( itllri ( lrllltttt'o llrlt'r-rrlisl:r ('ul'ol)('o

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "( itllri ( lrllltttt'o llrlt'r-rrlisl:r ('ul'ol)('o"

Transcript

1 "ll federalisrno è I'unica possibil teorica della libertià" ( itllri ( lrllltttt'o llrlt'r-rrlisl:r ('ul'ol)('o I)i (' su Cattanco tanto si è ornrai pubblicato" chc anche lc poche osservazioli, qui di scguito avanzale. potranno scnìbrar c0rr ragione plt: onastiche, clel che anticipatarnente mi scuso. A rischio di apparir-quanto mcno irdverente, vorrci innanzi tutto notarc crlrlle la lorllrna (ahinoi pu stuna) del Cattaneo ftrleralista etr ropeo - ma anche fcdcralisla t rl court - particolarfit'nle nella pah-ia d'origine, Lrrrbarcla c italiana, senrbri risicdere nella singolarc sornmarietiì rlelle suc (pur numerose) indiciuioni in materia, per ciò stcsso aperte ad analisi t' studi intesi a svoìgcrne', approlonclirne e via via attualizzarne le possibili implicazioni c conseguenzc. Su un Cattaneo feder-alista sìa infra che sr4rr:rnnazionalc prima delle "Cintluc giornate", penso si possano avanzarc non piu chc delle ipotesi, anchc - e forse s0prattutto - argomentando su un yrrsteriorc pcrcorso ideale altrimenti- si potrebbe rlire - troppo rapido. l-c fonti, al riguardo, sono però quasi mute. Urìo, irì assoluto, dci maggiori - ed oggi, vcrosimilmt'ntc, il maggit> re - tra i conoscit()ri di Cattaneo - Carlo (), tacaita - giiì nella bclla, documentata introduzionc all'antologia di lcttere edita ncl 2003 rla Mondadori, concludcva assai irnpcgnativamente che "l'unione italiala voluta (la Cattaneo ben prina dcl '48 era I'unione fedcralc, policenbìca, rispctlosa delle variela internc generalc dalla storia c insieme garante dellc autonomie a ogni livef lo rlell' orgatizzazionc politica". Ma per provarlo poleva solo rifarsi a ltsti comc la recensione del '43 al Srstema nazionqle d'economia politica del dott. Federico List, o le osservazioni del '40 sui congrcssi scienti fici franccsi, in entrarrrbc trovando combatlutc le "illusioni del concentramento politico"r). Quanto a un'estensione tlel prìncipio federirle all'duropa, dowebbe far testo - perche aitrc non se nq danno - la notazione del 'i13, pure ricordata da l-acaita, rclativa agli Stati Uniti clanrcrica: che in virtir del kr ro patk) fcderale costiluivano "una nazion(ì ix)ssen1e" e non "una grcggia di piccole colonit: sbrancate, invidiose, nemiche, costrctte a viverc coll'armi aììa mano, I)eq)etuanlentc, come gli cur,fei"::'. Sappianr<;, s'inten(le, che Cattaneo operava all'interno di un sistc' ma qutlkr del restaurato assolulismo asburgico - le cui regolc avcva coscienlencnte accdlato per potervi introdurre i fermcnti di qutl civile progrcsso al clualc s'era votato nel solco aperto clal vcnerato rnaestro Romagrìosi- Ma se fino al '48 di fedcralisno in effctti non si occupò - e avrcbbe potuto farlo, trattando da studioso sia dtlllrrdinanerrto feclerale arnericano sia di quelkl della confcderaziorrc clvetica, che pure ben corrosceva pel averla non solo fisicamente pt:rcorsa, insieme all'anrico ticinesc lìranscini, nla scierìtifìczì.merìte accostata attravcrso la tracluzione di un farììoso testo svizzero ledesco - (lovctte essere - almeno a me pare - perche non nc vedeva I'altualita e quindi la conc -(: ta pubblica utilità. Se poi della vicenda americana può colpirc Ìa citazione non piu chc episodica su un pur lungo arco di tcmpo, tanlo piu dovrcbbe stupirc la mancata registraz ione tra il '47 e il '48 di quella gucrra intestina - c<ìsiddctta dcl Sorulerhund - che ianto profondamentc incise nell'ortlinamcnto politico-istituzionalc clvctico, promuovendonc la trasformazione da confederale, com'era sin allora stakr, in federalc. Iì quando vi accenntriì, nel '59, sam solo per notare comc "la repubblica svizzcra" risultasse, nel '48, "ringiovanita nel sangue"!). Ci si può, beninteso, ancora chiedere se c fino a qual punto al noslro autore la questione inleressasse, o gli sembrasse opportuno sollevarla. l,e fonti rni sembrano al riguardo, nel loro silenzio, significative. Sia il travagli0 che portò i tredici Stati sovrani, emersi vittoriosi oltre Atlantico dalla guerra combattuta, da confedcrati, contro la madrepatria, all'unionc fcderale corrcordata a Filadelfìa nt'l 1787, sia qucllo segnato sessant'al ri dopo dalla guerra nclla vicina Svizzera non dovevano figurarc tra lc suc prerrcupazioni. t' ciò - si badi - anche dolxr il traumatico coirrvolgimenkr ncll'insurrezitr ne milancsc. Non mi pare del rcsto cìiificilc intendernc lc ragioni. (luando invoca urì patlo tra popoli o nazioni divcrse, abbiano o neno in colnudc ling-ua. religione, costunri, e/o una precedcnt(' forzala forrna di unirr ne, Cattanco è inevitabilmente portato a colkrcarsi in una situazione similc a quella clei lirnratari della d jchiarazionc d'indipcndt'nza delle trcdici colonie. Che in una fcclerazione il potere milìtare dcbba essere costituziooalnentc feclcmle e n()n (li spettanza dei singoli Slati non ò, cvidcntementc, questionc affrontrbile quando si tratta inn nzi tutto, clutl medesimo potere. di averìo per potcr combattcre l'opl)rcssore. Di qui le indicazioni e lc s<ftolineaturc di proc('ssi di nalura chiaramentt' confedcrativa, com(' quelli abboncìantenrcnle rinvenibili nei carteggi, in particolare fra il '41ì c il'51. Non pcr caso, dunque, già ncì gennaio del'48 Cattan(r) ha insistito "sulla islituzione di coryi militari lombardi", per questo rischiando il conlìno. Quando poi a Milano arriva, rl l7 marzo,la sconvolgente notizia dei fatli di Vienna c viene data per imminente anche a Milano la concessione deìla liberlà di stampa, nel foglio che ha inizialnrente pensato di pubblicare - "ll Cisalpino", un nome che a Milano non può non richiamarc tempi di grandi, rivoluzionarie speranze - I'articolo inaugurale potrebbe così riassumersi: "Armi e libertà per tutte le nazioni dell'lnpero, ognuno entro i suoi confini, c i soldati italiani al servizio degli italiani"'). lé fonli restano, nel scguito, univoche. Da Parigi, 15 ottobre 1848: la repubblica cli!'enezia (...) clovrebbe proporrt all'ungada un'alleanza oè lensiva c dilensiva, con riscrva di far' ne partccipi tutti quci pr4rli clclf inrpero auslriaco che volessero uscire di 3l

2 sefvillr. Sar( l)b. lìn passo l)(j-tr':rstin. nlar'( quesll coìrg(r'ia,di lx4xrliin Lrna Icderaziorrr'. Ciascun patst dovlcbbc richiiìrùar( iì s(r l slìe tr'ul)p(,, ( n( ga r('illlatto oj{ùi crnìlribuzi(dc alla fì nanrir inrlx finìe (...). Sol)ialull{) bisog (,fcìrbc irìvi1ar(, trrtte l, gcnli illiri' ch( ir coslillrìrsi irì lib( 11:ì, e \i rìczia clovf(bbe Irì:rìlcggiitr' la I)ac. túr Un garì c Croali, ogni lnpokr padrortl i casir sua, (' tlltti I)ronli rr difendcrsì rltllfo il n(tdico conùìl ì( r, Da Claslagrtola, (i lebbraio I ljl-r0: solo al uro(lo deììa Svirz( ra e (ì(gli 51a1i [-lrriti pur) accoppìarsi libcr'1à e urrila. Cosi solnrìì('dt( si adenrpìc il pft'c(llo (ì(,ì Irior'( lrtidr) lovvianlenl(. \'lacltìavcìlil cltr,il polxr1u. ptr con scr-virìc ìa lilrcrla. dt'v( lcn?ni so\ra Da I-ugalo. :10 sctterrbr0 1850: Slirli llnili rl fìufol)a: ogri popo r padron( ìn casa sùit'), I)a ( astaguola, irgosto Ill51: 5'1a/i írrilt è una laran l)arola ch( può scioglicre nxrìti proìrltrlì in llalia e in hrlla fìrropa ( prrir pr-r-,enirr een to rrlille conlrovefsic. (l al allfa cosar slrebbc slala sc Koss,tth. ìììvacc dì ìú)clarìrare Ilunbiziosa leprrbblì ca <ìci l\'lagyaroli. avcss{ l)rocllnralo li Slati Lrìili tlcl I)anubio; cluanli oclj e (lrrnnte {4)l)osizirrri di nreno in Ser via, in Croazia. in'l'rarsilvaniat quxl ftìit t' mezzo lernrine per haslì)ùnafclc Kro lànd.ritr l retlli wler,l'itttlu: ro austi'ìaco in rrna Svizzera gigantcscrr r'invincibilcl Iìconrl non prfcva rro'lriesl( c Venczia c l\lilalo a14xrggiafc il pirllr) di lì.(lerlv iorc conr{' una st rrrplice itllcanza. conri iàceva o da prir( il)io c{nr la Svizzcra i (ìrigiouì c i (ìinevdri? (-..) Io cre(lo che ìl lnìltci pio lì (lcralc, corì('corrvi( ne aglì Stali corlvirnc adcllc îgli incìivirlui. ( )gnu no (ìeve colìservirrc la sua sovftnil:ì pcì-s()nal(.._ I)a Castagnoìa, fine setternbre 1851: Car o Callilrìeo (1801 T 8{19) q! n un r katlo poslumo ogg disperso eseqlilto Ìr_rnre dialafirenle (Jopo a su.ì scornparsa da Caro Saskr, piîtore e folografo poacco nhrqialo a LLr(Jano o cofs defalo padro de fe(leralis[ìo taliarxr Pur non avendo.] lasc ato una srslenratca lr:ìltazone leorca del lerìa (ciò che ha indotlo a frequenl lor,,aturc (i inlerf)rctation rdlrllve ad tlso di conlrnqcnza poltica) gli studiosi hartlo evrdenzliìto conìo trlto I slo pensi-oro non so o quello po tico e istituzrona e, sia (ja glardatc coj,. p-ànlìicro f-o(lera sla. sv Lrfrpatos come progr;ìnrma di rinnovanrento dcla soc,.tà Ìir liaìna e elrropea terxlente alla nazjone ajelle inteli/qenze. n poernciì con glt oreììa rnerrl!n lar d G useppc MazzLnL, corne Oatlaneo a p ir r pres-à T fug aki Lì LugaÌìo scr veva nel I856a aììnrcon/lalrtolvlacch:quandoinrazznianfannoevvvaall'u)iliì.bis,, gna ri:rponller-o lacondo.\!1va alli Statj Utjtfid'l/ara In questa lormula, la sola che sra cofilpatlbleoola bcrtàcool taln, v è a teoraev è apratcai tuile c quest(,, poòs/brr! slannogàsooteaì(rr Lrn qrgantes(x) escùlp o, cl clrilà Svizeriì offre (ìompa,, dto t\tl usa nt-orna di qualsiasi provincia italiafa che voglia avcfe in sefo la Dace e liì berliì ica/?a,'ggl di C'arlo Caflanl'o, s, Lcîtere di Caltanca vo. a cura di N4 Canciìrn Pclrobof e I/1. frrgazzo. Firen,,e Bc nzona.20l0. p 372). Lajlllo r(\'idroco c oblìgatorio rlcvc nascer-{] lin dal nronrerrto cht tttt sin golo Stalr) sia lil)( rr) (...) e Ia lì(lrrir ziur'?sy'lr.ssd d('vc sotaclc al)peda ch('vi sono dul Stati confcdtrabili. AÌìzi. il plnto cìa rik'vart (-..) ò clucl kr dcllintr'rir e ir)rùcdiilla sr)\,raniti dilgnislalo e d( lla prontt e lib( fa atlvil;ì legisìativa allrjicala da ogrìi tx)l)oìo allt'grandi inlrovazi<rni sociali. sr. corldo l( su( cifcostittzcrr". l)a Castagnola, 29 oltobrc 1851: Il patto h clcral i approvalo l)cr conì blllare lutti insi('rne (...) ilgirrratìr'n 10 del (;rijlli e rlucllo rl,lla Ir.ga (ìúgia lurono pallidigu{ rra e n( digov( rno (...). I l)opoli (lfvono statuirl sin daì Ddmo islante Ia libcrtà, la sovr-arìil:r, nla dcvono rlarsì inlùcdia r soccofso corùc lanno ikrr'o nenrici, r.devodo larnc publì(l) patlo (...). tln lralto l{leialc vlrok'una clielit. un crnlgrcsso, una cf)stitucrìtc che lo scriva c ( ìlc lo sancis('a (...) pcr Ia plra e nurla rcrlazìone delpirllo rliguerla i.

3 Da Castagnola, 5 novembre 1[ì51: Combattere ognrko lel tutti e t ttí,er ogfluflo (...) vuole il buon dirilto lederale L'. A chi legge immagino non ci sia bisogno di sotlolineare I'importanza dell'uso piu volte ripetuto dcl tcrmine "sowanita": evidentemente piena, perche, tra l'altro, suffragata dall'insistito controlkr della forza militare. ll che tuttavia mi pare non ci artonzzi, sic et simplicitel, a n enere che al nostro autore non fosse chiaro il salto qualilativo da un assetto confederativo alla federazione: questione, al momento, allora, dmeno apparentemente, prematura; di certo, però, non esplicitamente affrontata. Come poi apparechiaro anche da taluno dei testi citati, tre anni dopo lo iato aperto a forza nella sua stessa vita dall'insurrezione milanese, Cattaneo e in ogni caso ben lontano da una rappresentazione dell'impero asburgico come il nemico as soluto, la cui distruzione soltanto potrebbe assicurare ordine e pace all'europa, come avrebbero sostenuto, sin in pieno Novecento, Lanti - troppi - europei. Ia notazione su un impero trasformabile in una "Svizzera gigantesca e invincibile" sembrerebbe altresì suggerire I'indicazione - peraltro non esplicitata - di una possibile graduazione della sowanita, dal livelkr degli Slati federati al superiore livello federale (come altresì all'intcrno dei singoli Stati federati). Procedendo su qucsta linea, pe raltro sempre ipotetica, si polrebbe congetturare che, a fondamento di un pacifico ordine conlinentaler3), Cattaneo, pur ampiamente valorizzando il principio di nazionalità, non intendesse coniugarlo alla piena, assoluta statualita, inevilabilmente contradditloria rispetto al sempre auspicato ordinamento federalistico. Che comprendendo, come si è detto, diversi gradi o livelli di statualità, in tal modo scinderebbe le appartenenze nazionali e regionali o cantonali - corrispondentemente salvaguardate, tra I'altro, nelle lo" ro valenze più specifìcamente socioculturali - dalla massima istanza politica, correttamente definibile ISTORiA nfrr-1.à SVT7.,NEÍIA l)0polo SVIZZITT.O ]ìnnico ZSCIIOKI{Ii r,^itl,l r'însi o ]'L 1îÀLIIltt DJXGUIT^ au'-lr STCOXD{ 'DìZIOìA Îlr'ESCr rrtlr) ontcr:tuc. Jonzo Y'"t,'to. pa LUGANO fr,'//,;, " 6 /829. ffi Linconlro d Carlo Catlaneo con a Svizzera esempio di nazione confederata tra ipiù ani chi n Europa - risale alla pr ma g ovinezza, all'epoca in cui a lv ano seguiva da studente pr vatista i cors un versitar di diritlo. Altrallo dalle tradizioni dernocratiche e fede rali dell'antica Confederazione elvetica, nell'autunno del 1821 fu indolto ad inlraprendere una 'corsa pedestre" ollre le Alpi, spingendosi fino all'industriosa e florìda città di Zurigo. Ad accompagnado - per sua stessa lestimonianza (C. Cattaneo, Sc/t politicied ept sto/aflb, pubblicati da G. Bosa e J. White Mario, Firenze , ll, pp ) era stato I'amico ticinese Stefano Franscini, di qualche anno piir anziano, che a Milano, dopo l'abbandono deglistuda in seminario, svolgeva a queltempo attività di maestro elementare. Dal contatto stabilito allora per la prima volta con la variegata realtà elvetica, sarebbe in seguito maìurata la decisione di tradurre in italiano la /storà della Svizzera del pubblicista argoviese Heinrich Zschokke. La traduzione fu eseguita a quattro mani daj due am ci, che condividevano il medesimo nteresse per il "laboratorio" elvetico. ll libro uscì in due tom nel per i tipi del tipografo luganese Giuseppe Ruggia. come federale, peraltro competente Dove il salto dalla situazione consu poche seppur decisive materie. federale alla federazione risultereb- Come, riferendosi nella fattispe- be condensato nell'espressione "srcie all'ltalia, sintetizza un noto pas- curtà e (...) vigilanza delli altri tutti", st dell'insarezione di Milano: secondo appunto l'esperienza amencana. ogni popolo in casa sua, sotto la sicur- Si colloca in quest'ordine d'idee, ta e la vigilanza dellialtri tutti. Cosine nettamente distanziando il nostro insegna la sapiente Americau). autore, anche a questo riguardo, 33

4 "ll federalisrno è I'unica possibil teorica della libertià" ( itllri ( lrllltttt'o llrlt'r-rrlisl:r ('ul'ol)('o I)i (' su Cattanco tanto si è ornrai pubblicato" chc anche lc poche osservazioli, qui di scguito avanzale. potranno scnìbrar c0rr ragione plt: onastiche, clel che anticipatarnente mi scuso. A rischio di apparir-quanto mcno irdverente, vorrci innanzi tutto notarc crlrlle la lorllrna (ahinoi pu stuna) del Cattaneo ftrleralista etr ropeo - ma anche fcdcralisla t rl court - particolarfit'nle nella pah-ia d'origine, Lrrrbarcla c italiana, senrbri risicdere nella singolarc sornmarietiì rlelle suc (pur numerose) indiciuioni in materia, per ciò stcsso aperte ad analisi t' studi intesi a svoìgcrne', approlonclirne e via via attualizzarne le possibili implicazioni c conseguenzc. Su un Cattaneo feder-alista sìa infra che sr4rr:rnnazionalc prima delle "Cintluc giornate", penso si possano avanzarc non piu chc delle ipotesi, anchc - e forse s0prattutto - argomentando su un yrrsteriorc pcrcorso ideale altrimenti- si potrebbe rlire - troppo rapido. l-c fonti, al riguardo, sono però quasi mute. Urìo, irì assoluto, dci maggiori - ed oggi, vcrosimilmt'ntc, il maggit> re - tra i conoscit()ri di Cattaneo - Carlo (), tacaita - giiì nella bclla, documentata introduzionc all'antologia di lcttere edita ncl 2003 rla Mondadori, concludcva assai irnpcgnativamente che "l'unione italiala voluta (la Cattaneo ben prina dcl '48 era I'unione fedcralc, policenbìca, rispctlosa delle variela internc generalc dalla storia c insieme garante dellc autonomie a ogni livef lo rlell' orgatizzazionc politica". Ma per provarlo poleva solo rifarsi a ltsti comc la recensione del '43 al Srstema nazionqle d'economia politica del dott. Federico List, o le osservazioni del '40 sui congrcssi scienti fici franccsi, in entrarrrbc trovando combatlutc le "illusioni del concentramento politico"r). Quanto a un'estensione tlel prìncipio federirle all'duropa, dowebbe far testo - perche aitrc non se nq danno - la notazione del 'i13, pure ricordata da l-acaita, rclativa agli Stati Uniti clanrcrica: che in virtir del kr ro patk) fcderale costiluivano "una nazion(ì ix)ssen1e" e non "una grcggia di piccole colonit: sbrancate, invidiose, nemiche, costrctte a viverc coll'armi aììa mano, I)eq)etuanlentc, come gli cur,fei"::'. Sappianr<;, s'inten(le, che Cattaneo operava all'interno di un sistc' ma qutlkr del restaurato assolulismo asburgico - le cui regolc avcva coscienlencnte accdlato per potervi introdurre i fermcnti di qutl civile progrcsso al clualc s'era votato nel solco aperto clal vcnerato rnaestro Romagrìosi- Ma se fino al '48 di fedcralisno in effctti non si occupò - e avrcbbe potuto farlo, trattando da studioso sia dtlllrrdinanerrto feclerale arnericano sia di quelkl della confcderaziorrc clvetica, che pure ben corrosceva pel averla non solo fisicamente pt:rcorsa, insieme all'anrico ticinesc lìranscini, nla scierìtifìczì.merìte accostata attravcrso la tracluzione di un farììoso testo svizzero ledesco - (lovctte essere - almeno a me pare - perche non nc vedeva I'altualita e quindi la conc -(: ta pubblica utilità. Se poi della vicenda americana può colpirc Ìa citazione non piu chc episodica su un pur lungo arco di tcmpo, tanlo piu dovrcbbe stupirc la mancata registraz ione tra il '47 e il '48 di quella gucrra intestina - c<ìsiddctta dcl Sorulerhund - che ianto profondamentc incise nell'ortlinamcnto politico-istituzionalc clvctico, promuovendonc la trasformazione da confederale, com'era sin allora stakr, in federalc. Iì quando vi accenntriì, nel '59, sam solo per notare comc "la repubblica svizzcra" risultasse, nel '48, "ringiovanita nel sangue"!). Ci si può, beninteso, ancora chiedere se c fino a qual punto al noslro autore la questione inleressasse, o gli sembrasse opportuno sollevarla. l,e fonti rni sembrano al riguardo, nel loro silenzio, significative. Sia il travagli0 che portò i tredici Stati sovrani, emersi vittoriosi oltre Atlantico dalla guerra combattuta, da confedcrati, contro la madrepatria, all'unionc fcderale corrcordata a Filadelfìa nt'l 1787, sia qucllo segnato sessant'al ri dopo dalla guerra nclla vicina Svizzera non dovevano figurarc tra lc suc prerrcupazioni. t' ciò - si badi - anche dolxr il traumatico coirrvolgimenkr ncll'insurrezitr ne milancsc. Non mi pare del rcsto cìiificilc intendernc lc ragioni. (luando invoca urì patlo tra popoli o nazioni divcrse, abbiano o neno in colnudc ling-ua. religione, costunri, e/o una precedcnt(' forzala forrna di unirr ne, Cattanco è inevitabilmente portato a colkrcarsi in una situazione similc a quella clei lirnratari della d jchiarazionc d'indipcndt'nza delle trcdici colonie. Che in una fcclerazione il potere milìtare dcbba essere costituziooalnentc feclcmle e n()n (li spettanza dei singoli Slati non ò, cvidcntementc, questionc affrontrbile quando si tratta inn nzi tutto, clutl medesimo potere. di averìo per potcr combattcre l'opl)rcssore. Di qui le indicazioni e lc s<ftolineaturc di proc('ssi di nalura chiaramentt' confedcrativa, com(' quelli abboncìantenrcnle rinvenibili nei carteggi, in particolare fra il '41ì c il'51. Non pcr caso, dunque, già ncì gennaio del'48 Cattan(r) ha insistito "sulla islituzione di coryi militari lombardi", per questo rischiando il conlìno. Quando poi a Milano arriva, rl l7 marzo,la sconvolgente notizia dei fatli di Vienna c viene data per imminente anche a Milano la concessione deìla liberlà di stampa, nel foglio che ha inizialnrente pensato di pubblicare - "ll Cisalpino", un nome che a Milano non può non richiamarc tempi di grandi, rivoluzionarie speranze - I'articolo inaugurale potrebbe così riassumersi: "Armi e libertà per tutte le nazioni dell'lnpero, ognuno entro i suoi confini, c i soldati italiani al servizio degli italiani"'). lé fonli restano, nel scguito, univoche. Da Parigi, 15 ottobre 1848: la repubblica cli!'enezia (...) clovrebbe proporrt all'ungada un'alleanza oè lensiva c dilensiva, con riscrva di far' ne partccipi tutti quci pr4rli clclf inrpero auslriaco che volessero uscire di 3l

5 )' v'. " \ é l:.'. r'",,',.' l,llì. I?...! : I l:-.';:i' 'Dl,i i lt.èil ),),) _:t!s::.2;, a:rai ch-o cofiro l d Spol sìrlo ss1erllalcderal V(){lslatjegassst-.a lattasfonììazo le fruova D ir IrnkrrÌìn llo..lcoe ldt]sl acne.jusl a7(rlle(]'opocaqunpro.]o la ()eìl]ala]:so1tc lltjre1848.s{)fnîaaqucadegs il1i ]nli.]amcrcileapr lcrpidearvoll1l(]nefran(es() presentanl.:jcl.cse() loedc a:ìo(jclàciviieí)arlico a()()slr..ìtlodalì SlLrder. be JJ tjr.lrinzùrch.llrr(ro lertra tlilrl olhok) da \'lazzili, Li pusteriorc rit'ottsìc1t' ruione cìi clucll'evoluzìonc rlci lap porti lra Vi('nra e i clivcrsi pr4xr ìi clell'irnpt nr cltc pure ha avttto ur irìrpatto cstr(,rralncnte incisivo - e cla Cattant'o ad('guatantnle solloli neato - nc'llo sviluppo sociot'colomico ciell'artrala Iltnbartlia. Sc firrr al '41'l la )tivi(nr( l)rcvalentc è slalir inlirtti quella rcìaliva al benefico inrpatto tlelle st'ltcccntc sche rifonne asburgiche, cou lirvvia sottolint'alrrra a proposilo rltl' la grandt opcrazione cataslîl('. giiì, pcr così dirc, all'indomaui tlellinstu:reziorc. ticlr bartco la critica per ciò che r1ucl1a, conre altre ittiziittive pur in vario uroclo positiv(', sottintendcvî. I)erché, polrcnuno ri:ls surnel'e, si trirltava dcl ìato lxrsilivcr di un'inplcsa l)olitican('rl(' ìntcsa a svcllere rlirlla srrieta lorrbitrda le preesisterìti autononìie o ìibt'r'tà: di quello che non si potrebbc non definire, con lo stcsso nostfo alrtore, fecleralisrnri, lreniltcso di ancicn rí gi,ne. lìcsla, ìn prt4rosito, lirnrlarnenlalc il tcsto corrpreso nt'll'archivio triorìnirle, tírnlc volte gillslilrnente ric{)rdatolr' : ()Lrelì'Austria /ederal,, t ltc aveva potùlo rì( ììo stesso tc'ltlpo govcrnare lc lriar<lrc col consiglio tli vescovi intoll(rarli, t'\lilano tor c1ucl1o di audilci prnsalori. r' rr'gnar'e in LInglt r'ia col libero vcrlo rli gcnti arnralc,?tusi?sli ta ron iúurfu 'leresa. (ìiir corr (iiuseplx' di l.ofena crano lcsc tl'ogni partc lc slriììalìc dell'aulica c( r)lralità (...). \rììr'guelre napoìr'orichr, il govcrno austriaco sì c(,nlpose ognora piir a rlìttatoria rigi(l( rza, medlrc coìla lx rrlita clelle piir f( ùìok'appendici. < collìrsurpazionc di Salisburgo, di lì-enlo. del la V.nezia c clclh Vaìt'llina, erasi l)(glìo spianato il cirnrlxr a ma tt,r'ialc unità. I)cr farsi stìettaùrenlc Lrrla, laustria dovtva pt-cferire arza lìngaa fra dieci: clcvarc a tlontinirr rrrit ùtint)raù2t1. \\\lliggcrc sul lclto di Iìocust' tutk' lallì(' nazioni. I)a (lual nronrcnto clla s'avvinse a una eal('na (l'inique ùcccssiliì, che la lrasscro di grarkr in grado agli c'ceidi clella Calizia c ai paliboli clell'i itr ]{llcrìa. In cr)slx{l(r ai qlraìi ò prx'o il (lirc cll clla lols( allc provirìc( ilir liarrt lc armi. Ia bancliera. il pubbli- ( o onore e lx ptivlrl:r sicufrzzl. Oglli passo ch'tlla faet vir dictr-cr il sogtto rlell'rrlità adtlolrrirva r' inirnicava urr ordine di citlarlirrì: <l('sliìva in tlllliil frr'dlito (ll'l sargoc itrliiìno. Colsideravioni larto ben argo lnelìtate apdaiorìo cvi(lenternenl(' un liutto tutt'altro clìe eslcmlr)ranco clella riflession(' cattaneana, facendo dntpiangcrc una trattaziolì(' più ampia e sislenralica del terna, in lal caso accostabilc a quella tocqut' vllia:la sull'antico Regine e la Riuoluzio e. Non diversarnente, una clcfinizirr llc come quella c(nrtcnuta in una lctlera rlcl '51, seìnpr{: da Castagrìr) la, a ragi0ne ficorrcnten'ìerìte cilztta, sul fedcralismo "teorica rlella l- bcrtà, I'unica p<-rssibil teorica dclla Iberlà"rrl, non può non farci rinrpiangere una piir distesa, sistcrrati- :14

6 ca trattazione dcl tema, quale Catta n(\) avrcbbe verosimilmenle potuto lasciarciì1). Ma alla quale, purtrop po. mai si dedicò. Giulio Guderzo Co bothe lòdijiche, uiete qui p\b í, antetrirrn il testo di unn relaziohe l?rluta dall'autore a Toino Io scorso naggio,,tel colso di ul Co ueg o celebraliùo del 150'a iue6ario dellltnificazi nc italiaka. l) Tra l'altro anchc per sollecitazione c cura rlei federalisti europei. Si vecla nella Iallispecie iì vol. Storia e pe/- cotsí delfederalismo. ]:eredità dì Carlo Cattaneo, a cura di l)aniela Prcda e Cinzia lìognoni Vcrcolli, Bologla,Il Mulino. t. I, ) Carlo Cattanco, Lcttere a cum di Carlo (;, Lacaita, MiÌano. Mondaclori, 2001Ì, p. IXfl. 3) Ibider. 4) Carlo Cattaùco, I'aghe fcderaliste e refxhhlicane. L'irsa rrezione di Mila io el llllll e la s acessina gteta. a cura e con intro(hrzionc di Arnrando Carrnlararìo. lìonra. Caprioti. 1945, p ) Si veda in proposilo la vocc firnrala da l:rnesto I'stîn n(.1 Dizîonaio biograjico deglí italiani, vol. 22, 1t ) Cattanco, 1-utt?/?. pp. 0(l{;1. 7) 1l,i, p. {ì5. lì) 1rl, p ) 1.ri, pp ) 1rt. pp. 8$9{). I l) 1ri, pp. 9l ) Iri, p ) lui.1t. I9'1. 14) Carl{) Catt,uleo, lhll'insurrczío e di Milano del ]848 e della suc..ssita guefta, a crra di lrrigi Arnbrosoli, I\,Iilano. Mondadcrri p ) Carlo Cattaneo, Tutte le orerc.^.\l ra di I-uigi Arnblosoli, vol. V. torno I, ÌIilano, llondadori. 1974, pp.61a> [ì16. Mi pare possano considerarsene premesse quelle contenuk. cl testo dellopuscolo dalalo llj dicc[t bîe 1847 (lqdiiz2o degli italia i di It bardia alla co gregazìo e certrale), írí. pd. 173 I8;1. lb) Catfanco, Izttere, p.97. l7) A tale assenza. noù compensata dal la reìativa abbondanza di notazi{rli episodiche. sipuò deì resto ragionevolrnente addebilare la Dìancata inserzionc ditesti cattaneani nella tbrtunatir antologia fedcralist.a dì Mario Albt'rtifi, (Ilfederalísmo e lo Stato f.' derale. Antologia e dejirlizil'ne, Mil^no, Girlflrè, 1963). L'intellùtuale I-'lstrttziorrr' ('(lrr('iurt(' n('ì l)enslr'r'{) rìi ('irr-lo ( lrtttrnt'o I'l una ner:essità dclla nente umana quella di enucleare e di ritenere in mcmoria I'aspetto piu importante del pensiero di un autore; ma la redactio ad u um è sempre soggettiva e corre il risc'hio tli scivolare in una sorta di catalogazione riduttiva poiche, privilegiando un argomento, rischia di tralasciarne altri ugualmente idrportanti. Non sempre ridurre all'unitarietà una produzione articolata, giova alla sua piena conl- Prensionc. E questa una considerazione condivisa da quanti analizzano la multiforme altivita di studioso e la ricca produzione, sparpagliata in modo asistematico in una miriade di scritti di argomento diverso, propria dell'ingegno polivalente di Carlo Cattaneo "multiforme senza essere enciclopedico, generale ma non mai gcnerico"r). Che Catlaneo abbia coltivato e padroneggiato gli studi positivi di economia, storia, etnografìa, linguistica, critica letteraria, diritto penale (] quanfaltro è vero; che sia il piu lucido sostenitore del federalismo politico, è incontestabile, ma definirlo semplicemente come positivista, storico, ecor]ol]rista, ctnografo, linguista, crirninokrgo o federalista è limitativo c pcr ccrti aspctti aleatorio. Piir interessante è cercare di individuare i pararrretri krgici e scientifici che fungono da deno' minatore alla sua vasta e variegafa produzione. Linput per una simile ricerca è dato da uno scritto della nlaturità in cui Catkrneo sintetizza in modo chiaro ed organico la caratlerislica della propria mctodologia scientifìca e defla sl.ta Weltanschaaung Scrive infatti nel 1862: "Listoria è una guerra dell'uomo coll'inospite natura, colla miscria, coll'ignoranza, coll'impotenza, in cui con assidue vittorie egli effettua il lento progresso della sua libertà"'2). Emerge da quesh affermazione una concezione diarnetralmente oè posta iúlo stato di natura dove "ttriio è bene uscendo dalle rnani dell'autore delle cose, tutto degenera fra le mani dell'uomri', espressa da Rousseau nell?ìzflla'", opcra chc Cattaneo conosce bene apprezzandonc lo spirito e giungcndo perlino a condividerne alcune suggestioni. In questa sede, piii che tracciare un pamgone tra il nostro e il (ìinewino, è importante rilevare che dalle po- che righe succitate traspaiano nìolti dei capisaldi del suo abib mentzrle. I-'aspetto piu evidente è costituito dal pragrnatismo di un intelletto che non si aurentura nei voli pindarici della fantasia e dell'immaginazione, ma rinìane saldamente ancorato alla concreùez-za delle vic'ende storiche: poi la visione globale e cosmo polita degli awenimenti che spazia al di là dei circoscritti orizzonti delle esperierze individuali o locali, cosmopolitjsmo prescindendo dal quale è impossibile capire pienamente il suo pensiero; infine la lotta dell'unranita contro I' inosf ite natura eìevata a mezzo propulsivo di ogni emancipazione materiale, moralc e culturale degli esseri umani. ll suo concetto di natura, da non confondersi col panorama agrario, è un elemento primario e neccssario. ln natura è forza costituita dall'insieme di fattori cosnici, geofisici, fisici, chimici, biologici che conclizionano l'esistenza dell'uomo inteso come organismo terrestre. (;li uomini sono deboli, poveri ed igîoranti ditutto, ma è grazie al perenne contrasto con la natura che si elevano gradualnente e faticosamentc al di sopra della misera condizione della loro originaria animalita aiiinando, nell'esercizio di questa contrapposizione, le proprie capacità pratiche ed intellettive, elaborando un linguaggio, creando tecnologie sempre piu sofisticate, costrucndo 35

del Cattaneo federalista europeo

del Cattaneo federalista europeo Il federalismo è l unica possibil teorica della libertà Carlo Cattaneo federalista europeo Di e su Cattaneo tanto si è ormai pubblicato 1) che anche le poche osservazioni, qui di seguito avanzate, potranno

Dettagli

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I

B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I B A N D O D I G A R A D A P P A L T O D I L A V O R I S E Z I O N E I ) : A M M I N I ST R A Z I O N E A G G I U D I C A T R I C E I. 1 ) D e n o m i n a z i o ne, i n d ir i z z i e p u n t i d i c o

Dettagli

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so

T R I BU N A L E D I T R E V IS O A Z I E N D A LE. Pr e me s so 1 T R I BU N A L E D I T R E V IS O BA N D O P E R L A C E S S IO N E C O M P E TI TI V A D EL C O M P E N D I O A Z I E N D A LE D E L C O N C O R D A T O PR EV E N T I V O F 5 Sr l i n l i q u i da z

Dettagli

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e.

U n po z z o art e s i a n o (fora g e) per l ap p r o v v i g i o n a m e n t o di ac q u a pot a b i l e. In m o l ti pa e s i po c o svil u p p a t i, co m p r e s o il M al i, un a dell a pri n c i p a l i ca u s e di da n n o alla sal u t e e, in ulti m a ista n z a, di m o r t e, risi e d e nell a qu al

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A

SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O. L an n o d u e m i l a u n d i c i a d d ì d e l m e s e di M a g g i o TR A Alle g a t o (A) all a Deli b e r a z i o n e Dir e t t o r e G e n e r a l e n 144 d el 23/ 0 5/ 2 0 11 Co m p o s t o d a n 6 p a g i n e SERVIZIO SANITARI O REGI ONE SARDE GN A -A.S.L. N 5 ORISTAN O

Dettagli

IL RISORGIMENTO IN SINTESI

IL RISORGIMENTO IN SINTESI IL RISORGIMENTO IN SINTESI La rivoluzione francese ha rappresentato il tentativo violento, da parte del popolo, ma soprattutto della borghesia francese (e poi anche del resto dei paesi europei) di lottare

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

La produzione e l utilizzo di informazioni statistiche per l analisi territoriale provinciale

La produzione e l utilizzo di informazioni statistiche per l analisi territoriale provinciale L Umbria attraverso le statistiche Presentazione dell XI edizione dell Annuario statistico regionale Conoscere l Umbria La produzione e l utilizzo di informazioni statistiche per l analisi territoriale

Dettagli

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia

Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA. Insegnante: Guastella Egizia Liceo T.L. Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2008-2009 STORIA Classe IV F Insegnante: Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti proposti dall insegnante e del manuale

Dettagli

La vita quotidiana durante la guerra

La vita quotidiana durante la guerra La vita quotidiana durante la guerra 1936: il discorso di Giuseppe Motta Ascoltiamo il discorso pronunciato da Giuseppe Motta, allora Consigliere federale, e quindi leggiamo il testo qui sotto riportato

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti III. 1958-1961. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti III. 1958-1961 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 914 Anno 1961 A Luigi Pellizzer Pavia, 22 settembre 1961 Caro Avvocato, io credo che la discussione

Dettagli

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o

La Ma d d a l e n a. riflette in se l i n t e r a p e n i s ol a e in u n c e r t o m e d o r o La Ma d d a l e n a. La Ma d d a l e n a è, p e r c o s i d i r e, u n m i c r o c o sm o a u t o s u f f i c i e n t e, s t a c c a t o c o n il s u o a r c i p el a g o dalla Sa r d e g

Dettagli

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica.

Scegli il meglio per la tua informazione giuridica. lex 24 codici civile Processo ico telemat immobili contratti società ne circolazio stradale lavoro famiglia ilità responsab to en im c ar e ris E-Learning mediazione penale servizi lass Business C to it

Dettagli

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO

IL PARTITO DEVE ESSERE UN LUOGO La vittoria della coalizione del centrosinistra alle elezioni Comunali di Milano di quest anno ha aperto uno scenario inedito che deve essere affrontato con lungimiranza e visione per riuscire a trovare

Dettagli

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 58 del 21/04/2016 Proposta N. 561/2016 OGGETTO: RISANAMENTO CONSERVATIVO DELL'EDIFICIO DENOMINATO EX CASA DEL POPOLO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE?

PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE? TEMA INSEGNAMENTO DELLE LINGUE STRANIERE PRIMA LINGUA STRANIERA A LIVELLO PRIMARIO: LINGUA NAZIONALE O INGLESE? La Svizzera non applica una regolamentazione uniforme in materia d insegnamento delle lingue

Dettagli

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7

NOSTRO SIGNORE. Is 45, 1 7 Sal 146 (145) At 2, 29 36 Gv 21, 5 7 NOSTROSIGNORE Is45,1 7 Sal146(145) At2,29 36 Gv21,5 7 Tra gli elementi costitutivi dell'esistenza umana, la dipendenza dell'uomo daun'autoritàè unfattoincontrovertibile. L'aggettivosostantivatokyriossignifica:

Dettagli

Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che

Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che Non c è niente di nuovo sotto il sole. C è forse qualche cosa di cui si possa dire Guarda questa è una novità? No, essa è già esistita nei secoli che ci hanno preceduto. Ecclesiaste, 1, 9-10 Roberto Chiappi

Dettagli

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010

Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Statistica associativa ramo infortuni Anni 2009 e 2010 Ed. settembre 2013 Agenda Obiettivo della statistica Oggetto della statistica Grado di partecipazione Alcuni confronti con la statistica precedente

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale

Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale IN F O R M A Z IO N I P E R S O N A L I Nome e Cognome Indirizzo Telefono Cellulare E-mail Nazionalità Data di nascita Codice Fiscale V a le n tin a B e c c h i E S P E R IE N Z E L A V O R A T IV E D

Dettagli

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO

UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO UNA VISIONE D INSIEME DEL SISTEMA SCOLASTICO - 49 - 3.1 INTRODUZIONE Volendo descrivere le province utilizzando contemporaneamente gli indicatori relativi alle diverse tematiche analizzate prima in modo

Dettagli

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani

PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE per la Corona del Discepolo a 33 grani PREGHIERE PER LA CORONA DEL DISCEPOLO A 33 GRANI Editrice Shalom 31.05.2015 Santissima Trinità Libreria Editrice Vaticana (testi Sommi Pontefici), per gentile

Dettagli

PROCESSO DI INDICIZZAZIONE SEMANTICA

PROCESSO DI INDICIZZAZIONE SEMANTICA PROCESSO DI INDICIZZAZIONE SEMANTICA INDIVIDUAZIONE DEI TEMI/CONCETTI SELEZIONE DEI TEMI/CONCETTI ESPRESSIONE DEI CONCETTI NEL LINGUAGGIO DI INDICIZZAZIONE TIPI DI INDICIZZAZIONE SOMMARIZZAZIONE INDICIZZAZIONE

Dettagli

Si prega di prendere visione della circolare allegata e di compilarlo in ogni sua parte, avendo cura di rispettare le scadenze indicate.

Si prega di prendere visione della circolare allegata e di compilarlo in ogni sua parte, avendo cura di rispettare le scadenze indicate. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO VIA CROCE ROSSA N. 4 20097 - SAN DONATO MILANESE COD. MECC. MIIC8FB00P C.F.: 97667080150 TEL 025231684 FAX 0255600141 Ministeriale:MIIC8FB00P@istruzione.it

Dettagli

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti

Annuario 231. Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Per i professionisti che si occupano di D.Lgs. 231/2001 Per le aziende in cerca di professionisti Perché? Le recenti azioni giudiziarie hanno indotto nelle aziende la necessità di dotarsi di un modello

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014

Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Intervento del Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza in occasione della Giornata della Memoria, 27 gennaio 2014 Signor Presidente della Repubblica, Gentili Autorità, Cari amici della comunità ebraica,

Dettagli

L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA

L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA UNITÀ 1 Capitolo 1 L'INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA (IRC) NELLA SCUOLA In questo capitolo vedremo: - la motivazione dell'irc nella scuola in genere - la motivazione dell'irc nella scuola cattolica

Dettagli

Per i diritti umani di Barbara Pezzini

Per i diritti umani di Barbara Pezzini Accademia della Guardia di Finanza, Bergamo 25 novembre 2009 Premiazione del Concorso ScuolAccademia 2009 Per i diritti umani di Barbara Pezzini Questo intervento si rivolge ad una comunità di studenti

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

LA PRIMA GUERRA MONDIALE

LA PRIMA GUERRA MONDIALE LA PRIMA GUERRA MONDIALE Premessa: Le nazioni europee più forti Vogliono imporsi sulle altre Rafforzano il proprio esercito Conquistano le ultime zone rimaste libere in Africa e Asia (colonie) Si creano

Dettagli

Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1

Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1 Documentazione dell Unità di Lavoro su Rappresentazione cartografica 1 Ordine di scuola Scuola Primaria De Amicis Santa Maria Nuova di Jesi: classe IV B Insegnante Silvia Cherubini Tempi A discrezione

Dettagli

LA BORSA ITALIANA DAL 1928: COMMENTO

LA BORSA ITALIANA DAL 1928: COMMENTO LA BORSA ITALIANA DAL 1928: COMMENTO L indice della borsa Italiana dal gennaio 1928 al dicembre 2004 esprime, nella versione a corsi secchi, ossia senza il reinvestimento dei dividendi, un rendimento nominale

Dettagli

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno

Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno Guardie volontarie e funzioni di PG: nota alla circolare del 15 ottobre 2005 del Ministero dell Interno a cura dell Avv. Valentina Stefutti Il Ministero dell Interno, con nota circolare prot. 1795 del

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA I.I.S. FEDERICO II DI SVEVIA LICEO SCIENTIFICO - OPZIONE SCIENZE APPLICATE - MELFI - PIANO DI LAVORO ANNUALE LINGUA E LETTERATURA ITALIANA CLASSE V AA A.S. 2015/2016 PROF.SSA VIOLANTE RIZZO FINALITÀ SPECIFICHE

Dettagli

Dispense di Filosofia del Linguaggio

Dispense di Filosofia del Linguaggio Dispense di Filosofia del Linguaggio Vittorio Morato II settimana Gottlob Frege (1848 1925), un matematico e filosofo tedesco, è unanimemente considerato come il padre della filosofia del linguaggio contemporanea.

Dettagli

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE

DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE DIGICULT: PRE SENTAZIONE GENE RALE Cosa è Digicult Il portale web Il magazine online Il podcast e la newsletter L'agenzia D i gi C U L T è u n a p i a t t a f o r m a c u l t u r al e It alia n a o n li

Dettagli

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara

Dieci regole d oro per una scrittura più chiara Dieci regole d oro per una scrittura più chiara 1. Mantieni corte le frasi; 2. Preferisci il semplice al complesso; 3. Preferisci le parole familiari, più conosciute; 4. Evita le parole inutili; 5. Metti

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

DENTRO il LIBRO LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando IL CONTENUTO

DENTRO il LIBRO LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando IL CONTENUTO DENTRO il LIBRO dai 9 anni LA VITA È UNA BOMBA! Luigi Garlando Illustrazione di copertina: Annalisa Ventura Pagine: 96 Codice: 978-88-566-4991-8 Anno di pubblicazione: 2015 IL CONTENUTO Il libro si struttura

Dettagli

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e

Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e Capitolo 7 2 LE PRATICHE QUOTIDIANE DI VALUTAZIONE. Negli Stati Uniti si considera che ogni ragazzo abbia delle abilità diverse rispetto gli altri, e siccome la valutazione si basa sulle abilità dimostrate

Dettagli

L Italia e l Europa nel XVI secolo

L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia e l Europa nel XVI secolo L Italia era un paese formato da stati regionali, divisi e fragili, che nel XV secolo erano rimasti in pace a vicenda visto l accordo di Lodi del 1454. Questo equilibrio

Dettagli

DA SUDDITI A CITTADINI

DA SUDDITI A CITTADINI DA SUDDITI A CITTADINI LO STATO ASSOLUTO 1) L'assolutismo. Lo Stato nasce in Europa a partire dal 15 secolo: i sovrani stabilirono il loro poteri su territori che avevano in comune razza, lingua, religione

Dettagli

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università Terebinto 11 Il Terebinto è una pianta diffusa nella macchia mediterranea. Nella Bibbia è indicata come l albero alla cui ombra venne a sedersi l angelo del Signore (Gdc 6,11); la divina Sapienza è descritta

Dettagli

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA

Comunicato Stampa. Ulisse (Ultimo recapito conosciuto) olio su tela, 2015. Cornici Pinelli. RegioneLombardia. ittà di RZINUOVI PROVINCIA DI BRESCIA MAURO MASSARI IDEA Comunicato Stampa Idea personale di pittura di Mauro Massari, Castello San Giorgio Orzinuovi, Brescia 10 gennaio 2016 Il giorno 10 gennaio 2016, si inaugura alle ore 10,30 la mostra

Dettagli

Cosa succede all uomo?

Cosa succede all uomo? Cosa succede all uomo? (utilizzo uomo o uomini in minuscolo, intendendo i maschietti e Uomo o Uomini intendendo il genere umano) Recentemente, mi sono trovato in discorsi dove donne lamentavano di un atteggiamento

Dettagli

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO

CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO CONFERENZA DI LUIGI BELLAVITA E PIERLUIGI NOVELLO MILANO 7 MARZO 2013 ISTITUTO SAN CARLO Il 19 luglio 1943 il generale Alexander sbarcò in Sicilia. Al Suo seguito un esercito militare, dotato dei più moderni

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

Informatizzazione del fondo Notiziari giornalieri della Guardia Nazionale Repubblicana.

Informatizzazione del fondo Notiziari giornalieri della Guardia Nazionale Repubblicana. I NOTIZIARI DEL DUCE. Informatizzazione del fondo Notiziari giornalieri della Guardia Nazionale Repubblicana. I - Sintesi del progetto I notiziari, redatti dall Ufficio I sezione situazione del Comando

Dettagli

LA RAGAZZA DELLA FOTO

LA RAGAZZA DELLA FOTO dai 9 anni LA RAGAZZA DELLA FOTO LIA LEVI Illustrazioni di Desideria Guicciardini Serie Arancio n 78 Pagine: 240 Codice: 978-88-566-3995-7 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTRICE Lia Levi, di famiglia ebrea,

Dettagli

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA PROGETTO MANDALA PER BAMBINI CONOSCERSI, GIOCANDO CON IL MANDALA E possibile imparare la geometria, le scienze, un metodo di studio e rappresentare

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012

IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 IL PERCORSO DEL MAESTRO ENRICO GALLO E DEI BAMBINI DELLA V^A DI BANCHETTE (IVREA) E DEL LABORATORIO DI INFORMATICA a.s. 2011-2012 Ho seguito, insieme ai miei alunni, due percorsi differenti che poi si

Dettagli

L impero persiano dalle origini al regno di Dario

L impero persiano dalle origini al regno di Dario Indice: L impero persiano dalle origini al regno di Dario L impero persiano alla conquista della Grecia La Prima Guerra Persiana La Seconda Guerra Persiana L Atene di Pericle L impero persiano dalle origini

Dettagli

Abitare. le metropoli ", le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi " ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag.

Abitare. le metropoli , le foto e il libro di Basilico. AlMaxxi  ritratto da Toni Thorimbert. Basilico MAXXI. L ' anticipazione a pag. Diffusione : 189861 Pagina 1: AlMaxxi " Abitare le metropoli " le foto e il libro di Basilico L anticipazione a pag. 21 LUIGI MORETTI Due scatti della mostra che ha inaugurato il museo nel maggio 2010

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. -

VDS-EX4 VDS-EX8 KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS. Istruzioni INSTALLAZIONE. Ma nua le n 17540 Rev. - KIT ESPANSIONE PERIFERICA VDS VDS-EX4 VDS-EX8 Istruzioni INSTALLAZIONE Ma nua le n 17540 Rev. - Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep si riserva

Dettagli

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI

PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI PROGRAMMA STORIA CLASSE IV H A.S. 2014 / 2015 PROF.SSA MARINA LORENZOTTI MODULO 1 DALL ANTICO REGIME ALL ILLUMINISMO Unità 1 La Francia di Luigi XIV 1.1 Dal governo di Mazzarino al regno di Luigi XIV Mazzarino

Dettagli

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante

Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante Guida didattica all unità 15 Un compleanno importante 1. Proposta di articolazione dell unità Presentiamo qui di seguito un ipotesi di articolazione dell unità 15, indicando una possibile scansione delle

Dettagli

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013

RELAZIONE FINANZIARIA 31 DICEMBRE 2013 RELAZIONE FINANZIARIA AL 31 DICEMBRE 213 PAGINA BIANCA 3/58 Indice Organi Sociali... 6 Consiglio di Amministrazione... 6 Collegio Sindacale... 6 Società di Revisione... 6 Specialist... 6 Nomad... 6 Struttura

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo

Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo Addio a Daniel Stern Teresa Borino, didatta Istituto di Gestalt HCC Italy, Palermo E con profonda commozione e viva partecipazione che scriviamo della scomparsa di Daniel Stern, psicoanalista americano

Dettagli

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Hanno risposto 32 insegnanti: 15 insegnano nella scuola secondaria inferiore, 17 in quella superiore. 2. Di questo campione, 23 insegnano

Dettagli

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA Signor Presidente, Signore e Signori, Cari colleghi, ringrazio innanzitutto il Governo del Brasile per l ospitalità che ha voluto riservare alle delegazioni

Dettagli

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO

L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO L AGGIORNAMENTO E L AUTOFORMAZIONE DEI FORMATORI GENERALI: L ESPERIENZA DI ASSOCIAZIONE MOSAICO Tamara Mazzoleni Convegno C.e.s.c. Lombardia Formatori in rete Costruzione di un percorso. Formazione generale

Dettagli

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.)

STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) STORIA DEGLI STATI UNITI D AMERICA (U.S.A.) OGGI Oggi gli Stati Uniti d America (U.S.A.) comprendono 50 stati. La capitale è Washington. Oggi la città di New York, negli Stati Uniti d America, è come la

Dettagli

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO

SOCIETÀ, STATO E DIRITTO 27 SOCIETÀ, STATO E DIRITTO Caratteri dello Stato Dal feudalesimo alla nascita dello Stato moderno Le idee del filosofo Immanuel Kant Le idee del filosofo greco Aristotele Il moderno Stato di diritto La

Dettagli

Signor Presidente, Signori Senatori,

Signor Presidente, Signori Senatori, AUDIZIONE DEL PRESIDENTE DELL AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO ANTONIO CATRICALÀ PRESSO LA I COMMISSIONE PERMANENTE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA NELL AMBITO DELL INDAGINE CONOSCITIVA SUL

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d Italia

Il Risorgimento e l Unità d Italia Il Risorgimento e l Unità d Italia IL CONGRESSO DI VIENNA Quando? dal 1 novembre 1814 al 9 giugno 1815 Chi lo ha voluto? Francia, Inghilterra, Austria, Prussia e Russia Perché? per ritornare al passato,

Dettagli

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento?

Il Risorgimento. Com era l Italia dopo il Congresso di Vienna, ossia prima del Risorgimento? Il Risorgimento Risorgimento (una definizione semplice): Si chiama Risorgimento la serie di avvenimenti che portano l Italia, nel corso dell Ottocento, all unità e all indipendenza. L Italia diventa un

Dettagli

Ponzio a Bologna Maggio 2009

Ponzio a Bologna Maggio 2009 Ponzio a Bologna Maggio 2009 Intervento di Gregorio Scalise Il filosofo Hans Blumenberg parla di esistenza di un inadeguatezza del linguaggio rispetto alla sensazione, topos che ricorre nella poesia, e

Dettagli

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente

Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Abilità dello studente Liceo Scientifico Nomentano PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Lingua e cultura latina secondo biennio e ultimo anno a.s. 2015-2016 Competenze Abilità dello studente A Padroneggiare gli strumenti espressivi

Dettagli

A SCUOLA DI LINGUA MADRE

A SCUOLA DI LINGUA MADRE A SCUOLA DI LINGUA MADRE Quello attraverso l'insegnamento della lingua madre è l'espressione di un recupero di identità, che a forza di materializzarsi, finirà per rendere i ragazzi stranieri nati in Italia,

Dettagli

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo.

Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il vuoto Una tazza di tè Un maestro giapponese ricevette la visita di un professore universitario (filosofo, ndr) che era andato da lui per interrogarlo. Il maestro servì il tè. Colmò la tazza del suo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO DI MORI PIANI DI STUDIO RELIGIONE CATTOLICA Per sviluppare una competenza di area occorre in primo luogo promuovere l acquisizione delle relative conoscenze e abilità in modo che esse

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

QUESTIONARIO. Progetto HOPEurope Speranza Europa

QUESTIONARIO. Progetto HOPEurope Speranza Europa QUESTIONARIO Progetto HOPEurope Speranza Europa Costruire cittadinanza, democrazia, pace e sostenibilità in un Europa unita e multilivello Scuole ed enti d'istruzione e formazione superiore Liguria 2014

Dettagli

INFORMATICA E DSA L'USO PRATICO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI. Dr. Enrico Rialti

INFORMATICA E DSA L'USO PRATICO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI. Dr. Enrico Rialti INFORMATICA E DSA L'USO PRATICO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI Dr. Enrico Rialti INFORMATICA NEI DSA COME MAI COMPITI COGNITIVI COMPITI ASSOCIATIVI STRUMENTO COMPENSATIVO PER LA LETTURA LA SCRITTURA IL RAGIONAMENTO

Dettagli

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei

Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei 2010 Il progetto, nato da una collaborazione tra le Biblioteche Civiche Torinesi e il Museo Diffuso della Resistenza della Deportazione della Guerra dei Diritti e della Libertà, presenta una serie di proposte

Dettagli

La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia,

La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia, La numismatica (dal latino numisma, a sua volta dal greco: νόμισμα - nomisma - cioè moneta) è lo studio scientifico della moneta e della sua storia, in tutte le sue varie forme, dal punto di vista storico,

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA. Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione: Liceo T.L.Caro Cittadella (PD) PROGRAMMA SVOLTO Anno scolastico 2007-2008 STORIA CLASSE IV BSO Insegnante:Guastella Egizia Argomenti svolti con l uso degli appunti dell insegnante e del manuale in adozione:

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI

ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI 1 ALLEGATO TECNICO PER L USO DEL PROGRAMMA RICHIESTA DATI ALUNNI DISABILI Il pr e s e n t e do c u m e n t o for ni s c e le info r m a z i o n i ne c e s s a r i e ed es s e n z i a l i a su p p o r t

Dettagli

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o

1 3INFORMAZIONI PER SONALI E SPERIENZA LAVORATIVA. F a x - 6Ļ1 T i p o di a zi e n d a o s e tt o r e T u ri s m o 1 3INFORMAZIONI PER SONALI N o m e A n n a H a li n a H y z a I n diriz z o V i a S a n d r o P e r ti ni 5 0 - Q U A R T U C C I U T el ef o n o C e ll ul a r e: 3 4 0 6 8 1 3 2 6 3 F a x - E-m a il a

Dettagli

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006. Causa C-134/05

CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006. Causa C-134/05 CONCLUSIONI DELL AVVOCATO GENERALE M. POIARES MADURO presentate il 14 dicembre 2006 Causa C-134/05 Commissione delle Comunità europee contro Repubblica italiana «Inadempimento di uno Stato Artt. 43 CE

Dettagli

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti»

SPERIMENTAZIONI. LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale. Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» Materiali Didattici «La gestione integrata dei rifiuti» SPERIMENTAZIONI LABORATORIO: un azione di ricerca nel contesto locale GREEN JOBS Formazione e Orientamento L idea Si tratta di un esperienza di ricerca

Dettagli

Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero

Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero Lugano, 1.02.2011 Le origini e gli sviluppi del sistema politico svizzero Sandro Guzzi-Heeb, Università di Losanna Il passato non è morto e sepolto; in realtà non è nemmeno passato. William Faulkner 1.

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA. Anno scolastico 2010/2011. Programmazione didattica ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE G.V.GRAVINA LICEO DELLE SCIENZE UMANE OPZIONE ECONOMICO-SOCIALE Anno scolastico 2010/2011 Programmazione didattica Materia d insegnamento: Psicologia

Dettagli

Pag. 1/8. 3.2.5 Gestione... 6. 3.3 reclami... 7

Pag. 1/8. 3.2.5 Gestione... 6. 3.3 reclami... 7 Pag. 1/8 Indice 1.Scopo e campo di applicazione... 2 2.Responsabilità... 2 3. Modalità operative... 2 3.1 Non Conformità... 2 3.1.1 Gestione delle Non conformità... 2 3.1.2 Identificazione... 3 3.1.3 Segnalazione...

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Sandro Fabbri È GIUNTA L ALBA

Sandro Fabbri È GIUNTA L ALBA È giunta l alba Sandro Fabbri È GIUNTA L ALBA romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Sandro Fabbri Foto dell autore Tutti i diritti riservati A mia moglie Martina Introduzione È passato quasi

Dettagli

Nella professione tecnica la mediocrità non è consentita

Nella professione tecnica la mediocrità non è consentita QUANDO LA TECNICA SI FA ARTE Nella professione tecnica la mediocrità non è consentita Leonardo Ing. Tec. I disegni tecnici di Leonardo riflettono le proprie capacità ingegneristiche. Oggi appaiono con

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti VIII. 1979-1984. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti VIII. 1979-1984 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino Nota sulla Polonia Il caso polacco ha valore storico, nel senso che pone per tutti, e non solo per

Dettagli