CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI C H I E D E

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI C H I E D E"

Transcript

1 Via San Nicolò, n GUSPINI - VS (C.F ) Cell Tel/Fax CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI 25^ CAMBAS DE LINNA ^RADUNO CARNEVALINAS 2015 Scheda di iscrizione Il sottoscritto nato a Il residente a In Via tel. Cell. Responsabile del gruppo Comune di provenienza del carro Titolo del carro C H I E D E alla organizzazione del CARNEVALE CITTA DI GUSPINI 2015 di partecipare alle sfilate carnevalesche in programma nei gg. 17 febbraio febbraio 2015 (Barrare la voce che interessa) A tal fine dichiara quanto segue: Numero dei partecipanti Numero dei veicoli componenti il carro Dimensioni del 1 mezzo: Lunghezza m. Larghezza m. Altezza m. Targa veicolo Targa veicolo trainante Dimensioni del 2 mezzo: Lunghezza m. Larghezza m. Altezza m. Targa veicolo Targa veicolo trainante Dichiara di conoscere ed accettare senza riserve e condizioni l allegato regolamento. Guspini Firma del responsabile NOTA: In materia di protezione dei dati personali e di tutela della riservatezza saranno osservate e rispettate, le prescrizioni di cui al D.lgs , n.196 Codice in materia di protezione dei dati personali.

2 Via San Nicolò, n GUSPINI - VS (C.F ) Cell Tel/Fax REGOLAMENTO 25^ CAMBAS DE LINNA ^RADUNO CARNEVALINAS 2015 ART. 1 -Alla manifestazione possono partecipare carri, gruppi, maschere singole. I carri e i gruppi che intendono partecipare devono essere regolarmente iscritti. L iscrizione per i carri, per i gruppi e le maschere singole è gratuita. ART. 2 - Ciascun carro deve rispondere alle seguenti caratteristiche: Misure Massime: Altezza m Larghezza m Lunghezza m Misure Minime: Altezza m. // - Larghezza m Lunghezza m ART. 3 - Il veicolo deve essere condotto da persona/e in possesso di patente di guida idonea per condurre lo specifico veicolo, nel rispetto delle norme del Codice della strada; Il veicolo deve essere coperto da adeguata polizza di assicurazione per eventuali danni a persone cose e animali; Nel tragitto dal deposito del carro al punto di partenza della sfilata saranno rigorosamente rispettate le norme del codice della strada e non saliranno sul carro persone al di fuori del conducente; I veicoli fuori sagoma, con larghezza maggiore di 2,50 m o altezza maggiore di 4,00 m. o privo di targa e dispositivi luminosi dovrà munirsi di regolare scorta tecnica e trasportato nel rispetto delle norme del codice della strada; a) Sono ammessi alla manifestazione i carri che sono in possesso della relazione tecnica a firma di un tecnico abilitato, attestante la rispondenza del proprio carro alle regole tecniche come previsto dalla circolare del Ministero del Interno n. 114 del 1 dicembre Inoltre Le attrezzature sopraelevate, di tipo meccanico o elettromeccanico, di supporto alle allegorie carnevalesche, ove capaci di movimento autonomo rispetto al moto del carro, devono essere progettate, realizzate e collaudate seguendo, per quanto applicabile l attuale norma europea sulle attrazioni (UNI EN 13814:2005). Tale relazione deve essere presentata in duplice copia al momento dell iscrizione alla sfilata,è possibile anticipare detta documentazione via fax e consegnare l originale non oltre il giorno del ritiro del numero che avverrà il giorno 19 febbraio. La mancata presentazione della documentazione comporta l esclusione del carro dalla sfilata. b) Ogni carro dovrà essere dotato di almeno n. 3 estintori (data di controllo 6 mesi) da 5 Kg di carica Tipo A, B, C di cui uno alloggiato nella cabina guida del mezzo e gli altri alloggiati a Sx e Dx del carro e ben visibili e raggiungibili anche da terra; c) E vietato riempire il serbatoio di carburante durante la sfilata; dette operazioni vanno fatte antecedentemente al raggiungimento del punto di raduno, tenendo costantemente i motori spenti d) Il tubo di scappamento deve essere collocato in verticale e deve scaricare ad almeno tre metri dal suolo. e) Le ruote dei carri allegorici devono essere coperte lungo tutto il perimetro in modo da evitare potenziali rischi di investimento o schiacciamento; f) Per i conducenti dei carri è fatto divieto assoluto di bere alcolici prima e durante le sfilate. a. Valgono comunque le norme previste dal nuovo Codice della Strada in materia di guida in stato di ebbrezza o sotto l effetto di droghe. g) Sul carro è fatto divieto di detenere, distribuire e consumare bevande alcoliche h) Durante la sfilata i partecipanti dei carri allegorici, per ragioni di sicurezza, non dovranno lanciare sugli spettatori sostanze nocive e/o dannose; i) i partecipanti dovranno, seguire il carro a piedi a debita distanza dallo stesso e comunque ad una distanza non inferiore a metri 5,00 dalla sorgente audio amplificata; nel caso si desideri far salire una

3 o più persone sul carro dovranno essere adottati gli opportuni accorgimenti contro il rischio di cadute accidentali o altri incidenti; j) È fatto assoluto divieto di accendere fiamme libere sui carri e nelle immediate adiacenze nel corso della manifestazione, nonché di sparare con armi da fuoco, lanciare razzi o petardi, accendere fuochi d artificio e in genere di effettuare esplosioni o accensioni pericolose. k) Il Capo carro vigilerà e ne sarà responsabile, durante il percorso della sfilata, della sicurezza degli spettatori posti ai bordi della strada. Pertanto provvederà, nel momento del passaggio, in collaborazione con il Servizio d Ordine, lungo il percorso, a limitare eventuali condizioni di pericolo; ART.3 bis. Per quanto esplicitato dall art. 3 ai punti a, b, c d,e,f, g, h provvederanno al rispetto delle disposizioni gli incaricati della Proloco ; ART. 4 - Ciascun carro o gruppo dovrà essere composto da almeno 50 persone. ART. 4 bis Non sono ammessi carri senza coreografie di pupazzi. ART. 5 - Con l iscrizione il responsabile del carro o del gruppo dichiara di conoscere il presente regolamento, impegnandosi a rispettarlo, collaborando con il Comitato organizzatore per evitare danni a cose o a terzi, prima, durante e dopo la manifestazione. ART. 6 - Eventuali modifiche ed integrazioni al presente regolamento saranno tempestivamente comunicate, anche verbalmente, a tutti i responsabili dei gruppi ART. 7 - L ordine di partenza dei carri e dei gruppi alla sfilata sarà stabilito dall ordine di arrivo nel luogo del raduno, si ricorda di arrivare puntuali. ART. 8 - La giuria sarà composta da persone non residenti nei paesi di provenienza dei carri. Ai giurati sarà consegnata una scheda, che dovrà essere riconsegnata, a votazione avvenuta, solo a componenti del Comitato che provvederà al conteggio dei voti. ART. 9 - I carri o gruppi per quanto riguarda il parcheggio al momento dell arrivo dovranno rispettare le indicazioni del personale incaricato dalla Proloco su indicazione della Polizia Municipale; ART I carri o gruppi che non si atterranno alle suddette norme, verranno penalizzati nel computo totale dei voti. ART I Responsabili dei gruppi iscritti dovranno partecipare alla riunione indetta dell organizzazione in data 19 febbraio 2015 alle ore presso la sede della Pro Loco in Via S. Nicolò, 17 a Guspini. Durante la riunione saranno date disposizioni per quanto riguarda: l arrivo nel luogo del raduno. la partenza. il percorso. l arrivo alla fine della sfilata. Durante la riunione saranno consegnati i numeri di partecipazione da attaccare sui carri. ART. 12 L inosservanza delle disposizioni indicate comporterà una decurtazione parziale o totale del rimborso concordato. ART.13 Gli addetti incaricati della Pro Loco provvederanno al rispetto del presente regolamento ART. 14 L organizzazione declina ogni responsabilità per danni arrecati a persone e/o cose fuori dal percorso stabilito.

4 ALTRE INDICAZIONI UTILI 1. Rispettare assolutamente gli ordini imposti dalle forze dell ordine. 2. Il numero che viene consegnato corrisponde al numero riportato sulla scheda di votazione, l ordine di partenza è determinato dall arrivo sul posto del raduno. 3. Il carro deve arrivare al raduno in Via Anna Frank entro le ORE per poter essere rispettare l orario di partenza stabilito per le ORE Ogni carro dovrà seguire in maniera assoluta le indicazioni che riceverà dall incaricato dell organizzazione che lo segue durante il percorso. 5. I carri devono avere un andamento continuo e regolare per evitare spazi eccessivi tra un carro e l altro e comunque seguire le indicazioni dell organizzazione che affianca ciascun carro. 6. Sono vietate le soste auto-gestite. 7. L autista non dovrà abbandonare il mezzo che guida, salvo l immediata sostituzione, da persona munita della idonea patente di guida. Per gli interventi di primo soccorso si consiglia: All avvicinarsi dell ambulanza abbassare il volume della musica e spegnere le luci stroboscopiche e fare spazio intorno alla persona da soccorrere. IL COMITATO ORGANIZZATORE

5 RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE IN DUPLICE COPIA ALLA RICHIESTA DI ISCRIZIONE PER OGNI SINGOLO GRUPPO MASCHERATO CON CARRO ALLEGORICO PER LA SFILATA DEL CARNEVALE 2015 DI GUSPINI. RELAZIONE TECNICA Su richiesta del signor: Responsabile del gruppo: E del carro: Il sottoscritto, tecnico abilitato ai sensi delle leggi vigenti alla redazione della presente relazione, in data ha effettuato un controllo tecnico presso il carro allegorico: Denominato, Del gruppo, realizzato per le sfilate del carnevale anno montato (o trainato) su veicolo targato: vista la circolare del Ministero dell Interno n. 114 di data 1 dicembre 2009; valutate le vigenti normative in materia di sicurezza, in particolare sotto il profilo della sicurezza statica, elettrica ed antinfortunistica e gli standard di buona tecnica di riconosciuta validità ; rilevato che il carro ha le seguenti caratteristiche: D I C H I A R A C H E tale carro allegorico rispetta le condizioni di sicurezza di cui alla circolare citata in premessa; le attrezzature sopraelevate, di tipo meccanico o elettromeccanico, di supporto alle allegorie carnevalesche, ove capaci di movimento autonomo rispetto al moto del carro, sono state progettate, realizzate e collaudate seguendo, per quanto applicabile, l attuale norma europea sulle attrazioni (UNI EN 13814:2005) 1. Data IL TECNICO (firma e timbro di iscrizione all'albo tecnico professionale) 1 da cancellare se tali strutture non sono presenti

Trofeo Coordinamento Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona

Trofeo Coordinamento Comitati Carnevaleschi della provincia di Verona Trofeo Coordinamento Comitati Carnevaleschi Regolamento del concorso Carri Allegorici Art 1. La manifestazione carnevalesca consiste in una serie di sfilate che si svolgeranno, come da programma pubblicato

Dettagli

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA

RIFERIMENTI: POS-04 RICHIESTA DI AUTORIZZAZIONE UTILIZZO MEZZI DI TRASPORTO. Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA ALLEGATO 3 Timbro della ditta IL CARRELLO ELEVATORE NORME DI SICUREZZA 13 di 19 1. LE NORME GENERALI PER LA CONDUZIONE L uso del carrello elevatore è consentito esclusivamente al personale autorizzato,

Dettagli

REGOLAMENTO CARNEVALE RABADAN

REGOLAMENTO CARNEVALE RABADAN Casella postale 55 CH-650 Bellinzona REGOLAMENTO CARNEVALE RABADAN CONCERTI GUGGEN CORTEO MASCHERATO CONCORSO TENDINE E VETRINE Stato 0 agosto 0 Sede: Via Birreria - 650 Bellinzona-Carasso - C.C.P. 65--

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI

REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI REGOLAMENTO SULL USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO IN CONCESSIONE A TERZI Settore Finanziario Dr.ssa Stefania Cufaro Approvato con D.C.C. n. 21 del 26/02/2009 Modificato con D.C.C. n.

Dettagli

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone

Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone 7.1.2011 Divisione Patenti Agli stranieri che guidano un veicolo in Giappone Introduzione Questo opuscolo è stato predisposto per spiegarvi le regole principali del Codice della Strada giapponese. Tenete

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI COMUNE DI VITTORIA (Provincia di RAGUSA) REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI APPENDICE N. 2 DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA GESTIONE, ALL UTILIZZO ED ALLA GUIDA DEGLI AUTOMEZZI DI PROPRIETA

Dettagli

Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale

Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale Concetto di responsabilità civile da circolazione stradale Art. 2043 Codice Civile: Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA

REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA REGIONE VENETO AZIENDA SANITARIA ULSS n. 3 REGOLAMENTO PER L ACCESSO, IL PARCHEGGIO, LA CIRCOLAZIONE ED IL CONTROLLO DELLE AREE DI PERTINENZA DELL OSPEDALE S. BASSIANO DI BASSANO DEL GRAPPA (Atto Deliberativo

Dettagli

Procedura della Qualità Pag. 2 di 9

Procedura della Qualità Pag. 2 di 9 1 SCOPO Scopo di questa Procedura è quello di descrivere le modalità con le quali la nostra Società fa eseguire il servizio di spurgo e di trasporto ai propri autisti, dalla presa in carico dei documenti

Dettagli

Art. 1 NORME INTERNE DELLO STADIO BRIAMASCO DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO

Art. 1 NORME INTERNE DELLO STADIO BRIAMASCO DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO Allegato H) REGOLAMENTO DELLO STADIO BRIAMASCO DI TRENTO E DEI SUOI ESERCIZI DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE INTERNI DA APPLICARSI DURANTE LE PARTITE DEL GIOCO DEL CALCIO PROFESSIONISTICO 1 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE USO FURGONE PER TRASPORTO PERSONE PER FINALITA SOCIALI ED ASSOCIAZIONISTICHE LOCALI

REGOLAMENTO COMUNALE USO FURGONE PER TRASPORTO PERSONE PER FINALITA SOCIALI ED ASSOCIAZIONISTICHE LOCALI http://www.comune.pontebba.ud.it/ REGOLAMENTO COMUNALE USO FURGONE PER TRASPORTO PERSONE PER FINALITA SOCIALI ED ASSOCIAZIONISTICHE LOCALI Adottato con delib. C.C. n. 40 del 18 giugno 2008. Regolamento

Dettagli

Come si guida in Croazia?

Come si guida in Croazia? Come si guida in Croazia? Senso di marcia: guida a destra, sorpasso a sinistra. Tutti i limiti per i veicoli pesanti I camion di peso superiore a 7,5 tonnellate non possono circolare in Croazia nei seguenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO

REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO Comune di Desenzano del Garda REGOLAMENTO PER L USO E LA GESTIONE DEI PARCHEGGI COMUNALI A PAGAMENTO Approvato con deliberazione di C.C. n. 108 del 28/12/2012 I N D I C E TITOLO I PRINCIPI GENERALI...

Dettagli

SICUREZZA STRADALE 001 Da chi viene rilasciato il certificato di abilitazione professionale di tipo C?

SICUREZZA STRADALE 001 Da chi viene rilasciato il certificato di abilitazione professionale di tipo C? SICUREZZA STRADALE 001 Da chi viene rilasciato il certificato di abilitazione professionale di tipo C? A Dall'Albo degli Autotrasportatori F B Dalla Camera di Commercio F C Dalla Motorizzazione Civile

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI

REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI REGOLAMENTO ATTIVITA EQUESTRI ASS. SP. SCUDERIA LA VENTURINA CASCINA VENTURINA 20085 LOCATE TRIULZI (MI) TEL/FAX: 02/90731131 1 1.QUALIFICA DI SOCIO Per frequentare l Associazione è necessario essere in

Dettagli

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476

Polizia Municipale Cervia P.zza Garibaldi n 21 - e mail:pm@comunecervia.it Tel. 0544/979251 - Fax. 0544 970476 DISCIPLINA PER L ACCESSO E LA CIRCOLAZIONE DEI VEICOLI NELLE ZONE A TRAFFICO LIMITATO E NELLE AREE PEDONALI URBANE PERMANENTI e RILASCIO CONTRASSEGNI (approvato con D.G. nr.95 del 19/06/2012) ART. 1 OGGETTO

Dettagli

MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE

MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE Disciplinare di Sicurezza 05d.02 MACCHINE PER LA PROTEZIONE DELLE COLTURE Macchine per la disinfezione e disinfestazione del suolo portate e trainate Revisione: del: 2.0 25/01/2011 Rev.: 2.0 Pagina 2 di

Dettagli

6. Che cosa indica questo pannello? a) un eventuale pericolo b) una via di evacuazione c) del materiale antincendio d) la direzione dei bagni

6. Che cosa indica questo pannello? a) un eventuale pericolo b) una via di evacuazione c) del materiale antincendio d) la direzione dei bagni 1. Il permesso di lavoro è un documento: a) che deve favorire la consultazione tra tutte le parti che hanno a che fare con il lavoro b) in cui sono stipolate le condizioni del lavoro c) che dà il permesso

Dettagli

CSA Club Salerno Autostoriche Federato ASI n 263 PREMESSA

CSA Club Salerno Autostoriche Federato ASI n 263 PREMESSA CSA Club Salerno Autostoriche Federato ASI n 263 PREMESSA 1 Allo scopo di regolamentare la partecipazione dei soci consentendo al maggior numero di essi di partecipare, anche in relazione alle capacità

Dettagli

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CHN - Sicurezza stradale - Nazionale CHN001 È consentito parcheggiare sul lato sinistro A sulle strade a due corsie F B sulle strade a senso unico

Dettagli

Benvenuto nel mondo ES mobility

Benvenuto nel mondo ES mobility Benvenuto nel mondo ES mobility Gentile Cliente, benvenuto alla guida di una vettura Attraverso la sottoscrizione del contratto di Noleggio a Lungo Termine, avrà a disposizione un veicolo con durata e

Dettagli

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA

COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA (Provincia di Bologna) DISPOSIZIONI IN ORDINE ALLA GESTIONE, ALL UTILIZZO E ALLA GUIDA DELLE AUTO DI PROPRIETÀ COMUNALE Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 109

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA AZIENDA METROPOLITANA TRASPORTI CATANIA S.p.A Via Sant Euplio, 168 95125 - Catania REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL ACCESSO, CIRCOLAZIONE E SOSTA DEI VEICOLI ALL INTERNO DEL PARCHEGGIO FONTANAROSSA 1.

Dettagli

Parte V NORME PER IL TRASPORTO DI VEICOLI STRADALI A SEGUITO DEL VIAGGIATORE

Parte V NORME PER IL TRASPORTO DI VEICOLI STRADALI A SEGUITO DEL VIAGGIATORE Parte V NORME PER IL TRASPORTO DI VEICOLI STRADALI INDICE Parte V NORME PER IL TRASPORTO DI VEICOLI STRADALI..5 1 GENERALITÀ... 5 2 ROTABILI E VEICOLI STRADALI... 7 2.1 Rotabili... 7 2.2 Veicoli stradali...

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006

LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 LICEO ARTISTICO STATALE DI TREVISO Anno scolastico 2005-2006 REGOLAMENTO D ISTITUTO La Costituzione repubblicana, lo Statuto delle studentesse e degli studenti e il Regolamento dell autonomia delle Istituzioni

Dettagli

IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L.

IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L. IRP INTERMODAL & LOGISTICS SERVICES S.R.L. TERMINALE FERROVIARIO INTERPORTO REGIONALE DELLA PUGLIA REGOLAMENTO GENERALE Pagina 1 di 11 INDICE 1. - Premesse 2. - Utilizzo delle aree e modalità 3. - Viabilità

Dettagli

CARRELLI ELEVATORI. Schede di controllo per un corretto uso in sicurezza

CARRELLI ELEVATORI. Schede di controllo per un corretto uso in sicurezza CARRELLI ELEVATORI Schede di controllo per un corretto uso in sicurezza SOMMARIO 1. Scheda Appalto 2. Scheda Carrello Elevatore 3. Scheda carrellista 4. Scheda vie di circolazione Schede di controllo elaborate

Dettagli

FIERA CAMPIONARIA D AUTUNNO

FIERA CAMPIONARIA D AUTUNNO FIERA CAMPIONARIA D AUTUNNO REGOLAMENTO GENERALE Indice: Art. 1: ORGANIZZAZIONE Art. 2: AMMISSIONE Art. 3: DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Art. 4: MODALITA DI ISCRIZIONE Art. 5: CESSIONE/RINUNCIA Art. 6: ASSEGNAZIONE

Dettagli

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI

CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI CITTÀ di SAVONA REGOLAMENTO DI GESTIONE DEI POSTEGGI COMUNALI ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 7 DEL 27 FEBBRAIO 2007 1 INDICE CAPO I OGGETTO DEL REGOLAMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento

Dettagli

DATA STATO REVISIONE REDAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE

DATA STATO REVISIONE REDAZIONE VERIFICA E APPROVAZIONE IO_11_Regole comportamentali per Fornitori Gentile Fornitore, Eco-recuperi srl ha stabilito una propria politica per la Qualità, la Sicurezza e l Ambiente (disponibile sul sito http://www.ecorecuperi.it/it/918-qualita.htm

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO AUTOMEZZI AZIENDALI (aggiornamento del 26/11/2013)

REGOLAMENTO UTILIZZO AUTOMEZZI AZIENDALI (aggiornamento del 26/11/2013) REGOLAMENTO UTILIZZO AUTOMEZZI AZIENDALI (aggiornamento del 26/11/2013) Art. 1 Oggetto Art. 2 Fabbisogno Art. 3 Acquisto o noleggio automezzi Art. 4 Adempimenti conseguenti all acquisto o al noleggio degli

Dettagli

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI E DEGLI UFFICI DEL COMUNE DI BOTTICINO

COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI E DEGLI UFFICI DEL COMUNE DI BOTTICINO COMUNE DI BOTTICINO PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI E DEGLI UFFICI DEL COMUNE DI BOTTICINO DISCIPLINA DELL UTILIZZO DELLE AUTOVETTURE E DEI MEZZI MECCANICI DI PROPRIETA COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR COMUNE DI QUART VALLE D AOSTA COMMUNE DE QUART VALLÉE D AOSTE REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEL PARCHEGGIO COMUNALE NON CUSTODITO PICCOLO TORINO IN LOCALITÀ BAS VILLAIR Approvato con deliberazione della Giunta

Dettagli

Allegato G Schede segnaletica di sicurezza

Allegato G Schede segnaletica di sicurezza Allegato G Schede segnaletica di sicurezza Schede SEGNALETICA 1 Segnaletica di sicurezza In cantiere dovrà essere posizionata la segnaletica di sicurezza, conforme al D. Lgs. 81/08. Quando nei luoghi di

Dettagli

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito

il/i giorno/i/periodo, dalle ore alle ore consistente in (allegare programma oppure descrivere dettagliatamente nello spazio di seguito COMUNE DI GALLIATE C.A.P. 28066 PROVINCIA DI NOVARA Piazza Martiri della Libertà, 24 Tel. 0321/800700 Fax 0321/800725 Sito internet:www.comune.galliate.no.it SETTORE POLIZIA LOCALE Piazza Vittorio Veneto,

Dettagli

Regolamento per l'uso e la gestione dei veicoli provinciali

Regolamento per l'uso e la gestione dei veicoli provinciali Regolamento per l'uso e la gestione dei veicoli provinciali C A P O I SCOPO DEL REGOLAMENTO E CAMPO DI APPLICAZIONE Art.1 - Scopo del Regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare l'uso

Dettagli

Condizioni di noleggio

Condizioni di noleggio Le tariffe includono Condizioni di noleggio Assicurazione R.C.A., casko e carta verde Prodotti chimici per toilette Consumo di gas Mezza giornata per la consegna e mezza per il rientro Parcheggio autovettura

Dettagli

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano DISCIPLINARE PER L'USO E LA GESTIONE DEI VEICOLI COMUNALI

COMUNE DI BOSA. Provincia di Oristano DISCIPLINARE PER L'USO E LA GESTIONE DEI VEICOLI COMUNALI COMUNE DI BOSA Provincia di Oristano DISCIPLINARE PER L'USO E LA GESTIONE DEI VEICOLI COMUNALI I N D I C E CAPO I SCOPO DEL DISCIPLINARE E CAMPO DI APPLICAZIONE Art.1 - Scopo del DISCIPLINARE Art.2 - Campo

Dettagli

Edifici e locali destinati ad uffici. Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda.

Edifici e locali destinati ad uffici. Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda. Edifici e locali destinati ad uffici Ing. Stefano Perri Funzionario Comando Regionale Vigili del Fuoco Aosta s.perri@regione.vda.it DPR 151/2011 N Attività Categoria A B C 71 Aziende ed uffici con oltre

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI.

REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. REGOLAMENTO PER L USO DELLA SALA RIUNIONI DENOMINATA CINEMA TIRRENO SITA NELLA FRAZIONE DI BORGO CARIGE PER SCOPI DIVERSI. ARTICOLO 1 1. Il Comune di Capalbio ha a disposizione una sala denominata Cinema

Dettagli

COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO

COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO COMUNE DI SENORBI Provincia di Cagliari REGOLAMENTO SERVIZIO TRASPORTO SCOLASTICO Approvato con deliberazione C.C. n. 29 del 29.05.2003 1 INDICE ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO.. Pag. 3 ART. 2 BENEFICIARI

Dettagli

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO

GITE SCOLASTICHE ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO ORGANIZZAZIONE DELLA GITA IN VIAGGIO Nella scelta della Ditta ossia della società che ha la disponibilità degli autobus, i Dirigenti Scolastici devono accertare con la massima diligenza, eventualmente

Dettagli

Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti. ATAF S.p.A.

Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti. ATAF S.p.A. Servizio di Prevenzione e Protezione Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti in Applicazione a quanto previsto dall Art.28 del D.Lgs. 81/08 tra ATAF S.p.A e Azienda Affidataria per il servizio

Dettagli

NOLEGGIARE UN CAMPER dove andare, cosa fare, i costi

NOLEGGIARE UN CAMPER dove andare, cosa fare, i costi NOLEGGIARE UN CAMPER dove andare, cosa fare, i costi Gli autocaravan moderni sono delle vere e proprie case ambulanti dotate di ogni comfort: dal piano cottura al box doccia, dallo scaldabagno alla verandina

Dettagli

La sicurezza antincendio negli uffici

La sicurezza antincendio negli uffici G. Varisco C.T. ANIE AssoAscensori giovanni.varisco@kone.com Convegno La sicurezza antincendio negli uffici 13 marzo 2008 Istituto Superiore Antincendio Roma Le varie tipologie di ascensori previste dal

Dettagli

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa.

dei cittadini di un paese terzo dipendenti di un impresa stabilità in uno Stato membro o impiegati presso la stessa. LA CARTA DI QUALIFICAZIONE DEL CONDUCENTE Campi di applicazione, esenzioni, obblighi, corsi di formazione, decorrenze e tutto quello che c è da sapere sulla CQC *Di Franco Medri Con la pubblicazione della

Dettagli

ORARI 2011. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Isola di Giannutri e ritorno. Isola del Giglio e ritorno

ORARI 2011. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Collegamento di linea Porto S. Stefano. Isola di Giannutri e ritorno. Isola del Giglio e ritorno Collegamento di linea Porto S. Stefano Isola di Giannutri e ritorno ORARI 2011 Collegamento di linea Porto S. Stefano Isola del Giglio e ritorno MAREGIGLIO Compagnia di Navigazione Via Umberto 1, 22 58013

Dettagli

IMPRESA SICURA s.r.l.

IMPRESA SICURA s.r.l. REGISTRO DEI CONTROLLI E DELLA MANUTENZIONE ANTINCENDIO ai sensi del D.P.R. 151/2011 IMPRESA SICURA s.r.l. Via N. Bixio n. 6 47042 - Cesenatico (FC) Tel. 0547.675661 - Fax. 0547.678877 e-mail: info@impresasicurasrl.it

Dettagli

Normativa: Legge 298/74 art. 45

Normativa: Legge 298/74 art. 45 asasas Dispositivi obbligatori per veicoli commerciali. Contrassegno identificativo tipologia trasporto Conto Proprio. Normativa: Legge 298/74 art. 45 La mancanza del contrassegno è sanzionata dall art.

Dettagli

Benvenuto nel mondo ESmobility

Benvenuto nel mondo ESmobility Benvenuto nel mondo ESmobility Gentile Cliente, benvenuto alla guida di una vettura Attraverso la sottoscrizione del contratto di Noleggio a Lungo Termine, avrà a disposizione un veicolo con durata e chilometraggio

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

Condizioni Generali e di Partecipazione Safety Park

Condizioni Generali e di Partecipazione Safety Park Condizioni Generali e di Partecipazione Safety Park Sommario 1. Condizioni generali... 2 1.1 Validità delle condizioni generali... 2 1.2 Prestazioni contrattuali... 2 1.3 Organizzazione e svolgimento delle

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI UFFICIO PATRIMONIO MANUALE DI UTILIZZO DEI PARCHEGGI NON CUSTODITI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI 1 INDICE TITOLO I - NORME COMUNI 4 ARTICOLO 1 ACCESSO E SOSTA

Dettagli

DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE

DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE LOGO DOCUMENTO DI COORDINAMENTO SICUREZZA ATTIVITA TEATRALE STAGIONE TEATRALE 2009/2010 IL COMMITTENTE/RESPONSABILE ARTVEN ASSOCIAZIONE ALLEGATO AL CONTRATTO N Pag. 1 di 8 DATI DELL INSEDIAMENTO IN CUI

Dettagli

CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE. Art.1 Oggetto

CONVENGONO E STIPULANO QUANTO SEGUE. Art.1 Oggetto PROTOCOLLO OPERATIVO TRA LA PROVINCIA DI BERGAMO E IL GRUPPO INTERCOMUNALE PROTEZIONE CIVILE AREA ZINGONIA DALMINE PER LA COSTITUZIONE DELLA COLONNA MOBILE PROVINCIALE DI PROTEZIONE CIVILE PREMESSO CHE

Dettagli

della sicurezza per gli operatori di CARRELLI SEMOVENTI

della sicurezza per gli operatori di CARRELLI SEMOVENTI LUCIO FATTORI della sicurezza per gli operatori di CARRELLI SEMOVENTI manuale ad uso dei lavoratori Informazione dei lavoratori ai sensi dell art. 36 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 e s.m. Contenuti conformi

Dettagli

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n

RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI. Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a. il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n RICHIESTA RISARCIMENTO DANNI Al Sindaco del Comune di Prato Il/La Sottoscritto/a (cognome e nome) nato/a a il,residente a ( prov. ) in Via/Piazza n domiciliato/a in ( prov. ) in Via recapito telefonico

Dettagli

LINEE GUIDA per la gestione dell emergenza nelle aree pubbliche comunali

LINEE GUIDA per la gestione dell emergenza nelle aree pubbliche comunali COMUNE DI FERRARA Settore Opere Pubbliche e Mobilità - Ufficio Sicurezza sul Lavoro Settore Pianificazione Territoriale - Servizio Commercio Attività Produttive e Sviluppo Economico Corpo di Polizia Municipale

Dettagli

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco

Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco 1 COMUNE DI PISA Regolamento sull organizzazione e funzionamento dell autoparco (approvato con Deliberazione della G.C. n. 124 del 1/09/2009) 2 Art. 1 Principi generali e definizioni 1. Le presenti norme

Dettagli

Contratto di noleggio di moto scooter

Contratto di noleggio di moto scooter Contratto di noleggio di moto scooter Tra La società MOTOSERVICE S p.a., in persona del legale rappresentante, con sede in Roncaglia di Ponte San Nicolò (PD), Via Parini n.2/b, p. IVA 02439970282 (di seguito

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO CAR SHARING FIAT Likes U

REGOLAMENTO UTILIZZO CAR SHARING FIAT Likes U REGOLAMENTO UTILIZZO CAR SHARING FIAT Likes U Il presente regolamento definisce le modalità d uso del servizio di car sharing gratuito di FIAT Likes U. ADESIONE AL SERVIZIO E PRENOTAZIONE Il servizio di

Dettagli

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI

COMUNE DI MELITO DI NAPOLI INDICE ART. 1 - FINALITÀ E CONTENUTO DEL REGOLAMENTO ART. 2 - ORGANIZZAZIONE ART. 3 - GESTIONE DEI VEICOLI E RELATIVE RESPONSABILITÀ ART. 4 - USO DEI VEICOLI CON PERSONALE AUTISTA ART. 5 - MODALITÀ DI

Dettagli

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI

NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI NORME DI COMPORTAMENTO DEGLI UTENTI PER IL SERVIZIO PUBBLICO DI TRASPORTO LINEA LECCE-NAPOLI Le presenti CONDIZIONI GENERALI DI TRASPORTO si applicano ai servizi di trasporto di concessione Ministeriale

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI. Scheda tecnica. VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) Garanzia

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI. Scheda tecnica. VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) Garanzia C.P. 072/10/0089 LOTTO N. C5 MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE DEGLI ARMAMENTI TERRESTRI Scheda tecnica VEICOLI UTILITARI PICK-UP 4x4 (tipo Porter Piaggio) QUANTITA AREA IMPIEGO COLORE Garanzia

Dettagli

Allegato 1. Articolo 1 - Oggetto dell appalto

Allegato 1. Articolo 1 - Oggetto dell appalto CAPITOLATO PER L ACQUISTO MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA (COTTIMO FIDUCIARIO) DI UN AUTOCARRO DOTATO DI SPONDA IDRAULICA PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA DOMICILIARE DI RIFIUTI SOLIDI URBANI- Articolo 1 - Oggetto

Dettagli

Consigli utili per la guida negli USA

Consigli utili per la guida negli USA Consigli utili per la guida negli USA Il noleggio auto negli Stati Uniti: uno stile di vita Per noleggiare un'auto negli USA bisogna avere solitamente 25 anni compiuti. E' possibile guidare anche con 21

Dettagli

Limiti di dimensione e di massa nel trasporto cose Limiti di dimensione Sagoma limite. Le dimensioni massime che un veicolo può raggiungere compreso il suo carico. Sagoma del veicolo Le dimensioni di ogni

Dettagli

DISPOSIZIONI DA RISPETTARE IN TEATRO, AI FINI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO TEATRO SOCIALE di OMEGNA Data del documento Numero di pagine 6 PREMESSA

DISPOSIZIONI DA RISPETTARE IN TEATRO, AI FINI DELLA SICUREZZA SUL LAVORO TEATRO SOCIALE di OMEGNA Data del documento Numero di pagine 6 PREMESSA Società Operaia di Mutuo Soccorso Omegna Via Carducci 2, cap. 28887 Omegna (VB) P.I 00933050031 - C.F.84002700031 Tel. / fax. 0323 61459 SINTESI del P.O.S. del TEATRO SOCIALE DISPOSIZIONI DA RISPETTARE

Dettagli

LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI

LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI LA MOVIMENTAZIONE E LO STOCCAGGIO DEI MATERIALI a cura di Marialuisa Diodato SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V IA A LBERTONI, 15-40138 BOLOGNA! 051.63.61.371-FAX 051.63.61.358 E-mail: spp@aosp.bo.it

Dettagli

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA

MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA MODIFICHE ALL ART. 202 DEL CODICE DELLA STRADA Testo vigente dell art. 202, D.Lgs. 4 luglio 2006, n. 223 (Codice della Strada) (a seguito delle modifiche apportate dal D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito

Dettagli

Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 10-18 maggio 2014 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto

Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 10-18 maggio 2014 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 10-18 maggio 2014 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto 1. Nella interpretazione e nell applicazione delle presenti

Dettagli

Comune di San Giovanni in Fiore

Comune di San Giovanni in Fiore Comune di San Giovanni in Fiore 87055 Provincia di Cosenza ****** 5 Servizio: Pubblica istruzione, cultura, servizi sociali, sport-turismo-spettacolo Via Livorno tel. 0984/977111 fax 0984/975698 E-Mail:

Dettagli

Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 11-19 maggio 2013 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto

Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 11-19 maggio 2013 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto Internazionali BNL d Italia Roma Foro Italico 11-19 maggio 2013 Condizioni generali per la vendita dei biglietti e per l accesso all impianto 1. Nella interpretazione e nell applicazione delle presenti

Dettagli

PARTE 8 PRESCRIZIONI RELATIVE AGLI EQUIPAGGI, ALL EQUIPAGGIAMENTO, ALL ESERCIZIO DEI VEICOLI E ALLA DOCUMENTAZIONE

PARTE 8 PRESCRIZIONI RELATIVE AGLI EQUIPAGGI, ALL EQUIPAGGIAMENTO, ALL ESERCIZIO DEI VEICOLI E ALLA DOCUMENTAZIONE PRESCRIZIONI RELATIVE AGLI EQUIPAGGI, ALL EQUIPAGGIAMENTO, ALL ESERCIZIO DEI VEICOLI E ALLA DOCUMENTAZIONE 933 934 CAPITOLO 8.1 PRESCRIZIONI GENERALI RELATIVE ALLE UNITÀ DI TRASPORTO E AL MATERIALE DI

Dettagli

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento

Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Campo di Tiro Le Macchie Regolamento Allo scopo di garantire al Tiro sportivo con armi da fuoco un crescente sviluppo anche all interno del Nostro poligono e che i sacrifici di chi si è prodigato perché

Dettagli

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO

COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO SETTORE TECNICO P.zza Avv. P. Miserendino snc - 90020 tel.: 0921558232 Fax 0921762007 PEC: tecnico@pec.comune.castellana-sicula.pa.it e-mail: pconoscenti@comune.castellana-sicula.pa.it

Dettagli

Linee guida Canton Ticino nr. 02 Costruzioni provvisorie

Linee guida Canton Ticino nr. 02 Costruzioni provvisorie Ccpolf - Commissione consultiva in materia di polizia del fuoco c/o Ufficio domande di costruzione, Viale Stefano Franscini 17-6501 Bellinzona Tel. +41 91 814 36 70 Fax. +41 91 814 44 75 E-mail DT-Ccpolf@ti.ch

Dettagli

Norme di sicurezza ditte esterne. Norme di sicurezza ditte esterne

Norme di sicurezza ditte esterne. Norme di sicurezza ditte esterne Norme di sicurezza ditte esterne Redazione * Verifica QA * Autorizzazione * Revisore QA Pedrinelli Giacomo 10:53:00 Resp. SPP Tonelli Alberto 10:32:00 Resp. Acquisti e Logistica Cozzini Silvia Verifica

Dettagli

Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare

Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare Informazioni sulla Segnaletica di Sicurezza da adottare Introduzione Poiché, anche a seguito della valutazione effettuata in conformità all art. 4, comma 1, del D.Lvo 626/94, risultano rischi che non possono

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI CAPITANERIA DI PORTO DI GIOIA TAURO ORDINANZA N. 42/2009 Il Capo del Circondario Marittimo e Comandante del porto di Gioia Tauro: VISTO: il D.P.R. 06 giugno

Dettagli

NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI

NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI NUOVA DISCIPLINA DEI PARCHEGGI PUBBLICI A PAGAMENTO REGOLAMENTO PER L USO DEI PARCHEGGI PUBBLICI NON CUSTODITI approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 35 del 06.05.2009 INDICE ART. 1. Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MEZZI COMUNALI, PER LA DISCIPLINA DELLE TRASFERTE E PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGIO SOSTENUTE DAI DIPENDENTI (Regolamento a latere del Regolamento sull Ordinamento

Dettagli

PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO

PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO Domanda a 60gg Titolazione 10.01.05 Tipo doc. 94 Proc. 1853 COMUNE DI BOLOGNA SETTORE ATTIVITA' PRODUTTIVE E COMMERCIALI PIAZZA LIBER PARADISUS N.10- CAP 40129 TORRE A 5 PIANO Tel. 051-2194082 - 2194013

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano NORME PER L UTILIZZO DELL AUTOVEICOLO FIAT DUCATO 9 POSTI DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI ALL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Art. 1 OGGETTO Il presente documento

Dettagli

SEGEN SpA REGOLAMENTO AUTOMEZZI AZIENDALI. (deliberazione del CdA n. 29 del 28/06/2013)

SEGEN SpA REGOLAMENTO AUTOMEZZI AZIENDALI. (deliberazione del CdA n. 29 del 28/06/2013) SEGEN SpA REGOLAMENTO AUTOMEZZI AZIENDALI (deliberazione del CdA n. 29 del 28/06/2013) INDICE Art. 1 Oggetto Art. 2 Fabbisogno Art. 3 Acquisto o noleggio automezzi Art. 4 Adempimenti conseguenti all acquisto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO

REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO COMUNE DI BORGOFRANCO SUL PO PROVINCIA DI MANTOVA AREA AMMINISTRATIVA SERVIZIO SVILUPPO SOCIOECONOMICO REGOLAMENTO DELLA FIERA PROVINCIALE DEL TARTUFO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 27

Dettagli

- per palchi (o pedane) con altezza superiore a m. 0,80, anche se riservati agli artisti

- per palchi (o pedane) con altezza superiore a m. 0,80, anche se riservati agli artisti RELAZIONE TECNICO-DESCRITTIVA MANIFESTAZIONE PUBBLICA OCCASIONALE Il/La sottoscritto/a, in qualità di responsabile dell organizzazione, in merito alla manifestazione pubblica occasionale in programma in

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 6 del 26-01-2011

VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 6 del 26-01-2011 COMUNE DI PONTE SAN NICOLÒ PROVINCIA DI PADOVA VERBALE DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N. 6 del 26-01-2011 Oggetto: MANIFESTAZIONE "CARNEVALE IN PIAZZA 2011": DIRETTIVE AI CAPI SETTORE I, II, IV, V.

Dettagli

VENERABILE ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA DI FIRENZE GRUPPO FORMAZIONE AUTISTI VOLONTARI

VENERABILE ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA DI FIRENZE GRUPPO FORMAZIONE AUTISTI VOLONTARI VENERABILE ARCICONFRATERNITA MISERICORDIA DI FIRENZE PERCHÉ SONO QUA: sono l istruttore che si occupa del vostro addestramento alla sicurezza nella conduzione di mezzi speciali in emergenza, il mio compito

Dettagli

Il veicolo può essere guidato solo ed esclusivamente dalle persone indicate nel contratto.

Il veicolo può essere guidato solo ed esclusivamente dalle persone indicate nel contratto. Quali requisiti e documenti servono per effettuare un noleggio? Chi sottoscrive il contratto di noleggio deve essere maggiorenne ed essere munito di un documento di identità valido, patente valida e rilasciata

Dettagli

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME

AEROPORTO DI LAMEZIA TERME Direzione Aeroportuale Lamezia e Reggio Calabria gs Ordinanza n. 1 / 2012 - LMT DISCIPLINA DELLA CIRCOLAZIONE AUTOVEICOLARE SULLE AREE DELL AEROPORTO DI LAMEZIA TERME APERTE ALL USO PUBBLICO. AEROPORTO

Dettagli

REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI

REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI AMTPG20 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Rev. 1.0 01/08/2014 Pagina 1 di 13 AMTPG20 REVISIONE 1.0 REGOLAMENTO DEI PARCHEGGI Norma UNI EN ISO 9001: 2008 DOCUMENTO REDATTO DA Azienda Mobilità e Trasporti SpA Via

Dettagli

DELL'ATTO DI NOTORIETA'

DELL'ATTO DI NOTORIETA' via iscritto in data incaricato dal Sig, in qualità di REDIGE LA SEGUENTE PERIZIA DI ASSEVERAMENTO SULL IMPIANTO ELETTRICO 1 via iscritto al della provincia di al N in data incaricato dal Sig, in qualità

Dettagli

Segnaletica di Sicurezza e Norme Generali di Comportamento in Caso di Emergenza

Segnaletica di Sicurezza e Norme Generali di Comportamento in Caso di Emergenza Segnaletica di SICUREZZA (D.Lgs 14 Agosto 1996 n 493) Segnaletica di Sicurezza e Norme Generali di Comportamento in Caso di Emergenza S.P.P via R. Cozzi 53 Edificio U5 1 Segnaletica di SICUREZZA (D.Lgs

Dettagli

Un cordiale benvenuto

Un cordiale benvenuto Trasporto di merci pericolose ADR/SDR 29 marzo 2011 SSIC - Gordola Un cordiale benvenuto 11 MMV SA, 6925 Gentilino - 6370 Stans Markus Maria Vonlaufen Merci pericolose & Sostanze pericolose Le merci percolose

Dettagli

Comune di Castroreale

Comune di Castroreale Comune di Castroreale REGOLAMENTO COMUNALE PER L'USO E LA GESTIONE DEI VEICOLI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.ro 37 del 30.11.2010. I N D I C E CAPOI v SCOPO DEL REGOLAMENTO E CAMPO

Dettagli

COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA Provincia di Cosenza Via Nazionale, 5 C.F. 00345230783 Tel. 09853218 e fax 09853963

COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA Provincia di Cosenza Via Nazionale, 5 C.F. 00345230783 Tel. 09853218 e fax 09853963 COMUNE DI SAN NICOLA ARCELLA Provincia di Cosenza Via Nazionale, 5 C.F. 00345230783 Tel. 09853218 e fax 09853963 Protocollo n. 1164 del 09/03/2015 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI PER LA CONCESSIONE

Dettagli

Città di Bra Corpo Polizia Municipale

Città di Bra Corpo Polizia Municipale San Sebastiano 2013 Conferenza Stampa Attività Operativa POLIZIA MUNICIPALE Anno 2012 Bra, 17 gennaio 2013 . Controllo del territorio 1.315 servizi di pattugliamento diurno per un totale di 8.056 ore;

Dettagli

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti

Violazioni che comportano la perdita di 5 punti Come è ormai noto, alcune e ben precise violazioni del Codice della Strada danno luogo alla sanzione amministrativa ed alla decurtazione dei punti della patente in misura variabile e legata alla gravità

Dettagli

Città di Velletri CONTRATTO DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI BIKE SHARING NELLA CITTÀ DI VELLETRI

Città di Velletri CONTRATTO DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI BIKE SHARING NELLA CITTÀ DI VELLETRI CONTRATTO DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI BIKE SHARING NELLA CITTÀ DI VELLETRI Il /la sottoscritt Sesso [ ] M [ ] F consapevole delle responsabilità e delle pene previste dall articolo 76) del DPR 445/2000

Dettagli