Il nuovo Cda p. 06. Area Crediti p. 08. Intervista al Sindaco Brunello p. 14. Eventi della Fondazione p. 22. Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il nuovo Cda p. 06. Area Crediti p. 08. Intervista al Sindaco Brunello p. 14. Eventi della Fondazione p. 22. Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p."

Transcript

1 PERIODICO TRIMESTRALE Registrazione n. 203/2008 del 01/02/2008 Tribunale di Venezia Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale - 70% CN% VE Il nuovo Cda p. 06 Area Crediti p. 08 Intervista al Sindaco Brunello p. 14 Il Socio: Bonaldo Orlando Srl p. 20 Eventi della Fondazione p GIUGNO 2012

2 il sommario 24. La Fondazione TOUR DEL PORTOGALLO 16. Prodotti e Servizi 03. Editoriale ASSEMBLEA UN MOMENTO DI CONFRONTO MUTUI A CONDIZIONI FAVOREVOLI 25. La Fondazione MISTERI DI VENEZIA Presso Banca Santo Stefano Piazza Vittoria, Martellago (VE) tel Direttore Responsabile Federica Zanata 04. Attualità NOTIZIE E CURIOSITÀ 06. La Banca IL NUOVO CDA 08. La Banca 17. Prodotti e Servizi CREDITO AL CONSUMO 19. Sponsorizzazioni e Beneficenza 5 TROFEO NAZIONALE DI GOLF BCC 27. La ricetta DUE SEMPLICI DESSERT ESTIVI 28. Itinerari UNA PIACEVOLE GIORNATA AD ASOLO Direttore Editoriale Banca Santo Stefano AREA CREDITI 12. La Banca 20. Il Socio BONALDO ORLANDO SRL 29. Manifestazioni IL REDENTORE Hanno collaborato Guiliana Barbiero Francesco Beninato Luca Bellinello Veronica Maccatrozzo Claudio Marchiori Roberto Pandolfo Roberto Torre Gloria Tosetto RATING E SCORE 13. La Banca INAUGURAZIONE NUOVI LOCALI JESOLO 22. La Fondazione EVENTI DELLA FONDAZIONE 23. La Fondazione 30. Appuntamenti Progetto Grafico Collettivo Sumo 14. La Banca GIOVANNI BRUNELLO ESTATE IN CORTE Stampa Svet s.r.l.

3 BANCA SANTO STEFANO L EDITORIALE ASSEMBLEA UN MOMENTO DI CONFRONTO di Onorato Zanata Presidente di Banca Santo Stefano Il 20 maggio scorso si è svolta l assemblea della nostra Banca. Un momento sempre importante di informazione, di confronto e di condivisione. Quest anno, però, l evento è stato ancora più sentito da parte dei soci per la particolare situazione economica in cui ci troviamo e perché si trattava di un assemblea di fine mandato, col resoconto dell attività svolta e con il rinnovo delle cariche sociali. Del rinnovo e del ruolo del Consiglio di Amministrazione parleremo in una prossima occasione. In questa sede mi preme piuttosto mettere in evidenza qualche altro aspetto dell incontro. Innanzitutto la qualità dell assemblea: molto partecipata sia come numero di soci, sia come attenzione e qualità degli interventi, sempre interessanti e costruttivi. Non è un fatto scontato, è una tradizione di cui la nostra Banca può andare fiera. In secondo luogo, la consistenza di Banca Santo Stefano che i nostri soci hanno potuto valutare, e per meglio descriverla userò qualche dato. Il principale indice di efficienza delle banche è il cosiddetto Cost-income ratio cioè il rapporto fra i costi operativi ed il margine di intermediazione. Nell ultimo anno nella nostra Banca è diminuito di oltre 7 punti, una delle migliori prestazioni nel Veneto. Abbiamo poi realizzato un utile molto significativo nonostante più di 7 milioni di euro di accantonamenti al fondo rischi. Raccolta ed impieghi in crescita, in controtendenza rispetto alla media delle altre banche. E questo in un anno di profonda crisi. Ma i dati di cui andare più fieri sono forse altri. Innanzitutto non è stata interrotta l attività sociale della Banca, anzi. La mutualità verso i soci - in particolare - ha trovato nuove forme di espressione molto apprezzate. Da considerare inoltre il sostegno all economia locale. In un periodo di generale ridimensionato del credito, Banca Santo Stefano ha riaffermato la sua diversità: impieghi in crescita del 6,6% (contro una media regionale in calo del 2,2%). Quasi nuovi finanziamenti erogati nel 2011 ripartiti quasi equamente fra famiglie e piccole e medie imprese. Questo è quanto abbiamo presentato in assemblea: sappiamo che i tempi saranno ancora difficili, che per questo motivo molte imprese (e molte famiglie) hanno timore di investire, di chiedere credito. Ma i nostri soci e i nostri clienti sanno che la Banca è al loro fianco e che possono continuare a contare su di essa. E sappiamo che è una fiducia reciproca. 03

4 ATTUALITÀ NOTIZIE e CURIOSITÀ SPESE E CONSUMI: Cambiano le priorità delle famiglie Un inchiesta del Sole 24 Ore delinea un quadro tutt altro che roseo sulla situazione economica degli italiani. La crisi in atto sta obbligando molte famiglie a rivedere le proprie priorità in fatto di spese e consumi. Alle prese con tasse, mutui e altre spese inderogabili, le famiglie stanno imparando a rinunciare al superfluo. Sono sempre più coloro, infatti, che si ritrovano ad affrontare un debito cui non possono far fronte. La difficoltà si evidenzia soprattutto nel settore casa, dove gli acquisti crollano (-48% su base annua a febbraio) e l offerta mutui diventa sempre più scarna e selettiva. Di contro bisogna segnalare un aumento del 18% dei pignoramenti immobiliari, saliti nel 2011 a quota 44mila. Per capire come la crisi cambia le abitudini basta osservare per esempio il carrello della spesa. Nei primi mesi del 2012 le famiglie italiane hanno cercato di eliminare tutte le spese non strettamente necessarie. Si spende meno in prodotti per la casa, animali domestici, cura della persona, bevande e surgelati. Cambiano le abitudini anche per i trasporti. Gli italiani stanno imparando a fare a meno dell automobile, anche in virtù dei continui aumenti del prezzo della benzina e dei costi di manutenzione e assicurazione. Crolla inoltre la spesa per il tempo libero. Si viaggia sempre meno e per meno tempo. Chi può permettersi di fuggire dalla città lo fa spesso nel weekend e pernottando poche notti: i viaggi sono scesi del 16,5% nel 2011 rispetto al 2010, mentre i pernottamenti diminuiscono del 15%. MUTUI: Scende l importo medio delle richieste L attuale momento di crisi e di incertezza economica spinge i consumatori italiani ad essere sempre più prudenti nell indebitarsi per l acquisto della propria abitazione. Da un recente sondaggio emerge come l importo medio richiesto a mutuo sia sceso dai del 2010 agli attuali euro. A ciò si deve aggiungere l aumento dell età media dei richiedenti, conseguenza anche essa dell attuale periodo economico che non consente ai giovani di entrare nel mercato del lavoro con la sicurezza di introiti certi nel lungo periodo. L importo medio del mutuo richiesto non è l unico dato a diminuire, infatti, è sceso anche l LTV Loan To Value (ovvero la parte del costo dell immobile che si intende finanziare con il mutuo) che fino ad un paio di anni fa si attestava mediamente al 75%, con punte anche al 100%, mentre ora è del 63%, conseguenza anche della diminuita propensione al rischio da parte delle banche. Stabile invece la durata media dei finanziamenti che si attesta sui 25 anni. Da ultimo occorre notare come la richiesta di mutui a tasso variabile e a tasso fisso viaggino più o meno di pari passo. 30 ANNI E PIÙ: Ancora a casa di mamma e papà Il motivo principale per il quale i giovani trentenni non decidono di vivere da soli o di crearsi una famiglia è da ricondursi alla difficoltà di trovare un lavoro e di conseguenza di poter mantenere una casa. Trovare un occupazione per i giovani è sempre più difficile. Secondo un recente sondaggio emerge che il 47,7% degli italiani di sesso maschile di età compresa tra i 25 e i 34 anni vive ancora con i genitori. La situazione migliora solo di poco per le donne. 32,7% è infatti la percentuale di coloro che non hanno ancora lasciato la casa dei genitori. Rispetto agli altri paesi dell area euro l Italia è al quinto posto nella graduatoria degli uomini e al sesto posto in quella delle donne. In Francia, ad esempio, la percentuale di giovani tra i 25 e i 34 anni che vive ancora a casa dei genitori è pari al 13% per gli uomini e l 8% per le donne. 04

5 20 MAGGIO 2012 UNA GIORNATA DA VIVERE INSIEME

6 BANCA SANTO STEFANO ASSEMBLEA ORDINARIA DEI SOCI Domenica 20 maggio 2012 si è svolta presso il Centro congressi BHR Treviso Hotel di Quinto di Treviso l Assemblea ordinaria dei soci convocata per approvare il bilancio d esercizio 2011 e rinnovare le cariche sociali. Un evento molto significativo per Banca Santo Stefano, sia per la numerosa presenza di soci (circa 600), sia per il dibattito suscitato dall attualità degli argomenti all ordine del giorno. Nonostante una congiuntura economica negativa, la nostra Banca ha archiviato l esercizio 2011 con un utile netto d esercizio di 1 milione 730 mila euro, un risultato ritenuto molto positivo in ragione del momento particolarmente complesso che l economia locale sta vivendo. Un economia, quella del territorio, che Banca Santo Stefano continua a sostenere anche in un periodo di generale ridimensionamento del credito. Lo confermano i dati relativi alla raccolta complessiva e agli impieghi a clientela, cresciuti rispettivamente del 6% e 7% rispetto al 2010, da cui ne è derivato un ragguardevole incremento del margine di intermediazione (+ 15% ca.) ed una salutare contrazione dei costi operativi ( - 2% ca.) rispetto ai dati registrati nel precedente esercizio. Nel corso del 2011 sono inoltre stati concessi quasi nuovi affidamenti per un ammontare complessivo pari a poco più di 113 milioni di euro, dei quali oltre 60 destinati alle famiglie e circa 53 alle imprese locali. Oltre a sostenere attivamente il proprio territorio la Banca continua a svolgere egregiamente la propria missione sociale: come lo scorso anno, infatti, anche per il 2011, una parte dell utile d esercizio è stata specificamente destinata a scopi di beneficenza e mutualità. Per quanto riguarda il rinnovo delle cariche sociali, il risultato delle urne ha sancito una modifica all amministrazione eletta nel Questo l elenco dei componenti degli Organi sociali neo nominati. per il Consiglio di Amministrazione: Coghetto Federica, Lazzaro Emanuele, Michieletto Marco, Pattarello Guerrino, Pavanello Loris, Vian Denis, Vian Maurizio, Zanata Onorato e Zoia Carlo; per il Collegio sindacale: Bonzio Alessandro (Presidente), Giubilato Nicola e Michieletto Renato (sindaci effettivi); Parolin Paolo e Testoni Andrea (sindaci supplenti); per il Collegio dei probiviri: Feroli Stefano e Franzato Silvia (componenti effettivi); Bologna Andrea e Viero Roberta (componenti supplenti). ONORATO ZANATA Presidente FEDERICA COGHETTO GUERRINO PATTARELLO MAURIZIO VIAN CARLO ZOIA MARCO MICHIELETTO Vicepresidente EMANUELE LAZZARO LORIS PAVANELLO DENIS VIAN CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2012/

7

8 BANCA SANTO STEFANO CI PRESENTIAMO AREA CREDITI DIRETTORE ROBERTO TORRE UFFICIO ANALISI CREDITI Analisi pratiche di fido SEGRETERIA CREDITI Erogazione e perfezionamento linee credito UFFICIO VIGILANZA Controllo gestione pratiche problematiche RENATA MILAN Responsabile ROBERTA BUSATO MARIELLA FARDIN LUCA ZUIN VITTORIO MORBIATO Responsabile VALTER CRIVELLARo Viceresponsabile DANIELE BRAZZALOTTO MICHELA PISTOLATO LORETTA CAMPAGNARO ALESSANDRO SEVERIN Responsabile PIETRO ANDRINI PAOLO MARANGONI ANAGRAFE GENERALE Supervisione, impianto anagrafico generale UFFICIO LEGALE Gestione contenzioso ALESSANDRO VIDOTTO MARCO DE ROSSI 08

9 Continua il nostro viaggio fra gli uffici di Banca Santo Stefano. In questo numero scopriremo cosa fa e da chi è composta l Area Crediti. Il direttore crediti è il vicedirettore generale della Banca Roberto Torre. L area si compone di un ufficio analisi crediti, una segreteria crediti e un ufficio vigilanza. L ufficio analisi crediti analizza le proposte di fido formulate dalla clientela alla nostra banca. Le pratiche vengono sottoposte al deliberante munite di un parere di merito sulla fattibilità o meno alla concessione del credito. Una volta deliberata, la pratica passa alla segreteria crediti che ne cura il perfezionamento e l erogazione. L ufficio vigilanza gestisce invece tutte quelle posizioni problematiche in capo a controparti in difficoltà, anche temporanea. Le posizioni problematiche sono quelle che vengono prese in considerazione quando iniziano a dare segnali di deterioramento: in collaborazione con il gestore si provvede a cercare i correttivi per poter riportare in bonis la posizione e riallocarla al gestore che continua nell operatività normale oppure se non ci sono possibilità di sviluppi positivi si cerca di concordare con il cliente un piano di rientro.

10

11 BANCA SANTO STEFANO É FONDAMENTALE PENSARE ED AGIRE ANCHE CON IL CUORE INTERVISTA AL VICEDIRETTORE GENERALE ROBERTO TORRE Le Pmi continuano a soffrire la difficoltà di ottenere finanziamenti. Vicedirettore Torre, secondo lei come sta cambiando il rapporto tra Banca e Impresa? In questo particolare momento storico sono cambiate le imprese e i loro bilanci, di conseguenza, le difficoltà nell accesso al credito sono sicuramente maggiori rispetto a qualche anno fa. Anche le aziende sane stanno vivendo oggi una crisi attendista poiché nessuno purtroppo sa, se e quando finirà, questo periodo buio che stiamo attraversando. Pertanto, anche chi vuol fare degli investimenti non sa come e in quale direzione andare. Sulla base della mia esperienza non ritengo corretto dire che le aziende non riescono ad ottenere credito, piuttosto non chiedono più credito e, se lo fanno, lo richiedono soltanto per ristrutturare situazioni difficili preesistenti. E per quanto riguarda i privati? A cascata si aggancia anche il mondo dei privati perché, soprattutto nel Nordest stiamo vivendo un momento che mai si era verificato. Fino a qualche tempo fa chi perdeva il lavoro riusciva a riciclarsi in un tempo strettissimo, oggi purtroppo non è più così. Tutti abbiamo dei conoscenti disoccupati, abbiamo in famiglia qualcuno che è in cassa integrazione, abbiamo dei giovani senza lavoro di conseguenza anche chi ha una posizione sicura comincia a temere di perderla. E questa situazione non incoraggia nemmeno i privati ad indebitarsi, per esempio, sull aquisto della prima casa. Tutte queste situazioni hanno sicuramente un interfaccia con chi fa il nostro lavoro, e chi come me lo fa da anni, può dire di non essersi mai trovato in un momento così difficile. Pensa ci possa essere un modo per fronteggiare questo difficile momento? A mio avviso è necessario che le banche modifichino il loro modo di vedere clienti e bilanci. Nel concedere crediti sia alle imprese che ai privati, oggi è fondamentale pensare ed agire anche con il cuore. Certe volte è necessario avere un pizzico di coraggio e di umanità in più per erogare credito, perché se si continua a lavorare con i parametri di una volta, non dovremmo più finanziare nessuno. E Banca Santo Stefano come si comporta nei confronti delle imprese e dei privati? La nostra banca non ha certo chiuso i rubinetti nell accordare credito. Nonostante la situazione generale chi ha voluto investire ha trovato in Banca Santo Stefano un valido partner. Abbiamo infatti concesso, come nuovi affidamenti, oltre 110 milioni di euro equamente distribuiti tra privati e aziende. Per sostenere le esigenze di famiglie e imprese del territorio, la nostra banca ha inoltre sviluppato diverse iniziative finalizzate alla concessione di finanziamenti agevolati ed ha aderito all accordo Abi per la sospensione dei debiti verso il sistema creditizio (Piano Famiglie). In particolare la Banca mette a disposizione di famiglie e privati un plafond di 10 milioni di euro destinati all acquisto o alla ristrutturazione della prima casa a condizioni vantaggiose. In che modo la vostra Banca sostiene privati ed imprese? Da qualche anno abbiamo istituito l ufficio vigilanza crediti, un ufficio di pronto intervento composto da personale esperto nell ambito dei crediti, dedicato alle aziende o ai privati che danno i primi segnali di irregolarità. Questo non significa penalizzare le aziende, ma seguirle con un occhio particolare, dal gestore di filiale al gestore che abbiamo in sede. Il successo di questo ufficio è portare in bonis un cliente che era in difficoltà. Questa è una vittoria per la Banca ma anche un servizio che diamo. Molto spesso, infatti, ci troviamo di fronte ad aziende piccole che non dispongono di adeguati piani industriali o non sono adeguatamente consigliate. Pertanto il fatto di avere un consulente aggiunto in banca è una grande agevolazione. Un valore aggiunto che offriamo. Si dice che le Banche oggi sono in crisi di liquidità. E vero? Sulla liquidità ci sono stati sicuramente dei gravi problemi che hanno riguardato tutto il sistema bancario e che hanno avuto come apice la fine dell anno scorso. Su questo gli istituti di credito hanno avuto un aiuto dalla Bce. La nostra banca si era poi organizzata perfezionando nell anno delle operazioni di autocartolarizzazione. Come dicevo prima, mancano le richieste da parte delle aziende e dei privati stante l incertezza nel futuro, con il timore di non riuscire a far fronte agli impegni assunti. L incertezza dunque come dato comune denominatore delle richieste di credito in Banca... Sicuramente gestire il credito in questo momento significa accompagnare l incertezza. C è un grande attendismo e la nostra sfida è cercare di leggere il futuro assieme ai nostri clienti. (F.Z.) 11

12 BANCA SANTO STEFANO SI SENTE SPESSO PARLARE DI RATING E SCORE. QUAL È IL LORO SIGNIFICATO? ESISTE QUALCHE ANALOGIA TRA QUESTI DUE TERMINI? di Roberto Torre ASSIEME A SPREAD ANCHE RA- TING E SCORE FANNO PARTE ORAMAI DEL LINGUAGGIO COMU- NE, MA ANCHE SE LE DENOMINA- ZIONI RISULTANO PIÙ PRONUN- CIABILI, RESTANO SOVENTE DEI SOSTANTIVI DAI RISVOLTI MISTE- RIOSI, TRA LORO CONFUSI, E RITE- NUTI DEI SINONIMI. Anche cercando un aiuto nei testi specializzati non si trova adeguata soddisfazione. Wikipedia per esempio introduce così l argomento Rating Il rating, anche valutazione, è un metodo utilizzato per classificare sia i titoli obbligazionari, che le imprese (vedi anche modelli di rating IRB secondo Basilea 2) in base al loro rischio. In questo caso, essi si definiscono rating di merito creditizio da non confondersi ai rating etici che invece misurano la qualità della governance, della CSR, o in generale della sostenibilità sociale ed ambientale di un emittente. Utilizzando concetti più elementari possiamo definire il Rating come la valutazione di una controparte sulla sua capacità di pagare o meno i propri debiti. Questa valutazione può essere effettuata da società specializzate su imprese, comprese le banche ma anche sul debito della Nazioni. Oltre a valutare le risultanze dei bilanci correnti e previsionali e la capacità di produrre reddito, vengono nel contempo soppesati il management, la loro capacità di gestione, i progetti e la capacità aziendale di perseguirli. Lo Score in uso presso il Sistema bancario, compresa la nostra Banca, è usualmente un sistema esperto predittivo che, su base statistica, valuta la rischiosità dell affidato in un arco temporale che di norma traguarda i dodici mesi a venire. Questo score viene determinato facendo elaborare da un sistema esperto il comportamento dei clienti attraverso il loro utilizzo delle varie tipologie di affidamento concesso in un arco temporale normalmente di tre-sei mesi. Per esemplificare prendiamo un privato che ha contratto un mutuo casa e che da sempre paga puntualmente le rate alla loro scadenza, ma anche l addebito degli utilizzi della sua Carta di credito: questi ha quindi una elevata probabilità di essere regolare anche nei prossimi mesi; se poi il saldo del conto corrente risultasse sovente con disponibilità, il cliente potrebbe essere valutato positivamente qualora ci rivolgesse la richiesta di una ulteriore condivisibile facilitazione. Ne consegue quindi che tra Rating e Score vi è solo una modesta analogia, ma non sono certo del tutto equiparabili, sbaglia pertanto quell imprenditore che chiede alla propria Banca, come spesso accade, che Score gli sia stato assegnato, indicandolo poi ai terzi alla stessa stregua di un Rating. Vale anche la pena di annotare che lo score assegnato da una Banca vale solo al proprio interno e non su tutto il Sistema bancario; rivediamo ora il titolare del mutuo casa sopra citato; se la stessa persona avesse anche un piccolo rapporto di conto corrente presso un altro Istituto dall andamento non del tutto regolare, magari perché paga le bollette in ritardo, gli verrebbe assegnato un secondo punteggio, e questi ovviamente sarebbe non del tutto gratificante. E a questo punto facilmente desumibile che lo score funge da base anche per stabilire il prezzo della concessione: migliore è il cliente e migliore sarà il costo (tasso e spese) dell operazione. 12

13 BANCA SANTO STEFANO BANCA SANTO STEFANO INAUGURA I NUOVI LOCALI DI JESOLO LA NOSTRA BANCA È PRESENTE A JESOLO DAL 2007 CON UNA FI- LIALE IN VIA AQUILEIA 41 E, DAL 2011, ANCHE CON UNO SPORTEL- LO BANCOMAT IN VIA GIUSEPPE VERDI 71, A POCHI PASSI DA PIAZ- ZA NEMBER. Il 30 aprile 2012 si è svolta l inaugurazione dei nuovi locali di via Aquileia. La nuova struttura è più confortevole, maggiormente adeguata alla gestione del rapporto bancario, ma soprattutto in grado di creare nuove opportunità e nuovo valore per la comunità. Numerosi i clienti, i dipendenti e i soci che hanno partecipato alla festa del rinnovo locali. E stato un ingresso quasi in punta di piedi ha affermato il Presidente Onorato Zanata - poiché questa è indubbiamente una piazza atipica, particolare, sulla quale avevamo poca esperienza. Tuttavia abbiamo trovato fin dall inizio una risposta convinta da parte della clientela, delle famiglie e del mondo produttivo che hanno dimostrato da subito di gradire il nostro modo di operare e di rapportarci col cliente. In questo contesto particolare diventa importante la proposta di Banca Santo Stefano che si può così sintetizzare: una banca diversa per una città diversa. Con l inaugurazione di questa struttura la nostra banca intende proseguire nella politica dello sviluppo verticale, della promozione del territorio, dei soci e delle comunità in cui è insediata. L obiettivo è quello di continuare a promuovere un localismo attivo non solo geografico rendendo questa Banca un autentica fabbrica di fiducia che valorizzi appieno tutte le potenzialità, anche quelle ancora inespresse. In questo consiste la diversità dalle altre banche, perché diversa è la nostra cultura d impresa. 13

14 BANCA SANTO STEFANO GIOVANNI BRUNELLO 9 ANNI DI AMMINISTRAZIONE NEL COMUNE DI MARTELLAGO Sig. Brunello, un sindaco e la sua amministrazione cosa possono fare di concreto per fronteggiare questa crisi economica? Con rammarico devo rispondere che purtroppo, possiamo fare molto poco. Fosse nelle mie possibilità mi piacerebbe aiutare i giovani senza lavoro. Nella nostra amministrazione comunale, per esempio, trovano occupazione 79 lavoratori e ne occorrerebbero altri. Ma abbiamo dei vincoli in quanto possiamo assumere una persona ogni cinque che lasciano il lavoro; inoltre l età media del personale è piuttosto bassa L aiuto invece che possiamo dare alle imprese consiste nel velocizzare l iter burocratico. E il caso della società Kelemata che opera a Martellago nel campo della cosmesi e della profumeria che aveva deciso di ampliare il proprio stabilimento. Questo avrebbe comportato l assunzione di almeno 4/5 persone ma, a causa del difficile momento economico, la ditta ha rinviato l inizio dei lavori. Infine, per venire incontro alle esigenze delle famiglie abbiamo cercato di contenere l IMU sulla prima casa. Inizialmente avevamo applicato la tassazione al 4 per mille, mentre sugli altri immobili l 1 per mille. Ad aprile abbiamo subito un ulteriore taglio sulle entrate di euro tale da indurci, se vogliamo mantenere i servizi alle persone, al sociale ed alle scuole, di portare al 5 per mille la tassazione sulla prima casa. Quali sono le maggiori difficoltà che si incontrano nell amministrare oggi il comune di Martellago? Amministrare un comune oggi è molto diverso rispetto a qualche anno fa. Ciò è dovuto alla necessità di rispettare le regole di politica di bilancio. La nostra amministrazione, fortunatamente, non ha mai avuto problemi di liquidità, semmai quella di non poterla utilizzare. In questi anni abbiamo messo a norma le scuole, costruito una piscina, una biblioteca, i centri civici. Ora i cittadini ci chiedono di sistemare i marciapiedi dissestati negli anni dalle radici delle piante, ma non possiamo accontentarli pur disponendo dei fondi necessari. Perché ci sono i soldi e non potete spenderli? Il motivo risiede nel patto di stabilità che ci impone la salvaguardia della solidità della finanza pubblica. Più semplicemente, nel corso di un anno ci viene posto un limite agli investimenti in quanto deve sussistere un equilibrio tra le entrate e le uscite. Faccio un esempio: dobbiamo ampliare la scuola materna e i lavori dovrebbero partire a breve. Per velocizzare i tempi utilizzeremo addirittura un prefabbricato. Ma abbiamo dovuto concordare con l impresa il pagamento a gennaio 2013 Lei comprende che, se rinvio i pagamenti di tutti i lavori eseguiti nel corso di quest anno a gennaio, il prossimo anno non sarò in grado di far eseguire che pochi indispensabili lavori. Ed è questo il dramma. Quali caratteristiche deve avere un bravo sindaco? Deve avere innanzitutto passione per quello che fa, ma soprattutto il sostegno della famiglia. E un incarico che ti tiene lontano da casa e la comprensione dei tuoi cari è fondamentale per permetterti di lavorare con impegno e serietà. Non sono né laureato né un grande oratore ma mi riconosco un pregio: la capacità di fare squadra. Sono una persona comune e proprio per questo ritengo che la gente si identifichi in me è mi voglia bene. Sono ormai nove anni che amministra il comune di Martellago e nel 2013 concluderà il suo mandato. Che ricordo conserverà di questa esperienza? Sono stati anni intensi ma belli e devo dire di avere avuto molte soddisfazioni. Quando vado a fare una passeggiata al parco laghetti sono orgoglioso di ciò che è stato fatto assieme al Senatore Stradiotto. Un idea che, a dir la verità, era nata ancora con Bruno Berto e Giuseppe Tronchin e che poi noi abbiamo concretizzato. Come dicevo prima abbiamo realizzato la piscina, la biblioteca, i centri civici e il nostro oratorio SS. Salvatore che siamo riusciti a ristrutturare grazie alla sensibilità della banca e soprattutto del suo Presidente Onorato Zanata che ringrazio ancora. Non da ultimo, quando sarà aperta la bretella, si dimezzerà il traffico su via Roma, in special modo quello pesante, migliorando notevolente le condizioni ambientali. Queste ritengo siano le soddisfazioni più grandi che un sindaco possa avere. A tal proposito mi piacerebbe raccogliere in un volume tutti i lavori realizzati durante la mia amministrazione; un bel ricordo di questi anni ma soprattutto un modo per ringraziare i cittadini della fiducia che mi hanno accordato. Un ultima domanda, cosa pensa dell attuale Governo e soprattutto come vede il futuro? Ritengo che il Premier Monti stia cercando di fare il possibile per salvare il Paese ma ha ereditato una situazione alquanto critica. Sinceramente penso sia difficile in questo momento fare previsioni su come sarà il futuro del nostro Paese. 14

15

16 BANCA SANTO STEFANO CONDIZIONI FAVOREVOLI PER CHI ACCENDE UN MUTUO. BANCA SANTO STEFANO IN AIUTO ALLE FAMIGLIE ED AI GIOVANI ACQUISTARE CASA APPARE ORMAI DA QUALCHE ANNO UNA VERA E PROPRIA IMPRESA TANTO CHE, SONO IN MOLTI, DI FRONTE A MU- TUI DAI TASSI E DAGLI SPREAD DA CAPOGIRO, AD AVER ABBAN- DONATO L IDEA DI COMPRARNE UNA. DAVANTI AD UN ASPETTATIVA SEMPRE PIÙ INCERTA RISPETTO ALLA SITUAZIONE FINANZIARIA, LA MAGGIOR PARTE DELLE FAMIGLIE CERCA INFATTI DI EVITARE OGNI SITUAZIONE DI INDEBITAMENTO CHE LI ESPONGA A RATE TROPPO ELEVATE. Se in questi giorni, i tassi Euribor sembrano essere calati, gli spread applicati dagli istituti di credito sono ancora molto elevati e tendono a vanificare l effetto positivo del ribasso degli indici di riferimento. Banca Santo Stefano vuole venire incontro alle esigenze di chi si appresta ad accendere un mutuo per l acquisto, la ristrutturazione e la costruzione della prima casa soprattutto famiglie e giovani - e propone condizioni estremamente favorevoli: fi nanziamenti fino all 80% del valore dell immobile e tassi decisamente contenuti rispetto al mercato. Banca Santo Stefano, oltre a favorire l accesso al credito per le nuove richieste di finanziamento, in considerazione dell attuale congiuntura economica che ha prodotto un impatto diretto sulle famiglie italiane, ha aderito all accordo tra ABI e Associazione dei consumatori per la sospensione delle rate del mutuo nell ambito del più ampio programma di intervento a sostegno del mercato del credito retail denominato PIANO FAMI- GLIE. L accordo, che rappresenta una misura straordinaria di sostegno alle famiglie in difficoltà, prevede la sospensione del rimborso delle rate di mutuo verso soggetti che, per motivi contingenti, si trovano in difficoltà. Banca Santo Stefano vuole confermare in questo modo la propria vicinanza con le persone e il sostegno dell economia locale. Una banca che vuole essere differente e attenta alle esigenze dei propri soci e clienti. (C.M.) 16

17 BANCA SANTO STEFANO SEI UN CLIENTE BCC? TI SERVE UN PRESTITO PERSONALE? C È BCC CREDITO CONSUMO Cosa si intende per credito al consumo? Quali sono i requisiti che devo avere per ottenere un prestito finalizzato? Entro quanto tempo dovrò restituire il mio debito? A queste domande risponde Luca Bellinello sviluppatore Bcc Credito Consumo Veneto 1 BCC CreditoConsumo SpA è una società costituita ad ottobre 2010 ed operativa da marzo 2011, risultato della partnership tra Iccrea Holding (capogruppo del Gruppo Bancario Iccrea) e Agos Ducato S.p.a (Gruppo Credit Agricole). Recentemente è entrata a far parte della società anche la Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige. Il capitale sociale di BCC CreditoConsumo risulta così essere attualmente composto da Iccrea Holding SpA 56%, Agos Ducato SpA 40% e Cassa Centrale Raiffeisen dell Alto Adige 4%. L obiettivo di BCC CreditoConsumo è quello di fornire prodotti e servizi dedicati esclusivamente alla clientela retail delle Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali Italiane. I prodotti veicolati da BCC CreditoConsumo attraverso il brand Crediper spaziano dai prestiti personali ai Conti FRI, piccoli prestiti ricaribili, fino ai prestiti contro Cessione del Quinto dello Stipendio.. Dott. Bellinello, oggi si parla molto di credito al consumo. Di cosa stiamo parlando? Con il termine credito al consumo si identifica un segmento di mercato, riferito esclusivamente alla clientela retail il Consumatore appunto molto variegato: si spazia dai prestiti finalizzati all acquisto di un determinato bene o servizio per arrivare ai prestiti personali tout court, passando per le carte di credito revolving e la cessione del quinto dello stipendio. All interno di questo mercato, BCC CreditoConsumo si propone di mettere a disposizione della clientela delle BCC di tutta Italia strumenti all avanguardia da un punto di vista tecnico ma allo stesso tempo aderenti allo spirito del Credito Cooperativo, fatto di persone e territorialità, oltre che di numeri. I prodotti che BCC CreditoConsumo distribuisce nelle BCC sono oggi i prestiti personali, concessi a persone fisiche per l acquisto di beni e di servizi e tesi a soddisfare le esigenze di natura personale come l acquisto di un automobile, di una cucina, di un elettrodomestico, di un computer oppure, per esempio, per la ristrutturazione della casa. Altro esempio molto attuale e vicino alle esigenze delle persone, soprattutto in questo momento, è il Prestito Personale di Consolidamento, concesso allo scopo di ristrutturare le regolari posizioni debitorie in essere delle persone fisiche clienti della Banca di Credito Cooperativo. Ma BCC CreditoConsumo distribuisce attraverso la BCC anche Conti FRI, piccoli prestiti rotativi limitati per importi e durate (small ticket) da 500 ad 5.000; o ancora prestiti contro Cessione del Quinto dello Stipendio. Non costituiscono invece credito al consumo i prestiti concessi per esigenze di carattere professionale come per esempio l acquisto di un autovettura da utilizzare per il trasporto dei dipendenti della propria impresa, oppure gli anticipi fatture o ancora l acquisto di beni strumentali in genere. Anche i mutui ipotecari per l acquisto di immobili non rientrano nel credito al consumo in quanto si tratta di un investimento a lungo termine e il debito risulta coperto dal valore dell immobile stesso. Fino a che importo si può chiedere? Il prestito richiesto con BCC CreditoConsumo può variare da un minimo di 500 euro ad un massimo di 50 mila euro. Nel mercato attuale è molto difficile trovare soluzioni di finanziamento così flessibili. Quali garanzie sono necessarie per ottenere un prestito personale? BCC CreditoConsumo non richiede alcun tipo di garanzia reale (ipoteca, pegno, etc..) a supporto delle richieste di prestito personale, è necessario avere un reddito dimostrabile ed un profilo creditizio in grado di supportare la richiesta inoltrata. La concessione del prestito è comunque sempre subordinata all accettazione da parte di BCC CreditoConsumo. Perché un consumatore dovrebbe rivolgersi proprio alla vostra società? Perché il credito al consumo lo fanno in tanti ma pochi sono in grado di farlo in maniera professionale. BCC Credito- Consumo e le BCC hanno nel loro DNA la territorialità, sostenibilità e vicinanza ai propri clienti. E in quest ottica di consulenza e flessibilità che cerchiamo di muoverci, per rispondere alle esigenze dei correntisti delle BCC in modo veloce e professionale. Il rapporto con la BCC consente inoltre al cliente di avere un punto di riferimento continuo e costante. Chi sono i clienti che solitamente si rivolgono a voi? Erroneamente si crede a volte che a richiedere prestiti personali siano le persone con poca disponibilità economica. In realtà ad appoggiarsi alla nostra società sono spesso soggetti che desiderano pianificare al meglio il loro bilancio familiare. In particolare il cliente target di BCC CreditoConsumo è la famiglia, comunque la persona fisica, correntista della Banca di Credito Cooperativo. Quali sono le finalità più richieste? Sicuramente ai i primi posti c è la ristrutturazione della casa, l acquisto dell automobile nuova o usata, l arredamento ma anche la semplice liquidità. In deciso aumento rispetto al passato sono le richieste di Prestiti Personali mirate a consolidare e razionalizzare regolari esposizioni debitorie in essere. In netto calo rispetto a qualche anno fa sono invece i viaggi e le spese per il tempo libero, a conferma questo del difficile momento economico che stiamo attraversando. 17

18 BANCA SANTO STEFANO NOTIZIE IN BREVE IL CREDITO COOPERATIVO A FAVORE DEI TERREMOTATI DELL EMILIA ROMAGNA Il Credito Cooperativo italiano ha attivato un programma di raccolta fondi denominato Emergenza terremoto in Emilia, con l obiettivo di sostenere la fase di emergenza e la ripresa delle attività economiche e produttive a seguito del sisma che ha colpito nel mese di maggio vaste zone dell Emilia Romagna. E stato attivato un conto corrente presso Iccrea Banca - intestato a Federcasse - con la causale Emergenza terremoto in Emilia IBAN IT05 R E possibile per tutti effettuare una donazione senza alcuna commissione. DIBATTITO SUL PATTO DI STABILITA Banca Santo Stefano e Fondazione Gianni Pellicani organizzano per venerdì 6 luglio alle ore presso la Corte di Banca Santo Stefano, un importante dibattito sul Patto di Stabilità. Interverranno: Giovanni Brunello, sindaco di Martellago Giuseppe Bortolussi, segretario Cgia di Mestre e consigliere regionale Gilberto Muraro, prof. ordinario Scienza della Finanza - Università Padova Franca Porto, segretaria regionale della Cisl Sandro Simionato, Vicesindaco e Assessore al Bilancio del Comune di Venezia E RIPRESO IL RECAPITO EPACA PRESSO LA SEDE DELLA NOSTRA BANCA Tutti i giovedì dalle 8.30 alle Fornire gratuitamente a tutti i cittadini di Martellago e zone limitrofe, assistenza nella tutela per il conseguimento di benefici previdenziali, sociali, assistenziali, in sede amministrativa e di contenzioso. E questo l obiettivo della collaborazione avviata già da qualche anno tra Banca Santo Stefano e Coldiretti Venezia. Grazie alla presenza di un esperto in materia previdenziale assistenziale, Epaca (Ente di Patrocinio e Assistenza per i Cittadini e l Agricoltura) è in grado di rispondere a qualsiasi domanda sulle pensioni (anzianità, vecchiaia, reversibilità, invalidità assegno sociale ecc.), infortunio, invalidità civile. Può inoltre dare informazioni, consulenze e servizi su diritto di famiglia, successioni, mercato del lavoro, assistenza sanitaria, prestazioni legate al reddito (RED ISE), anche facilitando l accesso ai dati ed ai servizi della Pubblica Amministrazione. Chi volesse usufruire di questi servizi lo può fare recandosi presso lo sportello dinamico situato presso la Corte di Banca Santo Stefano aperto tutti i giovedì dalle 8.30 alle DECIMO TORNEO NAZIONALE DI CALCIO A 5 DEL CREDITO COOPERATIVO Rimini 1-3 giugno 2012 Si è svolta da venerdì 1 a domenica 3 giugno la decima edizione del torneo nazionale di calcio A 5 del Credito cooperativo riservato a tutti i dipendenti ed amministratori di BCC e società del Credito Cooperativo. La nostra banca partecipa al torneo dal 2005 ed ha sempre ottenuto ottimi risultati. 18

19 BANCA SANTO STEFANO 5 TROFEO NAZIONALE DI GOLF DEL CREDITO COOPERATIVO Banca Santo Stefano in collaborazione con la BCC del Polesine organizza il 5 Trofeo Nazionale del Credito Cooperativo. Il Torneo è riservato ai soci della nostra Banca, alla BCC del Polesine, ai dipendenti, ex-dipendenti ed amministratori delle altre banche di credito cooperativo, delle Federazioni Locali, di ICCREA Holding comprese le società del gruppo, di Cassa Centrale Banca, e di altre Società del Credito Cooperativo. Tre le tappe previste: domenica 17 giugno al CUS Golf Club di Ferrara domenica 8 luglio al Golf Club Ca della Nave di Martellago domenica 9 settembre al Golf Club di Albarella Formula di gara: 18 buche stableford 3 categorie. Categoria unica per il Credito Cooperativo. Premi per ciascuna tappa: 1^, 2^ Netto per categoria, 1^ Lordo, 1^ Lady, 1^ Senior. Premi speciali Credito Cooperativo: 1^ classificato. Premio Credito Cooperativo 2012: al giocatore della categoria Credito Cooperativo che ha ottenuto il maggior numero di punti stableford dato dalla somma delle tre tappe. Le iscrizioni per la sezione Credito Cooperativo dovranno pervenire entro il: 12/06/2012 per la tappa di Ferrara ed entro il 04/09/2011 per la tappa di Albarella presso il Servizio Marketing della BCC del Polesine tel. 0425/ /07/2012 per la tappa di Martellago presso l Ufficio Comunicazione e Immagine della Banca Santo Stefano tel. 041/ Costo iscrizione + green fee per ciascuna gara a carico dei partecipanti. Ferrara 40,00 Albarella 83,00 Martellago 75,00 19

20 BANCA SANTO STEFANO IL SOCIO BONALDO ORLANDO SRL: I MOMENTI DIFFICILI SI POSSONO SUPERARE di Federica Zanata OGNI GIORNO ALLA TV E SUI GIORNALI SENTIAMO E LEGGIAMO DI AZIENDE CHE CHIUDONO, DI IMPRENDITO- RI CHE SI TOLGONO LA VITA, DI PERSONE CHE VENGONO LICENZIATE O MESSE IN CASSA INTEGRAZIONE. LA SITUAZIONE ECONOMICA È MOLTO DIFFICILE E SEMBRA NON DARE SEGNALI DI RIPRESA. CI SONO TUTTAVIA AZIENDE CHE, QUESTA CRISI, L HANNO VISSUTA E SONO RIUSCITE A SUPERARLA RIMETTENDOSI IN GIOCO CON IMPEGNO E SERIETÀ. UN ESEMPIO È LA BONALDO ORLANDO SRL DI SANTA MARIA DI SALA (VE) CHE DAL 1989 OPERA NEL CAMPO DELLA CARPENTERIA METALLICA. Signor Bonaldo, ci può raccontare brevemente la storia della sua azienda? Era il 1989 quando decisi di aprire questa azienda come ditta individuale. Precedentemente, per quasi trent anni, avevo lavorato come dipendente nel settore della carpenteria metallica. Poi, a pochi anni dalla pensione, sebbene avessi raggiunto una buona posizione e un ottimo stipendio, decisi di mettermi in proprio. Mi licenziai e con una saldatrice e un piccolo trapano iniziai questa mia nuova attività. Non è stata un scelta un po rischiosa? E stato sicuramente un rischio perché avevo la famiglia da mantenere con due figli che ancora studiavano. Ma ho sempre avuto l idea fissa di mettermi in proprio e in quel momento sentivo che era la scelta giusta. Erano anni buoni, le richieste aumentavano dopo un mese anche mio figlio Savino ha lasciato il suo lavoro per venire ad aiutarmi. Nessuno avrebbe scommesso sulla buona riuscita di questa impresa. Eppure dai quattro dipendenti di quegli anni siamo arrivati nel giro di 8 anni a circa cinquanta fino a toccare quota sessanta nel E la famiglia? Mi ha sempre appoggiato e sostenuto in tutte le scelte che ho fatto. Tutto bene fino al 2008 Si, nel 2008 inizia la ormai nota crisi dei mutui subprime americani e a fine anno cominciammo a sentire anche noi un netto calo del lavoro, fino ad arrivare in poco tempo ad una riduzione sul fatturato del 33%. Avevamo difficoltà ad incassare i crediti. Anche i clienti storici cominciavano a non pagare. E le banche come si sono comportate nei vostri confronti? Abbiamo trovato molte ostilità da parecchi istituti bancari. Determinante è stato per noi il sostegno e la consulenza di Banca Santo Stefano. Diversamente con tutta probabilità la nostra azienda avrebbe chiuso. Come vive l imprenditore questa difficile situazione anche nei confronti dei propri operai? Per quanto ci riguarda è stato un periodo veramente difficile, ma credo che i dipendenti non abbiano percepito fino in fondo la reale gravità della situazione. E stato un momento particolarmente difficoltoso soprattutto perché ci sono persone che lavorano qui da moltissimi anni e ci sentiamo tutti una grande famiglia. Quali sono i vostri punti di forza? Abbiamo costantemente innovato il prodotto e la nostra forza è stata quella di seguire i nostri clienti in progetti nuovi studiando assieme a loro le soluzioni migliori. Dare qualcosa di completo assistendo il cliente a 360 gradi è il nostro valore aggiunto ed è quello che ci è servito per riconquistare quote di mercato dopo un momento buio. A riprova di questo posso dire che, nel 2011, abbiamo il miglior fatturato da quando l azienda è nata. Avete qualche progetto particolare per il futuro? In questo particolare momento storico non è facile guardare al futuro. Certi accadimenti ti insegnano a stare sempre in guardia oggi va bene e domani non si sa. Di questi tempi non si possono più fare previsioni e progetti, bisogna vivere alla giornata. E oggi? La ditta individuale Bonaldo Orlando si è trasformata nel 2001 in Srl. Oggi ci lavora l intera famiglia: Orlando, il figlio maggiore Savino, le due figlie Barbara ed Elisa e Alessandro. Nonna Linda invece accudisce i nipotini con molta gioia. A dir la verità, il signor Orlando fa ormai il supervisore e si ritaglia giustamente qualche ora libera per dedicarsi ai suoi hobby: la serra e i cavalli da carrozza. 20

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa

L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa L ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI Lo scenario attuale e gli strumenti a disposizione per imprenditori e consulenti di impresa La situazione dell accesso al credito per le piccole e medie imprese che costituiscono

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI

GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI GUIDA ALLE SOLUZIONI FINANZIARIE PER VIVERE MEGLIO DOPO I 65 ANNI I pensionati vivono meglio e più a lungo. Sono sempre più una parte rilevante della popolazione italiana, un segmento demografico fiorente,

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015

NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 NEWSLETTER Periodico di informazione del Fondo Espero N 02/2015 IN QUESTO NUMERO l Lettera del Presidente l Il nuovo Presidente del Fondo Giuseppe Pierro, eletto dai consiglieri durante la riunione del

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE

OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE OGGETTO: PROGRAMMA DI BENEFICI A FAVORE DI CITTADINI IN SITUAZIONE DI DISAGIO LAVORATIVO MEDIANTE L ISTITUZIONE DEL PRESTITO D ONORE Introduce brevemente il Sindaco che passa la parla all Assessore di

Dettagli

Il ruolo del Credito in Sardegna

Il ruolo del Credito in Sardegna Il ruolo del Credito in Sardegna Seminario del 16 luglio 2007 Vorrei circoscrivere il perimetro del mio intervento alle problematiche che coinvolgono il target di clientela di Artigiancassa. Noi infatti

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

volontario e lo puoi fare bene».

volontario e lo puoi fare bene». «Ho imparato che puoi fare il volontario e lo puoi fare bene». Int. 8 grandi eventi e partecipazione attiva Una fotografia dei volontari a EXPO 2015 Dott.sa Antonella MORGANO Dip. di Filosofia, Pedagogia,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi

Diana Dimonte. L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo. Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi L affido: dall infanzia all adolescenza, un percorso alternativo Un aiuto per capire, crescere, ritrovarsi In occasione del Convegno sull affido Genitori di scorta si nasce o si diventa? - Strade e percorsi

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA.

Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Filopoesia per l educazione. Gemellaggi tra bambini e studenti alla LUMSA. Di tutto quello che anche quest anno abbiamo cercato di fare, dei bambini della scuola dell Infanzia che continuano a giocare

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012

Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole conferma redditività, liquidità e sostegno all economia reale anche nel primo semestre 2012 Il Gruppo Cariparma Crédit Agricole continua a generare redditività malgrado

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Convegno LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO CREDITI 2002 Finanziamenti alle Imprese: nuove politiche di prezzo e nuove strategie commerciali delle Banche Perché la disciplina sul capitale di vigilanza delle banche

Dettagli

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013]

SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] SCUOLA DELLA FEDE [4] La risposta dell uomo a Dio [5.03. 2013] 1. La risposta a Dio che ci parla; a Dio che intende vivere con noi; a Dio che ci fa una proposta di vita, è la fede. Questa sera cercheremo

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta!

Chi deve scegliere? Come aiutarli a scegliere? Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado. Scegliamo la meta! Guida per i genitori degli studenti della scuola secondaria di 1 grado Orientarsi in un mondo indeterminato vuol dire accettare il carattere paradossale della vita, fare delle scelte, consapevoli del loro

Dettagli

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010

(in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Intervento di Fabio Beltram, Direttore eletto Scuola Normale Superiore (in carica dal 1 Novembre 2010) Pisa, 18/10/2010 Signor Presidente della Repubblica mi permetta di unire la mia personale gratitudine

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o

Io?... Sono Socio!!! S n a n C a C l a o l g o e g r e o Io?... Sono Socio!!! CHI E IL SOCIO? Il Socio rappresenta per la Bcc un valore aggiunto. Essere socio della Banca di Credito Cooperativo vuol dire partecipare attivamente e in prima persona al miglioramento

Dettagli

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI

PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI comunicato stampa PER EUROFIDI ED EUROCONS UN RINNOVATO IMPEGNO PER LE IMPRESE E I LORO TERRITORI Le due società, attive in Lazio da alcuni anni, presentano il loro Rendiconto Sociale. Il documento rappresenta

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO I PRESTITI AGEVOLATI SONO DELLE FORME DI FINANZIAMENTO (

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa

Cari saluti a tutti. Carlo Salsa Ormai nel lontano 2004, l allora parroco di Trissino Don Giuseppe Nicolin mi chiese di entrare nel CDA del nuovo Ente, Fondazione Casa della Gioventù. Successivamente, i componenti dello stesso organo

Dettagli

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno.

L Energia elettrica è un bene essenziale, di cui non si può fare a meno. Intervento di Carlo De Masi, Segretario Generale FLAEI-CISL Voglio innanzitutto ringraziare gli Amici dell Associazione Ambiente e Società, ed in particolar modo il Presidente, l amico Amedeo Scornaienchi,

Dettagli

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad

II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI. Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad II SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI NAZIONALI Matteo ARPE: Desidero ringraziare il Sindaco dr. Veltroni per l invito rivoltomi ad intervenire a questo Convegno, al quale, come

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni

Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni Relazione del Presidente di ESA Giovanni Frangioni La nostra aspettativa è creare le condizioni di una autonomia del nostro territorio riguardante il ciclo dei rifiuti, attraverso una azienda di chiaro

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ

IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ IL COLLOCAMENTO MIRATO TRA OBBLIGO E OPPORTUNITÀ Convegno sull inserimento lavorativo delle persone con disabilità: iniziative, servizi, esperienze e riflessioni Esperienze aziendali tratte dal video prodotto

Dettagli

LA FORMAZIONE POST DIPLOMA,

LA FORMAZIONE POST DIPLOMA, LA FORMAZIONE POST DIPLOMA, LA FORMAZIONE PROFESSIONALE, LA FORMAZIONE INTEGRATA, LA FORMAZIONE CONTINUA DI SERGIO TREVISANATO * * Segretario Regionale Formazione Lavoro - Regione Veneto Sergio Trevisanato

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

servizi finanziari schede di prodotto

servizi finanziari schede di prodotto servizi finanziari schede di prodotto aumento di capitale sociale p. 03 socio sovventore p. 05 consolidamento indebitamento a breve termine p. 07 liquidità p. 09 sostegno agli investimenti p. 15 finanziamento

Dettagli

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO

IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO IL RUOLO DELLE FONDAZIONI NEL SOSTEGNO E NELLA PROMOZIONE DELL INNOVAZIONE SOCIALE COME FATTORE DI SVILUPPO (Relazione al Convegno: Fondazioni e Banche: i sistemi economici locali Fondazione Cassa di Risparmio

Dettagli

RISPARMIARE NON BASTA!

RISPARMIARE NON BASTA! RISPARMIARE NON BASTA! 2015-02-03 Introduzione Una piccola nota per comprendere come il problema del credit crunch, ovvero della mancanza di credito per le aziende, sia anche legato alle scelte di investimento

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti:

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti: Premessa Ethical Banking è il nome che la Bcc di Filottrano ha dato ad una nuova proposta di finanza etica locale per un utilizzo solidale del credito e del risparmio. Cos è e come funziona Ethical Banking

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita.

DALLA PARTE DEI SENIOR. Prodotti e servizi che semplificano la vita. DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. LA BANCA COME TU LA DALLA PARTE DEI SENIOR Prodotti e servizi che semplificano la vita. VUOI Per Una banca che sia il mio consulente

Dettagli

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai:

Unità 15. Muoversi nel territorio. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2. In questa unità imparerai: Unità 15 Muoversi nel territorio In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sui servizi relativi al trasporto urbano parole relative all uso dei trasporti urbani ed agli strumenti

Dettagli

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6

Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 Learning News Giugno 2012, anno VI - N. 6 A che ruolo giochiamo? Il teatro al servizio della formazione di Francesco Marino Una premessa: di che cosa parliamo quando parliamo di Parleremo di teatro (che

Dettagli

Banche di Credito Cooperativo Emilia Romagna

Banche di Credito Cooperativo Emilia Romagna Gennaio 2013 Banche di Credito Cooperativo Emilia Romagna I TRE PILASTRI DELLA PREVIDENZA E normale che la gioventù non pensi a quando andrà in pensione. Ha una vita davanti: divertimenti, amici, amori,

Dettagli

CASAPASS IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA. scopri I SERVIZI DEL MONDO. agenti in attività DESIDERI ACQUISTARE CASA

CASAPASS IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA. scopri I SERVIZI DEL MONDO. agenti in attività DESIDERI ACQUISTARE CASA ENTTOBUY CASAPASS scopri IL METODO RENT TO BUY IL METODO PIÙ MODERNO PER ACQUISTARE CASA I SERVIZI DEL MONDO agenti in attività LIARE DESIDERI ACQUISTARE CASA MA NON RIESCI AD OTTENERE IL MUTUO SU MISURA

Dettagli

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone

Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone Parrocchia San Paolo Apostolo Crotone 1 ANNO CATECHISMO 2014-2015 Alla Scoperta di Gesù SUSSIDIO SCHEDE RISCOPERTA DEL BATTESIMO 1 NOME COGNOME Le mie catechiste NOME COGNOME Telefono NOME COGNOME Telefono

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan

Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan TRIESTE 25 gennaio - 15 febbraio 2014 Dalla business idea alla sua realizzazione: il ruolo del business plan GIORGIO VALENTINUZ DEAMS «Bruno de Finetti» Università di Trieste www.deams.units.it Il business

Dettagli

PAGAMI ADESSO! COME RECUPERARE I TUOI CREDITI IN MODO FACILE E SENZA CONFLITTI. In questo manuale viene trattato l argomento del recupero crediti.

PAGAMI ADESSO! COME RECUPERARE I TUOI CREDITI IN MODO FACILE E SENZA CONFLITTI. In questo manuale viene trattato l argomento del recupero crediti. PAGAMI ADESSO! COME RECUPERARE I TUOI CREDITI IN MODO FACILE E SENZA CONFLITTI In questo manuale viene trattato l argomento del recupero crediti. In modo rapido ma efficace saranno esaminati gli aspetti

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO Valledolmo BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VALLEDOLMO Banca e Territorio Due nuove iniziative Lavora con noi per fare Crescere la Comunità L importanza di essere SOCIO Dalla BCC 4 milioni di euro per Imprese,

Dettagli

Si scrive Unadieta.It ma si legge uno stile di vita italiano. Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food

Si scrive Unadieta.It ma si legge uno stile di vita italiano. Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food 1 Alimentazione - Fitness - Salute - Wellness - Food Crescere insieme lavorando in maniera coordinata e condivisa, per migliorare la qualità della vita nelle nostre città Regala alla tua azienda la giusta

Dettagli

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Compagnia delle Opere Bergamo Confindustria Bergamo ANCE Bergamo Fiaip Bergamo Confcooperative Bergamo Legacoop

Dettagli

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi

Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi Pure Performance Una direzione chiara per raggiungere i nostri obiettivi 2 Pure Performance La nostra Cultura Alfa Laval è un azienda focalizzata sul cliente e quindi sul prodotto con una forte cultura

Dettagli

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria 2008 2009 2010 Decreti Affidi servizio sociale 172 210 195 Inserimenti in comunità 49 (+15 madri) 33 (+12 madri)

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese

Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese FORUM RIVISTA DELLA CNA DI EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA Le politiche femminili nelle regioni del centro nord Donne in impresa, una grande risorsa per il Paese a cura di Paola Morini Responsabile

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO E LA CRESCITA DELLE IMPRESE A PREVALENTE PARTECIPAZIONE FEMMINILE E DELLE LAVORATRICI AUTONOME PREMESSO CHE l Unione Europea incoraggia la partecipazione delle donne

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE

LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE periodico di idee, informazione, cultura a cura dell Associazione Infermieristica Sammarinese LINEA DIRETTA CON IL PRESIDENTE Mi accingo a presiedere l AIS nel suo secondo triennio di vita. Mi ritengo

Dettagli

Presentazione Parchi Gioco

Presentazione Parchi Gioco Presentazione Parchi Gioco Entra in un Mondo Magico Tutti i diritti riservati - vietata qualsiasi riproduzione se non autorizzata da: Play House family - Gruppo Sed Italia srl Benvenuti PLAYHOUSE FAMILY

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro.

! Perché si chiama Bridge? Perché rappresenta un ponte di collegamento tra la realtà universitaria e il mondo del lavoro. FAQ (frequently asked questions) DOMANDE GENERICHE! Cosa è IntesaBridge? È un nuovo servizio che i Politecnici propongono ai propri studenti: un prestito personale (sotto forma di scoperto di conto corrente)

Dettagli

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi!

SERENA WILLIAMS LA SFIDA DELL INCERTEZZA. All interno speciale ViDeO. il mio incontro con tony. ON esercizi PRAtiCi! ROBBiNs n. 6 Il Magazine Multimediale di Anthony Robbins, Formatore n. 1 al mondo LA SFIDA DELL INCERTEZZA All interno speciale ViDeO SERENA WILLIAMS il mio incontro con tony ON esercizi PRAtiCi! 7 Aprile

Dettagli

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA!

MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! MUTUI : PROMESSA MANTENUTA! Nel sottolineare l importanza dell impegno svolto dalle commissioni tecniche costituite dalle Organizzazioni Sindacali, che, in seguito al lavoro svolto ha permesso di individuare

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni. 14 Maggio 2012. A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine

RASSEGNA STAMPA. Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni. 14 Maggio 2012. A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine RASSEGNA STAMPA Campagna: Il credito. Se lo conosci lo ottieni 14 Maggio 2012 A cura dell Ufficio Comunicazione Relazioni esterne e Immagine di CNA Forlì Cesena febbraio 2012 CNA Associazione Provinciale

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre

La Cassa Depositi e Prestiti viene da lontano ed il suo lungo percorso storico è caratterizzato da tre (bozza non corretta) Accesso al credito: il ruolo di Cassa depositi e prestiti. Gli strumenti di sostegno alle PMI ed alle Pubbliche Amministrazioni" GIOVEDI' 14 GIUGNO 2012 FERMO (Sala dei Ritratti -

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli