Schema guida per l anamnesi del sonno: aree principali d indagine e possibili domande

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Schema guida per l anamnesi del sonno: aree principali d indagine e possibili domande"

Transcript

1 APPENDICI

2 Appendice A Schema guida per l anamnesi del sonno: aree principali d indagine e possibili domande Aree d indagine Domande Domande supplementari Presentazione del disturbo del sonno Pattern Può descrivere il suo sonno in una notte tipica? Tempo impiegato per addormentarsi? Numero e durata dei risvegli? Ore di sonno? Notti di questo tipo ogni settimana? Qualità Conseguenze diurne Sviluppo del disturbo del sonno Come giudica la qualità del suo sonno? Come influisce il sonno notturno sulla sua giornata? Si ricorda come sono iniziate le difficoltà di sonno? Ristoratore? Piacevole? Non riposante? Stanchezza? Sonnolenza? Mancanza di concentrazione? Irritabilità? Orari particolari del giorno? Eventi e circostanze? Quando e quante volte? Variazioni da allora? Fattori peggiorativi? Fattori attenuanti? Grado d impatto/interferenza? (segue) 2

3 APPENDICE A (continua) Aree d indagine Domande Domande supplementari Anamnesi remota dei disturbi del sonno Dormiva bene in precedenza? Sonno durante l infanzia? Sonno in età adulta? Natura degli episodi precedenti? Quando e quante volte? Risoluzione degli episodi precedenti? Stato di salute generale e anamnesi medica Psicopatologia e anamnesi dello stato psicologico Gode di buona salute? È il tipo di persona che di solito affronta bene i problemi? Malattie? Problemi cronici? Quando e quante volte? Recenti cambiamenti nello stato di salute? Problemi psicologici? Ansia o depressione? Quando e quante volte? Risorse personali? Tipo di personalità? Elementi di diagnosi differenziale Disturbo della respirazione correlato al sonno (SBD) Russa pesantemente? Arresto della respirazione durante il sonno? Movimenti periodici degli arti durante il sonno (PLMS) e sindrome delle gambe senza riposo (RLS) Le succede talvolta di scalciare ripetutamente durante la notte, o di non riuscire a tenere le gambe ferme? Sonnolenza diurna eccessiva? Difficoltà a stare seduto senza muovere le gambe? Disturbi del ritmo circadiano Sente il desiderio di dormire in orari inusuali? Troppo presto? Troppo tardi? (segue) 3

4 SCHEMA GUIDA PER L ANAMNESI DEL SONNO: AREE PRINCIPALI D INDAGINE E POSSIBILI DOMANDE (continua) Aree d indagine Domande Domande supplementari Parasonnie Le capita di fare cose strane durante il sonno? Descrizione comportamentale? In che momento della notte? Narcolessia Trattamenti attuali e precedenti Le succede talvolta di addormentarsi improvvisamente? Sta prendendo qualcosa per dormire? Tempi e luoghi? Collassi scatenati da emozioni? Riposo notturno scadente? Ora? In passato? Quando e quante volte? Che cosa ha funzionato? Che cosa ha provato di sua iniziativa? 4

5 Appendice B Diario del sonno ISTRUZIONI AL PAZIENTE Questo diario del sonno è stato ideato per fornire una registrazione della sua esperienza riguardo al sonno e dell utilizzo che fa di farmaci o alcol per favorire il sonno. Come vedrà, è possibile registrare le informazioni su sette notti (una settimana) in un unico modulo. Per favore, compili una colonna del diario ogni mattina, subito dopo essersi alzato. Si prenda qualche minuto per farlo, cercando di essere il più preciso possibile. Pur fornendo la valutazione più accurata possibile, cerchi di non prendere l abitudine di guardare l orologio durante la notte. ULTERIORI ISTRUZIONI AL CLINICO In fondo alla pagina, vi sono cinque riquadri nei quali potete inserire i valori medi per le variabili di latenza dell esordio del sonno (SOL: domanda 3), numero dei risvegli (WAKE: domanda 4), tempo di veglia dopo l esordio del sonno (WASO: domanda 5), periodo totale di sonno 1 (TST: domanda 6), tempo trascorso a letto (TIB: domanda 2 meno domanda 1) ed efficienza del sonno (SE: TST diviso per TIB, moltiplicato per 100). * Se preferite, calcolate voi stessi il TST [TIB meno (SOL più WASO)], invece di chiederlo al paziente. In tal caso, potete escludere la domanda 6 dal diario del sonno. 5

6 APPENDICE B Nome Settimana iniziale Misurazione del pattern del sonno 1. A che ora si è alzato questa mattina? 2. A che ora è andato a letto ieri sera? 3. Quanto tempo ha impiegato per addormentarsi (minuti)? 4. Quante volte si è svegliato durante la notte? 5. Quanto tempo è rimasto sveglio durante la notte (in totale)? 6. Quanto tempo ha dormito in tutto (ore/minuti)? 7. Quanto alcol ha assunto ieri sera? 8. Quante pillole per dormire ha preso? giorno giorno giorno giorno giorno giorno giorno Misurazione della qualità del sonno 1. Quanto si sente riposato questa mattina? Per nulla Moderata- Molto mente 2. Quanto è stato piacevole il sonno la scorsa notte? Per nulla Moderata- Molto mente Riservato al terapeuta SOL WAKE WASO TST TIB SE 6

7 Appendice C The Insomnia Severity Index Nome: Data: 1. Valuti la gravità attuale (ultime 2 settimane) dei suoi problemi d insonnia No Lieve Media Grave Molto grave a) Difficoltà ad addormentarsi b) Difficoltà a restare addormentato c) Risveglio troppo precoce Quanto si sente soddisfatto/insoddisfatto del suo attuale sonno? Molto Soddisfatto Neutro Non molto Molto soddisfatto soddisfatto insoddisfatto In quale misura ritiene che il problema di sonno interferisca con la sua efficienza diurna (per es., affaticamento diurno, capacità di svolgere lavoro/faccende di casa, concentrazione, memoria, umore ecc.)? Per nulla Un po Abbastanza Molto Moltissimo Quanto pensa che il suo problema di sonno sia evidente agli altri, in termini di peggioramento della qualità della sua vita? Per nulla Un po Abbastanza Molto Moltissimo

8 APPENDICE C 5. Quanto si sente preoccupato/stressato a causa del suo attuale problema di sonno? Per nulla Un po Abbastanza Molto Moltissimo Linee guida per il calcolo del punteggio e l interpretazione Sommate i punteggi di tutti e sette i punti (1a + 1b + 1c ) = Il punteggio totale va da 0 a 28; valutare come segue: 0-7 = assenza d insonnia clinicamente significativa 8-14 = insonnia al di sotto della soglia clinica = insonnia clinica (media gravità) = insonnia clinica (grave) C.M. Morin (1993). 8

9 Appendice D The Epworth Sleepiness Scale Quante probabilità ha di appisolarsi o addormentarsi nelle seguenti situazioni, invece di sentirsi solo stanco? Questa domanda si riferisce alla sua vita abituale negli ultimi tempi. Anche se non ha fatto alcune di queste cose recentemente, cerchi di immaginare ciò che sarebbe successo. Utilizzi la seguente scala per scegliere il numero più adeguato a ciascuna situazione. 0 = non mi sarei mai appisolato 1 = lieve probabilità di appisolarmi 2 = probabilità media di appisolarmi 3 = alta probabilità di appisolarmi Situazione Seduto a leggere Guardando la televisione Seduto, inattivo in un luogo pubblico (per es., teatro o convegno) In auto come passeggero per un ora senza interruzione Sdraiato a riposare, nel pomeriggio, quando le circostanze lo permettono Seduto a parlare con qualcuno Seduto tranquillamente dopo un pranzo senza alcol In auto, durante una fermata di qualche minuto nel traffico Probabilità di appisolarmi Da: M.W. Johns, A new method for measuring daytime sleepiness: The Epworth Sleepiness Scale. Sleep, 14, Copyright 1991, American Academy of Sleep Medicine. Per gentile concessione dell AASM in formato Textbook via copyright Clearance Center. 9

10 Appendice E The Pre-Sleep Arousal Scale ISTRUZIONI AL PAZIENTE Ci interessa scoprire come si sente, mentalmente e fisicamente, prima di addormentarsi. Descriva, per favore, con quale intensità prova o vive uno dei sintomi o situazioni sotto menzionati mentre tenta di dormire. Esprima la sua valutazione, cerchiando il numero appropriato. ULTERIORI ISTRUZIONI AL CLINICO È possibile ottenere due punteggi separati. Il primo riguardante la vigilanza cognitiva comprende la somma dei punti da 1 a 8, quello sulla vigilanza somatica comprende la somma dei punti da 9 a 16. Per nulla Un po Mediamente Molto Estremamente 1. Preoccupato di addormentarmi Penso agli eventi della giornata Pensieri deprimenti o ansiosi Preoccupato per questioni diverse dal sonno Mentalmente vigile, attivo (segue) 10

11 APPENDICE E (continua) Per nulla Un po Mediamente Molto Estremamente 6. Non riesco a liberarmi dei pensieri I pensieri continuano a correre nella mente Distratto da suoni e rumori ambientali Tachicardia, battito martellante o irregolare Sensazione corporea di agitazione e nervosismo Brevità di respiro o respirazione faticosa Sensazione di costrizione e tensione muscolare Sensazione di freddo a mani, piedi o in tutto il corpo Disturbi allo stomaco (crampi o nervosismo gastrico, bruciori, nausea, gas ecc.) Sudorazione ai palmi delle mani o in altre parti del corpo Sensazione di secchezza della bocca o della gola Da: Nicassio et al. The phenomenology of the pre-sleep state: The development of the Pre-Sleep Arousal Scale. Behaviour Research and Therapy, 23, Copyright 1985 Elsevier, riproduzione autorizzata. 11

12 Appendice F The Sleep Disturbance Questionnaire ISTRUZIONI AL PAZIENTE Ci interessa scoprire ciò che lei ritiene possa interferire con il suo sonno. Sono riportate dodici affermazioni comuni ottenute da persone che soffrono d insonnia. Impieghi pure uno o due minuti per dare ogni risposta e poi esprima la sua valutazione cerchiando il numero appropriato. ULTERIORI ISTRUZIONI AL CLINICO In base alle analisi fattoriali condotte (Espie et al, 1989; 2000), consigliamo di sommare i punti 1, 5 e 9 per ottenere un punteggio della tensione fisica e i punti 3, 7 e 11 per ottenere un punteggio dei problemi del pattern del sonno. I punti rimanenti (2, 4, 6, 8, 12) possono essere sommati per ottenere un punteggio dell ansia mentale, oppure suddivisi in vigilanza cognitiva (2, 6, 10) e sforzo per dormire (4, 8, 12). Quale le sembra il problema principale nelle notti in cui non dorme bene? (segni una risposta per ogni affermazione) Mai Raramente A volte Spesso Molto spesso 1. Non trovo una posizione confortevole a letto La mia mente continua a rimuginare (segue) 12

13 APPENDICE F (continua) Mai Raramente A volte Spesso Molto spesso 3. Non riesco ad avere una routine del sonno appropriata Mi sento troppo agitato dal non dormire Trovo fisicamente difficile lasciarmi andare I miei pensieri impiegano molto a districarsi Non sono abbastanza stanco al momento di andare a letto Cerco troppo intensamente di dormire Il mio corpo è troppo teso Non riesco a svuotare la mente Passo il tempo a leggere/guardare la televisione a letto quando dovrei dormire Mi preoccupo di non farcela domani se non dormo bene Qual è, dei precedenti problemi, il più importante nel suo caso? Numero Da: Espie et al., An evaluation of tailored psychological treatment for insomnia in terms of statistical and clinical measures of outcome. Journal of Behaviour Therapy and Experimental Psychiatry, 20, Copyright Elsevier, riproduzione autorizzata. 13

14 Appendice G Sleep Hygiene Practice Scale Per ciascuno dei seguenti comportamenti, segni il numero di giorni della settimana (0-7) in cui esercita tale attività o vive quell esperienza. Basi le sue risposte su quella che lei ritiene una settimana tipo. Indichi il numero di giorni o notti, in media, in cui lei: N. giorni/settimana 1. Fa un sonnellino 2. Va a letto affamato 3. Va a letto assetato 4. Fuma più di un pacchetto di sigarette in un giorno 5. Utilizza farmaci per dormire (su prescrizione medica o da banco) 6. Assume bevande contenenti caffeina (caffè, tè, cola) meno di 4 ore prima di andare a letto 7. Beve oltre 90 grammi di bevande alcoliche (per es., 3 cocktails, 2 birre o 3 bicchieri di vino) meno di due ore prima di andare a letto 8. Prende farmaci/sostanze contenenti caffeina meno di 4 ore prima di andare a letto 9. Mentre va a letto si preoccupa della sua incapacità di dormire 10. Durante il giorno si preoccupa della sua incapacità di dormire la notte 11. Assume alcol per favorire il sonno (segue) 14

15 APPENDICE G (continua) N. giorni/settimana 12. Fa attività fisica intensa meno di 2 ore prima di andare a letto 13. Il suo sonno è disturbato dalla luce 14. Il suo sonno è disturbato dal rumore 15. Il suo sonno è disturbato dal partner (indichi N/A se non ha un partner) 16. Dorme approssimativamente per lo stesso periodo ogni notte 17. Si riserva un periodo di relax prima di andare a letto 18. Fa attività fisica nel pomeriggio o in prima serata 19. Ha una temperatura notturna confortevole a letto/in camera da letto Da: Lacks, Behavioral treatment for persistent insomnia. Copyright 1987 by Pergamon Press, riproduzione autorizzata. 15

16 Appendice H Caffeine Knowledge Quiz * Per ciascuno dei seguenti punti, indichi se ritiene che contenga caffeina o un altra sostanza stimolante mettendo una S (sì) o una N (no) accanto al nome. Se non è sicuro, formuli un ipotesi. Se non ha mai sentito una sostanza, metta una X. Tè normale Dolce al cioccolato Bibite alla cola Aspirina Caffè normale Prodotti dietetici Analigesico per dolori mestruali Analigestico per emicrania Diuretici Limonata Decongestionante nasale Bibita Sprite Birra alla spina Whisky Versione originale da: Lacks, Behavioral treatment for persistent insomnia. Copyright 1987 by Pergamon Press. * Modificata e adattata. [N.d.C.]. 16

17 Appendice I Trascrizione delle istruzioni per il rilassamento (durata: 12 minuti) Gli esercizi registrati su questo nastro sono stati ideati per aiutarla a rilassarsi. Il rilassamento è un attività che si può imparare; è proprio come qualsiasi altra abilità, quindi non sia sorpreso se si rende conto che è necessaria molta pratica, perché lo stesso vale per qualsiasi cosa nuova impariamo. Pertanto, si eserciti. Lo faccia un paio di volte ogni giorno, specialmente all inizio. Ovviamente, desidererà utilizzare il rilassamento quando va a letto, per rilassarsi e poter così dormire, ma perché ciò avvenga è necessario che impari bene che cosa deve fare. La cosa migliore è fare pratica in un momento in cui sa che non verrà disturbato. Il nastro durerà minuti e perciò avrà bisogno di appartarsi almeno per la durata di questo periodo. Quando farà gli esercizi di rilassamento a letto avrà inizialmente bisogno di ascoltare il nastro, ma dopo aver imparato cosa fare sarà in grado di eseguirli semplicemente a mente. Gli esercizi veri e propri iniziano ora. Si metta disteso. Giaccia sdraiato, con mani e braccia lungo i fianchi. Chiuda gli occhi. Così va bene. Inizieremo semplicemente pensando al respiro. La respirazione aiuta a rilassarsi; più è profonda e rilassata, meglio si sentirà e avrà la sensazione di un maggior controllo su di sé. Quindi, inizi a fare alcuni respiri lenti e regolari. Respiri profondamente, riempia i polmoni; inspiri, trattenga il respiro per qualche secondo e si lasci andare, espiri di nuovo, un altro respiro profondo, riempiendo completamente i polmoni, trattenga il respiro e si rilassi, espiri. Continui secondo il suo ritmo, osservando che ogni volta che inspira i muscoli del torace si contraggono, mentre quando espira prova una sensazione di rilassamento. Può pensare alla parola relax, ogni volta che espira. Ciò le ricorderà che l espirazione aiuta a rilassarsi. Utilizzare questa parola l aiuterà anche a dire a se stesso di rilassarsi, ogni volta che ne avrà biso- 17

18 APPENDICE I gno. Scoprirà che il suo corpo inizia, piano piano, a rispondere. Respiri lentamente, regolarmente e profondamente; pensi alla parola relax ogni volta che espira; si goda semplicemente lo stare calmo e disteso e questi momenti per rilassarsi, concentrandosi allo stesso tempo sugli esercizi. Ora, vorrei che rivolgesse l attenzione alle braccia e alle mani stese lungo i fianchi. Vorrei che tendesse i muscoli delle mani e delle braccia, premendo le dita sui palmi e stringendo i pugni. Lo faccia ora con entrambe le mani. Senta la tensione nelle mani, nelle dita e nei polsi, senta la tensione negli avambracci. Noti la sensazione. Continui e ora si rilassi. Lasci cadere le mani. Le lasci libere; lasci che si rilassino. Respirando lentamente e profondamente noterà che le sue dita si allungheranno e cadranno, noterà che le mani e le braccia saranno più rilassate. Lasci che affondino nel materassino o nel letto, le lasci diventare pesanti. Respiri lentamente e profondamente, pensando alla parola relax ogni volta che espira e vedrà che le sue mani e le sue braccia si rilasseranno sempre di più, sempre di più... Le sue braccia e le sue mani sono pesanti e riposate. Lasci uscire l energia e la tensione che era nei muscoli, respirando lentamente e profondamente. Entrambe le mani, entrambe le braccia, pesanti, riposate e rilassate. Vorrei che ora portasse la sua attenzione al collo e alle spalle. Di nuovo, faremo in modo di portare collo e spalle in uno stato di rilassamento, dopo averli messi in leggera tensione. Vorrei che alzasse le spalle verso le orecchie. Lo faccia adesso: tiri su le spalle verso le orecchie. Senta la tensione attraverso la nuca, attraverso la schiena e le spalle. Senta la tensione, non contragga così tanto da provare dolore, ma mantenga una contrazione costante. Cerchi di notarla e ora la lasci andare si rilassi; torni a respirare lentamente e profondamente. Lasci che la tensione si sciolga, la lasci andare. Respiri profondamente e mentre lo fa osservi che la tensione, quasi come una corrente, scivola via dal collo, attraverso le spalle, giù lungo la parte superiore delle braccia, più giù fino a uscire dalle punte delle dita. Abbandona il suo corpo lasciando una sensazione di calore e di rilassamento in profondità, nei suoi muscoli. Respiri lentamente e profondamente e lasci che ciò avvenga. Lasci semplicemente andare la tensione. Se non le sembra che la tensione si sciolga, non cerchi di forzare le cose, se ne andrà da sola. Abbia fiducia. Respiri solo lentamente e profondamente e si lasci andare; ricordi di pensare alla parola relax ogni volta che espira. Utilizzi la parola relax per concentrarsi di più sulla sensazione di rilassamento, usi questa parola per tenere presente il successo che sta ottenendo nel rilassare il suo corpo. Vorrei che adesso si concentrasse sul viso, sulle mascelle e sulla fronte. Vorrei che creasse una certa tensione in queste parti del corpo facendo due 18

19 TRASCRIZIONE DELLE ISTRUZIONI PER IL RILASSAMENTO (DURATA: 12 MINUTI) cose contemporaneamente. Quello che deve fare è strizzare forte gli occhi e stringere i denti. Faccia queste cose insieme, adesso. Stringa i denti; senta la tensione nelle mascelle. Strizzi gli occhi; senta la tensione tutto intorno agli occhi, alla fronte, alle guance, in tutto il volto, c è tensione ovunque. Ora mantenga la tensione e si rilassi, inspirando dal naso ed espirando dalla bocca, lentamente e profondamente. Osservi come la fronte e poi le palpebre e le guance si distendono. Lasci che la bocca si apra leggermente. Lasci che tutta la testa diventi pesante e affondi nel cuscino; respiri lentamente e profondamente. Lasci che il rilassamento si diffonda su tutto il viso e in tutti i muscoli del volto. Lasci che le palpebre diventino pesanti e morbide, come la mascella e tutta la testa; respirando lentamente e profondamente, si goda il rilassamento che sente nel corpo. Si rilassi ogni volta che espira. Si rilassi un po di più ogni volta che espira. Adesso si concentri sulle gambe e sui piedi, voglio che crei in queste zone una certa tensione facendo due cose contemporaneamente; spinga le gambe verso il basso e tiri la punta delle dita dei piedi verso la testa. Faccia queste cose insieme, adesso. Tenda le gambe, le prema in basso e tiri le dita verso la testa. Senta la tensione nei piedi, nelle dita, nelle caviglie, nei muscoli delle gambe. Noti la tensione. Non esageri; semplicemente osservi quello che sente e si rilassi. Respiri ancora una volta, lentamente e profondamente; lasci solo che i suoi piedi cadano. Lasci che i muscoli cedano la loro energia, lasci sciogliere la tensione. Si lasci andare, respirando lentamente e profondamente. Osservi che i suoi piedi vogliono semplicemente cadere di lato. Noti come le sue gambe sembrino pesanti, come se non riuscisse a muoverle. Pesanti, riposate e rilassate. Appena un po più rilassate ogni volta che espira. Adesso si concentri sul suo corpo nell insieme; sostenuto dal letto, affondato in esso, ma sostenuto da esso. Ha lasciato scorrere via tutta la tensione dal suo corpo. Il suo corpo è riposato, a proprio agio. Si goda ogni respiro profondo che fa. Utilizzi questi pochi istanti, ora, per pensare a ogni parte del suo corpo che non sente del tutto rilassata e lasci uscire la tensione. Se ne andrà. Respiri lentamente e profondamente; pensi alla parola relax ogni volta che espira. Lasci che ogni residuo di tensione scorra via dalle mani, dalle braccia, dal collo e dalla schiena, pesanti, riposate e rilassate. Dal volto e dagli occhi, dalla fronte; lasci che i muscoli cedano la loro energia. Come una corrente di rilassamento che fluisce in tutto il corpo. Lasci che gambe e piedi si rilassino; affondino nel letto. Respiri lentamente e profondamente. Fra pochi istanti, questo nastro finirà, ma lei potrà continuare a rilassarsi. Se lo desidera, ripeta alcuni degli esercizi per conto suo, questa è una buona 19

20 APPENDICE I cosa. Potrebbe desiderare di godersi ancora questo stato di rilassamento. Potrebbe desiderare di pensare alla scena che vuole immaginare, o di costruirne altre che l aiuteranno a rilassarsi ulteriormente. Dipende da lei, ma continui comunque a rilassarsi. Il nastro si spegne ora automaticamente. 20

21 Appendice J The Sleep Behavior Self-Rating Scale ISTRUZIONI PER I PAZIENTI Questa scala di valutazione ci aiuta a comprendere le caratteristiche del vostro comportamento che precede l addormentamento. Impiegate pure alcuni minuti per compilarla, con la maggiore precisione possibile. Indicate, per favore, quanto spesso fate le cose che seguono mentre siete a letto prima di addormentarvi o quando siete in camera da letto. Compilate il modulo considerando quello che fate in una settimana tipica. Comportamento Mai Raramente Talvolta Spesso Molto spesso Leggere un libro o una rivista Guardare la televisione Ascoltare la radio Conversare con qualcuno Parlare al telefono Mangiare o bere Fumare Rispondete anche a queste domande: faccio sonnellini durante il giorno o la sera ho sonno quando vado a letto spengo la luce appena mi corico passo molto tempo sveglio a letto di notte (segue) 21

22 APPENDICE J (continua) Comportamento Mai Raramente Talvolta Spesso Molto spesso se non riesco ad addormentarmi entro circa 20 minuti mi alzo e vado in un altra stanza fino a che non ho di nuovo sonno mi alzo sempre alla stessa ora ogni mattina se non dormo bene la notte mi alzo comunque alla solita ora Da: Kazarian, Howe e Csapo, Development of the Sleep Behavior Self-Rating Scale. Behavior Therapy, 10, Copyright 1979 by Association for Advancement of Behavior Therapy, riproduzione autorizzata dall editore, modificata. 22

23 Appendice K Sommario del piano terapeutico di programmazione del sonno ISTRUZIONI AL CLINICO Potete riprodurre questo foglio riassuntivo come promemoria da consegnare ai vostri pazienti. Tenete presenti gli elementi applicativi descritti nel testo e nella tabella Calcolate la durata attuale del vostro periodo di sonno e pianificate di trascorrere a letto la stessa quantità di tempo. 2. Decidete un orario preciso in cui alzarvi di mattina e mettetelo in pratica. 3. Stabilite un momento soglia per andare a letto, sottraendo la durata del sonno dall ora in cui vi alzate, e non coricatevi fino a quel momento. 4. Distendetevi per dormire solo quando vi sentite assonnati, comunque sempre dopo il momento soglia stabilito. 5. Seguite questo programma sette giorni/notti la settimana. 6. Se non vi siete addormentati entro 15 minuti, alzatevi a andate in un altra stanza. Fate qualcosa di rilassante e tornate a letto quando avete di nuovo sonno. Ripetete l operazione se non riuscite ancora a dormire o se vi svegliate durante la notte. 7. Modificate la nuova programmazione per un massimo di 15 minuti la settimana, in base alla vostra efficienza del sonno. 8. Non usate il letto per nient altro che per dormire (e per l attività sessuale) e spegnete subito la luce quando andate a letto. 9. Non fate sonnellini durante il giorno o la serata. 23

24 Appendice L Calcolo dell esigenza di sonno per il programma di restrizione del sonno Innanzitutto, scrivete negli spazi riportati qui sotto la quantità di tempo in cui ritenete di avere effettivamente dormito in ciascuna delle ultime 10 notti, ricavando il dato dal vostro diario del sonno (potrebbe essere più semplice convertire il tempo in numero totale di minuti per notte). In secondo luogo, sommate la durata totale del sonno di tutte queste notti. In terzo luogo, dividete il totale per 10, così da ottenere la durata media del vostro sonno notturno. Notte Quantità di sonno Quantità totale di tempo in 10 giorni = Durata media del sonno = /10 = 24

25 Appendice M Modulo di automonitoraggio dei pensieri correlati al sonno Situazione Pensieri automatici Emozioni Guardare la televisione Devo assolutamente dormire un po di sera questa notte, ho tanto da fare domani Ansia 80% 25

26 Appendice N Dysfunctional Beliefs and Attitudes about Sleep Questionnaire * Nome Cognome Data Qui di seguito troverà delle affermazioni che si riferiscono a idee che le persone possono avere sul sonno. Vorremmo sapere fino a che punto lei è d accordo con ciascuna frase. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Sotto ogni affermazione troverà una riga. A seconda di quanto lei è d accordo con ciò che ha letto, indichi, con un segno (/) un punto della riga stessa, cercando di non mettere sempre il segno sugli estremi. Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 1. Ho bisogno di 8 ore di sonno per sentirmi fresco, riposato e per poter funzionare bene durante il giorno * Da: Coradeschi, Novara e Morin, Dysfunctional Beliefs and Attitudes about Sleep Questionnaire : versione italiana ed analisi della fedeltà. Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale, 6, 33-44, per gentile concessione. 26

27 APPENDICE N Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 2. Quando non dormo a sufficienza durante la notte, ho bisogno di recuperare il sonno perso facendo un pisolino il giorno o dormendo di più la notte seguente 3. Dal momento che sto invecchiando ho bisogno di dormire di meno 4. Sono preoccupato che mi possa venire un esaurimento nervoso se rimango una o due notti senza dormire 5. Sono preoccupato che l insonnia cronica possa avere gravi conseguenze per la salute fisica 6. Stando più tempo a letto, di solito, dormo di più e mi sento meglio il giorno dopo 7. Quando ho delle difficoltà ad addormentarmi, oppure a riaddormentarmi dopo essermi svegliato durante la notte, dovrei rimanere a letto e provare con più insistenza 27

28 DYSFUNCTIONAL BELIEFS AND ATTITUDES ABOUT SLEEP QUESTIONNAIRE Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 8. Sono preoccupato di poter perdere il controllo sulla mia capacità di dormire 9. Dal momento che sto invecchiando, dovrei andare a letto prima la sera 10. Dopo una notte in cui non ho dormito bene, so che questo interferirà con le mie attività del giorno dopo 11. Per essere ben sveglio e per funzionare bene durante il giorno, credo che farei meglio a prendere un sonnifero piuttosto che passare una notte di cattivo sonno 12. Quando durante il giorno mi sento nervoso, depresso o ansioso è soprattutto perché non ho dormito bene la notte prima 13. Siccome il mio compagno di letto si addormenta appena tocca il cuscino e non si sveglia per tutta la notte, anche io dovrei essere capace di fare lo stesso 28

29 APPENDICE N Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 14. Sono convinto che l insonnia sia, in fondo, la conseguenza dell invecchiamento e che non si possa fare molto per questo problema 15. Ho paura di morire nel sonno 16. Quando dormo bene una notte, so che la notte seguente dovrò pagarne le conseguenze 17. Quando dormo male una notte, i miei orari di sonno saranno sballati per l intera settimana 18. Senza una buona notte di sonno, riesco a malapena a funzionare il giorno dopo 19. Non posso mai prevedere se avrò un sonno buono o cattivo 20. Sono poco capace di gestire le conseguenze negative di un sonno disturbato 29

30 DYSFUNCTIONAL BELIEFS AND ATTITUDES ABOUT SLEEP QUESTIONNAIRE Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 21. Quando mi sento stanco, senza energia, o anche, mi sembra di non funzionare bene durante il giorno, di solito è perché non ho dormito bene la notte prima 22. La notte vengo sommerso da pensieri e spesso sento di non aver controllo su questa mente che corre 23. Sento di poter vivere lo stesso una vita soddisfacente nonostante le difficoltà nel dormire 24. Credo che l insonnia sia essenzialmente il risultato di un cattivo equilibrio della chimica del corpo 25. Sento che l insonnia sta rovinando la mia capacità di godermi la vita e mi impedisce di fare ciò che voglio 26. Bere qualcosa di alcolico prima di coricarsi è una buona soluzione per i problemi di sonno 30

31 APPENDICE N Esempio: Per nulla Pienamente d accordo d accordo / 27. La sola soluzione per l insonnia sono le medicine 28. Il mio sonno continua a peggiorare, e non credo che qualcuno possa aiutarmi 29. Di solito, si può vedere dal mio aspetto fisico quando non ho dormito bene 30. Evito o annullo i miei impegni (sociali, familiari), dopo una notte di sonno scadente riservato all esaminatore Punteggio Totale (0-100) 31

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.»

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» E di z i o ne //// 1/ 2 0 14 Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» Fatti riguardanti l apnea da sonno In Svizzera circa 150 000 persone soffrono di apnea da sonno. I sintomi

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO

TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO TEORIA DEL SÉ E CICLO DEL CONTATTO di Sergio Mazzei Direttore dell Istituto Gestalt e Body Work TEORIA DEL SÉ Per organismo nella psicoterapia della Gestalt si intende l individuo che è in relazione con

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Cos e` la Psicosi da Depressione?

Cos e` la Psicosi da Depressione? Italian Cos e` la Psicosi da Depressione? (What is a depressive disorder?) Cos e` la psicosi depressiva? La parola depressione viene di solito usata per decrivere lo stato di tristezza di cui noi tutti

Dettagli

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO PROBLEMI PSICOLOGICI NEI DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Enrico Ghidoni Arcispedale S.Maria Nuova, UOC Neurologia, Laboratorio di Neuropsicologia, Reggio Emilia La situazione psicologica dei bambini

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Cos'é un test genetico predittivo?

Cos'é un test genetico predittivo? 16 Orientamenti bioetici per i test genetici http://www.governo.it/bioetica/testi/191199.html IL GARANTE PER LA PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI Autorizzazione al trattamento dei dati genetici - 22 febbraio

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve

La depressione può colpire chiunque. Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve La depressione può colpire chiunque Fattori di rischio, autoesame e interlocutori in breve «Faccio fatica a prendere qualsiasi decisione, seppur minima. Addirittura facendo la spesa. Ho sempre paura di

Dettagli

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità.

Questi effetti variano da una persona ad un altra e dipendono dalla specifica natura della lesione cerebrale e dalla sua gravità. Gli effetti delle lesioni cerebrali Dato che il cervello è coinvolto in tutto ciò che facciamo, le lesioni cerebrali possono provocare una vasta serie di effetti. Questi effetti variano da una persona

Dettagli

Un differente punto di vista

Un differente punto di vista A Different Point of View Un differente punto di vista by Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Come sappiamo dal primo principio Huna, (IL MONDO E' COME TU PENSI CHE SIA

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

>Briciole di italianità

>Briciole di italianità >Briciole di italianità :: I tortellini: un capolavoro italiano La forma del tortellino fu ispirata, secondo una leggenda, dalla forma dell ombelico della dea Venere. Raccontano che un giorno la dea dell

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

Che cos è un emozione?

Che cos è un emozione? Che cos è un emozione? Definizione Emozione: Stato psichico affettivo e momentaneo che consiste nella reazione opposta all organismo a percezioni o rappresentazioni che ne turbano l equilibrio (Devoto

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale)

Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) Conduzione di uno studio epidemiologico (osservazionale) 1. Definisco l obiettivo e la relazione epidemiologica che voglio studiare 2. Definisco la base dello studio in modo che vi sia massimo contrasto

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE

PROGRAMMA DI STUDIO. SALUTE in AUTOGESTIONE PROGRAMMA DI STUDIO SALUTE in AUTOGESTIONE 2013 1 This project has been funded with support from the European Commission. Indice dei contenuti 1. DESTINATARI. 3 2. CARICO DI LAVORO.3 3. ento/insegnamento

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico

SCHIZOFRENIA. 3. Eloquio disorganizzato( per es. deragliamento o incoerenza) 4. Comportamento grossolanamente disorganizzato o catatonico DSM-V DISTURBO DELLO SPETTRO DELLA SCHIZOFRENIA E ALTRI DITURBI PSICOTICI SCHIZOFRENIA A. Due o più dei seguenti sintomi, presente per una parte di tempo significativa durante il periodo di un mese. Almeno

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti

Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Il pomeriggio dello studente dislessico alle superiori: il ragazzo, la famiglia, lo studio, i compiti Relatore: Prof.ssa Chiara Frassineti, genitore e insegnante Il rapporto tra genitori e ragazzo (studente)

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King

AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King AIUTA TE STESSO CON DYNAMIND di Serge Kahili King Traduzione di Paola Dianetti La Tecnica Dynamind Forma base 1. Scegliete un problema fisico, emotivo o mentale su cui lavorare. 2. Avvicinate le mani unendo

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

La depressione può colpire chiunque

La depressione può colpire chiunque La depressione può colpire chiunque Italienisch, italien, italiano Traduzione: UFSP/CRS Croce Rossa Svizzera Foto: Martin Volken La depressione può colpire chiunque «Mi sento sfinito e ho male dappertutto.

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva.

prova, e che sembra provenire dal nostro interno, è una caratteristica fondamentale dell esperienza emotiva. M. Cristina Caratozzolo caratozzolo2@unisi.it Psicologia Cognitiva A.A. 2010/2011 Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università di Siena } Il termine ha origine dal latino emovere, cioè muovere

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli