Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea 1.5.3

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea 1.5.3"

Transcript

1 Il Sistema Informativo Regionale Quadro di sintesi delle azioni progettuali avviate nell ambito della Linea Giancarlo Di Capua InnovaPuglia S.p.A. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 1 Mobile:

2 Index Argomenti Obiettivi strategici dell azione Il Sistema Informativo Integrato Regionale: i Sistemi abilitanti ed i Sistemi verticali Stato di attuazione nuovo portale istituzionale epuglia 2.0 Stato di attuazione del sistema di gestione documentale DIOGENE 2.0 Stato di attuazione del sistema di gestione Bandi Sistema Puglia EDEMAT 2 Stato di attuazione del sistema di gestione Open Data Regionale LOD RP Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 2

3 Obiettivi e risultati attesi Obiettivi strategici L Azione rappresenta un fondamentale strumento di attuazione della strategia regionale in tema di Società dell Informazione, con specifico riferimento alla prospettiva di sviluppo del Sistema Informativo Regionale della Regione Puglia (SIR RP), alla cui evoluzione concorrono anche i progetti infrastrutturali parallelamente promossi nell ambito della Linea d Azione Intervenendo sul piano della razionalizzazione organizzativa e tecnologica, si favorisce il passaggio dell Amministrazione Regionale da un esistente sistema informatico a supporto dei procedimenti regionali, verso un sistema informativo integrato e consono agli indirizzi di razionalizzazione degli strumenti digitali nazionali, costituito da risorse strutturali, informatiche ed informative, a supporto di servizi da erogare all esterno dell Ente. L Azione diventa uno strumento funzionale, in particolare, alla creazione di un portale federato, quale punto unico di accesso alle risorse informative che ciascuna Area di coordinamento intende offrire, nonché all implementazione di un pacchetto di servizi tecnologici trasversali a supporto dei servizi informativi da erogare. In sintesi, l Azione costituisce una leva per il raggiungimento degli obiettivi disegnati in ambito europeo e nazionale sui temi dell Agenda Digitale nonché, più in generale, per accrescere il livello di competitività sui servizi ICT erogati dalla PA sul territorio e qualificare come efficace la strategia di intervento regionale. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 3

4 Obiettivi e risultati attesi Sistema Informativo Integrato Imprese, Cittadini, Enti locali,.. IdP Identity Provider Regionale Sistema di Accoglienza Portale Istituzionale Sistema Intranet Personale Cruscotti Direzionali Gruppi Lavoro Sistema Perform. Statistiche Direzionale Sanità Sistema Formazione & Lavoro Framework Interoperabilità Sistema Open Data & Trasparenza Cooperazione applicativa (SPCoop) Digital Library Applicativa (Web Services) CIFRA 2 PSR 2 Ragioneria Sistema Gestore Bandi, Avvisi, Procedimenti Autorizzatori (Sistema Puglia 2.0) Sistema Gestore Documentale e Workflow Management (Diogene) Infrastruttura Database Eterogenei (Storage alfanumerici e GIS) Sistemi di Servizio Sistema P.E.C. Protocollo Informatico MIR 2 Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 4

5 Obiettivi e risultati attesi Criteri guida per il SIR RP Ottimizzazione delle risorse informatiche e informative Unica interfaccia da cui entrare nei diversi ambienti applicativi verticali o orizzontali Unica login per accedere in modalità single sign on al portale regionale e di seguito agli altri sistemi applicativi con i diritti di accesso appropriati assegnati al proprio account Unico gestore documentale in cui siano contenuti tutti gli Atti di tutti i procedimenti regionali Modalità standard per la gestione dei procedimenti automatizzati Integrazione dei sistemi informatici esistenti e di nuova realizzazione Integrazione delle banche dati Dismissione dei siti web non più aggiornati Nuovo portale istituzionale Cooperazione applicativa con il sistema di Identity Management regionale (IdP) Accessibile dagli applicativi verticali che gestiscono specifici procedimenti automatizzati Accessibile dall interfaccia del gestore documentale stesso, secondo una logica basata sul Titolario (Procedimenti); Gestione dei flussi procedurali mediante strumenti di workflow (automatici e/o parzialmente automatizzati) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 5

6 Obiettivi e risultati attesi Sistemi abilitanti (trasversali) Azioni/Progetti Linea Porta unica di accesso istituzionale Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Sistema Open Data & Trasparenza LOD 2.0 (gestione dataset open regionali) EDEMAT 2 (gestione trasparenza e albo telematico) Dematerializzazione Intranet Regionale di Servizi EDEMAT 2 (gestione bandi e procedimenti autorizzatori) DIOGENE 2.0 (gestione documentale a norma) CIFRA 2.0 (gestione atti e deliberazioni linea 1.3.6) EDEMAT 2 (gestione cruscotti direzionali, aree di lavoro on line, banca dati procedimenti regionali) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 6

7 Obiettivi e risultati attesi Sistemi settoriali (verticali) Azioni/Progetti Linea Salute Tutela Territorio Valorizzazione Territorio Semplificazione processi / Flussi Monitoraggio / Accountability Portale regionale della salute Sistema Informativo Sanitario Territoriale Sistema informativo della salute mentale Osservatorio dello sport regionale Sistema di monitoraggio urbanistico/territoriale Osservatorio del territorio e del paesaggio pugliese Sinapsi Protezione Civile SIRTUR sistema informativo regionale turistico Digital library Si.de.pa. Demanio e Patrimonio Empulia Affari Generali Fasciculus Avvocatura regionale, gestione pratiche ricorsi Sistema di monitoraggio e valutazione degli impatti delle politiche di sviluppo regionale Sistema di monitoraggio e valutazione degli impatti delle politiche di sviluppo rurale Piattaforma per la business intelligence, la gestione dei flussi informativi, l armonizzazione dei sistemi contabili, l analisi e la condivisione dei dati Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 7

8 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Revisione funzionale e realizzazione della nuova piattaforma tecnologica e di servizio a supporto della comunicazione istituzionale della regione e della erogazione delle informazioni aggiornate e qualitativamente certificate. Il progetto realizza una reingegnerizzazione funzionale e informativa dell attuale sito regionale all interno della quale definire e proporre un modello federato per la strutturazione del sito in cui fornire criteri per l individuazione delle categorie di verticalizzazioni informative realizzate utilizzando la metafora dei sub portali tematici. Sub portale Area Tematica Accesso ai Servizi Sub portale Servizi Portale Istituzionale RSS Flussi di scambio informazioni Redazione Centrale contenuti Portale Redazione contenuti di Area Tematica Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 8

9 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 ogni area tematica (sub portale) sarà implementata come sito di Liferay: concettualmente un sito èuna community ogni area tematica avrà uno o più utenti con ruolo redattore e uno o più utenti con ruolo amministratore ; un redattore può inserire contenuti nell area tematica, un amministratore può validare un contenuto (tramite Workflow interno), modificare i permessi di oggetti dell area un redattore di area inserisce un contenuto (news o documento) categorizzandolo nella maniera più opportuna; un redattore può scegliere una qualunque categoria da un qualunque albero di classificazione: in questo modo ogni redattore può inserire nella propria area tematica contenuti trasversali a più aree gli oggetti informativi creati all interno di un area tematica sono visibili da tutti ma modificabili/cancellabili solo da un redattore dell area o da un amministratore dell area o dalla redazione centrale la redazione centrale può inserire contenuti nel sito principale e gestire le informazioni globali e trasversali a tutti i siti. Ad esempio, gli stessi alberi di classificazione sono informazioni globali e visibili in ogni sotto area o sub portale; la redazione centrale ha controllo su tutti gli oggetti informativi Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 9

10 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Attività svolte Analisi strutturale delle aree tematiche e del tipo di oggetti informativi che verranno inseriti nel nuovo portale e del modo migliore per implementare questo nel nuovo ambiente tecnologico (Liferay, Java, MySQL) in termini di alberi di categorie, tags, siti e sotto siti, template di sito e di pagina ecc. Nuova grafica del Portale implementata e funzionante in ambiente di test Importazione delle news URP (circa 7600) e di press regione (circa 15400): le news sono state gestite senza un criterio unico, per cui in una news ci può essere un riferimento ad un file esistente su file system, o un link ad una immagine, o un link ad un sito esterno o un link ad una pagina dinamica. Sono stati riscontrati circa 2000 riferimenti errati (oggetti inesistenti o scritti male o path locali alla macchina del redattore). Ogni documento referenziato nella news ed esistente è stato importato nel sistema Importazione di delibere (circa 900), bandi (circa 8000) e resoconti (circa 300) Importazione di quelli che vengono chiamati documenti, ossia schede informative (eventualmente con allegati) relative a progetti, eventi, iniziative ecc (circa 8000); anche qui ci sono riferimenti interni da importare nel sistema Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 10

11 Avanzamenti progettuali Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Attività svolte Importazione BURP (circa 2900): fino ad un certo numero di bollettino (108 del 1999) il file del BURP unico in formato PDF veniva semplicemente inserito nel sistema; dal 109 in poi viene fatto quel lavoro di scomposizione del BURP in N file html consultabili a pezzi online; si importerà unicamente i BURP, indicizzandoli full text e con i metadati disponibili (nel pdf e negli abstract eventualmente presenti nei files esportati dal DB attuale) Importazione di Eventi (circa 1800): anche qui ci sono riferimenti a files interni o esterni Schema di classificazione dei Documenti (Aree tematiche, Tipologia, Argomenti) Annotazioni Su ogni documento PDF da importare viene eventualmente lanciato un processo di OCR, per cui anche per i documenti vecchi può essere fatta una indicizzazione full text. Su alcuni pdf, per quanto ottimizzato il processo di OCR, non è possibile ottenere il testo originario, ad esempio perché troppo scuro o chiaro oppure troppo deformato. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 11

12 Cronoprogramma progetto epuglia 2.0 Prima Versione nuovo portale Linee Guida e Procedure Gestione Knowledge base Seconda Versione Servizi di Addestramento Utenti Back office Luglio 2013 Ottobre 2013 Dicembre 2013 Novembre 2013 Dicembre 2014 Versione completa Progettazione Addestramento e HelpDesk Sviluppo e Integrazione portali esistenti WorkFlow e Servizi Mobile Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 12

13 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Cambiamento Integrazione / Cooperazione con i siti regionali esistenti Struttura tipica del sito esistente Componente Informativa Componente Informativa Specifica (modulistica, regolam., cc) Componente Erogazione Servizio telematico Linee Guida Redazionali e Tecniche Area Tematica Portale Istituzionale Sub Portale di Servizi RSS Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 13

14 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sito istituzionale della Regione Puglia epuglia 2.0 Cambiamento Redazione dei Contenuti tematici, Addestramento del team di redattori Schema classificazione contenuti Tagging RPP Predispone entità Informativa Pubblicazione Entità Informative Documenti News Eventi Articoli Inserisce o modifica Entità Informative Linee Guida Redazione Area Pubblicazione sub Portale GCC Redattore Verifica e validazione Entità Informative (news, newsletter, ecc) Area Content Provider Centrale Pubblicazione Entità Informative Sub Portale Tematico Repository Entità Informative del Portale (Diogene) Repository Entità Comuni (news, newsletter, video, ecc) Portale Regionale Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 14

15 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 DIOGENE realizza un insieme di soluzioni integrate e conformi alle normative nazionali e regionali (DigitPA, CRIPAL) in tema di amministrazione digitale, al fine di dare attuazione alle disposizioni delineate nel nuovo CAD Codice dell Amministrazione Digitale (D. Lgs. N. 82/2005 modificato dal Decreto Legislativo n. 235 del 30/12/2010) e nel DPR 445/2000 in tema di pubblica amministrazione digitale e la conseguente dematerializzazione dei documenti, finalizzata sia a migliorare i livelli di servizio erogati alle strutture interne regionali ed alle proprie comunità di utenti sia a rendere più efficienti ed efficaci i processi interni di lavorazione (back office) Piattaforma abilitante per la dematerializzazione Sistema infrastrutturale per la gestione documentale Addestramento del personale e diffusione delle pratiche per la dematerializzazione su larga scala Obiettivi di fondo evitare la produzione di nuova carta eliminare il cartaceo esistente non di interesse storico o culturale ottenere risparmi diretti (carta, spazi,...) attivare risparmi indiretti (tempo, efficienza,...) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 15

16 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Il sistema DIOGENE permette di: Archiviare e condividere documenti digitali Inviare e ricevere e PEC e di monitorarne la consegna Gestire automaticamente le ricevute di Accettazione e Consegna di ogni singola PEC Protocollare automaticamente tramite Protocollo Informatico i documenti, le PEC e gli allegati Firmare un documento tramite Firma Digitale Assegnare Fascicoli e Documenti e controllarne lo stato di lavorazione Gestire le CheckList delle Piste di Controllo e monitorare l attività dell Organismo Intermedio Strumenti di gestione di Rubrica e Agenda anche condivisa Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 16

17 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Tutte le strutture regionali devono accedere a DIOGENE e utilizzare la PEC, la Firma Digitale (e la firma elettronica avanzata) e il Protocollo Informatico Ogni Struttura regionale potrà avere il proprio sistema verticale che utilizza DIOGENE per memorizzare i propri documenti ufficiali (procedimenti informatizzati) I documenti avranno un ciclo di vita sempre DIGITALE Nuovi strumenti per il monitoraggio e la gestione dei processi: es. assegnazione di fascicoli, passaggio di fascicoli tra strutture e avvocatura regionale, ecc Abbattimento dei Costi di Gestione della Infrastruttura Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 17

18 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Attività svolte DIOGENE 2.0 M.1 Centro Servizi e attività di Sviluppo e Integrazione Sono state selezionate 12 unità di personale tecnico di cui 4 di profilo assistenza utenti e 8 di profilo idoneo allo sviluppo. Il personale è stato adeguatamente istruito sui temi della gestione documentale e sulle tecnologie da adottare Tutte le postazioni di help desk e sviluppo sono state dotate di ThinClient, con software Open Source e agiscono su server virtuali in modalità Cloud al fine di risparmiare sui costi di gestione a regime del CSD Al momento il CSD è attivo sia per le attività di sviluppo che di affiancamento Si stanno redigendo i contenuti per la Piattaforma di e Learning che sarà disponibile entro il mese di Giugno e disponibile per tutti i sistemi del SIRP Sono state redatte le procedure per l'adozione di Diogene che andranno ad integrare il Manuale di Gestione del Protocollo Nell'ambito delle attività di attivazione, in attesa della approvazione dei piani e delle procedure si stanno completando le attivazione di personale e PEC già avviate in precedenza o funzionali alla gestione di altri progetti. In data 20/05/2013 sono stati attivati e avviati all'uso del sistema 80 nuovi utenti e 40 nuovi indirizzi PEC. A partire dal 1/1/2013 il sistema ha gestito circa nuovi documenti. Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 18

19 Avanzamenti progettuali Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Attività svolte DIOGENE 2.0 M.1.1 Integrazione Protocollo Informatico e IDP Le attività di sviluppo sono state avviate e alcuni componenti completati È stata definita la procedura per l integrazione Protocollo Informatico Diogene, attualmente in sperimentazione presso il servizio Accreditamento e Programmazione Sanitaria dove vi era una urgenza legata alla fornitura del precedente sistema informativo DIOGENE 2.0 M.2 Integrazione Sistemi Verticali Avviata la definizione di un servizio Gateway I Web Services sono già disponibili ed utilizzati dal sistema di Protocollo Informatico, Fapers (Fascicolo del Personale) e SIT Rilevazione e Analisi delle change request degli altri sistemi che integreranno Diogene. Il confronto ègiàstato avviato con MIR, CIFRA, Empulia e deve essere solo formalizzato Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 19

20 Cronoprogramma Diogene 2.0 Avvio Centro Servizi Dematerializzazione Costituzione Focus Group Avvio Addestramento Linee Guida e Procedure per la Regione Puglia Digitale Sistema di Conservazione Addestramento Utenti Gennaio 2013 Febbraio 2013 Marzo 2013 Maggio 2013 Ottobre 2013 Gennaio 2014 Giugno 2014 Pronti per l integrazione OpenSource Progettazione Addestramento e HelpDesk Sviluppo e Integrazione Verticali WorkFlow, OpenSource e Mobile Sistema di Conservazione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 20

21 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sistema Gestione Documentale DIOGENE 2.0 Cambiamento Aggiornamento e consolidamento del nuovo Titolario di classificazione anche in funzione della conservazione sostitutiva Applicazione di nuove Procedure per la gestione dei documenti DIGITALI e cartacei Revisione del Manuale di Gestione del Protocollo Informatico per il trattamento delle PEC e dei flussi digitali in Ingresso euscita Introduzione di meccanismi di Workflow documentali per la gestione dei Fascicoli Digitali Tutte le strutture regionali devono accedere a DIOGENE e utilizzare la PEC, la Firma Digitale (e la firma elettronica avanzata) e il Protocollo Informatico Ogni Struttura regionale potrà avere il proprio sistema verticale che utilizza DIOGENE per memorizzare i propri documenti ufficiali (procedimenti informatizzati) I documenti avranno un ciclo di vita sempre DIGITALE Nuovi strumenti per il monitoraggio e la gestione dei processi: es. assegnazione di fascicoli, passaggio di fascicoli tra strutture e avvocatura regionale, ecc Abbattimento dei Costi di Gestione della Infrastruttura Costituzione di un Focus Group permanente sulla gestione documentale e dematerializzazione che definisca il flusso dei documenti, gli strumenti normativi di riferimento, i regolamenti/procedure regionali da approvare per l attuazione del processo di dematerializzazione Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 21

22 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Realizzazione della piattaforma tecnologica di servizi Intranet a supporto del ciclo di vita di gestione delle pratiche e delle attività svolte dai gruppi di lavoro di qualsiasi livello organizzativo (area, servizio, ufficio). In particolare, il progetto intende sperimentare ed introdurre nei processi gestionali correnti: un unico punto di accesso ai servizi di gestione delle pratiche, delle istruttorie, del monitoraggio delle azioni agevolative, e più in generale delle attività correnti in conformità alle nuove disposizioni del CAD in materia di gestione di istanze telematiche e di transazioni verso la PA il sistema di gestione dei bandi e avvisi telematici in ottica di servizio per tutte le strutture regionali (ivi incluse le agenzie e partecipate regionali) che gestiscono incentivi e agevolazioni creazione di un portale dinamico capace di fornire ai singoli utenti, così come ai referenti d area, una consolle di lavoro, comprensiva di tutte le procedure applicative e dei servizi interattivi necessari a svolgere nel miglior modo possibile le proprie funzioni secondo il proprio ruolo aziendale completa identificazione e profilazione di tutti gli utenti che accedono alla Intranet, sia dipendenti della Regione sia dipendenti degli enti strumentali ad essa collegati una maggiore integrazione applicativa e funzionale con i sistemi informativi in essere nell amministrazione regionale, favorendo e abilitando i necessari scambi di flussi informativi e di modelli di processo condivisi (accesso e consultazione on line dei fascicoli, trasmissione di documentazione da parte delle strutture di Servizio regionali, monitoraggio attività, ecc.) un insieme integrato di strumenti di comunicazione formale a validità legale (Posta Elettronica Certificata rilasciata dal Centro Tecnico Rupar) sia verso l esterno che verso gli uffici e strutture operative interne (Posta elettronica con eventuale firma elettronica) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 22

23 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Servizio di Gestione degli accessi Autorizzazione IdP Identity Provider Regionale Fascicoli Personale Cruscotti Direzionali Gruppi Lavoro Gestione Bandi, Avvisi alle Imprese Gestione Concorsi Gestione Bandi, Avvisi alle Famiglie Catalogo delle Iniziative regionali Censimento Determine Albo telematico Censimento Procedimenti Sistemi di Servizio Diogene. Sistema COBRA Sistema Perform. Statistiche Gestione Istruttorie e Notifiche Gestione Procedimenti Autorizzatori Servizi di cooperazione e interoperabilità MIR 2 SP Istanze SP Istruttorie Repertorio profili Base Dati Sintesi SP Anagrafe imprese SP Anagrafe soggetti SP Catalogo Incentivi SIT CV Bilancio Competenze Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 23

24 Avanzamenti progettuali Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Attività Svolte Bandi Telematici su Titolo II (Ordinario e Turismo) Sistema Censimento Determinazioni Sistema di supporto gruppo Monitoraggio SEPAC Organizzazione dati e profilazione utenti sulla Contabilità Regionale. I dati importati sono messi a disposizione del MIR e sono indispensabili per il caricamento da parte degli utenti MIR dei dati di rendicontazione Attivazione e gestione sui Social network delle pagine Sistema Puglia Sistema di Gestione Rassegna Critica Adeguamento Sistema di invio Ultimissime e Newsletter Bando Consorzi Fidi: Adeguamento alle nuove regole del bando della procedura telematica utilizzata nella precedente edizione Censimento dei procedimenti amministrativi Manutenzione, gestione ordinaria e supporto tecnico Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 24

25 Cronoprogramma progetto EDEMAT 2 Nuovo Sistema di messaggistica Prima Versione Intranet Adeguamento sistema di autenticazione IdP Seconda Versione Intranet Apps mobile Servizi di Back office Addestramento Utenti Marzo 2013 Dicembre 2013 Novembre 2013 Luglio 2014 Ottobre 2014 Dicembre 2014 Progettazione Estensione bandi telematici e assistenza tecnica Sviluppo e Integrazione servizi Intranet Strumenti Web 2.0 Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 25

26 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Dematerializzazione e Intranet regionale EDEMAT 2 Cambiamento Ridefinizione del modello di gestione degli incentivi e bandi telematici Flusso di gestione delle determinazioni Sistema di gestione delle rendicontazioni telematiche presentate dalle imprese Introduzione del sistema di customer satisfaction sui servizi erogati dalla Intranet / Extranet Nuovo sistema di interfacciamento verso il sistema MIR 2 per il monitoraggio della spesa comunitaria Estensione a tutte le strutture di Servizio del cruscotto direzionale dei capitoli di spesa Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 26

27 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Realizzazione e sperimentazione di una piattaforma tecnologica e una serie di strumenti info telematici per la organizzazione, raccolta e fruizione secondo gli standard tecnici attualmente utilizzati in ambito open government del patrimonio di dati generati e gestiti dalle diverse applicazioni/portali regionali. La piattaforma farà uso di architetture service oriented, che renderanno più semplice e flessibile lo scarico e l utilizzo delle informazioni, permettendo la realizzazione di nuove applicazioni e servizi a valore aggiunto, sia da parte della Pubblica Amministrazione Locale che da parte di imprese, associazioni o privati cittadini. La piattaforma intende favorire e promuovere nella sua fase successiva alla sperimentazione progettuale il riutilizzo di tutte le categorie di dati aggregati e anonimi e di tutti quei dati la cui diffusione non comporti alcuna violazione di norme di leggi vigenti (in particolare la normativa in materia di diritto d autore, privativa industriale, segreto statistico e commerciale, riservatezza dei dati personali) e/o di interessi pubblici prevalenti. LOD_RP è un iniziativa nata per divulgare la politica regionale in tema di open Government quale obiettivo essenziale e prioritario del processo di modernizzazione tecnologica della Regione Puglia nonché del diritto di ogni cittadino ad accedere a tutte le informazioni e ai servizi forniti dalla Pubblica Amministrazione, favorendo l eliminazione di ogni barriera dovuta all uso di standard non aperti. La Legge Regionale n. 20 del 27 Luglio 2012 (art.2).. agisce in coerenza e in continuità con le norme regionali in materia di trasparenza e avvia un processo di diffusione dei dati liberamente accessibili per tutti (open data) per una Pubblica Amministrazione aperta ai cittadini in termini di partecipazione al percorso decisionale (open Government). Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 27

28 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Definizione del modello organizzativo di raccolta, aggregazione, rappresentazione in formati standard e erogazione dei dati open Adozione del modello per un ambito di applicazione sperimentale degli open data regionali, a partire dai dati disponibili nel contesto dei bandi telematici, degli atti amministrativi, del bilancio regionale Progettazione e realizzazione gli ambienti info telematici per l implementazione del modello di Open Data regionale (classificazione, rilevazione dei dati, trasformazione dei formati, presentazione, erogazione) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 28

29 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Approccio metodologico: le Fasi del processo Per ogni fase: Cosa: azioni da compiere Quando : tempi Come: modalità operative Chi: ruoli e responsabilità Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 29

30 Avanzamenti progettuali Sistema Open Data & Trasparenza Attività Svolte Prima versione del sito Pubblicati i primi Data set regionali. Questi primi Data set presenti nel catalogo contribuiscono al percorso partecipato avviato con il Laboratorio SmartPuglia del progetto Capacity Sud, per il disegno di un nuovo approccio programmatico alla definizione della strategia regionale per la ricerca e l'innovazione basata sulla specializzazione intelligente.. 1. LA RICERCA NELLE GRANDI IMPRESE: I CONTRATTI DI PROGRAMMA (Azione PO FESR ) 2. LA RICERCA NELLE MEDIE IMPRESE: I PROGRAMMI INTEGRATI DI AGEVOLAZIONE (Azione PO FESR ) 3. LA RICERCA INDUSTRIALE NELLE PMI: IL BANDO RICERCA PER LE PMI (2008) (Azione PO FESR ) 4. L'INNOVAZIONE: AIUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INNOVATIVE OPERATIVE E DI NUOVA COSTITUZIONE (Azione PO FESR ) 5. LA RICERCA COLLABORATIVA: LA RETE DEI LABORATORI PUBBLICI (Azione PO FESR ) 6. LA FILIERA DELLA CONOSCENZA E LE ALLEANZE PER L INNOVAZIONE: GLI UFFICI ILO (Azione PO FESR ) 7. LA RICERCA COLLABORATIVA: I PARTENARIATI REGIONALI DELL INNOVAZIONE 8. IL BANDO PER L'EROGAZIONE DI SERVIZI PER LE SPIN OFF AD ALTO CONTENUTO DI CONOSCENZA 9. L'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI RICERCA: I PROGETTI STRATEGICI 10. L'ACCORDO DI PROGRAMMA QUADRO IN MATERIA DI RICERCA: I PROGETTI ESPLORATIVI 11. L'ITC: GLI AIUTI PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI (BANDO 2010) (Azione PO FESR ) 12. L'ITC: GLI AIUTI PER LA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL'INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI (BANDO 2011) (Azione PO FESR ) Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 30

31 Cronoprogramma progetto LOD RP Prima Versione Linee Guida Prima Versione sistema Servizi di Assistenza Utenti Strumenti di Browsing Sistema di gestione Dataset Back office Luglio 2013 Dicembre 2013 Marzo 2014 Giugno 2014 Progettazione e Analisi Rilevazione Dataset candidati Addestramento e HelpDesk Sviluppo strumenti di gestione e pubblicazione Dataset Motori di ricerca Linked Open data Assistenza tecnica specialistica, manutenzione Management del progetto Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 31

32 Impatti tecnico-organizzativi organizzativi Sistema Open Data & Trasparenza Cambiamento Integrazione / Cooperazione tra le applicazioni Settoriali e Open Data Funzionalità di estrazione dati dalle basi dati già esistenti Validazione dei Data Set candidati Verifica di applicabilità della licenza d uso dei Data set pubblicati Pubblicazione dei dati oggetto di Trasparenza in modalità Open Data Pubblicazione nel formato coerente con gli standard Open Data Referenziazione dei Data Set all interno dell albero della Trasparenza Incontro del 4 Giugno 2013 Quadro di sintesi del SIR-RP S 32

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi

p.geri@comune.pisa.it Telefono 050-910385 Direzione Sistemi Informativi UO automazione flusso documentale Personale e Sistemi informativi Titolo Dematerializzazione documentale Amministrazione Comune di Pisa Provincia Pisa Regione Toscana Sito Internet http://www.comune.pisa.it PEC comune.pisa@postacert.toscana.it Referente Geri Patrizio

Dettagli

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia

Tabella 6: Tipologie di azioni della Società dell Informazione, Progetti di InnovaPuglia Tabella 6: della Società dell Informazione, Asse I - Infrastruttura a banda larga 1. Completamento della copertura a banda larga degli Enti pubblici e dei siti strategici per l erogazione di servizi di

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014

L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA. Bologna, 01 luglio 2014 L azione organizzativa come leva per raggiungere gli obiettivi della digitalizzazione della PA Il Percorso intrapreso dalla Regione Emilia-Romagna Grazia Cesari Evento organizzato in collaborazione con

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA

IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA IL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DIGITALIZZATO IN BANCA D ITALIA Carlo Pisanti Direttore Centrale - Banca d Italia Accademia dei Lincei Roma, 9 luglio 2010 Slide 1 Quali sono le finalità a cui deve provvedere

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati Agenzia per l Italia Digitale 21-11-2014 L «ecosistema» della gestione dei documenti informatici PROTOCOLLO INFORMATICO FIRME ELETTRONICHE

Dettagli

PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA

PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA PORTALE REGIONALE DELLA SISMICA IL SISTEMA DI GESTIONE ELETTRONICA DELLE PRENOTAZIONI Napoli, 4 luglio 2012 Francesco Castagna Coordinatore Commissione Informatica, Ordine Ingegneri della Provincia di

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA Roma, 24 luglio 2014 LA FATTURAZIONE ELETTRONICA Pubblichiamo di seguito un documento dell Agenzia per l Italia Digitale (AGID) che illustra le principali caratteristiche del passaggio alla fatturazione

Dettagli

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Agenda Digitale Toscana I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Laura Castellani ICT e crescita Nell Agenda Digitale Europea la Commissione ha indicato ai Paesi membri obiettivi per il 2020

Dettagli

Capitolato speciale per la fornitura di

Capitolato speciale per la fornitura di ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione

Dettagli

Protocollazione della corrispondenza. 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network

Protocollazione della corrispondenza. 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network Protocollazione della corrispondenza 18 Novembre 2014 Matteo Arosio Dedagroup ICT Network 2 Agenda Il progetto per l implementazione del sistema di protocollo e gestone documentale presso Commerfin Il

Dettagli

Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione

Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione Dai sistemi documentari al knowledge management: un'opportunità per la pubblica amministrazione Reingegnerizzazione dei sistemi documentari e knowledge management Paola Montironi Quadro di riferimento

Dettagli

Governo dei progetti IT in una grande organizzazione

Governo dei progetti IT in una grande organizzazione Governo dei progetti IT in una grande organizzazione Alessandra Sbezzi Direttore Finanza Pubblica Roma 20 gennaio 2011 Alessandra Sbezzi Consip S.p.A. Dal 1998 in Consip o Direttore dei Sistemi Informativi

Dettagli

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI

Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Il Codice dell Amministrazione Digitale IL SISTEMA DI GESTIONE INFORMATICA DEI DOCUMENTI Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it 1 Definizione 1 E un servizio, obbligatorio

Dettagli

L esperienza di San Giuliano Milanese

L esperienza di San Giuliano Milanese Sistema di Gestione Flussi Documentali COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE L esperienza di San Giuliano Milanese Dott.ssa Laura Garavello Responsabile dei servizi di supporto gestionale OBIETTIVI DELL AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

IL NUOVO CODICE DELLA

IL NUOVO CODICE DELLA IL NUOVO CODICE DELLA AMMINISTRAZIONE DIGITALE Il nuovo CAD in pillole Collana di Minigrafie Tecnologia dei Processi Documentali fondazione siav academy Il Nuovo Codice dell amministrazione digitale in

Dettagli

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30

FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 PROGRAMMAZIONE 2014-2020 DEI FONDI SIE PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE GOVERNANCE E CAPACITA ISTITUZIONALE FORUM PA 2015 LA PA DIGITALE ROMA 26 MAGGIO 14.30.15.30 Il PON Governance e capacità istituzionale

Dettagli

L archivio di impresa

L archivio di impresa L archivio di impresa Mariella Guercio Università degli studi di Urbino m.guercio@mclink.it Politecnico di Torino, 25 novembre 2011 premessa L archivistica è una disciplina della complessità, aperta, basata

Dettagli

La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive

La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive Prof. Pierluigi Ridolfi Componente CNIPA Roma - 12 ottobre 2006 1 Cosa è stato fatto Gruppo di lavoro interministeriale

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014 50888 50889 50890 Sezione 1 - Offerta Formativa Trasversale e di Base Sezione Percorso Il sistema e le procedure degli Uffici Giudiziari Formativo Obiettivi del modulo Livello Durata (in ore) Prerequisiti

Dettagli

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM Agenda 1. Dematerializzazione dei flussi amministrativi 2. Gli elementi

Dettagli

Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti

Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti Semplificare e centralizzare la gestione delle informazioni e dei documenti ActiveInfo è un evoluto sistema di Enterprise Content Management specializzato nella gestione delle informazioni disperse negli

Dettagli

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale

Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Sistema di protocollo informatico e gestione documentale Roma, 8 aprile 2002 Roberto Bettacchi Direttore Business Unit P.A. r.bettacchi@agora.it Scenario di riferimento I DIECI OBIETTIVI DEL GOVERNO PER

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici

Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici Regione Toscana Direzione generale Organizzazione Tra cartaceo e digitale: gestione e conservazione degli archivi degli enti pubblici ANAI Marche Fermo, 28 novembre 2012 Ilaria Pescini PO Archivi e sistema

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Evoluzione del CST CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Evoluzione del CST 1. Introduzione Il prossimo 30 settembre 2008 termina il progetto di esercizio sperimentale dei servizi e, quindi, il Centro Servizi

Dettagli

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile

Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile L. 18 giugno 2009, n. 69 1 e 2 Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile (Estratto relativo all Amministrazione digitale) Art. 24

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23

Mercoledì, 26 novembre 2014. slide 1 di 23 La transizione al digitale per gli enti pubblici locali opportunità e criticità operative sala Zodiaco Sede della Provincia di Bologna Mercoledì, 26 novembre 2014 slide 1 di 23 Gli argomenti Saluti e introduzione

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE ISTITUTO TECNICO SETTORE TECNOLOGICO E. SCALFARO Piazza Matteotti, 1 88100 CATANZARO Codice Fiscale 97028930796 0961-745155 FAX 0961-744438 E-Mail: cztf010008@istruzione.it - PEC:cztf010008@pec.istruzione.it

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Bertinoro Provincia di Forlì-Cesena PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE

CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE CAMERA DI COMMERCIO DI CAMPOBASSO: UN ENTE DIGITALE La Camera di Commercio La Camera di Commercio è un ente autonomo di diritto pubblico che svolge, nell ambito della circoscrizione territoriale di competenza,

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale

Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale Giorgetta Bonfiglio-Dosio Università degli Studi di Padova Software libero e riuso in un sistema di gestione documentale (Padova, 3 novembre 2010) GBD Che cos è un sistema? GALILEO GALILEI (1623) «Pluralità

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI 1. Premessa Con raccomandazione del 27/10/2011 - digitalizzazione e accessibilità dei contenuti culturali e sulla conservazione digitale - la

Dettagli

ForumPA 2011 Il piano egov 2012: obiettivo Università 9 Maggio 2011

ForumPA 2011 Il piano egov 2012: obiettivo Università 9 Maggio 2011 ForumPA 2011 Il piano egov 2012: obiettivo Università 9 Maggio 2011 Ing. Paolo Donzelli Direttore Generale Ufficio Studi e progetti per l innovazione digitale Dipartimento per la digitalizzazione della

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av)

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Circolare DigitPA 1 dicembre 2011 n. 58 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 30 del

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE TRIENNIO 2012-2014 PIANI OPERATIVI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA

Presidenza del Consiglio dei ministri. Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA Presidenza del Consiglio dei ministri Agenda digitale italiana egovernment innovazione digitale nella PA 1 Agenda digitale italiana - Innovazione digitale nella PA - Infrastrutture abilitanti per la digitalizzazione

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

Il progetto BABEL. come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale. ForumPA 25 Maggio 2016

Il progetto BABEL. come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale. ForumPA 25 Maggio 2016 Il progetto BABEL come costruire e sviluppare un sistema di gestione documentale ForumPA 25 Maggio 2016 LE MOTIVAZIONI BABEL è un sistema integrato per la gestione dell archivio corrente, sviluppato dall

Dettagli

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce

Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce Regolamento sull ordinamento e l organizzazione dell Ufficio Relazioni con il Pubblico della Provincia di Lecce (ai sensi dell art. 8 della legge 150/2000) Approvato con Delibera di Giunta n. 273 del 6

Dettagli

Le comunicazioni telematiche in Toscana

Le comunicazioni telematiche in Toscana Le comunicazioni telematiche in Toscana Stampa Centro stampa Giunta Regione Toscana I N D I C E Le comunicazioni telematiche I canali di comunicazioni InterPRO e le Amministrazioni Pubbliche Come attivare

Dettagli

I VANTAGGI. Flessibilità

I VANTAGGI. Flessibilità E-LEARNING E-LEARNING La proposta E-Learning della suite Agorà di Dedagroup A CHI SI RIVOLGE L OFFERTA fornisce al cliente un sistema complementare di formazione a distanza sui prodotti della suite Agorà

Dettagli

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA

AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA ALLEGATO C PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE RISORSE SVILUPPO ORGANIZZATIVO E AFFARI ISTITUZIONALI AZIONI MIRATE PER LA TRASPARENZA 1 Mattiamoci la faccia: customer sui L ente ha già attivato un sistema di

Dettagli

Gestione documentale e Protocollo informatico

Gestione documentale e Protocollo informatico Gestione documentale e Protocollo informatico Settembre 2003 Cosa tratteremo La gestione dei documenti produzione, acquisizione, trasmissione organizzazione e conservazione reperimento ed accesso alle

Dettagli

Regolamento Sito Web Istituzionale del Comune di Motta Visconti

Regolamento Sito Web Istituzionale del Comune di Motta Visconti Regolamento Sito Web Istituzionale del Comune di Motta Visconti INDICE Art. 1 - Sito web istituzionale Art. 2 - Oggetto del Regolamento Art. 3 - Soggetti competenti e gestione sito web Art. 4 - Contenuti

Dettagli

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale

Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale Il Nuovo Codice dell Amministrazione Digitale Un nuovo Codice dell amministrazione digitale per una nuova PA Il nuovo Codice dell amministrazione digitale (CAD) stabilisce le regole per la digitalizzazione

Dettagli

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ]

[ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB ] 2011 Titolo del documento: Piano di adeguamento sito web Periodo di riferimento: Da Agosto 2011 N revisione: 1 Autore del documento: URP Data ultima versione: 30/08/2011 [ PIANO DI ADEGUAMENTO SITO WEB

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

PARTE SECONDA. VISTO il PO 2007 2013 FESR della Regione Puglia, come approvato dalla Commissione Europea con C(2007) 5726 del 20/11/2007;

PARTE SECONDA. VISTO il PO 2007 2013 FESR della Regione Puglia, come approvato dalla Commissione Europea con C(2007) 5726 del 20/11/2007; 50014 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 175 del 24 12 2014 PARTE SECONDA Atti regionali DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L IN NOVAZIONE 18 dicembre

Dettagli

Dematerializziamo! L esperienza di un assemblea legislativa.

Dematerializziamo! L esperienza di un assemblea legislativa. Dematerializziamo! L esperienza di un assemblea legislativa. Gualtiero Freiburger Elena Fenoglio Settore Affari istituzionali e Organismi di partecipazione e garanzia Settore progettazione, sviluppo e

Dettagli

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali

DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE. Lucia Picardi. Responsabile Marketing Servizi Digitali DEMATERIALIZZAZIONE, UNA FONTE NASCOSTA DI VALORE REGOLE E TECNICHE DI CONSERVAZIONE Lucia Picardi Responsabile Marketing Servizi Digitali Chi siamo 2 Poste Italiane: da un insieme di asset/infrastrutture

Dettagli

Dematerializzazione e Conservazione Digitale e Sostitutiva

Dematerializzazione e Conservazione Digitale e Sostitutiva Roma, 18 Maggio 2010 Dematerializzazione e Conservazione Digitale e Sostitutiva Fabrizio Ricci, Business Consultant Agorà Telematica Nata nel 1988, Agorà Telematica è un nome storico della Web Society

Dettagli

I valori di un prodotto disegnato da chi lo usa Vantaggi che garantiscono l'alta qualità del servizio

I valori di un prodotto disegnato da chi lo usa Vantaggi che garantiscono l'alta qualità del servizio Gestire, condividere e controllare le informazioni nei processi aziendali Dataexpert attraverso un evoluto sistema di Document Management, consente la gestione e la condivisione di flussi informativi aziendali

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA)

Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) Allegato A REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO E AL RIUTILIZZO DEI DATI PUBBLICI (OPEN DATA) REGOLAMENTO RELATIVO ALLA PUBBLICAZIONE, ALLA FACOLTÀ DI ACCESSO TELEMATICO

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE

LA DEMATERIALIZZAZIONE LA DEMATERIALIZZAZIONE IL PROCESSO INTEGRATO DEL PROTOCOLLO INFORMATICO CON LA ARCHIVIAZIONE INFORMATICA SOSTITUTIVA DEI DOCUMENTI RIDUZIONE DEI COSTI AMMINISTRATIVI. Lecce 2014 DEMATERIALIZZAZIONE Il

Dettagli

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012

GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 GIORNATA DELLA TRASPARENZA 2012 Pillole di Trasparenza Concorso Farmacie e Opendata Claudia Biffoli Direzione Generale del Sistema Informativo e Statistico Sanitario Ufficio IV ex DGSI Roma, 12 Dicembre

Dettagli

Addition, tutto in un unica soluzione

Addition, tutto in un unica soluzione Addition, tutto in un unica soluzione Addition è un applicativo Web progettato e costruito per adattarsi alle esigenze delle imprese. Non prevede un organizzazione in moduli, mette a disposizione delle

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3

DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA PRADAC INFORMATICA. L azienda pag. 1. Gli asset strategici pag. 2. L offerta pag. 3 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA L azienda pag. 1 Gli asset strategici pag. 2 L offerta pag. 3 Il management Pradac Informatica pag. 5 Scheda di sintesi pag. 6 Contact: Pradac Informatica Via delle

Dettagli

DoQui Progetto gestione documentale

DoQui Progetto gestione documentale Migrazione a Sistemi Open Source: Problematiche e Soluzioni in PA e Aziende Lugano, 06/02/2009 DoQui Progetto gestione documentale Domenico Lucà Direzione Piattaforme CSI-Piemonte Il CSI-Piemonte (Consorzio

Dettagli

Incontro allo stand Forum PA 2010

Incontro allo stand Forum PA 2010 Innovazione e pubblica amministrazione: la Direzione Generale per l organizzazione, gli affari generali, l innovazione, il bilancio ed il personale (DG-OAGIP) Incontro allo stand Forum PA 2010 19 maggio

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006

PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE. Maggio 2006 PROTOCOLLO INFORMATIZZATO, PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE DOCUMENTALE Maggio 2006 1 Evoluzione tecnologica 1 Negli ultimi anni le P.A. si sono fortemente impegnate nello sviluppo di reti di computer

Dettagli

Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo. Intelligent Capture & Exchange

Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo. Intelligent Capture & Exchange Gestione dei Documenti del Ciclo Passivo Intelligent Capture & Exchange Agenda Intelligent Capture & Exchange Le possibili soluzioni La gestione dei documenti del ciclo passivo Semplificazione Amministrativa

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO FOR MAZIONE PROFESSIONALE 5 agosto 2014, n. 756. standard professionali, intesi come caratteristiche

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO FOR MAZIONE PROFESSIONALE 5 agosto 2014, n. 756. standard professionali, intesi come caratteristiche 30334 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 113 del 21 08 2014 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SERVIZIO FOR MAZIONE PROFESSIONALE 5 agosto 2014, n. 756 P.O. PUGLIA F.S.E. 2007/2013 Asse V TRANSNA ZIONALITÀ

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario

Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2015 2017 1 1 Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano COMUNE DI TURRI Provincia Medio Campidano Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

Dematerializzare per Semplificare

Dematerializzare per Semplificare 1 Dematerializzare per Semplificare Dematerializzare non significa solamente il passaggio dalla carta al digitale. La semplificazione si ottiene solo con una profonda comprensione della complessità dei

Dettagli

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013 Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE della Conferenza di servizi telematica per l approvazione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA

COMUNE DI TERNO D ISOLA COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di BERGAMO Piano triennale di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (Art 24 comma 3bis D.L. 90/2014) INDICE 1)

Dettagli

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio

La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio del territorio La nuova Provincia come Comunità di area vasta al servizio dei Comuni e del territorio 28 aprile 2015 1 Legge 56/2014 Del Rio 85. Le province di cui ai commi da 51 a 53, quali enti con funzioni di area

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale

Contenuti. La gestione documentale al. Comune di Pisa. Comune di Pisa. Contenuti. LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale La gestione documentale al Contenuti LA RECENTE NORMATIVA La PEC Il Codice dell Amministrazione digitale IL PROTOCOLLO INFORMATICO La gestione dei documenti informatici e i flussi documentali Il B.P.R.

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA

LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA LA DEMATERIALIZZAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA Prof. ing. Pierluigi Ridolfi Convegno SIAV Torino - 10 maggio 2007 1 Valore economico Il flusso documentale vale almeno il 2% del PIL. Un risparmio

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO

SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO SIPEM è il servizio telematico promosso da ANCI, CNGeGL e CIPAG, frutto della stretta collaborazione in sede progettuale tra ANCITEL S.p.A.

Dettagli

DATA SYSTEM GROUP - Via Cefalonia n.70, 25124 Brescia - Tel. 030/8372940 - Fax 030/8084808 - info@datasystemgroup.it

DATA SYSTEM GROUP - Via Cefalonia n.70, 25124 Brescia - Tel. 030/8372940 - Fax 030/8084808 - info@datasystemgroup.it CHI SIAMO Data System Group Srl è tra le società leader di servizi di outsourcing in Italia specializzate nella scansione ottica, archiviazione, dematerializzazione di documenti cartacei, storage di documenti

Dettagli

Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione. Mauro Livraga

Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione. Mauro Livraga Il sistema di gestione informatica dei documenti e il manuale di gestione Mauro Livraga Sistema di gestione dei documenti Linee generali: Il sistema comporta la totale automazione delle fasi di produzione,

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli