TERMINOLOGIA. Ageismo: è un atteggiamento stereotipato convenzionale e discriminante nei confronti delle persone perché vecchie.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TERMINOLOGIA. Ageismo: è un atteggiamento stereotipato convenzionale e discriminante nei confronti delle persone perché vecchie."

Transcript

1 TERMINOLOGIA A Aderenza (compliance): allorché il comportamento di un anziano (quando assume farmaci, segue una dieta specifica o modifica il suo stile di vita) coincide con la prescrizione, con i consigli del medico. Ageismo: è un atteggiamento stereotipato convenzionale e discriminante nei confronti delle persone perché vecchie. Agopuntura: Metodo attraverso il quale si pungono, mediante aghi, specifici punti periferici per alleviare il malessere legato a malattie dolorose, per indurre anestesia o per scopi terapeutici. Alcool: è un importante fattore di rischio nell età senile (vedi capitolo a parte). Alluce Rigido: ogni movimento articolare è bloccato. Alluce Valgo: alluce deviato verso l esterno del piede. Alterazione della diuresi nell anziano: è utile che l anziano conosca la terminologia per riferire adeguatamente al medico i suoi disturbi urinari; Incontinenza urinaria: fuoriuscita incontrollata di urina dal meato uretrale in qualsiasi momento del giorno e della notte; Diuresi: quantità di urine emesse; Minzione: l atto di urinare; 379

2 Insieme con gli anziani Mingere: urinare; Mitto: getto delle urine; Nicturia: necessità di urinare nelle ore notturne. È presente nell 80% degli anziani uomini e donne; Poliuria: diuresi superiore a 2 litri nelle 24 ore; Oliguria: diuresi inferiore a 500 cc nelle 24 ore, evento che si ripete per più di 2 giorni; Anuria: diuresi minore di 300 cc nelle 24 ore per 2 giorni consecutivi; Stranguria: minzione dolorosa; Impellenza urinaria: incapacità a trattenere le urine all insorgenza dello stimolo; Incontinenza da sforzo: incapacità a trattenere le urine in seguito ad uno sforzo per aumento della pressione endoaddominale provocato da tosse, starnuti, sollevamento pesi. Amaurosi: cecità specialmente quella senza lesioni dell occhio come nelle malattie del nervo ottico o del cervello. Analgesico: sostanza che allevia il dolore senza provocare perdite di coscienza. Anamnesi: dati raccolti dal medico o dall infermiere al riguardo di una persona, della sua famiglia, del suo ambiente di vita e della sua esperienza, compresi quelli riguardanti sensazioni, umori e atti anormali osservati, con le date di comparsa e la durata, nonché i risultati di terapie eseguite. Anemia: riduzione al di sotto della norma del numero dei globuli rossi, della quantità di emoglobina. Aneurisma: sacco formato dalla dilatazione della parete di un arteria, di una vena o del cuore. 380

3 Terminologia Angina: dolore spasmodico, soffocante che impedisce il respiro; termine usato ora quasi esclusivamente per indicare l angina pectoris (che è un dolore toracico, dovuto a difettosa ossigenazione del cuore con sensazione di soffocamento e di morte imminente, determinato in genere da sforzi o da eccitazioni). Esiste anche l angina legata a faringite (infiammazione della gola). Anosmia: assenza del senso dell olfatto. Si verifica spesso transitoriamente durante e dopo l influenza e permanentemente in alcune persone vecchie-vecchie. Antibiotico: sostanza chimica prodotta da un microrganismo che possiede la proprietà di uccidere altri microrganismi. Il medico li usa per debellare specialmente malattie infettive, comunque le infiammazioni legate a germi in qualsiasi distretto dell organismo formatesi. Anziani: persone che hanno compiuto 65 anni. Secondo la terminologia anglosassone si parla di young old (60-64 anni), middle old (65-74 anni), old-old (oltre 75 anni). In Italia le persone con oltre 65 anni di età rappresentano oltre il 16% della popolazione. Al 31/12/97 a Livorno cittadini avevano più di 65 anni e costituivano circa il 18% della popolazione (2% superiore alla media nazionale). Alla stessa data i centenari erano 27 e di questi 15 erano ultracentenari. Su un totale di abitanti a Livorno, oltre 7000 avevano più di 80 anni. Anziani a rischio di perdere la loro autosufficienza: i soggetti più anziani (di età superiore a 75 anni); coloro che vivono soli; coloro che hanno perso il coniuge negli ultimi sei mesi; coloro che presentano difficoltà motorie; 381

4 Insieme con gli anziani coloro che presentano deterioramento mentale; coloro che sono stati dimessi recentemente dall ospedale; coloro che usufruiscono dei servizi socio-sanitari; coloro che ignorano di essere già malati; coloro che tendono a sottovalutare disturbi definiti modesti; coloro che vivono in ambienti precari (per cattiva igiene, per ubicazione, per difettoso riscaldamento, per temperatura troppo alta, per barriere architettoniche nel proprio domicilio). coloro che sono malnutriti (la ipoalimentazione riduce le difese organiche). (da Nardi-Rosati-Cavazzati modif.) Anziani in Europa: Paese Femmine Maschi Media Svezia 81,5 76,5 79,9 ITALIA 81,3 74,9 78,1 Spagna 81,6 74,5 78,0 Francia 81,9 74,0 77,9 Grecia 80,3 75,9 77,6 Olanda 80,3 74,7 77,5 Austria 80,2 73,9 77,0 Anziano misleading: termine anglosassone usato dai medici geriatri per esprimere che l anziano, nella sua espressività sintomatologica soggettiva e oggettiva, è fuorviante, ingannevole e può indurre in errore. Per la verifica dei suoi disturbi va considerato nella sua globalità, nelle sue tre dimensioni: biologica, psicologica e sociale. Aritmia: qualsiasi variazione del ritmo del battito cardiaco. Assessment: (valutazione geriatrica multidimensionale). Ricerca gli anziani a rischio e ne quantifica le capacità fisiche, psichiche, sociali e funzionali.in seguito a tale valutazione è possibile formulare da parte del gruppo costituito (medico generico, assistente sociale, 382

5 Terminologia infermiere professionale, specialista geriatra) un piano completo di terapie nel tempo, con assistenza continua in varie sedi espletate, a domicilio, in ambulatorio medico, nel centro diurno, in case protette, nell ospedale di giorno (Hospital day), in case istituzionalizzate. Possono mettersi in atto interventi diversificati come rieducazione, sorveglianza, assistenza infermieristica, assistenza medica, assistenza di tecnici (audiologo, ottico, podologo, logopedista), assistenza medica specialistica, necessità di ausili. Assessment geriatrico: valutazione multidimensionale dell anziano. L anziano è valutato dal punto di vista fisico, psichico e sociale. Ha permesso di ottenere una riduzione della mortalità del 40%. Assicurazioni: le assicurazioni private vengono contratte dal cittadino per poter godere di una rendita che va ad integrare la pensione.le assicurazioni sociali sono quelle gestite dallo Stato grazie alle quali è garantita una rendita agli invalidi e agli anziani bisognosi. Assistenza: è il mezzo attraverso il quale lo Stato aiuta i cittadini, in particolare gli anziani, erogando prestazioni gratuite o a pagamento. La Regione Toscana ha recentemente emanato una Legge Regionale (3 ottobre 1997 n 72) con la quale stabilisce il riordino dei servizi socio-assistenziali e socio sanitari integrati. Questa Legge disciplina la programmazione e l organizzazione degli interventi e le modalità per il loro coordinamento. Assistenza domiciliare: esiste una assistenza domiciliare generica gestita dal Comune ed una Assistenza Domiciliare Integrata (ADI). Quest ultima è un servizio socio-sanitario gestito dalla ASL, volto ad assistere malati gravi non autosufficienti e comprende prestazioni del medico di famiglia, di specialisti e di infermieri professionali espletate a pazienti non degenti in ospedale (sono praticate terapie intramuscolari, fleboclisi, medicazioni di ferite, lavaggi e sostituzioni di cateteri, ecc.) 383

6 Insieme con gli anziani Assistenza geriatrica: è l assistenza rivolta all anziano che deve essere continuativa (senza alcuna interruzione nel corso dell evento), globale (preventiva, curativa e riabilitativa), integrata (socio-sanitaria, con rete integrata di servizi), interdisciplinare e multidimensionale (con la collaborazione dei medici geriatri ed esperti tecnici). Deve essere tenuta presente la rivalutazione del caso per conoscere se la qualità e l entità degli interventi espletati siano stati idonei. Principi fondamentali dell assistenza sono per l anziano: - mantenerlo nell ambiente; - salvaguardare la sua autosufficienza; - prevenire il ricovero in Istituto; - sviluppare programmi sul versante del sociale; - attivare interventi di cura e riabilitazione; - favorire il suo rientro nell ambiente di provenienza qualora fosse costretto a ricoverarsi: - favorire l aggregazione sociale e il volontariato; - mantenere il vecchio ancor giovane, impedendo che diventi vecchio-vecchio; - conservargli una buona qualità di vita. Assistenza programmata: modalità di assistenza stabilita dal medico di famiglia il quale, per condizioni di non autosufficienza dell anziano, dispone periodicamente proprie visite mediche col consenso della ASL (Azienda Sanitaria Locale). Assistenza tutelare: aiuto prestato alle persone per mangiare, vestirsi, spogliarsi, alzarsi, coricarsi, per fare il bagno. Ausilio (per il disabile): è uno strumento che serve a una qualunque persona, disabile e non, per essere più autonoma o per svolgere in modo più semplice le attività della vita quotidiana, che altrimenti non potrebbero essere compiute e anche per farlo in modo più sicuro, veloce, più accettabile psicologicamente. 384

7 Terminologia 1) Posate, piatti, bicchieri studiati per i diversi tipi e gradi di disabilità possono facilitare l attività del mangiare e del bere. 2) Tipi di ausili per facilitare l attività di cucina: svita-tappi per bottiglie, barattoli antisdrucciolo. 3) Spazzole con prolunga per agevolare l igiene del dorso. 4) Spazzole con ventosa utili per ridurre le difficoltà degli anziani emiplegici. 5) Pettine con manico allungato ed ingrandito per ovviare al deficit di prensione e al deficit di escursione articolare del cingolo scapolo omerale. 6) Tagliaunghie con prolunga. 7) Infila-bottoni per ovviare alla perdita di destrezza delle mani, diversi tipi di infila-calze, utili per gli anziani con rigidità dell anca e che non possono piegare la schiena. Calza-scarpe con prolunga. 8) Maniglie per potersi afferrare, vicino alla vasca, doccia e sanitari. 9) Supporto per le carte da gioco, leggìo per il giornale, voltapagine manuale con gomma e ventose, portapenna scorrevole su cui inserire qualsiasi tipo di penna..autogestione in casa: può essere compromessa per: - riduzione della mobilità in casa e fuori; - igiene personale difficile ad eseguire; - igiene della casa impossibile a praticare; - difficoltà a prepararsi il cibo; - incapacità ad assumere farmaci. Allorchè sono presenti queste condizioni è d obbligo richiedere un aiuto domestico o ricorrere ad una RSA. Rimossi questi fattori, si può accrescere la qualità di vita. Autosufficienza: è la condizione indispensabile per l autonomia dell anziano. In Italia gli anziani al di sotto dei 70 anni sono per lo più completamente autosufficienti, mentre oltre gli 80 anni di età la autosufficienza difficilmente è completa. 385

8 Insieme con gli anziani La delibera 2/7/91 n 214 della Regione Toscana ha stabilito criteri scientificamente corretti per la valutazione delle condizioni di non autosufficienza dell anziano, dando al riguardo direttive alle ASL per gli interventi a favore dei non autosufficienti. Si richiede che il medico curante compili una scheda di valutazione con i dati anamnestici del paziente, la patologia attuale, la terapia in atto e riporti sulla stessa un giudizio sullo stato nutrizionale, la capacità visiva e uditiva, la mobilità, le eventuali incontinenze. Esistono poi ulteriori test per valutare le attività della vita di tutti i giorni (bere, pettinarsi, radersi, vestirsi, accendere e spengere un interruttore, apporre la propria firma, allacciarsi le scarpe) e prove più specifiche per valutare la capacità nelle attività strumentali quotidiane (uso del telefono, possibilità di fare acquisti, spostarsi con mezzi pubblici, saper assumere regolarmente i farmaci, maneggiare il denaro). Sono utilizzati anche test per una rapida valutazione dello stato mentale consistenti in domande sulla data di nascita, età, piccole operazioni di aritmetica, quesiti sul nome del Presidente della Repubblica, ecc. I suddetti test, uniti ad un esame della situazione economica, familiare ed abitativa, permettono di formulare un giudizio preciso sulla non autosufficienza e consentono di programmare interventi di tipo assistenziale verso il cittadino. B Barriere architettoniche: impedimenti che ostacolano la capacità a muoversi di persone disagiate a camminare. Brain training: è l allenamento del cervello. Si propone per evitare le carenze mnemoniche e ha lo scopo di sviluppare e rinforzare meccanismi utili alla memorizzazione e all apprendimento. 386

9 Terminologia C Caduta dell anziano: evento purtroppo molto frequente e spesso con gravi conseguenze. Per la prevenzione è necessario un attento studio sulle cause di caduta (vedi capitolo a parte). Callosità: tumefazione dura, dolorosa sulle articolazioni interfalangee del piede, talvolta sulla pianta, causata dalla compressione della pelle costretta fra una calzatura stretta e l osso sottostante: è formata da un ispessimento dello strato corneo della pelle. Carta dei doveri umani: è dovere di ogni persona: 1) Rispettare la dignità umana e riconoscere ed accettare diversità etniche, culturali e religiose; 2) Combattere ogni forma di discriminazione razziale, non accettare la discriminazione delle donne né l oppressione e lo sfruttamento dei minori; 3) Operare a favore degli anzini e dei disabili al fine di migliorare la loro qualità di vita; 4) Rispettare la vita umana e condannare ogni forma di mercato degli esseri umani viventi e di loro parti; 5) Appoggiare tutti coloro che si sforzano di aiutare chi soffre per fame, miseria, malattie e per mancanza di lavoro; 6) Promuovere la consapevolezza della necessità di una efficace pianificazione familiare volontaria nell ambito del problema della regolazione della crescita della popolazione mondiale; 7) Appoggiare ogni tentativo inteso a distribuire secondo giustizia le risorse del pianeta; 8) Evitare ogni spreco di energia e agire affinché si riduca l impiego di combustibili di natura fossile; favorire l impiego di sorgenti non esauribili di energia, allo scopo di ridurre al minimo i danni all ambiente ed alla salute; 387

10 Insieme con gli anziani 9) Proteggere l ambiente naturale da ogni forma di inquinamento e di sfruttamento eccessivo. Favorire la tutela delle risorse naturali ed il ripristino degli ambienti degradati; 10) Rispettare e proteggere la diversità genetica degli organismi viventi e favorire il costante controllo delle applicazioni tecnologiche dei risultati della ricerca genetica; 11) Appoggiare ogni sforzo inteso a migliorare la qualità della vita nelle città e nelle zone rurali, in una lotta costante contro l inquinamento dell ambiente ed il suo impoverimento. Si eviteranno massicce migrazioni di popoli e il sovraffollamento delle città; 12) Operare per il mantenimento della pace, condannando ogni forma di guerra, terrorismo ed ogni altra forma di aggressione e sopruso. International Council of Human Duties / Casa di riposo, casa protetta, residenza protetta, residenza sanitaria assistenziale: nomi differenti attribuiti a strutture di residenza per anziani con diversi parametri di autonomia, di minore o maggiore attività assistenziale. Centro diurno: luogo nel quale vengono offerti servizi di natura tutelare ed infermieristica agli anziani con autonomia limitata, scarsamente autosufficienti, durante le ore diurne, per tutta la settimana. Centro sociale: posto di incontro di attività culturali, ricreative, sportive, per anziani autonomi, indipendenti. Cistoscopia: esame visivo diretto delle vie urinarie con un cistoscopio (strumento che si immette attraverso il meato urinario nell uretra e successivamente in vescica per osservarne eventuali alterazioni). 388

11 Terminologia Claudicatio intermittens=claudicazione (zoppicamento) intermittente: caratterizzata da assenza di dolore o di fastidio ad un arto in condizioni di riposo ma da una insorgenza di dolore improvviso durante il cammino. Si osserva in genere nelle malattie occlusive delle arterie degli arti. Comorbilità: (polipatologia) insieme di più malattie nella stessa persona. Comunicazioni extraverbali: l anziano, come qualsiasi altro paziente, comunica con il medico con l espressione del volto, con i gesti, attraverso l abbigliamento, il suo comportamento, etc. I familiari e il medico devono attentamente osservare eventuali modificazioni che possono essere di aiuto per identificare disturbi anche di rilievo. Comunicazione con l anziano non autosufficiente: esistono valide linee guida per comunicare e dare un senso al pensiero dell anziano (vedi capitolo a parte). Consenso informato: è il consenso da parte del paziente o di un suo tutore in caso di incapacità ad intendere del paziente, ad un trattamento medico. I sanitari debbono spiegare al paziente la malattia, il suo stato di gravità, il tipo di terapia da intraprendere, le eventuali alternative terapeutiche, la possibile evoluzione della malattia senza terapia, lo scopo e gli effetti della terapia, compresi gli effetti indesiderati e gli eventuali rischi ad essi collegati. Il paziente deve essere informato dal proprio medico o dai sanitari che lo hanno in cura se ricoverato, con tutte le notizie necessarie in modo chiaro e facilmente comprensibile per consentirgli una scelta. Queste stesse regole valgono anche per le sperimentazioni cliniche con farmaci non ancora in commercio. 389

12 Insieme con gli anziani Convulsione: violenta contrazione o una serie di contrazioni involontarie dei muscoli. Convulsione clonica = convulsione caratterizzata da contrazioni e rilasciamento dei muscoli. Contrazione Tonica = contrazione prolungata dei muscoli come risultato di un attacco epilettico. Coma = stato di profondo sopore accompagnato da perdita di coscienza. Convenzione sui diritti dell uomo e la Biomedicina: approvata dal Consiglio d Europa il 18/4/1996. L articolo 9 recita: «I desideri, precedentemente espressi, a proposito di un intervento medico, da parte del paziente, che al momento dell intervento non è in grado di esprimere la sua volontà, saranno tenuti in considerazione». Correlazioni di fattori per la conservazione dell autosufficienza: SALUTE FISICA AUTOSUFFICIENZA SALUTE MENTALE AMBIENTE QUALITA DI VITA CONDIZIONI SOCIO-ECONOMICHE Al centro dell attenzione e degli interventi socio-sanitari l autosufficienza e la qualità della vita sono in reciproca correlazione. I fattori potenziali interagenti sono da identificare e studiare nell ambito della salute fisica e mentale e della situazione economico-ambientale. Counseling per l anziano: è una modalità di aiuto all anziano ancor giovane volta a sviluppare risorse personali perché possa assumere autonomamente e consapevolmente decisioni che riguardano problemi di salute. Per svolgere questa modalità di aiuto, l operatore (medico, paramedico, familiare istruito dal medico) deve tener presente che è necessario: 1) Persuadere ad attuare cambiamenti nello stile di vita; 2) Utilizzare la persuasione e non le minacce per evitare depressione o rifiuto; 390

13 Terminologia 3) Essere assertivi, pensare sempre in positivo e agire evidenziando fattori positivi; 4) Fare riacquistare la propria autonomia; 5) Fare riacquisire l autostima, la stima di sè stesso scomparsa per motivazioni che occorre rilevare per rimuoverle; 6) Riconoscere e trattare le paure e le limitazioni che l essere anziano comporta; 7) Garantire il diritto di sbagliare; 8) Accettare modifiche, deviazioni dalle regole; 9) Accrescere la fiducia da parte delle persone oggetto di attenzione; 10) Definire e concordare obiettivi realizzabili, chiari, accettabili: 11) Evidenziare i risultati positivi raggiunti; 12) Riscuotere fiducia in ogni occasione Se non è il familiare, istruito dal medico, a compiere tali modalità di approccio, occorre, da parte dell operatore: 1) Colloquiare con i familiari per conoscere meglio la persona; 2) Identificare un familiare, un vicino che possa essere addestrato e responsabilizzato per l assistenza. Creatività: è la capacità di originare il nuovo. Curiosità, sintesi, coraggio, fantasia, libertà sono requisiti della creatività. Consultorio per anziani: è una struttura organizzativa che promuove lo stato di salute nell anziano, attraverso le informazioni, l educazione e l istruzione. Deve altresì fornire conoscenze e mezzi per gestire la propria salute. L aforisma: «Dimmi e mi dimentico, insegnami e mi ricordo, coinvolgimi ed io imparo» deve essere tenuto presente ogniqualvolta si svolge attività. Far sì che l anziano desideri servirsi del consultorio. Criminalità e anziano: consigli utili per aiutare l anziano nella vita di tutti i giorni (vedi capitolo a parte). 391

14 Insieme con gli anziani D Demenze secondarie: sono legate a cause identificabili e spesso sono reversibili (vedi capitolo a parte). Dimissione protetta: dimissione dall Ospedale sotto vigilanza da parte della UO dalla quale l anziano è dimesso per seguire l evoluzione dell evento patologico trattato farmacologicamente o suscettibile di esami. Diritti dell anziano: Diritto a percepire una rendita adeguata (pensione) per vivere dignitosamente; Diritto all immagine e all identità personale (diritto a non essere etichettato come demente, arteriosclerotico cronico irrecuperabile; diritto ad essere considerato una persona e ad essere chiamato con il proprio nome e non con il «tu», e con gli appellativi falsamente affettivi di «zio» e «nonno»; diritto a non essere deriso se psichicamente involuto o fisicamente inabile); Diritto all assistenza gratuita e ad essere difeso da speculazioni e clientelismi derivanti dal suo stato di bisogno; Diritto alla libertà; Diritto alla privacy; Diritto alla tutela dei propri beni; Diritto al rispetto delle sue abitudini; Diritto all abbattimento delle barriere architettoniche intra ed extradomiciliari; Diritto ad essere ascoltato anche quando ha deficit di espressione; Diritto ad essere informato sui servizi sociali e terapeutici pubblici e privati e sulle procedure che si compiono sul suo corpo (medicazioni, iniezioni, procedure diagnostiche umorali, radiologiche, cliniche); Diritto a ricevere sempre una risposta ai quesiti che pone; Diritto al rispetto del proprio pudore; Diritto all aiuto, quando ne esiste la necessità, per l alimentazione, la pulizia personale e la motilità; 392

15 Terminologia Diritto a protestare; Diritto ad accedere a qualsiasi struttura ospedaliera e a qualsiasi cura senza alcuna discriminazione; Diritto a non essere maltrattato (con parole, legato al letto, ecc); Diritto a non essere abbandonato; Diritto a non essere oggetto di accanimento terapeutico; Diritto di usare i servizi igienici anche in caso di difficoltà motorie; Diritto ad essere curato nel proprio ambiente domiciliare; Diritto all assistenza tempestiva; Diritto ad essere ricoverato, quando occorre, nelle Unità di terapia intensiva come tutti gli altri pazienti; Diritto di essere informato; Diritto di apprendere; Diritto di essere considerato; Diritto di comunicare con gli altri. Dito a martello: dito flesso che talvolta si accavalla sopra le dita vicine. E Edilizia residenziale pubblica: se un anziano, per particolari circostanze, si trova senza alloggio può concorrere all assegnazione di una casa secondo un piano di edilizia residenziale pubblica. Infatti le leggi 457/78 e 179/92 stabiliscono l impiego di fondi per gli anziani ed in particolare per coloro che sono senza casa. Per poter concorrere sono necessari alcuni requisiti quali ad esempio l età dei componenti della famiglia superiore a 60 anni e l essere presente in famiglia un anziano di età superiore a 70 anni o un disabile. In base ad una graduatoria, che tiene conto anche della situazione economica e sanitaria, vengono assegnate le abitazioni disponibili. 393

16 Insieme con gli anziani Età anagrafica: è l età che ci fornisce l anagrafe. Età biologica: è l espressione di condizioni anatomiche, fisiologiche, psicologiche di ogni singolo individuo. Si può avere una età anagrafica di 70 anni, ma un età biologica di anni e viceversa. L età biologica si può quantificare, si può determinare attraverso prove semplici che il geriatra conosce secondo anche il metodo di Zucchelli e coll. Pertanto il vecchio può essere ancora giovane e il giovane già vecchio. Eterocronia dell invecchiamento: è la variabilità di invecchiamento non solo fra i vari individui ma riguarda pure la diversità di declino di vari organi di uno stesso individuo. F Famiglie di anziani: nel 1995 in Italia oltre tre milioni di famiglie erano costituite da anziani.. Spesso l anziano vive solo: le donne sole sono tre volte di più numerose degli uomini soli. In Italia molti anziani vivono con i figli o in abitazioni molto vicine a quelle dei familiari, mentre nel resto dell Europa l anziano tende a vivere da solo, molto spesso lontano dai figli. Fattori di invecchiamento: sono quelle condizioni per le quali l invecchiamento può anticiparsi (invecchiamento precoce) o posticiparsi (invecchiamento tardivo): condizioni razziali, fattori ereditari, sesso (la donna vive più dell uomo), tipo di alimentazione, professione, educazione ricevuta, malattie, fattori ambientali, scarso esercizio muscolare, immobilismo psichico, stress, fumo, alcool, abuso di farmaci, droghe, vita sedentaria, condizioni di lavoro (il minatore vive meno). 394

17 Terminologia G Geragogia: scienza che cura l educazione e la preparazione all invecchiamento (vedi capitolo a parte). Geriatria: specializzazione medica che si occupa della diagnosi, prevenzione e trattamento dei disordini e delle malattie fisiche e psichiche dell età avanzata. Gerodermia - Geroderma: distrofia della cute, come si osserva nella età avanzata. Gerodonzia: branca dell odontoiatria che si occupa del trattamento della patologia dentaria dell anziano; gerodonzia = geriatria dentaria. Geromorfismo: senilità precoce. Caratteristiche corporee dell età avanzata riscontrate nell individuo giovane. Gerontologia: studio dell invecchiamento come processo biologico, sociologico, psicologico. Gerontopia (Senopia): insorgenza di miopia causata dallo sviluppo di una cataratta in una persona con presbiopia, con la conseguenza che la persona è capace di leggere senza occhiali. Gerontoprofilassi: profilassi - prevenzione della vecchiaia. Gerotrascendenza: atteggiamento basato sul disimpegno dell anziano dalla produttività e dall efficienza lavorativa. 395

18 Insieme con gli anziani Glicemia: i valori normali del glucosio nell adulto misurati su sangue capillare sono minori di 100mg., misurati su plasma venoso minori di 110 mg. Nell anziano verosimilmente per una riduzione fisiologica della captazione del glucosio da parte dei tessuti, tali valori si accrescono di 2 mg. per ogni decade di età a partire dai 50 anni. A 51 anni la glicemia capillare è 102 mg., quella plasmatica 112 A 61 anni la glicemia capillare è 104 mg., quella plasmatica 114 A 71 anni la glicemia capillare è 106 mg., quella plasmatica 116 A 81 anni la glicemia capillare è 108 mg., quella plasmatica 118 Quando si è incerti se un anziano è diabetico, si propone il carico glicidico (si fa assumere glucosio in 300 cc di acqua) e si determina la glicemia prima, dopo 1 ora e 2ore. Se alla seconda ora è superiore a 200 mg,, il paziente è diabetico. Tale valore deve essere accresciuto di 10 mg., per ogni decade di età sopra i 50 anni. Allorchè si procede con la terapia insulinica o con ipoglicemizzanti per via orale sono accettati questi valori: glicemia mg. a digiuno e maggiore di 200 mg. dopo i pasti. Ciò al fine di non facilitare l insorgenza di ipoglicemia, di riduzione del glucosio, che potrebbe determinare nell anziano ischemia o iperaggregazione piastrinica certamente dannosa all emodinamica. Si può così concludere che per la correzione dei valori glicemici nell anziano occorre essere meno severi. E l anziano a sua volta non dovrà pretendere dal medico che la glicemia debba essere vicino ai valori normali che certamente potrebbero anche ridursi significativamente con pericolo per la sua salute. Quindi occorre prudenza da parte del medico curante e da parte dell anziano che sempre di più usa il reflettometro per l automisurazione del glucosio nel sangue. 396

19 Terminologia H Handicap delle persone anziane: Immobilità; Incapacità a raggiungere negozi, chiese, bar, centri sociali, ambulatori ecc.; Incapacità a vestirsi e a svestirsi in maniera autonoma; Incapacità a raggiungere in tempo il bagno da soli; Incapacità a prepararsi i cibi; Incapacità a svolgere piccoli lavori manuali; Incapacità a salire le scale per anziani che abitano ai piani superiori. Tutto quello che l anziano considera e vive come «handicap». Hospital Day geriatrico: struttura ospedaliera ove l anziano può effettuare terapie, rieducazione e indagini cliniche programmate, senza necessità di ricovero. Hospice Sanitario: accordo tra ASL e Case di cura (a Livorno, la Casa di cura Villa Tirrena) per il ricovero di pazienti provenienti dall Ospedale, temporaneamente non autosufficienti con patologie non curabili a domicilio o in stato terminale. I Immobilizzazione prolungata a letto: l anziano, anche quando è malato, non deve decombere in posizione supina ma deve alzarsi, tenendo presente l aforisma «il letto alletta». Meglio la posizione in una poltrona o su una sedia fornita di «braccioli». Tutto questo si deve fare per impedire la insorgenza di: 397

20 Insieme con gli anziani - broncopolmonite; - piaghe da decubito; - incontinenza urinaria; - artropatie; - ipotrofia muscolare (riduzione di volume delle masse muscolari); - osteoporosi; - stitichezza, fecaloma (ammasso di feci nel retto), incontinenza fecale; - calcolosi renale; - instabilità vasomotoria con pressione arteriosa labile specialmente con i cambiamenti di posizione - confusione mentale; - T. Flebite agli arti inferiori e a livello pelvico; - T. Embolia polmonare. Inabilità: situazione di impossibilità a svolgere attività lavorative per causa di infermità e difetti fisici e mentali. Inps: Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. È il maggior ente pensionistico in Italia ed eroga pensioni di vecchiaia, invalidità, anzianità e pensioni sociali. Invalidità: situazione per la quale un soggetto ha ridotte le sue capacità di lavoro a meno di un terzo, per malattia fisica o psichica. Ipocondria: l ipocondria è la preoccupazione patologica per il proprio corpo. La solitudine e l emarginazione possono accrescere la sensibilità a sensazioni e stimolazioni di origine interna piuttosto che esterna. Si riducono nell anziano interessi e attrazioni per avvenimenti quotidiani che avvengono intorno a lui per cui «malattia e dolori» possono ricevere una maggiore attenzione soggettiva ed 398

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011

I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO. Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 I FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Chivasso, Ciriè, Ivrea 2011 FABBISOGNI NUTRIZIONALI NELL ANZIANO Proteine: 1-1,2 g/kg/die; Calorie: 20-30/kg/die Es.: anziano di 60 kg 60-72 g di proteine; 1200-1800

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE

INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE INTERVENTI DI CHIRURGIA DEL PIEDE CORREZIONE DELL ALLUCE VALGO 5 METATARSO VARO CON OSTEOTOMIA PERCUTANEA DISTALE Intervento Si ottiene eseguendo una osteotomia (taglio) del primo metatarso o del 5 metatarso

Dettagli

QUESTIONARIO DA ALLEGARE ALLA DENUNCIA DEL SINISTRO (Questionario di Invalidità Totale e Permanente - Medico)

QUESTIONARIO DA ALLEGARE ALLA DENUNCIA DEL SINISTRO (Questionario di Invalidità Totale e Permanente - Medico) Poste Vita S.p.A. 00144, Roma (RM), Piazzale Konrad Adenauer, 3 Tel.: (+39) 06 549241 Fax: (+39) 06 54924203 www.postevita.it Partita IVA 05927271006 Codice Fiscale 07066630638 Capitale Sociale Euro 1.216.607.898,00

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 22 febbraio 2001 Repertorio Atti n. 1161 del 22 febbraio 2001 Oggetto: Accordo tra il Ministro della sanità, il Ministro per la solidarietà sociale e le Regioni e Province

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI Ufficio del Piano di Zona Sociale dell' Ambito Territoriale A 1 COMUNE DI ARIANO IRPINO Capofila REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI erogato nei Comuni dell ambito territoriale

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G.

Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. PROTOCOLLI E PROCEDURE IN CHIRURGIA GESTIONE DELLA RITENZIONE URINARIA Pag. 1 di Pag. 9 ELABORAZIONE Cassano R, Yuvanon A, Bonavero M, Lostracco D, Monni A, Siniscalchi G. Data: 10/03/04 INDICE Premessa

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale

INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP. Relazione Generale SERVIZIO SANITARIO REGIONALE BASILICATA Azienda Sanitaria Locale di Potenza INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION SUL SERVIZIO DELL ASSISTENZA OSPEDALIERA DELLA ASP Relazione Generale A cura degli Uffici URP

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

La prevenzione delle cadute nell anziano

La prevenzione delle cadute nell anziano Ospedale San Lorenzo Valdagno Dipartimento Medicina Interna Unità Operativa di Lungodegenza Responsabile dr. Marcello Mari La prevenzione delle cadute nell anziano Consigli utili Indice II problema delle

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS

I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS I DEFICIT COGNITIVI NELL ICTUS Manuale informativo per il paziente e la sua famiglia INTRODUZIONE L'ictus colpisce in Italia 194.000 soggetti ogni anno e di questi 80% sono primi episodi ed il 20% recidive.

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO

EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO EFFETTI FISIOPATOLOGICI DELLA CORRENTE ELETTRICA SUL CORPO UMANO Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE

TRAINING E RE-TRAINING DEL PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN TRATTAMENTO DIALITICO DOMICILIARE Numero pagine: 1 di 8 PAZIENTE E/O CARE-GIVER IN Rev. Data Redatto Verificato Approvato 1 2013 GIT DP Gruppo Infermieristico Numero pagine: 2 di 8 1.COMPOSIZIONE DEL GRUPPO E METODOLOGIA DI LAVORO Le sottoscritte

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare

Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare GLOSSARIO DEI TRACCIATI SIAD Sistema informativo per il monitoraggio dell assistenza domiciliare Dicembre 2011 Versione 4.0 SIAD Glossario_v.4.0.doc Pag. 1 di 35 Versione 4.0 Indice 1.1 Tracciato 1 Definizione

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata

Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Rapporto sull Assistenza Domiciliare Integrata Indice Premessa 2 Capitolo I: introduzione 1. Il contesto normativo: la legge 328/2000 3 2. La ricognizione 6 Sintesi dei principali risultati Capitolo II:

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio.

La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Che cos è la Degenerazione Maculare correlata all Età (DME)? La degenerazione maculare correlata all età (DME) è una malattia della retina, nel fondo dell occhio. Essa porta a una limitazione o alla perdita

Dettagli

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO

1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO 1 LEZIONE CHE COS E L ALLENAMENTO Sono molte le definizioni di allenamento: Definizione generale: E un processo che produce nell organismo un cambiamento di stato che può essere fisico, motorio, psicologico.

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO

Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO Federica Longo Terapista Occupazionale Servizio DAT Fondazione Don Gnocchi ONLUS I.R.C.C.S. S. M. NASCENTE MILANO Gli ausili per l'autonomia nella vita 1 AUTONOMIA 1,2 RECUPERO DI UN NUOVO EQUILIBRIO Relazione

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE!

SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! SMETTI DI FUMARE: COMINCIA A VOLERTI BENE! Perché si inizia a fumare Tutti sanno che fumare fa male. Eppure, milioni di persone nel mondo accendono, in ogni istante, una sigaretta! Non se ne conoscono

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia.

La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. QUIZ TEM: Ulcere da decubito Quiz estratti dalla banca dati del sito e La banca dati contiene oltre 10000 quiz dei concorsi svolti sino ad ora in tutta Italia. 1) I germi responsabili di ulcere da pressione

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto

LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA. Obiettivi della giornata. Obiettivi del progetto LA DOCUMENTAZIONE INFERMIERISTICA Obiettivi della giornata Conoscere i presupposti normativi, professionali e deontologici della documentazione del nursing Conoscere gli strumenti di documentazione infermieristica

Dettagli

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari

Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari 2 marzo 2007 Condizioni di salute, fattori di rischio e ricorso ai servizi sanitari Anno 2005 Con l indagine multiscopo Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari l Istat rileva presso i cittadini

Dettagli