... 3 1.1.1

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

SalusNet - un iniziativa di Federsanità

SalusNet - un iniziativa di Federsanità ASL Formazione Continua e qualità delle prestazioni sanitarie L esigenza di razionalizzare la Spesa Sanitaria, per contenerne i costi, oggi deve e può coniugarsi con una continua tensione al miglioramento

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione?

1. Anagrafica. 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? 2. In quale territorio è situata la sua organizzazione? 1. Anagrafica 1. Qual è la ragione sociale della sua organizzazione? Cooperativa Sociale Comune Consorzio Sociale ASL Azienda Servizi alla persona Organizzazione di volontariato Azienda Speciale Comunità

Dettagli

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0

Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Enterprise Services Infrastructure ESI 2.0 Caratteristiche e Posizionamento ver. 2.1 del 21/01/2013 Cos è ESI - Enterprise Service Infrastructure? Cos è ESI? ESI (Enteprise Service Infrastructure) è una

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Vademecum. Modalità di pubblicazione dei documenti nell Albo online. Versione

Vademecum. Modalità di pubblicazione dei documenti nell Albo online. Versione Vademecum Modalità di pubblicazione dei documenti nell Albo online Versione 2011 Il presente documento, realizzato all interno delle attività finalizzate alla elaborazione delle Linee guida siti web delle

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO

MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO Allegato A alla deliberazione n. 11 dell 08/06/2012 MODALITA DI FUNZIONAMENTO E CONSULTAZIONE DEL TAVOLO PERMANENTE DEI SOGGETI DEL TERZO SETTORE DEL DISTRETTO SOCIALE EST MILANO 1. COMPITI E FINALITA

Dettagli

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto

Scheda descrittiva del programma. Open-DAI. ceduto in riuso. CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Scheda descrittiva del programma Open-DAI ceduto in riuso CSI-Piemonte in rappresentanza del Consorzio di progetto Agenzia per l Italia Digitale - Via Liszt 21-00144 Roma Pagina 1 di 19 1 SEZIONE 1 CONTESTO

Dettagli

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM

ECM Solution v.5.0. Il software per la gestione degli eventi ECM ECM Solution v.5.0 Il software per la gestione degli eventi ECM I provider accreditati ECM (sia Nazionali che Regionali) possono trovare in ECM Solution un valido strumento operativo per la gestione delle

Dettagli

Scheda descrittiva del progetto

Scheda descrittiva del progetto Scheda descrittiva del progetto 1. Anagrafica di progetto Titolo Banda ultralarga Acronimo (se esiste) UltraNet Data Inizio Data Fine 01/09/2011 31/12/2014 Budget totale (migliaia di euro) 60,50k Responsabile

Dettagli