Il nuovo Cda p. 06. Area Crediti p. 08. Intervista al Sindaco Brunello p. 14. Eventi della Fondazione p. 22. Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo Cda p. 06. Area Crediti p. 08. Intervista al Sindaco Brunello p. 14. Eventi della Fondazione p. 22. Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p."

Transcript

1 PERIODICO TRIMESTRALE Registrazione n. 203/2008 del 01/02/2008 Tribunale di Venezia Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% CN% VE Il nuovo Cda p. 06 Area Crediti p. 08 Intervista al Sindaco Brunello p. 14 Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p. 20 Eventi della Fondazione p GIUGNO 2012

2 il sommario 24. La Fondazione TOUR DEL PORTOGALLO 16. Prodotti e Servizi 03. Editoriale ASSEMBLEA UN MOMENTO DI CONFRONTO MUTUI A CONDIZIONI FAVOREVOLI 25. La Fondazione MISTERI DI VENEZIA Presso Banca Santo Stefano Piazza Vittoria, Martellago (VE) tel Direttore Responsabile Federica Zanata 04. Attualità NOTIZIE E CURIOSITÀ 06. La Banca IL NUOVO CDA 08. La Banca 17. Prodotti e Servizi CREDITO AL CONSUMO 19. Sponsorizzazioni e Beneficenza 5 TROFEO NAZIONALE DI GOLF BCC 27. La ricetta DUE SEMPLICI DESSERT ESTIVI 28. Itinerari UNA PIACEVOLE GIORNATA AD ASOLO Direttore Editoriale Banca Santo Stefano AREA CREDITI 12. La Banca 20. Il Socio BONALDO ORLANDO SRL 29. Manifestazioni IL REDENTORE Hanno collaborato Guiliana Barbiero Francesco Beninato Luca Bellinello Veronica Maccatrozzo Claudio Marchiori Roberto Pandolfo Roberto Torre Gloria Tosetto RATING E SCORE 13. La Banca INAUGURAZIONE NUOVI LOCALI JESOLO 22. La Fondazione EVENTI DELLA FONDAZIONE 23. La Fondazione 30. Appuntamenti Progetto Grafico Collettivo Sumo 14. La Banca GIOVANNI BRUNELLO ESTATE IN CORTE Stampa Svet s.r.l.

3 BANCA SANTO STEFANO L EDITORIALE ASSEMBLEA UN MOMENTO DI CONFRONTO di Onorato Zanata Presidente di Banca Santo Stefano Il 20 maggio scorso si è svolta l assemblea della nostra Banca. Un momento sempre importante di informazione, di confronto e di condivisione. Quest anno, però, l evento è stato ancora più sentito da parte dei soci per la particolare situazione economica in cui ci troviamo e perché si trattava di un assemblea di fine mandato, col resoconto dell attività svolta e con il rinnovo delle cariche sociali. Del rinnovo e del ruolo del Consiglio di Amministrazione parleremo in una prossima occasione. In questa sede mi preme piuttosto mettere in evidenza qualche altro aspetto dell incontro. Innanzitutto la qualità dell assemblea: molto partecipata sia come numero di soci, sia come attenzione e qualità degli interventi, sempre interessanti e costruttivi. Non è un fatto scontato, è una tradizione di cui la nostra Banca può andare fiera. In secondo luogo, la consistenza di Banca Santo Stefano che i nostri soci hanno potuto valutare, e per meglio descriverla userò qualche dato. Il principale indice di efficienza delle banche è il cosiddetto Cost-income ratio cioè il rapporto fra i costi operativi ed il margine di intermediazione. Nell ultimo anno nella nostra Banca è diminuito di oltre 7 punti, una delle migliori prestazioni nel Veneto. Abbiamo poi realizzato un utile molto significativo nonostante più di 7 milioni di euro di accantonamenti al fondo rischi. Raccolta ed impieghi in crescita, in controtendenza rispetto alla media delle altre banche. E questo in un anno di profonda crisi. Ma i dati di cui andare più fieri sono forse altri. Innanzitutto non è stata interrotta l attività sociale della Banca, anzi. La mutualità verso i soci - in particolare - ha trovato nuove forme di espressione molto apprezzate. Da considerare inoltre il sostegno all economia locale. In un periodo di generale ridimensionato del credito, Banca Santo Stefano ha riaffermato la sua diversità: impieghi in crescita del 6,6% (contro una media regionale in calo del 2,2%). Quasi nuovi finanziamenti erogati nel 2011 ripartiti quasi equamente fra famiglie e piccole e medie imprese. Questo è quanto abbiamo presentato in assemblea: sappiamo che i tempi saranno ancora difficili, che per questo motivo molte imprese (e molte famiglie) hanno timore di investire, di chiedere credito. Ma i nostri soci e i nostri clienti sanno che la Banca è al loro fianco e che possono continuare a contare su di essa. E sappiamo che è una fiducia reciproca. 03

4 ATTUALITÀ NOTIZIE e CURIOSITÀ SPESE E CONSUMI: Cambiano le priorità delle famiglie Un inchiesta del Sole 24 Ore delinea un quadro tutt altro che roseo sulla situazione economica degli italiani. La crisi in atto sta obbligando molte famiglie a rivedere le proprie priorità in fatto di spese e consumi. Alle prese con tasse, mutui e altre spese inderogabili, le famiglie stanno imparando a rinunciare al superfluo. Sono sempre più coloro, infatti, che si ritrovano ad affrontare un debito cui non possono far fronte. La difficoltà si evidenzia soprattutto nel settore casa, dove gli acquisti crollano (-48% su base annua a febbraio) e l offerta mutui diventa sempre più scarna e selettiva. Di contro bisogna segnalare un aumento del 18% dei pignoramenti immobiliari, saliti nel 2011 a quota 44mila. Per capire come la crisi cambia le abitudini basta osservare per esempio il carrello della spesa. Nei primi mesi del 2012 le famiglie italiane hanno cercato di eliminare tutte le spese non strettamente necessarie. Si spende meno in prodotti per la casa, animali domestici, cura della persona, bevande e surgelati. Cambiano le abitudini anche per i trasporti. Gli italiani stanno imparando a fare a meno dell automobile, anche in virtù dei continui aumenti del prezzo della benzina e dei costi di manutenzione e assicurazione. Crolla inoltre la spesa per il tempo libero. Si viaggia sempre meno e per meno tempo. Chi può permettersi di fuggire dalla città lo fa spesso nel weekend e pernottando poche notti: i viaggi sono scesi del 16,5% nel 2011 rispetto al 2010, mentre i pernottamenti diminuiscono del 15%. MUTUI: Scende l importo medio delle richieste L attuale momento di crisi e di incertezza economica spinge i consumatori italiani ad essere sempre più prudenti nell indebitarsi per l acquisto della propria abitazione. Da un recente sondaggio emerge come l importo medio richiesto a mutuo sia sceso dai del 2010 agli attuali euro. A ciò si deve aggiungere l aumento dell età media dei richiedenti, conseguenza anche essa dell attuale periodo economico che non consente ai giovani di entrare nel mercato del lavoro con la sicurezza di introiti certi nel lungo periodo. L importo medio del mutuo richiesto non è l unico dato a diminuire, infatti, è sceso anche l LTV Loan To Value (ovvero la parte del costo dell immobile che si intende finanziare con il mutuo) che fino ad un paio di anni fa si attestava mediamente al 75%, con punte anche al 100%, mentre ora è del 63%, conseguenza anche della diminuita propensione al rischio da parte delle banche. Stabile invece la durata media dei finanziamenti che si attesta sui 25 anni. Da ultimo occorre notare come la richiesta di mutui a tasso variabile e a tasso fisso viaggino più o meno di pari passo. 30 ANNI E PIÙ: Ancora a casa di mamma e papà Il motivo principale per il quale i giovani trentenni non decidono di vivere da soli o di crearsi una famiglia è da ricondursi alla difficoltà di trovare un lavoro e di conseguenza di poter mantenere una casa. Trovare un occupazione per i giovani è sempre più difficile. Secondo un recente sondaggio emerge che il 47,7% degli italiani di sesso maschile di età compresa tra i 25 e i 34 anni vive ancora con i genitori. La situazione migliora solo di poco per le donne. 32,7% è infatti la percentuale di coloro che non hanno ancora lasciato la casa dei genitori. Rispetto agli altri paesi dell area euro l Italia è al quinto posto nella graduatoria degli uomini e al sesto posto in quella delle donne. In Francia, ad esempio, la percentuale di giovani tra i 25 e i 34 anni che vive ancora a casa dei genitori è pari al 13% per gli uomini e l 8% per le donne. 04

5 20 MAGGIO 2012 UNA GIORNATA DA VIVERE INSIEME

6 BANCA SANTO STEFANO ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI Domenica 20 maggio 2012 si è svolta presso il Centro congressi BHR Treviso Hotel di Quinto di Treviso l Assemblea ordinaria dei soci convocata per approvare il bilancio d esercizio 2011 e rinnovare le cariche sociali. Un evento molto significativo per Banca Santo Stefano, sia per la numerosa presenza di soci (circa 600), sia per il dibattito suscitato dall attualità degli argomenti all ordine del giorno. Nonostante una congiuntura economica negativa, la nostra Banca ha archiviato l esercizio 2011 con un utile netto d esercizio di 1 milione 730 mila euro, un risultato ritenuto molto positivo in ragione del momento particolarmente complesso che l economia locale sta vivendo. Un economia, quella del territorio, che Banca Santo Stefano continua a sostenere anche in un periodo di generale ridimensionamento del credito. Lo confermano i dati relativi alla raccolta complessiva e agli impieghi a clientela, cresciuti rispettivamente del 6% e 7% rispetto al 2010, da cui ne è derivato un ragguardevole incremento del margine di intermediazione (+ 15% ca.) ed una salutare contrazione dei costi operativi ( - 2% ca.) rispetto ai dati registrati nel precedente esercizio. Nel corso del 2011 sono inoltre stati concessi quasi nuovi affidamenti per un ammontare complessivo pari a poco più di 113 milioni di euro, dei quali oltre 60 destinati alle famiglie e circa 53 alle imprese locali. Oltre a sostenere attivamente il proprio territorio la Banca continua a svolgere egregiamente la propria missione sociale: come lo scorso anno, infatti, anche per il 2011, una parte dell utile d esercizio è stata specificamente destinata a scopi di beneficenza e mutualità. Per quanto riguarda il rinnovo delle cariche sociali, il risultato delle urne ha sancito una modifica all amministrazione eletta nel Questo l elenco dei componenti degli Organi sociali neo nominati. per il Consiglio di Amministrazione: Coghetto Federica, Lazzaro Emanuele, Michieletto Marco, Pattarello Guerrino, Pavanello Loris, Vian Denis, Vian Maurizio, Zanata Onorato e Zoia Carlo; per il Collegio sindacale: Bonzio Alessandro (Presidente), Giubilato Nicola e Michieletto Renato (sindaci effettivi); Parolin Paolo e Testoni Andrea (sindaci supplenti); per il Collegio dei probiviri: Feroli Stefano e Franzato Silvia (componenti effettivi); Bologna Andrea e Viero Roberta (componenti supplenti). ONORATO ZANATA Presidente FEDERICA COGHETTO GUERRINO PATTARELLO MAURIZIO VIAN CARLO ZOIA MARCO MICHIELETTO Vicepresidente EMANUELE LAZZARO LORIS PAVANELLO DENIS VIAN CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2012/

7

8 BANCA SANTO STEFANO CI PRESENTIAMO AREA CREDITI DIRETTORE ROBERTO TORRE UFFICIO ANALISI CREDITI Analisi pratiche di fido SEGRETERIA CREDITI Erogazione e perfezionamento linee credito UFFICIO VIGILANZA Controllo gestione pratiche problematiche RENATA MILAN Responsabile ROBERTA BUSATO MARIELLA FARDIN LUCA ZUIN VITTORIO MORBIATO Responsabile VALTER CRIVELLARo Viceresponsabile DANIELE BRAZZALOTTO MICHELA PISTOLATO LORETTA CAMPAGNARO ALESSANDRO SEVERIN Responsabile PIETRO ANDRINI PAOLO MARANGONI ANAGRAFE GENERALE Supervisione, impianto anagrafico generale UFFICIO LEGALE Gestione contenzioso ALESSANDRO VIDOTTO MARCO DE ROSSI 08

9 Continua il nostro viaggio fra gli uffici di Banca Santo Stefano. In questo numero scopriremo cosa fa e da chi è composta l Area Crediti. Il direttore crediti è il vicedirettore generale della Banca Roberto Torre. L area si compone di un ufficio analisi crediti, una segreteria crediti e un ufficio vigilanza. L ufficio analisi crediti analizza le proposte di fido formulate dalla clientela alla nostra banca. Le pratiche vengono sottoposte al deliberante munite di un parere di merito sulla fattibilità o meno alla concessione del credito. Una volta deliberata, la pratica passa alla segreteria crediti che ne cura il perfezionamento e l erogazione. L ufficio vigilanza gestisce invece tutte quelle posizioni problematiche in capo a controparti in difficoltà, anche temporanea. Le posizioni problematiche sono quelle che vengono prese in considerazione quando iniziano a dare segnali di deterioramento: in collaborazione con il gestore si provvede a cercare i correttivi per poter riportare in bonis la posizione e riallocarla al gestore che continua nell operatività normale oppure se non ci sono possibilità di sviluppi positivi si cerca di concordare con il cliente un piano di rientro.

10

11 BANCA SANTO STEFANO É FONDAMENTALE PENSARE ED AGIRE ANCHE CON IL CUORE INTERVISTA AL VICEDIRETTORE GENERALE ROBERTO TORRE Le Pmi continuano a soffrire la difficoltà di ottenere finanziamenti. Vicedirettore Torre, secondo lei come sta cambiando il rapporto tra Banca e Impresa? In questo particolare momento storico sono cambiate le imprese e i loro bilanci, di conseguenza, le difficoltà nell accesso al credito sono sicuramente maggiori rispetto a qualche anno fa. Anche le aziende sane stanno vivendo oggi una crisi attendista poiché nessuno purtroppo sa, se e quando finirà, questo periodo buio che stiamo attraversando. Pertanto, anche chi vuol fare degli investimenti non sa come e in quale direzione andare. Sulla base della mia esperienza non ritengo corretto dire che le aziende non riescono ad ottenere credito, piuttosto non chiedono più credito e, se lo fanno, lo richiedono soltanto per ristrutturare situazioni difficili preesistenti. E per quanto riguarda i privati? A cascata si aggancia anche il mondo dei privati perché, soprattutto nel Nordest stiamo vivendo un momento che mai si era verificato. Fino a qualche tempo fa chi perdeva il lavoro riusciva a riciclarsi in un tempo strettissimo, oggi purtroppo non è più così. Tutti abbiamo dei conoscenti disoccupati, abbiamo in famiglia qualcuno che è in cassa integrazione, abbiamo dei giovani senza lavoro di conseguenza anche chi ha una posizione sicura comincia a temere di perderla. E questa situazione non incoraggia nemmeno i privati ad indebitarsi, per esempio, sull aquisto della prima casa. Tutte queste situazioni hanno sicuramente un interfaccia con chi fa il nostro lavoro, e chi come me lo fa da anni, può dire di non essersi mai trovato in un momento così difficile. Pensa ci possa essere un modo per fronteggiare questo difficile momento? A mio avviso è necessario che le banche modifichino il loro modo di vedere clienti e bilanci. Nel concedere crediti sia alle imprese che ai privati, oggi è fondamentale pensare ed agire anche con il cuore. Certe volte è necessario avere un pizzico di coraggio e di umanità in più per erogare credito, perché se si continua a lavorare con i parametri di una volta, non dovremmo più finanziare nessuno. E Banca Santo Stefano come si comporta nei confronti delle imprese e dei privati? La nostra banca non ha certo chiuso i rubinetti nell accordare credito. Nonostante la situazione generale chi ha voluto investire ha trovato in Banca Santo Stefano un valido partner. Abbiamo infatti concesso, come nuovi affidamenti, oltre 110 milioni di euro equamente distribuiti tra privati e aziende. Per sostenere le esigenze di famiglie e imprese del territorio, la nostra banca ha inoltre sviluppato diverse iniziative finalizzate alla concessione di finanziamenti agevolati ed ha aderito all accordo Abi per la sospensione dei debiti verso il sistema creditizio (Piano Famiglie). In particolare la Banca mette a disposizione di famiglie e privati un plafond di 10 milioni di euro destinati all acquisto o alla ristrutturazione della prima casa a condizioni vantaggiose. In che modo la vostra Banca sostiene privati ed imprese? Da qualche anno abbiamo istituito l ufficio vigilanza crediti, un ufficio di pronto intervento composto da personale esperto nell ambito dei crediti, dedicato alle aziende o ai privati che danno i primi segnali di irregolarità. Questo non significa penalizzare le aziende, ma seguirle con un occhio particolare, dal gestore di filiale al gestore che abbiamo in sede. Il successo di questo ufficio è portare in bonis un cliente che era in difficoltà. Questa è una vittoria per la Banca ma anche un servizio che diamo. Molto spesso, infatti, ci troviamo di fronte ad aziende piccole che non dispongono di adeguati piani industriali o non sono adeguatamente consigliate. Pertanto il fatto di avere un consulente aggiunto in banca è una grande agevolazione. Un valore aggiunto che offriamo. Si dice che le Banche oggi sono in crisi di liquidità. E vero? Sulla liquidità ci sono stati sicuramente dei gravi problemi che hanno riguardato tutto il sistema bancario e che hanno avuto come apice la fine dell anno scorso. Su questo gli istituti di credito hanno avuto un aiuto dalla Bce. La nostra banca si era poi organizzata perfezionando nell anno delle operazioni di autocartolarizzazione. Come dicevo prima, mancano le richieste da parte delle aziende e dei privati stante l incertezza nel futuro, con il timore di non riuscire a far fronte agli impegni assunti. L incertezza dunque come dato comune denominatore delle richieste di credito in Banca... Sicuramente gestire il credito in questo momento significa accompagnare l incertezza. C è un grande attendismo e la nostra sfida è cercare di leggere il futuro assieme ai nostri clienti. (F.Z.) 11

12 BANCA SANTO STEFANO SI SENTE SPESSO PARLARE DI RATING E SCORE. QUAL È IL LORO SIGNIFICATO? ESISTE QUALCHE ANALOGIA TRA QUESTI DUE TERMINI? di Roberto Torre ASSIEME A SPREAD ANCHE RA- TING E SCORE FANNO PARTE ORAMAI DEL LINGUAGGIO COMU- NE, MA ANCHE SE LE DENOMINA- ZIONI RISULTANO PIÙ PRONUN- CIABILI, RESTANO SOVENTE DEI SOSTANTIVI DAI RISVOLTI MISTE- RIOSI, TRA LORO CONFUSI, E RITE- NUTI DEI SINONIMI. Anche cercando un aiuto nei testi specializzati non si trova adeguata soddisfazione. Wikipedia per esempio introduce così l argomento Rating Il rating, anche valutazione, è un metodo utilizzato per classificare sia i titoli obbligazionari, che le imprese (vedi anche modelli di rating IRB secondo Basilea 2) in base al loro rischio. In questo caso, essi si definiscono rating di merito creditizio da non confondersi ai rating etici che invece misurano la qualità della governance, della CSR, o in generale della sostenibilità sociale ed ambientale di un emittente. Utilizzando concetti più elementari possiamo definire il Rating come la valutazione di una controparte sulla sua capacità di pagare o meno i propri debiti. Questa valutazione può essere effettuata da società specializzate su imprese, comprese le banche ma anche sul debito della Nazioni. Oltre a valutare le risultanze dei bilanci correnti e previsionali e la capacità di produrre reddito, vengono nel contempo soppesati il management, la loro capacità di gestione, i progetti e la capacità aziendale di perseguirli. Lo Score in uso presso il Sistema bancario, compresa la nostra Banca, è usualmente un sistema esperto predittivo che, su base statistica, valuta la rischiosità dell affidato in un arco temporale che di norma traguarda i dodici mesi a venire. Questo score viene determinato facendo elaborare da un sistema esperto il comportamento dei clienti attraverso il loro utilizzo delle varie tipologie di affidamento concesso in un arco temporale normalmente di tre-sei mesi. Per esemplificare prendiamo un privato che ha contratto un mutuo casa e che da sempre paga puntualmente le rate alla loro scadenza, ma anche l addebito degli utilizzi della sua Carta di credito: questi ha quindi una elevata probabilità di essere regolare anche nei prossimi mesi; se poi il saldo del conto corrente risultasse sovente con disponibilità, il cliente potrebbe essere valutato positivamente qualora ci rivolgesse la richiesta di una ulteriore condivisibile facilitazione. Ne consegue quindi che tra Rating e Score vi è solo una modesta analogia, ma non sono certo del tutto equiparabili, sbaglia pertanto quell imprenditore che chiede alla propria Banca, come spesso accade, che Score gli sia stato assegnato, indicandolo poi ai terzi alla stessa stregua di un Rating. Vale anche la pena di annotare che lo score assegnato da una Banca vale solo al proprio interno e non su tutto il Sistema bancario; rivediamo ora il titolare del mutuo casa sopra citato; se la stessa persona avesse anche un piccolo rapporto di conto corrente presso un altro Istituto dall andamento non del tutto regolare, magari perché paga le bollette in ritardo, gli verrebbe assegnato un secondo punteggio, e questi ovviamente sarebbe non del tutto gratificante. E a questo punto facilmente desumibile che lo score funge da base anche per stabilire il prezzo della concessione: migliore è il cliente e migliore sarà il costo (tasso e spese) dell operazione. 12

13 BANCA SANTO STEFANO BANCA SANTO STEFANO INAUGURA I NUOVI LOCALI DI JESOLO LA NOSTRA BANCA È PRESENTE A JESOLO DAL 2007 CON UNA FI- LIALE IN VIA AQUILEIA 41 E, DAL 2011, ANCHE CON UNO SPORTEL- LO BANCOMAT IN VIA GIUSEPPE VERDI 71, A POCHI PASSI DA PIAZ- ZA NEMBER. Il 30 aprile 2012 si è svolta l inaugurazione dei nuovi locali di via Aquileia. La nuova struttura è più confortevole, maggiormente adeguata alla gestione del rapporto bancario, ma soprattutto in grado di creare nuove opportunità e nuovo valore per la comunità. Numerosi i clienti, i dipendenti e i soci che hanno partecipato alla festa del rinnovo locali. E stato un ingresso quasi in punta di piedi ha affermato il Presidente Onorato Zanata - poiché questa è indubbiamente una piazza atipica, particolare, sulla quale avevamo poca esperienza. Tuttavia abbiamo trovato fin dall inizio una risposta convinta da parte della clientela, delle famiglie e del mondo produttivo che hanno dimostrato da subito di gradire il nostro modo di operare e di rapportarci col cliente. In questo contesto particolare diventa importante la proposta di Banca Santo Stefano che si può così sintetizzare: una banca diversa per una città diversa. Con l inaugurazione di questa struttura la nostra banca intende proseguire nella politica dello sviluppo verticale, della promozione del territorio, dei soci e delle comunità in cui è insediata. L obiettivo è quello di continuare a promuovere un localismo attivo non solo geografico rendendo questa Banca un autentica fabbrica di fiducia che valorizzi appieno tutte le potenzialità, anche quelle ancora inespresse. In questo consiste la diversità dalle altre banche, perché diversa è la nostra cultura d impresa. 13

14 BANCA SANTO STEFANO GIOVANNI BRUNELLO 9 ANNI DI AMMINISTRAZIONE NEL COMUNE DI MARTELLAGO Sig. Brunello, un sindaco e la sua amministrazione cosa possono fare di concreto per fronteggiare questa crisi economica? Con rammarico devo rispondere che purtroppo, possiamo fare molto poco. Fosse nelle mie possibilità mi piacerebbe aiutare i giovani senza lavoro. Nella nostra amministrazione comunale, per esempio, trovano occupazione 79 lavoratori e ne occorrerebbero altri. Ma abbiamo dei vincoli in quanto possiamo assumere una persona ogni cinque che lasciano il lavoro; inoltre l età media del personale è piuttosto bassa L aiuto invece che possiamo dare alle imprese consiste nel velocizzare l iter burocratico. E il caso della società Kelemata che opera a Martellago nel campo della cosmesi e della profumeria che aveva deciso di ampliare il proprio stabilimento. Questo avrebbe comportato l assunzione di almeno 4/5 persone ma, a causa del difficile momento economico, la ditta ha rinviato l inizio dei lavori. Infine, per venire incontro alle esigenze delle famiglie abbiamo cercato di contenere l IMU sulla prima casa. Inizialmente avevamo applicato la tassazione al 4 per mille, mentre sugli altri immobili l 1 per mille. Ad aprile abbiamo subito un ulteriore taglio sulle entrate di euro tale da indurci, se vogliamo mantenere i servizi alle persone, al sociale ed alle scuole, di portare al 5 per mille la tassazione sulla prima casa. Quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano nell amministrare oggi il comune di Martellago? Amministrare un comune oggi è molto diverso rispetto a qualche anno fa. Ciò è dovuto alla necessità di rispettare le regole di politica di bilancio. La nostra amministrazione, fortunatamente, non ha mai avuto problemi di liquidità, semmai quella di non poterla utilizzare. In questi anni abbiamo messo a norma le scuole, costruito una piscina, una biblioteca, i centri civici. Ora i cittadini ci chiedono di sistemare i marciapiedi dissestati negli anni dalle radici delle piante, ma non possiamo accontentarli pur disponendo dei fondi necessari. Perché ci sono i soldi e non potete spenderli? Il motivo risiede nel patto di stabilità che ci impone la salvaguardia della solidità della finanza pubblica. Più semplicemente, nel corso di un anno ci viene posto un limite agli investimenti in quanto deve sussistere un equilibrio tra le entrate e le uscite. Faccio un esempio: dobbiamo ampliare la scuola materna e i lavori dovrebbero partire a breve. Per velocizzare i tempi utilizzeremo addirittura un prefabbricato. Ma abbiamo dovuto concordare con l impresa il pagamento a gennaio 2013 Lei comprende che, se rinvio i pagamenti di tutti i lavori eseguiti nel corso di quest anno a gennaio, il prossimo anno non sarò in grado di far eseguire che pochi indispensabili lavori. Ed è questo il dramma. Quali caratteristiche deve avere un bravo sindaco? Deve avere innanzitutto passione per quello che fa, ma soprattutto il sostegno della famiglia. E un incarico che ti tiene lontano da casa e la comprensione dei tuoi cari è fondamentale per permetterti di lavorare con impegno e serietà. Non sono né laureato né un grande oratore ma mi riconosco un pregio: la capacità di fare squadra. Sono una persona comune e proprio per questo ritengo che la gente si identifichi in me è mi voglia bene. Sono ormai nove anni che amministra il comune di Martellago e nel 2013 concluderà il suo mandato. Che ricordo conserverà di questa esperienza? Sono stati anni intensi ma belli e devo dire di avere avuto molte soddisfazioni. Quando vado a fare una passeggiata al parco laghetti sono orgoglioso di ciò che è stato fatto assieme al Senatore Stradiotto. Un idea che, a dir la verità, era nata ancora con Bruno Berto e Giuseppe Tronchin e che poi noi abbiamo concretizzato. Come dicevo prima abbiamo realizzato la piscina, la biblioteca, i centri civici e il nostro oratorio SS. Salvatore che siamo riusciti a ristrutturare grazie alla sensibilità della banca e soprattutto del suo Presidente Onorato Zanata che ringrazio ancora. Non da ultimo, quando sarà aperta la bretella, si dimezzerà il traffico su via Roma, in special modo quello pesante, migliorando notevolente le condizioni ambientali. Queste ritengo siano le soddisfazioni più grandi che un sindaco possa avere. A tal proposito mi piacerebbe raccogliere in un volume tutti i lavori realizzati durante la mia amministrazione; un bel ricordo di questi anni ma soprattutto un modo per ringraziare i cittadini della fiducia che mi hanno accordato. Un ultima domanda, cosa pensa dell attuale Governo e soprattutto come vede il futuro? Ritengo che il Premier Monti stia cercando di fare il possibile per salvare il Paese ma ha ereditato una situazione alquanto critica. Sinceramente penso sia difficile in questo momento fare previsioni su come sarà il futuro del nostro Paese. 14

15

16 BANCA SANTO STEFANO CONDIZIONI FAVOREVOLI PER CHI ACCENDE UN MUTUO. BANCA SANTO STEFANO IN AIUTO ALLE FAMIGLIE ED AI GIOVANI ACQUISTARE CASA APPARE ORMAI DA QUALCHE ANNO UNA VERA E PROPRIA IMPRESA TANTO CHE, SONO IN MOLTI, DI FRONTE A MU- TUI DAI TASSI E DAGLI SPREAD DA CAPOGIRO, AD AVER ABBAN- DONATO L IDEA DI COMPRARNE UNA. DAVANTI AD UN ASPETTATIVA SEMPRE PIÙ INCERTA RISPETTO ALLA SITUAZIONE FINANZIARIA, LA MAGGIOR PARTE DELLE FAMIGLIE CERCA INFATTI DI EVITARE OGNI SITUAZIONE DI INDEBITAMENTO CHE LI ESPONGA A RATE TROPPO ELEVATE. Se in questi giorni, i tassi Euribor sembrano essere calati, gli spread applicati dagli istituti di credito sono ancora molto elevati e tendono a vanificare l effetto positivo del ribasso degli indici di riferimento. Banca Santo Stefano vuole venire incontro alle esigenze di chi si appresta ad accendere un mutuo per l acquisto, la ristrutturazione e la costruzione della prima casa soprattutto famiglie e giovani - e propone condizioni estremamente favorevoli: fi nanziamenti fino all 80% del valore dell immobile e tassi decisamente contenuti rispetto al mercato. Banca Santo Stefano, oltre a favorire l accesso al credito per le nuove richieste di finanziamento, in considerazione dell attuale congiuntura economica che ha prodotto un impatto diretto sulle famiglie italiane, ha aderito all accordo tra ABI e Associazione dei consumatori per la sospensione delle rate del mutuo nell ambito del più ampio programma di intervento a sostegno del mercato del credito retail denominato PIANO FAMI- GLIE. L accordo, che rappresenta una misura straordinaria di sostegno alle famiglie in difficoltà, prevede la sospensione del rimborso delle rate di mutuo verso soggetti che, per motivi contingenti, si trovano in difficoltà. Banca Santo Stefano vuole confermare in questo modo la propria vicinanza con le persone e il sostegno dell economia locale. Una banca che vuole essere differente e attenta alle esigenze dei propri soci e clienti. (C.M.) 16

17 BANCA SANTO STEFANO SEI UN CLIENTE BCC? TI SERVE UN PRESTITO PERSONALE? C È BCC CREDITO CONSUMO Cosa si intende per credito al consumo? Quali sono i requisiti che devo avere per ottenere un prestito finalizzato? Entro quanto tempo dovrò restituire il mio debito? A queste domande risponde Luca Bellinello sviluppatore Bcc Credito Consumo Veneto 1 BCC CreditoConsumo SpA è una società costituita ad ottobre 2010 ed operativa da marzo 2011, risultato della partnership tra Iccrea Holding (capogruppo del Gruppo Bancario Iccrea) e Agos Ducato S.p.a (Gruppo Credit Agricole). Recentemente è entrata a far parte della società anche la Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige. Il capitale sociale di BCC CreditoConsumo risulta così essere attualmente composto da Iccrea Holding SpA 56%, Agos Ducato SpA 40% e Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige 4%. L obiettivo di BCC CreditoConsumo è quello di fornire prodotti e servizi dedicati esclusivamente alla clientela retail delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali Italiane. I prodotti veicolati da BCC CreditoConsumo attraverso il brand Crediper spaziano dai prestiti personali ai Conti FRI, piccoli prestiti ricaribili, fino ai prestiti contro Cessione del Quinto dello Stipendio.. Dott. Bellinello, oggi si parla molto di credito al consumo. Di cosa stiamo parlando? Con il termine credito al consumo si identifica un segmento di mercato, riferito esclusivamente alla clientela retail il Consumatore appunto molto variegato: si spazia dai prestiti finalizzati all acquisto di un determinato bene o servizio per arrivare ai prestiti personali tout court, passando per le carte di credito revolving e la cessione del quinto dello stipendio. All interno di questo mercato, BCC CreditoConsumo si propone di mettere a disposizione della clientela delle BCC di tutta Italia strumenti all avanguardia da un punto di vista tecnico ma allo stesso tempo aderenti allo spirito del Credito Cooperativo, fatto di persone e territorialità, oltre che di numeri. I prodotti che BCC CreditoConsumo distribuisce nelle BCC sono oggi i prestiti personali, concessi a persone fisiche per l acquisto di beni e di servizi e tesi a soddisfare le esigenze di natura personale come l acquisto di un automobile, di una cucina, di un elettrodomestico, di un computer oppure, per esempio, per la ristrutturazione della casa. Altro esempio molto attuale e vicino alle esigenze delle persone, soprattutto in questo momento, è il Prestito Personale di Consolidamento, concesso allo scopo di ristrutturare le regolari posizioni debitorie in essere delle persone fisiche clienti della Banca di Credito Cooperativo. Ma BCC CreditoConsumo distribuisce attraverso la BCC anche Conti FRI, piccoli prestiti rotativi limitati per importi e durate (small ticket) da 500 ad 5.000; o ancora prestiti contro Cessione del Quinto dello Stipendio. Non costituiscono invece credito al consumo i prestiti concessi per esigenze di carattere professionale come per esempio l acquisto di un autovettura da utilizzare per il trasporto dei dipendenti della propria impresa, oppure gli anticipi fatture o ancora l acquisto di beni strumentali in genere. Anche i mutui ipotecari per l acquisto di immobili non rientrano nel credito al consumo in quanto si tratta di un investimento a lungo termine e il debito risulta coperto dal valore dell immobile stesso. Fino a che importo si può chiedere? Il prestito richiesto con BCC CreditoConsumo può variare da un minimo di 500 euro ad un massimo di 50 mila euro. Nel mercato attuale è molto difficile trovare soluzioni di finanziamento così flessibili. Quali garanzie sono necessarie per ottenere un prestito personale? BCC CreditoConsumo non richiede alcun tipo di garanzia reale (ipoteca, pegno, etc..) a supporto delle richieste di prestito personale, è necessario avere un reddito dimostrabile ed un profilo creditizio in grado di supportare la richiesta inoltrata. La concessione del prestito è comunque sempre subordinata all accettazione da parte di BCC CreditoConsumo. Perché un consumatore dovrebbe rivolgersi proprio alla vostra società? Perché il credito al consumo lo fanno in tanti ma pochi sono in grado di farlo in maniera professionale. BCC Credito- Consumo e le BCC hanno nel loro DNA la territorialità, sostenibilità e vicinanza ai propri clienti. E in quest ottica di consulenza e flessibilità che cerchiamo di muoverci, per rispondere alle esigenze dei correntisti delle BCC in modo veloce e professionale. Il rapporto con la BCC consente inoltre al cliente di avere un punto di riferimento continuo e costante. Chi sono i clienti che solitamente si rivolgono a voi? Erroneamente si crede a volte che a richiedere prestiti personali siano le persone con poca disponibilità economica. In realtà ad appoggiarsi alla nostra società sono spesso soggetti che desiderano pianificare al meglio il loro bilancio familiare. In particolare il cliente target di BCC CreditoConsumo è la famiglia, comunque la persona fisica, correntista della Banca di Credito Cooperativo. Quali sono le finalità più richieste? Sicuramente ai i primi posti c è la ristrutturazione della casa, l acquisto dell automobile nuova o usata, l arredamento ma anche la semplice liquidità. In deciso aumento rispetto al passato sono le richieste di Prestiti Personali mirate a consolidare e razionalizzare regolari esposizioni debitorie in essere. In netto calo rispetto a qualche anno fa sono invece i viaggi e le spese per il tempo libero, a conferma questo del difficile momento economico che stiamo attraversando. 17

18 BANCA SANTO STEFANO NOTIZIE IN BREVE IL CREDITO COOPERATIVO A FAVORE DEI TERREMOTATI DELL EMILIA ROMAGNA Il Credito Cooperativo italiano ha attivato un programma di raccolta fondi denominato Emergenza terremoto in Emilia, con l obiettivo di sostenere la fase di emergenza e la ripresa delle attività economiche e produttive a seguito del sisma che ha colpito nel mese di maggio vaste zone dell Emilia Romagna. E stato attivato un conto corrente presso Iccrea Banca - intestato a Federcasse - con la causale Emergenza terremoto in Emilia IBAN IT05 R E possibile per tutti effettuare una donazione senza alcuna commissione. DIBATTITO SUL PATTO DI STABILITA Banca Santo Stefano e Fondazione Gianni Pellicani organizzano per venerdì 6 luglio alle ore presso la Corte di Banca Santo Stefano, un importante dibattito sul Patto di Stabilità. Interverranno: Giovanni Brunello, sindaco di Martellago Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia di Mestre e consigliere regionale Gilberto Muraro, prof. ordinario Scienza della Finanza - Università Padova Franca Porto, segretaria regionale della Cisl Sandro Simionato, Vicesindaco e Assessore al Bilancio del Comune di Venezia E RIPRESO IL RECAPITO EPACA PRESSO LA SEDE DELLA NOSTRA BANCA Tutti i giovedì dalle 8.30 alle Fornire gratuitamente a tutti i cittadini di Martellago e zone limitrofe, assistenza nella tutela per il conseguimento di benefici previdenziali, sociali, assistenziali, in sede amministrativa e di contenzioso. E questo l obiettivo della collaborazione avviata già da qualche anno tra Banca Santo Stefano e Coldiretti Venezia. Grazie alla presenza di un esperto in materia previdenziale assistenziale, Epaca (Ente di Patrocinio e Assistenza per i Cittadini e l Agricoltura) è in grado di rispondere a qualsiasi domanda sulle pensioni (anzianità, vecchiaia, reversibilità, invalidità assegno sociale ecc.), infortunio, invalidità civile. Può inoltre dare informazioni, consulenze e servizi su diritto di famiglia, successioni, mercato del lavoro, assistenza sanitaria, prestazioni legate al reddito (RED ISE), anche facilitando l accesso ai dati ed ai servizi della Pubblica Amministrazione. Chi volesse usufruire di questi servizi lo può fare recandosi presso lo sportello dinamico situato presso la Corte di Banca Santo Stefano aperto tutti i giovedì dalle 8.30 alle DECIMO TORNEO NAZIONALE DI CALCIO A 5 DEL CREDITO COOPERATIVO Rimini 1-3 giugno 2012 Si è svolta da venerdì 1 a domenica 3 giugno la decima edizione del torneo nazionale di calcio A 5 del Credito cooperativo riservato a tutti i dipendenti ed amministratori di BCC e società del Credito Cooperativo. La nostra banca partecipa al torneo dal 2005 ed ha sempre ottenuto ottimi risultati. 18

19 BANCA SANTO STEFANO 5 TROFEO NAZIONALE DI GOLF DEL CREDITO COOPERATIVO Banca Santo Stefano in collaborazione con la BCC del Polesine organizza il 5 Trofeo Nazionale del Credito Cooperativo. Il Torneo è riservato ai soci della nostra Banca, alla BCC del Polesine, ai dipendenti, ex-dipendenti ed amministratori delle altre banche di credito cooperativo, delle Federazioni Locali, di ICCREA Holding comprese le società del gruppo, di Cassa Centrale Banca, e di altre Società del Credito Cooperativo. Tre le tappe previste: domenica 17 giugno al CUS Golf Club di Ferrara domenica 8 luglio al Golf Club Ca della Nave di Martellago domenica 9 settembre al Golf Club di Albarella Formula di gara: 18 buche stableford 3 categorie. Categoria unica per il Credito Cooperativo. Premi per ciascuna tappa: 1^, 2^ Netto per categoria, 1^ Lordo, 1^ Lady, 1^ Senior. Premi speciali Credito Cooperativo: 1^ classificato. Premio Credito Cooperativo 2012: al giocatore della categoria Credito Cooperativo che ha ottenuto il maggior numero di punti stableford dato dalla somma delle tre tappe. Le iscrizioni per la sezione Credito Cooperativo dovranno pervenire entro il: 12/06/2012 per la tappa di Ferrara ed entro il 04/09/2011 per la tappa di Albarella presso il Servizio Marketing della BCC del Polesine tel. 0425/ /07/2012 per la tappa di Martellago presso l Ufficio Comunicazione e Immagine della Banca Santo Stefano tel. 041/ Costo iscrizione + green fee per ciascuna gara a carico dei partecipanti. Ferrara 40,00 Albarella 83,00 Martellago 75,00 19

20 BANCA SANTO STEFANO IL SOCIO BONALDO ORLANDO SRL: I MOMENTI DIFFICILI SI POSSONO SUPERARE di Federica Zanata OGNI GIORNO ALLA TV E SUI GIORNALI SENTIAMO E LEGGIAMO DI AZIENDE CHE CHIUDONO, DI IMPRENDITO- RI CHE SI TOLGONO LA VITA, DI PERSONE CHE VENGONO LICENZIATE O MESSE IN CASSA INTEGRAZIONE. LA SITUAZIONE ECONOMICA È MOLTO DIFFICILE E SEMBRA NON DARE SEGNALI DI RIPRESA. CI SONO TUTTAVIA AZIENDE CHE, QUESTA CRISI, L HANNO VISSUTA E SONO RIUSCITE A SUPERARLA RIMETTENDOSI IN GIOCO CON IMPEGNO E SERIETÀ. UN ESEMPIO È LA BONALDO ORLANDO SRL DI SANTA MARIA DI SALA (VE) CHE DAL 1989 OPERA NEL CAMPO DELLA CARPENTERIA METALLICA. Signor Bonaldo, ci può raccontare brevemente la storia della sua azienda? Era il 1989 quando decisi di aprire questa azienda come ditta individuale. Precedentemente, per quasi trent anni, avevo lavorato come dipendente nel settore della carpenteria metallica. Poi, a pochi anni dalla pensione, sebbene avessi raggiunto una buona posizione e un ottimo stipendio, decisi di mettermi in proprio. Mi licenziai e con una saldatrice e un piccolo trapano iniziai questa mia nuova attività. Non è stata un scelta un po rischiosa? E stato sicuramente un rischio perché avevo la famiglia da mantenere con due figli che ancora studiavano. Ma ho sempre avuto l idea fissa di mettermi in proprio e in quel momento sentivo che era la scelta giusta. Erano anni buoni, le richieste aumentavano dopo un mese anche mio figlio Savino ha lasciato il suo lavoro per venire ad aiutarmi. Nessuno avrebbe scommesso sulla buona riuscita di questa impresa. Eppure dai quattro dipendenti di quegli anni siamo arrivati nel giro di 8 anni a circa cinquanta fino a toccare quota sessanta nel E la famiglia? Mi ha sempre appoggiato e sostenuto in tutte le scelte che ho fatto. Tutto bene fino al 2008 Si, nel 2008 inizia la ormai nota crisi dei mutui subprime americani e a fine anno cominciammo a sentire anche noi un netto calo del lavoro, fino ad arrivare in poco tempo ad una riduzione sul fatturato del 33%. Avevamo difficoltà ad incassare i crediti. Anche i clienti storici cominciavano a non pagare. E le banche come si sono comportate nei vostri confronti? Abbiamo trovato molte ostilità da parecchi istituti bancari. Determinante è stato per noi il sostegno e la consulenza di Banca Santo Stefano. Diversamente con tutta probabilità la nostra azienda avrebbe chiuso. Come vive l imprenditore questa difficile situazione anche nei confronti dei propri operai? Per quanto ci riguarda è stato un periodo veramente difficile, ma credo che i dipendenti non abbiano percepito fino in fondo la reale gravità della situazione. E stato un momento particolarmente difficoltoso soprattutto perché ci sono persone che lavorano qui da moltissimi anni e ci sentiamo tutti una grande famiglia. Quali sono i vostri punti di forza? Abbiamo costantemente innovato il prodotto e la nostra forza è stata quella di seguire i nostri clienti in progetti nuovi studiando assieme a loro le soluzioni migliori. Dare qualcosa di completo assistendo il cliente a 360 gradi è il nostro valore aggiunto ed è quello che ci è servito per riconquistare quote di mercato dopo un momento buio. A riprova di questo posso dire che, nel 2011, abbiamo il miglior fatturato da quando l azienda è nata. Avete qualche progetto particolare per il futuro? In questo particolare momento storico non è facile guardare al futuro. Certi accadimenti ti insegnano a stare sempre in guardia oggi va bene e domani non si sa. Di questi tempi non si possono più fare previsioni e progetti, bisogna vivere alla giornata. E oggi? La ditta individuale Bonaldo Orlando si è trasformata nel 2001 in Srl. Oggi ci lavora l intera famiglia: Orlando, il figlio maggiore Savino, le due figlie Barbara ed Elisa e Alessandro. Nonna Linda invece accudisce i nipotini con molta gioia. A dir la verità, il signor Orlando fa ormai il supervisore e si ritaglia giustamente qualche ora libera per dedicarsi ai suoi hobby: la serra e i cavalli da carrozza. 20

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE

CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE REGOLAMENTO 2015 ART. 1. IL CONCORSO UNA CANZONE DAL CUORE 2015 A CARATTERE INTERNAZIONALE SI SVOLGERA ATTRAVERSO VARIE TAPPE IN TUTTA ITALIA DA AGOSTO A NOVEMBRE. LE TAPPE

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto?

Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? Dai rapporti temporanei all occupazione stabile: un percorso sempre più incerto? di Anna de Angelini La maggior flessibilità in entrata introdotta dalla normativa sui rapporti di lavoro a partire seconda

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon

Testi di: Simona Pigini Disegni di: Mario Dalbon UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI COMITATO REGIONALE E PROVINCIALE DI MILANO CONIACUT GUIDA PRATICA ALLA COMPRAVENDITA DELLA CASA Progetto cofinanziato dal Ministero delle Attività Produttive RegioneLombardia

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli