Oggetto: Gara d appalto per la fornitura di un sistema informatico per la verifica dei requisiti ostativi per l accesso alle manifestazioni sportive

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Oggetto: Gara d appalto per la fornitura di un sistema informatico per la verifica dei requisiti ostativi per l accesso alle manifestazioni sportive"

Transcript

1 Oggetto: Gara d appalto per la fornitura di un sistema informatico per la verifica dei requisiti ostativi per l accesso alle manifestazioni sportive DOMANDA 1- Soc. Regulus: CHIARIMENTI DI CARATTERE AMMINISTRATIVO Non essendo prevista, da parte delle compagnie assicuratrici, l'emissione di una fideiussione definitiva senza una data di scadenza, chiediamo se è possibile emettere una cauzione definitiva, rilasciata sottoforma di polizza assicurativa, dove è prevista una data di scadenza che potrà eventualmente essere rinnovata nei termini che stabilirà il contratto. Naturalmente la polizza dovrà essere rinnovata fino a quando l Ente Garantito non la svincolerà con apposito documento scritto. RISPOSTA Si conferma precisando che la validità della polizza fidejussoria dovrà essere di almeno 36 mesi a decorrere dalla stipula e contenere l impegno del fidejussore al rinnovo, di anno in anno, fino allo svincolo da parte dell Ente Garantito, mediante apposita comunicazione scritta. 2- Soc. Theorematica Il paragrafo 7.3 Sviluppo del capitolato tecnico tra i prodotti della fase di sviluppo elenca Conteggio FP a cura di consulente certificato scelto dall Amministrazione, trattandosi di un prodotto della fase di realizzazione - a cura del fornitore - che sarà verificato in sede di collaudo dall Amministrazione (come previsto nel paragrafo del capitolato tecnico), si chiede di precisare a chi compete effettivamente il conteggio. Nel caso in cui il fornitore debba effettuare il conteggio dei FP con la collaborazione di un consulente scelto dall Amministrazione, si domanda di indicare a chi sono in carico i relativi costi. Il conteggio degli FP è di competenza dell Amministrazione e sarà effettuato con l ausilio di un certificatore abilitato secondo la normativa IPFUG 4.2 le relative spese sono a totale carico dell Amministrazione.

2 3 - Soc. Theorematica Nell articolo 5 della bozza di contratto al paragrafo relativo al Collaudo (ultimo capoverso) si dichiara Tutti i costi del collaudo, compresi quelli relativi a danni derivanti dal collaudo stesso, sono a carico dell impresa. In merito si chiede di precisare quali sono gli elementi di costo che il fornitore deve considerare. 4 - Soc. Opera21 relativamente alle penali, si richiede se il limite massimo di penali applicabili del 10% dell'importo contrattuale è da intendersi fissato anche per le penali legate a Garanzia manutenzione e call center. 5 - Soc. Opera21 Con riferimento alle indicazioni fornite relativamente agli eventuali Raggruppamenti Temporanei di Impresa, in mancanza di una specifica indicazione, la scrivente chiede conferma che ciascuna delle Ditte del Raggruppamento Temporaneo di Impresa possa emettere fattura separatamente relativamente alle attività di propria specifica competenza."; L ultimo capoverso dell articolo 5 della bozza di contratto, stabilisce che i costi di collaudo sono a totale carico dell Impresa solo nel caso in cui la fornitura dovesse essere ripresentata al collaudo a seguito di un primo collaudo sfavorevole e saranno quindi comprese anche le spese di trasferta del personale incaricato dall Amministrazione. Per quanto concerne il primo collaudo, saranno a carico dell Impresa le sole spese di approntamento mentre, le spese di trasferta del personale dell Amministrazione, saranno a carico dell Amministrazione stessa. Si conferma L Amministrazione formalizzerà il rapporto con i Raggruppamenti Temporanei in base alle clausole contenute nell atto costitutivo del Raggruppamento stesso, ivi comprese le modalità di pagamento.

3 6 - Soc. Opera21 Con riferimento all'art.8 dello Schema di Contratto - Modifiche e varianti tecniche - si chiede di confermare che, qualora l'eventuale modifica risultasse, sulla base dei listini di mercato degli apparati ed i software di base e ambiente, di entità tale da comportare delle diminizioni di costi, l'eventuale riduzione da apportare al prezzo contrattuale che le parti converranno, possa intendersi compresa entro il limite del 10% dell'importo complessivo del contratto"; 7 - Soc. Opera21 Con riferimento all'art.8 dello Schema di Contratto - Modifiche e varianti tecniche - si chiede di confermare che, qualora l'eventuale modifica risultasse, sulla base dei listini di mercato degli apparati ed i software di base e ambiente, di entità tale da comportare delle diminizioni di costi, l'eventuale riduzione da apportare al prezzo contrattuale che le parti converranno, non avrà effetto retroattivo sul prezzo delle prestazioni già rese nell'ambito del presente contratto"; 8 - Soc. Opera21 Con riferimento all'art.17 dello Schema di Contratto - Obblighi dell'impresa in materia di tutela della riservatezza - in mancanza di una specifica clausola in materia di data privacy, si chiede di confermare che il contratto che verrà siglato tra le parti in caso di aggiudicazione della gara includerà una clausola appositamente dettata per la disciplina del trattamento dei dati personali, comprensiva altresì di indicazione dei rispettivi ruoli ed adempimenti che le parti assumerranno in tale ambito (data privacy) per l'esecuzione del presente contratto"; si conferma e si precisa che il limite del 10% delle variazioni d importo rispetto al valore contrattuale è da intendersi invalicabile sia in aumento che in diminuzione. Si conferma sia in aumento che in diminuzione. I dati sensibili, se presenti, saranno trattati secondo normativa. (D.Lvo 30 giugno 2003, n. 196).

4 9 - Soc. Replay In virtù del fatto che dall'articolo 4-quater, comma 1, lettera b), della legge n. 102 del 2009 ha abrogato il comma 5 dell art. 86 del D.Lgs. 186/2006, si richiede di confermare che il concorrente non è tenuto alla presentazione della busta D contenente le giustificazioni a corredo dell offerta economica. Si prende atto di quanto evidenziato nella domanda ma si conferma la necessità di includere nell offerta la busta D e relativi contenuti, al fine di accelerare la procedura di aggiudicazione nel caso in cui venisse riscontrata un anomalia nell offerta economica aggiudicataria. Si fa presente comunque che, alla luce del provvedimento di abrogazione del comma 5 dell art. 86 del D.Lvo 163/2006, la mancata presentazione della busta D non costituirà motivo di esclusione dalla gara Unisys Italia S.r.L. È da intendere come refuso e quindi non apposta Avendo rilevato all'articolo 13 (Pagamento)o l'incompletezza della seguente frase: "Sempre in esecuzione del D. L.vo n. 231/2002, l'amministrazione provvederà al pagamento trimestrale posticipato delle attività sotto indicate," ed essendo riportate nello stesso articolo - prima di detta frase - due tipologie di attività per le quali e previsto il pagamento trimestrale posticipato, si chiede di chiarire se il termine "sotto indicate" deve intendersi sostituito da "sopraindicate", oppure se deve intendersi un refuso e pertanto come non apposta Unisys Italia S.r.l. Si richiede conferma della interpretazione secondo la quale il prezzo menzionato all'ultimo comma dell'articolo 20 (Salvaguardia dell'obsolescenza) deve intendersi quale prezzo del solo prodotto software sviluppato e non quale corrispettivo complessivo contrattuale. È da intendere come valore complessivo del contratto.

5 12 - Unisys Italia S.r.l. Avendo rilevato nell'articolo 25 (Esecutività, vincoli contrattuali e responsabilità" l'applicabilità di penali nella fattispecie all'articolo 21, primo comma, e disciplinando tale articolo (peraltro composto da un solo comma) il recesso da parte dell'amministrazione, si chiede conferma che tale menzione costituisca un refuso e debba pertanto intendersi come non apposta. Il refuso è relativo alle sola citazione primo comma Unisys Italia S.r.l. Sempre con riferimento all'articolo 25 (sesto comma), tra le ipotesi di applicazione della risoluzione contrattuale di diritto viene citata "l'ipotesi di recesso prevista dall'articolo 20 (Salvaguardia dell'obsolescenza)". Si rileva che nel suddetto articolo 20 non è prevista alcuna possibilità di recesso, peraltro prevista all'articolo 21 (Recesso dell'amministrazione), cosa che non giustifica un'eventuale risoluzione. Si chiede pertanto un chiarimento sulle fattispecie che determinano la risoluzione contrattuale di diritto 14 - Soc. Almaviva In conseguenza dell'entrata in vigore della legge 102/2009, art 4-quarter, comma 1, lettera b), che abroga l'art. 86, comma 5, del D. Lgs 163/2006 è ancora necessario presentare, a corredo dell'offerta economica, i giustificativi richiesti all'art. 4, pag. 6 della Lettera di Invito (Busta D Valutazione Anomalo Ribasso )? all'articolo 25 (sesto comma) l ipotesi di recesso riferita all articolo 20 è da considerare un mero errore dattilografico. Si rettifica quindi tale comma precisando che si deve intendere riferito all articolo 21 (recesso dell Amministrazione). Si prende atto di quanto evidenziato nella domanda ma si conferma la necessità di includere nell offerta la busta D e relativi contenuti, al fine di accelerare la procedura di aggiudicazione nel caso in cui venisse riscontrata un anomalia nell offerta economica aggiudicataria. Si fa presente comunque che, alla luce del provvedimento di abrogazione del comma 5 dell art. 86 del D.Lvo 163/2006, la mancata presentazione della busta D non costituirà motivo di esclusione dalla gara.

6 CHIARIMENTI DI CARATTERE TECNICO SOCIETÀ VITROCISET Capitolato Tecnico Domanda 1 Paragrafo 4.1- Vincoli architetturali. Al paragrafo 4.1. si legge tra l altro. Per il livello applicativo, potrà essere gestita una mutua autenticazione tra Client (Società) e Server (P. di S.) mediante scambio di certificati digitali.. Si chiede cortesemente di confermare che detti certificati saranno resi disponibili dal Ministero dell interno e di conseguenza non saranno oggetto della presente fornitura. Risposta 1: Non si conferma, dovranno essere oggetto di fornitura. Domanda 2 Paragrafo 4.1- Vincoli architetturali. Si chiede di confermare che il Client java dedicato delle Sale Operative delle Questure con cui il sistema informativo della Polizia di Stato deve colloquiare non è oggetto della presente fornitura. Risposta 2: Non si conferma, il client sw deve essere oggetto di fornitura. Domanda 3 Si chiede di chiarire se per la cooperazione fra i sistemi informativi della Polizia di Stato e delle Società è previsto che sia utilizzata come soluzione applicativa il modello CNIPA delle Porte di Dominio. Risposta 3: NO, non è previsto che sia utilizzata come soluzione applicativa il modello CNIPA delle Porte di Dominio. Domanda 4 Paragrafo Assistenza all avviamento. Si chiede di voler cortesemente confermare che il Servizio di Assistenza da erogare presso il Centro Elettronico Nazionale (CEN) della Polizia di Stato dovrà essere assicurato dal Lunedì alla Domenica dalle ore 9:00 alle ore 18:00 e non dalle ore 8.00 alle ore come riportato all art.5 della bozza di contratto. Analogamente, si chiede di confermare che il Servizio di Assistenza Sistemistica con reperibilità telefonica dovrà essere erogato, sempre dal Lunedì alla Domenica, dalle ore alle ore Risposta 4 Si conferma AUXILIUM GROUP Domanda 5 Nel capitolato tecnico (paragrafo 3.1.2) si parla chiaramente di invio di messaggi automatici alle Questure territorialmente di competenza dei Punti Vendita e degli Eventi: tale associazione si

7 presuppone sia automatica in base a delle regole fornite dal Ministero (ad esempio provincia/questura). Occorre prevedere anche una funzionalità manuale ad uso esclusivo della Polizia di Stato per associare/variare una Questura relativa ad un Punto Vendita o Evento? Risposta 5 No Domanda 6 Il processo di verifica dei requisiti ostativi deve avvenire esclusivamente in modalità automatica, oppure è previsto un intervento manuale da parte delle Questure? In tal caso è possibile avere alcuni dettagli? Risposta 6 Deve avvenire esclusivamente in modalità automatica Domanda 7 E possibile avere i dati di dettaglio di massima che si intende gestire relativamente alle Società, Punti Vendita, Eventi, Soggetti, Questure? Risposta 7 Vedasi il decreto del 15 agosto 2009 consultabile su: Domanda 8 La reportistica di cui si fa riferimento nel capitolato tecnico (paragrafo 3.7) deve essere disponibile online oppure sui dati storicizzati al giorno prima? Risposta 8 La reportistica deve essere disponibile On line Domanda 9 Nel capitolato tecnico si parla chiaramente di WEB services messi a disposizione dal Sistema Di Indagine (SDI). Se fossero già disponibili, è possibile avere maggiori dettagli? Risposta 9 Il web service per la verifica dei requisiti ostativi è già disponibile. Per quanto attiene i dettagli richiesti si chiarisce che il Sistema Di Indagine (SDI) del CED Interforze del Ministero dell Interno, restituirà al sistema informatico della P. di S. l elenco dei provvedimenti attivi e delle segnalazioni presenti in Banca Dati a carico del soggetto. Sarà a carico dell applicazione oggetto della fornitura verificare attraverso opportuni controlli l assenza o presenza di eventuali requisiti ostativi. Dovranno inoltre essere valutati anche gli eventuali provvedimenti di cattura emanati nei confronti del soggetto richiedente il titolo di accesso.

8 Domanda 10 Il servizio di call center 7gg su 7 dalle 9.00 alle da attivare almeno per 18 mesi deve operare fisicamente a Napoli oppure può essere gestito da remoto, avendo ovviamente a disposizione una connessione remota ai server con le utenze necessarie? Risposta 10 Il Call Center non deve operare fisicamente a Napoli, non sarà messo a disposizione nessun Server. Domanda 11 Il capitolato tecnico non fa riferimento alle comunicazioni tra la Società (il client del sistema oggetto della fornitura) ed i punti vendita (che fisicamente rilasceranno i titoli di accesso). Tale mancanza è da attribuirsi al fatto che le comunicazioni tra la Società ed i punti vendita siano delegate alle società stesse e non facciano dunque parte del flusso informativo del Sistema Informatico? E possibile avere la numerosità delle Società e dei Punti Vendita che dovranno essere gestiti? Risposta 11 Le comunicazioni tra la società ed i punti vendita sono delegate alle società stesse Domanda 12 Il capitolato tecnico (par. 4.1) fa riferimento ad una PKI/CA dedicata per la generazione/distribuzione di certificati digitali (a livello 3/vpn ed a livello 7/https). A tal proposito: dovrà essere oggetto di fornitura anche la definizione di una CA interna allo scopo? esiste già una simile infrastruttura all'interno del parco tecnologico di riferimento con il quale il sistema dovrà integrarsi? sarà necessario acquistare il servizio da una pki pubblicamente riconosciuta (es. VeriSign)? Risposta 12 Dovrà essere oggetto di fornitura anche la definizione di una CA interna allo scopo. Non dovrà integrarsi con altre pki Non sarà necessario acquistare il servizio da una pki pubblicamente riconosciuta SOCIETA THEOREMATICA Domanda 13 Durata effettiva relativa alla fase di fornitura dalla data di contratto alla data di avviamento in esercizio. Al paragrafo 7.6 Avviamento in esercizio del capitolato tecnico il testo recita: L avviamento in esercizio avverrà a conclusione della fase di collaudo finale con esito positivo entro 6 mesi solari dalla data di contratto. Considerando invece: i paragrafi 7.1, 7.2, 7.3 che stimano la fase di produzione di durata complessiva 6 mesi, il paragrafo del capitolato tecnico che prevede un tempo per la configurazione del sistema di esercizio, l articolo 5 del contratto- paragrafo Approntamento collaudo punto 2) che prevede un tempo per la predisposizione dell ambiente di collaudo, la durata della fase di fornitura dalla data di contratto alla data di avviamento in esercizio risulta essere di c. 7 mesi al netto dei tempi di collaudo. Risposta 13

9 Le varie fasi indicate nel capitolato sono indicative, mentre è vincolante L avviamento in esercizio avverrà a conclusione della fase di collaudo finale con esito positivo entro 6 mesi solari dalla data di contratto. Domanda 14 Sistema per la gestione dell organizzazione delle manifestazioni sportive. Al paragrafo 1.1 specifica che il sistema da realizzare dovrà essere compatibile con quello relativo alla gestione dell organizzazione delle manifestazioni sportive..., ma non viene fornita alcun tipo di indicazione in merito al sistema o ai sistemi cui ci si riferisce. Risposta 14 Si conferma quanto riportato nel capitolato. Domanda 15 Client Java dedicato di Sala Operativa. Al paragrafo e successivi è richiesta la notifica di eventuali provvedimenti di cattura alle questure mediante invio di pop-up stampabile alle Sale Operative delle Questure dotate di client Java dedicato ma non è fornita alcuna indicazione in merito a tale client; in particolare si domanda se lo stesso è da realizzare a cura del fornitore nell ambito della realizzazione del sistema di cui all oggetto, l architettura di collegamento e comunicazione con tale client. Risposta 15 Vedasi risposta 2 Domanda 16 Verifica dei requisiti ostativi in modalità asincrona Si chiede di specificare se la memorizzazione e l invio dei dati al ripristino delle condizioni iniziali di funzionamento nei collegamenti o dei sistemi informatici saranno a carico dei sistemi informatici delle Società stesse o da realizzare a cura del fornitore nell ambito del sistema di cui all oggetto. Risposta 16 Saranno a carico dei sistemi informatici delle società Domanda 17 Richiesta di chiarimenti sul paragrafo 4.1 Vincoli architetturali Si chiede di specificare se il sistema di Certification Authority, indicato per lo scambio di certificati digitali destinati alla mutua autenticazione tra Client (Società) e Server (P. di S.), sarà fornito dall Amministrazione o da realizzare a cura del fornitore nell ambito delle funzionalità di Access Management del sistema di cui all oggetto. Risposta 17 Sarà da realizzare a cura del fornitore Domanda 18 Paragrafo 3.1 Comunicazione con i sistemi informatici delle società Si chiede di specificare se le seguenti attività sistemistiche :

10 virtualizzazione sul server del C.E.N., ove sarà installato il sistema di cui all oggetto, dei 103 sistemi corrispondenti al numero delle Questure della P. di S. realizzazione dell architettura di collegamento tra i client di questura e il server del C.E.N. saranno realizzate da tecnici dell Amministrazione o sono da realizzare a cura del fornitore nell ambito dei servizi di installazione e assistenza all avviamento previsti dal capitolato tecnico. Risposta 18 Le attività sono a carico del fornitore Domanda 19 Esatto significato di alcuni dei criteri che saranno utilizzati per la valutazione dell offerta tecnica, riportati al capitolo 14 del Capitolato Tecnico: Comprensibilità dell Interfaccia: si chiede di chiarire se si fa riferimento all interfaccia relativa alla modaità interattiva(tramite web browser), all interazione tra i sistemi ad altro; Qualità Grafica: si chiede di chiarire a quale oggetto è riferito il parametro. Risposta 19 Entrambi i parametri si riferiscono alla modalità interattiva e alla consultazione dei report tutti gli aspetti grafici in senso latodi una interfaccia: colore, immagini, disegni, foto, ma anche suoni, movimento, effetti speciali. Domanda 20 Modalità per la dichiarazione dei punti funzione realizzati Il paragrafo 7.3 Sviluppo del capitolato tecnico tra i prodotti della fase di sviluppo elenca Conteggio FP a cura di consulente certificato scelto dall Amministrazione, trattandosi di un prodotto della fase di realizzazione - a cura del fornitore - che sarà verificato in sede di collaudo dall Amministrazione (come previsto nel paragrafo del capitolato tecnico), si chiede di precisare a chi compete effettivamente il conteggio. Nel caso in cui il fornitore debba effettuare il conteggio dei FP con la collaborazione di un consulente scelto dall Amministrazione, si domanda di indicare a chi sono in carico i relativi costi. Risposta 20 Il conteggio dei FP è a cura dell Amministrazione, il fornitore dovrà mettere a disposizione tutta la documentazione necessaria. Domanda 21 Servizio di Garanzia/Manutenzione (cap. 10 capitolato tecnico) Si chiede di specificare: 1. se il servizio di call center è rivolto esclusivamente al personale della Polizia di Stato e non anche alle società, 2. se per Società si intende un solo utente o i più punti vendita collegati alla società stessa, 3. se le richieste di intervento che il fornitore dovrà prendere in carico e risolvere nel rispetto dei livelli di servizio contrattualmente previsti, riguarderanno esclusivamente problemi relativi alle procedure/prodotti software forniti (il che implica un primo screening dell anomalia fatto dal personale della Polizia di Stato atto ad escludere un

11 malfunzionamento hardware od un errato uso delle procedure/prodotti software forniti da parte degli utenti), 4. se i livelli di servizio per il servizio di garanzia del software applicativo (par del capitolato tecnico) sono da considerarsi all interno della finestra di servizio : ad esempio per una chiamata relativa ad un guasto bloccante pervenuta al call center alle ore 21 il ripristino deve avvenire al massimo entro le ore 14 oppure entro le ore 3 del giorno seguente?, 5. se è richiesto, oltre al call center, il solo servizio di manutenzione correttiva od anche un servizio di assitenza presso il CEN, 6. se può essere consentito al fornitore intervenire da remoto da una sede della Polizia di Stato sul sistema del CEN per effettuare diagnosi e installazioni del software. Risposta Il servizio di call center è rivolto esclusivamente al personale della Polizia di Stato 2. Si intende più punti vendita 3. le richieste di intervento che il fornitore dovrà prendere in carico e risolvere nel rispetto dei livelli di servizio contrattualmente previsti, riguarderanno i problemi relativi alle procedure/prodotti software forniti. 4. Si intende entro le ore 3 del giorno seguente. 5. Si conferma quanto riportato nel capitolato 6. Non è consentito Domanda 22 Costi inerenti le attività di collaudo Nell articolo 5 della bozza di contratto al paragrafo relativo al Collaudo (ultimo capoverso) si dichiara Tutti i costi del collaudo, compresi quelli relativi a danni derivanti dal collaudo stesso, sono a carico dell impresa. In merito si chiede di precisare quali sono gli elementi di costo che il fornitore deve considerare. Risposta 22 Domanda 23 Ambiente di collaudo Si domanda se l Amministrazione renderà disponibile un ambiente dedicato alle attività di collaudo diverso dall ambiente di esercizio; in caso positivo si domanda se le attività di installazione richieste dovranno essere eseguite da parte del fornitore in entrambi gli ambienti. Risposta 23 L amministrazione non renderà disponibile un ambiente dedicato alle attività di collaudo. SOCIETA OPERA 21 Domanda 24 Rif. Contratto art 10 garanzia: l impresa garantisce il software sviluppato per un periodo di 36 mesi ; art. 10 manutenzione: l impresa dovrà assicurare la manutenzione correttiva (MAC) pari al

12 10% annuo del codice sviluppato in termini di punti funzione per 24 mesi più un anno di garanzia, ; offerta economica MAC software applicativo D1) costo annuo; D2) costo totale 1. Si richiede di specificare se il numero di mesi di garanzia previsto per il software sviluppato dall offerente sia di 12 mesi oppure di 36 mesi. 2. Nel caso in cui venga indicato 36 mesi come durata del servizio di garanzia per il software applicativo, si richiede di specificare quale importo indicare nelle voci D1 e D2 dell offerta economica. Risposta Si conferma che il numero di mesi di garanzia previsto per il software sviluppato dall offerente è di 36 mesi. 2. Nella voce D1 va indicato il costo annuo per la MAC, nella Voce D2 il costo totale della MAC. Domanda 25 Rif. Lettera di invito griglia di valutazione offerte servizi di garanzia e assistenza DURATA X ogni mese in più. Si richiede di specificare se il criterio di valutazione riguarda il solo di assistenza oppure il solo servizio di garanzia oppure entrambi i servizi. Risposta 25 Solo il servizio di garanzia Domanda 26 Relativamente alle penali, si richiede se il limite massimo di penali applicabili nel 10% dell importo contrattuale, è da intendersi fissato anche per le penali legate a Garanzia manutenzione e call center Risposta 26 Si Domanda 27 in merito alle attività di servizio di assistenza sistemistica da rendere con reperibilità telefonica dalle ore alle ore per un periodo di 18 mesi Tale attività di reperibilità comporta il raggiungimento dei sistemi del CEN della Polizia di Stato (per analisi ed eventuale risoluzione della problematica aperta in chiamata) oppure si tratta semplicemente di raccolta dei ticket che poi andranno risolti direttamente sul CEN? Risposta 27 Tale attività di reperibilità comporta, qualora non sia possibile risolvere telefonicamente il problema, il raggiungimento dei sistemi del CEN della Polizia di Stato. Domanda 28 Il CEN dispone già di un sistema di Trouble Ticket che consenta di tracciare le chiamate all Help Desk?

13 Risposta 28 Si conferma quanto indicato nel capitolato tecnico par. 10, ove viene indicato per il servizio di garanzia/manutenzione un servizio di Call Center per il quale sono richieste rendicontazioni mensili sul funzionamento e sui livelli di servizio effettivamente forniti. Domanda 29 Nel caso non sia previsto un collegamento da remoto chi mantiene traccia delle chiamate di Help Desk/reperibilità? Risposta 29 Vedi risposta 28 Domanda 30 con riferimento ai requisiti architetturali, è un vincolo forte l'alta affidabilità ( ) o può intendersi anche come Fault-Tolerance Risposta 30 L alta affidabilità è un vincolo. Domanda 31 Quali sono i carichi stimati sul sistema? Esiste una statistica di stress test sul web services residente sulla banca dati interforze che restituisce l'esito della verifica della presenza di motivi ostativi? Risposta 31 I carichi sul sistema si prevedono con un picco massimo stimato nell'ordine di 20 richieste simultanee. Non esiste, invero, una statistica di stress test sul web services residente sulla Banca Dati Interforze. Domanda 32 Con riferimento alle indicazioni fornite relativamente agli eventuali Raggruppamenti Temporanei d Impresa, in mancanza di una specifica indicazione, la scrivente chiede conferma che ciascuna delle ditte del Raggruppamento Temporaneo d Impresa possa emettere fattura separatamente relativamente alle attività di propria specifica competenza. Risposta 32 Domanda 33 Con riferimento all art. 8 della Schema di Contratto - modifiche e varianti tecniche si chiede di confermare che, qualora l eventuale modifica risultasse, sulla base dei listini di mercato degli apparati ed i software di base e di ambiente, di entità tale da comportare delle diminuzione dei costi, l eventuale riduzione da apportare al prezzo contrattuale che le parti converranno, possa intendersi compresa entro il limite del 10% dell importo complessivo del contratto ; Risposta 33

14 Domanda 34 Con riferimento all art. 8 della Schema di Contratto - modifiche e varianti tecniche si chiede di confermare che, qualora l eventuale modifica risultasse, sulla base dei listini di mercato degli apparati ed i software di base e di ambiente, di entità tale da comportare delle diminuzione dei costi, l eventuale riduzione da apportare al prezzo contrattuale che le parti converranno, non avrà effetto retroattivo sul prezzo delle prestazioni già rese nell ambito del presente contratto ; Risposta 34 Domanda 35 Con riferimento all art. 17 della Schema di Contratto - Obblighi dell Impresa in materia di tutela della riservatezza in mancanza di una specifica clausola in materia di data privacy si chiede di confermare se il contratto che verrà siglato dalle parti in caso di aggiudicazione della gara includerà una clausola appositamente dettata per la disciplina del trattamento dei dati personali, comprensiva altresì di indicazione dei rispettivi ruoli e adempimenti che le parti assumeranno in tale ambito (data privacy) per l esecuzione del presente contratto ; Risposta 35 SOCIETA S2I ITALIA Domanda 36 Con la presente, facendo riferimento alla procedura in oggetto, in particolare in merito alla formulazione dell offerta economica, si richiedono i seguenti chiarimenti: 1. Alla riga D1 nella cella quantità, quale è il moltiplicatore da indicare? 2. Se alla riga E2 vanno aggiunte altre due righe (E3, E4) nella sommatoria del Totale fornitura (A2+B2+C2+E2+F2) alla voce E2 quale cifra devo considerare? Risposta Nella cella quantità della riga D1 va indicato il costo del singolo anno. 2. Va considerata la somma di E2+E3+E4, in quanto in fornitura sono previsti 3 anni di MEV SOCIETÀ EUSTEMA S.P.A. Domanda 37 In relazione alla gara di cui all oggetto si chiede di fornire una indicazione sul numero di accessi contemporanei giudicati necessari per il collaudo del sistema da realizzare. Risposta 37 Tale indicazione deve essere riportata sul piano di collaudo che la Società dovrà presentare per il quale l Amministrazione si riserva di accettare e/o modificare.

15 SOCIETÀ ELSAG DATAMAT SPA Domanda 38 La Certification Autority dedicata, prevista nel capitolato tecnico a pag. 14, è da includere nella fornitura o piuttosto ci si deve appoggiare ad una Certification Autority della Polizia di Stato? Risposta 38 Vedi risposta 12 Domanda 39 In tema di assistenza all avviamento, pag 18 del capitolato tecnico, è necessario prevedere un supporto continuativo nell orario di almeno una persona per tutti i 18 mesi richiesti o in alternativa è possibile proporre un piano di supporto che non preveda la presenza on site a tempo pieno per tutto il periodo? Risposta 39 NO Domanda 40 Si chiede di confermare che il punteggio espresso per la voce Qualità e Quantità dei profili professionali offerti sia 1 al livello minimo, 5 al livello medio e 10 al livello massimo Risposta 40 Si conferma SOCIETÀ UNISYS Domanda 41 Si richiede conferma che il tetto del 10% citato al paragrafo Call Center dell'articolo 12 (Penalità in caso di ritardi e termine essenziale) è applicabile anche all'eventuali ritardate esecuzioni delle attività di manutenzione software applicativo. Risposta 41 SI conferma Domanda 40 Avendo rilevato all'articolo 13 (Pagamento)o l'incompletezza della seguente frase: "Sempre in esecuzione del D. L.vo n. 231/2002, l'amministrazione provvederà al pagamento trimestrale posticipato delle attività sotto indicate," ed essendo riportate nello stesso articolo - prima di detta frase - due tipologie di attività per le quali e previsto il pagamento trimestrale posticipato, si chiede di chiarire se il termine "sotto indicate" deve intendersi sostituito da "sopraindicate", oppure se deve intendersi un refuso e pertanto come non apposta. Risposta 40

16 Domanda 41 Si richiede conferma della interpretazione secondo la quale il prezzo menzionato all'ultimo comma dell'articolo 20 (Salvaguardia dell'obsolescenza) deve intendersi quale prezzo del solo prodotto software sviluppato e non quale corrispettivo complessivo contrattuale. Risposta 41 Domanda 42 Avendo rilevato nell'articolo 25 (Esecutività, vincoli contrattuali e responsabilità" l'applicabilità di penali nella fattispecie all'articolo 21, primo comma, e disciplinando tale articolo (peraltro composto da un solo comma) il recesso da parte dell'amministrazione, si chiede conferma che tale menzione costituisca un refuso e debba pertanto intendersi come non apposta. Risposta 42 Domanda 43 Sempre con riferimento all'articolo 25 (sesto comma), tra le ipotesi di applicazione della risoluzione contrattuale di diritto viene citata "l'ipotesi di recesso prevista dall'articolo 20 (Salvaguardia dell'obsolescenza)". Si rileva che nel suddetto articolo 20 non è prevista alcuna possibilità di recesso, peraltro prevista all'articolo 21 (Recesso dell'amministrazione), cosa che non giustifica un'eventuale risoluzione. Si chiede pertanto un chiarimento sulle fattispecie che determinano la risoluzione contrattuale di diritto Risposta 43 SOCIETÀ INTERSISTEMI S.p.A. Domanda 44 Nel capitolato tecnico si richiede un database Open Source: 4.3 Prodotti software di base e ambiente La progettazione e lo sviluppo sistema informatico della P. di S. oggetto del Capitolato Tecnico dovrà essere basato su piattaforme Open Source (Sistema Operativo, Web Server, Application Server, DataBase, framework) - atte a garantire un sensibile abbattimento dei costi mantenendo standard qualitativi e di affidabilità non inferiori a soluzioni commerciali Visti i requisiti di alta affidabilità dell'infrastruttura, il DataBase Server sarà in configurazione "Cluster", mentre Web & Application Server saranno in load balancing al fine di garantire la disponibilità del sistema anche in condizioni critiche. Il database MySQL in versione Cluster e' Open Source ma allo stesso tempo non gratuito, potrebbe andare bene? E' possibile che l'amministrazione disponga di un DataBase che possa essere utilizzato dal sistema informatico richiesto? Se si, di quale database si tratta?

17 Risposta 44 Il database MySQL può andare bene purché il costo sia a carico del fornitore compreso i costi della manutenzione per i successivi 36 mesi. Tali costi dovranno esplicitamente essere riportati nell offerta economica. Per la fornitura in oggetto l Amministrazione non dispone di un database da mettere a disposizione, per cui si ribadisce che la fornitura del database e di eventuali altri software di base e di ambiente è a carico del fornitore. R.T.I. ALMAVIVA S.P.A. (MANDATARIA)-PRISMA S.P.A. Domanda 45 In conseguenza dell'entrata in vigore della legge 102/2009, art 4-quarter, comma 1, lettera b), che abroga l'art. 86, comma 5, del D. Lgs 163/2006 è ancora necessario presentare, a corredo dell'offerta economica, i giustificativi richiesti all'art. 4, pag. 6 della Lettera di Invito (Busta D Valutazione Anomalo Ribasso )? Risposta 45 Domanda 46 I prodotti software e di ambiente indicati nel paragrafo 4.3 del Capitolato Tecnico sono oggetto della fornitura di gara? Risposta 46 Si Domanda 47 Quale sistema operativo Open Source è previsto sia installato sulle apparecchiature, tenendo presente, per i vari tipi di server, le certificazioni fornite dai produttori hardware solo per alcuni dei suddetti sistemi operativi? Risposta 47 Il tipo di sistema operativo verrà comunicato a fine aggiudicazione gara. Domanda 48 Quali sono i produttori relativi alle diverse apparecchiature indicate al paragrafo "Infrastruttura hardware"? Risposta 48 I prodotti hardware saranno indicati alla società aggiudicataria della gara. Domanda 49 L Amministrazione può richiedere in corso d opera, per qualsiasi ragione di tipo organizzativo e senza avere ulteriori oneri, l implementazione e configurazione dell applicativo su sistemi ed ambienti operativi diversi da quelli identificati ed attivati in fase di sviluppo e start-up? Risposta 49 Per il momento non è previsto.

18 Domanda 50 L apertura delle chiamate al call-center è riservata al solo personale tecnico o è anche estesa agli utilizzatori dell applicativo (operatori)? Risposta 50 L apertura delle chiamate al call-center è riservata al solo personale tecnico Domanda 51 L apertura delle chiamate al call-center è estesa sia alle Questure che alle Società? Risposta 51 L apertura delle chiamate al call-center non è estesa alle Società. Domanda 52 E richiesta una fase di start-up on-site, sia lato applicativo che sistemistico, presso tutte le Questure e Società con stadi di capienza superiore ai spettatori? Risposta 52 No Domanda 53 Nella fase di assistenza all avviamento, deve essere previsto un presidio fisso presso il CEN l assistenza stessa può essere effettuata anche su chiamata? Risposta 53 Deve essere previsto un presidio presso il Cen di Napoli SOCIETÀ ENGINEERING Domanda 54 Con riferimento alla gara in oggetto, si chiede conferma che la durata del servizio di call center, richiesto nel capitolato tecnico a pagina 26 capitolo 10 Garanzia / Manutenzione, è di 36 mesi, così come riportato nell art.10 dello schema di contratto a pagina 10. Risposta 54 Si conferma Domanda 55 Riferimenti : pagina 33 del capitolato tecnico, capitolo 14 "criteri di valutazione dell'offerta". Si richiede di precisare se la presentazione dei profili professionali deve essere espressa in termini qualitativi mediante profilo professionale o curricula. In caso di curricula si richiede quale deve essere la modalità di associazione tra i nominativi ed i curricula stessi. Risposta 55 La presentazione deve essere espressa mediante profilo professionale con le modalità indicate nel Dizionario dei profili di competenza per le professioni ICT delle Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione del CNIPA. IL DIRIGENTE (Castrese De Rosa)

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti

Gara LOCO- Richiesta di chiarimenti Domanda 1 Si chiede di specificare il numero orientativo dei partecipanti ai corsi di formazione diviso per tipologia (dirigenti, utenti e personale informatico) (cfr. Capitolato capitolo 10). Risposta

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it ***

I chiarimenti della gara sono visibili sui siti www.mef.gov.it www.consip.it www.acquistinretepa.it *** Oggetto: Accordo Quadro con più operatori economici sul quale basare l aggiudicazione di appalti specifici, ai sensi e per gli effetti dell art. 2, comma 225, L.n. 191/2009, per l affidamento dei Servizi

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA

RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA RISPOSTE A QUESITI (21.01.2014) 1) DOMANDA Poiché risulta che alla gara possono partecipare anche imprese in possesso di attestazione SOA per la sola costruzione indicando i progettisti si chiede quale

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

Regione Autonoma della Sardegna REALIZZAZIONE E SVILUPPO DEL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE REGIONALE (SITR) DELLA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Regione Autonoma della Sardegna Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale e della Vigilanza Edilizia Servizio della Pianificazione

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE)

QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) QUESITI BANDO RISERVATO ALLE P.M.I. TEMATICA 2 (SECONDA TORNATA DI INVIO DI DOMANDE E RISPOSTE) Sono pervenuti in merito al Bando riservato alle P.M.I. pubblicato sul sito dell ASI in data 11 agosto 2010

Dettagli

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015

CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 CONCORSO A PREMI DENOMINATO #MilionidiNomi CL 141/2015 SOGGETTO PROMOTORE: F.C. Internazionale Milano Spa, Corso Vittorio Emanuele II 9, 20122 Milano P.IVA 04231750151 (di seguito Promotore ). SOGGETTO

Dettagli

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO

Gara pubblica europea SERVIZI DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO QUESITO n. 1 con riferimento all'elenco dei servizi analoghi prestati nell'ultimo triennio (2004/2005/2006) volevo cortesemente sapere se i certificati di buona esecuzione rilasciati dai committenti devono

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1)

Comune di Prato. Servizio Risorse Umane. Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) Comune di Prato Servizio Risorse Umane Concorso pubblico per l assunzione di n. 1 Funzionario Progettista Impianti (cat. D1) 1 Prova Scritta- Quiz con risposte esatte le risposte esatte sono sottolineate

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AREA INNOVAZIONE E TERRITORIO SETTORE ASSETTO TERRITORIALE, PARCHI E VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA PER ATTIVITA

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica

PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica ALLEGATO F PROVINCIA DI SAVONA Settore Gestione della Viabilità, Strutture, Infrastrutture, Urbanistica Appalto n. 1649 - S.P. n. 29 del Colle di Cadibona. Lavori di adeguamento del tracciato stradale

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce

CIRCOLARE N.3. J't?UM?/.:ce ~ ~ ID: 292415 MEF - RGS - Prot. 2565 del 14/01/2015 - U ' J/tn~o ~//'g'cononu;a, e~~ w::- J't?UM?/.:ce DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO!SPETTO RATO GENERALE DEL BILANCIO UFFICIO II -

Dettagli

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI

1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI 1 - AREA INTERDIPARTIMENTALE PER IL COORDINAMENTO E GESTIONE DEI FONDI COMUNITARI E NAZIONALI Responsabile: Dott.ssa Anna Greco Tel.: 0917076283 E-mail: agri1.areagestionefondi@regione.sicilia.it - Assegnazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it

InitZero s.r.l. Via P. Calamandrei, 24-52100 Arezzo email: info@initzero.it izticket Il programma izticket permette la gestione delle chiamate di intervento tecnico. E un applicazione web, basata su un potente application server java, testata con i più diffusi browser (quali Firefox,

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE

GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE GARANZIA LEGALE DEL VENDITORE Tutti i prodotti che compri da Apple, anche quelli non a marchio Apple, sono coperti dalla garanzia legale di due anni del venditore prevista dal Codice del Consumo (Decreto

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n.

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n. CONTRATTO QUADRO N. 2/2014 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTERCONNESSIONE TRA SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ E RETE NAZIONALE INTERBANCARIA, NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIZZATO DEI PAGAMENTI DELLA

Dettagli

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO

Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO Allegato 3 ALTRI DOCUMENTI 1) SCHEMA DA UTILIZZARE PER REDIGERE LA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO La Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio, da compilarsi in caso di Offerta Segreta o Offerta

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali CIRCOLARE N. 36/2013 Roma, 6 settembre 2013 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva Prot. 37/0015563 Agli indirizzi in allegato Oggetto: art. 31 del D.L.

Dettagli

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV)

TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) Allegato A TESTO INTEGRATO DELLA REGOLAZIONE DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI DI VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE (TIQV) (Versione integrata con le modifiche apportate con le deliberazioni ARG/com

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006

FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA Viale Tiziano n. 70-00196 Roma C.F. 97015300581 - P. IVA 06454831006 Disciplinare di gara pubblica per l affidamento dei servizi di trasporto funzionali all espletamento

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE

QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE Centro Nazionale per l informatica nella Pubblica Amministrazione Allegato 2a alla lettera d invito QUADRO INTRODUTTIVO ALLA GARA MULTIFORNITORE GARA A LICITAZIONE PRIVATA PER L APPALTO DEI SERVIZI DI

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta)

DISCIPLINARE DI GARA (Norme Integrative al bando di gara mediante procedura aperta) AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale S. Carlo di Potenza Ospedale S. Francesco di Paola di Pescopagano Via Potito Petrone 85100 Potenza Codice Fiscale e Partita IVA 01186830764 DISCIPLINARE

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5

Tuttocamere L. n. 82/1994 Pag. 1/5 L. 25 gennaio 1994, n. 82 (G.U. n. 27 del 3 febbraio 1994): Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione. Art. 1 (Iscrizione delle imprese

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli