REALIZZAZIONE CONTROLLO EROGAZIONE. Ricerca c.ofltraente corsi forrn,lzione Per s.ne plilt!aforl1la Editing cont nuti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REALIZZAZIONE CONTROLLO EROGAZIONE. Ricerca c.ofltraente corsi forrn,lzione Per s.ne plilt!aforl1la Editing cont nuti"

Transcript

1 , -Ie r I e A partire da maggio il corso di aggiornamento professionaje dei marescialli adottera questa metodologia per la formazione a distanza. Paolo Rizzo IDEAZIONE PIANIFICAZIONE REALIZZAZIONE CONTROLLO EROGAZIONE Docurnento l,roc/etta. Ob,ettlv, luella fclttlbillta was NOIllI 1<.'1 PM Gibntt. Gudge! prev! "o,,~ Ie Team proget!d Ricerca c.ofltraente corsi forrn,lzione Per s.ne plilt!aforl1la Editing cont nuti VJlutazlone I'rogetto COlltenutl Connett IVlt,i St"d,o fattlbllll3 Nomina PM n mercato sempre pill frenetico, I'onda d'urto del cambiamento nelle attivita gestionali aziendali, clienti sempre pio attenti ed esigenti richiedono un adeguamento costante delle competenze, il che significa fornire una formazione pennanente e continua. Ne consegue un'elevata domanda di formazione che sia «d! qualita, che riduea 3ssenze dal posta d/ lavora e cosu di miss/one, ed eeonomic3». Quale tipo di formazione pub soddisfare tale richiesta? Di sicuro la Formazione A Distanza (FAD). Metodologia non nuqva, passata dalla didattica per corrispondenza (FAD di prima generazione) a quella di seconda generazione, imperniata sull'uso della televisione e delle videocassette VHS. Da notare come entrambe Ie forme di erogazione sono di tipo di autoapprendimento senza nessuna interazione. Con I'avvento della digitalizzazione nasee la FAD di terza generazione, ehe passa dai supporti off-line (dischetti, CD-ROM) a quelli on-line, con I'uso delle reti e di Internet che sancisce I' utilizzo dell' e-iearning. Questa nuova metodologia, nell'insieme attraente ma di certo complessa, basata sull'uso di tecnologie avanzate, si realizza attraverso van model Ii - dall'autoapprendimento assistito a ql ello collaborativo - che richiedono specifiche professionalita e nuove competenze didattiche, L'approecio non e semplice, in quanta Ie tradizionali figure - insegnanti, professori e tutor - devono sapersi muovere in ambienti particolari (Ie piattaforme di erogazione) e coniugare tecnologie e nuove modalita di fruizione e assistenza. Cambiamento epocale, che s'inserisce in ambito organ;zzativo e, quindi, deve essere visto in lin contesto sjstem;eo di rinnovamen 0 aziendale. In opposizione ai fauto dell'innovazione si contrappongollo I "vecehi" prof. e i manager pill anzianl Molte Ie resistenze per la maflcanza di contatti dirett! tra discente e insegnante, per i costi non seillpre ecollomici, per Ie riluttanze culturali al rin nova men to. Tanti i successi, ma ancor di piu gl insuccessi che la letteratura speciall' stica ci offre. Insuecessi dovuti, prine] palmente, a scarso appoggio del top management, a carente definizione degli obiettivi, alia mancanza di un approceio si stem ieo, alia su perficjale analisi degli studi di fatt bilita, a una errata valutazione dei costi. Rldurre i rischi d'insuccesso sl pu ~ affrontando il problema formativo con una metodica di project manage ment e operando la scelta di eomide rare I'e-Iearning come processo, ossi.' RIVistil AerOficlutica n, 2/2.007

2 CORSO ORGANIZZAZIONE ORGANIZZAZIONE I LOGISTICA Ir ETICA II DIRITTO UMANITARIO I DELLA DIFESA INTERNAZIONALE PRESENTAZIONE MATERIA CONCLUSION I M.ATERIA INTRODUZIONE EZIONE 1...n R_I_E_PI_L_O_G_O_...,jIJ AUTOVERIFICA ~ ARGOMENTO '1 ARGOMENTO 2 ARGOMENTO 3 ome ca mbia mento cuitu ra Ie azienda Ie orientato a creare una nuova gestione della conoscenza, in poche parole affiancare al PM attivita di change management e knowledge management. Esigenza dell'aeronautica Militare L'Aeronautica Militare ha la necessita prima ria di riorganizzare l'a99iornamenta delle competenze del proprio personale, spostando il baricentro della formazione dall'insegnamento all'apprendimento, garantendo una maggiore rispondenza ai nuovi requisiti della ~.A. e tenendo in debito conto la carenza delle risorse finanziarie sempre piu esig ue. In sostanza occorre rielaborare un nuovo progetto formativo che riduca,menze dai reparti e costi di missione, garantendo I'aggiornamento delle conoscenze senza soluzione di continuitao In tale ottica sono state elaborate delle linee guida sull'uso dell'e-iearni 19, considerato come scelta strategica e in una prospettiva di processo..a. titolo sperimentale, considerate Ie )carse esperienze interne sulla formazione a distanza dell'ultima genera [ione, e stato elaborate un progetto pilota AGP inerente I'aggiornamento professionale dei marescialli. Con il presente articolo ci si propone di illustrare ii progetto nelle sue fasi rea!izzative e Ie aspettative future che ta Ie approccio fa intravedere, allo scopo di stimolare un confronto su questa innovativa attivita formativa, della Forza Armata. Approccio progettuale In ambito Comando Scuole dell'aeronautica Militare, I'uso di metodologie di Project Management non sona nuove; basti pensare ai progetti TU5cia e Florentia, che hanna visto nascere la Scuola Marescialli a Viterbo e la Scuola "Dauhet" a Firenze. Le esperienze maturate, unitamente a specifici approfondimenti con studi e seminari suli'e-learning, hanno indotto a progettare, in armonia con Ie Linee guida del CNIPA (1), il corso AGP (fi9. 1). II progetto estato realizzato in circa 10 mesi, avra il suo battesimo con il 6 0 corso AGP e interessera 180 marescialli. La metodologia adottata estata veramente efficace e attraverso il documento di progetto ha permesso di scomporre, con la tecnica della WBS (2), Ie attivita in macro aree di interesse e, successiva mente, in attivita di dettaglio, facilitandone la realizzazione. La creazio le del team di progetto ha garantito Ie necessarie competenze e gli ufficiali e sottufficiali interessati hanno contribuito a definire i tempi necessari alia rea!izzazione delle varie attivita ed elaborare, attraverso la tecn ica di Gantt (3), la schedulazione del progetto e Ie date cardine dello stesso. II documento di progetto, peraltro condiviso in rete, era comprensivo del piano delle comunicazioni che attraverso I'uso di mail, incontri period iei e discussion i in rete con i forum, una volta avviata la piat aforma scelta, ha realizzato un'elevata partecipazione interattlvita di tutti gil stakeolders interessati al progetto. 1/ piano definiva tutti gli aspetti amministrativi, dal budget previsionale al I'attivita negoziale. La gestione e stata sviluppata con I'uso, ormai ineludibile, di software gestionali abbastanza noti, corne Mindmanager per Ie attivita di braindstorming, Visio e WBS chart per la creazione dei diagrammi, Project 2003 per la schedulazione delle attivita e la gestione delle risorse. (1; Centro NaLlonale Informatlu Pubblic3 Amll1l mfa?10ne. (2) Work Br~~kdown Structure. (3) Ing. ""aero che per pnmo ideo )'U50 dl dlagramma a barre per Indicare la durata delle ilttlvlta. Rlv\'"a Aeron~LJtl(a n. 2/L007

3 Scelte progettuali Le scelte progettuali adottate sono il frutto di un accurato studio sullo stato di farto, in ambito Forza Armata, dei vari aspetti tecnologici (potenzialita delle reti, hardware disponiblli, capacita di amministrare sistemi complessi, competenze didattiche, aspetti culturali). Da tale studio eemersa una precisa scelta strategica: «adottare I'e-Iearning in un contesto blended), ossia considerare la nuova metodologia formativa come complementare alia didattica tradizionale frontale, In sintesi, il discente realizzera la propria formazione come segue: FAD 72 ore di erogazione da fruire presso i reparti di appartenenza, durante I'orario lavorativo, in idonei locali, nei 60 giorni antecedenti all'inizio del corso in aula; parte in modal ita e-iearning e parte con testi disponibili in formato PDF; frontal due settimane, da 5volgere a Loreto presso la SPSAM (Scuola Perfezionamento Sottufficiali Aeronautica Militare), che iniziera con un test d'ingresso per verificare i risultati della fase precedente., ~ ;I' ( ;I', I Piattaforma a en source J ;I' ~ ", ;I' ;I' 1'--- - ~~ / I Madello autafarmaziane assistita ~...." , , Multimedialita media bassa ) " ' ~ Interattivita media alta I J Fabbisogni formativi Sono stati definiti sia in relaziane ai destinatari della formazione (marescialli 2 il c1asse) sia all'adeguamento delle nozioni basic he a suo tempo erogate. In ta I senso si eten uto conto del I'esperienza dei discenti (circa 15 anni di attivita operativa) e delle materie di interesse di carattere generale da aggiornare quali Etica, Logistica, Dlrltto umanita rio, Organizzazioni internazionali, Ordinamento della Difesa e dell'aeronautica, a cui vannoaggiunte, in modalita PDF, Ie seguenti materie: NBC, Stato giuridico e avallzamento persona Ie non direttivo, Elementi diritto penale rnilitare (fig. 2). Requisiti di sistema A fronte di varie possibil1ta sono stati definiti i seguentl requisiti dj sistema (fig. 3): - pfattaforma open-source. Tenuto conto dei rischi che il nuovo approc cio comporta, non si evoluto investi re in piattaforme proprietarie eccessi vamente one rose, sia come acquisto sia come gestione, considerate Ie specifiche, limitate esigenze immediate. La scelta, dopo un'attenta analisi comparativa di varie piattaforme, sia sugli aspetti tecnologici, di contenuti, di facilita di aggiornamento, di utilizzo in campo universitario, e stata indirizzata su MOODLE (Modular Oriented Dynamic Learning Enviroment), che eun Virtual Learning Enviroment proponendosi come una comunita di apprendimento vista pig in un'ottlca formativa che non informatica, e che garantisce una crescita quotidiana da parte del discente; - autoformazione assistita, L'ambiente scelto e in grado di garantire, con grande efficacia, I'autoformazione assistita in cui il discente patra decidere e definire, secondo Ie propr-ie esigenze, ten pi e modalita di apprendimento, avvalendosi di sisterni di autovalutazione e ricevendo un adeguato supporto sia per gli aspetti tecnici (help desk) sia per gli approfondimenti dei contenuti (tutor contenuti). Resta intense che i discenti hanno I'obbligo dell'utilizzo del sistema per i quali verranno seguiti e supportati da tutor di processo nell'al. bito delle classi virtuali che verranm create all'inizio del corso. La frulzil} ne dei contenuti pub essere sia on-i' ne che off-line; effettuando il download delle materie; - multimedialita iniziale. In considera' zione delle risorse di banda disponlbl per I'erogilzione, e stata scelta u": multimedialita iniziale medio bassa,llmltando i! numero dei filmati, ma garantendo adeguati approfondimen con iperlink, voci di glossaria, immagl ni; - interattivita. Evolutamente medl(> alta, al fine di stimolare gli aspetti co laborativi dei discenti con I'utilizzo d strumenti specifici quali forum., e rnai I, glossario; al momenta si escludo no attivita sincrone quail videoconferenze. Valutazione La soluzione scelta e stata sottoposta ad un'analisi SWOT (Streng r' Weaknesses, Opportunities, Threat, (fig. 4). 66 R vi t<3 AE'rQnalJtic~ n. 2/2007

4 cornpetenzi'l uiuattlca frontale " media fonnare forma tori COlloscenza FAD ediloring conrenutl -- JDEBOLEZZA pi.r1 t tel forrtl.a ro(es5lonalia EAD SWOT tutoring ridu;o:ione cost; culturall riduziolle assenze ' '1-...-=" ( ""n610,i" lduzione assenz " tempistiche I punti di forza (strengths) dell'organizzazione sana riferiti innanzitutto ai docenti, ai formatori e aile lora competenze, al loro entusiasmo, alia voglia di partecipazione, al saper operare in team. I punti di debolezza (weaknesses) evidenziati vanno ietti come limitazioni, per Ie quali sono state pianificate specifiche azioni correttive al fine di ridurre ed eliminare Ie deficienze riscantrate, Le opportu nita (opportu nities) ra p Jresenta no, qua lora rea Iizzate, un aspetto agevolante del compimento del progetto. I rischi (threats) song quelli classici di un nuovo approccio che, per essere ridotti e gestiti, necessitano di una specifiea attivita di supporto informativo (campagna divulgativa, usa di vari media, ecc.); in sintesi di un apporto Ji "change management", La valutazione adottata ha permes \0 di porre maggiore attenzione ai punti di criticita al fine di motivare rneglio Ie risorse umane pili in difficol :a con il nuovo approccio metodologico e I'uso delle tecnologie. Realizzazione progettuale La realizzazione del progetto prevedeva i seguenti aspetti principali: personalizzazione della piattaforma; realizzazione grafica dell'home page; formazione dei tutor (contenuto e processo), amministratori ed help desk; progettazione e realizzazione dei contenuti, installazione; progettazione del sistemi valutativi inerenti al progetto, ai contenuti, ai tutor e ai discenti. La persona Iizzazione della piatta forma e un aspetto prettamente tecnologico ed estata realizzata secondo Ie indieazioni dei tecnici della FA, soddisfacendo tutti i requisiti di qualita richiesti, Per quanto riguarda la grafica, I'home page si presenta in modo chiaro e di facil.e utilizzo (fig. 5). L'e-Iearning ha un approccio realizzativo complesso, sia in fase di progettazione, sia di concretizzazione, Le professionalita coinvolte vanna da I project manager (coord inatore di tutto il progetto e che dialoga can il committente a cui risponde del risultati), all'instructional designer (che definisce la struttura del corso ed elabora Ie strategie didattiche), allo sviluppatore della piattaforma (che personalizza I'ambiente aile esigenze del commlttente), ai docenti autod dei contenuti (disegnano la mappa della materia, collaborano a creare 10 storyboard), al I'editor multimediale, al WEB editor, ai grafici, ai tecnici audio-video (che realizzano il corso). AI fine di partire con ii progetto pilota, nell'impossibilita di poter disporre di tutte Ie figure,si e prevista la formazione di quelle essenziali: tutor di contenuti (gli autori dei teo sti), che hanna acquislto il minima delle competenze per elaborare gli storyboard e collaborare con gil esperti dei programmi autore; tutor di processo, che seguiranno i discenti durante tutto il percorso formativo; esperti di help desk) per la risoluzione dei problemi tecnologici, I corsi sono stati erogati dalla MEDIA TOUCH ;1.000 che, successivamente, in collaborazione con i docenti ha sviluppato, quole dltta aggiudicataria della Rivista AcrOllalltlca n, 2/

5 20, n.n I, r J Vlflill la frequenza del Corso AGP; success i va mente, entro breve tempo, la fruizione sara possibile a tutto il personale che ne fara richiesta, L'ambiente e di sernplice navigabilit3 e di facile utilizzo, Un layout chiaro e definito permette a studenti e docenti di orientarsi agevolmente all'interno dei corsi. Risorse e attivita sono facilmente accessibili ai fruitori. I contenuti dei corsi song presentati attraverso testi e immagini, video e animazioni, link ipertestuali di supporto e approfondimento. Inoltre, attivita interattive e collaborative, come i forum, stimoleranno la significativa partecipazione e il coinvolgimento attivo di ogni corsista. Nel considerare la valutazione, strumento di grande importanza sia nella fase di progettazionejrealizzazione, sia dl erogazione e infin di chiusura, e stata operata la scelta di affidare a esperti esterni I'ideazione della stessa. La scelta e stata orientata sull'universita la Sapienza che dispone di attrezzati laboratori d'indagine e di elevate com messa, tutte Ie materie che presentano la struttura riportata nello schema a blocchi in alto, Ciascuna materia e presentata in video dagli insegnantijautori dei testi; ogni materia edivisa in moduli strutturati che usano animazioni, collegamenti ipertestuaii; og ni modu10 earticolato in lezioni e ciascuna lezione in argomenti (he sono Ie unita elementari (learning object). II discente pub fare delle autoverifiche per ogni modulo. E' previsto un test finale per materia, a cui si puc accedere solo dopo aver svolto tutto ii corso. L'erogazione e Ie modal ita di utilizzo del corso, dall'accesso, attraverso Internet, ai servizi erogati, all'assistenza fornita sono ijlustrati all'interno del I'ambiente stesso; estata, inoltre, messa a punto una demo che presenta, passo per passo, tutti gli element) necessari per comprendere Ie funzionalita previste dal progetto. In questa prima fase i corsi saranno fruibili solo dal persona Ie designato al professional ita in grade di stabilirt> I griglie di valutazione basate su appoli' ti descrittori. II processo valutativo si sviluppa S" tutta la filiera: - in fase di progetto e produzione drlearning object il team estato affianciltu da esperti di usabilita per definire.1 meg 1io Ie ca ratteristiche dell'j nterfac cia e dell'architettura del percorso for' mativo (istructional design); - per la fase di erogazione si sono ela borate prove di accesso, test in itinere e prove in uscita utilizzando la poterr zialita della rete; - alia fine di ciascun corso ecos; possi bile ri levare i dati raccolti sia per valu tare l'apprendimento dei discenti 110 per misurare I'efficienza e I'efficam del sistema formativo, oltre al grag' mento espresso dagli utenti. Vision L'e-Iearning eoggi una metodolog'3 r 68 Rivista AeronQutica 11,2/2.007

6 Contenuti R:ENTB-mmOM _ Aggiornamento ~--,. Erogazione Corso elearning fasi Insenmento plattaforma R. CPiTRO,." Rilascio 1:----"1 ~ontenljti ~: EhTE X 5rultura corso [ Proge tazione }- UNJEX-CEtmOM Modelloco so -===---- R. ENTE x CENTRO M Editorl 9 > ealizzazione etestaggio }- Edito In9, -... continua evoluzione, che trova consensi sempre piu favorevoli sia per I'efficacia iormativa sia per i cost; che, in un'economla di sea la, si rid ucono sensi bi Imente. Un approceio formativo ehe garantisce, Ie basato su una struttura dedieata, I'agglornamento professionale senza soluzione di continuita stimolando una profi :Jd attivita collaborativa. In un futuro prossimo si pug immaginare che i discen : piu volenterosi e capaci diventeranno gli au tori della conoscenza sviluppando, CO/1 la supervisione dl un Centro e-iearnl/19 di FA, motori dl ricerca semantica :rpo WIl<l (sito WEB che cons nte di aggiungere contenuti ma anche di modifi (~rli) che garantiranno un risultato di grande efficacia. In tale ottica, oltre a corsi di tipo organizzativo, culturale, umanistico, sl ~u6 ipotlzzare un impiego dell' e-iearning nell'apprendimento delle lingue, el campo tecnico, ove la creazione di un vero e proprio market della forma :lone dovra necessariamente conlu ;arsi con un sistema di monitoraggio di tutta I'attivita. In relazione a quanta sopra indicato II Comando Scuole dell'aeronautica MilitMe sta studiando la creazione di un Centro di Metodologie ehe avra come compito principale quello dj gestire il sistema di FAD, rna ehe dovra anche garantire la formazione di tutte Ie figure interessate. Di fatto detto Centro gestira tutta I'attivita e-iearnlng di Forza Armata e potra permettere agll utilizzatori che ne faranno richiesta la creazione e il rilascia di carsi secondo una sequenza di fasi realizzative (fig. 6). Chi ha un'idea farmativa e la vuole realizzare riehiedera la formaziane delle figure professionali al Centro di Metadolagie che eon i prapri esperti cantribuira alia progettazione dei corsi e, una volta definiti, Ii realinera eli rendera disponibili 5ulla piattaforma. L'erogazione sara seguita dall' n te richiedente. Gli aggiornamenti saranno operati in coordlnamento dal Centro e dal proprieta rio del corso. II progetto AGP e stata realizzata con la politica dei piccoli passi, con la prafessianalitil e la consapevolezza dei propri limiti culturali, ma con la valonta di attuare e seguire questa nuovo appraccio farmativo di grande interesse (he, oltre a essere efficace, risulta valido come ritorno di investimenti in una economia di scala che si realizza can il riutilizzo dei material; per i va ri corsi. Quanta prapasto e un cambiarnento significativo che deve essere supportato da un'incisiva azione di change management da parte di tutti i camandanti.l'innovaziane e stata vista in un'ottica di contesto e di sistema organizzativo, e tiene conto delle eerte resistenze ehe comunque davranno essere superate se non si vuole esse e tagliati fuari dalle nuove r'ealta produttive in senso ampio del termine e, soprattutto, se si vuole essere all'altezza dei ealleghi delle altre Forze Armate. 0 R,VIS <l AerOJiduticd 11 2/2007

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO?

1. QUAL È LO SCOPO DI QUESTO MODULO? Percorso B. Modulo 4 Ambienti di Apprendimento e TIC Guida sintetica agli Elementi Essenziali e Approfondimenti (di Antonio Ecca), e slide per i formatori. A cura di Alberto Pian (alberto.pian@fastwebnet.it)

Dettagli

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida

per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione Linee Guida LINEE GUIDA per le valutazioni pre-attivazione dei Corsi di Studio in modalità telematica da parte delle Commissione di Esperti della Valutazione (CEV) ai sensi dell art. 4, comma 4 del Decreto Ministeriale

Dettagli

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT

MANAGEMENT SCHOOL MASTER IN PROJECT MANAGEMENT Presentazione Obiettivo Il master Project Manager nasce con un duplice intento: fornire, a manager e imprenditori, un concreto contributo e strumenti per migliorare le capacità di gestione di progetti;

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Dall istruzione programmata all e-learning

Dall istruzione programmata all e-learning Dall istruzione programmata all e-learning L ausilio delle tecnologie informatiche e dell intelligenza artificiale per l insegnamento degli allievi è un binomio che ha visto un progressivo sviluppo di

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro

Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro Formazione Generale sulla sicurezza sul lavoro ID 142-115743 Edizione 1 Procedura per sottoscrivere la partecipazione: Il professionista sanitario che voglia conoscere i dettagli per l iscrizione al corso

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management

MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management MASTER di I livello in Banking and Financial Services Management Il Master universitario di 1 livello Banking and Financial Services Management è nato dall accordo tra la Scuola di Amministrazione Aziendale

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14

Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi. Circolare n. 19/14 Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi Circolare n. 19/14 contenente disposizioni inerenti gli obblighi di formazione e di aggiornamento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004

PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004 Piattaforma e-learning certificata SCORM 2004 A te la scelta... DynDevice LCMS fa parte della Suite di Applicazioni Web DynDevice ECM, un prodotto Mega Italia Media. PIATTAFORMA E-LEARNING SCORM 2004 Basata

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Progetto ic-innovazioneculturale 2015 Bando di idee IL CONTESTO

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA

RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA RELAZIONE FINALE PROGETTO IDA VENUTI UN FORMATORE AID NELLA TUA SCUOLA A CURA DELLA DOTT.SSA MARIANGELA BRUNO (LOGOPEDISTA E FORMATRICE AID) ANNO SCOLASTICO 2011-2012 1 INDICE 1. ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO...

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016)

DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM. Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) DETERMINA DELLA CNFC 23 LUGLIO 2014-10 OTTOBRE 2014 IN MATERIA DI CREDITI FORMATIVI ECM Art. 1 (Obbligo formativo triennio 2014-2016) 1. L obbligo formativo standard per il triennio 2014-2016 è pari a

Dettagli

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA

Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti. Contratto Formativo. Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Istituto Tecnico Industriale Statale Luigi di Savoia Chieti Contratto Formativo Corso I.T.I.S. Classe I sez.a CH Disciplina TECNOLOGIA e TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Docenti : DITURI LUIGI e INGELIDO

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

24 ORE EDUCATION ON LINE

24 ORE EDUCATION ON LINE www.masteronline.ilsole24ore.com 24 ORE EDUCATION ON LINE I NUOVI MASTER ON LINE CON DIPLOMA DEL SOLE 24 ORE 90% DI FORMAZIONE ON LINE PIÙ ESAMI IN PRESENZA CORSI ON LINE VIDEO LEZIONI INTERATTIVE CON

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

SUA-RD Sperimentazione anno 2013

SUA-RD Sperimentazione anno 2013 Firenze 21 Gennaio 2015 Sperimentazione anno 2013 La Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) è strutturata in 3 parti Parte I Obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento Parte II:

Dettagli

Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria

Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria Il Problem-Based Learning dalla pratica alla teoria Il Problem-based learning (apprendimento basato su un problema) è un metodo di insegnamento in cui un problema costituisce il punto di inizio del processo

Dettagli

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B

Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Guida alla compilazione del formulario Operazione Scadenza del 21/03/2012 azioni 2.A e 2.B Nota introduttiva I percorsi formativi che prevedono in esito il rilascio di un certificato di qualifica professionale

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

Learning 4 All. Proposta di template per la descrizione comune dei Format didattici

Learning 4 All. Proposta di template per la descrizione comune dei Format didattici Learning 4 All Proposta di template per la descrizione comune dei Format didattici Autore/i Data Versione Reviewer Ferrari L., Lovece S. 12/10/2010 1.1 Luigi Guerra, Elena Pacetti, Manuela Fabbri, Enrico

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 2 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 16 - Lunedì 16 aprile 2012

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta Regionale. 2 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 16 - Lunedì 16 aprile 2012 2 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta Regionale D.G. Sanità D.d.g. 30 marzo 2012 - n. 2738 Il Sistema lombardo di educazione continua in medicina - Sviluppo professionale continuo (ECM - CPD):

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Mario Rotta. eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo

Mario Rotta. eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo Quali strategie possono essere applicate con successo nel Life Long Learning, tenendo conto degli scenari attuali? Emerge

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli