COMUNE DI ROMA. Capitolato Tecnico. Procedura Aperta

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI ROMA. Capitolato Tecnico. Procedura Aperta"

Transcript

1 COMUNE DI ROMA \ Capitolato Tecnico Procedura Aperta Servizio di manutenzione,supporto e sviluppo applicativo, in ambiente ERP-SAP, del sistema informativo contabile del Comune di Roma DIPARTIMENTO XIII - Reti Informative e Servizi Tecno - Logistici Viale della Previdenza Sociale, Roma Indice

2 1. Premessa Architettura del Sistema Informativo e Telematico del Comune di Roma Scenario tecnologico dei sistemi di elaborazione Descrizione del sistema informativo contabile Descrizione dei servizi Servizi di manutenzione applicativa a Manutenzione correttiva b Manutenzione adattativa c Manutenzione conservativa d manutenzione implementativa Servizi evolutivi Sviluppo applicativo Reingegnerizzazione Adeguamento normativo Analisi per la semplificazione e progettazione processi Definizione e gestione procedure del cambiamento Servizi di supporto inventario del software applicativo e della base dati Assistenza tecnica, assistenza utenti finali ed help desk II Livello Help desk di II Livello Sicurezza applicativa e di continuità operativa Supporto sistemistico di primo livello e supporto sistemistico SAP Assistenza specialistica per la presentazione in internet/intranet Supporto sistemistico ai server in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria Amministrazione del DB Oracle in uso presso L Ufficio Bilancio della Ragioneria Servizi di gestione del Progetto Gestione e rendicontazione della qualità del servizio Segreteria di progetto Fasce Orarie Modalità di Espletamento del Servizio Modalità di sviluppo Modalità di intervento evento Manutenzione Correttiva Assistenza tecnica ed help desk di II livello Servizio di Gestione del Cambiamento Gruppo di lavoro e skill professionali Documentazione Piano di Qualità Formazione Allestimento e rilascio del Servizio Capitolato Tecnico pag. 2

3 1. Premessa Il presente capitolato ha lo scopo di definire le caratteristiche tecniche del servizio tecnico applicativo per la manutenzione,supporto e sviluppo applicativo, in ambiente ERP-SAP, del (denominato in sigla NSCI). Il sistema informativo del presente appalto è stato realizzato in ambiente ERP- SAP R/3 sulla soluzione verticale per il settore pubblico ISPS (release 4.6C), personalizzando il prodotto base per adeguarlo alle esigenze funzionali della Ragioneria del Comune di Roma. Il sistema informativo prevede inoltre l utilizzo degli ambienti SAP - BW - SEM (release 3.1). Il sistema informativo è in fase di upgrade verso l ambiente SAP R/3 Release ECC 6) e SAP BW Release SAP NetWeaver 7 BI ed in tale ambiente opererà l impresa aggiudicataria del presente appalto. Il servizio si esplica su due componenti fondamentali: la componente manutentiva (servizi base) e quella evolutiva (servizi a consumo) e in questa ultima si comprendono i progetti di implementazione significativi e lo sviluppo applicativo. L impresa con periodicità concordata con l Amministrazione,generalmente ogni tre mesi, rilascerà versioni successive del sistema informativo contabile contente tutte le modifiche e/o implementazioni testate, collaudate e portate in ambiente di esercizio nel periodo di riferimento. Tali rilasci rappresentano i passi evolutivi del sistema. La produzione del software applicativo e la relativa documentazione deve essere aderente alle norme di qualità richieste nel presente capitolato. 2. Architettura del Sistema Informativo e Telematico del Comune di Roma L'infrastruttura tecnologica del sistema informativo e telematico del Comune di Roma nelle sue macro componenti, è riassumibile nei seguenti punti: un infrastruttura di comunicazione garantita da una Rete a larga banda realizzata e gestita dalla Soc. Telecom per il comune di Roma, attraverso la quale si istradano i servizi di trasmissione dati necessari per supportare le attività informatiche dell Amministrazione comunale, (attualmente sono circa 200 sedi comunali interconnesse fra loro); un infrastruttura centralizzata, presso il nuovo CED del Dipartimento XIII del Comune di Roma in Via Cristoforo Colombo 570, dotata di sistemi di elaborazione mediante i quali si garantiscono le applicazioni principali e vitali per l Amministrazione compreso il sistema informativo contabile; una infrastruttura di rete Lan in ogni ufficio comunale; esse sono realizzate prevalentemente con una cablatura fonia/dati, su cui si Capitolato Tecnico pag. 3

4 attestano i vari utenti dei servizi informatici erogati con oltre posti di lavoro informatici collegati; una infrastruttura informatica presso i più importanti uffici comunali dotato di server locali. L architettura del sistema informativo e telematico comunale è descritta nelle seguenti schede tecniche allegate: scheda allegata C1 - Standard Architetturali e Tecnologici scheda allegata C2 - Dettaglio Sedi Comunali scheda allegata C3 - Rete Dati a larga banda Il sistema informativo contabile generale è acceduto da tutti gli utenti di ragioneria (circa 300 compresi gli utenti periferici di ragioneria) e da tutte le direzioni gli uffici del comune per un numero di utenti superiori al migliaio che utilizzano il sistema. 3. Scenario tecnologico dei sistemi di elaborazione Nel seguito del presente punto lo scenario tecnologico dei sistemi di elaborazione dove è installata l applicazione del. L architettura hardware è basata su due server Pseries in alta affidabilità la cui configurazione hardware è la seguente:.64 CPU Power 5 a 1.9 GHZ.272 GB RAM e una memoria di massa su una SAN EMC DMX3 con 16 Tera Byte Configurazione software Server Sistema Operativo IBM AIX 5.4 Application Server Database applicativo IBM WebSphere 5.1 Integration Edition ORACLE 9 i/oracle 10g SAP SAP R/3 version ECC 6.0 Database cartografico ORACLE Spatial Server Cartografico Autodesk MapGuide 6.0 Componenti Server HTTP Server IBM WebSphere Deploy Manager IBM WebSphere MQ 5.3 LDAP Repository e Versioning IBM Rational ClearCase Capitolato Tecnico pag. 4

5 Linguaggi ABAP, Java, JSP, Javascript, HTML, XML, WSDL, BPEL 3.1 Descrizione del sistema informativo contabile Il sistema informativo contabile generale è costituito da seguenti ambienti e precisamente:.ambiente di produzione (doppio).ambiente di test.ambiente sviluppo..ambiente storico.ambiente DSS di produzione.ambiente DSS di test.ambiente DSS di sviluppo L ambiente di produzione è in alta affidabilità ed è installato su due server UNIX AIX mentre per i restanti ambienti non è richiesta l alta affidabilità. A ciascun ambiente in ambito UNIX-AIX virtualizzato è assegnato una partizione collegata all utilizzo di CPU e memoria RAM necessaria assegnata Il sistema informativo contabile è descritto con maggior dettaglio nella scheda allegate dove sono riportate anche le altre informazioni utili per la valutazione del servizio richiesto (dette schede e tutte le altre schede tecniche allegate saranno oggetto di rivisitazione per attualizzarle in fase di allestimento del servizio): scheda B1 Descrizione ambiente applicativo SAP scheda B2 Elenco programmi personalizzati scheda B3 Difettosità del sistema scheda B4 inventario software base scheda B5 inventario licenze SAP scheda B6 elenco sistemi informativi comunali scheda B7 breve descrizione del servizio disaster recovery L attuale stato di implementazione delle politiche di sicurezza, in relazione ai sistemi installati presso il XIII Dipartimento sono riportate nella scheda allegata D. Lo sviluppo applicativo avviene secondo gli standard riportati nell allegato E), laddove sono applicabili. Nella scheda F), G) sono riportate rispettivamente: modalità di consegna dei prodotti applicativi e qualità degli stessi. L appalto deve essere eseguito nel rispetto dei ruoli e responsabilità definite nella scheda H) Capitolato Tecnico pag. 5

6 4. Descrizione dei servizi L impresa aggiudicataria è tenuta alla fornitura dei seguenti servizi di:.manutenzione applicativa.evolutivi.supporto.gestione del progetto I servizi di manutenzione, di supporto e di gestione del progetto fanno parte dei servizi base. 4.1 Servizi di manutenzione applicativa I servizi di manutenzione applicativa, parte dei servizi base, riguardano interventi sui programmi standard SAP (applicazione note OSS) o sui programmi realizzati appositamente (custom) per correggere, mantenere, ottimizzare e aggiornare le procedure applicative utilizzando gli strumenti software dell ambiente applicativo e tali aree di intervento sono suddivise in quattro sottocategorie: o Manutenzione correttiva o Manutenzione adattativa o Manutenzione conservativa o Manutenzione implementativa Gli interventi applicativi, ad eccezione di quelli correttivi che devono rispettare solo gli SLA dedicati, devono essere opportunamente pianificati e concordati con l Amministrazione e inseriti nei piani di rilascio periodici. Il software e gli oggetti prodotti negli interventi di manutenzione applicativa dovrà essere coperto da garanzia- contro i difetti residui, per 12 mesi successivi al rilascio in esercizio. L Impresa è tenuta a fornire tutti gli eventuali elementi di misurazione necessari a mantenere aggiornato l inventario e la consistenza del parco applicativo e /o base dati interessati dall intervento. Lo sviluppo applicativo derivante dagli interventi manutenzione del software deve utilizzare il più possibile l ambiente standard ERP-SAP e se non presente in tale ambiente si procederà ad introdurre le dovute personalizzazioni. 4.1.a Manutenzione correttiva Per manutenzione correttiva si intendono le modifiche alle procedure ed ai programmi standard e custom del sistema informativo per correggere le cause e gli effetti di malfunzionamenti dopo il rilascio in produzione. Capitolato Tecnico pag. 6

7 Ovvero la Manutenzione Correttiva è volta a rimuovere le cause e gli effetti dei malfunzionamenti delle procedure e dei programmi ed è innescata da impedimenti all esecuzione dell applicazione o differenze riscontrate fra l effettivo funzionamento del software applicativo e quello atteso previsto dalla relativa documentazione tecnica. Generalmente tali malfunzionamenti derivano da errori di codifica. È quindi mirata ad eliminare funzionamenti errati ed al ripristino delle funzionalità previste dalle procedure. Se il malfuzionamento riguarda programmi standard, il ripristino della funzionalità avviene attraverso l applicazione di note oss altrimenti attraverso modifica del codice abap del programma che venne realizzato per l Amministrazione. Con la manutenzione correttiva si dovrà effettuare la diagnosi e la rimozione delle cause dei malfunzionamenti nelle procedure, nei programmi in esercizio e nelle interfacce nonché la diagnosi e la rimozione degli effetti di detti malfunzionamenti sulle basi dati. Il servizio di manutenzione correttiva è normalmente attivato da una segnalazione di impedimenti all esecuzione dell applicazione/funzione o dal riscontro di differenze fra l effettivo funzionamento del software applicativo e quello atteso, come previsto dalla relativa documentazione o comunque determinato dai controlli che vengono svolti durante l attività dell utente. I difetti presenti nel codice sorgente, o nelle specifiche di formato o di base dati, non rilevati a suo tempo durante il ciclo di sviluppo e il collaudo, sono risolti dal servizio di manutenzione correttiva. In presenza di un difetto sull ambiente SAP Standard (package ERP) l Impresa dovrà verificare la presenza di una Nota Oss che risolva la problematica ed applicarla ovvero, in mancanza di detta Nota, comunicare all Amministrazione la necessità di apertura di un ticket nei confronti di SAP e dovrà, nei limiti consentiti, intervenire per risolvere il difetto riscontratto. Il servizio di manutenzione correttiva, di norma, comporta limitate variazioni alla consistenza del parco applicativo ; anche in questo caso l Impresa è tenuta a fornire tutti gli eventuali elementi di misurazione necessari a mantenere aggiornato l inventario e la consistenza del parco applicativo. Nell ambito del servizio di manutenzione correttiva l Impresa dovrà attivare in proprio anche l eventuale competenza sistemistica di primo livello (prevista nel servizio di supporto) necessaria alla identificazione del malfunzionamento ed alla possibile soluzione. Una volta effettuata l analisi l impresa provvederà a passare la richiesta di intervento alla struttura competente del Comune di Roma che potrebbe essere anche un altra Impresa qualora trattasi di interventi esterni all attuale appalto. In fase di start di progetto questa integrazione tra le diverse aree di intervento dovrà essere definita e regolata secondo requisiti che non provochino ritardi di interventi rispetto alle esigenze. Nella manutenzione correttiva è compreso anche il software che l Impresa nel corso del periodo contrattuale modificherà o realizzerà ex-novo Capitolato Tecnico pag. 7

8 4.1.b Manutenzione adattativa Per manutenzione adattativa si intendono le modifiche alle procedure ed ai programmi volte ad assicurarne la costante aderenza alla evoluzione della configurazione hardware e software di base e d ambiente. Ovvero la Manutenzione Adattativa è volta ad assicurare la costante aderenza delle procedure e dei programmi all'evoluzione dell ambiente tecnologico del sistema informativo, come ad esempio l innalzamento dei livelli di software di base o l introduzione di nuove apparecchiature, in un contesto generale di compatibilità con l esistente, qualora cioè non siano richiesti progetti specifici e consistenti migrazioni (porting applicativo). Gli interventi della manutenzione adattativa sono volti a modificare le funzionalità applicative esistenti in funzione di mutamenti dell ambiente quali: innalzamento di versioni del software di base; introduzione di nuovi prodotti sw nuove modalità di gestione del sistema; migrazioni di piattaforma hw/sw. Il servizio di manutenzione adattativa dovrà essere opportunamente pianificato con l Amministrazione, al fine di rispettare le tempistiche derivanti da altri appalti e garantire la disponibilità del sistema anche in condizioni di criticità. 4.1.c Manutenzione conservativa Per manutenzione conservativa si intendono le modifiche alle procedure ed ai programmi volte a realizzare miglioramenti ed ottimizzazioni tramite la modifica di maschere, transazioni, report. La Manutenzione Conservativa è volta a preservare l efficienza delle procedure e dei programmi al variare delle condizioni e dei carichi di lavoro; include ad esempio l ottimizzazione dei tempi di risposta al crescere di banche dati oltre i limiti previsti in sede di progettazione o all ampliamento del parco utenza, comunque nell ambito di una normale evoluzione. La Manutenzione Conservativa, inoltre, comprende la modifica, di carattere permanente ma di portata limitata, della funzionalità del software, come ad esempio la modifica di una transazione o di un tabulato per una diversa presentazione delle informazioni. Gli interventi di manutenzione conservativa ai programmi e agli elementi connessi (dati, maschere,procedure,ecc.) riguarda principalmente:. esigenze di miglioramento delle prestazioni, facilità d uso, robustezza e sicurezza applicativa che tuttavia lascino inalterate le funzionalità. modifiche anche massive alle maschere video. interventi sulla base dati, modifiche tabelle, dimensioni, backup-restore,ecc.. interventi necessari a seguito modiche di configurazioni hardware e software di base E d ambiente. Capitolato Tecnico pag. 8

9 . interventi resi necessari a seguito segnalazione degli utenti e/o di coloro che gestiscono i sistemi di elaborazione.ottimizzazione e mantenimento dell integrazione con altri sistemi informativi Il servizio di manutenzione conservativa è finalizzata principalmente all ottimizzazione dell applicazione e al perfezionamento delle procedure, gli interventi vanno pianificati e inseriti nel piano dei lavori ed evidenziato nello Stato di avanzamento lavori ed è conveneniente rilasciare le migliorie all interno delle realease previste dai piani di lavoro. 4.1.d manutenzione implementativa Adeguamento delle procedure e dei programmi del sistema informativo in relazione a mutate esigenze dell Amministrazione o in seguito ad aggiornamenti della normativa in vigore, tramite incremento di funzioni per le quali si richiede lo sviluppo applicativo in forma ridotta. Ovvero la Manutenzione Implementativa è volta a mantenere le procedure ed i programmi dei sistemi informativi attuali allineate agli aggiornamenti, integrazioni con altri sistemi informativi che si rendono necessari per mutate esigenze e/o per modifiche alla della normativa in vigore, in un quadro di non variazione degli obiettivi primari delle applicazioni e tale intervento non si configura come un vero e proprio progetto, il cui ciclo di realizzazione dipende dalle dimensioni dell intervento stesso come descritto al punto 6. Tutte le implementazioni la cui stima in giorni/uomo è inferiore a 81 rientra in questa categoria. Ciò che non rientra con quanto sopra rappresentato, vien svolto dal servizio evolutivo. 4.2 Servizi evolutivi Per servizio evolutivo si intende lo sviluppo applicativo che realizza nuove funzionalità applicative non presenti, reingegnerizza funzionalità esistenti e adegua l intero sistema a nuove normative regolamentari o legislative o nuove funzionalità per integrare il <sistema contabile con gli altri sistemi informativi comunali. I servizi evolutivi sono organizzati per interventi ognuno dei quali si configura - sia per gli aspetti tecnici che per quelli amministrativo/contabili - come un vero e proprio progetto, il cui ciclo di realizzazione dipende dalle dimensioni dell intervento stesso come descritto al punto 6. Ai progetti conseguenti e concordati con l Amministrazione sono associate le risorse necessarie, sono schedulati i tempi di realizzazione e di rilascio e di integrazione con i piani di rilascio in produzione inerenti i servizi base. Capitolato Tecnico pag. 9

10 Le risorse allocate hanno una natura dinamica in base al dimensionamento del progetto e comunque globalmente nell arco dell anno solare non possono superare gli impegni relativi all appalto per quanto attiene ai servizi evolutivi. Qualora per sopravvenute esigenze l Amministrazione vuole comunque procedere a realizzare progetti ulteriori, questi dovranno far parte nuove richieste validate e finanziate a parte come servizi aggiuntivi. Lo sviluppo del software deve utilizzare il più possibile l ambiente standard ERP-SAP e se non presente in tale ambiente si procederà ad introdurre le dovute personalizzazioni. Gli interventi progettuali del servizio evolutivo riguardano: sviluppo applicativo reingegnerizzazione adeguamento normativo analisi per la semplificazione e progettazione processi e consulenza applicativa definizione e gestione delle procedure del cambiamento Secondo quanto previsto al punto 4.5 l Impresa dovrà consuntivare l impegno in giorni uomo complessivi e per figura professionale allocati nei diversi interventi. Il software prodotto dai servizi evolutivi dovrà essere coperto da garanzia contro i difetti residui, per 12 mesi successivi al rilascio in esercizio. Gli interventi di ogni progetto (sviluppo applicativo, reingegnerizzazione e adeguamento normativo) devono essere superiore a 80 giorni/uomo altrimenti rientrano nei servizi a canone per manutenzione implementativa Sviluppo applicativo Per sviluppo applicativo si intende lo sviluppo vero e proprio per la realizzazione di nuove funzionalità applicative, relative ad importanti estensioni di procedure esistenti del sistema informativo contabile od anche riguardanti l automazione di processi attualmente svolti in modalità manuale (cartacea). Lo sviluppo applicativo si configura come il principale modo per incrementare funzioni applicative sviluppate. L effettiva dimensione degli interventi di sviluppo è subordinata sia ad una pianificazione trimestrale sia alla specifica fase di definizione prevista nel ciclo di sviluppo di ciascun intervento. Lo sviluppo applicativo deve includere: L individuazione della funzionalità applicativa da sviluppare Verifica dello sviluppo con l ambiente standard ERP-SAP Il dimensionamento dell intervento in giorni/ uomo per figura professionale La pianificazione dell intervento e l inserimento nel piano dei lavori e nella realease del sistema contabile; Capitolato Tecnico pag. 10

11 La documentazione dell intervento con l inclusione dei vincoli realizzativi La realizzazione dell intervento (customizing, sviluppo di programmi custom) Il collaudo funzionale e tecnico Il test della funzionalità realizzata La verifica e il controllo da parte dell Amministrazione La messa in esercizio La documentazione del progetto-intervento realizzato Lo sviluppo applicativo può comportare un intervento implementativo sulla base dati con inserimento e/modifiche di tabelle e/o elementi di tabelle Reingegnerizzazione Per reingnerizzazione si intende la revisione profonda di funzioni applicative sia sotto l aspetto tecnco che organizzativo ed inoltre può richiedere interventi consistenti sulla base dati. La reingegnerizzazione deve includere: Le motivazioni dell intervento L impatto tecnico organizzativo della reingegnerizzazione Le funzionalità applicative interessate e/o tabelle della base dati interessate Verifica dello sviluppo con l ambiente standard ERP-SAP La pianificazione dell intervento e l inserimento nel piano dei lavori e nella realease del sistema contabile; La documentazione dell intervento con l inclusione dei vincoli realizzativi La realizzazione dell intervento Il collaudo funzionale e tecnico Il test della funzionalità realizzata La verifica e il controllo da parte dell Amministrazione La messa in esercizio La documentazione del progetto-intervento realizzato Adeguamento normativo L esigenza di questo servizio nasce ogni volta che l Amministrazione deve recepire nuove normative, leggi o modalità operative e di gestione che comportano una modifica profonda alla struttura dei data base e dei programmi o che richiedono la realizzazione di nuove procedure. L adeguamento normativo si configura come un unico progetto con una tempistica dettata dai termini e dalla condizioni della norma e l intervento conseguente che in genere trasversale su più funzioni applicative con revisioni consistente e tale intervento diviene prioritario rispetto agli altri interventi di sviluppo. L adeguamento normativo deve includere: Capitolato Tecnico pag. 11

12 Le motivazioni dell intervento L impatto tecnico organizzativo dell applicazione della nuova normativa Le funzionalità applicative interessate e/o tabelle della base dati interessate Verifica dello sviluppo con l ambiente standard ERP-SAP La pianificazione dell intervento e l inserimento nel piano dei lavori e nella release del sistema contabile; La documentazione dell intervento con l inclusione dei vincoli realizzativi La realizzazione dell intervento Il collaudo funzionale e tecnico Il test della funzionalità realizzata La verifica e il controllo da parte dell Amministrazione La messa in esercizio La documentazione del progetto-intervento realizzato Analisi per la semplificazione e progettazione processi L impresa può essere chiamata ad erogare un servizio per l analisi finalizzata alla semplificazione e progettazione processi nell ambito dello sviluppo informativo contabile che richiede una profonda conoscenza, da parte dell Impresa, delle questioni relative alla contabilità e bilancio degli enti locali e di tutti gli aspetti finanziari connessi Definizione e gestione procedure del cambiamento L Impresa nei tre mesi di allestimento del servizio dovrà definire le procedure di cambiamento e la loro modalità di gestione che costituiscono il Change Management del presente appalto. Nell ambito dei progetti di implementazione di un nuovo sistema informativo, è normalmente necessario, per sfruttarne pienamente le potenzialità, richiedere agli utilizzatori di cambiare abitudini e conoscenze che sono collaudate nel tempo e quindi non facilmente modificabili. I servizi professionali rivolti a tale ambito tendono a rendere disponibili le competenze, le iniziative e le tecniche in grado di procurare l adesione consapevole di tutti i soggetti interessati all intervento d automazione, Tali servizi sono indicati nel loro complesso come Change Management o Gestione del Cambiamento e si affiancano normalmente alle attività tecniche e di intervento sui processi per garantire il successo dell intero progetto. L obiettivo della gestione del cambiamento ha il compito di prevenire, tenere sotto controllo e gestire i rischi per il progetto derivanti dal fattore umano; gli elementi su cui si basa una corretta gestione del cambiamento sono la comunicazione e il coinvolgimento, accompagnate alle attività di formazione normalmente previste e dalla necessaria revisione degli aspetti organizzativi, normativi e di processo. Capitolato Tecnico pag. 12

13 E importante che le azioni di comunicazione e il coinvolgimento siano tarate sui destinatari per ottenere quel consenso informato e consapevole dei vantaggi che il progetto procurerà, senza il quale ogni iniziativa è destinata al fallimento. Sono infatti da escludere approcci impositivi perché assolutamente inefficaci e inopportuni in presenza di professionalità consolidate ed autorevoli. Per progettare efficaci interventi di gestione del cambiamento è quindi necessaria un accurata analisi degli attori coinvolti con l identificazione delle loro caratteristiche in termini di cultura e competenze, ruolo nel progetto, impatto che il cambiamento avrà su di loro. Il servizio verrà attivato su richiesta dell Amministrazione in base ad opportuna e preventiva valutazione sull effettiva esigenza del contesto di sviluppo che si sta affrontando, attingendo da un monte di giornate/uomo che l Impresa indicherà in sede di offerta. Il servizio erogato dall Impresa attingerà dal monte di giornate/uomo complessivo dei servizi evolutivi dichiarati in sede di offerta. 4.3 Servizi di supporto Per servizi di supporto si intendono tutti gli interventi che hanno come obbiettivo quello di dare supporto al fine di far funzionare correttamente e in modo continuativo il sistema informativo, dare supporto per la sicurezza informatica applicativa, la consulenza applicativa e nel contempo fornire l assistenza necessaria agli utenti del sistema quando si rende necessario. Tali servizi sono:.inventario del software applicativo e della base dati.assistenza tecnica, assistenza utenti finali ed help desk di II Livello,supporto ai sistemi sicurezza applicativa e di continuità operativa.supporto sistemistico di primo livello e supporto sistemistico SAP.assistenza specialistica per la presentazione in internet/intranet supporto sistemistico ai server dipartimentali in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria amministrazione del DB Oracle in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria inventario del software applicativo e della base dati Nell ambito di questo servizio l'impresa è tenuta, entro il periodo previsto di allestimento, ad effettuare la validazione ed il consolidamento dei dati di inventario relativi al software applicativo e della base dati per le tipologie oggetto dell appalto, acquisendo tutte le informazioni già disponibili nel repository all uopo dedicato dall Amministrazione. Capitolato Tecnico pag. 13

14 L Impresa dovrà provvedere all inventario del software applicativo del sistema informativo contabile, nella compnente standard ERP-SAP e non, residenti nell ambiente di esercizio del sistema di elaborazione centrali e relativo al presente appalto, fornendo il livello del software esistente in relazione alle ultime modifiche apportate (release attuale) e deve contenere la seguente lista di oggetti: per ciascuna area funzionale/sotto area (esempio contabilità finanziaria- Bilancio) o elenco delle transazioni standard o custom indicando descrizione e nome tecnico. Nel caso delle transazioni standard indicare se realizzate modifiche allo standard oppure utilizzare User Exit, nel caso di transazioni custom indicare se trattasi di Browser/Interfacce e si faccia uso di calltransaction o function; o Elenco dei report standard e custom; o Elenco dei SAPscript; o Elenco delle Query Con l inventario delle basi dati si intende, sempre nell ambito del sistema informativo oggetto del presente appalto, la lista delle tabelle custom e dei relativi elementi ed inoltre: la struttura del database custom gestito eventuali dataset ed i file, in input ed output, alle interfacce L Impresa dovrà anche mantenere aggiornata la lista dei prodotti software di base necessari al sistema informativo oggetto dell appalto. Per tutto l arco contrattuale, l'impresa deve prevedere procedure periodiche di aggiornamento dei dati di inventario che ne rendano costantemente affidabile il contenuto rispetto alla realtà esistente. Entro il ventesimo (20 ) giorno lavorativo dalla data di inizio lavori, l Impresa è tenuta a produrre un report inventariale iniziale con i dati ottenuti dalla richiesta fase di consolidamento. Sarà cura dell Amministrazione, a seguito di segnalazione da parte dell Impresa, fornire alla stessa tutti i dati che dimostrasse di non poter rilevare autonomamente. L inventario dovrà essere inserito nel repository documentale del sistema informativo contabile Assistenza tecnica, assistenza utenti finali ed help desk II Livello Il servizio di assistenza tecnica ed assistenza utenti finali ed help desk di II Livello dovrà essere dimensionato in un gruppo di lavoro costituito da un numero minimo di risorse professionali costantemente presenti presso l Amministrazione per le necessità per l intero appalto; tale numero dovrà essere stimato in proporzione al numero di utenti Capitolato Tecnico pag. 14

15 da gestire e in funzione della necessità di intervenire tempestivamente ed in modo efficace per ripristinare la piena operatività, secondo i livelli di servizio nel presente Capitolato di gara. Tutte le richieste per i servizi di manutenzione applicativa e di supporto, pervenute e non risolte nell ambito della struttura di Help Desk di I Livello dell Amministrazione Comunale, dovranno essere gestite dall help desk di II Livello che attiverà in funzione delle esigenze o il personale dell Impresa presso gli utenti utilizzatori delle applicazioni o in alternativa le persone rese disponibili presso l Impresa stessa. Ciò significa che l Impresa deve dedicare risorse con una serie di figure professionali adeguate alle esigenze da soddisfare sia in termini di skill che di numero che dovranno o potranno intervenire su richiesta nei tempi e nei modi indicati negli SLA previsti nel capitolato speciale Help desk di II Livello Il Modulo Help Desk di II Livello, su richiesta di intervento da parte dell Help Desk di I Livello eroga i servizi per la gestione e la risoluzione di tutti i problemi quotidiani relativi a malfunzionamenti/errori rilevati e relativi al funzionamento del sistema informativo contabile, e/o difficoltà operative degli utenti nell utilizzo delle applicazioni e degli strumenti informatici specifici dell ambiente SAP,. Non è competenza del presente appalto il supporto di helpdesk di primo livello relativo a tutti i malfunzionamento di rete, apparecchiature,server ecc. Lo scopo di questo servizio, è di massimizzare l efficienza operativa ed organizzativa fornendo tempestivamente soluzioni ai problemi segnalati dall Help Desk di I livello È il punto centralizzato di contatto con la struttura di I Livello, raccoglie le richieste di servizio, risolve problemi di secondo livello. Il funzionamento della struttura di help desk di II livello si compone delle seguenti macro attività: Problem determination: consiste nell identificare la componente in errore (hardware, software, rete) e le cause del problema effettuato dal primo livello di supporto Problem routing: consiste nel determinare, in funzione del tipo di problema e del componente in errore, la struttura di supporto (del Cliente, o di terzi) cui compete il problema, ed assegnarlo ad essa per la risoluzione effettuato dal primo livello di supporto Problem Solving: consiste nella effettuazione delle attività correttive di II livello; Problem control: consiste nel coordinamento di tutte le attività del processo ed è finalizzato al rispetto ed al miglioramento dei livelli di servizio richiesti. Problem reporting: consiste nel tracciamento del processo e nella produzione dei report previsti Sicurezza applicativa e continuità operativa L impresa deve contribuire a che l applicazione e la base dati trattata rispetti quanto previsto dalla misure minime di sicurezza di cui al Decreto Legislativo n. 196/2003, allegato B. Capitolato Tecnico pag. 15

16 Inoltre deve collaborare con l Amministrazione per realizzare ed eseguire il servizio di disaster recovery descritto nella scheda B5) nei tempi e nelle modalità stabilite o nuovi servizi di continuità operativa che l Amministrazione dovesse mettere in esercizio nell arco temporale dell appalto Supporto sistemistico di primo livello e supporto sistemistico SAP Per supporto sistemistico di primo livello si intendo tutte quelle attività sistemistiche a supporto diretto degli sviluppatori o all individuazione di problematiche che dovranno essere comunicate all Amministrazione se non di competenza della ditta appaltatrice. Il servizio di supporto sistemistico, prevede essenzialmente le seguenti categorie di attività: Definizione e contributo alla predisposizione ambienti di collaudo, di test e di esercizio; Definizione e contributo alla creazione e manutenzione tabelle di rdbms; ripristino di base dati; integrazione di nuovi sistemi e/o prodotti SW con gli applicativi in esercizio; individuazione di malfunzionamenti di sistema e applicativi supporto alla verifica dei piani di test; supporto alla verifica del rispetto dei requisiti di qualità del test del software; contributo all esecuzione a campione di test; supporto alla verifica della documentazione; supporto alla verifica del rispetto di requisiti di qualità del prodotto (non relativi al test); supporto alle attività connesse con l integrazione con altri sistemi informativi supporto alla redazione di piani di collaudo ed all esecuzione del collaudo; Per l ambiente ERP-SAP inoltre l Impresa dovrà garantire: Amministrazione SAP - Installazioni e upgrades sistemi - Controllare il log di sistema - Gestione spool - Controllare lo stato dei processi operativi - Analizzare dump brevi ABAP - Controllare errori di registrazione - Controllare gli inserimenti di blocco - Controllare l'elaborazione batch input - Controllare performance (buffer - database - carico del sistema) - Schedulazione e verifica jobs - Gestione TEMSE - Gestione sistema dei trasporti - Gestione autorizzazioni Capitolato Tecnico pag. 16

17 - Gestione accounts - Copie, cancellazioni, exports mandanti - Gestione mandanti - Messaggi di sistema - Aggiornare profilo di sistema - Aggiornare applicativo (Support Packages Kernel Patches) - Analisi errori, servizio e supporto - Monitoraggio di sis. CCMS - Controllare attività utente - Gestione modi operativi - Amministrazione memoria - Servizi OSS (ricerca note customer messages richiesta licenze registrazione oggetti e sviluppatori collegamenti remoti) Amministrazione Database - Installazioni e upgrades - Schedulazione e verifica backup - Check database - Schedulazione e verifica archive - Schedulazione e verifica jobs di manutenzione - Verifica e aggiornamento statistiche Oracle - Monitorare la crescita del database - Controllare il file alert Assistenza specialistica per la presentazione in internet/intranet L Impresa dovrà garantire un servizio adeguato per la presentazione dei dati pubblici su internet ed i dati in uso interno dell Amministrazione. Dovranno essere svolte le seguenti attività: Definizione degli ambienti di interconnessione verso la internet Definizione degli ambienti di interconnessione della intranet Predisposizione degli estrattori dei dati ed elaborazione degli stessi Supporto sistemistico ai server in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria Il supporto sistemistico ai server in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria e alla rete locale presso la sede centrale di Via Monte Tarpo della Ragioneria prevede essenzialmente le seguenti categorie di attività: Capitolato Tecnico pag. 17

18 Verifica di malfunzionamenti di server e della rete locale Problem determination e interfacciamento con i tecnici dell Amministrazione o di altre imprese predisposte per la soluzione Proposte di aggiornamento e/o modifiche di configurazione HW/SW Verifica del rispetto delle politiche di sicurezza informatica definite dall Amministrazione Definizione delle modalità e predisposizione dei backup di banche dati vitali gestite sui server della Ragioneria Amministrazione del DB Oracle in uso presso L Ufficio Bilancio della Ragioneria L Amministrazione del DB Oracle in uso presso l Ufficio Bilancio della Ragioneria prevede essenzialmente le seguenti categorie di attività: Installazione, upgrade, configurazione, tuning, sviluppo su DB Oracle sulle varie piattaforme tecnologiche (Windows/Unix). Definizione, realizzazione, test e documentazione delle soluzioni tecniche Schedulazione e verifica backup Check database Schedulazione e verifica archive Schedulazione e verifica jobs di manutenzione Verifica e aggiornamento statistiche Oracle Monitoraggio crescita del database Controllo file alert 4.4 Servizi di gestione del Progetto In questi servizi si fanno rientrare tutte le attività che riguardano l organizzazione, la gestione, la rendicontazione e la qualità del progetto. Tali attività saranno svolte presso la struttura dell Amministrazione appositamente prevista Gestione e rendicontazione della qualità del servizio L'Impresa, durante tutto l'arco contrattuale, dovrà garantire il livello dei servizi offerti secondo le modalità e la qualità definite nel Capitolato Speciale per il Livelli di Servizio Concordati. A tale proposito, l Impresa è tenuta ad effettuare una continua rilevazione dei livelli di servizio offerti con la produzione della relativa documentazione di reporting. Nell ambito di questo servizio viene anche richiesta la realizzazione e la produzione di reportistica, con cadenza almeno trimestrale, che evidenzi la rispondenza o meno del rispetto degli SLA. Capitolato Tecnico pag. 18

19 E inoltre richiesto, da parte dell Amministrazione, che vengano pianificati, con periodicità almeno mensile, degli incontri di revisione con il Responsabile dell erogazione del Servizio, da parte dell'impresa, in cui: venga verificata la qualità del servizio erogato sulla base degli accordi sui livelli di servizio definiti nell ambito del presente appalto come riportato nel Capitolato Speciale; venga verificato, sulla base di uno specifico report mensile, lo stato di avanzamento delle attività inerenti i servizi base; vengano valutate e pianificate attività inerenti i servizi evolutivi e gli eventuali servizi a richiesta; vengano analizzate e risolte eventuali problematiche tecniche e gestionali sorte nell ambito dell erogazione del servizio; vengano analizzate e indirizzate eventuali problematiche di tipo contrattuale. Ciascun livello di servizio dovrà essere misurabile attraverso procedure ed indicatori concordati con l Amministrazione in sede di progetto esecutivo del servizio ed il cui mancato rispetto comporterà l'applicazione delle penali previste dal Capitolato Speciale. L'Impresa è quindi tenuta a produrre, con periodicità almeno mensile dei report standard che, sulla base degli indicatori concordati, offrano una visione dell andamento delle metriche di qualità di ciascun servizio erogato come dettagliatamente definito nella tabella dei SLA del Capitolato Speciale. A tale proposito, si richiede all'impresa di definire, documentare e validare uno specifico processo di gestione dei livelli di servizio e di avvalersi di un insieme di strumenti con cui fornire la reportistica richiesta e con cui l'amministrazione possa condividere il monitoraggio della qualità dei servizi erogati. I livelli di servizio richiesti prescindono da eventuali malfunzionamenti derivanti da impedimenti e condizioni d ambiente non gestibili attraverso il presente appalto (e.g.: alimentazione elettrica, impianto di condizionamento, attività di altri fornitori autorizzati dall Amministrazione ad operare direttamente su alcune componenti infrastrutturali del sistema informativo Comunale) Segreteria di progetto Il progetto derivante dal presente capitolato sarà di dimensioni, complessità e durata tali da dover prevedere una struttura formale di supporto al Responsabile di Progetto e al Responsabile dei Lavori per la gestione delle comunicazioni e della documentazione. A tal uopo è richiesta l istituzione di un apposita struttura dotata di personale e attrezzature tali da: supportare i responsabili nella produzione di tutta la documentazione di progetto ivi compresi i verbali delle sedute dei vari comitati previsti e le comunicazioni di qualsiasi tipo e formato; custodire il formato cartaceo di tutti i documenti di progetto, almeno nella versione corrente; Capitolato Tecnico pag. 19

20 assicurare la distribuzione della documentazione di progetto a tutti gli aventi diritto; assicurare la distribuzione delle comunicazioni ufficiali tra Amministrazione e Impresa e tra Impresa e Amministrazione a tutti gli interessati; Verificare la corrispondenza formale e sostanziale tra le versioni elettroniche e cartacee della documentazione custodita. 5. Fasce Orarie Il servizio del presente appalto è erogato di massima dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 18,00. L impresa dovrà garantire i servizi di manutenzione applicativa e di supporto al di fuori dell orario sopra riportato sia in orario notturno che nei giorni festivi, 24 ore su 24 in reperibilità e con la presenza fisica minima necessaria per tutti seguenti momenti relativi a processi contabili significativi: Formazione del bilancio; Approvazione del bilancio; Predisposizione del Consuntivo ed approvazione dello stesso; Richieste di assestamento e approvazione dell Assestamento Il livello di prestazione richiesto è analogo a quello riservato alla normale fascia oraria degli altri giorni feriali e devono effettuato nel rispetto degli SLA corrispondenti. Il relativo corrispettivo è inteso incluso nel canone annuo proposto nell offerta. L Amministrazione si impegna a fornire un preavviso di almeno una settimana dalla specifica richiesta di servizio. Nel caso di specifiche ed estemporanee necessità dell Amministrazione, al di fuori di quelle elencate sopra, l Impresa è tenuta a fornire un servizio aggiuntivo a richiesta nell ambito delle tipologie previste dal presente capitolato. In questa situazione l Amministrazione concorderà preventivamente con l impresa la composizione e la pianificazione dei servizi richiesti, il cui corrispettivo verrà valutato al momento sulla base dei costi unitari per i servizi a richiesta specificati in fase di offerta. 6. Modalità di Espletamento del Servizio Il presente punto descrive le modalità di erogazione dei servizi oggetto dell appalto in parte delineate al punto come descrizione dei servizi. L Amministrazione si riserva di modificare tali modalità, di introdurre nuove modalità, di definire/modificare gli attuali standard, anche in corso d opera, dandone sufficiente preavviso al fornitore. In aggiunta, tali modalità di esecuzione potranno essere congiuntamente riviste, su proposta dell Impresa, e potranno essere concordate opportune semplificazioni o variazioni in funzione delle specificità dei singoli obiettivi. Capitolato Tecnico pag. 20

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico

Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione. ALLEGATO IV Capitolato tecnico Presidenza della Giunta Ufficio Società dell'informazione ALLEGATO IV Capitolato tecnico ISTRUZIONI PER L ATTIVAZIONE A RICHIESTA DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SISTEMISTICA FINALIZZATI ALLA PROGETTAZIONE E

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE

Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA. Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE Allegato Tecnico al Contratto di Appalto di Servizi Informatici tra ACAM SPA e ACAM CLIENTI SPA Allegato A2 Servizi APPLICATION MANAGEMENT SERVICE 1 Introduzione 1.1 Premessa 1. Il presente Allegato A2

Dettagli

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10

MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 MANUALE DELLA QUALITÀ Pag. 1 di 10 INDICE IL SISTEMA DI GESTIONE DELLA QUALITÀ Requisiti generali Responsabilità Struttura del sistema documentale e requisiti relativi alla documentazione Struttura dei

Dettagli

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO

DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO DIPARTIMENTO INFORMATIVO e TECNOLOGICO ARTICOLAZIONE DEL DIPARTIMENTO Il Dipartimento Informativo e Tecnologico è composto dalle seguenti Strutture Complesse, Settori ed Uffici : Struttura Complessa Sistema

Dettagli

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP

Normalizzazione del Sistema Informativo dell Istituto FORNITURA DI PRODOTTI SOFTWARE IBM PER IL SISTEMA INFORMATIVO DELL INPDAP INPDAP Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Gara per la fornitura di prodotti software per il Sistema Informativo dell INPDAP Normalizzazione del Sistema Informativo

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA SEZIONE 4 - SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA 4.1 Requisiti generali LICEO ETTORE MAJORANA - ROMA Il LS Majorana ha stabilito, tiene aggiornato, attua e documenta il proprio Sistema di gestione della qualità (SGQ) in accordo con in requisiti della

Dettagli

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI

MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI MANUTENZIONE SOFTWARE - ASSISTENZA ALL AVVIAMENTO E COLLAUDO - FORMAZIONE DEGLI UTENTI DeltaDator garantirà un servizio di manutenzione correttiva, di manutenzione adeguativa e di manutenzione evolutiva.

Dettagli

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici

solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici solinfo servizi per prodotti e sistemi informatici La nostra azienda, oltre a produrre, distribuire e installare i propri software presso la clientela, eroga a favore di quest ultima una serie di servizi

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA CONDUZIONE

Dettagli

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare DIREZIONE GENERALE PER GLI AFFARI GENERALI E DEL PERSONALE Divisione III Sistemi Informativi RDO PER LA FORNITURA DI SERVIZI PER LA GESTIONE

Dettagli

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO

SPECIFICHE TECNICHE DI SISTEMA TITOLO DOCUMENTO DIREZIONE EMITTENTE CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile

Dettagli

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura

ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO. Requisiti di qualità specifici della fornitura CONSIP S.p.A. ALLEGATO 4 AL CAPITOLATO TECNICO Requisiti di qualità specifici della fornitura Capitolato relativo all affidamento dei servizi di Sviluppo, Manutenzione, Assistenza e Servizi intellettivi

Dettagli

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i

C O M U N E D I G A L L I P O L I A r e a d e l l e P o l i t i c h e t e r r i t o r i a l i e d I n f r a s t r u t t u r a l i APPALTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEL SISTEMA INFORMATICO COMUNALE BANDO DEL 16/05/2013 QUESITO N. 35 inviato alla casella di posta elettronica indicata sul bando in data 15/07/2013 Facendo riferimento

Dettagli

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web

Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web Allegato B DOCUMENTO DI SLA (Service Level Agreement) Colf&Badanti Web 1 INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO 3 2. SLA RELATIVO ALLA INFRASTRUTTURA PRIMARIA 3 2.1. Dati di targa... 3 2.2. Banda virtuale

Dettagli

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING

CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING CONVENZIONE CON GLI ATENEI E ISTITUTI DI GRADO UNIVERSITARIO ALLEGATO 3 CRITERI TECNICI PER LE MODALITA DI ACCESSO DESCRIZIONE DEL SERVIZIO DI HOSTING Il servizio, fornito attraverso macchine server messe

Dettagli

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000

Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Norme per l organizzazione - ISO serie 9000 Le norme cosiddette organizzative definiscono le caratteristiche ed i requisiti che sono stati definiti come necessari e qualificanti per le organizzazioni al

Dettagli

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da

PROCEDURA PR.07/03. Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE. Verificato da PROCEDURA PR.07/03 Progettazione e sviluppo software STATO DI REVISIONE NUMERO REVISIONE DATA Emesso da DT Fabio 0 15/07/03 Matteucci 1 22/12/03 Fabio Matteucci 2 Verificato da Rappresentante della Direzione

Dettagli

Dettaglio Fasi Progettuali

Dettaglio Fasi Progettuali Procedura volta alla realizzazione di un nuovo sistema informatico, denominato G.U.S.-N., finalizzato all automazione dei processi di raccolta, condivisione ed elaborazione dei dati nazionali concernenti

Dettagli

Università degli Studi della Basilicata

Università degli Studi della Basilicata Università degli Studi della Basilicata SERVIZIO DI ASSISTENZA MANUTENTIVA E GESTIONE TECNICA E SISTEMISTICA DEI SISTEMI COSTITUENTI LA RETE DI TELEFONIA DELL'UNIVERSITA' CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

Dettagli

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l.

Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. Contratto di Assistenza e manutenzione del software applicativo e di fornitura di assistenza sistemistica della PANTAREI INFORMATICA S.r.l. N del Tra la PANTAREI INFORMATICA S.r.l. - Via degli Innocenti,

Dettagli

figure professionali software

figure professionali software Responsabilità del Program Manager Valuta la fattibilità tecnica delle opportunità di mercato connesse al programma; organizza la realizzazione del software in forma di progetti ed accorpa più progetti

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013

CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 CAPITOLATO TECNICO TRATTATIVA PRIVATA PER LA FORNITURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INFORMATICA AGLI UTENTI DELL ATENEO FIORENTINO ANNO 2013 1 Oggetto della fornitura Il presente Capitolato ha per

Dettagli

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA 1 di 8 1 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE SULLA BASE DI DOCUMENTI DI 2 Parte Titolo 3 PARTE I I.1 PREMESSA I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DELLA

Dettagli

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile della Documentazione,

Dettagli

Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco

Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco Capitolato tecnico Supporto tecnico Hardware su apparecchiature Cisco codice: rev.: 00001 data: 03 Giugno 2009 INDICE 1. Introduzione...3 1.1 Scopo...3 2. Descrizione...4 2.1 Oggetto del Servizio...4 2.2

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi Acquisizione Beni e Servizi Indice dei contenuti 1. SCHEDA SERVIZIO ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI...3 1.1. TIPOLOGIA... 3 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 3 1.2.1 Descrizione del servizio... 3 1.2.2 Obblighi

Dettagli

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC

C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI. ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC allegato B C O M U N E DI A S S E M I N I PROVINCIA DI CAGLIARI ************* AREA DIREZIONALE Servizio SIC DISCIPLINARE TECNICO Per l espletamento del Servizio di assistenza alla rete informatica Comunale

Dettagli

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT.

SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. Cod. Figure professionali q.tà gg.uu. Riepilogo di Progetto 1.092 SCHEDULAZIONI RIEPILOGATIVE E CONFRONTO DI: - FASI E ATTIVITA' DEL WBS; - PRODOTTI; - COMPITI; - RISORSE PROFESSIONALI; - EFFORT. 001 Comitato

Dettagli

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI

LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI LA MISURA DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA AGLI UTENTI Gruppo di monitoraggio INAIL Abstract È illustrata l esperienza INAIL di monitoraggio di contratti di servizi informatici in cui è prevista l assistenza

Dettagli

Architettura del sistema

Architettura del sistema 18/06/15 I N D I C E 1 INTRODUZIONE... 2 2 DEFINIZIONE DEGLI OBIETTIVI... 2 3 PROGETTO DI MASSIMA... 3 3.1 REQUISITI DELLA SOLUZIONE... 4 4 LA SOLUZIONE... 4 4.1 IL NUCLEO CENTRALE... 5 4.1.1 La gestione

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE

CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI SUPPORTO TECNICO SISTEMISTICO RETI E SERVER AZIENDALI INDICE 1- Premessa 2- Tipologia della prestazione 3- Consistenza apparati di rete e macchine server 4- Luoghi di espletamento

Dettagli

Capitolato Tecnico. Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva,

Capitolato Tecnico. Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva, Capitolato Tecnico Procedura aperta per l affidamento della fornitura dei servizi di Manutenzione Correttiva, Manutenzione 1 INDICE 1 Contesto di riferimento... 3 1.1 Presentazione della Società Committente...

Dettagli

IL PROGRAMMA DI MANUTENZIONE

IL PROGRAMMA DI MANUTENZIONE IL PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI La normativa vigente riconosce l importanza della conservazione della qualità edilizia nel tempo attraverso l introduzione del piano di manutenzione

Dettagli

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN)

Contratto. assistenza software. anno 2015. Comune di TESERO (TN) info@icasystems.it A LESSANDRIA - BERGAMO - VERONA CREMONA - CAGLIA R I - FOGGIA - NAPOLI - PALMI (RC) CATANIA Contratto di assistenza software anno 2015 Comune di TESERO (TN) 62//2015 ICA SYSTEMS Srl

Dettagli

un rapporto di collaborazione con gli utenti

un rapporto di collaborazione con gli utenti LA CARTA DEI SERVIZI INFORMATICI un rapporto di collaborazione con gli utenti La prima edizione della Carta dei Servizi Informatici vuole affermare l impegno di Informatica Trentina e del Servizio Sistemi

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT AMBIENTE OPERATIVO 1 Premesse metodologiche La complessità di un sistema informatico dipende dall aumento esponenziale degli stati possibili della sua architettura. Se è vero

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

1. PREMESSA...2 1.1 Ulteriori Definizioni e Acronimi...2 2. IL SERVIZIO...2

1. PREMESSA...2 1.1 Ulteriori Definizioni e Acronimi...2 2. IL SERVIZIO...2 ALLEGATO A DOCUMENTO TECNICO AL CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA PER I DOCUMENTI INFORMATICI SOTTOSCRITTI CON FIRMA DIGITALE TRA UNI IT S.R.L. E COMUNE DI RIVA DEL GARDA 1.

Dettagli

Documento Tecnico DT 06 DT 06 Rev. 0

Documento Tecnico DT 06 DT 06 Rev. 0 REGOLAMENTO DELL UFFICIO TECNICO Art.1 - Identità dell Ufficio tecnico L Ufficio tecnico: 1. ha la funzione di supporto e coordinamento delle attività di laboratorio e le esercitazioni previste dai Dipartimenti,

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI

TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE I.C.T. Information and Communication Technology TECNICO SUPERIORE PER LE TELECOMUNICAZIONI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE

Dettagli

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE

CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE CONTRATTO TIPO DI MANUTENZIONE SOFTWARE Clausola tipo 1 Definizioni L Assistenza telefonica e/o online ha ad oggetto un servizio di call center di helpline via telefonica e/o telematica (via email o web

Dettagli

DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS IN TEMA DI STANDARD DI COMUNICAZIONE

DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS IN TEMA DI STANDARD DI COMUNICAZIONE Allegato A Allegato A alla deliberazione 18 dicembre 2006, n. 294/06 così come modificata ed integrata con deliberazione 17 dicembre 2008 ARG/gas 185/08 DISPOSIZIONI DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE

REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE COMUNE DI CORMANO PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO INTERNO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (approvato con deliberazione C.C. n. 58 del 01/12/2003) 1 INDICE ART. 1 ART. 2 ART. 3 ART. 4 ART. 5 ART. 6 AMBITO DI

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

Capitolato Tecnico Lotto 1

Capitolato Tecnico Lotto 1 Capitolato Tecnico Lotto 1 Procedura Aperta Servizio di gestione, manutenzione, supporto e sviluppo tecnologico delle infrastrutture hardware e software del Data Center di Roma Capitale. Dipartimento Risorse

Dettagli

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici

Comune di Nola Provincia di Napoli. Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Comune di Nola Provincia di Napoli Regolamento di gestione utenti e profili di autorizzazione per trattamenti elettronici Sommario Articolo I. Scopo...2 Articolo II. Riferimenti...2 Articolo III. Definizioni

Dettagli

Sistema di Gestione per la Qualità

Sistema di Gestione per la Qualità Pagina 1 di 8 Manuale Qualità Sistema di Gestione per la Qualità INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragraf i variati Pagine variate 1.0 14.03.2003 Prima emissione Tutti Tutte ELABORAZIONE

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO

STRUTTURA AZIENDALE PROVVEDITORATO ECONOMATO IL DIRIGENTE RESPONSABILE: DR. DAVIDE A. DAMANTI CAPITOLATO TECNICO CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA DI COTTIMO FIDUCIARIO AI SENSI DELL ART. 125 DEL D. LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA E MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA HARDWARE E

Dettagli

SUITE SISTEMI. la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi. White Paper

SUITE SISTEMI. la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi. White Paper SUITE SISTEMI la suite di soluzioni dedicate all ufficio Sistemi Informativi White Paper Introduzione Suite Sistemi è un pacchetto di soluzioni per la gestione di tutte le attività che coinvolgono l ufficio

Dettagli

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE

PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE PROCEDURA DI GARA PER LA FORNITURA DI UNA PIATTAFORMA PER L ORCHESTRAZIONE DI SERVIZI COMPOSITI E LA GESTIONE DOCUMENTALE CAPITOLATO TECNICO DI GARA CIG 5302223CD3 SOMMARIO 1 Oggetto della Fornitura...

Dettagli

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi Identificazione documento Titolo Tipo Nome file Livelli di servizio Documentazione SIS_sla_v2 Approvazioni Nome Data Firma Redatto da Pollio 25/11/2010 Revisionato da Barone 14/01/2011 Approvato da Barone

Dettagli

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230

Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Guida al controllo contabile di Fabrizio Bava e Alain Devalle * Le regole per la predisposizione delle carte di lavoro: il principio di revisione n.230 Il principio di revisione n.230 stabilisce le regole

Dettagli

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services

Gestione Unica Utenti End User Support and Application Management Services A COSA SERVE Fornisce supporto a 360 agli Utenti Gestione ottimizzata dell intero «ciclo di vita» degli asset informatici dalla acquisizione alla dismissione, eliminando l impatto della complessità tecnologica

Dettagli

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare

Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare Per la ricerca di soggetti qualificati per la progettazione e lo sviluppo del Portale agroalimentare CIG: Z7A142CF56 Specifiche tecniche Sommario 1. Oggetto del servizio... 2 1.1 Documenti di riferimento...2

Dettagli

RICHIESTE DI CHIARIMENTO DEL 04/08/2015

RICHIESTE DI CHIARIMENTO DEL 04/08/2015 GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA SULL AREA GESTIONALE (SISTEMA ESACE) DEL SISTEMA INFORMATIVO DI SACE CIG 6315997D98 RICHIESTE DI CHIARIMENTO

Dettagli

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO

COMUNE DI L'AQUILA CAPITOLATO COMUNE DI L'AQUILA Via Francesco Filomusi Guelfi 67100 - L'Aquila CAPITOLATO GARA PER LA FORNITURA ED INSTALLAZIONE DI APPARECCHIATURE E SERVIZI PER LA RILEVAZIONE AUTOMATICA DELLE PRESENZE DEL PERSONALE

Dettagli

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO)

GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) GARA N. 1004 ACCORDO QUADRO TRIENNALE PER L AGGIORNAMENTO TECNOLOGICO E LO SVILUPPO DELLE APPLICAZIONI INFORMATICHE GSE (SINTESI DELL APPALTO) Pagina 1 di 5 INDICE 1. I SERVIZI RICHIESTI...3 2. AGGIORNAMENTO

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server

IBM Implementation Services per Power Systems Blade server IBM Implementation Services per Power Systems Blade server Questo allegato descrittivo del servizio ( Allegato ) è tra il Cliente (nel seguito denominato Cliente ) e IBM Italia S.p.A. (nel seguito denominata

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

Allegato 2 Modello offerta tecnica

Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Modello offerta tecnica Allegato 2 Pagina 1 Sommario 1 PREMESSA... 3 1.1 Scopo del documento... 3 2 Architettura del nuovo sistema (Paragrafo 5 del capitolato)... 3 2.1 Requisiti generali della

Dettagli

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1

Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A5_1 V1.0 Acquisizione di prodotti e servizi Parte 1 Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

MODULO OFFERTA ECONOMICA

MODULO OFFERTA ECONOMICA Allegato 1 al documento Modalità presentazione offerta GARA A PROCEDURA APERTA N. 1/2007 PER L APPALTO DEI SERVIZI DI RILEVAZIONE E VALUTAZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DELLA NORMATIVA VIGENTE IN MATERIA

Dettagli

Pubblicazione informazioni integrative e correttive

Pubblicazione informazioni integrative e correttive Gara per la fornitura dei servizi di assistenza tecnica e manutenzione per i sistemi dipartimentali e per gli impianti LAN ubicati presso gli uffici centrali e periferici della Regione Basilicata. CIG:

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali

Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali Milano, settembre 2009 v.1.3 Pagina 1 Premessa La predisposizione di questa sperimentale Carta dei Servizi Informatici Dipartimentali (Carta SID) vuole rispondere

Dettagli

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA C. E. D. (Centro Elaborazione Dati) Il Responsabile (P.I. Filippo Romano)

Dettagli

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E PROCEDURA RISTRETTA (AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I.) PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO SOFTWARE DELLA CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO

Dettagli

Condizioni di segnalazione OPAN

Condizioni di segnalazione OPAN Condizioni di segnalazione OPAN 1. Parti contraenti, Verein für ambulante Dienste der Stadt Bern, Könizstrasse 60, casella postale 450, CH- 3000 Berna 5, di seguito denominata offerente e l'organizzazione

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti

PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti PIANIFICAZIONE DELLA FORMAZIONE: processi, attori e strumenti Dott.ssa Patrizia Castelli Premessa: Il processo di pianificazione della formazione nasce dall esigenza di sviluppare le competenze e le conoscenze

Dettagli

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO ALLEGATO 1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO . IntrodDescrizione del Servizio a) Procedura di accreditamento Il Centro Servizi (CS) che richiede l accreditamento per la fornitura dell accesso fisico al Sistema

Dettagli

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL

ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL ALLEGATO AL CONTRATTO DI FORNITURA DEL SERVIZIO LEGALMAIL.1. Introduzione Legalmail è un servizio di posta elettronica che garantisce un elevato grado di affidabilità e sicurezza. Esso consente al Cliente

Dettagli

PROVINCIA DI BENEVENTO

PROVINCIA DI BENEVENTO PROVINCIA DI BENEVENTO FORNITURA DI SERVIZI DI PRESIDIO DEL CENTRO DI CALCOLO E MANUTENZIONE CORRETTIVA ED EVOLUTIVA DEL SISTEMA INFORMATIVO DEL SETTORE AMMINISTRATIVO ALLEGATO TECNICO AL CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A.

S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. S.A.C. Società Aeroporto Catania S.p.A. Capitolato tecnico per Affidamento del servizio di consulenza per la progettazione, implementazione e certificazione di un Sistema di Gestione Integrato per la Qualità

Dettagli

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi

REGIONE BASILICATA. Contratto di prestazione di servizi REGIONE BASILICATA Contratto di prestazione di servizi PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO QUINQUENNALE DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DEL SISTEMA INFORMATICO DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE

Dettagli

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.)

PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) REGIONE BASILICATA PROCEDURA APERTA (AI SENSI DEL D.LGS.163/2006 E S.M.I.) PER L'ACQUISIZIONE DEL SERVIZIO EVOLUTIVO E DI ASSISTENZA SPECIALISTICA DEL SISTEMA INFORMATIVO LAVORO BASIL DELLA REGIONE BASILICATA

Dettagli

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino

2) Domanda Strutture logistiche per laboratorio e Magazzino Gara a procedura aperta per l affidamento di servizi di supporto tecnico-informatico agli u- tenti dei sistemi informativi gestionali di ENAV S.p.A. CHIARIMENTI A seguito di richiesta di chiarimenti ed

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma)

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Appalto per l Affidamento del Servizio di MANUTENZIONE, MONITORAGGIO E CONDUZIONE DEI SERVIZI DI SERVER FARM dell Azienda Sanitaria Locale Roma H compresa la realizzazione di due progetti IT finalizzati

Dettagli

Modello dei controlli di secondo e terzo livello

Modello dei controlli di secondo e terzo livello Modello dei controlli di secondo e terzo livello Vers def 24/4/2012_CLEN INDICE PREMESSA... 2 STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 3 DEFINIZIONE DEI LIVELLI DI CONTROLLO... 3 RUOLI E RESPONSABILITA DELLE FUNZIONI

Dettagli

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE

GESTIONE NON CONFORMITÀ, AZIONI CORRETTIVE E PREVENTIVE rev. 0 Data: 01-03-2006 pag. 1 10 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni

Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Specifiche dello sviluppo di un progetto software e indicazioni sulla documentazione e sulle modalità di esercizio delle prestazioni Redatto dalla Commissione per l elettronica, l informatica e la telematica

Dettagli

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA

MANUALE di GESTIONE per la QUALITA Pagina 1 di 5 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo della presente sezione del MQ è definire le modalità e i criteri adottati dalla No Problem Parking spa per pianificare ed attuare i processi di misurazione

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2015 2017 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 29.01.2015 con Deliberazione di Consiglio Direttivo n.03 Pubblicato

Dettagli

Specifica del Servizio Network Operation Center

Specifica del Servizio Network Operation Center Specifica del Servizio Network Operation Center Tipo Documento: Specifica Qualified Exchange Network Scopo del Documento: Il presente documento si prefigge di descrivere la soluzione della SC- QXN relativa

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE IV: IL RESPONSABILE DEL SETTORE: Ing. Pasquale Matrisciano Registro Generale n. 91 del 10/02/2015 Registro Settore n. 12 del 06/02/2015 O

Dettagli

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi

Identificazione documento. Approvazioni. Variazioni DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II. Centro di Ateneo per i Servizi Informativi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II Identificazione documento Titolo Tipo Nome file Livelli di servizio Documentazione SIS_sla_v3 Approvazioni Nome Data Firma Redatto da Pollio 25/11/2010 Revisionato

Dettagli

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet

OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet Cliente Ordine degli Avvocati di Trento Largo Pigarelli, 1 38100 Trento (TN) OGGETTO: Convenzione fornitura siti internet A seguito della Vostra richiesta ci pregiamo sottoporvi la nostra migliore offerta

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE ARTICOLO 1 OGGETTO DEL CONTRATTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.P.S.S.S. Edmondo De Amicis Sede Centrale: Via Galvani, 6 00153 Roma 065750889/559-065759838 www.edeamicis.com

Dettagli

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi

Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi 1 Contratto Quadro Realizzazione di portali e servizi on line Lotto 4 - ID 1403 Roma, 11 aprile 2016 2 Indice 1. Servizi disponibili 2. Progettazione, Sviluppo, MEV di portali, siti e applicazioni web

Dettagli

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI

MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI Pagina:1 di 6 MODALITÀ ORGANIZZATIVE E PIANIFICAZIONE DELLE VERIFICHE SUGLI IMPIANTI INDICE 1. INTRODUZIONE...1 2. ATTIVITÀ PRELIMINARI ALL INIZIO DELLE VERIFICHE...2 3. PIANO OPERATIVO DELLE ATTIVITÀ...2

Dettagli

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.

Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG. QUESITO N.1 Procedura aperta per l'affidamento triennale del servizio di gestione e manutenzione del sistema informatico dell'irccs/crob CIG.: 620254560D A) Atteso che il capitolato Tecnico Allegati 1

Dettagli

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati

Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Utilizzo del Dizionario delle Forniture ICT per la costruzione di capitolati Linee guida sulla qualità dei beni e servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della PA Marco Gentili Conoscere

Dettagli

esolver per la Gestione Automezzi

esolver per la Gestione Automezzi SISTEMA IMPRESA Sistema integrato per la gestione aziendale. esolver per la Gestione Automezzi Software e servizi per la gestione di flotte, mezzi, attrezzature e risorse. esolver per la Gestione Automezzi

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Allegato 5 CAPITOLATO TECNICO GARA PER L ACQUISIZIONE DI UN SISTEMA DI SICUREZZA ANTIVIRUS CENTRALIZZATO PER IL MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 1 INDICE 1 Introduzione... 3 2 Oggetto della Fornitura...

Dettagli