IL COMITATO RINASCERE AL NATURALE IN PRIMA LINEA PER IL SOSTEGNO AL PARTO IN CASA Oriana Rausa pag. 8

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL COMITATO RINASCERE AL NATURALE IN PRIMA LINEA PER IL SOSTEGNO AL PARTO IN CASA Oriana Rausa pag. 8"

Transcript

1 13 Primo febbraio 2010 piano 27 ottobre 2012 Primo piano 1 L UNIVERSITÀ DEL SALENTO È NEL CAOS E A FARNE LE SPESE SARANNO GLI STUDENTI Alessandro Chizzini pag. 7 IL COMITATO RINASCERE AL NATURALE IN PRIMA LINEA PER IL SOSTEGNO AL PARTO IN CASA Oriana Rausa pag. 8 Settimanale d informazione del Salento Anno XI n LECCE Pass o non pass? Ancora polemiche per i 500 permessi per auto erogati nel 2009 Andrea Gabellone pag. 10 CASARANO Niente più tagliando: con Parcheggio facile ora basta un sms Alberto Nutricati pag. 20 SPETTACOLO Carburante fai-da-te sá= =ã~á=å~éáí~íç=çá=ëéåíáêé=ééê=ëíê~ç~=çççêé=çá=çäáç=ñêáííçi=ã~=åéääé=îáåáå~åòé=åçå=åûéê~=íê~ååá~=çá=êáëíçê~åíá=ç=ä~ê\= _ÉÛI=éêçÄ~ÄáäãÉåíÉ=Éê~=Ç~=éçÅç=é~ëë~í~=ìå~=ã~ÅÅÜáå~=ÇáÉëÉä=~äáãÉåí~í~=Åçå=ìå~=ãáëÅÉä~=Çá=Ö~ëçäáç=É=çäá=îÉÖÉí~äáK nìéëí~=éê~íáå~=jáääéö~äéi= =ÄÉåÉ=éêÉÅáë~êäçJ=ëá=ëí~=ÇáÑÑçåÇÉåÇç=~=ã~ÅÅÜá~=ÇÛçäáç=~=Å~ìë~=ÇÉä=Å~êçJÅ~êÄìê~åíáI= ã~=á=ãéåå~åáåá=~îîéêíçåçw=apple^=äìåöç=~åç~êé=éì =Ç~ååÉÖÖá~êÉ=ëÉêá~ãÉåíÉ=áä=ãçíçêÉÒ= Tra cinema e musica tanti appuntamenti per un Halloween da paura Angela Leucci pag. 26

2 2 27 ottobre 2012

3 3 27 ottobre 2012 Editoriale La guerra del Grande Salento di Giovanni Nuzzo Il riordino delle Province spacca i cugini del Grande Salento: Lecce, Brindisi e Taranto, che in questi ultimi anni hanno combattuto per abbracciarsi, stanno ora ingaggiando un braccio di ferro su varie questioni, mandando in frantumi l idea di costruire un unica grande Provincia. I tagli del governo Monti sugli accorpamenti delle grandi città stanno generando enormi conflittualità, non solo tra le Province, ma anche tra i piccoli enti locali del territorio. Già il governo Berlusconi aveva paventato l ipotesi di un forte taglio alle Province, ma senza trovare la forza e la volontà necessarie per realizzare il progetto; di fronte alle necessità economiche, tuttavia, la questione è stata quindi rispolverata. Ma quale attuale Provincia pugliese dovrà lasciare il posto? Il governo centrale ha pensato bene di girare la patata bollente alla Regione Puglia che, piuttosto che indispettire i vari territori, nel gioco dello scaricabarile, ha demandato ogni decisione ai collegi territoriali, tenendo in stand-by la spinosa scelta. E quando la questione sembrava in dirittura d arrivo, si decide di non decidere ed il mancato coraggio e il solito campanilismo danno vita ad una partita di ping-pong. Insomma, sembra che la storia si ripeta, ricalcando l esperienza dell antica Provincia di Terra d Otranto. La guerra incrociata tra Brindisi e Taranto per il riconoscimento del capoluogo continua ancora. Una volta tanto, la Provincia di Lecce sembra la più forte in questo braccio di ferro, concedendosi il lusso di poter guardare alla finestra, in attesa di abbracciare le delibere dei consigli comunali o quelle referendarie dei Comuni che intendono aderire ad una Provincia diversa da quella attuale. Ridisegnare la nuova geografia non sarà facile, ma di fronte a una situazione economica sull orlo del baratro, ridurre la spesa pubblica sembra essere l unica ricetta. Nell intervista a Salvatore Antonaci, pubblicata a pag. 5 dello scorso numero, la redazione di Belpaese intende precisare che Salvatore, dopo la morte di suo figlio Andrea (avvenuta nel 2000 a soli 26 anni dopo aver partecipato ad una missione militare in Bosnia-Erzegovina) ha scritto al Presidente della Repubblica per chiedere non un risarcimento bensì il riconoscimento da parte dello OPINIONI rå=mêéñéííç=íê~=öäá=çäáîá p~ä~íç=ëåçêëç=áä=éêéñéííç=çá=iéååé=dáìäá~å~=méêêçíí~=ü~=ê~ååçäíç=äé=çäáîé=çéääû~ääéj êç=ëéåçä~êé=apple^ãäê~òi=åüé=äéá=ëíéëë~=ü~=~ççíí~íç=éêéëëç=ä~=j~ëëéêá~=^äíáé~êéíá=~=m~äj ã~êáööák=iûáåáòá~íáî~= =ëí~í~=çêö~åáòò~í~=ç~ääû^ëëçåá~òáçåé=apple^ãáåá=çéääûläáîç=péåçj ä~êé=çéä=p~äéåíçò=é=ü~=îáëíç=ä~=é~êíéåáé~òáçåé=çéá=ëáåç~åá=çéá=`çãìåá=äáãáíêçñák= Nota della redazione Stato di quanto avvenuto al figlio e ad altri colleghi. La sede di Martano della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (di cui Salvatore è referente), intitolata ad Andrea, è nata grazie ai fondi raccolti in occasione del funerale di Andrea su suggerimento dell oncologo Giuseppe Serravezza, presidente provinciale della Lilt. La trasmissione televisiva alla quale Salvatore ha partecipato è La vita in diretta di Rai 1 (non Rai 3) e l altro viaggio che ha fatto -non a Hollywood- è stato quello per partecipare alla trasmissione Omnibus di La7 con Antonello Piroso, nel corso della quale Salvatore ha avuto modo di confrontarsi con un generale italiano (non americano), che ha tenuto nei suoi confronti un atteggiamento non collaborativo. La redazione di Belpaese La lucerna a cura di fra Roberto Francavilla Cosa vuoi che faccio per te?. Rabbomì, che io veda!. La tua fede ti ha salvato, vai in pace. E si mise a seguirlo per la strada. La domanda del Maestro è rivolta al povero cieco di Gerico, Bartimeo, il quale sentendo che passava Gesù, si mise a gridare: Figlio di Davide, abbi pietà di me!, nonostante il fatto che lo sgridavano per zittirlo. Amici di Belpaese, sono appena tornato da un viaggio in Grecia con la partecipazione dei vescovi della Puglia. Un pellegrinaggio storico e artistico, ma soprattutto, in quest Anno della Fede, un percorso sui passi dell apostolo Paolo che ha scritto Lettere alle comunità da lui fondate: memorabili sono quelle ai Filippesi, ai Tessalomicesi e ai Corinti. Ci ha, guidati da esperto biblista e professore di Sacra Scrittura, il padre Benigno Papa, arcivescovo emerito di Taranto, precisando i luoghi, le circostanze e i contenuti delle lettere paoline. Vi confesso di essermi trovato nei panni del povero cieco Bartimeo di fronte a testi già noti ma che, riascoltati sui luoghi dei destinatari, mi hanno consentito di gridare se non con la voce ma certamente con il cuore: Signore, che io veda!. Si tratta comunque non tanto della vista degli occhi ma di quella della fede, permettendo al grido di diventare più insistente quando siamo saliti alle Meteore, monasteri ortodossi collocati sulla sommità di strapiombi di montagna formatisi in antiche ere geologiche sul delta di fiumi prosciugati. Qui le pietre parlano, dando voce a generazioni di monaci che da 600 anni abitano quelle sacre montagne. Non è mancata al nostro percorso una visita guidata ai siti archeologici della Macedonia, della Tessaglia e dell Attica con recuperi di storia e di arte che comprendono Alessandro Magno, Filippo il Macedone e una sosta più prolungata ad Atene, dove è nata l antica democrazia che trova la massima espressione d arte sull Acropoli, con i suoi famosi templi dedicati alle varie divinità. Tra questi Paolo individuò un tempio dedicato al Dio ignoto e ne approfittò per annunciare Gesù Cristo. Non fu molto ascoltato dagli intellettuali ateniesi (!), ma questo gli servì per annunciare Cristo crocifisso, potenza e sapienza di Dio. È on line il nuovo portale di informazione del Salento. Notizie quotidiane, inchieste, curiosità e video in un unico sito web di informazione a 360 gradi, dedicato a Lecce e provincia. Passaparola! Mail: Facebook:

4 4 27 ottobre 2012 in copertina Carburante fai-da-te sá= =ã~á=å~éáí~íç=çá=ëéåíáêé=ééê=ëíê~ç~=çççêé=çá=çäáç=ñêáííçi ã~= åéääé= îáåáå~åòé= åçå= ÅÛÉê~= íê~ååá~= Çá= êáëíçê~åíá= ç= Ä~ê\ _ÉÛI= éêçä~äáäãéåíé= Éê~= Ç~= éçåç= é~ëë~í~= ìå~= ã~ååüáå~ ÇáÉëÉä=~äáãÉåí~í~=Åçå=ìå~=ãáëÅÉä~=Çá=Ö~ëçäáç=É=çäá=îÉÖÉí~äáK nìéëí~= éê~íáå~= JáääÉÖ~äÉI= = ÄÉåÉ= éêéåáë~êäçj= ëá= ëí~ ÇáÑÑçåÇÉåÇç=~=ã~ÅÅÜá~=ÇÛçäáç=~=Å~ìë~=ÇÉä=Å~êçJÅ~êÄìê~åíáI ã~= á= ãéåå~åáåá= ~îîéêíçåçw= apple^= äìåöç= ~åç~êé= éì Ç~ååÉÖÖá~êÉ=ëÉêá~ãÉåíÉ=áä=ãçíçêÉÒ All inizio nessuno sembrava farci caso. Poi la cosa ha destato sempre maggiore curiosità tra gli abitanti di Tricase. Il borgo antico di questa cittadina del sud Salento, infatti, in alcuni giorni è attraversato da uno strano odore di olio fritto che invade le vie. D istinto verrebbe da pensare alle leccornie preparate dalle casalinghe salentine all ora di pranzo. O magari Tricase, all insaputa di tutti, ospita un McDonald s, il fast food che sta all olio fritto come l incenso sta alla chiesa. Entrambe le ipotesi sono state presto scartate, visto che Mc Donald s non ha mai aperto i battenti a Tricase e l aroma di olio fritto non si avverte solo all ora di pranzo ma un po in tutto l arco della giornata. La stranezza, segnalata da diversi lettori, ha presto trovato una spiegazione. Pare infatti che qualcuno abbia l abitudine di utilizzare oli vegetali come carburante per la propria vettura. L uso di questi carburanti fai-da-te fa sì 120 anni fa l inventore tedesco Rudolf Diesel depositò all ufficio brevetti di Berlino il progetto del che per le strade percorse da questi mezzi rimanga un forte aroma di olio fritto. Tricase non è ovviamente l unico centro salentino interessato dal fenomeno. Quella del carburante alternativo ( biologico, direbbe qualcuno) è una pratica diffusa, alimentata soprattutto dalla crisi economica e dall aumento vertiginoso del prezzo dei carburanti, che nel 2012 hanno sfiorato i 2 euro al litro. Si tratta di un abitudine illegale: l Agenzia delle Dogane infatti precisa che l evasione delle accise derivante dall utilizzo di carburanti non ufficiali è sanzionata con multe che possono superare i 7mila euro. Qualche anno fa il periodico Quattroruote ha realizzato dei test scientifici su questo tema, in particolare su uno dei metodi più diffusi per non incorrere nelle accise sulla benzina: l utilizzo dell olio di colza nelle macchine diesel. Nette le conclusioni: l olio di colza funziona (solo in alcuni casi e miscelato con il gasolio), è illegale e non è un carburante. Tuttavia, pur tra opinioni diverse, tutti concordano che le automobili perdono in performance ottenendo un risparmio economico dall evasione delle accise. Il settore che gioverebbe dalla regolamentazione di questi sistemi sarebbe l agricoltura, ma occorrono nuove regole in tal senso e la patata bollente, a questo punto, passa alla politica. Stefano Manca Oli vegetali e biodiesel, occorre fare chiarezza Il test di Quattroruote con l olio di colza Nel 2005 la più importate rivista italiana dedicata al mondo delle automobili ha realizzato sul proprio circuito un test con una Fiat Punto JTD 86 cv e varie miscele di gasolio e olio di colza. Questo test rimane ancora oggi uno dei riferimenti principali nel nostro Paese dove utilizzare carburanti non omologati è di fatto una pratica illegale per via dell evasione delle accise: nello stesso anno l Agenzia delle Dogane ha specificato in un comunicato le conseguenze della violazione dell'articolo n. 40 del Dlgsl 504/1996, con sanzioni da 3 a 6 mesi e multa del doppio dell'imposta evasa (non inferiore in ogni caso a euro). Nello specifico le prove hanno riguardato più modalità di utilizzo del carburante: 100% olio di colza, 70% olio di colza + 30% gasolio, 30% olio di colza + 70% gasolio. L'utilizzo dell'olio di colza al 100% (senza gasolio) ha provocato forti difficoltà in accensione. Alla fine il motore è partito e ha funzionato regolarmente ma con molta fatica per la batteria in fase di accensione. In condizioni atmosferiche rigide l'olio di colza gela rendendo inutilizzabile l'automobile. I test più interessanti sono invece le miscele e In questi casi l'olio di colza si mescola facilmente con il gasolio, il motore funziona e la fumosità diminuisce. Interessanti i dati sui consumi: secondo Quattroruote il consumo medio aumenta e si riducono le prestazioni. La velocità massima è scesa da 169,5 Km (100% gasolio) a 165,8 (70% olio di colza) e l'accelerazione km/h passa da 11,3 sec. a 11,9 sec. (70% olio di colza). Il consumo ad una velocità di 120 km/h aumenta da 17,6 km con un litro di gasolio a 15,2 km con una miscela 30% gasolio e 70% olio di colza. Ovviamente bisogna tenere presente che questo test si è svolto in un circuito, che è ben altra cosa rispetto al traffico in città. Puzza di frittura a parte, si può facilmente supporre che le sollecitazioni che subisce una vettura in città, dove si procede a marce basse e a velocità limitate, sono di gran lunga superiori rispetto alla strada libera. motore che porta il suo nome. In più di un secolo sono nate nuove forme di energia, eppure il carburante utilizzato per motori diesel è ancora il gasolio. Attualmente però esiste già un alternativa: il biodisel, un biocombustibile (ovvero un carburante prodotto da materiale naturale) in grado di ridurre notevolmente l inquinamento prodotto nella combustione. A differenza degli oli vegetali puri, dunque, il biodiesel è un vero e proprio prodotto industriale, definito come un estere metilico prodotto mediante una reazione chimica detta di trans-esterificazione fra metanolo ed oli vegetali. Il prodotto derivante da questa reazione è una miscela priva di zolfo, non contiene idrocarburi policiclici aromatici né metalli pesanti, non produce di Co2, inoltre porta ad un abbattimento di circa l 80% delle polveri fini (PM10) ed è biodegradabile. Il biodiesel può essere prodotto sfruttando come materia prima l olio di colza o di semi di girasole, o riciclando gli oli vegetali esausti provenienti dalle fritture. Molte case automobilistiche si sono rifiutate di sviluppare prototipi a biodiesel poiché questo presenta una densità maggiore rispetto al gasolio, dunque l elevata viscosità potrebbe recare danni al motore. Uno svantaggio è rappresentato dal costo di produzione che (a meno che non si utilizzino oli di scarto) non è molto competitivo rispetto al diesel attuale. Occorre precisare che in Italia (a differenza della Francia o della Germania) non è possibile utilizzare il biodiesel in quanto, come nel caso degli oli vegetali, si ricade nell evasione delle accise; inoltre le automobili stragrande maggioranza dei veicoli diesel non può funzionare col biodiesel (l Iveco, per i motori dei mezzi pesanti ha ammesso il biodiesel B30, la cui composizione è 70% gasolio - 30% olio biologico, a condizione che non siano a iniezione common rail) e una conversione degli stessi risulterebbe troppo costosa.

5 5 27 ottobre 2012 in copertina L OPINIONE DEL MECCANICO Carburanti da oli vegetali? Solo con macchine vecchie e occorre usare additivi M.P., meccanico salentino, è scettico sull efficacia delle alternative fai-da-te al diesel tradizionale: Quello che si risparmia rispetto al gasolio lo si spende in manutenzione Una pratica -ricordiamolo- che resta comunque illegale: l evasione delle accise è severamente punita dalla legge italiana. Ma per M.P., che da oltre due decenni cura automobili in provincia di Lecce, utilizzare oli vegetali al posto del sempre più costoso gasolio, oltre che illegale è anche inefficace. Gli chiediamo cosa succederebbe ad una vecchia utilitaria se ci mettessimo dentro dell olio di semi. La sua utilitaria funzionerebbe -esordisce- a patto però di aggiungervi del gasolio. Altrimenti non andrebbe lontano. Lo scetticismo di M.P. prosegue anche quando ci spiega gli aspetti tecnici della questione: L olio forma delle incrostazioni. Creerebbe dei danni, anche ingenti, non tanto agli iniettori quanto al motore. Senza contare le difficoltà al primo impatto, tipo partenze complicate e scoppiettanti, ecc.. Quello che però esclude a priori è l utilizzo di questi sistemi sulle automobili di nuova o comunque recente costruzione. Infatti aggiunge: Ovviamente le partenze a fatica si verificano solo con le vecchie utilitarie. Con le vetture nuove -come i diesel common rail a iniezione- invece nemmeno quelle! Le automobili moderne con questi stratagemmi è impossibile che si muovano. Prendiamo una vecchia Punto: mescolandolo 50% olio e 50% gasolio si potrebbero ottenere dei risultati. Non molto a lungo, ma potremmo ottenerli. Dunque, ancora scetticismo e obiezioni, che M.P. spiega nei dettagli: Tenete presente che già con il gasolio a volte si creano dei problemi, figuriamoci con l olio! Il problema più grosso, come le dicevo, è l incrostazione di filtri e valvole. Diviene necessario aggiungere degli additivi. Proviamo a chiedergli se almeno sul piano economico si risparmierebbe qualcosa. Ma anche qui è abbastanza netto: Il risparmio, a mio avviso, è minimo. Direi addirittura nullo. Ciò che forse si risparmierebbe col carburante verrebbe speso in manutenzione. Pulizie accurate del motore e dei suoi componenti, additivi da aggiungere di volta in volta, cilindri del motore infiammati e dunque da rivedere. Non parliamo poi degli autoarticolati. In questi casi ci sono costi di manutenzione che possono superare i euro. Ci viene quindi un dubbio: come mai una pratica che purtroppo è adottata sempre più spesso, non porta in realtà nessun vantaggio? Anche su questo M.P. si è fatto un idea abbastanza chiara: Guardi, forse solo in un campo si ottengono dei risultati, ed è quello dell agricoltura. Attraverso queste tecniche applicate ai mezzi di trasporto agricoli si risparmia qualcosa, e comunque è molto meglio il carburante agricolo di queste miscele di oli vegetali. Ma all automobilista a mio avviso non conviene di certo. Il bilancio impietoso tracciato da M.P. si conclude con un altra simpatica controindicazione: Tra l altro si circolerebbe in una vettura che puzza di olio fritto faccia lei! Anche se, pensandoci, forse una cosa la si risparmia. Quale?, gli chiediamo. Il tempo. Con la benzina fai da te si evita di fare la fila al distributore. Stefano Manca L OPINIONE DELL AGRICOLTORE Gli agricoltori potrebbero essere autosufficienti, producendo il biocarburante per i propri macchinari Vincenzo Netti, giovane agricoltore di Putignano, ci ha raccontato la sua personale battaglia per la produzione fai da te di olio di colza Nella sua Putignano Vincenzo Netti, 34enne presidente regionale dei giovani agricoltori della Cia (Confederazione Italiana Agricoltori), ha rilevato alcuni anni fa l azienda agricola di famiglia ed ora ha un sogno: sperimentare nuove tecnologie per ricavare dalla coltivazione della colza carburante ecologico in modo da alimentare trattori, mietitrebbie e altri mezzi agricoli. Signor Netti, come è nata l idea di produrre biocarburante? Da una passione per la tecnica e per le rinnovabili. Ho sempre avuto curiosità verso le nuove tecnologie, anche se poi faccio l agricoltore. Sono stato tra i primi in Puglia a sperimentare eolico e fotovoltaico. Poi ho cominciato a produrre piccoli quantitativi di olio di colza. Quali sono i vantaggi economici derivati dall utilizzo di questo combustibile? I costi per un litro di olio di colza si abbattono della metà rispetto ai prezzi dei distributori di gasolio. Tra l altro sul piano agronomico e tecnico produrre biocarburante è semplicissimo. Dov è quindi il problema? Campo coltivato a colza Nelle normative, nazionali ed europee. L iter europeo si è concluso solo un anno fa, dopo 10 anni di battaglie e richieste. E in Italia? Per far sì che gli agricoltori possano utilizzare in legalità questo combustibile in Italia occorre che l Agenzia delle dogane, sulla base delle indicazioni europee, fissi i decreti attuativi con chiarezza al fine di avere esenzioni, accise, ecc. Purtroppo da un anno questo percorso è bloccato. Come mai? Temiamo ci sia troppo lassismo da parte delle istituzioni italiane. Mala politica e mala amministrazione: ed ecco che tutto rimane come prima! Questo lassismo incide quindi anche sulla vostra, di economia? Sì. Chi come me ha investito e rischiato in prima persona anche sulle proprie macchine, sforzandosi per salvaguardare la propria economia, si trovai in una terra di mezzo, senza lo strumento pratico da mettere in campo. Dal punto di vista ambientale cosa cambierebbe? Le emissioni di Co2 provocate dalla combustione di questi oli vegetali sono a ciclo zero, in quanto la Co2 immessa in ambienta viene recuperata dalle piantagioni di colza. Diciamo che in una tabella dei vantaggi e degli svantaggi, il rapporto è di 90 a 10. Qual è la posizione della Confederazione Italiana Agricoltori in merito a questa decisione? La Comunità Europea aveva previsto da qui al 2020 l uso di olio vegetale puro per miscelarlo col diesel. L obiettivo era di stare dentro ai parametri del Protocollo di Kyoto, riducendo così l inquinamento atmosferico e arrivando a produrre entro il 2020 il 10% di combustibile vegetale. Poi però con la crisi economica la Comunità Europea ha fatto marcia indietro, stoppando gli incentivi. Adesso l obiettivo prefissato del 10% non supererà il 5%. Questa decisione farà rilassare ancora di più il legislatore italiano... Per me personalmente è una notizia non buona. (S.M.)

6 6 27 ottobre 2012

7 7 27 ottobre 2012 primo piano L UNIVERSITÀ DEL SALENTO SEMPRE PIÙ NELLA BUFERA L ateneo degli scandali L apertura di un fascicolo da parte della Procura nei confronti dell ex direttore generale Miccolis è solo l ultimo degli episodi che hanno generato il caos nell Università. E gli studenti sono sul piede di guerra L Università del Salento è nel pallone. Non può essere definito diversamente il quadro attuale del nostro ateneo, dal quale stanno emergendo pratiche di attività scandalose e illegali. L ultimo episodio in ordine di tempo ha visto come protagonista Emilio Miccolis (nella foto a sinistra), direttore generale dell Università del Salento, sospeso prima in via cautelativa dal rettore Domenico Laforgia (nella foto a destra) e successivamente iscritto nel registro degli indagati dal Procuratore della Repubblica Cataldo Motta. Abuso d ufficio e violenza privata sono i reati contestati a Miccolis in seguito agli esposti presentati in Procura dai sindacalisti Manfredi De Pascalis e Tiziana Margiotta, i quali hanno consegnato documenti e soprattutto una registrazione audio; si tratta di una conversazione intercorsa lo scorso 12 luglio tra Miccolis e De Pascalis, allora responsabile dell ufficio reclutamento; dal colloquio, pubblicato sui quotidiani locali e sul web, emergerebbe il tentativo del direttore generale di alleviare le conflittualità con il sindacalista, proponendogli un ruolo di maggior prestigio. Il quadro però è ancora più inquietante. Dall inchiesta, infatti, emergerebbe una gestione dell ateneo basato sulla corruzione e le promesse di denaro solo per chiudere la bocca ad altre personalità considerate scomode. Addirittura si usava passare a minacce o sanzioni nei confronti di chi rifiutava di stare al gioco. I guai per il nostro ateneo sono però già iniziati prima; lo stesso Laforgia è già al centro di un inchiesta dopo l esposto presentato da Luigi Melica, docente di Diritto Costituzionale ed ex delegato all Internazionalizzazione. L accusa mossa al rettore è quella di abuso di potere, reato contestato a Laforgia durante la nomina dei componenti della commissione affari generali in sede del Senato accademico. Al peggio però non esiste fine, e così ecco l interpellanza urgente presentata da Alfredo Mantovano e da altri 54 deputati per chiedere ai ministri Profumo e Patroni Griffi di incaricare gli ispettori per fare chiarezza sul concorso di assunzione di tre nuovi membri del personale amministrativo; anche in questo caso, centrale è la figura di Miccolis che ha annullato il concorso dopo aver aperto i plichi e denunciato presunte irregolarità compiute dai vincitori; atto per il quale Miccolis è stato poi sanzionato dal Tar e da Cataldo Motta. Tutto questo mentre gli studenti, ai quali si chiede di pagare alte tasse al proprio ateneo, cominciano ad alzare la voce, il normale svolgimento dell anno accademico rischia di rallentare e sullo sfondo compare l assegnazione degli appalti che riattrezzeranno le strutture accademiche. Alessandro Chizzini Gli studenti sono le vere vittime di questo sistema malato Carlo Monticelli, rappresentante dell Unione degli Universitari, dice la sua su quanto sta avvenendo e avverte: La macchina burocratica è senza una guida e ogni attività sarà rallentata Pochi lo stanno sottolineando, ma chi davvero rischia di risentire maggiormente degli effetti della bufera che si sta scatenando sull ateneo salentino sono soprattutto gli studenti. Per questo abbiamo scelto di sentire Carlo Monticelli (nella foto), rappresentante dell Unione degli Universitari (Udu) presso il Consiglio di amministrazione dell Università del Salento. Carlo, come ha reagito l Udu dopo le rivelazioni sul caso Miccolis? L ex direttore generale non è mai stato un personaggio col quale abbiamo avuto rapporti diretti, ma siamo rimasti assolutamente scioccati. Le sue dichiarazioni durante la conversazione con De Pascalis sono gravissime. Nell ultimo Cda abbiamo votato all unanimità per le sue richieste di dimissioni; se non dovessero pervenire, il rettore Laforgia passerà direttamente al licenziamento. Che idea avete in merito tutta questa serie di scandali? Secondo noi si sta giocando una partita su tre piani. Il primo è quello sindacale con De Pascalis e Margiotta; sono stati i primi ad alzare i toni, ma se davvero hanno iniziato a registrare le proprie conversazioni già dal 2010, avrebbero dovuto farsi avanti prima; evidentemente volevo avere una carta in più da giocare a loro favore. Il secondo piano riguarda invece lo scontro tra Melica e Laforgia, un fatto interno e legato a posizioni di potere. Infine, c è l intervento politico di Mantovano che tutto ad un tratto si ricorda dell esistenza dell università e mette un cappello politico con una strana alleanza di centrodestra. Può essere tutto legato a questione politiche? Occorre tenere in considerazione che a breve verrà eletto il nuovo rettore e che molti non concordano sull aumento dei poteri che la riforma Gelmini ha previsto proprio per i rettori. L intervento di Mantovano contro Laforgia può invece essere spiegato o con la sua paura che l attuale rettore si presenti alle prossime elezioni politiche oppure è legato a qualche porta in faccia ricevuta da Miccolis. Appoggiate quindi le posizioni di Laforgia? Come Udu abbiamo contestato Miccolis, Mantovano, De Pascalis e anche Laforgia quando nel 2011 aumentò le tasse. I nostri attacchi sono sui contenuti, mai strumentali. Noi continueremo nelle nostre battaglie sempre e solo a sostegno degli studenti, le vere vittime di tutto ciò e che, soprattutto, pagano le tasse. Quali ripercussioni potranno esserci per loro? La macchina burocratica è ora senza una vera guida; può solo occuparsi dell ordinaria amministrazione e rallentare quindi la sua attività. I docenti poi sono condizionati, soprattutto quelli schierati con Laforgia o con Melica; il rischio concreto è che queste tensioni non garantiscano la loro presenza per gli studenti. È a rischio la concessione degli appalti previsti per l università? Nell ultimo Cda abbiamo dato avvio ad altri tre cantieri e i lavori proseguono. Visto però l attuale clima incandescente sarà difficile per Laforgia gestirli bene. Inoltre, nessuno vieta al prossimo rettore di modificare le destinazioni d uso di questi cantieri, che prevedono due nuovi poli, urbano ed extraurbano. Rischio concreto se il nuovo dirigente dovesse essere un rivale di Laforgia. (A.C.)

8 8 27 ottobre 2012 primo piano Sempre più fatti in casa Belpaese torna ad occuparsi della sempre maggiore richiesta, da parte delle donne pugliesi, di partorire tra le mura domestiche. Abbiamo ascoltato la testimonianza del comitato Rinascere al naturale, che si batte per il riconoscimento del parto in casa da parte del Servizio Sanitario Regionale La petizione per il rimborso e l assistenza domiciliare Sfatare le convenzioni comuni sul parto e ridare dignità ad un evento naturale: la prima cosa da fare, per il comitato Rinascere al naturale, è informare le donne sulla cultura del parto, sulla sua naturalità e sulla possibilità di scegliere al meglio per uno dei momenti più importanti nella vita. Questo deve anche partire dalle istituzioni che possono offrire la libertà di scelta a tutte le donne di qualunque fascia di reddito, garantendo assistenza gratuita come in ospedale. Con i reparti di maternità che chiudono, l opportunità di partorire in casa potrebbe portare a nuove occasioni per le famiglie, ma in Puglia non è previsto il rimborso o l assistenza del personale ospedaliero, come succede invece in alcune regioni d Italia. Partorire in casa non è illegale, ma i costi sono completamente a carico delle famiglie -riferiscono le esponenti del comitato-. Ci sono famiglie che non si sentono di affrontare questa scelta anche per ragioni economiche. Tra le iniziative d informazione, il comitato formato da donne pugliesi sta raccogliendo le firme per una petizione da presentare agli organi regionali affinché il parto in casa trovi un riconoscimento normativo ed un consenso etico-culturale nell opinione pubblica. Il comitato organizza degli incontri pubblici sul tema a cadenza periodica e ha una pagina Facebook con le informazioni sul parto domiciliare. Per firmare la petizione si può scrivere a Al contrario delle convenzioni comuni, partorire in casa può essere sicuro e comportare meno complicazioni di un parto in ospedale. A sostenere questa tesi una ricerca dell Università di Copenhagen del settembre 2012, che rivela come tra i vantaggi del parto domestico vi sia una netta diminuzione dei parti cesarei (dal 20% al 60% in meno) e delle complicanze come le gravi lacerazioni perineali (dal 10% al 30% in meno). Ne sono convinte anche le mamme pugliesi del comitato Rinascere al naturale, che si battono per informare tutte le donne e sensibilizzare le istituzioni sulla necessità di inserire questa possibilità nel Servizio Sanitario Regionale. Secondo D.M., neo mamma e attivista del comitato, il parto è l esperienza più bella della vita e una donna ha il diritto e la libertà di scegliere come affrontarla. Voglio sottolineare che il parto in casa non è illegale ed è preferibile se si tratta di una gravidanza fisiologica. La maternità non è una malattia e non va curata come una patologia. In Italia vi è un eccessiva medicalizzazione e troppa ignoranza, anche tra le donne. Il passaparola sembra l unico mezzo: Il nostro comitato è formato da donne pugliesi che hanno avuto questa opportunità o che sono in procinto di provarla. La donna arriva a questa scelta perché ha acquisito consapevolezza tramite il parere di chi l ha provato e delle ostetriche. Spesso gli ospedali e i ginecologi sono i primi a non dare un adeguata informazione. Per esempio, molte donne non sanno che è possibile partorire in casa anche dopo un parto cesareo. A parte i casi in cui la gravidanza necessita di un assistenza particolare da parte delle strutture, ci sono dei requisiti per svolgere il parto in casa: Bisogna trovarsi ad almeno 20, 30 minuti da un ospedale, raggiungibile con un proprio mezzo in tutta tranquillità, in caso di eventi imprevedibili. Per il resto, il personale è preparato ad ogni evenienza. Non bisogna pensare che ci debba essere un ambulanza in attesa fuori dalla porta o che si debba correre in ospedale a sirene spiegate. Accanto alla partoriente c è il personale qualificato, una o due ostetriche esperte, i familiari ed un luogo conosciuto in cui muoversi liberamente ed essere costantemente assistite. Secondo D.M. l assistenza pre, durante e post parto è continua e personale. Dopo due esperienze negative di cesareo, il parto in casa mi ha fatto sentire, pelle su pelle, quanto sia profondo il legame tra madre e figlio. Il primo contatto avvenuto in questo modo è qualcosa che rimane nella memoria. Oriana Rausa

9 9 27 ottobre 2012

10 10 27 ottobre 2012 lecce Pass o non pass? Ancora polemiche per i 500 pass auto erogati nel Due le possibili vie d uscita: ritirarli e fare un nuovo regolamento, o pubblicare i nomi degli attuali titolari e verificare eventuali incongruenze Tra Palazzo Carafa e un altro traguardo legato alla trasparenza amministrativa ci sono ancora 500 pass. Concretamente si tratta di pass auto: quei contrassegni verdi, griffati Sgm, che permettono a 500 persone di parcheggiare la propria auto in qualsiasi punto della città in maniera totalmente gratuita. Le polemiche sui privilegiati del parcheggio non sono una novità: già da un paio d anni se ne parla a intermittenza e qualcuno, in passato e con grande timidezza, aveva già cercato di fare chiarezza sul tema. Tutto inutile. Nei giorni scorsi, però, la discussione sui pass auto si è riappropriata delle prime pagine di cronaca cittadina, svelando un nuovo inquietante elemento: i contrassegni sono stati distribuiti direttamente dall Amministrazione leccese, ma senza l ombra di un regolamento. Professionisti della Giustizia, forze dell ordine, uffici vari, associazioni, organi di informazione, amministratori comunali, dirigenti, parlamentari, consiglieri regionali: queste, a grandi linee, le categorie cui appartengono i 500 privilegiati. Sebbene i pass in questione risalgano al 2009, sono tutt oggi validi perché, a differenza di quelli ordinari, non scadono ad ogni 31 di dicembre. Da ciò si potrebbe dedurre che chi ha ricevuto il contrassegno nel 2009 lo possegga ancora oggi. Il problema è che, mancando il rinnovo, viene a cadere il controllo sulla legittimità dell esenzione. Se nel 2009 un qualsiasi cittadino leccese ha meritato, secondo il Comune, di ricevere il permesso gratuito, non è detto che oggi, nel 2012, lo stesso individuo mantenga ancora i requisiti, peraltro sconosciuti, per i quali lo aveva ottenuto. A questo punto, due strade sembrano le più consone ad una risoluzione logica della querelle: ritirare i pass in circolazione, stilare un regolamento e riassegnarli alla luce del sole, magari riducendone il numero; pubblicare i nomi degli attuali titolari e verificare eventuali incongruenze. Proprio così hanno pensato di liquidare la questione a Como. Nel Comune lombardo, infatti, la situazione è analoga con i permessi della Ztl. In quel caso, il Garante per la protezione dei dati personali si è recentemente espresso a favore della pubblicazione dei nomi: Il diritto di cronaca è prevalente rispetto alla privacy, quando il fatto narrato è d interesse pubblico e viene raccontato con correttezza e continenza. Inoltre, le regole sulla privacy non incidono in modo restrittivo sulla normativa posta a salvaguardia della trasparenza amministrativa, specie laddove l attività amministrativa riguardi il corretto utilizzo di beni e risorse da parte dei soggetti pubblici. Anche la cittadinanza leccese attende una risposta: i privilegi senza criterio hanno fatto il loro tempo. Andrea Gabellone Palazzo Carafa, quasi 200mila euro di premi di risultato a Naccarelli Il consigliere Carlo Salvemini ha reso noto l ammontare dei premi percepiti in 8 anni dal dirigente comunale protagonista delle vicende giudiziarie di Via Brenta e Boc Il Comune di Lecce ha corrisposto al sindaco Paolo Perrone la cifra che gli spettava come indennità di fine mandato relativa alla carica di primo cittadino dall 11 giugno 2007 al 10 maggio Si tratta di ,92 euro lordi. Se qualche anno fa una cifra e un indennità come queste sarebbero passate inosservate, oggi la cinghia che stringe ci fa analizzare questi dati con più pignoleria, o semplicemente con più obiettività. L indennità di fine mandato -come da articolo n. 82 della legge 267/2000- altro non è che un compenso appannaggio di sindaci e presidenti di Provincia percepito alla fine dell incarico e si calcola moltiplicando la retribuzione mensile per i 5 anni di legislatura. Sebbene la retribuzione in questione sia regolamentata da una legge, nel tessuto già consunto dell economia locale potrebbe apparire come un eccesso; anche perché non è certo l unico esempio di elargizione di denaro pubblico fuori portata. Tra indennità chilometriche, compensi dirigenziali e buoni pasto -solo per citare alcuni casi- i margini di risparmio sono ampi. Non può e non deve sembrare esagerato il riconsiderare queste spese e immaginare, perché no, di donarle, di restituirle, di ridimensionarle. In tanti Comuni e Province d Italia è già accaduto. Tanto più oggi, con la morsa del governo Monti che impone agli enti locali un clima di austerity da immediato dopoguerra. E a proposito di spese opinabili, il dirigente comunale Giuseppe Naccarelli, secondo una nota pubblicata in settimana dal consigliere di Lecce Bene Comune Carlo Salvemini, negli ultimi 8 anni ha percepito premi di risultato incongruenti rispetto alle vicende giudiziarie che lo hanno visto protagonista: ,63 euro nel 2004, ,55 euro nel 2005, ,62 euro nel 2006, ,11 euro nel 2007, ,86 euro nel 2008, ,92 euro nel 2009, ,28 euro nel 2010 e ,75 euro nel Un totale di ,72 euro lordi incassati come premi da un dirigente sotto processo per il leasing di Via Brenta e condannato dalla Corte dei Conti al risarcimento per il premio milionario relativo all emissione del Boc. Niente male. C è da augurarsi che la strada dell oculatezza passi anche da Palazzo Carafa. (A.G.) Le amiche di Ilma in mostra alla Società Operaia Donne del Salento, benessere e qualità di vita è quanto la mostra fotografica ospitata presso la Società Operaia di Lecce si propone con le gigantografie delle testimonial del calendario Lilt 2013, realizzato per la prevenzione del cancro al seno. Un progetto di sensibilizzazione e di responsabilità volto a richiamare l attenzione sui fattori di rischio e, nel contempo, volto a presentare la via della Prevenzione Primaria per promuovere conoscenza e azione. L esposizione ha preso il via mercoledì 24 e rimarrà per tutto il mese di ottobre (orari: 10/12.30 e 16.30/21.30). In particolare domenica 28, alle 19, le protagoniste del calendario saranno presenti nella sede della Società Operaia in via Vittorio Emanuele. Sempre nella giornata di domenica i volontari Lilt saranno in piazza Sant Oronzo, con una postazione informativa e distribuiranno materiale divulgativo, oltre al classico gadget nastro rosa. In particolare, dalle verrà illuminato di rosa il Sedile di piazza Sant Oronzo. Il ricavato della vendita del calendario, acquistabile presso la Società Operaia per tutta la durata della Mostra, andrà al Centro Ilma, la Cittadella della Salute in costruzione sulla provinciale Alezio-Gallipoli dal nome di una volontaria Lilt prematuramente scomparsa, e sempre nel periodo della mostra sarà possibile ritirare gratuitamente la rivista della Lilt dedicata alla prevenzione, con i dati epidemiologici più recenti.

11 11 27 ottobre 2012 VOGLIAMO LA NOSTRA TERRA, IL GRIDO DI SPERANZA DEI TAMIL La drammatica realtà del popolo dei Tamil -abitanti dello Sri Lanka- con le violenze subite dalle donne e dalle bambine della loro comunità vittima del governo Cingalese, sarà al centro del convegno Vogliamo la nostra Terra, organizzato dal Consiglio dei Tamil in collaborazione con l associazione Integra Onlus, che si terrà venerdì 26 ottobre alle 16 presso Palazzo Turrisi a Lecce. In Italia esistono varie comunità Tamil, i cui rappresentanti saranno presenti al convegno. Attraverso il dibattito si intende sollecitare l attenzione delle istituzioni sulla storia dei Tamil, al fine di riflettere sulla loro condizione e di difendere i loro diritti. Linux Day 2012 alle Manifatture Knos In programma sabato 27 ottobre una serie di incontri dedicati al sistema operativo open source e le applicazioni per le piccole e medie imprese Lecce musa della mobilità sostenibile Si è svolto presso l ex convento dei teatini il secondo workshop formativo-informativo del progetto che mira a conciliare mobilità urbana e sostenibilità nelle città a vocazione culturale Tutelare le risorse culturali della città e incentivare pratiche di mobilità urbana orientate alla sostenibilità: questi i temi di grande attualità su cui si è incentrato l innovativo progetto MUSA (Mobilità Urbana Sostenibile e Attrattori culturali), promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della Funzione Pubblica e Ufficio Formazione del Personale della Pubblica Amministrazione nell ambito del PON Governance e Azioni di Sistema. Si è svolto giovedì 25 ottobre a Lecce presso l ex convento dei teatini, coinvolgendo funzionari, dirigenti e vari attori della governance locale, il secondo workshop formativo-informativo rivolto alle Amministrazioni comunali allo scopo di fornire una specifica formazione sui temi della mobilità urbana e delle connessioni tra questa e la valorizzazione dei beni artistici e storici territoriali, oltre che un informazione complessiva sul Progetto MUSA, sulle sue metodologie innovative e sulle opportunità che esso offre. Il progetto, avviato lo scorso anno, si concluderà nel 2013, focalizzando l attenzione su trasporti e mobilità nei centri urbani e distretti territoriali che, per essere sede di risorse culturali di grande rilievo, sono meta d intensi flussi di turisti e visitatori, le cui esigenze si devono conciliare con quelle della popolazione residente. Obiettivo principale del MUSA è quello di fornire alle istituzioni locali gli strumenti idonei a rafforzare la propria capacità di governare i problemi della mobilità urbana orientandosi alla sostenibilità. Un aspetto importante del progetto ha riguardato la sperimentazione di Il software libero è sviluppato secondo un modello cooperativo aperto e viene distribuito gratuitamente attraverso Internet. Si tratta di un modello di sviluppo alternativo al modello chiuso di aziende come Microsoft, che comunque presenta potenzialità interessanti. Il 27 ottobre si terrà il GNU/Linux Day una giornata nazionale dedicata al sistema operativo GNU/Linux ed al software libero; in particolare, a Lecce l evento si svolgerà presso le Manifatture Knos in via Vecchia Frigole, organizzato dall Associazione Culturale SaLUG! in collaborazione con Salento Open Source e Manifatture Knos. Tema della giornata sarà Il software libero nella piccola e media impresa. Il programma della manifestazione prevede, nella sessione mattutina, alcune conferenze che saranno tenute da esperti in materia, riguardanti l argomento principale trattato dall edizione di quest anno. Dopo una breve introduzione al sistema operativo GNU/Linux e al Software Libero, seguiranno tue incontri incentrati sulla realtà salentina tenuti da Luca Greco (Alca Soc) e Andrea Napoli (Salento Open Source) che illustreranno come il sistema operativo del pinguino possa essere un mezzo per il successo. A seguire un seminario sulla realizzazione casalinga di una web/radio-tv. Nella sessione pomeridiana, si susseguiranno incontri più tecnici riguardanti l utilizzo del software libero nella impresa e nella pubblica amministrazione. A fine serata sarà allestito un Games Lan Party per illustrare le potenzialità del sistema operativo GNU/Linux anche sul settore giochi e multimedia. pratiche partecipative attraverso tavoli di dialogo strutturato e la costruzione partecipata degli strumenti di riferimento attraverso il coinvolgimento di tutti i portatori d interesse nelle aree pilota, quali rappresentanze sociali, istituzionali e imprenditoriali, mondo dell associazionismo, cittadinanza attiva, messi a confronto sul tema dei trasporti e della tutela dei beni culturali. Ciò ha permesso di far emergere le principali esigenze a livello locale nei suddetti settori e di generare così una sorta di graduatoria delle priorità assegnate dai soggetti del territorio alle politiche di mobilità urbana sostenibile e valorizzazione degli attrattori culturali. Rosy Paticchio

12 12 27 ottobre 2012

13 13 27 ottobre 2012 maglie Imu, se ne discute in Consiglio comunale La soglia della prima casa rimane al 4 per mille ma l adeguamento più alto (10,6 per mille) è stato proposto per le seconde case che i proprietari non usano o non affittano Anche a Maglie il Nastro Rosa della Lilt Tappa magliese per la campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del tumore al seno che vede la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori impegnata in prima linea. Sabato 27 ottobre alle 18, presso il Club Toma (che insieme con il Comune e la Lilt di Maglie è uno degli organizzatori della manifestazione) si terrà un convegno per parlare di cancro al seno. Oltre alle testimonianze di donne guarite, ci saranno gli interventi della psicologa Anna Lucia Rapanà, della ginecologa Laura Sperti e della fisioterapista Maria Grazia Rainò, mentre le conclusioni sono affidate al presidente provinciale della Lilt, Giuseppe Serravezza. Durante la serata la colonna della Madonna delle Grazie, nei pressi del convegno, sarà illuminata con luce di colore rosa. Il cancro al seno -spiega il referente della Lilt di Maglie, Raffaele Borgia- rappresenta ancora un tabù per molte persone, perché si ha paura. Invece le donne devono essere portate a conoscenza del funzionamento della prevenzione primaria. La Lilt è presente sul territorio con attività ambulatoriale, per cui si può prenotare la visita gratuita per il proprio screening antitumorale. (A.Leu.) L aliquota si applica sul valore dell immobile e serve a calcolare l Imu, l imposta locale sugli immobili che serve a dare respiro alle casse statali e comunali. Il pareggio di bilancio comunale è fondamentale per il patto di stabilità interno che prevede, in caso di non raggiungimento, severe sanzioni. Si può quindi agire modificando la percentuale dell aliquota Imu come la legge permette, per le differenti categorie di immobili. Il Comune di Maglie si appresta ad approvare il bilancio e quello che è stato proposto nell ultima seduta consiliare è adeguare le percentuali delle aliquote Imu in funzione del bilancio che non arriva al pareggio. Per il sindaco Antonio Fitto: Il termine di approvazione del bilancio è stato prorogato al 31 ottobre di quest anno perché lo Stato si è reso conto delle condizioni in cui versano i Comuni italiani. Quando abbiamo fissato a giugno l aliquota al 9,6 per mille abbiamo tenuto conto delle disposizioni normative. Oggi diventa necessario modificare le aliquote in base alle categorie degli immobili, come prevede la legge, per recuperare 400mila euro nel bilancio. La soglia della prima casa rimane al 4 per mille come quella sulla seconda casa al 9,6 per mille, ma solo per i proprietari che risiedono all estero. Per le altre categorie di immobili si proporrà un leggero rialzo al 10,3 per mille, a parte alcune tipologie -commenta il sindaco Fitto- come quelle classificate nella categoria catastale C/1 e C/3, ovvero negozi e attività artigianali condotti dai proprietari, per le quali si propone il 10 per mille. L adeguamento più alto, del 10,6 per mille, invece verrà proposto per le seconde case che i proprietari non usano o non affittano: Si è pensato di agire su questo tipo di immobile per spronare i proprietari ad affittare le case che al momento sono chiuse e sfitte. Non è vero che a Maglie non c è richiesta di alloggi in affitto, le case ci sono ma i costi sono troppo alti e le persone tendono a spostarsi nei paesi limitrofi. Il rialzo per questa categoria potrebbe rappresentare uno scossone per movimentare il mercato degli alloggi e abbassare i prezzi degli affitti. Oriana Rausa

14 14 27 ottobre 2012

15 15 27 ottobre 2012 tricase Da Palazzo Gallone un leggero ritocco delle aliquote Imu Il Consiglio comunale ha deliberato le aliquote base: 0,45% per la prima casa e 0,89% per le altre abitazioni, approvando anche gli equilibri di bilancio Il capogruppo consiliare del Pd, Carmine Zocco (nella foto), replica alle critiche mosse in assise consiliare sulle scelte operate dalla maggioranza di centrosinistra. Nell ultima seduta del Consiglio comunale - spiega Zocco- è stato approvato il riequilibrio di bilancio e le aliquote Imu in vista del pagamento dell ultima rata di quest anno. Le variazioni sui capitoli di spese ed entrate correnti sono state esigue rispetto al bilancio di previsione già approvato dal Commissario straordinario. Questo bilancio che abbiamo ereditato ha dovuto ammortizzare nell anno in corso circa 700mila euro di minori risorse dovute ai tagli disposti dal governo. Il consigliere evidenzia poi, che non è un mistero che i governi centrali abbiano scelto di scaricare sui Comuni il compito delle scelte impopolari, quali le restrizioni dei servizi essenziali per i cittadini e gli aumenti delle tariffe e delle imposte. Non è inutile ricordare -continua Zocco - che in questa situazione ci ha portato la finanza allegra e devastante del duo Berlusconi-Tremonti, prima di approdare alla cura necessaria delle restrizioni di Monti. La manovra sull Imu che abbiamo approvato è stata un passaggio delicato come per tutti gli altri i Comuni. Abbiamo dovuto equilibrare l esigenza primaria di contenere il peso dell imposta per i cittadini con la necessità di non creare pesanti disavanzi che si sarebbero riversati sul bilancio dell anno prossimo. Abbiamo scelto di attutire l impatto negativo con un leggero ritocco delle aliquote base: 0,45% per la prima casa, come era già nella previsione del Commissario e 0,89% per le altre abitazioni. Il prelievo sulle prime case sarà circa un quarto del totale. Siamo consapevoli, comunque, che si tratti pur sempre di un sacrificio in tempi molto difficili per tutti. L entità dei nuclei abitativi coinvolti, circa mille -conclude il capogruppo- avrebbe comportato la necessità di recuperare quasi 200 mila euro con l inevitabile e ingiusto aumento delle aliquote per gli altri cittadini. Appena sarà superata l incertezza dovuta alla fase sperimentale dell applicazione dell IMU, quando finalmente verranno portate allo scoperto le circa 2mila case fantasma fotografate dall Agenzia del Territorio e non ancora accatastate, potremo fare un bilancio ponderato. Allora sarà sicuramente possibile, ancorché giusto, pensare a ridistribuire e abbassare il peso di questa imposta. Giovanni Nuzzo In ricordo dei piccoli angeli di San Giuliano di Puglia C era una volta per sempre. Una favola che non dovrebbe mai essere raccontata è il titolo di un interessante volume edito da Robin Roma e scritto da Nadia Giannoni per ricordare il tragico evento del 31 ottobre 2002, quando morirono sotto le macerie della loro scuola 27 bambini e una maestra. L autrice, laureata in psicologia, nata a Spoleto e che vive e lavora a Roma, ama il Salento come se fosse la propria terra e proprio in questo territorio intende presentare prossimamente il suo primo libro. La Giannoni, come madre, si pone la domanda di come affrontare il dolore della morte di un figlio e, nelle vesti di terapeuta, indica la strada per sopravvivere anche quando la morte ci vuol far sembrare il contrario. Una favola che si legge tutta di un fiato, invitandoci ad abbandonare per un momento la rabbia e la disperazione trasformatesi in un dolore invisibile. (G.N.)

16 16 27 ottobre 2012

17 17 27 ottobre 2012

18 18 27 ottobre 2012 poggiardo Al Palazzo della Cultura protagonisti i partigiani di Terra d Otranto Le storie di partigiani e antifascisti salentini raccontate da Pati Luceri nel suo ultimo lavoro letterario, che sarà presentato sabato 27 ottobre La Resistenza salentina durante il ventennio fascista e il secondo conflitto mondiale raccontata in un volume attraverso le storie di uomini e donne che hanno lottato per la libertà del proprio Paese, a volte a spese della propria vita. Questo è il delicato ma anche suggestivo contenuto dell ultimo lavoro editoriale di Pati Luceri (nella foto), Partigiani e antifascisti di Terra d Otranto, che sarà presentato sabato 27 ottobre a partire dalle 10 presso la sala-conferenze del Palazzo della Cultura di Poggiardo. Il libro, che tanto successo sta riscuotendo, si denota come una vera e propria raccolta di dati, nomi, datazioni, provenienze, generalità ed ogni elemento identificativo - spesso smarrito- dei partigiani di Lecce, Brindisi e Taranto. Una ricostruzione storica puntuale volta a delineare i tratti riconoscibili degli uomini e delle donne che hanno reso onore al concetto stesso di libertà attraverso lotte, scioperi, carceri e torture. Vicende che hanno purtroppo visto protagonisti anche alcuni cittadini di Poggiardo e Vaste, citati da Luceri nella sua opera, i cui familiari parteciperanno all incontro portando la propria toccante testimonianza. Un opera alla quale Pati Luceri ha lavorato per molti anni; il frutto di queste approfondite ricerche, condotte nei vari Archivi delle sedi provinciali dell Associazione Nazionale Partigiani d Italia (Anpi), degli Istituti Storici della Resistenza e del Movimento di Liberazione Nazionale, ha prodotto un elenco corposo di patrioti, partigiani, staffette, collaboratori della Resistenza e antifascisti oppositori del regime mussoliniano. L incontro, promosso dall Amministrazione e dalla Biblioteca comunale, prevede gli interventi dell autore, del segretario provinciale Anpi, Maurizio Nocera, e del professor Egidio Zacheo, docente di Scienza Politica presso l Università del Salento. Ad aprire l appuntamento, i saluti del sindaco Giuseppe Colafati e dell assessore delegato alla Pubblica Istruzione Giuseppe Orsi. Significativa, infine, la presenza attiva degli studenti degli Istituti Scolastici di Poggiardo a cui è rivolto in particolare l evento. Introduce e modera Paolo Rausa, autore e regista teatrale. Alessandro Chizzini ortelle Volevo cambiare vita Fuggito 7 mesi fa dalla provincia di Rovigo, inscenando un suicidio, e rintracciato a Vignacastrisi: la singolare vicenda del 48enne Gabriele Andriotto La Fiera di San Vito senza l Or.Vi. Polemiche dopo il mancato riconoscimento del marchio della carne suina venduta dagli allevatori locali. La replica dell Amministrazione comunale Lo scorso giovedì è stata inaugurata l edizione 2012 dell ultrasecolare Fiera regionale di San Vito, ma l avvicinamento alla manifestazione è stato tutt altro che sereno. Il mancato riconoscimento del marchio Or.Vi. alle carni suine locali ha infatti sollevato nei giorni scorsi aspre polemiche da parte dell opposizione. La maggioranza ha però inteso chiarito l accaduto: È importante sapere che le operazioni di adozione del disciplinare Or.Vi. vanno da febbraio ad aprile -spiega l assessore alle Attività Produttive, Edoardo De Luca- proprio il periodo in cui siamo stati sfiduciati da amministratori da quattro nostri consiglieri comunali. Al nostro reinsediamento, maggio 2012, non era stato affidato alcun incarico per il controllo dell applicazione del disciplinare e alcune aziende non avevano ancora prodotto tutta la documentazione prevista per la partecipazione alla fiera. Abbiamo quindi convocato tutti gli allevatori per assicurarci sullo stato degli allevamenti e incaricato l Asl del controllo di tracciabilità del maiale Or.Vi. Tutto ciò, però, pur garantendo un prodotto genuino e sano, proveniente da una filiera produttiva locale basata su tecniche di allevamento tradizionali e prive di Ogm, non soddisfaceva pienamente le prescrizioni del disciplinare Or.Vi., nonostante la buona condotta degli allevatori. Chi, invece -conclude l assessore-, su questa vicenda ha organizzato delle inutili manifestazioni estemporanee, come la consigliera Coppola, ha prodotto un grave danno d immagine di cui se ne deve assumere la responsabilità. L Asl non ha quindi svolto un controllo sulla tipologia dell alimentazione, come prevede il disciplinare. A garanzia dei consumatori -afferma invece il sindaco Francesco Rausa- occorre dire che l introduzione dell anagrafe suina nazionale consente di certificare l origine dei maiali introdotti negli allevamenti e di verificare in modo incontrovertibile che siano gli stessi ad essere consumati per la Fiera. Tutti gli animali macellati saranno controllati da veterinari della Asl che, come previsto dal protocollo, seguiranno gli animali nella fase di macellazione e ne marchieranno le carni al fine di garantire che in Fiera siano distribuite carni provenienti esclusivamente da allevamenti locali. (A.C.) Lo credono morto, ma vive in campagna a Vignacastrisi. È questa in sintesi la storia Gabriele Andriotto (nella foto), bancario di 48 anni scomparso sette mesi dalla sua casa di Adria, in provincia di Rovigo. L uomo è stato ritrovato lo scorso 21 ottobre dagli agenti del Corpo di Polizia municipale di Ortelle (di cui Vignacastrisi è la frazione), su segnalazione di un agricoltore del posto che aveva notato la sua presenza all interno di un rudere situato nel quartiere Purgiano della cittadina alle porte di Castro; nonostante le precarie condizioni del suo soggiorno, Andriotto è stato comunque in grado di crearsi una sistemazione piuttosto dignitosa. Le segnalazioni erano partite nei giorni precedenti il ritrovamento e l uomo, probabilmente accortosi di questo, si stava preparando per cambiare rifugio. Andriotto non ha opposto resistenza alle richieste di spiegazioni della Polizia Municipale di Ortelle prima e dei Carabinieri poi, soprattutto quando è stato appurato che di lui era stata denunciata la scomparsa ben 7 mesi prima dal comune veneto di Adria; alle richieste di spiegazione avanzate dai Carabinieri, Andriotto ha ammesso con serenità di aver voluto cambiare completamente stile di vita. In buone condizioni di salute fisiche e mentali, l uomo dovrà ora rispondere agli inquirenti di Adria che vogliono vederci chiaro in una questione che ha anche avuto risvolti drammatici. Il giorno della scomparsa, infatti, Andriotto aveva abbandonato la propria auto sull argine del Po nei pressi dell attracco fluviale di Mazzorno Sinistro di Adria, con al suo interno i suoi indumenti personali; tutti indizi che in tutti questi mesi avevano quasi convinto gli inquirenti veneti, ma soprattutto la moglie e i familiari, di un insano gesto compiuto dall uomo. Ma lui aveva invece scelto il Salento come rifugio di quella che doveva essere la sua nuova vita da eremita. (A.C.) Foto: ilrestodelcarlino.it

19 19 27 ottobre 2012

20 20 27 ottobre 2012 casarano Parcheggiare in città? Un gioco da ragazzi con Parcheggio facile Grazie al nuovo sistema telematico di pagamento via sms, gli automobilisti potranno lasciare l auto negli stalli blu senza l assillo del grattino scaduto Il progetto, vincitore del concorso Principi Attivi Giovani idee per una Puglia migliore, è stato ideato e realizzato da due giovani ingegneri di Casarano, Rosaria Nuzzo ed Emanuele Mita Pino, titolari della società di servizi informatici Teyco Engineering. Parcheggio facile sarà avviato a breve in via sperimentale nel territorio di Casarano, comune pilota e partner del progetto. Il periodo di prova sarà attivata secondo tempi e modi che saranno concordati con l azienda appaltatrice del servizio di gestione dei parcheggi. Il sistema -spiegano i referenti del progetto- consentirà agli automobilisti di effettuare il pagamento del parcheggio in modo semplicissimo e comodo, pagando solo il tempo effettivo della sosta. Per usufruire del servizio, è sufficiente munirsi di una card prepagata, dotata di un codice identificativo e di un Pin segreto. La card è ricaricabile e può essere utilizzata per il pagamento della sosta di una o più automobili. Per effettuare il pagamento del parcheggio basterà inviare dal proprio cellulare un sms al momento dell inizio della sosta, e un sms al momento della sua conclusione. L automobilista riceverà un sms di conferma di attivazione e di conclusione della sosta. Il costo del parcheggio verrà scalato automaticamente dal credito della card. Il sistema include, oltre al motore di gestione degli sms di segnalazione della sosta, un portale web, che consente agli automobilisti di controllare in qualsiasi momento e in tempo reale la propria situazione sul credito, i consumi, le soste effettuate o in corso; un sistema di controllo telematico della regolarità dei pagamenti, riservato agli agenti di Polizia municipale o agli operatori addetti alla verifica, fruibile in modo semplice e veloce attraverso un tablet; un applicazione web, riservata all Amministrazione comunale, che consente di monitorare la situazione generale e di avere informazioni dettagliate e statistiche sull utilizzo del sistema; un servizio di help desk on-line, che consente di richiedere assistenza o informazioni sul servizio. L obiettivo che Teyco Engineering si pone con l attivazione del sistema -aggiungono gli ideatori del progetto- è quello di contribuire all ammodernamento del territorio e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini. Alberto Nutricati RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO Egregio direttore, le scrivo per rendere pubblica un iniziativa finalizzata a rincuorare e coccolare le persone che hanno paura di questo stato d animo che la crisi sta creando (visto e constatato che anziani e giovani per risparmiare non escono più di casa, anche perché bloccati dalla paura e da pensieri negativi). Vorrei dare un messaggio di coraggio e collaborazione a tutte le persone, invitandole a non chiudersi in se stesse e a reagire. Penso a chi è solo in casa, ai genitori in lacrime perché non hanno più speranze per il futuro dei propri figli, a chi ha paura e pensa di non farcela. Desidero invitare tutti a un iniziativa da me organizzata dal titolo Sorridiamo insieme e affrontiamo la crisi, che si terrà domenica 28 ottobre presso la Galleria sita sulla Strada provinciale Matino-Casarano (nei pressi del Mercatone Uno) dalle 9 alle 13 e dalle alle 20.30, realizzata con la collaborazione dei commercianti della stessa Galleria, Comune di Matino, Luciana Negro e Corrado Production, i volontari della Compagnia Musicante di Casarano, Compagnia Girovaghi Mobilecircus e Compagnia teatrale e musical Le Corde di Cinzia Corrado. Per tutta la giornata spazio a musica, giocolieri con personaggi d animazione, intrattenimento per grandi e piccini, regali e promozioni per agevolare le famiglie ad acquistare risparmiando nelle attività commerciali. Durante la settimana inoltre, insieme alla Compagnia Musicante, gireremo a piedi per le strade dei paesi, suonando e bussando ad ogni porta per portare allegria alle persone, aiutando concretamente chi ha più bisogno. In futuro vorremmo ripetere periodicamente questa iniziativa, nel mio paese di origine -Casarano- e successivamente negli altri paesi. Vi ringrazio per l attenzione e invito tutti a unirsi a noi affinché questa festa porti allegria, per affrontare in modo positivo questo momento difficile. Se non altro... insieme possiamo non sentirci soli. Cinzia Stefano

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011

Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Assemblea Plenaria COCER- COIR- COBAR Roma, 25 ottobre 2011 Indirizzo di saluto del Comandante Generale Porgo il mio saluto cordiale a tutti i delegati della Rappresentanza qui convenuti. Gli incontri

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 19/20/21 Settembre 2015 Pagina 1 di 7 rassegna stampa 19/20/21 Settembre 2015 IL CITTADINO Lodi La lotta contro il tumore al seno, un esame che può salvare la vita (19/09/2015) Alao in piazza per ricordare Elisa Votta (19/09/2015)

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni

Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni Grazie per l invito, ringrazio il vice ministro per aver inquadrato e aver illustrato le problematiche che oggi avvertiamo tutti nel campo dei beni culturali e delle attività culturali. Noi Dottori Commercialisti

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

«Io sono la via, la verità e la vita»

«Io sono la via, la verità e la vita» LECTIO DIVINA PER LA V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A) Di Emio Cinardo «Io sono la via, la verità e la vita» Gv 14,1-12 Lettura del testo Dal Vangelo secondo Giovanni (14,1-12) In quel tempo, Gesù disse ai

Dettagli

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile

7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile 7 segreti per guadagnare una rendita dal tuo Immobile PRIMA PARTE: STRUTTURA DEL MODELLO DI AFFITTO CASA IN RENDITA 1. Devi sfruttare l evoluzione del mercato turistico, perché è più ricco e meno problematico

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità

LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità LA CALABRIA CHE VORREMMO dal punto di vista Sanità È con vivo piacere che ho accettato l invito dell Associazione Calabro-Lombarda a trattare questo spinoso argomento. Sarebbe molto bello sentir parlare

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli

COMMISSIONE CGIE DEI GIOVANI ITALIANI DI SVIZZERA, CROAZIA E SAN MARINO

COMMISSIONE CGIE DEI GIOVANI ITALIANI DI SVIZZERA, CROAZIA E SAN MARINO COMMISSIONE CGIE DEI GIOVANI ITALIANI DI SVIZZERA, CROAZIA E SAN MARINO Contiamo sul vostro attaccamento alle radici italiane delle vostre famiglie perché vi facciate promotori, in diversi continenti e

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi

La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi La Democrazia spiegata dal Difensore Civico del Comune di Segrate, avv. Fabrizia Vaccarella, al Consiglio Comunale dei Ragazzi Vi avevo anticipato l anno scorso che il Difensore Civico s interessa dei

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari"

I caregiver familiari raccontano la loro vita agli arresti domiciliari I caregiver familiari raccontano la loro vita agli "arresti domiciliari" Parte la campagna #maipiùsoli : uno spot video, lanciato oggi in rete e prossimamente su reti Rai e Mediaset, racconta la quotidianità

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice

Perché finanziare una mobilità urbana alternativa. Eleonora Pieralice Perché finanziare una mobilità urbana alternativa Eleonora Pieralice Mobilità urbana sostenibile: lo squilibrio modale Il sistema dei trasporti italiano è dominato dalla crescita della domanda di mobilità

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno.

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno. Intervento di Carlo De Masi, Segretario Generale FLAEI-CISL Voglio innanzitutto ringraziare gli Amici dell Associazione Ambiente e Società, ed in particolar modo il Presidente, l amico Amedeo Scornaienchi,

Dettagli

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA

GENNAIO CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL CGIL SIENA. Giuseppe Di Vittorio 1954 MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ DOMENICA GENNAIO 1 17 2 3 18 19 4 20 5 6 21 22 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 23 24 25 26 27 28 29 30 31 Vedo davanti a me tante facce, vedo dei neri,...dei bianchi, dei gialli, dei mezzi neri come me, ma tutti insieme,

Dettagli

La coda degli autosauri

La coda degli autosauri La coda degli autosauri Leggendo il libro La coda degli autosauri l attenzione di quasi tutti noi ragazzi è stata catturata dalla pagina del libro che parla dell enorme mucchio di candele e fiammiferi

Dettagli

BANDO DI CONCORSO BORSE DI STUDIO DON PIERO TUBINO. 1a edizione

BANDO DI CONCORSO BORSE DI STUDIO DON PIERO TUBINO. 1a edizione BANDO DI CONCORSO BORSE DI STUDIO DON PIERO TUBINO 1a edizione Premessa Ho un idea. Mi daresti una mano? Così un amica ricorda l instancabile operosità di don Piero: Aveva una prerogativa ed era quella

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org

ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti. www.trevisovolontariato.org ATTIVARE LA SOLIDARIETÀ Percorsi formativi per studenti www.trevisovolontariato.org Il Laboratorio Scuola & Volontariato è un iniziativa del Coordinamento delle associazioni di volontariato della Provincia

Dettagli

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50

CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 CARTA DI CLAN Clan Sand Creek AGESCI Genova 50 COS'È IL CLAN Il Clan è una comunità dove si possono imparare nuove cose in un clima disteso che offre un opportunità che solo esso ci può dare. E importante

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA

PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA DI GENERE TRA Provincia di Lucca Prefettura di Lucca Procura della

Dettagli

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO

CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO CORSO PER AMMINISTRATORI DI CONDOMINIO L AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO, REQUISITI, REGIME TRANSITORIO DOPO LA LEGGE 220/2012, LA PROROGATIO, L AMMINISTRATORE IN FORMA SOCIETARIA. Rosolen Monia ANNO 2013

Dettagli

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione. ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014 Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione ESAME DELLA RELAZIONE n. 19 del 2014 "Relazione sullo stato di attuazione della Legge Regionale 11 dicembre 2006, n. 24 Norme per la prevenzione e la riduzione

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA

MODULO I CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA CORSO DI RECUPERO PER ALUNNI STRANIERI IN DIRITTO - CLASSE PRIMA MODULO I La norma giuridica Materiali prodotti nell ambito del progetto I care dalla prof.ssa Giuseppa Vizzini con la collaborazione della

Dettagli

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ

INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ INTERVISTA LICIA TROISI ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi ASTROFISICA CON UNA MARCIA IN PIÙ Licia Troisi, di professione astrofisica, è senza dubbio l autrice fantasy italiana più amata. All

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico

Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico Georientiamoci. Parte la terza edizione del progetto didattico per l'orientamento scolastico Parte la 3a edizione di Georientiamoci, il progetto didattico per l orientamento promosso a livello nazionale

Dettagli

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione La lista civica Libertà e Partecipazione, con il programma di seguito riportato, propone un cambiamento del concetto di politica adottato in passato,

Dettagli

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO

REGIONE TOSCANA PREAMBOLO REGIONE TOSCANA L.R. 2 aprile 2009, n. 16 Cittadinanza di genere B.U. Regione Toscana 06 aprile 2009, n. 11 PREAMBOLO Visto l articolo 117, terzo, quarto e settimo comma della Costituzione; Visto l articolo

Dettagli

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo:

Molti aderenti ci hanno posto alcuni quesiti sul tema pensionistico/liquidativo: Nonostante la riforma Fornero qualcuno riesce ancora ad andare in pensione. Come si inserisce il Fondo Pensione in questa eventualità, quali sono le scelte che è possibile ed è meglio fare. Molti aderenti

Dettagli

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti

Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti Donne, Informatica ed Albo: professioniste in lotta per i propri diritti LAURA PAPALEO Sempre più donne risultano attive nel settore dell information technology e la salvaguardia dei loro diritti e delle

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida

Regione Toscana. Regione Toscana. Guida Regione Toscana Regione Toscana Guida Indice Presentazione Un progetto per l autonomia dei giovani Le opportunità di Giovanisì Tirocini Casa Servizio civile Fare impresa Lavoro Studio e formazione Info

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Domanda e offerta di lavoro

Domanda e offerta di lavoro Domanda e offerta di lavoro 1. Assumere (e licenziare) lavoratori Anche la decisione di assumere o licenziare lavoratori dipende dai costi che si devono sostenere e dai ricavi che si possono ottenere.

Dettagli

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni.

confronto continuo con gli amministratori dei Comuni. Claudio Dossi, segretario Spi Lombardia Pavia, 22 gennaio 2016 Mi sembra che anche oggi con l introduzione di Anna, la presentazione della ricerca, il contributo dei rappresentanti delle amministrazioni

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa

Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Salva una vita Un progetto dei Missionari Cappuccini per salvare la vita ai bambini cardiopatici in Africa Un progetto di sostenuto da Chi siamo I Cappuccini Per la strada, i Cappuccini sono quelle persone

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA

PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA PROFESSIONAL DAY LA GIORNATA DELLE PROFESSIONI 1 MARZO 2012 CATANIA SHERATON HOTEL RASSEGNA STAMPA a cura di Programma Comunicati stampa Presenze stampa Rassegna stampa cartacea Indice Rassegna stampa

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO.

SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO. COMUNICATO STAMPA Partito Democratico Febbraio 2009 Gruppo Consiliare Provincia di Torino SOCIAL CARD? NO! SOCIAL TRUFFA. IL PD SMASCHERA CON I NUMERI IL PROVVEDIMENTO-ELEMOSINA DEL GOVERNO. Il nostro

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14

CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI. Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 CLASSI 5 a A/B GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. SCUOLA PRIMARIA BISSOLATI A.S. 2013-14 GLI ALTRI SIAMO NOI Percorsi di educazione alla cittadinanza attiva. PERCORSO

Dettagli

IV Forum Confcommercio sul Fisco

IV Forum Confcommercio sul Fisco IV Forum Confcommercio sul Fisco Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan al IV Forum Confcommercio sul Fisco Meno tasse, meno spesa Binomio per la ripresa Roma, 22

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL COMUNE 22.10.08- Incontro con la Stampa QUESTIONE CAMPO NOMADI E POSIZIONE UFFICIALE DELL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PORTOGRUARO IN MERITO Nonostante le ripetute dichiarazioni,

Dettagli

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio.

Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Questo libro è scritto da me su dettatura di Gesù Cristo. Voglio raccontare la malattia di mio marito e lo voglio fare con l aiuto di Dio. Siccome il cancro è una malattia incurabile, Gesù vuole spiegare

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009

Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Le novità normative in tema di rapporto di lavoro pubblico: il D.Lgs. 150/2009 Parma, Sala aurea C.C.I.A.A., Via Verdi 2 Gaetano Palombelli La riforma del lavoro pubblico nel contesto della riforma istituzionale

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI

Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI TAGLI Una efficiente lotta agli sprechi nella Pubblica Amministrazione A cura del Servizio Politiche Economiche e Finanziarie e del Pubblico Impiego PER LA QUALIFICAZIONE DELLA SPESA E UN OCULATA SCELTA DEI

Dettagli

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare

Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare Il sostegno a distanza: il porticciolo cui attraccare I bambini che sosteniamo a distanza hanno un punto comune: sono creature con un valore infinito che per qualche ragione contingente si trovano in balia

Dettagli

Quali scenari con la scomparsa della Provincia?

Quali scenari con la scomparsa della Provincia? BIBLIOTECHE DEL TERRITORIO Quali scenari con la scomparsa della Provincia? Ci sono 25 biblioteche nei comuni del territorio provinciale che, pur funzionando autonomamente, devono in gran parte alla Provincia

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

un progetto di in collaborazione con partner tecnico

un progetto di in collaborazione con partner tecnico un progetto di in collaborazione con partner tecnico Bando di partecipazione Apulia Fringe Festival 2015 L'Associazione Culturale Equilibrio Dinamico con il patrocinio dell Associazione Nazionale Critici

Dettagli

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali

Consultazione how-to. Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali Consultazione how-to Guida alla consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali 1 2 3 4 5 Autonomie Territoriali Forma di Governo e Parlamento Parlamentarismo o Presidenzialismo? Secondo te, l attuale

Dettagli

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni

IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni IL LAVORO OFFESO Indagine sul difficile percorso per il riconoscimento dei diritti delle vittime di infortuni sul lavoro nelle costruzioni La prima ricerca realizzata in Italia sul tema del post infortunio:

Dettagli

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014

Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 !1 COUNCIL OF THE EUROPEAN UNION Brussels, 22 July 2014 Opening Statement for the ECOFIN President attending the ECON meeting on 22 July 2014 Onorevole Presidente, Onorevoli Membri della Commissione, Sono

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese.

Questa lettera aperta vuole informare sulla grave situazione economica dei Comuni e che potrà riversarsi direttamente sui cittadini e le imprese. I COMUNI RISPARMIANO, MA LE AMMINISTRAZIONI CENTRALI SPENDONO. TAGLIARE ANCORA VUOL DIRE TOGLIERE 6 MILIARDI DI EURO ALLE IMPRESE E MOLTI SERVIZI AI CITTADINI. I Comuni sono oggetto di una ingiusta campagna

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Struttura di Università e Città

Struttura di Università e Città Sine Putimu. Università e città_allegati In occasione del quarto laboratorio tematico Sine Putimu. Università e Città, si inviano tutti i cittadini a partecipare alla costruzione del PUG (Piano Urbanistico

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro.

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro. FAQ (frequently asked questions) DOMANDE GENERICHE! Cosa è IntesaBridge? È un nuovo servizio che i Politecnici propongono ai propri studenti: un prestito personale (sotto forma di scoperto di conto corrente)

Dettagli

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI

Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Intervento dell Avv. Franco Lucchesi - Presidente dell ACI Desidero intanto ringraziare tutti voi per aver accolto l invito dell ACI a partecipare a questo incontro, che rappresenta un ritorno ad una tradizione

Dettagli