COMUNE di VERUCCHIO PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE di VERUCCHIO PROVINCIA DI RIMINI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P."

Transcript

1 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P. Approvato con delibera C.C. n. 73 del 04/11/2011 Esecutivo dal 01/01/2012 Pagina 1 di 7

2 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI SOCIALI NON E.R.P. Art. 1. Oggetto 1. Il presente regolamento disciplina i criteri generali per l assegnazione e la gestione degli alloggi facenti parte del patrimonio disponibile del Comune di Verucchio (di seguito denominati alloggi ), destinati a finalità sociali, quale prestazione di aiuto ai nuclei familiari che si trovano situazioni di particolare bisogno e difficoltà, privi anche della disponibilità di un alloggio, finalizzata a favorire, ove possibile, lo sviluppo o il ripristino delle proprie capacità e potenzialità. 2. Le presenti disposizioni non si applicano al patrimonio comunale degli alloggi di ERP per i quali si applica la specifica disciplina normativa. 3. Fermi restando i vincoli stabiliti per legge o regolamento, il Comune di Verucchio può destinare gli alloggi a specifiche categorie sociali. Al momento dell approvazione del presente regolamento quattro alloggi sono vincolati alla destinazione per madri sole con figli minori, come stabilito dal progetto approvato e finanziato dalla Regione Emilia Romagna. Art. 2 Definizioni 1. Per nucleo familiare si intende il nucleo anagrafico del richiedente, fatta salva la possibilità di assumere come unità di riferimento una composizione del nucleo familiare estratta esclusivamente nei seguenti casi: a) allontanamento della madre e/o del minore disposto da provvedimento del servizio sociale o dell Autorità Giudiziaria; b) casi di maltrattamento o allontanamento in genere disposti dalle Autorità competenti; 2. Per madre sola con figli minori si intende il caso concreto in cui la madre sia di fatto sola ad affrontare il mantenimento del figlio, a titolo esemplificativo la nozione si riferisce ad uno dei seguenti casi: a) il figlio/i figli non siano stati riconosciuti dal padre; b) vedove; c) il padre tenuto agli alimenti non provveda. Tale condizione è valida solo se la madre ha preventivamente presentato istanza all Autorità Giudiziaria finalizzata ad ottenere gli alimenti; d) per altre ragioni (ricovero del padre di lungo periodo in struttura sanitaria o socio sanitaria, reclusione di lungo periodo, irreperibilità accertata, ecc.). Art. 3. Bando e Requisiti soggettivi per l inserimento nelle graduatorie 1. Per la concessione degli alloggi si attinge esclusivamente alle graduatorie formate con apposito bando, quest ultimo redatto sulla base delle norme del presente regolamento. 2. A seconda della destinazione degli alloggi e del loro stato di occupazione si procede col bando per una sola o più graduatorie. Le graduatorie hanno validità annuale dal momento della loro approvazione. Le graduatorie resteranno comunque valide fino all approvazione di quelle successive. 3. I requisiti soggettivi ed oggettivi sono: Pagina 2 di 7

3 a) la residenza anagrafica nel Comune di Verucchio del richiedente: a) per gli alloggi di finalità sociale da almeno tre anni rispetto alla data di presentazione della domanda; b) per gli alloggi destinati alle madri sole con figli minori da almeno un anno rispetto alla data di presentazione della domanda; b) nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, su un alloggio ubicato nell'ambito provinciale della Provincia di Rimini, la cui rendita catastale rivalutata sia superiore a 2 volte la tariffa della categoria A/2 classe I, calcolata nel Comune di Verucchio, considerando la zona censuaria più bassa; altresì nessun componente del nucleo familiare deve essere titolare, anche pro quota, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione, su uno o più immobili ubicati in qualsiasi località, la cui rendita catastale complessiva rivalutata sia superiore a 3,5 volte la tariffa della categoria A/2 classe I del Comune di Verucchio, considerando la zona censuaria più bassa. c) per il richiedente e le persone incluse nel suo nucleo familiare, la cittadinanza italiana, ovvero la regolarità di soggiorno per i cittadini comunitari e stranieri sulla base delle rispettive discipline; d) per il nucleo familiare del richiedente avere un reddito complessivo fiscalmente imponibile non inferiore ad 5.000,00 (cinquemila) e non superiore ad ,00 (ventimila). Ai fini della determinazione del reddito si tiene conto del reddito complessivo familiare quale risulta dall ultima dichiarazione dei redditi presentata da ciascun componente il nucleo familiare anagrafico prima della data di presentazione della domanda di assegnazione; e) per l accesso agli alloggi destinati a madri sole con figli minori, la richiedente oltre ai requisiti di cui alle precedenti lett. a), b), c), d), deve ricadere in una delle categorie di cui all art. 2, comma 2, essere formalmente in carico al servizio minori e trovarsi in una condizione di particolare difficoltà economica e sociale attestata dalla competente assistente sociale. Art.4. Criteri di valutazione delle domande 1. Ad ogni domanda ammessa viene attribuito il punteggio spettante sulla base delle condizioni dichiarate e dei punteggi previsti nei seguenti schemi: CONDIZIONI OGGETTIVE VALIDE PER TUTTI GLI ALLOGGI Cod. Descrizione Punti A Alloggio che debba essere rilasciato a seguito di: ordinanza di 45 sgombero, sentenza o provvedimento del Tribunale, (non cumulabile con B e C) provvedimento esecutivo di sfratto (il provvedimento di sfratto non deve essere stato intimato per inadempienza contrattuale), procedimento di esproprio o calamità naturale. B C SOLO PER GLI ALLOGGI DESTINATI ALLE MADRI SOLE: a seguito di dimissione da strutture sociali o socio sanitarie della madre e del bambino anche provenienti da strutture diverse. Dimora abituale in un alloggio non destinato ad uso abitativo quale roulotte, garage, cantina, magazzino, ecc Alloggio igienicamente insalubre da certificarsi da parte dell Autorità competente 20 (cumulabile con C) 20 (cumulabile con B) CONDIZIONI SOGGETTIVE ALLOGGI GENERICI Cod. Descrizione Punti D Nucleo familiare composto esclusivamente da persona che 20 Pagina 3 di 7

4 E abbia superato i 75 anni privo di rete familiare (per persona priva di rete familiare si intende l anziano i cui figli risiedano all'esterno di un area di 50 Km dalla sua residenza) Presenza nel nucleo familiare richiedente di uno o più persone invalide superiore ai 2/3 (superiore al 66%). Il richiedente dichiarato non autosufficiente dal competente (non cumulabile con G) Max 15 0,34 per ogni punto di invalidità per ogni componente invalido o non autosufficiente servizio assistenza anziani è equiparato all invalido al 100%. F Nucleo con minori a carico 10 per ogni figlio minore G Presenza di ultrasettantacinquenni nel nucleo 10 per ogni anziano H Residenza nel Comune di Verucchio 1 per ogni anno intero I Onerosità del canone di locazione annuo che incide sul reddito fiscalmente imponibile del nucleo familiare anagrafico Max 40 - Sino ad un incidenza pari al 20% non si riconosce alcun punteggio; - dal 21% al 30% 10 punti - dal 31% al 40% 20 punti - dal 41% al 50% 30 punti - oltre il 50% 40 punti CONDIZIONI SOGGETTIVE ALLOGGI PER MADRI CON FIGLI MINORI Cod. Descrizione Punti L Esistenza (emanazione non antecedente a 48 mesi prima dalla data della domanda) di un Provvedimento emanato dal Tribunale o dal servizio sociale reso esecutivo dal Giudice Tutelare di affidamento del minore o del minore e della madre. Per l assegnazione del punteggio l affidamento deve essere concluso con apposito provvedimento o dichiarato in fase conclusiva dal servizio minori. M N O Donne con bambini in situazione di protezione sociale a seguito di maltrattamenti o violenze, anche nella fase successiva alla dimissione dalla Casa rifugio Madri che hanno completato un percorso in struttura residenziale per la cura da sostanze d abuso o per la cura da patologie mentali Presenza nel nucleo familiare richiedente di uno o più persone invalide superiore ai 2/3 (superiore al 66%). Il richiedente dichiarato non autosufficiente dal competente servizio assistenza anziani è equiparato all invalido al 100%. 40 cumulabile con M e N; M e N sono cumulabili fra loro Max 15 0,34 per ogni punto di invalidità per ogni componente invalido o non autosufficiente P Residenza nel Comune di Verucchio 1 per ogni anno intero Q Onerosità del canone di locazione annuo che incide sul reddito fiscalmente imponibile del nucleo familiare anagrafico Max 40 - Sino ad un incidenza pari al 20% non si riconosce alcun punteggio; - dal 21% al 30% 10 punti - dal 31% al 40% 20 punti - dal 41% al 50% 30 punti Pagina 4 di 7

5 - oltre il 50% 40 punti R Numero figli presenti nel nucleo del richiedente 10 per ogni figlio successivo al primo 2 Il Comune di Verucchio procede all istruttoria delle domande verificandone la completezza e la regolarità. Provvede all attribuzione dei punteggi di ciascuna domanda, sulla base delle situazioni dichiarate e documentate dall interessato e accertate d ufficio. 3. Il Comune di Verucchio procede alla formazione ed approvazione della graduatoria secondo l ordine di attribuzione dei punteggi. In calce alla graduatoria sono indicate le domande dichiarato inammissibili. La graduatoria viene pubblicata nell Albo pretorio on line per trenta giorni consecutivi e diventa esecutiva al termine della pubblicazione. 4. A parità di punteggio la priorità è riconosciuta al più anziano di età. Art. 5. Assegnazione, Contratto di Locazione e Canone 1. Gli alloggi disponibili per la locazione vengono assegnati all avente diritto rispettando l ordine stabilito dalle graduatorie e nel rispetto dello standard abitativo contemplato all art. 6, comma 1, previo accertamento della sussistenza dei requisiti e del permanere delle condizioni oggettive e soggettive che hanno portato, rispettivamente, all ammissione ed alla collocazione in graduatoria. 2. Il Comune di Verucchio, in sede di assegnazione degli alloggi, provvede a verificare nei confronti dei concorrenti che si trovano collocati in posizione utile nella graduatoria definitiva, l esistenza e la permanenza dei requisiti e delle condizioni che hanno determinato il punteggio, previo acquisizione d ufficio o direttamente dall interessato della documentazione necessaria. 3. Al momento dell assegnazione, qualora si accerti una mutazione delle condizioni soggettive e oggettive tale da determinare uno scostamento rispetto al punteggio conseguito in graduatoria superiore a 25 punti, si provvederà all aggiornamento del punteggio indicato nella graduatoria medesima. 4. All assegnazione degli alloggi effettuata in conformità ai precedenti articoli, si procede con la stipula del contratto di locazione previsto dall art. 2, comma 1 della Legge n. 431/1998 della durata di anni 4 (quattro); 5. Fatti salvi i canoni previsti dai contratti vigenti al momento dell approvazione del presente regolamento e fino alla naturale scadenza dei medesimi, agli alloggi è applicato il canone di locazione c.d. calmierato per la durata pari a 18 (diciotto) mensilità, calcolato su di una percentuale del 4,00% (quattro per cento) del valore dell'alloggio, in analogia al programma regionale denominato " alloggi in locazione permanente"; detto canone non dovrà comunque superare la soglia massima prevista per i canoni concordati, come previsto dall'accordo territoriale per il territorio comunale di Verucchio del 22/06/2005 (legge n. 431/'98 art. 2 comma 3), dovuto dai soggetti locatari. 6. Il canone di locazione c.d. calmierato, così come al comma precedente, viene applicato per i primi 18 (diciotto) mesi del contratto di locazione stipulato con l assegnatario dell alloggio. A Partire dal 19 (diciannovesimo) mese di locazione sarà applicato un canone di locazione c.d. di libero mercato il cui importo è stabilito dall Ente proprietario, ai sensi della Legge n. 431/1998. Il canone di locazione calmierato potrà essere prorogato di un ulteriore periodo fino ad un massimo di 18 (diciotto) mensilità esclusivamente previo motivato e specifico progetto dell assistente sociale corredato di relazione esplicativa comprovante le condizioni che hanno condotto alla necessità di procrastinare il percorso assistenziale. Pagina 5 di 7

6 7. Il canone di locazione sarà aggiornato con cadenza annuale applicando l indice ISTAT relativo al costo della vita per le famiglie di operai ed impiegati. 8. L assegnatario dell alloggio, prima di riceverlo in assegnazione, dovrà produrre apposita garanzia fideiussoria pari ad un minimo di tre mensilità, ovvero versare la corrispondente somma a garanzia dei propri oneri. Art. 6. Standard abitativo 1. L assegnazione in locazione degli alloggi agli aventi diritto in base all ordine di graduatoria è effettuata dal Comune di Verucchio, secondo quanto di seguito specificato: a) gli alloggi con superficie ricompresa entro i 58,5 mq. sono assegnabili ai nuclei familiari composti da 1 e 2 persone; b) gli alloggi con superficie ricompresa tra i 58,6 mq. e 78 mq. sono assegnabili ai nuclei familiari composti da 3 e 4 persone; c) gli alloggi con superficie ricompresa tra i 78,1 mq. e 90 mq. sono assegnabili ai nuclei familiari composti da 5 persone; d) gli alloggi con superficie oltre i 90 mq. sono assegnabili ai nuclei familiari composti da 6 persone ed oltre. 2. In caso di assegnazione a nucleo familiare in cui sia presente una donna in stato di gravidanza, attestato da certificato medico, lo standard abitativo è individuato tenendo conto di una persona in più. Tale criterio è esteso ai nuclei familiari in cui si siano verificati accrescimenti per effetto di nascita, di adozioni o di affidi. 3. Il Comune di Verucchio può effettuare di volta in volta, con provvedimenti motivati, assegnazioni in deroga agli standard abitativi sopra citati, qualora le caratteristiche dei nuclei familiari aventi diritto all assegnazione nonché le caratteristiche degli alloggi disponibili non consentano una valida soluzione del problema abitativo del nucleo interessato. 4. Il Comune inoltre qualora ravvisi nella tipologia dell alloggio una situazione tale da non soddisfare le necessità del nucleo familiare la cui composizione è idonea alla metratura di quell alloggio, secondo lo standard indicato, può anche in questo caso effettuare motivate assegnazioni in deroga agli standard abitativi sopra citati. Art. 7. Subentro, ampliamento e ospitalità temporanea 1. In caso di decesso, di irreperibilità accertata anagraficamente o di allontanamento volontario o giudiziale dell assegnatario subentrano nell assegnazione dell alloggio gli altri componenti del nucleo familiare anagrafico che sono stati identificati all atto dell assegnazione dell alloggio e le persone entrate successivamente nel nucleo familiare a seguito del matrimonio dell assegnatario, della nascita e dell adozione e riconoscimento di figli minori. 2. L ampliamento del nucleo familiare a favore di altre persone, escluse quelle elencate al comma precedente, deve essere richiesto e può essere autorizzato dal Comune solo se compatibile con lo standard abitativo. Le persone autorizzate ad entrare nel nucleo familiare dell assegnatario sono escluse dal diritto di subentro nell assegnazione. Pagina 6 di 7

7 3. L ospitalità temporanea può essere autorizzata dal Comune di Verucchio per periodi inferiori a quattro mesi, se non comporta il trasferimento della residenza anagrafica nell alloggio e se non causa una situazione di sovraffollamento, secondo la definizione stabilita nel comma precedente. Art. 8. Altre disposizioni 1. Entro 24 (ventiquattro) mesi dalla permanenza nell alloggio sono accertate la situazione reddituale e la permanenza dei requisiti di assegnazione anche attraverso la richiesta all assegnatario delle informazioni o della documentazione non in possesso del Comune di Verucchio e che non possono essere acquisite d ufficio presso altre amministrazioni. 2. Qualora l assegnatario non produca senza giustificato motivo la documentazione richiesta ovvero produca una documentazione parziale o palesemente inattendibile, il Comune di Verucchio procede con la formale diffida ad adempiere. 3. Nel caso in cui l assegnatario venga meno agli obblighi contrattuali stabiliti per legge, dal presente regolamento e dal bando, il contratto si intende risolto di diritto ai sensi dell art del Codice Civile. Pagina 7 di 7

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA COMUNE DI DOLO PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA Approvato con delibera C.C. n. 77 del 22.11.2012 Modificato con

Dettagli

COMUNE DI GOSALDO Provincia di BELLUNO

COMUNE DI GOSALDO Provincia di BELLUNO COMUNE DI GOSALDO Provincia di BELLUNO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E LA FISSAZIONE DEI CANONI DEGLI ALLOGGI DENOMINATI CASETTE DELLA CROCE ROSSA DI PROPRIETÀ DEL COMUNE E NON SOGGETTI ALLA DISCIPLINA

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n.

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO. l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. Marca da da bollo bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO l sottoscritt nat a il residente a Prov. Via n. CHIEDE l assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica adeguato al proprio

Dettagli

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA

DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA DOMANDA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO NON ERP IN LOCAZIONE A CANONE CALMIERATO NEL COMUNE DI CATTOLICA da consegnarsi entro il 25 novembre, ore 13,00 Il/la sottoscritto/a (cognome/nome) residente a (provincia/nazione

Dettagli

! "!#$!#%#&''"!#$ #"!#(&$!## # $ "%% )$*#$ &$""#))# % "##$&!" #+( "

! !#$!#%#&''!#$ #!#(&$!## # $ %% )$*#$ &$#))# % ##$&! #+( La/Il sottoscritta/o! "!#$!#%#&''"!#$ #"!#(&$!## # $ "%% )$*#$ &$""#))# % "##$&!" #+( ",-/ 01-234 453-0,30-62052/1 di essere residente a Prov Via CAP Tel/Cell Codice Fiscale CHE IL NUCLEO FAMILIARE INTERESSATO

Dettagli

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO

COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO COMUNE DI OGGIONO PROVINCIA DI LECCO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEI MINI ALLOGGI RISERVATI A PERSONE ANZIANE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale In data 08.02.2007 N 7 1 I N D I C E Art.

Dettagli

Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale

Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale Approvato con deliberazione di C.C. n. 9 del 30.04.2013

Dettagli

(Cognome) (Nome) nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. C.F. Sesso M F. E-mail:

(Cognome) (Nome) nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. C.F. Sesso M F. E-mail: ACER RAVENNA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CASA POPOLARE (ART. 25 LEGGE REGIONALE N 24 DEL 08/08/2001 E SUCC. MODIFICHE ED INTEGRAZIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Dettagli

Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA

Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA PRATICA N. Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA DOMANDA PER L ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.13 ALLOGGI DI PROPRIETA DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA

Dettagli

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano

Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 1 40041 Gaggio Montano Protocollo: Al Comune di Gaggio Montano P.zza A. Brasa, 4004 Gaggio Montano DOMANDA PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO GENERALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Legge regionale

Dettagli

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Ambito di applicazione

Art. 1 Definizioni. Art. 2 Ambito di applicazione Allegato n. 1 REGOLAMENTO PER L AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE E PER L OSPITALITA TEMPORANEA IN ALLOGGI DI E.R.P, DI CUI AGLI ARTT. 25, c. 6 d) E 27 DELLA L.R. N. 24/2001. TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE (BOLLO) PROT. Al Comune di COMACCHIO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) CHIEDE PROT. Al Comune di BONDENO DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI E.R.P. (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001 e succ. mod. ed int.) La/Il sottoscritta/o CHIEDE DI PARTECIPARE AL CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO

Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO Prot.13693 del 17/09/2015 ASSESSORATO AFFARI GENERALI Ufficio CASA - PATRIMONIO BANDO DI CONCORSO INDETTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 07/04/2014, N 10 PERL ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DEGLI ALLOGGI

Dettagli

Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS).

Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS). Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS). Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 14 del 25/02/2014 1 SOMMARIO Art. 1 OGGETTO..

Dettagli

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO

PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 0026 Imola Tel. 052-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO Approvato con delibera C.C. n. 160 del 18.07.2005,

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA CITTÀ DI MOGLIANO VENETO Provincia di Treviso REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA Approvato con delibera Consiglio Comunale n. 93 del 13/12/2012 SOMMARIO ART. 1 ART. 2 ART.

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI PRATICA N. Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI DOMANDA PER L ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.25 ALLOGGI DI PROPRIETA DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P.

REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P. REGOLAMENTO PER L'AUTORIZZAZIONE ALL'AMPLIAMENTO DEL NUCLEO FAMILIARE DELL'ASSEGNATARIO E PER L'OSPITALITA' TEMPORANEA - ALLOGGI DI E.R.P.- Foglio notizie: APPROVATO con deliberazione di Giunta Comunale

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO. Art. 1 Oggetto

COMUNE DI GROSSETO. Art. 1 Oggetto COMUNE DI GROSSETO BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA. ( DELIBERAZIONE G.R.T. N 789 DEL 7.7.97 E D.D. N 1778 DEL 18.10.2004 ). Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE COMUNE DI MERCATO SARACENO Provincia di Forlì Cesena Settore Segreteria Affari Generali REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA

Dettagli

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI

REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI REGIONE TOSCANA COMUNE DI MONTIERI BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI MONTIERI IL RESPONSABILE DELL AREA in attuazione della

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI Comune di Toscolano Maderno Provincia di Brescia Allegato A REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI 1. Definizione,

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 42 del 3 settembre 2014 11 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 agosto 2014, n. 1038. L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e succ. mod.

Dettagli

ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI

ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI C O M U N E PROVINCIA D I S E N N O R I DI SASSARI ASSESSORATO AI SERVIZI SOCIALI ASSEGNO DI MATERNITA' ANNO 2012 L assegno è stato istituito dall art.66 della legge n.448/98 con effetto dal 01.01.1999

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE COMUNE DI CAGLIARI Assessorato delle Politiche Sociali Area dei Servizi al cittadino Servizi Socio Assistenziali ed Asili Nido BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE Ai sensi di

Dettagli

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE COMUNE DI RAVENNA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CASA POPOLARE ( ART. 25 LEGGE REGIONALE N 24 DEL 08/08/2001 E SUCC. MODFICHE ED INTEGRAZIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Dettagli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli

CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli CITTÀ DI PORTICI Provincia di Napoli BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI COSTRUENDI ALLOGGI DI E.R.P. (N. 22) SOSTITUTIVI DEGLI ALLOGGI PROVVISORI POST SISMA 80 E PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AL DECRETO

Dettagli

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA

COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA COMUNE DI MASSA POLITICHE SOCIALI, DELLA CASA E PARI OPPORTUNITA UFFICIO CASA BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE Indetto ai sensi dell art. 11 della legge 9

Dettagli

Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Il/la sottoscritto/a CHIEDE Bollo Al Comune di Cento Servizio Casa 44042 CENTO (Fe) OGGETTO: DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (legge regionale n. 24 dell 8/08/2001) Il/la sottoscritto/a CHIEDE

Dettagli

Comune di Sarsina. Provincia di Forlì-Cesena

Comune di Sarsina. Provincia di Forlì-Cesena Comune di Sarsina Provincia di Forlì-Cesena REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI COMUNALI FINALIZZATI ALL ACQUISTO, COSTRUZIONE E RISTRUTTURAZIONE DELLA PRIMA CASA DI ABITAZIONE Approvato con deliberazione

Dettagli

BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL

BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL BANDO PER LA FORMAZIONE DI GRADUATORIA PER L ACQUISTO DI ALLOGGI DI EDILIZIA A PREZZO CONVENZIONATO IN VIA CURIEL SI RENDE NOTO che l Amministrazione Comunale, nell ambito delle proprie politiche abitative

Dettagli

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI PAGLIETA ( Prov. di Chieti) REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 20 del 09/05/2011 Capo I Disposizioni

Dettagli

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE

CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE CITTA DI VIGEVANO REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI CONTRIBUTI SU MUTUI FINALIZZATI ALL ACQUISTO DELLA PRIMA CASA DA PARTE DI GIOVANI FAMIGLIE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale in data 19/12/2001

Dettagli

COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa

COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa COMUNE DI PISA Direzione Consiglio Comunale Politiche della casa BANDO DI CONCORSO PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IL DIRIGENTE In attuazione della propria

Dettagli

COMUNE DI ROGNO Provincia di Bergamo

COMUNE DI ROGNO Provincia di Bergamo COMUNE DI ROGNO Provincia di Bergamo CAP 24060-PIAZZA DRUSO,5 TEL. 035/967013 FAX 035/967243 E.mail info@comune.rogno.bg.it Cod. fisc. 00542510169 P. IVA 00500290168 REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL INDICATORE

Dettagli

Comune di Poggio a Caiano Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L AFFITTO E PER L EMERGENZA ABITATIVA.

Comune di Poggio a Caiano Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L AFFITTO E PER L EMERGENZA ABITATIVA. Comune di Poggio a Caiano Provincia di Prato REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER L AFFITTO E PER L EMERGENZA ABITATIVA. Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 15 del 07.04.2014

Dettagli

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno

Comune di Castagneto Carducci Provincia di Livorno REGOLAMENTO DI MOBILITA INTERNA AL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA DEL COMUNE DI CASTAGNETO CARDUCCI ASSOGGETTATI ALLA LEGGE REGIONALE N. 96/1996 e s.m.i. Approvato con deliberazione consiliare

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA

AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA AZIENDA CASA EMILIA-ROMAGNA (ACER) FERRARA Ente Pubblico Economico ex L.R. 24/2001 Corso Vittorio Veneto, 7 44121 Ferrara - C.F. - Partita IVA 00051510386 Centralino Tel. 0532 230311 - Servizio Clienti

Dettagli

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO

BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO RENDE NOTO COMUNE DI CASTELFIORENTINO (Provincia di Firenze) BANDO DI MOBILITA PER CAMBI DI ALLOGGIO ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI CASTELFIORENTINO IL RESPONSABILE DEL

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 25 DEL 17-07-1997 REGIONE LAZIO

LEGGE REGIONALE N. 25 DEL 17-07-1997 REGIONE LAZIO LEGGE REGIONALE N. 25 DEL 17-07-1997 REGIONE LAZIO Modifica delle leggi regionali 26 giugno 1987, n. 33 e 15 marzo 1990, n. 30 concernenti la disciplina per l' assegnazione e la determinazione dei canoni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI RIVOLTI ALLA POPOLAZIONE ANZIANA DEI COMUNI DI BRISIGHELLA, CASOLA VALSENIO E RIOLO TERME

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI RIVOLTI ALLA POPOLAZIONE ANZIANA DEI COMUNI DI BRISIGHELLA, CASOLA VALSENIO E RIOLO TERME COMUNE DI RIOLO TERME Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL COSTO DEI SERVIZI RIVOLTI ALLA POPOLAZIONE ANZIANA DEI COMUNI DI BRISIGHELLA, CASOLA VALSENIO E RIOLO TERME Approvato con

Dettagli

REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI. Parte VI. Erogazione di sussidi a sostegno della famiglia.

REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI. Parte VI. Erogazione di sussidi a sostegno della famiglia. REGOLAMENTO BENEFICI ASSISTENZIALI Parte VI Erogazione di sussidi a sostegno della famiglia. Testo finale approvato dal C.I.G. Delibera n. 103 del 29.05.2014 e approvato dai MMVV con nota n. 36/0016601/MA004.A007

Dettagli

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ

PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ PROGRAMMA EDILIZIO 3.000 CASE PER L AFFITTO E LA PRIMA CASA DI PROPRIETÀ I locatari o assegnatari in godimento a termine e permanente e gli acquirenti e assegnatari in proprietà degli alloggi devono essere

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI CAPRIANO DEL COLLE PIAZZA MAZZINI 8 25020 CAPRIANO DEL COLLE TEL. 030 9748683 FAX 030 9747384 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEI MINI ALLOGGI DI PROPRIETA COMUNALE MINI ALLOGGI PER ANZIANI PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it SETTORE IV - Servizi 2/3 Politiche Sociali BANDO PER L ASSEGNAZIONE,

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Città di Minerbio Provincia di Bologna

Città di Minerbio Provincia di Bologna Città di Minerbio Provincia di Bologna Prot. 580/01 GRADUATORIA APERTA PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (ERP) AVVISO PUBBLICO (L.R. 8/8/001 n. Regolamento Comunale ERP approvato

Dettagli

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore n. 673 del 02/12/2015 COMUNE DI OLLOLAI Provincia di Nuoro BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A Ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 29/10/2014) Art. n. 1 - Generalità degli interventi Il presente Regolamento disciplina l assegnazione

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012

COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012 COMUNE DI PONTEDERA (PROVINCIA DI PISA) BANDO DI MOBILITA ANNO 2012 Indetto ai sensi degli artt. 19-20-21-22 della L.R. 20.12.1996 n 96, per la mobilita nel patrimonio pubblico di Edilizia Residenziale

Dettagli

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n..

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. bollo RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. In qualità di rappresentante/componente del nucleo familiare..

Dettagli

C O M U N E D I T R A D A T E Provincia di Varese

C O M U N E D I T R A D A T E Provincia di Varese C O M U N E D I T R A D A T E Provincia di Varese SERVIZI SOCIALI DETERMINAZIONE n. 39 del 12 marzo 12 OGGETTO: approvazione bando di mobilità per cambi alloggio all interno del patrimonio di edilizia

Dettagli

Comune di Ponte dell Olio

Comune di Ponte dell Olio Comune di Ponte dell Olio AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONI DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIARIA PUBBLICA. Prot. n. 10300 del 26/10/2010 (L.R. 24/01 Regolamento comunale

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO. Provincia di Brindisi. c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054

COMUNE DI CAROVIGNO. Provincia di Brindisi. c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054 COMUNE DI CAROVIGNO Provincia di Brindisi c.a.p. 72012 - Cod. Fisc. 81001790740 Tel. 0831.997249/997206/997240 - Fax 0831.995054 BANDO DI CONCORSO N. 3/2013 INDETTO AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 20/12/1984,

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO BANDO DI MOBILITA ANNO 2007

COMUNE DI GAVORRANO BANDO DI MOBILITA ANNO 2007 COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) BANDO DI MOBILITA ANNO 2007 Indetto ai sensi degli artt. 19-20-21-22 della L.R. 20.12.1996 n 96, per la mobilita nel patrimonio pubblico di Edilizia Residenziale

Dettagli

COMUNE DI VIGONZA. Provincia di Padova

COMUNE DI VIGONZA. Provincia di Padova COMUNE DI VIGONZA Provincia di Padova REGOLAMENTO per l individuazione dei soggetti aventi accesso e priorità per l acquisto o la locazione degli immobili di edilizia convenzionata. Artt. 17 e 18 del D.P.R.

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO AVVISO PUBBLICO Il Sindaco rende noto che: A seguito della pubblicazione del Decreto n. 4363 del 15/08/2010 Del. C.R. 29/07/2009 n. 43 Misure straordinarie, urgenti e sperimentali,

Dettagli

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) **********

COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** COMUNE DI TORREGLIA (Provincia di Padova) ********** REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE IN PROPRIETA A GIOVANI COPPIE DI ALLOGGIO DI EDILIZIA CONVENZIONATA DA REALIZZARSI IN VIA ROMANA IN SEGUITO

Dettagli

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A

BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A BANDO DI ASSEGNAZIONE ALLOGGI A CANONE MODERATO di proprietà dell A.L.E.R. di Pavia in via Fossarmato 25 27 27/A PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE ENTRO IL 14 MARZO 2008 1. INDIZIONE DEL BANDO E indetto il bando

Dettagli

UNIONE TERRA di MEZZO. DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regione Emilia Romagna 8 Agosto 2001, n. 24)

UNIONE TERRA di MEZZO. DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regione Emilia Romagna 8 Agosto 2001, n. 24) RISERVATO ALL UFFICIO prot...... data.... nucleo familiare n... UNIONE TERRA di MEZZO Comuni di Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Castelnovo di Sotto Provincia di Reggio Emilia bollo 16,00 DOMANDA

Dettagli

C O M U N E D I S A L U D E C I O

C O M U N E D I S A L U D E C I O Commento: C O M U N E D I S A L U D E C I O PROVINCIA DI RIMINI Regolamento Comunale per la disciplina d accesso all Edilizia Residenziale Pubblica e permanenza negli alloggi (Approvato con delibera C.C.

Dettagli

Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI

Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI Allegato B) BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A FAVORE DEGLI INQUILINI MOROSI INCOLPEVOLI COMUNE DI FOLIGNO AREA DIRITTI DI CITTADINANZA Bando pubblico per l erogazione di contributi a favore di nuclei

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO TEMPORANEO DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI SIENA Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 195 del 19.06.2014 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN USO

Dettagli

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010

DAL 21 luglio al 12 agosto 2010 Sede operativa di Medicina via Saffi 73 AVVISO PUBBLICO PER LA LOCAZIONE DI ALLOGGI A CANONE CONTENUTO UBICATI NEL COMUNE DI MEDICINA Delibera del consiglio comunale di Medicina n 153 Del 07/11/2005 e

Dettagli

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE

Il/La sottoscritto/a nato/a a. il e residente in via/piazza. (giorno-mese-anno) n int. C.F.: n tel. CHIEDE Approvato con Determinazione del Responsabile del Servizio n. 306 del 15/12/2015 ATTENZIONE si raccomanda di compilare la presente domanda in ogni sua parte e di controllare che sia debitamente firmata.

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Prot. N. 34464 COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BANDO DI CONCORSO SPECIALE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 17 ALLOGGI IN AFFITTO PER GLI ANZIANI DEGLI ANNI 2000 REALIZZATI NEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BORGO

Dettagli

Regolamento per la disciplina dei criteri di accesso all assegnazione del lotto prime case p.f. 21/54 e p.f. 21/55 C.C. Ragoli II

Regolamento per la disciplina dei criteri di accesso all assegnazione del lotto prime case p.f. 21/54 e p.f. 21/55 C.C. Ragoli II COMUNE DI PINZOLO Provincia di Trento Regolamento per la disciplina dei criteri di accesso all assegnazione del lotto prime case p.f. 21/54 e p.f. 21/55 C.C. Ragoli II Approvato con delibera di consiglio

Dettagli

C) LIMITI ALLA TITOLARITÀ DI DIRITTI REALI SU BENI C) LIMITI ALLA TITOLARITÀ DI DIRITTI REALI SU BENI

C) LIMITI ALLA TITOLARITÀ DI DIRITTI REALI SU BENI C) LIMITI ALLA TITOLARITÀ DI DIRITTI REALI SU BENI MODIFICHE AL REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Le modifiche sono scritte in rosso grassetto corsivo Modifiche all articolo 2 Testo vigente Art. 2 - Requisiti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/04 E S.M.I.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/04 E S.M.I. 23 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/0 E S.M.I. APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N.83 Reg./0 Prop. Del.

Dettagli

REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA)

REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA) REGIONE BASILICATA COMUNE DI LAURIA (PROVINCIA DI POTENZA) Per la formazione ai fini dell assegnazione in locazione semplice di alloggi E.R.P. siti nel Comune di Lauria delle seguenti graduatorie da valere

Dettagli

FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE CARIPLO REGOLAMENTO

FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE CARIPLO REGOLAMENTO FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE CARIPLO REGOLAMENTO per l assegnazione in locazione di alloggi di proprietà del Fondo Pensioni per il Personale Cariplo a Soggetti Terzi Approvato con delibera consiliare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Comune di Modena REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 11.12.2006 - delibera n. 78 1 REGOLAMENTO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano COMUNE DI LAZZATE Provincia di Milano Regolamento per il servizio di assistenza domiciliare Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 83 del 30.09.1997 1/6 SOMMARIO : ARTICOLO 1 - FINALITA DEL

Dettagli

Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi Sociali serviziosociale@comunesantateresagallura.it tel. 0789/740912 Fax.

Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi Sociali serviziosociale@comunesantateresagallura.it tel. 0789/740912 Fax. COMUNE DI SANTA TERESA GALLURA Provincia di Olbia Tempio Piazza Villamarina 07028 tel 0789 740900 fax 0789 754794 info@comunesantateresagallura.it Settore Socio-Assistenziale e Sanitario Ufficio Servizi

Dettagli

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale:

Il sottoscritto... nato a... il... residente in... Via... n... codice fiscale: Domanda per l assegnazione di alloggi di Edilizia Convenzionata GIOVANI COPPIE COMPLESSO RESIDENZIALE BORGO DEI MOLINI PLC COMPARTO B3/a IN VIA LA FORMA Al Sig. Sindaco del Comune di 60020 S I R O L O

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Comune di Occhiobello Provincia di Rovigo 6,00 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AI SENSI DELLA L.R. 0.04.996, N. 0, PUBBLICATO

Dettagli

DOMANDA DI MOBILITÀ (CAMBIO ALLOGGIO) AL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA DEL COMUNE DI BARICELLA VIA PEDORA, 53 40052 BARICELLA (BO)

DOMANDA DI MOBILITÀ (CAMBIO ALLOGGIO) AL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA DEL COMUNE DI BARICELLA VIA PEDORA, 53 40052 BARICELLA (BO) (LE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DELLA PRESENTE DOMANDA SONO RIPORTATE NEI RIQUADRI TRA PARENTESI) DOMANDA DI MOBILITÀ (CAMBIO ALLOGGIO) (Regolamento comunale approvato con delibera di Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461

COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 COMUNE DI LANCIANO Città Medaglia D Oro al V.M. Provincia di Chieti Servizio Politiche della Casa Tel. 0872/707635 fax 0872/43461 BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI COMUNALI - ANNO 2011 IL

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI AD INTEGRAZIONE DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNO 2015 indetto ai sensi della Legge 9 dicembre 1998, n. 431, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 7 giugno 1999,

Dettagli

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o

Pr o v i n c i a d i Sa l e r n o BANDO DI CONCORSO Contributi integrativi ai canoni di locazione - Anno 2014 Legge 9 dicembre 1998, n.431, art.11; Fondo Nazionale per il sostegno all accesso alle abitazioni in locazione E indetto un bando

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ

COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ COMUNE DI REGGIO EMILIA ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER LA MOBILITÀ Art. 1 - Finalità e ambito della mobilità La mobilità degli assegnatari negli alloggi di edilizia residenziale

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA A FAVORE DI NUOVI NUCLEI FAMILIARI. Comune di Imola Provincia di Bologna Via Mazzini n. 4 40026 Imola Tel. 0542-602111-Fax 602289. REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI PER L ACQUISTO DELLA PRIMA

Dettagli

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n.

REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. REGOLAMENTO Per la disciplina della mobilità degli assegnatari negli alloggi E.R.P. ai sensi dell art. 28 della L.R. 8 Agosto 2001, n. 24 Delibera di Consiglio n 61 del 12/10/2011 * * * PREMESSE: I comuni

Dettagli

CITTÀ DI SAN MARCO IN LAMIS PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI

CITTÀ DI SAN MARCO IN LAMIS PROVINCIA DI FOGGIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI ALLOGGI COMUNALI PER USO ABITATIVO A SOGGETTI SOCIALMENTE DEBOLI Approvato con Delibera Consiglio Comunale n 49 del 9 luglio 2012 1 Art. 1 1. Nel rispetto delle norme

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P.

Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P. UFFICIO ASSOCIATO POLITICHE ABITATIVE Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P. ai sensi della L.R. 08/08/2001 n.24 Disciplina generale dell intervento pubblico nel settore abitativo INDICE Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DI ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COMUNALI DESTINATI AGLI ANZIANI

REGOLAMENTO DI ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COMUNALI DESTINATI AGLI ANZIANI REGOLAMENTO DI ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI COMUNALI DESTINATI AGLI ANZIANI ART. 1: Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l assegnazione degli appartamenti di proprietà Comunale destinati

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della

Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della Regolamento per l assegnazione di finanziamenti finalizzati all acquisto della abitazione da parte di giovani cittadini residenti nei comuni della provincia di Cremona Approvato con D.C.P. n. 165 del 17.12.2008

Dettagli

C.F.82005670409 P.IVA 01188110405 PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) e-mail. mail: info@comune.gemmano.rn.it areafinanziaria@c

C.F.82005670409 P.IVA 01188110405 PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) e-mail. mail: info@comune.gemmano.rn.it areafinanziaria@c RN) COMUNE DI GEMMANO (RN C.F.82005670409 P.IVA 01188110405 PIAZZA ROMA N. 1-47855 GEMMANO (RN) e-mail mail: info@comune.gemmano.rn.it areafinanziaria@c @comune.gemmano.rn.it 0541 85.40.60 / 85.40.80 0541

Dettagli

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E

Il/la sottoscritto / a. nato/a prov. il cittadinanza. nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a, divorziato/a, vedovo/a) C H I E D E SCADENZA 30/06/2015 Domanda n º AL COMUNE DI MOSCUFO Servizio Amministrativo Il/la sottoscritto / a nato/a prov. il cittadinanza codice fiscale residente in Moscufo in via nº tel. stato civile (celibe,nubile,separato/a,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

Città di Albino. Provincia di Bergamo

Città di Albino. Provincia di Bergamo Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. (Legge 27 dic. 1997 n. 449 e d.lgs. 31

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SUSSIDI FINANZIARI NEL PAGAMENTO DI RETTE DI RICOVERO IN SERVIZI RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SUSSIDI FINANZIARI NEL PAGAMENTO DI RETTE DI RICOVERO IN SERVIZI RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI COMUNE DI LONGONE AL SEGRINO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SUSSIDI FINANZIARI NEL PAGAMENTO DI RETTE DI RICOVERO IN SERVIZI RESIDENZIALI PER ANZIANI E DISABILI PREMESSE L

Dettagli

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO, AI SENSI DELL ART. 11 DELLA L. 431/1998 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 6/2003. Art.

Dettagli

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE.

BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE. BANDO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI N. 9 ALLOGGI NEL COMUNE DI SPOLETO, VIA DEL MUNICIPIO, RISERVATI A GIOVANI COPPIE. ART. 1 OGGETTO. L Azienda per l Edilizia Residenziale della Regione

Dettagli

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015

Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 PROVINCIA DI FIRENZE Tel. (055) 819941 Bando di concorso per l assegnazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione - Anno 2015 Il presente bando è emanato ai sensi dell art. 11 della legge

Dettagli

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO MOBILITÀ DEGLI ASSEGNATARI NEGLI ALLOGGI ERP (ART. 28 l.r.

COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO MOBILITÀ DEGLI ASSEGNATARI NEGLI ALLOGGI ERP (ART. 28 l.r. COMUNE DI SANT ILARIO D ENZA (Provincia di Reggio Emilia) REGOLAMENTO MOBILITÀ DEGLI ASSEGNATARI NEGLI ALLOGGI ERP (ART. 28 l.r. 24/01) Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n 44 del 27 giugno

Dettagli

Bando Generale Comune di Castelli anno 2011

Bando Generale Comune di Castelli anno 2011 1 Bando Generale Comune di Castelli anno 2011 SETTORE TECNICO Domanda di partecipazione per l assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (Legge Regionale 25 ottobre 1996, n. 96 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER SUBENTRO, OSPITALITA TEMPORANEA, COABITAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli