Cartoon - Formazione Animata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Cartoon - Formazione Animata"

Transcript

1

2 CARTOON - FORMAZIONE ANIMATA - LLP-LDV/TOI/08/IT/474 Cartoon - Formazione Animata Promotion and diffusion of the didactic method Valorizzazione e diffusione della metodologia didattica Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L autore è il solo responsabile di questa pubblicazione (comunicazione) e la Commissione declina ogni responsabilità sull uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute. This project has been funded with support from the European Commission. This publication reflects the views only of the author, and the Commission cannot be held responsible for any use which may be made of the information contained therein. Introduzione / Introduction Agenzia Formativa Livingston Contributi / Contributions Agenzia Formativa Livingston Amarganta Balkanplan Ltd Comune di Lari Comune di Santa Maria a Monte GAYA - Ekonomik ve Sosyal Konulari Arastirma Enstitusu ESBAR - École Superiéure Des Beaux-Arts de la Réunion Intercultura Consult Ltd IPF - Iniciativas de Proyectos de Formación ISIA Firenze MBVision Provincia di Pisa Tagete Edizioni Programma settoriale Leonardo da Vinci Il progetto Cartoon - Formazione Animata riceve il sostegno finanziario del programma europeo Leonardo. The Cartoon- Animated Training project has been funded with the support of the Leonardo Programme. Progetto grafico / Graphics MBVision Art Direction Massimiliano Pinucci Layout Sara Profeti Tagete Edizioni Via G. Rossini, Pontedera (PI) Tagete è Michele Quirici e Valentina Filidei L Editore si dichiara disponibile per trattare eventuali diritti con i proprietari delle foto che non è stato possibile rintracciare. Tutti i diritti sono riservati: nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta in alcun modo (compresi fotocopie e microfilms) senza un permesso scritto. Finito di stampare nel mese di Novembre 2010 Organizzazione / Organisation Vincenza Spazzafumo Coordinamento / Coordination Andrea Bellucci Agenzia Formativa Livingston

3 Cartoon Formazione Animata Valorizzazione e diffusione della metodologia didattica Promotion and diffusion of the didactic method Contributi / Contributions Agenzia Formativa Livingston Amarganta Balkanplan Ltd Comune di Lari Comune di Santa Maria a Monte GAYA - Ekonomik ve Sosyal Konulari Arastirma Enstitusu ESBAR - École Superiéure Des Beaux-Arts de la Réunion Intercultura Consult Ltd IPF - Iniciativas de Proyectos de Formación ISIA Firenze MBVision Provincia di Pisa Tagete Edizioni

4 Indice Introduzione 6 Gallery 94 Capitolo 1 Innovazione e formazione animata Trasferimento e diffusione 18 Capitolo 4 Project management per la realizzazione di prodotti formativi animati ed e-learning 50 Capitolo 2 Quadro teoretico e metodologico della formazione animata 30 Capitolo 5 Figure professionali nel settore della formazione animata 68 - Il sistema dell educazione e formazione formale e non formale in Bulgaria: la formazione animata nel settore della comunicazione interculturale - I prodotti animati nell insegnamento della storia in Bulgaria Il responsabile della realizzazione di percorsi didattici e sceneggiature di formazione animata - Il tecnico della progettazione e dei processi di realizzazione di prodotti di formazione animata Formazione animata per la comunicazione interculturale nel settore del networking culturale 35 Capitolo 6 La formazione partecipata e la qualità emozionale 74 - Formazione Animata e tecnologia - Il progetto Comunale Guido, come esempio di formazione animata, all interno del progetto Europeo Cartoon Animated Training Bibliografia Partners Muovi il Cool 37 - La scuola animata: congetture ed ipotesi per una metodologia didattica del segno animato 38 Capitolo 3 Tecnologie intelligenti e formazione a distanza 40 - Tecnologie intelligenti per l educazione sul Web 40 - Senility Usability, l apprendimento degli utenti senior unskilled e l usabilità dei sistemi e-learning 42 - Auto-efficacia e aspetti andragogici 43 - L abitudine risolutoria 45 - Risorse per la formazione partecipata nel regno dell'internet-delle-cose 47

5 Index Introduction 6 Gallery 94 Chapter 1 Innovation and animated training Transfer and diffusion 114 Chapter 4 Project management per the realization of animated and e-learning training products 146 Chapter 2 Theoretical and methodological framework of animated training 126 Chapter 5 Professional figures in the field of animated training Structure of the formal and non-formal education and training system in Bulgaria The responsible for the realization of didactic paths and of scripts of animated training Animated Products in history teaching in Bulgaria - Animated training in the field of intercultural communication for the culture networking - Animated Training and thecnology The technician of the design and of the processes of realization of products of animated training Chapter 6 Participated training and emotional quality The project Guido, a sample of animated training in the framework of the european project Cartoon Animated Training 132 Bibliography Move the Cool 133 Partners The school of comics: opinions and theories on teaching methods for animated drawing 133 Chapter 3 Intelligent technologies and e-learning Intelligent thecnologies for web education Senility Usability, the learning of unskilled senior users and the usability of e-learning systems Self-efficacy and andragogical aspects The resolutory habit Participated Learning Resources in the Realm of the Internet-of-Things 143

6 Introduzione A G E N Z I A F O R M A T I V A L I V I N G S T O N Andrea Bellucci Direttore Agenzia Formativa Livingston Director of Agenzia Formativa Livingston Il presente volume è il lavoro finale del progetto Cartoon Animated Training ed ha come obiettivo principale la diffusione della formazione animata come sistema formativo attraente. Gli attori del sistema educativo, formativo e istituzionale, grazie alla diffusione dei risultati del progetto, diventeranno così elementi determinanti per lo sviluppo di modalità comunicative positive. Grazie alla collaborazione con la Provincia di Pisa, la Regione Toscana e gli enti formativi partners, l idea progettuale verrà implementata nei curricola formativi iniziali e in servizio dei docenti e dei formatori. L introduzione al lavoro finale di un progetto non può non prendere le mosse da quello che è stato il punto di partenza, la sintesi progettuale inserita nel formulario Life Long Learning Program Leonardo da Vinci, Application Form 2008, Transfer of Innovation :... contemporary society is characterized by mass media communication, present in every cultural and professional activity: there is therefore a general need for people to be flexible to innovation and to communicate in an efficient and concise way. Cartoons (videos/comics/animation/illustration) This volume is the final work of the Cartoon Animated Training project and mainly aims at diffusing the animated training as an attractive training system. Therefore, the actors of the educational and institutional work will become crucial elements for the development of positive communication modes thanks to the diffusion of the results of the project. Thanks to the collaboration with the Province of Pisa, the Regione Toscana and the training partner institutions, the idea of the project will be implemented in the initial training curricula of in-service teachers and trainers. The introduction to the final of a project has to start from what that has been the starting point, the synthesis of the project inserted in the Life Long Learning Program Leonardo da Vinci, Application Form 2008, Transfer of Innovation formulary:... contemporary society is characterized by mass media communication, present in every cultural and professional activity: there is therefore a general need for people to be flexible to innovation and to communicate in an efficient and concise way. Cartoons (videos/comics/animation/illustration) are useful and practical tools, mirroring a universal barrier-free language, able to facilitate qualitative permanent learning processes none the less are they already part of the framework of young people s communicative means. This training initiative is legitimated by > 6

7 are useful and practical tools, mirroring a universal barrier-free language, able to facilitate qualitative permanent learning processes none the less are they already part of the framework of young people s communicative means. This training initiative is legitimated by the aim of transferring and implementing the innovative results obtained from previous carried-out projects. Seen from this perspective, making use of cartoons (comics/animation/illustration) becomes a way for increasing European education and professional training quality and appeal. The product this project aims at transferring, that is animated training, already widely used in schools and various training contexts, has the possibility to overcome linguistic barriers and favour intercultural understanding. Comics, animations and videos, in their prismatic expressions, show that animated training is an efficient and reliable means of communication and effective tool. A new and efficient instrument will this way be implemented by transferring the above described product to new linguistic and socio-cultural contexts at a European level. The transnational partnership established to carry out this project is made of training institutions and cartoon studies -creation production, developmentschools, all benefiting of the newest technologies connected to training processes. University institutions have been involved to guarantee the scientific coordination of the activities and the dissemination of results in their specific fields: this contribution is extremely important as it represents a constant bridge connecting theory and practice. The target group focuses on a broad spectrum of teachers, trainers and all the staff involved, at various levels and stages, in learning processes. the aim of transferring and implementing the innovative results obtained from previous carried-out projects. Seen from this perspective, making use of cartoons (comics/animation/illustration) becomes a way for increasing European education and professional training quality and appeal. The product this project aims at transferring, that is animated training, already widely used in schools and various training contexts, has the possibility to overcome linguistic barriers and favour intercultural understanding. Comics, animations and videos, in their prismatic expressions, show that animated training is an efficient and reliable means of communication and effective tool. A new and efficient instrument will this way be implemented by transferring the above described product to new linguistic and sociocultural contexts at a European level. The transnational partnership established to carry out this project is made of training institutions and cartoon studies -creation production, development- schools, all benefiting of the newest technologies connected to training processes. University institutions have been involved to guarantee the scientific coordination of the activities and the dissemination of results in their specific fields: this contribution is extremely important as it represents a constant bridge connecting theory and practice. The target group focuses on a broad spectrum of teachers, trainers and all the staff involved, at various levels and stages, > 7

8 Beneficiaries of the project are learners involved in schools, universities and training courses in general. This is the reason why this training initiative wants to scientifically include images and communication between the current linguistic codes which are basically connected to oral and written communication. Wide possibility of using the results of the project are envisaged, especially connected to the realisation of learning and training processes in different fields, by producing ready-to-be-used didactic aids and by winning competencies needed for their utilisation... Dopo tale premessa, fin dal primo incontro con i partners ad inizio 2009, le domande guida, focus del progetto, sono state: - come si può produrre formazione utilizzando le tecnologie più adeguate, rendendola sempre più attraente e coinvolgente? - come si può veicolare al meglio la formazione attraverso la nuova tecnologia? - come si può possedere un metodo senza necessariamente essere specialisti o tecnici dell animazione? - come si può sceneggiare la formazione? - può la produzione essere utile all erogazione, rendendola più coinvolgente e attraente? - com è possibile introdurre la formazione partecipata nella produzione, coinvolgendo direttamente i discenti nella realizzazione di formazione animata? - cosa succederà alla formazione quando la base installata dei nativi di digitali sarà totale? Per arrivare a dare una risposta adeguata alle precedenti domande il percorso è stato quello di rilevare e analizzare, in via preliminare, i percorsi formativi dei docenti in entrata ed in servizio, esistenti nei paesi interessati al progetto (Italia, Francia, Spagna, Bulgaria, Turchia). Particolare attenzione è stata data all analisi delle autobiografie dei formatori. I fabbisogni in learning processes. Beneficiaries of the project are learners involved in schools, universities and training courses in general. This is the reason why this training initiative wants to scientifically include images and communication between the current linguistic codes which are basically connected to oral and written communication. Wide possibility of using the results of the project are envisaged, especially connected to the realisation of learning and training processes in different fields, by producing readyto-be-used didactic aids and by winning competencies needed for their utilisation... After this introduction, since the first meeting with the partners at the beginning of 2009, the key questions, as a focus of the project, have been: - how can you produce training by using the most suitable technologies, making it more and more attractive and absorbing? - how can you spread training at his own best through the new technology? - how can you have a method without necessarily being specialists? - how can you script training? - is it possible to produce training and to enjoy the economic and managerial benefits of production? - can production be useful to the supply, making it more attractive and absorbing? - what will be the future of training when the installed base of the Internet natives will be complete? To give a proper answer to the previous questions, the path has been of preliminarily detecting and analyzing the training paths of the incoming and in-service teachers existing in the countries interested in the project (Italy, France, Spain, Bulgaria, Turkey). A particular > 8

9 formativi sono stati intesi come fattore rischio (rischio esclusione dalla formazione lungo tutto l arco della vita, o emarginazione). La formazione animata, come procedura di erogazione che facilita l apprendimento e il coinvolgimento, va nella direzione di contrastare proprio quel rischio. Tale analisi si è tradotta nel primo volume del progetto Cartoon : Analisi Preliminare I bisogni formativi dei docenti. L attività successiva è stata quella di trasferire e mettere a sistema l innovazione già prodotta nell ambito di progetti precedenti. Raccogliendo le esperienze e i materiali di tutti i partners, validati nell'ottica della diffusione delle migliori pratiche, si sono raccolti i primi elementi per definire una metodologia didattica. Successivamente si è provveduto a selezionare e analizzare il contenuto innovativo e l analisi della fattibilità del trasferimento; integrare (o certificare) il contenuto innovativo a livello di sistemi e pratiche di formazione europei, nazionali, regionali, locali o settoriali; realizzare in ogni Istituto gruppi di lavoro, sulle tematiche delle competenze formative e illustrative, in relazione alla formazione animata. Tale attività si è tradotta nella realizzazione del secondo volume: Trasferimento del prodotto: interventi e testimonianze, evidenziando i punti di criticità del sistema formativo dei docenti ancora troppo incentrato sulle competenze di tipo disciplinare e molto poco sulle competenze di tipo relazionale. Troppo spesso, infatti, prevale ancora l idea (di matrice idealistica) che chi sa, sa anche insegnare. In seguito si è provveduto alla costruzione di percorsi e materiale formativi finalizzati all'utilizzazione della tecnica dell animazione nelle attività laboratoriali; tenuto conto dei prodotti oggetto del trasferimento (prototipi sperimentali, prodotti studiati e progettati in altri paesi e/o per altri contesti/settori), gran parte dell attività progettuale finalizzata all introduzione del prodotto nell attività ordinaria degli organismi destinatari si può realizzare mediante attention has been given to the analysis of trainers autobiographies. The training needs have been meant as a risk factor (risk of exclusion from training for all the life or isolation). The animated training, as a distribution procedure facilitating learning and involvement, goes to contrast just this risk. This analysis has been translated in the first volume of Cartoon project: Preliminary analysis - The training needs of teachers. The following activity has been to transfer and to systematize the innovation already produced in the field of previous projects. The first elements have been collected to define a didactic method gathering the experiences and the materials of all the partners, validated with the perspective of the diffusion of the best practices. Afterwards, you provided for selecting and analyzing the innovation content and the analysis of the feasibility of the transfer, integrating (or certificating) the innovation content on the level of European, national, regional, local or sectoral training systems and practices and realizing work groups on the subjects of the training and illustration competencies in every institutions with regard to animated training. This activity has been translated in the realization of the second volume: Transfer of the product: interventions and evidences, by stressing the key points of the training system of teachers that is still too much focused on the disciplinary competencies and very few on relational competencies. In fact, the idealistic idea that who knows is also able to learn too often prevails. Then, you provided for the construction of training paths and material aimed at using the animation technique in laboratory activities; after having considered the products object of the transfer (experimental prototypes, studied and designed products > 9

10 la sperimentazione. Per questo non soltanto si sono raccolte le proposte di produzione di prodotti formativi, ma si sono realizzate, spiegandone i passaggi fondamentali, vere e proprie unità didattiche inserite nel terzo volume : Sperimentazione di unità didattiche di Formazione Animata. Con l obiettivo di validare l intero percorso realizzato con un operazione di sintesi delle esperienze e di validare gli strumenti ed i processi realizzati, al fine di consentirne la diffusione e la trasferibilità, si è realizzato infine il presente volume Cartoon Formazione Animata - Valorizzazione e diffusione della metodologia didattica. Il lavoro finale del progetto Cartoon, è lo sforzo concreto per dare risposta alle domandi guida del progetto, diffondendone i risultati e le proposte formative. In particolare, nel primo capitolo, sono stati tradotti i concetti di innovazione, secondo la definizione comunitaria e secondo la definizione economica del passo sincronizzato e della base installata, cercando di dare una risposta alla domanda: - quale modo di fare formazione dovremo inevitabilmente utilizzare in futuro? Si sono raccontate, successivamente, le attività di trasferimento dell innovazione realizzate a livello europeo, anche grazie alla organizzazione di meeting e di conferenze stampa. Nel secondo capitolo si è sviluppata l analisi della metodologia didattica che sta alla base del concetto di formazione animata, ripercorrendo il percorso di precedenti progetti realizzati e il contributo concreto di tutti i partners. Un aspetto importante di analisi è stata la comprensione dei concetti di agente intelligente, di formazione a distanza e collaborate learning, concetti vicini a quelli di formazione animata. Nel terzo capitolo c è la risposta, poi, a come rendere la formazione più attraente, come in other countries and/or for other contexts and fields), most of the activity of the project aimed at introducing the product in the ordinary activity of the institutions can be realized through experimentation. For this reason, not only the proposals of production of training productions have been collected, but true didactic units inserted in third volume Experimentation of didactic units of Animated Training have been realized by explaining their fundamental passages. In order to validate the whole path realized by a synthesis operation of the experiences and to validate the realized instruments and processes, the volume Cartoon Animated Training - Promotion and diffusion of the didactic method has been eventually realized in order to allow its diffusion and transferability. Specifically, the concepts of innovation have been translated in the first chapter according to the communitarian definition and the economic definition of the synchronized step and the installed base, trying to give an answer to the question: what way of doing training should we inevitably use in the future? Afterwards, the transfer activities of innovation realized at European level have been told even thanks to the organization of meeting and press releases. The analysis of the didactic method that is at the basis of the concept of animated training has been developed in the second chapter, describing the path of previous realized projects and the actual contribution of all the partners. An important aspect of analysis has been the comprehension of the concepts of intelligent agent, e-learning and collaborate learning, which are close to those of animated training. > 10

11 sceneggiarla, come gestire tempi, costi e qualità del prodotto finale, senza essere necessariamente tecnici specializzati di animazione. Il riferimento è alle tecniche di project management, alla scomposizione del progetto attraverso la Work Breakdown Structure e la definizione e gestione di singole workpackage. Nel quarto capitolo, secondo gli standard formativi per la valutazione e certificazione delle competenze e, secondo la tassonomia degli obiettivi educativi, si sono ricostruite le figure professionali di riferimento per la realizzazione di formazione animata, specificando le relative aree di attività. Nel quinto e ultimo capitolo c è l evoluzione del concetto di formazione animata, la formazione partecipata, con la partecipazione diretta sia dei docenti, sia dei discenti, nella produzione; i primi focalizzati sulla qualità emozionale della formazione, i secondi sul learning by doing. Il prodotto finale di formazione animata (accompagnato nella pratica da un manuale di utilizzo per il formatore), aiuta così i docenti a rendere più attraente la modalità di erogazione della formazione, aumentandone la qualità e l attrattiva. I formatori sono chiamati a riconoscere, come all interno di una sceneggiatura, i momenti formativi idonei per trasmettere conoscenze e sviluppare competenze, trasmettendo pochi chunks (gruppi di concetti) efficaci, creando peek state emotivi adeguati e favorendo la partecipazione diretta e il learning by doing. In allegato sarà poi possibile trovare il dvd con le unità didattiche sperimentate e realizzate durante il progetto Cartoon. L utilizzo dei risultati e delle procedure da parte dei docenti e dei formatori di tutti gli enti coinvolti ha già avuto un'importante ricaduta sugli istituti di appartenenza, con la realizzazione di ulteriori In the third chapter, there is the answer to how to make training more fascinating, how to script it and how to manage the times, the costs and the quality of the final product without necessarily being specialized animation technicians. The reference is to the project management techniques and to the division of the project through the Work Breakdown Structure and the definition and management of single work packages. In the fourth chapter, the professional figures of reference for the realization of the animated training have been reconstructed according to the training standards for the evaluation and certification of the competencies and to the taxonomy of the educational objectives, by specifying the related activity areas. In the fifth and last chapter, there is the evolution of the concept of animated training, the participated training, with the direct participation of both teachers and learners in the production; the first are focused on the emotional quality of training and the second ones on learning by doing. Thus, the final product of animated training (accompanied in practice by an user s handbook for the trainer) helps the teachers to make more attractive the distribution mode of training, by increasing the quality and the attractiveness. Like inside of a scenario, trainers are called to recognize the appropriate training moments for transmitting the knowledges and developing the competencies, by transmitting few effective chunks (groups of concepts), by creating proper emotional peek states and by favouring direct participation and learning by doing. It will be possible to find the enclosed DVD > 11

12 progetti di formazione animata; le metodologie e le buone prassi attivate potranno essere utilizzati nell ambito più generale della formazione continua di tutti i docenti e formatori in servizio sino ad essere infine integrate nel sistema formativo istituzionale. A conclusione di questa introduzione, anticipando la risposta alla domanda, quale sarà il futuro della formazione nel momento in cui la base installata dei nativi di internet sarà completa, riportiamo l intervento di Livia Ponzio e Gabriele di Stasio (Amarganta): "Media tools for learning: i nativi digitali e i sistemi educativi ICT animati". Chi sono i nativi digitali? Il termine Digital Natives (Nativi Digitali) è stato coniato da Mark Prensky nel 2001 per indicare coloro i quali sono cresciuti con le nuove tecnologie come parte integrante delle loro esistenze, ovvero coloro i quali oggi hanno un età compresa tra i circa 30 e gli 11 anni.ai Nativi Digitali si oppongono i Digital Immigrants (Immigrati Digitali), ovvero coloro i quali, nati ben prima degli anni 70 hanno vissuto e vivono il passaggio dal modo di vita analogico a quello digitale. Tra i Nativi Digitali il gruppo più interessante per gli studiosi è quello costituito dalla Net Generation - o Net Geners -, ovvero i nati a partire dalla fine degli anni 80 e inizio anni 90 per i quali internet non è una nuova tecnologia, ma un dato di fatto. Sempre secondo Prensky i Nativi Digitali sono abituati a ricevere le informazioni in maniera molto veloce; amano il multitaskig, preferiscono la grafica al testo, prediligono l accesso random (casuale), come nell ipertesto, funzionano al meglio in network, traggono profitto dalla gratificazione istantanea, preferiscono gli aspetti ludici al lavoro serio. I metodi di educazione formale annoiano i Net Geners, che necessitano dell interattività, non traggono alcun vantaggio dalle tradizionali lezioni parlate e veicolate con with the didactic units experimented and realized during the Cartoon project. The use of the results and the procedures of the teachers and trainers of all the involved institutions has already had an important repercussion on the belonging institutions by the realization of other projects of animated training; the methods and the good practices activated could be able to be used in the more general field of the continuous training of all the in-service teachers and trainers until finally being integrated in the institutional training system. In conclusion of this introduction, by anticipating the answer to the question, what will be the future of training when the installed base of the Internet natives will be complete, we quote the intervention of Livia Ponzo and Gabriele of Stasio (Amarganta): Media tools for learning: digital natives and the animated ICT education system : Who are the digital natives? The term Digital Natives was first used by Mark Prensky in 2001 to indicate those individuals who grew up completely embedded in new technologies, that is to say everyone between the age of about 30 and 11. Opposed to the Digital Natives are the Digital Immigrants, people born before the 70s who are living the passage from a completely analogical to a digital world. Among Digital Natives the group that is most interesting to researchers is the one named Net Generation - or Net Geners - that comprises all individuals born between half of the 80s and the 90s, to whom the world wide web is neither a new technology nor a new medium, but just a fact of life. According to Prensky Digital Natives are used to receiving information really fast. They like to parallel process and multi-task. They > 12

13 un approccio dall alto verso il basso e richiedono compiti da svolgere in gruppo, progetti interattivi e fortemente coinvolgenti. Cercano opportunità dirette di auto-apprendimento, forme diverse di feedback, oltre che una scelta di compiti da svolgere utilizzando simultaneamente diverse risorse per creare esperienze di apprendimento personali e significative. I Net Geners hanno l abitudine di usare i media nei formati più disparati nel processo del multitasking, ormai parte integrante dello stile di vita della Net Generation (Oser, 2005). Come uno storico sondaggio ha riscontrato, i Net Geners tra gli 8 e i 18 anni utilizzano molti media simultaneamente, utilizzando i computer ed Internet allo stesso tempo oltre che i video games, le stampanti, la musica, e il cellulare. Studiosi quali Oblinger e Oblinger, Kassandra Barnes, Raymond C. Marateo e Sharmila Pixy Ferris sono concordi nell asserire che essendo cresciuti in un epoca di saturazione mediatica e di accesso senza limiti alle tecnologie digitali, i Net Geners, possiedono un modo diverso di pensare, di comunicare e apprendere, di conseguenza questi studenti si aspettano l utilizzo di metodi educativi diversi ed efficienti, costruiti sulle loro esigenze e le loro abitudini mediatiche. A questo proposito non dimentichiamo che i siti per il Social Networking come Facebook e MySpace sono diventati il passatempo preferito di questa generazione. Anche Hay (2000) trova che i Net Geners richiedano approcci più pragmatici, basati sulla ricerca, e siano sempre meno desiderosi di apprendere passivamente solo quello che viene loro presentato. Sulla stessa scia, Don Tapscott sostiene che stili di apprendimento più indipendenti si siano sviluppati dalle abitudini consolidate di ricerca delle informazioni su Internet, cosa che segna un contrasto netto con le precedenti generazioni di studenti, i quali tendevano ad acquisire informazioni in maniera più passiva da figure educative ritenute in possesso di una certa autorità. prefer their graphics before their text rather than the opposite. They prefer random access (like hypertext). They function best when networked. They thrive on instant gratification and frequent rewards. They prefer games to serious work. Formal education methods bore the Net Geners, who need interactivity introduced to their learning process, they do not seem to take any advantage from the traditional classroom lessons thought in a hierarchical fashion, instead these students seem to learn better if working in groups on highly interactive and involving projects. Net Geners are constantly on the look for occasions of self-learning, different kinds of feedback and the use of different resources to create engaging and highly personal learning experiences. Net Geners are familiar with the simultaneous use of a number of media, in a process called multitasking, which is integral part of their life-style. It is evident from a famous study that Net Geners between the age of 8 and 18 use a great number of media at the same time, they work on the computer and the internet while playing videogames, printing, listening to music and using their cell phones. Experts such as Oblinger and Oblinger, Kassandra Barnes, Raymond C. Marateo e Sharmila Pixy Ferris, agree that being born in a time where the access to digital technology is practically without limits, Net Geners have acquired an entire different way of thinking, communicate and learning. Therefore this generation requires educational methods more efficient and better suited to their needs and their digital habits. In relation to which we must not forget that social network websites such as Facebook and MySpace became their favourite pastime. Hay (2000) finds the Net Geners need a more pragmatic approach, based on > 13

14 In poche parole: la Net Generation necessita di un approccio educativo di tipo nuovo, che includa l uso delle nuove tecnologie e si appoggi all idea di cultura della partecipazione, legata alle abitudini di socializzazione digitale che caratterizzano questo nuovo tipo di essere umano. La risposta potrebbe arrivare dalla formazione animata prima, dalla formazione partecipata poi. research, since these students do not find appealing the passive learning model where knowledge is simply presented to them. Similarly Don Tapscott tells that more independent learning styles raised from the habit to look for information on the internet, a simple fact that marks a sharp difference with previous generation of students, who tended to acquire information in a more passive way only from educational figures who were thought to possess a certain authority. To put it in a simple way: the Net Genration needs a new kind of educational approach, which includes the use of new technologies and sets roots in the culture of participation linked to the digital socialising modes strongly characterising this new kind of human beings. The answer could come at the beginning from the animated training and then by the participated training. > 14

15 > 15

16 > 16

17 Interventi > 17

18 Capitolo 1 Innovazione e formazione animata Trasferimento e diffusione Andrea Bellucci Direttore Agenzia Formativa Livingston All inizio del nuovo millennio, di fronte alle sfide della globalizzazione e della rivoluzione tecnologica, i Leader politici dell Unione Europea si sono riuniti a Lisbona, lanciando l obiettivo di fare dell Unione l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale entro il Da allora si parla della Strategia di Lisbona, ovvero una serie di misure trasversali a più settori, che compongono un vero e proprio piano d azione per aumentare la competitività dell UE nei confronti degli altri grandi protagonisti mondiali. L UE parla del triangolo della conoscenza, ovvero rappresenta il concetto di conoscenza come l insieme di ricerca, innovazione e istruzione. In un'economia avanzata come quella dell Unione la conoscenza è una forza propulsiva indispensabile per la crescita della produttività. Essa costituisce un fattore critico con cui l'europa può garantirsi la competitività in un contesto globale in cui altri concorrenti, come i paesi emergenti, possono invece contare su una manodopera a basso costo o sulla presenza di risorse primarie. Fattore cruciale per l UE, in tale ambito, è il potenziamento degli investimenti e dell uso di nuove tecnologie, in particolare le TIC (Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione), da parte sia del settore pubblico che di quello privato. Le tecnologie dell informazione e della comunicazione costituiscono il fondamento dell'economia fondata sulla conoscenza e ad esse si deve circa la metà della crescita produttiva ed occupazionale nelle economie moderne. Cosa intende l UE per Innovazione? Per definire in sintesi il concetto di innovazione utilizzato dall UE, si può affermare che l innovazione vuol dire produrre, assimilare e sfruttare con successo la novità nei settori economico e sociale. Essa può essere raggiunta attraverso il rinnovo e l ampliamento della gamma dei prodotti e dei > 18

19 servizi, nonché dei mercati ad essi associati o attraverso l attuazione di nuovi metodi di produzione, d approvvigionamento e di distribuzione. Una domanda guida di tutta l esperienza progettuale Cartoon Animated Training è stata, come possiamo sfruttare con successo le nuove tecnologie dell informazione e della comunicazione nella formazione? Come possiamo trasferire l innovazione della formazione animata nel sistema economico? Il primo punto è stata la comprensione del concetto di innovazione. Il suggerimento concreto è arrivato dall analisi che Vito di Bari, uno dei più famosi economisti futurologi, fa nel suo libro Cortocircuito - Entrare nel futuro facendo scintille - in relazione al passo sincronizzato. Fred Astaire e Ginger Rogers si guardavano negli occhi e si sorridevano, una nelle braccia dell altro; sembrava che il tempo stesse per fermarsi in quello sguardo e in quel sorriso, ma poi la camera arretrava e li vedevi che prendevano il volo e roteavano sempre più veloci se guardavi i loro piedi notavi che si incrociavano velocemente fra loro in piccoli passi rapidi ma perfettamente coordinati. Tutti ci chiedevamo come facessero a non cadere, ma intanto loro erano già arrivati all altro capo della sala da ballo. E si stavano di nuovo guardando negli occhi, sorridendo rapiti Fred Astaire e Ginger Rogers ballavano con passo sincronizzato: insieme di piccoli passi di diversa lunghezza e movimento che determinano un lungo percorso fluido. Molte innovazioni funzionano allo stesso modo. Sembra che abbiano un inizio esitante, poi partono veloci e sembra che volino, tanto vanno rapide e lontano. Le innovazioni generano una sequenza di cambiamenti progressivi e apparentemente incrementali (tanti cambiamenti fatti di piccoli passi) che si sommano per aggregazione e crescono a valanga fino a provocare vere e proprie mutazioni genetiche dell economia, dei mercati e del modo di fare impresa. Queste innovazioni sono una vera e propria bomba a orologeria con il timer collegato alla crescita della base installata, intesa come numero di utenti che usufruiscono di un servizio, ad esempio gli utilizzatori del telefono. Il telefono è stata un innovazione trainata dalla crescita della base installata. Vito di Bari scrive: " di tanto in tanto passa uno di questo uragani e cambia l economia e i mercati. Ne passano un paio ogni secolo. Ma il tutto avviene a piccoli passi: il fenomeno monta per aggregazione e spesso ce ne sfugge la portata. Pensiamo alle ferrovie oppure a internet, innovazioni trainate dalla crescita della base installata " > 19

20 Oggi siamo all alba di un fenomeno epocale: l innovazione delle tecnologie inserite negli oggetti. Questa innovazione sarà favorita dalle nanotecnologie e dalla connessione mobile totale e cambierà completamente il nostro modo di fare impresa, controllare il mercato, avere successo. Torniamo alla formazione animata e al concetto di innovazione da trasferire. Con una semplice ricerca tra le applicazioni disponibili per smart phone o tra i prodotti open source scaricabili dalla rete, risulta evidente la diffusione di tecnologia di facile utilizzo e a basso costo per trasformare registrazioni audio o video o foto in prodotti formativi animati. L utilizzo di tecnologia applicata alla formazione, la creazione e la gestione di prodotti multimediali sta generando una sequenza di cambiamenti progressivi e apparentemente incrementali. Nel momento in cui la base installata sarà ampia e coinvolgerà tutto il sistema di comunicare, la formazione animata, attraverso meccanismi di partecipazione diretta, attraverso forme elementari di mobile-learning, diventerà il sistema più diffuso per apprendere e per trasmettere conoscenze e capacità. Non sarà certo l unico e forse neanche il migliore, ma sicuramente sarà il sistema più diffuso. L innovazione tecnologica innesca il meccanismo del cambiamento. È, per così dire, la chiavetta d accensione. Al centro c è il fattore umano che si contamina con l innovazione, la gente la subisce, la interpreta, la conforma alle proprie esigenze, la integra nelle proprie abitudini che però ne restano modificate. È questo il motore del cambiamento. Il passaggio finale è l interazione che include, come ogni interfaccia che si rispetti - sia l innovazione, sia la reazione della gente - ed è pertanto il parametro del cambiamento. Che è poi quanto ci interessa sapere, se vogliamo vincere le sfide: come cambierà il nostro modo di vivere? Come cambierà il nostro modo di fare le cose, come cambierà il modo di fare formazione, di apprendere? L intuizione del cambiamento ci consente di porci la domanda successiva, che è questa: Quando sarà (presumibilmente) cambiato il nostro modo di fare le cose, di cosa avremo bisogno? La risposta del progetto Cartoon è la seguente: avremo bisogno di possedere una metodologia ed una concreta capacità di produrre, o almeno gestire, o almeno saper utilizzare prodotti formativi animati favorendo, sincronizzando meccanismi di formazione partecipata. Nei capitoli seguenti verranno approfonditi gli aspetti legati alla metodologia, alla capacità di comprendere e gestire i progetti di formazione animata e partecipata, grazie all uso delle nuove tecnologie. I formatori, veri beneficiari del progetto Cartoon potranno così vedere nella tecnologia uno strumento, l aiuto di un amico piuttosto che l aggressione di un nemico. > 20

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale

Parma, 23 settembre 2011. Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Parma, 23 settembre 2011 Dal modello formativo europeo al percorso formativo per l assistente familiare non professionale Dopo il meeting europeo svoltosi a Granada e partendo dal percorso formativo l

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SUZANNE ROBERTSON MASTERING THE REQUIREMENTS PROCESS COME COSTRUIRE IL SISTEMA CHE IL VOSTRO UTENTE DESIDERA ROMA 20-22 OTTOBRE 2014 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA,

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life Form@re, ISSN 1825-7321 Edizioni Erickson, www.erickson.it Questo articolo è ripubblicato per gentile concessione della casa editrice Edizioni Erickson. Computer Mediated Communication (CMC) e Second Life

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE. F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe): SEZIONE F: DESCRIZIONE DELL'AZIONE Project Management e Information Technology Infrastructure Library (ITIL V3 F.l- Modalita organizzative, gestione operativa e calendario dell'intervento. (Max 200 righe):

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA

UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER LA GESTIONE DEL PODCASTING E UNA SUA APPLICAZIONE ALLA DIDATTICA Alberto Betella, Marco Lazzari, "Un ambiente open source per la gestione del podcasting e una sua applicazione alla didattica", Didamatica 2007, Cesena, 10-12/5/2007 Abstract UN AMBIENTE OPEN SOURCE PER

Dettagli

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment Interreg IIIB CADSES Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment POLY.DEV. Seminario Progetti INTERREG III Sala Verde, Palazzo Leopardi - 8 novembre

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO

FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO FORMAZIONE IN INGRESSO PER DOCENTI NEOASSUNTI IN ANNO DI PROVA ANNO SCOLASTICO 2014-15 AVVIO PERCORSO FORMATIVO VERSO UN CODICE DEONTOLOGICO DEL DOCENTE Paolo Rigo paolo.rigo@istruzione.it ALCUNE SEMPLICI

Dettagli

RA4AL MAPPING THE IMPLEMENTATION OF POLICY FOR INCLUSIVE EDUCATION (MIPIE)

RA4AL MAPPING THE IMPLEMENTATION OF POLICY FOR INCLUSIVE EDUCATION (MIPIE) RA4AL MAPPING THE IMPLEMENTATION OF POLICY FOR INCLUSIVE EDUCATION (MIPIE) MIGLIORARE L ESITO SCOLASTICO DI TUTTI GLI ALUNNI LA QUALITÀ NELLA SCUOLA INCLUSIVA I MESSAGGI CHIAVE DEL PROGETTO Introduzione

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Mario Rotta. eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo

Mario Rotta. eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo eportfolio e altre strategie di personalizzazione per l'apprendimento continuo Quali strategie possono essere applicate con successo nel Life Long Learning, tenendo conto degli scenari attuali? Emerge

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli