Programmazione embedded: superspecializzate o apparecchiature assai costose, almeno nei casi più INTERNET

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programmazione embedded: superspecializzate o apparecchiature assai costose, almeno nei casi più INTERNET"

Transcript

1 POSTARUBRICHE Di Marco Fioretti Programmazione embedded: Telefoni, console, videoregistratori: come si sviluppa per il pinguino nascosto nei più disparati dispositivi. da tavolo e i server sono soltanto una piccola parte degli elaboratori esistenti. Oggi gli oggetti contenenti un microprocessore sofisticato sono innumerevoli e molti di essi sono di uso assolutamente comune: telefonini, lavatrici, impianti anti- pacità in qualsiasi maniera, vengono usualmente definiti embedded, cioè SOLUZIONI un plus per Linux superspecializzate o apparecchiature assai costose, almeno nei casi più INTERNET semplici. Soprattutto, questo è possibile scrivendo programmi o script con tecniche abbastanza simili a quelle di Linux per desktop o server. Il discorso Icomputer CAD furto, videoregistratori, console per giochi, centraline per home automation e mille altri. Quando un micro- SVILUPPO processore e il relativo software vengono inseriti all interno di un generico macchinario, per estenderne le ca- integrati. Inserire un mini-processore (microcontroller) in un apparato per GIOCHI controllarne il funzionamento non è certo una novità. Fino a tempi relativamente recenti però, le capacità di calcolo dei microcontroller embedded non erano in grado di far girare che singoli programmi altamente ottimizzati. Molti processori embedded attuali, anche se invisibili, sono invece abbastanza potenti da poter ospitare sistemi operativi veri e propri, a volte anche real time. Allo stesso tempo, anche se le distribuzioni più popolari per desktop hanno ormai requisiti hardware uguali o quasi a quelli di Windows, il kernel vero e proprio di Linux ha bisogno soltanto di poche centinaia di Kilobyte per funzionare. Questi fatti, uniti all estrema flessibilità di Linux, hanno una conseguenza particolarmente interessante per studenti e appassionati di informatica: parecchi dispositivi elettronici utili anche ai non specialisti, come gli impianti antifurto o di home automation appena citati, oggi si possono costruire o personalizzare senza conoscenze vale anche per i laboratori di informatica delle scuole, che potrebbero preparare gli studenti a tecniche di programmazione embedded di sicuro interesse per il mercato del lavoro, con spese e risorse davvero limitate rispetto anche a pochi anni fa. Un tutorial tecnico su queste attività richiederebbe molto più spazio di quello disponibile in questa rubrica. Nel resto di questo articolo vedremo però quali sono i concetti basilari che occorre conoscere per comprendere i vari manuali sull argomento, cosa aspettarsi e quali preparativi fare per muovere i primi passi nel mondo di Linux embedded. Un po di terminologia Tutti i tutorial e manuali per la programmazione embedded utilizzano continuamente vari termini non complicati ma probabilmente scono- Distribuzioni Linux per uso embedded D ecidere quale distribuzione utilizzare è il primo problema di molti nuovi utenti Linux e a questa regola non si sfugge nemmeno nel campo embedded. La prima scelta da fare è fra distribuzioni interamente Open Source, senza costi di licenza, o proprietarie, con parte del codice più o meno chiuso e varie formule di supporto. Oltre che per ovvi motivi etici, didattici o di costi, la prima scelta è più conveniente nel caso in cui si voglia modificare più o meno pesantemente il kernel vero e proprio e si può fare affidamento soltanto sul supporto fornito online da mailing list e newsgroup. Alcuni prodotti commerciali, d altra parte, potrebbero offrire anche kit hardware per sviluppatori, completi di schede, connettori, alimentatori e manuali stampati, a prezzi abbordabili per uso didattico o comunque non-profit. L alternativa Open Source più popolare è forse uclinux (www.uclinux.org) compatibile con decine di processori, da quelli nei router Cisco a vari modelli di Arm, Coldfire, Dragonball, Microblaze e Intel i960. Anche la distribuzione Gentoo ha una versione embedded (www.gentoo.org/proj/en/base/embedded/) con una comunità di sviluppo abbastanza attiva. Nel campo commerciale, i nomi più noti sono Wind River (www.windriver.it), Montavista (www.mvista.com), Freescale (www.freescale.com), TimeSys (http://timesys.com/) e LynuxWorks (www.lynuxworks.com). Esiste anche un consorzio (www.embedded-linux.org) che alcuni anni fa ha proposto una piattaforma comune per facilitare il porting di applicazioni software fra versioni diverse di Linux embedded. Una menzione d onore in questo spazio va infine a Kaeil OS (www.koansoftware.com/kaeilos/), una distribuzione disponibile con licenza Gpl sviluppata in Italia, con possibilità di supporto professionale, da Koan Software. 300

2 sciuti a chi non si è già inoltrato in questo mondo, quindi prima di procedere è opportuno spiegarne il significato. Lo stesso termine embedded non ha un interpretazione unica. Alcune applicazioni embedded usano versioni pesantemente modificate di Linux (vedi box), talmente diverse dall originale che anche i programmi applicativi vanno scritti con criteri particolari. Questo è vero soprattutto quando il kernel o i programmi devono assolutamente reagire a stimoli esterni in maniera praticamente istantanea (real time), cioè con ritardi inferiori a qualche frazione di secondo. Un esempio familiare sono i microprocessori che controllano freni o altri componenti delle automobili più moderne. Altrettanto spesso però per embedded si intende qualsiasi applicazione in cui potenza del processore, memoria e capacità di storage sono talmente ridotti rispetto ai normali computer da impedire l uso delle stesse librerie e software applicativi usati su quelle piattaforme. Quasi sempre i sistemi embedded sono privi di disco rigido e hanno soltanto pochi Megabyte di memoria flash. Quest ultima è la stessa memoria usata nelle chiavi Usb o per ospitare il software Bios nei Pc normali, diffusissima nel mondo embedded perché permette di conservare permanentemente dati e programmi essenziali in poco spazio e con consumi molto ridotti. Il modo più semplice per far pratica di programmazione Linux embedded senza doversi trasformare in progettisti hardware è l acquisto di un Pda basato su Linux o, meglio ancora, di un qualsiasi Single Board Computer (Sbc), cioè di una singola scheda contenente un processore compatibile x86, memoria flash e le periferiche più comuni come video Vga, Ethernet, Usb e seriale. Alcuni siti dove reperire informazioni su Pda e Sbc supportati da Linux sono nel box Risorse. Per quanto riguarda il flusso di sviluppo software, i processori su cui si caricano e fanno girare Linux e altri programmi in modalità embedded vengono chiamati target (bersaglio). A volte lo stesso termine indica anche l intera scheda o macchinario su cui quei processori sono montati. Il termine host (ospite) indica invece il personal computer o server tradizionale su cui lo sviluppatore scrive e compila i programmi per il target, li carica nel target stesso e lo controlla. Un altro uso frequente dell host è quello di fare da disco rigido ausiliario per il target. Questo avviene soprattutto nella fase iniziale di sviluppo del software, quando è utile provare diverse versioni di un programma e la loro dimensione complessiva supera quella della flash. Per usufruire di questa funzionalità è sufficiente installare sull host lo stesso server Nfs (Network File System) con cui si condividono partizioni fra più computer Linux normali connessi in rete locale. Architettura di base I componenti essenziali di qualsiasi ambiente Linux embedded sono un boot loader per l avvio del sistema, il kernel vero e proprio, un programma di inizializzazione e uno stack Tcp/Ip per le comunicazioni via Internet o rete locale. Il kernel non deve ovviamente essere lo stesso che gira in un desktop, anche quando si lavora su processori x86. Gli unici compiti sicuramente necessari sono la gestione della memoria, l arbitraggio (scheduling) fra i vari processi e il controllo dei driver delle poche periferiche eventualmente presenti sulla scheda. A queste funzioni base si aggiungono, nel caso dei sistemi real time, i contatori di tempo e i relativi algoritmi di controllo che garantiscono la risposta a stimoli esterni entro i tempi richiesti. Nel caso in cui si vogliano conservare permanentemente dei file sul target ed eseguirvi dei programmi applicativi, cioè quasi sempre, è necessario anche un file system che permetta di dividere la flash in partizioni e directory come accade nei normali Pc. I primi sistemi Linux embedded utilizzavano i file system standard per Linux. Poiché questi sono progettati non per memorie flash ma per normali dischi rigidi, divisi in blocchi e settori, era necessario uno strato software supplementare per emulare i blocchi e riconoscere, evitandoli in maniera trasparente per i programmi, le locazioni di memoria danneggiate. In seguito si è passati, per aumentare le prestazioni, a file system scritti specificamente per le flash, che non hanno bisogno di questi componenti ausiliari. Quello oggi più usato è Jffs2 (Journalling Flash File System, version 2, le cui capacità sono descritte in dettaglio nella pagina web Configurazione dell ambiente di sviluppo su Linux Una volta scelto il target, occorre installare sull host il compilatore e tutte le librerie necessarie per creare il software per il target. Poiché i relativi pacchetti sono o quelli usati per la programmazione standard su Linux, Componenti principali di un sistema Linux embedded Scheduler Programmi applicativi e interfaccia utente File system ottimizzato per memorie flash Gestione memoria KERNEL Boot loader Driver Alcuni componenti dei sistemi Linux embedded sono gli stessi, o quasi, dei desktop: shell, programmi applicativi da linea di comando, scheduler non real time e alcuni driver. Altri, come le librerie grafiche, il file system o il gestore della memoria, sono sviluppati appositamente per questi scenari. 301

3 Ambiente di sviluppo per Linux embedded Compilatore, debugger, librerie, linker... HOST SERVER DI RETE: Nfs Dhcpd Tftpd Minicom o Kermit Interfaccia Jtag o Bdm Alcuni componenti dei sistemi Linux embedded sono gli stessi, o quasi, dei desktop: shell, programmi applicativi da linea di comando, scheduler non real time e alcuni driver. Altri, come le librerie grafiche, il file system o il gestore della memoria, sono sviluppati appositamente per questi scenari. su cui esiste una notevole documentazione, o altri molto specializzati forniti (quasi sempre) direttamente dal fabbricante del target non ne parleremo ulteriormente in questa sede. Oltre all ambiente di compilazione vero e proprio, per comunicare con il target occorre un interfaccia fisica in via di estinzione nei desktop, quella seriale. Anche se molti dispositivi, soprattutto Sbc, hanno almeno una porta Ethernet, il protocollo seriale rimane infatti quello più comune in questo segmento di mercato. Una porta seriale può ridurre dimensioni e costo dell hardware ed è molto più semplice e affidabile dal punto di vista software. La comunicazione via ftp, telnet o ssh richiede infatti, oltre ai relativi client o server, anche uno stack Tcp/Ip ed Ethernet funzionante e opportunamente configurato, cosa niente affatto scontata in un sistema embedded ancora in via di sviluppo. Se l host ha un interfaccia seriale, per usarla sotto Linux basta invece configurare opportunamente programmi come Minicom o Kermit. Entrambi hanno man page che descrivono funzionamento e opzioni per la linea di comando in maniera abbastanza completa e permettono sia di aprire una console sul target sia di trasferire file fra quest ultimo e l host. TARGET Caricamento del software sul target Alcuni sistemi embedded devono essere in grado di funzionare da soli, mentre altri sono utili soltanto se collegati a un computer principale che ne dirige le operazioni. Smartphone e palmari sono gli esempi più comuni della prima categoria: la seconda comprende registratori di cassa, moduli antifurto e qualsiasi altro terminale intelligente che ha bisogno di essere continuamente connesso a una Risorse BOOT LOADER DRIVER PORTA SERIALE rete locale per funzionare. Le modalità di caricamento e avvio di Linux e dei vari applicativi che girano su di esso possono essere abbastanza diverse nei due casi. I dispositivi isolati devono essere caricati con tutto quello che gli serve per essere completamente autonomi dall istante stesso in cui vengono accesi. Quelli di tipo terminale, invece, potrebbero anche fare a meno di avere una copia locale del software, scaricandolo dalla rete locale con i metodi descritti più avanti. Quando questo è possibile, l unico software da installare sulla scheda è il boot loader che effettua lo scaricamento iniziale e lancia il kernel Linux. La procedura per riscrivere effettivamente una flash da linea di comando richiede utility che variano da target a target, quindi non ne parleremo in questo articolo. Il software da installare sull host per permettere al target di partire e configurarsi correttamente è invece assolutamente standard. Le relative procedure sono infatti le stesse utilizzate nel mondo Linux (e Windows) in qualsiasi caso si abbiano, in una rete locale, dei client privi di disco rigido (diskless) su cui conservare il proprio kernel. Per partire, i client diskless non possono che scaricare, tramite la stessa rete locale, l intero kernel e qualsiasi altro file sia loro necessario nella fase di avvio. Perché questo accada, le prime cose di cui il target ha bisogno al momento dell accensione sono il suo indirizzo Ip e il nome e la locazione in rete del proprio kernel. L host può fornire queste informazioni con lo stesso Per avere un idea di quali modelli di Single board computer sono disponibili in Italia si possono visitare le pagine e Una buona introduzione generale a Linux embedded, adatta a chi ha già esperienza di programmazione, è il tutorial Embedded Linux applications: An overview (www.ibm.com/developerworks/linux/library/l-embl.html). Nel 2004 il Linux Journal ha pubblicato una introduzione in quattro parti alla programmazione embedded: l Url dell articolo finale, che contiene anche i link alle puntate precedenti, è L articolo in italiano spiega in maniera dettagliata le varie fasi di avvio di un sistema Linux, embedded o no. Una presentazione, sempre in italiano, sugli Strumenti di sviluppo per Linux embedded, piuttosto completa anche se non aggiornatissima, si può scaricare all indirizzo Molte altre presentazioni in Italiano su questi temi sono disponibili su Un elenco dei passi da eseguire per configurare Minicom per comunicare con un sistema embedded si trova infine nel manuale Red Hat per sviluppatori embedded, 302

4 protocollo usato dai client Pc nelle normali reti aziendali, quello Dhcp (Dynamic Host Configuration Protocol): basta quindi configurare il relativo server, dhcpd, che è disponibile come pacchetto binario in tutte le distribuzioni Linux. Una volta scoperto qual è il kernel di cui ha bisogno per partire, il target deve ancora scaricarlo via rete. Il protocollo che praticamente tutti i target Linux sono sicuramente in grado di usare per scaricare file è quello Tftp (Trivial Ftp, cioè Ftp semplificato ). Come nel caso di Dhcp, conoscere Tftp è quindi utile non solo agli aspiranti programmatori embedded ma anche, per esempio, agli amministratori di un laboratorio scolastico: mettere a disposizione degli studenti soltanto dei Pc diskless è uno dei modi migliori per riciclare computer altrimenti obsoleti, aumentando grandemente, allo stesso tempo, sicurezza e semplicità di amministrazione del sistema. Pronto soccorso via hardware Un generico connettore Bdm (da per debugging e recupero di schede embedded anche nelle situazioni più critiche. Il connettore è in realtà composto da un circuito racchiuso in un involucro che va posto fra il target e l host, a cui va collegato con un normale cavo parallelo o Usb, nei modelli più veloci. I componenti hardware e software appena descritti sono sufficienti a sviluppare e collaudare software embedded quando tutto va bene. Come fare però quando il kernel del target non riesce più a partire per un errore di programmazione o perché i file contenuti nella flash sono stati corrotti? In casi del genere nemmeno l interfaccia seriale è utilizzabile e non servirebbe a nulla spegnere e riaccendere il dispositivo, ma se la scheda che ospita il target è stata progettata con criterio non c è pericolo. Per far fronte a questi problemi l industria elettronica ha sviluppato da anni due interfacce standard: la Jtag (Joint Test Action Group, uno standard Ieee) e la Bdm (Background Debug Mode). La prima è un protocollo di comunicazione usato principalmente per il collaudo, usualmente tramite la porta parallela di un Pc, di qualsiasi tipo di circuito integrato montato su una scheda. Nel nostro caso, la Jtag è interessante soprattutto per connettersi al processore o alla memoria flash presente sulla scheda stessa. Anche Bdm, originariamente sviluppata da Motorola, permette di accedere direttamente agli stessi componenti, sempre tramite la porta parallela, o a volte quella Usb dell host. L uso di entrambe le interfacce nello sviluppo di software embedded è lo stesso: connettersi al processore target, anche se tutte le sue partizioni fossero vuote o corrotte e non riuscisse a partire da solo, per caricare direttamente nella sua memoria un kernel e poi avviarlo. Sia Jtag sia Bdm richiedono connettori dedicati sul target e/o circuiti ausiliari collegati ai connettori stessi. Dal punto di vista della configurazione dell host, la cosa più importante è ottenere il driver adatto per la porta usata da quei connettori (parallela o Usb), verificare che non entri in conflitto con altri driver per le stesse porte e rimuovere questi ultimi, o almeno disattivarli, in caso contrario. Nulla impone che un applicazione embedded possa avere soltanto un interfaccia a carattere o comunque estremamente spartana. I toolkit grafici per Linux come Qtopia mettono a disposizione dei programmatori icone assai gradevoli, menu a tendina, barre di scorrimento e tanti altri elementi comuni nei nostri desktop (fonte: LinuxJournal.com). Busybox: Linux embedded si controlla come un desktop O ggi è possibile controllare con Linux, usando le stesse utility, interfacce e linguaggi di scripting già noti ai suoi utenti desktop, qualsiasi oggetto che contenga un processore embedded compatibile con Linux. L affermazione, per quanto indiscutibile in generale, potrebbe indurre parecchi utenti in errore, o almeno creare qualche confusione. Potrebbe succedere, in particolare, di caricare su un processore embedded uno script shell già collaudato con successo su un normale server o workstation e lanciarlo da una linea di comando apparentemente identica a quella di quegli altri computer solo per vederlo fallire con un messaggio d errore simile a comando o opzione sconosciuti. Quasi sempre, le ragioni per messaggi di questo tipo sono due. La prima è che nello script è stato chiamato qualche comando particolare, non incluso in tutte le distribuzioni di Linux, oppure incluso ma in una diversa directory del file system. Quando questo si verifica, basta aggiungere i file che mancano, ammesso che ci sia ancora spazio disponibile. L altro caso, che è quello discusso in questo articolo, è quando si esegue un comando o si lancia un programma che, pur essendo effettivamente presente nel sistema ha un comportamento diverso da quello che conosciamo. Questo avviene perché quel programma è effettivamente diverso da quello installato presente in un normale server o desktop Gnu/Linux. In un sistema embedded è molto probabile che queste versioni modificate non siano altro che un unico file eseguibile, capace di comportarsi in molte maniere diverse. Si tratta di Busybox (www.busybox.net) un programma sviluppato per sostituire da solo parecchie decine delle utility tradizionali della linea di comando Unix: bzip2, grep, gzip, reboot, sed, tar, wget e molte altre. Sono disponibili anche quasi tutte le capacità essenziali dell editor Vim. In effetti, quasi qualsiasi comando normalmente presente negli script di avvio di un sistema Gnu/Linux o comunque necessario per la sua amministrazione è sostituibile da Busybox. Il motivo per cui è stato sviluppato questo applicativo è ovvio: un singolo eseguibile può eliminare completamente la duplicazione di codice fra diversi programmi, quindi Busybox occupa molto meno spazio della somma delle utility che sostituisce. La struttura del codice sorgente facilita anche l aggiunta di altri programmi da parte di sviluppatori indipendenti, oppure la rimozione di quelli non necessari per ridurre ulteriormente lo spazio necessario. Tutto questo fa di Busybox uno strumento prezioso non solo nelle piat- 303

5 taforme embedded vere e proprie, in cui tutto il software deve entrare in pochi Megabyte di memoria flash, ma anche in floppy disk o altri sistemi di recupero, che hanno limiti di spazio abbastanza simili. Un altro fattore del successo di Busybox sta nel fatto che, almeno in prima approssimazione, è possibile usarlo senza nemmeno conoscere la sua esistenza. Il modo più elementare di usare Busybox è invocarne il nome seguito da quello del programma di cui si ha bisogno e da eventuali argomenti per quest ultimo. Scrivendo quindi: # busybox vim prova.txt in una shell, Busybox aprirà, comportandosi come l editor Vim, il file prova.txt. La procedura di installazione crea però anche tanti link all eseguibile Busybox quanti sono i programmi che esso sostituisce e ogni link ha il nome di uno di quei programmi. Il risultato è che quando si ha bisogno, per esempio, di comprimere un file con gzip e si digita questa stringa nella linea di comando, Busybox capisce da quale dei link suddetti è stato chiamato e si comporta, nei limiti delle sue capacità, come il programma originario. Questa flessibilità ed efficienza hanno un prezzo, che è poi quello già accennato. Sia per mantenere al minimo le dimensioni del programma sia per facilità di sviluppo, Busybox non contiene tutte le funzioni e opzioni delle utility che sostituisce. È proprio questo che dà luogo, se l utente non ne è al corrente, ai messaggi d errore menzionati all inizio dell articolo. Le opzioni supportate, d altra parte, si comportano in maniera quasi identica a quelle dei programmi originari e le differenze sono documentate, quindi con un minimo di preparazione o di ricorso al manuale online si possono evitare brutte sorprese. Se Busybox non basta Nonostante le sue notevoli capacità, può capitare di aver bisogno di un programma, soprattutto un server, che Busybox non è in grado di rimpiazzare. Esistono comunque diversi progetti indipendenti, descritti nella pagina che colmano questo vuoto: i più utili sono Dropbear (server e client Ssh in meno di 100 Kilobyte) e ssmtp per la posta elettronica. Aumentano le capacità di Group Office Group-Office (www.group-office.com) è una suite Php per l organizzazione dell ufficio, disponibile in varie versioni tutte interamente utilizzabili tramite web browser. Le funzioni di base includono rubrica condivisa con campi personalizzabili, calendario, client di posta elettronica, sincronizzazione dei relativi dati con Pda o Microsoft Outlook, file e project manager, gestione delle fatture e un semplice negozio elettronico. Avvisi o bollettini ai clienti creati con OpenOffice o Microsoft Office possono essere spediti a una mailing list di contatti direttamente dall interno del programma. A partire da novembre 2007 la versione professionale di Group-Office include un applet Java che sincronizza anche i file sul disco locale di ogni utente con le copie presenti sul server centrale. Group-Office mette anche a disposizione dell amministratore di sistema moduli speciali per gestire gli utenti e l intero funzionamento del sito web. Un nuovo sistema di helpdesk, con notifica automatica via o browser delle richieste dei clienti, mantiene un database centralizzato con la storia completa delle stesse richieste. Il sito web contiene anche un demo online dell intero programma. Red Hat e Novell guardano all Asia Cina, India e il resto dell Asia sono in fase di rapida espansione anche per quanto riguarda l uso del software Open Source a livello istituzionale e due dei più grossi fornitori di questo software, Red Hat e Novell, hanno entrambi progetti molto ambiziosi al riguardo. Red Hat, ad esempio, ha dichiarato di voler arrivare entro il 2009 a ottenere il 60 per cento del fatturato dal mercato Asiatico e dalle nazioni del Pacifico e intende aumentare il numero di dipendenti nell area di circa mille unità. L opportunità più interessante per Red Hat è il bisogno di molte aziende e Pubbliche Amministrazioni della zona di migrare da sistemi Unix obsoleti e troppo costosi a soluzioni più economiche ma altrettanto valide: i clienti per questo tipo di accordi sono soprattutto nei settori finanziario e delle telecomunicazioni. Dal canto suo Novell ha piani altrettanto importanti ma diversi, e intende fare di Suse Linux il desktop preferito dalle Pubbliche Amministrazioni asiatiche, soprattutto in China, Giappone, Thailandia e India, dove ha firmato un contratto per 2000 server e desktop con lo stato del Tamil Nadu. Etichette Rfid: meglio Open Source Rfdump (www.rf-dump.org) è un programma Open Source con varie interfacce per leggere, copiare o modificare i dati (tag) contenuti nelle etichette Rfid (Radio Frequency Identification) oggi aggiunte agli articoli più disparati. L interfaccia grafica, che gira anche su Windows, è basata sulle librerie Gtk, le stesse usate per l ambiente desktop Gnome. Esiste anche una versione live su Cd-Rom (www.rfdump.org/live.shtml), che gira su Windows grazie a VmWare, per provare Rfdump senza installare alcunché nel proprio computer. Sulla linea di comando Rfdump è disponibile sotto forma di script Perl, compatibile anche con diversi Pda che supportano Linux. Da novembre 2007 Rfdump ha aggiunto o migliorato il supporto per vari formati standard in questo campo: la lista dell hardware già compatibile si trova su Studiare e suonare musica senza interruzioni con VirtMus I tradizionali leggii per spartiti musicali non riescono a sostenere più di un album o a mostrarne più di due pagine alla volta. Questo semplice fatto è una notevole seccatura durante concerti ed esercitazioni, in quanto il musicista deve spesso staccare le mani dallo strumento per voltare pagina, rischiando interruzioni ed errori. La soluzione Open Source a questo problema è VirtMus (http://virtmus.com/). Questo programma per Linux, Mac OS e Windows mostra sullo schermo di un computer le pagine dello spartito che si stanno suonando e soprattutto permette di cambiarle senza distrarsi tramite mouse, tastiera o pedaliera con interfaccia Usb. Gli spartiti possono essere importati nel programma da scanner, fotografie digitali o file Pdf e raccolti in collezioni o Play List. La versione 1.01 di VirtMus è dotata anche di varie animazioni per passare da una pagina all altra. 304

Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande

Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande CAPITOLO 2 Scegliere una distribuzione di Linux Il sistema operativo Linux installato sul vostro computer non è un unico, grande programma, ma un insieme di molti programmi. Potete ottenere autonomamente

Dettagli

Embedded Linux Introduzione

Embedded Linux Introduzione Embedded Linux Introduzione Progetto STRAGO su WSN, Fase 1 pascione@napoli.consorzio-cini.it cotroneo@unina.it Napoli, 16 Gennaio 2006 macinque@unina.it Perché Embedded Linux? Perchè Linux? Codice sorgente

Dettagli

Il computer: primi elementi

Il computer: primi elementi Il computer: primi elementi Tommaso Motta T. Motta Il computer: primi elementi 1 Informazioni Computer = mezzo per memorizzare, elaborare, comunicare e trasmettere le informazioni Tutte le informazioni

Dettagli

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro

Introduzione alle tecnologie informatiche. Strumenti mentali per il futuro Introduzione alle tecnologie informatiche Strumenti mentali per il futuro Panoramica Affronteremo i seguenti argomenti. I vari tipi di computer e il loro uso Il funzionamento dei computer Il futuro delle

Dettagli

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows?

Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? Come fare a leggere questi dati generati da un programma windows? A questo punto siamo in possesso di tutti gli elementi per sfruttare appieno le potenzialità di Linux: sappiamo destreggiarci (mai abbastanza)

Dettagli

Introduzione Il sistema operativo Linux è oggi una delle principali distribuzioni di Unix, in grado di portare in ogni PC tutta la potenza e la flessibilità di una workstation Unix e un set completo di

Dettagli

Il software. Il Sistema Operativo

Il software. Il Sistema Operativo Il software Prof. Vincenzo Auletta 1 Il Sistema Operativo Software che gestisce e controlla automaticamente le risorse del computer permettendone il funzionamento. Gestisce il computer senza che l utente

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina

Corso base GNU/Linux 2014. Latina Linux Group. Sito web: www.llg.it. Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina Corso base GNU/Linux 2014 Latina Linux Group Sito web: www.llg.it Mailing list:http://lists.linux.it/listinfo/latina 1 / 34 Obiettivi di questo incontro Fornire delle informazioni di base sul funzionamento

Dettagli

Il Sistema Operativo

Il Sistema Operativo Il Sistema Operativo Si intende per Sistema Operativo (o software di sistema) un gruppo di programmi che gestisce il funzionamento di base del computer. Il sistema operativo rimane sempre attivo dal momento

Dettagli

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in

Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Manuale di riferimento di HP Web Jetadmin Database Connector Plug-in Informazioni sul copyright 2004 Copyright Hewlett-Packard Development Company, L.P. Sono vietati la riproduzione, l'adattamento e la

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. LINUX - Introduzione. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 26 LINUX - Introduzione

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. LINUX - Introduzione. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 26 LINUX - Introduzione LINUX - Introduzione 1 di 26 LINUX - Introduzione Cos è LINUX? Si tratta di un clone di UNIX Più precisamente è il kernel del S.O. Funzionalità di base Scheduling dei processi Gestione della memoria virtuale

Dettagli

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva

Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery. Guida introduttiva Xerox EX8002 Print Server, Powered by Fiery Guida introduttiva 2009 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche

Software di sistema e software applicativo. I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software di sistema e software applicativo I programmi che fanno funzionare il computer e quelli che gli permettono di svolgere attività specifiche Software soft ware soffice componente è la parte logica

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Linux Terminal Server Project (LTSP)

Linux Terminal Server Project (LTSP) Linux Terminal Server Project (LTSP) Gabriele Zucchetta g zucchetta@virgilio.it Entropica http://www.entropica.info/ Linux Terminal Server Project (LTSP) p. Introduzione Creare postazioni di lavoro con

Dettagli

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ)

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) Installazione Che cosa occorre fare per installare l unità LaCie Ethernet Disk mini? A. Collegare il cavo Ethernet alla porta LAN sul retro dell unità LaCie

Dettagli

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici

Dettagli

Laboratorio di Informatica (a matematica)

Laboratorio di Informatica (a matematica) Laboratorio di Informatica (a matematica) schermo schermo stampante SERVER WMAT22 WMAT18 WMAT20 WMAT19 WMAT16 WMAT17 WMAT21 WMAT15 WMAT 10 WMAT9 WMAT8 WMAT7 WMAT6 WMAT?? WMAT13 WMAT14 WMAT12 server WMATT??

Dettagli

Elementi del calcolatore: CPU

Elementi del calcolatore: CPU Elementi del calcolatore: CPU Elementi del calcolatore: Memoria Elementi del calcolatore: Memoria Elementi del calcolatore: Hard Disk Antefatto Sistema Operativo Come il computer appare Il calcolatore

Dettagli

HARDWARE. Relazione di Informatica

HARDWARE. Relazione di Informatica Michele Venditti 2 D 05/12/11 Relazione di Informatica HARDWARE Con Hardware s intende l insieme delle parti solide o ( materiali ) del computer, per esempio : monitor, tastiera, mouse, scheda madre. -

Dettagli

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250

Guida introduttiva. Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Fiery Network Controller per DocuColor 240/250 Guida introduttiva In questo documento, ogni riferimento a DocuColor 242/252/260 rimanda a DocuColor 240/250. 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo

Dettagli

Introduzione. Che cos è Linux

Introduzione. Che cos è Linux Introduzione Una delle maggiori soddisfazioni per chi insegna a utilizzare Linux consiste nell osservare i volti degli allievi e nel vedere che, su quei volti, a poco a poco si fa strada la comprensione.

Dettagli

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Attività svolta dal dr. Alessi e dal dr. Farolfi Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Knoppix è una distribuzione

Dettagli

NetComp quick reference. 1. NETCOMP...2 2. Supporto Windows CE...3 3. UPDATE SISTEMA...8. 3.1 Update Bootloader/Image...8

NetComp quick reference. 1. NETCOMP...2 2. Supporto Windows CE...3 3. UPDATE SISTEMA...8. 3.1 Update Bootloader/Image...8 MNL139A000 NetComp quick reference ELSIST S.r.l. Sistemi in elettronica Via G. Brodolini, 15 (Z.I.) 15033 CASALE M.TO ITALY Internet: http://www.elsist.it Email: elsist@elsist.it TEL. (39)-0142-451987

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

Linux in tasca: Stefano Sanna gerda AT crs4.it

Linux in tasca: Stefano Sanna gerda AT crs4.it Linux in tasca: installazione su PDA ipaq Stefano Sanna gerda AT crs4.it Linux in tasca Linux & PDA Linux su palmari HP/Compaq ipaq Installazione Impressioni d'uso DemDom: Demo & Domande Conclusioni Liberatoria...

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi

Parte V. Sistemi Operativi & Reti. Sistemi Operativi. Sistemi Operativi Parte V & Reti Sistema operativo: insieme di programmi che gestiscono l hardware Hardware: CPU Memoria RAM Memoria di massa (Hard Disk) Dispositivi di I/O Il sistema operativo rende disponibile anche il

Dettagli

3. Come realizzare un Web Server

3. Come realizzare un Web Server 3. Come realizzare un Web Server 3.1 Che cos'è un web server Il web server, è un programma che ha come scopo principale quello di ospitare delle pagine web che possono essere consultate da un qualsiasi

Dettagli

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche,

In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche, meccaniche, magnetiche, ottiche che ne consentono

Dettagli

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server

Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server Corso di Web programming Modulo T3 A2 - Web server 1 Prerequisiti Pagine statiche e dinamiche Pagine HTML Server e client Cenni ai database e all SQL 2 1 Introduzione In questa Unità si illustra il concetto

Dettagli

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I

Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I Università di Pisa Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Note sull ambiente di lavoro utilizzato ai Laboratori di Fondamenti di Informatica I a cura di Marco Cococcioni a.a. 2013-2014 Un po di terminologia

Dettagli

Introduzione a VMware Fusion

Introduzione a VMware Fusion Introduzione a VMware Fusion VMware Fusion per Mac OS X 2008 2012 IT-000933-01 2 Introduzione a VMware Fusion È possibile consultare la documentazione tecnica più aggiornata sul sito Web di VMware all'indirizzo:

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica Modulo T2 1 Sistema software 1 Prerequisiti Utilizzo elementare di un computer Significato elementare di programma e dati Sistema operativo 2 1 Introduzione In questa Unità studiamo

Dettagli

Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail

Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail M ANUFACTURING & RETAIL MICROSOFT ENTERPRISE CLUB Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ Soluzioni Windows Embedded per il settore Retail Soluzioni Windows Powered per sistemi POS M

Dettagli

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI

I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI I SISTEMI OPERATIVI CONCETTI INTRODUTTIVI Il Software Software di Base Sistema Operativo (Software di base essenziale) Software di base non essenziale Utility Driver Software applicativi (Applicazioni)

Dettagli

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere

Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare. Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Abilità Informatiche A.A. 2010/2011 Lezione 4: SoftWare Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Software È un insieme di programmi che permettono di trasformare un insieme di circuiti elettronici (=

Dettagli

Strutture dei sistemi operativi

Strutture dei sistemi operativi Contenuti della lezione di oggi Strutture dei sistemi operativi Descrizione dei servizi messi a disposizione dell utente dal SO Utente generico Programmatore Esame delle possibili strutture di un SO Monolitica

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Configurazione del computer per eliminare rallentamenti e ridondanze

Configurazione del computer per eliminare rallentamenti e ridondanze introduzione Questo documento presenta le istruzioni passo passo per ottimizzare la configurazione di un computer utilizzato in una scuola. Mediante alcune soluzioni software o hardware è possibile proteggere

Dettagli

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi

Software relazione. Software di base Software applicativo. Hardware. Bios. Sistema operativo. Programmi applicativi Software relazione Hardware Software di base Software applicativo Bios Sistema operativo Programmi applicativi Software di base Sistema operativo Bios Utility di sistema software Software applicativo Programmi

Dettagli

Multisentry ASE-V (v. 1.0) - Guida rapida all installazione

Multisentry ASE-V (v. 1.0) - Guida rapida all installazione Multisentry ASE-V (v. 1.0) - Guida rapida all installazione 2012 Multisentry Solutions S.r.l. 1 di 15 Sommario 1 Multisentry ASE-V... 3 2 A chi è rivolto il manuale... 3 3 Prerequisiti... 3 3.1 VMware...

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX Windows vs LINUX 1 di 20 Windows vs LINUX In che termini ha senso un confronto? Un O.S. è condizionato dall architettura su cui gira Un O.S. è condizionato dalle applicazioni Difficile effettuare un rapporto

Dettagli

Note di rilascio workstation Sun Java W1100z e W2100z

Note di rilascio workstation Sun Java W1100z e W2100z Note di rilascio workstation Sun Java W1100z e W2100z Sun Microsystems, Inc. www.sun.com Codice componente 817-7994-10 Ottobre 2004, Revisione B Per inoltrare eventuali commenti relativi al presente documento,

Dettagli

Informatica. Teoria. L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software. Marco Brama 2010-2011

Informatica. Teoria. L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software. Marco Brama 2010-2011 \ 1 Informatica Teoria L architettura dei PC Storia dell informatica Periferiche Reti - Software Marco Brama 2010-2011 La presente dispensa è stata creata appositamente ad integrazione del programma didattico

Dettagli

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario.

Istruzioni per l uso. (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems. Installazione. Sommario. Istruzioni per l uso (Per l installazione Panasonic Document Management System) Digital Imaging Systems N. modello DP-800E / 800P / 806P Installazione Sommario Installazione Installazione del driver di

Dettagli

RUBRICHE. Server e desktop impenetrabili

RUBRICHE. Server e desktop impenetrabili Di Marco Fioretti Server e desktop impenetrabili Per difendersi da attacchi e virus non è sufficiente aggiornare il software di sistema o installare un firewall generico. Ecco le strategie più efficaci.

Dettagli

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI

Indice degli argomenti del s.o. Software. Software. Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Buona lezione a tutti!! SISTEMI OPERATIVI Gli appunti sono disponibili per tutti gratis sul sito personale del Prof M. Simone al link: www.ascuoladi.135.it nella pagina web programmazione, sezione classi

Dettagli

Linux Embedded un pinguino piccolo così

Linux Embedded un pinguino piccolo così Linux Embedded un pinguino piccolo così Fabrizio Vacca fabrizio.vacca@microc.it Agenda Introduzione Sistemi embedded: hardware Sistemi embedded: software Piccola panoramica di progetti Open Source DEMO

Dettagli

Ubuntu e la sua Installazione

Ubuntu e la sua Installazione Ubuntu e la sua Installazione Introduzione Ubuntu è un progetto guidato da una comunità internazionale di volontari, aziende e professionisti per creare un sistema operativo con l'uso del Software Libero

Dettagli

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO

PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO PROGRAMMA CORSO SISTEMISTA INFORMATICO Corso Sistemista Junior OBIETTIVI L obiettivo dei corsi sistemistici è quello di fornire le conoscenze tecniche di base per potersi avviare alla professione di sistemista

Dettagli

1.1 Installazione di ARCHLine.XP

1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1.1 Contenuto del pacchetto di ARCHLine.XP Controllare il contenuto del vostro pacchetto ARCHLine.XP : Manuale utente di ARCHLine.XP (se in formato elettronico è contenuto

Dettagli

Virtualizzazione. Di tutti. Per tutti.

Virtualizzazione. Di tutti. Per tutti. Virtualizzazione. Di tutti. Per tutti. Autore: Claudio Cardinali Email: claudio@csolution.it 1 Agenda L.T.S.P. Linux Terminal Server Project Virtualizzazione K.V.M. Kernel Based Virtual Machine Deploy

Dettagli

LPIC-1 Junior Level Linux Certification

LPIC-1 Junior Level Linux Certification Corso 2012/2013 Introduzione a GNU/Linux Obiettivi Il percorso formativo ha l obiettivo di fornire ai partecipanti le competenze basilari necessarie per installare, configurare e gestire un server/workstation

Dettagli

Epoptes. Architetture di rete centralizzate Open Source. Claudio Cardinali e Giuseppe Maugeri, Architetture di rete centralizzate Open Source

Epoptes. Architetture di rete centralizzate Open Source. Claudio Cardinali e Giuseppe Maugeri, Architetture di rete centralizzate Open Source Architetture di rete centralizzate Open Source Epoptes 1 Edubuntu Sistema operativo Ubuntu con sorgenti ottimizzate per l uso in ambienti educativi: software Contiene software di tipo educativo (installabili

Dettagli

Enclosure HDD 3,5" Manuale utente

Enclosure HDD 3,5 Manuale utente Enclosure HDD 3,5" esterna LAN e USB Sommario Manuale utente DA-70516 1. Informazione di prodotto...1 2. Specificazioni di prodotto...2 3. Requisiti di sistema...3 4. Uno sguardo all apparecchio..4 5.

Dettagli

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per UNIX

Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per UNIX Istruzioni di installazione di IBM SPSS Modeler Server 15per UNIX IBM SPSS Modeler Server può essere installato e configurato per l esecuzione in modalità di analisi distribuita insieme ad altre installazioni

Dettagli

Informatica di Base. Il software

Informatica di Base. Il software di Base 1 Sistemi informatici Hardware Microprocessore Memoria Periferiche di input e output Software Software di sistema Programmi applicativi 2 Il sw applicativo Il sw applicativo è costituito dall insieme

Dettagli

QL-580N QL-1060N. Guida di installazione del software. Italiano LB9158001

QL-580N QL-1060N. Guida di installazione del software. Italiano LB9158001 QL-580N QL-060N Guida di installazione del software Italiano LB95800 Caratteristiche P-touch Editor Driver della stampante Rubrica di P-touch (solo Windows ) Consente a tutti di creare con facilità un

Dettagli

Linux a Scuola e non solo...

Linux a Scuola e non solo... Linux Day 2011 Casorate Sempione (VA) Linux a Scuola e non solo... www.linuxvar.it Rete LTSP (Linux Terminal Server Project) Relatore: Ross Obiettivi Progetto Dotare ogni classe di 1 pc. Collegamento ad

Dettagli

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio

Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università degli Studi di Parma Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Civile e Ingegneria per l ambiente e il territorio Il software di base Software

Dettagli

Back to MAINFRAME. Come ridurre il peso dell help desk e vivere felici. Ver 1.6 F. M. TAURINO/ E. M. V. FASANELLI

Back to MAINFRAME. Come ridurre il peso dell help desk e vivere felici. Ver 1.6 F. M. TAURINO/ E. M. V. FASANELLI Back to MAINFRAME Come ridurre il peso dell help desk e vivere felici Ver 1.6 F. M. TAURINO/ E. M. V. FASANELLI Prima di cominciare I servizi di calcolo hanno POCO PERSONALE ma DEVONO gestire di TUTTO

Dettagli

Startup Guide. Manuale di installazione ed uso. FluctuS Intelligent Sensor System

Startup Guide. Manuale di installazione ed uso. FluctuS Intelligent Sensor System Cod. Doc.: 88019800_rev10_FluctuS Startup Guide Revisione: 1.0 Data: 04/01/2013 Pag. 1/13 Startup Guide Manuale di installazione ed uso FluctuS http://www.e-fluctus.com 1 INTRODUZIONE 3 2 INSTALLAZIONE

Dettagli

Scopri il nuovo Office

Scopri il nuovo Office Scopri il nuovo Office Sommario Scopri il nuovo Office... 4 Scegli la versione di Office più adatta a te...9 Confronta le versioni...14 Domande frequenti...16 Applicazioni di Office: Novità...19 3 Scopri

Dettagli

Città di Somma Lombardo

Città di Somma Lombardo Città di Somma Lombardo REGOLAMENTO GENERALE PER L UTILIZZO DI INTERNET PRESSO LA BIBLIOTECA COMUNALE. (Approvato con deliberazione del Consiglio comunale della Città di Somma Lombardo n.95 del 20/12/2006

Dettagli

Indice. Introduzione. Capitolo 1

Indice. Introduzione. Capitolo 1 indice Xp pro.qxd 4-04-2002 19:42 Pagina V Indice Introduzione XV Capitolo 1 Sistemi operativi Windows di nuova generazione 1 1.1 Introduzione 1 1.2 Introduzione alla famiglia Windows XP 1 Windows XP Home

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Servizio per l automazione informatica e l innovazione tecnologica Piano Nazionale di Formazione degli Insegnanti sulle Tecnologie dell Informazione

Dettagli

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1

Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 Il percorso formativo C: GESTIONE DELLA INFRASTUTTURA TECNOLOGICA 1 In questa area si possono identificare due possibili percorsi: Livello-C1 un percorso teso a creare una figura in grado di gestire le

Dettagli

L ambiente grafico (GNOME o KDE)

L ambiente grafico (GNOME o KDE) L ambiente grafico (GNOME o KDE) Abbiamo già speso alcune parole in merito alla differenza tra gestori di finestre (o window managers) e gestori di desktop, ma in questa lezione impareremo alcuni concetti

Dettagli

Vocabolario & Terminologie Informatiche

Vocabolario & Terminologie Informatiche Vocabolario & Terminologie Informatiche HARWARE: In ingegneria elettronica e informatica con il termine hardware si indica la parte fisica di un computer, ovvero tutte quelle parti elettroniche, elettriche,

Dettagli

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi

Modulo 2 - ECDL. Uso del computer e gestione dei file. Fortino Luigi 1 Modulo 2 - ECDL Uso del computer e gestione dei file 2 Chiudere la sessione di lavoro 1.Fare Clic sul pulsante START 2.Cliccare sul comando SPEGNI COMPUTER 3.Selezionare una delle opzioni STANDBY: Serve

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems

Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT. Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Soluzioni innovative per la semplificazione dell infrastruttura IT Virtualizzazione con il sistema operativo IBM i, PowerVM e Power Systems Caratteristiche principali La flessibilità e la scalabilità della

Dettagli

Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA

Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA Sistema di supervisione e controllo TAC VISTA Software TAC VISTA IV TAC VISTA IV è il sistema di supervisione e gestione per edifici che permette il monitoraggio, il controllo e la gestione degli impianti

Dettagli

Corso di Informatica

Corso di Informatica Corso di Informatica CL3 - Biotecnologie Orientarsi nel Web Prof. Mauro Giacomini Dott. Josiane Tcheuko Informatica - 2006-2007 1 Obiettivi Internet e WWW Usare ed impostare il browser Navigare in internet

Dettagli

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA INFORMATICA La parola INFORMATICA indica l insieme delle discipline e delle tecniche che permettono la trattazione automatica delle informazioni che sono alla base delle nostre conoscenze e delle loro

Dettagli

Come valutare e scegliere un Sistema Operativo Embedded

Come valutare e scegliere un Sistema Operativo Embedded Come valutare e scegliere un Sistema Operativo Embedded Valter Minute Adeneo Embedded vminute@adeneo-embedded.com ARM e sistemi operativi Milioni di dispositivi contengono processori ARM Per sfruttare

Dettagli

Procedura di installazione Linux Red Hat

Procedura di installazione Linux Red Hat Servizio Calcolo e Reti Bollettino N. 2/02 28 Giugno 2002 Procedura di installazione Linux Red Hat (Servizio.Calcolo@pv.infn.it) Abstract Questa breve nota descrive la procedura consigliata per l installazione

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Gestione completa delle prestazioni

Gestione completa delle prestazioni Gestione completa delle prestazioni Funziona anche con Windows XP e Windows Vista 2013 Un applicazione agile e potente per la messa a punto e la manutenzione delle prestazioni del vostro computer. Download

Dettagli

Supplemento Macintosh

Supplemento Macintosh Supplemento Macintosh Prima di utilizzare il prodotto, leggere attentamente il presente manuale e conservarlo in un posto sicuro in caso di riferimenti futuri. Per un uso corretto e sicuro, leggere le

Dettagli

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-i Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2006 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da

Dettagli

Sommario della lezione

Sommario della lezione Sistemi Operativi Docente: Ugo Erra ugoerr+so@dia.unisa.it 2 LEZIONE STRUTTURE DEI SISTEMI OPERATIVI CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INFORMATICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Sommario della lezione

Dettagli

L i n u x @ B e s t a 2 0 0 7. Mario Di Raimondo

L i n u x @ B e s t a 2 0 0 7. Mario Di Raimondo L i n u x @ B e s t a 2 0 0 7 Evoluzione delle architetture grafiche sui sistemi Open Source Mario Di Raimondo I S i s t e m i U N I X d i i e r i X W i n d o w S y s t e m X Window System (X11) è il sistema

Dettagli

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura

Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Sistemi Operativi (modulo di Informatica II) Architettura Patrizia Scandurra Università degli Studi di Bergamo a.a. 2008-09 Sommario Obiettivi di un sistema operativo Concetti di base sui sistemi operativi

Dettagli

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3

Log Manager. 1 Connessione dell apparato 2. 2 Prima configurazione 2. 2.1 Impostazioni di fabbrica 2. 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 ver 2.0 Log Manager Quick Start Guide 1 Connessione dell apparato 2 2 Prima configurazione 2 2.1 Impostazioni di fabbrica 2 2.2 Configurazione indirizzo IP e gateway 3 2.3 Configurazione DNS e Nome Host

Dettagli

Guida rapida a Laplink Everywhere 4

Guida rapida a Laplink Everywhere 4 Guida rapida a Laplink Everywhere 4 081005 Come contattare Laplink Software Per sottoporre domande o problemi di carattere tecnico, visitare il sito: www.laplink.com/it/support/individual.asp Per altre

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Il software Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Universitàdegli Studi di Parma SOFTWARE I componenti fisici del calcolatore (unità centrale e periferiche) costituiscono

Dettagli

Programma corsi LogX S.r.l.

Programma corsi LogX S.r.l. Programma corsi LogX S.r.l. I corsi vengono tenuti a domicilio presso cliente per un gruppo di persone che puo' variare da 1 a 10. Introduzione a Linux (3 Giorni) Questo corso è stato studiato per coloro

Dettagli

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete Sistemi Operativi di Rete Estensione dei Sistemi Operativi standard con servizi per la gestione di risorse in rete locale Risorse gestite: uno o più server di rete più stampanti di rete una o più reti

Dettagli

Università degli Studi di Udine CENTRO SERVIZI INFORMATICI E TELEMATICI

Università degli Studi di Udine CENTRO SERVIZI INFORMATICI E TELEMATICI ISTRUZIONI PER IL TEST A Università degli Studi di Udine CENTRO SERVIZI INFORMATICI E TELEMATICI CORSO DI ALFABETIZZAZIONE INFORMATICA Vengono consegnati il presente foglio istruzioni con allegate le domande

Dettagli

VPN (OpenVPN - IPCop)

VPN (OpenVPN - IPCop) VPN (OpenVPN - IPCop) Davide Merzi 1 Sommario Indirizzo IP Reti Pubbliche Private Internet Protocollo Firewall (IPCop) VPN (OpenVPN IPsec on IPCop) 2 Indirizzo IP L'indirizzo IP (Internet Protocol address)

Dettagli

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4

Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Valutazione del sistema di storage EMC CLARiiON AX4 Relazione preparata sotto contratto con EMC Introduzione EMC Corporation ha incaricato Demartek di eseguire una valutazione pratica del nuovo sistema

Dettagli

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva

Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press. Guida introduttiva Xerox EX Print Server, Powered by Fiery per Xerox Color 800/1000 Press Guida introduttiva 2011 Electronics For Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente

Dettagli

Laboratorio di Programmazione Strutturata

Laboratorio di Programmazione Strutturata Laboratorio di Programmazione Strutturata Facoltà di Scienze e Tecnologie per i Media Anno 2008/2009 Dati Generali Docente del corso : Dott. Tulimiero Davide Materiale del corso : Corso completo di programmazione

Dettagli