l estremo occidente 1/ n.s. collana diretta da Chiara Vangelista

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "l estremo occidente 1/ n.s. collana diretta da Chiara Vangelista"

Transcript

1 l estremo occidente 1/ n.s. collana diretta da Chiara Vangelista

2 l estremo occidente collana diretta da Chiara Vangelista COMITATO SCIENTIFICO: Camilla Cattarulla Luisa Faldini Luigi Guarnieri Calò Carducci Emilia Perassi Daniele Pompejano Amanda Salvioni Eugenia Scarzanella Maria Rosaria Stabili Francesco Surdich

3 Izilda Matos SAMBA! Società, musica e sentimenti a Rio de Janeiro edizione italiana a cura di Chiara Vangelista prefazione di Luisa Faldini traduzione di Maria Caterina Pincherle EUNOEDIZIONI

4 copyright 2005 EDUSC, Bauru copyright 2011 Euno Edizioni Leonforte (En) / Piazza Margherita 6 Tel. e fax Isbn Titolo originale: Áncora de emoções Corpos, subjetividades e sensibilidades In copertina: Dolores Duran Finito di stampare nell ottobre 2011 da Fotograf - Palermo

5 Sommario Prefazione di Luisa Faldini 7 Samba! Società, musica e sentimenti a Rio de Janeiro Introduzione 27 Capitolo 1 Le notti di Rio de Janeiro La notte è bambina p Nessuno mi ama p Essere moderni dentro casa p Gli uomini tristi di solito sono gentili p Amare e vivere a Copacabana p Brasiliano: professione speranza p. 61 Capitolo 2 Aspettando il grande amore La notte di Copacabana p Percorso melodico p Una donna apparentemente allegra p Amare vuol dire soffrire p. 82

6 Capitolo 3 Il maschile e il femminile Da Porto Alegre a Rio de Janeiro p La dama della notte p Il maschile e la mascolinità p Svelare il samba-canção p. 125 Capitolo 4 L ubriaco innamorato e l ingrata creatura Cantare amori e dolori p La bettola è la mia casa p L ubriaco innamorato p. 132 Concludendo La trama delle canzoni 145 Bibliografia 148

7 Prefazione di Luisa Faldini * La storia del samba si situa tutta a partire dai primi decenni del Novecento ed è estremamente significativa, in quanto esso accompagna alcune delle principali trasformazioni che interessarono in quel periodo il Brasile, sia dal punto di vista economico che sociale che politico. Particolarmente importanti sono infatti i suoi testi, che vanno considerati come veri e propri documenti storici in quanto unica voce prima dei Neri analfabeti e dei Mulatti e poi dei Bianchi, alla cui visione del mondo e alle cui vicende essi davano visibilità. Il samba, oggi ritenuto comunemente uno dei cardini dell identità nazionale brasiliana, fu intenzionalmente costruito come tale (Vianna 1998: 128) in area carioca nei primi decenni del Novecento, in base ad un preciso progetto politico di integrazione delle varie regioni brasiliane. Tra il 1930 e il 1945 in Brasile avvennero infatti grandi trasformazioni sociali oltre che un cambia- * Università degli Studi di Genova. 7

8 mento totale della identità nazionale del paese. Fu proprio in quel periodo che il Brasile si trasformò da paese rurale a nazione urbana, con la forte crescita della capitale Rio de Janeiro e di São Paulo, accompagnata dalle politiche di integrazione degli ex-schiavi, dei loro discendenti e degli immigranti europei. Questi quindici anni, in particolare, furono quelli della rivoluzione che portò prima Getúlio Vargas al potere nel 1930 e poi alla costituzione del regime dell Estado Novo (1937), che governò il paese fino al 1945, e furono anche quelli che trasformarono il samba da illecito e perseguitato a simbolo nazionale. Precedentemente il samba era infatti considerato un tipo di composizione maledetto, associato alle classi nere povere, di cui era una delle tante espressioni. I più dicono che derivi dal batuque, una danza in cerchio accompagnata da percussioni (indicate come batuques dai Portoghesi) praticata nel Seicento dagli schiavi delle piantagioni per performare i loro rituali religiosi. Tale opinione non è però condivisa da tutti, poiché alcuni pensano invece che l antenato del samba sia il lundu, suonato dagli schiavi nel Settecento, e altri ancora sostengono che in realtà gli elementi essenziali del genere vennero a Rio dallo stato di Bahia verso la fine dell Ottocento. Comunque sia, tutti concordano sul fatto che il samba sorse come forma musicale autonoma nella Rio de Janeiro dell inizio del Novecento, dove gli schiavi ed i loro discendenti, venuti da nord, portarono le danze e le batucadas basate sulle percussioni (Shaw 1999: 3, 44; 8

9 Vianna 1998: 25). Quanto al nome, pare che esso derivi dall Angola, dove il termine kimbundo semba indica un passo di danza caratterizzato da un ritmico movimento del bacino (Shaw 1999: 3), noto in Brasile come umbigada (ombelicata). Come accennavo, le musiche e le composizioni dei Neri all inizio del Novecento erano proibite, così come altre loro forme di espressione culturale, ad esempio la religione afro del candomblé, che assieme alla musica era stata la voce contestatrice della comunità nera fin dall inizio dell Ottocento. Il candomblé ha infatti strettissimi legami col samba. All inizio dell Ottocento Hilária Batista de Almeida, più nota come Tia Ciata, la più famosa mãe-desanto (sacerdotessa) del candomblé della Rio di quel periodo, organizzava incontri di musicisti a casa sua, a Praça Onze, una zona centrale della citta carioca che poi divenne il fulcro della vita sociale dei Neri poveri nel secondo decennio del Novecento e dove furono fondati molti terreiros (santuari di candomblé). Tia Ciata organizzava nelle stanze anteriori della casa innocenti feste, mentre sul retro i convenuti suonavano samba o performavano rituali per gli dèi africani (orixás). In quella casa si incontrava e suonava un gruppo eterogeneo di musicisti ed estimatori del genere, neri, mulatti e bianchi, alcuni analfabeti ed altri colti, come il pianista da dancing e autodidatta Sinhô (José Barbosa da Silva, ), il musicista popolare Pixinguinha (Alfredo da Rocha Viana ), funzionari e professionisti come Mauro de Almeida, che si dice abbia scritto i versi di Pelo telefone, una 9

10 composizione del 1916 ritenuta per la vulgata il primo samba ufficiale, attribuito a Donga (Ernesto Joaquim Maria dos Santos, ), benché vi sia una controversia in merito all attribuzione e al fatto che sia davvero il primo samba (Shaw 1999: 4; Vianna 1998: 93, 106). I musicisti che si trovavano da Tia Ciata avevano caratteristiche tutte speciali: Donga suonava chitarra e cavaquinho (chitarrina europea a quattro corde, simile all ukulele), João da Baiana (João Machado Guedes, ) sembra abbia introdotto il pandeiro (cembalo) come strumento del samba, e Pixinguinha era uno straordinario arrangiatore. Assieme a Sinhô e Heitor dos Prazeres ( ), anche lui suonatore di cavaquinho, suonavano lundus, marchas (marcette derivate dalle composizioni portoghesi), choros (canti corali), maxixes (prima danza di città) e batuques e iniziarono a perfezionare i tipi musicali che avrebbero definito il samba carioca da allora in poi (Mc Gowan e Pessanha 1998: 23), in quanto all epoca non erano ancora ben chiare le differenze musicali tra i vari generi. Tuttavia, fin dalle sue prime espressioni il samba fu sempre legato al Carnevale, soprattutto a Rio, poiché ambedue gli elementi ebbero origine da un lungo processo di miscelazione culturale che mise insieme tratti culturali portoghesi e africani. Sappiamo che a Rio, nei primi anni del Novecento, vi erano tre carnevali distinti: quello dei poveri, che aveva luogo a Praça Onze; quello della classe media tenuto nell Avenida Central, oggi Avenida Rio Branco; e quel- 10

11 lo dell élite bianca, accompagnato da balli in costume e da sfilate. Allora però non c era ancora una musica specifica destinata soltanto al Carnevale e il samba e la marcha carnevalesca nacquero proprio per fornire un ritmo a questo evento (Shaw 1999: 4). Le musiche per il Carnevale però non nascevano soltanto a Praça Onze, ma anche in altri distretti di Rio, come Saúde, alla fine dell Ottocento, e poi a Lapa, Cidade Nova e Riachuelo. Tuttavia è sul morro (collina), nelle bidonvilles, che si sviluppò in tutto il suo splendore il samba, emblema di identità per la classe povera, soprattutto nera, che la polizia ad un certo momento aveva costretto a lasciare il centro per la periferia nel periodo in cui si attuò la trasformazione di Rio. Nel 1904, infatti, all epoca del Sindaco Francisco Pereira Passos ( ) e del quinto Presidente del Brasile Francisco de Paula Rodrigues Alves ( ), il centro di Rio fu oggetto di una massiccia urbanizzazione nota come «bota-abaixo» (butta giù) che, in due anni, vide la demolizione di centinaia di edifici e di decine di strade per poter costruire l Avenida Central. I poveri del centro furono allora spinti nelle favelas e nei suburbi della Zona Norte e in più sia i Neri che i Mulatti, fino ad allora classe lavoratrice, a seguito della campagna di branqueamento (imbiancamento) promossa dal governo per sollecitare l immigrazione europea, fortemente sostenuta da incentivi, vennero discriminati e ritenuti inadatti alla vita moderna e al progresso. Forzati ad una esistenza marginale, essi divennero la parte maggiore del- 11

12 le classi povere di Rio, gli abitanti del morro, coloro che furono gli inventori del samba-de-morro, poi considerato il ritmo più puro, benché anche questa sia un invenzione culturale, dato che si tratta di un samba molto recente, datato agli anni Venti del Novecento (Shaw 1999: 5; Vianna 1998: 130). In quegli anni Venti, peraltro, il samba era in genere composto ed eseguito da ex-schiavi e da loro discendenti e gradatamente si divise in due filoni: il samba dei sambistas dell area centrale della città, dove era stato composto Pelo telefone, tollerato dalle autorità in quanto ritenuto folklore ; e il samba dei musicisti dei morros, perseguitato dalla polizia e considerato emblema di un mondo marginale. Fra i musicisti dei morros abbiamo nomi celebri, come Ismael Silva ( ) e Nilton Bastos (fine ), del distretto Estácio de Sá, fondatori nel 1928 del primo Bloco (gruppo) carnavalesco e Escola de samba, chiamato significativamente «Deixa Falar» (Fateli parlare) (Shaw 1999: 5-6). Dagli anni Venti Estácio era un enclave di sambistas e di piccoli delinquenti (malandros), molti dei quali protettori di prostitute del vicino ed equivoco distretto di Mangue. Erano Neri, Bianchi e Mulatti poveri per i quali il samba era l unica manifestazione importante, che essi riuscirono a mandare in una nuova direzione, adattandone il ritmo per creare un accompagnamento alle prime sfilate del Carnevale. Tra questi compositori semianalfabeti vi erano appunto Ismael Silva, noto per le sue innovazioni musicali, e Nilton Bastos, oltre a Bide (Alcebíades Bar- 12

13 cellos, ) e Armando Marçal ( ): essi accentuarono il ritmo del samba, adattandolo agli strumenti a percussione e furono i primi veri creatori di questo stile musicale (Mc Gowan e Pessanha, 1998: 25-7). Le composizioni del gruppo di Estácio, assieme a quelle di altri grandi musicisti come Ataúlfo Alves ( ) e Assis Valente ( ), venivano diffuse via radio e con i dischi da cantanti come Francisco Alves (alias Chico Viola), Orlando Silva, Carmen Miranda, Araci de Almeida, Marília Baptista, Sílvio Caldas e Mário Reis, ognuno dei quali apportò cambiamenti nell interpretazione vocale. All epoca, molti compositori, per bisogno, vendettero i loro samba a musicisti bianchi, oppure li cedettero in cambio di promesse di partnership che regolarmente, almeno in quei primi anni, non vennero mai mantenute. La richiesta e la diffusione di queste musiche avvenne in quanto, nei primi decenni del Novecento, in Brasile nacquero la radio, l industria del disco e il cinema parlato, tutti elementi che contribuirono a portare all affermazione del samba come elemento base dell identità nazionale, come stile musicale peculiare (Shaw 1999: 1, 46-47; Vianna 1998: 128). Ma vi furono anche vicende contingenti che fecero sì che le musiche del samba cominciassero ad affermarsi. Ad esempio, poco prima del Carnevale del 1919, la febbre spagnola ebbe in Brasile tra le sue vittime anche molti musicisti. E così Isaac Frankel, allora direttore del Cine Palais di Rio de Janeiro, dovette cercare in tutta fretta una nuova orchestra che intrattenesse i clienti 13

14 nella hall del suo cinema, e quindi chiese aiuto a Pixinguinha e Donga, i quali scelsero otto componenti del Grupo do Caxangá [flauto, bandolim (mandolino), cavaquinho, 3 chitarre, ganzá (sonaglio cilindrico) e tamborim] che Frankel battezzò Oito batutas, il celebre gruppo della storia della musica brasiliana che suonava maxixes, lundus, canzoni del sertão, batuques e cateretés (ritmo africano), ma ancora non samba, poiché quest ultimo non era ancora uno stile musicale distinto. Divennero tanto famosi che nel 1920 suonarono per i sovrani del Belgio in visita ufficiale in Brasile, e poi si esibirono all Ambasciata degli Stati Uniti e in numerose tournées all estero (Vianna 1998: 16). Vianna, nel suo fortunato volume O Misterio do Samba (1995), si domanda come fu possibile che il samba diventasse uno degli elementi centrali per la definizione dell identità nazionale brasiliana, concludendo che fu un processo, intenzionale, favorito da una serie di invenzioni tecnologiche, come la radio, l industria del disco e il cinema parlato, che si coniugarono con il progetto politico di Vargas. All inizio il samba era infatti confinato soltanto nei quartieri carioca e nei ceti popolari, ma poi, una volta conquistato il Carnevale, diventò con esso uno dei simboli della cultura nazionale brasiliana, parte distintiva della nuova immagine del Brasile. Questo cambiamento avvenne proprio a partire dagli anni Trenta e Quaranta del Novecento, quando il samba e la marcha, prima confinati nelle bidonvilles di Rio, conquistarono il paese e tutte le classi sociali, «diven- 14

15 tando una sorta di pane quotidiano del consumo culturale» (Vianna 1998: 16). Negli anni Trenta si affiancarono tre tipi di samba: quello ispirato al maxixe come Pelo telefone; il sambade-morro, dell Estácio, per accompagnare le sfilate di «Deixa Falar»; e il samba-de-salão o da sala da ballo, quello che per primo si diffuse alla radio, fu inciso nei dischi e, contrariamente ai due precedenti, fu influenzato da altri generi, come il tango e la rumba. Tutti e tre i tipi erano per lo più musica da ballo, diversamente dal successivo samba-canção, che ebbe un tempo più lento ed una linea melodica più lirica e elaborata (Shaw 1999: 45, 49) e che si sviluppò quando il samba divenne più rispettabile, ebbe una maggiore audience nella classe media, oltre che più ascoltatori, e privilegiò la melodia al ritmo. Per questo tale stile fu definito samba-canção o anche samba-de-meio-do-ano, per differenziarlo dal samba del Carnevale, che veniva scritto all inizio dell anno. Molti di questi samba-canções furono scritti da musicisti bianchi, come Noel Rosa e Ary Barroso, e si distinsero per armonie più complesse e versi più sofisticati che illustravano temi sentimentali. Era un nuovo samba che divenne presto molto popolare presso la classe media (Mc Gowan e Pessanha 1998: 28). Nasceranno in seguito anche il samba-choro, il samba-tango e il samba-de-breque con inclusione di pause per introdurre commenti ironici del cantante, poi il samba-exaltação (anni Trenta-Quaranta) con versi iperbolici che esaltavano le virtù del Brasile (Shaw 1999: 15

16 48), ma il samba-de-morro dell Estácio rimase invece incontaminato anche per il suo isolamento nelle bidonvilles, fattore che lo portò a mantenere gli strumenti tradizionali (cavaquinho, pandeiro e tamborim) oltre che testi basati sulle esperienze dei poveri marginali dei morros (Mc Gowan e Pessanha 1998: 21, 33) e sulla contestazione degli ideali dell élite bianca. I morros, sin dagli anni Quaranta del Novecento, erano infatti diventati rifugi non solo per piccoli criminali ma anche per i sambistas contestatori perseguitati, in quanto erano società chiuse e quindi protettive. Fu proprio grazie al morro del resto che si conservarono integre e fiorirono tutte le tradizioni afro-brasiliane. Con il governo Vargas del 1930 l esercizio del samba e delle religioni afro, allora al bando, venne consentito in base a regole stabilite, sminando di fatto la sovversività di queste istituzioni. Nel 1932, inoltre, il governo fece un altro passo importante sponsorizzando il Carnevale afro trasformandolo in un festival nazionale associato alla categoria del folklore, in quanto «cultura afrobrasiliana» (Kubik 1979: 33). Con l aumento d importanza del Carnevale anche il samba divenne inevitabilmente sempre più accettato dall élite bianca, che progressivamente lo adottò finché esso divenne, a seguito di un accorta politica governativa, uno dei simboli culturali della nazione brasiliana. Il governo di Vargas infatti se ne appropriò, assieme alla feijoada (stufato di fagioli neri e scarti del maiale, tipico degli schiavi) e al candomblé, trasformandoli all esterno nel riflesso della democrazia razziale del 16

17 Brasile (Menezes 1982: 9-14). Come ben suggerisce Peter Fry (1982: 52-3), trasformando i simboli di frontiera etnica in simboli nazionali, si convertì ciò che era pericoloso in qualcosa di sicuro e domesticato, in qualcosa di rispettabile, sottraendogli ogni potere sovversivo. Le politiche autoritarie dell Estado Novo (1937) miravano infatti a riorganizzare totalmente la società, per cui la classe media e la classe lavoratrice furono incorporate nella nuova struttura sociale, allo scopo di neutralizzare le possibili azioni politiche di queste nuove forze. L idea che allora veniva diffusa era che soltanto un governo centrale forte potesse portare ad una vera democrazia, legittimando così il controllo dello stato su tutto il paese e creando politiche che spingevano tutti i Brasiliani ad identificarsi in un comune destino, con radici in un passato condiviso. La creazione di una coscienza nazionale e la creazione di una iconografia di stato erano elementi centrali dell amministrazione Vargas, che aveva dovuto confrontarsi con la mancanza di unità nazionale, complicata inoltre dalle massicce ondate di immigranti, che vennero quindi frenate dopo l approvazione della Costituzione del 1933, che accentuò il nazionalismo e limitò appunto l immigrazione straniera, soprattutto di Giapponesi ed Ebrei (Shaw 1999: 27-29), questi ultimi ovviamente sulla scia delle simpatie naziste che allora caratterizzavano il governo. Il governo postrivoluzionario del 1930, al fine di promuovere un sentimento nazionale collettivo, aveva uffi- 17

18 cializzato la politica di miscigenação (integrazione etnica) valorizzando quindi gli elementi nazionali meticci come il samba, che fu indicato come fonte di orgoglio nazionale (Vianna 1998: 58). Nel 1937, poi, l Estado Novo stabilì che le scuole di samba avessero carattere storico, didattico e patriottico (Matos 1982: 29), per cui il Carnevale carioca iniziò ad essere esportato altrove e servì da modello per la omogeneizzazione del paese. Il motto era «Noi siamo un popolo nuovo» (Cabral 1975: 38). Attorno ai meticciati si poteva dunque inventare una nuova e moderna identità per il Brasile: nacque così il mito del carattere brasiliano, risultato di mescolanze di razze, assolutamente distinto da quello delle altre nazioni coloniali. I media divennero il mezzo per divulgare l ideologia del regime e per ottenere consenso, e sia radio che musica popolare furono importantissimi. La radio infatti, diffusa in tutti gli angoli del paese negli anni Trenta mediante altoparlanti, attenuò le differenze regionali standardizzando il paese. L Estado Novo era del resto ben consapevole dell importanza della musica come mezzo per inculcare idee e raggiungere gli individui a livello emozionale, e la sua utilità come mezzo di unificazione nazionale presso le masse analfabete era spesso argomento di discussione su Cultura Politica, il giornale del Departamento de Imprensa e Propaganda (DIP) (Goulart 1990: 28). Il famoso musicista e compositore classico Heitor Villa-Lobos, che iniziò come musicista popolare, dal 1932 divenne in questo periodo il mediatore tra lo stato ed i musicisti e cantanti popolari, creando ad 18

19 esempio El Dia da Musica Popular Brasileira (La Giornata della Musica Popolare Brasiliana), nel gennaio del 1939, che fu organizzato dal DIP ed i cui premi andarono ovviamente ai musicisti più leali ed obbedienti (Cabral 1975: 40). Dopo il 1930 furono anche legalizzate le scuole di samba, le quali furono obbligate a partecipare alle competizioni del Carnevale come enti ufficiali, noti come Grêmios Recreativos Escolas de Samba. Le loro sfilate da allora vennero organizzate e finanziate dallo stato, mentre la radio fu nazionalizzata nel 1940 e censurata. Tutte queste misure rientravano ovviamente nel quadro di un totale controllo del paese da parte dello stato (Cabral 1975: 68; Shaw 1999: 34-36). Nacque anche la Commissão de Censura da Confederação Brasileira da Radiodifusão, il cui compito era di censurare termini politicamente scorretti e quindi anche le composizioni musicali, censura che si unì alla spinta a creare canzoni patriottiche offrendo incentivi, come premi e sussidi. L impatto della DIP e della censura sulla musica popolare furono ovviamente fortissimi (Cabral 1975: 40), anche se, dopo la II Guerra Mondiale, con la vittoria degli Alleati, che l Estado Novo aveva sostenuto dopo una breve parentesi di simpatie naziste, il governo fu costretto ad essere meno dittatoriale, spinto anche da una resistenza interna e dalle critiche che oramai apparivano sui giornali e nelle trasmissioni radiofoniche. All inizio del 1945 l Estado Novo perse il supporto 19

20 dei militari e Vargas, dopo aver tentato senza successo una svolta autoritaria, si dimise e tornò nella sua casa di São Borja, nel Rio Grande do Sul, tutte vicende che furono ovviamente celebrate nelle composizioni popolari che lui stesso aveva spinto e promosso: ad esempio, nella marcha di Carnevale Palacete no Cateté, del dicembre 1945, si ironizzava sulle vicende di Vargas dando mostra della posizione dei musicisti ora che la censura era scomparsa (Shaw 1999: 40-42). *** Il testo che segue, di Maria Izilda Santos de Matos, dà opportunamente ampio spazio a molti testi di samba, scelti fra quelli appartenenti ad Antonio Maria Araújo de Moraes, Dolores Duran, Lupicínio Rodrigues e Vicente Celestino, autori sicuramente meno noti al pubblico italiano, ma presenti ed importanti nella storia del samba, con temi a volte forti e a volte estremi che rientrano in schemi narrativi stereotipati. Il samba ha infatti seguito, per quanto riguarda i testi, direzioni molto precise. Tra gli anni Venti e Quaranta del Novecento i temi dei versi del samba, ad esempio, si concentravano soprattutto sugli affari di donne e d amore, specialmente sulla figura del malandro, un Nero che viveva di espedienti con l orrore del lavoro e l amore per le donne, il gioco ed i bagordi, che parodiava i valori e lo stile di vita borghese e disdegnava il lavoro manuale che veniva 20

21 associato allo sfruttamento della schiavitù. Il malandragem è uno dei poli dell identità brasiliana: nato dalle opere del poeta Gregório de Matos (XVII secolo) e dello scrittore Manuel Antônio de Almeida (XIX secolo), riemerge nel Novecento con Macunaíma di Mário de Andrade, illustrando le imprese di un avventuriero picaresco, dotato di una nuova identità in Brasile dove diventa anche protagonista delle liriche del samba carioca, per il suo forte contenuto contestatore dell autorità. Il mito del malandro infatti è lo specchio del mondo marginale dei barrios (quartieri) e dei morros poveri di Rio, dove molti Neri rifiutavano un lavoro manuale sottopagato a favore di una vita ai margini della legge, che ruotava attorno a gioco, piccola criminalità e prostituzione organizzata. Ma con il governo Vargas si dettero indirizzi molto precisi, che la censura applicò ovviamente anche ai versi del samba, fin dalla sua nascita linguaggio della comunità nera. Il malandro, il cui opposto era il lavoratore sfruttato (otário, babbeo) presente nei testi dei samba dall inizio degli anni Quaranta, lasciò così il posto al malandro regenerado, più rispettabile, ma il suo ethos non scomparve e divenne solo più ambiguo, per evitare la censura, esprimendo comunque in modo coperto una visione sempre critica della società (Shaw 1999: 7-12). Tra gli anni Trenta e l inizio degli anni Quaranta appare invece il tema della donna e dell amore romantico, espresso però soltanto da autori maschi, per cui non c è mai alcun punto di vista femminile. Ne deriva che tre 21

22 sono le categorie di donne descritte nei versi del samba di quel periodo: la donna fatale furba ed infedele; la casalinga triste e oberata di lavoro; la donna idealizzata della fantasia. Sono ritratti stereotipati di donne, come ad esempio la mulatta sensuale che mina l armonia familiare attirando a sé l uomo con il sesso, una visione che viene ovviamente dal sistema schiavista, ove le donne nere erano considerate un oggetto sessuale ed erano escluse dai ruoli riservati alle donne bianche. Questa donna viene vista come una sfida alla dominazione maschile, per cui l indipendenza femminile è fatalmente associata alla promiscuità sessuale, come affermano infatti i versi dei sambistas. La casalinga oppressa e sofferente, passiva, altruista e spesso picchiata è invece considerata dalla cultura machista dei sambistas in modo positivo. Terzo polo, infine, la donna divinizzata, ultimo sogno del macho sambista, meraviglioso incrocio fra una malandra e una donna di casa (Shaw 1999: 15-19). Quindi, nonostante l industrializzazione voluta da Vargas avesse portato all ingresso delle donne nel mercato del lavoro, soprattutto come operaie, l argomento donna-lavoro è raramente presente nei samba, ove prevale l atteggiamento sessista. Unica voce femminile nell iniziale mondo maschile dei sambistas fu Chiquinha Gonzaga ( ) che nel 1899 compose per il Carnevale Ó abre alas, prima marcha registrata e anche prima canzone scritta specificatamente per il Carnevale (Mc Gowan e Pessanha 1998: 37; Shaw 1999: 20) Importante, quindi, appare oggi la pubblicazione in 22

23 Italia di questo testo sul samba dove è possibile esaminare in modo particolareggiato le liriche che accompagnano le musiche, specchio di vicende storiche, di trasformazioni sociali e, soprattutto, di tratti che decodificano il carattere brasiliano oltre che le interazioni fra i generi, spesso fraintese. Bibliografia Cabral, Sérgio 1975, «Getúlio Vargas e a música popular brasileira», in Ensaios de Opinião, Inúbia, Rio de Janeiro: Fry, Peter 1982, «Feijoada e soul food : notas sobre a manipulação de símbolos étnicos e nacionais», in Para inglês ver: identidade e política na cultura brasileira, Zahar, Rio de Janeiro: Goulart, Silvana 1990, Sob a verdade official: ideologia, propaganda e censura no Estado Novo, Marco Zero, São Paulo. Kubik, Gerhard 1979, «Angolan Traits in Black Music, Games and Dances of Brazil: A Study on African Cultural Extensions Overseas», Centro de Estudos de Antropologia Cultural, Lisboa. Mc Gowan Chris, e Pessanha, Ricardo 1998, The Brazilian Sound: Samba, Bossa Nova and the Popular Music of Brazil, Temple University Press, Philadelphia. 23

24 Matos, Cláudia 1982, Acertei no milhar: malandragem e samba no tempo de Getúlio, Paz e Terra, Rio de Janeiro. Menezes, Eduardo Diatahy B. de 1982, «Elitelore versus folclore, ou de como a cultura hegemônica tende a devorar a cultura subalterna», Cadernos, 17: Shaw, Lisa 1999, The social History of the Brazilian Samba, Aldershot, Burlington USA Singapore Sydney Ashgate. Vianna, Hermano 1998, Il mistero del Samba. Contaminazioni e fantasmi dell autenticità, Costa & Nolan, Milano (1995, O Misterio do samba, Jorge Zahar e UFRJ, Rio de Janeiro). 24

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

I mutamenti tecnologici fra le due guerre.

I mutamenti tecnologici fra le due guerre. I mutamenti tecnologici fra le due guerre. Vediamo ora i cambiamenti tecnologici tra le due guerre. È difficile passare in rassegna tutti i più importanti cambiamenti tecnologici della seconda rivoluzione

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia

Gli ebrei nel medioevo. L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia Gli ebrei nel medioevo L istituzione di uno dei primi capri espiatori della Storia I rapporti tra ebrei e cristiani Gli ebrei entrarono nel turbine della storia, dopo la dissoluzione del loro stato, con

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

Painting by Miranda Gray

Painting by Miranda Gray Guarire le antenate Painting by Miranda Gray Questa è una meditazione facoltativa da fare specificamente dopo la benedizione del grembo del 19 ottobre. Se quel giorno avete le mestruazioni questa meditazione

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11

Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA. SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Catalogo d esame per la maturità di stato. Anno scolastico 2011/2012 SOCIOLOGIA SOCIOLOGIJA 2012 tal.indd 1 10.3.2012 11:28:11 Commissione tecnica per l elaborazione dei materiali d esame di Sociologia:

Dettagli

Nel ventre pigro della notte audio-ebook

Nel ventre pigro della notte audio-ebook Silvano Agosti Nel ventre pigro della notte audio-ebook Dedicato a quel po di amore che c è nel mondo Silvano Agosti Canti Nel ventre pigro della notte Edizioni l Immagine Nel ventre pigro della notte

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i

leonildo marcheselli omaggio a b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i omaggio a leonildo marcheselli b a l l a b i l i s e m p r e V e r d i d e l pa p à d e l l a F i l u z z i I n t e r p r e t a t I d a g r a n d I f I s a r m o n I c I s t I massimo budriesi tiziano

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

La Piramide dell Odio

La Piramide dell Odio Lezione La Piramide dell Odio Partecipanti: Studenti di scuola media inferiore o superiore/ max. 40 Materiali: Foglio Domande (una copia per ciascuno studente) Lucido con la definizione di Genocidio (allegato)

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

La mobilità sociale tra Stato e mercato

La mobilità sociale tra Stato e mercato La mobilità sociale tra Stato e mercato di Carlo Lottieri, Università di Siena Nella cultura contemporanea si tende a guardare alla mobilità sociale intesa quale possibilità di ascendere da una posizione

Dettagli

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale

2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale 2) Assenza di discriminazione e parità di trattamento nell ambito professionale a. Direttiva 2011/98/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 dicembre 2011, relativa a una procedura unica di domanda

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

Foglio per gli studenti Domande

Foglio per gli studenti Domande Domande Rispondi Sì o No a ciascuna delle seguenti domande (Rispondi con sincerità. Questo questionario è visto solo da te!): Domande: 1. Hai mai sentito una barzelletta che prendeva in giro una persona

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648

NEL 1600. Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra dei Trent'anni. combattuta dal 1618 al 1648 NEL 1600 1. c'erano Stati che avevano perso importanza = SPAGNA ITALIA- GERMANIA 2. altri che stavano acquisendo importanza = OLANDA INGHILTERRA FRANCIA Ma la prima metà del '600 fu dominata dalla guerra

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici.

Ecco prima uno schema seguito dalla illustrazione degli elementi caratteristici. Teoria musicale - 8 ALTRI MODI E SCALE Nell iniziare questo capitolo bisogna subito premettere che questi argomenti vengono trattati con specifiche limitazioni in quanto il discorso è estremamente vasto,

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

Bahia tra mare e avventura

Bahia tra mare e avventura Bahia tra mare e avventura PROGRAMMA DI VIAGGIO 1 GIORNO: Italia Salvador De Bahia Partenza dall'italia per Salvador. Arrivo nella magica capitale dello stato di Bahia, oggi gioiello afrobrasiliano che

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1

L : L/2 = 1 : ½ = 2 : 1 LA SCALA PITAGORICA (e altre scale) 1 IL MONOCORDO I Greci, già circa 500 anni prima dell inizio dell era cristiana, utilizzavano un semplice strumento: il monocordo. Nel monocordo, un ponticello mobile

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI Regolamento Art. 1 PROMOTORI E TEMA DEL CONCORSO La Regione del Veneto e il Comitato Pro Loco - Unpli Veneto lanciano il Concorso letterario Racconta le

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini

La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini La cenerentola Opera in musica di Gioacchino Rossini Che cos è l Opera in musica L opera in musica (chiamata anche opera lirica o melodramma) è un genere teatrale nato a Firenze alla fine del Cinquecento.

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS

4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS DIVERSITY: DESIGN / HUMANITIES 4 th INTERNATIONAL FORUM OF DESIGN AS A PROCESS LA DIVERSITA: DESIGN/HUMANITIES Incontro tematico scientifico della Rete Latina per lo sviluppo del design dei processi 19-22

Dettagli

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia

Liceo Don Lorenzo Milani Romano di Lombardia Lo Stato Cos è lo Stato Definizione ed elementi Organizzazione politica Lo Stato è un ente, un organizzazione che si forma quando un popolo che vive entro un territorio determinato, si sottopone all autorità

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino

a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino storia del 900 per la scuola di base a cura di Daniela Givogre e Riccarda Viglino il materiale di questa unità didattica può essere liberamente utilizzato chi lo utilizza è pregato di darne comunicazione

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas

Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas Il concetto di sfera pubblica viene introdotto dal sociologo tedesco Jurgen Habermas Con questo termine si identifica lo spazio pubblico, diverso dallo Stato, creato all interno dei café francesi dell

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit.

Venite, saliamo sul monte del Signore, al tempio quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra! (Sal 8,10) Rit. OTTOBRE: Giornata del Carisma Introduzione TEMA: Fede e missione La mia intenzione è solamente questa: che [le suore] mi aiutino a salvare anime. (Corrispondenza, p. 7) Questa lapidaria intenzione, che

Dettagli

www.maestramary.altervista.org

www.maestramary.altervista.org Premessa ed obiettivi Il progetto "dietro le quinte" La drammatizzazione è la forma più conosciuta e diffusa di animazione nella scuola. Nell'uso più comune con il termine drammatizzazione si intendono

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE

LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE CAPITOLO V LO SPORT PER TUTTI: BUONE PRATICHE DI BENESSERE PREMESSA Questo capitolo affronta l analisi dello sport come diritto di cittadinanza non solo metaforico, emotivo, ma anche commerciale ed identitario.

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente

Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente Dalla Mente Alle Relazioni la Sfida Emergente LA SFIDA EDUCATIVA Kenneth J. Gergen La mia proposta è che la principale sfida del sistema educativo del nostro secolo sia quella di sostituire la tradizionale

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli