Introduzione e obiettivi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione e obiettivi"

Transcript

1 Capitolato Fornitura chiavi in mano del software applicativo gestionale web based completamente integrato e comprensivo dei relativi servizi di assistenza e manutenzione e del portale istituzionale del Comune di Modugno (d ora in poi Ente). Sommario Capitolato... 1 Sommario... 1 Introduzione e obiettivi... 2 Articolo 1 - Oggetto del servizio - Durata contrattuale... 3 Articolo 2 - Importo posto a base di gara - Modalità di pagamento... 4 Articolo 3 - Specifiche minime della suite gestionale vincoli di fornitura... 5 Articolo 4 - Cronoprogramma delle Attività... 9 Articolo 5 - Servizi richiesti... 9 Articolo 6 - Descrizione del Servizio di Garanzia Articolo 7 - Servizio di Help di Help Desk Articolo 8 - Invariabilità dei prezzi Articolo 9 - Verifica di conformità della fornitura e del servizio Articolo 10 - Certificato di verifica di conformità Articolo 11 - Controlli - Penali Articolo 12 - Sospensione dell esecuzione del Contratto. Il verbale di sospensione.. 17 Articolo 13 - Attestazione di regolare esecuzione Articolo 14 - Risoluzione del Contratto Articolo 15 - Cauzione provvisoria e definitiva Articolo 16 - Divieto di cessione del contratto - subappalto - cessione dei crediti Articolo 17 - Stipula del contratto Articolo 18 - Divieto di notifiche introdotte dalla Ditta Articolo 19 - Varianti introdotte dall Ente Articolo 20 - Tracciabilità dei flussi finanziari Articolo 21 - Forma di manifestazione della volontà Articolo 22 - Spese contrattuali Articolo 23 - Luogo di esecuzione e Foro competente Articolo 24 - Norme di Rinvio Allegati

2 Introduzione e obiettivi L Amministrazione Comunale di Modugno (nel seguito Comune) ha da tempo avviato interventi di innovazione rivolti al potenziamento degli asset tecnologici interni, al perfezionamento dei propri modelli organizzativi e di processo, nonché all innalzamento della qualità dei servizi erogati all utenza esterna. Le recenti disposizioni normative introdotte tra l altro dal D. Lgs. 33/2013 e anche dalle ultime modifiche del Codice dell Amministrazione Digitale (CAD), unitamente alle opportunità legate agli sviluppi dell Information Technology e della Società della Conoscenza, sollecitano, oggi, un ulteriore fase di implementazione e alcuni adeguamenti normativi del Sistema Informatico Comunale (di seguito SIC) dell Ente. Pertanto oltre alla fornitura di quanto al presente Capitolato, l Ente intende ottenere almeno i seguenti obiettivi di carattere generale: trasparenza e possibilità di connessione da parte di utenti esterni (cittadini e/o istituzioni); rilascio certificati online; gestione SUAP e SUE e possibilità di poter monitorare lo stato di avanzamento dei relativi procedimenti da parte dei soggetti interessati; pagamenti online; gestione dei servizi a domanda individuale; integrazione di tutte le procedure gestionali dell Ente con il portale internet istituzionale (anch esso oggetto di questo Capitolato); connessione tramite la rete intranet da parte del personale comunale per la gestione di alcune attività (es. domande di ferie, buste paga, CUD); acquisizione di applicazioni da poter offrire in riuso ad altre amministrazioni che ne facciano richiesta ai sensi del CAD ed utilizzo delle procedure di riuso ad implementazione del SIC da parte dell Ente; interoperabilità e cooperazione applicativa ai sensi del CAD; Open data ai sensi dell Articolo 52 del CAD, Accesso telematico e riutilizzo dei dati delle pubbliche amministrazioni ; realizzazione del Sistema Informativo Territoriale (d ora in poi SIT) integrato con i software e le banche dati comunali; attività di benchmarking strategico per garantire un supporto decisionale all organo politico e alla dirigenza dell Ente; analisi dei dati e statistiche; Open Bilancio; aggiornamento delle soluzioni implementate ed in uso presso l'ente. 2

3 Articolo 1 - Oggetto del servizio - Durata contrattuale 1. Il presente appalto ha per oggetto la fornitura di una serie di applicativi gestionali, come definiti nell Allegato A, inclusivi della gestione documentale (di seguito Suite Gestionale) di tipo Web completamente integrata e comprensiva di un sistema hardware e/o software (d ora in poi hw e/o sw) e nel rispetto di tutte le specifiche tecnico-funzionali minime di cui al successivo art. 3. La fornitura hw e/o sw dovrà essere chiavi in mano ossia inclusiva dei servizi di cui all art. 5 del presente capitolato ed essere pienamente compatibile (a livello client, server e di rete) con l infrastruttura tecnologico-informatica dell Ente (sintetizzata nei successivi commi). L eventuale hw fornito dovrà avere caratteristiche tali da essere facilmente posizionato e installato presso l Ente nonché nelle attrezzature di contenimento degli apparati (es. armadi rack) eventualmente ivi presenti. Nel presente Capitolato si utilizzerà per brevità il termine software per indicare qualsiasi procedura o applicativo componente la Suite Gestionale suddetta e il termine server gestionale per indicare ogni singolo server necessario per l installazione della Suite Gestionale che dovrà essere predisposta dalla Ditta aggiudicataria (d ora in poi Ditta) nel rispetto delle specifiche tecnico-funzionali minime di cui al successivo art La fornitura di cui al presente capitolato dovrà rispettare quanto disposto da tutta la normativa vigente in materia: a. privacy e trattamento dei dati (v. D. Lgs. 196/2003 e s.m.i nonché le disposizioni e le direttive del Garante per la Privacy); b. sicurezza informatica (ad es. art. 50 bis del CAD); c. riuso, interoperabilità e cooperazione applicativa; d. utilizzo di software con codice a sorgente aperto e software libero; e. rappresentazione di dati e documenti in formato aperto (open data); f. pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni (v. D. Lgs 33/2013); g. accessibilità dei dati, delle informazioni e degli strumenti informatici (v. L.4/2004). 3. I server gestionali dell Ente sono basati principalmente sulle seguenti tecnologie: a. IBM OS/400; b. Microsoft Windows Server 2003 R2 Standard R2 Enterprise; c. Oracle VM VirtualBox (per la virtualizzazione delle risorse hw-sw); d. Database open source e proprietari: MySQL e MariaDB (open source), Microsoft SLQ Server 2005; e. Sistemi operativi e applicativi open source di vario tipo: Linux/Ubuntu, browser, ed a livello client supporta un ampia varietà di dispositivi: PC desktop e workstation, thin client, portatili, ecc. L infrastruttura di rete utilizzata dall Ente per collegare le varie sedi comunali e/o i client ai server si basa attualmente sulle seguenti tecnologie: a. ADSL/HDSL b. Wireless (Hiperlan/WiMax/Wi-Fi) c. fibra ottica (esclusivamente nei montanti/dorsali del Palazzo municipale di Piazza del Popolo) 3

4 Pertanto la Suite Gestionale dovrà essere pienamente compatibile con tale infrastruttura di cui la Ditta dovrà prendere visione durante il sopralluogo (obbligatorio come definito nell Allegato A al presente Capitolato). 4. Per ragioni di sicurezza la conoscenza approfondita dell attuale infrastruttura tecnologicoapplicativa dell Ente dovrà essere acquisita dalla Ditta in sede di sopralluogo come definito nell Allegato A). Durante il sopralluogo la Ditta avrà l onere di acquisire tutte le informazioni utili per la formulazione dell offerta tecnico-economica nonché, in accordo con Giuseppe D Ecclesia, tel cel , di effettuare tutte le verifiche tecniche e di test necessari per il soddisfacimento dei requisiti richiesti nel presente capitolato, senza che gli stessi comportino oneri a carico dell Ente. 5. I servizi di cui al presente appalto dovranno essere svolti per 44 mesi, naturali e consecutivi, a decorrere dalla data del collaudo, come meglio indicato nel presente capitolato; i software forniti contenenti la Suite Gestionale dovranno essere attivati secondo la tempistica indicata dalla Ditta in sede di offerta tecnica e nel rispetto di quanto stabilito dal presente Capitolato. Articolo 2 - Importo posto a base di gara - Modalità di pagamento 1. L importo posto a base di gara, salva esatta rideterminazione in sede di aggiudicazione, per lo svolgimento di tutte le attività oggetto del presente appalto ammonta a ,00 come da prospetto che segue: Piano dei conti per la fornitura, assistenza e manutenzione per software applicativi Imponibile IVA Totale A) Software, Licenza d uso, , , ,00 Conversione, Start Up. Addestramento come da presente capitolato Totale ,00 B) Manutenzione e Assistenza come da presente capitolato data presuntiva dal 01/05/2014 fino al 31/12/2017 Imponibile IVA Totale , , ,00 Totale ,34 Totale spesa per intera fornitura , , ,00 2. L importo di cui sopra lettera A), al netto del ribasso offerto, sarà fatturato dalla Ditta con le seguenti tempistiche e modalità: 4

5 a. il 70% dell importo suddetto per la fornitura, installazione e configurazione dei software componenti la Suite Gestionale per cui è prevista l immediata attivazione nonché per la relativa attività di migrazione dati oltre che per la fornitura del portale web; la fatturazione di tale importo dovrà avvenire entro 60 giorni dal completamento delle suddette operazioni e comunque non prima: i. della realizzazione delle integrazioni di cui all art. 5 comma 6; ii. della sottoscrizione del relativo certificato di collaudo o conformità; b. il 20% dell importo suddetto per l attività di formazione al personale dell Ente per l utilizzo dei software gestionali e del portale web di cui al punto precedente; la fatturazione di tale importo dovrà avvenire non prima del completamento della stessa; c. il 10% dell importo a Collaudo finale così come definito all Art L importo di cui sopra lettera B), al netto del ribasso offerto, sarà fatturato dalla Ditta a mensilità posticipate. 4. Qualora l Ente decida di non attivare o di disattivare (qualora già in esercizio) alcuni software gestionali vale quanto disposto dall art 3, comma L Ente si impegna a corrispondere gli importi dovuti entro 60 (sessanta) giorni dalla data di ricevimento da parte della Ditta di idonea fattura che potrà essere rilasciata a seguito dell accertamento del Responsabile dell Ufficio CED della regolarità della prestazione effettuata, e comunque non prima della sottoscrizione del relativo certificato di collaudo. Articolo 3 Specifiche minime della suite gestionale vincoli di fornitura La Suite Gestionale dovrà rispettare le seguenti specifiche tecnico-funzionali minime: 1. coprire tutte le aree tematiche di cui all Allegato A; la Ditta, per ciascuna area tematica, dovrà specificare nell offerta tecnica il dettaglio delle funzionalità offerte dalla suite nonché dai singoli software gestionali che saranno oggetto di apposita valutazione da parte dell Ente; nell ipotesi in cui la Ditta non disponga di tutti i software richiesti nell Allegato A, dovrà prevedere di rispondere in associazione temporanea di imprese (ATI) con chi possa completare l offerta; 2. essere in possesso delle funzionalità di integrazione con software esterni di interesse per l Ente secondo le specifiche e i vincoli di cui all art. 5 comma 6; 3. tutti i software gestionali che la compongono dovranno essere completamente integrati tra loro (utilizzando un sistema di autenticazione unico basato su single sign on ) e utilizzare un DBMS e un database unico (entrambi dovranno essere coperti da licenza Open Source); 4. essere pienamente compatibile con l infrastruttura informatica e di rete dell Ente (art. 1) nonché con le attrezzature di protocollazione (scanner documentali, etichettatrici), di stampa (stampanti nei vari formati), di gestione delle timbrature (orologi marcatempo), di 5

6 firma digitale e PEC già in uso presso l Ente e di emissione della carta di identità elettronica (CIE) che potrebbe essere in futuro attivata dall Ente; 5. prevedere una struttura ad elevato livello di modularità ossia tale che lo sviluppo di nuove funzionalità sia realizzabile semplicemente mediante sviluppo e installazione di nuovi moduli software e quindi senza alcun intervento sulla struttura generale della Suite Gestionale o comunque tale da compromettere la sua compatibilità e/o l integrazione con l infrastruttura tecnologica dell Ente; 6. essere Web based ossia immediatamente accessibile in modalità Web (da Intranet/Internet) tramite un browser Web ( any browser ai sensi anche della L.4/2004) nel rispetto dei requisiti e dei vincoli di compatibilità con l infrastruttura tecnologicainformatica dell Ente di cui all art. 1; qualora non sia disponibile una versione Full Web della Suite Gestionale inclusa nella fornitura, la Ditta dovrà realizzarne una, senza ulteriori oneri per l Ente, entro e non oltre il terzo mese dal collaudo, procedendo anche alla sua installazione, configurazione e parametrizzazione nonché all eventuale attività di migrazione dati (dalla versione attualmente in uso) e di formazione all utenza (art. 5 comma 5). Un software si definisce Full Web se Web based e accessibile dal Web (Internet/Intranet) da qualsiasi tipologia di client senza modificarne la configurazione originale (es. installazione plug-in, agent o software esterni o di terze parti, attivazione controlli ActiveX, diminuzione dei livello di sicurezza o di protezione del browser web, ecc.) e utilizzando i più diffusi sistemi operativi (Linux/Unix, Mac OS, Windows nelle diverse versioni, ecc.) e browser (es. Linux, Safari, Internet Explorer, Opera, Firefox, ecc.) attualmente in commercio sia di tipo open source che proprietario ; senza porre alcun tipo di vincolo sulla qualità (es. banda) o sulla configurazione della connessione (es. presenza o meno di proxy, di filtri antivirus, antispam, ecc.) Internet/Intranet utilizzata dall utente; senza effettuare particolari configurazioni sulla rete informatica comunale (es. definizione di particolari policy sul proxy, sui router, sui firewall (es. apertura porte), ecc.); 7. garantire la funzionalità di stampa (nei diversi formati) e senza installare (a livello client e/o server) agent o software di stampa proprietari o di terze parti di alcun tipo; 8. utilizzare un unico DBMS Open Source senza alcun costo di licenza per l Ente; tutti gli oneri per l eventuale acquisto di servizi professionali (es. subscription per assistenza sistemistica e/o di aggiornamento/upgrade del prodotto) associati al DBMS utilizzato e offerti dal produttore dello stesso saranno a carico della Ditta per l intera durata contrattuale; 9. oltre che con quanto precedentemente definito relativamente all integrazione con altri software, la Suite Gestionale dovrà integrarsi con software di produttività personale (es. documenti Office, OpenOffice, Libre Office eventualmente inglobati nella gestione documentale); tale software dovrà essere elencato nel documento relativo al sopralluogo; 10. essere certificata per poter funzionare ed essere installata anche in ambiente virtuale (Oracle Virtual Box) e in configurazione multi-tier ( multi livello ), che prevede per ragioni di efficienza e di sicurezza la distribuzione della logica applicativa su più livelli (es. application server, database server, ecc.) e quindi l utilizzo di più server; l attività di 6

7 installazione della Suite Gestionale dovrà essere effettuata dalla Ditta nell ambiente e nella configurazione suddetta; 11. implementare un sistema hw e/o sw di gestione documentale chiavi in mano per tutti i software componenti la Suite Gestionale; la soluzione offerta dovrà essere preferibilmente di tipo Open Source e garantire, per l intera durata contrattuale, almeno l archiviazione/salvataggio, la ricerca, la consultazione e l estrazione di tutti i documenti prodotti utilizzando la Suite Gestionale; tutti gli oneri per la fornitura (hw e sw), l installazione, la configurazione e di messa in esercizio del sistema di gestione documentale per l intera durata contrattuale saranno a carico della Ditta. Tra tali oneri rientrano anche l acquisto di eventuali licenze sistemistiche e/o applicative (inclusive di eventuali servizi di subscription offerti dal produttore per l erogazione di eventuali servizi di aggiornamento/assistenza sulle stesse) dovessero rendersi necessarie per il funzionamento del sistema per l intera durata contrattuale. La Ditta dovrà dettagliare nell offerta tecnica le specifiche tecnico-funzionali (a livello hw e/o sw) del sistema di gestione documentale offerto e la qualità di quest ultimo sarà oggetto di valutazione in sede di gara; il sistema di gestione documentale non dovrà prevedere canoni di servizio e, più in generale, costi di gestione annuali (es. servizi di hosting/housing, licenze d uso a rinnovo annuale su una o più componenti hw e/o sw, eventuali costi associati alle operazioni effettuate dal sistema di gestione documentale come ad es. produzione/trasformazione delle pagine dei documenti nei diversi formati, ecc.) a carico dell Ente che siano vincolanti per un pieno utilizzo del sistema stesso; il sistema di gestione documentale dovrà prevedere l utilizzo della firma digitale e della PEC in uso presso l Ente (da verificare durante il sopralluogo); 12. implementare, per ogni software oggetto del presente Capitolato e relativo Allegato A, un sistema di monitoraggio e di logging degli accessi (utenti e/o amministratore) che tenga traccia anche delle singole operazioni effettuate da ogni singolo utente in lettura e/o scrittura (es. visione atto, download file, modifica documento, ecc.) a livello applicativo e documentale; tale sistema dovrà implementare anche funzionalità di ricerca e di esportazione dei dati (almeno nei formati aperti e proprietari più diffusi, es. CSV, TXT, PDF, XML, MS Excel, MS Word, ODT, ODF, ODG, ecc.); 13. implementare funzionalità di elaborazione statistica (per consentire all Ente di effettuare un monitoraggio delle performance dei dipendenti) di esportazione dei dati (almeno nei formati aperti e proprietari più diffusi, es. CSV, TXT, PDF, XML, MS Excel, MS Word, ODT, ODF, ODG, ecc.); 14. implementare funzionalità per la creazione e la gestione di nuovi flussi procedimentali e documentali da parte dell Ente; 15. implementare funzionalità equivalenti o superiori a quelle offerte dai software gestionali attualmente utilizzati dall Ente al fine di garantire la continuità del servizi attualmente erogati; 16. Dovranno inoltre essere rispettati i seguenti vincoli di fornitura: a. al fine di garantire servizi ottimali di help-desk, garanzia, assistenza e manutenzione, tutti i software forniti dovranno essere sviluppati dalla Ditta o, in caso di ATI, almeno da una delle Ditte componenti l ATI stessa; 7

8 b. la Ditta dovrà presentare un piano di fornitura/attivazione dei software componenti la Suite Gestionale (per tutte le aree gestionali di cui all ALLEGATO A) prevedendo un cronoprogramma per la loro progressiva installazione e messa in esercizio, a partire da quanto richiesto nel successivo Articolo Cronoprogramma delle Attività. Il piano di fornitura/attivazione proposto dovrà garantire all Ente la continuità dei servizi applicativi e gestionali. Il cronoprogramma dovrà comunque tenere in considerazione che tutta la Suite Gestionale dovrà essere completata entro e non oltre 3 mesi (tre mesi) dalla stipula del contratto. L offerta economica dovrà essere preferibilmente compilata secondo il modello allegato al bando di gara, al fine di tener conto di tale piano di fornitura e distribuire i relativi costi sulle annualità di competenza, secondo quanto specificato all art. 2; c. saranno a carico della Ditta tutti gli oneri di fornitura, installazione e configurazione dei software sistemistici (es. sistemi operativi, DBMS, ecc.) o applicativi di terze parti (es. utility, reader, ecc.), il cui utilizzo è conforme ai requisiti di cui al presente capitolato e necessari per la predisposizione dei server gestionali suddetti nonché il corretto funzionamento della Suite Gestionale; d. L Ente potrà effettuare una richiesta di dismissione/disattivazione dei software in qualsiasi momento, qualora, nel corso del tempo, tali software dimostrino carenze strutturali, tecnologiche o funzionali tali da comportare: i. un aumento dei tempi di conclusione dei procedimenti; ii. difficoltà nell erogazione dei servizi all utenza da parte dell Ente; iii. gravi o evidenti problematiche di tipo tecnico o di compatibilità con l infrastruttura tecnologica dell Ente; iv. perdita parziale o totale delle funzionalità di integrazione con i software di cui all art. 5 comma 6; non risolvibili dalla Ditta nell ambito del servizio di garanzia di cui all art. 6. In tal caso l Ente dovrà inviare alla Ditta una comunicazione di rettifica della Suite Gestionale (con decorrenza ed effetto immediati) per mezzo PEC o raccomandata AR specificando quali software intende disattivare nonché le relative motivazioni tecnico-funzionali. Nel caso in cui l Ente comunichi alla Ditta la propria volontà di rettifica della Suite Gestionale la relativa fatturazione (art. 2) dovrà essere modificata tenendo conto dei nuovi piani di fornitura/attivazione (come modificati da tale comunicazione di rettifica ) nonché, per i software disattivati, del periodo di loro effettivo utilizzo. I corrispettivi da fatturare verranno rideterminati in applicazione di quanto indicato dalla Ditta in sede di offerta economica. Nelle ipotesi di cui ai punti precedenti la Ditta non avrà diritto alcuno alla richiesta di pagamento di eventuali risarcimenti o corrispettivi a qualunque titolo vantati, ivi compreso il mancato guadagno. Resta inteso che, nel caso di cui al precedente punto tutti gli eventuali oneri relativi alle necessarie attività di migrazione dati dal software dismesso\disattivato al nuovo software (funzionalmente equivalente a quello dismesso\disattivato) che l Ente acquisirà da altro fornitore per garantire la 8

9 continuità del servizio, sarà a totale carico della Ditta. La Ditta dovrà altresì garantire, nel periodo di passaggio al nuovo software, la continuità dei servizi erogati fornendo il servizio di garanzia (art. 6) anche sul software in fase di disattivazione senza che tale periodo venga conteggiato ai fini della fatturazione (art 2) come modificata dal disposto del punto d) precedente. Articolo 4 Cronoprogramma delle Attività Le consegne per le forniture/servizi richiesti nel presente Capitolato dovranno avere il seguente cronoprogramma: 1. Consegna prodotti Software. Questa attività dovrà essere erogata entro 6 gg. dalla data di stipula del contratto. 2. Installazioni e configurazioni. Questa attività dovrà essere erogata entro 30 gg. dalla data di stipula del contratto. 3. Recupero e conversione banche dati. Questa attività dovrà essere erogata entro 30 gg. dalla data di stipula del contratto. 4. Formazione e Avviamento Applicativo. Questa attività dovrà essere erogata a partire dal giorno successivo alla data di collaudo e andrà conclusa entro 3 mesi dalla data del contratto. È richiesto un Piano dettagliato di Formazione, articolato per tutte le applicazioni software a copertura del tetto complessivo di sedute pattuite e con un chiaro cronoprogramma delle attività formative e della logistica necessari. I corsi di formazione ed addestramento - espressamente rivolti al personale dipendente addetto alla gestione e conduzione dell infrastruttura tecnologica e della Suite Gestionale - saranno finalizzati al trasferimento delle competenze in relazione all amministrazione, alla gestione e alla conduzione operativa delle componenti applicative/funzionali dell Allegato A e all Allegato B (portale web). 5. Collaudo e collaudo finale. Il collaudo dovrà essere effettuato in contraddittorio con l Ente entro 30 gg. dalla data di conclusione del recupero e della conversione delle banche dati. Il Collaudo finale si intende superato se nei 6 mesi successivi al collaudo non si sono verificati contenziosi scritti tra Ditta e Ente. Articolo 5 - Servizi richiesti La fornitura dei software gestionali di cui all art. 3 precedente dovrà essere corredata dai seguenti servizi senza alcun onere aggiuntivo per l Ente: 1. attività di installazione, configurazione, parametrizzazione della Suite Gestionale e del sistema di gestione documentale (precedente art. 3 comma 11); 2. attività di migrazione dati dai software gestionali precedentemente utilizzati alla Suite Gestionale fornita; tale attività dovrà essere chiavi in mano ; sarà onere dell Ente fornire i backup dei dati oggetto della migrazione stessa; 3. attività di migrazione dati da alcuni archivi storici o banche dati di interesse per l Ente ma conservati in sistemi informatici legacy o non più coperti da contratti di assistenza e 9

10 manutenzione (tali archivi e banche dati potranno essere verificati e visionati in sede di sopralluogo) alla Suite Gestionale fornita; 4. attività di installazione e configurazione dei server gestionali necessari (secondo le specifiche tecnico-funzionali di cui all art. 3); 5. attività di formazione al personale dell Ente sull utilizzo di tutti i software gestionali inclusi nella fornitura (nonché sull utilizzo del sistema di gestionale documentale di cui all art. 3 comma 11 e sulle modalità di utilizzo del portale web, Allegati A e B) per almeno 50 gg di formazione complessive di cui almeno il 50% in modalità on site ; la Ditta, inoltre, dovrà effettuare senza ulteriori oneri per l Ente opportuna formazione al personale degli uffici comunali sull utilizzo della versione Full Web della Suite Gestionale (qualora questa venga sviluppata e fornita successivamente secondo quanto previsto all art. 3 comma 6) per un numero di giornate pari almeno al 40% di quelle previste per la versione Web ma con la medesima proporzione di giornate tra formazione on site e da remoto (teleassistenza e/o e-learning); per quanto riguarda le modalità di erogazione dell attività di formazione verranno preferite in sede di valutazione dell offerta tecnica nell ordine le seguenti: on site, teleassistenza (presenza da remoto di un operatore che, attraverso l ausilio di strumenti di telecontrollo della postazione informatica, guida l utente nell utilizzo e nell apprendimento di ogni funzionalità del software), e-learning (autoapprendimento mediante l ausilio di strumenti informatici di tipo didattico, es. video\presentazioni su DVD). L attività formativa in modalità e-learning sarà da concordare comunque preventivamente con l Ente. 6. Integrazione dei software gestionali inclusi nella fornitura con tutti gli applicativi attualmente in uso presso l Ente, non oggetto della presente gara, e che dovranno essere evidenziati nel documento di sopralluogo avvenuto (vedi Allegato A). L integrazione dovrà riguardare l esportazione in modalità completamente automatizzata delle banche dati individuate dall Ente e gestite tramite i software inclusi nella fornitura; la periodicità di esportazione dovrà essere parametrizzabile all interno della procedura di esportazione stessa. a. Tali integrazioni dovranno essere attivate entro le seguenti tempistiche: l integrazione citata dovrà essere realizzata ed attivata entro e non oltre 3 mesi dalla stipula del contratto ed essere chiavi in mano : sarà quindi onere della Ditta effettuare qualsiasi attività dovesse rendersi necessaria (analisi, progettazione, implementazione, sviluppo software, eventuali attività di migrazione dati, ecc.) per la realizzazione delle integrazioni suddette. In caso di aggiudicazione la Ditta dovrà certificare la presenza di tale integrazioni entro le tempistiche specificate nel cronoprogramma presentato in sede di offerta tecnica. La certificazione dovrà essere effettuata presentando un piano di implementazione sottoscritto con le Ditte che hanno sviluppato i software esterni oggetto dell integrazione richiesta o dai relativi committenti; b. attività di installazione, configurazione, parametrizzazione e di eventuale migrazione dati dalla versione Web a quella Full web dei software gestionali forniti, con relativa attività di formazione, secondo quanto previsto all art. 3 comma 6 precedente. 10

11 c. eventuali attività sistemistiche sui server gestionali o sul sistema di gestione documentale fornito (art. 3 comma 11) necessarie per l attuazione delle policy di sicurezza nonché di backup e di recovery dei dati dell Ente sulle banche dati gestite dai software componenti la Suite Gestionale. 7. realizzazione di un sistema di backup pianificato, non presenziato, di tutta la Suite Gestionale. Il sistema dovrà rispettare le norme di legge e direttive dell'agenzia per l'italia digitale ex DigitPA (es.: CAD, D.Lgs. 235/2010, etc.). Le eventuali operazioni di ripristino devono rispettare i dettami del disaster recovery e di continuità operativa delle norme precitate, all'interno di un piano proposto dalla ditta (in conformità con l art. 50 bis del CAD). La proprietà dei dati è dell Ente appaltante. Articolo 6 - Descrizione del Servizio di Garanzia 1. Ai fini del presente capitolato si utilizzerà per brevità il termine servizio di garanzia per indicare il servizio di garanzia, manutenzione e assistenza (come di seguito dettagliato) svolto dalla Ditta su tutto l hardware e il software fornito, a corredo delle attività di fornitura, installazione e configurazione degli stessi e senza prevedere ulteriori oneri per l Ente rispetto a quelli previsti dal presente Capitolato. La Ditta potrà includere nell offerta un servizio di garanzia a titolo gratuito per i primi 12 mesi di messa in esercizio del software e dell eventuale hardware fornito; tale servizio verrà considerato in sede di valutazione delle offerte; 2. Il servizio potrà essere erogato da remoto o, se necessario, per il ripristino della piena operatività del software e dell hardware fornito, in modalità on site (senza ulteriori oneri per l Ente); costituiscono parte integrante e sostanziale del servizio di garanzia i servizi di help-desk (art. 7). 3. In caso di guasti e/o malfunzionamenti dell hardware fornito per l implementazione del sistema di gestione documentale (art. 3 comma 11) il servizio di garanzia dovrà essere svolto necessariamente in modalità on site e saranno a carico della Ditta tutti gli oneri necessari per il ripristino della piena funzionalità dell hardware nonché quelli di gestione dei rapporti con il produttore dell hardware stesso (es. eventuale imballaggio e trasporto\spedizione del materiale). 4. Il servizio richiesto dovrà essere erogato secondo le seguenti specifiche e linee guida nonché prevedere le attività sotto indicate: 4.1. attività di monitoraggio sulla presenza o l introduzione di nuove disposizioni (incluse direttive che comportino per l Ente una notevole semplificazione a livello amministrativo e procedimentale o una riduzione nei tempi di erogazione dei servizi) normative e legislative che richiedono una modifica (o aggiornamento) parziale o totale (sia a livello funzionale che strutturale) dei software gestionali forniti. In tal caso l attività di modifica del software gestionale dovrà essere: effettuata dalla Ditta senza ulteriori oneri per l Ente; preventivamente notificata all ufficio CED dell Ente; effettuata con congruo anticipo rispetto all entrata in vigore di tali variazioni (o disposizioni) normative e legislative e previo accordo con l ufficio CED dell Ente; 11

12 corredata da opportuna formazione al personale dell Ente per un corretto utilizzo della nuova versione del software e del portale web; qualora gli aggiornamenti\upgrade ossia comportino modifiche rilevanti, invasive o strutturali (ad. es. modifica completa dell interfaccia utente), ossia major release, almeno il 50% della formazione (il cui piano dovrà essere concordato e condiviso con l ufficio CED dell Ente) dovrà essere effettuata on site ; in caso contrario ( minor release, es. rientrano in questa categoria l aggiunta o rimozione dall interfaccia utente di singoli campi) la formazione potrà essere effettuata anche in teleassistenza. La classificazione (major release, minor release) delle modifiche software verrà effettuata dall ufficio CED dell Ente e comunicata alla Ditta che ne prenderà atto per la pianificazione della relativa attività di formazione; 4.2. installazione di eventuali patch/fix, aggiornamenti/upgrade (compresi quelli necessari per supportare nuove funzionalità o modifiche strutturali del software indotte da modifiche o nuove disposizioni a livello legislativo) per tutti i software gestionali forniti; 4.3. installazione di eventuali patch/fix, aggiornamenti\upgrade per i software sistemistici/applicativi (database, sistemi operativi, utilities/reader, ecc.) componenti la configurazione dell hardware di cui al comma 3 precedente nonché di quei server gestionali virtuali (es. database server, application server, ecc.) predisposti per il funzionamento di tutti software gestionali inclusi nella fornitura nel rispetto delle specifiche tecnico-funzionali di cui all art. 3; la Ditta ha l obbligo di installare aggiornamenti e upgrade suddetti qualora questi non comportino criticità certificate per il corretto funzionamento dei software (o procedure) gestionali inclusi nella fornitura; 4.4. l attività di garanzia dovrà garantire anche l operatività e il perfetto funzionamento dei server gestionali suddetti e dell hardware di cui al comma 3 precedente; 4.5. la Ditta dovrà garantire che tutto il software sistemistico (es. sistemi operativi, DBMS, ecc.) installato sui server gestionali o sull hardware (anche a livello firmware ) di cui al comma 3 precedente sia sempre tecnologicamente aggiornato ossia tale per cui sia garantito il supporto necessario dal relativo produttore o dalla comunità open source (qualora si tratti di software di questo tipo). In tal caso la Ditta dovrà farsi carico di tutte le attività necessarie per l aggiornamento tecnologico della piattaforma server installando e configurando (senza oneri aggiuntivi per l Ente) le versioni aggiornate dei software suddetti e garantendo, al tempo stesso, il perfetto funzionamento della Suite Gestionale fornita; 4.6. predisposizione della documentazione di supporto (es. manuali utente/amministratore) almeno in formato cartaceo e necessaria per un corretto utilizzo dei software gestionali forniti o del sistema di gestione documentale di cui all art. 3 comma 11 precedente; tale documentazione dovrà essere mantenuta costantemente aggiornata dalla Ditta (ad esempio qualora dovesse rendersi necessario in seguito ad aggiornamenti/modifiche del software e/o della configurazione hardware); per ogni applicativo fornito si richiede la 12

13 documentazione relativa ai tracciati record; l eventuale fornitura anche in formato elettronico (es. su DVD\CD-ROM) verrà considerata positivamente in sede di valutazione dell offerta tecnica; 4.7. eventuali attività di riparametrizzazione della Suite Gestionale (o di specifici software) necessarie per soddisfare esigenze di carattere organizzativo da parte dell Ente (es. ridefinizione organigramma, ecc.); 4.8. attività di monitoraggio e di ottimizzazione ( tuning ) dei sistemi hw-sw installati e configurati dalla Ditta per la messa in esercizio della Suite Gestionale e del sistema di gestione documentale di cui all art. 3 comma 11, al fine di garantire alla relativa utenza una user experience e livelli di performance soddisfacenti nonché la corretta attuazione delle policy di sicurezza e di backup/recovery dei dati definite dall Ente (art. 5 comma 7). Articolo 7 - Servizio di Help di Help Desk 1. Il servizio di help desk è associato al servizio di garanzia (art. 6) e dovrà essere erogato secondo le seguenti modalità: a. tempo di intervento in caso di guasti non superiore alle 6 ore lavorative dall apertura del ticket di assistenza; b. tempo per la risoluzione del guasto non superiore alle 12 ore lavorative per guasti non bloccanti e di 8 ore lavorative per guasti bloccanti ; per guasti bloccanti si intendono quei guasti che comportano l interruzione completa del funzionamento di uno o più software gestionali; qualora la risoluzione dei guasti non bloccanti comporti lo sviluppo di nuovo codice software dovrà essere comunicata all Ufficio CED una nuova data per il completamento della richiesta entro e non oltre 6 ore lavorative dall apertura del ticket di assistenza. Tale nuova data dovrà essere verificata e validata dall Ufficio CED che ne verificherà la congruità rispetto alla tipologia e alla criticità della problematica riscontrata. In caso di mancata validazione la Ditta dovrà proporre una nuova data entro la medesima tempistica (entro e non oltre 6 ore lavorative dalla comunicazione di rettifica da parte dell Ufficio CED). c. tempo per il completamento di qualsiasi tipo di richiesta che non riguardi guasti e malfunzionamenti (es. redazione documentazione, pianificazione attività di manutenzione, ecc.): da concordare con l Ufficio CED ma con tempo di risposta da parte della Ditta per la validazione del piano di completamento della richiesta dell Ente pari a 5 gg lavorativi dall invio della richiesta; d. orario di help-desk: almeno dalle 8.30 alle e dalle alle dal lunedì al venerdì. Sabato e domenica nel periodo elettorale (45 giorni antecedenti la data delle votazioni) dalle 8.00 alle Durante le giornate di votazione il servizio dovrà essere erogato h24. Tale orario sarà utilizzato come riferimento per determinare le ore lavorative nell applicazione degli SLA. Il sistema di help-desk dovrà essere unico e rispettare le seguenti specifiche: i. possibilità di invio/apertura delle richieste di assistenza tramite PEC, fax, telefono e, opzionalmente, tramite apposito cruscotto web accessibile 13

14 da Internet (con possibilità di monitorare lo stato di avanzamento delle richieste e la loro assegnazione al tecnico (o ai tecnici) di riferimento). La Ditta dovrà comunque mettere a disposizione dell Ente il cruscotto Web suddetto almeno per la consultazione dello stato di avanzamento di tutte le richieste di assistenza inoltrate (incluse quelle ancora da gestire o completare) e in cui, per ogni ticket, dovranno essere pubblicate tutte le informazioni di cui al comma e) successivo; ii. generazione di un identificativo (apertura ticket) relativo alla richiesta e da comunicare all utente: 1. immediatamente, se la richiesta è effettuata telefonicamente o, eventualmente, tramite cruscotto web; 2. obbligatoriamente entro 10 minuti, se la richiesta è effettuata tramite fax o PEC; La mail convenzionale non potrà essere utilizzata per l apertura dei ticket (in quanto non dà alcuna garanzia sulla data e ora di ricezione) ma solo per: i. la trasmissione di comunicazioni informali e/o necessarie per la risoluzione di un ticket già aperto; ii. la trasmissione dei verbali di intervento; in tal caso è onere del mittente accertarsi che la comunicazione sia stata correttamente ricevuta dal destinatario. Per la data/ora di apertura del ticket farà fede: 1. la data/ora di invio della PEC/fax; 2. la data/ora della chiamata telefonica; 3. la data/ora di inserimento della richiesta nel cruscotto web ; a seconda della modalità utilizzata per l invio della richiesta. Le attività di manutenzione, aggiornamento o comunque critiche (es. migrazione dati) che potrebbero comportare un blocco dei servizi informatici e/o dei software gestionali dovranno essere pianificati per tempo (almeno 10 gg di anticipo salvo diverso accordo) ed effettuati in orario di chiusura degli uffici comunali e dei servizi al pubblico (quindi anche il sabato pomeriggio o la domenica) senza oneri aggiuntivi per l Ente. e. dopo ogni intervento di assistenza/manutenzione effettuato la Ditta dovrà produrre apposito verbale di intervento specificando: apertura e chiusura del ticket; la tipologia della richiesta, es. guasto/malfunzionamento, nuova installazione e/o configurazione, aggiornamento sistemi, ecc. la descrizione della problematica o, qualora non si tratti di un guasto\malfunzionamento, la motivazione o l esigenza che ha reso necessario l intervento; le attività effettuate per soddisfare la richiesta di manutenzione/assistenza e/o per ripristinare la piena operatività dei sistemi e dei servizi; la durata delle attività di cui al punto precedente e i nomi dei referenti (o tecnici) che le hanno prese in carico; 14

15 f. periodicamente, previo accordo con l ufficio CED la Ditta dovrà presentare un report dettagliato sugli interventi effettuati indicando le seguenti informazioni minime (che potranno essere oggetto di modifica/integrazione da parte dell Ente): Numero di interventi effettuati; Tipologia degli interventi effettuati; Numero di interventi risolti entro gli SLA (anche suddivisi per tipologia); Numero di interventi risolti al di fuori degli SLA (anche suddivisi per tipologia) indicando per ciascuno le motivazioni del mancato rispetto degli stessi; Indicazione delle maggiori criticità riscontrate e proposte migliorative Tempo minimo, medio e massimo di completamento degli interventi (anche per singola tipologia); Grafici, rilevazioni e statistiche utili per una migliore comprensione dell andamento del servizio e per individuare le aree più critiche di intervento; Numero e durata complessiva degli interventi riconducibili a guasti e/o malfunzionamenti Numero e durata complessiva degli interventi non riconducibili a guasti e/o malfunzionamenti. È richiesta, in fase di start-up, la presenza di figure professionali esperte nella materia specifica (es. servizi demografici, SUE, ) che assistano, secondo le esigenze, le normali attività d ufficio e che eroghino attività di formazione applicativa di avviamento in modalità On Site per i servizi dei pacchetti applicativi da fornire, da concordare con il responsabile del servizio. Articolo 8 - Invariabilità dei prezzi I prezzi, fissati all'atto dell'affidamento, rimarranno invariati per tutta la durata del servizio e dovranno essere comprensivi di tutti gli oneri di natura fiscale. I suddetti prezzi dovranno inoltre essere comprensivi di tutti gli oneri concernenti il servizio, che devono, pertanto, intendersi a carico della Ditta. A carico di quest ultima, inoltre, è il costo dell aggiornamento dei software durante tutto il corso del rapporto, senza incremento alcuno di prezzo. Viene tassativamente esclusa l'applicazione della revisione dei prezzi. Articolo 9 - Verifica di conformità della fornitura e del servizio 1. Il responsabile dell Ufficio CED procederà periodicamente alla verifica della regolare esecuzione del contratto, accertando che le attività contrattuali siano eseguite in conformità ai documenti contrattuali. In particolare il Responsabile dell Ufficio CED accerterà che la fornitura ed il connesso servizio siano stati eseguiti a regola d arte sotto 15

16 il profilo tecnico e funzionale, in conformità e nel rispetto delle condizioni, modalità, termini e prescrizioni del contratto e della normativa di settore in quanto applicabile. 2. Ai sensi dell art. 318 del DPR 207/2010, al termine della durata contrattuale, il responsabile del servizio dell esecuzione darà comunicazione alla Ditta del giorno della verifica di conformità definitiva, affinché questi possa intervenire. Della verifica di conformità sarà redatto apposito verbale. 3. Le operazioni necessarie alla verifica di conformità sono svolte a spese della Ditta. Articolo 10 Certificato di verifica di conformità 1. Il certificato di verifica conformità è rilasciato a seguito di positiva verifica della conformità del servizio ai sensi del precedente art. 9. Articolo 11 - Controlli - Penali 1. L Ente ha la facoltà di effettuare, in qualsiasi momento, ispezioni volte a verificare il corretto svolgimento del servizio oggetto di appalto. 2. Si individuano le fattispecie soggette alle seguenti penali: ,00 per ogni ora di ritardo rispetto al tempo di intervento di cui al precedente art. 7 comma 1 punto a) o rispetto al tempo di comunicazione di una nuova data per il completamento della richiesta di cui all art. 7 comma 1 punto b); ,00 per ogni ora di ritardo rispetto al tempo di risoluzione cui al precedente art. 7 comma 1 punto b) (penale cumulabile con quella per il mancato intervento di cui al comma precedente); ,00 per ogni giorno di ritardo rispetto al termine concordato con l Ufficio CED per il completamento della richiesta (art. 7 comma 1 punti b) e c) ); ,00 per ogni giorno di ritardo nell implementazione di modifiche strutturali ad uno o più software gestionali inclusi nella fornitura e indotte da variazioni normative o legislative. Il ritardo è calcolato rispetto all entrata in vigore di tali variazioni normative o legislative, nel rispetto di quanto previsto all art. 6 comma ,00 per ogni giorno di ritardo nell attivazione della versione Full Web di tutti software gestionali rispetto al termine di cui all art. 4 comma 6; ,00 per ogni giorno di ritardo nell attivazione delle integrazioni di cui al precedente art. 5 comma 6 3. In caso di inattività, qualora l Ente esegua direttamente o faccia eseguire a terzi gli adempimenti disattesi, richiede alla Ditta il rimborso delle spese sostenute con una maggiorazione del 50% per rimborso di oneri di carattere generale. 4. La contestazione dell addebito viene inviata tramite lettera raccomandata AR o PEC alla Ditta, invitando lo stesso a formulare le proprie controdeduzioni entro il termine perentorio di 5 giorni ed in casi d urgenza entro 48 ore. 5. Qualora la Ditta non contro deduca nel termine assegnato oppure fornisca elementi inidonei a giustificare le inadempienze contestate, verrà applicata la relativa penale. 16

17 6. L applicazione della penale non preclude all Ente la possibilità di mettere in atto altre forme di tutela. 7. L importo derivante dall applicazione delle penali sarà detratto dal compenso dovuto alla Ditta o dalla cauzione definitiva di cui al successivo articolo Le penali non potranno cumulativamente e complessivamente eccedere il 10% dell importo contrattuale. In tal caso l Ente potrà avviare le procedure previste per la risoluzione del contratto di cui al successivo articolo 14. Articolo 12 - Sospensione dell esecuzione del Contratto. Il verbale di sospensione Il responsabile del servizio ordina la sospensione dell'esecuzione delle prestazioni del contratto qualora circostanze particolari ne impediscano temporaneamente la regolare esecuzione. Di tale sospensione verranno fornite le ragioni. La sospensione della prestazione potrà essere ordinata per: 1. cause di forza maggiore; 2. altre circostanze speciali che impediscano la esecuzione o la realizzazione a regola d'arte della prestazione. Il responsabile del servizio, con l'intervento dell'esecutore o di un suo legale rappresentante, compila apposito verbale di sospensione. Non appena sono venute a cessare le cause della sospensione, Il responsabile del servizio redige i verbali di ripresa dell'esecuzione del contratto. Nel verbale di ripresa il responsabile del servizio indica il nuovo termine ultimo di esecuzione del contratto, calcolato tenendo in considerazione la durata della sospensione e gli effetti da questa prodotti. Articolo 13 - Attestazione di regolare esecuzione L'esecuzione dell'appalto è soggetto all'emissione dell'attestazione di regolare esecuzione emessa dal responsabile dell Ufficio CED. 1. L'attestazione di regolare esecuzione è emessa non oltre 30 giorni dalla ultimazione dell'esecuzione e contiene i seguenti elementi: a. gli estremi del contratto e degli eventuali atti aggiuntivi; b. l'indicazione dell'esecutore; c. il nominativo del responsabile dell Ufficio CED; d. il tempo prescritto per l'esecuzione delle prestazioni e le date delle attività di effettiva esecuzione delle prestazioni; 2. La certificazione di regolare esecuzione. 17

18 Articolo 14 - Risoluzione del Contratto 1. L Ente procederà alla risoluzione del contratto per gravi inadempimenti agli obblighi contrattuali, debitamente contestati alla Ditta; in tal caso il Responsabile del procedimento formulerà, per iscritto, la contestazione degli addebiti alla Ditta assegnandogli il termine di 5 (cinque) giorni naturali e consecutivi, e in caso di urgenza 48 ore, per la presentazione delle proprie controdeduzioni. Acquisite e valutate negativamente le predette controdeduzioni, ovvero scaduto il termine senza che la Ditta abbia risposto, l Ente procederà alla risoluzione del contratto, salvo il diritto al risarcimento del danno; tale risoluzione verrà formalmente dichiarata con apposito provvedimento amministrativo motivato e comunicato alla Ditta con raccomandata A/R o PEC. 2. Si procederà inoltre alla risoluzione espressa del contratto, ai sensi dell articolo 1456 del codice civile, nei seguenti casi: a. fallimento della Ditta; b. mancata reintegrazione della cauzione entro i termini di cui al successivo articolo 15; c. cessione del contratto in base a quanto precisato al successivo articolo 16; d. nelle ipotesi previste al precedente art. 11; e. l effettuazione di transazioni senza avvalersi di banche o della società Poste Italiane S.p.A., fatto salvo quanto previsto dal comma 3 del citato art. 3 legge 13 agosto 2010, n In caso di risoluzione del contratto o di fallimento della Ditta, l Ente si riserva la facoltà di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato alla presente gara, al fine di stipulare un nuovo contratto per l affidamento delle attività oggetto di appalto. L affidamento avviene alle medesime condizioni proposte dall originario aggiudicatario in sede di gara. 4. La risoluzione comporterà in ogni caso l'incameramento della cauzione di cui al successivo articolo In caso di risoluzione del contratto ogni maggiore costo derivante dallo svolgimento di attività da parte di altre ditte, comprese le eventuali spese per atti e simili, resta a carico della Ditta, salvo l eventuale danno ulteriore. Articolo 15 - Cauzione provvisoria e definitiva 1. La Cauzione provvisoria, come definita nell avviso di gara, è corrispondente al 2% dell importo a base di gara. Verranno esclusi i concorrenti che avranno presentato la garanzia con importo inferiore a quanto richiesto o con modalità diverse da quanto di seguito indicato. Modalità di costituzione della cauzione: la garanzia potrà essere prestata mediante presentazione di cauzione o fidejussione a scelta dell offerente, e precisamente nei modi seguenti: a. fidejussione bancaria rilasciata da Istituti di Credito; 18

19 b. polizza/fidejussione assicurativa, rilasciata da Compagnie di Assicurazioni autorizzate ai sensi di legge; c. polizza/fidejussione, rilasciata da Intermediari Finanziari iscritti nell elenco speciale di cui all art. 107 del D. Lgs. n. 385/1993, che svolgono in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell Economia e delle Finanze; d. cauzione, costituita mediante versamento in contanti, o in titoli del debito pubblico garantiti dalla Stato al corso del giorno del deposito, effettuato presso la Tesoreria Comunale di Modugno (BA). Si fa presente che a pena di esclusione: 1. La garanzia deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all eccezione di cui all art comma 2 del C.C., nonché la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell Ente; 2. La garanzia a corredo dell offerta deve avere validità pari ad almeno 180 giorni dalla data di scadenza fissata per la presentazione dell offerta; 3. Ai sensi dell art.75 comma 8 del D. Lgs 163/06 la garanzia deve sempre, anche se prestata a mezzo versamento alla Tesoreria Comunale, essere accompagnata dall impegno del fidejussore verso il concorrente a rilasciare una polizza fidejussoria per l esecuzione del contratto, ai sensi dell art. 113 del D.lgs163/06, nel caso la ditta garantita risulti aggiudicataria dell appalto; 4. L assicuratore o il fidejussore deve dichiarare, ai sensi degli art. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, di essere autorizzato ad impegnare la/lo Compagnia Assicuratrice/Istituto di Credito/Società Finanziaria relativamente al rilascio della garanzia. 2. La Ditta, a garanzia degli obblighi contrattuali, prima della stipula del contratto dovrà effettuare un deposito cauzionale pari al 10% dell importo totale di aggiudicazione, ai sensi dell art. 113 del D. Lgs. 163/ La fidejussione bancaria o assicurativa dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 15 giorni a semplice richiesta scritta dell Ente, nonché la rinuncia all eccezione di cui all art. 1957, comma 2, del codice civile. 4. L Ente potrà compensare i crediti derivanti dall applicazione delle penalità di cui al precedente articolo 11, con la cauzione definitiva, o comunque utilizzare quest ultima in caso di inadempimento da parte della Ditta. In tal caso la cauzione dovrà essere immediatamente reintegrata entro e non oltre il termine di 10 (dieci) giorni solari a decorrere da quello della comunicazione dell avvenuta riduzione. Il mancato reintegro della cauzione entro il termine prescritto è causa di risoluzione del contratto, sempre salvo il diritto dell Ente al risarcimento del maggior danno. 19

20 Articolo 16 - Divieto di cessione del contratto - subappalto - cessione dei crediti È assolutamente vietato subappaltare il servizio in oggetto e/o cedere il contratto o quanto altro oggetto dello stesso conseguente all'affidamento, sotto pena dell'immediata rescissione del contratto, rifusione dei danni e rinuncia da parte delle ditte a qualsiasi indennizzo per servizi iniziati ed anche eseguiti. 1. Fatto salvo quanto previsto nell art. 116 del D. Lgs. 163/2006 è vietata la cessione del contratto sotto qualsiasi forma; ogni atto contrario è nullo di diritto. 2. Il sub-appalto è disciplinato dall art. 118 del D. Lgs. 163/2006. È fatto obbligo alla Ditta di trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento effettuato nei suoi confronti, copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti da essi affidatari corrisposti al subappaltatore o cottimista, con l'indicazione delle ritenute di garanzia effettuate. La Ditta si impegna a trasmettere all Ente tutti i contratti sottoscritti con gli eventuali sub-appaltatori e sub-contraenti nei quali dovrà essere necessariamente inserita, a pena di nullità assoluta, apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge 13 agosto 2010, n Ai sensi del combinato disposto dell articolo 117 del D. Lgs. 163/2006 e della legge 21 febbraio 1991, n. 52, è ammessa la cessione dei crediti derivanti dal contratto, da stipularsi mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata, la quale deve essere notificata all amministrazione debitrice, e a condizione che il cessionario sia un istituto bancario o un intermediario finanziario iscritto nell apposito Albo presso la Banca d Italia. Le modalità procedurali, che qui si intendono tutte richiamate, sono quelle previste nel sopra citato art Articolo 17 - Stipula del contratto Per la stipula del contratto sono a carico della Ditta le spese di bollo, scritturazione, copie di eventuali registrazioni del contratto, diritti di segreteria secondo le tariffe di legge. Articolo 18 - Divieto di notifiche introdotte dalla Ditta Nessuna variazione o modifica al contratto può essere introdotta dalla Ditta, se non è disposta dal Responsabile dell Ufficio CED e preventivamente approvata dall Ente. Le modifiche non previamente autorizzate non danno titolo a pagamenti o rimborsi di sorta e, ove il Responsabile dell Ufficio CED lo giudichi opportuno, comportano la rimessa in pristino, a carico dell'esecutore, della situazione originaria preesistente, secondo le disposizioni del Responsabile dell Ufficio CED. 20

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti

eco adhoc La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 La soluzione gestionale integrata per il settore rifiuti eco adhoc 2000 è la soluzione specifica per ogni impresa che opera nel settore rifiuti con una completa copertura funzionale e la

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A.

Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi. Servizio Fatt-PA. di Namirial S.p.A. Devi fare una fattura elettronica alla Pubblica Amministrazione? Tu fatturi, al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA di Namirial S.p.A. Entrata in vigore degli obblighi di legge 2 Dal 6 giugno 2014 le

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA Allegato A alla deliberazione ARG/elt 99/08 - Versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/elt 179/08, 205/08, 130/09 e 125/10 TESTO INTEGRATO DELLE CONDIZIONI TECNICHE ED ECONOMICHE PER LA

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011

CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI. TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Arezzo, 06 maggio 2011 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI TITOLO IV DEL D.Lgs. 81/08 e s.m.i Arezzo, 06 maggio 2011 Dott. DAVIDDI Paolo STOLZUOLI Stefania Tecnici di Prevenzione Dipartimento della Prevenzione Azienda USL 8 - Arezzo

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE

LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE LETTERA DI INVITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA SENZA BANDO APPALTO PROGETTAZIONE ED ESECUZIONE Importo superiore a 150.000 euro ed inferiore a 1.000.000 euro 1 Sommario 1. Oggetto, durata ed importo dell appalto...

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli