Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai euro mensili.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai 2.400 euro mensili."

Transcript

1 INTRODUZIONE La presente analisi si propone di approfondire l andamento economico che ha caratterizzato la città di Roma negli ultimi anni attraverso un quadro dei dati amministrativi INPS riguardanti i lavoratori ed il mondo del lavoro, gli ammortizzatori sociali erogati ai residenti e le pensioni percepite dai romani. I LAVORATORI Il numero dei lavoratori dipendenti del settore privato residenti a Roma è diminuito leggermente negli ultimi anni: è passato dalle 634 mila unità circa del 2012 a 623 mila unità del 2014, con una perdita netta (saldo tra entrati ed usciti) di 11 mila unità. Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai euro mensili. La tabella sottostante riporta sia il numero che l importo medio mensile delle retribuzioni nel triennio dei lavoratori dipendenti residenti nel comune di Roma, distinti in base al settore di attività del datore di lavoro. Nella tabella compaiono per completezza anche i dati del 2015 che si rivelano però scarsamente significativi in quanto aggiornati al mese di agosto di quest anno. SET T ORE DI T A' DELL'AZIENDA 1. LAVORATORI DIPENDENTI RESIDENTI NEL COMUNE DI ROMA PER SETTORE DI ATTIVITA' DELL'AZIENDA I dati sono desunti dalle denunce UNIEMENS delle aziende per i lavoratori con contributi pensionistici accreditati all'inps, con esclusione delle gestioni ex-inpdap e ex-enpals Per ogni dipendente la retribuzione è calcolata in base al periodo di lavoro accreditato nell'anno ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014 ANNO 2015 (*) Agricoltura esclusi operai , , , ,29 Artigianato , , , ,09 Credito , , , ,57 Enti pubblici e amministrazioni statali , , , ,64 Industria , , , ,07 Alberghi e pubblici esercizi , , , ,60 Commercio , , , ,86 Altre attività del terziario , , , ,69 Valori complessivi , , , ,19 (*) I dati dell'anno 2015 risentono del fatto che le retribuzioni disponibili sono mediamente aggiornate al mese di agosto e quindi non includono la tredicesima mensilità Dalla distribuzione - che non considera i dipendenti pubblici ex-inpdap - risulta evidente che il lavoro a Roma riguarda soprattutto il settore terziario. Infatti, se si 1

2 sommano i dati del settore del credito, quelli del settore alberghiero, dei pubblici esercizi, del commercio e delle altre attività del terziario, emerge che il 65% circa dei lavoratori romani svolge il proprio lavoro in una delle suddette attività. In particolare, nel commercio lavorano circa 85mila dipendenti, mentre nel settore alberghiero e nei pubblici esercizi oltre 60mila unità. La maggior parte dei lavoratori del terziario, pari ad oltre 220mila unità, è però polverizzato nelle tante attività che ricadono nel terziario secondo la classificazione INPS. L industria raccoglie il 27% dei dipendenti privati romani, pari a circa 163 mila unità nel 2014 e l artigianato il 3% circa con oltre 18mila lavoratori. Il settore degli enti pubblici e delle amministrazioni statali - caratterizzato da circa 30mila lavoratori (4,9% del totale) - comprende in questo caso soprattutto gli enti pubblici non economici e non include, come accennato, il settore pubblico i cui dipendenti risultavano iscritti alle gestioni previdenziali ex-inpdap ed ex-enpals, poi confluite nell INPS. La retribuzione media più elevata si registra nel settore del credito (4.391 euro nel 2014), seguita da quella erogata negli enti pubblici non economici (circa euro). Al contrario nell artigianato si registrano le retribuzioni più basse (1.185 euro mensili) mentre quelle del settore alberghiero sono di poco superiori (circa euro). Al contrario dei dipendenti, i lavoratori autonomi residenti a Roma sono nel complesso leggermente aumentati di numero negli ultimi anni (+3,3% gli artigiani e commercianti tra il 2012 e il 2014, da a unità), come si nota dalle due tabelle sottostanti. 2. ARTIGIANI e COMMERCIANTI residenti nel comune di Roma T IPO SOGGET T O ARTIGIANO COMMMERCIANTE TOTALE AGRICOLI residenti nel comune di Roma T IPO SOGGET T O IAP CD CM TOTALE IAP CD CM Imprenditori agricoli professionali Coltivatori diretti Coltivatori Mezzadri 2

3 Di fatto dai dati amministrativi INPS soprariportati emerge un aumento nel numero dei commercianti a fronte di una leggera riduzione di quello degli artigiani. I commercianti sono infatti aumentati del 5,7%, dai del 2012 ai del 2014 e anche il 2015 sembra confermare quest ultimo dato. Di contro gli artigiani sono passati dai del 2012 ai del 2014 (-1,4%) e per l anno 2015 il loro numero sembra diminuire ulteriormente a circa unità. I lavoratori agricoli romani sono invece sostanzialmente stabili intorno a poco meno di unità. Da registrare un aumento degli imprenditori agricoli da 710 nel 2012 a quasi 800 nel I coltivatori diretti, che rappresentano la maggioranza degli agricoli, sono invece diminuiti nel triennio di circa 60 unità, da a GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI La crisi ha indubbiamente colpito duramente i lavoratori romani e il numero dei beneficiari di ammortizzatori sociali degli ultimi anni ne è la prova: dalle unità del 2012 (già superiori a quelle degli anni precedenti) si è passati a unità l anno successivo (+23,3%); il 2014 ha visto una leggera flessione a unità anche se il dato del 2015, ancora provvisorio, sembra confermare tale livello (74.854). 4. Distribuzione dei beneficiari di prestazione a sostegno del reddito residenti nel comune di Roma, distinti per tipologia di prestazione PRESTAZIONE ASPI E MINIASPI N.A DISOCCUPAZIONE ORDINARIA NON AGRICOLA DISOCCUPAZIONE AGRICOLA N.A. MOBILITA NASPI N.A. N.A. N.A REQUISITI RIDOTTI o MINIASPI N.A. N.A. TOTALE BENEFICIARI N.A. = NON APPLICABILE 3

4 Se il numero complessivo di beneficiari di prestazioni a sostegno del reddito del 2012 rappresentava il 10% circa del numero dei lavoratori dipendenti riportato nella tabella 1, nel 2013 ha rappresentato il 12,7% (il 12,2% nel 2014 e il 12,3% nel 2015). Il numero dei beneficiari delle varie tipologie di prestazioni erogate dall INPS negli ultimi anni ha risentito, com è ovvio, delle modifiche normative. La riduzione dell Aspi e MiniAspi del 2015 è, infatti, inversamente proporzionale all erogazione della nuova NASPI: insieme rappresentano beneficiari, in linea con i beneficiari di Aspi e MiniAspi del La mobilità cresce invece costantemente: da beneficiari del 2012 a del I Come per i lavoratori, anche il numero dei pensionati romani è diminuito negli ultimi anni: dai circa 611mila del 2012 ai 594mila del 2014 (-2,7%) e il trend risulta confermato anche per il 2015 con poco più di 580mila unità. La riduzione nel numero delle pensioni - che ha visto la cessazione di trattamenti caratterizzati da importi inferiori alla media a fronte di nuove liquidazioni con importi più elevati - ha determinato un aumento costante dell importo medio delle pensioni in pagamento (c.d. vigenti) che è passato da euro a euro mensili tra il 2012 e il 2015 (+5,3%). 5. RESIDENTI NEL COMUNE DI ROMA PER CLASSE DI IMPORT O (e uro ) ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014 ANNO 2015 da 0 a , , , ,01 da 500 a , , , ,72 da 1000 a , , , ,65 da 1500 a , , , ,31 da 2000 a , , , ,46 da 3000 a , , , ,62 da 4000 a , , , ,21 da 5000 a , , , ,92 maggiore o uguale a , , , ,74 Valori complessivi , , , ,07 I dati si riferiscono alle pensioni vigenti a dicembre di ogni anno (per l'anno 2015 i dati sono aggiornati a fine ottobre) erogate dall'inps e da tutti gli altri enti del casellario dei pensionati, comprese le prestazioni di tipo indennitario e assistenziali (rendite INAIL, pensioni sociali, pensioni di invalidità civile, pensioni di guerra). L'importo è quello mensile al lordo di trattenute fiscali e di altro tipo e COMPRENDE la quota parte di eventuali indennità, degli assegni al nucleo familiare, degli importi una tantum (cosiddetta "quattordicesima" e importo aggiuntivo disposto dalla legge 388/2000). 4

5 Attualmente il 29,6% dei pensionati romani percepisce un reddito da pensione inferiore a mille euro mensili a fronte del 32,5% del Il 35% circa percepisce tra e euro e il 20% tra e euro. I pensionati con pensioni superiori ai euro sono il 14,9% del totale; nel 2012 rappresentavano il 13,4%. Dei quasi 600mila pensionati residenti nel comune di Roma nel 2014, il 4,1%, pari a unità, risultavano essere anche attivi come lavoratori. La loro incidenza sul totale dei pensionati è comunque diminuita costantemente: nel 2013 rappresentavano il 4,7% e nel 2012 il 4,9%. I pensionati-lavoratori sono caratterizzati da pensioni elevate: il loro reddito da pensione, infatti, supera di circa il 40% quello medio dei pensionati romani. Ad esempio nel 2014 circa euro mensili a fronte dei circa euro del totale dei pensionati. Quasi il 30% di essi percepisce oltre 3mila euro mensili, percentuale doppia rispetto a quella già evidenziata per la totalità dei pensionati romani. 6. CHE LAVORANO RESIDENTI NEL COMUNE DI ROMA PER CLASSE DI ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014 ANNO 2015 IMPORT O (e uro ) da 0 a , , , ,88 da 500 a , , , ,77 da 1000 a , , , ,65 da 1500 a , , , ,41 da 2000 a , , , ,87 da 3000 a , , , ,37 da 4000 a , , , ,35 da 5000 a , , , ,05 maggiore o uguale a , , , ,67 Valori complessivi , , , ,30 I dati si riferiscono alle pensioni di anzianità o vecchiaia vigenti a dicembre di ogni anno (per l'anno 2015 i dati sono aggiornati a fine ottobre) erogate dall'inps e da tutti gli altri enti del casellario dei pensionati. Lo status di lavoratore è attribuito in base alla presenza del pensionato nel casellario dei lavoratori attivi aggiornato ad agosto 2015, indipendentemente dall'entità della retribuzione. L'importo è quello mensile al lordo di trattenute fiscali e di altro tipo e NON COMPRENDE gli assegni al nucleo familiare e gli importi erogati una tantum nell'anno. Come accennato in precedenza, negli ultimi anni il flusso delle pensioni cessate ha superato costantemente quello delle nuove liquidazioni, come si nota dalla tabella sottostante. Nella tabella sottostante si nota che, a parte le prestazioni agli invalidi civili, il cui saldo è stato quasi sempre positivo, e quelle di anzianità/vecchiaia del 2013, per le altre tipologie di pensione il saldo è stato sempre negativo negli anni considerati, particolarmente per quelle di invalidità e per gli assegni sociali. 5

6 7. PENSIONI INPS (escluse gestioni ex-inpdap e ex-enpals) LIQUIDATE ED ELIMINATE NEGLI ANNI Anno 2012 Anno 2013 Anno 2014 Anno 2015 (*) T IPOLOGIA DI PENSIONE Liq uid a te Elimina te Liq uid a te Elimina te Liq uid a te Elimina te Liq uid a te Elimina te Anzianità/Vecchiaia Invalidità Pensioni a superstiti Assegni sociali Prestazioni a invalidi civili TOTALE (*) I dati dell'anno 2015 sono aggiornati al 31 ottobre 6

l Inps in cifre La gestione del fondo parasubordinati prevede un avanzo di esercizio pari mln.

l Inps in cifre La gestione del fondo parasubordinati prevede un avanzo di esercizio pari mln. l Inps in cifre (sintesi a cura dello Spi-Cgil Emilia Romagna su dati bilancio preventivo Inps 2013 e Rapporto Istat -Inps 2012 sulla coesione sociale) Sulla base dei dati negativi dei fondi diversi da

Dettagli

Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS

Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS A cura di Maurizio Scarpa Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS Analisi bilancio INPS 2011 Maurizio Scarpa Pag. 1 Allegato 2 TABELLE DAL BILANCIO SOCIALE INPS (sintesi) I dati, salvo

Dettagli

La contribuzione Inps per l anno 2012: ammortizzatori, Gestione separata, artigiani e commercianti

La contribuzione Inps per l anno 2012: ammortizzatori, Gestione separata, artigiani e commercianti Aggiornamenti Professionali La contribuzione Inps per l anno 2012: ammortizzatori, Gestione separata, artigiani e commercianti a cura di Aldo Forte Esperto in materia previdenziale L Istituto Nazionale

Dettagli

ERRATA CORRIGE: Allegato 1 alla Circolare n.195/2015 al 30/09/2016

ERRATA CORRIGE: Allegato 1 alla Circolare n.195/2015 al 30/09/2016 ERRATA CORRIGE: Allegato 1 alla Circolare n.195/2015 al 30/09/2016 Tabella 2 Rilevanza 1: Integrazione al minimo, art. 6, comma 1, della L. n. 638/1983 delle pensioni con decorrenza anteriore all anno

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO N. 3 ANNO

PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO N. 3 ANNO PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO N. 3 ANNO 2016 Previdenza e assistenza: la spesa a carico della fiscalità generale e il welfare integrativo Prof. Alberto Brambilla Presidente Centro Studi e Ricerche Itinerari

Dettagli

C IRCOLARE INPS N 48 del 14-03-2016 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito OGGETTO:

C IRCOLARE INPS N 48 del 14-03-2016 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito OGGETTO: C IRCOLARE INPS N 48 del 14-03-2016 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito OGGETTO: Importi massimi dei trattamenti di integrazione salariale, dell assegno ordinario e dell assegno emerge

Dettagli

SERVIZI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA

SERVIZI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA SERVIZI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA 1. L occupazione 1 nei comparti privati extra- agricoli (Fonte SILER: estrazione del 1 gennaio 2010 i dati si riferiscono alle persone e sono provvisori.

Dettagli

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 Introduzione del pro-rata contributivo: Le quote di pensione relative alle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1 gennaio 2012, saranno

Dettagli

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 Indennità regionale a favore dei lavoratori disoccupati inseriti nelle liste provinciali di mobilità e disposizioni in materia di previdenza integrativa

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 31 maggio 2017, n.96

Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 31 maggio 2017, n.96 www.unicolavoro.ilsole24ore.com Istituto Nazionale Previdenza Sociale Circolare 31 maggio 2017, n.96 Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori

Dettagli

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale I documenti contenuti in questo manuale hanno la funzione esclusivamente informativa, non

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2016 Anno 2015 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2015 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Novembre 2017 Anno 2016 Cittadini Extracomunitari Nell anno 2016 il numero di cittadini extracomunitari 1 conosciuti all INPS,

Dettagli

Scheda di sintesi sugli ammortizzatori sociali (D.LGS. N. 22/2015) NASpI NUOVA PRESTAZIONE DI ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO

Scheda di sintesi sugli ammortizzatori sociali (D.LGS. N. 22/2015) NASpI NUOVA PRESTAZIONE DI ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO Scheda di sintesi sugli ammortizzatori sociali (D.LGS. N. 22/2015) NASpI NUOVA PRESTAZIONE DI ASSICURAZIONE SOCIALE PER L IMPIEGO DECORRENZA DESTINATARI REQUISITI CALCOLO E MISURA Dal 1 maggio 2015 e sostituisce

Dettagli

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19

PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 PREVIDENZA LEGGE REGIONALE 27 NOVEMBRE 1993, N. 19 Indennità regionale a favore dei lavoratori disoccupati inseriti nelle liste provinciali di mobilità e disposizioni in materia di previdenza integrativa

Dettagli

Direzione Centrale Ammortizzatori sociali. Roma, 21/02/2017

Direzione Centrale Ammortizzatori sociali. Roma, 21/02/2017 Direzione Centrale Ammortizzatori sociali Roma, 21/02/2017 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

La spesa pensionistica in provincia di Trento* Anno 2011

La spesa pensionistica in provincia di Trento* Anno 2011 Novembre 2013 La spesa pensionistica in provincia di Trento* Anno 2011 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta per la prima volta un analisi della consistenza e della dinamica

Dettagli

PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI

PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI I lavoratori agricoli beneficiano di ammortizzatori sociali diversi da quelli accessibili dagli altri lavoratori in quanto concessi a prescindere

Dettagli

13/01/2015 PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI

13/01/2015 PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI PRESTAZIONI A SOSTEGNO DEL REDDITO DEI LAVORATORI AGRICOLI I lavoratori agricoli beneficiano di ammortizzatori sociali diversi da quelli accessibili dagli altri lavoratori in quanto concessi a prescindere

Dettagli

Le pensioni minime di oggi e quelle di domani. Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015

Le pensioni minime di oggi e quelle di domani. Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015 Le pensioni minime di oggi e quelle di domani Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015 Piano Le pensioni di oggi pensioni e reddito pensionistico pensioni ed età alla decorrenza pensioni e reddito

Dettagli

Circolare Nr. 103/2016

Circolare Nr. 103/2016 Circolare Nr. 103/2016 Genova, 24 marzo 2016 La Confetra comunica quanto segue: Oggetto: Notizie in breve. Previdenza Massimale dei trattamenti di cassa integrazione, mobilità, NASPI e DIS-COLL Poiché

Dettagli

Pensionati IN...FORMA

Pensionati IN...FORMA Pensionati IN...FORMA N 7 FEBBRAIO 2016 INTEGRAZIONE AL TRATTAMENTO MINIMO Le pensioni a carico dell'assicurazione obbligatoria per la invalidità, la vecchiaia ed i superstiti se dovute con decorrenza

Dettagli

Statistiche in breve

Statistiche in breve Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Dicembre 2016 2015 Osservatorio sulle prestazioni a sostegno della famiglia 1 1. ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE 1.1 Assegni al

Dettagli

Parte I Origini ed evoluzione della previdenza sociale (Antonino Sgroi)

Parte I Origini ed evoluzione della previdenza sociale (Antonino Sgroi) Indice Parte I Origini ed evoluzione della previdenza sociale (Antonino Sgroi) 1. La crisi della previdenza sociale 15 2. Nascita ed evoluzione dei sistemi di previdenza sociale fuori dall Italia 17 2.1.

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE MARZO 2014

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE MARZO 2014 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE MARZO 2014 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Redazione a cura di Giorgia Zani Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale

Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Redazione a cura di Giorgia Zani Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale Testi e commenti a cura di Morena dall Olio - Villiam Zanoni Redazione a cura di Giorgia Zani Si ringrazia della collaborazione l Inca Nazionale I documenti contenuti in questo manuale hanno la funzione

Dettagli

Direzione Centrale Ammortizzatori sociali. Roma, 21/02/2017

Direzione Centrale Ammortizzatori sociali. Roma, 21/02/2017 Direzione Centrale Ammortizzatori sociali Roma, 21/02/2017 Circolare n. 36 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali

Dettagli

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 11 giugno 2010 Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2008 1 Nel 2008 l importo complessivo annuo delle prestazioni pensionistiche previdenziali e assistenziali erogate in Italia è di 241.109

Dettagli

A S P I. la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità

A S P I. la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità A S P I la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità Vediamo come funziona la nuova prestazione sociale a favore dei disoccupati Sommario Lavoratori interessati Indennità

Dettagli

Le pensioni nel Le pensioni da lavoro

Le pensioni nel Le pensioni da lavoro Le pensioni nel 2012 Le pensioni da lavoro Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono integrate

Dettagli

La spesa pensionistica in provincia di Trento Anno 2012

La spesa pensionistica in provincia di Trento Anno 2012 Novembre 2014 La spesa pensionistica in provincia di Trento Anno 2012 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento con questo report aggiorna al 2012 i dati relativi alla consistenza e alla

Dettagli

I contributi IVS 2010 di artigiani e commercianti

I contributi IVS 2010 di artigiani e commercianti Numero 23/2010 Pagina 1 di 6 I contributi IVS 2010 di artigiani e commercianti Numero : 23/2010 Gruppo : Oggetto : PREVIDENZA CONTRIBUTI 2010 ARTIGIANI E COMMERCIANTI Norme e prassi : CIRCOLARE INPS N.

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE APRILE 2014

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE APRILE 2014 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE APRILE 2014 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE SETTEMBRE 2014

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE SETTEMBRE 2014 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE SETTEMBRE 2014 APPENDICE: Aggiornamento del tasso

Dettagli

Oggi l INPS è uno dei maggiori enti previdenziali europei sia per dimensione strutturale che per varietà e complessità di competenze.

Oggi l INPS è uno dei maggiori enti previdenziali europei sia per dimensione strutturale che per varietà e complessità di competenze. 27 novembre 2015 Un po di storia L INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) è nato nel 1933 quando è stata trasformata in ente di diritto pubblico la Cassa Nazionale delle Assicurazioni Sociali

Dettagli

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro * aggiornato al 21 dicembre 2007 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali

Dettagli

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE AGOSTO 2015 In data 2 Giugno 2015 è stata effettuata

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 14/03/2016

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito. Roma, 14/03/2016 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 14/03/2016 Circolare n. 48 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei

Dettagli

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE LUGLIO 2015 In data 2 Giugno 2015 è stata effettuata

Dettagli

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2006

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2006 13 dicembre 2007 Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2006 Nel 2006 l importo complessivo annuo delle prestazioni pensionistiche previdenziali e assistenziali erogate in Italia è di 223.629

Dettagli

Scritto da di Mario Di Corato Venerdì 18 Gennaio :49 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio :53

Scritto da di Mario Di Corato Venerdì 18 Gennaio :49 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio :53 LA NUOVA INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE ASPI E MINI ASPI di Mario Di Corato Com è noto la legge di riforma del mercato di lavoro n. 92/2012 ha dettato nuove norme in materia di mercato del lavoro e di ammortizzatori

Dettagli

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2012

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2012 FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2012 Alla fine del mese di gennaio arrivano come sempre i dati Istat sull inflazione registrata nell anno precedente e si può

Dettagli

Tab. 1.a - Entrate contributive e spesa per pensioni e integrazioni assistenziali (milioni di euro) (1)

Tab. 1.a - Entrate contributive e spesa per pensioni e integrazioni assistenziali (milioni di euro) (1) Tab. 1.a - Entrate contributive e spesa per pensioni e integrazioni assistenziali (milioni di euro) (1) 1. Lavoratori dipendenti privati (a) - contributi 34.942 38.016 42.357 46.381 49.871 49.627 50.775

Dettagli

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro

Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro Come leggere la Busta Paga Fondazione Studi Consiglio Nazionale Consulenti del lavoro * aggiornato al 25 febbraio 2008 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali

Dettagli

Rapporto sulle entrate tributarie Luglio 2011

Rapporto sulle entrate tributarie Luglio 2011 Rapporto sulle entrate tributarie Luglio 2011 1. Le entrate tributarie. Le entrate tributarie del periodo gennaio luglio 2011 evidenziano una crescita del gettito rispetto all andamento registrato nel

Dettagli

Nota - NASpI, ASDI, DIS-COLL, Indennità di mobilità e Lavori di pubblica utilità

Nota - NASpI, ASDI, DIS-COLL, Indennità di mobilità e Lavori di pubblica utilità Politiche del lavoro in Lombardia, in Italia e nella UE Prof. Giovanni Bocchieri A.A. 2017-2018 Nota - NASpI, ASDI, DIS-COLL, Indennità di mobilità e Lavori di pubblica utilità Il D.lgs. 22/2015 1, uno

Dettagli

Le pensioni da lavoro

Le pensioni da lavoro SINDACATO PENSIONATI ITALIANI Le pensioni da lavoro Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono integrate

Dettagli

I TRATTAMENTI PENSIONISTICI - ANNO 2008. 1. Pensioni Ivs

I TRATTAMENTI PENSIONISTICI - ANNO 2008. 1. Pensioni Ivs I TRATTAMENTI PENSIONISTICI - ANNO 1 1. Pensioni Ivs 1.1 Ivs: importo mensile e classe di età. 1.2 Ivs - Dirette: pensioni e relativo importo annuo, complessivo e medio per sesso, regione, 1.3 Ivs - Dirette

Dettagli

PENSIONATI PER GENERE DI PENSIONI IN CAMPANIA ANNO 2003 MASCHI

PENSIONATI PER GENERE DI PENSIONI IN CAMPANIA ANNO 2003 MASCHI PENSIONATI PER GENERE DI PENSIONI IN CAMPANIA ANNO 2003 MASCHI 4,80% 2,75% 15,09% 16,05% 61,31% VECCHIAIA INVALIDITÀ SUPERSTITI INDENNITARIE ASSISTENZIALI PENSIONATI PER GENERE DI PENSIONI IN CAMPANIA

Dettagli

Stima Ires andamento occupazione-disoccupazione (vedi Nota) Forze di lavoro

Stima Ires andamento occupazione-disoccupazione (vedi Nota) Forze di lavoro Proposta 1 Estendere l indennità di disoccupazione ordinaria È un indennità che spetta ai lavoratori, assicurati contro la disoccupazione, che siano stati licenziati, o sospesi da aziende colpite da eventi

Dettagli

Contributo statistico per un analisi del lavoro regolare in Italia e nel Piemonte e dell attività di vigilanza svolta dagli uffici dell INPS

Contributo statistico per un analisi del lavoro regolare in Italia e nel Piemonte e dell attività di vigilanza svolta dagli uffici dell INPS COORDINAMENTO GENERALE STATISTICO ATTUARIALE DIREZIONE CENTRALE VIGILANZA SULLE ENTRATE ED ECONOMIA SOMMERSA Osservatorio regionale Piemonte sul lavoro nero Contributo statistico per un analisi del lavoro

Dettagli

Osservatorio previdenza

Osservatorio previdenza Osservatorio previdenza Spi-Cgil Lombardia Scheda numero 59 febbraio 2014 LE PENSIONI LOMBARDE DA UN CONGRESSO CGIL ALL ALTRO La comparazione di redditi pensionistici ed età dei beneficiari lombardi negli

Dettagli

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2007

Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2007 17 marzo 2009 Trattamenti pensionistici e beneficiari al 31 dicembre 2007 Nel 2007 l importo complessivo annuo delle prestazioni pensionistiche previdenziali e assistenziali erogate in Italia è di 232.976

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 47 12.03.2015 Jobs Act: la NASpI Dal 1 maggio 2015 entrerà in vigore il nuovo ammortizzatore sociale unico Categoria: Previdenza

Dettagli

METODOLOGIE E DETERMINAZIONI QUANTITATIVE D AZIENDA (A.A ) 1 IL CICLO DEL LAVORO

METODOLOGIE E DETERMINAZIONI QUANTITATIVE D AZIENDA (A.A ) 1 IL CICLO DEL LAVORO METODOLOGIE E DETERMINAZIONI QUANTITATIVE D AZIENDA (A.A. 2016 2017) 1 IL CICLO DEL LAVORO METODOLOGIE E DETERMINAZIONI QUANTITATIVE D AZIENDA (A.A. 2016 2017) 2 Temi affrontati Introduzione 1. La liquidazione

Dettagli

ottobre Sirmione (Bs)

ottobre Sirmione (Bs) 17-18-19 ottobre 2011 - Sirmione (Bs) Pensioni e Pensionati in Lombardia 1 2 Pensioni e Pensionati in Lombardia Assemblea Fnp Lombardia 17-18-19 ottobre 2011 - Sirmione (Bs) INDICE Il contesto demografico

Dettagli

PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI

PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI PENSIONI MINIME E MAGGIORAZIONI 2013: ATTENZIONE AI REDDITI Già da qualche anno sono stati cambiati i parametri con i quali i pensionati possono ottenere le prestazioni pensionistiche legate al reddito.

Dettagli

OGGETTO: ASDI: casi di compatibilità e incompatibilità

OGGETTO: ASDI: casi di compatibilità e incompatibilità Circolare per gli associati del 17/03/2016 Ai gentili Associati Loro sedi OGGETTO: ASDI: casi di compatibilità e incompatibilità Gentile Associato, con la stesura del presente documento informativo intendiamo

Dettagli

Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio

Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio Aspi e Miniaspi nonché Unatantum Aspi: requisiti: stato di disoccupazione, almeno 2 anni di assicurazione contro la disoccupazione

Dettagli

ASPI Assicurazione Sociale per l impiego

ASPI Assicurazione Sociale per l impiego ASPI Assicurazione Sociale per l impiego La riforma del lavoro voluta dal Governo Monti e dal ministro Fornero nel giugno del 2012 ha introdotto importantissime novità in materia di licenziamenti, tra

Dettagli

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE SETTEMBRE 2015 In data 2 Giugno 2015 è stata effettuata

Dettagli

segnali scostamenti negativi rispetto alle prestazioni spettanti.

segnali scostamenti negativi rispetto alle prestazioni spettanti. GESTIONE SEPARATA ENPAPI FAQ RISPOSTE AI DUBBI PIÙ FREQUENTI DEI COLLABORATORI Quali sono le aliquote contributive applicate ai redditi percepiti in virtù di rapporti di collaborazione zione? Le aliquote

Dettagli

Come compilare la domanda per gli assegni familiari

Come compilare la domanda per gli assegni familiari Come compilare la domanda per gli assegni familiari Autore : Noemi Secci Data: 05/08/2016 Assegni al nucleo familiare: come si compila la domanda, come si invia, in quali casi è richiesta l autorizzazione.

Dettagli

B) Importi da prendere a riferimento, nell anno 2012, per le seguenti prestazioni:

B) Importi da prendere a riferimento, nell anno 2012, per le seguenti prestazioni: La circolare INPS n. 59/2012 reca chiarimenti sugli importi relativi alle seguenti prestazioni erogate dall'istituto, da prendere a riferimento nell'anno 2012: Lavoratori iscritti alla gestione separata

Dettagli

Come leggere la Busta Paga

Come leggere la Busta Paga Come leggere la Busta Paga * aggiornato al 20 luglio 2009 CHE COS È è un documento obbligatorio che indica la retribuzione, le ritenute fiscali e quelle previdenziali, che il lavoratore percepisce per

Dettagli

OTD OTI IMPIEGATI Lavoratori agricoli. Più di un milione

OTD OTI IMPIEGATI Lavoratori agricoli. Più di un milione Lavoratori agricoli Più di un milione OTD 903.000 OTI 105.000 l occupazione dipendente del settore agricolo rappresenta una quota importante del mercato del lavoro IMPIEGATI 35.500 Fonte: Elaborazione

Dettagli

IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO: Scenari per la Previdenza Complementare

IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO: Scenari per la Previdenza Complementare IL BILANCIO DEL SISTEMA PREVIDENZIALE ITALIANO: Scenari per la Previdenza Complementare Presentazione del 3 Rapporto 2016: Andamento finanziari e demografici delle pensioni e dell assistenza per l anno

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 136 07.07.2014 Settore agricolo: i versamenti volontari 2014 L aliquota dei lavoratori dipendenti del settore agricolo autorizzati

Dettagli

del lavoratore da assumere.

del lavoratore da assumere. TIPOLOGIE DI INCENTIVI 4. ASSUNZIONI TIPOLOGIE DI INCENTIVI AGEVOLATE TIPOLOGIE LAVORATORI Previdenziali: il datore di lavoro ha diritto, per un certo periodo, a fruire di riduzioni contributive. Fiscali:

Dettagli

Guida operativa La previdenza italiana

Guida operativa La previdenza italiana Guida operativa La previdenza italiana Le Pensioni e la Contribuzione Anno 2017 Schede sintetiche e tabelle Importi anno 2017 Perequazione 2017 Integrazione al trattamento minimo 2017: pensioni di vecchiaia,

Dettagli

p. il dipartimento previdenza p. la Segreteria

p. il dipartimento previdenza p. la Segreteria SINDACATO PENSIONATI ITALIANI SPI - CGIL Nazionale Data: 09/12/2015 Prot. Num: 0000529 Oggetto: perequazione delle pensioni nel 2016 Alle segreterie regionali SPI CGIL att.ne responsabili previdenza Loro

Dettagli

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2011

FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2011 FONDI DI PREVIDENZA LE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI CON DECORRENZA 2011 Alla fine del mese di gennaio arrivano come sempre i dati Istat sull inflazione registrata nell anno precedente e si può

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 61 01.04.2016 Indennità di malattia, maternità e tbc: gli importi 2016 In stand-by, per l anno 2016, gli importi in caso di malattia,

Dettagli

FONDI DI PREVIDENZA LE NUOVE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI

FONDI DI PREVIDENZA LE NUOVE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI FONDI DI PREVIDENZA LE NUOVE TABELLE PER IL CALCOLO DEI TRATTAMENTI Come di consueto all inizio dell anno veniamo incontro alle richieste dei numerosi iscritti che vogliono procedere personalmente al calcolo

Dettagli

Mobilità, Aspi, Naspi, Asdi, Dis-Coll. dal 2015 al 2017

Mobilità, Aspi, Naspi, Asdi, Dis-Coll. dal 2015 al 2017 Mobilità, Aspi, Naspi, Asdi, Dis-Coll dal 2015 al 2017 Il decreto del Job-Act, a partire del 1 maggio 2015 introduce la Naspi che va a sostituire l Aspi e la Mini Aspi introdotte con la legge Fornero.

Dettagli

Min.Lavoro: malattia esclusioni dall obbligo di rispetto delle fasce di reperibilità per alcune gravi patologie

Min.Lavoro: malattia esclusioni dall obbligo di rispetto delle fasce di reperibilità per alcune gravi patologie 1 Ultime notizie Retribuzioni contrattuali A dicembre 215 le retribuzioni contrattuali invariate su novembre e in crescita dell'1,3% in un anno Fiducia dei consumatori e delle imprese A gennaio la fiducia

Dettagli

Rapporto sulle entrate tributarie Marzo 2011

Rapporto sulle entrate tributarie Marzo 2011 Rapporto sulle entrate tributarie Marzo 2011 1. Le entrate tributarie. Le entrate tributarie del periodo gennaio marzo 2011 evidenziano una consistente crescita del gettito rispetto all andamento registrato

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI E IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE (DLGS n. 22/2015)

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI E IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE (DLGS n. 22/2015) GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI E IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE (DLGS n. 22/2015) Giuliano Cazzola Diritto del Lavoro Uniecampus Convegno di Aggiornamento JOBS ACT: I II III ATTO 15 maggio 2015 (14.30-18.30)

Dettagli

Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l anno 2011.

Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l anno 2011. Circolare 23 maggio 2011, n. 76 Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l anno 2011. SOMMARIO: 1. Contribuzione I.V.S. 2. Contribuzione

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO LOCALE Gennaio 2015

IL MERCATO DEL LAVORO LOCALE Gennaio 2015 SERVIZI PER L IMPIEGO DELLA PROVINCIA DI RAVENNA IL MERCATO DEL LAVORO LOCALE Gennaio 2015 a cura del Settore Formazione, Lavoro, Istruzione e Politiche Sociali della Provincia di Ravenna 1. L occupazione

Dettagli

ALLEGATO A Atto del Direttore n. 112 del 21 Novembre 2017

ALLEGATO A Atto del Direttore n. 112 del 21 Novembre 2017 ALLEGATO A Atto del Direttore n. 112 del 21 Novembre 2017 DISCIPLINA PER INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE RESIDENTI NEL COMUNE DI CAVRIAGO CON FIGLI 0-6 ANNI FREQUENTANTI I SERVIZI PRESCOLARI CHE, A

Dettagli

La Newsletter di Nuovi Lavori Il mercato del lavoro nel 4 Rapporto sulla Coesione sociale Scritto da Ferruccio Pelos

La Newsletter di Nuovi Lavori Il mercato del lavoro nel 4 Rapporto sulla Coesione sociale Scritto da Ferruccio Pelos Nei giorni scorsi è stato presentato il Rapporto sulla Coesione sociale Anno 2013, giunto alla 4^ edizione, realizzato dal Ministero del Lavoro, dall Inps e dall Istat. Nel capitolo sul Mercato del lavoro

Dettagli

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale

Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE NOVEMBRE 2015 NOTA BENE La notevole diminuzione delle

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI pagine 1-5 INTERVENTI STRAORDINARI (CIGS)

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI pagine 1-5 INTERVENTI STRAORDINARI (CIGS) SINTESI MARZO 2014 CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI pagine 1-5 Nel mese di marzo 2014 il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 100,1 milioni, in aumento del +2,1% rispetto

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Imposta sostitutiva Tfr. Acconto 2014 Premessa È nostra cura metterla al corrente che martedì 16 dicembre 2014 va versata la prima rata dell imposta sostitutiva (11%) sui rendimenti del TFR dei

Dettagli

prospettiva di crescita (sic), ha, tra l altro:

prospettiva di crescita (sic), ha, tra l altro: Circ. 03/P/130329 San Fior, 29/03/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: Assicurazione Sociale per l Impiego (ASpI) INDENNITÀ ASPI (GENERALITÀ) La L. 28 giugno 2012, n. 92, rubricata Disposizioni in

Dettagli

Sommario ALIQUOTE 2015 PER ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA

Sommario ALIQUOTE 2015 PER ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA Spett.le DITTA / SOCIETÀ Circolare n. 3 Con la presente circolare mensile, lo Studio desidera informare e aggiornare i signori clienti in merito alle recenti novità in materia di lavoro e in campo previdenziale.

Dettagli

(Legge finanziaria 2007 Cdm ) Capo V INTERVENTI IN MATERIA PREVIDENZIALE E SOCIALE. Art. 81. (Effetti sui saldi di finanza pubblica)

(Legge finanziaria 2007 Cdm ) Capo V INTERVENTI IN MATERIA PREVIDENZIALE E SOCIALE. Art. 81. (Effetti sui saldi di finanza pubblica) (Legge finanziaria 2007 Cdm 30.9.2007) Capo V INTERVENTI IN MATERIA PREVIDENZIALE E SOCIALE Art. 81 (Effetti sui saldi di finanza pubblica) 1. Dall attuazione delle disposizioni contenute nel presente

Dettagli

Anno 2011 TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI

Anno 2011 TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI 17 aprile 2013 Anno 2011 TRATTAMENTI PENSIONISTICI E BENEFICIARI Nel 2011 la spesa complessiva per prestazioni pensionistiche, pari a 265.976 milioni di euro, è aumentata del 2,9 rispetto all anno precedente,

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE APRILE 2015

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE APRILE 2015 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE APRILE 2015 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Circolare N. 93 del 27 Giugno 2017

Circolare N. 93 del 27 Giugno 2017 Circolare N. 93 del 27 Giugno 2017 Coltivatori diretti, coloni, mezzadri e imprenditori agricoli professionali: contributi obbligatori dovuti per l anno 2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

CAPITOLO III: I FATTORI PRODUTTIVI. 1. Il mercato fondiario

CAPITOLO III: I FATTORI PRODUTTIVI. 1. Il mercato fondiario Rapporto sull annata agraria della provincia di Bologna Anno 25 1. Il mercato fondiario CAPITOLO III: I FATTORI PRODUTTIVI Per l annata agraria 2-25, a causa del perdurare della crisi nel settore che ha

Dettagli

AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA 2015 NELLA REGIONE MARCHE

AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA 2015 NELLA REGIONE MARCHE INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Regionale Marche AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA 2015 NELLA REGIONE MARCHE Seminari EBAM febbraio 2015 INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione

Dettagli

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE MAGGIO 2015

CIG - Cassa Integrazione Guadagni REPORT MENSILE MAGGIO 2015 Coordinamento Generale Statistico attuariale CIG - Cassa Integrazione Guadagni Ore autorizzate per trattamenti di integrazione salariale REPORT MENSILE MAGGIO 2015 APPENDICE: Aggiornamento del tasso di

Dettagli

Somma aggiuntiva 14 mensilità

Somma aggiuntiva 14 mensilità Somma aggiuntiva 14 mensilità Pagamento a luglio 2017 Aggiornamento con la legge di stabilità 2017 n. 232/2016 in attesa circolare INPS Adelmo Mattioli 1 Somma aggiuntiva La somma aggiuntiva è stata attribuita

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN PIEMONTE: ALCUNI DATI SULLA CRISI

IL MERCATO DEL LAVORO IN PIEMONTE: ALCUNI DATI SULLA CRISI IL MERCATO DEL LAVORO IN PIEMONTE: ALCUNI DATI SULLA CRISI Sommario 1. Gli avviamenti al lavoro...5 2. Le cessazioni dei rapporti di lavoro... 13 3. Le trasformazioni dei rapporti di lavoro... 19 4. La

Dettagli

Retribuzione del personale

Retribuzione del personale Esercitazioni svolte 2013 Scuola Duemila 1 Esercitazione n. 19 Retribuzione del personale Marcella Givone COMPLETAMENTO Completare il seguente brano tratto da iltuosalario.it inserendo al posto dei puntini

Dettagli

Le prestazioni di previdenza, assistenza e cura della famiglia

Le prestazioni di previdenza, assistenza e cura della famiglia Agentur für soziale und wirtschaftliche Entwicklung Agenzia per lo sviluppo sociale ed economico Le prestazioni di previdenza, assistenza e cura della famiglia Eugenio Bizzotto Bolzano, 8.11.2013 Chi è

Dettagli

CAPITOLO 1 Norme generali

CAPITOLO 1 Norme generali Sommario CAPITOLO 1 Norme generali 1. Premessa... 1 Fonti normative e contrattuali 2. Fonti legali e amministrative... 1 3. Fonti contrattuali collettive... 6 Orario di lavoro 4. Lavoro ordinario... 7

Dettagli