Le adozioni internazionali nel 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le adozioni internazionali nel 2013"

Transcript

1 Le adozioni internazionali nel 2013 Nel corso del 2013 la Commissione ha rilasciato l autorizzazione all ingresso in Italia per bambini provenienti da 56 Paesi, adottati da famiglie residenti in Italia. Rispetto al 2012, si evidenzia dunque un calo pari al 9,1% per quanto riguarda il numero di minori adottati, al 7,2% per quanto riguarda le coppie adottive. La flessione registrata nel 2013 risulta minore a quella dell anno precedente (-22,8% nel 2012) ed è dovuta principalmente al rallentamento delle attività constatato in Colombia (come già evidenziato nel 2012); in Brasile e in Ucraina. Andamento favorevole invece è stato registrato in Etiopia, Polonia e Vietnam.

2 Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Report sui fascicoli anno 2013 (dati provvisori) realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti

3 Analisi preliminare sui fascicoli della Commissione per le adozioni internazionali anno 2013 Coppie adottanti anno 2013 Le coppie che hanno adottato minori stranieri al 31 dicembre 2013 sono state 2.291, con una media di 191 coppie al mese (decremento del 7.2% rispetto al 2012 ovvero 178 coppie adottive). Il maggior numero di coppie adottive, anche nel 2013, risiede in Lombardia (409 coppie, pari al 17.9% del totale), a seguire la Toscana (241 coppie, pari all 10.5% del totale). Seguono le coppie del Lazio (240 coppie, pari al 10.5% del totale), del Veneto (224 coppie, pari al 9,8% del totale), della Campania (188 coppie, pari all 8.2% del totale), del Piemonte 149 coppie, pari al 6,5% del totale), quindi Le coppie della dell Emilia-Romagna (143 coppie, pari al 6,2% del totale) e quelle della Puglia (135 coppie, pari al 5.9% del totale). Le coppie che hanno adottato nell'anno 2013 conservano le caratteristiche già segnalate nell anno 2012 (prevalenza di coniugi con titolo di studio medio-superiore, appartenenti a 2

4 categorie lavorative impiegatizie, delle libere professioni e degli insegnanti), con l accentuazione di alcune tendenze in atto già negli anni precedenti. Minori autorizzati all ingresso in Italia anno 2013 Nel periodo gennaio-dicembre 2013 sono stati autorizzati all ingresso in Italia minori, provenienti da 56 Paesi. Il dato evidenzia una diminuzione del 9% rispetto al 2012 ovvero 281 minori autorizzati all ingresso in Italia a scopo adottivo. Federazione Russa, Etiopia, Polonia, Brasile, Colombia, sono i 5 maggiori Paesi di origine dei bambini adottati dalle coppie italiane. La Federazione Russa resta il primo Paese di provenienza, con 730 minori entrati in Italia nel 2013, pari al 25.8 % del totale. L Etiopia, con 293 minori (10,4 %) è il secondo Paese di provenienza, seguito dalla Polonia con 202 minori (7.2%), dal Brasile con 187 (6.6%) e dalla Colombia con 179 (6.3%). 3

5 Nel 2013, i minori provenienti da questi cinque Paesi rappresentano circa il 56,4% dei minori adottati nell anno dalle coppie italiane. La Lombardia è la regione dove vanno a risiedere Il maggior numero di minori autorizzati all ingresso (488 minori, pari al 17.3% del totale), segue la Toscana (299 minori, pari al 10.6% del totale), il Lazio (287 minori, pari al 10,2% del totale), la Campania (270 minori, pari al 9.6% del totale), il Veneto (239 minori, pari al 8,5% del totale), la Puglia (184 minori, pari al 8.5% del totale) e la Sicilia (166minori, pari al 5.9% del totale). Questi dati confermano, come nel 2012, la stabilizzazione dell incremento delle adozioni nelle regioni meridionali, con il 31,1% del totale dei minori autorizzati all ingresso nel Con riferimento all età, nel 2013 si è verificata una lieve diminuzione dell età media dei minori adottati (5,5 rispetto ai 5,9 anni del 2012). In particolare, nei sopraindicati cinque Paesi di provenienza, l età media è: 4,6 anni per quelli provenienti dalla Federazione Russa, 2,3 anni per l Etiopia, 4

6 7.7 anni per la Polonia, 7,9 anni per il Brasile e 6,5 anni per la Colombia. 5

7 Report sui fascicoli anno 2013 Dati provvisori al 21 gennaio 2014 realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti Allegato statistico realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti

8 Grafici

9 Figura 1 - Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri secondo la regione di residenza. Valori assoluti - Anno 2013 valori assoluti per regione 223 a 409 (4) 135 a 223 (4) 64 a 135 (4) 33 a 64 (4) 4 a 33 (4)

10 Figura 2 - Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri secondo la regione di residenza. Tassi per coppie coniugate di anni. Anno 2013 tassi per 100mila coppie per regione 31,7 a 43,2 (4) 27,5 a 31,7 (4) 22 a 27,5 (4) 20,2 a 22 (3) 10,6 a 20,2 (5)

11 Figura 3 - Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri Anni Figura Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri. 16/11/ /12/ /11/ / Totale ,2-27, /11/ /

12 Figura 4 - Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo la regione di residenza. Valori assoluti - Anno 2013 valori assoluti per regione 270 a 488 (4) 155 a 270 (4) 81 a 155 (4) 53 a 81 (4) 4 a 53 (4)

13 Figura 5 - Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo la regione di residenza. Tassi per enni nella popolazione. Anno 2013 tassi per 100mila minori per regione 32,5 a 53,3 (4) 29,6 a 32,5 (4) 26,3 a 29,6 (3) 22,6 a 26,3 (5) 17,4 a 22,6 (4)

14 Figura 7 - Minori per i quali è stata concessa l'autorizzazione all'ingresso in Italia Anni /11/ /12/ Totale #### Figura 6 - Minori per i quali è stata riliasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia 16/11/ /12/ /11/ /12/

15 Federazione Russa 730 Etiopia 293 Polonia 202 Brasile 187 Colombia 179 Cina 161 figura 7 Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo il Paese di provenienza. Anno 2013 Repubblica Democratica 159 del Congo Ucraina 146 Bulgaria 105 Vietnam 79 India 76 Cile 71 Perù 58 Perù Ungheria UngheriaCile 2,1% 44 1,6% Lituania2,5% 42 Burkina Faso 37 India Altri 402,7% Paesi 256 Totale 2825 Vietnam 2,8% Lituania 1,5% Burkina Faso 1,3% Altri 40 Paesi 9,1% Federazione Russa 25,8% Bulgaria 3,7% Ucraina Etiopia 10,4%

16 Gennaio Febbraio Figura 8 - Serie storica mensile dei minori autorizzati all'ingresso in Italia. Anni Marzo Aprile Maggio Giugno TOT Anno ,8 Anno ,0 Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre tot prog tot prog var 300 % ,8-56, ,0-75,1-82,4-86,2-82, ,5-88,5 var v.a avg , Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Anno 2012 Anno 2013 Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio '13 Figura 8,1 - Minori autorizzati all'ingresso in Italia per mese di autorizzazione Dicembre 2013 Febbraio '13 Marzo '13 Aprile '13 Maggio '13 Giugno '13 Luglio '13 (Variazioni percentuali rispetto allo stesso mese dell'anno precedente) Agosto '13 Settembre '13 Ottobre '13 Novembre '13 Novembre '13 Gennaio variazione tendenziale (confronto con 50,0 stesso mese anno precedente) 16,8-16,225,0-15,4 16,8 20,2-10,2-21,9-20,2 20,2-6,3 12,2 12,2-24,1-21,7-7, , , , ,4-10,2-6,3-7, ,9-20,2-24,1-21, ,0 Gennaio '13 Febbraio '13 Marzo '13 Aprile '13 Maggio '13 Giugno '13 Luglio '13 Agosto '13 Settembre '13 Ottobre '13 Novembre '13 Novembre '13

17 differenze Federazione Figura Russa 9 - Autorizzaioni all'ingresso -19 di minori stranieri a scopo adottivo Etiopia nei 293 primi 10 paesi 233 di provenienza 60 - Anni 2013 e 2012 Polonia Brasile Colombia Cina Repubblica Dem. del Congo Ucraina Bulgaria Federazione 105 Russa Vietnam Etiopia Polonia Brasile Colombia Cina Repubblica Dem. del Congo Ucraina Bulgaria Vietnam Figura Autorizzaioni all'ingresso di minori stranieri a scopo adottivo nei primi 10 paesi di provenienza variazioni in valore assoluto anno 2013 rispetto ad anno

18 Tavole statistiche

19 Tavola 1 - Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri secondo la regione di residenza (a) e l'anno della richiesta. Valori assoluti e valori percentuali - Al 31/12/2013 Regioni Anni 2000 (a) Totale Valori percentuali Piemonte ,1 Valle d'aosta ,1 Lombardia ,8 Trentino-Alto Adige ,8 Veneto ,4 Friuli-Venezia Giulia ,9 Liguria ,0 Emilia-Romagna ,3 Toscana ,3 Umbria ,7 Marche ,0 Lazio ,3 Abruzzo ,7 Molise ,7 Campania ,6 Puglia ,8 Basilicata ,7 Calabria ,9 Sicilia ,5 Sardegna ,3 Residenti estero ,1 Totale ,0 (a) Al momento dell'autorizzazione all'ingresso del bambino (b) Dal 16/11/2000

20 Tavola 2 - Coppie che hanno richiesto l'autorizzazione all'ingresso in Italia di minori stranieri secondo la regione di residenza. Valori assoluti, valori percentuali e tassi per coppie coniugate di anni - Anno 2013 Regioni Valori assoluti Valori percentuali Tassi per coppie coniugate di anni Piemonte 149 6,5 22,0 Valle d'aosta 4 0,2 21,8 Lombardia ,9 26,6 Trentino-Alto Adige 50 2,2 33,7 Veneto 224 9,8 28,7 Friuli-Venezia Giulia 39 1,7 21,6 Liguria 85 3,7 37,6 Emilia-Romagna 143 6,2 22,4 Toscana ,5 43,1 Umbria 33 1,4 23,9 Marche 67 2,9 27,8 Lazio ,5 27,9 Abruzzo 43 1,9 20,2 Molise 16 0,7 31,7 Campania 188 8,2 19,7 Puglia 135 5,9 20,1 Basilicata 26 1,1 27,5 Calabria 64 2,8 20,2 Sicilia 108 4,7 13,5 Sardegna 27 1,2 10,6 Totale ,0 24,5

21 Tavola 3 - Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo la regione di residenza dei genitori adottivi. Valori assoluti, valori percentuali. Al 31/12/2012 Regioni Anni 2000 (a) Totale Valori percentuali Piemonte ,2 Valle d'aosta ,1 Lombardia ,0 Trentino-Alto Adige ,7 Veneto ,4 Friuli-Venezia Giulia ,9 Liguria ,7 Emilia-Romagna ,7 Toscana ,0 Umbria ,7 Marche ,9 Lazio ,5 Abruzzo ,9 Molise ,7 Campania ,2 Puglia ,2 Basilicata ,8 Calabria ,3 Sicilia ,3 Sardegna ,5 Residenti estero ,1 Totale ,0 (a) Dal 16/11/2000

22 Tavola 4 - Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo la regione di residenza. Valori assoluti, valori percentuali e tassi per enni nella popolazione - Anno 2013 Regioni Valori assoluti Valori percentuali Tassi per enni nella popolazione Piemonte 152 5,4 22,4 Valle d'aosta 4 0,1 19,1 Lombardia ,3 29,6 Trentino-Alto Adige 55 1,9 28,0 Veneto 239 8,5 28,7 Friuli-Venezia Giulia 57 2,0 31,0 Liguria 91 3,2 40,9 Emilia-Romagna 155 5,5 22,6 Toscana ,6 53,3 Umbria 39 1,4 28,2 Marche 81 2,9 32,5 Lazio ,2 30,1 Abruzzo 56 2,0 26,3 Molise 16 0,6 31,9 Campania 270 9,6 22,8 Puglia 184 6,5 24,5 Basilicata 41 1,5 41,4 Calabria 92 3,3 25,7 Sicilia 166 5,9 17,4 Sardegna 53 1,9 20,9 Totale ,0 27,6

23 Tavola 5 - Minori per i quali è stata rilasciata l'autorizzazione all'ingresso in Italia secondo il Paese di provenienza - Anno 2013 Paesi di provenienza Valori assoluti Valori percentuali Federazione Russa ,8 Etiopia ,4 Polonia 202 7,2 Brasile 187 6,6 Colombia 179 6,3 Cina 161 5,7 Repubblica Democratica del Congo 159 5,6 Ucraina 146 5,2 Bulgaria 105 3,7 Vietnam 79 2,8 India 76 2,7 Cile 71 2,5 Perù 58 2,1 Ungheria 44 1,6 Lituania 42 1,5 Burkina Faso 37 1,3 Filippine 27 1,0 Burundi 23 0,8 Armenia 16 0,6 Lettonia 16 0,6 Albania 13 0,5 Ecuador 12 0,4 Kenya 12 0,4 Messico 10 0,4 Senegal 10 0,4 Altri 31 Paesi (a) 117 4,1 Totale (55 Paesi) ,0

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche 1 Indice delle tavole statistiche Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e classe di importo Tavola

Dettagli

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi

4. I figli nelle separazioni e nei divorzi 4. I figli nelle separazioni e nei divorzi Fonte: ISTAT Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1993. Edizione 1995 121 Matrimoni, separazioni e divorzi. Anno 1994. Edizione 1996 Matrimoni, separazioni

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

1. A.I.A.U. ASSOCIAZIONE IN AIUTI UMANITARI SEDE REGIONALE TOSCANA: 4. A.V.S.I. ASSOCIAZIONE VOLONTARI PER IL SERVIZIO INTERNAZIONALE:

1. A.I.A.U. ASSOCIAZIONE IN AIUTI UMANITARI SEDE REGIONALE TOSCANA: 4. A.V.S.I. ASSOCIAZIONE VOLONTARI PER IL SERVIZIO INTERNAZIONALE: MINORI PER I QUALI E STATA CONCESSA L AUTORIZZAZIONE ALL INGRESSO IN ITALIA SECONDO GLI ENTI AUTORIZZATI ED IL PAESE DI EMISSIONE DEL PROVVEDIMENTO DI ADOZIONE AL 31/12/2005 1. A.I.A.U. ASSOCIAZIONE IN

Dettagli

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI Presidenza del Consiglio dei Ministri COMMISSIONE PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI Autorità centrale per la Convenzione de L Aja del 29.05.1993 DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI RAPPORTO SUI

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Dati e prospettive nelle adozioni internazionali

Dati e prospettive nelle adozioni internazionali Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Autorità centrale per la Convenzione de L Aja del 29.05.1993 Dati e prospettive nelle adozioni internazionali rapporto sui

Dettagli

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti

Telefono fisso e cellulare: comportamenti emergenti 4 agosto 2003 Telefono e cellulare: comportamenti emergenti La crescente diffusione del telefono cellulare nella vita quotidiana della popolazione ha determinato cambiamenti profondi sia nel numero sia

Dettagli

L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego

L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego L incontro fra domanda e offerta di lavoro e i servizi per l impiego D.ssa Tiziana Rosolin Servizi ai cittadini e modernizzazione Amministrativa: fatti e numeri sul che cambia FORUM P.A. 12 Maggio 24 L

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015

AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) VALIDO DAL 1 GENNAIO 2015 AL 31 MARZO 2015 AMBITO TARIFFARIO NORD OCCIDENTALE (VALLE D'AOSTA - PIEMONTE - LIGURIA) Quota Energia ne 0,000000 Oltre 0,000000 SERVIZI DI TE Totale G6 42,75 17,84 34,79 a 0,095306 G10 G40 212,39 88,65 275,23 0,754060

Dettagli

La produzione di uva e di vino Anno 2005

La produzione di uva e di vino Anno 2005 La produzione di uva e di vino Anno 2005 31 Gennaio 2006 L Istat diffonde i principali risultati 1 della produzione di uva e di vino in Italia, con riferimento all anno 2005. Essi derivano da stime effettuate

Dettagli

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Rapporto della Commissione dal 16/11/2000 al 31/12/2005 realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti Indice Coppie e bambini nelle adozioni

Dettagli

IL MATRIMONIO IN ITALIA

IL MATRIMONIO IN ITALIA IL MATRIMONIO IN ITALIA Anno 2012 Fonte: rapporto ISTAT del 13 novembre 2013 (htttp://www.istat.it) Nel 2012 sono stati celebrati in Italia 207.138 matrimoni (3,5 ogni 1.000 abitanti), 2.308 in più rispetto

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche

Appendice Dati statistici. Segnalazioni bibliografiche Appendice Dati statistici Segnalazioni bibliografiche I programmi delle sette giornate ATTI DEL CICLO DI INCONTRI DI SENSIBILIZZAZIONE manco Dati statistici Le elaborazioni proposte attingono le informazioni

Dettagli

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano

Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Il regime pubblicitario speciale delle start up innovative e la situazione attuale nel panorama italiano Padova, 19 marzo 2014 Pierluigi Sodini Definizione L articolo 25, comma 2 del decreto legge 18 ottobre

Dettagli

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Presidenza del Consiglio dei Ministri Il Ministro delle Politiche per la Famiglia Commissione per le Adozioni Internazionali Autorità centrale per la Convenzione de L Aia del 29.5.1993 Coppie e bambini

Dettagli

QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO

QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO QUANDO L INNOVAZIONE QUALIFICA IL LAVORO IL PROGETTO Premessa' Il#Progetto#COOPSTARTUP#Marche#è#promosso#da#Legacoop(Marche((www.legacoopmarche.coop# =#Associazione#che#rappresenta#oltre#300#cooperative#marchigiane#e#che#ha#lo#scopo#di#tutelare#e#

Dettagli

Dati e prospettive nelle adozioni internazionali

Dati e prospettive nelle adozioni internazionali Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Autorità centrale per la Convenzione de L Aja del 29.05.1993 Dati e prospettive nelle adozioni internazionali rapporto sui

Dettagli

Dieci anni di adozioni in Emilia-Romagna. Assessorato al Welfare e alle Politiche abitative. la regione delle persone

Dieci anni di adozioni in Emilia-Romagna. Assessorato al Welfare e alle Politiche abitative. la regione delle persone Dieci anni di adozioni in Emilia-Romagna Assessorato al Welfare e alle Politiche abitative la regione delle persone A cura di Monica Malaguti Servizio Politiche familiari, infanzia e adolescenza Regione

Dettagli

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA

LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA 11 maggio 2011 Anno 2010 LA LETTURA DI LIBRI IN ITALIA Nel 2010 il 46,8% della popolazione di 6 anni e più (26 milioni e 448 mila persone) dichiara di aver letto, per motivi non strettamente scolastici

Dettagli

Risultati della ricerca

Risultati della ricerca 1 di 10 13/01/2012 14.50 Risultati della ricerca Nuova ricerca Torna ai risultati dell'ultima ricerca #1 N. 184, COME MODIFICATA DALLA LEGGE 31/12/1998, N. 476 AGENZIA REGIONALE PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Comunità di Sant Egidio Anziani nel Mondo, Europa e Italia Le regioni europee in cui si vive più a lungo L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Secondo le Nazioni Unite nel 2010 la popolazione

Dettagli

Le esportazioni delle regioni italiane

Le esportazioni delle regioni italiane 17 marzo 2004 Le esportazioni delle regioni italiane Anno 2003 Nel 2003 il valore delle esportazioni italiane ha registrato una flessione del 4 per cento rispetto al 2002. Dal punto di vista territoriale,

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Pierluigi Sodini. L impegno del sistema camerale per le start up innovative

Pierluigi Sodini. L impegno del sistema camerale per le start up innovative Pierluigi Sodini L impegno del sistema camerale per le start up innovative DEFINIZIONE L articolo 25, comma 2 del decreto legge 18 ottobre 2012 n.179, convertito con modificazioni nella legge 17 dicembre

Dettagli

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI

TABELLA 5.15. LE STRUTTURE SCOLASTICHE IN ITALIA: STOCK, UNITÀ LOCALI, ADDETTI 5.3 Il patrimonio scolastico e ospedaliero nelle aree di rischio Tra gli edifici esposti al rischio naturale rientrano alcune strutture, come le scuole e gli ospedali, che hanno una particolare importanza

Dettagli

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Autorità centrale per la Convenzione de L Aia del 29.5.1993 Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Rapporto della

Dettagli

Capitolo IV - I corsi brevi, modulari, di alfabetizzazione funzionale

Capitolo IV - I corsi brevi, modulari, di alfabetizzazione funzionale Capitolo IV - I corsi brevi, modulari, di alfabetizzazione funzionale 4.1 I corsi attivati I corsi brevi modulari di alfabetizzazione funzionale rappresentano, in modo ormai consolidato, l elemento forte

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Ricerca e innovazione

Ricerca e innovazione CAPITOLO 11 Ricerca e innovazione Alla base del progresso Ricerca e innovazione costituiscono una determinante indiretta del benessere. Sono alla base del progresso sociale ed economico e danno un contributo

Dettagli

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali

Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Coppie e bambini nelle adozioni internazionali Rapporto della Commissione sui fascicoli dal 16/11/2000 al 31/12/2006 realizzato in collaborazione con l Istituto degli Innocenti Indice Coppie e bambini

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2012 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

Risultati della ricerca

Risultati della ricerca 1 di 6 13/01/2012 15.40 Risultati della ricerca Nuova ricerca Torna ai risultati dell'ultima ricerca #1 ALBO DEGLI ENTI AI SENSI DELL'ART. 39 COMMA 1 LETTERA C DELLA LEGGE 4/05/1983, AMICI DI DON BOSCO

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

FIDUCIA DEI CONSUMATORI

FIDUCIA DEI CONSUMATORI 23 Dicembre 213 Dicembre 213 FIDUCIA DEI CONSUMATORI A dicembre l indice del clima di fiducia dei consumatori in base 25= diminuisce a 96,2 da 98,2 del mese di novembre. Migliorano i giudizi sulla componente

Dettagli

Lavoro occasionale Di tipo accessorio

Lavoro occasionale Di tipo accessorio Lavoro occasionale Di tipo accessorio PRIMO TRIMESTRE/ 211 Lavoro occasionale di tipo accessorio I trim 211 gennaio 212 Il Report è stato realizzato da Giorgio Plazzi e Chiara Cristini, ricercatori dell

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

La macellazione. in Italia nel 2001 N O T I Z I A R I O. Supplemento al numero 13/2002. a cura di Giuseppe Messina

La macellazione. in Italia nel 2001 N O T I Z I A R I O. Supplemento al numero 13/2002. a cura di Giuseppe Messina N O T I Z I A R I O Supplemento al numero 13/2002 La macellazione in Italia nel 2001 a cura di Giuseppe Messina UNIONE IMPORTATORI ESPORTATORI INDUSTRIALI COMMISSIONARI GROSSISTI INGRASSATORI MACELLATORI

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

il nuovo sistema elettorale

il nuovo sistema elettorale Cosa cambia con il nuovo sistema elettorale INIZIO / I seggi alla Camera dei deputati Quanti deputati si eleggono? DAI VOTI ESPRESSI DAGLI ITALIANI ALL ESTERO: DAI VOTI ESPRESSI SUL TERRITORIO NAZIONALE:

Dettagli

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista.

Il 38% delle strutture residenziali per anziani sono a gestione pubblica, il 58% a gestione privata ed il rimanente 4% a gestione mista. In sensibile crescita la domanda di servizi assistenziali da parte degli anziani: in 8 anni il numero degli anziani ospiti dei presidi assistenziali è cresciuto di quasi il 30%. Gli ospiti anziani cui

Dettagli

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento

Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento 12 febbraio 2007 Il matrimonio in Italia: un istituzione in mutamento Anni 2004-2005 All indirizzo web demo.istat.it l Istat rende disponibili i principali risultati delle rilevazioni sui Matrimoni celebrati

Dettagli

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche.

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. L Italia è il primo Paese europeo per presenza di cittadini e negli ultimi anni ha visto un aumento del 62%.

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI Rapporto della Commissione per le Adozioni Internazionali SUI FASCICOLI DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE 2010 Presidenza del consiglio dei ministri Commissione

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

Dati presentati in occasione del primo vertice italiano «LA FINESTRA IN LEGNO» Verona, 16 marzo 2013

Dati presentati in occasione del primo vertice italiano «LA FINESTRA IN LEGNO» Verona, 16 marzo 2013 Dati presentati in occasione del primo vertice italiano «LA FINESTRA IN LEGNO» Verona, 16 marzo 213 Dott. Riccardo Borghero Dirigente Area Affari Economici Camera di Commercio I.A.A. di Verona 135 IMPRESE

Dettagli

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella.

UNA REGIONE GEOGRAFIA. COME FARE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. Completa la tabella. Studiare con... le tabelle Completa la tabella. UNA REGIONE Mentre leggi e studi una regione italiana, scrivi le informazioni richieste. REGIONE... LOCALIZZAZIONE E CONFINI NORD... SUD... EST... OVEST...

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 119 117 114 69 52 28 14 1 343 267 242 215 444 607 736 946 938 1.168 1.066 1.622 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 Il caldo torrido di questa estate sembra aver

Dettagli

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES

FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES FIERI International and European Forum of Migration Research La Sapienza University of Rome Department of Demographic Science FOREIGN MIGRATION: INTEGRATION INDICATORS AND MEASURES Prof. Antonio Golini,

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 DICEMBRE Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale

Dettagli

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno

Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno Flussi Turistici di Milano e Provincia 1 Semestre 2013 gennaio giugno in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità ricettiva

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD

STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD STATALI: BOOM DI ASSENZE AL SUD Nel triennio 2012-2014 si è verificato un vero e proprio boom di assenze per malattia tra i dipendenti del Pubblico impiego. Ciò è avvenuto soprattutto nel Sud. In Campania

Dettagli

Test preliminari: candidati e ammessi per regione

Test preliminari: candidati e ammessi per regione Test preliminari: candidati e ammessi per regione A013 CHIMICA E TECNOLOGIE CHIMICHE LOMBARDIA 182 101 TRENTINO ALTO-ADIGE 51 32 VENETO 126 76 LIGURIA 54 36 EMILIA ROMAGNA 110 67 TOSCANA 158 101 UMBRIA

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi

Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi Alcuni dati sugli studenti stranieri iscritti nelle università piemontesi di Federica Laudisa e Alberto Stanchi - Settembre 2003 - Premessa Alcuni paesi Ocse stanno guardando con crescente attenzione ai

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione. La cittadinanza italiana

Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione. La cittadinanza italiana Dipartimento per le libertà civili e l immigrazione La cittadinanza italiana Un breve viaggio nei principi fondamentali Legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni Completa uguaglianza

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Contesto e risorse - Popolazione scolastica

Contesto e risorse - Popolazione scolastica Contesto e risorse - Popolazione scolastica Provenienza socio-economica e culturale degli studenti e caratteristiche della popolazione che insiste sulla scuola (es. occupati, disoccupati, tassi di immigrazione).

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

Bollettino n. 4 / 2006 12 settembre 2006 Dati di vendita SIAN prodotti fitosanitari anno 2004

Bollettino n. 4 / 2006 12 settembre 2006 Dati di vendita SIAN prodotti fitosanitari anno 2004 Bollettino n. 4 / 2006 12 settembre 2006 Dati di vendita SIAN prodotti fitosanitari anno 2004 Sono disponibili sul sito internet del SIAN i dati di vendita dei prodotti fitosanitari relativi alle dichiarazioni

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia

Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Italia Incidenza, mortalità e prevalenza per tumore del polmone in Sintesi L incidenza e la mortalità per il tumore del polmone stimate in nel periodo 197-215 mostrano andamenti differenti tra uomini e donne:

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 30 SETTEMBRE 2013 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione

Dettagli

Struttura e attività degli istituti di cura

Struttura e attività degli istituti di cura SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 6 Settore Sanità e previdenza Struttura e attività degli istituti di cura Anno 2003 Contiene cd-rom Informazioni n. 10-2006 I settori

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE. L uso dei farmaci in Italia SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio-settembre 2008-4 -

OSSERVATORIO NAZIONALE. L uso dei farmaci in Italia SULL IMPIEGO DEI MEDICINALI gennaio-settembre 2008-4 - - 2 - - 3 - - 4 - - 1 - 1 Art. 9 comma 1 del D.L. 31 dicembre 2007 n. 248, convertito in legge 28 febbraio 2008 n. 31-2 - - 3 - - 4 - - 5 - - 6 - - 7 - - 8 - - 9 - - 10 - Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ Δ

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI

DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI Rapporto della Commissione per le Adozioni Internazionali SUI FASCICOLI DAL 1 GENNAIO AL 31 DICEMBRE 2009 DATI E PROSPETTIVE NELLE ADOZIONI INTERNAZIONALI

Dettagli

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 STATISTICHE AL 31 DICEMBRE 2012 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale di Statistica

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/6 Sessione ordinaria 2015 Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte. PRIMA PARTE IL TURISMO, RISORSA PER LO SVILUPPO DELL ITALIA

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale. PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009

L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale. PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009 L'interesse e la tutela del minore tra processo ed evoluzione sociale PROF. DANIELE PETROSINO Bari 06/04/2009 I Principi Art. 1. 1. Il minore ha diritto di crescere ed essere educato nell ambito della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio

COMUNICATO STAMPA. Le attività delle Regioni per implementare il progetto nel territorio COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani, i nuovi dati: sono 169.076 i giovani che si sono registrati, 36.566 sono stati già convocati dai servizi per il lavoro e 23.469 hanno già ricevuto il primo colloquio

Dettagli

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 I consumi culturali: La spesa delle famiglie italiane per la cultura e lo spettacolo rappresenta il 7% della loro

Dettagli

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana

Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo in Toscana L impegno per le famiglie adottive in Toscana. Lavorare insieme per favorire l inserimento e l accoglienza a scuola Firenze 23 gennaio 2014 Contesto, dati, caratteristiche e tendenze del fenomeno adottivo

Dettagli

Sondaggio CIMO ASMD 2013

Sondaggio CIMO ASMD 2013 Sondaggio CIMO ASMD 2013 Dati invio: target (Welfarelink) Tipologia Numeriche Medico Ospedaliero 97.065 Continuità Assistenziale 2.542 Medicina Territoriale 3.929 Medico in Casa di Cura 7.280 Totale 110.816

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni

Il senso di una analisi storica sui trasferimenti dallo Stato ai Comuni I TRASFERIMENTI ERARIALI COME LEVA DI GOVERNO NEI RAPPORTI STATO COMUNI Copyright SDA Copyright Bocconi 2005 SDA Bocconi 2005 SDA Bocconi per Anci Veneto 1 Il senso di una analisi storica sui trasferimenti

Dettagli