CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI. Sezione 1 Separazione giudiziale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI. Sezione 1 Separazione giudiziale"

Transcript

1 INDICE SOMMARIO Premessa... 5 CAPITOLO I SEPARAZIONE PERSONALE DEI CONIUGI Separazione giudiziale 1. Ricorso per separazione giudiziale senza richiesta di dichiarazione di addebito e senza provvedimenti per la prole Ricorso per separazione giudiziale con richiesta di affidamento condiviso della prole e di provvedimenti economici, senza richiesta di addebito Ricorso per separazione giudiziale con richiesta di addebito, di affidamento esclusivo dei figli e di provvedimenti economici Ricorso per separazione giudiziale con richiesta di dichiarazione di addebito e provvedimenti per la prole Ricorso per separazione giudiziale con richiesta di provvedimenti per il figlio maggiorenne portatore di handicap grave Ricorso per separazione temporanea dei coniugi in pendenza del giudizio di nullità del matrimonio Memoria costitutiva e difensiva per l udienza presidenziale ex art. 708 c.p.c. senza richiesta di addebito Ordinanza del presidente del tribunale con cui si dispongono i provvedimenti temporanei e urgenti ex art. 708 c.p.c Reclamo avverso i provvedimenti presidenziali temporanei e urgenti in corso di separazione giudiziale Memoria integrativa per il ricorrente nel procedimento di separazione giudiziale con domanda risarcitoria ex art. 96 c.p.c Comparsa di costituzione e risposta per l udienza di trattazione avanti il giudice istruttore con domanda di addebito e di affidamento esclusivo del figlio Sentenza non definitiva di separazione coniugale Sentenza dichiarativa della cessazione della materia del contendere emessa nella causa di separazione coniugale per intervenuta nullità del matrimonio Ricorso in appello avverso la sentenza di separazione personale dei coniugi Comparsa di costituzione e risposta nel procedimento di appello avverso la sentenza di separazione personale dei coniugi... 80

2 10 Indice sommario Provvedimenti in caso di controversie tra genitori o inadempienze 16. Ricorso per ottenere provvedimenti in caso di controversie insorte tra i genitori in ordine all esercizio della potestà genitoriale Ricorso ex art. 709 ter c.p.c. in caso di gravi inadempienze o violazioni dei provvedimenti presidenziali Separazione consensuale 18. Ricorso per separazione consensuale senza prole promosso da entrambi i coniugi Ricorso per separazione consensuale con prole e con costituzione di usufrutto in favore di un coniuge promosso da entrambi i coniugi Ricorso per separazione consensuale con prole e impegno al trasferimento di immobile al figlio Ricorso per separazione consensuale senza prole promosso da un solo coniuge Verbale di separazione consensuale con decreto di omologa Sezione 4 Modifica delle statuizioni adottate nel procedimento di separazione 23. Ricorso in corso di causa per la modifica dei provvedimenti presidenziali provvisori e urgenti Istanza a verbale al g.i. di ordine al terzo debitore dell obbligato in caso di inadempimento dell obbligo di mantenimento di cui ai provvedimenti presidenziali Ordinanza del giudice istruttore di modifica dei provvedimenti presidenziali provvisori e urgenti Ricorso per la modifica delle condizioni di separazione consensuale concernenti l affidamento dei figli Ricorso per la modifica del provvedimento di assegnazione della casa familiare stabilito nella sentenza di separazione giudiziale Ricorso per la modifica dei provvedimenti economici stabiliti nella sentenza di separazione (richiesta di aumento) Ricorso per la modifica delle condizioni di separazione consensuale concernenti i provvedimenti economici (richiesta di diminuzione) Sezione 5 Tutela dei diritti patrimoniali 30. Ricorso per ottenere l ordine al terzo debitore dell obbligato in caso di inadempimento dell obbligo di mantenimento di cui alla sentenza di separazione giudiziale

3 Indice sommario Ricorso per ottenere il sequestro dei beni dell obbligato in caso di inadempimento dell obbligo di mantenimento di cui alla separazione consensuale omologata Ricorso per la revoca del sequestro dei beni dell obbligato all assegno di mantenimento Sezione CAPITOLO II SCIOGLIMENTO E CESSAZIONE DEGLI EFFETTI CIVILI DEL MATRIMONIO Scioglimento e cessazione degli effetti civili del matrimonio 33. Ricorso per lo scioglimento del matrimonio civile senza prole in seguito a separazione personale Ricorso per lo scioglimento del matrimonio con richiesta di provvedimenti per la prole Ricorso per la dichiarazione della cessazione degli effetti civili del matrimonio con richiesta di assegnazione della casa coniugale e di aumento dell assegno di mantenimento Ricorso per la dichiarazione della cessazione degli effetti civili del matrimonio con richiesta di assegno di divorzio Ricorso per la cessazione degli effetti civili del matrimonio in caso di sentenza penale di assoluzione per vizio totale di mente Ricorso per lo scioglimento del matrimonio civile in caso di sentenza penale di condanna Ricorso per lo scioglimento del matrimonio civile non consumato Ricorso congiunto per la cessazione degli effetti civili del matrimonio senza prole Ricorso congiunto per la cessazione degli effetti civili del matrimonio con prole Ricorso congiunto per lo scioglimento del matrimonio con prole Reclamo avverso i provvedimenti presidenziali temporanei e urgenti nel giudizio di cessazione degli effetti civili del matrimonio Memoria integrativa per il ricorrente nel procedimento di cessazione degli effetti civili del matrimonio Memoria costitutiva e difensiva per il resistente nel procedimento di cessazione degli effetti civili del matrimonio Sentenza non definitiva di cessazione degli effetti civili di matrimonio Sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio su ricorso disgiunto

4 12 Indice sommario 48. Sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio su ricorso congiunto Ricorso in appello avverso la sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio Diritti conseguenti al divorzio e tutela 50. Ricorso per la corresponsione di una percentuale dell indennità di fine rapporto percepita dall altro coniuge Ricorso per l attribuzione della pensione di reversibilità in caso di assenza di coniuge superstite Ricorso per l attribuzione della pensione di reversibilità in caso di concorso con il coniuge superstite avente analogo diritto Ricorso per l ottenimento di un assegno periodico a carico dell eredità Invito, notificato al terzo, a versare direttamente le somme dovute all ex coniuge obbligato alla corresponsione dell assegno di divorzio Ricorso per ottenere il sequestro dei beni dell ex coniuge in caso di inadempimento dell obbligo di corrispondere assegno divorzile e contributo per il mantenimento Provvedimenti in caso di controversie tra i genitori 56. Ricorso per la soluzione di controversie insorte tra gli ex coniugi in ordine all esercizio della potestà Sezione 4 Modifica delle statuizioni contenute nella sentenza di divorzio 57. Ricorso per la modifica dell assegno stabilito a favore dell ex coniuge nella sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio (richiesta di riduzione) Ricorso per la modifica dell assegno stabilito a favore dell ex coniuge nella sentenza di cessazione degli effetti civili del matrimonio (richiesta di aumento) Sezione

5 Indice sommario 13 CAPITOLO III POTESTÀ GENITORIALE Titolarità della potestà genitoriale 59. Ricorso per la pronuncia di decadenza dalla potestà genitoriale promosso da un genitore, con ordine di allontanamento Ricorso per la pronuncia di decadenza dalla potestà genitoriale di entrambi i genitori con richiesta di provvedimenti urgenti Reclamo avverso il provvedimento di decadenza dalla potestà genitoriale Ricorso per la reintegrazione nella potestà genitoriale Ricorso per ottenere i provvedimenti convenienti in caso di condotta pregiudizievole al figlio promosso dall ascendente Ricorso per la rimozione di un genitore dall amministrazione del patrimonio del minore Ricorso per la riammissione del genitore nell esercizio dell amministrazione dei beni del figlio minore Esercizio della potestà genitoriale 66. Ricorso per l autorizzazione alla riscossione di capitali in nome e per conto del figlio Ricorso per l accettazione dell eredità in nome e per conto del figlio CAPITOLO IV FILIAZIONE Filiazione legittima 68. Citazione per il disconoscimento di paternità promossa dal marito in caso di adulterio della moglie Citazione per il disconoscimento di paternità promossa dal marito in caso di mancata coabitazione nel periodo di presumibile concepimento Citazione per il disconoscimento di paternità promossa dal figlio maggiorenne in caso di impotentia generandi del presunto padre Citazione per il disconoscimento di paternità promossa dal curatore speciale del minore infrasedicenne in caso di giudizio di separazione giudiziale

6 14 Indice sommario 72. Citazione per il disconoscimento di paternità promossa dal curatore speciale del minore ultrasedicenne Istanza di nomina di un curatore speciale per l esercizio dell azione di disconoscimento di paternità avanzata dal minore ultrasedicenne Istanza di nomina di un curatore speciale al minore per il giudizio di disconoscimento di paternità Comparsa di costituzione e risposta nel giudizio di disconoscimento di paternità Citazione per la contestazione di legittimità promossa dalla madre in caso di sostituzione di neonato Citazione per la contestazione di legittimità promossa da chi vi abbia interesse Citazione per il reclamo di legittimità promossa dal figlio iscritto all anagrafe come nato da genitori ignoti Filiazione naturale 79. Citazione per impugnare il riconoscimento del figlio naturale per difetto di veridicità promossa dall autore del riconoscimento Citazione per impugnare il riconoscimento del figlio naturale per violenza Citazione per impugnare il riconoscimento del figlio naturale per difetto di veridicità promossa dal figlio maggiorenne Citazione promossa dall erede dell interdetto per impugnare il riconoscimento del figlio naturale a seguito di interdizione giudiziale Istanza per la nomina di un curatore speciale al minore legittimato passivo nel giudizio di impugnazione del riconoscimento Ricorso per l autorizzazione al riconoscimento di figlio naturale incestuoso Ricorso promosso dal genitore che intende riconoscere il figlio naturale infrasedicenne in caso di mancato consenso dell altro genitore Reclamo avverso la sentenza pronunciata ex art. 250 c.c. sul ricorso del genitore che intende riconoscere il figlio naturale Ricorso per l assunzione da parte del figlio naturale minorenne del cognome del padre Citazione per la dichiarazione giudiziale di paternità naturale promossa dal figlio maggiorenne Citazione per la dichiarazione giudiziale di maternità naturale promossa dal figlio maggiorenne Ricorso per la dichiarazione giudiziale di paternità naturale promossa dalla madre del minorenne con domanda di provvedimenti economici e rimborso spese di mantenimento Citazione per la dichiarazione di paternità naturale promossa dal tutore nell interesse dell interdetto Domanda di legittimazione del figlio naturale minorenne per susseguente matrimonio

7 Indice sommario Domanda di legittimazione del figlio naturale minorenne per provvedimento del giudice Reclamo avverso la sentenza di rigetto della domanda di legittimazione del figlio naturale CAPITOLO V ADOZIONE Adozione di minori italiani 95. Domanda di adozione di minore in stato di adottabilità proposta personalmente da coniugi uniti in matrimonio da oltre tre anni Domanda di adozione di minore non ancora determinato proposta personalmente da coniugi uniti in matrimonio da oltre tre anni in deroga ai limiti di età Domanda di adozione di minore non ancora individuato proposta personalmente da coniugi non uniti in matrimonio da oltre tre anni Domanda di adozione di minore non ancora individuato proposta personalmente da coniugi uniti in matrimonio da oltre tre anni con prole Istanza di rinnovo della domanda di adozione di minore proposta personalmente da coniugi uniti in matrimonio da oltre tre anni Richiesta di apertura del procedimento di stato di adottabilità e decreto di apertura del procedimento Istanza di sospensione della procedura dichiarativa dello stato di adottabilità proposta dal genitore naturale Richiesta di autorizzazione alla visione e all estrazione di copia del fascicolo del procedimento volto alla dichiarazione dello stato di abbandono Impugnazione avverso la sentenza di non luogo a provvedere alla dichiarazione di adottabilità del minore promossa dal tutore (normativa processuale entrata in vigore il 1/07/07) Impugnazione avverso la sentenza dichiarativa dello stato di adottabilità del minore (normativa processuale entrata in vigore il 1/7/07) Ricorso avverso la sentenza di non luogo a provvedere alla dichiarazione di adottabilità del minore promossa dal tutore (normativa processuale previgente) Ricorso avverso la sentenza dichiarativa dello stato di adottabilità del minore (normativa processuale anteriore alla l. 149/2001) Ricorso in opposizione avverso il decreto motivato dichiarativo dello stato di adottabilità del minore (normativa processuale previgente) Istanza di revoca dello stato di adottabilità proposta dal genitore del minore

8 16 Indice sommario 109. Istanza di revoca dello stato di adottabilità proposta dal tutore del minore Ordinanza dispositiva dell affidamento preadottivo Reclamo proposto dal tutore avverso il provvedimento che dispone l affidamento preadottivo del minore Reclamo proposto dal tutore avverso il decreto che revoca l affidamento preadottivo del minore Istanza di revoca dell affidamento preadottivo proposta dal tutore del minore Sentenza con cui si fa luogo all adozione del minore Impugnazione promossa dal tutore avverso la sentenza di farsi luogo all adozione del minore Istanza di convocazione degli affidatari e del minore proposta dal tutore in caso di difficoltà nell affidamento preadottivo Richiesta di notizie sullo stato del procedimento di adozione Istanza di autorizzazione all accesso a notizie concernenti la propria identità biologica proposta dall adottato maggiorenne infraventicinquenne Istanza di autorizzazione all accesso a notizie concernenti l identità dei genitori biologici dell adottato proposta dagli adottanti Adozione internazionale di minori 120. Dichiarazione di disponibilità all adozione internazionale di minore effettuata personalmente da coniugi uniti in matrimonio da oltre tre anni con prole Decreto motivato di idoneità all adozione di minore straniero Reclamo proposto dai coniugi avverso il decreto motivato di inidoneità all adozione di un minore straniero Istanza di autorizzazione ad effettuare direttamente le attività previste dall art. 31, comma 3, lett. b), d) e), f) e h) l. 184/1983 proposta dagli aspiranti adottanti Istanza di dichiarazione di efficacia in Italia del provvedimento di adozione pronunciato in paese estero aderente alla convenzione dell Aja prima dell arrivo in Italia del minore Istanza di dichiarazione di efficacia in Italia del provvedimento di affidamento pronunciato in paese estero aderente alla convenzione dell Aja quando l adozione deve perfezionarsi dopo l arrivo del minore in Italia Istanza di dichiarazione di efficacia in Italia del provvedimento di adozione pronunciato in paese estero non aderente alla convenzione dell Aja Istanza di dichiarazione di efficacia in Italia del provvedimento di adozione pronunciato in paese estero promossa da cittadini italiani ivi residenti Adozione in casi particolari 128. Domanda di adozione di minore infraquattordicenne in casi particolari presentata da persona unita all adottando da vincolo di parentela fino al sesto grado

9 Indice sommario Domanda di adozione di minore ultraquattordicenne in casi particolari presentata dal coniuge del genitore dell adottando Impugnazione avverso la sentenza di rigetto della domanda di adozione in casi particolari Sezione 4 Adozione di persona maggiore d età 131. Ricorso per l adozione di persona italiana maggiore d età Ricorso per l adozione di persona straniera maggiore d età promosso da coniugi Citazione per la revoca dell adozione di maggiorenne per indegnità dell adottante Citazione per la revoca dell adozione di maggiorenne per indegnità dell adottato Impugnazione avverso la sentenza di non farsi luogo all adozione di persona maggiore di età Sezione CAPITOLO VI AMMINISTRAZIONE DI SOSTEGNO, INTERDIZIONE E INABILITAZIONE Amministrazione di sostegno 136. Ricorso per la nomina di amministratore di sostegno proposto dalla parte personalmente Ricorso per l istituzione di amministratore di sostegno proposto da uno dei soggetti di cui all art. 417 c.c Decreto di nomina di amministratore di sostegno provvisorio Provvedimento di nomina di amministratore di sostegno in via definitiva Istanza di autorizzazione alla riscossione di capitali del beneficiano di amministrazione di sostegno Istanza di autorizzazione alla vendita di beni del beneficiario di amministrazione di sostegno Istanza per ottenere l autorizzazione all accettazione di eredità con beneficio di inventario in nome e per conto del beneficiario di amministrazione di sostegno Istanza per ottenere l autorizzazione a rinunciare all eredità promossa dall amministratore di sostegno in nome e per conto del beneficiario Atto di citazione per l annullamento di atto compiuto dall amministratore di sostegno in violazione di disposizioni di legge

10 18 Indice sommario 145. Istanza di revoca dell amministratore di sostegno e di richiesta di nuova nomina Istanza motivata di cessazione di amministrazione di sostegno proposta dall amministratore Istanza di cessazione dell amministrazione di sostegno promossa dall amministratore Interdizione 148. Ricorso per la dichiarazione di interdizione Sentenza di interdizione Istanza di autorizzazione alla vendita di beni dell interdetto Rendiconto della vendita dei beni immobili dell interdetto Istanza per ottenere l autorizzazione alla accettazione di eredità con beneficio di inventano in nome e per conto dell interdicendo Istanza per ottenere l autorizzazione a rinunciare all eredità promossa dal tutore dell interdetto Istanza per la nomina di un cancelliere o di un notaio per l inventano dei beni dell interdicendo Ricorso per autorizzazione a redigere l inventario per conto dell interdicendo Istanza per l apertura di un conto titoli in favore dell interdetto Istanza per ottenere l autorizzazione a promuovere un giudizio per assegno alimentare a carico di parenti in nome e per conto dell interdetto Ricorso per autorizzazione alla costituzione di parte civile in procedimento penale Inabilitazione 159. Ricorso per la dichiarazione di inabilitazione Sentenza inabilitazione Ricorso per la revoca della sentenza di inabilitazione Ricorso per alienazione dei beni dell inabilitato Istanza del curatore per ottenere l autorizzazione a promuovere giudizio di interdizione Ricorso per l autorizzazione a continuare l impresa commerciale promosso dal curatore dell inabilitato Sezione

11 Indice sommario 19 CAPITOLO VII ORDINI DI PROTEZIONE CONTRO GLI ABUSI FAMILIARI Ordini di protezione contro gli abusi familiari 165. Ricorso promosso personalmente dalla parte per ottenere l ordine di protezionecontro gli abusi familiari Ricorso per ottenere l ordine di protezione contro gli abusi familiari con corresponsione di un assegno e richiesta di accertamenti tributari Ricorso per ottenere l ordine di protezione contro gli abusi familiari in pendenza di separazione consensuale Ricorso per ottenere l ordine di protezione contro gli abusi familiari inaudita altera parte con corresponsione di assegno Decreto che dispone l ordine di protezione Reclamo al tribunale avverso il decreto che dispone l ordine di protezione CAPITOLO VIII MATRIMONIO Celebrazione del matrimonio 171. Ricorso per l autorizzazione a contrarre matrimonio del minore ultrasedicenne Reclamo avverso il decreto di autorizzazione del minore ultrasedicenne a contrarre matrimonio Ricorso per l autorizzazione a contrarre matrimonio in caso di divieto temporaneo di nuove nozze Ricorso per l autorizzazione a contrarre matrimonio in caso di impedimento per parentela Reclamo avverso il rigetto della richiesta di autorizzazione al matrimonio in caso di parentela Ricorso per l autorizzazione a contrarre matrimonio per procura Ricorso per l autorizzazione ad omettere le pubblicazioni per cause gravissime Atto di opposizione al matrimonio Citazione per restituzione dei doni fatti a causa della promessa di matrimonio e risarcimento del danno

12 20 Indice sommario Invalidità del matrimonio 180. Citazione per impugnare il matrimonio nullo per difetto della libertà di stato promossa dal coniuge Citazione per impugnare il matrimonio nullo per vincolo di parentela non dispensabile promosso da un ascendente prossimo Citazione per impugnare il matrimonio nullo contratto dal coniuge del soggetto di cui è stata dichiarata la morte presunta Citazione per impugnare il matrimonio annullabile per minore età promossa dal coniuge divenuto maggiorenne Citazione per impugnare il matrimonio annullabile per sopravvenuta interdizione promossa da chi abbia interesse Citazione per impugnare il matrimonio annullabile per incapacità di intendere o di volere Citazione per impugnare il matrimonio annullabile per violenza morale Citazione per impugnare il matrimonio annullabile per errore essenziale su qualità personali dell altro coniuge Citazione per impugnare il matrimonio simulato Citazione per ottenere l esecutività nell ordinamento italiano della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio CAPITOLO IX ALIMENTI Alimenti 190. Citazione per la corresponsione degli alimenti in caso di impossibilità di trovare un occupazione confacente alle proprie attitudini e condizioni sociali Citazione per la corresponsione degli alimenti in caso di patologia promossa nei confronti del fratello Ricorso per la determinazione di un assegno alimentare provvisorio in corso di causa Matrimonio putativo 193. Citazione per la corresponsione all ex coniuge di somme periodiche di denaro in caso di matrimonio putativo per entrambi i coniugi

13 Indice sommario Citazione per la corresponsione all ex coniuge in buona fede della congrua indennità e degli alimenti in caso di nullità del matrimonio imputabile all altro coniuge CAPITOLO X PROCEDIMENTO MONITORIO, PRECETTO ED ESECUZIONE FORZATA Procedimento monitorio e precetto 195. Ricorso per decreto ingiuntivo per la corresponsione del contributo alle spese straordinarie sostenute per i figli promosso avanti il giudice di pace Ricorso per decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo per la corresponsione del contributo alle spese straordinarie sostenute per i figli promosso avanti il Tribunale Atto di precetto per mancata corresponsione del contributo al mantenimento dovuto in virtù di ordinanza presidenziale ex art. 708 c.p.c Atto di precetto per mancata corresponsione della somma corrispondente all aggiornamento Istat del contributo al mantenimento Atto di precetto per mancata corresponsione del contributo al mantenimento di figli naturali Esecuzione forzata 200. Atto di pignoramento presso terzi in caso di inadempimento all obbligo di contribuire al canone di locazione previsto nei provvedimenti ex art. 708 c.p.c Atto di pignoramento immobiliare in caso di inadempimento all obbligo di contribuzione al mantenimento Ricorso per ottenere autorizzazione al pignoramento di stipendi oltre la misura di un quinto in caso di crediti alimentari Avviso ai comproprietari di pignoramento di immobili indivisi Istanza di vendita di bene immobile pignorato

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

Giustizia.it 5 septembre 2001 LEGGE 4 maggio 1983 n. 184 (Modificata dalla legge 476/98 e dalla legge 149/2001)

Giustizia.it 5 septembre 2001 LEGGE 4 maggio 1983 n. 184 (Modificata dalla legge 476/98 e dalla legge 149/2001) Legge 28 marzo 2001 n 149 Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n 184, recante «Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori nonché al titolo VIII del primo libro del codice civile (Gazetta Ufficiale

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro

STUDIO LEGALE Avv. Antonella Nigro L irregolarità della notifica dell atto di precetto e l opposizione agli atti esecutivi ex art. 617 c.p.c. di Antonella Nigro L opposizione agli atti esecutivi è disciplinata dall'art. 617 del Codice di

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Diritto Processuale Civile. L Appello

Diritto Processuale Civile. L Appello Diritto Processuale Civile L Appello L'appello nell'ordinamento civile è un mezzo di impugnazione ordinario, disciplinato dagli Artt. 339 e ss c.p.c,, e costituisce il più ampio mezzo di impugnazione,

Dettagli

Legislazione italiana ed europea a confronto

Legislazione italiana ed europea a confronto Legislazione italiana ed europea a confronto NATI INDESIDERATI Riconoscimento del nato e parto anonimo di Graziana Campanato 1 Filiazione legittima e naturale La nostra legislazione distingue la filiazione

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009:

NOTA BENE. Ad esempio, con riferimento al modello Unico Persone Fisiche 2010 per la dichiarazione dei redditi del 2009: NOTA BENE L articolo 34 della legge 183/10 ha introdotto nuove componenti del reddito da dichiarare, oltre quelle previste dall art. 3, comma 1, delle norme integrate dai D.P.C.M. n. 221/99 e n. 242/01.

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Il Matrimonio Diritti e doveri in famiglia. Le Guide per il Cittadino. Consiglio Nazionale del Notariato

Il Matrimonio Diritti e doveri in famiglia. Le Guide per il Cittadino. Consiglio Nazionale del Notariato Le Guide per il Cittadino Il Matrimonio Diritti e doveri in famiglia Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva Confconsumatori Federconsumatori

Dettagli

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali)

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali) 7 L atto di appello 7.1. In generale (notazioni processuali) L appello è un mezzo di impugnazione ordinario, generalmente sostitutivo, proposto dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello che ha emesso

Dettagli

Gli ordini di protezione

Gli ordini di protezione Gli ordini di protezione di Germano Palmieri Ricorrenti fatti di cronaca ripropongono pressoché quotidianamente il problema della violenza fra le pareti domestiche; non passa giorno, infatti, che non si

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro N. 1 ANNO 2008 Diritto dei Lavori RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro di Antonio Belsito* 1 Sommario: 1. Introduzione 2. Il procedimento cautelare dinanzi al

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera

10. LICENZIAMENTI INDIVIDUALI di Mauro Soldera 10. di Mauro Soldera La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) interviene in maniera significativa sulla disciplina dei licenziamenti individuali regolamentati dall art. 18 della Legge n. 300/1970 (Statuto

Dettagli

L. 4 maggio 1983, n. 184. (1) Diritto del minore ad una famiglia. (2) TITOLO I Principi generali (3)

L. 4 maggio 1983, n. 184. (1) Diritto del minore ad una famiglia. (2) TITOLO I Principi generali (3) L. 4 maggio 1983, n. 184. (1) Diritto del minore ad una famiglia. (2) (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 17 maggio 1983, n. 133, S.O. (2) Titolo così sostituito dall'art. 1, L. 28 marzo 2001, n. 149. TITOLO

Dettagli

1 La successione. in pratica

1 La successione. in pratica in pratica Esempi di successione nei diritti si rinvengono nella vita quotidiana: pensa a chi acquista un bene da un altro soggetto o all erede che riceve per testamento i beni di una persona deceduta.

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario.

Per i beni mobili l'autorizzazione non è necessaria trascorsi cinque anni dalla dichiarazione di accettare con beneficio d'inventario. art. 493 Codice Civile L'erede decade (1) dal beneficio d'inventario [490, 494, 505, 509, 564 c.c.], se aliena o sottopone a pegno [2748 c.c.] o ipoteca [2808 c.c.] beni ereditari, o transige [1965 c.c.]

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo?

8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo? 252 Parte Sesta 8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo? Riferimenti normativi: artt. 499-500 e segg. c.p.c. Definizione: identificare le categorie di creditori legittimati

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese.

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. È a tutti noto che ormai da alcuni anni sono in aumento, anche in materia di diritto di famiglia,

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE

LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE INSEGNAMENTO DI DIRITTO PROCESSUALE CIVILE I LEZIONE II LA COMPETENZA GIURISDIZIONALE PROF. ROMANO CICCONE Indice 1 Rilevabilità dell'incompetenza giurisdizionale ------------------------------------------------------

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE

IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE IL PROCEDIMENTO DISCIPLINARE COSA CAMBIA CON LA RIFORMA PREVISTA NEL D.LGS DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE DELEGA 15/2009. L OBBLIGO DI AFFISSIONE DEL CODICE DISCIPLINARE La pubblicazione sul sito istituzionale

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI: SIGNIFICATO, RISORSA, CRITICITÀ. RESPONSABILITÀ DEI SERVIZI E DEI GENITORI NELLE SCELTE DECISIONALI PER I MINORI 1

AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI: SIGNIFICATO, RISORSA, CRITICITÀ. RESPONSABILITÀ DEI SERVIZI E DEI GENITORI NELLE SCELTE DECISIONALI PER I MINORI 1 AFFIDAMENTO AI SERVIZI SOCIALI: SIGNIFICATO, RISORSA, CRITICITÀ. RESPONSABILITÀ DEI SERVIZI E DEI GENITORI NELLE SCELTE DECISIONALI PER I MINORI 1 Daniela Turci Avvocato del Foro di Verona La normativa

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE

TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE ALLEGATO AL VERBALE DELL UDIENZA DEL TRIBUNALE DI ROMA IV SEZIONE CIVILE PROCEDURA N R.G.E. PROCEDIMENTO DI DIVISIONE N. I L G I U D I C E Visto il provvedimento reso all udienza del nella procedura esecutiva

Dettagli

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie INDICE GENERALE Allegato 1 Codice del processo amministrativo Allegato 2 Norme di attuazione Allegato 3 Norme transitorie Allegato 4 Norme di coordinamento e abrogazioni 1 INDICE SOMMARIO ALLEGATO 1 Codice

Dettagli

SOGGETTI E OGGETTO DEL DIRITTO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli)

SOGGETTI E OGGETTO DEL DIRITTO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) SOGGETTI E OGGETTO DEL DIRITTO. (sintesi dal testo Comunità di Paolo Ronchetti Ed. Zanichelli) IL RAPPORTO GIURIDICO Il rapporto giuridico è una relazione tra due soggetti regolata dal diritto. corrisponde

Dettagli

POSIZIONE MATRIMONIALE

POSIZIONE MATRIMONIALE Mod. I Prot. n. DIOCESI DI PARROCCHIA Via Comune Cap Provincia POSIZIONE MATRIMONIALE GENERALITÀ Fidanzato Fidanzata Cognome e nome 1 Luogo e data di nascita Luogo e data di battesimo Religione Stato civile

Dettagli

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO?

IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? IL TESTAMENTO: COME E PERCHÉ FARLO? La maggior parte di noi non si pone neppure la domanda. In Italia, quella di fare testamento è una pratica poco utilizzata. Spesso ci rifiutiamo per paura, per incertezza

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni

Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

Successioni tutelate

Successioni tutelate Le Guide per il Cittadino Successioni tutelate Le regole per un sicuro trasferimento dei beni Consiglio Nazionale del Notariato Adiconsum Adoc Altroconsumo Assoutenti Casa del Consumatore Cittadinanzattiva

Dettagli

FORMULE PER GLI ATTI DELLO STATO CIVILE Allegato "A" al decreto ministeriale 5 aprile 2002

FORMULE PER GLI ATTI DELLO STATO CIVILE Allegato A al decreto ministeriale 5 aprile 2002 Decreto Ministeriale 5 aprile 2002 Approvazione delle formule per la redazione degli atti dello stato civile nel periodo antecedente l'informatizzazione degli archivi dello stato civile Articolo 1 Sono

Dettagli

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss.

G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. G. BALLARANI, Voce, Rappresentanza, nell Enc. Il diritto, vol. XII, il sole 24 ore, 2008, p. 640 ss. Rappresentanza PREMESSA Con il termine rappresentanza si indica il potere di un soggetto (il rappresentante)

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

-ALL'ANUSCA CASTEL S.PIETRO TERME (BO)

-ALL'ANUSCA CASTEL S.PIETRO TERME (BO) Servizi Demografici Prot. Uscita del 2410412015 Numero: 0001307 Classifica: 15100.area 3 2 lo11 411 1101 112 1,11,11 11 ji DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI Roma, 24 aprile 2015 - AI SIGG.

Dettagli

LA TUTELA DEGLI INTERESSI PATRIMONIALI DEI MINORI E DEGLI INCAPACI ED I PROVVEDIMENTI AUTORIZZATIVI DI COMPETENZA DEL GIUDICE TUTELARE

LA TUTELA DEGLI INTERESSI PATRIMONIALI DEI MINORI E DEGLI INCAPACI ED I PROVVEDIMENTI AUTORIZZATIVI DI COMPETENZA DEL GIUDICE TUTELARE LA TUTELA DEGLI INTERESSI PATRIMONIALI DEI MINORI E DEGLI INCAPACI ED I PROVVEDIMENTI AUTORIZZATIVI DI COMPETENZA DEL GIUDICE TUTELARE Relatore: dott.ssa Giovanna MARCAZZAN pretore della Pretura circondariale

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata

.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata STRALCIO DI ALTRE LEGGI IN CUI, SEMPRE INGRASSETTO, SONO EVIDENZIATI ALTRI BENEFICI VIGENTI A FAVORE DELLE VITTIME DEL TERRORISMO.Legge 20 ottobre 1990, n. 302 Norme a favore delle vittime del terrorismo

Dettagli

Processo civile, procedimento di ingiunzione, mediazione obbligatoria Tribunale Prato, sez. unica civile, ordinanza 18.07.2011

Processo civile, procedimento di ingiunzione, mediazione obbligatoria Tribunale Prato, sez. unica civile, ordinanza 18.07.2011 Processo civile, procedimento di ingiunzione, mediazione obbligatoria Tribunale Prato, sez. unica civile, ordinanza 18.07.2011 Il preliminare espletamento del procedimento di mediazione, disciplinato dal

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti

Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti Legge federale sul Tribunale federale dei brevetti (Legge sul Tribunale federale dei brevetti; LTFB) Avamprogetto del... L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visto l articolo 191a capoverso

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

CODICE DI PROCEDURA PENALE LIBRO I SOGGETTI TITOLO I GIUDICE CAPO I GIURISDIZIONE

CODICE DI PROCEDURA PENALE LIBRO I SOGGETTI TITOLO I GIUDICE CAPO I GIURISDIZIONE CODICE DI PROCEDURA PENALE LIBRO I SOGGETTI TITOLO I GIUDICE CAPO I GIURISDIZIONE Art. 1. (Giurisdizione penale) - 1. La giurisdizione penale è esercitata dai giudici previsti dalle leggi di ordinamento

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti.

4) In ogni caso, a prescindere dal rimedio scelto la vittima dell altrui inadempimento potrà comunque agire per il risarcimento dei danni subiti. LA RISOLUZIONE. PREMESSA Sappiamo che un contratto valido può non produrre effetto, o per ragioni che sussistono sin dal momento in cui lo stesso viene concluso (ad es. la condizione sospensiva), o per

Dettagli

Il nuovo procedimento di separazione e divorzio dopo la legge n 80/2005: la fase successiva all adozione dei provvedimenti presidenziali

Il nuovo procedimento di separazione e divorzio dopo la legge n 80/2005: la fase successiva all adozione dei provvedimenti presidenziali Il nuovo procedimento di separazione e divorzio dopo la legge n 80/2005: la fase successiva all adozione dei provvedimenti presidenziali 1. Premessa. 2.La questione della vigenza dell art.23 della legge

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA NUTRIAD ITALIA S.R.L. CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA INTERO CONTRATTO Le presenti Condizioni Generali di vendita ed i termini e le obbligazioni in esse contenute sono le uniche e sole obbligazioni vincolanti

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

Capitolo 4 GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO

Capitolo 4 GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO Capitolo 4 GIUDIZIO DI OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO (M G E ) Il procedimento di ingiunzione, funzionalmente diretto ad ottenere nel più breve tempo possibile un titolo esecutivo per l avvio della procedura

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI CONSORZIO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-ASSISTENZIALI REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ECONOMICI AGLI INDIGENTI (Approvato con Deliberazione dell Assemblea Consortile n. 04 del 28/04/2014)

Dettagli

REPUBBLICA DI TURCHIA MINISTERO DELL INTERNO DIREZIONE GENERALE DELL IMMIGRAZIONE STRANIERI E LEGGE SULLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE

REPUBBLICA DI TURCHIA MINISTERO DELL INTERNO DIREZIONE GENERALE DELL IMMIGRAZIONE STRANIERI E LEGGE SULLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE REPUBBLICA DI TURCHIA MINISTERO DELL INTERNO DIREZIONE GENERALE DELL IMMIGRAZIONE STRANIERI E LEGGE SULLA PROTEZIONE INTERNAZIONALE REPUBBLICA DI TURCHIA MINISTERO DELL INTERNO PUBBLICAZIONI DELLA DIREZIONE

Dettagli

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune

Nome e cognome. Cittadinanza: Residenza permanente: Località, indirizzo e numero civico. CAP Località Comune. CAP Località Comune IV/ MINISTERO DEL LAVORO, DELLA FAMIGLIA E DEGLI AFFARI SOCIALI Centro di assistenza sociale I dati vanno scritti con lettere maiuscole. Prima di compilare il modulo leggere attentamente le istruzioni

Dettagli

Art. 1. Art. 2. Art. 3.

Art. 1. Art. 2. Art. 3. L. 20-3-1865 n. 2248. Legge sul contenzioso amministrativo (All. E) (2) (3). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 27 aprile 1865. (2) Vedi, anche, la L. 6 dicembre 1971, n. 1034. (3) Con riferimento al presente

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013. Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente

APPENDICE DI AGGIORNAMENTO DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013. Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente APPENDICE DI AGGIORNAMENTO Edoardo Ghera DIRITTO DEL LAVORO EDIZIONE 2011 AGGIORNATA A FEBBRAIO 2013 Con la collaborazione di Paola Bozzao e Lucia Valente CACUCCI EDITORE 2013 proprietà letteraria riservata

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro

Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro Impugnazione del licenziamento dopo il Collegato Lavoro Natura giuridica e forma dell impugnazione Giurisprudenza L impugnazione del licenziamento, disciplinata dall art. 6, legge n. 604/ 1966(anche a

Dettagli

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili

Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Disciplina delrapportodilavoro deilavoratoridisabili Assunzione Tipologie contrattuali Ai lavoratori avviati mediante il cd. collocamento obbligatorio vanno applicate le norme valide per la generalità

Dettagli

Tizio, residente in, ed elettivamente domiciliato in, presso lo studio dell avv., che lo rappresenta e difende per mandato in atti

Tizio, residente in, ed elettivamente domiciliato in, presso lo studio dell avv., che lo rappresenta e difende per mandato in atti 74 Quesito n. 9 n., rappresentati, assistiti e difesi dall avv., c.f., presso il cui studio in, elettivamente domiciliano per mandato in calce al presente atto, il quale, ai sensi e per gli effetti dell

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Maria Monteleone Anche i figli maggiorenni hanno diritto a essere mantenuti dai propri genitori fino a quando non siano completante

Dettagli

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI

FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI FONDO PENSIONE TELEMACO DOCUMENTO SULLE ANTICIPAZIONI Art. 1. Norme generali 1.1 Come stabilito dal D.Lgs 252/2005, l Associato può richiedere un anticipazione sulla posizione individuale maturata: a)

Dettagli

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni

Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni Per i licenziamenti collettivi: semplificazione delle procedure, variabilità del regime sanzionatorio e termini più stretti per le impugnazioni di Pierluigi Rausei * La Sezione II, del Capo III (Disciplina

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A.

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. 1. La responsabilità patrimoniale della P.A. ed i suoi limiti Anche lo Stato e gli Enti Pubblici sono soggetti al principio della responsabilità patrimoniale

Dettagli

Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi

Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi Comune di Lendinara Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 96 DEL 29.11.2007 ESECUTIVA A TERMINI DI LEGGE. Dopo l esecutività

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP.

LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Seminario IF COMMISSIONE INGEGNERIA FORENSE LA GESTIONE DELLE RISERVE NELLE OO.PP. Milano, 9 giugno 2011 1 Riserve: generalità Riserva come preannuncio di disaccordo (=firma con riserva) Riserva come domanda

Dettagli

Il c.d. divorzio breve. d.l. 12.09.2014 n. 132

Il c.d. divorzio breve. d.l. 12.09.2014 n. 132 Il c.d. divorzio breve d.l. 12.09.2014 n. 132 Introduzione Con il decreto-legge n. 132 del 12 settembre 2014 recante "Misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione

Dettagli

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE

PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PROGETTO DI ARTICOLI SULLA RESPONSABILITÀ DELLO STATO DELLA COMMISSIONE DEL DIRITTO INTERNAZIONALE (2001) PARTE I L ATTO INTERNAZIONALMENTE ILLECITO DI UNO STATO CAPITOLO I PRINCIPI GENERALI Articolo 1

Dettagli