F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE"

Transcript

1 F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE Informazioni personali Nome Moroni Mauro Data di nascita Incarico attuale Direttore U.O. Oncologia, Ospedale San Carlo di Milano Telefono dell ufficio Fax Nazionalità Italiana Data di nascita 18 luglio 1961 Capacità e competenze personali Madrelingua Italiano Altre lingua Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale Inglese buona buona buona. Capacità e competenze tecniche Buona capacità di utilizzo del computer e dei mezzi informatici. Pagina 1 - Curriculum vitae di

2 Esperienza lavorativa Dal giugno 2010 Ottobre 1999 Maggio 2010i Maggio 1998 febbraio aprile 1998 Altre posizioni di responsabilità precedentemente ricoperte Direttore U.O. Complessa di Oncologia presso Ospedale San Carlo Borromeo, Milano Dirigente Medico di I livello presso Oncologia Medica Falck, Ospedale Niguarda Cà Granda. - dal 1 gennaio al 30 novembre 2009 con alta specializzazione per il trattamento dei tumori polmonari. - dal 1 dicembre 2009 al 31 maggio 2010 con struttura semplice Cure Oncologiche Outpatient con responsabilità diretta del day hospital divisionale Dirigente Medico di I livello presso il Day Hospital Oncologico della Divisione di Medicina Generale, Ospedale Maggiore di Crema (CR). Training formativo presso l Istituto di Terapia Medica, Ospedale San Matteo di Pavia, Università degli Studi di Pavia, dapprima come studente, quindi come specializzando ed infine come dottorando di ricerca. Nel corso di questo periodo effettuato periodo di perfezionamento della durata di un anno presso il Dipartimento di Malattie Neoplastiche del Mount Sinai Medical Center di New York, USA. Vice primario della Divisione di Oncologia Medica Falck dell Ospedale Niguarda di Milano. Responsabile dell ambulatorio polispecialistico per il trattamento delle neoplasie del polmone e della testa-collo presso la Divisione di Oncologia Medica Falck dell Ospedale Niguarda Ca Granda di Milano. Responsabile del work package per la compilazione delle linee guide per il trattamento del carcinoma polmonare nell ammbito del progetto Rete Oncologica Lombarda (ROL). Direttore Esecutivo della ONLUS Oncologia Cà Granda di Milano (organizzaziione non-profit per l assistenza e la ricerca terapeutica operante a favore dei malati di tumore curati nella Divisione di Oncologia Medica Falck dell Ospedale Niguarda Cà granda di Milano). Componente del comitato clinico della ONLUS Fondazione OCGO. Tutor di Oncologia Clinica per il corso di specializzazione in Oncologia Medica presso l Università degli Studi di Milano Bicocca dall anno accademico 2006/2007. Investigatore principale o co-investigatore. in numerosi trias clinici in Good Clinical Practice Pagina 2 - Curriculum vitae di

3 Istruzione e formazione Anno luglio settembre 1989 Principali materie / abilità professionali Diploma Corso di Formazione Manageriale per Dirigenti di Struttura Complessa organizzato dalla Regione Lombardia presso l Università degli Studi di Milano Bicocca. Voto finale: 97/100. Dottorato di Ricerca, Università degli Studi di Pavia Specializzazione in Medicina Interna, Università degli Studi di Pavia. Laurea in Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Pavia. In ambito clinico e di ricerca si è occupato in maniera specifica dei tumori polmonari, del distretto testa e collo, del distretto gastroenterico e dell epidermal growth factor receptor come possibile target di terapie oncologiche. Collabora in modo attivo e continuo con medici e biologi del Servizio di Anatomia Patologica dell Ospedale Niguarda Cà Granda di Milano e con biologi del Laboratorio di Genetica Molecolare, Centro Oncogenomico, Istituto per la Ricerca e Trattamento del Cancro, Università di Torino (IRCC Candiolo) a scopo di ricerca. Ha ottenuto grant AIRC per il triennio per il progetto di ricerca EGFR gene copy number as a predictive marker of clinical out come to cetuximab in metastatic colorectal cancer Attualmente è promotore a livello internazionale del protocollo di studio per la standardizzazione della metodica FISH come test predittivo dell outcome in pazienti con carcinoma colo rettale trattati con anticorpi monoclonali anti EGFR. E co-autore di numerose pubblicazioni su riviste scientifiche recensite, talora ad elevato impact factor, anche come autore principale. Ulteriori informazioni Coniugato con Giovanna (biologa, data manager di numerosi trias clinici in Good Clinical Practice). Padre di Luca e Matteo. Per ulteriori informazioni o referenze riguardanti l attività lavorativa è possibile consultare: - dr. Paolo Alberto Paciucci, Dipartimento di Malattie Neoplastiche, Mount Sinai Medical Center, New York, USA; - dr. Salvatore Siena, Divisione di Oncologia Medica, Ospedale Niguarda Cà Granda, Milano. - dr.ssa Enrica Morra, Divisione di Ematologia, Ospedale Niguarda Ca Granda, Milano Ai sensi del D.Lgs 30 giugno 2003 n. 196, autorizzo la pubblicazione del curriculum e l utilizzo dei dati contenuti per i fini stessi dell accreditamento ECM. (firma) Pagina 3 - Curriculum vitae di

4 Pubblicazioni scientifiche del dr Mauro Moroni 1. Porta C, Nastasi G, Spaghi A, Moroni M. Doxorubicin/methotrexate/fluorouracil in advanced pancreatic cancer. The Lancet i(336): ,1990 [Letter]. 2. Porta C, Moroni M, Nastasi G, Invernizzi R, Bobbio-Pallavicini E. Hypocholesterolemia and acute myeloid leukemia (AML). Haematologica 76: 348, 1991 [Letter]. 3. Nastasi G, Spaghi A, Porta C, Moroni M. Gastroenterite eosinofila. In: Enciclopedia Medica Italiana, Vol. II, Aggiornamento I, USES Ed. Sci., Firenze, 1991; pagg Gioglio L, Porta C, Moroni M, Nastasi G, Gangarossa I. Scrotal angiokeratoma (Fordyce): histopathological and ultrastructural findings. Histol Histopathol 7: 47-55, Casagranda I, Beltrame M, Cosimi MF, Tommaselli F, Nastasi G, Moroni M, Porta C. Orbital involvement in multiple myeloma. Patologica 84: 1-5, Pagina 4 - Curriculum vitae di

5 6. Casagranda I, Davio P, Moroni M, Nastasi G, Porta C. Infusione di immunoglobuline ad alte dosi in un caso di porpora trombocitopenica idiopatica. Minerva Med; 83: 1-4, Santagati G, Nastasi G, Porta C, Moroni M, Santagati C, Casagranda I, Bobbio-Pallavicini E, Cosimi MF. Low doses of α-2b interferon in the treatment of hairy cell leukemia: results of treatment and mean follow-up at 18 months in 13 patients. Patologica 84: 1-6, Cosimi MF, Casagranda I, Porta C, Moroni M, Orsi R, Nastasi G. Correlación entre el grado de malignidad histológica y la positividad nuclear con la técnica de AgNOR en 6 casos de LNH óseos monolocalizados. Sangre 37: , Spaghi A, Nastasi G, Moroni M, Porta C. Tumori della regione testa-collo. In: Frati L, Notario A (Eds.) Terapia Oncologica. UTET, Torino, 1992; pagg Bobbio-Pallavicini E, Porta C, Moroni M, Spaghi A, Casagranda I, Nastasi G. Folinic acid does improve 5-FU activity in vivo. Results of a phase-iii study comparing 5-FU to 5-FU and folinic acid in advanced colon cancer patients. J Chemother 5: 52-5, Porta C, Casagranda I, Semino G, Moroni M, Ratto C. Chronic myeloid leukaemia following cyclophosphamide-containing chemotherapy in a breast cancer patient. Haematologica 78: 56-7, Porta C, Moroni M, Nastasi G, Ricci G, Casagranda I. Anti-HCV antibodies and hepatocellular carcinoma. Relationship in a medium-risk population. Upsala J Med Sci 97: 261-6, Davio P, Casagranda I, Moroni M, Porta C, Ratto C, Cosimi MF, Bobbio-Pallavicini E. Difficoltà diagnostiche in un caso di malattia di Behçet. Rec Progr Med 84: 850-4, Porta C, Moroni M, Nastasi G. Allopurinol mouthwashes in the treatment of 5-Fluorouracil-induced stomatitis. Am J Clin Oncol (CCT) 17: 246-7, Porta C, Moroni M, Nastasi G. Metachronous occurrence of seminoma and Hodgkin s lymphoma in the same patient with the late onset of colon cancer. J Intern Med 236: , Nastasi G, Porta C, Moroni M, Bobbio-Pallavicini E, Santagati G, Santagati C, Alessiani M. Nephrectomy as a component of systemic treatment for renal cell carcinoma patients. J Surg Oncol 56: 81-2, 1994 [Letter]. 17. Moroni M, Tommaselli F, Casagranda I, Rizzi E, Porta C. Methimazole agranulocytosis treated with recombinant human granulocyte colony stimulating factor. Rec Progr Med 86: 241, Pagina 5 - Curriculum vitae di

6 18. Porta C, Moroni M, Nastasi G. 5-fluorouracil combined with the pure l-stereoisomer of leucovorin calcium to treat advanced colon cancer patients: a phase-ii study. Oncology Reports 2: 73-6, Porta C, Moroni M, Nastasi G, Barazzoni G. Utility of embolization or chemoembolization as second-line treatment in patients with advanced or recurrent colorectal carcinoma. Cancer 75: , Saporiti A, Brocchieri A, Porta C, Moroni M, Grignani G. Effect of different platelet agonists on intracellular free Ca ++ concentrations in human tumor cells: possible role in tumor growth. Int J Cancer 62: 291-6, Nastasi G, Porta C, Moroni M, Riso S, Sesana G. Inadequacy of combined 5-fluorouracil, very-high-dose leucovorin, mitomycin-c and cisplatin as second-line therapy for advanced colon cancer. Oncology Reports 2: 815-8, Bobbio Pallavicini E, Valsecchi C, Tacconi F, Moroni M, Porta C. Sarcoidosis following beta-interferon therapy for multiple myeloma. Sarcoidosis 12: 140-2, Porta C, Moroni M, Nastasi G, Arcangeli G. 5-Fluorouracil and d,l-leucovorin calcium are active to treat unresectable hepatocellular carcinoma patients: preliminary results of a phase II study. Oncology 52: , Ricci G, Colombo C, Ghiazza B, Porta C, Moroni M, Illeni MT. HLA-A, B, C, DR and DQ expression and hepatocellular carcinoma: study of 205 Italian subjects. Cancer Letters 98: 121-5, Poulakkainen P, Twardzik D, Ranchalis J, Moroni M, Mandeli J, Paciucci PA. Increase of plasma Transforming Growth Factor Beta (TGFβ) during immunotherapy with IL2. Cancer Investigation 13: 583-9, Porta C, Moroni M, Epis O, Nastasi G. 5-methyltetra-hydrofolate or 5-formyltetrahydrofolic acid to modulate 5-fluorouracil s cytotoxic activity in vivo? A phase II study in patients with advanced colon cancer. Cancer Chemother Pharmacol 38: 195-7, Moroni M, Porta C, Gualtieri G, Nastasi G, Tinelli C. Inhaled sodium cromoglycate to treat cough in advanced lung cancer patients. Br J Cancer 74: , Porta C, Moroni M, Guallini P, Torri C, Marzatico F. Anti-oxidant enzymatic system and free radicals pathway in two different human cell lines. Anticancer Research 16: , Brocchieri A, Saporiti A, Moroni M, Porta C, Tua A, Grignani G. Verapamil inhibits to different extents agonist induced Ca++ transients in human tumor cells and "in vitro" tumor cell growth. Invasion and Metastasis 16: 56-64, Nastasi G, Porta C, Moroni M, Alessiani M, Fossati G. Intrahepatic fluorodeoxyuridine to treat unresectable hepatocellular carcinoma patients. Oncology Reports 4: 511-4, Pagina 6 - Curriculum vitae di

7 31. Bognoni V, Quartuccio A, Nastasi G, Riso S, Moroni M, Porta C. Endodermal sinus tumor of the ovary in pregnancy: a case report and review of the literature. Oncology Reports 4: , Moroni M, Porta C, Gritti D, De Amici M, Giacobbe O, Bobbio-Pallavicini E. Cationic proteins-rich supernatants of cultured eosinophils from IL2-treated patients have no cytotoxic activity on human renal cell carcinoma and melanoma cells. A preliminary report. Ann N Y Acad Sci 832: , Moroni M, Porta C, Finotti N, Borasio E, Greco R, Bertorelli L, Regazzi Bonora M, Marzatico F. Amifostine (WR-2721, Ethyol TM ) can protect human endothelial but not tumor cells from cisplatin-induced citotoxicity: an in vitro study. Oncology Reports 4: , Bobbio-Pallavicini E, Porta C, Moroni M, Bertulezzi G, Civelli L, Pugliese P, Nastasi G. Epirubicin and etoposide combination chemotherapy to treat hepatocellular carcinoma patients. A phase-ii study. Eur J Cancer 33: , Porta C, Moroni M, Bobbio-Pallavicini E, Tinelli C, Regazzi-Bonora M. Nitrate plasma level, as marker of nitric oxide production, after subcutaneous interleukin-2 immunotherapy (Letter). J Natl Cancer Inst 89: 1545, Zanirato S, Porta C, Moroni M, Nastasi G. Jaw bone metastasis from hepatocellular carcinoma. It J Gastroenterol Hepatol 29: 478-9, Moroni M, Porta C. Possible efficacy of allopurinol vaginal washings in the treatment of chemotherapyinduced vaginitis. Cancer Chemother Pharmacol 41: 171-2, Alessiani M, Vai L, Jemos V, Dionigi P, Spada M, Porta C, Moroni M, Nastasi G, Fossati GS, Zonta A. Catheter seeding of hepatocellular carcinoma following placement of a total implantable access port system. Hepato-gastroenterology 45: 206-8, Porta C, Moroni M, Ferrari S, Nastasi G. Endothelin-1 and 5-Fluorouracil-induced cardiotoxicity. Neoplasma 45: 81-2, Diani G, Poma G, Novazzi F, Zanirato S, Porta C, Moroni M, Melzi d'eril GV, Moratti R. Increased serum lipase with associated normoamylasemia in cancer patients. Clin Chem 44: , Porta C, Moroni M, De Amici M. Eosinophils and serum eosinophilic cationic proteins in Interleukin-2 based immunotherapy for cancer (Letter). Br J Haematol 100: 607-9, Moroni M, Porta C, Tua A, Magnone S, Grignani G. Platelet agonists induce Ca 2+ transients in tumor cells by opening distinct receptor-operated channels: an effect unrelated to the presence of classical multi-drug resistance phenotype. Cancer J 11: 141-6, Pagina 7 - Curriculum vitae di

8 43. Porta C, Moroni M, Grignani G. Platelet agonists and calcium homeostasis in endothelial cells: possible role in the interaction of endothelium with Hemostatic system. Haematologica 83: 610-5, Amadeo A, Bertulezzi G, Civelli L, Porta C, Moroni M. Plasma and urinary endothelin-1 toters and plasma von-willebrand activity in pseudoxanthoma elasticum. Haematologica 83: 952-3, Bobbio Pallavicini E, Cannatelli G, Motta E, Grassi M, Bergamaschi G, Rosso R, Moroni M. Histologic diagnosis and precocious treatment in a case of isolated promyelocytic sarcoma. Leukemia 12: , Ghigna C, Moroni M, Porta C, Riva S, Biamonti G. Altered expression of hnrnp proteins and SR factors in human colon adenocarcinomas. Cancer Res 58: , Moroni M, Porta C, Invernizzi R, Inzoli A, Bobbio Pallavicini F, Bobbio Pallavicini E. Tunel evidence of reduced bone marrow cells apoptosis in a refractory anemia patient treated with Amifostine. Br. J. Haematol. 104: 424-5, Moroni M, Siena S, Santoro A. Terapia di salvataggio della malattia di Hodgkin. In Santoro A e Salvano L (eds): Il linfoma di Hodgkin - Nuovi orientamenti diagnostici e terapeutici. Piccin (Padova) 1999: Marzatico F, Porta C, Moroni M, Bertorelli L, Borasio E, Finotti N, Pansarasa O, Castagna L. In vitro antioxidant properties of amifostine. Cancer Chemother Pharmacol 45: 172-6, Moroni M, Porta C, De Amici M, Quaglini S, Cattabiani MA, Buzio C. Eosinophils and C4 predict clinical failure of combination immunotherapy with very low dose subcutaneous interleukin 2 and interferon in renal cell carcinoma patients. Haematologica 85: , Bobbio-Pallavicini E, Tacconi F, Porta C, Brambilla G, Mainardi E, Bianchessi C, Moroni M. Cisplatin, mytomicin-c. 5-fluorouracil and leucovorin combination chemotherapy (I-FCM) in locally advanced unresectable and metastatic gastric carcinoma: a phase-ii study. Oncol Rep 8: , Porta C, Danova M, Orengo AM, Ferrini S, Moroni M, Gaggero A, Libener R, Betta PG, Ferrari S, Procopio A, Strizzi L, Mutti L. Interleukin-2 induces cell cycle perturbations leading to cell growth inhibition and death in malignant mesothelioma cells in vitro. J Cell Physiol 185: , Moroni M, Veronese S, Schiavo R, Carminati O, Sorensen BS, Gambacorta M, Siena S. Epidermal growth factor receptor expression and activation in nonseminomatous germ cell tumors. Clin Cancer Res 7: , Rizzo V, Porta C, Moroni M, Scoglio E, Moratti R. Determination of free and total (free plus protein bound) Pagina 8 - Curriculum vitae di

9 melatonin in plasma and cerebrospinal fluid by high-performance liquid chromatography with fluorescence detection. J Chromatogr B Analyt Technol Biomed Life Sci 774: 17-24, Siena S, Artale S, Vanzulli A, Marrapese G, Bevilacqua L, Secondino S, Sironi O, Schiavo R, Moroni M, Pedrazzoli P. Therapeutic targeting of epidermal growth factor receptor with monoclonal antibodies. Tumori 1 (suppl.): S46-8, Moroni M, Schiavo R, Siena S, Veronese S. Absence of c-kit and members of the epidermal growth factor receptor family in refractory germ cell cancer. Cancer 97: , 2003 letter. 57. Moroni M, Giannetta L, Gelosa G, Secondino S, Chillura G, Colombo E, Siena S. Second-line chemotherapy with bleomycin, methotrexate and vinorelbina (BMV) for patients with squamous cell carcinoma of the head, neck esophagus (SCC-HN and E) pretreated with a cisplating containig regimen: a phase-ii study. J Chemother 15: 394-9, Moroni M, Veronese S, Benvenuti S, Marrapese G, Sartore-Bianchi A, Di Nicolantonio F, Gambacorta M, Siena S, Bardelli A. Gene copy number for epidermal growth factor receptor (EGFR) and clinical response to antiegfr treatment in colorectal cancer: a cohort study. Lancet Oncology 6: , Moroni M, Sartore-Bianchi A, Benvenuti S, Artale S, Bardelli A, Siena S. Somatic mutation of EGFR catalytic domain and treatment with gefitinib in colorectal cancer. Ann Oncol 16: , 2005 letter. 60. Comoli P, Pedrazzoli P, Maccario R, Basso S, Carminati O, Labirio M, Schiavo R, Secondino S, Frasson C, Perotti C, Moroni M, Locatelli F, Siena S. Cell therapy of stage IV nasopharyngeal carcinoma with autologous Epstein Barr virus-targeted cytotoxic T lymphocytes. J Clin Oncol 23: , Sartore-Bianchi A, Cerea G, Schiavetto I, Giannetta L, Ricotta R, Maugeri R, Moroni M, Marrapese G, Siena S. Anti-EGFR monoclonal antibodies in the treatment of non-small cell lung cancer. Ann Oncol 17 (suppl. 2): ii49-ii51, Cerea G, Ricotta R, Schiavetto I, Maugeri MR, Sartore-Bianchi A, Moroni M, Artale S, Siena S. Cetuximab for treatment of metastatic colorectal cancer. Ann Oncol 17 (suppl. 7): vii66-vii67, Siena S, Artale S, Cerea G, Schiavetto I, Ricotta R, Maugeri R, Cipani T, Basilico V, Gambi V, Sartore Bianchi A, Moroni M. Monoclonal antibodies targeted to the epidermal growth factor receptor for treatment of metastatic colorectal cancer. Supportive & Palliative Cancer Care 3 (suppl.): 69-71, Pagina 9 - Curriculum vitae di

10 64. Benvenuti S, Sartore-Bianchi A, Di Nicolantonio F, Zanon C, Moroni M, Veronese S, Siena S, Bardelli A. Oncogenic activation of the RAS-RAF signaling pathway impairs the response of metastatic colorectal cancers to anti EGFR antibody therapies. Cancer Res 67: , Sartore-Bianchi A, Moroni M, Veronese S, Carnaghi C, Bajetta E, Luppi G, Sobrero A, Barone C, Cascinu S, Colucci G, Cortesi E, Nichelatti M, Gambacorta M, Siena S. Epidermal growth factor receptor gene copy number and clinical outcome of metastatic colorectal cancer treated with panitumumab. J Clin Oncol 25: , Moroni M, Veronese S, Sartore-Bianchi A, Artale S, Siena S. Controversial evaluation of EGFR protein and gene status in predicting response to anti-egfr monoclonal antibodies in metastatic colorectal cancer: a case report and review of the literature. Targeted Oncology 3:127-30, Moroni M, Sartore-Bianchi A, Veronese S, Siena S. EGFR FISH in colorectal cancer: what is the current reality? Lancet Oncology 9: 402-3, 2008 ( Keynote Comment ). 68. Moroni M, Marrapese G, Veronese S. EGFR FISH analysis in colorectal cancer as a tool in selectinig patients for antiegfr monoclonal antibodies therapy. Oncology Reviews 3: , 2009 Milano, 2 marzo 2010 dr. Mauro Moroni Pagina 10 - Curriculum vitae di

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015

UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE. Programmazione didattica a.a. 2014/2015 UNIVERSITA DEGLI STUDI MAGNA GRAECIA DI CATANZARO DIPARTIMENTO DI SCIENZE DELLA SALUTE CORSO DI LAUREA IN BIOTECNOLOGIE Classe L2 Programmazione didattica a.a. 2014/2015 Per l anno accademico 2014-2015

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

CURRICULUM VITAE DEL DOTT. FRANCESCO FERRUCCI. Dati Personali: Pier Francesco Ferrucci. Data di nascita : 04 Ottobre 1964.

CURRICULUM VITAE DEL DOTT. FRANCESCO FERRUCCI. Dati Personali: Pier Francesco Ferrucci. Data di nascita : 04 Ottobre 1964. CURRICULUM VITAE DEL DOTT. FRANCESCO FERRUCCI Dati Personali: Nome : Pier Francesco Ferrucci. Data di nascita : 04 Ottobre 1964. Luogo di nascita : Livorno, Italia. Presente impiego: Recapiti telefonici:

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI A CURA DELLA STRUTTURA COMPLESSA ASSISTENZA FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI NUMEROUMERO 25 OTTOBRE 2012 All interno: pag.2-5 Bevacizumab 1

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (ai sensi degli articoli 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il sottoscritto Salvatore Silvano Lopez, nato a Milano, il 10 ottobre 1954, residente in

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI NEL TRATTAMENTO DEI LINFOMI NON HODGKIN DI DERIVAZIONE DAI LINFOCITI T PERIFERICI

NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI NEL TRATTAMENTO DEI LINFOMI NON HODGKIN DI DERIVAZIONE DAI LINFOCITI T PERIFERICI Alma Mater Studiorum Università di Bologna DOTTORATO DI RICERCA EMATOLOGIA CLINICA E SPERIMENTALE ED EMATOPATOLOGIA Ciclo XXI Settore scientifico disciplinare di afferenza: MED/15 MALATTIE DEL SANGUE NUOVI

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Master in Hospital Risk Management

Master in Hospital Risk Management Master in Hospital Risk Management XII Edizione (2014-2015) in memoria di Leonardo la Pietra con il patrocinio di* SIC SIOT * i patrocini sono in fase di aggiornamento. Master Destinatari Il master è rivolto

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Nome(i) / Cognome(i) Indirizzo(i) Roberto CARUSO Corso Mazzini, 11-87100 Cosenza, Italia Telefono(i) Tel. + 39 0984681824 Fax+ 39 0984681322 E-mail Cittadinanza

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2013 A cura di: Intermedia editore Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica

LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA. Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere. La Rete Oncologica LAZIOSANITÀ AGENZIA DI SANITÀ PUBBLICA Piano di riorganizzazione delle reti ospedaliere La Rete Oncologica Piano di Riorganizzazione della Rete - La rete Oncologica della Regione Lazio Piano di riorganizzazione

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp.

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Fontanellato San Secondo Nel 2009 nei Nuclei di Cure Primarie (NCP) di Fontanellato

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Medicina Narrativa: cos'è?

Medicina Narrativa: cos'è? Medicina Narrativa N.1 2011 Narrative Medicine: what is it? A. Virzì, O. Bianchini, S. Dipasquale, M. Genovese, G. Previti, M. S. Signorelli. Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico Vittorio emanuele

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014

I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 I NUMERI DEL CANCRO IN ITALIA 2014 2 A cura di: Via Malta 12/B 25124 Brescia Tel. 030.226105 fax. 030.2420472 intermedia@intermedianews.it www.medinews.it 3 Prefazione

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative)

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative) VADEMECUM SUL DOLORE La Legge 38/2010 (terapia del dolore e cure palliative) Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge con il patrocinio istituzionale del MINISTERO della SALUTE La guida è stata

Dettagli