- Allegato 1 - Capitolato Tecnico -

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- Allegato 1 - Capitolato Tecnico -"

Transcript

1 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUPBLICA ITALIANA Via Cosenza 1/G CATANZARO LIDO POR CALABRIA FESR Linea di Intervento Azioni per la realizzazione/potenziamento del sistema di E-Procurement regionale Gara per la realizzazione del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici - SISGAP - - Allegato 1 - Capitolato Tecnico -

2 INDICE 1 PREMESSA CONTESTO GIURIDICO DEFINIZIONI E ACRONIMI LA STAZIONE UNICA APPALTANTE Compiti della SUA e soggetti obbligati Struttura organizzativa della SUA Dotazioni strumentali della SUA Dotazione elettrica SUA Dotazione connettività SUA Protocollo informatico regionale Pianta SUA OGGETTO DELLA FORNITURA Caratteristiche della Fornitura Hardware Strumentazione hardware necessaria Capacity Planning Caratteristiche della Fornitura Software Metodologie di sviluppo Documentazione tecnica Sistema di Back-end Sistema di front-end Single Sign-On (SSO) Posta Elettronica Certificata (PEC) Firma Digitale Standard Tecnologici Interfaccia utente Caratteristiche della Piattaforma Portale informativo Requisiti e caratteristiche tecnico/funzionali Autenticazione e profilazione degli utenti Fatturazione Elettronica Protocollo informatico Fruizione di un canale di comunicazione PEC Notifiche ad eventi del sistema di e-procurement Crittografia delle buste Supporto Firma digitale Formato Documentazione Sistemi di documentazione Allegati alle notifiche automatiche del SISGAP e alle negoziazioni Salvataggio in bozza Fascicolo Elettronico e Archiviazione WorkFlow delle fasi di gara Sistema di gestione delle gare Documentazione partecipanti Gestione offerte Controllo dei rilanci sull offerta vincente Gestione delle buste amministrativa, tecnica ed economica Commissione Giudicatrice Asta elettronica Criteri di selezione dell offerta migliore /62

3 Calcolo dell offerta anomala Sorteggio delle ditte Inserimento di attributi associabili ad ogni articolo AVCP e Servizio di pubblicazione bandi Rilevazione Fabbisogni Atto di investitura SUA Gestione fornitori Gestione anagrafica fornitori e Albo fornitori Centrale di committenza Convenzioni Cataloghi Elettronici Ordini Gestione di classificazioni merceologiche multilivello Servizi di Assistenza Servizi di assistenza tecnica Help Desk Servizi di assistenza hardware e garanzia Servizi di assistenza sul Software Servizi di supporto: acquisti sperimentali, comunicazione, uso piattaforma Servizi di supporto strategico Iniziative di acquisto sperimentali Trasferimento per l uso della piattaforma Comunicazione e promozione Servizi di affiancamento per la presa in carico finale del SISGAP Interventi Adeguativi - Evolutivi Impegno risorse professionali QUALITÀ DEL SISTEMA E LIVELLI DI SERVIZIO Piano di Qualità Piano di Sicurezza Livelli di servizio Gestione sistemistica Servizi di connessione Performance Aggiornamento contenuti della piattaforma Gestione dei malfunzionamenti Servizi di call-center/help-desk MODALITÀ DI ESECUZIONE DELLA FORNITURA Governance del progetto Competenze delle risorse professionali Pianificazione delle attività Piano delle attività Stato di avanzamento delle attività Collaudo Modalità di approvazione della documentazione prodotta Modalità di pagamento Penali /62

4 Indice Tabelle Tabella 1. Definizioni e acronimi... 8 Tabella 2. N. addetti SUA Tabella 3. Parametri Input Tabella 4. Parametri Output Tabella 5. Gare d appalto indette in Calabria nel Tabella 6. Configurazione Personal Computer Tabella 7. Nr. minimo di giornate/uomo per alcune attività del sistema Tabella 8. SLA Gestione Sistemistica Tabella 9. SLA Servizi di Connessione Tabella 10. SLA Performance Tabella 11. SLA Aggiornamento contenuti Tabella 12. SLA Malfunzionamenti Tabella 13. SLA Help Desk Tabella 14. Profilo Capo Progetto Tabella 15. Profilo figure professionali piattaforma Tabella 16. Profilo figure professionali consulenza gare Tabella 17. Rilasci Tabella 18. Documenti da produrre in fase di esecuzione del contratto Tabella 19. Deliverables Hw e Sw di base Tabella 20. Deliverables Piattaforma Tabella 21. Deliverables Consulenza Tabella 22. Pagamenti fornitura Servizi hardware software - piattaforma /62

5 1 PREMESSA La Regione Calabria ha istituito con la Legge Regionale n. 26 del 2007, un Autorità denominata (nel seguito SUA) al fine di assicurare la correttezza, la trasparenza e l efficienza della gestione dei contratti pubblici. Compito della SUA è quello di svolgere l attività di preparazione, indizione e di aggiudicazione delle gare concernenti lavori ed opere pubbliche, acquisizione di beni e forniture di servizi a favore della Regione Calabria e degli enti, aziende, agenzie ed organismi da essa dipendenti, vigilati o ad essa collegati, nonché delle società miste a maggioranza regionale. Possono ricorrere alla SUA anche altri enti pubblici della Calabria in regime di convenzione. La Giunta regionale, con deliberazione n. 4/2009, ha approvato il regolamento di organizzazione dell organismo, prevedendo che nell ambito dell attivazione progressiva della SUA, è data priorità alle procedure riguardanti forniture per gli enti del servizio sanitario regionale, dando nel contempo impulso affinché si realizzino, in tempi rapidi le seguenti azioni: vigilanza sulla correttezza, trasparenza, efficienza ed efficacia nell applicazione delle norme sui contratti pubblici; effettuazione di acquisti in forma aggregata operando come centrale di acquisto ovvero come centrale di committenza, anche attraverso la stipula di appositi contratti quadro; creazione di un osservatorio prezzi, nonché di validi sistemi di benchmarking; implementazione di piattaforme di e-procurement. La Regione Calabria attraverso la Linea di Intervento Azioni per la realizzazione/potenziamento del sistema di e-procurement regionale, prevista nel POR FESR , intende dotare la SUA di una piattaforma di e-procurement al fine di informatizzare tutte le procedure di gara relative a contratti di lavori, servizi e forniture, che la stessa, ovvero i soggetti obbligati o facultati a ricorrere ai servizi erogati dalla SUA, intenderanno avviare. Attraverso tale linea d intervento si delinea l obiettivo del presente bando di gara, consistente nella realizzazione di un progetto finalizzato alla implementazione di una piattaforma per la gestione elettronica dei bandi e degli avvisi di gara (e-procurement) allo scopo di aumentare il grado di trasparenza e rendere più efficiente ed economica la gestione delle procedure di evidenza pubblica attivate dalla SUA. 5/62

6 2 CONTESTO GIURIDICO L Offerta che verrà presentata dall operatore economico deve essere coerente con la normativa comunitaria, nazionale e regionale vigente in tema di e-procurement, di contratti pubblici e più in generale con la normativa di settore interessata dalle varie funzionalità e/o aspetti che, a diverso titolo, saranno interessati dala realizzazione e dalla messa in esercizio della piattaforma. A titolo meramente esemplificativo e non esaustivo si riportano le principali normative delle quali l operatore economico dovrà tenere conto nella formulazione dell offerta. D.Lgs. 163/2006; Direttive comunitarie in materia di appalti pubblici D.P.R. 207/2010; D.P.R. 318/99 L.R. 26/2007; D.Lgs. 196/2003; Normativa nazionale e regionale in materia di tracciabilità di flussi finanziari D.Lgs. 7 marzo 2005, n. 82, Codice dell'amministrazione digitale - G.U. 16 maggio 2005,n. 112 supplemento ordinario; DPCM del 13 gennaio 2004, Regole tecniche per la formazione, trasmissione, conservazione, duplicazione riproduzione e la validazione, anche temporale, dei documenti informatici; DPR 28 dicembre 2000, n. 445, Testo unico sulla documentazione amministrativa; DPCM 31 ottobre 2000, Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 20 ottobre 1998, n. 428; Deliberazione CNIPA del 17 febbraio 2005, n. 4, Regole per il riconoscimento e la verifica del documento informatico; Deliberazione CNIPA 19 febbraio 2004, n. 11, Regole tecniche per la riproduzione e conservazione dei documenti su supporto ottico idoneo a garantire la conformità dei documenti agli originali; Decreto Legislativo 22 gennaio 2004 n. 42, Codice dei beni culturali e del paesaggio, G.U. 24 febbraio 2004, n SO 28/L; Linee Guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione - Gestione Elettronica dei Documenti WFM - (CNIPA, 29 aprile 2005); Legge del 9 gennaio 2004, n. 4, Disposizioni per favorire l accesso dei soggetti disabili agli 6/62

7 strumenti informatici; DPR 1 marzo 2005, n. 75, Regolamento di attuazione della legge 9 gennaio 2004, n. 4 per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici; 12) DM 8 luglio 2005, Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici; Decreto 2 novembre 2005, Regole tecniche per la formazione, la trasmissione e la validazione, anche temporale, della posta elettronica certificata; D.Lgs. del 28 febbraio 2005, n. 42, Istituzione del sistema pubblico di connettività e della rete internazionale della pubblica Amministrazione, a norma dell'articolo 10, della legge 29 luglio 2003, n. 229; DPR del 7 aprile 2003 n. 137, Regolamento recante disposizioni di coordinamento in materia di firme elettroniche a norma dell'articolo 13 del decreto legislativo 23 gennaio 2002, n. 10. DPR dell'11 febbraio 2005, n. 68, Regolamento recante disposizioni per l'utilizzo della posta elettronica certificata, a norma dell'articolo 27 della legge 16 gennaio 2003, n. 3. D.Lgs. 24 gennaio 2006, n. 36, Attuazione della direttiva 2003/98/CE relativa al riutilizzo di documenti nel settore pubblico. Legge n. 106 del 12 luglio 2011, Conversione in legge, con modificazioni, del decretolegge 13 maggio 2011, n. 70, concernente Semestre Europeo - Prime disposizioni urgenti per l'economia. 7/62

8 3 DEFINIZIONI E ACRONIMI Tabella 1. Definizioni e acronimi Acronimo Definizione SISGAP Acronimo di Sistema Informativo di Supporto per la Gestione degli Appalti Pubblici. E la piattaforma che dovrà essere implementata presso la Stazione Unica appaltante (SUA) Amministrazione Amministrazione che ha indetto l appalto. Operatore economico Offerta Operatore economico aggiudicatario SLA (Service Level Agreement) Applicazione Livello di servizio Autenticazione Deliverable Gruppo di progetto / Project Team Help desk Open-source Ambiente di produzione Ambiente di test/collaudo Il soggetto partecipante alla procedura di gara L offerta presentata dall operatore economico Il soggetto vincitore della procedura di gara Livelli minimi di servizio garantiti Complesso di programmi software in grado di realizzare, in un determinato ambiente elaborativo, funzioni informatiche che soddisfano un insieme completo e coerente di esigenze di automazione. Misura che rappresenta il grado con il quale determinate caratteristiche di un servizio soddisfano i requisiti del committente. Processo attraverso cui, in una comunicazione tra due parti (uomo-elaboratore, elaboratoreelaboratore) una parte verifica la veridicità dell identità asserita dall altra. L autenticazione si basa in genere sulla verifica di alcune proprietà che si conoscono essere possedute dalla controparte. L'autenticazione è il mezzo attraverso cui il destinatario di una transazione o di un messaggio può decidere se accettare o meno tale transazione. Elemento di fornitura; qualsiasi prodotto, documento, risultato o capacità di fornire un servizio univoco e verificabile che deve essere realizzato per portare a termine un processo, una fase o un progetto. Tutti i membri del gruppo di progetto, compreso il gruppo di Project Management Centro assistenza (call center) (v.) che fornisce supporto tecnico e operativo. L'help desk (tramite telefono, fax, ) può aiutare l'utente nel corretto utilizzo prodotto del sistema, inoltrare le segnalazioni al personale adeguato, fornire consigli e suggerimenti per operare al meglio sul sistema. Categoria di licenze d'uso volte a permettere la diffusione delle conoscenze, invece di fornire restrizioni per il loro uso (www.opensource.org). Le licenze che ricadono sotto questa definizione devono rendere disponibile il codice sorgente del software a tutti coloro che lo usano, e devono rendere possibile la sua redistribuzione, la sua modifica e la distribuzione delle modifiche stesse. La licenza, inoltre, non deve contenere limitazioni sulle categorie di persone che ne possono trarre vantaggio, né porre restrizioni sul tipo di software che può essere distribuito insieme a quello in questione. Termine con il quale si indica l ambiente di esercizio, ossia l insieme delle componenti hardware, software, logiche e fisiche che formano il sistema di e-procurement di cui al presente capitolato. Ambiente duale al precedente utilizzato per le attività di test/collaudo. Prima di rendere operativa una nuova funzionalità, un nuovo strumento hardware, una modifica software, ecc. questa dovrà essere opportunamente verificata nell ambiente di test/collaudo, che dovrà avere caratteristiche similare all ambiente di produzione. 8/62

9 4 LA STAZIONE UNICA APPALTANTE 4.1 Compiti della SUA e soggetti obbligati La SUA ha la funzione di eseguire le procedure di appalto in forma aggregata, in sostituzione delle varie Stazioni Appaltanti operanti per conto della Regione Calabria, al fine di garantire massima indipendenza, trasparenza, efficacia, efficienza ed economicità nella gestione delle gare. Il ricorso alla SUA, per come previsto dalla legge regionale n.26/2007, è obbligatorio per tutte le gare concernenti lavori, servizi e forniture. I soggetti obbligati di cui all'art. 1 della sopra citata legge sono: l Amministrazione regionale, sia Giunta che Consiglio, con relativi Dipartimenti ed Uffici quali a titolo esemplificativo: Dipartimento Presidenza, Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria, Dipartimento Bilancio e Patrimonio, Dipartimento Attività Produttive, Dipartimento Agricoltura, Foreste e Forestazione, Dipartimento Organizzazione e Personale, Dipartimento Urbanistica e Governo del Territorio, Dipartimento Infrastrutture - Lavori Pubblici - Politiche della casa, Dipartimento Lavoro, Politiche della Famiglia, Formazione Professionale, Dipartimento Cultura, Istruzione, Università, Ricerca, Dipartimento Turismo, Beni Culturali, Sport e Spettacolo, Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie, Dipartimento Politiche dell'ambiente, Segretariato Generale, Area Gestione; le Aziende Sanitarie Provinciali e quelle Ospedaliere quali: ASP Catanzaro, ASP Cosenza, ASP Reggio Calabria, ASP Vibo Valentia, ASP Crotone, Azienda Ospedaliera "Pugliese- Ciaccio", Azienda Ospedaliera "Mater Domini", Azienda Ospedaliera "Bianchi-Melacrino- Morelli", Azienda Ospedaliera di Cosenza, Fondazione Tommaso Campanella; gli enti, aziende, agenzie ed organismi dipendenti, vigilati dalla Regione o collegati alla Regione e le società miste a maggioranza regionale quali a titolo esemplificativo: i consorzi per lo sviluppo industriale, le aziende Territoriali per l Edilizia Residenziale Pubblica (ATERP), i Consorzi di Bonifica, le Aziende, Agenzie, Fondazioni ed Autorità regionali, le Società miste a maggioranza regionale. I soggetti non obbligati sono tutti gli Enti pubblici della Calabria che intendono ricorrere alla SUA in regime di convenzione (es. i Comuni). 4.2 Struttura organizzativa della SUA La SUA è articolata nel seguente modo: Direttore Generale: ha il compito di provvedere ai rapporti con la Regione, adotta gli atti aventi 9/62

10 efficacia esterna ed è responsabile di tutte le attività della S.U.A. e dell attuazione delle procedure ad essa affidate. Comitato di Sorveglianza: assegna gli obiettivi al Direttore Generale ed ai dirigenti e ne verifica il conseguimento. E altresì preposto alla verifica sull andamento generale della S.U.A.. Nella struttura organizzativa della S.U.A. si individuano tre sezioni di livello dirigenziale: amministrativo-contabile; tecnica; osservatorio. La Sezione Amministrativa svolge tutte le attività necessarie a garantire l autonomia organizzativa e finanziaria, nonché i rapporti economici con i soggetti obbligati. L articolazione degli uffici garantisce lo svolgimento delle seguenti funzioni: contabilità, amministrazione e personale della S.U.A.; relazioni economiche con i soggetti obbligati o ricorrenti alla S.U.A.. La Sezione Tecnica svolge tutte le attività necessarie a garantire la verifica dei bandi di gara e della relativa documentazione tecnica predisposta dalle stazioni appaltanti, nonché l espletamento delle procedure di affidamento dei contratti pubblici per conto dei soggetti obbligati. Nel dettaglio, l articolazione degli uffici e/o linee di attività della sezione garantisce lo svolgimento delle seguenti funzioni: gestione procedure di gare d appalto; controllo bandi e verifica documentazione tecnica, bandi tipo e schede tipo; gestione procedure di affidamento dei contratti di lavori; gestione procedure dei contratti di servizi e forniture; centrale di committenza e procedure complesse. La Sezione Osservatorio (sezione regionale dell osservatorio nazionale sui contratti pubblici) svolge tutte le attività necessarie a garantire la raccolta di informazioni e dati statistici sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, sulla base di uno specifico protocollo d intesa stipulato tra la Regione Calabria e la S.U.A. per la vigilanza sui contratti pubblici. L articolazione degli uffici e/o linee di attività della sezione garantisce lo svolgimento delle seguenti funzioni: raccolta ed elaborazione dati dei contratti pubblici e validazione dati per l autorità; banche dati e attività specificate dalla legge regionale (prezzi, opere, reti, incarichi professionali, finanziamenti della regione, sicurezza, subappaltatori); linee guida per SgQ, sistema di attestazione delle procedure di affidamento, promozione, 10/62

11 diffusione e aggiornamento delle buone pratiche. Si precisa che all atto della formalizzazione del contratto, potranno essere fornite dall Amministrazione specifiche di maggiore dettaglio in merito ai principali processi interessati dall iniziativa. Il personale, ivi compreso quello dirigenziale, alla data di pubblicazione del bando è così distribuito: Tabella 2. N. addetti SUA Struttura N. Personale Direzione generale 3 Sezione Amministrativa 10 Sezione Osservatorio 6 Sezione Tecnica Dotazioni strumentali della SUA Dotazione elettrica SUA Di seguito un estratto dei dati relativi al contratto elettrico e all assorbimento di potenza dei locali della sede della SUA. I dati si riferiscono al consumo elettrico del mese di dicembre Tipologia di contratto: Utenza USI DIVERSI Bassa Tensione; Tensione di fornitura: 380 W Bassa Tensione; Potenza Disponibile: 53 Kw; Consumo annuo Kw/h Dotazione connettività SUA Per tutte le sedi e gli uffici della Regione Calabria, ivi compresa la SUA, l'accesso ad internet avviene attraverso il Centro Stella regionale situato presso il CED della Regione Calabria, via Massara, Catanzaro ed è fornito tramite un collegamento SPC internet con banda 5Mbps/5Mbps ( è in corso l ampliamento a (30Mbps/30Mbps). Di seguito è rappresentato lo schema architetturale della rete dell Amministrazione regionale. 11/62

12 Figura1. Schema connettività Regione Calabria Il valore di banda riportato per i collegamenti è quello della Banda Garantita in Accesso (BGA) con SLA SPC del livello più alto (L5). La sede della SUA, locata in via Cosenza 1/G in Catanzaro lido, sarà dotata, attraverso altro contratto, in occasione dell erogazione della fornitura, di una rete intranet SPC banda simmetrica 2Mbps/2Mbps. Il collegamento verrà attivato a breve, presumibilmente entro la fine del 2011; infatti la sede della SUA è ancora in attesa della migrazione su SPC e attualmente utilizza un collegamento sulla rete man Telecom di Catanzaro (datawan). Essendo la SUA posizionata all interno della rete intranet regionale, non è possibile l accesso ad internet in uscita per l esposizione di servizi Protocollo informatico regionale Il SISGAP dovrà integrarsi con il modulo di Protocollo informatico del sistema SIAR della Regione Calabria. Le caratteristiche funzionali di dettaglio del modulo sono coerenti con le principali normative e linee guida di riferimento. Il sistema SIAR, e quindi il modulo Protocollo, è implementato in architettura SOA (Service- Oriented Architecture) per cui garantisce, tramite un insieme di web-server, la completa interoperabilità del sistema. L infrastruttura è basata su ESB (Enterprise Service Bus) Tibco e su BPMS (Business Process Management System) Intalio, il primo permette l integrazione di basso livello tra i moduli interni ed i differenti sistemi esterni, il secondo ne permette l orchestrazione 12/62

13 secondo le opportune regole di business. Di seguito un breve schema architetturale: Figura2. Schema architetturale SIAR INTALIO jdbc mysql Generic Interface (Request/Response) Servizio 1 Servizio 2 Servizio n Piattaforma SIAR TIBCO jdbc Protocollo Informatico DATA TIBCO DATA SIARAMM (Oracle) I moduli funzionali del SIAR quindi, tra cui il Protocollo ed il sistema documentale GDM, offrono un insieme di servizi elementari che possono poi essere aggregati in servizi complessi di business tramite la mediazione orientata alle specifiche esigenze di integrazione dei sistemi esterni. L integrazione tra il SIAR ed i diversi sistemi esterni può essere implementata, a seconda delle specifiche di integrazione definite in opportune sessioni di analisi di integrazione, tramite l implementazione di servizi sincroni o asincroni, polimorfici o dedicati. La bozza di integrazione decritta nei paragrafi successivi ha l obbiettivo di presentare le principali entità ed un processo base di comunicazione necessario per interagire con il modulo del Protocollo secondo lo standard maggiormente diffuso presso l Amministrazione. Di norma viene definito per ogni sistema esterno un solo Web-Service polimorfico. Viene autorizzato il sistema chiamante e, tramite credenziali rilasciate e sulla base di trusted-relationship, si autorizza il sistema stesso ad operare a nome di utenti interattivi già autenticati sul sistema chiamante indicando esclusivamente il codice fiscale dell utente operante. L insieme di funzionalità messe a disposizione del sistema sono accessibili tramite lo scambio di messaggi XML strutturati secondo la seguente struttura standard: Tabella 3. Parametri Input CAMPO TIPO NOTE dati Interfaccia Utente string Codice Fiscale dell utente operante (censito sul SIAR) Funzione string Valore predefinito (parametro di gestione); es: Richiesta Protocollazione dati Funzionali any (verrà definito opportuno xsd per ogni funzione) Tabella 4. Parametri Output CAMPO TIPO NOTE 13/62

14 esito Interfaccia codice Esito int Restituisce il codice dell esito: - numero negativo in caso di errore o anomalia - 0 (zero) in assenza di errori - Numero positivo nel caso in cui l elaborazione si è conclusa con successo ma ha generato un messaggio di notifica descrizione Esito string Messaggio descrittivo: può contenere la descrizione estesa dell errore oppure un messaggio di notifica dati Funzionali any (verrà definito opportuno xsd per ogni funzione) Utilizzando questo approccio, tutte le struttura applicative che sono descritte nei successivi paragrafi (dati in input ed output) fanno esclusivamente riferimento al nodo datifunzionali senza citare gli attributi esterni: utente, funzione e esito. I campi di tipo data sono trattati come stringhe e si intendono espressi nel formato dd/mm/yyyy. Servizio protocollazione in uscita E possibile prevedere un servizio di protocollazione in uscita che permetta di protocollare un documento ed i suoi allegati. A tale scopo dovranno essere valorizzate le seguenti entità: O Unità Mittente O Movimento O Tipo di Documento O Classificazione O Fascicolo O Mittente Persone Fisiche e Amministrazione O Smistamento del Documento O File O Allegati O Firma Digitale O Utente L output del servizio è composto dalle seguenti informazioni: O numero di protocollo O anno di protocollo O data di protocollo Annulla registrazione protocollo Il SIAR supporta l annullamento della registrazione protocollo mediante funzionalità che possono condurre all annullamento immediato (comportamento di default) ovvero ad un annullamento 14/62

15 sottoposto ad un iter di validazione da parte della Segreteria (tale comportamento deve essere definito a livello di processo nel SIAR). Ricerca documenti protocollati Il SIAR gestisce i documenti in un sistema documentale interno denominato GDN. I documenti ed i relativi allegati sono quindi un sottoinsieme di tale sistema e possono essere ricercati tramite il metadato numero di protocollo e estratti tramite le procedure standard di accesso ai documenti. Il sistema GDM segmenta tutti i documenti utilizzando due attributi chiave: area: sezione del documentale disegnata appositamente dagli sviluppatori del DMS e dedicata ad un particolare compito applicativo con dei modelli atti allo scopo; Esempio: AREA: SEGRETERIA che contiene i modelli del protocollo. codice modello: rappresenta la tipologia di modello di riferimento (in relazione all area scelta); ciascuna tipologia è dotata di una collezione di attributi specifici e/o metadati tra cui le informazioni di Protocollo L interrogazione del sistema documentale può utilizzare i metadati come criteri di ricerca. Per facilitare l accesso al servizio di ricerca vengono messi a disposizione alcuni servizi di supporto per la consultazione delle aree, modelli e metadati. Consultazione Aree Il servizio restituisce l elenco di tutte le aree definite (o utilizzate) in GDM: - codice area - descrizione area Consultazione Modelli Il servizio restituisce l elenco di tutte i modelli definiti in una specifica area. Tra i vari modelli sarà possibili individuare quelli di interesse del sistema SIURP: Decreto, Delibera, Decreto del Presidente, ecc. Input: - Area Output: - Modello o Codice modello o Descrizione modello 15/62

16 Consultazione Metadati Il servizio restituisce l elenco dei metadati previsti per uno specifico modello. Tra i vari metadati sarà possibile individuare quelli di interesse del sistema esterno: anno, numero protocollo, beneficiario, oggetto, ecc. Input: - Area - Modello Output: - Metadato o Codice metadato o Descrizione metadato o Tipologia metadato Ricerca documenti in GDM Il servizio restituisce l elenco di tutti i documenti che soddisfano i criteri di ricerca definiti in input. Input: - Area - Modello - Filtri su metadati o Metadato o Operatore o Valore Output: - Documento o Descrizione o Stato o Metadati Metadato Valore o Allegati ID Descrizione 16/62

17 Ricerca allegato Il servizio restituisce il contenuto binario di uno specifico allegato. Input: - ID allegato Output: - Documento (Base64) Pianta SUA Di seguito la pianta dei locali in cui si trova la SUA. In figura è evidenziato il locale nel quale risiedono gli apparati di rete, elettrici e telefonici. 17/62

18 Ingresso 18/62

19 5 OGGETTO DELLA FORNITURA Oggetto della presente procedura di gara è la realizzazione, l esercizio e l assistenza del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici (SISGAP). Tale fornitura, come meglio specificato nel seguito, prevede: 1. la realizzazione e l esercizio dell intero sistema informativo di supporto alla gestione degli appalti pubblici, comprensivo della fornitura hardware e software necessaria per l implementazione del sistema e dei servizi di assistenza e di supporto alla piattaforma realizzata; 2. l assistenza e l affiancamento, per tutta la durata del contratto, per le attività operative, di sviluppo di nuove funzionalità e per le attività di sperimentazione e realizzazione di procedure di gara attraverso la piattaforma, comprensive delle attività di trasferimento di know-how e comunicazione. La durata del contratto, comprensiva di tutte le prestazioni/forniture riportate nel presente capitolato, è pari a 36 mesi. Al fine di rispettare la tempistica indicata al paragrafo Piano delle attività, l esecuzione delle attività contrattuali dovrà avere inizio entro 10 giorni dalla data di sottoscrizione del contratto, salvo che l Amministrazione Contraente (da ora anche Amministrazione) non richieda per iscritto una proroga del suddetto termine e una ripianificazione delle attività. Il SISGAP dovrà essere allocato, salvo diversa indicazione in sede di esecuzione del contratto, presso la sede della SUA, in via Cosenza n. 1/g, Catanzaro. Tutte le caratteristiche indicate nel presente Capitolato sono da intendersi come requisiti minimi. Tutti i prodotti richiesti dovranno rispettare le caratteristiche minime richieste nel presente documento e, con particolare riguardo alla fornitura di strumenti hardware e software previsti nel SISGAP, dovranno essere aggiornati all ultima generazione disponibile all atto della presentazione dell offerta, secondo le più recenti soluzioni tecnologiche, norme tecniche, standard di legge ecc., che, anche se non materialmente citate, costituiscono parte integrante e sostanziale del presente capitolato, atte a soddisfare i requisiti richiesti nel presente documento. L operatore economico potrà proporre un offerta tecnica migliorativa per maggiori servizi, ulteriori componenti o sostituzione delle componenti in uso senza produrre maggiori oneri per l Amministrazione. Per le priorità di realizzazione si rimanda a quanto specificato più avanti nella Tabella Rilasci. 19/62

20 5.1 Caratteristiche della Fornitura Hardware L operatore economico dovrà fornire, nell ambito della presente procedura, la strumentazione hardware necessaria per l erogazione, in tutta sicurezza, delle funzionalità della piattaforma SISGAP, con completa ridondanza di tutti i sistemi per garantire la continuità del servizio. Per dare un idea sul possibile dimensionamento del sistema dal punto di vista hw e sw, si riporta di seguito una tabella che indica le procedure di gara avviate in Calabria nell anno 2010 sia dai soggetti obbligati a ricorrere alla SUA per la gestione delle gare d appalto, che dai soggetti non obbligati che potrebbero ricorrervi in regime di convenzione. Tabella 5. Gare d appalto indette in Calabria nel 2010 SOGGETTO PROCEDURE AVVIATE Soggetti non obbligati 1517 Soggetti obbligati 1182 (di cui 907 relative al comparto sanità) Totale 2699 Si precisa che i dati sono stati acquisiti mediante rilevazione dei codici CIG e pertanto i numeri indicati corrispondono ai lotti messi a gara di importo superiore a ,00. Nell ambito della presente fornitura dovranno essere comprese, oltre all attrezzatura più prettamente informatica (es. server, storage disk array, rack, personal computer, ecc.), anche le dotazioni strumentali ritenute necessarie per garantire il funzionamento continuo in sicurezza del sistema (es. firewall, condizionatori, gruppo di continuità aggiuntivo, ecc.) e la connettività (switch di rete, router, materiale per cablaggio, ecc.). Nel paragrafo Dotazioni strumentali della SUA è riportata la dotazione strumentale della SUA e la pianta dei locali nei quali dovranno essere installate le suddette apparecchiature, al fine di consentire all operatore economico di stimare in sede di offerta quanto necessario. Data l impossibilità di esporre servizi su internet per sistemi situati all interno della intranet regionale (quali quelli posizionati all interno della SUA), la fornitura dovrà prevedere anche il servizio di connettività al di fuori della rete regionale, con banda minima garantita di 500Kbps/500Kbps. La fornitura di tale servizio dovrà comprendere anche i costi relativi al contratto con l operatore di rete (comprensivi di canone di fornitura del servizio, garanzia, installazione e manutenzione, eventuali apparati di rete e quanto altro necessario) per il periodo di durata del contratto SISGAP (36 mesi), nonché l acquisto di un dominio web sempre per il periodo di durata indicato. In sostanza il SISGAP non dovrà essere inserito all interno della intranet regionale, salvo diversa indicazione in sede di esecuzione del contratto. Al fine di avere un idea più dettagliata dei locali e produrre un offerta più accurata, gli operatori economici hanno l obbligo di effettuare un sopralluogo nei locali della SUA che verranno utilizzati per l allocazione delle apparecchiature hardware di cui trattasi. 20/62

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE

Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE Allegato 8 MISURE MINIME ED IDONEE SOMMARIO 1 POLITICHE DELLA SICUREZZA INFORMATICA...3 2 ORGANIZZAZIONE PER LA SICUREZZA...3 3 SICUREZZA DEL PERSONALE...3 4 SICUREZZA MATERIALE E AMBIENTALE...4 5 GESTIONE

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento

Invio della domanda on line ai sensi dell art. 12 dell avviso pubblico quadro 2013. Regole tecniche e modalità di svolgimento INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO art. 11, comma 1 lett. a) e comma 5 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i. Invio della domanda on line ai sensi

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

Titolo I - AMBITO DI APPLICAZIONE, DEFINIZIONI ED ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche per il protocollo informatico ai sensi degli articoli 40-bis, 41, 47, 57-bis

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua in MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 40 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3. Accreditamento

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia

Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Il presente documento è conforme all'originale contenuto negli archivi della Banca d'italia Firmato digitalmente da Sede legale Via Nazionale, 91 - Casella Postale 2484-00100 Roma - Capitale versato Euro

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1

Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Presentazione del prodotto Easy-TO versione 5.1 Easy-TO è il software professionale per il Tour Operator moderno. Progettato e distribuito in Italia e all estero da Travel Software srl (Milano), un partner

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013. Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi 3 e 5 -bis, 23-ter, comma

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli