PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del 10.07.2009"

Transcript

1 Comune di Terlizzi Provincia di Bari PIANO URBANISTICO ESECUTIVO " lago dei fiori" -sub comparto C1/a1 approvato con delibera di C.C. n. 35 del VARIANTE AI SENSI DELL'ART.16, lett. c) DELLA L.R. N. 5 DEL ALL. L SCHEMA CONVENZIONE COMMITTENTE : Consorzio Edificatorio Lago dei Fiori - Terlizzi PROGETTISTA VARIANTE P.U.E. : arch. Giovanni CHIAPPERINO - Terlizzi PROGETTISTA IMPIANTI IDRAULICI : ing. Gioacchino ANGARANO - Bari PROGETTISTA IMPIANTI ELETTRICI : ing. Ottavio DE CHIRICO - Terlizzi

2 SCHEMA DI CONVENZIONE

3 L anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto al collegio notarile di, senza l assistenza dei testimoni per avervi le parti espressamente rinunziato, si sono costituiti i signori: - Sig. nato a il in rappresentanza del Comune di Terlizzi, nella sua qualità di Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi, codice fiscale: , domiciliato per la carica presso la Casa Comunale a Piazza IV Novembre, autorizzato alla stipula di questo atto ai sensi dell art. 107 del Decreto Legislativo n. 267; - Sig. nato a il e residente in alla via nella sua qualità di legale rappresentante del consorzio dei proprietari lottizzanti delle aree comprese nella lottizzazione, in virtù dell atto notarile che gli conferisce i poteri, di cui l estratto autentico qui si allega sotto la lettera _ ; Detti comparenti, della cui identità personale io Notaio sono certo, mi richiedono di redigere il presente atto mediante il quale PREMESSO 1) che i lottizzanti, aderenti al Consorzio e non, sono proprietari dei suoli individuati nella Tav. n. della proposta di piano di lottizzazione qui allegata alla lettera _, previa visione da me Notaio datane alle parti e loro approvazione e precisamente: - Sig. - partita catastale n. foglio di mappa n. particelle nn. avente un estensione di mq ; - Sig. - partita catastale n. foglio di mappa n. particelle nn. avente un estensione di mq ; 2) che a fronte di una superficie complessiva catastale delle aree predette di mq (Ha ), la superficie di mq (Ha ) ricade nel comparto ed è tipizzata - Arre urbane di espansione Residenziale del vigente Piano Regolatore del Comune di Terlizzi e soggetta a piano di lottizzazione redatto dall Arch. ( o ing. ); 4) che il piano di lottizzazione è conforme alle previsioni e Norme Tecniche di Esecuzione del Piano Regolatore Generale del Comune di Terlizzi, approvato con delibera di Giunta Regionale n del , ed è conforme alla deliberazione del Commissario Straordinario n.30/2002, giusto parere tecnico favorevole in data dell ing., quale Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi; 5) che il piano di lottizzazione ha riportato parere favorevole (con o senza prescrizioni) da parte dell Ufficio Tecnico Regionale in data prot. prima della delibera di approvazione da parte del Consiglio Comunale, giusto quanto stabilito dall art. 89 del D.P.R n.301, entrato in vigore a far data dal ; 6) che il piano di lottizzazione ha riportato parere paesaggistico favorevole (con o senza prescrizioni) da parte della Giunta Regionale ai sensi dell art. 503 delle Norme Tecniche di Attuazione del P.U.T.T. PAESAGGIO. 7) che il piano di lottizzazione è stato approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. del, esecutiva ai sensi di legge, che in copia autentica si allega al presente atto sotto la lettera _ ;

4 8) che la deliberazione di approvazione della lottizzazione n. del è stata pubblicata per estratto nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. del ed è stata depositata per 15 giorni consecutivi presso la Segreteria del Comune di Terlizzi e di tanto fu dato avviso alla cittadinanza con pubblici manifesti; 9) che lo stesso avviso fu regolarmente notificato ai proprietari interessati; 10) che il legale rappresentante del Consorzio, in nome e per conto dei lottizzanti aderenti al Consorzio, ha accettato di assumere tutti gli impegni contenuti nella presente convenzione TUTTO CIO PREMESSO che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, fra le costituite parti come sopra indicate, si conviene e stipula quanto segue: ART. 1 Il Comune autorizza la lottizzazione oggetto del suddetto piano esecutivo, così come previsto dagli elaborati progettuali approvati dal Comune con deliberazione del Consiglio Comunale n. del ed allegati alla presente con le lettere ; ART. 2 I costruendi edifici corrisponderanno per dimensioni, altezza e volume alle indicazioni di massima contenute negli elaborati grafici costituenti il progetto di lottizzazione. Alle forme e dimensioni dei fabbricati, in sede di richiesta dei permessi di costruire, si potranno apportare lievi modifiche in dipendenza della tipologia, consistenza e distribuzione degli alloggi e degli ambienti per usi diversi oltre che per esigenze architettoniche, nell ovvio rispetto degli indici previsti dalle norme di attuazione dello stesso piano di lottizzazione. La posizione dei lotti potrà subire leggere variazioni tenendo conto dell andamento altimetrico dell intera zona, nel rispetto di tutte le norme vigenti. Le altezze dei fabbricati indicate negli elaborati grafici del progetto di lottizzazione, tutti allegati alla presente convenzione, si intendono riferite per ciascun fronte alla quota media del marciapiede o, in mancanza, della strada o della piazza o del suolo comune sistemato. Le arre scoperte dovranno essere tutte sistemate come previsto dal progetto di lottizzazione. Per quelle non cedute al Comune, dovranno essere eseguite periodicamente e a totale carico e spese dei lottizzanti tutte le opere di manutenzione necessarie per conservare dette aree scoperte in buono e decoroso stato di conservazione. Tutte le fronti dei fabbricati dovranno essere finite come se prospettanti su aree pubbliche. Nella distribuzione degli edifici, degli spazi aperti e del verde, sia pubblico che privato, si deve tener conto degli effetti del soleggiamento e dei venti dominanti. Tutti gli edifici ed alloggi previsti devono godere di una quota di soleggiamento diretto. Le alberature devono essere a foglia caduca. Si deve tendere a favorire sistemi e tecnologie che sfruttano fonti rinnovabili e materiali compatibili con la natura e la salute dell uomo secondo le norme UNIbioedilizia. Si deve prediligere la progettazione bioclimatica e tenere in considerazione la L.R. n. 23 del per il miglioramento termoacustico dell edificio. In ogni edificio, sia per l Edilizia residenziale pubblica che per l Edilizia residenziale libera, a seguito di richiesta da parte degli interessati prima del rilascio dei singoli permessi a costruire, deve essere garantita la realizzazione di un alloggio per portatori di Handicap o disabili in conformità alle disposizioni legislative vigenti per l abbattimento delle barriere architettoniche interne ed esterne ART. 3 Il legale rappresentante del Consorzio, ai sensi dell art. 28 della Legge Regionale n.56 ed in conformità alle Norme Tecniche di Esecuzione del Piano Regolatore Generale del Comune di Terlizzi, in nome e per conto dei proprietari lottizzanti aderenti al Consorzio, all atto di stipula della presente convenzione, cede a titolo gratuito al Comune di Terlizzi, per

5 il quale accetta il costituiti ing., quale Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi: a) le arre necessarie per le opere di urbanizzazione primaria per una superficie complessiva di mq indicate in colore nella planimetria allegata sotto la lettera _, distinte in catasto alla partita foglio n. particelle n. ; b) le aree necessarie per le opere di urbanizzazione secondaria per una superficie di mq indicate in colore nella planimetria allegata sotto la lettera _, e precisamente aree per parcheggi pubblici (G3) della superficie di mq circa, distinte in catasto alla partita foglio n. particelle n. ; aree per il verde pubblico attrezzato (G4) ) della superficie di mq circa, distinte in catasto alla partita foglio n. particelle n. Il tutto come meglio evidenziato nel tipo di frazionamento redatto da e approvato dall U.T.E. di Bari il con il n. che si allega al presente atto sotto la lettera _. Le arre di cui innanzi, nelle menzionate superfici, vengono trasferite la Comune di Terlizzi libere da persone e cose, da liti pendenti e da trascrizioni pregiudizievoli e con la più ampia garanzia da evizioni. La cessione avviene con la formula rinunzia ad ogni diritto di retrocessione. Il legale rappresentante del Consorzio dichiara che i terreni trasferiti hanno tutte le caratteristiche risultanti dal Certificato di destinazione urbanistica, rilasciato dal Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. del Comune di Terlizzi in data, che in originale si allega al presente atto sotto la lettera _, previa lettura datane da me Notaiop ai comparenti e loro approvazione, e che sino ad oggi non sono intervenute modifiche agli strumenti urbanistici che concernano detti immobili. ART. 4 Il legale rappresentante del Consorzio si obbliga a cedere al Comune di Terlizzi l area di mq indicata in colore nella planimetria allegata sotto la lettera _, distinta al catasto alla partita foglio n. particelle n., pari al 40% dell intero comparto, depurato del 20% per pertinenze commerciali e direzionali da destinarsi alla realizzazione di E.R.P. (convenzionata). La cessione sarà effettuata entro sessanta giorni dalla pubblicazione dei provvedimenti comunali di approvazione degli esiti dei procedimenti amministrativi relativi alla individuazione dei soggetti attuatori dell E.R.P. La cessione avverrà per un corrispettivo equivalente, in misura proporzionale alla volumetria interessata: - all indennità di esproprio, ad oggi pari a euro 110,00 (centodieci) / mq., che sarà aggiornata al momento della cessione dell area e verrà corrisposta dal Comune al legale rappresentante del Consorzio contestualmente alla cessione; - a tutte le spese documentate sostenute per le opere di urbanizzazione (primaria e secondaria) direttamente realizzate dai compartisti o dal Consorzio, ivi compresi gli oneri tecnici ed eventuali spese generali. I rimborsi saranno suddivisi tra i lottizzanti in misura proporzionale secondo la ripartizione utili-oneri approvata nel Piano di Lottizzazione. Tutti i predetti importi saranno versati al Comune dai soggetti attuatori individuati a seguito di appositi procedimenti concorsuali entro trenta giorni dalla pubblicazione delle graduatorie, e dal Comune gli stessi importi saranno poi corrisposti al Consorzio contestualmente alla stipulazione dell atto di cessione. Decorsi centoventi giorni dalla sottoscrizione della presente convenzione in mancanza di pubblicazione dei provvedimenti comunali di approvazione degli esiti dei procedimenti per la individuazione dei soggetti attuatori e cessionari delle aree ERP previste nel presente articolo,

6 il corrispettivo della cessione di cui al presente articolo dovrà essere corrisposto dal Comune di Terlizzi al Consorzio entro e non oltre i successivi trenta giorni (centocinquata giorni dalla sottoscrizione della presente convenzione). Ai compartisti che eserciteranno il diritto di prelazione i lotti E.R.P. di edilizia convenzionata saranno assegnati con separato atto. Tutti gli obblighi di cui al presente articolo sono risolutivamente condizionati all esito del giudizio pendente dinanzi al Consiglio di Stato, sez. V, R.G. n. 3010/2008, proposto dal Consorzio Rosa dei Venti e dalle cooperative Rosa dei Venti, Insieme, Amici e L Idea per la riforma della sentenza del TAR Puglia-Bari n. 557 del ; rispetto agli atti oggetto del predetto giudizio amministrativo il Consorzio e i lottizzanti non intendono prestare acquiescenza espressa o implicita. Ne consegue che in ipotesi di accoglimento del suddetto appello le obbligazioni di cui al presente articolo dovranno intendersi prive di effetti giuridici e come mai assunte. ART.5 Il legale rappresentante del Consorzio si obbliga per sé e per i proprietari lottizzanti aderenti al consorzio, loro successori ed aventi causa a qualunque titolo alla realizzazione, a propria cura e spese, di tutte le opere di urbanizzazione primaria che secondaria (se richiesto ed autorizzato dal Comune di Terlizzi) afferenti il piano di lottizzazione fino agli allacciamenti alle reti pubbliche esistenti e comunque: a) strade; b) spazi di sosta e parcheggi; c) rete di distribuzione idrica; d) rete di distribuzione fognaria bianca e nera; e) canalizzazione per distribuzione d energia elettrica e per l illuminazione pubblica e privata, compresa eventuale cabina elettrica; f) pubblica illuminazione; g) rete del gas metano a mente della convenzione stipulata tra il Comune di Terlizzi e la Società Adriatica Gas s.r.l. (art.6-comma4-delibera C.C. n. 4 del ); sulla base di progetti esecutivi da approvarsi da parte del Comune di Terlizzi previo parere favorevolo del Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP. che dovrà dichiararne l idoneità. La manutenzione ordinaria e straordinaria delle suddette opere di urbanizzazione primaria e secondaria sarà a totale carico del Consorzio, loro successori ed aventi causa a qualsiasi titolo, fino al momento della consegna al Comune di Terlizzi delle opere stesse. Il costo di tali opere inerenti le aree cedute al Comune di Terlizzi sarà scomputato dagli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria nella misura massima prevista. Ai sensi e per gli effetti di quanto stabilito dal D. lgs. n. 163/2006, art. 32 comma 1 lett. g), nonché dalla determinazione dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture n. 7 del 16 luglio 2009, è affidato al consorzio il ruolo di stazione appaltante ai fini della esecuzione delle opere di urbanizzazione -necessarie per dotare la zone interessata dalla lottizzazione della idonea agibilità ed a consentire a ciascuno dei lotti ivi individuati la possibilità di allacciamento alle reti dei pubblici servizi- sulla base della progettazione preliminare e della redigenda progettazione esecutiva, La progettazione esecutiva e definitiva, da far predisporre a cura del Consorzio, dovrà essere redatta ai sensi delle norme vigenti in materia di OO.PP. e, unitamente ai correlati atti amministrativi, costituirà la documentazione da porre a base della gara di appalto. I progetti e gli atti amministrativi correlati (schema di contratto, capitolati speciali ecc.) saranno approvati dal Comune previo parere favorevole del Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed Opere Pubbliche.

7 Alla gara, che dovrà avere per oggetto la sola esecuzione dei lavori, potranno partecipare anche i soggetti proprietari dei lotti interessati dal piano de quo (purché in possesso dei requisiti di qualificazione ex art. 40, d. lgs. n. 163/2006; la procedura di individuazione del contraente sarà quella negoziata, di cui al combinato disposto dagli artt. 122 comma 8 e 57 comma 6 del D. lgs. n. 163/2006. Il costo delle opere sarà quello risultante dal computo metrico estimativo facente parte del progetto definitivo approvato dall U.T.C.; detto costo al netto del ribasso sarà scomputato dagli oneri di urbanizzazione primaria e secondaria nella misura massima prevista per legge e sulla base delle tabelle parametriche del contributo di costruzione relativo alle opere di urbanizzazione della stessa specie. Dette opere di urbanizzazione dovranno essere eseguite in correlazione ai termini previsti dal successivo art. 6. A garanzia della esecuzione e della idoneità delle opere stesse, il legale rappresentate del Consorzio, consegnano all'arch.. Dirigente del Settore Pianificazione Territoriale ed OO.PP le polizza fidejussoria di euro...,00 (euro. /00) pari all'intero ammontare della quota delle opere di urbanizzazione primaria, polizza rilasciata in data dalla società. con sede in.. alla via. n., con contratto di fideiussione numero. La polizza fidejussoria fornita sarà svincolata dopo il completamento delle singole opere ed a seguito di dichiarazione di idoneità rilasciata dall'ufficio Tecnico Comunale. Nel caso di mancata o parziale esecuzione delle stesse opere di urbanizzazione primaria e/o di una non idonea esecuzione, il Comune di Terlizzi interverrà in danno, utilizzando le somme garantite con il diritto di richiedere alle società o loro aventi causa a qualsiasi titolo le eventuali eccedenze di spesa e di imporre il versamento con le modalità previste per le quote di urbanizzazione primaria e secondaria. ART. 6 Il termine ultimo di validità del piano di lottizzazione e quindi per l ultimazione delle opere previste nel piano stesso è di anni 10; mentre il termine per l ultimazione dei singoli fabbricati è regolato dai singoli permessi di costruire. Le opere di urbanizzazione primaria devono essere realizzate gradualmente nel suddetto termine massimo di 10 anni, e comunque non oltre 1 anno dall ultimazione dell ultimo fabbricato realizzato nella lottizzazione. Per gli edifici costruiti dovranno sempre essere assicurati i servizi. ART. 7 In caso di inadempienza alle obbligazioni della presente convenzione il Consorzio o loro successori o aventi causa a qualsiasi titolo, autorizzano il Comune di Terlizzi a disporre delle somme versate dal fideiussore nel modo più ampio, con rinuncia espressa ad ogni opposizione giudiziale o stragiudiziale a chiunque notificata e con l esonero di responsabilità e rendiconto per i pagamenti che il Comune di Terlizzi dovrà fare, restando comunque obbligati per l eventuale eccedenza pagata dal Comune stesso. Tale eccedenza di spesa, nel caso di mancato rimborso entro 60 giorni dalla notifica della richiesta, fatta anche ad uno solo degli obbligati, sarà recuperata con la procedura coatta prevista per la riscossione delle entrate patrimoniali. Fino a quando il Comune non avrà recuperato le somme spese in eccedenza, rispetto a quanto garantito e versato dal fideiussore, non saranno rilasciati i rimanenti permessi di costruire relativi al piano di lottizzazione da chiunque richiesti.

8 Il Comune dovrà rivalersi per eventuali inadempienze o eccedenze di spesa in misura proporzionale al riparto oneri-utili e le eventuali sanzioni saranno applicate in tal caso alle parti inadempienti. ART. 8 Il rilascio dei singoli permessi di costruire è subordinato al versamento del contributo di costruzione di cui all art. 16 del D.P.R n. 380 e successive modificazioni ed integrazioni. Tale versamento sarà costituito dalla quota per opere di urbanizzazione primaria, dalla quota per opere di urbanizzazione secondaria, dal contributo sul costo di costruzione, nella misura e con le modalità e garanzie in vigore al momento del rilascio dei singoli permessi di costruire. ART. 9 Negli atti di vendita del suolo o di parti di esso e delle unità immobiliari da realizzare, comprese nel piano di lottizzazione oggetto della presente convenzione, dovranno essere incluse le clausole concernenti gli obblighi da parte degli acquirenti di adempiere a tutto quanto previsto nella presente convenzione. ART. 10 Il legale rappresentante del Consorzio per sé, in nome e per conto dei proprietari lottizzanti aderenti al Consorzio, loro successori ed aventi causa a qualsiasi titolo, asserve fin d ora con la presente convenzione, ai sensi dell art. 29, 2 comma, della Legge Regionale n. 56, l intera area utile lottizzata (con esclusione delle superfici destinate a viabilità pubblica e delle superfici destinate alle opere di urbanizzazione secondaria) ai manufatti o immobili che sono realizzabili ed indicati nel progetto di lottizzazione convenzionato con il presente atto. ART. 11 Le spese di stipula, registrazione e trascrizione del presente atto ed altre eventuali spese conseguenti sono tutte a carico del Consorzio, loro successori ed aventi causa a qualsiasi titolo. Il legale rappresentante del Consorzio chiede che al presente atto siano applicate le agevolazioni previste per legge. Letto, confermato e sottoscritto, li.. I Lottizzanti Per il Comune di Terlizzi

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile

COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE. L'anno il giorno del mese di. dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile COMUNE DI TERLIZZI Provincia di Bari SCHEMA DI CONVENZIONE L'anno il giorno del mese di dinanzi a me Dott. Notaio in,iscritto al Collegio Notarile di, sono presenti i Signori: in rappresentanza del Comune

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 SCHEMA DI CONVENZIONE Allegato alla deliberazione di C.C. n./.. SCHEMA DI CONVENZIONE CON IL COMUNE DI TRIGGIANO FINALIZZATO ALL ATTUAZIONE DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE - ZONA DI ESPANSIONE C4-4 REPUBBLICA

Dettagli

Schema di convenzione di Lottizzazione

Schema di convenzione di Lottizzazione Schema di convenzione di Lottizzazione per piani con volumetria superiore a 10.000 mc approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 13 del 11.03.2002 modificato con deliberazione di Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione

COMUNE DI CAPURSO. (Provincia di Bari) Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione COMUNE DI CAPURSO (Provincia di Bari) Rep. n. Convenzione urbanistica di lottizzazione per l organizzazione conformativa del territorio comunale ai sensi dell art. 28 legge regionale n. 56 del 1980, dell

Dettagli

Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) CONVENZIONE SCHEMA CONVENZIONE RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA

Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) CONVENZIONE SCHEMA CONVENZIONE RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA RELATIVA AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE CONVENZIONATA CONVENZIONE Repubblica Italiana Comune di Ciampino (Provincia di Roma) Prot. n pag. i - che il progetto del Piano di Loffizzazione Convenzionata presentato

Dettagli

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I -

C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - C O N S O R Z I O A T T I V I T A' P R O D U T T I V E - A R E E E S E R V I Z I - OGGETTO N. 85: Società EURO BAR Srl, proprietaria superficiaria del lotto di terreno, relativo al fabbricato ubicato nel

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE ALLEGATO 1 PIANO ATTUATIVO PER IL RECUPERO DELL AREA URBANA DENOMINATA EX-FLORIDA SCHEMA DI CONVENZIONE 1 PIANO ATTUATIVO PER IL RECUPERO DELL AREA URBANA DENOMINATA EX-FLORIDA SCHEMA DI CONVENZIONE L

Dettagli

REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA

REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA REPERTORIO N. RACCOLTA N. CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI OPERE DI URBANIZZAZIONE A SCOMPUTO DI ONERI CONCESSORI REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..duemila. in Pisa, nella Casa Comunale Avanti a me Dott.,

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: arch. Giulio Balistreri. arch. Daniele Galliani.

COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: arch. Giulio Balistreri. arch. Daniele Galliani. COMUNE DI CAPANNORI SERVIZIO SVILUPPO LOCALE oggetto: ubicazione: CONVENZIONE CARRAIA GRUPPO DI PROGETTAZIONE: progettista: progetto viabilità di scorrimento: indagini geologiche: rilievi: collaborazione:

Dettagli

../../2013 Tra PREMESSO

../../2013 Tra PREMESSO CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI MONTE SAN PIETRO E LA PROPRIETA PER L ATTUAZIONE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL COMPARTO URBANISTICO AD USO RESIDENZIALE DENOMINATO CUT 11 VIA BEGHELLI, LOCALITA BADIA Il

Dettagli

L anno duemila addì del mese di in Sassari, nella casa comunale sita in Piazza del Comune, innanzi a me Dr. SONO COMPARSI

L anno duemila addì del mese di in Sassari, nella casa comunale sita in Piazza del Comune, innanzi a me Dr. SONO COMPARSI Allegato al regolamento per l'assegnazione delle aree di proprietà comunale destinate alla realizzazione di interventi di edilizia economica e popolare COMUNE DI SASSARI SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO

P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO Comune di Moretta Prov. di Cuneo P R O G E T T O DI PIANO DI RECUPERO PER IL RECUPERO AD USO RESIDENZIALE E LA TRASFORMAZIONE DI EDIFICI EX RURALI Tav. 7 SCHEMA DI CONVENZIONE Ditta : ROSSO Massimo V.lo

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE

CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE CITTÀ DI POTENZA PROPOSTA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE OGGETTO: Adozione Piano di Lottizzazione della zona F4B2 PRUSST Via Ciccotti ed approvazione progetto preliminare strada di collegamento tra

Dettagli

SCHEMA di CONVENZIONE

SCHEMA di CONVENZIONE SCHEMA di CONVENZIONE PER L'ATTUAZIONE DELL AMBITO URBANO DI COMPLETAMENTO A.U.R.C. AREA L DENOMINATO L ARCA DEL SEPRIO, ai sensi dell art. 46 L.R. 11/03/2005 n. 12. L anno duemila, il giorno del mese

Dettagli

CITTA DI AVIGLIANO. Provincia di Potenza. 3 SETTORE "Urbanistica-Lavori Pubblici-Manutenzione del Territorio

CITTA DI AVIGLIANO. Provincia di Potenza. 3 SETTORE Urbanistica-Lavori Pubblici-Manutenzione del Territorio CITTA DI AVIGLIANO Provincia di Potenza 3 SETTORE "Urbanistica-Lavori Pubblici-Manutenzione del Territorio SERVIZIO OPERE PUBBLICHE AMBIENTE MANUTENZIONE DETERMINAZIONE COPIA Raccolta particolare del servizio

Dettagli

Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA. L anno, il giorno del mese di, in via

Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA. L anno, il giorno del mese di, in via Repertorio N. Raccolta N. CONVENZIONE URBANISTICA REPUBBLICA ITALIANA L anno, il giorno del mese di, in via Davanti a me Avvocato, Notaio in, iscritto al Collegio Notarile del Distretto di, sono personalmente

Dettagli

INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO IN ATTUAZIONE DEL RUE IUC BZ1 località via Castelfranco SCHEMA DI CONVENZIONE

INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO IN ATTUAZIONE DEL RUE IUC BZ1 località via Castelfranco SCHEMA DI CONVENZIONE INTERVENTO UNITARIO CONVENZIONATO IN ATTUAZIONE DEL RUE IUC BZ1 località via Castelfranco SCHEMA DI CONVENZIONE tra il Comune di Bazzano e il sig. Paolo Boni per l attuazione dell Intervento Unitario Convenzionato

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO

SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO N. 11 SCHEMA DI CONVENZIONE PIANO DI RECUPERO L anno del mese di del giorno. dinanzi a me Dott. Notaio in, iscritto presso il Collegio Notarile dei Distretti di.. si costituiscono: da una parte: il Comune

Dettagli

Gorasso Loretta Gorasso Lucina

Gorasso Loretta Gorasso Lucina REPUBBLICA ITALIANA COMUNE di CAMPOFORMIDO PROVINCIA di UDINE SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA DEFINIZIONE DEL AMBITO COMPRESO IN ZONA OMOGENEA C E SUDDIVISIONE IN LOTTI DELLE PROPRIETA DEI SIGNORI GORASSO

Dettagli

SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO. L anno, il giorno del mese. di, innanzi a me, Notaio in, iscritto. A) nella qualità di legale

SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO. L anno, il giorno del mese. di, innanzi a me, Notaio in, iscritto. A) nella qualità di legale SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE DI SUOLO L anno, il giorno del mese di, innanzi a me, Notaio in, iscritto senza l assistenza di testimoni, sono comparsi: A) nella qualità di legale rappresentante del Consorzio

Dettagli

COMUNE DI CASIER. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA EX ART. 63 L.R. 27 GIUGNO 1985, N. 61 PER (se

COMUNE DI CASIER. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA EX ART. 63 L.R. 27 GIUGNO 1985, N. 61 PER (se COMUNE DI CASIER (Provincia di Treviso) SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA EX ART. 63 L.R. 27 GIUGNO 1985, N. 61 PER (se previsto dall APP) L'ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO RELATIVO ALL AREA

Dettagli

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo

Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo Art. 1 - Area disciplinata dal Piano attuativo 1. L area disciplinata dal presente Piano Particolareggiato è quella perimetrata nella cartografia del R.U. vigente nel Comune di Colle VE ed identificata

Dettagli

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA

Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Comune di Cittadella Provincia di Padova PIANO DI LOTTIZZAZIONE DIRETTA COMPARTO OVEST C3/107 VIA PEZZE ALL. 1 RELAZIONE TECNICO-ILLUSTRATIVA Committente: Ferrari Vittorio e Rebellato Maria Bertilla Via

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE EDILIZIA PER PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO DI LIBERA INIZIATIVA DA REALIZZARSI NELL AREA 13.1.2 E 13.1.2.1 DEL VIGENTE P.R.G.

SCHEMA DI CONVENZIONE EDILIZIA PER PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO DI LIBERA INIZIATIVA DA REALIZZARSI NELL AREA 13.1.2 E 13.1.2.1 DEL VIGENTE P.R.G. SCHEMA DI CONVENZIONE EDILIZIA PER PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO DI LIBERA INIZIATIVA DA REALIZZARSI NELL AREA 13.1.2 E 13.1.2.1 DEL VIGENTE P.R.G.C. DEL COMUNE DI ORBASSANO DESTINATA AD INSEDIAMENTI PRODUTTIVI

Dettagli

1 ACCORDO DI PIANIFICAZIONE CON PRIVATI

1 ACCORDO DI PIANIFICAZIONE CON PRIVATI Allegato 1 ACCORDO DI PIANIFICAZIONE CON PRIVATI ai sensi dell Art. 18 L.R. 24 marzo 2000 n 20 integrato dalla L.R. 6 luglio 2009 n 6, per la realizzazione di opere di miglioramento viabilistico (realizzazione

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA. PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (PUA) denominato PAC 3 Cà Tezza

SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA. PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (PUA) denominato PAC 3 Cà Tezza SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA PIANO URBANISTICO ATTUATIVO (PUA) denominato PAC 3 Cà Tezza Premesso: che il Piano degli Interventi (PI) del Comune di Vicenza individua l ambito di intervento del Piano

Dettagli

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA

COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA COMUNE DI ZIANO PIACENTINO PROVINCIA DI PIACENZA Prot.3430 OGGETTO: COLLAUDO DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA DEL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DI INIZIATIVA PRIVATA DENOMINATO DIOLA. 1. VERBALE

Dettagli

C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE C I T T A D I M O L F E T T A PROVINCIA DI BARI SPORTELLO UNICO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE OGGETTO: Approvazione schema di convenzione da stipularsi per la trasformazione del diritto di superficie in

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa 3 SETTORE Ufficio Urbanistica RELAZIONE TECNICA-URBANISTICA ISTRUTTORIA PRATICA EDILIZIA: n 04/2010 Intestatario:Taliani Luigi ed altri Oggetto Intervento: Lottizzazione

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO PROVINCIA DI MILANO. SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA ai sensi dell art. 46 della Legge Regionale 12/2005 s.m.i.

COMUNE DI ABBIATEGRASSO PROVINCIA DI MILANO. SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA ai sensi dell art. 46 della Legge Regionale 12/2005 s.m.i. COMUNE DI ABBIATEGRASSO PROVINCIA DI MILANO SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA ai sensi dell art. 46 della Legge Regionale 12/2005 s.m.i. PIANO ATTUATIVO DI RECUPERO CASCINA MONZA TRA Il Comune di Abbiategrasso

Dettagli

N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA 2 8-2011. Avanti a me dr. GIUSEPPE CALAFIORI, Notaio residente in Milano,

N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA 2 8-2011. Avanti a me dr. GIUSEPPE CALAFIORI, Notaio residente in Milano, N. 65770 di Rep. N. 17887 di Racc. COMPRAVENDITA REPUBBLICA ITALIANA L anno duemilaundici, questo giorno due del due di agosto. 2 8-2011 In Milano, nel mio studio in Piazza San Babila n. 3. Avanti a me

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI

CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI CONTRATTO PRELIMINARE PER LA COSTITUZIONE DI SERVITÙ INAMOVIBILE DI ELETTRODOTTO PER CABINA ELETTRICA E LINEE ELETTRICHE AFFERENTI Tra: ENEL Distribuzione S.p.A., società con unico socio soggetta a direzione

Dettagli

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI E ACCESSO ALLA PROCEDURA

CRITERI PER LA DETERMINAZIONE DEI CORRISPETTIVI E ACCESSO ALLA PROCEDURA COMUNE DI SASSARI (Provincia di Sassari) PIANI PER L EDILIZIA ECONOMICA e POPOLARE (piani di zona ai sensi della legge 18 maggio 1962 n.167) TRASFORMAZIONE IN PROPRIETA DELLE AREE CONCESSE IN DIRITTO DI

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE disciplinante i rapporti tra il Comune di Salerno e la Consortile Irno, società a responsabilità limitata, quale soggetto attuatore del Piano Urbanistico Attuativo relativo all area

Dettagli

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE

COMUNE DI TREVISO. (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE Schema Tipo Atto Cessione Aree - Opere COMUNE DI TREVISO (Provincia di Treviso) SCHEMA DI ATTO DI CESSIONE E/O ASSERVIMENTO AREE ED OPERE L anno.. il giorno in Treviso, presso la sede municipale di Ca

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO

SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO ALLEGATO 10 SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VITTORIO VENETO PER LA SOLA ACQUISIZIONE DEI BENI INSERITO NELL APPALTO INTEGRATO PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - =====================================================================

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - ===================================================================== COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - ===================================================================== REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DELLE AREE DESTINATE AD EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE. VISTO il parere del Servizio Urbanistica in data 28.02.2005, dal quale risulta:

IL CONSIGLIO COMUNALE. VISTO il parere del Servizio Urbanistica in data 28.02.2005, dal quale risulta: OGGETTO: DITTA IMT GROUP S.R.L. - PIANO DI RECUPERO DELL'IMMOBILE SITO IN VIA GALLODORO - VIA ZANNONI - SOTTOZONA A3 - ADOZIONE AI SENSI DELLA L.R. N.34/92 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI PREMESSO:

Dettagli

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - =====================================================================

COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - ===================================================================== Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 34 del 16.06.2008 COMUNE DI MARTELLAGO - PROVINCIA DI VENEZIA - ===================================================================== REGOLAMENTO

Dettagli

VENDITA SOTTOPOSTA A CONDIZIONE RISOLUTIVA REPUBBLICA ITALIANA. 2010 (duemiladieci) in Genova, Via...

VENDITA SOTTOPOSTA A CONDIZIONE RISOLUTIVA REPUBBLICA ITALIANA. 2010 (duemiladieci) in Genova, Via... Numero Numero di Repertorio di Raccolta VENDITA SOTTOPOSTA A CONDIZIONE RISOLUTIVA REPUBBLICA ITALIANA Il 2010 (duemiladieci) in Genova, Via... Davanti a me... Notaio in Genova, iscritto nel Ruolo dei

Dettagli

Città di Nardò. Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA

Città di Nardò. Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA Rep.n. Città di Nardò Provincia di Lecce SERVIZI DI ALLESTIMENTO DEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA MASSERIA TORRE NOVA, COSTITUENTI IL CENTRO VISITE DEL PARCO NATURALE REGIONALE PORTOSELVAGGIO E PALUDE DEL

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO PON SICUREZZAPER LO SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013 OBIETTIVO OPERATIVO 1.3

SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO PON SICUREZZAPER LO SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013 OBIETTIVO OPERATIVO 1.3 SCHEMA DI CONTRATTO DI APPALTO PON SICUREZZAPER LO SVILUPPO - OBIETTIVO CONVERGENZA 2007/2013 OBIETTIVO OPERATIVO 1.3 COMUNE DI CANOSA DI PUGLIA SICUREZZA AMBIENTALE PER LA QUALITA DELLA VITA APPALTO DEL

Dettagli

Pederzoli per cessione di aree in località Torreverde e costituzione di servitù

Pederzoli per cessione di aree in località Torreverde e costituzione di servitù ALLEGATO ALLA D.G. N. 98 DEL 7.6.2002 COMUNE DI CASTEL MAGGIORE(prov. di Bologna) CONVENZIONE tra il Comune di Castel Maggiore, Pederzoli per cessione di aree in località Torreverde e costituzione di servitù

Dettagli

il Consiglio Comunale

il Consiglio Comunale il Consiglio Comunale Premesso che: a) in data 7 luglio 2008, con atto a rogito del Notaio Ercole La Civita, gli Operatori: DODICI srl, ROTOLITO LOMBARDA spa e ELDAP srl, hanno stipulato con il Comune

Dettagli

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità.

Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. Guida pratica sulle principali fasi della procedura espropriativa per l esecuzione di opere di pubblica utilità. CAP.1: Presupposti per l avvio della procedura espropriativa. La presente guida si riferisce

Dettagli

Comune di Cappella Cantone Provincia di Cremona

Comune di Cappella Cantone Provincia di Cremona Comune di Cappella Cantone Provincia di Cremona PIANO INSEDIAMENTI PRODUTTIVI SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA PER L ASSEGNAZIONE DI LOTTI DI AREA A OPERATORI DEL SETTORE IMMOBILIARE Soresina lì IL DIRETTORE

Dettagli

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009

ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 ALLEGATO B ALLA DELIB. C.C. 32/2009 SCHEMA DI CONVENZIONE IN APPLICAZIONE DELL'ART. 31 DELLA LEGGE 23.12.1998 N. 448, PER LA CESSIONE IN DIRITTO DI PROPRIETÀ DI AREE COMPRESE NEI PIANI DI ZONA EX LEGGE

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano)

COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) COMUNE DI MELEGNANO (Provincia di Milano) BOZZA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI MELEGNANO E LA PROPRIETA MALAVASI - POLLI PER L ATTUAZIONE DI UN PIANO DI RECUPERO AI SENSI DELLA LEGISLAZIONE URBANISTICA

Dettagli

Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare

Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare Contratto-tipo preliminare di compravendita immobiliare Con la presente scrittura privata, da valere a ogni effetto di legge, i signori: - (Tizio) nato a il giorno, residente a, via n., codice fiscale,

Dettagli

VARIANTE AL PIANO DI ZONA PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE PDZ03

VARIANTE AL PIANO DI ZONA PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE PDZ03 AREA POLITICHE DEL TERRITORIO DIREZIONE PIANIFICAZIONE URBANISTICA GENERALE SERVIZIO SVILUPPO TERRITORIALE E POLITICHE DELLA CASA VARIANTE AL PIANO DI ZONA PER L EDILIZIA ECONOMICA E POPOLARE PDZ03 Legge

Dettagli

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE

RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE COMUNE DI PREGNANA MILANESE (Provincia di Milano) SETTORE ASSETTO ED USO DEL TERRITORIO UFFICIO URBANISTICA RELAZIONE DI AGGIORNAMENTO ONERI DI URBANIZZAZIONE INTRODUZIONE L art. 43 della legge Regionale

Dettagli

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione:

SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. DI VIA MILANO n.227 (comparto ARE 6) che sottoscrivono la proposta di convenzione: INDICE SOGGETTI PARTECIPANTI AL P.I.I. PAG. 1 INTERVENTI PREVISTI PAG. 1 PROIEZIONE COSTI COMPLESSIVI AI FINI DELL ATTUAZIONE DEL P.I.I. A CURA DEL SOGGETTO ATTUATORE PAG. 2 QUANTIFICAZIONE DELLE CONVENIENZE

Dettagli

COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE. Provincia di Pistoia SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA. Schema di Convenzione urbanistica Ex art. 28 legge n.

COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE. Provincia di Pistoia SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA. Schema di Convenzione urbanistica Ex art. 28 legge n. Repertorio n. COMUNE DI SERRAVALLE PISTOIESE Provincia di Pistoia SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA Schema di Convenzione urbanistica Ex art. 28 legge n. 1150 del 17 Agosto 1942 e art. 8 Legge n. 765 del

Dettagli

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO

COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO COMUNE di CERRO AL LAMBRO Provincia di Milano UFFICIO TECNICO PRATICA EDILIZIA N. AL RESPONSABILE DELL UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI CERRO AL LAMBRO Piazza Roma, 11 20070 Cerro al Lambro (MI) DENUNCIA

Dettagli

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico

RELAZIONE. 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico RELAZIONE 1)Inquadramento del P.L. nello strumento urbanistico L area oggetto del presente piano di lottizzazione è sita in località Marina del Comune di Rocca Imperiale (CS). Le particelle catastali interessate

Dettagli

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono:

CHIEDE. il rilascio della concessione edilizia per eseguire nell immobile suddetto i lavori di ristrutturazione che sinteticamente si descrivono: (C.E. per ristrutturazione) Istanza in bollo Al Responsabile di P.O. N. 4 Settore Urbanistica Del Comune di Casteltermini Oggetto: Richiesta di Concessione Edilizia per ristrutturazione. Il sottoscritto..,

Dettagli

COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA

COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA REP. n. COMUNE DI MELISSANO PROVINCIA DI LECCE REPUBBLICA ITALIANA CONVENZIONE AI SENSI DELL'ART. 35 DELLA LEGGE 22.10.1971 N. 865 FRA IL COMUNE DI MELISSANO E L'AGENZIA REGIONALE PER LA CASA E L ABITARE

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Pubblicato all Albo Pretorio di questo Comune dal 26/05/2008 al 10/06/2008 Numero di registro 317 L incaricato della pubblicazione C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE

Dettagli

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova

MOD. E085_D Atto unilaterale tipo per Zone Attività Economiche. Comune di Mantova ATTO UNILATERALE D OBBLIGO TIPO PER LE ZONE OMOGENEE D Relativo all intervento di ristrutturazione urbanistica / ristrutturazione edilizia / demolizione / ampliamento / nuova costruzione dell immobile

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

*************************

************************* SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI AOSTA E LA SOCIETÀ Compagnia Valpetroli s.r.l. PER LA REALIZZAZIONE DI UN NUOVO IMPIANTO PER LA DISTRIBUZIONE CARBURANTI SUPER SENZA PIOMBO, GASOLIO PER AUTOTRAZIONE,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA

REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA D.A. n. 502/DRU REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA L'ASSESSORE Regionale del Territorio ed Ambiente VISTO lo Statuto della Regione Siciliana; VISTA la Legge 17/08/42, n. 1150 e successive modifiche

Dettagli

-------------------------------REPUBBLICA ITALIANA-----------------------------

-------------------------------REPUBBLICA ITALIANA----------------------------- -------------------------------REPUBBLICA ITALIANA----------------------------- -------------------------------COMUNE DI BRENDOLA---------------------------- ------------------------------(PROVINCIA DI

Dettagli

Concordato Preventivo N. 15/2013

Concordato Preventivo N. 15/2013 Concordato Preventivo N. 15/2013 TRIBUNALE ORDINARIO DI URBINO Giudice Delegato: Presidente Dott. Francesco Nitri Commissario Giudiziale: Dott.ssa Silvana Canestrari Liquidatore Giudiziale: Dott. Nicola

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO

AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO AVVISO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGRAMMI INTEGRATI DI INTERVENTO (P.I.I.): MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA CONCERTAZIONE IL SINDACO Allegato B Visto il Piano Regolatore Generale, approvato con

Dettagli

Convenzione ex art. 35 della L. 22 ottobre 1971, n. 865 per. l assegnazione in diritto di proprietà dei lotti compresi

Convenzione ex art. 35 della L. 22 ottobre 1971, n. 865 per. l assegnazione in diritto di proprietà dei lotti compresi Repertorio n COMUNE DI USSANA Raccolta n. PROVINCIA DI CAGLIARI Convenzione ex art. 35 della L. 22 ottobre 1971, n. 865 per l assegnazione in diritto di proprietà dei lotti compresi nel Piano per gli Insediamenti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE

REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE DEI PARCHEGGI PRIVATI di PERTINENZA E DELLE AREE DA DESTINARE A STANDARDS DETERMINAZIONE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. del REGOLAMENTO PER LA MONETIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI COMO. del mese di... fra i signori:

COMUNE DI COMO. del mese di... fra i signori: COMUNE DI COMO SCHEMA DI CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DI UN PIANO di RECUPERO DI INIZIATIVA PRIVATA INTERESSANTE L AREA SITA IN COMUNE DI COMO, VIA..., AL MAPPALE N.... FOGLIO N...DELLA SEZIONE CENSUARIA

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Città di Castel San Giovanni Provincia di Piacenza Settore IV: Sviluppo Urbano IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE CESSIONI A TITOLO GRATUITO AL COMUNE, DI AREE ED OPERE DI URBANIZZAZIONE Disposizione tecnico-organizzativa

Dettagli

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805

COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 COMUNE DI POVIGLIO Provincia di Reggio Emilia VIA VERDI,1 C.A.P. 42028 TEL. 0522/966822 FAX. 0522/966805 SCHEDA TECNICA DESCRITTIVA (Art. 20 L.R. 31 del 25/11/02) DESCRIZIONE DELL INTERVENTO.. LOCALIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE. - Provincia di Bologna - REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE. - Provincia di Bologna - REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE - Provincia di Bologna - Repertorio n.. REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA REGIONALE 24 MARZO 2000, N. 20 E ART. 11 LEGGE N.

Dettagli

CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI LOCALE EXTRARESIDENZIALE, DA REALIZZARSI NELL AMBITO DEL PIANO DI RIQUAIFICAZIONE DELL EX FORO BOARIO DI MACERATA.

CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI LOCALE EXTRARESIDENZIALE, DA REALIZZARSI NELL AMBITO DEL PIANO DI RIQUAIFICAZIONE DELL EX FORO BOARIO DI MACERATA. ALLEGATO B PROT. n. REP. n.. CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI LOCALE EXTRARESIDENZIALE, DA REALIZZARSI NELL AMBITO DEL PIANO DI RIQUAIFICAZIONE DELL EX FORO BOARIO DI MACERATA. REPVBBLICA ITALIANA L

Dettagli

BONETTI COSTRUZIONI SPA

BONETTI COSTRUZIONI SPA Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 176 30 settembre 2015 Oggetto : Approvazione della Bozza di Convenzione relativa al Permesso di Costruire Convenzionato

Dettagli

Comune di Orte. (Provincia di Viterbo)

Comune di Orte. (Provincia di Viterbo) Comune di Orte (Provincia di Viterbo) Bando per l assegnazione dei lotti e la cessione in proprietà delle aree comprese nel Piano per gli insediamenti produttivi di Petignano nel Comune di Orte. Comune

Dettagli

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza

Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Comune di Chiuppano Provincia di Vicenza Regolamento per l'applicazione e la determinazione del contributo di costruzione commisurato alla incidenza degli oneri di urbanizzazione e del costo di costruzione

Dettagli

ALLEGATO 9 SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE PER IL FINANZIAMENTO DEI LAVORI DI COSTRUZIONE DI * * * L anno duemila (20 ) il giorno,

ALLEGATO 9 SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE PER IL FINANZIAMENTO DEI LAVORI DI COSTRUZIONE DI * * * L anno duemila (20 ) il giorno, ALLEGATO 9 SCHEMA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI VENDITA DI IMMOBILI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO PER IL FINANZIAMENTO DEI LAVORI DI COSTRUZIONE DI N.5 FABBRICATI IN LOCALITA CADELVERZO 1^

Dettagli

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i.

DOMANDA PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' Ai sensi del T. U. in materia edilizia - artt. 24-25 D.P.R. 06/06/2001 n. 380 e s.m.i. AL COMUNE DI RIVALTA di TORINO Settore Politiche del Territorio Servizio Edilizia Privata Protocollo generale Marca da Bollo. 14,62 Via Balma n. 5 10040 Rivalta (TO) Spazio riservato al servizio protocollo

Dettagli

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA

SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA NTA di SUA di iniziativa privata SCHEMA DI NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE SUA.. INDICE ART. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE... pag. 2 ART. 2 ELABORATI DEL PIANO...» 2 ART. 3 DATI COMPLESSIVI DEL PIANO...» 2 ART.

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE

COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE COMUNE DI PIACENZA OSA SRL VIA BOLZONI N. 14 29122 PIACENZA VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO AREA AID 18 EX ARBOS VIA EMILIA PARMENSE ELABORATO D - BOZZA CONVENZIONE PIACENZA 10 APRILE 2015 1 B

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA. Denominato Piano di Recupero PR11A via Diaz

SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA PIANO ATTUATIVO DI INIZIATIVA PRIVATA. Denominato Piano di Recupero PR11A via Diaz Al Signor Sindaco del comune di Costa Masnaga Provincia di Lecco PIANO DI RECUPERO - PR 11 A - via Diaz Limonta Prosciutti s.r.l. - via Alessandro Volta 20 SCHEMA DI CONVENZIONE URBANISTICA PIANO ATTUATIVO

Dettagli

UFFICIO TECNICO - SETTORE URBANISTICO AUTORIZZAZIONE EDILIZIA

UFFICIO TECNICO - SETTORE URBANISTICO AUTORIZZAZIONE EDILIZIA COMUNE DI CASTELLANA SICULA PROVINCIA DI PALERMO UFFICIO TECNICO - SETTORE URBANISTICO P.zza Avv. P. Miserendino snc - 90020 tel.: 0921558232 Fax 0921558231 pec: tecnico@comune.castellana-sicula.pa.it

Dettagli

* * * REPUBBLICA ITALIANA

* * * REPUBBLICA ITALIANA Repertorio Raccolta Numero---- Numero----- CONVENZIONE URBANISTICA DEL PIANO DI RECUPERO DELL AMBITO NSR14 OSTERIA SAN BIAGIO E REALIZZAZIONE DELLA DEVIAZIONE DI VIA BOLSENDA * * * REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Firenze, lì... PROPOSTA IRREVOCABILE DI STIPULA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA

Firenze, lì... PROPOSTA IRREVOCABILE DI STIPULA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA CODICE IDENTIFICATIVO PROPOSTA:... - (referente...) Firenze, lì... PROPOSTA IRREVOCABILE DI STIPULA DI CONTRATTO PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA XXXXXX, nato a il e residente in... (cod. fisc....) - recapito

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE MODIFICA DELL'ART. 14 DELLA CONVENZIONE RELATIVA ALLA REALIZZAZIONE DEL PROGRAMMA COSTRUTTIVO, CON CRITERI BIO ED ECOSOSTENIBILI, LOCALIZZATO AI SENSI DELL'ART. 51 DELLA LEGGE N. 865/71 IN LOCALITA' BELLOCCHI

Dettagli

QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE.

QUERCE IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. Oggetto: VARIANTE AL PIANO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE "DUE QUERCE" IN ZONA DI ESPANSIONE C2-1 - LOCALITA' SAN BIAGIO - ADOZIONE. LA GIUNTA COMUNALE Premesso che: - con delibera della Giunta Comunale

Dettagli

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono:

Il progetto come approvato prevede la realizzazione entro quattro anni delle opere di urbanizzazione. Queste consistono: allegato A Relazione tecnica SUAP1 In data 18/06/2011, prot 6146, è stata presentata da parte di Terruzzi Fercalx spa, istanza volta all ottenimento del permesso di costruire per la realizzazione di un

Dettagli

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona

COMUNE DI CREMA Provincia di Cremona Spett.le: Alla c. a.: Comune di CREMA Piazza Duomo, 25 26013 - Crema (CR) Ufficio Tecnico Servizio Edilizia Privata Piano di Recupero Comune: CREMA Provincia: CREMONA Richiedente: Progettista: ZAMBELLI

Dettagli

Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI 2013-2015

Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI 2013-2015 Comune di Alliste Provincia di Lecce PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI IMMOBILIARI 2013-2015 DECRETO-LEGGE 25/06/2008 n. 112, G.U. n. 147 del 25/06/2008 Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico,

Dettagli

CONTRATTO D'APPALTO PER LAVORI PRIVATI

CONTRATTO D'APPALTO PER LAVORI PRIVATI CONTRATTO D'APPALTO PER LAVORI PRIVATI Committente: Appaltatore: Ance Como Associazione Nazionale Costruttori Edili Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Como Collegio dei Periti

Dettagli

PIANO DI LOTTIZZAZIONE MABELLINI

PIANO DI LOTTIZZAZIONE MABELLINI Comune di Desenzano del Garda (Provincia di Brescia) PIANO DI LOTTIZZAZIONE MABELLINI SCHEMA CONVENZIONE URBANISTICA AGGIORNATA Giugno 2014 MERICI Studio di Architettura DOTT. ARCH. TIZIANO MERICI - DOTT.GEOM.

Dettagli

Deliberazione Giunta Comunale

Deliberazione Giunta Comunale Copia CITTÀ DI ALTAMURA Provincia di Bari N. 145 del registro Deliberazione Giunta Comunale Oggetto: AUTORIZZAZIONE ALLA REALIZZAZIONE DI ALLOGGI EEP NEL PDL IN ZONA C2 DI ESPANSIONE DI PRG DENOMINATO

Dettagli

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio

Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 1 - Principi e scopi Art. 2 - Contenuti delle norme Art. 3 Principi interpretativi Art. 4 Ambito d intervento Art. 5 Suddivisione del territorio Art. 6 Comparti sottoposti a ristrutturazione edilizia

Dettagli

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI VENDITA DI IMMOBILI NELL AMBITO TERRITORIALE DEL CONSORZIO Z.I.P.A. CON FINANZIAMENTO DA PARTE DI SOCIETA DI LEASING

SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI VENDITA DI IMMOBILI NELL AMBITO TERRITORIALE DEL CONSORZIO Z.I.P.A. CON FINANZIAMENTO DA PARTE DI SOCIETA DI LEASING SCHEMA TIPO DI CONTRATTO DI VENDITA DI IMMOBILI NELL AMBITO TERRITORIALE DEL CONSORZIO Z.I.P.A. CON FINANZIAMENTO DA PARTE DI SOCIETA DI LEASING Premesso - che la ditta (in appresso denominata la Ditta

Dettagli

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI

PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI Comune di Oppeano Provincia di Verona REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE LOTTI P.U.A. COMUNALE RESIDENZIALE DI VIA SORIO IN FRAZIONE CADEGLIOPPI ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina

Dettagli

Comune di Cantagallo Provincia di Prato

Comune di Cantagallo Provincia di Prato Comune di Cantagallo Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER I CRITERI DI RIPARTIZIONE E PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROCEDURA INERENTE I CONTRIBUTI INTROITATI DAL COMUNE A TITOLO DI ONERI DI URBANIZZAZIONE

Dettagli

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE. - Provincia di Bologna - REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA

COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE. - Provincia di Bologna - REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE - Provincia di Bologna - Repertorio n.. REPUBBLICA ITALIANA ACCORDO PRELIMINARE AI SENSI DELL ART. 18 DELLA LEGGE DELLA REGIONALE 24 MARZO 2000, N. 20 E ART. 11 LEGGE N.

Dettagli