NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NOTIZIARIO 2015 / 1 LEGGE DI STABILITA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O 2 0 1 5 1 LEGGE DI STABILITA PRINCIPALI NOVITA"

Transcript

1 NOTIZIARIO 2015 / 1 CERTIFICAZIONE UNICA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Le informazioni contenute in questa nota informativa hanno carattere generale e meramente divulgativo e non costituiscono né possono essere interpretate come un parere legale sulle materie trattate. NOTIZIARIO 2015/1 G E N N A I O Brisciani & Partners Srl via G. B. Pergolesi, Partita Iva T F

2 La legge n. 190 del 23 dicembre 2014 (Legge di Stabilità 2015) ha introdotto numerose disposizioni nell ambito del diritto del lavoro. Riepiloghiamo di seguito le principali novità. I) Credito d imposta Art. 1, commi La legge di stabilità ha introdotto a regime, nell art. 13 c. 1-bis del TUIR, il credito d imposta Irpef originariamente istituito, in via sperimentale per l anno 2014, dal D.L. n. 66 del Tale credito d imposta spetta ai lavoratori dipendenti o assimilati, titolari di un reddito complessivo annuo non superiore a euro ,00. Il bonus è riconosciuto fino ad un importo massimo di euro 960,00, che deve essere riproporzionato in relazione alla durata del rapporto di lavoro nel caso in cui quest ultimo sia inferiore all anno. Il credito spetta interamente solo ai titolari di un reddito complessivo inferiore a ,00 euro, mentre viene riconosciuto in misura ridotta ai lavoratori il cui reddito complessivo sia compreso tra ,00 euro e ,00 euro. II) Buoni pasto Art.1, commi 16, 17 Dal 1 luglio 2015 la quota dei buoni pasto che non concorre a formare il reddito imponibile è elevata da euro 5,29 a euro 7,00. Tale disposizione si applica solo qualora i buoni pasto siano erogati in forma elettronica. III) IRAP Art. 1, commi Per promuovere forme di occupazione stabile, la Legge di Stabilità prevede la deduzione integrale, ai fini del calcolo IRAP, del costo sostenuto per il personale dipendente con contratto a tempo indeterminato. In materia di calcolo dell Imposta Regionale sulle Attività Produttive, la legge di Stabilità ha abrogato le riduzioni delle aliquote IRAP introdotte dal D.L. 66/2014: l aliquota ordinaria, con decorrenza retroattiva dal 2014, torna dunque al 3,9%. IV) TFR in busta paga Art. 1, commi In via sperimentale, relativamente ai periodi di paga tra il 1 marzo 2015 e il 30 giugno 2018, i lavoratori dipendenti avranno la possibilità di ottenere la liquidazione mensile del rateo di TFR maturando. Questa opzione è rivolta a tutti i dipendenti del settore privato che abbiano maturato almeno sei mesi di anzianità presso lo stesso datore di lavoro e, una volta esercitata, sarà irrevocabile fino al termine del periodo di sperimentazione. Le quote di TFR liquidate mensilmente, erogate al netto del contributo IVS dello 0,5%, saranno parte integrativa della retribuzione e saranno soggette a tassazione ordinaria; le suddette quote non saranno imponibili ai fini previdenziali. La norma ha previsto anche un canale di finanziamento speciale destinato ai datori di lavoro che si trovino a dover erogare mensilmente il TFR ai propri lavoratori. Essi potranno infatti ricorrere a prestiti bancari stipulati con istituti convenzionati, usufruendo di un tasso di prestito agevolato pari al tasso di rivalutazione del TFR.

3 L azienda con meno di 50 dipendenti che faccia ricorso a questo canale di finanziamento dovrà versare un contributo al Fondo di Garanzia INPS nella misura dello 0,2%. Al datore di lavoro che, invece, decidesse di far fronte all impegno di liquidazione del TFR attingendo a risorse proprie si applicano i seguenti tre benefici: deducibilità del 4% del TFR liquidato; esonero dal versamento del contributo al Fondo di Garanzia INPS; riduzione contributiva dello 0,28%. V) Ricerca e sviluppo Art. 1 ai commi 35 e 36 Viene introdotta una nuova disciplina relativamente al credito d imposta riconosciuto alle imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo. Tale credito è previsto nella misura del 25% delle spese di ricerca e sviluppo sostenute in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti effettuati nei tre periodi d imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre Qualora l impresa sia attiva da meno di tre periodi d imposta, la media si dovrà calcolare sul minor periodo a decorrere dalla costituzione. Il credito d imposta è destinato alle aziende che abbiano realizzato investimenti in attività di ricerca e sviluppo per un importo pari almeno a euro ,00. VI) Esonero per le assunzioni a tempo indeterminato Art.1, commi A fronte delle nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre 2015, ai datori di lavoro privato è riconosciuto un esonero dal versamento dei contributi previdenziali a proprio carico, con esclusione dei premi INAIL. Il beneficio è previsto per un periodo massimo di trentasei mesi e nella misura massima di 8.060,00 annui. Beneficiari dello sgravio contributivo sono tutti i datori di lavoro privato che effettuino nuove assunzioni, ad eccezione dei seguenti casi: assunzioni con contratto di apprendistato e lavoro domestico; assunzioni di lavoratori che nei sei mesi precedenti siano stati occupati a tempo indeterminato presso qualsiasi datore di lavoro; assunzioni di lavoratori per i quali il datore di lavoro abbia usufruito del beneficio in relazione a precedenti assunzioni. L esonero contributivo è riconosciuto dall INPS in base all ordine cronologico di presentazione delle domande e nel limite delle risorse stanziate. VII) Assunzione di lavoratori disoccupati Art. 1, comma 121 A decorrere dal 1 gennaio 2015 non è più possibile beneficiare degli incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato di lavoratori disoccupati da almeno ventiquattro mesi o sospesi dal lavoro e beneficiari di trattamento straordinario di integrazione salariale da almeno ventiquattro mesi.

4 VIII) Bonus bebè Art. 1, commi Per incentivare la natalità viene riconosciuto un bonus ai genitori di figli nati tra il 1 gennaio 2015 e il 31 dicembre L incentivo prevede l erogazione di 960,00 euro annui, sotto forma di assegno mensile. Tale importo è corrisposto a partire dal mese di nascita (o di adozione) del bambino fino al compimento del terzo anno di età dello stesso (ovvero del terzo anno di ingresso nel nucleo familiare nel caso di adozione). IX) Tassazione fondi pensione e rivalutazione TFR Art. 1, c Con decorrenza dal periodo d imposta corrente al 31 dicembre 2014, l aliquota d imposta relativa ai fondi pensione è innalzata dall 11% al 20%. A decorrere dal 1 gennaio 2015 l aliquota di tassazione dei redditi derivanti dalle rivalutazioni dei fondi per il TFR è aumentata di sei punti percentuali, passando dall 11% al 17%. (Legge n. 190 del 23 dicembre 2014) 2 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Con il provvedimento n. 301 del 15 gennaio 2015 l Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello di certificazione unica CU2015, che sostituisce il modello CUD in vigore fino all anno I) Contenuti Tramite tale modello il datore di lavoro dovrà comunicare ai percipienti e all Agenzia delle Entrate i seguenti dati riferiti all anno 2014: l ammontare complessivo dei redditi di lavoro dipendente o assimilato assoggettati a tassazione ordinaria, a tassazione separata, a ritenuta a titolo d imposta e ad imposta sostitutiva; l ammontare complessivo dei redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi; l ammontare complessivo delle provvigioni corrisposte per prestazioni anche occasionali; l ammontare complessivo dei corrispettivi erogati per prestazioni relative a contratti d appalto; l ammontare dei redditi corrisposti che non hanno concorso alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi; l ammontare complessivo delle indennità corrisposte per la cessazione di rapporti di agenzia, per la cessazione da funzioni notarili e per la cessazione dell attività sportiva quando il rapporto di lavoro è di natura autonoma; le relative ritenute di acconto operate; le detrazioni effettuate;

5 2 CERTIFICAZIONE UNICA 2015 l ammontare dei dati previdenziali ed assistenziali relativi alla contribuzione versata o dovuta all INPS comprensivo delle Gestioni Dipendenti Pubblici (ex INPDAP). Qualora, prima dell approvazione della Certificazione Unica, il sostituto d imposta abbia rilasciato al sostituito una certificazione CUD relativa ai compensi erogati nel 2014, lo stesso deve rilasciare una nuova Certificazione Unica comprensiva dei dati già certificati. II) Trasmissione La certificazione dei compensi deve essere trasmessa ai percipienti entro il 28 febbraio e inviata in via telematica all Agenzia delle Entrate entro il 7 marzo dell anno successivo a quello in cui le somme e i valori sono stati corrisposti. La Certificazione Unica prevede due parti distinte per i redditi di lavoro dipendente, equiparati ed assimilati, e per i redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Qualora un modello CU2015 sia redatto per attestare solo uno dei due tipi di reddito, il datore di lavoro ha la facoltà di trasmettere la sola parte relativa alle tipologie reddituali erogate. Limitatamente ai dati previdenziali ed assistenziali relativi all INPS, la Certificazione Unica deve essere rilasciata anche dai datori di lavoro non sostituti di imposta già tenuti alla presentazione delle denunce individuali delle retribuzioni dei lavoratori dipendenti. In tal caso, ai fini degli adempimenti istituzionali, il datore di lavoro può presentare la Certificazione Unica all INPS. III) Sanzioni Per ogni certificazione omessa, tardiva o errata si applica la sanzione di cento euro. Nei casi di errata trasmissione della certificazione, la sanzione non si applica se la trasmissione della certificazione corretta viene effettuata entro i cinque giorni successivi al termine ultimo stabilito per l invio del modello (7 marzo). (Provvedimento n. 301 del 15 gennaio 2015 l Agenzia delle Entrate)

STABILIZZAZIONE BONUS 80 EURO - COMMI

STABILIZZAZIONE BONUS 80 EURO - COMMI Spett.li Aziende Loro Sedi OGGETTO: Legge di stabilità 2015 È stata pubblicata sul Supplemento Ordinario n. 99 alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 la Legge n. 190 del 23 dicembre 2014,

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Legge di stabilità per il 2015: le principali novità in materia di fisco e lavoro (Legge n. 190 del 23.12.2014) Gentile cliente, con la presente

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIFICAZIONE UNICA0 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA fiscale Telefono, fax CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 998, n., RELATIVA

Dettagli

CIRCOLARE n. 6/2015 1. Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate

CIRCOLARE n. 6/2015 1. Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate CIRCOLARE n. 6/2015 1 Milano, 19 febbraio 2015 Oggetto: nuova Certificazione Unica - Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate Premessa Il DLgs. 21.11.2014 n. 175 ha previsto la precompilazione

Dettagli

TFR in busta paga: Articolo 1, comma 26 L. di Stabilità 2015

TFR in busta paga: Articolo 1, comma 26 L. di Stabilità 2015 TFR in busta paga: Articolo 1, comma 26 L. di Stabilità 2015 In via sperimentale, in relazione ai periodi di paga dal 3 aprile 2015 al 30 giugno 2018, vi è la possibilità per i lavoratori dipendenti del

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE U Approvazione dello schema di certificazione unica CUD 2013, con le relative istruzioni, nonché definizione delle modalità di certificazione dei redditi diversi di natura finanziaria. IL DIRETTORE DELL

Dettagli

OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio

OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio Roma, 13/02/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: CUD 2013: la consegna entro il 28 febbraio Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che

Dettagli

INVIO MENSILE DEI DATI FISCALI

INVIO MENSILE DEI DATI FISCALI INVIO MENSILE DEI DATI FISCALI NORMATIVA Legge 24 dicembre 2007, n. 244, art. 1, commi, 121, 122 e 123 SEMPLIFICAZIONE DELLA DICHIARAZIONE ANNUALE DEI SOSTITUTI D IMPOSTA Decreto Legge 30 dicembre 2008,

Dettagli

Aggiornamento paghe e gestione del personale: TFR in busta paga ed esonero Fondo di Solidarietà Residuale coop. Sociali tipo B

Aggiornamento paghe e gestione del personale: TFR in busta paga ed esonero Fondo di Solidarietà Residuale coop. Sociali tipo B Newsletter di aggiornamento n. 9 anno 2015 Data di redazione: 27 marzo 2015 Aggiornamento paghe e gestione del personale: TFR in busta paga ed esonero Fondo di Solidarietà Residuale coop. Sociali tipo

Dettagli

nr. 45 del 4 ottobre 2014

nr. 45 del 4 ottobre 2014 Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI e REVISORI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 per informazioni su questa circolare: evacarlin@studiocla.it Circol@re

Dettagli

Legge di Stabilità 2015 Novità in materia di rapporti di lavoro

Legge di Stabilità 2015 Novità in materia di rapporti di lavoro Newsletter di aggiornamento n.1 anno 2015 Legge di Stabilità 2015 Novità in materia di rapporti di lavoro È stata pubblicata sul S.O. n. 99 alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 la Legge

Dettagli

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni. Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni. Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Roma, 16 Settembre 2005 Circolare n. 104 Allegati 4 Ai Dirigenti

Dettagli

Circolare lavoro n 1/Gennaio 2015

Circolare lavoro n 1/Gennaio 2015 Circolare lavoro n 1/Gennaio 2015 La Legge di Stabilità 2015 entrata in vigore dal 1 gennaio 2015, ha introdotto numerose disposizioni tra cui alcune di maggiore interesse per i datori di lavoro/sostituti

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE PREVIBANK iscritto all Albo dei Fondi Pensione al n. 1059 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 Luglio 2014) Pagina 1 di 6 Versione Luglio 2014 PREMESSA Le informazioni fornite nel

Dettagli

CONFIMI RAVENNA NEWS N. 2 DEL 29/01/2015 SINDACALE E PREVIDENZIALE

CONFIMI RAVENNA NEWS N. 2 DEL 29/01/2015 SINDACALE E PREVIDENZIALE OGGETTO: TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO FACOLTÀ DEL LAVORATORE (IN FORZA DA ALMENO 6 MESI) DI OTTENERE IL PAGAMENTO MENSILE DI QUELLO CHE MATURERA DALL 1 MARZO 2015 AL 30 GIUGNO 2018 L art. 1, commi da 26

Dettagli

Vicenza, 14 Febbraio 2013 PM-2013

Vicenza, 14 Febbraio 2013 PM-2013 2012 Vicenza, 14 Febbraio PARTE III Le (ex) NOVITA del 2011 (Cud( 2012) Vicenza, 14 Febbraio Il punto 1: il Contributo di Solidarietà Il punto 1: il regime del TFR e del TFM > 1 mln Il punto 1: Il rientro

Dettagli

Legge di Stabilità e Jobs Act tra interventi strutturali e sperimentali: Le novità per datori di lavoro e lavoratori

Legge di Stabilità e Jobs Act tra interventi strutturali e sperimentali: Le novità per datori di lavoro e lavoratori ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania Legge di Stabilità e Jobs Act tra interventi strutturali e sperimentali: LEGGE DI STABILITA : 1) BONUS

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n Articolo 23

Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n Articolo 23 Elaborazione documenti in corso... Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600 Gazzetta Ufficiale 16 ottobre 1973, n. 268 Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte

Dettagli

Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013

Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013 Scadenze fiscali: FEBBRAIO 2013 data soggetti adempimento modalità codici tributo venerdì 1 4 venerdì 15 soggetti iva che presentano la dichiarazione in via autonoma proprietari o titolari di altro diritto

Dettagli

Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770

Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770 Certificazione Unica 2017 e Dichiarazione Sostituti di imposta modello 770 Sono disponibili sul sito dell Agenzia delle Entrate i modelli 2017 della Certificazione Unica e del 770 corredati dalle relative

Dettagli

LEGGE DI STABILITÀ 2015 NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO

LEGGE DI STABILITÀ 2015 NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO NEWSLETTER n. 13 22 gennaio 2015 LEGGE DI STABILITÀ 2015 NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO RIFERIMENTI: LEGGE N. 190 DEL 23.12.2014 La presente Newsletter intende proseguire l illustrazione delle novità introdotte

Dettagli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli Associazione Artigiani Piccole e Medie Imprese di Trieste L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli Erogazione mensile del TFR in busta paga dal 3 aprile

Dettagli

ALLEGATO 1 Documento sul regime fiscale

ALLEGATO 1 Documento sul regime fiscale ALLEGATO 1 Documento sul regime fiscale approvato dal Consiglio di Amministrazione del Fondo il 15 di settembre 2016 Sommario Documento sul regime fiscale... 1 Regime fiscale dei contributi... 3 Regime

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA LEGGE DI STABILITA 2015: c.d. JOBS ACT PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA LEGGE DI STABILITA 2015: c.d. JOBS ACT PAG. 2 CIRCOLARE N. 03 16.01.2014 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: LA LEGGE DI STABILITA 2015: c.d. JOBS ACT PAG. 2 (C) STABILIZZAZIONE BONUS 80 EURO COMMI 12, 13 E 15 (PAG.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2016

CERTIFICAZIONE UNICA2016 CERTIFICAZIONE UNICA2016 TIPO DI COMUNICAZIONE DATI RELATIVI AL SOSTITUTO Annullamento Sostituzione Cognome o Denominazione Nome Telefono o fax prefisso numero Indirizzo di posta elettronica DATI RELATIVI

Dettagli

N. I / 1 / / 03 protocollo

N. I / 1 / / 03 protocollo N. I / 1 / 189310 / 03 protocollo Direzione Centrale Gestione Tributi Approvazione dello schema di certificazione unica CUD 2004, con le relative istruzioni, nonché definizione delle modalità di certificazione

Dettagli

L esonero contributivo per le nuove assunzioni

L esonero contributivo per le nuove assunzioni L esonero contributivo per le nuove assunzioni Art. 1, commi da 118 a 124, l. 23 dicembre 2014, n. 190 Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge di stabilità

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL'ANNO 2015

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n. 322, RELATIVA ALL'ANNO 2015 00 000560 05 fil. 0 m. /p. CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. LUGLIO 998, n., RELATIVA ALL'ANNO 05 C.L. SYSTEM INFORMATICA SRL - VIA MARCONI - NOVARA CU/06-CERTIFICAZIONE

Dettagli

Studio Colella Associato

Studio Colella Associato Dott. Luigi Dottore Commercialista Dott.ssa Alessandra Lecchi Ragioniere Commercialista Dott. Giovanni Dottore Commercialista Dott. Gaetano Scordo Dottore Commercialista CONSULENZA TRIBUTARIA E SOCIETARIA

Dettagli

Pioneer Futuro Documento sul Regime Fiscale

Pioneer Futuro Documento sul Regime Fiscale Pioneer Futuro Documento sul Regime Fiscale Il presente documento è aggiornato al 1 gennaio 2015. Il presente documento integra il contenuto della nota informativa relativa all adesione al fondo pensione

Dettagli

COMUNE DI LEGNAGO TIPO DI COMUNICAZIONE Annullamento Sostituzione Fiscale 0 0 5 9 7 0 3 0 2 3 8 AL SOSTITUTO 00597030238 Cognome o Denominazione COMUNE DI LEGNAGO Nome Telefono o Fax Tel Fax T = 0442634898

Dettagli

Cognome o Denominazione COMUNE DI MONTEROTONDO RM 15. Indirizzo di posta elettronica. Cognome o Denominazione

Cognome o Denominazione COMUNE DI MONTEROTONDO RM 15. Indirizzo di posta elettronica. Cognome o Denominazione CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART., COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 998, n. 322, RELATIVA ALL ANNO 205 DATI ANAGRAFICI DATI RELATIVI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 20 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 99, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 20 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n.322, RELATIVA ALL'ANNO 2015

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, n.322, RELATIVA ALL'ANNO 2015 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater, DEL D.P.R. LUGLIO 8, n.3, RELATIVA ALL'ANNO 05 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA AL DIPENDENTE,

Dettagli

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011

Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 Scadenze fiscali: LUGLIO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo mercoledì persone fisiche, società semplici, società di persone ovvero persone fisiche che partecipano a società soggette

Dettagli

CIRCOLARE LAVORO GENNAIO 2015

CIRCOLARE LAVORO GENNAIO 2015 CIRCOLARE LAVORO GENNAIO 2015 LE ULTIME NOVITÀ Flussi d ingresso 2014: pubblicato il Decreto DPCM 11 dicembre 2014 (G.U. n. 300 del 29 dicembre 2014) Jobs Act : le deleghe al Governo Legge n. 183 del 10

Dettagli

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011

Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 Scadenze fiscali: AGOSTO 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo lunedì 1 titolari di contratti di locazione che non hanno optato per il regime della cedolare secca versamento imposta di

Dettagli

CAPITOLO 1 Norme generali

CAPITOLO 1 Norme generali Sommario CAPITOLO 1 Norme generali 1. Premessa... 1 Fonti normative e contrattuali 2. Fonti legali e amministrative... 1 3. Fonti contrattuali collettive... 6 Orario di lavoro 4. Lavoro ordinario... 7

Dettagli

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro

TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro TOMIOLO STUDIO ASSOCIATO di consulenza commerciale e del lavoro Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 01 di Flussi d ingresso 2014: pubblicato il Decreto DPCM 11 dicembre

Dettagli

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA. Prov. 5. Indirizzo di posta elettronica 9 Cognome o Denominazione 2

Cognome o Denominazione 2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA. Prov. 5. Indirizzo di posta elettronica 9 Cognome o Denominazione 2 Progr. - PA 0 - Pag. CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 8, N., RELATIVA ALL'ANNO 0 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Prot. n. 2017/64188 Modalità di esercizio dell opzione di cui all articolo 16, comma 4, del decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 147, da parte dei lavoratori dipendenti, prorogata dall articolo 3,

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 31 04.05.2015 Presentazione del Modello Unico PF Soggetti esonerati ed obbligati Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico Persone fisiche

Dettagli

Certificazione unica 2015 : le indicazioni contenute nel nuovo Modello reso noto dall Agenzia delle Entrate

Certificazione unica 2015 : le indicazioni contenute nel nuovo Modello reso noto dall Agenzia delle Entrate Certificazione unica 2015 : le indicazioni contenute nel nuovo Modello reso noto dall Agenzia delle Entrate by Redazione 26/01/2015 3:37 pm L Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito internet

Dettagli

Scadenze fiscali: DICEMBRE 2011

Scadenze fiscali: DICEMBRE 2011 Scadenze fiscali: DICEMBRE 2011 data soggetti adempimento modalità codici tributo d'acconto irpef operate sui redditi di lavoro dipendente corrisposti nel mese precedente, comprese le addizionali regionali

Dettagli

Studio Professionale Galli

Studio Professionale Galli Limbiate, 30 dicembre 2014 A TUTTI I CLIENTI Legge di stabilità 2015 novità lavoro e pensioni Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014 la Legge di Stabilità 2015, contenente "Disposizioni

Dettagli

SPAZIO AZIENDE GENNAIO 2015

SPAZIO AZIENDE GENNAIO 2015 Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 01 di SPAZIO AZIENDE GENNAIO 2015 LE ULTIME NOVITÀ Flussi d ingresso 2014: pubblicato il Decreto DPCM 11 dicembre 2014 (G.U. n.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2017

CERTIFICAZIONE UNICA2017 CERTIFICAZIONE UNICA2017 TIPO DI COMUNICAZIONE Annullamento Sostituzione Eventi eccezionali DATI RELATIVI AL SOSTITUTO Cognome o Denominazione Nome Telefono o fax prefisso numero Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

OTTOBRE OTTOBRE

OTTOBRE OTTOBRE OTTOBRE 2011 Le principali scadenze contabili fiscali ed amministrative del mese Gli adempimenti previdenziali e fiscali che scadono di sabato o di giorno festivo sono da considerare tempestivi se eseguiti

Dettagli

Gli esempi di compilazione

Gli esempi di compilazione Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 42 09.02.2015 CU 2015: la certificazione lavoro autonomo Gli esempi di compilazione Categoria: Contribuenti Sottocategoria: Varie Dal 2015 i sostituti

Dettagli

TFR in busta paga: scelta irreversibile

TFR in busta paga: scelta irreversibile TFR in busta paga: scelta irreversibile Dal 1 marzo 2015 il lavoratore potrà chiedere l erogazione del TFR direttamente in busta paga. Rilevanti le conseguenze della scelta, che sarà irreversibile. In

Dettagli

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009.

Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. Torino, 09/06/2009 SCADENZARIO TRIBUTARIO: GIUGNO 2009 Vi ricordiamo le principali scadenze tributarie del mese di Giugno 2009. 1 15 Lunedì IVA Fatturazione differita: Scade il termine per l emissione

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE fondo pensione aperto aviva Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato da AVIVA S.p.A. (Art. 12 del Decreto Legislativo 5 Dicembre 2005, n. 252) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE

Dettagli

La certificazione delle ritenute d'acconto

La certificazione delle ritenute d'acconto COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri@libero.it

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO - FONDO PENSIONE

CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO - FONDO PENSIONE Allegato alla nota informativa CASSA DI PREVIDENZA DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO CREDITO EMILIANO - FONDO PENSIONE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare (fondo

Dettagli

Servizio circolari per la clientela. Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE

Servizio circolari per la clientela. Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE Servizio circolari per la clientela Circolare n. 5 del 09 Febbraio 2016 INDICE 1 NUOVA CERTIFICAZIONE UNICA TELEMATICA 1 LA NUOVA CERTIFICAZIONE UNICA TELEMATICA Come noto, dal 2015 i sostituti d imposta

Dettagli

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015

Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Le principali scadenze fiscali dal 16 Settembre al 30 Settembre 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 30 2015, con il commento dei termini di prossima scadenza. Si segnala ai Signori

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE 2015 AL 15 NOVEMBRE 2015

PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE 2015 AL 15 NOVEMBRE 2015 PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 OTTOBRE 2015 AL 15 NOVEMBRE 2015 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 Ottobre al 15 Novembre 2015, con il commento dei principali termini di prossima scadenza.

Dettagli

OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto

OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto Informativa per la clientela di studio del 14.01.2015 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Nuovi minimi e ritenute d acconto Gentile Cliente, con la stesura del presente documento intendiamo informarla

Dettagli

UBI Previdenza DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Gruppo Aviva. Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato. Aviva Vita S.p.A.

UBI Previdenza DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Gruppo Aviva. Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato. Aviva Vita S.p.A. fondo pensione aperto UBI Previdenza Fondo Pensione Istituito in Forma di Patrimonio Separato da AVIVA ASSICURAZIONI VITA S.p.A. e gestito da AVIVA VITA S.p.A. (Art. 12 del Decreto Legislativo 5 Dicembre

Dettagli

TFR in azienda, in busta paga o nel FP. Avv. Flavio De Benedictis Consulente Mefop

TFR in azienda, in busta paga o nel FP. Avv. Flavio De Benedictis Consulente Mefop TFR in azienda, in busta paga o nel FP Avv. Flavio De Benedictis Consulente Mefop TFR IN BUSTA PAGA E FONDO PENSIONE Modalità attuative dell opzione Tfr in busta paga e valutazioni di convenienza Aggiornamento

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 luglio 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA. Periodo di imposta 2015

CERTIFICAZIONE UNICA. Periodo di imposta 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 2016 Periodo di imposta 2015 Quando si parla del modello CU2016 si intende la nuova Certificazione Unica che ha sostituito sia il vecchio modello CUD (pensionati e dipendenti) sia

Dettagli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli

L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli L ufficio paghe informa: a cura della responsabile Consulente del lavoro Cristiana Viduli Incentivi regionali per assunzioni e stabilizzazioni, nuovo regolamento per il 2017 Domande preventive da sottoscrivere

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime fiscale Edizione 11.2014

Dettagli

CASSA DI PREVIDENZA PER I DIRIGENTI DEL GRUPPO FINMECCANICA FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE

CASSA DI PREVIDENZA PER I DIRIGENTI DEL GRUPPO FINMECCANICA FONDO PENSIONE COMPLEMENTARE Documento sul regime fiscale (dati aggiornati al 30.04.2015) 1. REGIME FISCALE DEL FONDO La Cassa di Previdenza per i Dirigenti del Gruppo Finmeccanica fondo pensione complementare non è soggetto ad IRPEF,

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 14/2007 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 NOVEMBRE AL 15 DICEMBRE 2007 Data: 12 novembre 2007 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 novembre al 15 dicembre 2007, con il

Dettagli

IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Centro Studi e Ricerche Milano IL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO Relatrice Dott. Stella Crimi 1 FONTI NORMATIVE art. 2120 codice civile Legge n. 297 del 29 maggio 1982 (TFR) D. Lgs. 47/2000 (modifica delle

Dettagli

Fonte : Circolare Inps n. 17 del 29 gennaio Legge 23 dicembre 2014 n. 190

Fonte : Circolare Inps n. 17 del 29 gennaio Legge 23 dicembre 2014 n. 190 Fonte : Circolare Inps n. 17 del 29 gennaio 2015 Legge 23 dicembre 2014 n. 190 Allo scopo di promuovere forme di occupazione stabile, l art. 1, commi da 118 a 124, della legg e 23 dicembre 2014, n. 190

Dettagli

CUD 2008 PARTE C DATI PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI INPS

CUD 2008 PARTE C DATI PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI INPS Area Lavoro e Previdenza CUD 2008 PARTE C DATI PREVIDENZIALI ED ASSISTENZIALI INPS Milano, 15 febbraio 2008 Anna Colombini 1 IL DATORE DI LAVORO CERTIFICA: Ai lavoratori dipendenti, la retribuzione a qualunque

Dettagli

Più tempo per la trasmissione della certificazione unica 2017 degli autonomi

Più tempo per la trasmissione della certificazione unica 2017 degli autonomi CIRCOLARE A.F. N.20 del 10 Febbraio 2017 Ai gentili clienti Loro sedi Più tempo per la trasmissione della certificazione unica 2017 degli autonomi Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011.

OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011. CIRCOLARE INFORMATIVA OGGETTO: LA CERTIFICAZIONE DELLE RITENUTE OPERATE NEL 2011. Il sostituto d imposta che corrisponde compensi assoggettati a ritenute alla fonte (es: compensi a lavoratori autonomi)

Dettagli

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012

Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Principali scadenze dal 16 al 31 ottobre 2012 Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Allegato alla Nota Informativa FONDO PENSIONE "ARC LIFE LINE" PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO (PIP) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE 1. Regime fiscale della forma pensionistica complementare

Dettagli

F SARONNO VA. 28 / 2 / 2015 IL PRESIDENTE: Cesana Giancarlo IL DIRETTORE GENERALE: Macchi Luigi

F SARONNO VA. 28 / 2 / 2015 IL PRESIDENTE: Cesana Giancarlo IL DIRETTORE GENERALE: Macchi Luigi Matr. n 1-30593 - pagina 1 di 7 2014 DATI ANAGRAFICI Codice fiscale Cognome o Denominazione Nome 04724150968 FONDAZIONE IRCCS "CA' GRANDA" AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA

Dettagli

SPAZIO AZIENDE OTTOBRE 2017

SPAZIO AZIENDE OTTOBRE 2017 Ai Nostri Clienti Loro Indirizzi Con la collaborazione del Centro Studi SEAC siamo lieti di inviarle il n. 10 di SPAZIO AZIENDE OTTOBRE 2017 LE ULTIME NOVITÀ Contratti di solidarietà: al via la riduzione

Dettagli

Termini di effettuazione del conguaglio:

Termini di effettuazione del conguaglio: Conguaglio fiscale In occasione della cessazione del rapporto di lavoro ovvero a fine anno, il sostituto deve operare il conguaglio fiscale secondo la disciplina prevista dai commi 3 e 4 dell art. 23 del

Dettagli

CU semplificazione degli adempimenti

CU semplificazione degli adempimenti CU 2016 - semplificazione degli adempimenti Unificati i flussi informativi da inviare all Agenzia delle Entrate I dati relativi alle singole certificazioni sono inviati una sola volta, evitando ogni duplicazione

Dettagli

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva

UniCredit Futuro P.I.P. Aviva UniCredit Futuro P.I.P. Aviva Piano Individuale Pensionistico di Tipo Assicurativo - Fondo Pensione Forme pensionistiche complementari individuali attuate mediante contratti di assicurazione sulla vita

Dettagli

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 245 19.09.2014 Compilazione del 770 anche per il condominio Presentazione del modello entro il 19 settembre. Categoria: Dichiarazione Sottocategoria:

Dettagli

Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino. SEQUENZA OPERATIVA

Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino. SEQUENZA OPERATIVA INTEGRAZIONE RELEASE 04/2015 A tutti gli utenti della procedura Paghe e Stipendi e Loro Sedi Oggetto : Nuovi codici tributo F24, Comunicazione ricezione modelli 730-4, Studi di settore e Calcolo cedolino.

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2012

INDICE. Sezione Prima - INTRODUZIONE. Sezione Seconda - NOVITÀ DEL MODELLO CUD 2012 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE... pag. 14 Lo schema del CUD 2012 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli

IVA - DICHIARAZIONE ANNUALE CONTRIBUENTI NON TENUTI ALLA PRESENTAZIONE DI UNICO

IVA - DICHIARAZIONE ANNUALE CONTRIBUENTI NON TENUTI ALLA PRESENTAZIONE DI UNICO 05/02/2016 ADEMPIMENTI AZIENDALI - FEBBRAIO 2016. N.B.: il Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148, entrato in vigore il 24 settembre 2015, ha modificato i termini di presentazione delle domande

Dettagli

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014

1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Principali scadenze 1. PRINCIPALI SCADENZE DAL 16 LUGLIO 2014 AL 15 AGOSTO 2014 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 16 al 15 agosto 2014, con il commento dei termini di prossima scadenza.

Dettagli

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 8/2015

COM O - VI A R OVELLI, 40 - TEL F AX INFORMATIVA N. 8/2015 Como, 18.2.2015 INFORMATIVA N. 8/2015 Nuova Certificazione Unica Consegna al contribuente e invio all Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... pag. 3 2 Ambito applicativo della certificazione unica...

Dettagli

postaprevidenza valore

postaprevidenza valore postaprevidenza valore Fondo Pensione Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo (PIP) Documento sul Regime Fiscale (aggiornato alla data del 21 dicembre 2012) postaprevidenza valore Per informazioni:

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA 2015

CERTIFICAZIONE UNICA 2015 CERTIFICAZIONE UNICA 201 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART., COMMI -ter e -quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 199, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 201 DATI ANAGRAFICI AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO

Dettagli

730, Unico 2015 e Studi di settore

730, Unico 2015 e Studi di settore 730, Unico 2015 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 58 10.06.2015 Deducibilità dell Irap riferita al costo del lavoro Ex art. 2, D.L. N. 201/2011 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Il presente documento integra il contenuto della Nota Informativa relativa al Fondo Pensione Gruppo Cariparma Friuladria. Il Fondo Pensione Gruppo Cariparma Friuladria si assume

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 32/2008 Data: 9 giugno 2008 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 15 GIUGNO AL 15 LUGLIO 2008 Di seguito evidenziamo i principali adempimenti dal 15 giugno al 15 luglio 2008, con il commento dei

Dettagli

CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013

CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013 CALENDARIO SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI - Settembre 2013 SCADENZE ED ADEMPIMENTI FISCALI (Settembre 2013) Scadenza del 17.9.2013 Imposta municipale propria IMU versamento L articolo 13 del Decreto Legge

Dettagli

TFR in busta paga Maria Rosa Gheido - Dottore commercialista e consulente del lavoro

TFR in busta paga Maria Rosa Gheido - Dottore commercialista e consulente del lavoro TFR in busta paga Maria Rosa Gheido - Dottore commercialista e consulente del lavoro ADEMPIMENTO " NOVITA " In caso di cessazione del rapporto di lavoro subordinato, il prestatore di lavoro ha diritto

Dettagli

INDICE. Sezione Prima - ASPETTI GENERALI. Introduzione... pag. 11

INDICE. Sezione Prima - ASPETTI GENERALI. Introduzione... pag. 11 INDICE Introduzione... pag. 11 Sezione Prima - ASPETTI GENERALI I campi del cedolino paga... pag. 14 Dati anagrafici...» 15 Elementi retributivi...» 15 Sviluppo del cedolino paga...» 15 Calcolo contributi

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. (aggiornato al 24/03/2016) SOMMARIO

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. (aggiornato al 24/03/2016) SOMMARIO DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 24/03/2016) SOMMARIO Sommario... 1 Premesse... 2 1) Il trattamento fiscale delle contribuzioni versate al fondo dal 1 /1/2007... 2 1.1) Limite di deducibilità

Dettagli

newsletter MARZO 2015

newsletter MARZO 2015 newsletter MARZO 2015 4. Scadenziario aprile 2015 4. SCADENZIARIO APRILE 2015 Scadenze contrattuali Carta aziende industriali: Il CCNL 13 settembre 2012 ha previsto che, a decorrere dal 2011, ai lavoratori

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015)

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015) DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 31/03/2015) Il presente documento integra il contenuto della Nota informativa il Regime Fiscale di un Fondo Pensione è caratterizzato da tre momenti: 1. Contribuzione

Dettagli

C i r c o l a r i. E d i z i o n e I d i F e b b r a i o

C i r c o l a r i. E d i z i o n e I d i F e b b r a i o C i r c o l a r i E d i z i o n e I d i F e b b r a i o 2 0 1 5 S G R A V I C O N T R I B U T I V I T R I E N N A L I 2 0 1 5 - P r i m e i s t r u z i o n i I N P S Siri Consulenza e Organizzazione Srl

Dettagli

STUDIO ZITO CIRCOLARE N. 6/2015

STUDIO ZITO CIRCOLARE N. 6/2015 STUDIO ZITO CIRCOLARE N. 6/2015 TFR Trattamento di fine rapporto (liquidazione o buonuscita) E la somma (6,9% della retribuzione lorda + 0,5% destinato al fondo garanzia Inps) accantonata annualmente dal

Dettagli

INDICE. Capitolo 1 Norme generali. 1. Premessa... 31

INDICE. Capitolo 1 Norme generali. 1. Premessa... 31 INDICE Prefazione... XI Capitolo 1 Norme generali 1. Premessa... 1 Fonti normative e contrattuali... 1 2. Fonti legali e amministrative... 1 3. Fonti contrattuali collettive... 4 Orario di lavoro... 5

Dettagli

GENERAFUTURO. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 05/17)

GENERAFUTURO. Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 05/17) GENERAFUTURO Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 05/17) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime

Dettagli

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA

PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA PRINCIPALI NOVITÀ IN MATERIA DI LAVORO E PREVIDENZA Di seguito si riepilogano le principali novità in materia di lavoro e previdenza, contenute nella legge di stabilità 2015 TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO

Dettagli