Marche. Scheda normativa sulle Unità di valutazione distrettuale Aggiornata al 20 agosto 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Marche. Scheda normativa sulle Unità di valutazione distrettuale Aggiornata al 20 agosto 2012"

Transcript

1 Marche. Scheda nrmativa sulle Unità di valutazine distrettuale Aggirnata al 20 agst 2012 Questa nuva scheda aggirna una precedente del 2005, aggiungend le indicazini nrmative emanate in questi ultimi anni. La più recente legislazine ne ricnferma il fndamentale rul, assegnand alle UVI la respnsabilità della definizine dell apprpriatezza dei percrsi. Ciò che purtrpp nn sembra cambiare è la mdalità di funzinament di quest strument. La regine Marche cntinua ad attardarsi nella definizine (peraltr bbligatria) di griglie di valutazine al fine della individuazine della miglire rispsta ai bisgni. La distanza, in gran parte dei territri della regine, tra i bisgni della pplazine e l fferta territriale di servizi sci sanitari, ltre al frte ritard culturale degli stessi servizi, cntinua a blccare gni trasparente percrs vlt ad individuare la rispsta più adeguata ai bisgni. Le UV, diventan quindi trpp spess, l strument per tale razinament. Si tende a nn rilevare il bisgn, a nn renderl evidente e ricnscibile, csì da pterl appiattire sull fferta presente. Csì presentavam nel 2005 la scheda nrmativa. Rispett a quel test è cambiat il nme dell Unità valutativa: nn più distrettuale, ma integrata e il dat dell assistenza sanitaria nelle RP cnvenzinate. Per il rest nn è mutata la sstanza del quadr cmplessiv. Di seguit viene riprtata la principale nrmativa della regine Marche sulle Unità di Valutazine Distrettuale (UVD), csì da ffrire a tutti i sggetti interessati (peratri sci sanitari, cmpnenti UVI, funzinari degli enti lcali, amministratri, utenti, assciazini di tutela, ecc.), il quadr di riferiment legislativ reginale. L UVD rappresenta infatti un snd fndamentale nella definizine dei percrsi più apprpriati nella assistenza di malati (in particlare anziani nn autsufficienti) che necessitan di cntinuità assistenziale. La nrmativa reginale nn lascia dubbi su rul e funzine delle UVD nella indicazine della definizine dei percrsi. Sl dp,quella valutazine, ad esempi nel sistema residenziale, è pssibile identificare la struttura che per la tiplgia delle prestazini ergate, può garantire la rispsta adeguata ai bisgni della persna nn autsufficiente. Purtrpp mlt, trpp spess le UVD dimentican di essere un strument tecnic cmpst da prfessinisti che sulla base delle prprie cmpetenze valutan quale intervent è più giust per la persna e invece finiscn per assumere una valenza aziendale. Esse sn infatti parte di un settre direttamente cinvlt nella rispsta da dare; a secnda dell esit della valutazine, l azienda cui appartengn deve infatti assumere nn assumere neri finanziari. Se dalla valutazine ne discende che la persna nn è curabile a dmicili e necessita di una struttura residenziale le diverse sluzini hann ricadute ben diverse sul sistema dei servizi e sulle cmpetenza finanziarie degli enti. Si pensi quant pesa sul fnd sanitari (e di cntr sul fnd sciale e sull utente) un ricver in Casa di rips, in Residenza prtetta in RSA. Ciò che le UVD nn pssn dimenticare è che il lr mandat è quell indicat dalla nrmativa e nn quell richiest più men esplicitamente dalle direzini aziendali. Se il sistema scisanitari dei servizi è strutturalmente, per scelta e nn per cas (ltre 4000 sn gli anziani nn autsufficienti acclti in strutture per autsufficienti cn qualche decina di minuti di assistenza girnaliera), incapace di rispndere alle esigenze di questi cittadini ccrre che i lr bisgni sian presentati per quell che sn e nn furtivamente ccultati. Una vlta accertate le esigenze sarann le Istituzini cmpetenti a dver rispndere del mancat intervent. Nta. Nella scheda, nn vengn riprtati tutti i riferimenti nrmativi reginali riguardanti le UVD. Nn sn riprtati quelli antecedenti le nrme riprtate (vedi DGR: 3240/1992, 105/1996, ecc...). Riferimenti al rul e alla funzine delle UVD sn rinvenibili anche in altre parti delle nrme citate in altri atti reginali (vedi Reglament 1/2004, Disciplina in materia di autrizzazine delle strutture e dei servizi sciali a cicl residenziale e semiresidenziale, nella parte riguardanti le strutture per anziani. Nell specific della Residenza Prtetta, il riferiment alla UVD viene csì declinat: La valutazine delle cndizini e dei livelli di nn autsufficienza è effettuata dalla Unità Valutativa Distrettuale (UVD) integrata cn prfessinalità sciali

2 dell Ambit Territriale attravers l utilizz bbligatri di medesime scale di valutazine multidimensinali individuate dalla Regine Marche. Le parti evidenziate sn redazinali. (Fabi Ragaini) Per un apprfndiment sul tema segnaliam Anziani nn autsufficienti. Valutazine, presa in caric, percrsi assistenziali Piemnte. Unità valutativa e Pian Assistenziale Individuale ASL 5 Cllegn. Reglament UVG Venet. La scheda per la valutazine della nn autsufficienza Venet. Anziani nn autsufficienti. Prfili e livelli intensità assistenziale L.r. 20/10/1998, n Pian sanitari reginale 1998/ La Unità Valutativa Distrettuale Il Gvern della Salute a livell Distrettuale presuppne una cstante azine di verifica dell adeguatezza della rispsta in relazine ai bisgni e alla dispnibilità dei servizi assistenziali. Obiettivi principali di questa azine sn: a) rganizzare e rendere cmpiutamente accessibili i servizi che cstituiscn la rete differenziata dell fferta, garantend il lr utilizz apprpriat; b) rilevare e classificare le cndizini di bisgn per pter disegnare il percrs ideale di trattament del paziente. In particlare questa secnda azine richiede l intervent di una équipe prfessinale, cn cmpetenze multidisciplinari, che sia in grad di leggere le esigenze di pazienti cn bisgni sanitari e sciali cmplessi. Una lettura di quest tip è necessaria anche per altre fasce di pplazine fragile, cme i prtatri di handicap, i pazienti affetti da malattie sciali, i pazienti psichiatrici, i pazienti cn dipendenze da alcl, drghe e farmaci etc. Per quest mtiv è necessari prgrammare un apprcci multidisciplinare alle situazini di scmpens sci-sanitari, tramite una Unità Valutativa di Distrett (U.V.D), che affrnta tali situazini e prgramma interventi sci-sanitari crdinati e cerenti al fine di : prevenire l scmpens sci-sanitari (passaggi dall stat di autsufficienza alla dipendenza); prendere in caric il paziente (attravers l sprtell per la salute); definire percrsi ttimali e supprtare le scelte. La U.V.D. è cmpsta da: medic di distrett cn funzini di crdinatre: medic di medicina generale infermiere prfessinale ; assistente sciale peratre referente delle aree di tutela ( 4.2.4) ed è integrata di vlta in vlta dalle figure prfessinali necessarie: medici specialisti peratri sanitari specialisti di settre L intervent della UVD avverrà su prpsta di a) medic di famiglia; b) struttura spedaliera alla vigilia di una dimissine prtetta; c) assistente sciale; d) altri sggetti del SSN e in particlare del servizi plifunzinale del distrett. Attravers quest strument, che andrà attivat in gni Distrett, viene definit il percrs assistenziale del paziente tra le seguenti strutture : Servizi Ambulatriali (Pliambulatri, Servizi specialistici).

3 Servizi Dmiciliari (ADI, ADP, assistenza infermieristica, assistenza sciale), Case di Rips Residenze Prtette, Strutture Residenziali (RSA, RSM) semiresidenziali Ospedale, La UVD al termine di una valutazine multidimensinale, individua la figura prfessinale (respnsabile del cas case-manager) che sarà il punt di riferiment del cittadin nel percrs individuat. La dinamica del percrs presuppne la cntinuità della tutela sci-sanitaria del paziente e l us dell spedale per le sle patlgie critiche e la diagnstica cmplessa, indirizzand rapidamente il paziente alle altre strutture per tutti i servizi cmpatibili L assistenza dmiciliare integrata Il distrett, rappresenta il lug della valutazine dei prcessi clinic-assistenziali e delle cndizini sci-ecnmiche e della ergazine dei servizi assistenziali e dei presidi. Tale cmpit è asslt dall Unità di Valutazine Distrettuale ha il cmpit di identificare per ciascun sggett la sluzine assistenziale più adatta tra quelle dispnibili indicare altri percrsi assistenziali. L ADI, ltre che per il livell assistenziale integrat, si definisce per la capacità di attivare dinamiche assistenziali in grad di cnsentire: access rapid e semplificat al servizi ergazine persnalizzata sulla base dei bisgni e nel prpri ambiente di vita, secnd un pian di intervent assistenziale di prestazini di: - medicina generale - medicina specialistica - cure infermieristiche - riabilitazine - assistenza tutelare e alla persna - supprt psiclgic e/ spirituale (anche attravers il vlntariat) respnsabilizzazine e crdinament da parte del MMG del paziente nella attivazine delle risrse assistenziali e sanitarie, infermieristiche e specialistiche, in accrd cn i piani di valutazine elabrati a livell di UVD. DGR 606/ Linee guida sulle cure dmiciliari Unità valutativa distrettuale (UVD) L Unità Valutativa di gni Distrett è cstituita da : - Il medic respnsabile delle cure dmiciliari ( crdinatre/respnsabile dell UVD ) ; - Il medic di Medicina Generale curante dell assistit ( Respnsabile clinic del paziente) ; - Un infermiere prfessinale ( Respnsabile delle cure infermieristiche ); - L assistente sciale referente del cas dei Servizi Sciali dell Ambit Territriale. Per la segreteria rganizzativa, l UVD si avvale di un peratre tecnic. L'Unità Valutativa è integrata di vlta in vlta da altre figure prfessinali, sanitarie e sciali, specialiste del settre : medici specialisti, tecnici della riabilitazine, medic spedalier in cas di dimissine prtetta, psiclg, educatre prfessinale. Per i pazienti ultra sessantacinquenni, l specialista di riferiment è il geriatra. L'Unità Valutativa è "... un'équipe prfessinale, cn cmpetenze multidisciplinari, che sia in grad di leggere le esigenze di pazienti cn bisgni sanitari e sciali cmplessi e cn il cmpit di -... b) rilevare e classificare le cndizini di bisgn per pter disegnare il percrs ideale di trattament del paziente (Legge Reginale Pian Sanitari Reginale 1998/2000 -paragraf ). Cstituisce in sstanza il filtr della dmanda e ha il cmpit di identificare per ciascun sggett la sluzine assistenziale più adatta tra quelle dispnibili indicare altri percrsi assistenziali. Per pter svlgere tali cmpiti, l'uvd si relazina cstantemente cn i servizi territriali e cn gli Uffici di Prmzine Sciale presenti nel distrett. Spettan in particlare all'unità Valutativa i seguenti cmpiti:

4 - Valutazine dell'autsufficienza dei pazienti da ammettere all'adi; - Valutazine Multi Dimensinale (VMD) dei bisgni assistenziali dei pazienti e dei lr nuclei familiari ( il pian assistenziale deve essere cndivis cn il paziente e cn il nucle familiare e da essi sttscritt ) - Ammissini e dimissini relative all'adi; - Definizine del percrs assistenziale dei paziente nel sistema residenziale; - Elabrazine dei Pian Assistenziale Individuale Persnalizzat cmprendente: a) gli biettivi assistenziali da raggiungere b) le mdalità di raggiungiment degli biettivi assistenziali c) la tiplgia degli interventi d) la frequenza degli accessi dei singli peratri MMG, infermiere, fisiterapista, peratre sci sanitari, ecc.) e) la durata presumibile degli interventi assistenziali - Elabrazine del Pian di Lavr dei singli cmpnenti dell'équipe perativa assistenziale tempi e lughi dell'intervent, turni, rari di access ecc. - Verifica dell andament del Pian Assistenziale - Discussine in grupp degli eventuali prblemi emersi nel crs dell'assistenza - Individuazine del respnsabile del cas ("... La UVD al termine di una valutazine multidimensinale individua la figura prfessinale - respnsabile del cas case manager - che sarà il punt di riferiment del cittadin nel percrs individuat. -Legge Reginale 34/98 - Pian Sanitari Reginale 1998/ paragraf ) Gli strumenti di lavr dell'unità Valutativa sn: - le riunini di valutazine e di verifica - le scale di valutazine dell'autsufficienza - la cartella di assistenza dmiciliare e in particlare il diari clinic - i respnsabili del cas - il lavr di grupp centrat sugli biettivi - i rapprti cn la Segreteria rganizzativa delle cure dmiciliari - i rapprti cn gli uffici di prmzine sciale - i rapprti cn il nucle perativ delle cure dmiciliari (équipe assistenziale). L'Unità valutativa rispnde direttamente al Direttre del Distrett che si raccrda all'ambit Territriale attravers il su Crdinatre. La riunine dell'unità Valutativa ha, per il medic di MG che vi partecipa, il valre di un access ADI. Deliberazine n Pian sanitari reginale Le prirità di svilupp Qualificare la capacità di presa in caric territriale. Le funzini chiave in tal sens sn quelle, già descritte dal II PSR, di Sprtell per la Salute e di Valutazine (Unità Valutative Distrettuali). Per quant riguarda gli Sprtelli per la Salute, questi si realizzerann nn cme semplici CUP, ma valrizzand le figure di Base (MMG e PLS, ma anche Cnsultri Familiari e Uffici di Prmzine Sciale che dvrann diventare il punt unic di access alla rete dei servizi), ai quali ccrrerà prvvedere un efficace sistema di relazini verticali (cn le strutture dipartimentali e spedaliere) ed rizzntali (sviluppand il raccrd cn le strutture ambulatriali ed i setting di lavr integrat fra le diverse figure), sviluppand la pssibilità di accedere per via telematica alle dispnibilità del sistema cmplessiv dell'fferta. Rispett alla UVD, questa si articla secnd schemi cstitutivi elastici, cn il nucle di base cstituit dal medic di distrett, il MMG, l infermiere prfessinale, l assistente sciale e generalmente il geriatra, stante la prevalente tiplgia dell utenza, valrizzand le esperienze cndtte nelle varie frme di cure dmiciliari e in specifici settri (es.: Salute Mentale, Matern infantile, ecc.)

5 DGR 1322 del Prtcll d intesa sulla nn autsufficienza Viene indicat l stess percrs descritt nel Prgett Obiettiv Anziani DGR 1566 del Prgett Obiettiv Anziani La valutazine. Fatte salve le situazini urgenti, gli interventi di assistenza e di cura sci-sanitari vengn dispsti sulla base della frmulazine di una valutazine a cura dell UVD. Questa si cmpne nella sua cnfigurazine minima del Medic di distrett, MMG, Infermiere prfessinale, Assistente Sciale dell Ambit Territriale e generalmente il Geriatra ( P.S.R. 2003/2006 pag. 81), gnun dei quali ha facltà di richiedere l intervent di specialisti delle discipline sanitarie (su richiesta del MMG) sciali (su richiesta dell'a.s.). L UVD si avvale di strumenti di: valutazine clinic-funzinale; strumenti ADL e IADL; Scheda di valutazine sciale; inltre, se necessari, di mini mental test. Appare anche pprtun adttare su base sistematica strumenti in grad di individuare cn tempestività i nuclei famigliari a maggir rischi di stress assistenziale, nde pter adttare interventi di slliev e sstegn di quei caregiver, al fine di ridurre il rischi di istituzinalizzazine e mantenere gli interventi a favre dell anzian nn autsufficiente il più pssibile in regime di dmiciliarità Cstituzine delle UVD. Le mdalità rganizzative dell UVD sn quelle già indicate nelle linee guida per l ADI, ma deve essere cnfermata e raffrzata nel rul la presenza delle cmpnenti di servizi sciale. Quand è necessari il passaggi attravers l UVD. L UVD è respnsabilmente attivata dagli peratri di base (MMG Assistente Sciale) quand si rende necessaria una valutazine di tip specialistic in presenza di situazini cmplesse. La prgettazine percrs. L esit della valutazine prdtta dalla UVD si sstanzia in: - punteggi di nn autsufficienza - valutazine multidimensinale che rienta la richiesta di prestazini ed al temp stess la definizine del regime (setting perativ) più idne alle esigenze dell utente - valutazine delle capacità assistenziali da parte del nucle famigliare (Indice COPE simili), al fine di verificare la cnsistenza della rete di supprt. - cmpete ai servizi sciali di cmuni dell ambit territriale l accertament delle cndizini ISEE. Il prgett stilat dall UVD definisce il percrs di assistenza e di cura, le figure respnsabili, i servizi che prvvedn alle prestazini, la durata del percrs stess. Il mnitraggi dei percrsi assistenziali. Il prgett definisce altresì i tempi e le respnsabilità di mnitraggi del percrs assistenziale e le scadenze di cnferma di revisine del percrs stess. Il ventagli dei servizi. Individuate le necesità terapeutic-assistenziali, l UVD definisce, sulla base della valutazine del prfil di autnmia individuale, di autnmia sciale e cnsiderand le risrse effettivamente dispnibili, il più crrett regime di ergazine delle prestazini necessarie. Le prestazini necessarie pssn essere frnite anche da prduttri diversi, spettand alla UVD la prpsta e la verifica della integrazine tra i sggetti delle prestazini assistenziali e di cura. Essend il manteniment a dmicili dell anzian un biettiv priritari della prgrammazine reginale, l UVD, avvalendsi sprattutt della cmpnente sciale, attiva gli strumenti di sstegn, di slliev e di affiancament del nucle familiare che pssn favrire l ergazine delle prestazini in regime di dmiciliarità, senza per quest cmprmettere la stabilità psic-fisica dei famigliari maggirmente impegnati nell assistenza all anzian nn autsufficiente. Giacché il prgett assistenziale definisce un percrs attravers le diverse risrse di cura e di assistenza, pssn essere previsti tant interventi articlati secnd una lgica staging, per la quale, in relazine alle effettive necessità dell assistit e del su nucle familiare, in cnsiderazine di situazini transitrie particlari, può essere prevista l alternanza la successine dei regimi di cura e assistenza. Al temp stess, è pssibile integrare, quand utile, necessari e dispnibile, l intervent a cavall dei regimi dmiciliare e diurn semi-residenziale.

6 L utilizz temprane del regime residenziale è pssibile in situazini che richiedan una maggire intensività degli interventi, vver quand vi sia una tempranea impssibilità della famiglia a garantire il regime di tutela dmiciliare e nn vi sian pssibilità di affiancament della famiglia stessa. La cmpartecipazine ai csti. All att della prgettazine dei percrsi assistenziali, sulla base del sistema tariffari, si prvvede a distinguere quali sian i csti a valere sui fndi sciale e sanitari. Per i sli csti sciali, e sulla base del sistema ISEE, viene stabilita la quta a caric del utente e quella a caric dell Ente Lcale. Funzini infrmative. L UVD partecipa del sistema infrmativ reginale cntribuend alla tenuta ed all aggirnament del registr anagrafic della nn autsufficienza, al quale afferiscn le ntizie derivanti dalla attività di valutazine, di prgettazine e di mnitraggi, ed alla registrazine delle infrmazini prdtte attravers tali attività. Si tratta quindi di predisprre un sistema infrmativ in rete che sia alimentat dalle infrmazini relative a: - esiti della valutazine - percrs assistenziale prgettat e realizzat - csti imputabili su base tariffaria - mnitraggi DGR 323/2005, Accrd cn le rganizzazini sindacali sulle residenze sciali e adzine degli atti relativi alla riqualificazine delle residenze sci-sanitarie per anziani nn autsufficienti. Allegat C. ART. 8 - Unità Valutativa Distrettuale (UVD) COMPONENTI L UVD è cstituita da: - Medic del distrett (crdinatre/respnsabile dell UVD). - Medic di Medicina Generale curante dell assistit (Respnsabile clinic del paziente). - Infermiere Prfessinale. - Assistente Sciale referente del cas dei Servizi Sciali del Cmune di residenza dell assistit. - Altre figure prfessinali, sanitarie e sciali, specialiste del settre: medici specialisti, terapisti della riabilitazine, medic spedalier, geriatra, psiclg, che la integran a seguit di specifiche necessità del cas clinic. COMPITI Spettan all UVD i seguenti cmpiti: - Valutazine del grad di autsufficienza dell assistit - Valutazine Multi Dimensinale dei bisgni assistenziali del paziente e del nucle familiare - Elabrazine del pian assistenziale individuale persnalizzat (P.A.I.), che specifica gli biettivi assistenziali, la tiplgia degli interventi, la durata della degenza, la tiplgia dell ammissine (D.P.O., rdinaria, di slliev ), l scadenzari delle verifiche. - Ammissine e dimissine dalla Struttura Prtetta Il grad di autsufficienza e i bisgni assistenziali sn definiti attravers l utilizz delle scale di valutazine multidimensinali individuate dalla Regine Marche 1 negli allegati 1 e 2 dell allegat A della DGR 606/2001). VII. Rete scisanitaria Deliberazine n Pian sanitari reginale Allegati 1 e 2 dell allegat A della DGR 606/2001.

7 Area lgica della valutazine integrata sciale e sanitaria Va ricndtta al Direttre di Distrett e al Crdinatre di Ambit la respnsabilità: a) dell unica Unità Valutativa Integrata (UVI) nelle sue mlteplici articlazini; b) di tutte le funzini di valutazine cllegate alle prestazini cmplesse ergate sul territri; c) di tutte le attività valutative seppur diversamente articlate per aree d intervent (fasce d età, patlgie, discipline mediche). Atti specifici della Giunta, predispsti cn la partecipazine ed il cinvlgiment dei sggetti interessati, sentita la Cmmissine Cnsiliare cmpetente, darann indicazini per una strutturazine unitaria della valutazine sciale e sanitaria da parte dell UVI sulla base dei seguenti criteri: - attribuzine all UVI dei cmpiti di: esame della situazine clinica e sciale di un singl cas; valutazine delle necessità assistenziali sciali e sanitarie; individuazine del referente frmale della presa in caric (case manager); predispsizine del prgett individuale di intervent; mnitraggi dell evluzine dell intervent e individuazine di eventuali variazini del prgett di cura. - nmina del respnsabile dell UVI cn att di intesa tra il Direttre di Distrett ed il Crdinatre d Ambit; - cstituzine nell Unità Valutativa di un nucle fiss (frmat da peratri sanitari, prvenienti dal Distrett e dai Dipartimenti Clinici, e da peratri sciali, prvenienti dall Ambit territriale e dai Cmuni); - integrazine dell UVI cn cmpnenti attivati in funzine delle specifiche cmpetenze. - assicurare che l UVI si attivi: VIII. Rete territriale nel cas di bisgni assistenziali cmplessi che richiedan l intervent delle strutture di riferiment distrettuale, l ergazine di cure dmiciliari di servizi residenziali. (Il bisgn assistenziale cmpless, nn è riferit tant alla gravità della patlgia, ma alla multidisciplinarietà dell intervent); quand si evidenzi il cas di un utente che necessiti di una presa in caric cngiunta crdinata da parte di diversi servizi interni ed esterni alla Zna Territriale; nel cas di bisgni sci-sanitari cmplessi che necessitin l intervent degli enti lcali di strutture del terz settre; quand nn è chiar il servizi cmpetente di una presa in caric; quand è necessari attivare risrse strardinarie rispett a quant pianificat nel budget (ad esempi la smministrazine di nuvi farmaci e presidi prtesici nn in tariffari). In un prgett reingegnerizzazine del Distrett tre cnsiderazini cstituiscn la base essenziale per gni tip di strategia: il sistema territriale deve girare attrn al paziente e nn attrn alla rganizzazine; l rganizzazine è flessibile e adattabile a secnda delle esigenze della pplazine di riferiment; la cnfigurazine dell intervent in un ttica di rete cstituisce l biettiv precipu di svilupp del sistema territriale. L svilupparsi di queste tre tematiche cstituisce il cardine per giungere alla definizine di un sistema della accglienza territriale che trasfrmi il vincl della dispersine dei presidi e della frammentazine della ergazine in una rete capace di guidare il cittadin attravers i servizi medesimi determinand le mdalità di accglienza sulla base di funzini diffuse prima ancra che di strutture dedicate. Per raggiungere tali biettivi è necessari sffermarsi su alcuni prerequisiti fndamentali: 1. l access al sistema: la prta di access al sistema, cntrariamente a quant attualmente in essere deve essere unica; il Distrett deve cnfigurarsi cme il cntenitre lgic della funzine di cntrll dell access. Oggi l access è pssibile per varie vie, la valutazine è spess ripetuta, i benefici sn cndizinati da accessi plurimi ed ancra da plurime valutazini che frammentan l individu sttpnendl spess a peregrinazini tra i servizi e a prestazini ripetute;

8 2. la valutazine: l Unità Valutativa Integrata (UVI), ggi UVD è una categria lgica che può declinarsi cme l rientatre dei percrsi sanitari e sci sanitari cmplessi. L UVI nn cnfigura sltant un mment clinic, ma interpreta anche la respnsabilità di allcare le risrse; è l UVI che stabilisce l ambit di cura in cui va psizinat il cas cmpless, nn garantend sl l access, ma anche e sprattutt la apprpriatezza tra i vari ambiti di cura, garantend anche la cntinuità dell assistenza. Rappresenta inltre l unica via di access, per i casi cmplessi, alla residenzialità, all Assistenza Dmiciliare Integrata (ADI), alla semiresidenzialità; 3. l fferta in Rete: il ptere di cnnessine del Distrett cnfigura una rete di fferta unica; l insieme integrat Distrett Ospedale Ambit sciale diventa una struttura articlata, ma unica, di fferta. La valutazine L Unità Valutativa Integrata (UVI) Gli aspetti rganizzativi e gestinali che l intervent di valutazine affrnta sn: ricnduzine ad un unica funzine valutativa (UVI) dei bisgni cmplessi; garanzia della mgeneità delle attività valutative seppur diversamente articlate per aree d intervent (fasce d età, patlgie discipline mediche); esame della situazine clinica e sciale di un singl cas; valutazine delle necessità assistenziali sciali e sanitarie; individuazine del referente frmale della presa in caric (case manager); predispsizine del prgett individuale di intervent; mnitraggi dell evluzine dell intervent e definizine delle eventuali variazini del prgett di cura. Attivazine - Mtivi e mdalità Nella attuale rganizzazine del Distrett l Unità Valutativa Integrata (UVI) è un rganism pluridisciplinare che all intern della rete curante territriale esercita la funzine di definire, secnd i criteri di apprpriatezza ed equità, il pian assistenziale per tutti clr che necessitan di un intervent sci sanitari al di furi delle strutture spedaliere. L U.V.I. pera cn la metdlgia del lavr di grupp, nn prevede al su intern rapprti gerarchici cnslidati basand la esplicitazine del su mandat sul cnfrnt tra pari. Grazie alla VMD (valutazine multidimensinale) si individuan i bisgni dell'utente, in md da stilare il Pian Assistenziale Individualizzat (PAI). L scp è quell di superare una lgica del lavr prestazinale cinvlgend tutti gli attri in prgetti sulla persna. II PAI è un strument che deve cnsentire, da una parte di delineare delle linee guida che si indirizzan vers un assistenza individualizzata e ben rganizzata, e dall altra di rappresentare un ttim strument di cmunicazine rganizzativa tra tutti clr che, a vari titl, si ccupan del sggett fragile. La VMD ci si riferisce a 4 aree: SANITARIA FUNZIONALE MENTALE O COGNITIVA SOCIALE Per gnuna di queste aree, sn utilizzati specifici test, che cnsentn di identificare il prfil dell utente. In relazine alla cmpnente sanitaria, il Distrett è rdinariamente rappresentat nell U.V.I. da: Direttre di Distrett su delegat; Medic di Medicina Generale dell assistit Medic di Medicina Generale facente parte delle frme assciative di Medicina Generale dell Equipe Territriale; Respnsabile Infermieristic del Distrett su delegat. La presa in caric e la cntinuità dell assistenza La presa in caric rappresenta una pzine strategica attravers cui il distrett cmpetente esercita la funzine di gvern della dmanda riducend le vie di fuga. La cntinuità assistenziale è la funzine di indirizzare, aiutare ed assistere il paziente/utente nel percrs all intern della rete curante che insiste sul su territri e nell inter sistema sanitari. Nella definizine e nell articlazine dei percrsi e dei prcessi di presa in caric e cntinuità dell assistenza la dimensine dell integrazine sci-sanitaria è essenziale.

9 Per perseguire una crretta integrazine nella presa in caric e cntinuità dell assistenza è necessari superare da un lat gli stacli interni alla rganizzazine spess in balia di variabili di cntest che ne strumentalizzan e devian le ptenzialità, dall altr da una cnslidata autreferenzialità dei gruppi prfessinali che tendn a ricnscersi nella lr identità prfessinale più che nel sistema integrat dei servizi sanitari e sciali. È necessari quindi ritrnare a mdalità cmpartecipate di prgrammazine strategica ve la funzine di direzine definisca linee entr cui la pianificazine venga prtata a termine cn la piena cllabrazine e cndivisine degli peratri che devn cndividere e cnscere le strategie e gli biettivi a questi sttesi, attravers una lettura nn sl ecnmicistica ma anche prestazinale del setting assistenziale. La valrizzazine ecnmica dei percrsi cnslidati, la lr cmparazine e la lr reingegnerizzazine prmuverà l adzine delle migliri pratiche e determinerà un trend vers cui assestare la prduzine in una priezine che cniughi qualità ed efficienza. Rirganizzazine dell fferta Nella strutturazine dell fferta appare indispensabile sttlineare cme, anche nell ambit di servizi territriali, sia imprtante cnsiderare le intercnnessini tra bacini di utenza necessari a garantire cngiuntamente servizi di qualità e adeguate ecnmie di scala. Occrre cnsiderare quali servizi attivare a livell di Distrett, quali nella Zna e cstruire in Area vasta un prcess che deve impegnare il sistema dei servizi sanitari cn una frte regia partecipata. La prgettualità sulla residenzialità utilizzerà l esperienza della prima implementazine sulla qualificazine della assistenza residenziale agli anziani nn autsufficienti, facente parte della DGR 1566/04. Gli elementi cnscitivi che sn emersi rispett ai cntenuti delle cnvenzini e alle mdalità di ergazine delle prestazini, cn riferiment al persnale e agli altri centri di cst in seguit all applicazine della DGR 704/06, permetterann di cstruire un quadr cmplet della situazine e, quindi, ffrire le indicazini per ririentare il sistema sia dal punt di vista della allcazine delle risrse che delle necessarie evluzini. E imprtante attivare anche nel settre delle Cure Dmiciliari l analisi/mnitraggi e la rirganizzazine delle prcedure di intervent in una prspettiva unitaria e cerente a livell aziendale, secnd il seguente schema di lavr: 1. definizine dell intervent; 2. criteri di ammissine; 3. criteri di dimissine; 4. attivazine dei percrsi residenziali; 5. rganizzazine assistenziale. Ptrann in particlare essere presi in cnsiderazine temi già ggett di valutazine in ambit reginale quali: Minimum Data Set, sistema degli indicatri e sistema infrmativ per le Cure Dmiciliari; sistema di classificazine dei pazienti e tiplgie Cure Dmiciliari; meccanismi di rganizzazine e funzinament delle segreterie rganizzative e dell UVD per le Cure Dmiciliari; sistema di cntabilità analitica; rapprti tra il sistema delle Cure Dmiciliari e Dipartiment delle Prfessini (Art. 8, L.R.13/03); meccanismi di Cntinuità Ospedale-Territri e Percrsi Assistenziali nelle Cure Dmiciliari; qualità percepita. Una rivisitazine glbale del sistema delle cure dmiciliari ed un adeguament della nrmativa vigente appain imprcrastinabili anche al fine di determinare quali sian i livelli reginali minimi su cui prgrammare la ergazine di prestazini.

10 DGR Mdell di cnvenzine residenze prtette anziani IX. Rete territriale Deliberazine n Pian scisanitari reginale La valutazine: l Unità Valutativa Integrata (UVI), è una categria lgica che può declinarsi cme l rientatre dei percrsi sanitari e sci sanitari cmplessi. L UVI nn cnfigura sltant un mment clinic, ma interpreta anche la respnsabilità di allcare le risrse; è l UVI che stabilisce l ambit di cura in cui va psizinat il cas cmpless, nn garantend sl l access, ma anche e sprattutt la apprpriatezza tra i vari ambiti di cura, garantend anche la cntinuità dell assistenza. Rappresenta inltre l unica via di access, per i casi cmplessi, alla residenzialità, all Assistenza Dmiciliare Integrata (ADI), alla semiresidenzialità; (La valutazine multidisciplinare è peraltr esplicitata dal cmma B dell articl10 del Patt della salute cme unica mdalità di access al sistema dmiciliare e residenziale); I prcessi scisanitari Ptenziament e rirganizzazine cmplessiva del sistema di valutazine della nn autsufficienza nell ambit delle Unità Valutative Integrate, quali punti unici integrati sci-sanitari per la valutazine, la presa in caric e la dimissine dell anzian, e quali sndi per l biettiv dell apprpiatezza delle prestazini

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA COPERNICO VIA COPERNICO 1 00040 POMEZIA (ROMA) TEL. 06 121127550 FAX 0667666356 CODICE

Dettagli

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE AMBITO TERRITORIALE: MILANO CENTRO-SUD ZONE 1-4-5 ACCORDO DI RETE RETE TERRITORIALE PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNI SCOLASTICI 2012/2013 2013/2014 2014/2015 AMBITO TERRITORIALE:

Dettagli

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Prvincia di Csenza REGOLAMENTO CONSULTA PROVINCIALE DELLE ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Settembre 2003 ART. 1 Istituzine e sede 1. E istituita, press la Prvincia di Csenza, la Cnsulta

Dettagli

PROGETTO TEMPORANEO COOPERATIVA LA CORDATA. Accoglienza di persone in condizioni di fragilità

PROGETTO TEMPORANEO COOPERATIVA LA CORDATA. Accoglienza di persone in condizioni di fragilità PROGETTO TEMPORANEO Accglienza di persne in cndizini di fragilità COOPERATIVA LA CORDATA La Crdata Via G. Rssini 24 25077 ROE VOLCIANO (BS) Tel 0365 63011 e Fax 0365 556126 E-mail: inf@lacrdata.cm sit

Dettagli

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA OGGETTO Il presente reglament disciplina l ergazine di vucher per finanziare interventi

Dettagli

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel)

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel) FLUSSO MONITORAGGIO ECONOMICO - FINANZIARIO DEI PIANI DI ZONA TRIENNIO 2009-2011 Racclta dati di Budget preventiv triennale 2009-2011 e annuale 2009 MANUALE UTENTE (per il Mdell di rilevazine in MS Excel)

Dettagli

Prevenzione del disagio scolastico

Prevenzione del disagio scolastico AREA 2 BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI E PROCESSI INCLUSIVI DA ATTUARE Prevenzine del disagi sclastic Finalità Intervenire preccemente sulle difficltà, i disturbi dell apprendiment e del cmprtament. Obiettivi

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: Via Mranti, 4 Castelnv né mnti INDIRIZZO: Servizi sci sanitari DOCENTE: Liguri Tiziana CLASSE: 2^E MATERIA DI INSEGNAMENTO: Metdlgie perative LIVELLI DI PARTENZA

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it

Comune di Spoleto www.comune.spoleto.pg.it Cmune di Splet www.cmune.splet.pg.it 1/6 Unità prpnente: ICSSS - Dirigente ICSSS Oggett: Hme care premium 2012 accertament ed impegn trasferimenti INPS gestine pubblica 176000 Respnsabile del prcediment:

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA

PROVINCIA DI BOLOGNA 1 I.P. 3213/2009 Tit./Fasc./Ann 14.1.2.0.0.0/5/2009 PROVINCIA DI BOLOGNA Prt. n 245512/2009 del 03/07/2009 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA' DETERMINAZIONE SENZA IMPEGNO DI SPESA N. 17/2009

Dettagli

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

POLITICA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO Manuale e dcumenti Dcumenti per la sicurezza Prcedure Gestinali Mdulistica Gestinali DISTRIBUZIONE CONTROLLATA Revisine Data Funzini e nminativi R-SGSL RSPP MC RLS PREP 00 20/10/14 Beltramelli Marc Campini

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra

PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra PROTOCOLLO PER L ISTITUZIONE DELL EQUIPE TERRITORIALE INTEGRATA PER MINORI (ETIM) Tra Le Amministrazini Cmunali di Barlassina, Giussan, Lentate, Meda, Seregn e Seves, rappresentate dal Cmune di Seregn,

Dettagli

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel)

MANUALE UTENTE (per il Modello di rilevazione in MS Excel) FLUSSO MONITORAGGIO INTESE Racclta dati 1 gennai 30 giugn 2009 MANUALE UTENTE (per il Mdell di rilevazine in MS Excel) Lmbardia Infrmatica S.p.A. INDICE 1 Premessa...3 2 Intrduzine...4 2.1 UdP Anagrafica

Dettagli

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania

MIUR Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania L'Assessra Plitiche Sciali, Plitiche Givanili, Pari pprtunità. Prblemi dell Immigrazine, Demani e Patrimni e l Area Generale Di Crdinament - 17 Istruzine, Musei, Plitiche Givanili, Lavr, Frmazine Prfessinale,

Dettagli

SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C

SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C SCHEDA SOCIALE ALLEGATO C (In base alla nrmativa vigente qualunque dichiarazine mendace cmprta sanzini penali, nnché l esclusine dal finanziament del prgett e l eventuale rimbrs delle smme indebitamente

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE E D APPOLONIA s.p.a. ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a. PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI PER LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE

Dettagli

SALUTE MENTALE/ DIPENDENZE IN ITALIA

SALUTE MENTALE/ DIPENDENZE IN ITALIA Sn circa 450 milini le persne che in tutt il mnd sffrn di disturbi neurlgici, mentali e cmprtamentali. Persne che sn spess sggette a islament sciale, bassa qualità della vita e alta mrtalità. I disturbi

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Servizi sociali CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Servizi sciali Servizi: Centr sciale terza età INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

"La figura professionale dell'assistente familiare"

La figura professionale dell'assistente familiare "La figura prfessinale dell'assistente familiare" Art. 1 - Figura prfessinale e prfil. 1. È individuata la figura prfessinale dell assistente familiare. 2. L assistente familiare è l peratre che, a seguit

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO

COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO 29 GENNAIO 2015 COMUNICATO STAMPA CONGIUNTO SNAMI & CIMO BOLOGNA RELATIVAMENTE AL COMUNICATO AUSL BOLOGNA DELL 8 GENNAIO 2015 In data 28 Gennai 2015 diverse Sigle Sindacali della Medicina Cnvenzinata e

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione Tip Ente: Trasversale Uffici: Servizi Bibliteca Servizi: Prestit/cnsultazine INDICE Smmari 1 Oggett e cntenuti... 3 1.1 Descrizine del servizi ggett di custmer satisfactin... 4 1.2 Descrizine del prcess

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA

M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA M I N I S T E R O D E L L A P U B B L I C A I S T R U Z I O N E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA Direzine Generale UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI MILANO 1- SINTESI DELL INCONTRO DEL 19

Dettagli

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO

Prot.n. 6363 / 17-17 Jesolo, 12/10/2012 AVVISO PUBBLICO Istitut Cmprensiv Statale Ital Calvin Jesl (VE) Piazza Mattetti, 12 - Cd. Mecc. VEIC81500D Cd. Fisc. 93020690272 0421-951186 - 0421-952901 VEIC81500D@istruzine.it - www.istitutcmprensivcalvin.it Prt.n.

Dettagli

ASP OPUS CIVIUM Castelnovo di Sotto

ASP OPUS CIVIUM Castelnovo di Sotto Metd di rilevazine adttati per le previsini ed il Cntrll L ASP Opus Civium utilizza un sistema infrmativ che cntempla la tenuta sia della cntabilità generale che della cntabilità analitica per centri di

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Comune. Ufficio: Anagrafe. Servizio: Rilascio certificati CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Anagrafe Servizi: Rilasci certificati INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION...

Dettagli

Convenzione tra la Provincia di Campobasso e il Comune di per l adesione alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO

Convenzione tra la Provincia di Campobasso e il Comune di per l adesione alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO Cnvenzine tra la Prvincia di Campbass e il Cmune di per l adesine alla RETE TELEMATICA DELLE ISTITUZIONI DELLA PROVINCIA DI CAMPOBASSO Oggi, nella sede della Prvincia di Campbass, si sn cstituiti i Sigg.,

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista

Il Business Plan, documento essenziale per lo sviluppo e la crescita dell impresa. Sintesi del nostro punto di vista Il Business Plan, dcument essenziale per l svilupp e la crescita dell impresa Sintesi del nstr punt di vista Settembre 2014 Preparare il Business Plan Sintesi del nstr punt di vista La preparazine del

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Piano delle performance

Piano delle performance Pian delle perfrmance 2011-2013 Smmari Pian delle perfrmance... 1 2011-2013... 1 PREMESSA... 4 RIFERIMENTI NORMATIVI... 6 MODALITÀ D IMPLEMENTAZIONE A REGIME E PRIMA APPLICAZIONE... 9 PRINCIPI DI REDAZIONE

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

PRESENZE ASSENZE Presenze WEB

PRESENZE ASSENZE Presenze WEB PRESENZE ASSENZE Presenze WEB Presenze WEB FUNZIONALITA PRINCIPALI Funzinalità e cpertura Gestine multiaziendale Gestine di varie tiplgie di rapprt di lavr (dipendente, cllabratre, smministrat, etc. )

Dettagli

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale

CARTA DEL SERVIZIO LUDOTECA PETER PAN. Peter Pan. Servizio di Ludoteca Il gioco come strumento di crescita individuale e sociale Peter Pan Servizi di Ludteca Il gic cme strument di crescita individuale e sciale CARTA DEL SERVIZIO E MANSIONARIO Quand pensiam ai nstri figli, prima di chiederci cme li vrremm, pensiam bene a quali sn

Dettagli

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future Plitiche Cmunitarie Sintesi dell esistente e prgettualità future 1. La Cmmissine Eurpa: analisi e prpste di lavr Nel mandat 2005 2009 la Cmmissine UPI Eurpa e Plitiche Internazinali ha raggiunt i seguenti

Dettagli

Offerta tecnica per lo sviluppo di un programma formativo professionale nella Asl di Nuoro. Roma, 11 novembre 2013

Offerta tecnica per lo sviluppo di un programma formativo professionale nella Asl di Nuoro. Roma, 11 novembre 2013 Gli strumenti della Clinical Gvernance. Supprt all implementazine degli strumenti della clinical gvernance: definizine della Metdlgia per l svilupp di PDTA e supprt alla relativa attuazine Offerta tecnica

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE

CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE CARTA DEI SERVIZI ASSISTENZA DOMICILIARE Dir San Assistenza Dmiciliare Dr Alessandr Lizili, Medic Chirurg Tel 0331 344000 Via Fratelli di Di 3 21052 Bust Arsizi CHI SIAMO Miglire srl è un azienda nata

Dettagli

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it

ISTITUTO DI TERAPIA FAMILIARE DI BOLOGNA Direttore: Tullia Toscani e.mail: info@itfb.it - sito internet: www.itfb.it CORSO ANNUALE PER PSICOLOGO SCOLASTICO AD ORIENTAMENTO SISTEMICO - RELAZIONALE La psiclgia sclastica è un camp in espansine ed il settre sclastic rappresenta un degli ambit disciplinari che nei prssimi

Dettagli

Dipartimento di Medicina Veterinaria. in collaborazione con. Corso di Project Management

Dipartimento di Medicina Veterinaria. in collaborazione con. Corso di Project Management Dipartiment di Medicina Veterinaria in cllabrazine cn Crs di Prject Management Premesse Il crs nasce a seguit dell esperienza vissuta da un un grupp di dcenti e ricercatri del Dipartiment di Medicina Veterinaria

Dettagli

IL MODELLO DI RIFERIMENTO

IL MODELLO DI RIFERIMENTO allegat 1 Alternanza Scula Lavr Il Prgett Rete telematica delle Imprese Frmative Simulate-IFSper la diffusine dell innvazine metdlgica ed rganizzativa IL MODELLO DI RIFERIMENTO Sit Web: www.ifsitalia.net

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE STATALE ABBA - BALLINI Via Tirandi n. 3-25128 BRESCIA tel. 030/307332-393363 - fax 030/303379 www.abba-ballini.it email: inf@abba-ballini.it DIPARTIMENTO DI INFORMATICA Attività

Dettagli

CENTRO DI TERAPIA INTENSIVA PER IL TRATTAMENTO DELLE SITUAZIONI DI CRISI IN PSICHIATRIA.

CENTRO DI TERAPIA INTENSIVA PER IL TRATTAMENTO DELLE SITUAZIONI DI CRISI IN PSICHIATRIA. All.5) CENTRO DI TERAPIA INTENSIVA PER IL TRATTAMENTO DELLE SITUAZIONI DI CRISI IN PSICHIATRIA. Cntest attuale e svilupp del prgett Il Centr di Terapia Intensiva (CTI) è un servizi trasversale a cui afferiscn

Dettagli

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015

Comunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 Cmunità di pratica Newsletter n 6 del 12/06/2015 LA RELAZIONE CONCLUSIVA PERCHÉ UNA PIATTAFORMA PER LA DIDATTICA? IL MANDATO DEL COLLEGIO Cn l individuazine della Funzine strumentale per l us dell infrmatica

Dettagli

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE GLI STRUMENTI DELL'OPERATORE SANITARIO PER LA TUTELA DELLA SALUTE, DI TUTTI Nel 2008 l OMS ha presentat i lavri cnclusivi della Cmmissine sui Determinanti Sciali di

Dettagli

Comune di Ortona Ente d'ambito Sociale N. 28 www.eas28.it AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 28 ORTONESE. Comune di ORTONA - Ente di Ambito Sociale

Comune di Ortona Ente d'ambito Sociale N. 28 www.eas28.it AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 28 ORTONESE. Comune di ORTONA - Ente di Ambito Sociale Cmune di Ortna Ente d'ambit Sciale N. 28 www.eas28.it AMBITO TERRITORIALE SOCIALE N. 28 ORTONESE Cmune di ORTONA - Ente di Ambit Sciale Pian Lcale per la Nn Autsufficienza 2014 1 Smmari 1. Cmuni cstituenti

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

La gestione del rischio clinico PIANO DI FORMAZIONE. REGIONE TOSCANA Giunta Regionale

La gestione del rischio clinico PIANO DI FORMAZIONE. REGIONE TOSCANA Giunta Regionale REGIONE TOSCANA Giunta Reginale Direzine Generale Diritt alla Salute e Plitiche di Slidarietà La gestine del rischi clinic PIANO DI FORMAZIONE 50127 Firenze, Via di Nvli 26 Tel. 055/4382111 http:\\www.regine.tscana.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.PUECHER di ERBA

ISTITUTO COMPRENSIVO G.PUECHER di ERBA Sn stati elabrati e deliberati dal Cllegi dei Dcenti: Patt pedaggic di Istitut, di Pless, di Team Prgrammazine di Istitut, di Pless, di Sezine Criteri di sservazine cndivisi Criteri per la predispsizine

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA. TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Ufficio Competente per l operazione

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA. TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Ufficio Competente per l operazione PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE BASILICATA FSE 2007-2013 CCI N 2007 IT 051 PO 004 Decisine della Cmmissine Eurpea C (2007) 6724 del 18 dicembre 2007 TENUTA DEL FASCICOLO DI OPERAZIONE A cura dell Uffici Cmpetente

Dettagli

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE STRUMENTO N 5 QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE

COMUNE DI CISLIANO. Provincia di Milano LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE COMUNE DI CISLIANO Prvincia di Milan LEVA CIVICA VOLONTARIA BANDO PER LA SELEZIONE DI 3 VOLONTARI NELL AREA AMBIENTE PREMESSA La crisi che sta investend il mnd del lavr determina l aument della fascia

Dettagli

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA. Annualità 2014/2016

PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITA. Annualità 2014/2016 SERVIZIO POLITICHE SOCIALI PROVINCIA DI SONDRIO Settre Prgrammazine integrata, turism, cultura, istruzine, frmazine, lavr e plitiche sciali PIANO PROVINCIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE

Dettagli

I ruoli della libreria nel Programma NpL

I ruoli della libreria nel Programma NpL I ruli della libreria nel Prgramma NpL Le librerie sn ricnsciute da NpL cme lughi facilitanti all intern delle reti lcali del Prgramma. Grandi piccle, indipendenti, di catena, psizinate nei circuiti della

Dettagli

Il Piano di Assistenza Individualizzato (PAI)

Il Piano di Assistenza Individualizzato (PAI) Il Pian di Assistenza Individualizzat (PAI) Igiene e cultura medic-sanitaria Unità 6 Metdlgia sanitaria e sciale 1 Oltre al Prgett Educativ Individualizzat (PEI), anche il Pian di Assistenza Individualizzat

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

AIECCS e CSEN organizzano il terzo Corso di formazione per OPERATORI IN PET THERAPY (interventi assistiti dall animale)

AIECCS e CSEN organizzano il terzo Corso di formazione per OPERATORI IN PET THERAPY (interventi assistiti dall animale) AIECCS e CSEN rganizzan il terz Crs di frmazine per OPERATORI IN PET THERAPY (interventi assistiti dall animale) Il crs è rivlt ad appassinati e prfessinisti che perin nel settre sanitari, sci-assistenziale

Dettagli

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET STRUMENTO N 7 QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

Conferenza dei Servizi di Prevenzione della Regione Piemonte

Conferenza dei Servizi di Prevenzione della Regione Piemonte Cnferenza dei Servizi di Prevenzine della Regine Piemnte Villa Gualin, Trin, 9 dicembre 2009 Rbert Ras Daniela Rivetti Pian Reginale di Prevenzine 2010-2012 OBIETTIVI GENERALI di SALUTE SDO 2007 29.772

Dettagli

FAQ - Esenzioni per malattie croniche e rare

FAQ - Esenzioni per malattie croniche e rare Esenziinii dall tiicket Ultim aggirnament: 18 Maggi 2010 FAQ - Esenzini per malattie crniche e rare 1. Csa sn i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA)? I Livelli Essenziali di Assistenza sn cstituiti dai

Dettagli

SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY

SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY SPORTELLO PER L'INSERIMENTO LAVORATIVO DEI DISABILI NELLE PROFESSIONI DELL'INFORMATION TECHNOLOGY Oggett: infrmazini in merit alla ricerca candidature di persnale cn disabilità Per quant riguarda le azini

Dettagli

VISTO l art. 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165 commi 1.2.3;

VISTO l art. 25 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165 commi 1.2.3; I.C. VIA PALMIERI TOIC88300Q -TOIC88300Q@istruzine.it Via Palmieri 58 10138 TORINO Tel. n. 011/4476070 - fax n. 011/4476164 Prt. N. 4320 A1b Trin, 10/09/2015 Agli Insegnanti del COLLEGIO DOCENTI p.c. al

Dettagli

Associazione La Goccia Onlus. Carta dei servizi. Comunità Familiari per Minori La Goccia e La Stella Centro Servizi per la Famiglia e Centro Studi

Associazione La Goccia Onlus. Carta dei servizi. Comunità Familiari per Minori La Goccia e La Stella Centro Servizi per la Famiglia e Centro Studi Assciazine La Gccia Onlus Carta dei servizi Cmunità Familiari per Minri La Gccia e La Stella Centr Servizi per la Famiglia e Centr Studi Indice 1. Intrduzine... 3 2. Presentazine... 3 3. Principi ispiratri

Dettagli

(Adottato con Deliberazione del Direttore Generale n 1665 del 23 novembre 2001)

(Adottato con Deliberazione del Direttore Generale n 1665 del 23 novembre 2001) Regine Calabria ATTO AZIENDALE (Adttat cn Deliberazine del Direttre Generale n 1665 del 23 nvembre 2001) IL Direttre generale Dtt. Alfns COSENTINO Nvembre 2001 AZIENDA SANITARIA n. 6 Lamezia Terme ATTO

Dettagli

Regolamento della Formazione. della Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna

Regolamento della Formazione. della Azienda Unità Sanitaria Locale di Ravenna Reglament della Frmazine della Azienda Unità Sanitaria Lcale di Ravenna Apprvat cn delibera del D.G. n. 727 dell 1.12.2008 1 INDICE Titl pag. Premessa 3 Il Sistema di Educazine Cntinua in Medicina 6 La

Dettagli

PERCORSO ISO 9001:2015

PERCORSO ISO 9001:2015 PERCORSO ISO 9001:2015 In cllabrazine cn Intrduzine: Per la fine del 2015 è prevista l entrata in vigre della nuva versine della ISO (Internatinal Organizatin fr Standardizatin) 9001:2015, l standard internazinale

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli

Marisa Fabietti. Curriculum Vitae Marisa Fabietti INFORMAZIONI PERSONALI. +390718063808 marisa.fabietti@regione.marche.it

Marisa Fabietti. Curriculum Vitae Marisa Fabietti INFORMAZIONI PERSONALI. +390718063808 marisa.fabietti@regione.marche.it INFORMAZIONI PERSONALI Marisa Fabietti +390718063808 marisa.fabietti@regine.marche.it Nata a Jesi (An) il 12/10/1964 POSIZIONE PER LA QUALE SI CONCORRE POSIZIONE RICOPERTA Servizi Attività prduttive, lavr,

Dettagli

Indice. Via Campo d Arrigo 40-42/r - 50131 Firenze Tel. 055 4089304 fax. 055 4089942 www.multiverso.biz info@multiverso.biz

Indice. Via Campo d Arrigo 40-42/r - 50131 Firenze Tel. 055 4089304 fax. 055 4089942 www.multiverso.biz info@multiverso.biz Indice 1. intrduzine 2. analisi del cntest territriale e del mercat 3. scuting 4. netwrking 5. learning 6. Avvi e accmpagnament 7. iniziative cmplementari Via Camp d Arrig 40-42/r - 50131 Firenze www.multivers.biz

Dettagli

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein Lice Classic - Lice Artistic - Lice Scientific - I.P.S.I.A. E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la giia della creatività e della cnscenza Albert Einstein Ann Sclastic: 2013/2014 1 Lice Classic

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco

COMUNE DI CIVATE Provincia di Lecco COPIA COMUNE DI CIVATE Prvincia di Lecc ZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 628 Reg. Pubblicazini N. 106 Registr Deliberazini del 24-09-2015 OGGETTO: APPROVAZIONE CONVENZIONE CON L'ALER DI LECCO PER LO SVOLGIMENTO

Dettagli

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST

ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST ALLEGATO 3 MODULO DI ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO EST Ragine Sciale: Sede: via cmune prv. P.IVA: cd. fisc. Telefn: Fax: Email: PEC: Persna di riferiment: rul: recapit tel. email Descrizine attività e principali

Dettagli

BANDO Sette asili nido per sette regioni Sostegno alle famiglie nella cura all'infanzia. Invito

BANDO Sette asili nido per sette regioni Sostegno alle famiglie nella cura all'infanzia. Invito BANDO Sette asili nid per sette regini Sstegn alle famiglie nella cura all'infanzia Invit Nel rinnvare il lr impegn di svilupp e prmzine sciale, la Fndazine aiutare i bambini Onlus ( FAIB ) e UniCredit

Dettagli

il Dirigente Scolastico dispone quanto segue

il Dirigente Scolastico dispone quanto segue Prt. n. 3096 Bari, 31 lugli 2014 Oggett: Integrazine cn rettifica e prrga dei termini del Band per la selezine di ESPERTI e TUTOR finalizzat a istituire un ALBO per l attuazine delle azini di FORMAZIONE

Dettagli

PIANO ANNUALE INCLUSIONE. a.s.2014/15

PIANO ANNUALE INCLUSIONE. a.s.2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SIANO VIA SPINELLI 84088 SIANO (SA)-. 081/5181021-081/5181355 - C.F. 95140330655 e mail SAIC89800D@ISTRUZIONE.IT, SAIC89800D@PEC.ISTRUZIONE.IT, www.istitutcmprensivssian.gv.it

Dettagli

SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI

SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI S.S. Centr di Riferiment Reginale per la Prevenzine Onclgica (CRRPO) Direttre Pala Mantellini SISTEMA DI SITE VISIT PER L ASSICURAZIONE DI QUALITA DEI PROGRAMMI DI SCREENING ONCOLOGICI RAZIONALE E PROCEDURE

Dettagli

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA

PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA ann sclastic 2007-2008 PROGETTO RECUPERO DELLE DIFFICOLTA DI LETTURA E SCRITTURA Scula Media classi Prime, Secnde e Terze (applicazine del Metd FEUERSTEIN) 1 MOTIVAZIONE E BISOGNI Il Cllegi dei Dcenti,

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

Oggetto: Richiesta erogazione integrazione retta per cittadini autosufficienti. ALTRO (specificare) Presenta domanda per l integrazione retta

Oggetto: Richiesta erogazione integrazione retta per cittadini autosufficienti. ALTRO (specificare) Presenta domanda per l integrazione retta MODULO 1 AL DIRETTORE DEL C.S.S.M. Crs Statut n. 13 12084 Mndvì Prt... del. Oggett: Richiesta ergazine integrazine retta per cittadini autsufficienti Il/La sttscritt/a nat a il residente a in Via tel.

Dettagli

D.G. Sanità Comunicato regionale 16 agosto 2011 - n. 90

D.G. Sanità Comunicato regionale 16 agosto 2011 - n. 90 Bllettin Ufficiale 25 Serie Ordinaria n. 34 - Lunedì 22 agst 2011 D.G. Sanità Cmunicat reginale 16 agst 2011 - n. 90 Prevenzine del randagism e tutela della salute degli animali dmestici. Regine Lmbardia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA FRA DSMD AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 OLBIA E COMUNI DEL DISTRETTO SANITARIO DI OLBIA

PROTOCOLLO D INTESA FRA DSMD AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 OLBIA E COMUNI DEL DISTRETTO SANITARIO DI OLBIA PROTOCOLLO D INTESA FRA DSMD AZIENDA SANITARIA LOCALE N.2 OLBIA E COMUNI DEL DISTRETTO SANITARIO DI OLBIA 1 PREMESSA: Per quant cncerne la prgrammazine sci sanitaria integrata, la nrmativa di riferiment

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO

CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO OGGETTO: Criteri generali per l elabrazine dei prgrammi annuali e pluriennali relativi all attività di frmazine e aggirnament dei dirigenti. A seguit dell assenza

Dettagli

Inserimento socio-lavorativo di persone con problemi di salute mentale

Inserimento socio-lavorativo di persone con problemi di salute mentale FORMULARIO DELL AZIONE 1. NUMERO AZIONE 30 2. TITOLO AZIONE Inseriment sci-lavrativ di persne cn prblemi di salute mentale 3. DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Descrivere sinteticamente le attività che si intendn

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro

INDICE. 1. Cos è la Carta dei Servizi al Lavoro Carta dei Servizi al Lavr della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl INDICE 1. Cs è la Carta dei Servizi al Lavr 2. Presentazine della scietà pubblica Zna Ovest di Trin srl Missine e Finalità Attività

Dettagli