COMUNE DI BUDONI. Provincia di Olbia-Tempio SETTORE CULTURA, PUBBLICA ISTRUZIONE,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI BUDONI. Provincia di Olbia-Tempio SETTORE CULTURA, PUBBLICA ISTRUZIONE,"

Transcript

1 COMUNE DI BUDONI Provincia di Olbia-Tempio SETTORE CULTURA, PUBBLICA ISTRUZIONE, SPORT, SPETTACOLO, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI, BIBLIOTECA, TURISMO E FORMAZIONE CAPITOLATO DI GARA CIG (Codice identificativo gara): FE5 Allegato alla determinazione n. 32 del 14/02/2014 PREMESSA MISSION ART.1 DESCRIZIONE DEI SERVIZI ART.2 GRUPPO DI LAVORO: COSTITUZIONE; LUOGO E MODALITA DI EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE ART.3 DURATA E CRONOPROGRAMMA ART.4 DIRITTI DI UTILIZZO E DI ESCLUSIVA ART.5 ONERI E OBBLIGHI DELL AGGIUDICATARIO ART.6 RESPONSABILITA CIVILE E PENALE ART.7 PENALI ART.8 RISOLUZIONE ART.9 RECESSO ART.10 COMPENSO E PAGAMENTI ART.11 VARIAZIONE DELL ENTITA DEI SERVIZI DA FORNIRE ART.12 PROROGHE E SOSPENSIONE DELLE ATTIVITA ART.13 RISERVE DELLA STAZIONE APPALTANTE ART.14 RINVII

2 PREMESSA Il presente capitolato definisce caratteristiche, modalità e condizioni per la fornitura di servizi specialistici finalizzati alla realizzazione del sistema operativo e informativo turistico del Comune di Budoni, di seguito denominato Network Budoni. Detto sistema integrato dovrà garantire alla pluralità di soggetti appresso individuati il facile accesso alla piattaforma tecnologica richiesta, dando così l avvio a un processo coordinato di messa in rete degli operatori locali per la creazione, promozione e commercializzazione dell offerta turistica territoriale. In considerazione del fatto che la stazione appaltante ha ampiamente e approfonditamente valutato l interesse pubblico dell iniziativa in questione, individuando l approccio scientifico e operativo da adottarsi per il raggiungimento degli scopi prefissati, alle imprese concorrenti si richiede l adesione integrale delle rispettive proposte alle esigenze tecniche del Comune di Budoni, non ammettendosi soluzioni alternative se non quelle aggiuntive delle proposte migliorative. Pertanto, la rispondenza alle specifiche di cui all art.1 Descrizione dei servizi sono da considerarsi quale base imprescindibile dell offerta. MISSION I servizi oggetto della presente gara sono parte fondamentale della strategia di sviluppo territoriale elaborata dal Comune di Budoni. La destinazione turistica Budoni dovrà imperniarsi attorno alla creazione di un prodotto integrato in grado di offrire valori cognitivi e valoriali, oltre che descrittivi, e di rispondere all evoluzione delle nuove tecnologie della comunicazione e del web marketing. Detto prodotto turistico, sottratto alla logica individualizzata, sarà il portato di un azione sinergica sia con riguardo alle competenze interdisciplinari da mettere in campo, sia rispetto all omogeneità, efficacia ed efficienza dei mezzi e delle soluzioni informatiche. Di seguito si dà conto della terminologia in uso alla stazione appaltante per la identificazione univoca degli attori coinvolti nel processo. Cliente/Utente acquisito o potenziale: Colui che fruisce o potrebbe fruire dei servizi della destinazione. Operatore economico locale: Colui che eroga servizi turistici. A titolo esemplificativo e non esaustivo, il riferimento è ai fornitori dei servizi di ospitalità (alberghieri ed extralberghieri) accessori (escursioni, animazione ecc.) complementari (stabilimenti balneari, ecc.) di mobilità, adv e tour operator in qualità di fornitori di servizi d intermediazione turistica. Operatore culturale locale: Colui che, soggetto giuridicamente riconosciuto, concorre in loco all arricchimento dell offerta culturale. Cabina di regia/dmo: Gruppo di lavoro interdisciplinare avente funzioni di interfaccia con gli attori locali e con gli organi dell ente comunale (gestionali e d indirizzo) preposti al turismo. Cittadino: Colui che vive a Budoni.

3 ART.1 DESCRIZIONE DEI SERVIZI Oggetto della presente procedura è l affidamento di una pluralità di servizi compositi, connessi alla realizzazione del sistema operativo e informativo turistico del comune di Budoni. Ai fini di una ottimale comprensione dei servizi richiesti, questi vengono suddivisi e dettagliati in tre macro-aree: servizi tecnologici, servizi professionali-ideativi e servizi professionali-esecutivi. Servizi tecnologici Fornitura software in modalità SaaS: a) Destination Management Tools. Strumenti di amministrazione a cura della DMO (cabina di regia); b) Area frontend: Portale turistico comunale; Cinque siti tematici comunali; Cinque siti istituzionali culturali; Rete di totem interattivi; c) Area di backend che conterrà la gestione dei contenuti (CMS) e la gestione dei servizi (CRM); d) Booking module. Modulo per la prenotazione; Assistenza tecnica. Requisiti generali Interoperabilità e integrazione. La piattaforma dovrà garantire la piena interoperabilità e integrazione tra i moduli CMS, CRM/ERP, Booking B2B e B2C, area amministrativa a cura della DMO e rete di siti. Dovrà essere possibile gestire, tramite la stessa interfaccia di amministrazione, sia i contenuti dell ambito promozionale che quelli di tipo commerciale. Browser based e user friendly. La piattaforma dovrà essere utilizzabile da browser web senza l installazione di applicazioni, potendo integrare in un unico framework l accesso sia alle più complesse funzionalità di amministrazione a cura di personale qualificato, sia a quelle da parte di personale senza una specifica preparazione informatica e conoscenza tecnica di programmazione. Cross platform/cross browser. Le interfacce del front-end e backend devono essere accessibili da PC con sistemi operativi diversi (MS Windows, MAC OS, Linux, ecc.) mediante l'utilizzo dei browser più diffusi (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Safari ecc.). Estendibilità. La piattaforma deve garantire la possibilità di integrare facilmente nel sistema nuove funzionalità. Il sistema si deve poter espandere senza limitazioni, creando gli elementi di interfaccia e di controllo necessari alla gestione della specifica funzionalità da implementare (l'eventuale implementazione sarà oggetto di accordi contrattuali separati). Profilazione e autenticazione Registrazione. Durante la fase di accreditamento nel Network Budoni dell utente e/o dell'attività, deve essere possibile l inserimento delle informazioni del registrante (sia esso

4 CMS persona fisica o giuridica) quali: nome, cognome, residenza, ragione sociale, partita iva, con caricamento dei relativi documenti (es. carta d'identità,visura camerale, ecc.). Ruoli e diritti. Il sistema di profilazione degli utenti deve permettere l'assegnazione di quest ultimi a ruoli diversi, ruoli associati agli attori di cui alla Mission. Ogni utente, una volta verificati i suoi dati di accesso, dovrà avere a disposizione le sole funzionalità corrispondenti al proprio profilo. Integrazione del sistema di autenticazione. Il sistema di autenticazione per l'accesso deve essere di tipo SSO (Single Sign On) integrato per tutti i moduli della piattaforma, (CMS, CRM/ERP, Destination management tools, area Booking). Profilazione acquirenti. Per quanto riguarda la profilazione degli utenti che acquisteranno servizi all'interno dei siti della piattaforma, la registrazione utente dovrà trovarsi all'interno del modulo di booking e di carrello elettronico. Per CMS si intende quella parte della piattaforma che mediante la realizzazione, distribuzione e pubblicazione di contenuti (articoli) permetterà la promozione di Network Budoni su una pluralità di canali distributivi quali portali, siti web, totem, siti mobile, di seguito meglio specificati. Si dà conto della terminologia in uso alla stazione appaltante per la identificazione univoca degli elementi del processo in questione. Articolo. Per articolo s intende un insieme di informazioni strutturate capaci di modellare il concetto (in seguito: tipologia di articolo) che si vuole descrivere (es. luoghi, persone, attività, evento...) attraverso l'uso di proprietà diverse (geoinformazioni, date e orari ecc.) unite a blocchi di testo e materiale multimediale. Tipologie di articolo. Le tipologie di articolo minime pre-configurate devono essere: luogo, persone, attività, evento. In una seconda fase dovrà essere possibile configurare nuove tipologie di articolo. Autore. Soggetto che, accreditato presso il Network Budoni, produce articoli. Editore. Soggetto accreditato gestore di media. Backend Metodi di inoltro contenuti. Tutti gli articoli dovranno essere prodotti sulla piattaforma, la quale garantirà l'inoltro degli stessi mediante procedure integrate, semplici e rapide. L editor (strumento) dovrà permettere la creazione, attraverso un interfaccia semplificata, di una parte discorsiva, una parte strutturata dell articolo e una fotogallery. Per quanto riguarda la parte discorsiva, l'editor dovrà permettere l inserimento di blocchi di testo (paragrafi) multilingua e immagini ordinabili secondo semplici funzionalità di trascina e rilascia (drag and drop). Altresì, esso permetterà, attraverso l uso di form con campi di semplificazione dell'operazione (campi data, periodo, geoposizionamento, immagine, ecc.) l inserimento delle proprietà che andranno a comporre la parte strutturata dell articolo. Le immagini devono poter essere inserite all'interno delle pagine prelevandole direttamente dal terminale in uso e senza doversi preoccupare del loro formato. Il CMS deve scalare e ottimizzare automaticamente le dimensioni delle immagini, in modo che esse si adattino perfettamente all'impaginazione grafica prevista.

5 Archivio Articoli. L accesso alle risorse (articoli) deve essere possibile sia dagli autori che dagli editori. Gli autori avranno a disposizione gli articoli da loro creati. Gli editori disporranno degli articoli inviati da vari autori per la pubblicazione. Sia gli autori che gli editori, per le loro rispettive competenze, effettueranno la ricerca attraverso filtri (stato pubblicazione, autore, data creazione, data pubblicazione, data modifica, tipologia, parole chiave). In entrambi i casi i risultati della ricerca dovranno essere ordinabili (ordine alfabetico, data modifica, in modo crescente e/o decrescente). Qualora i risultati siano maggiori di 10 articoli, essi dovranno essere raggruppati in pagine. Workflow di pubblicazione. E necessario che il CMS consenta la gestione dei processi di revisione, approvazione e pubblicazione dei contenuti creati. Il workflow di pubblicazione deve prevedere la creazione del contenuto da parte dell'autore, l inoltro dello stesso a un editore, il quale dovrà validare e pubblicare l articolo su un canale di sua competenza, nell area che ritiene più opportuna. Si dovrà prevedere una vista riepilogativa dei siti in cui vengono pubblicati i singoli articoli. Modifica degli articoli. Una volta pubblicato, l'articolo si dovrà poter modificare. La modifica sarà a cura dell'autore e dovrà venir propagata automaticamente su tutti i media in cui l'articolo è stato pubblicato. Gestione struttura del sito/portale e menù. Per ogni media si dovranno poter organizzare i contenuti attraverso un albero multilivello, mediante semplici azioni di ordinamento con il drag and drop. Per ogni articolo pubblicato dovrà essere possibile la definizione di proprietà di pubblicazione quali: periodo, modelli d impaginazione grafica e posizione all interno dell albero dei contenuti. Si deve prevedere anche il raggruppamento in categorie di articoli, associabili a menu secondari. La pagina di accesso al catalogo deve prevedere una sezione dove inserire tutti i criteri di ricerca che intervengono nella definizione della lista degli elementi. Deve essere possibile variare il tipo di vista, per ottenere elenchi più o meno compatti a seconda della necessità, con un numero di informazioni variabili. Gli elementi del catalogo devono poter essere geolocalizzati e visualizzati su cartografia interattiva. Separazione contenuti e layout. I contenuti dovranno essere indipendenti rispetto alla struttura grafica con la quale verranno mostrati, per consentire la modifica dell impostazione grafica del portale senza dover modificare i dati (layout agnostic). L'aggiudicatario dovrà fornire al committente tutte le specifiche tecniche per la realizzazione di impianti grafici da parte di professionisti terzi. Nella fase di conclusione delle prestazioni, l'aggiudicatario dovrà fornire alla stazione appaltante il dump dei dati e le specifiche tecniche per l'utilizzo degli stessi. Frontend (Reti di siti e portali) Lingue multiple. Il CMS deve essere predisposto per la gestione di un numero illimitato di lingue, con la possibilità di associare a ogni lingua il suo encoding da renderizzare nell'apposito metatag (questo soprattutto per lingue con caratteri diversi come giapponese, cirillico, ecc.). Supporto multicanale/portale mobile. I siti devono potere essere visualizzati attraverso template che annoverino le tipologie: web portal, web site, totem touchscreen, vetrine multimediali, siti mobile.

6 Firma sui contenuti. L articolo dovrà contenere, una volta pubblicato, la firma dell autore e i riferimenti al primo editore che pubblica l articolo stesso. Tale firma deve essere immodificabile. Accessibilità. Il CMS deve garantire la realizzazione di portali/siti web in linea con i requisiti della legge italiana in materia di accessibilità online e standard W3C. SEO. Il CMS deve seguire le linee guida per la tracciabilità dettate dai motori di ricerca, garantendo il corretto utilizzo dei metatag e di tag che implementino gli standard RDFa. Deve altresì garantire una navigazione perfettamente accessibile da parte delle tecnologie utilizzate dai motori di ricerca per comprendere e catalogare i contenuti. Il CMS dovrà utilizzare automaticamente i contenuti presenti nel corpo della pagina per popolare il markup utile al posizionamento sui motori di ricerca, permettendo nel contempo la revisione di tali informazioni da parte degli autori. Gestione errori html 404 file not found. Anziché fornire le pagine di errore di default, il frontend dovrà restituire all'utente utili pagine informative che gli permettano di continuare la navigazione grazie al menù all'interno del sito. Monitoraggio dei dati d accesso. Il CMS deve interfacciarsi con un sistema di rilevazione del comportamento degli utenti (analytics). L'aggiudicatario, ferma restando la fornitura di numero dieci siti, sarà chiamato alla realizzazione dei relativi template grafici in qualsiasi momento della durata contrattuale delle prestazioni, dietro richiesta del committente. CRM/ERP L area CRM/ERP (Customer Relationship Management / Enterprise Resource Planning) deve prevedere, a favore degli operatori economici, le funzionalità atte a semplificare la gestione di servizi di ospitalità, di tipo accessorio e complementari (siano essi giornalieri o di durata superiore a un giorno) e d intermediazione, in modo rapido, intuitivo ed efficace. Detta efficacia va intesa quale: Configurazione prevendita Disponibilità. Possibilità di definire gruppi di disponibilità, per periodo, attribuibili al singolo o a gruppi di venditori. Reti e canali di vendita. Ogni operatore economico potrà gestire i propri canali di vendita, siano essi reti di venditori (B2B) o booking module (B2C). La gestione di tali canali dovrà poter essere effettuata in modo privato, vale a dire, non condivisa con altri operatori. Contratti e politiche di prezzo. Possibilità di definire diverse configurazioni, personalizzabili per ogni canale di vendita, indicandone: la composizione del prezzo (costo e commissioni); il periodo di applicazione; il canale di vendita (venditori B2B o moduli di vendita online); le politiche di cancellazione e rimborso.

7 Gestione postvendita Report e gestione delle prenotazioni. Funzionalità di gestione post-vendita, con accesso allo storico delle vendite e possibilità di ricerca attraverso l indicazione di diversi parametri (es. data, cliente, servizio...) cancellazione e rimborso del servizio con le modalità definite nell ambito di gestione del servizio. Contatto con il cliente. Funzione d inoltro sms / verso i clienti, singoli o gruppi, dotata di filtri per la selezione attraverso l indicazione di diversi parametri (es. data, cliente, servizio...). Funzioni packaging e offerte aggregate Possibilità, a cura di operatori professionali abilitati (es. Tour Operator e/o Agenzie di viaggi) di configurare offerte aggregate di servizi (pacchetti turistici). I servizi che andranno a comporre tali offerte dovranno essere prodotti da operatori economici con i quali i tour operator e/o le agenzie abbiano stabilito relazioni contrattuali di rivendita. Per detti pacchetti, gli operatori d'intermediazione dovranno poter definire prezzi e periodi di vendita, attingendo dinamicamente alla disponibilità dei singoli servizi aggregati. Booking module L area di booking deve potersi rivolgere a due canali: a) B2B destinato alle operazioni tra il produttore di servizi e la sua rete vendita e b) B2C grazie al quale l attore economico s interfacci con il cliente finale senza intermediazione. Booking B2B Le operazioni del booking B2B avverranno in un area dedicata e inaccessibile a operatori non riconosciuti. Detta area sarà composta da: Dashboard con la lista e le informazioni dei servizi vendibili (descrizioni e contratti); Stima disponibilità e prezzo. La valutazione in modo automatico della disponibilità, del prezzo per la data/e indicata; ecart. Funzioni di carrello elettronico; Voucher. Successiva stampa del voucher ed esportazione in PDF; Notifica. Notifica via dell'avvenuta prenotazione sia verso il cliente che verso il fornitore del servizio. Booking B2C Integrazione. Il modulo di booking B2C deve poter essere integrato in qualunque sito (anche non appartenente alla piattaforma) ed essere gestito dall'operatore economico che ne faccia richiesta. Stima disponibilità e prezzo. La valutazione in modo automatico della disponibilità, del prezzo per la data/e indicata. ecart. Funzioni di carrello elettronico.

8 Pagamento. Azioni di prenotazione con pagamento telematico mediante gateway Paypal; Voucher. Successiva stampa del voucher ed esportazione in PDF. Notifica. Notifica via dell'avvenuta prenotazione sia verso il cliente che verso il fornitore del servizio. Destination management tools Gestione utenze. Accreditamento, gestione e attribuzione dei ruoli degli attori territoriali. Inoltre, si deve disporre di funzionalità di controllo e disattivazione dell'account dell'aderente al Network Budoni in caso di violazione delle disposizioni del decreto legislativo n. 70/2003 e n. 206/2005 (codice del consumo) nonché del codice civile e degli accordi particolari conclusi tra l'utente e il fornitore di servizi turistici. L uso congiunto degli strumenti sopra elencati, affiancato dall attività di supporto e sviluppo informatico, data entry e produzione editoriale, dovrà essere in grado di ergere in breve tempo un enviroment così composto: Portale turistico comunale Amministrato dalla DMO e raggiungibile all'indirizzo fornito dalla stazione appaltante, il portale della destinazione avrà il compito di effettuare la promozione territoriale attraverso la pubblicazione di articoli e contenuti multimediali generati da cittadini, operatori culturali, operatori economici e dalla stessa DMO. Questi contenuti dovranno essere moderati, catalogati e pubblicati dalla DMO, la quale sarà direttamente responsabile del processo di pubblicazione del media. Le componenti minime del portale Network Budoni sono: Homepage: pagina principale, vetrina del portale; Contenuti organizzati per categorie (ex. Cose da vedere, da fare ecc.); FAQ: per la gestione dell'elenco delle domande e delle riposte più consultate, con diverse modalità di visualizzazione; News: per la gestione di notizie, con diverse modalità di visualizzazione; Area documenti: per la gestione della documentazione inerente alle procedure di evidenza pubblica (carta dei servizi, standard di qualità ecc.); Area contatti: per la gestione dei contatti; Calendario: per la gestione di un calendario in cui evidenziare le date relative a eventi, appuntamenti o scadenze d'interesse; Motore di ricerca: per la ricerca testuale; Booking B2C: ogni articolo, qualora fosse necessario, deve poter integrare il modulo di booking B2C, e le relative funzionalità, di cui alla voce Booking module. Nel motore di booking ivi integrato, ogni servizio è messo in vendita dall operatore economico in nome e per suo conto.

9 Rete di totem interattivi Amministrata dalla DMO e raggiungibile attraverso i totem distribuiti nel territorio, la cui componente hardware non è oggetto della presente fornitura, la rete di totem di Network Budoni avrà il compito di effettuare la promozione territoriale attraverso la pubblicazione di articoli e contenuti multimediali generati da cittadini, operatori culturali, operatori economici e dalla stessa DMO. Questi contenuti dovranno essere moderati, catalogati e pubblicati dalla DMO, la quale sarà direttamente responsabile del processo di pubblicazione del media. Cinque siti tematici comunali Amministrata dalla DMO, o da redazioni specialistiche facenti capo a essa, raggiungibile tramite una serie di indirizzi della forma [tema.(indirizzo fornito dalla stazione appaltante).com] la rete di siti tematici di Network Budoni avrà il compito della promozione territoriale, attraverso la trattazione di argomenti da individuarsi a cura del Gruppo di lavoro (art.2) mediante la pubblicazione di articoli e contenuti multimediali generati da cittadini, operatori culturali, operatori economici e DMO stessa. Questi contenuti dovranno essere moderati, catalogati e pubblicati dalla DMO stessa, la quale sarà direttamente responsabile del processo di pubblicazione del media. Booking B2C: ogni articolo, qualora fosse necessario, deve poter integrare il modulo di booking B2C, e le relative funzionalità, di cui alla voce Booking module. Nel motore di booking ivi integrato, ogni servizio è messo in vendita dall operatore economico in nome e per suo conto. Cinque siti facenti capo a operatori istituzionali della cultura locale Amministrati in completa autonomia da associazioni, fondazioni o altri organismi culturali operanti nel territorio, i siti degli operatori culturali avranno identica funzione promozionale dei media gestiti dalla DMO, ma dovranno permettere all'attore culturale di divulgare le informazioni senza alcuna mediazione da parte dell'organo di Destination Management. 2. Assistenza tecnica Dovrà essere fornita un'adeguata assistenza tecnica e manutenzione correttiva per tutta la durata contrattuale. Il servizio di assistenza dovrà essere garantito per interventi nelle 6 (sei) ore successive alla comunicazione nei giorni feriali e 48 (quarantotto) ore nei festivi. Tutto ciò esposto, gli strumenti tecnologici a favore degli attori sopra identificati dovranno essere i seguenti: A favore della DMO: Destination management tools; CMS per la realizzazione, gestione e pubblicazione dei contenuti su portale e siti a carico della figura. A favore degli operatori culturali locali: CMS per la creazione dei contenuti da pubblicare:

10 sulla pagina a loro dedicata nel portale della destinazione (attraverso inoltro articoli alla DMO); su uno dei siti tematici gestito dalla DMO (attraverso inoltro articoli alla DMO); su un sito internet a loro dedicato e del quale hanno completo controllo e responsabilità editoriale. A favore degli operatori economici locali: CMS per la creazione contenuti da pubblicare: sulla pagina a loro dedicata nel portale della destinazione (attraverso inoltro articoli alla DMO); su uno dei siti tematici gestito dalla DMO (attraverso inoltro articoli alla DMO); CRM/ERP per la gestione del servizio offerto; Moduli di booking B2C su: portale e siti della destinazione; siti esterni (extra piattaforma) mediante integrazione con wrapper; Moduli di booking B2B A favore dei cittadini: CMS per la creazione contenuti da pubblicare da inoltrare a qualunque figura che gestisca un sito o un portale nel Network Budoni. A favore del cliente acquisito o potenziale: Navigare nei siti e portali di Network Budoni; Moduli di booking B2C su: portale e siti della destinazione; siti esterni (extra piattaforma) mediante integrazione con wrapper. Servizi professionali-ideativi 1. Progettazione dell identità visiva generale, in ambito turistico, del Comune di Budoni; 2. Elaborazione grafica (web design) del portale comunale e dei 10 (dieci) siti di cui sopra; 3. Studio e realizzazione della campagna di comunicazione; 4. Realizzazione dell architettura informativa di base del portale turistico comunale. 1-Progettazione dell'identità visiva generale

11 Il servizio comprende l'ideazione creativa dell'identità visiva della destinazione turistica Budoni, ivi compresa la proposta relativa a: apposito marchio e logotipo, elementi iconici a corredo, identificazione e costruzione di un set di elementi grafici e cromatici caratterizzanti, da utilizzare nell'ambito di tutte le azioni di comunicazione, lettering, font e sistema tipografico primario e secondario, applicazioni spaziali, packaging con modalità da definirsi in sede di briefing. Si richiede la progettazione e produzione di un Manuale d'uso degli elementi grafici e di comunicazione identificati come caratterizzanti per l'identità visiva del Comune di Budoni. L'aggiudicatario dovrà realizzare e fornire al committente: n.1 documento esplicativo di quanto sopra indicato, completo di tutti gli elementi grafici coordinati; n.1 set completo degli elementi grafici, nel formato adeguato per la realizzazione di tutti gli esecutivi e i materiali di comunicazione. 2-Elaborazione grafica (web design) del portale comunale e dei siti a corollario Il servizio comprende il web design del portale turistico e dei dieci siti a corollario, in particolare: ideazione, progettazione e realizzazione complessiva del layout grafico responsive della home page e delle pagine interne; ideazione e progettazione dell'impianto visivo nei diversi social media (Twitter, Instagram, Facebook ecc.) Il progetto di web design dovrà essere coerente con gli elementi di continuità grafica richiamati nel presente capitolato. 3-Studio e realizzazione della campagna di comunicazione Il servizio comprende l'ideazione, la progettazione e la realizzazione di campagne di comunicazione e il conseguente sviluppo creativo del relativo concept su tutti i mezzi e i canali selezionati dal committente e che saranno di volta in volta dettagliati in ogni brief. In particolare, il concept dovrà essere riferito a n. 5 (cinque) campagne complessive e l'output finale di ogni campagna dovrà contenere: n. 1 documento esplicativo del concept scelto e degli elementi grafici principali, nonché la declinazione della campagna su tutti i materiali individuati dal committente in fase di briefing. Di conseguenza, con riferimento a ogni singola campagna, le declinazioni richieste potranno essere: n.2 annunci stampa (orizzontale/verticale); n.2 manifesti/poster (orizzontale/verticale); n. 2 storyboard per video (60'' e 1'30''); n.2 script radio; n.2 storyboard per banner web;

12 n. 2 adattamenti layout profili social ufficiali (Facebook e Twitter); n.1 landing page; n.1 allestimento per stand promozionale. Resta inteso che le declinazioni saranno strettamente collegate al media mix individuato per ogni campagna. Si ribadisce che le campagne dovranno avere una continuità grafica, pur nella differenziazione dei messaggi e nella tipologia dei mezzi selezionati. Il coordinamento grafico e l'integrazione visiva tra le campagne da produrre servirà a rendere riconoscibile la comunicazione di Network Budoni, anche se rivolta a target diversi e destinata a veicolare messaggi plurimi. 4-Realizzazione dell architettura informativa di base del portale turistico comunale. Il servizio prevede l'attività di copywriting per la definizione delle parti minime dei contenuti del portale turistico. Per contenuti di base s'intendono: set di 100 (cento) articoli sulle risorse, peculiarità, eventi tipici, protagonisti e scenari del territorio comunale. Detti articoli diventeranno parte del patrimonio comunicativo del Comune di Budoni, il quale ne avrà il diritto d'uso esclusivo e potrà utilizzarli anche in materiali diversi rispetto a quanto contenuto nel presente capitolato, riservandosi la facoltà di cedere il diritto d'uso a terzi. shooting fotografico avente a oggetto le risorse e peculiarità del territorio comunale, eventuali protagonisti e/o scenari territoriali. I file, ad alta risoluzione, selezionati dal committente, nel numero minimo di 100 (cento), diventeranno parte del patrimonio fotografico del Comune di Budoni, il quale ne avrà il diritto d'uso esclusivo e potrà utilizzarli anche in materiali diversi rispetto a quanto contenuto nel presente capitolato, riservandosi la facoltà di cedere il diritto d'uso a terzi; numero 5 (cinque) video-clip della durata minima di 1'30'', formato H p. Questi diventeranno parte del patrimonio video del Comune di Budoni, il quale ne avrà il diritto d'uso esclusivo e potrà utilizzarli anche in materiali diversi rispetto a quanto contenuto nel presente capitolato, riservandosi la facoltà di cedere il diritto d'uso a terzi. Pertanto, la parte progettuale attesa, relativa ai servizi di cui sopra, è la traduzione, in termini creativi e grafici, della strategia di comunicazione del Network Budoni, coerente con gli obiettivi di riconoscibilità e con tutte le azioni di trasmissione dei messaggi promozionali da veicolarsi all'esterno. Servizi professionali-esecutivi 1-Formazione Per servizio di formazione s'intende la trasmissione delle nozioni di base per il corretto utilizzo del software, a favore degli operatori aderenti a Network Budoni. Esso dovrà essere garantito a tutti gli attori che ne facciano domanda e la sua attivazione dovrà essere effettuata entro 7 (sette) giorni dalla richiesta. Il servizio di formazione, per ogni singolo utente, consisterà in un minimo di una

13 lezione individuale, della durata di 2 h ciascuna, e in un minimo di tre lezioni di gruppo, della durata di 2 h ciascuna, per il monte complessivo di 800 ore. 2-Assistenza turistica Per servizio di assistenza turistica s'intende l'insieme delle prestazioni fornite dagli operatori preposti al servizio (operatori Ambito Welcome Budoni di cui all'articolo che segue) imperniato sui valori dell'accoglienza e della ospitalità. Esso pertanto verrà erogato da giugno a settembre, presso locali messi a disposizione dal committente, col seguente orario giornaliero di apertura al pubblico, dal lunedì alla domenica: ore 09-13; ore ART.2 GRUPPO DI LAVORO: COSTITUZIONE; LUOGO E MODALITA DI EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE L aggiudicatario dovrà rendere il servizio di consulenza e assistenza qualificata per il periodo di un anno a partire, eventualmente e motivatamente, dopo 7 (sette) giorni naturali e consecutivi dalla data di sottoscrizione del verbale di consegna provvisoria. Tale servizio consiste nell assistere il Comune di Budoni, nello specifico gli organi gestionali e d indirizzo politico, quale partner a 360 circa la definizione delle strategie di integrazione di strutture, risorse e attività locali in ambito turistico (SLOT). Più dettagliatamente, nel corso dei dodici mesi di attività, l aggiudicatario dovrà mettere a disposizione un gruppo di lavoro composto, a pena di esclusione, dalle seguenti professionalità: Ambito DMO N.1 operatore-coordinatore DM, con minimo un biennio di direzione di un ente turistico. Titolo di studio Altri titoli richiesti Laurea specialistica (in qualsivoglia disciplina) più master in Management del turismo Attività di consulenza e ricerca, a favore di enti pubblici e privati, nell ultimo quinquennio, in materia di: elaborazione di strategie di governance territoriale per lo sviluppo del turismo locale e sostenibile. Docenze, pubblicazioni e conferenze, nell ultimo quinquennio, afferenti al turismo. Copertura lingue straniere Ottima conoscenza della lingua inglese, parlata e scritta. Mansioni minime previste Attività di raccordo tra imprese turistiche ed ente pubblico; sviluppo del prodotto integrato; diagnostica delle risorse locali; monitoraggio qualità dei servizi; strategie comunicative; coordinamento gruppo di lavoro. Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco

14 N.1 operatore di supporto al DM Titolo di studio Laurea (in qualsivoglia disciplina) più master universitario in Marketing territoriale o Management del turismo Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Marketing e comunicazione; sviluppo del marchio; strategie di posizionamento e strategie di relazione tra gli attori locali Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco N.1 operatore di supporto al DM Titolo di studio Laurea in Economia del Turismo o titolo equipollente Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Analisi binomio prodotti-mercato; project management; valutazione della performance delle imprese turistiche locali Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco N.1 operatore ausiliario Titolo di studio Altri titoli richiesti Laurea in Antropologia culturale ed etnologia, Lettere o Storia o altro titolo equipollente Consulenze e/o collaborazioni in attività di valorizzazione e/o diffusione della cultura Sarda Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Consulente identitario per l analisi delle potenzialità del territorio con particolare riferimento alle peculiarità folcloriche, linguistiche e ambientali Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco

15 N.1 operatore ausiliario Titolo di studio Altri titoli richiesti Laurea in Sociologia o Scienze filosofiche o titolo equipollente Consulenze e/o collaborazioni in attività di valorizzazione e/o diffusione della cultura Sarda Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Consulente identitario per l analisi delle potenzialità del territorio con particolare riferimento allo sviluppo delle risorse umane in ambito turistico Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco N.1 operatore ausiliario Titolo di studio Altri titoli richiesti Laurea in Architettura o titolo equipollente Consulenze e/o collaborazioni per allestimenti stand di promozione turistica, mostre o altri eventi culturali Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Consulente identitario per progettazione e allestimento spazi espositivi, mostre, eventi culturali e d intrattenimento turistico Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco Ambito ICT N.3 operatori informatici Titolo di studio Laurea in Informatica o Ingegneria informatica Copertura lingue straniere Inglese Mansioni minime previste Assistenza tecnica e formazione informatica a favore degli attori locali Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco

16 Ambito Welcome Budoni N.1 operatore assistente turistico Titolo professionale Lingue straniere Guida turistica o ambientale iscritta all'apposito albo RAS Inglese Mansioni minime previste Assistenza turistica, accompagnamento e orientamento alla fruizione turistica di singoli e gruppi nel territorio comunale Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco, dal 1 giugno al 30 settembre 2014 N.2 operatori dell accoglienza Titolo di studio Laurea in Lingue e Letterature straniere Copertura lingue straniere Inglese, francese, tedesco e spagnolo Mansioni minime previste Informazione e assistenza turistica multilingue Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco, dal 1 giugno al 30 settembre 2014 N.1 operatore - facilitatore turistico Titolo di studio Lingua straniera Laurea in Scienze della Comunicazione o titolo equipollente Inglese Mansioni minime previste Promozione offerta turistica locale; coordinamento relazioni con gli ospiti; raccolta dati circa attese e bisogni degli ospiti Sede di erogazione delle prestazioni professionali In loco, dal 1 giugno al 30 settembre 2014 Tutte le attività poste in capo al predetto gruppo di lavoro saranno realizzate dall aggiudicatario con la supervisione del committente. Pertanto tutti gli operatori preposti dovranno assicurare la loro presenza presso la sede del Comune di Budoni, ufficio di coordinamento politiche turistiche o altra sede indicata dall Ente, in occasione delle riunioni di lavoro promosse dal committente, secondo il seguente calendario minimo: 1 (una) volta alla settimana, nei giorni di rientro degli uffici comunali,

17 lunedì e giovedì (per il sottogruppo Welcome Budoni, l incontro settimanale sarà effettuato nell arco temporale giugno-settembre 2014). Di ogni riunione di lavoro verrà redatta una scheda di presenze, a cura della Responsabile dei servizi turistici comunali o di un suo delegato, che sottoscritto da tutti i partecipanti darà conto della effettiva partecipazione degli operatori. Le eventuali assenze di quest ultimi attiveranno le disposizioni di cui all articolo 7 del presente capitolato Penali. Con cadenza mensile verrà altresì redatto un verbale, a cura dell aggiudicatario, entro 3 (tre) giorni dal compimento del mese, nel quale sarà indicato lo stato dei lavori, l aggiornamento sugli interventi condivisi e approvati, le eventuali azioni d implementazione e via dicendo. L aggiudicatario sarà tenuto ad apportare ai servizi di assistenza e consulenza qualificata eventuali modifiche o aggiunte o nuove interpretazioni che la committenza dovesse richiedere, senza che questo possa comportare alcuna maggiorazione dei costi. I curricula degli operatori di che trattasi, firmati in originale, redatti ai sensi della del DPR 445/2000, completi di tutti i titoli richiesti, dovranno essere inseriti, a pena di esclusione, nel Plico A-Documenti, in quanto elementi essenziali dei requisiti tecnico-professionali dell'offerente. La stazione appaltante dispone che l esecuzione dei servizi avvenga a opera dei prestatori di lavoro nominati in sede di offerta, salvo le cause di assenza previste per Legge (decesso, malattia, infortunio). Sono a carico dell aggiudicatario, intendendosi remunerato con il corrispettivo contrattuale di cui alla presente procedura di gara, tutti gli oneri e i rischi connessi alle prestazioni delle attività oggetto dell affidamento, nonché ogni altra attività si rendesse necessaria per un corretto e completo adempimento delle obbligazioni previste, ivi compresi quelli relativi a eventuali spese di trasporto, di viaggio e di missione per il personale addetto alla esecuzione contrattuale. L aggiudicatario è unico responsabile nei confronti del personale impiegato e dei terzi nell espletamento dei servizi. Esso è obbligato a osservare la normativa vigente a tutela dei lavoratori, sotto ogni profilo, anche quello previdenziale e della sicurezza. L aggiudicatario ha l obbligo di garantire i lavoratori per le ipotesi d infortunio di qualsiasi genere che possano verificarsi nello svolgimento anche di quella parte di attività dei medesimi prestata direttamente all interno dei locali del committente, manlevando quest ultimo da ogni eventuale richiesta di risarcimento. L aggiudicatario ha l obbligo di osservare, oltre al presente capitolato, ogni altra norma di legge, decreto e regolamento, vigenti o emanati in tema di assicurazioni sociali ed è tenuto al rispetto di tutte le normative relative alle assicurazioni sociali del personale preposto. ART.3 DURATA E CRONOPROGRAMMA L'appalto avrà durata di dodici mesi e comunque fino al limite massimo del Alla data di scadenza di contratto è data comunque facoltà all'amministrazione di prorogare il contratto per il tempo strettamente necessario all'esperimento di una nuova procedura di gara al fine dell'individuazione di un nuovo appaltatore, per numero massimo di 25 giorni. Di seguito si riporta il cronoprogramma relativo alle prestazioni, raggruppate sinteticamente per macroaree, da

18 erogarsi a cura dell'aggiudicatario nell'arco dei dodici mesi previsti. La scansione temporale di cui al cronoprogramma potrà essere modificata solo per sopravvenute esigenze di servizio, finalizzate all'ottimizzazione delle prestazioni, previa autorizzazione del committente. Servizi Mesi Servizi di assistenza e consulenza qualificata Destination Management Assistenza tecnica Assistenza turistica Formazione informatica Servizio fornitura software S.a.a.s. Fornitura software S.a.a.s. Servizi di comunicazione Attività di produzione contenuti (copywrite e art director) Manuale d uso ART.4 DIRITTI DI UTILIZZO E DI ESCLUSIVA Il Comune di Budoni avrà il diritto d uso esclusivo e senza condizione di tutti gli elaborati creativi e di tutto il materiale foto, video, tracce audio e materiali affini, prodotti durante il periodo contrattuale e rientranti nell ambito dei servizi oggetto di gara. Il committente avrà quindi libera e completa disponibilità del materiale. L aggiudicatario dovrà garantire che l intero materiale creativo prodotto è originale, pienamente disponibile e tale da non dar luogo, né in Italia né all estero a contestazioni per plagio, imitazione o contraffazione da parte di terzi sul piano del diritto e dell autodisciplina pubblicitaria. Si precisa che a conclusione del contratto, l aggiudicatario s impegna a fornire, in via esclusiva, al Comune di Budoni l intero archivio delle produzioni creative (foto, immagini, audio, video, copy ) su supporto hardware, completo di file di progetto aperti e file definitivi non modificabili. Resta salva l assenza di qualunque responsabilità dell Amministrazione in merito al pregiudizio recato a diritti di terzi di qualsivoglia natura.

19 ART.5 ONERI E OBBLIGHI DELL AGGIUDICATARIO L aggiudicatario è responsabile per ogni parte, nessuna esclusa o riservata, dell espletamento dei servizi di cui sopra, per tutta la durata contrattuale. Esso dovrà assicurare la buona esecuzione dei servizi, con salvezza del diritto dell Amministrazione al risarcimento dei danni, anche d immagine, che dovessero esserle arrecati. Esso dovrà garantire il massimo livello di organizzazione e di gestione, non potrà rifiutarsi di dare immediata esecuzione alle disposizioni del committente che riguardino il modo di esecuzione dei servizi, facendo salva la facoltà di esprimere le proprie motivate riserve. Inoltre, sono a totale carico dell aggiudicatario, senza dar luogo ad alcun compenso aggiuntivo a nessun titolo, i seguenti oneri e obblighi: - Tutte le spese sostenute per la partecipazione alla presente gara; - Tutte le spese di bolli inerenti gli atti occorrenti per la fornitura del Servizio dal giorno della notifica dell aggiudicazione della stessa e per tutta la sua durata; - La ripetizione di quei servizi oggetto del contratto che a giudizio del Committente non risultassero eseguiti a regola d arte; - L obbligo di segnalare per iscritto immediatamente al Committente ogni circostanza o difficoltà relativa alla realizzazione di quanto previsto; - L obbligo di riservatezza per tutte le informazioni, concetti, idee, procedimenti, metodi e/o dati tecnici di cui il personale utilizzato dall Aggiudicatario verrà a conoscenza nello svolgimento del servizio che devono essere considerati riservati e coperti da segreto. In tal senso l Aggiudicatario si obbliga ad adottare con i propri dipendenti e consulenti tutte le cautele necessarie a tutelare la riservatezza di tali informazioni e/o documentazione. ART.6 RESPONSABILITA CIVILE E PENALE L aggiudicatario è ritenuto responsabile di qualunque danno alle persone e alle cose appartenenti alla stazione appaltante, ai propri dipendenti e ai terzi e, quindi, la stazione appaltante s intende sempre sollevata da qualsiasi responsabilità per qualunque infortunio o danno che possa verificarsi durante l esecuzione dei servizi, tanto se dipendente da violazione alle norme di legge o di capitolato, quanto da insufficiente prudenza, diligenza e previdenza dell aggiudicatario. ART.7 PENALI Qualora fossero rilevate inadempienze rispetto a quanto previsto dalle norme di legge e dal presente capitolato, l Amministrazione invierà formale diffida con descrizione analitica e motivata delle contestazioni addebitate e con invito a conformarsi immediatamente alle prescrizioni violate.

20 Nel caso in cui le giustificazioni eventualmente addotte dall aggiudicatario, che dovranno comunque pervenire entro il termine stabilito nella diffida, non fossero ritenute soddisfacenti dall Amministrazione, si procederà a detrarre le penalità sotto specificate. L amministrazione potrà procedere al recupero della penale anche mediante trattenuta sulla garanzia definitiva, che dovrà essere immediatamente reintegrata. L applicazione della penalità non esclude la richiesta del maggior danno subito a causa del disservizio verificatosi. In caso di ritardo o rifiuto delle prestazioni, nonché di ogni altra inosservanza degli obblighi contrattuali assunti dell impresa fornitrice, l amministrazione appaltante potrà rivolgersi ad altro operatore di fiducia, addebitando all aggiudicatario le eventuali maggiori spese sostenute e riservandosi la possibilità di applicare ulteriori penalità proporzionali all inadempimento e variabili da un minimo di euro 100,00 a un massimo di euro 5.000,00. In caso di mancato svolgimento delle azioni, nei contenuti e nelle modalità indicate nel presente capitolato, verranno applicate le seguenti penali: - 500,00 (euro cinquecento) ogni qualvolta venga impiegato, nello svolgimento dei servizi, personale diverso da quello presentato in sede di offerta; - 250,00 (euro duecentocinquanta) ogni qualvolta risulti assente nelle riunioni di lavoro un operatore designato, per la cui assenza non ricorrano le cause d impedimento previste nel presente capitolato (decesso, malattia, infortunio); - 100,00 (euro cento) al giorno per la mancata consegna, nei tempi stabiliti (entro 3 giorni dal compimento del mese) del verbale mensile sullo stato dei lavori, aggiornamento interventi condivisi e approvati, azioni d implementazione. ART.8 RISOLUZIONE Il Comune di Budoni si riserva facoltà di risolvere il contratto ai sensi degli articoli 1453 e seguenti del Codice Civile, al verificarsi di adempimenti inesatti o parziali, previa diffida ad adempiere. Il Comune di Budoni si riserva, altresì, la facoltà di risolvere il contratto, avvalendosi della clausola risolutiva espressa di cui all art del Codice Civile, nei seguenti casi: - gravi e/o ripetute violazioni agli obblighi contrattuali non eliminate in seguito a diffida formale da parte del Comune di Budoni; - arbitrario abbandono o sospensione non dipendente da cause di forza maggiore, di tutti o parte dei servizi oggetto del contratto, da parte dell affidatario; - cessazione o fallimento dell affidatario. Il Comune di Budoni si riserva, inoltre, di risolvere il contratto, qualora accerti incapacità dell Aggiudicatario nell espletare i servizi, evidente negligenza nell eseguirli o difformità rispetto a quanto previsto nell offerta tecnica. In tal caso il Comune di Budoni si riserva la facoltà, oltre che di agire per ottenere il risarcimento dei danni subiti, anche di operare l eventuale esecuzione in danno

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO

TERMINI E CONDIZIONI DI UTILIZZO Informazioni Societarie Fondazione Prada Largo Isarco 2 20139 Milano, Italia P.IVA e codice fiscale 08963760965 telefono +39.02.56662611 fax +39.02.56662601 email: amministrazione@fondazioneprada.org TERMINI

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana -

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL SITAR RS - SISTEMA INFORMATIVO TELEMATICO DEGLI APPALTI REGIONALI. della Regione Siciliana - Assessorato Regionale delle Infrastrutture e della Mobilità OSSERVATORIO REGIONALE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via Camillo Camilliani, 87 90145 PALERMO LINEE GUIDA PER L UTILIZZO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI #WHYILOVEVENICE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI Soggetto delegato #WHYILOVEVENICE PROMOSSO DALLA SOCIETA BAGLIONI HOTELS SPA BAGLIONI HOTELS S.P.A. CON

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI

CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DI GETYOURHERO PER GLI UTENTI GetYourHero S.L., con sede legale in Calle Aragón 264, 5-1, 08007 Barcellona, Spagna, numero di identificazione fiscale ES-B66356767, rappresentata

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. Termini d uso aggiuntivi di Business Catalyst Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del febbraio 17, 2012 nella sua interezza. L uso dei Servizi Business Catalyst è soggetto

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE

CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE CONTRATTO DI CERTIFICAZIONE tra FLO-CERT GMBH E RAGIONE SOCIALE DEL CLIENTE PARTI (1) FLO-CERT GmbH, società legalmente costituita e registrata a Bonn, Germania con il numero 12937, con sede legale in

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI

REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 PREMESSE FONDAMENTALI REGOLAMENTO PER LA PARTECIPAZIONE AL SZIGET & HOME SOUND FEST 2015 -- selezioni nazionali per il Sziget Festival 2015 di Budapest (HU) e per l Home Festival 2015 di Treviso -- La selezione denominata SZIGET

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEI CONSULENTI DEL LAVORO Norme attuative del Regolamento per la Formazione Continua della professione di Consulente del Lavoro. Premessa 1. Le presenti norme attuative

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER LE POLITICHE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE E LA PROMOZIONE DEGLI SCAMBI IL DIRETTORE GENERALE Visto l articolo 30 del Decreto Legge 12 settembre 2014,

Dettagli

Simplex Gestione Hotel

Simplex Gestione Hotel Simplex Gestione Hotel Revisione documento 01-2012 Questo documento contiene le istruzioni per l'utilizzo del software Simplex Gestione Hotel. E' consentita la riproduzione e la distribuzione da parte

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli