Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN"

Transcript

1 Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN Tematica 1 - Strategie terapeutiche per ottimizzare il trattamento dell ictus cerebrovascolare. Codice Lettera Risultato 1 FARM629YEY STUDIO FATTORI PROGNOSTICI E RISPOSTA TERAPEUTICA PAZIENTI CON DIPENDENZA ALCOOLICA CON O SENZA COMORBIDITA' PER DISTURBI PSICHIATRICI 2 FARM62YNY2 PROTEZIONE D'ORGANO DA XENON 3 FARM65KNKY STUDIO CLINICO RANDOMIZZATO CONTROLLATO CON ALTEPLASE (RT-PA) IN PAZIENTI CON ICTUS ISCHEMICO CEREBRALE ACUTO CON ETÀ SUPERIORE AGLI 80 ANNI TRATTATI ENTRO 3 ORE DALL ESORDIO DEI SINTOMI 4 FARM67ALNH STUDIO CLINICO CONTROLLATO SUL TRATTAMENTO AGGRESSIVO DELL'IPERGLICEMIA NELL'ICTUS ISCHEMICO ACUTO 5 FARM6BS7TB INIBIZIONE DELLA POLI(ADP-RIBOSIO)POLIMERASI CON MINOCICLINA PER RIDURRE I RISCHI DELLA TROMBOLISI ED AMPLIARE LA FINESTRA TERAPEUTICA NELL'ICTUS 6 FARM6LN3KS STUDIO RANDOMIZZATO DI CONFRONTO FRA TROMBOLISI INTRA-ARTERIOSA LOCO-REGIONALE ED ENDOVENOSA SISTEMICA CON ALTEPLASE NELL'ICTUS ISCHEMICO ACUTO. 7 FARM6RPCZ7 INTERNATIONAL STROKE TRIAL 3: TROMBOLISI NELL' ICTUS ISCHEMICO ACUTO 8 FARM6RZJXX STUDIO MULTICENTRICO PER UNA MIGLIORE SELEZIONE DEI PAZIENTI CANDIDATI ALLA TERAPIA FIBRINOLITICA IN RELAZIONE ALLA SEDE DELLA OCCLUSIONE CEREBROVASCOLARE 9 FARM6WK95Z EFFETTI DELLA TERAPIA CON STATINE IN PAZIENTI CON RISCHIO CARDIOVASCOLARE ASSOLUTO NON ALTO E DANNO VASCOLARE PRECLINICO MISURATO COME ISPESSIMENTO MEDIO-INTIMALE CAROTIDEO Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salute pubblica e per il SSN Tematica 2 - Strategie terapeutiche di trattamento per il diabete di tipo II che includono il confronto fra diversi ipoglicemizz Codice Lettera Risultato 1 FARM62XPCN EFFICACIA DELLA CABERGOLINA NEL CONTROLLO GLICEMICO E NEL MIGLIORAMENTO DELLE COMPLICANZE MICRO-MACROANGIOPATICHE NEI PAZIENTI CON DIABETE MELLITO TIPO 2

2 2 FARM62ZLM7 FAMACOGENETICA NELLA PREVENZIONE E TRATTAMENTO DEL DANNO RENALE E DEGLI EVENTI CARDIOVASCOLARI IN PAZIENTI CON DIABETE DI TIPO 2: FARMACI BLOCCANTI IL SISTEMA RENINA-ANGIOTENSINA E GENI DA INSULINO-RESISTENZA. 3 FARM63CTJK EFFETTI CENTRALI DEI FARMACI ANTIDIABETICI: CONFRONTO TRA VARIE MOLECOLE E STUDIO DEI MECCANISMI DI DANNO O DI PROTEZIONE SULLE BETA- CELLULE PANCREATICHE 4 FARM63LCEW IDENTIFICAZIONE DI MARKERS GENETICI PREDITTIVI DELLA EFFICACIA TERAPEUTICA DEI FARMACI INSULINO- SENSIBILIZZANTI NEL DIABETE MELLITO DI TIPO 2 5 FARM65NHHW SENSIBILIZZANTI INSULINICI NELLA PREVENZIONE DEGLI STATI DI INTOLLERANZA AL GLUCOSIO E DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE IN DONNE AFFETTE DA SINDROME DELL'OVAIO POLICISTICO ED OBESITÀ: STUDIO PROSPETTICO CONTROLLATO MULTICENTRICO 6 FARM6AL5PH OLTRE LA GLICEMIA: METFORMINA E PIOGLITAZONE A CONFRONTO Efficacia di metformina e pioglitazone sui fattori di rischio aggiuntivi che caratterizzano il soggetto diabetico con sindrome metabolica. 7 FARM6LP728 Studio sull efficacia degli antidiabetici orali nella normale pratica clinica in Medicina Generale 8 9 FARM6R7J9M FARM6R8BT2 STUDIO PROBE (PROSPECTIVE RANDOMIZED OPEN BLINDED ENDPOINTS) PER CONTRONTARE L'EFFICACIA DELL'ASSOCIAZIONE METFORMINA+GLIMEPIRIDE VS METFORMINA+ROSIGLITAZONE SUL CONTROLLO METABOLICO, LA FUNZIONE BETA CELLULARE ED I FATTORI DI RISCHIO CARDIOVASCOLARE Studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato, di confronto sugli effetti di Metformina, Rosiglitazone e terapia combinata Metformina-Rosiglitazone sul controllo glico-metabolico e su parametri infiammatori ed emocoagulativi in pazienti con diabete mellito di tipo 2 10 FARM6SJTL8 Razionalizzazione dell impiego dei farmaci insulinosensibilizzanti nei diabetici tipo 2 ultrasessantacinquenni sulla base della caratterizzazione genetico-molecolare 11 FARM6T9CET CONFRONTO TRA DUE ASSOCIAZIONI DI IPOGLICEMIZZANTI ORALI (METFORMINA + TIAZOLIDINEDIONI VERSUS METFORMINA + GLIBENCLAMIDE) IN RELAZIONE ALL'INCIDENZA DI EVENTI CARDIOVASCOLARI (CV) IN PAZIENTI CON DIABETE TIPO 2 PRECEDENTEMENTE TRATTATI CON MONOTERAPIA MA NON ADEGUATAMENTE COMPENSATI 12 FARM6TZST7 VALUTAZIONE DEL RISCHIO CARDIOVASCOLARE NEL PAZIENTE AFFETTO DA DIABETE MELLITO DI TIPO 2 IN TRATTAMENTO CON IPOGLICEMIZZANTI ORALI ATTRAVERSO LO STUDIO DELLA REATTIVITÀ CELLULARE

3 Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu per il SSN Tematica 3 - Strategie terapeutiche per il trattamento di pazienti affetti da broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO) co scompenso cardiaco. Codice Lettera Risultato 1 FARM62NWHA CONFRONTO FRA BUPROPIONE (ZYBAN) E BUPROPIONE GENERICO NEL TRATTAMENTO ANTIFUMO 2 FARM6529CP SICUREZZA ED EFFICACIA DELLA TERAPIA CON BETA- BLOCCANTI IN PAZIENTI CON BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO) ASSOCIATA A SCOMPENSO CARDIACO 3 FARM6878KY STUDIO PILOTA SUGLI EFFETTI DEGLI ANTAGONISTI RECETTORIALI DELL'ENDOTELINA IN PAZIENTI CON IPERTENSIONE ARTERIOSA POLMONARE SEVERA E BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA. 4 FARM6AT7MF VALUTAZIONE DELL'EFFICACIA E DELLA SICUREZZA DELL'USO DI BETA-BLOCCANTI SELETTIVI IN PAZIENTI CON BPCO E SCOMPENSO CARDIACO 5 FARM6FLNKF IMPATTO DEL TRATTAMENTO BRONCODILATATORE CRONICO CON BETA2-AGONISTI VS ANTICOLINERGICI SULLA TOLLERABILITÀ E SICUREZZA DELLA TERAPIA BETA-BLOCCANTE IN PAZIENTI CON SCOMPENSO CARDIACO (SC) E BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO): STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO 6 FARM6HCRB4 IDENTIFICAZIONE DEL PROFILO DIAGNOSTICO- TERAPEUTICO DEL PAZIENTE CON BPCO E SCOMPENSO CARDIACO IN AMBIENTE INTERNISTICO: INDICATORI DI QUALITA' E RAPPORTO COSTO-BENEFICIO 7 FARM6K2WLJ SICUREZZA ED EFFICACIA DELL UTILIZZO DI UN INIBITORE DELLE FOSODIESTERASI 5 IN PAZIENTI CON IPERTENSIONE POLMONARIA SECONDARIA A BPCO E INSUFFICIENZA CARDIACA. 8 FARM6MW2LH STUDIO RANDOMIZZATO, CONTROLLATO CON PLACEBO SULLA EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI UNA TERAPIA CON ANTIINFIAMMATORIO CON O SENZA BETABLOCCANTE IN PAZIENTI CON BRONCOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO) ASSOCIATA A INSUFFICIENZA CARDIACA

4 9 FARM6YHYW4 OSSIGENO TERAPIA A LUNGO TERMINE IN PAZIENTI CON IPOSSIEMIA CRONICA MODERATA SECONDARIA A BRONCOPNEUMOPATIA CRONICA OSTRUTTIVA COMPLICATA DA SCOMPENSO CARDIACO CRONICO 10 FARM6ZM2MM VALUTAZIONE DELL EFFETTO PREVENTIVO DELLE RIACUTIZZAZIONI IN PAZIENTI AFFETTI DA BPCO DI GRADO SEVERO O MOLTO SEVERO INDOTTO DA DUE DIVERSI DOSAGGI DELLA COMBINAZIONE FLUTICASONE/SALMETEROLO O DALL AGGIUNTA DI N- ACETILCISTEINA AL DOSAGGIO INFERIORE DELLA TERAPIA COMBINATA Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN Tematica 4 - Strategie terapeutiche per il trattamento dell asma bronchiale. Codice Lettera Risultato 1 FARM62XZKX EFFETTI DI DIFFERENTI STRATEGIE TERAPEUTICHE SULLA RISPOSTA BRONCOCOSTRITTRICE NELL'ASMA 2 FARM63WW57 CONFRONTO TRA DUE STRATEGIE TERAPEUTICHE QUALI CORTICOSTEROIDI INALATORI VS ASSOCIAZIONE CORTICOSTEROIDI INALATORI + BETA2 AGONISTI LONG- ACTING NEL CONTROLLO A LUNGO TERMINE DEI SINTOMI E DEI PARAMETRI INFIAMMATORI DELL ASMA 3 FARM672T4F EFFETTI DELLA IMMUNOTERAPIA SUBLINGUALE (SLIT) SULLE MANIFESTAZIONI CLINICHE DELLE ALLERGOPATIE RESPIRATORIE IN ETÀ PEDIATRICA 4 FARM67S4PF Studio clinico controllato randomizzato per la valutazione del rapporto costo-beneficio dell anticorpo monoclonale anti-ige nell asma grave 5 FARM6AH2PJ CONFRONTO FRA UNO STEROIDE INALATORIO ED UN ANTAGONISTA RECETTORIALE DEI LEUCOTRIENI NELLA TERAPIA DELL'ASMA PEDIATRICA:CARATTERIZZAZIONE DELLA VARIABILITA' DELLA RISPOSTA FARMACOLOGICA. 6 FARM6AJ7AT VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DEI BETA2 ADRENERGICI LONG-ACTING NELLO SVILUPPO DI ASMA IN BAMBINI CON ALTO RISCHIO DI ASMA IN ETÀ PRESCOLARE. STUDIO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO IN DOPPIO CIECO. 7 FARM6BWSF9 CONFRONTO FRA TERAPIA REGOLARE E TERAPIA SOLO AL BISOGNO DELLA ASSOCIAZIONE BUDESONIDE/FORMOTEROLO NELL ASMA MODERATO PERSISTENTE

5 8 FARM6FRLLJ EFFICACIA E SICUREZZA DI DIVERSE STRATEGIE TERAPEUTICHE IN BAMBINI CON ASMA PERSISTENTE: STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO. PROPOSTO DALLA ASSOCIAZIONE OSPEDALI PEDIATRICI ITALIANI- STUDIO AOPI ASMA. 9 FARM6T8NLP SIGNIFICATO DELL'AGGIUNTA DI OMALIZUMAB ALLA TERAPIA ANTIASMATICA OTTIMALE: CONFRONTO TRA DUE STRATEGIE TERAPEUTICHE DELL'ASMA ALLERGICO PERSISTENTE MODERATO/SEVERO DA PLURISENSIBILIZZAZIONE 10 FARM6YK9S3 MONITORAGGIO DELLE IGE SPECIFICHE VERSO MOLECOLE ALLERGENICHE DURANTE TRATTAMENTO CON ANTICORPO MONOCLONALE ANTI-IGE (OMALIZUMAB) Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu per il SSN Tematica 5 - Strategie terapeutiche di ottimizzazione del trattamento con farmaci oncologici con target antitumorale specif Codice Lettera Risultato 1 FARM62MC97 SHORT-HER: STUDIO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO DI CHEMIOTERAPIA ADIUVANTE IN ASSOCIAZIONE CON HERCEPTIN 9 VS 52 SETTIMANE, IN PAZIENTI CON CARCINOMA MAMMARIO HER2 POSITIVO. 2 FARM62ZE4T STUDIO RANDOMIZZATO FRA ALEMTUZUMAB (CAMPATH) IN MONOTERAPIA E IN COMBINAZIONE CON FLUDARABINA E CICLOFOSFAMIDE (FCC) IN PAZIENTI AFFETTI DA LEUCEMIA LINFATICA CRONICA A CELLULE B (LLC-B)RESISTENTI A FLUDARABINA 3 FARM6339A8 OTTIMIZZAZIONE DEL TRATTAMENTO CON TEMOZOLOMIDE IN BAMBINI E GIOVANI ADULTI AFFETTI DA GLIOMA MALIGNO 4 FARM64HCRX RUOLO DELLA SCINTIGRAFIA CON 111IN OCTREOTIDE (OCTREOSCAN) NELL OTTIMIZZAZIONE DEL TRATTAMENTO CON ANALOGHI DELLA SOMATOSTATINA DEI PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA EPATOCELLULARE NEODIAGNOSTICATI 5 FARM64TF4N SINGLE NUCLEOTIDE POLYMORPHISMS [SNPS] IN IMATINIB- TRANSPORTERS, METABOLISING ENZYMES AND TARGETS AS DETERMINANTS OF THE RESPONSIVE/NON RESPONSIVE GENETIC PROFILE IN CHRONIC MYELOID LEUKEMIA PATIENTS

6 6 FARM67L73N STUDIO CLINICO DI FASE III CHE VALUTA UNA TERAPIA TARDIVA DI BREVE DURATA CON TRASTUZUMAB IN PAZIENTI OPERATE PER UN CARCINOMA MAMMARIO HER2 POSITIVO. 7 FARM67WH4R ERLOTINIB QUALE TERAPIA DI PRIMA LINEA IN PAZIENTI CON CARCINOMA POLMONARE NON A PICCOLE CELLULE INOPERABILE CON MUTAZIONI DI EGFR. CONFRONTO CON TERAPIA CITOTOSSICA. 8 FARM687K3K STUDIO DI APPROPRIATEZZA CIRCA L OTTIMIZZAZIONE SU BASE BIOLOGICA DELLE SEQUENZE ANTIBLASTICHE TERAPEUTICHE IN PAZIENTI CON NEOPLASIA COLORETTALE AVANZATA/METASTATICA 9 FARM69APPZ ASSOCIAZIONE DI FARMACI CHEMIOTERAPICI E POMPE CON CARTUCCE ADSORBENTI SPECIFICHE NEL TUMORE DEL POLMONE SPERIMENTALE: VALUTAZIONE DELL EFFICACIA TERAPEUTICA E DELLA RIDUZIONE DEGLI EFFETTI COLLATERALI. 10 FARM6AAXKW STUDIO CLINICO RANDOMIZZATO, PROSPETTICO DI FASE II, PER LA VALUTAZIONE DELLA RESISTENZA AGLI INIBITORI DELL'ANGIOGENESI NEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO AVANZATO. VALUTAZIONE BIOMOLECOLARE E GENOMICA DELLA PREDITTIVITÀ ALLA RISPOSTA AL TRATTAMENTO CON GLI INIBITORI DELL'ANGIOGENESI. 11 FARM6AP7MS RISPOSTA IMMUNOLOGICA ALLA VACCINAZIONE ANTITUMORALE CON PEPTIDI DERIVATI DAGLI ANTIGENI TUMORE-ASSOCIATI MUC-1, CEA E ERB-B2 IN PAZIENTI AFFETTI DA MIELOMA MULTIPLO, NEOPLASIE DELLA MAMMELLA, DELL' OVAIO, DEL COLON E DELL'ENDOMETRIO. 12 FARM6CCZ33 ALTERAZIONI DELLA MATURAZIONE DELL'ASSE IPOTALAMO-IPOFISI-GONADI E DEL METABOLISMO OSSEO IN PAZIENTI PEDIATRICI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO ANTI-TUMORALE CON IMATINIB MESILATO PRIMA DELL'INIZIO DELLA PUBERTA' 13 FARM6EC7Z2 STUDIO FARMACOGENOMICO E DEL COMPORTAMENTO DELLE TOPOISOMERASI NEL TRATTAMENTO DEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO (E PER CONFRONTO SCIENTIFICO DI ALTRI CARCINOMI): IDENTIFICAZIONE DI MARKER PREDITTIVI DELLA RISPOSTA CLINICA A ANTIMETABOLITI E ALCHILANTI, AL FINE DI CONDURRE UNO STUDIO COMPARATIVO RANDOMIZZATO DI FASE III TRA GOLDEN STANDARD THERAPY VERSUS TARGET- ORIENTED THERAPY NEL TRATTAMENTO DI TUMORI SOLIDI

7 14 FARM6F49FK "TARGETED THERAPY" WITH MONOCLONAL ANTIBODIES FOR THE TREATMENT OF MINIMAL RESIDUAL DISEASE IN ADULT PATIENTS WITH ACUTE LYMPHOBLASTIC LEUKEMIA IN COMPLETE HEMATOLOGIC REMISSION AFTER INDUCTION AND CONSOLIDATION CHEMOTHERAPY. GIMEMA ACUTE LEUKEMIA WORKING PARTY PROTOCOL "LAL 1306" 15 FARM6F5JER APPROPRIATEZZA DELL'UTILIZZO DI ERLOTINIB IN PAZIENTI CON NEOPLASIA POLMONARE AVANZATA 16 FARM6FJJAY STRATEGIA DI TERAPIA SISTEMICA NEL CARCINOMA DEL COLON-RETTO METASTATICO. I LINEA: STUDIO PRAGMATICO RANDOMIZZATO IN APERTO DI FASE III PER VALUTARE L EFFICACIA DELLA COMBINAZIONE POLICHEMIOTERAPIA+BEVACIZUMAB VS LA SOLA POLICHEMIOTERAPIA; II LINEA: DUE STUDI RANDOMIZZATI DI FASE III PER VALUTARE L EFFICACIA DI 17 FARM6K4X5B VALORE PREDITTIVO DELLE ALTERAZIONI MOLECOLARI DEL GENE EGFR E DELL ONCOGENE K-RAS NELLA TERAPIA CON CETUXIMAB IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DEL COLON AVANZATO 18 FARM6KAC8L IMPATTO PROGNOSTICO DEI GENI RIZ/PRDM2 E YY1 SULLA PROGNOSI E "OUTCOME" CLINICO NEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA E DELLA PROSTATA TRATTATO CON TERAPIA MEDICA E CHIRURGICA. 19 FARM6L2P3H OTTIMIZZAZIONE DEL TRATTAMENTO CON CETUXIMAB IN PAZIENTI AFFETTI DA CARCINOMA DEL COLON RETTO AVANZATO: SCHEDULA SETTIMANALE VERSO QUINDICINALE 20 FARM6L9TFK STUDIO TRASLAZIONALE RANDOMIZZATO DI FASE III: OTTIMIZZAZIONE DELLO SCHEMA TERAPEUTICO FOLFIRI + BEVACIZUMAB NEL CARCINOMA COLONRETTALE METASTATICO (CCM) IN FUNZIONE DEI POLIMORFISMI GENETICI (FARMACOGENETICA) E ANALISI DI BIOMARCATORI CIRCOLANTI. STUDIO C.I.P.O.M.O. 21 FARM6MKHLY CONFRONTO, IN TERMINI DI EFFICACIA E COSTO- BENEFICIO, FRA TERAPIA CHIRURGICA E TERAPIA FOTODINAMICA NEL MANAGEMENT DELLA FIELD- CANCERIZATION DELLE MUCOSE DELLE VIE AERO- DIGESTIVE SUPERIORI. 22 FARM6N78KN EFFICACIA E TOSSICITÀ DI TRASTUZUMAB ALLA DOSE DI MANTENIMENTO DI 1MG/KG/SETTIMANA VS LA DOSE STANDARD DI 2 MG/KG/SETTIMANA IN ASSOCIAZIONE ALLA CHEMIOTERAPIA NEL TRATTAMENTO DI PAZIENTI AFFETTE DA CARCINOMA MAMMARIO METASTATICO. STUDIO MULTICENTRICO DI FASE III.

8 23 FARM6NHJRH STUDIO CLINICO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO DI FASE III DI CHEMIOTERAPIA CON IRINOTECANO + CETUXIMAB IN PAZIENTI CON DIAGNOSI DI CARCINOMA COLO-RETTALE METASTATICO: TRATTAMENTO CONDOTTO FINO A PROGRESSIONE VS TRATTAMENTO DI BREVE DURATA 24 FARM6RAT9P CETUXIMAB + IRINOTECANO VS CHEMOTERAPIA A BASE DI MITOMICINA NEL CARCINOMA COLO-RETTALE AVANZATO PRETRATTATO NON RESECABILE 25 FARM6RATER STUDIO DI FASE 3 DI CONFRONTO TRA TRASTUZUMAB PER 6 O 12 MESI +/- TRATTAMENTO SEQUENZIALE CON LAPATINIB COME TERAPIA ADIUVANTE PER PAZIENTI CON TUMORE DELLA MAMMELLA HER2-POSITIVO 26 FARM6RTZ7J STUDIO DI FASE III DI BEVACIZUMAB SETTIMANALE VERSUS BISETTIMANALE IN COMBINAZIONE CON PACLITAXEL SETTIMANALE NEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA AVANZATO HER-2 NEGATIVO 27 FARM6TCRFJ ASSOCIAZIONE TRA TRASTUZUMAB E VACCINAZIONE PEPTIDICA IN PAZIENTI ONCOLOGICI ERB-B2 POSITIVI 28 FARM6TMT9E IMPLEMENTAZIONE DI UN ALGORITMO BIOLOGICO PER LA OTTIMIZZAZIONE E PERSONALIZZAZIONE DELLE TERAPIE MIRATE: PRIMO MODELLO DI STUDIO: LE SPERIMENTAZIONI CLINICHE IN FASE III CON IMPIEGO DI BEVACIZUMAB (BV) 29 FARM6W7A77 CONFRONTO, IN TERMINI DI EFFICACIA COSTO- BENEFICIO, FRA RADIOTERAPIA E TERAPIA FOTODINAMICA NEI TUMORI DEL DISTRETTO ORL 30 FARM6WWB4C TERAPIA FOTODINAMICA CON MTHPC (FOSCAN) NEL TRATTAMENTO DEI CARCINOMI IN STADIO INIZIALE DEL CAVO ORALE. CONFRONTO CON LA CHIRURGIA 31 FARM6WWZLN RUOLO DELLA MATRICE EXTRACELLULARE NELLA RISPOSTA A TRASTUZUMAB NEL CARCINOMA DELLA MAMMELLA. 32 FARM6X5N9E OTTIMIZZAZIONE DELLA DURATA DEL BEVACIZUMAB, ANTICORPO MONOCLONALE CON TARGET ANTITUMORALE SPECIFICO, NELLA TERAPIA DI I LINEA NEL CANCRO DEL COLON-RETTO: STUDIO RANDOMIZZATO DI FASE III 33 FARM6XB38F ANALISI DELLA STRATEGIA OTTIMALE DEI PAZIENTI CON CARCINOMA DEL COLON-RETTO METASTATICO TRATTATI CON BEVACIZUMAB E CETUXIMAB. 34 FARM6ZMMBH CONFRONTO TRA R-CHOP CON RITUXIMAB DI MANTENIMENTO RISPETTO A R-HDS SENZA MANTENIMENTO NELLA TERAPIA DI PRIMA LINEA DEL LINFOMA FOLLICOLARE AD ALTO RISCHIO: STUDIO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO DI FASE III

9 Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN Tematica 6 - Strategie terapeutiche di ottimizzazione del trattamento con anestetici generali e miorilassanti in chirurgia. Codice Lettera Risultato 1 FARM643L7C INHALATION VERSUS TOTAL INTRAVENOUS ANESTHESIA IN NEUROSURGERY: CLINICAL AND BIOLOGICAL EFFECTS. 2 FARM65FKRR VALUTAZIONE DELLE MODIFICAZIONI E DELLE COMPLICANZE EMODINAMICHE NELL'USO DI ADRENALINA E NORADRENALINA NEL LIQUIDO DI IRRIGAZIONE PER LA CHIRURGIA ARTROSCOPICA DI SPALLA: STUDIO PROSPETTICO RANDOMIZZATO CONTROLLATO. 3 FARM65LP44 CONFRONTO DI QUATTRO TECNICHE DI ANESTESIA GENERALE NELLA CHIRURGIA BARIATRICA LAPAROSCOPICA 4 FARM65WALM IL RISVEGLIO IN ETÀ PEDIATRICA: STUDIO RANDOMIZZATO, CONTROLLATO, DOPPIO CIECO NELLA BLENDED ANESTESIA. 5 FARM67LCW7 STUDIO PROSPETTICO MULTICENTRICO PER LA VALUTAZIONE COMPARATIVA DELLA PROTEZIONE DA DANNO ISCHEMICO NEL PERIODO POST OPERATORIO, DUE TECNICHE ANTALGICHE A CONFRONTO: MORFINA ENDOVENOSA VERSUS ROPIVACAINA E OPPIOIDE IN INFUSIONE PERIDURALE 6 FARM67YA3F UTILITA' DELL'ANESTETICO ALOGENATO DESFLURANE NEL PRECONDIZIONAMENTO CARDIACO DEL PAZIENTE DIABETICO SOTTOPOSTO A RIVASCOLARIZZAZIONE MIOCARDICA IN CIRCOLAZIONE EXTRA CORPOREA 7 FARM6CZN2H ANALGESIA POSTOPERATORIA: STUDIO COMPARATIVO DI MORFINA /KETAMINA VS METADONE IN CHIRURGIA ADDOMINALE MAGGIORE 8 FARM6E3EXW VALUTAZIONE COMPARATIVA DELL'EFFICACIA ANALGESICA E DELLA POTENZIALE CARDIONEUROTOSSICITÀ DI LEVOBUPIVACAINA E ROPIVACAINA IN INFUSIONE PERIDURALE CONTINUA 9 FARM6F73NM PREVENZIONE DEL DOLORE POSTOPERATORIO MEDIANTE UTILIZZO DELLA TOSSINA BOTULINICA NELLE PAZIENTI CANDIDATE A MASTECTOMIA E RICOSTRUZIONE IMMEDIATA CON ESPANSORE 10 FARM6FKJKK VALUTAZIONE DI DIFFERENTI STRATEGIE ANESTESIOLOGICHE PER INTERVENTI NEUROCHIRURGICI SOVRATENTORIALI. 11 FARM6H73Z9 CARDIOPROTEZIONE DA ANESTETICI ALOGENATI. UNO STUDIO RANDOMIZZATO.

10 12 FARM6HNXR3 EFFICACIA DELL'IMPIEGO DI S-KETAMINA,SOMMINISTRATA IN BOLO E IN INFUSIONE CONTINUA A DOSI ANTIIPERALGESICHE, PER IL CONTROLLO DEL DOLORE POSTOPERATORIO IN PAZIENTI SOTTOPOSTE A TAGLIO CESAREO ELETTIVO IN ANESTESIA SUBARACNOIDEA. 13 FARM6T49W5 PREVENZIONE DELLA FORMAZIONE DELLA CAPSULA PERIPROTESICA IN CHIRURGIA RICOSTRUTIVA DELLA MAMMELLA ATTRAVERSO L UTILIZZO DI ZAFIRLUKAST 14 FARM6WKWW2 L ANALGESIA PERIDURALE PREOPERATORIA (ANALGESIA PREVENTIVA) CON OPPIOIDI PER LA PREVENZIONE E TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO IN Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu e per il SSN Tematica 7 - Strategie terapeutiche di trattamento per i pazienti in dialisi. Codice Lettera Risultato 1 FARM6ELPLY ESISTONO CRITERI DIAGNOSTICI PREDITTIVI DELLA RISPOSTA AL TRATTAMENTO MEDICO DELL IPERPARATIROIDISMO DELL EMODIALIZZATO? 2 FARM6JT7FZ L ATORVASTATINA HA UN RUOLO NEL TRATTAMENTO DEL DISMETABOLISMO ENDOTELIALE E DELLA IPERATTIVITÀ AUTONOMICA SIMPATICA NEI PAZIENTI EMODIALIZZATI? 3 FARM6KRA24 EFFETTI DELLA SOMMINISTRAZIONE DI ACETILCISTEINA SULLE COMPLICANZE CARDIOVASCOLARI NEI PAZIENTI IN TRATTAMENTO EMODIALITICO CRONICO 4 FARM6TKFA3 STUDIO MULTICENTRICO, PROSPETTICO RANDOMIZZATO CONTROLLATO IN APERTO SUGLI EFFETTI DELLA SOMMINISTRAZIONE DI DARBOPOETINA (DPO) SULLA SOPRAVVIVENZA DEI PAZIENTI CON INSUFFICIENZA RENALE ACUTA IN DIALISI. 5 FARM6WE4PP STUDIO PROSPETTICO, MULTICENTRICO, RANDOMIZZATO PER CONFRONTARE L EFFETTO DI UN TRATTAMENTO CON ACE INIBITORI RISPETTO AD UN TRATTAMENTO CHE NON INCLUDA INIBITORI DEL SISTEMA RENINA ANGIOTENSINA SULL INCIDENZA DI 6 FARM6X822T EFFETTI DEGLI AGENTI STIMOLANTI L ERITROPOIESI E DELLE STATINE SU ENDPOINTS CARDIO- CEREBROVASCOLARI IN EMODIALISI: STUDIO RANDOMIZZATO FATTORIALE Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu per il SSN Tematica 8 - Strategie terapeutiche per la prevenzione delle fratture osteoporotiche. Codice Lettera Risultato 1 FARM62WM9K UTILIZZAZIONE DI FOLATI O FARMACI NITRODERIVATI PER LA PREVENZIONE DELLA OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE. STUDIO PROSPETTICO RANDOMIZZATO CONTROLLATO

11 2 FARM65KJ39 PREVENZIONE DELLA RIFRATTURA DI FEMORE, DELLA DISABILITÀ E DELLA MORTALITÀ IN DONNE OSTEOPOROTICHE: EFFICACIA DELLA TERAPIA MEDICA, ANCHE IN RELAZIONE ALLA REALE COMPLIANCE AL TRATTAMENTO IN UNA POPOLAZIONE DELLA REGIONE VENETO 3 FARM67Z4ZJ ATTIVITÀ FISICA, CALCIO, VITAMINA D E MIGLIORAMENTO DELLO STILE DI VITA, VERSUS BIFOSFONATI NELLA PREVENZIONE DELLE FRATTURE VERTEBRALI DA OSTEOPOROSI IN DONNE IN ETA' SENILE. 4 FARM69PP5Y TRATTAMENTO A LUNGO TERMINE DELL'OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE: VALUTAZIONE DELL'INCIDENZA DI FRATTURE SPONTANEE IN CORSO DI TERAPIE CON DIVERSO IMPATTO SUL METABOLISMO OSSEO 5 FARM69TLXP CONFRONTO TRA ESERCIZIO FISICO E TERAPIA CON BISFOSFONATI IN DONNE CON OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE 6 FARM6C9S5B STUDIO APERTO, RANDOMIZZATO DI CONFRONTO SULLA SICUREZZA TRA UN BIFOSFONATO A SOMMINISTRAZIONE ORALE ED UNO A SOMMINISTRAZIONE PARENTERALE NELLA PROFILASSI SECONDARIA DELLE FRATTURE DA OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE 7 FARM6CPYX8 Efficacia sul rischio di fratture cliniche in soggetti anziani della terapia farmacologica classica comparata ad un approccio globale di riduzione dei fattori di rischio BMD- indipendenti: studio randomizzato e controllato (progetto OSTEOCARE) 8 FARM6NSKHW EFFETTO DELLA WHOLE BODY VIBRATION MEDIANTE PEDANA VIBRATORIA NELLA PREVENZIONE DEL RISCHIO DI FRATTURE IN DONNE OSTEOPOROTICHE IN ETÀ POST- MENOPAUSALE TRATTATE CON ACIDO ALENDRONICO SODICO 70 MG 9 10 FARM6PMCZ3 FARM6PXMXJ EFFICACIA CLINICA DELLA VALUTAZIONE DEL POLIMORFISMO BSMI DEL GENE DEL RECETTORE DELLA VITAMINA D PER OTTIMIZZARE L APPROCCIO FARMACOLOGICO ALLA PAZIENTE CON OSTEOPOROSI POSTMENOPAUSALE: CONFRONTO TRA DUE STRATEGIE Valutazione della efficacia di interventi multi-fattoriali farmacologici e non farmacologici nella prevenzione delle cadute e delle fratture, in donne con osteoporosi 11 FARM6TR8MS EFFICACIA DEI DIURETICI TIAZIDICI NELLA PREVENZIONE DI FRATTURE OSTEOPOROTICHE IN DONNE ANZIANE: STUDIO RANDOMNIZZATO E CONTROLLATO Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu per il SSN Tematica 9 - Strategie terapeutiche di trattamento del dolore in pediatria. Codice Lettera Risultato 1 FARM63TMS3 EFFICACIA E SICUREZZA DEL FENTANILE IN INFUSIONE CONTINUA PER IL CONTROLLO DEL DOLORE NEI NEONATI PRETERMINE IN VENTILAZIONE MECCANICA 2 FARM65RFWN STUDIO CLINICO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO DI FASE III PER IL CONTROLLO DEL DOLORE INTENSO NEL PAZIENTE PEDIATRICO

12 3 FARM69MB7C IL TRATTAMENTO DEL DOLORE PEDIATRICO IN PRONTO SOCCORSO: UNO STUDIO OSSERVAZIONALE E DI VALUTAZIONE DI INTERVENTO IN UN GRUPPO DI OSPEDALI LOMBARDI. 4 FARM6CNS22 TRIAL CONTROLLATO RANDOMIZZATO IN DOPPIO CIECO SU EFFICACIA DELL'IRRIGAZIONE DEL CAVO PERITONEALE CON ROPIVACAINA PER IL CONTROLLO DEL DOLORE POSTOPERATORIO NEL BAMBINO SOTTOPOSTO A LAPAROSCOPIA 5 FARM6CRJE8 LA TERAPIA DEL DOLORE ACUTO E CRONICO NEL BAMBINO CON MALATTIA CRONICA. CREAZIONE DI UN MODELLO PER LA VALUTAZIONE DEL PERCORSO DIAGNOSTICO-TERAPEUTICO NELL'ARTRITE IDIOPATICA GIOVANILE (AIG) 6 FARM6F8SSR STUDIO RANDOMIZZATO E CONTROLLATO DI FASE 3 PER VALUTARE L'EFFICACIA, LA TOLLERABILITÀ E L'EFFICIENZA, IN ETÀ PEDIATRICA, DI DUE STRATEGIE DI SEDO-ANALGESIA PROFONDA PER PROCEDURE DOLOROSE (PROPOFOL/KETAMINA S VS PROPOFOL/ALFENTANYL) AL DI FUORI DELLA SALA OPERATORIA. (STUDIO AOPI - DOLORE) 7 FARM6LYHC4 VALUTAZIONE DELL EFFICACIA E DELLA TOLLERANZA DEI DIFOSFONATI SUL CONTROLLO DEL DOLORE OSSEO DA OSTEONECROSI NEI PAZIENTI PEDIATRICI SOTTOPOSTI A TRAPIANTO DI MIDOLLO OSSEO ALLOGENICO 8 FARM6MJJK2 DOLORE DA APPENDICITE ACUTA IN PAZIENTI PEDIATRICI IN PRONTO SOCCORSO: STUDIO OSSERVAZIONALE E CONFRONTO PROSPETTICO RANDOMIZZATO TRA MORFINA SINGLE SHOT E INFUSIONE CONTINUA. 9 FARM6PRJNX TRIAL CONTROLLATO RANDOMIZZATO MULTICENTRICO SU EFFICACIA E SICUREZZA IN AMBITO PEDIATRICO DI DUE DIVERSE STRATEGIE FARMACOLOGICHE (PROPOFOL VS PROPOFOL-KETAMINA) PER LA SEDAZIONE PROFONDA GESTITA DA NON ANESTESISTI. 10 FARM6WWSC W VALUTAZIONE DELLA EFFICACIA E SICUREZZA DI DUE DIVERSI PROTOCOLLI DI ANALGO-SEDAZIONE (PROPOFOL+KETAMINA VERSUS PROPOFOL+ALFENTANIL) NEI BAMBINI ONCOLOGICI SOTTOPOSTI A PROCEDURE INVASIVE 11 FARM6XWPYB VALUTAZIONE DELLA EFFICACIA DI DIFFERENTI PROTOCOLLI DI SEDAZIONE PROCEDURALE NEL BAMBINO SOTTOPOSTO A ENDOSCOPIA DIGESTIVA DIAGNOSTICA E OPERATIVA 12 FARM6ZBW4R Trattamento del dolore indotto da procedure diagnostico/terapeutiche nel lattante: confronto tra EMLA e soluzioni concentrate di saccarosio.

13 Area 2 - Confronto fra farmaci e fra strategie terapeutiche per patologie e condizioni cliniche ad elevato impatto per la salu per il SSN Tematica 10 - Strategie terapeutiche di ottimizzazione del trattamento con farmaci cardiovascolari in pediatria e neonatolog Codice Lettera Risultato 1 FARM6AA8RW PROFILASSI DEL DOTTO ARTERIOSO PERVIO CON IBUPROFEN IN NEONATI DI EG < 29 SETTIMANE 2 FARM6JFKRW IL TRATTAMENTO IN ACUTO DELLE TACHICARDIE PAROSSISTICHE SOPRAVENTRICOLARI IN ETÀ PEDIATRICA: EFFICACIA E TOLLERABILITÀ DI UNA STRATEGIA "STEPWISE" 3 FARM6K8R5K STUDIO MULTICENTRICO, RANDOMIZZATO, IN APERTO, CONTROLLATO DEL CANDESARTAN CILEXETIL VERSUS ATENOLOLO IN PAZIENTI PEDIATRICI IPERTESI OPERATI PER COARTAZIONE AORTICA.

14 ute pubblica zanti orali

15

16 ute pubblica e omplicata da

17 ute pubblica

18 ute pubblica e fico.

19

20

21

22 ute pubblica

23 ute pubblica ute pubblica e

24 ute pubblica e

25

26 ute pubblica e gia

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE

PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE PREVENZIONE E SALUTE GLOBALE SI PARTE DALLA VITAMINA D Relatore dr Donata Soppelsa Medico di medicina generale Associato alla Società Italiana di Nutriceutica Quali domande? E sufficiente l integrazione

Dettagli

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI

ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione Direttore Dr. Agostino Dossena Crema, lì 06/03/2013 ANESTESIA NEUROASSIALE, ANTICOAGULANTI ED ANTIAGGREGANTI Il presente documento contiene le indicazioni principali

Dettagli

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott.

OSTEOPOROSI. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI. *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* Resp. Dott. C. I. D. I. M. U. CENTRO PREVENZIONE DIAGNOSI e TERAPIA DELL OSTEOPOROSI Resp. Dott. Antonio Vercelli OSTEOPOROSI *Come prevenirla* *Come curarla* *Consigli pratici* *Cos è l osteoporosi?* L osteoporosi

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale

Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Informazioni dal Servizio Farmaceutico Territoriale Periodico di informazione per Medici & Farmacisti Anno XIII, N 2 Aprile 2013 A cura del DIP IP.. INTERAZIENDALEI ASSISTENZA FARMACEUTICA Via Berchet,

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione

Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione 3 Maggio 2012 Relazione tra Vitamina D, Obesità infantile e Sindrome Metabolica: un puzzle in via di risoluzione Emanuele Miraglia del Giudice Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Pediatria

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga

FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO. Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga FARMACOLOGIA DEL SISTEMA NERVOSO AUTONOMO SIMPATICO Il sistema ortosimpatico media le risposte della reazione di lotta e fuga Le basi anatomiche del sistema nervoso autonomo Reazioni connesse alla digestione

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

L esercizio fisico come farmaco

L esercizio fisico come farmaco L esercizio fisico come farmaco L attività motoria come strumento di prevenzione e di terapia In questo breve manuale si fa riferimento a tipo, intensità, durata e frequenza dell attività fisica da soministrare

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI

FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA COMPLESSA ASSISTENZA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI A CURA DELLA STRUTTURA COMPLESSA ASSISTENZA FARMACEUTICA A.S.S. N.1 TRIESTINA RIESTINA RESPONSABILE FF DOTT.. ABAA BA PETTINELLIETTINELLI NUMEROUMERO 25 OTTOBRE 2012 All interno: pag.2-5 Bevacizumab 1

Dettagli

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA

INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA INFORMAZIONE E CONSENSO ALLA FLUORANGIOGRAFIA ED ALL ANGIOGRAFIA AL VERDE INDOCIANINA FOGLIO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE L angiografia retinica serve a studiare le malattie della retina; localizzare la

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) LO CONTE Maurizio Viale Tigli, 20, I, 83031, Ariano Irpino - (AV) Telefono(i) +390825871118 / +390825824605 Mobile +39335415735

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

ANESTESIA. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia ANESTESIA Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa fa l Anestesista Pag. 2 Visita Anestesiologica Pag. 2 Che cosa significa Consenso Informato Pag. 3 Esami preoperatori Pag. 4 Prescrizioni

Dettagli

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia

Studio del manuale. Applicazioni internazionali del case management integrato: principi e pratica Conoscenza di base ed evoluzione futura Bibliografia Indice Presentazione dell edizione originale Presentazione dell edizione italiana Prefazione Ringraziamenti Panoramica sulla diffusione del Metodo INTERMED La griglia INTERMED pediatrica per la valutazione

Dettagli

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet

Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation. Sindrome di Behçet Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Sindrome di Behçet Che cos è? La sindrome di Behçet (BS), o malattia di Behçet, è una vasculite sistemica (infiammazione dei vasi sanguigni) la

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI

LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI LA MALNUTRIZIONE NELL ANZIANO E LE SINDROMI CARENZIALI Daniela Livadiotti Società Italiana di Medicina di Prevenzione e degli Stili di Vita INVECCHIAMENTO L invecchiamento può essere definito come la regressione

Dettagli

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica

-Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica ANESTETICI GENERALI ENDOVENOSI Proprietà: -Rapidità di azione :quindi deve essere liposolubile per poter facilmente attraversare la barriera ematoencefalica -Risveglio rapido :questo è possibile quando

Dettagli

PERUGIA INTERNATIONAL CANCER CONFERENCE VII

PERUGIA INTERNATIONAL CANCER CONFERENCE VII PERUGIA INTERNATIONAL CANCER CONFERENCE VII MULTINATIONAL ASSOCIATION OF SUPPORTIVE CARE IN CANCER CONSENSUS CONFERENCE SULLA TERAPIA ANTIEMETICA PERUGIA, 29-31 marzo, 2004 Ultimo aggiornamento: 1 settembre

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio -

Gli Omega-3 e la Vitamina D contro l Alzheimer - Le nuove prospettive per il terzo millennio - nutrizione & composizione corporea fisioterapia & recupero funzionale medicina d alta quota piani di allenamento articoli, studi, ricerche dal mondo della Nutrizione, delle Terapie Fisiche, delle Neuroscienze

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE

ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE ANEURISMA AORTA TORACICA ASCENDENTE Definizione Dilatazione segmentaria o diffusa dell aorta toracica ascendente, avente un diametro eccedente di almeno il 50% rispetto a quello normale. Cause L esatta

Dettagli

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta

La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta La valutazione degli indicatori di processo e di outcome Francesco Dotta U.O. Diabetologia, Policlinico Le Scotte Università di Siena GLI INDICATORI: DEFINIZIONE L indicatore è un informazione, quantitativa

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o. Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti

Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o. Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti Terapia oncologica nell ambito di uno studio c l i n i c o Opuscolo informativo per pazienti oncologici e loro parenti A Si ringraziano la dottoressa in Scienze Naturali Stephanie Züllig, il dottore in

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna

Farmaci anticoagulanti. Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Farmaci anticoagulanti Dott. Antonello Di Paolo Divisione di Farmacologia e Chemioterapia Dipartimento di Medicina Interna Emostasi Emostasi Adesione e attivazione delle piastrine Formazione della fibrina

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

La Terapia con Bifosfonati

La Terapia con Bifosfonati Capire La Terapia con Bifosfonati International Myeloma Foundation 12650 Riverside Drive, Suite 206 North Hollywood, CA 91607 USA Telephone: 800-452-CURE (United States and Canada) 818-487-7455 FAX: 818-487-7454

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA

INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA INTERVENTO DI ARTROPROTESI D ANCA Particolare dell incisione chirurgica Componenti di protesi d anca 2 Immagine di atrosi dell anca Sostituzione mediante artroprotesi La protesizzazione dell anca (PTA)

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it

scaricato da www.sunhope.it SECONDA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI I CLINICA NEUROLOGICA Direttore:Prof. R. Cotrufo Fisiopatologia dei disordini della sensibilità, con particolare riguardo al dolore neuropatico 2009 Organizzazione

Dettagli

Castrazione e sterilizzazione

Castrazione e sterilizzazione Centro veterinario alla Ressiga Castrazione e sterilizzazione Indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali ed alternative Dr. Roberto Mossi, medico veterinario 2 Castrazione e sterilizzazione Castrazione

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa

Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa Scheda informativa Terapia ormonale in menopausa: quando è utile, quando è dannosa I preparati ormonali vengono impiegati da anni nelle donne durante e dopo la menopausa per alleviare i disturbi del climaterio.

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Indicazioni per la certificazione

Indicazioni per la certificazione Il nuovo modello per la certificazione delle cause di morte: peculiarità e indicazioni per una corretta certificazione Indicazioni per la certificazione Stefano Brocco Coordinamento del Sistema Epidemiologico

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico

Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Messaggero del segnale cellulare. Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Monossido d azoto NO (Nitric Oxide) Ruolo biologico: Messaggero del segnale cellulare Molecola regolatoria nel sistema cardiovascolare Molecola regolatoria nel sistema nervoso centrale e periferico Componente

Dettagli

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D

IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D IL RUOLO DEL LABORATORIO NELL IPOVITAMINOSI D Manuela Caizzi (1); Giorgio Paladini (2) 1. S.C. Ematologia Clinica; Azienda Ospedaliero-Universitaria, Ospedali Riuniti di Trieste 2. S.C. Ematologia Clinica

Dettagli

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative)

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative) VADEMECUM SUL DOLORE La Legge 38/2010 (terapia del dolore e cure palliative) Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge con il patrocinio istituzionale del MINISTERO della SALUTE La guida è stata

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

IL PARERE DELL ESPERTO

IL PARERE DELL ESPERTO IL PARERE DELL ESPERTO Nei giorni più caldi e afosi dell estate, molte condizioni di disagio o malessere fisico possono essere ridotte o prevenute mediante una corretta conoscenza dei rischi e sapendo

Dettagli

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA

INSUFFICIENZA RESPIRATORIA INCAPACITA VENTILATORIA (flussi e/o volumi alterati alle PFR) INSUFFICIENZA RESPIRATORIA (compromissione dello scambio gassoso e/o della ventilazione alveolare) Lung failure (ipoossiemia) Pump failure

Dettagli

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse

La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse La ricerca di nuovi farmaci e mirata alla malattie più diffuse Due ingredienti affinchè si inizi la ricerca: 1. Il bigogno terapeutico 2. Il numero dei pazienti o popolazione Quando la malattia è rara

Dettagli

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI

ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI ORGANIZZAZIONE SANITARIA E CERTIFICAZIONI MEDICHE D'IDONEITÀ P E R IL CONSEGUIMENTO DELLE LICENZE E DEGLI ATTESTATI AERONAUTICI Edizione n. 2 del 24 febbraio 2014 Edizione 2 Pagina 26 di 43 SEZIONE V CERTIFICAZIONI

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Informazioni ai pazienti per colonoscopia

Informazioni ai pazienti per colonoscopia - 1 - Informazioni ai pazienti per colonoscopia Protocollo informativo consegnato da: Data: Cara paziente, Caro paziente, La preghiamo di leggere attentamente il foglio informativo subito dopo averlo ricevuto.

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo

Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo Alimentazione e salute dell intestino: siamo quello che mangiamo La dieta, il microbiota intestinale e la salute digestiva sono intrecciati fra loro. Questi legami e il potenziale benefico dei probiotici

Dettagli

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia

5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia 5. Utilizzo e applicazioni attuali della genomica in Italia Attualmente in Italia la genomica per malattie complesse ha trovato un applicazione pratica in un numero molto ristretto di situazioni. I test

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG

Vitamina D: passato, presente e futuro. Dott. Giuliano Bucciardini MMG Vitamina D: passato, presente e futuro Dott. Giuliano Bucciardini MMG Un po' di storia Nel 1650 l'inglese Francis Glisson descrive accuratamente il rachitismo (peraltro noto sin dall'antichità) in De rachitade.

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL

MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL MANAGEMENT DELL'ASTINENZA DA DROGHE E ALCOL Kosten Th., O'Connor P.: Management of drug and alcohol with drawal, The New England Journal of Medicine, 348: 1786-95, 2003 Tenendo conto della prevalenza dei

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che

Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Numero 7. L allergia alle muffe L esperto informa che Le muffe fanno parte, insieme ai lieviti e ai funghi a cappello sia mangerecci sia velenosi, di un vastissimo quanto eterogeneo gruppo di organismi,

Dettagli

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale

ORGAN ON A CHIP. Un promettente sostituto alla sperimentazione animale ORGAN ON A CHIP Un promettente sostituto alla sperimentazione animale 1 1.Fasi di sviluppo di un farmaco La ricerca e lo sviluppo di un farmaco sono indirizzate al processo dell identificazione di molecole

Dettagli

Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico

Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico Vitamina D: la vitamina della luce solare Nuove conoscenze e implicazioni in campo medico Giuseppe Realdi, Sandro Giannini Prof. Giusppe Realdi Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche Clinica medica

Dettagli

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE

COCAINA: MECCANISMO D AZIONE COCAINA COCAINA La cocaina è una sostanza liposolubile che attraversa facilmente qualsiasi membrana, usata per tanto tempo come anestetico locale di superficie. Emivita plasmatica in media inferiore a

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro

Come affrontare il tumore. insieme. contro il cancro Come affrontare il tumore del pancreas insieme contro il cancro Il tumore del pancreas colpisce ogni anno in Italia circa 12.200 persone. Purtroppo si tratta di una malattia complessa, aggressiva, diagnosticata

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli